.

.

lunedì 6 gennaio 2014

Speriamo bene

Togliamoci subito il dente e auguriamo al Livorno di andare in serie B, il prima possibile, poi tutti gli auguri del mondo li riserviamo a Pepito nella speranza che alla fine Rinaudo non risulti del tutto infame, lasciando così lo scettro ancora a Montolivo. La paura è tanta perché se le sensazioni negative di Rossi saranno confermate dagli esami strumentali non si parlerà tanto e solo del danno che subirà il campionato della Fiorentina, ma soprattutto della carriera a rischio del giocatore più corretto del mondo. L’atteggiamento del macellaio di fiducia del Livorno è inaccettabile e avallato tra l’altro da un arbitro molle come una seppia, non una parola della società del Livorno, non uno sguardo di Rinaudo in campo mentre Pepito era a terra. Forse è un modo tutto costiero di ringraziare per le iniziative di solidarietà messe in campo a favore del loro capitano. Una vittoria che lascia tanta amarezza, ma così tanta che mi verrebbe voglia di bandire dalla mia dieta il cacciucco, il cinque e cinque e il ponce, per sempre. Se si pensa che il Livorno avrebbe già dovuto risarcire gli spettatori e il calcio di serie A tutto, che evidentemente non gli compete, per aver boicottato lo spettacolo con un atteggiamento che danneggia la stessa immagine delle cosiddette provinciali, con la speranza che per punizione gli venga cancellata almeno la Provincia e poi annessa a quella di Pisa. Avrei goduto tanto a vedere quanto è maturata la Fiorentina capace di portare a casa partite così scorbutiche, perché dopo Sassuolo che dimostra di essere comunque di un’altra pasta e che gli auguro di salvarsi, la Fiorentina continua a non subire reti e a vincere le partite che lo scorso anno avrebbe perso. E le vince con il concreto supporto di Neto che allo stesso tempo sfodera una parata miracolosa con il braccio destro, formidabile nella reattività, mentre con il sinistro, in maniera più ponderata si toglie dei bei sassolini dalla tasca, che Roncaglia se fosse ancora quello feroce degli aforismi dello scorso anno, avrebbe dovuto raccogliere, mettere nella fionda e tirarli nel capo a quella faccia di merda di Rinaudo. Gireremo insieme alle palle anche con più punti dello scorso anno in attesa di buone notizie da Careggi, precisando che se così veramente fosse, se cioè Rinaudo non fosse riuscito nemmeno nell’unico colpo che gli è rimasto a sua disposizione, e in quella che si può definire tranquillamente una carriera squallida, non ritiro neanche una parola contro di lui e contro il Livorno. Anzi dovrebbero squalificarlo per sei mesi e chiudere la superstrada all’altezza di Pontedera. Queste partite le squadre forti come la Fiorentina le risolvono così, con il portiere e con un difensore, da calcio da fermo e senza subire gol, mentre le squadre di merda le perdono esattamente così, facendo un grande sforzo e non raccogliendo niente. Retrocedendo. Della partita non mi va di dire più niente, spendo invece le ultime cartucce di amarezza per fare una considerazione ulteriore su come bisognerebbe prevenire certi agguati infami, e come sempre secondo me bisognerebbe partire dalla famiglia, non a caso ma grazie a questo oggi sono una persona per bene e non un Rinaudo o un Montolivo. Perché per educare un figlio non occorre picchiarlo come sarà senz’altro successo al giocatore del Livorno, la sua reazione dopo aver avuto la sensazione di subire un torto nell'azione precedente è tipica, violenza chiama violenza. Quando ne combinavo una, mia mamma a volte perdeva la pazienza e una labbrata ci scappava, senza però nessun apprezzabile risultato, e se non ci fosse stato il mio babbo avrei fatto la fine di quel verme di Rinaudo. A lui bastava guardarmi fisso negli occhi, ed io come per incanto mi mettevo buono senza più parlare, come se subissi quel suo sguardo magnetico, uno sguardo buono ma deciso, con il quale mi rimproverava, o forse era solo per la pistola che mi puntava contro.

91 commenti:

  1. Chiarificatore6 gennaio 2014 09:14

    Forza Pepito in pochi mesi ti sei guadagnato un posto nell'Olimpo dei più grandi calciatori viola di sempre, e non solo sul piano tecnico.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore6 gennaio 2014 09:16

    Quando si parla di Renzi, non mi fido di Pollock e tanto meno di Sopravvissuto, mi fido di Ferragamo, eh eh eh :

    http://www.lanazione.it/firenze/moda/2014/01/05/1005356-moda-ferragamo-polimoda-futuro.shtml

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore6 gennaio 2014 09:19

    Hai visto mai che, calcisticamente parlando, l'erudito porti male?
    Ha passato tutta la settimana ad incensare la Roma, risultato: ieri è stata brutalmente asfaltata.
    Fossi un romanista gli direi di farsi una bella vagonata di cazzi suoi, all'erudito, ah ah ah ah ah ah ah!!!!!

