.

.

venerdì 17 gennaio 2014

Alziamo l'asticella ma abbassiamo i toni

Prendo spunto dai ginocchi di Gomez e Pepito Rossi perché penso davvero che sia venuto il tempo di cominciare a riciclare e ad aggiustare tutto ciò che oggi viene buttato senza pensarci due volte. E quando dico buttare intendo, per esempio, anche il gettare un sasso e poi ritirare il braccio, Tito era famoso nel gettare il sasso nello Stagno, mentre oggi c’è sempre più gente che getta il guanto di sfida perché ha bisogno del duello per lavare le offese, mi piace di più chi porge l’altra guancia, sempre meglio di una querela, proprio perché in questo caso non ripara ma fa gettare giustappunto anche la maschera di chi la presenta. Si butta via troppa roba e troppo facillmente, come chi butta merda sul piatto dove ha mangiato, e non mi riferisco solo a Montolivo. E’ tempo quindi di riaggiustare anche i rapporti su questo blog per far si che rimanga uno spazio piacevole, dove non prendersi troppo sul serio. Diamo il buono esempio, ci sono molti giovani che neanche riescono ad immaginare che invece una volta si riparava tutto e niente veniva eliminato al solo presentarsi di un piccolo difetto. Bastava una stretta di mano. Un ragazzo penso che oggi non abbia la minima idea di cosa significhi il verbo “aggiustare”, quindi a parte i crociati o i collaterali dei nostri eroi, cerchiamo di farlo anche per i rapporti che si sciupano solo perché ognuno vorrebbe marcare il proprio territorio, pisciando magari fuori dal vaso, per aggiustare non ci vuole solo la classica riabilitazione, o un wc dove pisciare, ci vuole soprattutto abilità per convivere in uno spazio come quello del web che essendo illimitato può metterci a confronto anche con chi non ci piace. Ma c’è posto per tutti, si, anche per chi non la pensa come noi. Magari ci si scansa, anche senza risultare troppo snob come il padrone di casa, basta andare un po’ più in là se proprio non ci si sopporta. Riportiamo le cose nella loro giusta dimensione. Perché sennò Il consumismo ci uccide, consumismo eh? E non comunismo, prima che mi arrivi un'altra querela per apologia di reato, mentre questa maledetta civiltà dei consumi vuole che maciniamo tutto e sempre più velocemente, e penso alle ginocchia come ai rapporti con gli altri, al caffè, o alle olive per fare sempre un olio più nuovo. E se Montolivo alza l’asticella, l’arbitro il cartellino giallo in faccia a Pizarro, io vorrei che fossero abbassati i toni. E anche io, nel mio piccolo ho deciso di ribellarmi a questa maledetta dinamica dei consumi all’interno del blog, di riaggiustare cioè tutto quello che è possibile, là dove è possibile, e domani, tanto per cominciare, tanto per dare il buon esempio porterò a risuolare un mio vecchio computer. Fatelo anche voi. Confrontiamoci con più leggerezza, regalate vestiti da farfalla alle vostre donne, usiamo la tolleranza come l’acqua ossigenata su una sbucciatura, la diversità ci deve arricchire e non  dividere, sennò facciamo proprio come il Bambi che dopo mille peripezie aveva deciso di diventare monaco di clausura per scappare dal suo passato e dai creditori. E’ stato per un paio di anni a vagare da un monastero all’altro cercando di farsi accettare. Ma siccome sono monasteri di clausura nessuno l’ha fatto entrare credendo che fosse un creditore, e i monasteri, si sa, sono pieni di debitori come il Bambi. Vorrei davvero che dessimo il buon esempio, poi ci lamentiamo che i ragazzi vengono su “storti” perché non hanno mai orari, e ci sono appunto genitori che non vigilano sul fatto che i loro figli escono tardissimo per ritornare all’alba. Per andare dove, poi? Magari a rimbambirsi con la musica assordante di una discoteca? No. La mia generazione è venuta su con certi sani principi perché noi rincasavamo sempre prima di mezzanotte, subito dopo aver rapinato qualche passante.

175 commenti:

  1. Siamo tutti sulla riva di un fiume...chi attende il cadavere del nemico, chi pesca, chi osserva, chi fa rumore per mandare via i pesci...sino a quando il fiume s'ingrosserà e ci travolgerà. Bisogna essere fiduciosi nel prossimo, negli utenti...Ma la fiducia non si estorce: si merita. Peccato ci sia qualcuno così presupponente e temerario che sfonda anche lo specchio che ha di fronte. Importante non ci siano cloni.

    RispondiElimina
  2. Ieri avevo scritto(prima che la censura comunista filo-pollockiana entrasse in azione)che mi sentivo ottimista in merito alla fattibile convivenza tra Matri e Gomez.Perchè Gomez ai tempi dello Stoccarda aveva dimostrato di essere un centravanti capace di fare "movimento" e non statico come nel Bayern(dove secondo me ha influito la tipologia di gioco e gli attori che aveva accanto(Robben e Ribery).E che Matri,nel suo passato,se l'era cavata come seconda punta,soprattutto ai tempi di Cagliari.L'intervista di Matri aumenta questa mia sensazione,inducendomi a sognare traguardi che con il doppio infortunio parevano ormai una chimera.In effetti ha confermato quello che ho detto io(d'altra parte suppongo che tutti leggano il sitollock,"what else"?).Certo Matri non è paragonabile a Mutu o Baiano per intendersi,che davano il meglio con una prima punta vicino(Bati e Gila).Ma noi aggi abbiamo Montellone nostro,che può colmare questa differenza.Avanti miei prodi,il futuro è roseo!

    RispondiElimina
  3. Ieri avevo scritto(prima che la censura comunista filo-pollockiana entrasse in azione)che mi sentivo ottimista in merito alla fattibile convivenza tra Matri e Gomez.Perchè Gomez ai tempi dello Stoccarda aveva dimostrato di essere un centravanti capace di fare "movimento" e non statico come nel Bayern(dove secondo me ha influito la tipologia di gioco e gli attori che aveva accanto(Robben e Ribery).E che Matri,nel suo passato,se l'era cavata come seconda punta,soprattutto ai tempi di Cagliari.L'intervista di Matri aumenta questa mia sensazione,inducendomi a sognare traguardi che con il doppio infortunio parevano ormai una chimera.In effetti ha confermato quello che ho detto io(d'altra parte suppongo che tutti leggano il sitollock,"what else"?).Certo Matri non è paragonabile a Mutu o Baiano per intendersi,che davano il meglio con una prima punta vicino(Bati e Gila).Ma noi aggi abbiamo Montellone nostro,che può colmare questa differenza.Avanti miei prodi,il futuro è roseo!

    RispondiElimina
  4. Perchè i miei post spariscono????

    RispondiElimina
  5. Condivido in toto l'editoriale, bello, giusto e sensato, che riporta il frequentare il blog nel giusto alveo del saper rapportarsi, lo condivido in toto. Detto questo, basta che non ci sia il rompipalle in zona a scrivere con la sua prosopopea, arroganza e presunzione, dato che non ci arriva con le buone è giusto che lo capisca con le cattive. Nessuno ha potere su nessuno, è stato scritto, non vedo perché dispensare falso buonismo con uno stronzo nell'animo.
    Salvo bann, con lui, questa è la mia linea di condotta.

    RispondiElimina
  6. Sabotaggio...

    RispondiElimina
  7. Dkne1, è certamente un'iniziativa di Zaller volta a ridurre il tuo valore.
    Ecco qui, invece, le unghie sui vetri dei divoratori di bellezza:
    https://twitter.com/oltrelaspecie

    RispondiElimina
  8. E ora, qualche ricetta per il week-end:
    https://twitter.com/oltrelaspecie

    RispondiElimina
  9. Non è paccottiglia vegana, per la gioia dello Zaller.

