.

.

lunedì 7 gennaio 2013

Una mezza gufata

Una mezza gufata bisogna dirlo ce la siamo dati parlando di Pato, e forse il fato che è un po’sordo ma non certo cieco ha capito male ed è intervenuto sentendosi chiamato in causa, abbiamo considerato scontata la vittoria mentre di scontato oggi ci sono solo i saldi, usciamo a mani vuote da questo turno di campionato come vuoti sono comunque i negozi malgrado i saldi, manteniamo allora i nervi saldi dopo che è calata la notte sulla Fiorentina insieme a una Befana vestita con la maglia del Pescara, e se è vero che la Befana vien di notte, invece che con le scarpe rotte il Pescara si è presentato tirando un sacco di botte, una giornata che si salva parzialmente in extremis solo grazie alla sciarpata finale della Fiesole, finalmente una bella immagine che dimostra un modo più british e molto meno becero di frequentare la propria passione, oltre a certificare una sconfitta immeritata. Un gran bel primo tempo che elimina i sospetti di una sconfitta macerata negli eccessi vacanzieri, con un Pescara tenuto in vita solo dal suo portiere, che proprio grazie a quel cognome potrebbe essere efficace anche come farmaco salvavita, o quantomeno come rimedio contro l’aerofagia. Abruzzesi schiacciati da una superiorità Viola imbarazzante, molto difficile da vedere oggi su un campo di serie A, una differenza che avrebbe dovuto vedere la Fiorentina almeno sul doppio vantaggio alla fine del primo tempo. Il Pescara sfrutta due errori clamorosi come quello di Savic nel rinvio e di Roncaglia sul pressing, oltre alla mancata espulsione di Jonathas, speriamo almeno che i possibili episodi negativi siano stati tutti già scontati all’interno di questa sconfitta, scontata come anche la squalifica di Gonzalo che si è fatta sentire più di quella precedente di Roncaglia, mentre davanti la responsabilità maggiore se la deve assumere Toni che sbaglia un gol non solo facile, ma d’importanza capitale perché ci avrebbe permesso di affrontare l’avversario nelle condizioni più favorevoli. Pizarro si salva dal cartellino giallo e anche dalla sospetta frattura del perone che preoccupava più della sconfitta, e il calcio ci mostra così la sua faccia più spietata, i suoi lineamenti spigolosi, presentando all’uscita del girone d’andata un conto salato che proprio non ci aspettavamo. Paghiamo con la carta di credito, ci prendiamo questi due schiaffi convinti che la Fiorentina il credito se lo sia comunque abbondantemente guadagnato, tanto da farci pensare che possa subito ripartire andando ad ottenere un risultato di prestigio in un campo difficile come quello di Udine. E ora un po’ di delusioni sparse, per le prove di Pasqual impreciso e capace di sperperare un’occasione solare, per Aquilani impalpabile, per Toni colpevole di non aver messo la partita in cima al discesone, per l’incredibile gol sbagliato da Tomovic, per Jovetic perché quando la partita stava diventando complicata in mezzo al traffico intasato da Bergodi, quando ti ritrovi imbottigliato nelle difficoltà, nell’imbuto di una squadra che abbassa dietro la linea della palla anche la panchina, un campione è lì che deve fare la differenza. E poi per Perin che ci sarebbe sembrato il minimo segnargli due pere invece di prenderle. Tanti rimpianti quindi per una domenica che ci blocca la digestione, e un po’ di rimpianti anche per l’assenza di El Ham che spesso riesce ad avere un buon impatto quando la partita è già un po’usata, o forse solo perché non c’è e abbiamo bisogno di aggrapparci a qualcosa per digerire il mattone in salsa abruzzese, un soluzione potrebbe essere come abbiamo detto in apertura quella di dare la colpa al fato, un’altra potrebbe essere quella di prendere direttamente la soluzione Schoum, e se non proprio fato allora foto, come quella dell’autovelox che immortala una partita mortale per gli entusiasmi, che ci toglie tre punti dalla patente di pretendente al secondo posto. Insomma, la partita ha detto che il Pescara è Perin mentre la Fiorentina è Perout.