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore6 gennaio 2014 09:33

    Un contributo interessante per affrontare il problema che, giustamente, ieri poneva l'ottimo Foco:

    http://www.ilpost.it/massimomantellini/2014/01/05/la-rete-gli-imbecilli/

    RispondiElimina
  5. Da Firenze Viola:

    Prime indiscrezioni sull'infortunio occorso a Pepito Rossi. Secondo quanto riportato da Lady Radio infatti, il numero 22 viola avrebbe riportato una lesione al legamento collaterale del ginocchio destro. Se queste indiscrezioni dovessero essere confermate la diagnosi sarebbe meno grave del previsto perchè il crociato, già operato due volte in passato, non sarebbe interessato. In questo caso Rossi partirebbe subito per gli USA per la riabilitazione con uno stop minimo di 3 mesi.

    RispondiElimina
  6. CHIARI, Marco Siena, Jingle, Gat, Valtolin, Sopra(!).....tutti lo hanno spiegato che quel virtuale 4-3-3 (molto virtuale) non è esistito. La squadra di giovanotti le ha buscate 3-0, quanti under 24 aveva in campo? Bella domanda....non per noi, però.

    RispondiElimina
  7. Benedetto Ferrara:

    Lesione di secondo grado: dalle 10 alle 14 settimane. sollecitazione
    (non rottura) collaterale: ulteriori trenta giorni. altri accertamenti
    entro 48 ore (dopo assorbimento ematoma), escluso, per ora, intervento
    chirurgico.

    RispondiElimina
  8. stefano vienna6 gennaio 2014 11:50

    Torno oggi alle vecchie abitudine dopo due settimane e mi tocca commentare l'ennesima sfiga che si abbatte sulla Fiorentina. Speriamo per Rossi che non sia un infortunio grave, ma penso che per quest'anno sarà dura rivedere il Rossi del girone di andata.

    RispondiElimina
  9. Da Firenze Viola:

    Non è coinvolto il legamento crociato. Questa la sentenza che filtra da
    Careggi dove Rossi è stato visitato. Il legamento crociato ha resistito
    alla torsione, mentre la sollecitazione sarebbe avvenuta sul legamento
    collaterale. Questo, prima ancora di ulteriori valutazioni,
    scongiurerebbe comunque l'eventuale chiusura della carriera di Giuseppe
    Rossi. L'operazione, in altri termini, dovrebbe essere esclusa

    RispondiElimina
  10. Da Fi.it:

    "C'è ottimismo", invece, il commento dell'agente Andrea Pastorello.

    RispondiElimina
  11. Viola News:

    11.41 – Rossi lascia in questo momento la struttura
    ospedaliera. Non ha voluto dire niente, ai tifosi e ai giornalisti
    presenti, come fatto al momento dell’arrivo. Si respira un cauto ottimismo sul fatto che il crociato non sia rotto.
    Adesso il campione viola sta andando al centro sportivo. Potrebbe
    essere un problema che riguarda il collaterale come rilanciato su
    twitter da Matteo Magrini di Radio Sportiva.

    RispondiElimina
  12. Come anticipavo facilmente ieri sera, nulla di gravissimo, vedrete che
    fra due mesi torna in campo. O Sopra, il borracho di Badanten-Badanten continua a scambiarti per me: tu ripetiglielo, che non sei e non vorresti mai essere il Zazàtimorumenos! Garcia deve aver fatto preparazione precampionato «leggera», alla francese, e i nodi stanno venendo al pettine. Per fortuna hanno Ljajic, che li riporterà in vetta mentre noi saremo giustamente penalizzati dalla sua cessione (dal diario di uno schizoparanoide). Se oggi il bravo Sinisa impaccerà il Ciuccio la tornata sarà stata sapida. Io direi di non comprare mezzi cessi d’area, a gennaio, tre partite (compresa la Coppa Italia) le possono comodamente giocare Rebic e/o Matos. Su ieri, avendo bucato il commentone per ragioni imperanti e perduranti di salute, posso offrire soltanto lacerti di sapere imparaticcio geometrale, macellaro, golfistico, ingegneristico. Neto prodigioso su un bolide a traiettoria variabile e sbucatogli d’improvviso davanti: d’accordo che era centrale (se per di più angolato anche Zamora si sarebbe inchinato) ma il riflesso, la coordinazione e il balzo sono stati prodigiosi (penso a una famosa foto di Olivieri in partita del Resto del Mondo contro l'Inghilterra). Roncaglia tranquillo dietro e molto propositivo: è lui il titolare oppure andate tutti nel buio e caccoloso luogo dove il pietrasantino si è infilato ed è stato infilato. Gonzalo coi coturni, rimedia anche a immancabile pollata di Savic su Paulinho. Borja da far riposare (Mati, fortissimamente Mati, come era anche necessario ieri sera dopo un po’, per dare penetrazione da dietro), Aquilani stoico se consideriamo la partita di mera sufficienza (media su cui si è assestato ormai) del Pek e i ripiegamenti per palla persa da quest’ultimo. Vargas si è dannato, nell’intasamento: come si fa a dargli insufficienza? Cuadrado unico pungiglione, straripante dopo il vantaggio, sempre generoso anche dietro: d’accordo, spreca e si specchia ma nelle peste collettive è facile credersi il deus ex machina se sei l’unico che sa risolvere e le botte che ha preso impunemente dimostrano il terrore del nemico. Ilicic di nuovo in antipurgatorio e quasi in limbo, doveva esser tolto prima. Capitolo Rossi: in verità l’entrata di Rinaudo, obbrobrioso in tutto il séguito, non era a uccidere, secondo me, e si può dire con franchezza indispensabile che c’è una fragilità che non doveva esser messa alla prova schierandolo costantemente, per mesi e mesi, prima punta centrale, peso piuma a far da parafulmini.

