.

.

mercoledì 16 gennaio 2013

OvoMati-na da forza!

Il tempo della Tim Cup arriva insieme al maltempo che è lo startup vero di questo inverno, e c’è anche il tempo per fare alcune considerazioni in controtempo, mentre se ci fosse stato Pato avrei osato un ritmo più sincopato, con Lucone scelgo di tenere i Toni più bassi. Un quarto di finale del quale come per il maiale intero non si butta via niente, e allora ci accingiamo a gustarci tutte le sensazioni che potrà regalarci questa partita sperando che il finale sia da favola, le premesse ci sono, le promesse anche, vediamo se le buone intenzioni saranno allora anche promosse sul campo. Perché quella di stasera è una partita importante, che potrebbe aprirci il recinto verso una semifnale che per noi è sempre un evento allo stato brado, ma allo stesso tempo è una partita da maneggiare con cura, di quelle dal guscio delicato perché viene dopo due frittate consecutive. Ci sono però anche un paio di vantaggi nei paraggi di questa sfida al Franchi, e per chi non si fida ma anche per essere franchi, bisogna riconoscere che uno sarà la formazione in emergenza della Roma, l’altro oltre al fattore campo nasce proprio dal doppio scivolone, quasi uno zabaione di emozioni negative che non permetterà di sederci, ma anzi dovrebbe garantirci una buona dose di rabbia, che se veicolata nella giusta maniera avrà per il tifoso l’effetto confortante del Vov. Le ultimissime indicano Borja Valero recuperato come anche OvoMati-na che invece di dare potrebbe trovare la forza di fare finalmente la differenza, mancherà probabilmente all’appello ancora Pizarro che per certi versi è uno di quelli che più ci terrebbe a questa sfida, e allora chissà che alla fine non ci conforti con la sua presenza a sorpresa, del resto le motivazioni fanno molto più dell’uovo sbattuto, del mostro sbattuto in prima pagina o di una caviglia pestata come il mosto. Dentro ad una partita così importante e delicata non c’è solo l’obiettivo semifinale che probabilmente significherebbe qualificazione in Europa League, dentro c’è anche un altro tarlo per non dire tuorlo che fa accendere la vera spia rossa di casa Viola, che non è un controsenso cromatico e nemmeno quella del rosso d’uovo, ma è un tarlo/tuorlo che rischia di far tracimare il problema oltre l’orlo, e che per farla breve è il problema del portiere, e visto l’andazzo che ha preso questa presentazione del match, se non altro per alternanza e per tematica oggi dovrebbe vedere scendere in campo probabilmente Voviano. Una partita nella quale mancherà Larrondo come altro motivo di fondo o almeno sullo sfondo, che deciderà l’avversario dell’orrendo Inter di Stramaccioni dopo che il Pulcino Pio-li ha sfiorato il miracolo a Milano, intanto il pubblico romanista incita la propria squadra a Trigoria con uno striscione dove invita a sbancare il Franchi togliendo di mezzo i possibili alibi delle assenze, il tifoso Viola invece, più composto e concreto come da seconda foto, sotto lo striscione ci passa per significare a quello romanista  che vorrebbe andargli semplicemente nel culo.

82 commenti:

  1. La foto del sofà porta alla mente,come canterebbe Mark Knopfler,"So far away" ed immette in una "One way" obbligatoria,quindi non si torna indietro;ne "Gli angeli" Vasco Rossi usa questa metafora per parlare dell'eta adulta,della maturità e dell'assunzione di responsabilità....Quello che si prova
    non si può spiegare qui
    hai una sorpresa
    che neanche te lo immagini
    dietro non si torna
    non si può tornare giù
    Quando ormai si vola
    non si può cadere più....
    Vedi tetti e case
    e grandi le periferie
    E vedi quante cose
    sono solo "fesserie"...
    E da qui....e da qui...
    ...qui non arrivano gli angeli
    con le lucciole e le cicale..
    E da qui....e da qui....
    "non le vedi più quelle estati lì"
    "quelle estati lì"

    Qui è logico
    cambiare mille volte idea
    ed è facile
    sentirsi da buttare via!!
    Qui non hai "la scusa"
    che ti può tenere su
    Qui la notte è buia
    e ci sei soltanto tu
    Vivi in bilico
    e fumi le tue Lucky Strike
    e ti rendi conto
    di quanto le maledirai.....

    E da qui....e da qui...
    qui non arrivano "gli ordini"...
    a insegnarti la strada buona...
    E da qui....e da qui....
    QUI NON ARRIVANO GLI ANGELI!!
    E questa splendida metafora si colloca nel momento topico della stagione viola,il momento dell'hic et nunc senza altri pensieri se non l'agone di questa sera.La creatura viola 'stasera non ha le scuse accettabili di un bambino,è l'ora della maturità(come ha vergato il Vasco).Con la vittoria di questa notte,GUBERNATOR,suggerisco di pubblicare(se riuscirai a vederla)la splendida foto di pag.26 e 27 del Guerin Sportivo n.2,ora in edicola(farai molto contento soprattutto BLIMP,molto affezionato alle icone viola di quel tipo....eh eh eh eh uh uh uh uh uh).Sono a Bologna e nevica tantissimo,ma per la viola affronterò la tormenta e sarò li.Sursum cordae!