50 commenti:

  1. Chiarificatore7 gennaio 2013 08:02

    L'agosto scorso son venuto al Franchi per una partita di Coppa Italia e, contrariamente al solito, non sono andato in Tribuna Maratona ma in Curva Fiesole per fare una full immersion nel tifo che stava ritrovando il suo entusiasmo. Uno dei motivi che può spiegare il paradosso di Tocca, la Fiesole meno piena degli altri settori più costosi, è proprio la qualità della visione,pessima, facevo fatica a distinguere i nostri, ci vuole molta fede e ciò poteva essere accettabile quando non c'erano le dirette e l'alta definizione.Quello che voglio dire Tocca, è che non te la puoi prendere con i tifosi di oggi che pretendono le comodità e la visione ravvicinata, oggi c'è la concorrenza, ai miei tempi se volevo vedermi la Viola ed Antognoni in diretta dovevo macinare chilometri, e così facevo,oggi non è più così, se vuoi portare la gente allo stadio devi dargli un servizio migliore della diretta TV.Il nuovo stadio non è un optional è un must.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore7 gennaio 2013 09:16

    Di seguito il più bel post nel sitone sulla giornata di ieri:

    BAGGIOVIOLA :

    Quanto avra' scommesso Buffon? La Samp data a 12 in 10 vince a Torino. Basta vedere che gol ha preso il portierone......

    RispondiElimina
  3. TOCCA L'ALBICOCCA7 gennaio 2013 10:46

    Avrei discusso volentieri con te Chiari ma visto come è andata ieri sera preferisco lasciar perdere.
     

    RispondiElimina
  4. Tocca, dimmi almeno se la sciarpata finale con applauso generale non è un passo in avanti.

    RispondiElimina
  5. TOCCA L'ALBICOCCA7 gennaio 2013 11:14

    Pollock,il pubblico presente merita 8,sono d'accordo.

    RispondiElimina
  6. Candidato fin da ora al premio 2013 per il giornalista calcistico più incompetente, certo Marchini de La Nazione:  "La facilità con cui stacca Jonathas è
    disarmante, con Tomovic in colpevole ritardo e Neto non proprio
    impeccabile perchè probabilmente se fosse uscito in presa alta avrebbe
    comunque contrastato l’attaccante brasiliano. Magari il suo connazionale
    avrebbe segnato lo stesso, ma avrebbe anche lui dovuto anticipare il
    colpo e non sarebbe stato così semplice anche prendere la mira. In zona
    c’era anche Aquilani che resta colpevolmente ai margini dell’azione
    senza intervenire". Guardate la sintesi di Viola Channel: uscire era IMPOSSIBILE, a meno di non avere il mantello di Superman, e Aquilani non è restato in zona senza intervenire, è saltato su Jonathas, deviando anche la palla. Ma va di moda ora, tra i giornalisti, farsi raccontare le partite e poi scriverne?

    RispondiElimina
  7. Quanto al tifo, io purtroppo da qualche anno ho grossi problemi familiari, che mi impediscono di muovermi e venire a vedermi la partita. Della visione in alta definizione personalmente me ne frego, non dò soldi a sky per principio [qualcuno dirà che in questo Lucca batte Genova 1-0, eheh], e mi vedo la Fiorentina in streaming. A volte si vede bene e tutto fila liscio, altre si vede bene ma la visione si blocca spesso, altre ancora si vede come con la nebbia. Però potessi andrei ancora allo stadio, non c'è alta definizione che tenga, quando puoi vederti la partita dal vivo, respirare il campo e l'atmosfera, avere una visione totale dell'evento, anche se a Firenze non è certo il massimo. Senza sottovalutare il fatto che, come tifoso, chi non ha impedimenti economici, di distanza o di problemi a muoversi, ha per me il DOVERE di venire il più possibile a sostenere la Fiore. Sapeste come mi pesa essere diventato un tifoso da salotto...

    RispondiElimina
  8.  Vabbé, anche se la delusione é tanta, é impossibile prendersela con qualcuno, visto il numero di occasioni create. Meno lucidità del solito ma é un po' normale dopo le vacanze, direi, anche gli altri squadroni hanno toppato. Questo aiuterà a capire comunque che le vittorie "virtuali" non esistono (tipo: col Pescara si DEVE vincere, come se fosse scritto sulle tavole di Mosé) e che ogni partita é storia a sé stante e le somme si devono tirare solo alla fine,come direbbe qualunque commercialista, evitando previsioni azzardate, e senza cadere nella sindrome da gobbi, che vorrebbe che si debba sempre vincere, non importa come.
    Invece anche ieri il gioco c'é stato, fino in fondo, anche se ovviamente l'uscita di Pizarro é stata determinante, in termini di lucidità generale.
    Quello che ci manca un po', ma é dall'inizio dell'anno che é cosi',non é certo cosa di ieri, é il cinismo in attacco, ma non credo che sia questione di uomini, piuttosto di un gioco che privilegia sempre e comunque il fraseggio. Determinante anche l'assenza di Gonzalo, il nostro vero centravanti, ma soprattutto la lucidità di dirsi :" visto che loro stanno tutti dietro alla linea della palla, diamogli l'opportunità di uscire un po' e becchiamoli in contropiede". Ma pure questa é la caratteristica di questa squadra, cioé la capacità di fare il proprio gioco senza pensare agli altri e senza troppi tatticismi. Ed e' quello che in fondo piace a tutti, questo saper imporre il gioco agli avversari, e allora se ci sono piaciuti fino a ora perché criticarli se la palla é arrivata una decina di volte a due centimetri dal gol?
    Da sottolineare inoltre che l'applauso  finale dello stadio dimostra che i tifosi che ci capiscono sono ancora tanti, e gli altri, messi in minoranza, si danno appuntamento sul sitone per sfogare frustrazioni e delusioni.