    RispondiElimina
  10. dal testo di Pollock di oggi : ".....uno spazio piacevole, dove non prendersi troppo sul serio..."
    secondo me é questo lo spirito giusto, e l'unico, per quello che mi riguarda, per non fare anche di questo luogo un'arena, come quelle che ammorbano l'aria e che infestano il panorama politico italiano, tanto per fare un esempio, o gli stadi.
    Il buon esempio lo possiamo dare, oltre che ai nostril ragazzi, anche a noi stessi

    RispondiElimina
  11. Vigile, si vis pacem parat bellum, e lo spazio piacevole lo devi difendere da chi viene con l'unico scopo di rompere i coglioni.

    RispondiElimina
  12. Visti i filmini al lilk qui sotto, Anderson mi sembra un bel nodo, ma per niente grasso...
    http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.55.4523/anderson-via-alle-visite-mediche-arrivato-a-careggi.html

    RispondiElimina
  13. Poi non ho capito perché l'esempio lo devono dare in molti per sopportare uno solo e non quel singolo a cui tutti hanno scritto di cambiar atteggiamento e continua a fare come cazzo gli pare. Ma in che mondo viviamo, hanno ragione gli stupidi, si sa, ma a tutto c'è un limite.

    RispondiElimina
  14. Jordan, i muri e i recinti non vanno mai bene. Chi si sente infastidito può provare con l'indifferenza.

    RispondiElimina
  15. stefano vienna17 gennaio 2014 10:34

    Certo, però, si paventa all'orizzonte il ritorno di Pasqual e noi qui a litigare tra di noi. Vincè, adesso basta farsi le canne.

    RispondiElimina
  16. Pasqual in difesa e finto tridente con Vargas e Cuadrado esterni. Insomma, Montella al suo peggio.

    RispondiElimina
  17. Antoine se qualcuno viene a casa tua e comincia a spezzarti i soprammobili ed a pisciare nei vasi da fiori tu reagisci con l'indifferenza o lo pigli a calci in culo?

    RispondiElimina
  18. Al primo ninnolo che butta a terra apposta prendo la colla e gli intimo di aggiustarlo, al secondo che rompe per spregio inizio a frantumargli i diti, sicché occhio quando v'invito.

    RispondiElimina
  19. Jordan, questa non è casa mia, è uno spazio aperto a tutti. Non mi pare, poi, che Zaller sia mai arrivato a tanto, anche se lo ritengo in mala fede, come ho già scritto.

    RispondiElimina
  20. Non piace neanche a me perchè nè Vargas, nè Cuadrado sono ali da 4-3-3. Almeno però adesso abbiamo il centravanti. Pensando anche al futuro andrei così: Neto; Roncaglia, Gonzalo, Savic (Tomovic); Cuadrado, Aquilani, Pizarro, B.Valero, Vargas; Matri, Rebic (Ilicic).

    RispondiElimina
  21. Si tratta ovviamente di metafore, però, mutatis mutandis a me sembra invece di sì. Se questo non è casa tua, cambio ambiente, sei al circolo con i tuoi amici e viene uno di fuori e fa quel che ho detto, ripeto la domanda finale.

    RispondiElimina
  22. Potrebbe tutt'al più lamentarsi Pollock, anche per come il suo blog è stato da Zaller dipinto su fiorentina.it. Mi pare invece fuori luogo che gli ospiti, in assenza di reazione del padrone di casa, prendano le mazze per usarle contro uno degli invitati.

    RispondiElimina
  23. Non l'ha invitato nessuno Antoine, c'è tornato a dispetto e per assecondare chi gli riempe la ciotola.

    RispondiElimina
  24. Invitati? invitato a levarsi dai coglioni da quasi tutti, direi.

    RispondiElimina
  25. In tal caso, non reagisco o, se sono particolarmente infastidito, me ne vado. Ma non scateno una rissa.

    RispondiElimina
  26. Non da Pollock, ossia l'unico che sarebbe legittimato a farlo.

    RispondiElimina
  27. Quindi devo andarmene da molti perché uno, uno soltanto, fa come gli pare. Curioso sempre sostenuto che la normalità fosse il contrario.

    RispondiElimina
  28. Ma nemmeno invitato neanche dal poeta.

    RispondiElimina
  29. stefano vienna17 gennaio 2014 10:54

    Io mi accontenterei di Tomovic terzino sinistro al posto di Pasqual. Pensavo che dopo Udine e Roma, Montella l'avesse capito. Tanto, fino a prova contraria (quando torna Gomez forse), le due punte non le mette. L'ultima volta le ha messe col Cagliari in cas, prima dell'infortunio di Gomez. Le ha poi messe solo col Milan, ma mancava Cuadrado.


    Jordan e Antoine, appunto, finto tridente vuol dire che non è un 4-3-3, è un 4-5-1. Montella il 4-3-3 non l'ha mai fatto in vita sua e non penso lo farà mai.

    RispondiElimina
  30. Quindi la vince il prepotente, il rompicoglioni, gli altri devono lasciar fare o andarsene. Non sono su codesta linea, mi dispiace. Io credo che la libertà di ognuno ha il limite ben preciso di non ledere i diritti altrui, se lo valica ognuno ha il diritto di difendersi.

    RispondiElimina
  31. "Invitato" per continuare con la tua metafora. Forse tutti, qui, non siamo stati formalmente invitati, ma l'assenza di lamentele del padrone di casa giustifica la nostra presenza e parimenti quella di Zaller.

    RispondiElimina
  32. stefano vienna17 gennaio 2014 10:58

    Ma a parte le opinioni tattiche che lasciano il tempo che trovano. Le ultime due sconfitte sono avvenute con Pasqual terzino e il finto tridente, è una questione empirica che Montella non può ignorare.


    A meno che non pensi che Matri al posto di Rossi renda questa impostazione più efficace.

    RispondiElimina
  33. Condivido in toto la formazione di Jordan, mettendo Ilicic accanto a Matri.

    RispondiElimina
  34. Su Pasqual non esageriamo, non è un fenomeno ma tra lui e Tomovic non è che ci sia la differenza tra vincere e perdere. La differenza tra quel che sembra farà e quel che vorrei che facesse, sta proprio nell'avere un difensore in meno ed una punta in più, in fondo ai salmi. Rebic o chi per lui, al posto di Tomovic o chi per lui. Se gli riuscisse di giocare sulle ripartenze come fa Garcia, credo che anche il 4-5-1 potrebbe andar bene. Certo se mi ingolfa tutto col solito baricentro alto, va meno bene.

    RispondiElimina
  35. Jordan, quello che sto cercando di dire è che né tu né gli altri membri avete titolo per dettare la linea di condotta su questo blog.

    RispondiElimina
  36. Messaggio di tolleranza fallito, Pollock, perché Lud non si scusa e, d'altra parte, c'è uno che lo attende per l'insulto (la guerra, dice). Ad ogni modo Lud sta risolvendo tutto rimanendo in cloaca, coerentemente al suo non ritenersi in torto su due punti invece a mio avviso fondamentali e su cui l'ho sollecitato vanamente a esprimersi. AntoineRouge, così Montella butta via l'effetto Matri. Lo temevo. A questo punto puoi comprargli chi vuoi a gennaio, la partenza a handicap te la confeziona sempre. Poi il talento di rosa lo salva. Ma mica tutte le volte che potrebbe, se lo schieramento fosse a vanvera come quello che viene presagito dalle fonti di stampa.

    RispondiElimina
  37. Rebic non ha nessuna possibilità: Montella non lo ritiene pronto. Ilicic mi pare una buona soluzione.