    RispondiElimina
  13. Comunque sia la stagione per Rossi è finita. Quello che mi preoccupa è il futuro. Il ragazzo ha dimostrato già di avere palle ad alto contenuto di molibdeno ma un ginocchio che subisce una sollecitazione grave per la terza volta, non so quanta stabilità potrà garantire. La squadra è sotto shock perché sa di aver perso molto del suo potenziale, oltre che un ragazzo splendido dentro lo spogliatoio. Non mi vergogno di dire che ieri in diretta ho versato lacrime e che da ieri sono pervaso da pensieri cupi. Evidentemente è destino del tifoso viola veder spezzarsi i sogni così. Antognoni, Bati in fuga verso il gol, Gomez all'alba di un campionato che odorava di possibile storia, adesso Pepito. Rinaudo ha fatto un fallo idiota ma normale, il destino ha voluto che il tocco avvenisse nel momento in cui Rossi era in torsione sul destro per girarsi, un secondo prima o dopo poteva fare tutta la differenza del mondo. Speriamo che la squadra e soprattutto il ragazzo trovino la forza di rialzarsi, io per adesso sono a terra come loro.

    RispondiElimina
  14. anche se non è gravissimo, ormai questa stagione per quanto riguarda la champions temo sia compromessa. Spero comunque che eventuali risorse non siano utilizzate per un attaccante, ma per un regista titolare, e per il resto mi affiderei a matos e rebic. Per quanto riguarda rossi, c'è da capire se quest'infortunio deriva da una fragilità strutturale, per cui c'è da aspettarsi che dopo il recupero succeda ancora fino a stroncargli la carriera, o se quel movimento avrebbe rotto infortunato chiunque e si tratta quindi di semplice sfortuna

    RispondiElimina
  15. Caro Foco non sono così innocentista con Rinaudo come te Il fallo è stato volontario, da dietro, quindi pericoloso e passibile di rosso diretto (De Rossi è stato espulso per meno), ma più di tutto quel che ha fatto schifo ed imbestialire il pubblico è stato il comportamento seguente. Rinaudo, lungi dall'avere il minimo interesse per l'infortunato, berciava come se l'offeso fosse stato lui, pretendeva non so che, gridando: "E prima!" confermando quindi volontarietà di rivalsa non so su chi e per cosa. Ben lungi dallo scusarsi di quello che poi ipocritamente ha definito un fallo di gioco, in campo ne rivendicava quasi il diritto. Il diritto di provare a troncare la carriera di uno dei migliori giocatori italiani sotto tutti i punti di vista, professionale ed umano. Solo un imbelle probabilmente prezzolato come Tagliavento poteva tenerlo in campo, solo un allenatore privo del minimo senso del pudore poteva fare altrettanto. Che poi in tutte le azioni ci sia lo zampino del destino è fuor di dubbio, anche se Antognoni avesse alzato il piede d'appoggio un decimo di secondo prima Pellegrini non gli avrebbe troncato tibia e perone. Certo è che gli interventi a merda col destino (altrui) ci giocano.

    RispondiElimina
  16. Io invece uno abituato a fare i gol lo prenderei e di corsa. Pepito per questo campionato è perso, è inutile prendersi per il culo e Gomez a pieno regime chissà quando lo vedremo, io dico che se va bene è primavera. Se si aspettano i gol di Matos e Rebic facciamo a tempo a farci riprendere anche dalla Lazio.

    RispondiElimina
  17. stefano vienna6 gennaio 2014 13:16

    riprendiamoci Ljajic, come direbbe Deyna

    RispondiElimina
  18. Da Firenze Viola:

    12:35 - Questo il comunicato ufficiale della Fiorentina:
    "Nella mattinata di oggi il calciatore Giuseppe Rossi è stato
    sottoposto a visita ortopedica e accertamenti diagnostici che hanno
    confermato il trauma distorsivo al ginocchio già precedentemente
    sottoposto a intervento chirurgico di ricostruzione del legamento
    crociato anteriore destro con attuale lesione di 2° grado del legamento collaterale mediale del medesimo arto. Per
    la corretta valutazione dell'entità del danno e prognosi, sarà
    eseguita nei prossimi giorni una visita specialistica da parte del prof.
    Richard Steadman, lo stesso chirurgo che ha eseguito il secondo intervento di ricostruzione del crociato".

    RispondiElimina
  19. Un'idea pazza: Pato. E' un '89 e nel Corinthians non sta andando benissimo (ma è un ambientino che ti raccomando) ma, fuori da Milan-lab, non ha avuto più infortuni seri. Un prestito o una comproprietà a livelli decenti potrebbe essere tentato, il problema credo sia sempre l'ingaggio che non so a che livelli sia.

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore6 gennaio 2014 13:26

    Sul fallo farabuttesco di Rianudo e su come è maturato sono pienamente d'accordo con Jordan, e avendolo scritto ieri a botta calda, mi fa piacere, in rispetto alla verità, che lo confermi anche chi era allo stadio.