    RispondiElimina
  9. La notizia più brutta di ieri, più ancora dei tre punti persi, è l'infortunio di Pizarro. Me lo aspettavo da un momento all'altro, visto come l'arbitro permetteva si massacrassero lui e Cuadrado. In particolare il bestione Jonathas seguiva il Pek dappertutto, tartassandolo di falli. Per fortuna non è partito il perone, ma se c'è un interessamento ai legamenti della caviglia ho paura che lo stop non sarà così breve. A questo punto il problema di trovare un sostituto diventa ancor più d'attualità. Lodi se non sbaglio avrà tre turni di squalifica e comunque interessa l'Inter, quindi non lo prenderei; Quintero è molto interessante in prospettiva, ma ha 19 anni, e per ora sbaglia ancora troppi passaggi ed è quasi nullo in interdizione; Romizi non credo sarà richiamato in anticipo, e comunque è giocatore piuttosto diverso da Pizarro; la soluzione ideale mi sembra uno tra Canteros e Banega, di Villareal e Valencia, quindi in zona-Macìa.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore7 gennaio 2013 12:44

    Neto non ha alcuna colpa, Perin ha fatto belle e spettacolari parate ma nessun miracolo, Neto ha tutti i mezzi per fare quello che ha fatto Perin. 
    Deyna, i soldi dei diritti televisivi sono una voce decisiva nel bilancio delle società calcistiche, quindi un tifoso viola che si abbona a Sky per vedere la Fiorentina sostiene economicamente la Fiorentina come uno che va al Franchi.Quindi non capisco di quale principio tu stia parlando. La RAI è molto più anti-viola di Sky, ed io in linea di principio non ho mai pagato il canone, perchè la RAI ha sempre dato un'informazione non pubblica ma faziosa, sia calcisticamente che politicamente.
    Certo chi va al Franchi sostiene la Fiorentina anche con la sua presenza fisica e la sua voce, e questo è il massimo, anche per vedere la partita se c'è una buona visione, però con la diretta televisiva e l'alta definizione  la presenza al Franchi è un obbligo soprattutto di chi vive e Firenze e dintorni, per noi lontani è un optional, in compenso il nostro "eroismo" sta nel sostenere la Fiorentina non solo economicamente ma soprattutto in contesti "ostili", eh eh eh.

    RispondiElimina
  11. Mi spiace per quello che è successo ieri sera, ma rimango della mia idea, e se uno ha voglia di rileggersi i post potrà benissimo rendersi conto che non c'è stato niente di offensivo contro nessuno, da ambo le parti, lo specifico. Se poi, per non cadere in fraintendimenti si preferisce lasciar perdere lo capisco e per me nessun problema. Però, come sempre ho fatto, di quà e di là, dove nemmeno io scrivo più, quel che non mi torna lo dico, che possa piacere oppure no. Rimango dell'idea che se uno scrive che una tifoseria (intesa in senso lato, visto che non è il sito e chi lo compone il bersaglio) si merita Larrondo piuttosto che chicchessia sbagli bersaglio. Io sono contrario, semmai, a quelli che invece allo stadio ci vanno e bubano, fischiano o contestano a prescindere, anche quando (spesso), non è il caso. Che colpa abbiano invece quelli che per i più disparati motivi alle partite non ci vanno o non possano andarci francamente continuo a non capirlo e non lo capirò mai. Almeno questo è quello che ho capito a leggere certi post ieri sera, magari ho frainteso e allora come non detto. Ma non credo, se non son proprio ringrullito. Non credo ci sia bisogno di giustificarsi, Deyna. Anche perchè, come scriveva giusto Chiari stamattina, uno che le vede in pay tv tira comunque fuori dei bei soldini che alla fine, girala come vuoi, vanno comunque anche in tasca alla Fiorentina. Come giusto che sia. 