    RispondiElimina
  2. Partita molto difficile perchè non so se Montella abbia preso le misure a Zeman, che l'altra volta ci ha messo sotto di brutto pressando sui nostri portatori di palla quando facevano ripartire l'azione e facendo viaggiare la squadra a doppia velocità. Non mi pare che il confronto con il vecchio maestro sia stato positivo per Vincenzo, nonostante che si potesse alla fine anche pareggiare. Sono curioso di vedere come risponderà oggi la Fiorentina, con quali varianti tattiche. Paradossalmente il nostro modo di giocare avvantaggia la Roma, che soffre invece contro squadre chiuse. Mi auguro che non sia una di quelle partite di cui si dirà che è stata ben giocata, ma persa. Che giocasse Toni era ovvio visto che era stato fatto riposare appositamente. 

    RispondiElimina
  3. Piglia i'treno e scendi a i'Campo di Marte, la neve la ti fa una sega. Qui piove, governo ladro!

    RispondiElimina
  4. Sul sitone i disfattisti,i becchini,i cassamortari,gli undertaker sono già all'opera per il requiem alla viola.Malefici!Porta jella!

    RispondiElimina
  5. Già il fatto che manchi Totti è una buona notizia, comunque.

    RispondiElimina
  6. Mi sembra si sia quelli fatti apposta per far giocare bene la Roma, infatti con noi ha fatto una delle sue migliori partite. Vecchio breriano a me questi moduli alti mi fanno sempre stare con le mani sulle palle ed il buco stretto, però devo riconoscere che, se girano le gambe e fai attenzione danno anche i loro frutti. Per me continua ad esser più facile attaccare nelle praterie che in un'area di rigore come quella del Pescara, soprattutto se non sai dare ritmi ossessivi alla tua manovra offensiva, però...stiamo a vedere, se alla fine si vince mi va bene tutto, anzi mi va meglio così.

    RispondiElimina
  7. Jordan, può valere però anche il concetto opposto, cioè che la Roma sia di quelli fatti apposta per far giocare bene noi. 

    RispondiElimina
  8. Anto, la recente esperienza è finita 4-2 per loro, con il doppio di occasioni da rete per loro. Se si è giocato bene io spero che si giochi un po' peggio.

    RispondiElimina
  9. Sicuramente e concordo con Jordan nella prima partita siamo usciti perdenti. Non credo che Montella sia neppure sfiorato dall'idea di cambiare modulo, ma la tattica dovrà sicuramente essere aggiornata. Immagino che la partita sia stata preceduta da giornate di intenso studio. Per quanto riguarda Viviano l'unica controindicazione mi sembra riguardare il fatto che rientrerebbe proprio contro la sua bestia nera.

    RispondiElimina
  10. Teniamo però conto che, rispetto alla partita di dicembre:
    1) giochiamo in casa (a parte il pubblico a favore,Toni in casa gioca meglio);
    2) loro non avranno né Totti, né Osvaldo, né Lamela.

    La partita è sicuramente aperta, ma dobbiamo assolutamente sfruttare sia il fattore campo sia le loro assenze. E' una grandissima occasione.

    L'incognita rimane il nostro portiere, chiunque sia.

    RispondiElimina
  11. La Roma è decimata, l'ambiente romanista è in paurosa fibrillazione, giochiamo in casa, Viviano non può commettere due cappelle come a Roma anche stavolta, rispetto a quella partita ci sarà Jovetic (se vorrà esserci, dico, anche con la testa). Vinciamo. La mia tranquillità s'incrina un po', invece, pensando al Napoli, ma per quella partita torna Pizarro dal primo minuto e si continua a sperare nel centravantone, che possa anche essere Larrondo trasformato in cigno dal brutto anatroccolone che era.

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore16 gennaio 2013 10:21

    Il fattore campo pesa eccome, lo dicono i risultati di tutte le squadre, grandi e piccole, lo dicono i disperati e ridicoli tentativi fatti dalla Roma per giocarla in casa. 
    Dimostriamo, a partire dai tifosi, alla Roma che aveva tutte le ragioni del mondo ad aver paura di venire a Firenze. 
    Asfaltiamoli, col nostro gioco stupendo e vincente. 

    RispondiElimina
  13. Secondo La Repubblica potrebbe giocare Olivera (in effetti convocato da Montella), in procinto di andare al Genoa, mentre secondo La Nazione Facundo potrebbe andare nuovamente in panchina (mi sembrerebbe strano, è il più veloce dei nostri difensori).

    RispondiElimina
  14. Io dò per scontato la presenza di Toni accanto a Jovetic, i dubbi quindi sarebbero tre:
    - in porta: Viviano o Neto;
    - in difesa: Roncaglia o Tomovic;
    - a centrocampo, accanto a Borja Valero (spero) e Aquilani: Pizarro (se recupera), Migliaccio, Olivera o Mati.

    RispondiElimina
  15. No Anto, credo che il portiere sia l'ultimo dei nostri problemi, chiunque sia.

    RispondiElimina
  16.                                                     NETO

    RONCAGLIA                       GONZALO                     SAVIC

                                                  MIGLIACCIO-DIGA

                            AQUILANI                            BORJA VALERO
    CUADRADO                                                                   PASQUAL
                                                  JOVETIC

                                                  TONI

    ALL.SOPRAVVISSUTO.

    RispondiElimina
  17. Chiarificatore16 gennaio 2013 12:07

    Va bene la formazione, Mister Sopra,  ma come fai a dare le indicazioni durante la partita, mandi i pizzini?

    RispondiElimina
  18. Sopra' mi hai fatto piangere. No' non per
    a formazione, ma, per la canzone di Vasco; che non conoscevo e che e' bella e struggente.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore16 gennaio 2013 12:09

    Ti anticipo, anche se si chiamano cellulari in cella sono vietati.

