.

.

mercoledì 1 gennaio 2014

Proprio come Cruijff

E così è arrivato anche il ‘14, veloce, in elegante dribbling sul tempo proprio come faceva Cruijff. Con la stessa andatura, finte e controfinte che purtroppo per molti sono risultate fatali, ricordo Mandela, noi che ci siamo arrivati belli forti sulle gambe ce la giocheremo come sempre, a viso aperto. Lo affronteremo a testa alta in marcatura stretta, minuto per minuto, e se necessario ci attaccheremo alla sua maglia, affronteremo la partita tatticamente vivi. Lo so che parlare di mangiare adesso suona quasi come un reato, con il rischio concreto cioè di essere querelato, ma sarà nuovo anche il nostro intervallo di tempo, del resto le partite non si giocano mai alle cinque e quindi via il tè, tra le tante novità, una che non ha ancora anticipato Cognigni sarà quella di inserire il panino con il lampredotto tra il primo e il secondo tempo. Poi cominceremo a vincere. Speriamo quindi che sia un buon anno, pieno di salsa verde speranza, e naturalmente senza “acca” visto che siamo a Firenze. Insomma, un buon Johan a tutti, sempre come Cruijff. Oggi brevemente, ricominciamo a piccole dosi, con cautela, senza essere subito e ancora così troppo invadente, e anche perché devo andare a riprendere Tommaso dalla sua prima festa. Dal suo sacco a pelo. Dalla sua spensieratezza. Non come me che pur essendo fava ho piena coscienza dell’esistenza di persone brutte, o meglio, di persone che non ci piacciono. Mi ricordo le discussioni interminabili tra Sonetti e Agroppi, tra chi preferiva la triglia di scoglio a quella di rena, io che sono persona di fiume non me la dico troppo con quelli di lago. Insomma il mio cuore non ristagna in una pozza, sgorgo libero verso il mare aperto della vita. Odio la violenza, non solo quella negli stadi, odio le armi. Mi fanno paura come le persone cattive, come gli stupidi. E diffido sempre di chi si avvicina impugnando qualcosa che anche solo somigli a un’arma, o comunque un oggetto atto ad offendere. Diffido anche di chi non ha cuore o cervello. E a questo proposito vi regalo l’ultimo ricordo del 2013, un episodio più brutto di Massimo Mauro o del concerto di Max Pezzali. Più brutto anche di Fiorentina-Pescara e che ci serva da monito per domenica contro il Livorno. L’altra sera mi si è avvicinato un tipo con in mano una penna di metallo, mi sembrava una vecchia Parker. Ho avuto paura, perché avrebbe potuta usarla per ferirmi, magari per cacciarmela in un occhio, oppure addirittura usarla per scrivermi qualcosa di offensivo, e il mio pensiero è corso veloce al fatto che anche quella penna sarebbe potuta diventare un’arma nelle mani di quello sconosciuto. Un pensiero che è corso veloce proprio come Johan Cruijff. Come il nuovo anno. E così, senza pensarci due volte, gli ho sparato. Buon Johan a tutti.

18 commenti:

  1. stefano vienna1 gennaio 2014 10:55

    Testa al Livorno, ah, dimenticavo, buon anno!

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore1 gennaio 2014 11:53

    Tra le cose meravigliose del mondo c'è questo blog, questo Bar virtuale, frequentato da buoni amici e sempre aperto, che ci offre la possibilità di condividere ed arricchire soprattutto la nostra passione viola, ma non solo quella.

    Grazie Pollock!

    http://www.youtube.com/watch?v=9qw3nCvFZK0&sns=fb

    RispondiElimina
  3. Grazie Chiari, parole bellissime.

    Grazie a voi tutti!

    E per la nostra amata Fuiorentina...

    http://www.youtube.com/watch?v=blny7pAFjns

    RispondiElimina
  4. E' bellissima e mi fa sempre bagnare il ciglio

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore1 gennaio 2014 12:15

    A proposito di Fiorentina e di 2014.