    RispondiElimina
  12. Sono contrario alla tv a pagamento, Chiari, spero che alle lunghe la gente si rompa i coglioni di foraggiare sky e il sistema calcio dominato dalle televisioni, che porta all'iniqua distribuzione dei diritti, allo spezzettamento delle partite, ecc ecc. Vorrei un ritorno della gente negli stadi, con abbassamento dei prezzi, e per chi non può streaming posti su basi diverse. Da casa comunque si può finanziare per ora la Fiorentina, ma il tifoso la differenza la fa allo stadio, e per un giocatore scendere in campo a lottare spinto da una torcida scatenata, o farlo davanti a quattro gatti che fanno un coretto ogni tanto...è molto diverso. Il tifoso influisce sul risultato, checché se ne dica, attraverso la galvanizzazione dei giocatori, e la pressione su avversari e arbitri. Sogno per la Fiorentina uno stadio e un tifo all'argentina!

    RispondiElimina
  13. PS: Chiari, ma come fai a non pagare il canone? Senza conseguenze, dico

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore7 gennaio 2013 13:28

    Molto semplice, Deyna,  non l'ho mai pagato e insisto,  quando arrivano i solleciti non mi faccio prendere dal panico, li cestino. Tanto più ora che da qualche anno vivo in una splendida zona, la Sabina, cioè un pezzo di Umbria nel Lazio, ma dove non arriva il segnale terrestre e quindi neppure il digitale terrestre. Se non ci fosse il satellitare saremmo completamente oscurati. Se si presenta qui qualcuno della RAI lo linciano, io, nel caso, ho affidato l'incarico a Buck.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore7 gennaio 2013 13:33

    Deyna, per noi tantissimi tifosi viola che viviamo lontano da Firenze, in Italia e all'estero, la diretta satellitare è un paradiso, che ci consente di vedere sempre in diretta perfettamente e sostenere economicamente la Fiorentina come chi vive a Firenze. Perchè ce la vuoi togliere? 

    RispondiElimina
  16. Chiarificatore7 gennaio 2013 13:35

    Che poi poter andare allo stadio, tanto più se moderno, sia il massimo, l'ho scritto anche io.

    RispondiElimina
  17. Ma credo che ora uno debba pagare il canone anche se ha il pc, senza tv...Poi non so come funziona con gli accertamenti, ma se hai la parabola...Dopo anni e anni di solleciti alla fine non scatta qualche pignoramento? Comunque hai capito il Chiari, anvedi...sbandierava il suo sacrificio, la sua immolazione al pagamento di sky, e poi se cacava er canone, ahahaa

    RispondiElimina
  18. Penso che non pagare le tasse sia una cosa disdicevole. Altrettanto disdicevole (anzi, incivile) è fare pressione su avversari e arbitri. Trovo il tifo-contro profondamente immorale. Quanto alla Viola, ieri doveva pensarci Jovetic, se è un fuoriclasse, visto che prendersela con l'anchilosato Toni sarebbe una cattiveria.

    RispondiElimina
  19. Eccoci finalmente a scrivere a mente fredda,con post più di cuore e non di "stomaco";tutte le analisi fatte,qui e altri non-luoghi,sono giuste e sbagliate,meritevoli di commento positivo o osteggiate ma fanno parte di ieri,e al passato non si può mettere mano,quindi tirem' innanz' tentando(?)di parlare di Udinese-Fiorentina,dato che le 2/3 righe impiegate in settimana per Fiorenrina-Pescara giacciono li,da sole,al freddo,non filate da nessuno....ah,LELE,lo scrivesti quasi un epitaffio che ammoniva più di Giacomelli sul match di ieri.Partita che partiva da un lontano rigurgito scolpito nella mia mente:Fiorentina-Lazio 1-0,recupero e fallo(ancata) di Batistuta su Signori,sotto la Maratona.Punizione lunga,spiovente e Bergodi uccella il nostro portiere.Domenica terribile anche quella,altro che porta la porta al santuario,individua la porta giusta e fai voto contro Perin!Il carotaggio della viola,esplorata in un intero girone,rende consapevoli del terreno svangato alla grande,senza molta fatica e con gli attrezzi giusti ma ora arriva,con il permafrost dei prossimi due mesi,pietra dura,difficile da sgrezzare(Udine,Napoli,Coppa Italia)e si rende necessario un round-up più profondo,che analizzi limiti,pregi e difetti e vi ponga rimedio,in questo caso è d'uopo l'intervento della coppia Curtis-Moore.Altro che Montagna Rushmore con busti!Necessitiamo di un simil Rush(tale Larrondo)o di una punta per il rush finale(quindi un Giuseppe Rossi già calciante e golleggiante)?A Busto Arsizio faranno un busto a Boateng?A Firenze faranno la parte sotto con Montolivo in posa statuaria come sempre(vedi pagella di Stadio...eh eh eh).Andrà Della Valle ieri era quasi come noi a fine match,spaesato(e spesato!).La giornata di ieri fa scopa con la canzoncina messa in atto da un gruppo simpatico,che fa "...sto lontano dallo stress,fumo un po' e dopo PERDO COL PES.....".Riceviamo e cataloghiamo nell'ordine:1)Conte che reclama due(2!!!) rigori,oramai esagerano come uno speaker di Sky e afferma "Siamo in credito arbitrale,quindi alla prossima nessuno dica nulla..."(testuale!Altro che ufficio inchieste e deferimenti,questo è da Daspo!);2)Stramaccioni che si prepara a giocare contro la classe arbitrale,visto che anche loro sono in credito con le giacchette nero/gialle;3)Il silenzio agghiacciante sul rigore(???)dato al Milan(quindi a Toni ne dovrebbero fischiare 4 a partita,a favore);4)Ipotizziamo problemi arbitrali per chi affronterà le tre strisciate sopracitate,visto che lentamente ma inesorabilmente una sale,le altre reclamano e avranno il loro rigorino;5)Le porcate contro il Cagliari,tanto che qualcuno pensa "Meglio Soru che male accompagnati".In tutto questo il sottile messaggio,per la prima volta chiaro e diretto di Montella,non sull'arbitro ma sulla necessità di una punta.IQuestion-Time:(riscrivo come ieri sera)il canovaccio il secondo tempo non è cambiato perché Monty non ha detto nulla o perché è stato inascoltato?Personalmente io non ho notato cambi di schemi o direttive,salvo lo spostamento di Valero all'ala sinistra(!!!).