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore16 gennaio 2013 12:15

    Ed aggiungo , l'unico cellulare che potrai usare, se hai una buona raccomandazione, è quello della Polizia Penitenziaria per farti portare allo stadio, in isolamento.

    RispondiElimina
  21. Sopra li ho contati e ricontati quelli della tua formazione. A me sembrano 12.

    RispondiElimina
  22. L'europa potrebbe essere agganciata già stasera visto il lotto di pretendenti che rimarrebbero in semifinale. E' una da dentro o fuori e vale mezza stagione. Passato questo scoglio potremmo dedicarci al terzo posto più sollevati, chiaramente senza accontentarsi. Gli mancano parecchi giocatori, a quelli citati aggiungeteci pure Marquinos, altro ottimo giocatore, ai box per motivi disciplinari. Sarebbe brutto non approfittarne. 

    RispondiElimina
  23. Lud, Diga non è il nuovo straniero preso da Macìa, sono undici...

    RispondiElimina
  24. ma LUDWIGZALLER!QUOQUE TU DOTTO DEL BLOG?!!????!!!!!!!!!MIGLIACCIO ha un trattino con un sostantivo accanto(cfr.Diga)a significare il suo ruolo,metaforico!!!!!Ma dai....BLIMP 'na volta m'ha cazziato col megafono poichè avevo spiegato,mettendolo tra parentesi,il significato di una battuta....my Gosh!CHIARI,altro che pizzini,credo oggi servano...Pazzini(a qualcuno ora si rizza er pelo...alimortè).Comunque,caro sabino,non bisogna dare indicazioni 'stasera,i nostri "Bastardi senza gloria"(già spiegato in passato questo appellativo)hanno un'opportunità unica,anzi tripla:battere una nemica storica,andare in semifinale,incontrare una squadra che, come recita un famoso sonetto romano dedicato ai fortunati,"C'ha er bucio der culo grosso come Porta Capuana".Dopo queste tre magie esaudite,si passerà alla storica finale che attendiamo,e li non potrai esimerti dal pagare il pranzo,il giorno della finale,da "Giggetto" al Portico d'Ottavia o "All'ambasciata d'Abbruzzo" ai Parioli oppure da "Naboo" a Ponte Cavour...se puoi vorrai adottare mio karma(più dai e più ritornerà),ci porterai all'Aldrovandi.Dovrai pagare perchè la stiamo portando noi,da questo log,in finale e il GUBERNATOR è Ministro senza portafoglio,BLIMP alla difesa(del sitollock),JORDAN e DEYNA agli affari esteri,ANTOINEROUGE politiche sociali e buona cucina,LUDWIGZALLER all'istruzione,LOUIS e ORCIO agli interni,io mi occupo dell'ufficio semplificazione...rimani te che hai il ruolo più importante:il Richelieau che che tesse e trama.Ma stai sereno,mangeremo il giusto.

    RispondiElimina
  25. Sopra ti sei dimenticato del RE, fai ammenda e sarò misericordioso.

    RispondiElimina
  26. Sopra, mi hai ricordato che il buon vecchio Vasco un paio di buoni pezzi li ha scritti anche negli ultimi 20 anni [Sally e Gli Angeli]...Signori, non abbiamo scuse stasera, senza Osvaldo, Totti e Lamela la Roma gioca senza l'attacco titolare, occasione da sfruttare senza se e senza ma. Facundo ancora fuori, e inizio a contestare Montella. Ho ancora la speranziella di vedere in campo il grande Pek, che ogni volta che manca dimostra quanto sia lui l'Indispensabile del nostro centrocampo, il fulcro della Maquina. Oggi potrebbe essere la partita buona per Mati, per mostrare qualcosa, magari da subentrato. Più ancora, potrebbe essere la partita giusta per Ljajic, nel secondo tempo. Migliaccio però oggi ci vuole, per bloccare sul nascere le loro folate. Jojo è tempo che reinizi a "desequilibrare". Ecco chi manderebbe in campo il tecnico Deyna [fuori Aquilani, nullo a Roma contro la sua Maggica, non rischierei il bis, e uno dei tre tenori deve pur riposare, in vista del Napoli; dentro nel secondo tempo Ljajic]:

                                                   NETO

            RONCAGLIA                RODRIGUEZ               SAVIC

         CUADRADO                     MIGLIACCIO             PASQUAL

                                 PIZARRO             BORJA VALERO

                                                            JOVETIC
                                          TONI

    ................................................

    E se Montella invece ci sorprendesse e, visto il decimato attacco romanista, proponesse una difesa a quattro con Savic e Gonzalo centrali, e due terzini a spingere?



                       

    RispondiElimina
  27. No Sopra, io Antoine alla Buona Cucina non lo appoggio, mica voglio trascorrere quello che mi resta a verzure, semini, legumi e schifezze alla soia, eheh. Anzi ne approfitto per fare un elogio alle uova esaltate in foto da Pollock, cibo povero ma sostanzioso come nessun altro, pilastro fondante del mio piano alimentare!

    RispondiElimina
  28. A proposito, anzi un c'entra nulla, per Jordan: conosci mica un allevatore di ovini dalle tue parti, tale Leoni? 

    RispondiElimina
  29. Se un giorno capito dalle tue parti volevo prendere qualcosa da questo Leoni e alla Colombaia, sempre ovini, me ne han parlato bene...

