.

.

martedì 22 gennaio 2013

Quel che resta della testa

Una settimana all’insegna del caseario, un comparto che a Firenze riesce nel non facile parto di rendere vero quello che del pensiero dovrebbe risultare invece uno scarto, capace cioè di mettere alla luce il paradosso intrecciato con l’inverosimile, capace di farlo con la stessa elasticità mentale di un carapace. Una settimana, insomma, dove la treccia da calare da quella torre che un tempo fu Toni, oggi a Firenze è solo quella di una bufala di giornata. Si è cominciato con la Lampard di Aladino dove “ala” è il finale di bufala e “dino” quello di truffaldino, poi si è passati senza colpo ferire alla ventilata cessione di Roncaglia, così ventilata che alla fine ci ha rimesso il povero De Sanctis preso d’infilata dalla folata di una notizia inventata. Larrondo, intanto, nel menù del venerdì aveva scelto un infortunio al ginocchio invece del pesce, e la comanda l’avevano presa i centottanta camerieri del Guetta dopo aver assistito agli allenamenti con la cucina a porte chiuse, come del resto certe vene che non sono quelle creative ma quelle che dovrebbero trasportare il sangue e l’ossigeno in sala macchine. E alle porte chiuse dalle quali evidentemente non si vede una sega, figuriamoci l’infortunio al ginocchio di Larrondo, facevano da contraltare i casi aperti come il difficile rapporto Viviano-Montella e l’irruenza di Roncaglia che mentre preparava il soffritto sul gol di Cavani ha fatto piangere il sensibilissimo Failla impietrito persino davanti ad un polpo lesso scambiato per il trial del film cult di Tarantino. A qualcuno evidentemente pesa troppo la testa, la foto di copertina mostra infatti il giornalista fiorentino medio, un martello piegato dal peso delle proprie brillanti considerazioni, come quelle di chi ha dato l’insufficenza a Cuadrado e Aquilani, compensando poi con la sufficenza a Bergonzi mentre non c’è stato un solo giornale sportivo nazionale che l’abbia fatto. Una testa che non dice il vero, che sembra quella di un maniaco che cerca di adescare gli errori di Neto sul gol di Cavani direttamente dai giardinetti della propria adolescenza triste. Forse il girone di andata ha fatto girare un po’ troppo la testa a chi è evidentemente astemio alle emozioni intense, abituato com’era a quelle melense della doppietta di Montolivo contro il Novara City, e qualcuno prende spunto dal calendario per mettere in evidenza che nel duemilatredici la Fiorentina non ha ancora vinto, e chi se ne frega quindi se uno guarda sempre e solo il lato positivo invece della televisione, perché qualunque cosa tu voglia fare con il tuo televisore il canone è un imposta obbligatoria legata al suo possesso, ricordandoci così di ripagarci con qualche altra cazzata entro il trentuno di gennaio. Una mancanza di qualsiasi logica, anche perché spesso abbandonata proprio in salottini televisivi dove il testa a testa tra le teste di cazzo presenti viene deciso neanche sul filo di lana ma su quello di lattice grazie ad uno speciale serbatoio utile per conservarci intatta la registrazione della puntata. E la curva, intanto, probabilmente dietro suggerimento di chi aveva visto l’infortunio al ginocchio di Larrondo, espone striscioni di squadra, quelli per intendersi che aiutano a cementare il gruppo, o forse è probabilmente solo il frutto di un gruppo sanguigno sfavorevole che determina poi certe iniziative prive di testa. A Firenze, insomma, ci sono tifosi e giornalisti che condiscono il pinzimonio dei loro giudizi crudi con l’olio di sansa, una categoria alla quale dovrebbero dedicare il conio di una moneta sulla quale eliminare la testa per lasciargli solo la croce da trascinare sul Golgota del proprio destino, oppure intitolargli semplicemente un manicomio. Noi che tra testa e croce scegliamo la testa di Gonzalo Rodriguez, siamo convinti che la squadra possa riprendere al più presto il passo del girone di andata, un rendimento che ci garantirebbe non solo un piazzamento finale di prestigio ma anche di evitare l’escalation dolorosa di chi dalla testa estrae una sostanza maleodorosa, tifosi con l’alitosi che con qualche perfida fiatata si vogliono distinguere proprio da chi è invece abituato a tenere sempre la testa a posto.

