.

.

mercoledì 29 gennaio 2014

Il Massimo possesso palla

Ok va bene, la diga foranea non è sufficiente a contenere la corrente di pensiero che passa dal golfo e che porta i banchi di acciughe insieme alla teoria che Ambrosini ingolfi il gioco di falli a scapito del possesso palla. Montella con la complicità del suo biondo centrocampista sversa in mare gli idrocarburi che inquinano il suo credo calcistico, e menomale che la profondità che ci regala Matri, ci permette di diluirne un po’ le conseguenze. Proprio perché Matri va servito in profondità visto che c’è, anche se è legittimo sostenere di prediligere un maggior possesso palla ignorandolo. Il nostro gioco sarà così immutabile nel tempo, immutabile a prescindere dagli interpreti, e quando rientrerà Gomez ignoreremo anche lui come lui ha ignorato noi in tutti questi mesi. Si, palleggeremo felici a perdifiato, e ci scambieremo il pallone come il segno della pace, non ci misureremo la febbre, mai più, solo il possesso palla, che sarà calcolato anche sulle fatture al posto dell’Iva portandolo dal 22 al 68%. Dal benzinaio le gomme saranno gonfiate con i tabellini della Gazzetta alla mano. Alle nostre donne non regaleremo più anelli o profumi. Solo cronometri. L’arbitro Tommasi e la categoria tutta sfrutterà il calo di possesso palla per nascondere le proprie malefatte davanti ad una critica molto più sensibile a questo calo invece di pensare a quello delle nascite. Gli errori verranno mascherati tra le pieghe di una pignoleria tipica svizzera, che non guarderà più alle moviole, ma al cronometro, che con la scusa di regararlo alle nostre donne, l’useremo solo noi. Se la Fiorentina mantiene un possesso palla superiore al 70% e così tiene più facilmente la palla lontano dall’area di rigore l’arbitro sarà facilitato perché non farà nessuna fatica a non fischiarci un rigore a favore. Se invece il possesso palla sarà inferiore al 60% l’arbitro potrà tranquillamente fischiarci un rigore inventato contro, perché tanto sa che la tifoseria sarà più interessata ad analizzare i dati del possesso palla in calo, e così le malefatte risulteranno marginali di fronte al dramma della fuga di cervelli all’estero in grado di fare possesso palla. Da un’intercettazione telefonica sbobinata dalla Bice si sente nitidamente Galliani parlare con Berlusconi e indicare in Ambrosini l’unico modo per abbassare il possesso palla della Fiorentina, e così avere qualche flebile speranza in più per agganciare un posto in Champion. So che voi avete una certa preferenza per i brevilinei come Pizarro perché i più capaci nel fare quelle veroniche che sono il primo segreto del possesso palla, io al contrario sono più portato per la mia Veronica che ha delle belle leve lunghe e quando è sul divano mi fa un gran bel possesso delle palle. Ma a parte certe preferenze personali, avrei anche qualche idea per far impennare il possesso palla senza che questo passi per forza dalla dura critica a Montella per l’utilizzo del guastatore con il quale il perfido Galliani ci ha infettato il possesso palla. Bisogna far fuori il biondo abbattitore di percentuali in modo che Vincenzino sia giocoforza costretto a ritornare alla ragione. Per farlo avrei pensato a mia cugina Sonia che è veramente negata per la guida, nella parte teorica se l’è sempre cavata molto bene ed è sempre stata promossa. E’ nella pratica che invece è stata puntualmente bocciata perché in macchina è stata sempre un vero disastro. E qua vengo al mio piano criminoso che ho studiato prendendo spunto da un esperienza vissuta proprio dalla Sonia durante un esame di guida. So per certo che Massimo è molto religioso e per questo motivo frequenta la chiesa vicino a casa, ci va il sabato prima di andare in ritiro con la squadra, ho individuato un autoscuola che effettua gli esami di guida proprio di sabato in quella zona. L’ultimo tentativo della Sonia di prendere la patente è sfociato nell’investimento di due suore, che poi non erano nemmeno per strada, ma stavano tranquillamente pregando in chiesa. Così facendo avremo fatto fuori chi ci infesta il centrocampo, e così potremo tornare ad avere possessi palla bulgari, ho solo qualche piccolo timore che questa volta nasce da una mia esperienza personale, che alla fine mi ha insegnato che certi rimedi sono peggio di certi mali, e mi riferisco alla casa di via de’ Serragli che per un certo periodo è stata infestata dai topi, tanto che decisi di prendere due gatti, un maschio e una femmina, per scacciarli. Il risultato è stato perfetto. Ora, però ho la casa infestata di gatti.


