.

.

sabato 18 gennaio 2014

La Speranza è l'ultima a vivere

Ieri avevo usato le ginocchia di Pepito e Gomez per introdurre il tema tuttora attuale che riguarda il tentativo di aggiustare certe dinamiche del blog. Oggi vorrei integrare quella che rimane una mia speranza, usando Matri come atteggiamento di fiducia e ottimismo, nel caso della Fiorentina per ovviare alla rottura dei legamenti dei nostri eroi, e per quanto riguarda la dinamica del blog, per ovviare a problematiche di vicinato più o meno fastidiose. Quindi il tema di oggi sarà la speranza. E la invoco, certo di non morire su una ceramica Pozzi Ginori, e neanche di morire attivando uno scarico della Geberit o srotolando 10 piani di morbidezza, no, lo dico perché tra le cose più belle che possiamo avere c’è proprio la speranza. Che è solo una maniera positiva di vivere. Un modo vivo di vivere. La speranza del terzo scudetto per esempio mi tiene talmente in vita che spero di ottonerlo il più tardi possibile. L’immagine di oggi mostra proprio le luci della speranza, tra le quali c’è anche quella più classica che si vede in fondo a un tunnel. Più classica come certi pubi non disboscati. Poi c’è una vena poetica in me che mi fa vivere la speranza addirittura mostrandomela nei toni accesi più belli. La mia visione della speranza è piena di colori vivaci. La stessa vita di per sè ha uno sfondo tutto Viola, e quando penso alla speranza me la immagino come il sole, gialla. Oppure come il mare, azzurra. Mica come succede alla maggior parte delle persone elvetiche, che ha sempre un’avana speranza. La mia speranza è che a Catania, con Matri, possa essere risolta l’emergenza evidenziata nella trasferta di Torino. Speranza che in me vede uno dei suoi massimi esponenti, direi che mi considero persino un’estremista che fa esplodere auto bombe imbottite di ottimismo, auto che utilizzo per andare in trasferta, sempre con la speranza di portare a casa i tre punti. Questo blog sognante è soprattutto pieno di speranza, per esempio che la lentezza delle Poste possa farmi andare in prescrizione la querela, un blog dove mantengo alta la speranza che un giorno si possa dire che Neto è spettinato senza rischiare una coltellata. La mia speranza è che oltre ad Antoine facciano outing anche Lud e Leo, e che ci mandino le foto della loro casa sul lago dove convivono felicemente. La mia speranza è che prevalga la speranza e non il pessimismo. E infatti la mia speranza è stata ripagata a proposito di un libro che avevo ordinato e che mi aveva consigliato quella merda del Colonnello, perché sapeva che era quasi irreperibile, fuori catalogo, fuori da ogni grazia di Dio, 180 librerie interpellate, un passaparola senza precedenti, ma che grazie al mio ottimismo sconfinato ho cercato per giorni e giorni anche nei filtri delle canne di Foco per capire se aveva usato quella copertina e così chiedergli il resto prima che si fumasse anche quello, e poi finalmente è arrivato l’SMS della libreria che vi giro come manifesto della speranza “La libreria…...la informa che il libro “La storia seguente di Cees Nooteboom è arrivato". Vorrei precisare per i non eruditi che la libreria non si chiama “Puntini di Sospensione”, ma che ho usato i puntini di sospensione perché nel blog non ci voglio nessun banner pubblicitario. Per una che ne va bene ne racconto anche una che invece non ha trovato un lieto fine, sennò sembra che questo sia davvero il laghetto che vedono dalla finestra, abbracciati, Leo e Lud, perché in questo caso ho esagerato nella speranza non leggendo bene certi messaggi che avrei dovuto recepire con più senso della realtà e con un’atteggiamento meno distratto e disincantato .Per un certo periodo ho cominciato a frequentare Speranza, una ragazza molto taciturna. Bella quanto diafana. Anzi, ripensandoci, ricordo che non diceva neanche una parola, io le parlavo e lei non mi rispondeva nemmeno. Da prima l’ho presa come una sfida. L’ottimismo mi spingeva a cercare di guadagnare la sua attenzione. Poi mi sono accorto anche che non si lavava. Insomma, non aveva di sicuro un buon odore. E’ arrivato un momento di scoramento, ho pensato che non ero riuscito a scalfire il suo atteggiamento distaccato, dopo che le avevo provate tutte, dalla gentilezza, all’ironia, alla poesia. Fino a quando, alla fine, esasperato, mi decisi a lasciarla, e quando lo feci mi accorsi che in fondo non era tutta colpa sua, perché era morta da almeno due settimane.