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore7 gennaio 2013 14:13

    Il canone costa molto meno di Sky , Deyna, Sky non c'entra un piffero. 
    Solleciti ne ho ricevuto alcuni quando vivevo ad Ostia, poi evidentemente si sono stancati.Antoine, io pago le tasse , non pago il canone come fanno milioni di italiani onesti e sempre più italiani, per una questione di principio e di giustizia, perchè non ricevo alcun servizio, ed anche quando lo ricevevo non lo utilizzavo perchè non è un servizio pubblico ma di parte, per di più nella mia zona è un disservizio anche tecnicamente, non arriva il segnale. 

    RispondiElimina
  21. Mi dispiace di non aver registrato l'evento, ma ieri accomodandomi sul divano per vedere la partita su sky ho detto all'amico che mi è compagno nelle visioni delle partite viola, alla lettera: "questa sarà una partita difficilissima". Le ragioni sono ben note: a inizio gennaio la Fiorentina ha sempre sofferto. La squadra toccava il top a dicembre, negli anni buoni, e poi faticava a riprendere il ritmo dopo le vacanze, non so se per ragioni fisiche psichiche o tutte e due. Ma basta pensare a cosa significa mollare tutto, rientrare a casa per natale in sudamerica  o altrove, per capire che i giocatori rientrano con autonomia ridotta. L'autonomia di ieri non superava i 50 minuti. Importante è che la partita di ieri non inneschi processi: a Toni, a Llajic, alla difesa, all'acquisto di Giuseppe Rossi, perchè non avrebbe alcun senso. La partita con il Pescara può essere un unicum o l'inizio di un ciclo negativo, ma se anche dovesse essere così, e non me lo auguro ne' lo prevedo, lo verificheremo nelle prossime due o tre gare. Per il momento l'unico atteggiamento logico mi pare sia quello di Montella che si è mostrato sereno e ottimista.

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore7 gennaio 2013 14:20

    Trovi profondamente immorale tifare contro la juventus, AntoineRouge? Trovi profondamente immorale tifare contro i furti, i soprusi, le prepotenze, le ingiustizie rappresentati e perpetrati dalla quella autentica vergogna nazionale che risponde al nome di juventus?

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore7 gennaio 2013 14:27

    Dalla quella sta per da quella, la j minuscola di juventus invece sta bene così.

    RispondiElimina
  24. Normalmente il primo tempo sarebbe stato sufficiente per mettere al sicuro il risultato e giocare poi sul velluto senza sprechi di energia.  Credo che la partita sia stata impostata in questo modo, purtroppo se non riesci a bucare sopraggiunge l'affanno ed ovviamente dopo la sosta , per qualunque squadra, si registrano cali alla distanza avvantaggiando la squadra che ha corso meno.  Tutta qui l'analisi della partita di ieri, il resto è dietrologia. Il Pescara può andare a piedi a Monte Senario per miracolo ricevuto.

    RispondiElimina
  25. Ma il Colonnello dov'è?  