107 commenti:

  1. Febbraio e marzo interi per la riabilitazione. Pepito giocherà al massimo tre partite di campionato e speriamo le finali delle due coppe. Gomez intanto sembra proprio codardizzato dal doloretto: da uno Jojo all'altro, allora.

    RispondiElimina
  2. Ieri il Brova ha dapprima annunciato che Rodri ci stava sfuggendo a causa del Napoli, poi che aveva firmato nonostante la corte del Napoli. Ha fatto tutto lui: non c'era e non c'è niente. Sono le tempeste in un bicchier d'acqua tipiche del Brova. Indimenticabili, le visite da Fanfani di Gomez, un mese prima che arrivasse a Firenze, la domenica poi!

    RispondiElimina
  3. Sembra proprio che arrivi Diakitè. Forse ce la potevamo risparmiare.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore29 gennaio 2014 08:46

    Distratto da altre cose, caro Pollock, ti sei perso gli ultimi quindici anni di calcio nel mondo. Aggiornati. Eh eh eh.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore29 gennaio 2014 08:47

    Ha rotto così tanto i coglioni Lud, che, sulle orme di Corvino, gli hanno comprato il nuovo Ljajic.

    http://www.youtube.com/watch?v=pts6i_f2yQo

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore29 gennaio 2014 08:51

    Hai ragione su Brova, Colonnello. Secondo me lo fa per farsi insultare per poi fare la vittima e così facendo parlare di sé..

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore29 gennaio 2014 09:00

    Il senese stamattina ci ha spiegato che i veri torti arbitrali li subimmo solo ai tempi di Prandelli, ora, per lui, si equilibrano tra tutte le squadre a partire dalle grandi. Robe dell'altro mondo!

    RispondiElimina
  8. (check) Diaco io o diachi te?

    RispondiElimina
  9. Savic è intoccabile nel senso di paria.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore29 gennaio 2014 09:40

    Tomovic tra pochi giorni sarà a disposizione di Montella.
    Tomovic non è titolare fisso, Diakitè sarà quindi riserva di uno che non è titolare fisso e del titolare fisso Savic, che nel suo ruolo, Colonnello, è in testa alle classifiche nazionali di rendimento.

    RispondiElimina
  11. Tu ce l'hai con Savic, ti è presa una fissa, ma come "stopper" è bravo.

    RispondiElimina
  12. Chiari, per il senese, che poi è il mambo e che poi è il brasiliano e cioè è lo scacchista, il tempo si è fermato. Prandelli-Frey-Gila-Montolivo, Cerci pippa fantasmagorica, Corvino boia, dismissione/pontellizzazione, non è mai più uscito da quella gabbia (almeno Lud non è mai uscito dal Gabbia). Con quattro gatti cupamente nostalgici (la gabbia appunto: di matti) forma un Werwolf per farsi rider dietro: su ogni argomento hanno preso libecciate da spazzar via il litorale ma loro non se ne curano, hanno la fede che Lui non sia morto nel bunker e che un giorno ritorni, con Santana feldmaresciallo e Donadel tamburino.

    RispondiElimina
  13. Intanto sulla tempistica del recupero di Tomovic non ci metterei la mano sul fuoco, poi comunque uno in più fa comodo, anche entrando a partita in corso, magari può contribuire a non farci prendere quei cazzo di gol di testa su corner o cross dalla fascia.

