.

.

martedì 29 gennaio 2013

L'idraulica della passione

C’è sempre qualcuno che dopo una sconfitta sbuca dal cesso, almeno a Firenze è sempre successo. E senza chiedere il permesso fa risalire su certi pensieri dalle fosse biologiche di logiche intasate e anche un po’ patetiche. E’ incredibile ma c’è davvero chi appoggia la propria passione sulle sconfitte, come la carta igienica dove capita quando manca il porta rotolo. Lì a portata di mano, insomma, si la Fiorentina a portata di mano quando serve per le impellenze, ecco, capita così di vivere la passione srotolandola per bisogno, e per scaricarla poi tra Fi.it e Wc Net. E quando tutto fila liscio come centrare il cesso con il piscio, quando insomma va tutto bene, allora è come se si fosse costretti a dividere le gioie a malincuore, dolorose soddisfazioni condominiali, e così quando qualcosa s’inceppa allora scatta la ritorsione che ha lo stesso rumore dello sciacquone che si porta via con se il buonsenso insieme al famoso bambino, si quello che una volta se lo mangiano i comunisti e l’altra viaggia con l’acqua sporca dell’Arno come fosse un alborella. Certi tifosi non aspettano altro che una sconfitta per staccarsi dal riscaldamento centralizzato e installare il termosingolo, tanto poi quando uno si smerda c’è sempre il copritermo. Lo so che è un quadro scarno però purtroppo è così, siamo litigiosi, rancorosi, e con qualcuno dobbiamo pure prendercela, anche se chi lo fa dovrebbe anche prendersi la briga di segnarselo da qualche parte con chi se la prende, con chi se l’è presa la volta prima e con chi se la prenderà la prossima volta, prima che emerga l’evasione fiscale di chi da i numeri ma non ci paga le tasse. Ci sono tifosi poi che hanno veramente uno sculo pazzesco, diciamo che stampano molto spesso la propria passione sulla traversa, perché i periodi di gioia e di grandi soddisfazioni della squadra coincidono con il loro letargo, poi quando si risvegliano dopo mesi e mesi senza mangiare, allora le cose precipitano. Forse più semplicemente sono proprio loro che portano sfiga. Perché per loro siamo passati da una società incapace ad una finalmente ravveduta solo grazie al fatto di avergli dato d’incapace, e subito dopo un in-Castro favorevole ad una nuovamente incapace perché si sono potute recuperare le vecchie accuse prima che andassero in prescrizione. Mi perdoneranno i transumanti se per me la Fiorentina rimane una gran bella realtà a prescindere dal solo punto racimolato in quattro partite, la società ha agito bene a prescindere dal mese di gennaio, non si possono rimangiare certi giudizi dopo che delle sconfitte del duemilatredici non ne ce n'è una meritata. E’ paradossale commentare il risultato di domenica dopo aver visto la partita se nel proprio DNA c’è almeno un cromosomo da vero omo e non da quaquaraquà. E’ vero che l’appetito vien mangiando, ma la squadra ha dimostrato ancora una volta carattere e personalità, e la società allo stesso tempo ha dimostrato di essere la più attiva sul mercato. Poi tutto è perfettibile, tutto è criticabile per carità, ma allora anche dire che se Cuadrado avesse avuto la testa più rotonda probabilmente si sarebbe fatta molta meno dietrologia al cuadrado. La Fiorentina del secondo tempo di Catania rimane una delle più belle degli ultimi anni, una squadra che impone sempre il proprio gioco, e visto che sono cosciente di dire certe cose perché illuminato da un raggio di irresponsabilità che non mi permette di vedere le malefatte societarie, consentendomi di vivere cioè inconsapevolmente come chi non capisce una sega, conscio di questa sfortuna/fortuna vorrei nel mio piccolo ricompensare chi invece è costretto a soffrire perché la verità la conosce. Perché come se non bastasse la condanna di custodire la soluzione del codice criptato dei Della Valle nel quale è stato sviluppato il primo algoritmo della smobilitazione ripianata a suon di trenta milioni per volta, verità dure da sopportare oltretutto se accompagnate dalla condanna ai lavori socialmente utili come la transumanza verso il blog ossigenato per monitorare l’esilio dei pericolosi fomentatori di sana passione. Allora per chi ci legge ma non può intervenire perché già gravato da compiti penosi come quello appunto di controllare dallo spioncino, voglio trasformare la visione dei poveri derelitti in un trionfo di deretano, con l’aggiunta di un frustino per le proprie frustrazioni.

146 commenti:

  1. Ma quando tu ti alzi la mattina? Questa volta ho resistito, non sono andato nemmeno a leggere sul sitone, così ho evitato di incazzarmi e son rimasto negli accampamenti a fare qualche duello di allenamento. Sarà la vecchiaia ma non li reggo più tutti quei rompicazzo in SPE che ci sono di là compresi alcuni tuoi ex-amici.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore29 gennaio 2013 08:31

    La metafora, riprodotta anche in foto,  di quello che mette fuori la testa dal water dopo una sconfitta è formidabile.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore29 gennaio 2013 08:42

    Fatemi capire, per cortesia, voi che siete sul posto, come si configurerebbe il presunto arrivo, del presunto salvatore della patria Quagliarella, dopo il presunto ok di ADV, nel quadro del presunto impegno alla cessione di Jovetic.  






    Verrebbe per sei mesi?  



    E poi?  



    Quanto prenderebbe di stipendio? 



    Chi glielo pagherebbe? 



    Il presunto impegno alla cessione di Jovetic sarebbe perché ci fanno un favore sbolognandoci Quagliarella che hanno in esubero?




     Quanto sarebbe stato valutato Jovetic in questo presunto impegno?

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore29 gennaio 2013 08:52

    L'opera tutta mediatica, programmata ed organizzata, di distruzione di Neto, complici più o meno consapevoli, alcuni mitici portieri viola,  è vergognosa.

    RispondiElimina
  5. Dato che dopo le sconfitte non mi leggo i commenti degli utenti di fi.it, mi ero perso l'ultima perla del GAT, quindi ringrazio Deyna che ha l'ha condivisa con noi qui sul blog. Pensavo che l'apice fosse stato toccato con "Montolivo a livello tecnico vale Platini, Antognoni e Zidane", ma ora con "Legrottaglie e Natali meglio di Gonzalo Rodriguez" ha raggiunto vette che nessuno osa scalare. Se non ci piglia tutti per i fondelli (cosa che a volte sospetto) è un genio assoluto. Bisogna dire che tali preziosità non sono facili da trovare, immerse nel mare magnum dei messaggi dopo le pagelle, e in più confuse in mezzo a quaranta (o più) righe di offese a Deyna e altrettante di offese a Corvino (ultimamente un po' caduto in disgrazia, a dire il vero).
    In effetti è inconcepibile che simili capolavori vadano persi in mezzo a tanti commenti inutili  dopo le pagelle, secondo me fiorentina.it dovrebbe istituire "L'angolo del Gat", a cadenza almeno settimanale, in cui possa essere dato il giusto risalto al Gat-pensiero. Servirebbe a ristabilire il buonumore, a infondere ottimismo, diro di più: sarebbe indispensabile come volano psicologico per il rilancio dell'economia italiana.

    RispondiElimina
  6. Chiari, su Quagliarella condivido i tuoi dubbi, comunque ti copio e incollo quanto è scritto su Violanews:

    Repubblica: La Fiorentina dice no a Quagliarella    
    La Repubblica fiorentina parla del mercato viola relativo all’attacco. Davvero la Fiorentina non prenderà più nessuno dopo Giuseppe Rossi e Larrondo? Probabilmente sì. Dovrebbe capitare davvero l´occasione della vita per far cambiare strategia alla società, e al momento il mercato non offre soluzioni gradite. E Quagliarella? La Juventus sarebbe anche pronta a metterlo sul piatto (in caso di arrivo di un’altra punta) ma da Viale Fanti non arrivano aperture. Per più motivi. Perché non rientra nei parametri (per età e costi) e perché non si vuol mettere la Juve in una posizione di vantaggio nell’eventuale corsa a Jovetic. L´attenzione è rivolta alla prossima estate, quando torneranno di moda nomi come Aubameyang e Van Wolsfinkel.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore29 gennaio 2013 09:00

    Due personali Valutazioni di mercato:



    1) Esiste l'ipotesi che Viviano, viste le condizioni fisiche manifestate, non lo voglia  nessuno neppure come terzo portiere, perché si tratterebbe comunque di pagargli lo stipendio.2) Se volessimo malauguratamente liberarci di Neto, cioè un giovane talento mondiale nel ruolo, e rischiando di ripetere i vari casi Quagliarella, Cristiano Zanetti, Maggio, ci sarebbe la fila.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore29 gennaio 2013 09:04

    Nello stesso tempo continuare a tenerli entrambi è un quotidiano ed evidente danno per la Viola che rischia di diventare rovinoso.
     

    RispondiElimina
  9. Non sarebbe neanche un problema insormontabile con una tifoseria ed una classe giornalistica normali.  Qua è un massacro per tutti e due come preannunciato da giugno quando la campagna per portare Viviano fu almeno altrettanto vergognosa come quella fatta adesso per farcelo rimanere gettando merda a secchi su un giocatore nostro. Campagna che è dettata molto anche dall'eccessiva esposizione di quasi tutti i "media" allora. Siccome ai fiorentini le imposizioni non piacciono è sorto anche il partito di quelli che hanno sui coglioni ViviUnodinoi e che non perdoneranno nulla neanche a lui. Ergo, speriamo di ricominciare a vincere presto se no è un casino.