    RispondiElimina
  26. Al fischio finale ho applaudito e me ne sono tornato con la coda tra le gambe, era da tempo che non ci rimanevo così male per una sconfitta, ero talmente amareggiato che ieri non ce l'ho fatta a scrivere nulla.
    Non so perchè sia sorto quel malinteso tra il Tocca e Louis, penso che entrambi abbiano espresso ragioni sensate, ma forse parziali. La crisi di cui parla Louis è indiscutibilmente nota a tutti, però conosco anche gente che allo stadio potrebbe andarci ma dice "figurati se vo a dar soldi a que'braccini", come se braccini lo fossero davvero, e credo che il Tocca pensasse più che altro a questa tipologia di tifoso.
    Ricordo che avevo circa 6 anni, e una volta mio padre si decise, all'ultimo momento, di corsa. a portarmi con sè. Entro a vedere Antognoni e Passarella, in piedi in un Comunale gremito, e automaticamente sono tifoso viola per sempre; come me tanti altri bambini alla loro prima (o seconda, o poco più) presenza.
    Credo che oggi il mondo non funzioni più così (a Firenze, ma non solo): al di là della crisi, sono cambiate troppe cose dentro lo stadio, ma pure ai cancelli, nelle immediate vicinanze (il parcheggio a Campo di Marte non c'è mai stato, ma un tempo era comunque più facile piazzarla, anche alla cazzo), nei salotti della gente, e non ultimo a livello culturale e demografico. Mi sembra anche di vedere poco ricambio generazionale. Mio padre non può più andarci per il suo quadro clinico precario, io posso andarci e ci vado, ma di pischelli ne vedo veramente pochi. Ne sono nati di meno, e sono nati con la play-station e le pay-tv, che oltre a far concorrenza agli stadi, e a mostrare come sono moderni gli stadi all'estero, credo abbiano cresciuto una percentuale ragazzini gobbi e milanisti molto più alta rispetto rispetto ai miei tempi, mentre noi viola mi pare siamo sempre meno.
    Uno stadio nuovo, comunque, credo che una pezza potrebbe mettercela, pezze al culo del paese permettendo. 

    RispondiElimina
  27. Chiarificatore7 gennaio 2013 14:32

    Perfetto Attila, inoltre sul piano delle indicazioni tecniche generali e sui singoli la partita non aggiunge e non toglie nulla alla bella Fiorentina di quest'anno, dobbiamo solo mettercela al più presto alle spalle, la fottuta partita di ieri.

    RispondiElimina
  28. Chiarificatore7 gennaio 2013 14:42

    D'accordo su tutto Vitalogy, eccetto una cosa. Non credo che le satellitari abbiano accentuato il tifo per le grandi, da quel punto di vista anzi si sono allargate le possibilità di vedere tutte le squadre. Quando vivevo in Costa Rica la Fiorentina di Batistuta era molto seguita e godeva di maggior fama e prestigio della juventus. La bella Fiorentina di oggi può essere vista e ammirata da tutti in Italia e all'estero proprio grazie alla pay tv e molto più di quando c'erano solo la rai e mediaset.

    RispondiElimina
  29. Gli americani, che in ambito sportivo hanno solo da insegnare, non concepiscono il senso di tifare contro gli avversari per farli rendere meno di quanto potrebbero. Noi siamo in Italia e abbiamo la Juventus, ma io resto un idealista e non tiferò mai contro un avversario, anche se gobbo. Non sopporto neppure il concetto della "pressione sul Palazzo", perché non è adeguandosi ad un andazzo incivile che si diventa civili. Quanto alle tasse, avrei anch'io validi motivi di principio per non pagarle, soprattutto quando gli introiti finiscono ad allevatori e cacciatori, ma lasciamo stare.

    RispondiElimina
  30. Chiarificatore7 gennaio 2013 15:09

    Per me un conto sono le tasse, che vanno pagate,  altra cosa è il canone su un disservizio, che in quanto tale ritengo giusto contestare non riconoscendolo.

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore7 gennaio 2013 15:17

    Io non voglio il male del mio avversario, spero semplicemente che perda meritatamente in in una competizione dove ci sono anche io e soprattutto contro di me, sempre in partite corrette e col rispetto reciproco. Se invece vince meritatamente tanto di cappello, fa parte del gioco. Funziona così dappertutto, anche negli USA e nella sportivissima Inghilterra. In Italia abbiamo la particolarità dei soprusi, delle ingiustizie e della corruzione anche in campo calcistico, questo mi fa essere ancora più ostile verso chi rappresenta tutto ciò avvantaggiandosene.