    RispondiElimina
  38. Se sta un po' più indietro col baricentro e si crea spazi più ampi, Ilicic è preferibile (ma anche Rebic e Matri ne sarebbero avvantaggiati) per la maggior pericolosità nel tiro da fuori.

    RispondiElimina
  39. stefano vienna17 gennaio 2014 11:05

    Finora la differenza è stata che ad Udine e con la Roma c'era Pasqual e c'era il falso tridente. Ora, ripetere modulo e formazione delle ultime due sconfitte cozza contro l'empiria e contro la saggezza popolare-calcistica: squadra che vince non si cambia. Anzi, qui siamo all'opposto: squadra che perde si rimette.


    E aggiungo che a Roma, ma soprattutto ad Udine, s'è perso bene, ovvero meritando di perdere.

    RispondiElimina
  40. stefano vienna17 gennaio 2014 11:09

    Certo che Neto avrebbe tutti i motivi per incazzarsi: in settimana gli comprano il rumeno titolare della Nazionale, poi domenica Montella gli rimette la stessa formazione di quando ha preso gli ultimi gol. Mi sa che dovrà rinunciare al record di imbattibilità.

    RispondiElimina
  41. Io credo invece che ogni partecipante ha il diritto di esprimersi. Poi la decisione finale può essere anche quella di togliere il disturbo. Se fossi solo in questa "guerra" come qualcuno anche oggi, mistificando, ipotizza, l'avrei già fatto. Siccome mi sembra di essere in ben nutrita compagnia credo più giusto farsi sentire. Le leggi non le emettiamo noi, infatti che il poeta banni qualcuno lo ritengo impossibile, però se questo qualcuno recede dal suo disegno di cercar di distruggere questo blog il risultato l'abbiamo ottenuto.

    RispondiElimina
  42. stefano vienna17 gennaio 2014 11:11

    E se non sbaglio, col falso tridente e Pasqual terzino, s'è perso anche col Napoli, immeritatamente, ma due gol facili facili in contropiede si sono presi pure lì (mancava Gonzalo però).

    RispondiElimina
  43. Effettivamente, Stefano, quella della tata Rossana non l'ho capita: un portiere troppo ingombrante per fare la panca e ciò dopo che l'ultimo terzo del girone d'andata di Neto, seguìtoai primi due terzi poponeschi, era stato incoraggiante. Non sono per sdilinquirmi sui calciatori presuntamente messi sotto pressione ma, in questo caso, se non c'è bocciatura (e allora la Società fa bene a programmare) allora c'è un po' d'incoscienza nell'accendere le polveri quando tra i legni le cose stanno filando.

    RispondiElimina
  44. Oltre tutto va a Catania che è un campo dai ben tristi ricordi. Meno male che non giocano oggi se no c'era da entrare in campo con le palle in mano

    RispondiElimina
  45. ma il romeno non arriva a giugno?

    RispondiElimina
  46. Sì, DKNE, ma Neto deve parare per tutto il girone di ritorno...

    RispondiElimina
  47. L'acquisto (a giugno) del portiere della Steaua potrebbe essere inquadrato nell'ambito delle trattative per il rinnovo di Neto: ricordo (per l'ennesima volta) che Norberto ha il contratto in scadenza nel 2015, per cui si trova nella stessa, 'ntifica, situazione di Ljajic dell'anno scorso.

    RispondiElimina
  48. stefano vienna17 gennaio 2014 11:18

    Dammi retta, Jordan, per il bene di Neto, meglio Tomovic se Montella insiste con l'unica punta.

    Non ce l'ho con Pasqual in assoluto, ma rende meglio con le due punte davanti, ovvero in un 3-5-2 offensivo. Col falso tridente emergono i suoi limiti maggiori, poca concentrazione difensiva e monotonia nei movimenti offensivi. Non a caso, la partita migliore di Pasqual fu Genoa, quella con Rossi e Gomez. Senza dimenticarci l'hanno scorso, con Ljajic e Jovetic(Toni), ovvero col 3-5-2.

    RispondiElimina
  49. Caro Anto, ma queste situazioni non si risolvono con le minacce. Neto, a differenza di Ljajic, non mi sembra che stia puntando i piedi per avere la luna e non mi sembra che stia mandando messaggi ad altre società.

    RispondiElimina
  50. La leggerezza è un grande valore spirituale cui aspirare. La leggerezza è dei sapienti che hanno affinato gesti e pensieri per arrivare all'essenza. In fondo è lo stesso atteggiamento dell'"essere come bambini" indicato da Gesù; o il distacco dalle cose terrene, la via raccomandata, pur in modi differenti, dalla ricerca spirituale a tutte le latitudini. Il vuoto, per lasciare che l'inatteso possa apparire, e entrare, e l'attenzione, per accorgersi della fiammella, dell'imprevedibile, dell'alito di vento, della foglia leggera, di tutte quelle cose semiinvisibili ai più che possono trasformare la nostra vita e portarla a proseguire il cammino.
    Il fatto però è che prima di arrivare qui, a essere questo, i percorsi umani sono capricciosi e imprevedibili e gli ostacoli di tutti i tipi (caratteriali, psicologici, psichiatrici addirittura) frapposti a piene mani. La vita in fondo cosa è se non l'agone dove le nostre personalità si incontrano e si scontrano, si perdono e si ritrovano, si impoveriscono e si arricchiscono? Querele a parte, ovviamente.

    RispondiElimina
  51. stefano vienna17 gennaio 2014 11:23

    Ci può stare, ma non penso che Neto pensi all'anno prossimo. Fino a giugno è titolare sicuro e se continua così, una squadra dove giocare titolare la trova.

    RispondiElimina
  52. L'insostenibile leggerezza del tessere, Francis, da quel che capisco del tuo bel post.

    RispondiElimina
  53. Non parlo di minacce, magari hanno subodorato che Neto potrebbe non rinnovare per cui, essendo costretti a cederlo, hanno voluto cautelarsi prendendo un altro portiere.

    RispondiElimina
  54. Alla superficie non è emerso nulla, in verità, e Neto, pur in progresso, non ha ancora gran potere negoziale: per quello, deve ancora mangiare della pastasciutta.

    RispondiElimina
  55. Non vedo sinceramente i m otivi di tutte queste preoccupazioni che sono solo nella testa del Calamai e di qualche altro pennivendolo. A Neto han confermato fiducia prendendogli un 12 abituato a fare il dodici al posto di Munua, quindi ha tutto il campionato per crescere e per mettersi in mostra come sta facendo. Rifarà le sue cazzate come fanno tutti ma è indubbio che sta crescendo di partita in partita e che, se continua su questi ritmi, davvero un pensierino ai mondiali può farlo (anche se Felipao è un conservatore poco incline al rischio e alla novità e lo conosce poco). Se a giugno arriverà Taturana arriverà in una squadra dove, se tutto è andato bene, c'è già un titolare ed il posto dovrà guadagnarselo lui, non l'altro. Non sta venendo Chech o Buffon ma un portiere romeno di 28 anni che non è mai uscito dalla Romania sinora. Se Neto ne avesse paura a prescindere denuncerebbe una fragilità psicologica che proprio credo non abbia. Certo se gl cominciano fin da adesso a fare campagna di stampa contro ingigantendo la figura di chi arriva e montando quella parte di tifoseria (sempre più esigua, ma esistente) che non gli ha mai voluto bene, non gli fanno un piacere. Da parte della società non vedo critiche da fare. Ha un portiere solo e gli si presenta un'occasione a zero di un porofessionista che potrebbe essere valido, perchè non dovrebbe prenderlo (anche se, ancora, non l'ha preso).