108 commenti:

  1. Beh, questa pollockiana di oggi nell'antologia non dovrà mancare... E mentre ricominciano le ricerche del Lele sperduto con l'ausilio del cane-poliziotto Buck, così affamato però, per parsimonia del padrone, che se trova al fiuto l'Africano se lo magna fino all'osso, annunciamo la ripresa della telenovela-Meireles, il séguito del fumettone-Insua, la lunga convalescenza della trattativa-Wolski, l'agonia del distacco di Viviano in un valzer di portieri che magari l'avesse musicato Strauss, l'assalto a Daprelà che a seconda delle posizioni è un «dalla» o un «prendila là», l'interessamento farlocco per Alvarez Kelly su consiglio di Edward Dmytryk visto che nemmeno per menare le mandrie al pascolo Thomas Matthews (che pure il fisico da bovaro ce l'avrebbe) sembra capace, col suo salottino di merda di cazzoni incompetenti come lui.

    RispondiElimina
  2. Colonnello e sono una banda di fancazzisti che tutti i giorni devon giustificare la loro esistenza di fronte all'umanità inventandosi il pane quotidiano. Se le leggano e se le rigirano, se le inventano e se le riraccontano, rompano i coglioni a questo e a quello senza capire chi li prende per il culo per il gusto di pigliarceli e chi gli fa dire quello che gli conviene. Se qualcuno (molti) li manda a cagare si inventano che gli ha detto chissà cosa. E' una fauna strana, a molti starebbe bene in mano una bella vanga, ma ruberebbero il lavoro a tanti extracomunitari senza saperlo nemmeno fare. Eppure, siccome il popolo è beota da chi parla da un pulpito per quanto  ridicolo sia, talvolta più di uno sgabello di Marble Arch, un qualche semino nel cervello se lo lascia mettere, in alcuni casi una piantagione. Quindi son pericolosi, talvolta deleteri come il trio che nominavamo nei giorni scorsi.

    RispondiElimina
  3. Ecco il futuro governo che meritano tantissimi italiani: Moggi allo Sport- Schettino ai trasporti- Dell'Utri alla Giustizia - Bossi jr. all'Istruzione.

    RispondiElimina
  4. Ah ah ah, Jordan ha ragione... Ma, d'altra parte in un paese dove, dopo Moggi, si è candidato pure Carraro, ovvero, il gatto e la volpe di calciopoli...

    Però un tu m'hai ancora risposto sul tuo amico Agroppi che l'altra sera ce l'avea co' i brasiliano pe i' gò preso co la Roma in coppa italia...

    Ha detto che dovea stà du metri più in fori...


    E l'ha detto lui eh, no io... e gl'ha pure rincarao la dose perchè ha detto che c'ha i'patentino di Coverciano, lui...

    RispondiElimina
  5. Spero che Lele non si sia dato alla macchia dopo qualche discussione un po' troppo accesa con il sottoscritto. Ne sarei davvero estremamente dispiaciuto. A me piace ogni tanto incrociare le armi ma non viene mai meno la stima ed il divertimento che nasce dal chiacchierare su questo blog dove sono quasi sempre in minoranza. Tuttavia ad esempio la pensava come me su Giuseppe Rossi il Chiari e ciò è valso a riconciliarci dopo conflitti epocali. Sempre pronto a scannarmi con lui su altri argomenti, ma, ripeto, senza che vengano meno stima e simpatia. Vale lo stesso per Lele, che fa bellissime ed acute analisi delle partite che vado sempre a leggere subito e molto volentieri perchè sono un concentrato di stimoli ed idee su quanto si è appena visto (con la sua classica suddivisione tra primo e secondo tempo fatta sul momento).  Mi permetto di aggiungere che la perdita anche di un solo utente "forte" è estremamente dannosa per un blog. E Lele è sicuramente un utente forte. 

    RispondiElimina
  6. Piuttosto, spero, a parte le cazzate dei vari pseudogiornalisti, che IL DUO riesca a sfruttare al massimo gli esuberi di Cassani e Llama riuscendo a scambiarli con qualcosa di veramente utile per il nostro centrocampo ridotto all'osso... 

    RispondiElimina
  7. Comunque se raccatta pure Corona, dopo il maghetto stolto ma di nerchia solida che ingroppava le Marchi e dopo l'assassino psicopatico ricattatore di Carlà, il Brasile diventa il Paese di Merda per eccellenza e per non interrompere le relazioni diplomatiche con esso ci vorrebbe la faccia tosta da sepolcro imbiancato del figlio naturale di Umberto di Savoia.