    RispondiElimina
  32. DEYNA,se non paghi canone esiste il cosiddetto "sacco",cioè a campione,a caso arriva un ispettore(o qualcosa del genere)e se non hai ricevuta del pagamento mettono la tv dentro uno speciale sacco chenpoi sigillano e devi solo pagare per averlo di nuovo a tuo uso;i furbissimi mettono vecchio tv in b/n in evidenza e nascondono altro apparecchio dove vogliono.Concordo con CHIARI,io non usufruisco di nessun servizio di pubblica utilità(Lecciso,Venier,Sardella,Fazio,Fatti Vostri,Cazzabubboli,spadellate di riso,Cocuzza e le sue tragedie...Questo è servizio pubblico?Questo è servire impotenti che raccomandano i programmi ed i conduttori)e poi la PayTv include la parte Rai,che è l'unica che prende sia dal canone sia dall'abbonamento del bouquet.VITALOGY,quando mio figlio guarda sintesi o gol degli anni '70/'80 si meraviglia degli spalti stracolmi:Milano,Avellino,Firenze,Roma,Ascoli,Catanzaro,Torino.Ovunque.Non c'era la PayTv.
    LUDWIGZALLER:deduco che Inter,Juve,Atalanta,Roma,Siena,Bologna abbiano avuto gli stessi problemi della viola.Sicuro che dipenda da ciò che hai scritto?La squadra ha corso,a vuoto ma ha corso per 88 minuti,poi Roncaglia ha fatto splash...Potrei dirti che oggi ho ripreso anche io l'attività,con molte pause,caffè a scartamento ridotto,scartamento degli ultimi dolci rimasti in sede,accantonamento di tutto ciò che riguarda lavorare con cervello o muscolatura(quindi tutto!)ma per i calciatori non penso sia così;allora quelli delle squadre vincenti ieri cosa hanno fatto?Non hanno mollato durante le feste?Non hanno effettuato voli transoceanici?Ieri la Fiorentina ha perso una gara dominata per 88 minuti.Work in progress.

    RispondiElimina
  33. Sopra, quello che ho scritto vale un po' per tutte le squadre. La mia memoria storica va alle annate della Fiorentina, ma credo che la pausa si un problema un po' per tutti. Le rose attuali, infarcite di atleti che si sobbarcano frequenti voli transoceanici, non agevolano certo la soluzione del problema. Non sono d'accordo sul fatto che abbiamo dominato per 88'. A mio parere già prima dell'uscita di Pizarro si era evidenziato un calo preoccupante ed una crescente incapacità di andare al tiro. L'autonomia della squadra ieri è durata non più di cinquanta minuti.

    RispondiElimina
  34. Antoine, per "pressione su avversari ed arbitri" io intendo una bolgia di tifo A FAVORE, che mette in soggezione...Sono anch'io contrario alla cultura del "devi morire". Anche qui senza eccedere nel buonismo, però: se l'arbitro ci danneggia e sbaglia clamorosamente, va fischiato eccome, come anche il giocatore che attenta alle gambe dei nostri. 

    RispondiElimina
  35. Su questo siamo d'accordo, Deyna. Quanto al canone, concepisco la disobbedienza civile, ma deve essere esplicita, non camuffata e sotterranea nella speranza che non arrivi un controllo fiscale. Frizzi & Lazzi, Prove del Cuoco e umanate affini in molti vorrebbero non pagarle. Per me il secondo tempo della Fiorentina è dovuto più ad un calo di tensione (nella convinzione che il gol sarebbe prima o poi arrivato) che di tenuta fisica. Non farei paragoni con la squadra di Prandelli Senior e Junior che a gennaio non stava in piedi.

    RispondiElimina
  36. Chiarificatore7 gennaio 2013 16:41

    Non è disobbedienza civile, Antoine, è l'affermazione esplicita del diritto di non pagare un servizio che non esiste.Se qualcuno busserà a casa mia mi spiegherà le sue ragioni, se le ha,  ed io spiegherò le mie di ragioni e tutelerò tutti i miei diritti.Nel caso sarà mia cura tenerti informato sull'evolversi degli eventi, eh eh eh.

    RispondiElimina
  37. Non affermi esplicitamente alcunché se non rispondi ai solleciti dichiarando di non voler pagare il canone perché lo ritieni ingiusto, con onere della prova (diabolica) a tuo carico sulla pretesa ingiustizia. Faccio sommessamente il canone è una imposta (quindi non una tassa che prevede una controprestazione) che si paga (si dovrebbe pagare) per la detenzione di apparecchi televisivi, non per ricevere il segnale RAI.

    RispondiElimina
  38. Nel mio ultimo post va inserito "notare che" tra "Faccio" e "il canone"

    RispondiElimina
  39. Antoine, il chiari quando parla di canone si riferisce a Buck

    RispondiElimina
  40. Anche a me danno noia gli insulti apriori agli avversari (diverso se se li meritano perchè ti riempiono di pedate o fanno gesti antisportivi, ma la protesta deve sempre essere "pour cause"). Quanto ai canoni TV sono imposte dovute per la semplice proprietà di apparecchi atti a ricevere un segnale televisivo (anche computer quindi, di quelli più moderni), e la qualità del servizio fornito c'entra quindi poco. Imposta ingiusta e vessatoria quanto si vuole ma che esiste e che si può tentare anche di evadere, ma non si può pretendere di non essere perseguiti se ti beccano. Se poi se ne vuol fare una campagna di principio, non può esser fatta di nascosto, se no è solo per il principio di risparmiare il vile denaro.