    RispondiElimina
  14. Rispondo a Jordan da qui. Come avevo premesso, mi fa piacere per il ragazzo che non deve subire un terzo intervento. Per la Fiorentina, però, se veramente dobbiamo contarlo per la prossima stagione, non vedo tutta questa bella notizia: si fa male il 5 gennaio, non è da operare, ma la stagione è conclusa. Saranno anche ben referenziati questi chirurghi stranieri, ma di carriere finite per infortuni non ne sento parlare dai tempi di Impallomeni (quello di Sky) distrutto da Costacurta (al massimo di giocatori che dopo i lunghi e ripetuti stop tornano involuti, e ad oggi nessuno ci garantisce che non accada al nostro). Mi ricordo che Jovetic in Germania fu operato in due tempi: prima il menisco, dopo due mesi il crociato, ritorno per la stagione successiva. Rossi dopo il primo intervento ha una ricaduta in allenamento. Gomez va in Germania con un collaterale umano e torna con un'articolazione di un'oca, ora sono 4 mesi e mezzo che è fuori , e meno male che non è stato nemmeno operato... Chiarisco, sono ignorante in materia, ma non vedi tutti questi miracoli nell'andare fuori dall'Italia.

    RispondiElimina
  15. Mi limito a dire quel che vedo (se vedo).

    RispondiElimina
  16. L'acquisto di Diakitè è una larrondata pazzesca.

    RispondiElimina
  17. Vita, non ne farei una questione di nazionalità, ma di competenza. Il santone di Gomez, per quel che si è letto, sembra un bel pirla. Steadman pare serio ed affidabile.

    RispondiElimina
  18. Hai perfettamente ragione, anch'io comincio ad avere dubbi su questi guru tedeschi o americani. Magari bastava andare a Rozzano.

    RispondiElimina
  19. Ahahahahahahahahahahah! Ma troverà amatori del genere, come li trovò Migliaccio (incredibile dictu), e del resto, caro AntoineRouge, un fuoriuscito di qui insultava a bestia, gli occhi iniettati di sangue, chi facesse appunto all'acquisto di Van Larren. Ogne scarrafone trova una mamma, a questo mondo, anche se non è la soja.

    RispondiElimina
  20. Il Brova lo sentii dire, alla radio, che aveva iniziato la sua carriera a Tuttosport, quindi direi che ha imparato bene...

    RispondiElimina
  21. Il senese, CHIARI, turlupina chi non lo conosce. La vena impercettibile contro la società/Della Valle c'é sempre. Sempre. ("Eh, il guardalinee a Firenze si volta verso il pubblico...solo da noi succede...". Sa callone, direbbe un sardo).

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore29 gennaio 2014 10:07

    Turlupina sempre meno gente, anche tra chi non lo conosce.

    RispondiElimina
  23. C'è un Pablo.....

    Pablo

    Il Brova lo sentii dire, alla radio, che aveva iniziato la sua carriera a Tuttosport, quindi direi che ha imparato bene...

    RispondiElimina
  24. Pollock, vuoi dire che c'è un Pablo nuovo sitollockiano? Ma tra poco occorrerà costruire nuovi cessi, con tutti questi circolisti! Oppure, se ci viene la diarrea leggendo senesità, dovremo farla nel cortile, come a San Frediano.

    RispondiElimina
  25. Dal guru tedesco c'è voluto andare il giocatore e, del resto, il guru è nel libro paga del Batern Monaco che non è proprio il Rapid Peretola. C'è voluto andare perchè i problemi c'erano già e, magari, non li ha risolti nemmeno il guru. Risolvere problemi infiammatori ai tendini a livello competitivo di serie A non è semplicissimo perchè la scienza medica ci capisce poco in generale. Comunque il guru non ha niente a che vedere con un chirurgo ortopedico di fama internazionale come Steadman. Se la fama sia vera o usurpata o anche solo esagerata non so certo dirtelo, però ce l'ha e chi vede in gioco una carriera da decine di milioni va da chi gli dà più garanzie, vere o presunte. I miracoli si definiscono male perchè ogni caso è un caso a parte.