    RispondiElimina
  10. Tu se' buffo, Jordan, sono «solo e soltanto» suoi ex-amici eccetto il Multinick che però è un collegato ed è fruito, come i' Dorfino schiavo inculato (che da noi fa i' positivo da operetta e non ci crede nessuno e in cloaca: «Eheheheheh, facciamo schifo!»), da Kunz Pettifogger che però non so come abbia digerito i sette anni chiesti dal PM per il Cotonato, miglior presidente viola che lui abbia mai vissuto (e' unn'è normale, dài!, gni dee buttà proprio male, a vita, da anni a questa parte). Vedi bene, Jordan, che il riavvicinamento alle sorti viola era solo un tatticismo  per non farsi travolgere dalla piena (e c'ero pure cascato mannaggia! Voi siete
    più prudenti, li conoscete meglio nella loro immedicabilità di sfigati
    bavosi ed eravate giustamente attendisti): alla prima crisi, però, caponata di Giorgio a barattoli e Tavernello a fiumi, «Cielito lindo» e Pollock bambolino infilzato con gli spilloni voodoo, dismissione  e pontellizzazione, Gnignigni e iol'avevodettoyukyuk. Intanto c'è stata una sveglia mattutina, per una volta, di Cagaldo, che dopo Sangiovese invece del caffellatte dà la replica su Gonzalo (e poi innovativamente Candreva, Cigarini, Montolivo, Gamberini che non ha mai sbagliato uno stop in vita sua e si legga pure per credere, Pupil insensato e che plagia l'utenza, io che a mia volta plagio il Pupil, la stagista che plagia me... ahahahahahahahhahahahahahahah!). Pollock, ma Beberri si sarebbe dunque fatto lo scalpo, come vedo dalla foto... ahahahahahhahahahahhah!. Dritti su Bueno, dunque, ragazzi, come sembra! Jordan e Deyna mi confortano del resto coi giudizi sul ventenne. Invece, mi spiace per tutti e per me prima di tutti e tutti faccian rutti e speriamo che non siano giorni brutti e di galleggiar sui flutti, Viviano sempre più papabile per la titolarità domenica. Chiari, il Quaglia ci ha rifiutato quindi ogni ipotesi cade e di Juvetic, attualmente, mi frega quanto di un vecchio calzino bucato e puzzolento (quando ricomincia ad essere un uomo, prima che un calciatore, se ne riparla).

    RispondiElimina
  11. Chiari io credo infatti che Viviano lo vogliano in pochi. Prende 750000 euro di stipendio, che per il Bologna non è poco, ad esempio, c'è da pagare metà del prestito oneroso, e viene da due mezzi campionati in cui è stato bocciato sia da Palermo che da Fiorentina, dove anzi ha perso (sinora) un posto da titolare quasi blindato in partenza. Insomma al Bologna costerebbe 7-800000 euro per quattro mesi, tu pensi che facciano le corse anche loro? Con Neto se la caverebbero con un quarto di questa cifra ad esempio e credo che, a questo punto, un prestito senza vincoli per noi sarebbe la soluzione migliore per tutti. Poi si riprende Boruc il 31 gennaio e si manda in panca fisso ViviUnodinoi e tutta la Curva Fiesole, tanto il portiere santo (lui sì) ha due palle così, non legge i network nè i giornali e gli va in tasca a tutti.

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore29 gennaio 2013 09:41

    Certo Jordan, in un contesto normale e nella situazione data, anche nel ruolo di portiere si potrebbe puntare su una sana rivalità, ma appunto, in un contesto normale.

    RispondiElimina
  13. Chiari, Viviano non lo vuole nessuno perché vale poco. Anto, io ieri sera parlai di genio e sono ocntento che tu sia del mio avviso e non me ne frega nulla se il MonteCarlino fa uso di sostanze a correggere il Sangiovese, se io facessi lo stesso non riuscirei mai a inventare roba così e dichiaro quindi la mia inferiorità tecnica e la mia ammirazione intramontabile.

    RispondiElimina
  14. Non capisco perche' parli di campagna vergognosa Jordan. Il giocatore arriva a Firenze perche' fiorentino e italiano, ma anche come membro del gruppo della nazionale. Non si e' preso un custode degli Uffizi come difensore estremo solo perche' sapeva tutto della Primavera di Botticelli. Che Andrea della Valle voglia in squadra alcuni italiani rientra in una strategia precisa, che non mi pare scandalosa. Anni fa eravamo tutti colpiti dal fatto che c'erano squadre come l'Inter piene di stranieri. Oggi la cosa non ci dice nulla, ma sta di fatto che undici brasiliani o argentini li vedo piu' adatti a campionati di quei luoghi, detto senza nazionalismo e con molta simpatia per la colonia sudamericana di Firenze. Potrebbe anche darsi che Della Valle voglia fare della italianita' un elemento del suo marchio. Infatti il treno si chiama Italo e si restaura il Colosseo maggiore monumento italiano. Se poi si prendono italiani bravi, e Viviano lo e', il problema non va proprio posto. Credo che la crisi di Viviano sia psicologica. Domenica tornera' credo rivitalizzato. Non tifiamogli contro ma comportiamoci con illuministica razionalita' e fiducia in un ritorno del titolare ai suoi livelli. In attesa di Rossi, che spero non diventi altro oggetto di polemiche preconcette.

    RispondiElimina
  15. Pizarro nel gruppo: a Parma ci sarà e questa notizia vale un Perù anche se lui è cileno. Possibile passaggio al 4-3-3. Chi davanti? Fate il vostro gioco, signori, fate il vostro gioco... E se recupera anche Mati, chi fra lui e Migliaccio a centrocampo (per un centrocampo a 3 più indicato Migliaccio, direi)? Fa tremare Pasqual riportato terzino, però.

    RispondiElimina
  16. Non «a Parma» (abbiamo già dato, grazie!) ma «col Parma» nel post sottostante.

    RispondiElimina
  17. Salve a tutti!Vi leggo da tempo e quasi tutti mi conoscete per i trascorsi su cloaca.it(mai nome fu più azzeccato,specialmente negli ultimi periodi).Ho smesso di scriverci perchè è diventato insopportabile.Chiedo formalmente ospitalità,perchè mi pare che sia l'unico posto dove si posa discutere di fiorentina senza isterismi e senza i GATti di turno;sommessamente vi dico come la vedo io su alcuni temi di attualità viola.Capitolo portieri:ci sono costati dei punti e nessuno dei due si è dimostrato all'altezza(purtroppo).Il peccato originale(e su questo sono d'accordo con Jordan)è stato non mandare Neto a giocare nei due anni precedenti,quando era ovvio fosse il secondo di Frey e di Boruc.Mandandolo a giocare(oltre a non farlo arrugginire)avrebbe permesso di valutarlo e decidere se potesse diventare il nostro futuro portiere per anni,oppure,in caso contrario,rivenderlo(cmq a buon prezzo,perchè avrebbe giocato un paio d'anni).Oggi trovo deleterio difendere Neto a spada tratta trovandogli mille alibi,ed al contempo fare la medesima cosa con Viviano per il solo fatto che è tifoso viola.Certo è che se Montella è coerente con le sue scelte(ricordiamoci che a Catania ha fatto ruotare 4 portieri),dopo aver messo in panchina Viviano per le "cappelle" fatte,adesso difficilmente potrà esimersi dal farlo con Neto;non foss'altro per mantenere rispetto e dare immagine di coerenza totale allo spogliatoio.In definitiva non vorrei essere cmq nei suoi panni,perchè qualsiasi scelta farà sarà passibile di critica(a meno che il portire che sceglierà smetterà di fare cappellate).JOVETIC:secondo me il rendimento opaco avuto,oltre ad essere ovviamente una sua responsabilità,dipende molto anche dalla mancanza di vero centravanti al suo fianco;o di altro giocatore tecnico che può giocare punta(Mutu ad esempio...ah,averlo oggi nei suoi cenci,vero campione inimitabile).Perchè Jovetic ha bisogno di partire un poco lontano dalla porta e di avere uno in grado di chiudere un triangolo o di creare spazio con movimento senza palla(ahimè Toni non ha nessuna di queste due caratteristiche).Prima di crocifiggerlo e di dargli patente di gobbo mi piacerebbe potesse giocare con uno all'altezza.Dopo,e solo dopo,se le sue prestazioni rimanessero in linea a quelle attuali,allora bigliettino ringraziamenti e ciao.P.S:un saluto particolare a Pollock,autore di questo blog bellissimo,ed al TOCCA,che se anche scrive poco o niente spero ci legga.P.P.S:Colonnello,stamani hai avuto l'onore di essere rammentato dal bolognese...

    RispondiElimina
  18. Credo, Lud, che per te sia assolutamente dirimente che sia «membro del gruppo della Nazionale».

    RispondiElimina
  19. Ohohohohohohoh, DKNE! Benvenuto e chiedi sùbito la cassa deluxe di Pigato al Chiari, che ha uno stock inesauribile per i nuovi arrivati! Ho già commentato il Cagaldo di giornata, caro DKNE. Circa Neto/Viviano, che ieri ci hanno mandato a letto tardi con un numero di post disumano: Montella li gestisce come tutti gli altri, non perdona nulla, al primo errore sei fuori, è il suo modo per tenere alta la concentrazione. Montella è il tipo, minoritario, di napoletano intransigente, giansenista, esigente verso se stesso e verso gli altri fino all'ombrosità, dietro il sorriso tagliente. Con un portiere, però, la politica dell'«alla prima che mi fai ti licenzio e te ne vai» non è pagante, è anzi deleteria: un portiere deve dar sicurezza e per questo deve riceverla. E' vero che, nel ruolo, è la Società che ha creato a Montella il casino in estate ma lui, a Catania, si era comportato allo stesso modo, ruotando vorticosamente portieri fino a riposare su Carrizo (e compriamoglielo, allora!).

    RispondiElimina
  20. Commento pleonastico Chiari. Viviano ha cento presenze in A fuori da Firenze, che non possono certo essere spiegate dal suo essere fiorentino. Se lo chiamano in nazionale non sara' certo per farsi del male incassando goal da polli in partite ufficiali. E cio' per lo stesso motivo per cui come commercialista si sceglie uno che in primis sa fare i conti. O no?

