.

.

giovedì 2 gennaio 2014

Buffet a rischio

La prima bella novità del 2014 è stata l’apertura dello stadio in modo da permettere ai tifosi di assistere all’allenamento, subito tanto affetto e passione sulla squadra, forse uno stratagemma della società per  far smaltire prima il foie gras di anatra e la zampa d’oca di Gomez. E anche noi che amiamo le belle novità da servire in pasto alla passione, abbiamo sguinzagliato la Bice sulle orme vacanziere dei nostri giocatori. E mentre io festeggiavo, satollo, vendemmia 2006 con sboccatura 2012, la nostra inviata scandagliava i ricchi fondali dei calciatori in vacanza. Cominciamo con Pizarro, che per non smentire il suo caratteraccio ha dimostrato anche durante le festività la sua natura aggressiva e violenta che va ben oltre a quella solitamente sanzionata con un semplice cartellino giallo, visto che mentre faceva il bagno al largo di Capo Verde ha attaccato uno squalo bianco. Pasqual, invece, sempre indeciso se diventare un giocatore che fa la differenza o no, indeciso se crossare o meno, indeciso se marcare il suo avversario diretto oppure aprire falle schettiniane, è andato a trovare lo zio al quale è molto legato perché è stato proprio lui a insegnarlgli tutto, un tipo sempre molto indeciso e questo ha nuociuto soprattutto alla sua attività di pescatore professionista. Oggi è Manuel a sostenerlo economicamente dopo che la sua attività è fallita miseramente perché non sapeva mai che pesci prendere. E poi il Mister che ha scelto un viaggio studio in America da uno dei più grandi mental coach del mondo, per farsi correggere certi tratti caratteriali che stanno danneggiando la sua crescita professionale. Montella per carattere è estremamente cocciuto e nessuno riesce a fargli mai cambiare idea, ci sono state per esempio personalità importanti nel mondo del..si, come dire, figure di statura mondiale nel campo...insomma, forse solo figure di merda quelle di certi personaggi illustri che hanno perfettamente fotograto il suo modo di giocare, ma lui niente, non vuole riconoscere di applicare il quattro tre tre più lacustre del panorama calcistico, anche più di quello di Guardiola. Ma tanto lui non cambia idea, mai, e continua a dichiarare che i moduli non sono importanti, che nella stessa partita ne cambia più dei vestiti di una presentatrice del Festival di San Remo. Non cambia idea mai, per esempio continua a preferire gli uomini della Novi ai cioccolatai svizzeri, non da retta nemmeno al medico sociale che insiste nel ritenere quella di Gomez un’infiammazone della zampa d’oca mentre per lui è soprattutto una zampa di dinosauro. Però adesso ha preso coscienza che deve cambiare, questo il motivo della suo viaggio a Miami o non Miami, una decisione importante presa dopo aver sfogliato una margherita. Alla fine dei giochi però, il problema più grosso  non è stato tanto il parere del noto e anche gobbo professor Lichtsteiner o del suo assistente ex giocatore dell’Atalanta Hubert Pircher, ma quella sua testardaggine furibonda che non gli permette mai di cambiare idea, ci aveva provato anche il nostro Vio dandogli ripetutamente delle gran pedate nel culo da fermo, niente da fare, un intercettazione telefonica della Bice ci testimonia la sua resa, ho sentito la registrazione, e non pubblico il link solo perché è molto dura, infatti, a parte il punto dove dice “ma chi cazzo l’ha mai voluto Lodi”, dice anche al suo secondo “Ora ho preso coscienza del fatto che devo cambiare e sto cercando di convincermi a farlo. Ovviamente, senza riuscirci”. L’ultimo regalo che vi voglio fare oggi è la foto che mostra il tuffo in Arno di Eugenio Giani, via, diciamo un mezzo regalo, perché alla fine è riaffiorato sano e salvo, e quindi anche nel 2014 rimarranno a rischio tutti i buffet della città..

18 commenti:

  1. Rinnovo gli auguri di buon anno a tutti.
    Gomez tornerà - forse - contro il Catania.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore2 gennaio 2014 09:35

    Cenni di delirio, così tanto per iniziare bene il 2014, anche da parte della redazione del sitone.
    Una bella decisione, quella presa da Montella all'ultimo momento, a dimostrare sensibilità nei confronti dei tanti tifosi presenti, di aprire le porte dell'allenamento, in via del tutto eccezionale anche in considerazione del giorno festivo e significativo, viene, dal sitone e solo dal sitone nel mondo, non solo non elogiata ma addirittura, ed in bella vista, stigmatizzata nei modi.
    Ovviamente tutti gli utenti di fiorentina.it si sono scagliati contro la redazione.
    Solo in due hanno solidarizzato col delirio redazionale, indovinate chi?

    RispondiElimina
  3. L'erudito ed il Giannelli che l'ha subito approvato, come detto ieri. Sono ormai una coppia di fatto.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore2 gennaio 2014 09:38

    Ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore2 gennaio 2014 09:50

    Mai come in questo caso vale il detto: " Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei."