78 commenti:

  1. Chiarificatore18 gennaio 2014 08:40

    Io invece ho perso la speranza di non leggere più cagate, almeno nelle news , del sitone. Oggi definisce Dainelli un top player, un super difensore.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore18 gennaio 2014 08:44

    Per il sitone l'altro giorno il ripiego ad un eventuale mancato arrivo di Dainelli era Musacchio, oggi Pepe.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore18 gennaio 2014 09:08

    Non so se si è capito, in ogni caso lo confermo, non voglio più vedere Dainelli in maglia viola. I suoi lancioni in ogni partita si contavano a decine, tutti molli e prevedibili, quasi tutti regali alla difesa avversaria; persino per appoggiare la palla lateralmente al compagno di reparto non la colpiva col piatto, la alzava, faceva il lancio, così complicandogli la vita.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore18 gennaio 2014 09:28

    Se invece verrebbe a l'uomo spogliatoio, dico solo questo: abbbbbaaastaaaa!!! abbiamo già datoooooo!!!!! ne abbiamo già dueeeeeeeeee!!!

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore18 gennaio 2014 09:31

    E' una bufala. Ditemi che è una bufala per favore.
    In ogni caso ho messo le mani avanti.

    RispondiElimina
  6. Daino di Marmo di Thorvaldsen, secondo il parere (molto autorevole) di Tritaion Anemon (Auxology, pure molto autorevolmente, propendeva per Merdhayno): DKNE ci s'incazzava sopra a bestia... Ora mi ci faccia una bella incazzatura se ce lo ripropinano. Invece sarebbe bello leggere il duecentoquarantasettesimo post del Grand Armagnac che ne esalti le doti (uno dei migliori stopper europei).

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore18 gennaio 2014 09:35

    Grand Armagnac vorrebbe di nuovo a Firenze non solo Dainelli ma anche Lentolivo. Così tanto per dare un'accelerata al gioco della Fiorentina.

    RispondiElimina
  8. BLIMP, ritieni che avrei potuto commettere quell'atto per rinsaldare alleanza tra politica e chiesa?.....COLONNELLO ma te provochi l'elvetico!! Quello con l'autosuggestione ci ha costruito il suo avatar!! Fosse stato LUD per mostrare di contare più di tutti?

    RispondiElimina
  9. Bunuel...attenzione che qualcuno potrebbe affermare che è adatto per il Quattrotretrè......

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore18 gennaio 2014 10:02

    Altra leggenda metropolitana: Anderson in sovrappeso.
    Ho la netta sensazione che sia venuto a Firenze per giocare, e subito.
    Riserva lo era, di recente, al Manchester, e non gli andava bene anche lì.

    RispondiElimina
  11. Se la un se n'è nemmen accorta un tu gli fai un gran complimento a tutti e due!

    RispondiElimina
  12. Io mi ci incazzavo perché portava la nostra maglia..non ho infamato nemmeno Montolivo sino a quando l'era di viola vestito,pensa te come son messo!Certo,il Dainelli di oggi se viene fa contento solo l'estimatore Gasbarroico dell'accoppiata Giandonato-Pasquato.Sia chiaro che se venisse comunque forza Daino(così mi son giocato l'amicizia di uno che conta!)

    RispondiElimina
  13. Se tornasse Montolivo,colui che gioca orizzontale,colui che risulta inutile,e farebbe di molta panchina;e comunque é un uomo di merda(ricalcando McGuire).Che rimanga ad affossare i diversamente arbitrati

    RispondiElimina
  14. Io ho la speranza che la casetta sul lago, che non ho e non condivido con nessuno, crolli in mezzo al lago o che al contrario esondi e la sommerga senza lasciare superstiti. Fatta la premessa non è che dobbiamo andare d'accordo io e lui, ma lui con la sua coscienza, quel poco che è rimasto del suo cervello e gli altri utenti visto che sono in buona compagnia. Sul resto bellissimo editoriale. Mi aggiungo a chi non fa i salti di gioia sul ritorno del daino, e l'ho già scritto, ovvio che se arrivi basta spiegargli che il lancione adesso deve scordarselo e limitarsi alla sola difesa che male male non ha mai fatto, anzi.