    RispondiElimina
  26. Rodri cappone fino al 2017. Strano, le Alte Sfere avevano detto allo Schreber che volevano liberarsene a tutti i costi anche se non ne trapelava nulla ufficialmente!

    RispondiElimina
  27. stefano vienna29 gennaio 2014 10:26

    Mi ricorda Antognoni, tiè. Se va male, finirà come Montolivo.

    RispondiElimina
  28. O' GRADUATO (cfr,COLONNELLO BLIMP, senza panza) mi attendo, dopo Insipiente e Pitino in entrata gratis ("Quest'anno moria di taggiasche..." direbbe Totó), un tuo nobile, sferzante, lud(d)dico, pasquinico, wildiano, marchesiaco post su chi aveva giocato le sue carte sul nero per il Sitollock! Mai previsione fu più nefasta per chi digitò sentenza di condanna senza calcolare testi a discarico in entrata. "Quattro gatti....penuria di post...etc etc etc...."....ahahah...ahahah ahahah....neanche mercato di riparazione qui, abbiamo ben puntellato il rooster....ahahah ah ahahah.....

    RispondiElimina
  29. Vedi Sopra, ci avevano dato in dismissione-pontellizzazione, ma sostituiti Pollock-scarparo e Chiari-braccino con Tutunci abbiamo ritrovato l'aire.

    RispondiElimina
  30. Steadman non sembra un guru. Inoltre credo avesse in cura Giuseppe Rossi sin dal vecchio incidente. Del tutto logica la scelta di curarsi da lui. Altra figura, del tutto diversa, quella del guru tedesco che ha in cura Gomez.

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore29 gennaio 2014 10:40

    E' vero, ma non l'ho detto per non sparala grossa.

    RispondiElimina
  32. Da quando Lud ha spifferato ai quattro venti che questo è un bordello sono subito aumentati gli incassi.

    RispondiElimina
  33. stefano vienna29 gennaio 2014 10:50

    Io sarei per fare ai nuovi arrivati un test d'entrata, che ne so, scrivere una tesina sul 3-5-2 oppure un'eulogia di Andrea Della Valle oppure un'invettiva contro quello sfigato di Montolivo (con rimandi al Giubba).

    RispondiElimina
  34. Un bordello, un bestiario, un acquario con pesci neri.

    RispondiElimina
  35. Su Diakité pare siano in vantaggio Parma e Chievo... può essere che questo nome sia il solito specchietto per le allodole di Pracia che nasconde il vero obiettivo.

    RispondiElimina
  36. Anche murene...addirittura bisatti, che vivono anche fuori dall'acqua. Poi quando occorre qualcuno va con la Coquin San Jacques a chiedere clemente al sagrestano, che neanche con la querela lo prende nell'ano

    RispondiElimina
  37. Diakité per Paletta o Diakité per Dainelli?

    RispondiElimina
  38. Speriamo, perché non ce ne faremmo nulla.

    RispondiElimina
  39. Io non ci credo che P&M stiano cercando Diakité...non ci voglio credere...

    RispondiElimina
  40. stefano vienna29 gennaio 2014 11:23

    Tra gli italiani, io punterei su Astori, che ne pensate?

    RispondiElimina
  41. Anche secondo me Astori è il miglior difensore italiano che possiamo prendere. Il problema è che credo costi un botto.

    RispondiElimina
  42. Anch'io stamattina pensavo ad Astori, tra l'altro pare che stiamo trattando con il Cagliari il prestito di Vecino... A quel punto magari Cellino ce lo cede solo all'ultimo, in modo che non sia pronto per giocare sabato proprio contro di loro.

    RispondiElimina
  43. Per non parlare di geometri, ingegneri, golfisti e macellai che avevano decretato la morte del blog.