    RispondiElimina
  8. Ci sto pensando da due giorni, Deyna, e poiché saresti tu in fallo cerca almeno di trovare una spiegazione soddisfacente: quando è che «si oltrepassano i limiti
    oltre il lecito»? Voglio dire: c'è il lecito e ci sono i suoi limiti, occhèi. Ma dove sono i limiti da oltrepassare oltre il lecito? C'è un oltre dell'oltre, nella tua illicitudine? Un'ultima possibilità lasciata a canaglie dogmatiche come te, oltre il limite? Un limite del limite? Insomma, ti avevano dato una chance, l'occasione di rivivere la tua vita e di cancellare i peccati e l'hai sprecata malamente come solo tu potevi? E poi: in quale figura di illecito (sportivo?) rientrano le tue considerazioni inaccettabili e dunque delittuose in materia di calciatori argentini? La condizionale la scrocchi? E intanto, dei domiciliari coronarici puoi beneficiare?

    RispondiElimina
  9. E vor di' che e patentini a Coverciano e li danno a peso, un tanto a icchilo! Se gli staa du' metri da' i'palo e Pjanicce e gnene sverzava dentro dalla su' parte allora sì che vu' lo' mbullettavi 'n croce co' chiodi arrugginiti!

    RispondiElimina
  10. La bomba più grossa che leggo in questi giorni è senza dubbio quella di Stekelenburg, che verrebbe a Firenze a fare la chioccia a Neto. L'olandese - a meno che non abbia problemi fisici di cui non sono a conoscenza - è uno dei migliori portieri al mondo, e solo uno Zeman che non guarda in faccia a nessuno ha potuto metterlo in panca, a favore di un portoghese che probabilmente vede più funzionale al suo gioco [anche se a me non pare poi un portento coi piedi, meglio Neto e Viviano stesso, mi sembra]. Stekelenburg se va via sarà per giocare, e farebbe comodo a molte grandi squadre...Insua è uno dei nomi riciclabili ad ogni sessione di mercato, venisse davvero non sarebbe per niente male, è maturato, ed è molto esplosivo sulla fascia sinistra. Wolski pare arrivi subito, è da vedere come ha recuperato dall'infortunio, un calcagno sbriciolato non è cosa trascurabile. Sono curioso di vedere quale sarà la sua collocazione in campo. L'esplosione un po' tardiva di Larrondo sarebbe il massimo, da vero Oscar del mercato. Più realisticamente spero che ci risolva qualche partita col suo gioco aereo - in questo sì, è già da ora uno dei migliori in circolazione - per il resto ci sarà tempo e modo di valutarlo...Sau sarebbe un acquisto intelligente, è ancora piuttosto giovane, ha "fame", e può essere in futuro un ottimo vice-Rossi, o l'altro elemento largo in un ipotetico attacco a tre. Si parla tanto di Iago Aspas, ma penso che il sardo non abbia nulla da invidiargli, lo seguo da anni ormai, e ne sono abbastanza sicuro.

    RispondiElimina
  11. Ma chi l'ha detto che s'è perso Lele? Poeta che hanno fatto un'offerta anche a te e russi di Rubin? E mi sembra la storia di Roncaglia, du' partite e ci si ricama un romanzo! E gli è lì a leticare pe' Aquilani (e gli ha ragione anche se io penso che sia semplicemente arrivato lungo di passo perchè stanco, quindi co' i' corpo un po' ndietro) o lasciatelo fare.

    RispondiElimina
  12. No, Jordan, Lele ha bucato il suo tradizionale, illuminante commento in due tempi al match, Lele tiene il broncio e non si capisce perché. Lud si chiama dentro alla questione ma sono andato a rivedere, nelle ultime presenze africane non c'era nulla di più del solito fra i due (dunque, la solita sparatoria da O.K. Corral... ahahahahahahahahahahah!). 

    RispondiElimina
  13. Non confondere il Brasile, terra meravigliosa, compresa la maggior parte dei suoi abitanti, con quel bando di ex-terroristi e ladri che lo governano, compresa la Presidenta, ex-terrorista dichiarata e nota. E vuoi che dia la estradizione ad un collega come Battisti? Corona non credo proprio soffra di protezione alcuna, gabellarsi per perseguitato politico penso gli sarà difficile, se va laggiù ce lo riimpacchettano, ma non credo che ci vada, 

    RispondiElimina
  14. Intanto Borgi su Firenze Viola ricorda Fiorentina-Torino 4-1 dell'83/84 come la più bella partita della Fiore che ha visto da tifoso. C'ero allo stadio, quel giorno, e devo dire che se proprio non è quella, ci va vicino. Fiore-Toro di due anni prima, primo anno in cui iniziai ad andare allo stadio con continuità, mi è rimasta in mente per il numero in palleggio di Bertoni che rivediamo qui:

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=H2f5i7xsSm4

    RispondiElimina
  15. stefano vienna22 gennaio 2013 11:26

    La partita con il Napoli ha confermato quello che sospettavo. Senza Pizarro, meglio il 4-3-3 con Tomovic terzino sinistro. Domenica si è iniziato a giocare quando è entrato il serbo con tre attaccanti Ljalic, Jovetic (centravanti) e Cuadraro. All'occorrenza, si potrebbe anche spostare Cuadraro terzino destro. Pasqual da sacrificare all'altare del 4-3-3 e magari Larrondo centravanti (Toni gli ultimi minuti). Se poi torna Pizarro, si può anche riprovare il 3-5-2. Vediamo, ma Montella ha capito o almeno ci sta pensando. Questo fa ben sperare.