    RispondiElimina
  15. FOCO,cambia nome al tuo blog:da "i deliri del giovane FOCO" a "i vaneggiamenti del Grand Armagnac"

    RispondiElimina
  16. Pollock,grande editoriale;solo che l'immagine di Leo con LUD,soli in una casa sul lago,ha avuto un effetto devastante sulla mia psiche.Per completare l'opera si potrebbe immaginare pure il GAT nella camera degli ospiti!

    RispondiElimina
  17. Ma quelle del GA sul blog di Foco chi le scrive? Bravo, il verso glielo fa bene davvero.

    RispondiElimina
  18. Colonnello secondo me ci sono 2 modi per classificare "indegno" nel portare la maglia:il primo é essere scarso(come ti riferisci per Padqual);il secondo,quello che ritengo veramente da indegni,é quello nello stile Marco Rossi,Domenico Morfeo e per ultimo Montolivo.Per i secondi provo antipatia ai limiti dell'odio(calcistico ed umano).Per il primo no in quanto,almeno,non trama alle spalle della mia Fiorentina e l'impegno é sempre elevato.Questo non vuol dire che sia all'altezza,semplicemente non mi viene naturale accanirmi come con gli altri che ho portato ad esempio

    RispondiElimina
  19. Dici che non é l'originale?Fosse così chi scrive é veramente bravo

    RispondiElimina
  20. Ma è indubbio che contro l'INFAME, contro l'asticellomane ci sia reale detestazione, mica solo il dileggio liberatorio! E l'INFAME resta tale per sempre, anche dopo aver appeso le scarpe al chiodo. L'INFAME non si scorda mai e mai uscirà dai pensieri. Si è conquistato un posto perenne nella Hall of Infame.

    RispondiElimina
  21. Intanto sembra che il contratto di Anderson sia a titolo definitivo, quindi solo uno spostamento temporale dell'esborso. Dunque the dynamic duo Pracià ci ha puntato con convinzione e con l'ovvio via libera di Vincé. Che il midfielder sia grasso sembra molto leggenda metropolitana, dalle foto non o sembra per nulla, ma a questo e al resto penserà il nostro Petisso del terzo millennio.

    RispondiElimina
  22. stefano vienna18 gennaio 2014 12:38

    Leggevo da qualche parte che, per Catania, Montella sta pensando al falso tridente, al ritorno di Pasqual a sinistra (fin qua si sapeva), ma udite udite anche ad Ambrosini per Aquilani e Tomovic preferito a Roncaglia a destra.
    Se fosse vero, spero vivamente che si vinca lo stesso, altrimenti il sitollock diventerebbe peggio di quando si parlava solo di Ljajicicce.

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore18 gennaio 2014 12:40

    Il mio discorso era prettamente tecnico, Stefano.
    Sul piano professionale, c'è un abisso tra i due, hai ragione.

    RispondiElimina
  24. Vincenzino sembra mefistofelicamente tentato di schierare la formazione peggiore al fine di provare che a Catania si vince lo stesso.

    RispondiElimina
  25. stefano vienna18 gennaio 2014 12:43

    Dopo Udine e Roma, ci vuole veramente un atto di fede. Magari è in contatto con San Gennaro.

    RispondiElimina
  26. In realtà si tratta di calcio atletico e mazzolato che non si attaglia molto al calcio tecnico e bailado dei brasiliani, però non mi sembra che ci siano andati nemmeno grossi interpreti. Comunque, così a memoria, Sandro nel Tottenham e Oscar e Ramires nel Chelsea non sono andati male ed hanno anche lì conquistato la maglia della seleçao.

    RispondiElimina
  27. Guest in posta mi risulta "Insipiente"

    RispondiElimina
  28. Niente comitato d'accoglienza per Insipiente?