    RispondiElimina
  30. Scherzavo Sopra! Attenzione a mettere Deyna e Jordan al ministero degli esteri perchè la bilancia commerciale con Brasile e Argentina potrebbe accusare pesantissimi passivi. Quelli importerebbero dal Sud-America anche gli spaghetti, la ribollita e la pizza.

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore16 gennaio 2013 13:40

    Ok, Sopra,  toccandoci le palle la proposta è intrigante, se po' fa', ma con qualche aggiustamento. Prima cosa, nel caso, andremo al Testaccio da Felice, autentica cucina romana, dove va anche Benigni ( scrisse una splendida poesia dedicata al titolare che non c'è più, ora ci sono figli e nipoti), si mangia bene e si spende poco, io pagherò per il Re Attila che ti sei colpevolmente dimenticato, poi faremo alla fiorentina o alla genovese, a vostra scelta. 

    RispondiElimina
  32. ATTILA,tu hai un dicastero particolare:rapporti con Santa Sede,visto che l'Italia dipende dal Vaticano,che ha leggi,pone veti con lo stato italiano e da sempre divide(sopratutto nel passato,geograficamente-vista la posizione)l'Italia e quindi abbiamo bisogno di persone lucide,decise e che sappiano prendere delle decisione,sia sul Mincio sia sul Pincio,quindi ad hoc per la finale a Roma.LUD,sei come Gamberini,salvato in fallo laterale...fallo laterale,quello odiato dalle donne....eh eh eh eh!

    RispondiElimina
  33. Io mi autocandido a Ministro della Giustizia; Chiari deve essere Ministro dell'Economia e Lud Ministro della Propaganda.

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore16 gennaio 2013 13:49

    A me va benissimo il dicastero al risparmio energetico e mio, con portafoglio, blindato.

    RispondiElimina
  35. Chiarificatore16 gennaio 2013 13:54

    All' Economia è troppo Anto, lì si deve anche spendere, potrei ammalarmi.

    RispondiElimina
  36. Con Chiari all'economia la deflazione sarebbe devastante. Avete dimenticato Vitalogy, Musica e Spettacolo. Una buona Lud l'ha trovata, quella degli importatori di ribollita dal Sudamerica è infatti carina assai. Ma Stefano da Vienna, è sparito di nuovo?

    RispondiElimina
  37. Stefano di Vienna sta preparando la Sacher,sai che roba....

    RispondiElimina
  38. Men Followed, Women Worshipped, Rome Trembled.  Questo il mio motto, con me non si scherza.  Sul Mincio con Papa Leone cedetti Roma in cambio di Onoria e un so neanche se era una bella fiha.  Poi un mi toccò neanche lei, ma mi rifeci in altro modo.  Furono i colori bianco/gialli a mettermi in soggezione, ma per quanto riguarda quelli giallo/rossi nessuna pietà. 

    RispondiElimina
  39. Comunque il Colonnello lo voglio a capo del Ministero della Rivoluzione Culturale. Io, bocciatami all'unanimità la proposta di annettere l'italia all'Argentina e di sciogliere la nazionale di calcio, mi accontenterò di imporre la yerba mate come bevanda nazionale [a ben pensarci ci aveva già pensato il vecchio Benito, che considerando gli argentini traversianamente nostri fratelli, lo sostituì al the della Perfida Albione], e i dogos argentini come cani antisommossa durante la revolucion che rastrellerà Monti e i suoi sgherri banchieri, che verranno radunati al Franchi trasformato [grazie all'accelerazione sul nuovo stadio] in Garage Olimpo, cruento o meno decidete voi. Però il Sopra mi piacerebbe al Ministero dell'Estetica NazBol, ci manca un Limonov italiano...

    RispondiElimina
  40. Visto che Blimp apprezza le mie battute vorrei chiedergli se in caso di palle inattive l'interesse per la stagista viene meno. 

    RispondiElimina
  41. Bene, Lud, stai andando forte. Sopra, sul Mincio ci mingo. Idea Matic
    del Benfica. Cominciano l'animazione e gli sbarramenti allo stadio, i pensionati hanno parcheggiato da ore, per me la rottura di palle di trovare un parcheggio, di ritorno dalla biblioteca, che non sia lontano 4,5 chilometri.

    RispondiElimina
  42. La partita di stasera è importante perché vincendo saremmo di fatto qualificati per l'europa League viste le altre semifinaliste.  Questo sgombrerebbe la mente per giocarci il tutto per tutto per la CL in campionato. Incrocio le dita.

    RispondiElimina
  43. DEYNA....ricorda che sono nato nella terra nella quale il simbolo(quello vecchio) si piega ma non si spezza...Vabbè,come direbbe Mourinho(e secondo me lo pensa e lo vorrebbe) "Individualisti,unitevi!"

    RispondiElimina
  44. A proposito di rinforzi per il nostro centrocampo: ripropongo il turco 
    Selçuk İnan ['85] del Gala, di cui parlo da qualche annetto ad ogni fase di mercato...Credo sia in scadenza di contratto, si può prendere a zero. Sarebbe perfetto, ha grinta nei contrasti, visione di gioco, lancio e assist, ed ha un formidabile tiro da fuori sia in azione che da fermo. Per restare in Turchia, non mi dispiacerebbe certo il centravanti Burak Yılmaz [altro '85], ma temo che dopo gli exploit in CL il prezzo sia un po' lievitato...

    RispondiElimina
  45. Ahah bello il motto: "Individualisti di tutto il mondo, unitevi!", lo farò mio!