    RispondiElimina
  6. Ora mi viene in automatico l'headcount di google e non c'èe verso di scrivere "jordan". Diskus comincia a fammi incazzare i' primo dell'anno. Comunque son io.

    RispondiElimina
  7. Va bene così Jordan, così quel rintronato del delfino pensa che sei un nuovo utente e si sciupa anche il primo dell'anno.

    RispondiElimina
  8. Ora vediamo se m'è riuscito

    RispondiElimina
  9. Che ganzo che sono! Ho cominciato bene l'anno!

    RispondiElimina
  10. buongiorno e buon anno! ho passato la sera del 31 cenando col petto di pollo freddo nella mia postazione alla reception, guardando in streaming "stanno tutti bene" di tornatore mentre davanti a me sfilavano trenini di ottuagenari sulle note di brigitte bardò. A mezzanotte ho brindato col cane e con la mia migliore amica. Il miglior capodanno da anni a questa parte.

    Foglie di palma

    esattamente alla mezzanotte
    1973-74
    Los Angeles
    cominciò a piovere sulle
    foglie di palma davanti alla mia finestra
    clacson e mortaretti
    strepitarono
    e s’udì un tuono
    ero andato a letto alle 9
    spensi la luce
    tirai via le coperte -
    la loro gaiezza, la loro felicità,
    i loro strili, i loro cappelli di carta,
    le loro automobili, le loro donne,
    i loro ubriaconi dilettanti….
    l’ultimo giorno dell’anno mi terrorizza
    sempre
    la vita non sa nulla, degli anni.
    ora i clacson hanno smesso di suonare,
    e i mortaretti e il tuono…
    tutto finito in cinque minuti…
    tutto quello che sento è la pioggia
    sulle foglie di palma,
    e penso:
    non capirò mai gli uomini,
    ma sono
    ancora vivo.

    Charles Bukowski

    RispondiElimina
  11. Buon anno Giulio.

    Grazie per le foglie che ho sempre preferite all'olio di palma.

    RispondiElimina
  12. Biongiorno....risveglio non indotti e neanche forzato, caffè a letto, bei raggi di sole, profumo di buon ragù( in lontananza....), vasca con acqua caldissima, musica ad hoc....Che vita di merda!!! (Anno nuovo, biografia nuova! Indovinate quale calciatore ha appena dato alle stampe la sua storia...un indizio: è di una strisciata...ahahahahah ahahahahah...). AUGURI a TUTTI, ragazzi! Buon 2014 sia a chi ha pollice opponibile, sia a chi non ha cervello...

    RispondiElimina
  13. Capodanno ultrafamiliare con madre novantaduenne, moglie e figlio. Menù classico, spumantino e panettone, qualche fuochino artificiale (di quelli che non fanno casino ma solo coreografia) per far contento Giordano e a letto. Fuori mi è sembrato sentire meno casino del solito, ma forse è un'impressione. Ci si contenta perchè c'è il più importante che è la salute e all'anno nuovo chiedo solo che ce la mantenga, per il resto ci si può arrangiare.

    RispondiElimina
  14. Credevo di essere stato ganzo, invece ora un mi fa rientra' più un'altra volta con l'account. Ora solo come ospite. Tra google e diskus e sembra che si debba entrare alla NASA!

    RispondiElimina
  15. Tu entra, poi si vede la situazione...

    RispondiElimina
  16. Non è per parlar sempre dell'erudito, però ricevere l'approvazione e gli applausi del Giannelli è una bella soddisfazione, convenitene.

    RispondiElimina
  17. Nuovo tentativo alla NASA

    RispondiElimina
  18. Ovvia, via, la salita é finita, ora comincia la discesa giu' filata fino alla primavera, che aspetto sempre con amore.
    Un saluto a tutti, buonannoaugurimesmeilleursvoeuxtantebellecose

    RispondiElimina