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore29 gennaio 2013 10:51

    Benvenuto anche da parte mia DKNE.



    Non far caso al Colonnello, gli piace fare il signore col portafoglio degli altri.



    Ti sta arrivando  il quartino di rosso dall'Elba e mezza porzione di trippa in brodo direttamente da Via Prè.




    Desfruta ( senza la s finale perché è un imperativo, eh eh eh), come si dice in Sud America.  

    RispondiElimina
  22. Colonnello se avessi possibilità di scelta al buon Chiari chiederei una cassa di Grattamacco!Il bianco ha costi accessibili;lasciando il "serio" e andando sul "faceto" non penso proprio che Montella pensi anche lontanamente di passare ad un 4-3-3.Sia per Pasqual che per Cuadrado(che ha bisogno di spazi per andare in veloce progressione,cosa che non potrebbe fare partendo "davanti" come esterno d'attacco).Più probabile medesima formazione di Catania con Viviano al posto di Neto ed uno tra Romulo e Migliaccio al posto di Aquilani;e con Toni al posto di Ljiacic.Se Mati ancora non ha recuperato.Altrimenti possibile anche il suo impiego.Con Larrondo in rampa di lancio in corso d'opera

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore29 gennaio 2013 10:56

    Leggi bene Ludwig quello che uno scrive, prima di commentarlo.



    Pleonastico!? Io ho parlato di condizioni fisiche manifestate da Viviano che potrebbero rendere impossibile, anche volendola, una sua  cessione.




    Cosa c'entra con tutto ciò il fatto che è fiorentino e che era nel giro della nazionale?

    RispondiElimina
  24. Mi spiace Chiari stavolta hai ragione. Mi riferivo ad un commento di Blimp. Scusa.

    RispondiElimina
  25. Volendo essere positivi sull'ipotesi di Viviano in porta domenica: la Fiesole tutta per lui, il Ritorno dell'Eroe, lui gasatissimo, lavoro duro da un mese e mezzo per riscattarsi, concentrazione alta perché sa che non può più permettersi lacchezzi e ha visto che il Sergente su questo è intrattabile, partita che vinciamo e nella quale imponiamo la nostra grandezza fin da sùbito e dunque portiere galvanizzato dalla riuscita di squadra.

    RispondiElimina
  26. Lud, 100 presenze in A non giustificano la Nazionale ma Prandelli per te giustifica tutto, ecco quanto volevo dire.

    RispondiElimina
  27. Chiari tu hai tanti tanti tanti soldi e ti manca il tempo per capire come spenderli. Làsciati consigliare, apri il pugno, stendi la mano, fai che anche il borsello faccia «smile»!

    RispondiElimina
  28. Però adesso lascia stare il Pranda, caro Lud, e dedicati ai santi veri. Leggi ad esempio questo aneddoto agiografico, da Fiorentinanews:



    «Nicola Legrottaglie è noto nel mondo del calcio per essere un fervente ‘giocatore di Cristo’ e per i suoi racconti mistici. Come quello che riguarda il gol segnato domenica alla Fiorentina. “Venerdì scorso nella riunione infrasettimanale di Missione Paradiso – le dichiarazioni sono riportate da La Gazzetta dello Sport– un ragazzo sordomuto prima di andare via è venuto da me e mi ha detto: ”Domenica farai gol alla Fiorentina e toccherai le mani dove Cristo è stato inchiodato, sarà il messaggio di Gesù”. Ed io l’ho fatto”».


    Il problema è: ma nella storia, se proprio è andata così, Neto invece che parte fa? Quella di Barabba?

    RispondiElimina
  29. Un benvenuto a DKNE. A me pare che sul portiere ci stiamo incartando, Neto in prestito, Viviano via e uno fra Stekelenburg, Carrizo e Boruc. Premesso che quest'ultimo non lo rivedremo MAI più a Firenze (il motivo è uno solo, non ci vuole tornare) vedo gli altri due irraggiungibili almeno in questa finestra, non perché sia caro il cartellino o l'ingaggio (oddio, per un piatto di lenticchie non vengono) ma perché dovrebbe essere aperto un valzer di cessioni e prestiti, acquisti compresi, che non possono essere fatti nel tempo a disposizione. Ce li teniamo entrambi e dobbiamo gestirli col bilancino fino alla fine della stagione. Sul chi merita di difendere la porta avrei le idee chiare, hanno entrambi sbagliato ma il fiorentino non è tuo e devi riscattarlo ad una cifra improponibile visto il rapporto qualità prezzo, forse per meno della metà ci farei un pensierino; il secondo è invece un tuo capitale, molto più giovane e le cui potenzialità, ancora inespresse, non possono essere riassunte in un impiego di due mesi, dove si sono alternate luci e ombre. La scelta sarebbe anche semplice. Di difficile risoluzione, e non doveva succedere, è il trovarsi in questa situazione quando era facilmente evitabile. Ha del cervellotico la scommessa fatta in Agosto, in un ruolo fondamentale come quello del portiere si è preso uno che non ha toccato picchi di rendimento considerevoli, e mezzo rotto pure, e si è poi ripiegato su un giovane prospetto che veniva da due anni d'inattività; va bene aver fiducia o fiuto ma mi pare tanto una scommessa con un indice di rischio che poteva essere evitato magari convincendo il polacco a più miti considerazioni. Interessante poi l'articolo sul sitone, quello del rapporto fra possesso palla e tiri nello specchio/goal fatti e quelli subiti. Non che ci servisse il dato analitico per giungere alla conclusione che marchiamo pochissimo rispetto alla mole di gioco prodotta. Montella son 4 domeniche che piange sul dato e non ci si può aspettare 20 goal dai difensori, 15 dai centrocampisti e 10 dagli attaccanti, semmai il contrario. I difensori hanno già dato il loro contributo, il centrocampo ha dato poco in relazione ai giocatori (tutti con piedi educati), l'attacco è la nota dolente e volenti o nolenti dobbiamo riporre le residue speranze nei nuovi arrivi, Wolski e Larrondo, più il rientro di Mounir. Su Jovetic la vedo come DKNE, gli servono spazi e dialoghi in velocità e se non basta neanche il Liajic di Catania c'è da rivedere più di qualcosa nel modulo. Va preso atto che nutellino non è una seconda punta e a meno che non sbocci a 26 anni (non ne abbiamo il tempo né la pazienza) deve essere collocato dietro la coppia di sfondamento. Rimane Mounir, l'unico di cui si sono intraviste delle qualità, che ha la capacità di fare questi scambi in velocità con Jovetic oltre che un discreto senso della porta. Se poi Larrondo o Wolski valgono la metà delle parole che vengono spese su di loro, quello del goal, sarà un problema di cui avremo un vago ricordo per questo mese infernale che abbiamo passato. Su Quagliarella non investirei un centesimo, le minestre riscaldate non mi piacciono anche perché dal prossimo anno quello della seconda punta non sarà certo un problema. 

    RispondiElimina
  30. Benvenuto anche da parte mia a Dkne.
    Per quanto riguarda Viviano, un portiere in crisi psicologica è un problema enorme: se in generale un giocatore di calcio deve essere dotato di un carattere forte, per un portiere ciò è ancora più importante, direi indispensabile. Ma siamo sicuri, poi, che solo di crisi psicologica si tratti? Domenica ci sarebbero tutte le condizioni psico-ambientali favorevoli per lui, ben indicate dal Colonnello, ma a me è sembrato avere anche problemi di reattività dovuti probabilmente al grave infortunio patito due anni fa: ai tempi del Bologna lo ricordavo come un buon portiere, quest'anno l'ho visto spesso intervenire goffamente e in ritardo.
    Quanto al modulo: se si gioca a 4 dietro, è chiaro che terzino sinistro deve essere Tomovic e non Paqual. Metti una difesa con Roncaglia (o Cassani, se è ancora vivo, o Cuadrado, se vuoi spingere molto),  a destra, Tomovic a sinistra e Savic e Gonzalo al centro; a centrocampo Pizarro, Borja e Migliaccio (o Romulo); in avanti o giochi con Cuadrado a destra, Jovetic a sinistra e El Ham o Toni o Larrondo centravanti oppure - meglio - con un trequartista (Mati o Ljajic) dietro le due punte (Jovetic e uno dei tre centravanti)

    RispondiElimina
  31. Meraviglioso Blimp. Lo inserisco subito su facebook!

    RispondiElimina
  32. Blimp, non prenderei tanto in giro Legrottaglie, che ha conosciuto il Male Assoluto (è stato juventino) e si è redento. Il giorno in cui anche bettega, furino e conte si convertiranno, probabilmente  saremo vicini al Regno dei Cieli.

    RispondiElimina
  33. Anto, Pasqual non lo toglieranno mai, il problema è questo col 4-3-3. Toni basta. 

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore29 gennaio 2013 11:34

    Sulla problematicità del 4-3-3 soprattutto tenendo conto di Cuadrado la penso come DKNE. 




    Per domenica spero in un debutto di Larrondo dal primo minuto, al posto di Toni, e persino in quello di Capezzi al posto di Aquilani. 




    Migliaccio e Romulo al posto di Aquilani non mi convincono. 



    Romulo semmai,  in attesa di Alonso, vorrei vederlo una volta al posto di Pasqual.

    RispondiElimina
  35. Chiari, è quel che da tempo ripetiamo con Jordan: in Brasile ha spesso giocato a sinistra, perché non dovrebbe essere Romulo l'alternativa a Pasqual?

    RispondiElimina
  36. Infatti, Blimp, anch'io penso che rimarremo con il 3-5-2, si faceva tanto per parlare.
    Io domenica inserirei Mati al posto di Aquilani e Mounir in coppia con Jovetic in attacco.