    RispondiElimina
  56. Una cosa mi ha colpito di recente, l'affermazione di un noto utente che suonava così: "se non scrivi venti post al giorno non sei nessuno". Inizialmente mi sono sentito in colpa (non avrò scritto venti post da quando la riblogghita esiste), poi mi è venuto in mente il seguente raccontino riportato da Calvino nelle Lezioni americane, che ha anche il pregio di avere per tema uno degli argomenti preferiti dal nostro Pollock.
    Il re chiese a Chuang-Tsu il disegno di un granchio perfetto. Chuang-Tsu chiese cinque anni di tempo e una grande villa con dodici servitori. Allo scadere dei cinque anni, Chuang-Tsu dichiarò di avere bisogno di altri cinque anni di tempo. Il re accordò il tempo. Allo scadere dei dieci anni Chuang-Tsu impugnò il pennello e dipinse con un solo gesto il disegno di un granchio più bello che si fosse mai visto; il disegno di un granchio perfetto.

    RispondiElimina
  57. L'insostenibile leggerezza delle tessere del mosaico della vita, Blimp

    RispondiElimina
  58. Lì tu va' più su i' difficile, perché s'e' volan via non appena tu l'ha' posahe l'è meglio che le sien piombahe, allora!

    RispondiElimina
  59. stefano vienna17 gennaio 2014 11:55

    Neanche io vedo il problema, era più per fare ironia sul fatto che ripresentare la stessa formazione di Roma e Udine sembra un complotto anti-Neto, peggio di quello agghiacciante del simpaticone col gatto in testa.

    RispondiElimina
  60. Vero Colonnello..ma quello spero lo faccia a prescindere!

    RispondiElimina
  61. Perfetto Francis! Meglio pochi ma buoni, come quelli che stai scrivendo, che tanti dov'è impossibile proseguire un ragionamento le cui basi sono inossidabili e devono essere accettate obtorto collo. Riesce facile ignorare chi afferma qualcosa di non condivisibile, riesce difficile farlo quando qualcuno vorrebbe importi solo quel punto di vista ed è refrattario ad ascoltare ed eventualmente approfondire. Chi non lo fa è mosso da spirito provocatorio ed è incapace di analisi. Alla lunga rompe e basta.

    RispondiElimina
  62. Allora il parere del Giannelli sarebbe molto rilevante?

    RispondiElimina
  63. Perché ti poni in cima alla lista nella chiosa del tuo post ?!

    RispondiElimina
  64. Hai un metro personale, incondivisibile, nelle affermazioni che fai, per questo vieni sulle palle a tutti, ti permetti di incasellare in categorie gli scritti di questo o quest'altro utente stabilendone importanza o rilevanza, ma chi ti credi di essere ?! Tu oltre a non portare niente al dibattito e a non saper mettere insieme tre parole che riguardano il calcio hai questa maleducazione classista di cui nessuno sente il bisogno. E ancora scrivi editoriali che danno contro al blog. Ci vuole solo il tuo coraggio.

    RispondiElimina
  65. Colonnello, questo è vero in parte. Non sempre l'autorevolezza del personaggio va di pari passo con l'autorevolezza dei giudizi.

    RispondiElimina
  66. Parlando di numeri, e in riferimento a ciò che dice Leo a questo proposito, quando sostiene "meglio pochi ma buoni", vorrei far presente che probabilmente c'è un percepito diverso dalla realtà. Perché se è vero che a scrivere non siamo in tantissimi è vero anche che ogni giorno ci sono ormai più di 1000 contatti. Ci sono quindi molte più persone che ci leggono di quelle che scrivono. E non intervendo non manifestano il loro gradimento o meno di certi toni troppo aspri. Magari si, Magari qualcuno non interviene proprio perché ci sono certi toni. Quando dico che è uno spazio così grande dentro al quale possiamo starci tutti, intendo che c'è anche lo spazio per ignorarsi, che sempre secondo è uno spazio utilizzato meglio di quello occupato per offendere.

    RispondiElimina
  67. Non ho parlato di me ma di Blimp facendo notare che il suo contributo è qualitativamente e quantitativamente più importante di quello di altri. Credo che si debba riconoscere che è vero a meno che non si preferisca l'ipocrisia del dire: tutti contano uguale.

    RispondiElimina
  68. Blimp è sicuramente un personaggio rilevante, ma ciò non toglie che i suoi giudizi alcune volte non siano condivisibili e probabilmente anche sbagliati. Nessuno nasce imparato. Su questo blog non c'è una gerarchia di autorevolezza: stiamo tutti alla pari, ben contenti di starci, ognuno con la propria personalità. Semmai sei tu che vuoi fare classifiche che non hanno il minimo senso.

    RispondiElimina
  69. Ritengo sia moralmente doveroso cercare di seguire l'input del gestore,indipendentemente da tutto,ragioni e torti.Quindi mi chiedo perchè,visto che stamani il clima era sereno e tranquillo,il motivo di tentar di rimettere zizzania...scusate se questa considerazione proviene da un utente "concettualmente irrilevante".

    RispondiElimina
  70. Riprovo per la terza volta(maledetta censura!):per me Matri e Gomez possono coesistere,ed anche bene.In quanto Gomez ai tempi di Stoccarda ha fatto vedere qualità di "movimento" molto elevate;Matri(come detto da lui stesso ieri,ha giocato da seconda punta tantissime volte).Certo,sulla carta possono sembrare non complementari,ma io sono assai fiducioso.Anche perchè in panchina c'è un signor Mister.Quindi avanti sino alla fine,con un ritrovato entusiasmo che si era affievolito causa infortuni.Il terzo posto non è più una chimera!

    RispondiElimina
  71. Ottimo, Francis. Applauso. Silenzio di meditazione.

    RispondiElimina
  72. Dkne1, non parliamo di censura perché sennò qualche estraneo ai giochi ci crede davvero, mentre mi prendo le querele proprio perché non loa pratico mai. E a questo proposito pubblico il post di "Insipiente" che vedo in posta ma che il sistema non pubblica, prima che lo stesso Insipiente mi dia la colpa.

    Insipiente

    Ottimo, Francis. Applauso. Silenzio di meditazione.

    RispondiElimina
  73. Giusto,pensavo fosse scontato che era un intervento ironico,che significava esattamente l'opposto.

    RispondiElimina
  74. Sarebbe interessante studiare l'autorevolezza nei blog. Non c'è dubbio che nel tempo maturino gerarchie di autorevolezza e importanza. Dopo aver frequentato Fiorentina.it anni fa capii subito chi era che contava: Deyna, Jordan, iPollock, in parte Gat e naturalmente Blimp (col nome di allora) mi resi conto che se volevo contare nel blog avere risposte da loro. Succede in ogni blog cui ho partecipato.

    RispondiElimina
  75. In un piazza centrale della mia cittadina, un uomo di una certa età passa gran parte della giornata alla finestra esternando frasi ad altissima voce. Principalmente dà i numeri, e non solo metaforicamente (comunque cifre sparate a caso, es. "...Vasco Rossi? Guadagna 5mila euro al mese, 5MILA EURO AL MESE!!! ... In Italia ci sono 2 milioni di automobili, 2 MILIONI DI AUTOMOBILI!!!"); altre volte rinfaccia al prossimo vizi e maleducazioni vere o presunte, lo fa mentre qualcuno attraversa la piazza ma non ce l'ha con nessuno in particolare, si riferisce in generale al mondo che lo circonda. Lo conoscono da sempre quasi tutti i 50.000 abitanti, quasi tutti sanno il suo nome, la gente che mentre passa lo sente sghignazza chi divertita chi amaramente per senso di pena, qualche vecchietto burlone passando lo stuzzica chiedendogli quanto guadagna qualche tizio o qualche caio famoso, i ragazzini di 15 anni passando lo chiamano per nome e ridono, lui ad ogni stimolo risponde, ma dà risposte generiche e che non c'entrano nulla con quanto gli è stato detto o chiesto. Nessuno, in ogni caso, se la prende, e nessuno gli chiede di scusarsi. E io sono d'accordo, perchè non mi sento minimamente toccato dalle sue invettive. Quando ero pischello mi sbellicavo anch'io dalle risate perchè lo trovavo divertente, oggi il principale sentimento che mi suscita è la preoccupazione che nessuno gli faccia del male.