    RispondiElimina
  46. Chiarificatore16 gennaio 2013 17:46

    Sky da per fatto l'acquisto di Saleh Gomaa, 19 anni egiziano, dategli un'occhiata  : http://www.youtube.com/watch?v=DUI1SI9v8Uc .
    La stoffa sembra quella dei Pecci , De Sisti e Pizarro, in erba.
    L'unico problema è che essendo  extra comunitario sarebbe per giugno.

    RispondiElimina
  47. DEYNA,copyright($)....CHIARI lo chiederebbe.

    RispondiElimina
  48. Mi mandò un dvd il mio amico calciomane molto tempo fa, insieme a quello di Hegazy...Non mi impressionò troppo, perché sembrava un dribblomane, nonostante si vedesse l'ottima padronanza del pallone. Poi lo vidi in una partita della sua Under 20 contro l'Argentina ed era cambiato completamente, arretrato di posizione da trequartista qual era prima, maturato, due tocchi e lanci perfetti. Questa sintesi sembra confermare la maturazione, se è in grado di giocare così sembrerebbe un ottimo acquisto.

    RispondiElimina
  49. Guardiola va al Bayern, scelta sbagliatissima per lui a mio avviso. A meno che non faccia un repulisti e infarcisca la squadra di spagnoli, brasiliani ed argentini...

    RispondiElimina
  50. Chiarificatore16 gennaio 2013 18:16

    Oppure assisteremo ad un percorso inverso del Calcio Totale, direzione nord europa, ma sarebbe molto più problematico del percorso precedente. 

    RispondiElimina
  51. Se stasera non vedo in campo Roncaglia nel mio piccolo m'incazzo ma comincio anche a pensare che per lui sia arrivata offerta irrinunciabile, mostruosa di mercato che consentirebbe acquisto immediato cash di centravantone.

    RispondiElimina
  52. Chi lo sa, comunque son curioso...Magari si avvicinerebbe al gioco della Grande Olanda, ma i tedeschi ce li vedo comunque poco, per una rivoluzione del genere, almeno nei ruoli-chiave.

    RispondiElimina
  53. Mi son guardato il video di Gomaa, Chiari, conferma tutti i progressi che avevo notato [per quanto youtube, e blah blah blah], è impressionante.

    RispondiElimina
  54. Io l'avevo visto palleggiare a sette anni durante un viaggio in Egitto e lo scrissi ma non ho sottomano il link.

    RispondiElimina
  55. http://www.youtube.com/watch?v=Ga-pseHNZoY&feature=youtu.be

    Questioni di censo: gli ci vorrebbe l'asticella elettronica di Montolivo, altroché.

    RispondiElimina
  56. Il Pep in Germania,la nazione-esempio per stadi,investimenti oculati,livello football,giovani talenti ma...che da 10 anni non vince nulla in Europa(una finale persa dal Bayern),per non parlare di Mondiali o Europei.Lui,l'ex metronomo,attuerà la scolta verso le vittorie?Concordo,DEYNA,difficile,ma non impossibile,attuare il calcio-ragnatela del catalano ma credo che il suo anno sabbatatico(avrà ascoltato Sabbacadabra di Ozzy Osbourne?)sia servito per apportare innovazioni,idee al suo modulo;fu avvistato a Pescara il Pep,quindi avrà capito,da li,che occorre un portiere in stato di grazie(Perin),una punta sedentaria ma fabbro(Johnas),un ex terrorista del Pkk(Celik).....

    RispondiElimina
  57. Come ti permetti, DEYNA! Da casa mia gli ospiti se ne vanno sempre strafogati e pronti a ritornare! Ho avuto una giornata impegnativa, ditemi che gioca l'amorevole Adem. OVINI LIBERI!!!

    RispondiElimina
  58. Neto titolare! Ah.... Smetto subito sennò Jordan si incazza.....
    Intressante lettura di Blimpe sulla seconda panca consecutiva di Roncaglia.

    RispondiElimina
  59. Su Roncaglia realmente è strano. Per Viviano anche, oggi avrei scommesso che lo faceva giocare, ora Neto basta cazzate, una te l'hanno passata ma la prossima sarebbe fatale. 

    RispondiElimina
  60. Neto titolare e' ragionevole, Roncaglia in panca e' un mistero: o e'' come ipotizza il Blimpe, o ci sono motivi disciplinari a noi ignoti, o Montella e' ricattato dal Gat.

    RispondiElimina
  61. Primi 25 minuti che non mi piacciono un granchè, troppa foga, ritmo che piace alla Roma, oggi soffriamo tremendamente la mancanza di Pizarro (2 partite su 2 assente con la Roma...)

    RispondiElimina
  62. Abbiamo giocato malino, Roma più pericolosa a parte la nostra traversa su punizione. Dietro siamo aggrediti e fatichiamo. Migliaccio sembra impotente a partecipare al gioco. Cuadrado molle e contrato. bene Borja, Jovetic tenta ma mi aspetto di più. Aquilani a volte avulso dal gioco ma è l'unico centrocampista capace ad inserirsi. Nella ripresa spero in maggiore vivacità degli esterni, conseguente ad un calo (se ci sarà) del ritmo della gara. Esterni che se non vengono innescati sono un lusso contro il centrocampo ricco di inserimenti della Roma.

    RispondiElimina
  63. Pasqual e Cuadrado sembrano a fine corsa. Imbarazzante Migliaccio. Aquilani mi fa incazzare per quello che potrebbe dare anziché limitarsi al compitino. Jovetic sembra in serata.