    RispondiElimina
  37. Sono d'accordo, Anto. Le ultimissime: City, Valencia e tedeschi a riscattare la metà udinese di Cuadrado. Pista Matri caldissima (soluzione ideale, il Quaglia mi faceva umanamente e juventinamente ribrezzo).

    RispondiElimina
  38. Leo, sono completamente d'accordo con te sui portieri, su Quagliarella e su El Hamdaoui. Io però non metterei sullo stesso piano Wolski e Larrondo, pur non conoscendoli: il Polacco dicono tutti che sia un gran prospetto, mentre l'Argentino è considerato da molti  (tranne Ciccio Baiano e il nostro Louis, che io spero abbiano ragione) un giocatore mediocre, al limite della pipponaggine.

    RispondiElimina
  39. Anto devo giocoforza pensare che chi critica Larrondo prenda una cantonata, non tutti i giocatori rendono alla stessa maniera in certi ambienti, per lui credo sia l'ultima chiamata ad alti livelli, magari ci mette tutto e di più per far ricredere i suoi detrattori. Magari. Wolski da quel poco che ho visto mi pare un'ottimo giocatore, certo il Legia non gioca in A ma se uno l'è bono, l'è bono ovunque. Se anche marcasse poco ma mi fa una decina di assist vincenti ecco che quaglia subito il suo ingaggio. Ed è giovanissimo pure lui. 

    RispondiElimina
  40. M'inquietano, di Wolski, le dichiarazioni a ruota libera (aveva cominciato il padre) in pochi giorni, dichiarazioni un po' sbandate e in certi punti rasentanti la megalomania. Credo che il ragazzo, talentuoso fin che si voglia, abbia bisogno di essere sarchiato come si deve e Montella è l'asso, per questo.

    RispondiElimina
  41. Ecco, per dire ma proprio per dire, ma uno scambio alla pari Jojo-Ballo col City, non vi direbbe? A Pradè e al Mancio non può non essere venuto in mente, quindi Pradè l'ha scartato: si capisce benissimo perché, ma siamo sicuri che la testa di Juvetic sia molto più stabile? E siamo sicuri che una task-force di psicologi, inclusa nelle clausole contrattuali, non potrebbe farsi largo nella giungla mentale del mohicano? E infine una domanda ingenua, a chi ne sappia: gli psicofarmaci, se denunciati per prescrizione terapeutica alla federazione, potrebbero legittimamente essere somminsitrati al piombinatore di ragazzi della Primavera?

    RispondiElimina
  42. Benvenuto a DKNE.
    Grande Pollock per l'associazione tra fi.it e wc net.
    Leggo che per Alonso non si sta chiudendo per una distanza di 250mila euro: cos'è, una trattativa col padre di Ranocchia?

    RispondiElimina
  43. Bienvenido a DKNE...Giocare o essere convocati nella nazionale italiana oggi, Lud, significa poco, chiamano cani e porci. Il ruolo del portiere poi è in crisi nera, dopo Buffone il diluvio [Marchetti è un discontinuo di qualche efficacia, dallo stile obbrobrioso; Sirigu dopo ottimo esordio a Palermo e declino, mi dicono si stia riprendendo solo ora; De Sanctis è mediocrissimo; Leali e Perin ancora troppo giovani; Viviano è Viviano]. Il miglior Viviano si è visto a Bologna, quindi anni fa ormai, ed era un discreto portiere e niente più, anche in quella condizione non certo degno della grande tradizione viola del ruolo. A Brescia, nell'Under 21 e a Palermo ha sempre alternato buone prestazioni a partite inguardabili. Oggi somma le lacune tecniche e la mancanza di agilità di base, a una condizione fisica precaria dopo un grave infortunio [altro monito ai troppo ottimisti su Rossi], il tutto amplificato da una campagna per l'Uno di Noi deleteria, sciaguratamente partita da ADV e grancassonata dalla stampa fiorentina. Può darsi che rientri e sfrutti il clima di esaltazione per un po', ma sul lungo periodo le magagne non possono che tornare a reclamare presso l'evidenza. Io sarei per la sostituzione immediata, ma se non si trova un buon portiere ora [Stek, Carrizo, e Supah Boruc nel cuore], e ammesso che Montella scelga Viviano domenica, valutare di domenica in domenica il più bravo, e dentro quello. Una volta iniziata una rotazione, si deve proseguire con quella in base al rendimento, altrimenti diventa un'ingiustizia. 

    RispondiElimina
  44. Chiarificatore29 gennaio 2013 13:52

    Vabbè Colonnello che non sei uno come il sottoscritto che guarda tanto ai soldi, ma mi vuoi spiegare, nella tua ipotesi, chi pagherebbe  il mega ingaggio di Balotelli?

    RispondiElimina
  45. Matri non è certo il centravanti che ci può portare in CL, Colonnello, e spendere per un 30enne che nella prossima stagione non ci serve a nulla, non ha senso. Vaffanculo alla juve, che si tengano i loro avanzi, e avanti coi nostri piuttosto!

    RispondiElimina
  46. Ahahahahahahahahahah... Vitalogy! Sento che Pradè finirà presto nel mirino dello Schreber... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  47. Jovetic per Balotelli? Balo non lo vorrei neanche regalato [claro, riciclerei il regalo facendo incasso, alla Chiari], proprio ora che abbiamo ripulito lo spogliatoio.

    RispondiElimina
  48. Chiarificatore29 gennaio 2013 13:55

    La stessa domanda, Colonnello, in certa misura vale anche per Matri.

    RispondiElimina
  49. No, Colonnello, Pradè non può uscire dalle grazie del GAT: "Camporese? La parolina giusta, al momento giusto, sussurrata
    all’orecchio giusto a volte fa miracoli: che sia un mattoncino o un
    mattoncione portato alla causa nessuno lo saprà mai. Ma quello che
    importa è che Camporese sia rimasto, meno male. Camporese è un progetto
    di quasi top player della difesa… A bon entendeur!"

    RispondiElimina
  50. Fucile è svincolato... Bueno? Lasciate perdere...

    RispondiElimina
  51. Bueno non lo vedo adatto a questa Fiorentina, come dissi ieri...Fucile svincolato? Un po' che non lo vedo giocare, ma a me piaceva...

    RispondiElimina
  52. Matri ne ha 28 e mezzo, non trenta, Deyna, e se è quel che può venire che venga, io non sono per il tutto o niente. L'ingaggio per due anni lo paga il City, nella differenza, perché Juvetic ha valore di mercato di un cinque sacchi superiore. Comunque non avete risposto alla mia domanda finale.

    RispondiElimina
  53. mi correggo, era in pestito al Santos, è rientrato alla base (Porto) ma è in rotta e fuori dal progetto tecnico... Un'occasione alla Pracià... probabilmente te lo danno pure gratis...

    RispondiElimina
  54. Colonnello, credo dipenda dal tipo di farmaci, basta che non alterino in positivo la prestazione, credo. Balotelli nel caso dovrebbe avere una diagnosi certa, ma certi psicofarmaci poi sarebbero un po' incompatibili con il gioco del calcio, per quel che vedo sulle persone "normali"...Se poi non è un disturbo dell'umore ma pura follia, temo ci sia poco da fare comunque. Il problema penso sia anche che tanti giocatori si autoprescrivono alcool e droghine...

    RispondiElimina
  55. Colonnello, credo che se Pradè perdesse Alonso il Gat lo risparmierebbe perchè tanto non è un giocatore italiano.
    Se il Fucile a cui accennate è quello che giocava nel Porto, ne ho perso le tracce da un po'. Bueno non lo conosco. Lo scambio Balo-Jojo non lo farei mai. Matri ad un prezzaccio lo prenderei se non contenesse un'opzione per Jovetic.

    RispondiElimina
  56. Fucile lo prenderei al volo, Louis, tra l'altro mi fece grandissima impressione con l'Uruguay ai Mondiali 2010. Rapido, con garra, sempre concentrato, duro ma preciso nelle entrate, difficilmente ho visto un attaccante andargli via.

    RispondiElimina
  57. LUD,concetto pleonastico?E una parata plastica di Viviano,no?GUBERNATOR apre ricordando uno dei tre business che non moriranno mai e che portano denaro a iosa:carta igienica(gli altri due sono il food e le casse da morto);poi rispondendo al Legrottesque di ieri sera ci rimpalla una quasi burlesque,rammentandoci che proprio con la Juve abbiamo giocato una bella burla con Melo,banconota senza filigrana pagata come un debito con strozzino...eh eh eh.Il Gat s'è destato e ci ricorda che c'è chi è felice di essere triste.Il volano delle discussioni è qui,il rotore delle escussioni è qui,il generatore di riscossioni è il CHIARI.Brinderemo a DKN inneggiando al gioco alla spagnola,alla prossima spagnola(cubana per gli spagnoli,DEYNA docet)e libando al santo protettore dei bevitori spagnoli,San Gria(per gli astemi il santo dei succhi di frutta:San Tal).DKN benvenuto,come disse la pulzella colta in prato dal tombeur de femmes del Sitollock,colui che stalkereggia l'etere,le etero e tutto quello che fa mercato.Parliamo di cose serie:la Sciarelli sabato sera dedicherà una puntata a Jovetic,quello che afferma a Montella "Se mi cerchi,usa il compasso",tanto da quel cono d'ombra,neanche metaforico,non esce.È ora di un calcio nel sedere,facendo proprio il postulato del nonno "Un calcio nel sedere comunque è un passo avanti"?Domenica dovrebbe riposare Pasqual,lasciando il posto a Llama o Cassani.BLIMP,chiudo su Gat con un pensiero,credo di Evtuscenko:ci sono molti scacchi,ma un solo matto.Ah ah ah ah ah.....I secondini spieghino a DKN che non sono stato purgato,ma sto spurgando come una chiocciola il mio fio,reo di un attacco proditorio al GUBERNATOR,mai provato.I secondini spieghino ai terzini come fluidificare meglio.