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore2 gennaio 2014 09:53

    Ditemi che Pizarro rinnova o datemi Clasie o Paredes subito.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore2 gennaio 2014 09:56

    Intanto già due "nuovi" acquisti pronti per inizio 2014: Gomez e Ilicic, con tanto di riserve di lusso pronte anch'esse, Rebic e Wolski.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore2 gennaio 2014 10:00

    In poche parole: la vie en rose.


    http://www.youtube.com/watch?v=0g4NiHef4Ks

    RispondiElimina
  9. Concordare col Giannelli è ammissione di sbattersene dei colori viola, che il primo Gennaio si debba preventivamente avvertire dell'apertura dei cancelli per l'allenamento è idiota pensare sia un obbligo comunicarlo, a volte certe decisioni vengono prese sul momento eppoi che un sito si permetta di bacchettare una società su una decisione simile a mio parere dovrebbe inasprire i rapporti della società con lo stesso. L'erudito e storico del rione S.Salvi non fa testo, è solo per dimostrarsi la solita voce fuori dal coro, stonata, per voler essere, al solito, singolare, ma risulta più che mai un'egocentrico fallito in cerca di attenzione. Il solito coglione sfigato.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore2 gennaio 2014 11:32

    E poi c'è qualcuno che vorrebbe insegnare ai DV come si gestisce una società, anche calcistica, e per di più con una rosa fantastica, ed altamente competitiva in Italia ed in Europa, ed un settore giovanile di assoluta eccellenza.
    Allucinanti i numeri che riguardano il Milan tanto più se rapportati all'attuale stato di (scarsa)competitività della sua squadra.

    RispondiElimina
  11. Anche la Juventus come risultato netto e debiti finanziari non è mica messa bene e l'Inter peggio ancora. Ringrazino tutte e due i fatturati assurdi che si ritrovano soprattutto per gentile concessione delle TV.

    RispondiElimina
  12. Mi ero appena dato di fava per aver compiuto il mio primo classico svarione di ritorno al lavoro nel nuovo anno, datando un assegno "02/01/2013"; poi leggo ciò che scrivono Giannelli&Ludovichetto sul sifone, e riacquisto piena fiducia in me.

    RispondiElimina
  13. Siamo sani e belli, molto belli. Siamo i playboy del calcio (anche a me, come a Gigi Rizzi del resto, qualcuna ha detto 'no', ahahah!) ma non si può aver tutto nella vita e chi s'accontenta gode. E io m' accontento, comunque vada. Buon Anno Nuovo a tutti!

    RispondiElimina
  14. Figo il Giani bifronte di Firenze, almeno potevano fare il concorso Mister muta bagnata!! Avevo letto, su uno dei siti viola, di tale Ravezzani ed i suoi auguri al Milan (che vinca la CL), alla Juve (vittoria in EL) e all'Inter (obiettivo CL) escludendo la viola. La domanda, reiterata, rimane sempre la stessa : "Ma 'sta gente chi cazzo è?". Almeno ci siamo trovati un altro "nemico". Sull'idea di aprire le porte dell'allenamento: c'era gente allerta, giá pronta per domenica! Se la viola non vincerà saranno pronti gli insulti, tra i quali anche quello delle porte aperte al Franchi. A me dite di non filare il sitone ed i suoi protagonisti, ma voi....andate e vi piace un po' leggerli....ehehe ehehe ehehe eheheheh!

    RispondiElimina
  15. E tu ha' ragione Sopra, e siam sempre a dire di non anda' a puttane, ma sian sempre sull'uscio di' casino, o icche tu ci vo' fare? Come padre Zappata che predicava bene e razzolava male.

    RispondiElimina
  16. Questione Deyna. Dal 21 novembre è uccel di bosco, salvo una sua rentréè (???) il 15 dicembre, nella quale ha confermato il danno elettrico subito, altre vicissitudini non specificate e l'occasione per scriverci avuta grazie all'ospitalità di un'amica. Sono oramai quasi due mesi che non lo sentiamo, certi problemi tecnici dovrebbero essere stati agevolmente risolti, la possibilità di farci pervenire comunque sue notizie l'avrebbe comunque voluta, penso, e avuta. C'è un legame anche da parte sua nei confronti dei sitollockiani che, anche se non se ne parla da un po' di tempo, sono sicuro che ogni giorno si domandino cosa sia veramente successo. E' solo una riflessione a voce alta sulle possibili cause di questa situazione, che è tutt'altro che chiara e tranquillizzante.

    RispondiElimina
  17. Gonfia e tu hai ragione, ma, d'altra parte, in assenza di coordinate icche si po' fare? Un posso miha andare a Lucca a vocia' "Deyna!!!!" pe' le strade, o fare un giro delle mura come un omo sandwich! Se ci legge e lo sa che siam tutti co' i' palletiho a pensare a lui, e, se potesse, armeno un corpo e lo batterebbe. Se poi quarcuno queste coordinate ce l'ha e si metta in contatto e ci tranquillizzi.

    RispondiElimina
  18. Chiarificatore2 gennaio 2014 21:34

    Deyna manca a tutti noi, e lui lo sa benissimo, ma quello che conta è che lui abbia risolto o stia risolvendo nel migliore dei modi i suoi problemi.

    RispondiElimina