    RispondiElimina
  76. Lud,visto che il desiderio comune a molti frequentatori del blog sarebbe quello di far partecipare anche chi legge "soltanto",potresti per cortesia smetterla di far passare il falso concetto che nel blog contano soltanto alcune persone?Spero(ma ne sono convinto) che per la maggior parte di noi conta "quello" che un utente scrive.Magari tra chi ci legge c'è un genio che potrebbe fare un intervento al mese ma che lascia il segno,più ad esempio di te,che ne fai 100 ma lasciano il tempo che trovano.Comunque,per cortesia,puoi provare a seguire la richiesta,formulata in modo gentile da parte di Pollock,e comportarti di conseguenza?Che tradotto significa smetterla di seminare zizzania?Perchè ti ostini a voler danneggiare questo blog?Ma che ti ha fatto Pollock di così drammaticamente "cattivo" per meritarsi questo tuo atteggiamento?

    RispondiElimina
  77. Certo ma non è il tuo caso Dkne! Io non ricordo un tuo intervento, sono pochi e irrilevanti, scusa ma è oggettivamente vero. Lo stesso Pollock su Fiorentina.it scriveva poco ma lasciava il segno.

    RispondiElimina
  78. Quasi perfetto Vita. "Quasi" perché il personaggio che descrivi è sincero. Però sono d'accordo.

    RispondiElimina
  79. Se pensi di suscitare una mia reazione con questi trucchetti perdi tempo;hai ragione,non è il mio caso,sono assolutamente d'accordo.D'altra parte bastava leggere e capire la mia frase:"magari tra chi ci legge";per cui io per primo mi ero tirato fuori da quel caso.Quindi,il tuo "certo" iniziale,con cui volevi far capire di essere d'accordo,se ne va a morire con il continuo del tuo intervento,dove palesemente hai cercato di offendere e ricreare lite(con il sottoscritto).Per cui,gentilmente ed educatamente,ti rinnovo l'invito a smetterla di perseguire l'obiettivo di rovinare questo blog.Per rispetto soprattutto a chi,dopo le svariate offese da te ricevute,ti sta comunque accogliendo.Non fare la figura della "serpe in seno",abbi un minimo di dignità per favore

    RispondiElimina
  80. Ti sei smascherato, caro Lud, la tua é una strategia vuota di contenuti

    RispondiElimina
  81. Comunque la seguente frase da te scritta è di una tristezza infinita:"mi resi conto che se volevo contare nel blog avere risposte da loro".

    RispondiElimina
  82. Ecco, puntare all'irrilevanza potrebbe essere un buon obiettivo per prossimo anno...

    RispondiElimina
  83. Ma lo sai Lud che davvero tu sei quello che i napoletani definiscono un omm'e mmerda. Vieni qui pretendi di fare classifiche da nssuno richieste e che sono solo in quella tua testolina malata, partecipi ai blog "per contare", invece di esprimere tranquillamente il tuo punto di vista, cerchi di seminare zizzania laddove non riscuoti la minima considerazione né umana né intellettuale. Insomma sei il ritratto del perfetto troll al quale solo l'educazione del padrone di casa impedisce di essere preso a calci in culo e sbattuto fuori una volta per tutte.

    RispondiElimina
  84. Ora, gli interventi di Dkne sarebbero "pochi e irrilevanti". Che siano pochi è statisticamente vero, è una questione di numeri (anche se negli ultimi giorni ha aumentato), per cui, va bene, è "oggettivamente vero". Ma che siano "irrilevanti" chi lo decide? E come può essere "oggettivamente vero"?
    Ma soprattutto, cosa vuol dire "contare", in un blog o in un forum?

    RispondiElimina
  85. Se ti rendessi conto che tu l'unico segno del tuo passaggio lo lasci sui testicoli a chi scrive qui (e non mi soffermo sulla natura del gentil sesso) ti renderesti conto di quanto assurde sono le tue ultime farneticazioni sull'affibbiare importanza e rilevanza sugli scritti degli altri. Come si fa ad andare avanti mettendo in cima simili nefandezze senza tener conto dello spessore umano che può avere una persona ?! Tu dell'erudizione ne fai un uso sconsiderato, della tua presunta cultura, un'arma spuntata, invitando chi, meno dotato (a tuo insindacabile giudizio), a tacere invece di esprimersi. Ghettizzi, e per questo ti squalifichi. Davvero non ti rendi conto di quello che scrivi e dai valore alla forma più che alla sostanza. Incredibile che tu possa pensare simili cose, assurdo che le scrivi di tuo pugno.

    RispondiElimina
  86. « Il regno dei cieli si può paragonare a un uomo che ha seminato del buon seme nel suo campo. Ma mentre tutti dormivano venne il suo nemico, seminò zizzania in mezzo al grano e se ne andò. Quando poi la messe fiorì e fece frutto, ecco apparve anche la zizzania. Allora i servi andarono dal padrone di casa e gli dissero: Padrone, non hai seminato del buon seme nel tuo campo? Da dove viene dunque la zizzania? Ed egli rispose loro: Un nemico ha fatto questo. E i servi gli dissero: Vuoi dunque che andiamo a raccoglierla? No, rispose, perché non succeda che, cogliendo la zizzania, con essa sradichiate anche il grano. Lasciate che l'una e l'altro crescano insieme fino alla mietitura e al momento della mietitura dirò ai mietitori: Cogliete prima la zizzania e legatela in fastelli per bruciarla; il grano invece riponetelo nel mio granaio. » (Matteo 13,24-30)

    RispondiElimina
  87. E' incredibile venire caratterizzati da una persona che ha una sensibilità prossima allo zero, e per questo catalogati in base a rilevanza e importanza la cui unità di misura è valutata da uno che quanto a sostanza è sempre stato volatile come foglia al vento.

    RispondiElimina
  88. Pochi era in riferimento a chi scrive Gianni, non a chi legge.

    RispondiElimina
  89. Approfitto di questa diatriba per mettere in chiaro alcune cose e per sottolineare alcune differenze di comportamento,non necessarie(infatti mai ne avevo parlato),ma oggi forse giuste da dire.Quando scrivevo assiduamente su Fi.it(di cui tu probabilmente ne ignoravi ancora l'esistenza) andavo d'accordo con Pollock e con altri sitollockiani odierni;nel senso che condividevamo molte cose(calcisticamente parlando).Al contempo invece,ebbi molti scazzi con Blimp e in misura minore con Jordan.Il motivo del contendere era Prandelli.Per cui,quando Pollock si inventò questo blog,dove si spostarono i sopracitati(e non solo) ebbi remore a parteciparvi da subito perchè non volevo trasportare sul blog le "diatribe" personali,con la consapevolezza che forse in quel momento avrei reso il sitollock molto simile al sitone,rovinandolo(come purtroppo tu stai cercando di fare scientemente e consapevolmente).Passato Prandelli,passato del tempo,ho cominciato a scrivere (saltuariamente perchè dal telefono era quasi impossibile),facendo finta di niente,come se niente fosse accaduto in precedenza.E,come tu stesso hai potuto notare,gli stessi Blimp e Jordan hanno fatto finta di niente.Ed oggi,liberamente e senza rancore(almeno per quanto mi riguarda),conviviamo in questo splendido spazio che ci ha messo a disposizione il gestore.Senza cercare di avere "risposte da chi conta" per "contare" a mia volta.