    RispondiElimina
  41. Chiarificatore7 gennaio 2013 17:34

    Niente di nascosto. Si tratta di vedere se è legalmente giusto pretendere un cànone ( non parlo del canòne, poeta, eh eh eh) per un servizio, da chi non lo  utilizza e dove, tra l'altro,  non esiste, solo perché si possiedono apparecchi televisivi atti a ricevere altri servizi disponibili che si utilizzano e si pagano regolarmente. E' un arbitrio senza fondamento giuridico. 

    RispondiElimina
  42. Il fondamento giuridico sta nella legge e giuridicamente tanto basta. Semmai potrebbe non avere fondamento logico. Il tuo errore sta nel ritenerlo un pagamento per un servizio, quando in realtà è stato ormai chiarito (ancora recentemente dalla Corte Costituzionale) che si tratta di una imposta e che quindi, a differenza delle tasse, non prevede una controprestazione. Il fatto che tu non guardi i programmi Rai, non ne riceva il segnale, ti faccia vomitare la faccia dei relativi personaggi televisivi, non ti esime dal pagamento di detta imposta.

    RispondiElimina
  43. E' quel che mi risultava, per questo parlavo anche di computer...Certo che la definizione di "abbonamento RAI" è alquanto fuorviante, se è un'imposta dovuta al possesso di apparecchi atti alla ricezione del segnale.

    RispondiElimina
  44. Il possesso di computer, smartphone e tablet non comporta il pagamento del canone.

    RispondiElimina
  45. Tempo fa avevo letto che anche il possesso di pc portava a dover pagare il canone [potendo guardarci programmi tv], forse allora la cosa non è entrata in vigore? Vabuò, mi preparo per la cena: stasera 3 uova alla coque, con zucca, carote e scalogno a vapore con spolverata di curcuma e basilico, più brodo vegetale derivato dalla cottura. A poi!

    RispondiElimina
  46. BLIMP,mi sei mancato come un gol viola ieri.

    RispondiElimina
  47. Chiarificatore7 gennaio 2013 19:47

    Bene, Antoine, ho visto che  le cose stanno come dici tu, confermate,  in risposta a molte contestazioni per me fondatissime che mi portarono a cestinare i solleciti, dalla Corte Costituzionale nel 2007. Gli ultimi solleciti infatti li ho ricevuti nel 2006 quando abitavo a Ostia. Da quando, proprio nel 2007,  mi sono trasferito in questa zona della Sabina (Poggio Mirteto Scalo) dove non arriva il segnale, non sono arrivati né  richieste di pagamento del canone e tanto meno solleciti. Può darsi che abbiano la coscienza sporca per il fatto che qui il segnale non arriva, ed io vado avanti così, come tutti gli altri qui nella mia situazione  che pagano Sky ed hanno sul tetto solo l'antenna Sky.

    RispondiElimina
  48. Ooooh, è tornato il Colonnello, e in piena forma, smagliante, direi! Che si prepari, perché l'aspetta una raffica di domande!

    RispondiElimina
  49. Era il '65, l'inizio del girone di ritorno mi pare, sì. L'anno dopo ci si rifece perchè si vinse 5-0 con tre gol del mio amico e compagno di squadra Paolone Nuti.

    RispondiElimina
  50. Comunque ho cominciato ad esorcizzare senza successo dopo il primo quarto d'ora, quando già si doveva essere sul 3-0 e gli adiatici parevano una banda di zombi incapaci della minima reazione. "Queste partite alla fine si perdono" e mentre lo dicevo mi sembrava impossibile perchè quelli non passavano la metà campo nemmeno per sbaglio! Ma lo dicevo per gusto scaramantico, in genere quando si dice non succede mai ed il Ruben Pegna accanto: "ma icche tu dici, ma questi un son nemmen da serie B, o come l'hanno fatto a fa' 17 punti!". Ecco, ora n'hanno fatti venti accidenti a loro! Ho mandato in culo uno di Pescara che mi facea la radiocronaca negli orecchi e saltava come un invasato! "oh citrullo ma icche tu salti? ma con questa banda di pellegri indò tu credi d'andare? Se tu metti i'culo alla finestra e ti ci cova e rondoni". Dice che fa la protesta all'ordine! ma 'ntanto che vada a pigliassello ndo un batte i'sole!

    RispondiElimina