    RispondiElimina
  29. Vero. Mi sono accapigliato con disqus. Inoltre sono stato subito smentito visto che sembra ci sia stao un errore nel comunicato della Lega. Il concetto resta, il giocatore ha soli due anni più di Jorginho ma con palmares di assoluto rispetto al contratio del neo acquisto napoletano.

    RispondiElimina
  30. Ho letto solo stamattina il nuovo commento dell'Armagnac e siccome ero sveglio da poco m'ha fatto l'effetto di una pinta di vodka a stomaco vuoto.
    Volevo fare editing sul blog, poi mi sono ricordato che non so che cazzo vuol dire e ho lasciato perdere. Oggi riposto in differita il pezzo a quattro mani fatto con Pollock e nella notte cercherò di scrivere qualcosa di nuovo, metalmeccanici permettendo. Ieri sono stato a teatro, ovviamente uno spettacolo comico, non pretendo di più, da ieri sera vi porto una barzelletta:

    Uno entra in un bar e ordina un wisketto. Dopo cinque minuti sono 5 wisketti. Dopo un quarto d'ora sono 15 wisketti. Dopo mezz'ora 30 wisketti.
    Il barista si sente in dovere di intervenire:
    " signore, in mezz'ora si è fatto 30 wisketti, non le sembra di esagerare?"
    " si, ha ragione buon uomo. ....Ho esagerato..... soprattutto con quello che c'ho io..."
    " perché signore, cos'ha?"
    " solo tre euro."

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore18 gennaio 2014 13:33

    Vada per la trippa bagnata con rosso navigato a Insipiente. Benvenuto!

    RispondiElimina
  32. Insipiente si è scelto Mark Rothko come avatar. Forse una sfida a Pollock?

    RispondiElimina
  33. Solo una preferenza la mia, nulla di più. Due modi diversi di esprimere sentimenti non troppo dissimili.

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore18 gennaio 2014 14:33

    Se Pizarro rinnova offro da bere a tutti, virtualmente.

    RispondiElimina
  35. non ti spenzolare troppo poi qualcosa ti tocca a pagare sul serio

    RispondiElimina
  36. Chiarificatore18 gennaio 2014 14:36

    Noneeeeeee!!!

    RispondiElimina
  37. Chiarificatore18 gennaio 2014 15:29

    Colonnello, ho messo in chiaro le cose da Foco. E visto che qui con il "modifica" me li posso risparmiare, ho sparato un bel errata corrige anche da lui. Eh eh eh.

    RispondiElimina
  38. Colonnello, sono stato costretto a rispondere con la stessa chiarezza al mio autorevole stalker.

    RispondiElimina
  39. Formazione per domani che frulla nella testa del mister: Neto-Roncaglia-Gonzalo-Savic-Pasqual-Cuadrado-B.Valero-Pizarro (Aquilani)-Aquilani (Ambrosini)-Ilicic-Matri. Io vorrei vedere ancora Mati in campo, invece, perché lo vedo molto in condizione. Davanti Ilicic più libero di svariare. Se Pasqual sta bene, gioca, dato che il Catania ritorna con tridente e vecchio allenatore, e per questo penso a un Montella prudente, cercando di capire come Matri si inserirà nell'impianto di gioco viola. Comunque domani secondo me giochiamo con il 3-5-2.

    RispondiElimina
  40. Chiarificatore18 gennaio 2014 15:43

    ....per essere precisi, diciamo che le ho messe più o meno in chiaro.

    RispondiElimina
  41. Chiari, più sbagli e meglio è, d'altronde il successo dei blog lo fa il numero dei commenti ehehehehehe

    RispondiElimina
  42. Chiarificatore18 gennaio 2014 16:02

    Ilicic è un calciatore che ha numeri notevoli, ma è atipico, è una sorta di finisseur che ha bisogno di spazi. Capisco, per il suo valore intrinseco, lo sforzo, sia sul piano tecnico che su quello aziendale, di Montella nel dargli un ruolo e nel tentare di valorizzarlo. A Torino aiutò il centrocampo, non fece il falso nueve che fu una forzatura che il campo evidenziò. Vediamo se come seconda punta si trova meglio, anche se negli spazi stretti non lo vedo bene.