    RispondiElimina
  90. non sia mai, non mi permetterei

    RispondiElimina
  91. Ahahahahahahahahhahahaha, vi giuro che questa cosa del " contare sul blog" mette a dura prova la mia vescica. Mi ricorda i duelli tra i lupi nel branco, dove per diventare il maschio alfa bisogna detronizzare il capobranco. Lud, sinceramente, vorrei avere la tua autoconsiderazione, magari adesso farei altro nella vita. Però senza riesco a convivere bene in un gruppo di persone diverse e nessuno mi manda quotidianamente a fare in culo ( almeno fino ad adesso). Il fatto che a te non riesca, non ti fa sorgere qualche dubbio sul modo che hai di porti? Intendiamoci, io lo dico per te, a me non me ne può fregare di meno, ma credo che instaurare quotidianamente guerre con gli altri, col piglio di un Don Chisciotte che sfida i mulini a vento, non sia il più salutare degli hobby. Ti auguro con tutto il cuore che la tua Francesina ti schiuda le porte del suo paradiso,magari la cosa ti potrebbe servire per ritarare i tuoi parametri di soddisfazione e forse allontanarti un po' da mac.
    Se invece hai deciso che ti manca ancora qualche epiteto per finire l'album, allora continua pure, c'è gente che paga per farsi mettere i coglioni in una morsa, tu in confronto sei un principiante ma la strada è quella.

    RispondiElimina
  92. Dkne che ti debbo dire? Probabilmente in passato hai offerto contributi più rilevanti ai blog cui hai partecipato. Qui ti ho visto apparire poco o nulla e lo confermi. Su Fiorentina.it vedo che porti avanti una polemica con Traversi. Non ti ho notato, mi devi scusare, per qualità e quantità dei tuoi scritti. Al Corriere lavoravano Montanelli, Buzzati e Montale e tanti comprimari. Dire che tutti contassero uguale sarebbe ipocrisia del numero e falso senso di democrazia. Sui blog un po' è la stessa cosa.

    RispondiElimina
  93. Però è così Foco, sennò tu non riempiresti pagine di un tuo personale blog che avrebbero bisogno, scusami, di un po' di editing per essere "potabili" per un lettore medio.

    RispondiElimina
  94. Ma un erudito che non capisce l'italiano...provo a spiegartelo meglio:non mi interessa "contare",non mi interessa quello che tu pensi di me,non mi interessa se quello che scrivo non rimane scolpito a futura memoria.Chiaro?Difficile da capire per un erudito come te?Per cui non mi interessa che tu continui a dire che non sei rimasto "abbagliato" dai miei interventi.Quello che invece mi interessa è che tu la smetta di creare zizzania,di cercare sponde per aumentare la medesima,per rispetto di Pollock.Che nonostante le tue offese continua ad accoglierti.Hai capito?Ora intervieni nuovamente a dirmi che non ricordi un mio intervento,mi raccomando.Così chiamiamo direttamente il 118...

    RispondiElimina
  95. Confermo il mio tasso rilevante di fallibilità. In verità, Lud, qui la media mi sembra molto alta ed omogenea. Io imparo molto, il che non mi capitava in cloaca. C'è una condivisione sostanziale di visione del calcio ma anche del mondo. Ma questo l'ho già scritto in un post che per due volte dovette pubblicare Pollock perché non passava. In più osserverei che le gerarchie si formano là dove sono strutturalmente indispensabili. Qui non lo sono, è un bordello in cui il tenutario lascia i soldi in giro, le camere aperte e il test Wassermann viene regolarmente dimenticato. Foco, vorrei riparare la lacuna che lamenti: vaffanculo. Era per non farti cadere in sindrome abbandonica.

    RispondiElimina
  96. Chi ostenta il sapere non sarà mai veramente erudito, ricco dentro; l'erudizione non deve suscitare invidia ma ispirare emulazione. Affacciarsi da un balcone, da una finestra e annusare l'aria non significa avere in mano il clima, sapere bene la situazione meteo, anzi. Caro LUD, hai scritto veramente una cosa esatta, finalmente hai espresso un concetto solare: i nomi/nick che hai elencato erano importanti, quasi vincolanti. Mi ritorna in mente un mio post dove scrissi che molti del sitone vorrebbero essere noi, avere pensieri, idee e vision come le nostre singole. Se ci sono molti lettori e pochi partecipanti (e quale sarebbe lo standard? E chi lo avrebbe stabilito?) significa che si suscita attenzione, che si "fa pensiero". Io non guardo blog o siti che non suscitano qualcosa. Io non leggo ciò che non mi interessa. Quindi? Facciamo schifo? Meglio! I "visitors" sono tantissimi? Nuova tendenza, piace lo schifo, il sudicio, lo sboccato. C'è a chi piace l'horror e chi piace lo splatter, c'è chi ama il porno e chi piace il soft-core ma una sbirciata all'estremo la danno tutti. Come succede qui. Come dire "quello ha un caratteraccio"...Bene!! Voglio parlare con lui, con uno stronzo! Meglio di chi il carattere non lo ha proprio. Tu LUD? Hai carattere per sostenere tenzoni-virtuali o non lo hai?

    RispondiElimina
  97. Il blog non è un forum. È uno spazio personale dove conta per primo quello che scrive l'autore, scritto che dovrebbe essere la prima fonte di commento. Il successo dei blog lo fanno le visite e non il numero o la qualità dei commenti. Fiorentina.it non è un blog, è un sito giornalistico. A me interessa che il mio blog venga letto, i commenti mi fanno piacere ma non influiscono sul successo o meno, perché spesso non vengono letti da chi si affaccia. La qualità del blog la danno lo spirito, l'originalità e la bellezza del pezzo non chi commenta e quanto. Il mio blog è all'insegna dell'ironia e quindi fruibile a quasi tutti, poi che sia bello o abbia successo sono altri cazzi.

    RispondiElimina
  98. Grazie caro, ho apprezzato zallerianamente.

    RispondiElimina
  99. Dkne ti ricordo il punto di partenza di questa discussione, semplicemente ho fatto notare che il parere di Blimp conta molto. Non il mio, per carità, neanche il tuo: quello di Blimp. Lo confermo, conta molto per le stesse ragioni per cui sul campo ci si conquista autorevolezza. Questo non deve mica creare zizzania, è un fatto che dovresti riconoscere se tu fossi oggettivo. Il fatto che Blimp e lo stesso Pollock, con Chiari, mi avessero scritto di essere interessati a che tornassi a scrivere mi aveva indotto a fare un esperimento di cui ho subito chiarito i possibili pericoli. Perciò avevo detto: non credo sia possibile. E così è stato. Infatti se ci fai caso non ho inserito nessun post calcistico, ma solo fatto alcune puntualizzazioni che mi escono dalla penna o dalla tastiera a leggere certi ragionamenti davvero contorti.

    RispondiElimina
  100. Io ti ho consigliato di fare editing, non per acquistare consensi ma per essere più efficace da un punto di vista letterario.

    RispondiElimina
  101. Sopra, in terzultimo rigo mi hai fatto finalmente capire perché voglio sempre parlare con te!

    RispondiElimina
  102. E conitnui a venire a cercare di seminar zizzania a fare le graduatorie, a rompere i coglioni a questo e a quello. McGuire ti ha definito "hommemerd" che in italiano vuol dire uomo di merda se fai finta di non capire. Mai definizione fu più appropriata. Lele ti ha detto di peggio, Leo ancora di più, io non si conta nemmeno, DKNE ti ha lisciato il pelo ed anche il pazientissimo Foco se seguiti comincia a perdere la pazienza. Ti sembra un ragionamento contorto il dire che solo una testa di cazzo coronata può insistere a stare in un luogo dove sta sui coglioni a tutti, e non per quello che dice in materia calcistica, ma per il suo modo di fare e la sua mentalità da cura psichiatrica. Fa' un regalo di Natale posticipato a tutti, levati e per sempre, dai coglioni.