    RispondiElimina
  58. Beh, un Sopra in grandissima forma, punto nel vivo, con tutta evidenza, da quel colpo di fioretto di mezzanotte, ieri, da parte di Vitalogy, dopo che il romano aveva dominato il gioco dando spettacolo per tutta la serata (un bis del gol castrense, ma non una castroneria). Attenzione adesso ai rapidi contropiedi vitalogiani.

    RispondiElimina
  59. Balotelli tratta per 5 milioni netti l'anno col Milan, Blimp. Penso sia questo il motivo per cui per noi e' inarrivabile.

    RispondiElimina
  60. Come ho già scritto, Lud, i primi due anni li paga il conguaglio o, se vuoi, li paga il City nella differenza coi 2,5 che per noi è il tetto per qualsiasi calciatore. Il Milan lo voglio proprio vedere cacciar fuori adesso una ventina o passa di milioni per il cartellino. Sono messe in scena mediatiche, come quella di Drogba, che si sapeva bene che nessuna società italiana poteva permettersi per ingaggio. Oppure ci vuole che il Milan venda in fretta tre pezzi per far cassa, ma il tempo stringe. 

    RispondiElimina
  61. Seferovic ufficiale al Novara, si chiude per Cassani e per Llama. Inserimento per Schelotto. Abbiamo offerto 9 per Aubameyang ma vogliono 15. Domani o mai per Alonso.

    RispondiElimina
  62. Finalmente un ex portiere che ha una visione obiettiva sul "caso" Viviano/Neto:

    http://www.fiorentina.it/notizia.asp?IDNotizia=125038

    RispondiElimina
  63. E invece sembra fatta, con ingaggio ridotto a 4 milioni. A questo punto il Milan deve vendere in fretta in fretta per arrivare a 20: chi?

    RispondiElimina
  64. Al Berlusca non gli ha fatto schifo come a voialtri, il Ballo. Comincio a indovinare chi si scipperà il terzo posto Champions. Peccato, a Natale eravamo in paradiso noi.

    RispondiElimina
  65. Ho tracciato un cerchio in terra, Colonnello, e l'ho delimitato con pietre e lava vulcanica. Al centro ho messo una candela, che terrò accesa fino alla fine del mercato, assieme a offerte in bevande e cibo. Tutto per scongiurare il ritorno di Pazzini a Firenze, tutto, sono disposto ad arrivare perfino al pentacolo e ai sacrifici umani!

    RispondiElimina
  66. La formazione ideale di Montolivo: Buffon; Maldini, Dainelli, Gobbi; Donadel, Liverani, Ambrosini, Lazzari; Gilardino, Van Basten, Pazzini. Me lo diceva una mia amica che nelle notti milanèsi ha cominciato a girare roba pesantissima...

    RispondiElimina
  67. In un'intervista Montolivo, a parte le solite banalità dette dai calciatori, ha stilato il suo undici ideale, che vi trascrivo:

    Buffon; Maldini, Dainelli, Gobbi; Donadel, Liverani, Ambrosini, Lazzari; Gilardino, Van Basten, Pazzini


    Non ho capito bene quale criterio abbia seguito, ma lascio a voi i commenti.

    RispondiElimina
  68. Uh, il mio messaggio si è sovrapposto a quello di Deyna.
    Comunque la formazione è quella, a voi i commenti.

    Intanto, pare ci abbia rifiutati tale Heidegger o Runggaldier o qualcosa di simile

    RispondiElimina
  69. Caro Deyna, mi hai letto nel pensiero, quando scrivevo «chi?»... Pensa allo scenario: bacchico ritorno di fiamma delle 'ntrocchie verso il colore viola, caponata di Giorgio a gogò, spizzichi di testa che non si conteranno più, Deyna sei un dogmatico, erano solo due metri ma intanto era stato bravo a smarcarsi e poi gol così li hanno sbagliati tutti, l'Enoteca, la stagista, 'sto cazzo, Montecarlo, zzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz...

    RispondiElimina
  70. Chiarificatore29 gennaio 2013 15:46

    Non c'entra la droga Deyna, anche un tossico non arriverebbe a scrivere quella formazione strampalata, è quasi tutta "calcolata", si tratta di piaggeria, è viscido e falso come Giuda.

    RispondiElimina
  71. Chiarificatore29 gennaio 2013 15:49

    Avrebbe voluto metterci anche Nocerino, ma si bruciò con la nota gaffe.

    RispondiElimina
  72. Beh, sì, Chiari. Che scenario da incubo, Colonnello! Piuttosto colletta tra noi - anticipaci Chiari, poi a fine mese restituiamo - e di corsa a convincere Bruno Giordano che non è mai troppo tardi per vestire la maglia viola.

    RispondiElimina
  73. Sono dell'avviso del Chiari, quella formazione è lo specchio di un'anima (nera).

    RispondiElimina
  74. DEYNA,a te non aiuterebbe neanche il collettore del clan dei sardi,con seni,pubi e capezzoli,per il tuo rito;un visionariio Giuttari bollerebbe l'affaire-Pazzini come una pista usurata,gravata di incertezze sull'origine della fonte.Un dato di fatto oggettivo e che Pazzini ha segnato,da solo,quasi quanto tutto il cucuzzaro d'attacco viola messo insieme.ANTO,qui,tutti noi,di Heidegger conosciamo solo un certo filosofo,e poi chi non accetta non merita;l'unico che accetterei,io,è Conte...Mi sostituirei al boia,che nel frattempo è andato al bar a chiedere un cappuccio....eh eh eh eh.

    RispondiElimina
  75. Sopra, è imparabile che Segnamai abbia messo dentro un gol in più di Toni+El Ham, il che prova la tragica situazione del nostro settore avanzato e la necessità urgente di rafforzarlo (duqnue non con lui). Heidegger ha un'ottima scelta di Tempo, per Essere un forestale.

    RispondiElimina
  76. "Dallo sport alla politica, serve un ricambio generazionale". Tanti i temi toccati dal Ct azzurro Cesare Prandelli intervenuto ai microfoni de 'L'Huffington Post': "Scommettere sui giovani in un periodo di crisi come questo? Credo
    dipenda da un fattore culturale della nostra società. Trovo
    preoccupante che un Paese non investa sul proprio futuro attraverso un
    percorso di formazione e di avvicendamento graduale basato su merito,
    competenze e qualità. Nel calcio, paradossalmente, la crisi economica ha determinato una tendenza diversa rispetto allo scenario generale italiano: se da un lato può senza dubbio essere considerato un aspetto positivo dal quale il calcio italiano trarrà enormi benefici,
    e non mi riferisco solo alla Nazionale A ma anche e soprattutto alle
    Nazionali giovanili, dall'altra non possiamo fare a meno di notare che
    questo processo, in ambito club, per molti versi sia scaturito sulla base di una necessità contingente anziché essere frutto di una programmazione". 

    E bravo Santino, viva la crisi, se fa bene alla nazionale! E viva anche la meritocrazia, è grazie a quella se Prandelli jr è arrivato a Parma, Fiorentina e nazionale!

    RispondiElimina
  77. Sono per Balotelli. Magari! Sarebbe vicino al suo ex ct, andrebbe a cena con la nobildonna ( niente doppi sensi!) e potrebbe vestire la gloriosa maglia della Viale D'Annunzio-Coverciano-Villa I Tatti-Esselunga del Gignoro, altrimenti nota come nazionale italiana. E per il gioco di Montella sarebbe perfetto. Ma non ci credo nemmeno se lo vedo spupazzare il figlio della Fico in via dei Roccettini.

    RispondiElimina
  78. Prandelli ha ragione Deyna se voleva dire che in tempi di crisi si sono ridotte le spese folli e gli ingaggi. Tre anni fa soltanto non avresti potuto fare a zero una campagna acquisti come quella viola. Finalmente verrebbe da dire non ci sono più trasferimenti da ottanta milioni di euro!

    RispondiElimina
  79. I gol vanno anche pesati, Pazzini la metà li ha segnati al Bologna, per il resto gol ininfluenti, mi sembra, tra cui quello segnato a noi, di cui ben 3 su rigore. Per la gran parte delle partite ha fatto ampiamente cacare, infatti la tifoseria rossonera lo considera poco più che un bidone, da quanto ne so. 

    RispondiElimina
  80. Comunque sono in attesa di dvd esaustivo su Cristoforo, da parte di uno dei miei amici calciomani...Appena visionato, vi saprò dire. Per una cosa o per l'altra, è uno dei giovani uruguaiani che ho seguito meno, fin qui...

    RispondiElimina
  81. Prandelli se ne fotte della gravissima crisi che mette a terra gran parte della popolazione, pensando ai benefici sul suo particolare, ovvero l'orticello della nazionale azzurra. Tanto l'Eticone gira per Firenze con un suv-carrarmato che se si addormenta alla guida tira giù la Fortezza da Basso, che je frega a lui! Insiste peraltro sulla meritocrazia, quando per pudore dovrebbe almeno tacere.

    RispondiElimina
  82. Deyma, sarà difficile che tu possa convincermi a sconfessare il nomignolo che ho passato brillantemente a tre tifoserie, come i blog delle stesse dimostrano: dico che, se possibile, stiamo in situazione anche più disastrata.

    RispondiElimina
  83. Magari invece ci vendono Robinho, così completiamo la nostra Grande Sagra Della Mezzapunta E Della Seconda Punta.

    RispondiElimina
  84. Anche su violanews sono delle belle fiche! Fanno i sondaggi senza mettere un limite ai voti, così quelli del Viviano-club votano cento volte ciascuno ed in dieci sembrano mille!