    RispondiElimina
  21. Jordan, non facciamoci travolgere dall'emozione scombinata. Gomez torna dopo il Catania, sono solo due partite di campionato e una di Coppa Italia (e comunque prma della settimana prossima, e cioè dopo due di queste tre partite, non potrebbe arrivare nessuno), Matos in Europa ha segnato e come e i rigori li sa battere quanto Rossi, Rebic attende la prova. Un attaccante serio a meno di un deca non lo trovi, altrimenti sono abbriccichi e allora me ne resto con quel che ho. Pepito torna per le ultime 8 di campionato, per lo sprint finale, prima Gomez basterà. Pato è un'idea davvero pazza e la riporrei nel cassetto delle idee pazze, altrimenti tanto varrebbe richiamare lo svizzero deficiente sul sitollock. Se poi Gomez stia peggio di quel che si dice ufficialmente è altro paio di maniche.

    RispondiElimina
  22. Da firenze Viola:

    Ottimismo crescente

    Pepito Rossi ha lasciato il Centro Sportivo della Fiorentina.
    Il numero 49 viola si dirigerà adesso a casa dove inizierà a progettare
    il suo viaggio in Colorado dove verrà visitato dal prof. Steadman. Intanto in casa viola l'ottimismo è crescente, con lo staff medico gigliato che sembra aver tirato un sospiro di sollievo dopo le prime visite effettuate da Pepito Rossi in mattinata al CTO di Firenze.

    RispondiElimina
  23. Ora traversa di Gabbiadini da cineteca; la Samp gioca bene ma ha giá mangiato un paio di gol. BLIMP, Traversi ha capito dopo anni che non scrivo?stupidaggini per partito preso; se lui ha impiegato 4 anni, LUD ne impiegherà 8.

    RispondiElimina
  24. Chiarificatore6 gennaio 2014 13:54

    Io, intanto, proverei a dar fiducia a Rebic, negli spezzoni in cui s'è visto mi ha impressionato molto favorevolmente, nelle movenze ricorda un po' Vieri un po' Batistuta. In patria è considerato un possibile fenomeno.

    RispondiElimina
  25. Io, io non erudito, non comprerei una punta. Chievo e Torino con i due puledroni braslavi, Gomez che torna a Catania. Cambiamo i "punta", non cambierà campionato. Tanto Rossi col Chievo non avrebbe giocato (Rebic o Matos), a Torino la giocheremo con Matos, a Catania il nostro Thor con il suo Tor! Credici JORDAN!

    RispondiElimina
  26. Sopra, temo che Jordan sia passato all'erudizione, soprattutto se insiste con Pato.

    RispondiElimina
  27. Jordan, io non sono innocentista, ho scritto che il fallo era gratuito e stupido. Sulla violenza e sull'intenzione di far male però non sono d'accordo, perché la dinamica dell'infortunio non dà tutta la colpa del danno a Rinaudo. Il fallo di De Rossi, ad esempio, era un fallo assassino per intenzione, violenza e pericolosità, quello di Rinaudo era molto più " normale". Chiellini ha avuto culo nella frazione di secondo che gli ha permesso di non farsi tranciare la gamba, Rossi sfiga perché è stato bloccato nel momento in cui sollecitava il ginocchio. Un po' come è successo a Gomez, con l'aggravante per Rinaudo dell'inutilità di un intervento in quella parte di campo e con l'avversario di spalle. Poi che c'entra, io per le conseguenze Rinaudo lo brucerei, ma non mi sento di parlare di fallo assassino o di intenzione di far male.

    RispondiElimina
  28. Sono d'accordo.

    RispondiElimina
  29. Chiarificatore6 gennaio 2014 14:45

    Foco, per la precisione, qui non si sta parlando di "intenzione di far male", ma di fallo intenzionale e persino premeditato, il che è un'altra cosa, comunque grave e farabuttesca.

    RispondiElimina
  30. Come sta davvero Gomez non lo so, ma vedo che rimandano il rientro in gruppo di settimana in settimana e, anche se davvero fosse domani e potesse rigiocare col Catania, quando potrà giocare da Gomez? Ho detto a primavera e gli dò poco più di un mese che gli ci vorrà tutto. Pepito credo che in questo finale di campionato giocherà le stesse partite che ha fatto nell'altro, una forse per onor di firma. Prima di ributtarsi nella mischia con la convinzione che aveva recuperato ho paura che gli ci vorrà, comunque, tempo e speriamo che la recuperi. Pato è un'idea pazza e per quantifcarne la pazzia bisognerebbe essere nella sua testa e capire quanta voglia ha di risalire la china. Se ne avesse tanta come Vargas verrebbe di corsa, anche a stipendio ridotto, per sei mesi ed il Corinthians ce lo manderebbe perchè sarebbe l'unico modo di rivalutare il capitale. Se poi con quel che guadagna ed ha guadagnato gli basta di farselo a punta e non gli è ancora venuto a noia, allora capitolo chiuso. Non vedo comunque cosa c'entri l'erudito in tutto questo,

    RispondiElimina
  31. e ridagli con l'erudizione, ma tu ci hai il complesso! Nessuno ha detto che Rinaudo voleva rompere un ginocchio a Pepito, ma che ha fatto un fallo inutile, cattivo e volontario e che si è comportato da bestia dopo averlo fatto. Peggio ancora si son comportati allenatore e media cittadini. Un fenomeno pagellista livornese gli ha daot "7" dicendo che ha fatto benissimo a strafregarsene, tra poco lo propongono per la medaglia.