    RispondiElimina
  44. Se Diakhité chiude la porta al daino non credo ci si debba stracciare le vesti, rincalzo o mezzo titolare meglio il colored.

    RispondiElimina
  45. Adesso invece c'è la morte del centravanti...

    RispondiElimina
  46. Da Violanews una battuta di Montella su Capello: ”Cosa ho preso da Capello? La gestione del mister era di grande livello, quando devo prendere una decisione vado indietro con la memoria. Per me il suo è stato un grande insegnamento”.

    RispondiElimina
  47. Statico e penalizzante per il possesso palla, ad avercelo avuto poco si son fatti 41 punti, praticamente niente.

    RispondiElimina
  48. Astori. Meglio Astori che una faina. Poi, Aquilani, Astori, El torito, l'unicorno (Gomez), gli ungulati, Dain...i? Dainelli? Dai...no.

    RispondiElimina
  49. Mi concentrerei più sulla difesa in questo momento anche se continuando a schierare Pasqual hai voglia a rinforzarti.

    RispondiElimina
  50. Rossi non rientra più, a differenza di quel che si era creduto. Un Ramirez in prestito potrebbe essere l'innesto ideale se è vero che può agire come esterno sinistro o anche fare il centravanti. Credo ci serva un giocatore così, ed era quanto aveva chiesto Montella.

    RispondiElimina
  51. stefano vienna29 gennaio 2014 13:09

    Nel ruolo di esterno alto sembra che puntino su Giaccherini per l'anno prossimo, a destra o a sinistra nel 3-5-2. Se restasse anche Cuadrado (in caso di CL) sarebbe un esperimento intrigante.



    Sulla difesa, l'anno prossimo bisogna vedere chi resta e chi va via. Ma, a parte un vice-Gonzalo (Hegazi magari), non siamo messi così male. Se poi arriva uno forte veramente, allora meglio. Molto dipende dal terzo posto.

    RispondiElimina
  52. Il ghostwriter di Mazzarri è un cane e non fa nulla per nascondere il fatto che l'autobiografia del tecnico non è farina del sacco mazzariano. Si salva solo un passaggio nel quale Mazzarri dice che il valore di un tecnico si misura dal valore della squadra: se la squadra vale 100 e tu fai 110 sei bravo, se vale 50 e tu fai 100 sei eccezionale. Se vale 100 e ottieni 90 non vali. Mi pare giusto e chiarisce perchè un terzo posto a Firenze sia oro mentre varrebbe molto meno se ottenuto con la rosa della Juve.

    RispondiElimina
  53. Non leggerei una biografia intrisa, nelle pagine, di lacrime. Ramirez centravanti é come Ilicic centravanti. Utopia.

    RispondiElimina
  54. Direi di no. Ramirez è un mezzo giocatore che non serve al gioco della Fiorentina e difatti non è stato chiesto da Montella, ben contento di avere Matri al posto suo.

    RispondiElimina
  55. Ecco, tra biografia di Mazzarri e Tex, preferisco ancora Tex. O Blitz. O L'Intrepido. O Il Monello. O Lanciostory.

    RispondiElimina
  56. Tutta roba molto più avvincente di sicuro.

    RispondiElimina
  57. Ramirez? Per favore. Se Montella l'ha chiesto (non credo), Montella è un incompetente, dato che ha Ilicic che è molto più forte.

    RispondiElimina
  58. Propendo per sintetica, efficace, chiara spiegazione Principe del sito.

    RispondiElimina
  59. Difatti mica l'ha chiesto. E' solo l'ultima delle fisse di Lud, non supportata da alcuna dichiarazione montelliana circa un possibile acquisto di Ramirez. Montella disse semplicemente che occorreva un attaccante che all'occorenza potesse fare anche la seconda punta. Ed a detto pure che Matri può, per l'appunto, fare anche la seconda punta. Amen.

    RispondiElimina
  60. LUD, stavi andando così bene, oggi.