    RispondiElimina
  85. Colonel, togli i tre rigori, e Pazzini ha segnato 7 gol, Toni 6: non vedo il salto di qualità.

    RispondiElimina
  86. Approfittare momento sbandamento Roma,48 ore per spiegare a Osvaldo che li cambiano allenatore ogni anno,che Zeman è a scadenza come uno yogurt,che li ha troppa concorrenza,fargli puntare i piedi...Forse troppo tardi.

    RispondiElimina
  87. Sopra, la Roma ha Destro fuori per un po', impossibile strapparle Osvaldo in extremis. Per giugno però sono molto fiducioso, anche perché ho l'idea che Er Proggetto,  com'è gestito da Sabatini&Baldini, andrà presto all'aria.

    RispondiElimina
  88. E poi? Comunque savesse davvero lavorato duro per un mese e mezzo avrebbe già rigiocato.

    RispondiElimina
  89. Perchè ha giocato qualche partita in nazionale da due anni a questa parte? per andare a fare il quarto in tribuna può convocare anche me.

    RispondiElimina
  90. Deyna, se arzigogoli bisogna dire che Segnamai ha chiaramente meno minuti giocati. Io Toni lo cambio con tutti, è un cimelio, non è un giocatore.

    RispondiElimina
  91. E dai con gli italiani e i brasiliani, lo vedi che sei tu che vai a fissazioni! La campagna è stata vergognosa perchè ha quasi imposto una scelta tecnica basandola su fattori emotivi (la bambina che si chiama Viola, il giglio tatuato sul petto, il passato curvaiolo), e rendendo quanto meno complicata qualsiasi alternananza, come ben si vede. Neto ha fatto una cappella clamorosa a Udine e una mezza cappella a Catania, ma gli si imputano quasi tutti i gol che ha preso, si tratta come un appestato come una pippa clamosrosa, scordandosi che ha fatto vedere anche grandi cose a Udine in Coppa, col Napoli e con la stessa Roma, scordandosi che è stato tenuto per due anni lontano da quasi ogni competizione. Non so se Viviano giocherà domenica, da una parte lo spero e spero però che Neto venga mandato a giocare in ambiente più serio e più tranquillo, così tu sarai contento che abbiamo il portiere fiorentino come lo sei stato nelle precedenti 17 partite che ha già giocato.

    RispondiElimina
  92. Chiarificatore29 gennaio 2013 17:34

    Con allenatori come Enrique e Zeman ed i loro progetti di gioco, dovevano ripartire da zero nella scelta dei calciatori e dando al tecnico carta bianca e tempo. Montella ci pensi bene prima di farsi abbagliare da qualcun altro, perché le condizioni di partenza e la società che ha trovato a Firenze non si trovano facilmente.

    RispondiElimina
  93. Chiari, se chiama una strisciata ci vanno tutti.

    RispondiElimina
  94. Chiarificatore29 gennaio 2013 17:58

    Non ho dubbi su quello, Colonnello, dico solo che anche uno bravo come Montella correrebbe il rischio di bruciarsi, e quindi di svalutarsi, non solo nella Roma ma anche in una strisciata, dove ben difficilmente troverebbe le condizioni di partenza che ha trovato a Firenze, e non solo dal punto di vista dei calciatori da scegliere, ma persino con un Direttore Sportivo al quale è legato da un precedente rapporto e da una reciproca stima. Anche a Firenze del resto se fosse venuto, ad esempio, quando è venuto Sinisa, trovando quello spogliatoio e Corvino invece di Pradè, avrebbe avuto le sue belle difficoltà a sintonizzarsi ed avrebbe corso anche lui il rischio di fallire.

    RispondiElimina
  95. Quindi per prendere un'eventuale punta,in 48 ore,bisognerà appellarsi a San Buco?Per evitare Pazzini basterà accendere un cero a Dio e due al Diavolo??Essere stupidi è un diritto ma non credo che qualcuno ne approfitti,del diritto(cfr.la società).Tra un paio di anni Conte lascerà la Juve,e allora Montella sarà tra i papabili,continuando così;BLIMP,hai scritto da saggio.

    RispondiElimina
  96. Chiarificatore29 gennaio 2013 18:08

    Sopra,il posto alla rubentus  del dopo Conte e del dopo mondiali è già prenotato da Prandelli.




    Quanto a Montella è certo che se continuerà a fare bene a Firenze a fine contratto potrà andare in un top club e non solo italiano, l'unica possibilità di trattenerlo potrebbe essere il cantiere Mercafir ad un buon punto di avanzamento lavori.  

    RispondiElimina
  97. Da Fiorentinanews:


    Mario Balotelli è tornato in Italia ed è ufficialmente un giocatore del Milan, che lo ha preso per 20 milioni dal Manchester City. Domani farà le visite mediche e sarà messo contratto fino al 30 giugno 2017. Nelle scorse ore un tifoso dei Citizens lo ha salutato a suo modo facendo pipì sulla Bentley di Super Mario parcheggiata fuori da un ristorante indiano dove stava trascorrendo la serata in compagnia di alcuni amici.

    RispondiElimina
  98. Pare che Balotelli sia ansioso di poter entrare nella Top-11 montoliviana. L'incertezza regna sovrana: al posto di Gilardino, di Van Basten o di Pazzini?

    RispondiElimina
  99. Ragazzi no, per piacere... su Pazzini non rammentiamolo neanche per scherzo... Che poi, di tutti i gol che ha segnato al Bologna, tra andata e ritorno, trovatemene uno dove non ci sia una cappella dei difensori... comunque: via anche Cassani e Llama... ora almeno un esterno bisogna che lo prendano, sennò davvero ricomincio ad allenarmi e magari qualche spezzone da buona ex ala lo faccio pure... 

    RispondiElimina
  100. Chiarificatore29 gennaio 2013 18:39

    VIOLANEWS: "Stando alle ultime indiscrezioni raccolte dall’AtaHotel Executive Emiliano Viviano non lascerà la Fiorentina in questa finestra di mercato. Il tecnico Vincenzo Montella ha parlato sia con lui che con Neto. Il succo del discorso: avrebbe chiesto a entrambi più impegno, specie all’estremo difensore fiorentino. Via i chili di troppo, più allenamenti, anche in solitaria. Viviano ha risposto positivo: è pronto a lottare per il posto da titolare."  
    Ho letto bene? Chili di troppo a metà campionato? Dopo le prestazioni che ha offerto finora? Spero che si tratti di parole in libertà del giornalista, perché se fosse vero ci sarebbe da mettersi le mani ai capelli. 
     

    RispondiElimina
  101. L'esterno arriva, Louis, tranquillo. Il problema è che non so se arriverà quel che più conta, il cuneo davanti, e per di più oggi è stat sancita la pace con Viviano, che resta a Firenze e dunque sarà titolare domenica.

    RispondiElimina
  102. Saluti africaniScusa Lele ma ho ripreso solo ora il treno.Saluto con  grande piacere DKNE che leggevo volentieri quando rispondeva al"giornalista"bolognesechescrivedicalcio.Mi
    fa molto piacere che arricchisca il salotto di S.Frediano,ma gli faccio
    un invito formale: non desistere,continua,per favore,ad alimentare le
    baggianate oltre appenninche,lo so che e'dura,durissima,ma il
    ritorno-divertimento e'assicurato,e'peccato seccare una cosi'rara fonte
    di cazzate.Comunque non preoccuparti,basta qualche rispostina,non ti
    chiedo di immolarti come Deyna,una via di mezzo tra l'agnello
    sacrificale e la spalla ideale come fu Mario Castellani,o Gianni
    Agus.Menzione particolare al LUD.Noi incrociamo spesso le lame,caro
    LUD,ma la tua disamina tecnica odierna delle 9.09 rasenta la perfezione,
    infatti quello un c'ha capito una sega nulla,oltre ad aver evidenziato
    nella risposta,la solita cialtrona melducazione e arroganza.Nella stassa
    pagina rilevo un ottimo Mambo,nello specifico.Comunque,LUD,i temi
    tattici scritti coi numeri,spesso ingannano.La Fiorentina non gioca
    un 352,ma un 361 con Toni,o un 370 con Ljajic.E'mia impressione
    cioe',che con gli anni Jovetic si sia allontanato sempre di
    piu'dall'area e abbia pochissima voglia di entrarci.Definirlo punta o
    anche seconda punta,e'una forzatura bella e buona.Comunque se venisse
    Matri,se impossibile Osvaldo,e me andrebbe molto bene.
     
    Lele
     

    RispondiElimina
  103. Chiarificatore29 gennaio 2013 18:49

    Italo, poeta?

    RispondiElimina
  104. Lele, quel che dici di jojo lo penso anche io e credo che sia dovuto all'infortunio che ha subito. Non essendo uno con i coglioni d'acciaio (mi pare ormai chiaro a tutti), preferisce girare al largo dalla mischia, ma così, di gol, ne farà sempre meno... Blimp, ho letto adesso la notizia: gran cazzata grazie alla quale ci faremo molto, ma molto male... Se poi davvero rimettono Viviano in porta allora non ci resta che incrociare l'incrociabile...

    RispondiElimina
  105. No, ancora Freccia.

    Datemi qualche feedback della giornata sul blog. Se ce n'è qualcuno d'interessante.

    RispondiElimina
  106. Gianni Agus... ahahahahahahahahahahahahahahahahah! Sopra, attento sulla fascia, è partito come un bolide Lele con una prateria davanti! Comunque, Lele, quando Cagaldo scrive di notte è più divertente, c'è più sale nei suoi deliri. Si vede bene che la mattina si sveglia presto per eccezione e oggi era appannato, sembrava non creder nemmeno lui alle cazzate che sparava... Non c'è nemmeno gusto a rispondere in quelle condizioni, Deyna lo fa metà per vocazione didattica metà perché è una merdaccia.

    RispondiElimina
  107. L'Atalanta sta trattando Pinilla...