    RispondiElimina
  32. Rossi, se tutto va bene, non lo si vede in campo prima di Aprile, a Giugno c'è il mondiale, in pratica gli ultimi spiccioli di campionato, a giochi fatti. Gomez sono 4 mesi che non gioca ed ancora deve trovare amalgama con il resto della squadra, essendo forte ci vorrà poco ma anche per lui si parla di metà Febbraio per vederlo al top. Rimangono Rebic, Matos e Ilicic con solo quest'ultimo capace di piegare realmente le sorti di un match in questo momento. A me pare poco, troppo poco, un mese e mezzo è lungo, ci sono tante partite, per mandare a puttane una stagione bastano e avanzano, senza fare nomi, ce ne sono millanta, anche riprendere Jojo in prestito visto che al City vede il campo col binocolo, serve un'attaccante pronto subito, prestito, mezzo, titolo definitivo, quello che si vuole, ma qualcosa serve. In questo momento puntare sull'esplosione di Rebic o sperare che Ilicic si sobbarchi di far galleggiare l'intero comparto offensivo mi sembra fantascienza per una squadra con certe ambizioni come la nostra, c'è andata bene finora nonostante l'assenza del "dinosauro", non sfiderei oltre la sorte visto che si diverte a prenderci per il culo.

    RispondiElimina
  33. io preferirei a questo punto non entrare neanche in zona europa league, e fare l'anno prossimo un bel campionato con gomez e rossi a pieno regime. Sempre che non entrando in europa non abbiamo dei problemi a trattenere i big

    RispondiElimina
  34. Non solo Giulio, una squadra come la nostra se vuol scalare posizioni nel ranking, quello italiano, non può rinunciare a nessuna forma di europa, ci servono come il pane anche quei milioni derivanti dall'EL. Già quest'anno si è innalzato il tetto ingaggi, non si trattengono certi giocatori se non si contano certe entrate, pena, far come l'Udinese o la Lazio che sovvenzionano le annate col mezzo fenomeno che scoprono ogni anno per galleggiare stabilmente nell'anonimato con qualche sporadico picco di notorietà quando si affacciano ad un preliminare di CL.

    RispondiElimina
  35. Ma nessuno sente le strilla del ciuccoleso sul sitone ?! Chiuso a riccio senza abbozzare una risposta nonostante la carne al fuoco che mette e che puntualmente lascia bruciare eh eh eh eh eh eh Appena appena l'ho messa sui numeri è li che batte i piedi e i pugni sul tavolo con risposte che della netiquette, da lui sempre invocata, se ne fanno beffa.

    RispondiElimina
  36. Sì, ho il complesso dell'erudizione altrui, so di non sapere. Non ho negato che si sia comportato male dopo, nessuno lo ha negato, è il fallo in sé che non era da rosso come Foco ben spiega.

    RispondiElimina
  37. Non per oziare su argomento che forse sarebbe meglio che fosse tabù e comunque è notoriamente onanistico in questa sede, ma le sventole che l'elvetico derelitto incassa su cloaca, le avete mai viste buscare su un ring di boxe vera? Siamo al limite dell'emorragia all'arteria dell'arcata, ad ogni modo le cellule cerebrali prendono danni che saranno valutabili, in tutta la loro gravità, fra un lustro, alla Cassius post-Fraser.

    RispondiElimina
  38. rossi non avrebbe dovuto giocare così tanto, tutte le partite, perlopiù come unica punta, a prendersi le peggio botte. Non erano questi i programmi, prima dell'infortunio di gomez. Ieri giocava con un ginocchio già fasciato... Perchè? aveva sentito qualcosa? C'era solo da aspettare perchè arrivasse l'infortunio

    RispondiElimina
  39. non credo che sia soddisfatto di come è stato gestito il suo utilizzo

    RispondiElimina
  40. Si, Chiari, sono d'accordo sul comportamento a posteriori e sul fatto che il fallo sia voluto, sulla sua entità però ho delle riserve, come sul fatto che l'infortunio sia completamente imputabile al gesto falloso.

    RispondiElimina
  41. Giulio, il ragazzo era completamente recuperato e la lesione non c'entra coi precedenti infortuni, i legamenti interessati sono diversi. Anche Gomez da sano ha subito un danno simile. È stata una fatalità, secondo me, in parte indotta dal fallo di Rinaudo. Credo che Rossi sia il giocatore più clinicamente controllato della rosa e che ad ogni piccolo fastidio siano state prese precauzioni più che necessarie.

    RispondiElimina
  42. A mio modesto parere il match del secolo è stato quello fra Mugabi ed Hagler, mai visto, in nessuna categoria di pesi, darsi e prendere così tante legnate, mai. Quella sera il povero John se non si fosse trovato Marvelous davanti a pieno regime sarebbe diventato campionissimo per un ventennio a stare bassi, ne dette tante, ma tante tante ma mi ricordo che ad ogni inizio round l'epico Marvin si dava pure cazzotti in testa per caricarsi, mai visto prima in match durissimi così. Di fatto Mugabi ebbe la sua occasione ma davanti aveva un dio coi guantoni, non ce n'era per nessuno, ne dettero e ne presero quanto non mi è più capitato di vedere in nessun match. Lo svizzero è nel mezzo, le prende e basta ma alla dodicesima ci arriva in piedi. Roba mai vista pure quella,

    RispondiElimina
  43. Come ho già scritto, Pepito è stato iperabusato in ruolo di punta centrale, che non è la sua e che è rischiosa per un reduce da calvario e peso piuma. Montella lo ha utilizzato da parafulmine, in modulo peraltro non consentaneo e la «fatalità» è stata così aiutata.