    RispondiElimina
  61. Il suo problema è che vorrebbe mettere in bocca ad altri quelli che sono solo i suoi desiderata.

    RispondiElimina
  62. http://mobile.agoravox.it/L-Oasi-delle-Passere-Solitarie-in.html

    RispondiElimina
  63. stefano vienna29 gennaio 2014 13:47

    Due notizie ottime in un giorno era da tempo che non capitavano: Rossi torna e Gonzalo rinnova.

    RispondiElimina
  64. La frase "ci serve un giocatore così" in italiano ha un significato univoco. Vuol dire "serve alla Fiorentina un giocatore che possa fare l'esterno e coprire altri ruoli in attacco". "Un" indica indeterminatezza.

    RispondiElimina
  65. Ma io ho fatto solo nomi di difensori...

    RispondiElimina
  66. Ramirez centravanti mi sembra un assoluto non sense. Di certo la Fiorentina non ha bisogno di un giocatore delle caratteristiche di Ramirez.

    RispondiElimina
  67. Chiarificatore29 gennaio 2014 13:58

    Rossi torna, e in questo campionato. Accetto scommesse.

    RispondiElimina
  68. La vedo dura, Chairi.

    RispondiElimina
  69. stefano vienna29 gennaio 2014 14:00

    Siamo onesti, la buona notizia è che torna. Ad essere cattivi, la sua permanenza a Firenze si allunga.

    RispondiElimina
  70. Della biografia di Mazzarri anzi autobiografia sono apparsi stralci su Repubblica è un prodotto giornalistico.

    RispondiElimina
  71. Ramirez ha caratteristiche da esterno sinistro e può fare tutti i ruoli di attacco. Credo ci siano poche probabilità che venga ma credo farebbe comodo uno così ripeto.

    RispondiElimina
  72. Rossi: la vittoria è la certezza del rientro e che sia stata esclusa l'operazione. Non credo che forzerà quindi possiamo considerarlo ragionevolmente fuori dai giochi quest'anno, anche se le notizie giornalistiche di ieri avevano illuso parecchi tifosi e appassionati tra cui il mio edicolante.

    RispondiElimina
  73. Tutti i ruoli d'attacco? Se per ruoli intendi i tuoi "falsi ruoli" magari li può anche fare, l'esito però è tutto da vedersi

    RispondiElimina
  74. Due o tre partite, per Pepito, e magari le finali di coppa, come scrivevo stamattina. Insomma, pensare piuttosto a mettere il pepe al culo a Gomez, che comincia a rompere con le sue ubbie.

    RispondiElimina
  75. Lud, se Ramirez ha caratteristiche da esterno sinistro d'attacco gliele hai lette nelle rughe della mano, travestendoti da chiromante.

    RispondiElimina
  76. Se va bene Rossi potrebbe tornare per la seconda metà di aprile, quindi, sì, Colonnello, potrebbe giocare le ultime 4-5 partite di campionato (trentaquattresima giornata il 20 aprile, trentacinquesima il 27), l'eventuale finale di Coppa Italia (3 maggio, salvo rinvio), le eventuali semifinali di Europa League (24 aprile e 1° maggio) e l'eventuale finale (14 maggio).

    RispondiElimina
  77. Sbaglio o Ramirez sarebbe un doppione di Ilicic?

    RispondiElimina
  78. E perché, da centravanti (vero o falso) ha le caratteristiche?

    RispondiElimina
  79. Ramirez POTENZIALMENTE potrebbe giocare in qualsiasi ruolo dell'attacco, il problema è che non ha avuto mai una crescita tattica che lo potesse definire. A Bologna veniva fatto giocare libero, sperando in un suo colpo ma senza compiti tattici precisi. In Inghilterra ha fatto cagare fino ad ora anche per il fatto che non è uno che si sacrifica e questo gli inglesi lo sopportano poco. Potrebbe essere un grande giocatore ma non lo vedo capace di inmedesimarsi nella squadra. Tecnicamente il paragone con Ilicic ci starebbe, ma lo sloveno dimostra più spirito di sacrificio e almeno si adatta o ci prova. Per me per passo e fisico sarebbero due ottime mezze ali. Dei trequartisti non hanno la rapidità di pensiero e la predisposizione all'assist, sono entrambe piú attirati dal tiro.