    RispondiElimina
  108. Cagaldo scrive bene per l'adrenalina che arriva dal vedere la stagista,come quando si torna alle 3 di notte dalla discoteca o da serata movimentata,hai perso sonno,hai visto donne e stai tosto...famosa la battuta di Cagaldo ad un conoscente "Quella stagista li?6 giorni fa potevo scoparla..." e l'amico "Perché sei giorni fa?" e Cagaldo "Perché sei giorni fa ho avuto un'erezione..."(uh uh uh uh ).Oramai tutto il suo codazzo si assottiglia,come se la signora in giallo dei Ferrero Rocher adesso facesse pulizie condominiali e l'altro delfinotto senese fosse un esodato.DKN è arrivato appena in tempo,visto che dall'ultimo scritto sepolcrale del vate ha ufficializzato che la monnezza disseminata nei pertugi fognari del web,non riciclabile,non termovalorizzabile è solo ulteriormente ruvidizzabile,per chi piace ruvido.BLIMP,il gagliardo LELE può superare quando e come vuole,io so da solo che (alluce)valgo,mentre lui ha luce propria,lui risplende come un Re Sole,lui non prende sòle,forse donne sole,tipo la sua ultima conquista,la più modella giapponese:Kemona Ikekoshe;per me l'interrogativo che mi perseguita da tempo:gli abitanti di Biella hanno il cilindro?

    RispondiElimina
  109. Ecco cosa c'era di saliente, DKNE. Benvenuto!

    RispondiElimina
  110. Louis, stai insinuando che potremmo sentire urli sensazionali dall'Africa?

    RispondiElimina
  111.  Il
    nome di Hernan Barcos è accostato con sempre maggior forza alla
    Fiorentina e la cosa certa è che l’attaccante del Palmeiras abbia tutta
    l’intenzione di riprovare l’avventura in Europa. Barcos nasce a Cordoba
    nel 1984 ed esordisce con il Racing Avellaneda nel calcio
    professionistico. Comincia poi un lungo girovagare che lo porta in
    Europa. Nel 2007 approda alla Stella Rossa di Belgrado e fa una
    buonissima impressione. Segna a raffica (13 gol in 21 presenze), ma il
    club serbo non riesce a trattenerlo. Il Racing lo riporta a casa, ma
    continua a non schierarlo in prima squadra e lo cede di nuovo in
    prestito. Gioca un anno nell’Huracan e poi viene ceduto (sempre in
    prestito) ai cinesi del Shanghai Shenhua (dove sarà eletto miglior
    giocatore del torneo). I campionati cambiano, ma lui continua a segnare a
    dispetto del fatto che il Racing Avellaneda non lo voglia tenere con
    sé. La svolta arriva quando viene ceduto a titolo definitivo all’LDU
    Quito, club nel quale gioca 92 partite e segna 53 reti. Un club
    importante come il Palmeiras, successivamente, si accorge di lui ed in
    Brasile mette a segno 25 gol in 50 presenze. Vanta tre presenze nella
    Nazionale argentina (il debutto è arrivato il 19 settembre scorso contro
    il Brasile). Il ‘Pirata’, questo il suo soprannome, è un centravanti
    d’area di rigore ed i numeri testimoniano che vede la porta con una
    certa continuità. Su di lui si era fatta viva l’Inter già lo scorso
    anno, adesso Macia e Pradè sembrano voler spingere sull’acceleratore.

    RispondiElimina
  112. Carissimo Orcio, la mia paura è un'altra e, purtroppo, ora dopo ora, minuto dopo minuto, prende sempre più corpo: il ritorno di SEGNAMAI FORREST GIAMP! 

    RispondiElimina
  113. Tranquillo Louis, Pradè ha detto che avrebbe preso solo grandi occasioni, quindi non vedo alcun rischio del ritorno...

    RispondiElimina
  114.  Fiorentina, colpo a sorpresa: ecco Momo Sissoko


    29.01.2013 20.27 di Arturo Minervini  articolo letto 846 volte






    © foto di Federico De Luca

















    Altro colpo a sorpresa piazzato da Daniele Pradè, direttore
    sportivo della Fiorentina. Come annuncia il collega Gianluca Di Marzio -
    attraverso il suo blog - i viola avrebbero definito l'arrivo di Momo
    Sissoko (28), centrocampista ex Juventus, che in questa prima parte di
    stagione ha trovato poco spazio al Paris Saint Germain. Tutto definito,
    anche la formula, con il mediano che arriva in prestito con diritto di
    riscatto fissato a 3,5 milioni.

    RispondiElimina
  115. ECCOLIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII


    SONO I NUMERI 1!



    RispondiElimina
  116.  Leggi sopra Orcino, leggi sopra.... e godi!

    RispondiElimina
  117. E' il Riganò argentino, i gol li fa, ma non credo che venga, di certo non alle cifre che voleva il Palmeiras.

    RispondiElimina
  118. «La Signora in giallo del Ferrero Rocher»... ahahahaahahahahahahahahhahaahahhahahahahahahaha! Però quella della giapponese la sapevo e allora mi vendico con un'altra non fresca forse ma utile agli utenti del sitollock perché trattasi dello pseudonimo di Jordan: Gustavo Lafiga  (ahahahahahahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  119. Hai capito ora perchè non lo fa giocare? L'ha preso sui coglioni perchè fa il lavativo agli allenamenti, un dolorino qui, una fitta lì e ogni tanto si ferma mentre avreb e bisogno di lavorare il doppio di un altro.

    RispondiElimina
  120. Bono,Sissoko è bono per il nostro centrocampo.Ottimo interdittore,calcio pulito,non sgraziato.Ottimo refill per la mediana.Manca solo il colpo agognato da BLIMP ma....nun te vonno accontenta','o principe....

    RispondiElimina
  121. Il centrocampo è a posto, così, altra roba che Migliaccio a dar fiato ai Magici o a comporre una quaterna da 4-4-2. Adesso la punta e l'esterno (eviterei il Taddei uscito fuori nel pomeriggio su qualche sito).

    RispondiElimina
  122. Gente, se riesce a non rompersi questo è un mostro...                                                                                                                                                                                     ... avanti Pracià, adesso fateMICI godere, lo so che ci state provando, avanti, avanti...

    RispondiElimina
  123. Sissoko significa che qualcuno ritenga serva un altro po' di quantità a centrocampo, inoltre era anche uno che aveva gran senso degli inserimenti in area, e un bel passo... secondo me era fortissimo, ma... ma... come sta oggi???

    RispondiElimina
  124. Chiarificatore29 gennaio 2013 20:59

    Subito in campo contro il Parma al posto di Aquilani, così si scalda in vista dei gobbi.

    RispondiElimina
  125. per codesto la gusto ancora, solo un po' meno spesso.

    RispondiElimina
  126. Chiari gli è alla Coppa d'Africa anche lui, c'è caso che tu ce l'abbia tra quindici giorni.

    RispondiElimina
  127. Ecco Louis, ricordo che i gobbi lo hanno mollato causa continui infortuni. Come tutti avete detto, se sano è un animale nel mezzo. Ma tu Louis stI pregustando un colpo davanti, ti leggo carico.... Certo che in questo sprint finale può capitare di tutto, ormai chi deve alleggerire un po' i conti ridurrà le proprie pretese.... Vediamo se in poco tempo arriverà l'agognato duo salva-Slimp.....
    A proposito, Colonnello, cos mi dici di Balotello ad alzare l'asticello?

    RispondiElimina
  128. Slimp????????????!!!!!!!!!!!!! Comunque su Ballo ho già commentato, e' vi fa schifo ma questo porterà il Milan in Champions e la Signora in giallo di Ferrero Rocher la porterà a sfinirsi a ditalini, sai!

    RispondiElimina
  129. Fascia africanaNo
    SOPRA,non provo nemmeno il sorpasso,non possedendo le
    capacita'.Tuttavia sono sempre stato attratto dalla fascia e,pur non
    avendone le caratteristiche,ci ho provato,con non lusinghieri
    risultati.Corsa,fisico,anche il piede per il cross,ma puntare l'uomo
    e'roba per pochi.Ricordo quando Paolino Rossi cercava di spiegarmi,ma il
    dribbling non si insegna.Da questo ho sempre nutrito ammirazione
    massima per chi si prende i rischi del ruolo piu'difficile in assoluto e
    va su e giu' senza recupero.Scuso spesso chi ci staziona pur poco
    dotato,Pasqual es.come pure quelli superdotati tipo,cito a caso,
    Pasquale Iachini,Alberto Di Chiara,Bruno Conti,Overmars,Brian
    Laudrup,Cuadrado e pure Cerci.Le critiche che molti di questi  hanno
    raccolto durante la loro carriera,mi son sempre state sul gozzo,ma poi
    ragionandoci,mi dico che sono figlie dell'ignoranza,provenienti da gente
    che se ha dato un calcio al pallone lo ha fatto forse sulla battigia
    magari zappando e tirando su'un kilo di rena,gente che magari crede che
    giochicchiare al rallentatore e fare il passaggino di due metri come
    Montolivo sia gioco del calcio da Nazionale.No questi,ricordo
    bene,fischiavano Laudrup e Di Chiara.Ecco perche'mi incazzo quando leggo
    Ceccarelli che a Catania da'a Cuadrado 5.5,oppure quelli che
    sbeffeggiano Cerci. Ovviamente il colombiano e'piu' completo,ma Cerci
    quando e'in forma,ispirato e punta l'uomo,nove volte su dieci lo salta e
    a molti questo sembra una cosina facile.Bene,mi si dica chi,in Italia,a
    parte lui,puo' farlo.Contro l'Inter il secondo gol se lo e'inventato di
    sana pianta lui,ha messo la palla a Meggiorini che e'da cineteca
    dell'Universita'del Calcio.Putroppo per lui e per noi,lui si spreme solo
    in avanti,che voglia di rincorrere l'avversario  nemmeno tra sette
    vite. Peccato,col cervello votato al sacrificio  avrebbe potuto essere
    un grande: piede,tiro,corsa,fisico,ma la testa e'quella... Quindi,caro
    SOPRA,me ne torno nel mezzo,stai tranquillo che di li'non si passa in
    nessuna maniera e ti lascio volentieri i volteggi sulla fascia,adatta ai
    virtuosisimi di cui sei capace,per me inarrivabili.
    LeleP.S.Sta bene,Vita,l'ho visto giocare proprio ieri.
     