    RispondiElimina
  64. Brutta e disattenta Fiorentina, se si continua così fine della corsa.

    RispondiElimina
  65. Mamma mia che finale di secondo tempo. Ci dice anche di sculo con il secondo legno, ma sul ribaltamento Neto in uscita indecisa a mio parere stava per fare il pio con Aglierdi di ieri. San Savic. Gonzalo che stasera fornisce materiale a Gat. Buono l'impatto di Romulo, as usual quello di Nutellino. Un po' meglio nella ripresa anche se il rischio contropiede mi ha fatto vivere con il patema fino alla fine. L'impressione che siamo comunque in un calo generalizzato di stagione, non tanto come condizione, quanto come fluidità di gioco ed efficacia davanti. Ora i supplementari....

    RispondiElimina
  66. Peccato, sculo e viola che non è più quella di fine 2012. Tutto sommato la Roma ha fatto un gol, ha giocato fuori casa ed aveva assenze importanti. Noi abbiamo mancato un'occasione importante per avere l'Europa a portata di mano.

    RispondiElimina
  67. Nessun raggio di luce passa dalla nube di sfiga disumana e interminabile che opprime la Fiorentina, ma la squadra che macinava avversari è un ricordo lontano e quasi sbiadito. Usciamo dalla competizione e dalla partita con le ossa rotte. Speriamo in una svolta contro il Napoli, ma la vedo dura.

    RispondiElimina
  68. Chiarificatore16 gennaio 2013 23:55

    Non si può dire brutta ad una Fiorentina che ha attaccato per 120 minuti. Certo l'assenza di  Pizarro e la mancanza di una riserva degna fanno calare  la qualità del gioco.Detto questo ci sono tre legni, in particolare l'ultimo di Cuadrado,  che gridano vendetta, le loro occasioni sono venute prevalentemente per non dire solamente  da errori nostri nei disimpegni, forse dovuti al terreno. Ci  manca una prima punta, Toni ha dato tanto finora, più del previsto, ma  non è più proponibile dal primo minuto. Non ho capito, in ogni caso, il mancato inserimento di Seferovic quando è uscito Toni, Ljajic andava messo comunque ma in sostituzione di Migliaccio arretrando Aquilani, ma Ljajic non è una punta, è un trequartista ed in questa veste anche oggi ha giocato bene. Bene Neto, a questo punto è giusto insistere su di lui, ha una reattività ed un'agilità che al Viviano visto a Firenze finora mancano.

    RispondiElimina
  69. Io continuo a pensare che gli stramaledetti tre punti persi con il Pescara abbiano innescato un vortice di depressione latente che via via è venuta fuori. Questa depressione era mascherata da ansia da prestazione, dai confronti con le Forentine di Prandelli, con quelle del passato ecc ecc. Bene faceva Montella a volare basso, ma si sA, l'ambiente fiorentino è volubile e capace di sbalzi incredibili. Con il Napoli, cotti dai supplementari e con la delusione per l'eliminazione vediamo se sappiamo reagire con orgoglio, magari facendo leva che ci danno in fase calante. Una vittoria domenica ci permetterebbe di ripartire, proprio come dopo la prIma uscita Champion's di prandelliana memoria, dove nessuno avrebbe scommesso che ci saremmo qulificati nuovamente per la CL. Forza Violaaaaaaaa

    RispondiElimina
  70. O Orcio ma che sei parente di quell'altro? Icche c'entra Neto oggi  che di goal te n'ha salvati almeno due. Uscita indecisa? Agliardi? ma se l'era solo come un'eremita Destro o icche doveva fare, rimanere 'n porta? a uscirgli incontro rapido e l'ha costretto al pallonetto, quindi a rallentare la conclusione dando il tempo a Savic di intervenire, di più poteva far poco, se rimaneva in porta e si perdeva prima. Alla carenza cronica di gente che la sa metter dentro si aggiunge una dose di sculo quasi incredibile che spero sia come l'influenza, che la passi. La nostra forza son quei tre nel mezzo e Cuadrado, Di que' tre oggi ce n'eran due mezzi, uno gli è cotto poeromo come un mattone, (e ci ha le su' ragioni) quell'altro per ora e continua a andare a lampi, e tu dici che la manovra la un n'è più fluida?

    RispondiElimina
  71. Senza Totti Lamela Osvaldo Zeman ha dato lezione di calcio,a viso aperto;noi azioni estemporanee,loro quando ripartivano in 15 secondi erano al limite della nostra area,in 6/7.Noi senza una trama,quella trama,che ci distingueva.Pasqual in un vortice di vera involuzione.I loro tagli erano fatti con coccio di bottiglia,precisi e Destro è tanta roba,da solo ha mandato in tilt la difesa viola,che ha tratti ha giocato con troppa sufficienza.La "punta" ora sarebbe oro.