    RispondiElimina
  43. Chiarificatore18 gennaio 2014 16:06

    Non mi riesce difficile farlo, infatti sono un professionista degli errata corrige.

    RispondiElimina
  44. Chiari, sa giocare anche nello stretto: sa dribblare, sa calciare. Non schierarlo sarebbe un delitto. La formazione preannunciata per Catania non mi stupisce, anche se mi incupisce.

    RispondiElimina
  45. Sulla convivenza nella casetta non dovete preoccuparvi, in stato di nuda proprietà uno scantinato in usufrutto lo si concede sempre, e non chiedo affitto, tanto non è collegato con l'abitazione. Condivido Blimp, Pasqual è l'unico che mi manda il sangue alla testa quando lo vedo in campo, non mi sta antipatico e gli avrei augurato lunga e prosperosa carriera ma non in maglia Viola. Mi ripeto fino alla noia, sono quei casi che mi fanno dubitare di capirci qualcosa di pallone, non so come possa trovare spazio con la rosa attuale che abbiamo e, salvo quando girano al massimo i restanti 10 in campo, non ha mai dato apporto significativo, autorevole, insomma, davvero uno che conta poco.

    RispondiElimina
  46. Ilicic ha bisogno sì di spazi, sicuramente per esplodere il famoso sinistro che speriamo ci dia qualche altra soddisfazione. Ma domenica in un paio di frangenti con Borja ha dialogato molto bene nello stretto, cosa che mi aspetto sappia fare anche Matri che attacca molto gli spazi con scatti nel breve, essendo piuttosto dinamico. Se a questo aggiungiamo qualche variazione sul tema data dai cross provenienti dalle fasce, non la vedo poi così cupa. Poi con Matri acquistiamo più pericolosità aerea che potrebbe essere sfruttata sui calci piazzati che tanta soddisfazione ed aiuto ci hanno portato lo scorso anno, specie contro squadre più chiuse e prudenti, che ormai contro di noi sono una costante...

    RispondiElimina
  47. Anche io non impazzisco per Pasqual, specie quando non abbiamo molto da offrire come peso in area di rigore. Si accentra quasi mai, davanti è troppo monotono e sa fare gol. Ma in un 3-5-2 sa essere un discreto esterno, capace di buona corsa, specie in fase di ripiegamento. Quest'anno non ha fatto cattive partite, solo che gli hanno tolto l'ariete davanti dopo tre giornate e il suo contributo si è sentito molto meno (o meglio l'unica cosa che sa fare davanti). Penso che se verrà schierato, sarà per garantire miglior copertura delle due fasi, essendo comunque un buon crossatore. Se poi come vedo Roncaglia era in dubbio, se non verrà schierato, senza uno veloce dietro, penso che Pasqual sarà preferito a Vargas, nel caso di un 3-5-2

    RispondiElimina
  48. Orcio, io uno come Vargas lo vorrei sempre in campo, ora più che mai che sono tornati i centimetri in mezzo all'area.

    RispondiElimina
  49. L'unica cupezza che giunge dalla partita di domani è il richiamo di Maran in panca, con De Canio sarebbe stata una passeggiata ed invece domani ci saranno motivazioni e stimoli in più con un allenatore che l'anno passato ha fatto miracoli. E' stato cacciato improvvidamente da Pulvirenti ma se gli avevano smontato la squadra non era colpa sua. E' tornato pure Lodi, insomma, non una partita facile come poteva, purtroppo.

    RispondiElimina
  50. Eccetto il tiro "ordinario" del gol al Bologna io ancora non ho visto un bel tiro in porta (sua specialità) di Ilicic. (LEO, Lodi non ci sarà).

    RispondiElimina
  51. Mi diletto anche io: Neto-Roncaglia-Gonzalo-Savic-Cuadrado-Borja-Pizarro-Mati-Vargas-Ilicic-Matri. Aquilani possibile al posto di Pizarro o Mati. In prospettiva mi piace l'idea di avere più dinamicità con Matri e Anderson, credo che a volte ci manchi un po' di "garra" e finiamo con il fare uno-due passaggi di troppo con il risultato di intasare l'area avversaria.