    RispondiElimina
  130. Mi stavo giusto chiedendo: "Ma quel Ralf poi l'hanno lasciato del tutto perdere? Insistono solo su gente di pura qualità, ma uno tosto in mezzo al campo [meglio di Migliaccio] farebbe schifo, visto le rimbarcate che si prendono?", ed ecco che apro internet e ti vedo il quasi fatto acquisto di Sissoko. Prima ho pensato al più giovane, poi vedo che è l'ex gobbo. Che dire? Se ne parlava anni fa con Jordan, era un'altra Fiorentina, ma a me è sempre piaciuto. E' una piovra raccatapalloni, dà delle stecche da paura, corre, ha un buon piede, si inserisce benissimo in avanti. A trovargli due difetti, si rompe spesso, e non mi sembra un genio tatticamente, per non dire che spesso è un cavallone che va per conto suo. Comunque se è sano, acquisto che approvo al 100%.

    RispondiElimina
  131. Siasoko e' un ottimo mediano, quando sta bene, sicuramente superiore a Olivera, Della Rocca, Romulo e Migliaccio. Porta anche chili e muscoli.
    Deyna, il Sissoko del Tolosa mi sembra sia finito al Newcastle.

    RispondiElimina
  132. Lele, tranquy, ti seguo su Cercione. Ricordo ancora quando, anni fa (Alessio faceva retropanca a roma dopo aver girato un paio di squadre in seguito alla grande stagione di Pisa) si parlava, in una famosa cena SDA,  di possibili acquisti per la Viola da Champions allenata da Prandelli ed io me ne venni fuori indicando lo sconosciuto ricciolone... Non dimenticherò mai la faccia dell'Etruskolo che quasi mi piglia a calci in culo o di Wall che pure, da buon pisano, sapeva bene di chi parlassi... Talento immenso, purtroppo discontinuo e con la testa buona solo per portare cappello...

    RispondiElimina
  133. Bene, la serata mi ha ringalluzzito. "IL DUO" ha colpito ancora andando a pescare dove nessuno poteva nemmeno immaginare. Adesso si entra nel tourbillon delle ultime 48 ore, dove tutto può accadere: reparti che di colpo vanno in sovraffollamento e gente che, impaurita di fare tribuna di qui all'estate, chiede di essere liberata. Vediamo se si piglia il secondo piccione...

    RispondiElimina
  134.  http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=420162

    RispondiElimina
  135. Sto producendo,or ora,un dvd di un'ora che riproduce in maniera incessante il gol mangiato da Gioperdo e rimangiato da Marchisio nel finale di gara.O gioia,o gaudio....LELE,approvo in pieno;il primo da te citato,Pasquale Iachini,rimane per me un talento naturale,che appena nato saltò in slalom mamma e ostetrica.

    RispondiElimina
  136. http://www.youtube.com/watch?v=oi9Y0naF3_Q

    Mi sono imbattuto in questa roba, tanto per rinfocolare il mio amore. Terrificante l'entrata di Benetti all'inizio, suo marchio di fabbrica. Devo dire che mi ero dimenticato della doppia incornata di Zizou agli avversari, gli si tappava veramente la vena, ahah. 

    RispondiElimina
  137. «Gioperdo»... ahahahahahahahahahahaahah! Quello Iachini fu grande, durò poco a grandi livelli (un anno prima di noi, una con noi), poi si spense come un candela al vento. Non aveva niente in meno di Claudio Sala (tipologicamente il più a lui raffrontabile) nelle sue giornate migliori, le sue uscite fra due difensori dalla bandierina del calcio d'angolo erano basket puro. I' mi' Cercino è un garrinchino che ha ancora il tempo per rubare la prima della «Gazzetta», il modulo di Ventura lo esalta peraltro. Sognavo et Cuadrado et Cerci, ma ormai il Toro lo riscatterà. Sì, sono bravissimi, Roger Moore e Tony Curtis, a fari spenti, a ghermire a destra quando il pedullino cretino o il criscitiellino deficiente ti aspetta a sinistra. Però il nome di Sissoko era già trapelato, in questo mese, solo che sfumava sùbito, non avevi il tempo di crederci. Adesso, dopo la sconfitta in Coppa, la Juve è disperata, Lisandro lo compra al prezzo del Lione: e Matri a noi. Matri, col nostro gioco, bene. E non rompiamoci il cazzo per qualche migliaio di euro in più per Alonso, fare come fa il Chiari, che nemmeno legge quando gli mettono sotto da firmare un assegno!

    RispondiElimina
  138. Oh, io a questo punto mi proietto già all'anno prossimo. A parte che non ho venduto Jojo e che c'è Rossi in panchina (ma è titolare anche lui, 3 titolari per 2 posti in attacco), come la vedete?
    Io la vedo che, se gli ultimi acquisti mantengono le aspettative con cui sono stati presentati, aggiungendo un portierone, un centravantone, due alternative valide per Cuadrado e Pizarro, e un anno di amalgama ed esperienza in più, questa squadra in Italia non sarebbe inferiore a nessuno, ed in Europa sarebbe inferiore solo alle due spagnole, a 2-3 inglesi (ma non ci metto la mano sul fuoco), e al Bayern che mi immagino abbia intenzione di costruire una squadra stratosferica per Guardiola. 



                                                             X
                                                         (NETO)
                      

                    RONCAGLIA                GONZALO                       SAVIC
                     (TOMOVIC)             (CAMPORESE)               (COMPPER)

     
    CUADRADO           BORJA           PIZARRO             AQUILANI         ALONSO
         (X)                  (VECINO)               (X)                  (SISSOKO)     (PASQUAL)


                                                                               JOVETIC
                                                                               (WOLSKI)                  
                                           X                 
                                    (G.ROSSI) 

    Completano la rosa: Lupatelli, Hegazy, Romulo, Mati, Ljajic, El Ham.

    RispondiElimina
  139. Oggi abbiamo cambiato la storia!Il Paris S.Germain compera e paga a destra e manca,oggi la Fiorentina ha comprato dal Paris S.G.!Dove non arrivò la Popolare di Lodi,papparsi un boccone più grande di se stessa,è arrivata la viola.Si si Sissoko,in campo contro i gobbi.(Da notare l'incredibile l'atteggiamento da faccia da c.... di Conte nelle interviste del dopo partita,stasera:"Si Vucinic simula,andava espulso....Si era rigore netto per la Lazio,fallaccio cattivissimo su Klose....si Giovinco simula,andava espulso perché ha preso in giro l'arbitro...".Che giullare!)

    RispondiElimina
  140. Caro Vitalogy, la vedo che Juvetic non ci sarà più, per il resto la vedo bene se al posto della X mi ci metti la Y di Aubameyang e Rossi me lo porti al posto del partente. Sopravvissuto, l'unico sbocco per il Parrucca è di avere uno sbocco (prima è, meglio è).

    RispondiElimina
  141. Lo immaginavo Colonnello, ma secondo me state dando quasi tutti troppe cose per scontate su Jovetic. Che ci siano sirene di mercato per lui lo penso anch'io, è che partirà ci sono ampie possibilità, ma che stia facendo i capricci per andarsene a tutti i costi non ci credo, non penso che il suo problema attuale siano testa altrove o mancanza di impegno

    RispondiElimina
  142. Concordo Vita, anzi, aggiungo: se continua così le sirene spariscono e rimangono i pescicani, eh eh eh

    RispondiElimina
  143. Oddio Louis, i pescicani per eccellenza sono i gobbi...
    Sopra, in effetti le società degli sceicchi hanno l'abitudine di spendere spandere effendere scartando continuamente giocatori buoni a saldo, ma raramente questi toccavano a noi. Mi fa piacere la rassicurazione di Lele che ha visto bene Sissoko in coppa d'Africa, d'ora in poi che l'integrità sia con lui.

    RispondiElimina
  144.                                         STEKELENBURG
                                                    (X)      RONCAGLIA                   RODRIGUEZ                 SAVIC
           (TOMOVIC)                    (CAMPORESE)            (ORBAN)

    CUADRADO                           PIZARRO                    MONZON
     (SCHELOTTO)                       (GOOMA)                   (PASQUAL)

                    CANTEROS                                BORJA VALERO
                   (SISSOKO)                                    (VECINO)

            OSVALDO/LEANDRO DAMIAO            ROSSI [se abile]
                            (ICARDI)                                 (EL HAMDAOUI)

    [mercato fatto con la cessione di Jovetic al City, via anche Aquilani, Ljajic o Wolski in prestito in A, a completare la rosa: terzo portiere, Hegazy, Romizi, Romulo, Ljajic/Wolski, Larrondo, ecc]

    RispondiElimina
  145. Vabè è venuta fuori storta, ma spero si capisca: Stekelenburg; Roncaglia, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Canteros, Pizarro, Borja Valero, Monzon; Osvaldo/Damiao, Rossi. Formazione ombra: X; Tomovic, Camporese, Orban; Schelotto, Sissoko, Gooma, Vecino, Pasqual; Icardi, El Hamdaoui. Con Icardi a fare da prima alternativa in attacco in modo da giocare parecchio, e se poi vogliono esagerare e prendere anche Dybala a fare il vice-Rossi, beh io non mi oppongo, eheh.

    RispondiElimina