    RispondiElimina
  72. Seferovic non lo mette perchè è scarso a questi livelli. Ljajic è bravino ma è la negazione dell'uomo goal, su un colombone a giocar d'anticipo su Goicoechea c'è andato a saltar di spalle alla porta e magari a occhi chiusi così tu fa go' soltanto se la ti batte addosso. Si fa mille cross dalle parti (da sinistra, perchè a destra in fondo un ci va nessuno), cinquecento sbagliati, trecento negli stinchi de' difensori, ma un par di centinania 'ndove un centravanti dovrebbe anticipare e fa' go' e si fanno. Ridatemi Gilardino, o quarda icche vu mi fate dire!
    Jovetic l'è una punta che fa la mezzala sì che s'è l'è punta ancora un lo so mica, Ljajic vorta la carta e peggiora. Toni poeromo e fa' e miraholi, ma gli anni e passan per tutti. O chi ce lo fa go'? Se poi tu metti anche una dose di sculo a dosi da cavalli ecco che ci si spiega quasi tutto. Rimettiamoci carmi, lecchiamoci le ferite, però se l'avean preso uno che facea go' subito e s'era più contenti tutti. 

    RispondiElimina
  73. Molto sculo per i 3 legni, la partita l'abbiamo fatta noi, però i giallozozzi hanno avuto troppe occasioni. Troppe leggerezze in difesa, abbiamo preso un gol da fallo laterale a nostro favore accanto alla bandierina sul fondo-campo avversario, l'abbiamo mandata al portiere e abbiamo perso palla, roba da chiodi. Se domenica ripetiamo tutte queste disattenzioni, Cavani ci fa un culo così.
    In attacco, come ha ammesso anche Montella ("...ci mancano certe caratteristiche...") serve un cazzo di uomo d'area. Jovetic, nonostante il periodo-no, mi è sembrato molto volenteroso. Gli avversari ci hanno preso le misure, anche Zeman per la prima volta in vita sua ha cambiato modulo e ci ha aspettati. Magari è solo un periodo, ma se non cambiamo qualcosa temo che continueremo ad assestarci a livelli meno alti di quelli in cui speravamo, la Roma di oggi era veramente poca cosa.
    Da Pasqual non pretendo chissà cosa, ma almeno cross alla portata di un essere umano... invece continua ad alzarla di 20 metri, anche quando in area ci sono 5 avversari contro i soli Jovetic e Ljajic. L'assenza di Pizarro pesa tantissimo, ma questo si sapeva già (anche i gobbi soffrono l'assenza di Pirlo, quando si verifica). Meglio nel secondo tempo, quando Cuadrado si è vivacizzato (prima di perdere la testa al 120°minuto), ma non basta. Tra Viviano e Neto continuo a preferire il secondo.
    Ripeto quello che scrissi un paio di mesi fa quando parlammo di lui: Destro secondo me viene su parecchio forte.

    RispondiElimina
  74. confermo: Jovetic delude perché non decide se vuole essere carne o pesce e ormai il suo chiamare il "dai e vai" allo spigolo dell'area lo conoscono anche i fili d'erba. Peggio ancora quando s'incaponisce a tentare lo "scartotutti io" Persino Delio Rossi gliel'aveva detto che attirando a sé i difensori poteva favorire i compagni, ma lui, no, duro...Comunque la sfiga aleggia sovrana, siamo d'accordo, e la condizione non dev'essere proprio sopraffina in questo gennaio horribilis, visti gli errori gratuiti in fase d'impostazione di tutto il primo tempo . E poi  mi sembra che tanti, come Cuadrado e Lijaic, oltre a Jovetic, portino palla piu' del dovuto, contribuendo a rallentare l'azione e a schiacciarci sui muri difensivi altrui.

    RispondiElimina
  75. Classica partita giocata malino e sfortunata, ma che con un bomber di razza vinci lo stesso, di riffa o di raffa. Lasciar fuori Facundo è stata una sciocchezza. Va bene il terreno pesante, ma quattro passaggi pericolosissimi agli avversari [Cuadrado, Tomovic, e due volte Rodriguez] non si possono proprio concedere. Neto - e lo dico stasera che ha parato bene - lo preferisco nettamente a Viviano, ma aveva bisogno di esser mandato a giocare molto prima, si vede che in certe situazioni è incerto. Sul mercato c'è bisogno di tre interventi sicuri: un esterno forte che dia il cambio a Pasqual [a destra ci si può arrangiare con Romulo], un centrocampista quarto titolare, e il famoso centravanti. Il rischio di buttar via una stagione iniziata benissimo comincia a esserci, inutile nasconderci, la partita col Napoli è il vero crocevia della stagione.

    RispondiElimina
  76. La differenza la fanno gli attaccanti, o meglio, sono loro che finalizzano la mole di gioco o una bella manovra. La Roma ne aveva una solo in campo, ed è bastato per vincere la partita. Noi no a parte quel generoso 35enne che non può incidere in ogni partita. Jovetic ha rotto i coglioni, mi sembra involuto e si che ci aveva fatto stropicciare gli occhi ad inizio campionato ma il "solito" infortunio annuale ce lo riconsegna né carne né pesce per un paio di mesi. Liajic non sarà mai un'attaccante, né seconda né mezza punta, è un trequartista, quanto bravo lo dirò quando lo metteranno nel suo ruolo. Stasera su uno dei rari cross decenti si è pure fermato invece di proseguire per battere solo a rete indisturbato al centro dell'area. Pasqual non deve rifiatare, deve smettere; ha fatto bella figura quando la squadra giocava a mille e contro squadrette principalmente, non è da serie A, chi straparla di nazionale per lui si dia al badminton. Siamo meno precisi pure in difesa dove certi appoggi ci vengono meno facili, o ci si compiace troppo della nostra beltà o ci hanno preso le misure. La condizione pare esserci quindi non è quella il problema. Neto ha fatto un'intervento che vale mezzo miracolo sul tiro incrociato di Destro (o era un altro....?!) , ha fatto un paio di uscite determinanti, costringendo in una a fare un pallonetto non facile agevolando il recupero di Savic, ed un'altra, in "quasi" presa alta senza fare fallo anticipando l'attaccante. Ci corre molto fra lui e Viviano, consideriamo che ogni giudizio deve essere fatto valutando un paio di anni di inattività. Aquilani deve incidere di più, lui è uno dei tre pezzi pregiati del centrocampo, ha sbagliato tantissimo stasera senza dare quell'apporto in qualità che deve garantire anche se fosse mezzo rotto. E non lo è.......Gli altri, chi più, chi meno hanno dato il solito contributo. L'abbiamo giocata in casa contro una formazione largamente rimaneggiata, quel sorrisino di Zeman a fine partita nell'intervista la diceva lunga sulla sua sorpresa per il risultato finale. Certo basta un Destro qualunque per metterci al tappeto, come ai pugili, quando è assestato bene. 