    RispondiElimina
  44. In parte indotta no, caro Foco, gli blocca il piede sul terreno, la torsione è inevitabile, a me pare innaturale che non si sia rotto davvero, figurati. Contesto la zona del campo, l'agonismo ed il senso di opportunità nel fare un simile fallo, li, in quel momento del match. Sul dopo sorvolo, Borja si è incazzato come una scimmia quando ha visto Rinaudo protestare con l'arbitro invece di sincerarsi delle condizioni di Pepito, quello spiega la malafede, e l'intenzione. Rinaudo è una merda, dargli di farabutto significa edulcorare la sostanza.

    RispondiElimina
  45. Per chi ne avesse voglia

    http://www.youtube.com/watch?v=ttRrZZAwAZ0



    Dopo averlo visto potrete dire di aver visto e conosciuto tutto della boxe.

    RispondiElimina
  46. Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito Jordan erudito.

    RispondiElimina
  47. Toni....Toni...cosa fai? Toni.....

    RispondiElimina
  48. http://www.violanews.com/news-viola/pepito-stesso-infortunio-che-subi-pirlo-20140106/

    RispondiElimina
  49. il suo agente dice che non è ancora chiaro se ci sia interessamento del crociato

    RispondiElimina
  50. meglio dell'anno scorso

    RispondiElimina
  51. L'Udinese è proprio a somiglianza del suo allenatore, i punti ama farli quando vede il viola, intanto 3 pere dal Verona, Iturbe fresco fresco.

    RispondiElimina
  52. Se Jingle fosse sempre stato questo era una manna dal cielo, per tanti, è il suo Hyde che è uno spreco di talento. Peccato.

    RispondiElimina
  53. Chiarificatore6 gennaio 2014 16:42

    Oggi conta solo che vinca la Lazio. Forza Lazio, non ci tradire!

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore6 gennaio 2014 16:44

    Che il Napoli non vincesse contro il Doria è stato solo un sogno.

    RispondiElimina
  55. La Samp si è mangiata l'impossibile, dal risultato non trapela l'andamento di una partita che poteva essere riaperta fino ad un quarto d'ora dalla fine.

    RispondiElimina
  56. Che poi dovrebbe essere in teoria lo stesso di Gomez. Allora o a Torino c'hanno la bevanda magica di Panoramix o a Firenze sono ancora negli anni '80 da un punto di vista medico, oppure, più facilmente, a Torino ipervalutano o taroccano i report.

    RispondiElimina
  57. Almeno a me lo dicono gli altri, anche se solo per prendere per il culo.

    RispondiElimina
  58. Scusa ma mi sembrano paragoni un po' del piffero, nessun incidente è uguale a un altro anche se con referti medici simili. Ci sono poi le complicazioni della fase riabilitatitva sempre in agguato, come per Gomez. Per Rossi paragonare la situazione del suo ginocchio a quella di un qualsiasi altro ginocchio di un qualsiasi altro giocatore mi sembra abbastanza improprio. Se tutto va bene e davvero il crociato ha miracolosamente retto non credo lo rivedremo, al massimo, prima del prossimo campionato. In questo potrà fare qualche apparizione in coda per le TV.

    RispondiElimina
  59. Foco, così non sarebbe male.

    http://www.firenzeviola.it/primo-piano/fpastorello-e-andata-di-lusso-in-67-settimane-148764

    RispondiElimina
  60. Chiarificatore6 gennaio 2014 17:12

    Sono gli stessi tempi di recupero che ha rispettato Pirlo per lo stesso trauma.

    RispondiElimina
  61. Vatti a vedere un film!
    Scritto da lui è un'invito mica da poco. Sta sclerando lo svizzero, accerchiato e malmenato, mi pareva strano arrivasse alla dodicesima.

    RispondiElimina
  62. non lo sto leggendo sul sitone, ma scommetterei che con tutto quello che è successo, sta continuando a parlare di moduli

    RispondiElimina
  63. E non solo.........

    RispondiElimina
  64. Ha più bisogno di una donna lui di Ciccio Ingrassia in «Amarccord».

    RispondiElimina
  65. ha detto che si è vinto quando siamo passati al 4-3-3 ma quello è stato solo l'inizio, poi vi ho lasciato perdere, comincia a farmi compassione perchè anche voi siete stronzi forte. Vi ci divertite senza alcun ritegno.

    RispondiElimina
  66. Ma infatti la penso come te, Jordan, il mio era un intervento ironico verso chi paragona sui siti gli infortuni per far polemica. In settimana era già uscito il paragone tra Pirlo e Gomez che implicitamente attaccava i nostri dottori.

    RispondiElimina
  67. Speriamo, Pollock, almeno si attenuerebbero queste cupe nubi che mi seguono da ieri sera. Mia sorella e mio cognato, fisioterapisti, m'hanno detto che già il fatto che non venga seguito dal Prof. Mariani accorcia di molto i tempi di recupero.