    RispondiElimina
  103. Comunque ho capito.Alla fine Lud ha ragione.Ho provato per accrescere la mia autostima a creare una famiglia,mettendo al mondo due bambine.Niente da fare.Ho provato nel mio lavoro ad essere competitivo;niente da fare.Ho provato il viagra per essere uno stallone,niente da fare.Ho comprato un allunga-pene,niente da fare.Ho vinto al superenalotto,ma anche i soldi non hanno aumentato la mia autostima.Sono andato in analisi,ma con scarsi risultati.Sino a quando Lud mi ha aperto gli occhi;l'autostima la si conquista quando qualcuno che "conta" su di un blog risponde alle tue osservazioni.Per cui faccio un appello a voi,che "contate"(soprattutto alle anime "gentili",Antoine e Pollock):rispondetemi,datemi l'illusione che io possa "contare",sto raschiando il fondo del barile,non mi rimangono alternative,vi prego(l'invito è rivolto anche a coloro che contano un pò meno si intende,Leo,Chiari McGuire,FOCO,SOPRA,Francis,Gonfia,Vita.Vigile etc etc).Senza offesa,ma siete consapevoli di non contare,per cui non prendetevela.

    RispondiElimina
  104. Io conto moltissimo, come hai appreso. Basta dunque questa rispostina per farti avere un posto di usciere alla Regione Sicilia e guadagnare il doppio di quel che guadagno io (credo, da quel che si dice).

    RispondiElimina
  105. stefano vienna17 gennaio 2014 14:53

    Qualcuno ha scritto che Matri e Gomez possono coesistere, aprendo al ritorno del 3-5-2, marchio di fabbrica della Maquina montelliana. Intuizione secondo me felice, ma non mi ricordo chi l'ha scritto, deve essere uno di quelli che scrivono saltuariamente e senza autorevolezza. Nel frattempo, l'autorevole Lud, maestro di dialettica, ma anche di retorica, ma anche di film di fantascienza calcistica, ha nuovamente intasato il sitollock. E a forza di accuse personali e provocazioni varie, riuscirà pure a farci raggiungere i 200 post giornalieri. Saranno contenti le compagnie farmaceutiche che producono Maalox e generici simili, io in previsione dei futuri picchi di post, ne ho comprato già due scatole.

    RispondiElimina
  106. Veramente il primo a scriverlo sono stato io, Stefano, che ero molto autorevole. Di risposta Lele mi mandò irrelatamente affanculo per via di Lud. E così divenni meno autorevole. E' forse per questo che hai dimenticato la fonte.

    RispondiElimina
  107. stefano vienna17 gennaio 2014 14:57

    Dai, Colonel, non fare l'accentratore come al tuo solito. L'aveva scritto Dkne un'ora fa, prima dell'aggressione erudita zalleriana.

    RispondiElimina
  108. Ma io l'ho scritto due giorni fa: vedi come si fa presto a cadere di autorevolezza?

    RispondiElimina
  109. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:00

    Quasi perfetto Vita. "Quasi" perché il personaggio che descrivi non viene in casa tua a mangiare per poi andare in strada strillare che in casa tua si mangia da schifo per poi tornare di nuovo in casa tua a mangiare. Però sono d'accordo.

    RispondiElimina
  110. Grazie,sei un amico(se posso darti del tu ovviamente...)

    RispondiElimina
  111. Chiari, in casa tua nessuno sa come si mangia, salvo te e Buck. Quindi non cominciamo con le accuse a capocchia.

    RispondiElimina
  112. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:02

    Infatti non sto parlando di casa mia.

    RispondiElimina
  113. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:03

    L'autorevolezza non è data dal numero dei post scritti, ma da quello che c'è scritto.
    Per me l'utente più autorevole del sitone è Drago, che scrive pochissimo.

    RispondiElimina
  114. E' un po' confidenziale ma io so ostentare queste false familiarità, alla Villeparisis.

    RispondiElimina
  115. stefano vienna17 gennaio 2014 15:04

    Per uno che si paragona a Galileo è veramente il colmo parlare di autorevolezza delle opinioni. Torquemada lo vedo un pò più adatto al personaggio.
    .

    RispondiElimina
  116. Consenti quindi che si possa sperimentare in re la figura retorica che tu stesso proponi.

    RispondiElimina
  117. Si ha un bel dire, Lud è un gran mobilitatore di energie.

    RispondiElimina
  118. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:06

    Comunque è vero chi ha detto che Lud si è tradito. La sua è una strategia di ricerca della visibilità, punto.

    RispondiElimina
  119. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:07

    Non ci provare.

    RispondiElimina
  120. Scusa Chiari ma chi ha, su due siti, più visibilità di Lud? Mica ha più bisogno di cercarla. Basta la parola, come diceva Tino Scotti!

    RispondiElimina
  121. Non si legge più, in effetti!

    RispondiElimina
  122. Gran mobilitatorie di energia cinetica dei coglioni. Da quando è riappasro non si parla altro che delle sue condizioni mentali (catastrofiche) di quanto è stronzo, dell'hommemerda" che è e della fiorentina nulla. Magari poi si fanno 200 post e tutti sono contenti, ma a ma non interessa, ne preferisco venti scambiati con gente intelligente e opinioni intelligenti ed "autorevoli" sul calcio. Prima dell'arrivo dell'erudito rompicazzo era così.

    RispondiElimina
  123. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:10

    Appunto, Lud ha raggiunto lo scopo. Per me non è un grande risultato, perché non credo che sia riuscito a guadagnarsi la stima della stragrande maggioranza di quelli dai quali è riuscito a farsi vedere.

    RispondiElimina
  124. E allora dimmi che ne pensi di Neto, Fac, Rodri, Tom, Juan, Pek, Mati (Aquila indisponibile), Borja, Vargas, Matos, Matri. L'ho lanciata da due giorni e nessuno vuole chiosarla. E poi c'è una fava che dice che sono autorevole!

    RispondiElimina
  125. Se mette il culo alla finestra magari lo guardano ancora di più. Ma resta la visibilità di un culo

    RispondiElimina
  126. Lo faceva nel paese di mia nonna, in Germania, un pazzo ogni giorno. Un giorno una vecchina, giù di vista (mah...), gli chiese: "Herr Tal dei Tali, ma sta bene oggi che la vedo un po' palliduccio?".

    RispondiElimina
  127. L'ho scritta più o meno uguale (Aquilani che forse è disponibile al posto di Mati e Rebic al posto di Matos) non più tardi di stamani, quindi non ho grosse obiezioni

    RispondiElimina
  128. Non lo conosco di persona per cui non so quanto sarebbe possibile l'abbaglio della vecchina. Però se il fisico corrisponde alla mentalità non sarebbe sorprendente

    RispondiElimina
  129. Chiarificatore17 gennaio 2014 15:24

    Io avrei messo Rebic e non Matos , ma tutto sommato va bene anche la tua Colonnello. Non montarti la testa però, l'autorevolezza te la devi guadagnare in ogni fottuto scritto.

    RispondiElimina
  130. Io dico che, anche se sei autorevole e protervo (protervamente autorevole? autorevolmente protervo?) ti è presa - da tempo - una fissa contro Savic che mi sembra eccessiva.
    Sul modulo sono d'accordo; è più o meno la formazione proposta da Jordan qui sotto, che riscuote la mia approvazione.(anche se io metterei Ilicic e non Matos).