    RispondiElimina
  16. Ahahahahahah Colonnello, sono così oltre che mi devon porre limiti anche oltrepassati i confini del lecito! L'oltrepassare mi è dolce, in questo oltre! I coronarici domiciliari li accetterei volentieri, tanto sono già un mezzo eremita, e un po' della sua corte di fiha a domicilio sarebbe ben gradita [ma che un mi mandino la sorella di Belen!]. Sulle orme di Lars Von Trier, mi nomerò Dogma78 [dai Mondiali di Argentina, claro]. Il peccato originale dev'esser stato il mio proporre, anni fa ormai, uno sconosciutissimo Facundo Ferreyra come acquisto di prospettiva per la Fiorentina, ad occupare un posto riservato a uno del Dream Team di ex Under 21 italici del GAT...Tanto male però non ci avevo visto pare, se oggi il Chucky è il trascinatore del Velez, e affina sempre più la sua arte goleadora. Niente a che vedere con i Batistuta e nemmeno con i Crespo, ma non mi dispiace affatto. 

    RispondiElimina
  17. Tra le tante notizie è ricicciato fuori persino Eboué...

    Visto che si passa il tempo a vivisezionare ogni azione (il povero Aquilani, dopo una partita in cui aveva dato tutto e aveva di fatto giocato da mediano, al 94' era cotto e l'ha tirata alta, non mi sembra uno scandalo, è vero che era da solo ma un tiro al volo dal limite dell'area arrivando dalla parte opposta ripetto al pallone e non da dietro non è che sia una cosa semplicissima), io ne propongo un'altra:
    verso la fine della partita Jovetic, all'interno dell'area piccola ma tutto spostato sulla sinistra, ha colpito al volo un cross di (mi sembra) Cuadrado e non ho capito se fosse un tiro o un passaggio, la palla è passata vicino al palo ma era abbastanza lenta. Avessimo avuto un centravantone, si sarebbe catapultato su quella palla, il fatto è che in area c'erano solo due giocatori (Migliaccio e Ljajic, se non sbaglio) che sono rimasti immobili. A me sembra sia stata una grande occasione almeno al pari di quelle di Toni nel primo tempo e di Aquilani di cui sopra. Secondo voi era un tiro o uncross, quello di Jovetic?

    RispondiElimina
  18. Per me era un tiro, non facile, ma che, anche quello, poteva esser fatto meglio e con meno scusanti di Aquilani.

    RispondiElimina
  19. Ecco, un tiro, fatto di piatto al volo. Ma mi chiedo, c'è ancora qualcuno al mondo che sappia tirare di collo?

    RispondiElimina
  20. Per quel che ricordo - e secondo me - Jojo ha cercato il colpo un po' a giro sul secondo palo, ma la palla non ha preso l'effetto...Non direi però che Aquilani ha più scusanti, il suo tiro, per la posizione ed altro, era più "semplice" come possibile riuscita.

    RispondiElimina
  21. Quindi se non ho capito male Lele e Roncaglia passeranno al Rubin Kazan...

    RispondiElimina
  22. La malattia delle punte è singolare e inspiegabile. Prima di natale segnavano sia gli attaccanti che i difensori e i centrocampisti. Talvolta era fondamentale il contributo delle palle inattive, ma comunque si passava in vantaggio e lo si difendeva. Dopo natale abbiamo smesso di produrre goal. In queste condizioni tutto si complica perchè i goal sono indispensabili a far muovere la classifica. Potrebbe trattarsi di un calo fisico della squadra, di un momento difficile delle singole punte, da Toni a Jovetic, del fatto che le squadre avversarie ci hanno preso le misure, di modulo di gioco, di calo di condizione degli esterni, di sculo. Non si sa e si brancola nel buio come gli scienziati del Seicento quando provavano a trovare le cause della peste. 