    RispondiElimina
  68. LUD, non ringraziarmi; quello che ti ho dato mi è stato dato solo per te. I limiti con i quali mi vedi, mi permettono di vedermi. Tu riesci a fare lo stesso?

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore6 gennaio 2014 19:30

    Il Campanellino ha or ora confermato una mia opinione espressa da tempo. Il modo grossolano e spesso errato in cui lo svizzero legge i testi altrui nulla ha a che fare con il rigore che richiede l'erudizione, per non parlare della cultura. E' semplicemente uno con un cervello caoticamente fornito di nozioni.

    RispondiElimina
  70. Chiarificatore6 gennaio 2014 20:11

    Gran gol di Klose. Ottimo.

    RispondiElimina
  71. In un momento di estremo ottimismo ( giuro non indotto da bevande di fuoco) mi sono divertito ad immaginare un attacco Gomez - Rebic. Del croato ho solo in mente le immagini del mondiale giovanile, ma mi bastano per identificarlo più come seconda punta che come centravanti. Attaccante giovane, tecnico e potente, più a suo agio negli spazi che nell'area di rigore, potenzialmente lo vedo molto compatibile col tedesco. Per me è una via di mezzo tra i suoi connazionali Boksic e Olic, dei quali possiede la tecnica ed il fisico del primo e la velocità e la possibilità di giostrare sugli esterni del secondo. Ammesso che si intervenga sul mercato, vedo molto difficile un altro centravanti in arrivo. Un Di Natale agli untimi sgoccioli di classe sarebbe la soluzione ideale, ma , per me, l'identikit tecnico del giovanotto croato è perfetto per coadiuvare il crucco- ispanico. Tra gli squadroni europei non riesco ad individuare nessun esubero che ci possa permettere di assorbire in parte il cazzottone- Rinaudo e sul mercato interno preferisco sorvolare. Forse nel Chelsea c'è una certa sovrabbondanza, ma l'unico che potrebbe partire è Mata, anche per il discorso nazionale, ottimo ma troppo ala e poco punta. Le due di Manchester hanno un massimo di quattro attaccanti in rosa, l'Arsenal ha uno stuolo di mezze punte, forse il Tottenham nel suo caos potrebbe mettere qualcuno in uscita, ma la qualità è quella che è. In Spagna Real e Barca hanno un reparto offensivo ridotto al minimo indispensabile e anche il PSG in Francia non abbonda, visto che esclusi i titolarissimi Ibra e Cavani, ha il solo Lavezzi. In Germania chi potrebbe farci del bene il Dortmund, ma avendo ancora la Champions in ballo, difficilmente presterà a noi poveri bisognosi. Insomma, penso sia il caso di sostenere il più possibile i nostri ragazzini. Magari giocando dall'inizio potrebbero sentirsi forti anche loro e asciugarci qualche lacrima.

    RispondiElimina
  72. Chiarificatore6 gennaio 2014 20:24

    Da quello che ho potuto vedere Rebic è un attaccante molto versatile, secondo me è in grado di fare sia la prima che la seconda punta, quindi ci stanno anche gli accostamenti che hai fatto tu, Foco.

    RispondiElimina
  73. Chiarificatore6 gennaio 2014 20:26

    Quindi penso anche io che Rebic e Gomez potrebbero benissimo giocare insieme.

    RispondiElimina
  74. Chiarificatore6 gennaio 2014 20:27

    Grazie Lazio.

    RispondiElimina
  75. Avevo detto che avremmo girato a meno quattro dalla Roma, adesso siamo a meno cinque con una partita alla fine del girone. La Roma a Torino non ha perso solo tre punti, ha perso anche Castan, De Rossi per almeno tre partite e , credo, molte delle sue sicurezze. Con Rossi in campo li avremmo superati a Febbraio e avremmo avuto molte probabilità di secondo posto finale. L'Inter saluta il gruppo e torna nelle zone di sua competenza tecnica, il Napoli rischia di andare in champions anche se la squadra è stata costruita a cazzo di cane. Questa poteva essere un'annata d'oro zecchino in cui duellare con le merde per lo scudo grazie ad un attacco stellare quanto complementare, purtroppo siamo stati troncati come possibili campioni sul nascere e rischiamo di non appiccicarci neanche la medaglietta di vice. Da tifoso viola credo di vantare un enorme credito con la fortuna, sarebbe il caso che la troia bendata ci restituisca una minima parte di quello che ci ha tolto.

    RispondiElimina
  76. Abbiamo tutti attaccanti che giocano bene negli spazi (Gomez, Rebic, Ilicic, lo stesso Matos ma anche Cuadrado e Joaquim) ed un modulo che tende a farci stare alti. Sarà il caso di rivedere qualcosa?

    RispondiElimina
  77. tirate di sciacquone e acqua a fiumi sull'erudito risucchiato dal gorgo della tazza.

    RispondiElimina
  78. Se torna Mutu e non torna Deyna allora comincio a stare in pensiero davvero

    RispondiElimina
  79. E' il Little Big Horn per il Grande Piccolo Cornuto.