    RispondiElimina
  131. Arrivano importanti aggiornamenti sulle condizioni di Giuseppe Rossi. A confermarle, ai microfoni di tuttomercatoweb.com, è statoAndrea Pastorello, agente dell’attaccante italo americano della Fiorentina: “Dopo un lungo colloquio telefonico avvenuto ieri con Luke Bongiorno, il fisioterapista di fiducia di Pepito, stiamo valutando – dice Pastorello – la possibilità di anticipare la visita di controllo di Rossi dal professor Steadman visto che il ginocchio ha reagito meglio del previsto alle sedute di fisioterapia eseguite in questi giorni e si è sgonfiato in modo significativo. Entro martedì decideremo definitivamente come procedere. Ho parlato con Pradé e dunque la Fiorentina è stata da me immediatamente informata dopo la telefonata ricevuta”.

    RispondiElimina
  132. stefano vienna17 gennaio 2014 15:33

    Su Savic, Colonel esagera iperbolicamente. Ma anche lì, se si gioca ancora con il falso tridente e con Pasqual dietro, pure il buon Savic va in difficoltà.

    RispondiElimina
  133. Beh, ma io non metterei né il falso tridente né Pasqual dietro, io utilizzzereri il nostro 3-5-2 con Cuadrado e Vargas sulle fasce.

    RispondiElimina
  134. stefano vienna17 gennaio 2014 15:42

    Lo so, ma pare che sia l'intenzione di Montella, oltre al modulo da lui preferito finora dopo l'infortunio di Gomez. Le prove non esaltanti di Savic, che gli hanno garantito gli strali del Colonel, sono dovute a questo. Infatti, nelle ultime partite, quando ha avuto accanto Vargas, Tomovic e Roncaglia, ha fatto ottime prestazioni.

    RispondiElimina
  135. stefano vienna17 gennaio 2014 15:42

    Buone/ottime prestazioni.

    RispondiElimina
  136. Ah, due ore senza post? Allora ne approfitto per citare Jung ( mi sembra appropriato fare ricorso a un po' di psicologia analitica), il quale ripeteva sempre: " Drah' di net um - oh, oh, oh. Schau, schau, der Kommissar geht um - oh, oh, oh". Se fossi in voi ci rifletterei.

    RispondiElimina
  137. O Fochino o che ti ci metti anche te a fa' gli 'ndovinelli? più che Jung codesto e mi sembra uno della Baviera all'Oktober Fest.

    RispondiElimina
  138. Approfitto anch'io per un qualche citazione.
    "Po po po po po poooo pooo" (Goffredo Mameli)

    RispondiElimina
  139. "La accendiamo?" (Nerone)

    RispondiElimina
  140. Ahahahahahaha, è possibile che certe frasi le abbia sentite lì, ho frequentato grandemente certi posti. Ho frequentato anche la facoltà di storia, purtroppo la mia strada verso un avvenire da storico è stata stroncata dal racket della prostituzione. Nel senso che ho scoperto un palazzo pieno di professioniste venezuelane e addio corso di studi.E addio anche al conto in banca riempito a forza di ore come operaio in una cantina sociale. Pazienza.

    RispondiElimina
  141. "Scusi, il pullman per Eboli?" (Gesù Cristo)

    RispondiElimina
  142. "Tranquilli, ho un piano" (Mozart)

    RispondiElimina
  143. "Porca Troia" (Ulisse)

    RispondiElimina
  144. "Vedo la gente morta" (Dante Alighieri)

    RispondiElimina
  145. C'era un vecchio ingegnere di Sovigliana quando ero a Torino al politecnico che diceva sempre con ovvia vena di rimpianto: "Ragazzi, ricordatevi, ogni lasciata gli è persa". Se tu n'ha lasciate poche e tu ci hai pochi rimpianti, meglio così.

    RispondiElimina
  146. "Al lavoro mi rompo il culo" (Sara Tommasi)

    RispondiElimina
  147. "Fate i bravi" (Don Rodrigo)

    RispondiElimina
  148. "Il mio uomo ideale? Deve sapermela leccare" (Laura, barista maiala bresciana)

    RispondiElimina
  149. In compenso ho un dottorato in "carriola" e master in " pecorina e sue applicazioni pratiche". Tutto preso a pagamento.

    RispondiElimina
  150. Ma che ce l'ha rasata o cespugliosa?

    RispondiElimina
  151. Quella è l'unica cosa che non fa vedere, Jordan. La vidi in un servizio su "Le Iene", è titolare di un bar che ha fatto una barca di soldi. Altro non so dire, Foco, so solo che Brescia è un paesino che si trova in provincia di Orzinuovi

    RispondiElimina
  152. Carriola, pecorina, missionaria, basica, 69, la fica l'è sempre fica e l'è all'incontrario della calamita, più che la s'allontana e più che la tira!

    RispondiElimina
  153. Appunto stavo suggerendo di chiederlo a Prandelli circa il pelo, magari lui lo sa.

    RispondiElimina
  154. il mio soprannome è Rin Tin Tin.

    RispondiElimina
  155. LEO LASTRA, il mio post delle 14,30( più o meno) formulava una domanda a LUD. Nessuna risposta. Aggiorna, LEO.

    RispondiElimina
  156. Foco, il Grand Armagnac stavolta mi sembra sceso sul pesante e la querela non la evita e dunque non la eviti nemmeno tu. Di te a lui. Potevi avvertirmi, te l'avevo chiesto, se tornava!

    RispondiElimina
  157. È questa la domanda: Tu LUD? Hai carattere per sostenere tenzoni-virtuali o non lo hai?

    RispondiElimina
  158. Chiarificatore17 gennaio 2014 19:29

    Lo vogliamo dire o no che anche se si chiudesse oggi questa finestra di mercato, col contorno di tanti bei rinnovi, è stata fantastica?

    RispondiElimina
  159. Chiarificatore17 gennaio 2014 19:30

    Il famigerato minaccia di continuare. Attento Datti.

    RispondiElimina
  160. Cazzo, ma questo legge di continuo! o che lo lasciate un po' perdere! Anche tu Sopra! che vada a fanculo per sempre!

    RispondiElimina
  161. Chiarificatore17 gennaio 2014 19:43

    Il Blog di Foco è una chicca.

    RispondiElimina
  162. Mi ridai il link del blog, Foco?

    RispondiElimina
  163. Basta che tu clicchi qui accanto, o Caron dimonio con occhi di bragia, sotto «Elenco blog personale».

    RispondiElimina
  164. Chiarificatore17 gennaio 2014 20:02

    Visto che ci leggi sempre, Lud, ti dedico questi due allegati.

    RispondiElimina
  165. Barista è parola forte, chissà se appartiene alla schiera dei sotto mestieri tanto invisa al lettore assiduo.

    RispondiElimina
  166. tieni, te lo do io, a quest'ora i'ffoco l'e' spento...

    http://ideliridelgiovanefoco.blogspot.it/2013/11/quarantanni.html

    RispondiElimina
  167. scusate se arrivo, come spesso, in ritardo per il dibattito, ma il nostro caro mitomane oggi ha buttato la maschera svelando le sue tattiche ingraziatrici e dimostrando cosi' che l'unica cosa "irrilevante" e constatabile qui, riguarda la sua sensibilità e la sua intelligenza

    RispondiElimina
  168. 174 Commenti, il Venerdì sera.....174!!!!! Ahahahah....ahahahahah.....ahahahahah.....senza il grande contributo del "fattore", del moltiplicatore dei pani e dei pesci. In faccia.

    RispondiElimina
  169. Oh, fatto tardi, vabbè chiudo io. Così imparano a dire che non conto un cazzo. Pollock, le chiavi le lascio sotto al vaso, quello dove pisciano i gatti.

    RispondiElimina