    RispondiElimina
  80. Stefano, hai una qualche ragione sugli errorini, che sembra lo facciano incazzare e perdere tranquillità, mentre se l'errore è grave invece reagisce al tutto è perduto e anzi migliora la prestazione. Col Dnipro laggiù, subito in apertura, ad esempio, (ed allora era davvero sul filo del rasoio) avrebbe dovuto ammazzarsi, invece non sbagliò più nulla, oppure a Udine l'anno scorso, quando dopo quell'erroraccio sul tiro di Muriel, seguì un goal salvato. E' comunque comune a tutti i portieri, soprattutto quelli giovani, di sentirsi imbattibili finchè non prendono un goal, il più difficile a fare è sempre il primo.
    Quanto a Neto poi, devi considerare che è sempre sulla "corda bamba", anche adesso che veniva da una decina di prestazioni consecutive da 6,5-7 è bastato un goal preso per un'uscita che qualcuno ritiene dovesse fare per riscatenare le critiche ed i dubbi. A Firenze si rovesciano sul portiere tutte le colpe delle prestazioni negative, se si prendono i gol quello che li piglia è sempre il portiere e se erano imparabili, comunque li ha presi.

    RispondiElimina
  81. Secondo Violanews Mario Gomez sta lavorando sul campo e anche con il pallone, come nei giorni scorsi, ma non ancora insieme al resto dei compagni.
    A questo punto spero di vederlo in panchina contro l'Atalanta e poi in campo nel ritorno della semifinale di Coppa contro l'Udinese.

    RispondiElimina
  82. Chiarificatore29 gennaio 2014 16:29

    Foco il tuo Bangu sembra che abbia fatto il fenomeno a Torino.

    RispondiElimina
  83. Ramirez non arriverà, certo che se c'è una squadra ed un tecnico in grado di dare identità tattica a chi non ce l'ha, questi sono la Fiorentina e Montella. A Firenze tutti quelli che non hanno identità tattica la acquistano, da Ljajic, a Mati, a tanti altri giocatori che pur bravissimi altrove qui si sono consacrati.

    RispondiElimina
  84. stefano vienna29 gennaio 2014 16:45

    Quindi un pò ci avevo preso, l'idea era proprio su errori veniali, su piccole sbavature. Penso anche io che sia dovuto solo ad un pò d'inesperienza o meglio al voler dimostrare tutto e subito, tipico dei giovani seri e ambiziosi. Confortante per il futuro, tra l'altro mi sembra migliorato su alcuni fondamentali, tipo con i piedi.

    RispondiElimina
  85. stefano vienna29 gennaio 2014 16:52

    A questo punto della stagione non ha molto senso né piangersi addosso nè chiedere ai Della Valle un ennesimo investimento. Bisogna sperare che giri tutto nel verso giusto, che Gomez torni presto e in forma, che Ilicic si sblocchi, che Anderson faccia fare un ulteriore salto di qualità a centrocampo, che la difesa ritrovi la compattezza delle ultime partite (ultima esclusa), che Neto continui la crescita mentale e che magari Rossi torni per le ultime partite di Coppa (nell'eventualità che si sia ancora in corsa su tutti i fronti). Onestamente chiedere di più a questa società, con tutta la sfiga che abbiamo avuto, è ingeneroso.

    RispondiElimina
  86. Uno Juve-Fiorentina 0-2 a Torino è sempre un bel risultato da festeggiare anche se è solo semifinale di Coppa Italia primavera. Grande Bangu, altro '97!

    RispondiElimina
  87. A me pare che Ilicic si sia già sbloccato. Poi, stando in panchina fa fatica ad incidere.