    RispondiElimina
  80. A proposito di falsoni: Mazzarri ieri ha detto "A noi mancano almeno 5 punti", almeno elencasse dove starebbero quei 5 punti! Oggi, sempre Mazzarri "Partita equilibrata, a noi manca un rigore", per la cronaca l'unico tiro in porta è stato di Nagatomo nella ripresa. Altri 7 tiri neroazzurri hanno abbattuto 6 piccioni e rotto il vetro degli uffici della Farnesina.

    RispondiElimina
  81. Perfetto su Rebic caro Foco, descrizione ineccepibile. Parere mio, non lo è ancora ma può diventare anche un prima punta buonissima.

    RispondiElimina
  82. Sul duellare con le merde non sarei così entusiasta, ci manca ancora qualcosa, e potrebbe essere di più di qualcosa se avessero un'area tecnica competente come la nostra. Davanti gli finiamo se cannano completamente campagna acquisti ed annata, la vedo durissima, con noi che non dovremmo sbagliare una virgola. Anche sul napoli mal costruito non sono molto d'accordo, dietro non brillano ma nel mezzo e davanti non gli manca niente.

    RispondiElimina
  83. Mazzarri è sempre molto equilibrato nei giudizi e competente, chissà se si appoggia alla gazzetta o agli opinionisti sky prima di aprir bocca.

    RispondiElimina
  84. Lud ha subìto un fuoco incrociato tale che se avesse cervello avrebbe cambiato nick e avatar in un batter di ciglia. Dello storico non ha neppure l'equilibrio e la capacità di discernimento, gli manca l'analisi degli accadimenti ed il sapere interpretarli, lui vorrebbe piegarli a suo piacimento e si squalifica così facendo. Come statistico sorvolo, non sa nemmeno leggere i numeri, e quelli non lasciano molto spazio alle interpretazioni. Mai.

    RispondiElimina
  85. Mi riferivo a quest'annata dove, a mio parere, con la Juve eravamo le uniche due squadre costruite con criterio e senza grossi buchi. In più il nostro attacco titolare superava ( e supererebbe) per completezza ed efficacia quello delle merde e di tutte le altre. Il Napoli tra difesa e centrocampo ha solo due poveracci che devono correre per tutti e quando non ci riescono la rendono compagine facilmente penetrabile. Purtroppo mancano i riscontri, ma visto quello che abbiamo fatto senza Gomez e qualche altro per lunghi periodi, non penso che le distanze fossero così incolmabili.

    RispondiElimina
  86. Sull'attacco Foco sono d'accordo su tutta la linea, avevamo Rossi-Gomez, una coppia da goal che se la giocherebbe anche con i top club europei figurati ma due merde, una cagliaritana e una livornese, ce l'hanno azzoppata inesorabilmente. Non saremmo tifosi viola senza vaccino alle sofferenze ma dopo averlo assunto per così lungo tempo inizia a sortire nessun effetto.

    RispondiElimina
  87. Quattro mesi di Mutu mi intrigano. Non so come sta messo fisicamente ma mestiere e piedi potrebbero farci comodo. Poi in mezzo a tanti bravi ragazzi un figlio di buona donna come lui sarebbe una bella iniezione di cattiveria.

    RispondiElimina
  88. Si legge di nomi che preferirei non commentare, da Mutu ad Amauri, Borriello (???) e Quagliarella, per un motivo o per un altro, che ci vengono a fare, ci si svena per un'emergenza (gli ultimi due) o si pensa di fare un'operazione amarcord-simpatia ?! Che nel caso di Amauri poi........ O arriva uno pronto alla bisogna, che vorrei, o rimaniamo quelli che siamo cercando di dare contorni epici alla stagione gettando in pista Rebic subito accanto ad Ilicic aspettando il panzer che ci rimetterà in carreggiata, così potremo dire di aver fatto davvero una stagione trionfale se ci rimarrà qualcosa attaccato alle mani. Basta che la soluzione non si chiami Iakovenko, su di lui ho perso le speranze, messo fuori ruolo si ma con caratteristiche che a noi servono a poco per il tipo di gioco che abbiamo eppoi con quella moglie li è facile trovarsi finito nelle barbe anche a 27 anni.

    RispondiElimina
  89. chi ha avuto l'idea di mutu è un genio. L'unico nome che può portare entusiasmo dopo questa batosta, un'operazione che altrove sarebbe destinata a fallimento sicuro, ma io preferisco una scommessa romantica come questa a un acquisto mediocre

    RispondiElimina
  90. Poi questo staff ha rigenerato Toni e Pizarro, due coetanei, magari fanno il miracolo e ci danno tre mesi di fenomeno. La testa conta molto e uno come Mutu con motivazioni a mille potrebbe ancora essere un bell'animale in un campionato povero tecnicamente come quello di quest'anno. Rebic e Ilicic in primis, poi Matos, ma se Adrian torna per un saluto ed è il solito fascio di nervi...

    RispondiElimina
  91. Gomez gira scortato da agenti e guardie del corpo a Firenze, ohibò, questa le batte tutte. Qualcuno vuol tirare un salvagente alla guardia svizzera ?! No perché sta diventando drammatica la situazione anche sul sitone, avevo scommesso sulla fine di Febbraio per farsi ridere dietro, sta bruciando tutte le tappe a velocità Cosmi-ca, o meglio comica. Son li li per dargliela io una ciambella con la paperetta, magari fra il Lud-ico ed il serioso ritorna in se.

    RispondiElimina