    RispondiElimina
  52. se gli ha smontato la squadra resta smontata, e Lodi e Peruzzi non ci saranno. Comunque è vero, se non c'era stata la partita di Coppa nel mezzo il 4-1 che gli ha rivogato il Siena glielo potevamo rivogare noi. Ora è più difficile, di sicuro la prima con l'allenatore nuovo daranno tutto. Il solito culo nostro, insomma, però siamo più forti, non scherziamo.

    RispondiElimina
  53. Chiarificatore18 gennaio 2014 17:21

    Antoine, Ilicic non mi sembra un mostro di agilità, tutto lì, sul resto sono d'accordo.

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore18 gennaio 2014 17:22

    ...il problema, per me ancora irrisolto, è trovargli la collocazione giusta in questa Fiorentina.

    RispondiElimina
  55. Pollock, quando ho visto il suggerimento di Blimp su Nooteboom stavo giusto facendo un ordine su Amazon. Libro arrivato dopo 3 giorni. Grazie Colonnello!
    Bellissimo.

    RispondiElimina
  56. Lo avevo trovato anch'io su Amazon. Ma ho preferito allungare i tempi ammaliato dal fascino della libreria.

    RispondiElimina
  57. stefano vienna18 gennaio 2014 18:22

    Piccini titolare contro la Roma. Per chi ha tempo da perdere (Roma in vantaggio su fuorigioco netto).

    RispondiElimina
  58. Neto- Roncaglia - Savic- Rodriguez- Vargas - Cuadrado- Aquilani- Pek- Valero- Tonga- Matri.

    RispondiElimina
  59. La formazione di Insipiente è la mia.

    RispondiElimina
  60. Non stiamo a sottilizzare, il gol di Destro m'ha fatto guadagnare come un turno di straordinario

    RispondiElimina
  61. stefano vienna18 gennaio 2014 18:34

    Figurati, errore che ci può stare, ma loro non vengono mai aiutati a quanto dicono. Piccini non è male, da seguire.

    RispondiElimina
  62. Apprezzo il messaggio di pacificazione di Pollock, diciamo che la casetta con Leo possiamo costruirla, io mi "diletto" di architetture, lui può fare il direttore dei lavori, perchè no? Mi dispiace deludere chi sperava nell'outing ma preferisco Sylvie Vartan, al limite Rosario Dawson. Ognuno è libero di fare la sua formazione, per favore però non mettete Cuadrado difensore vulgo "terzino".

    RispondiElimina
  63. Per sciupare la giornata mancava il messaggio dell'erudito. ma ti levi dai coglioni?

    RispondiElimina
  64. Sopra,ma non era Tongo?

    RispondiElimina
  65. AhahahahahahahahahHhahahahahahahah, serve un esorcismo, Jordan.

    RispondiElimina
  66. Penso che servirebbe una fucilata ni'mezzo agli occhi, non c'è altro rimedio.

    RispondiElimina
  67. Hai ragione ma con con l'arrivo di Anderson alcune cose potrebbero cambiare...BLIMP ha giá il poster.....di Anderson....Les boys do cabaret, discobar in Germany....they Like Jane Janet...

    RispondiElimina
  68. Foco, se tu mi citassi ogni giorno negli editoriali del tuo blog, ed in termini direi cordiali, ti stupiresti se poi intervengo peraltro episodicamente? Mi pari un ragazzo sveglio, vedi tu.

    RispondiElimina
  69. Jordan attento alle metafore...

    RispondiElimina
  70. Ora questo brodo cerca anche di fare il simpatico- Ma chi te l'ha chiesto?

    RispondiElimina
  71. Destro, Sturridge, Aguero, Benteke, grazie di aver fatto il vostro lavoro. Poche centinaia di euro che finiranno dritte dritte nelle casse del comune di Terni a copertura di multe pregresse. Se poi ne rivinco qualcuna domani, saranno soldi che verranno investiti in una mototroncatrice che mi servirà per potare qualche autovelox cittadino.