    RispondiElimina
  77. Jordan, senza rivedere l'azione ho avuto l'impressione che Neto sia uscito in ritardo, ma mi riguardo se riesco l'azione e poi ti confermo o meno quello che mi è sembrato. Su Agliardi, ho fatto una battuta di analogia della situazione (uscita sbagliata all'ultimo minuto) e ammetto che volevo provocarti ad una reazione. Sulla fluidità, che vuoi che ti dica? Ad inizio campionato un paio di partite con Olivera e Romulo assieme a B-Valero, ne avevamo uno dei tre ma mi sembra che nell'insieme si fosse più rapidi ed imprevedibili. Sicuramente le squadre ci hanno preso le misure (stasera Zeman giocava a 3 con 5 uomini a centrocampo a bloccare le ali), ma facevo un discorso di insieme (quindi le ali, ma anche gli attaccanti davanti e i difensori in fase di impostazione dell'azione). Ciao!
    p.s. per il portiere tifo per entrambi, purché chi gioca faccia il meglio e zero cappelle.

    RispondiElimina
  78. Si', va bene, e' vero, siamo anche sfigati, tre pali e nessun gol mi ricordano Brasile - Argentina del Mondiale '90 o Ajax - Toro finale di Uefa, pero' c' e' da dire che ieri non abbiamo giocato per niente bene. Contro una squadra priva di tre giocatori fondamentali abbiamo giocato ai ritmi che volevano loro, ci siamo fatti imporre i ritmi della partita da Zeman e abbiamo fatto troppi, troppi errori, troppi passaggi sbagliati, in tutte le zone del campo. Siamo riusciti a perdere, contro una squadra di ragazzini, per di piu' sfiancandoci come bestie, pe cui ne risentiremo pesantemente domenica. L'unica nota positiva e' il portiere: Neto non ha risentito minimamente della papera di Udine e si e' sempre mostrato sicuro, salvando anche tre volte la porta da tiri pericolosi. Una sicurezza in piu' secondo me (Blimp, non sono d'accordo, sul gol e' incolpevole, colpevole e' il resto della squadra che si e' fatta uccellare in maniera indegna). Neto migliore in campo insieme a Valero, buoni anche Savic, Romulo e nel complesso Aquilani, gli altri insufficienti (Cuadrado a sprazzi, ma e' decisamente involuto). Blimp, non capisco nemmeno l'insufficienza di Savic, l'unico che si e' salvato tra i difensori.

    RispondiElimina
  79. Ah, Ljajic: l'impegno e' sempre garantito, da quest'anno, la tecnica c'e' sempre, ma adesso non finge nemmeno di essere una punta, cerca il tiro solo da fuori (e va bene) ma deve avere un suo codice etico che gli proibisce l'ingresso in area, inoltre si muove male senza palla (leggi: non si smarca). Jovetic ha deciso pure lui di diventare un centrocampista offensivo, per cui dopo l'uscita di Toni (che per motivi misteriosi girava pure lui troppo largo) giocavamo con un 3-7-0.

    RispondiElimina
  80. Ultima cosa: non ho capito la sostituzione di Pasqual con Llama: a quel punto avrei tentato il tutto per tutto con Seferovic,.

    RispondiElimina
  81. No caro Blimp, non ci siamo nemmeno con te. Sul goal Neto ci può fare abbastanza poco. Il cross è teso e basso, da vicino e non è così vicino al palo, è come un tiro da sette otto metri rasoterra basso e angolato, intervenirci non è affatto facile nè immediato anche perchè devi stare sul palo a protezione della porta. Sui due cross alti con i colpi di testa di Marquinhos e De Rossi finiti fuori di poco posso darti un po' più di ragione ma si tratta anche lì di palloni in mischia, per niente facili (per me si tratta di una delle azioni più difficili, cioè soggette ad errore, per un portiere) in cui per intervenire ci vuole abitudine ed autorità che uno che gioca da un mese dopo due anni di inattività può aver anche appannato. Ricordai per esempio che Perin che tutti vi ha sbalordito, non fece un'uscita alta in  tutta la partita a Firenze, eppure di cross se ne saranno fatti! Ieri Neto è da 6,5, il 7 del sitone è forse un po' esagerato, ma ha salvato almeno due palle goal e ha mostrato concentrato e sicuro di non risentire della papera di Udine, il che è segno di palle.

    RispondiElimina
  82. Piuttosto mi domando dove sono i nostri saltatori di testa in difesa. Sul colpo di testa di Marquinhos mi pare sia Savic che dorme come una tartaruga, eppure e alto ed ha anche il tempo del salto quando è davanti.

    RispondiElimina