    RispondiElimina
  88. Far uscire un libro su un personaggio, allenatore, che da 9 partite non vince- il momento é grigio tendente al buio, il futuro sbiadito, la sua immagine é sbiadita- e fanno uscire il volume? Voto al marketing: 0. Alla strategia: -1. Al genio che c'é dietro: -2.

    RispondiElimina
  89. E' vero Sopra, ma se aspettan che rivinca l'Inter...

    RispondiElimina
  90. Ora tirare fuori Cerci quando Montella ha portato a un rendimento top in carriera almeno quattro o cinque giocatori, mi sembra un po' curioso. Proprio ieri Borja ha vinto il premio di miglior centrocampista del campionato, e non era così scontato.

    RispondiElimina
  91. Parlando di Cerci, lui sì che secondo me può giocare sia centravanti che seconda punta che attaccante esterno (io sono fissato da anni di mettere Cerci centravanti).

    RispondiElimina
  92. A me invece sembra singolare che tu, dopo aver scritto "tutti", trovi curioso che io ti abbia fatto notare che Cerci si è consacrato altrove.

    RispondiElimina
  93. Per me aver perso Cerci è stato grave. Ad avercelo ora, al posto del pur apprezzabile Joaquin!

    RispondiElimina
  94. Cerci ha lasciato il ritiro ad agosto. Era suo desiderio secondo me non rimanere a Firenze perchè su questa piazza non si era affermato, anzi si era più volte scontrato coi tifosi.

    RispondiElimina
  95. Non l'ho seguita la partita, ma sul futuro di Bangu mi giocherei le palle tranquillamente.

    RispondiElimina
  96. Cerci ha lasciato il ritiro perché è stato ceduto ed è stato ceduto perché Montella non gli ha saputo garantire la continuità di utilizzo di cui aveva bisogno per consacrarsi. Era suo desiderio consacrarsi e l'avrebbe fatto volentieri anche a Firenze. In quanto agli scontri, sono i tifosi ad essersi scontrati con lui, fischiandolo prima che entrasse in campo. Pessima gestione ed insensata cessione di un grande talento, come dissi allora.

    RispondiElimina
  97. Ah!! bellissimo, me lo riguardo e ballo anch'io!! grazie Foco.
    ..e poi dicono che gli italiani sono depressi....

    RispondiElimina
  98. Canzone fantastica poi

    RispondiElimina
  99. Quando si rifonda una squadra perchè il campionato appena concluso ha sancito (con i risultati, che dissero: retrocessione sfiorata) è fisiologico tagliare, sbagliando come non sbagliando, quacuno che qualche rimpianto può farlo nascere altrove. Se la squadra nuova va molto meglio della precedente, penso che i rimpianti debbano essere quantomeno minimizzati, non facendo ad esempio come il Gat che rimpiangeva Miccoli mentre andavamo in Champions con Mutu. Certo che con Cerci (che mai ho offeso o contestato) c'è stato un ostracismo preventivo e probabilmente decisivo di gran parte della piazza, ma anche i suoi atteggiamenti non sono stati sempre esemplari. Abbiamo perso un buon giocatore che va anche in nazionale, ma si tratta di quella italiana che attualmente non ha chissà chi, inoltre un po' di soldi sono stati incassati e reinvestiti. Non penso che arriverà mai ad una valutazione vicina ai 15 milioni, qualche volta potrebbe farci comodo ma andiamo benissimo anche senza di lui, mentre lui sta andando benissimo in una medio-piccola e va già per i 27 anni. Pace.

    RispondiElimina
  100. Assolutamente!.. é questo Pharrell Williams che canta?
    non conosco ma great sound

    RispondiElimina
  101. conosci altri pezzi suoi?

    RispondiElimina
  102. Neanche io apprezzo i patchwork e, in generale, l'uso delle basi, però il ragazzo ha un gusto sopraffino. Anche Rodgers, di cui secondo me è l'erede, riesce a trovare quel poco che rende le canzoncine grandi classici. A volte basta un riff.

    RispondiElimina