    RispondiElimina
  72. E' vu dihe vu dihe, ma intanto l'ha segnaho Gliaicce! Foco e Pollock, visto che siete così insensati (per dirla col Trav e con la sua ombra Armagnac) da seguire le mie marchette, io recidivo sul già incensato Marai e privilegio al consiglio «Le braci», suo capolavoro, in generale un capolavoro, nello specifico un assoluto capolavoro. E saluto, a merito del pubblico italiano, la presenza costante, in zona alta di classifica vendite fra gli stranieri, del più grande scrittore vivente (la domanda è appena appena a trabocchetto). Lud, lascia perdere quei cafoni e la loro casetta sul lago e vieni, c'è una casa nel bosco, il suo nome conosco, vuoi conoscerlo tu [il nome è Tongo]? E adesso karaoke per Sylvie, tutti in piedi nelle celle e silenzio di raccoglimento preliminare, come in «Casablanca» prima della Marsigliese mentre i nazi cantano le loro cagate:



    Ce soir, je serai la plus belle

    pour aller danser

    danser,

    pour mieux évincer toutes celles

    que tu as aimées

    aimées,

    ce soir je serai la plus tendre

    quand tu me diras,

    diras

    tous les mots que je veux entendre

    murmurer par toi,

    par toi.

    RispondiElimina
  73. Allora l'é colpa di' gestore!!!

    RispondiElimina
  74. Interpretazione insufficiente, eri almeno due ottave sopra il tono della Vartan. E poi lei non mi risulta eccedesse coi boa di struzzo. Per me è "no".

    RispondiElimina
  75. COLONNELLO....Anderson....Tongo...Casablanca......noi siamo quel che diciamo, direi mancano solo Renato Zero e i Village People. Attento però alle metafore...(FOCO, all'ennesimo "agguato" in tangenziale, a Padova, hanno lanciato- con fionde- biglie d'acciaio contro vigili urbani&autovelox....Spariti 3 autovelox!)

    RispondiElimina
  76. "Siee...un par di zeri!!!". Era questa l'espressione educata di un genitore di tanti anni fa. i' mi' babbo, verso il figlio, io, che rompeva! A molta distanza di tempo questo doppia cifra, nulla peraltro, è ritornata, a sproposito, d'attualità nel linguaggio comune ma con altro significato, nullo ancor di più in questo . Esattamente da 13 anni, dall'entrata in vigore dell'Euro, siamo invasi da questo superfluo e inutile abbinamento nell'indicazione dei prezzi, sugli assegni, sui bollettini postali e in qualsiasi altro documento di pagamento. Chi ha viaggiato in altri Paesi dove i centesimi erano già in corso (Germania e Austria), avrà notato che questa indicazione veniva sostituita, giustamente, con una lineetta dopo la virgola (,-) e penso, perché purtroppo non ci sono ritornato, che continuino in tal senso (Stefano da Vienna uno dei tanti che potrebbe confermarlo). Ci hanno detto solo che 1 Euro valeva quasi quanto 2000 delle vecchie Lire. E' buffo, ma a me fa rabbrividire, sentir scandire l'importo frazionato nel caso p. es. di 20,03 Euro dal benzinaio, e non solo: "Venti euro e zero tre (anziché venti euro e tre), ma se gli zero tre non li ha non importa", oppure, come anche stasera da Fazio "zero virgola cinquanta euro". Roba da far accapponare la pelle. Chiari, spero che Matteo, insieme alla Carrozza, una volta a Capo di questo Paese, ponga rimedio, eheh! Non chiedetemi il perché di questo post, non lo so nemmeno io, forse solo per restituire dignità a quel "par di zeri" al mio indirizzo che almeno aveva un senso e, quindi, a volte capivo! Scusatemi se l'ho rigettato su questo blog, ce l'avevo sul gozzo da tanto tempo e avevo bisogno di liberarmene. Ora mi sento meglio, ahah! Scusatemi nuovamente!

    RispondiElimina
  77. Io la butto sulla pazzia...: Neto, Tomo, Gonz, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Valero; Mati, Illicic, Matri - movimenti previsti: illicic arretra un po' sulla tre quarti, Mati e Matri stringono al centro, all'esterno s'inseriscono Valero e Cuadrado. Yuppie!!!.. meno male che non alleno io...!

    RispondiElimina
  78. Quando prende il Viagra cresce di statura, gli piace così tanto far incazzare il prossimo che per farlo poco gli importa delle offese che riceve e della disistima di tutti.

    RispondiElimina