    RispondiElimina
  23. A me in diretta era sembrato più un passaggio sul quale non si è avventato nessuno. In effetti forse era un tiro, ma sono d'accordo con Jordan che, seppure difficile, era un'occasione anche migliore di quella di Aquilani, in quanto ha avuto tutto il tempo di coordinarsi e tirare, non era in corsa, era fermo e poco marcato, anche se decentrato: da uno con le sue capacità tecniche mi sarei aspettato che andasse in semirovesciata di collo. Con la palla in volo tentare di dare l'effetto è ancora più difficile, l'ha tirata decisamente piano, tra l'altro.

    RispondiElimina
  24. Chiarificatore22 gennaio 2013 12:15

    Agroppi, nonostante sia stato un buon calciatore ed un allenatore, da quando sostenne che  Onorati era un calciatore più completo di Antognoni , l'ho cancellato dalla mia personale lista degli esperti in campo calcistico, la sua carriera poi di opinion maker, sempre in campo calcistico,  malato di protagonismo e sempre alla ricerca delle rissa, non lo rendono, secondo me, un personaggio credibile.  

    RispondiElimina
  25. Se invece di tentare il tiro a giro col crosè gli dava una stecca al volo, era a cinque-sei metri da quella pippa di portiere. Mi sembra che tra lui e il fratellino più piccolo abbian  sempre una gran voglia di fare i ricamini invece di zombare in porta. L'esecuzione non era certo più facile di quella di Aquilani, anzi, ovviamente tutto il contrario, ma ho parlato di scusanti, lui era fermo e ben saldo con palla che gli veniva al bacio, l'altro arrivava in corsa e, almeno a me è sembrato, un po' in ritardo, quindi con l'obbligo di allungare il passo il che rende problematico tener basso il tiro.

    RispondiElimina
  26. No, soltanto Lele, Ronacaglia resta qui a chattare con te, ma attento a non farlo incazzare perchè Facundo è Facundo!

    RispondiElimina
  27. Ci sono anche i periodi in cui vanno tutte bene e quelli in cui vanno tutte male. Questi venti giorni del 2012 appartengono indubbiamente al secondo tipo, e noi a farci castelli su. La partite vinte 4-1 con Atalanta e Cagliari mica le abbiamo giocate meglio di quella persa 0-2 col Pescara, eppure...

    RispondiElimina
  28. Chiarificatore22 gennaio 2013 12:25

    Lascia stare Napolitano, Colonnello, sulla vicenda Battisti ha fatto e detto tutto quello che doveva dire e fare e  che rientrava nelle sue competenze. Non puoi caricare su di lui responsabilità che sono tutte del governo brasiliano, come dice giustamente Jordan, certamente non aiutato da analogo comportamento precedente delle autorità dei tuoi amici francesi ( o dovevamo rompere i rapporti diplomatici anche con loro?) e neppure dal ventennale  sputtanamento della magistratura italiana ad opera dei vari governi berlusconiani.
    Corona comunque è tutta un'altra storia, secondo me non ha scampo, ovunque vada.

    RispondiElimina
  29. Corona fuggiasco dall'Italia,Lele alla macchia,Sneijder in Turchia....Da qui se ne vanno tutti.

    RispondiElimina
  30. Chiarificatore22 gennaio 2013 12:36

    Secondo me su tutti questi bei tiri usciti di poco, ci state ricamando troppo. Fanno incazzare perché potevano entrare, ma se ne vedono in giro, anche ad opera dei migliori in circolazione.

    RispondiElimina
  31. La tua osservazione Jordan mi porta ad una vecchia domanda: se i calciatori leggano i blog di argomento calcistico. Montolivo era sicuramente un lettore del sito maggiore, perchè ha citato certe critiche la' ricevute. La mitica Magda sosteneva inoltre che il papà di Montolivo tenesse da parte i post esornativi miei dedicati al figlio. Di Facundo che dire? Intanto porta un nome da personaggio di Borges, di un amico di Evaristo Carriego, il  poeta ultraista Facundo Roncaglia. Per gli amanti dei giochi letterari come Sopra e Pollock aggiungerei che è Fecundo ma non Facondo, ad occhio e croce parla pochissimo, giusto a a Pasqua e a Natale. Fecondo si vedrà,  anzi ce lo dirà la moglie. Infine sempre per rimanere in ambito linguistico mi sono più volte chiesto se in Larrondo non ci sia l'idea di "rondo" inteso come "rotondo". Allora il suo acquisto avrebbe un senso preciso come complemento di Cuadrado e non ci sarebbe niente da dire. 

    RispondiElimina
  32. Stefano da Vienna, gran ricomparso (giusto, Jordan, alla prossima che Lud tira fuori Prandelli gli facciamo arrivare un post di Facundo a forma di maglio... ahahahahahahahahahah!), in verità io ho visto un 4-4-2, con l'entrata di Tomovic, ma condivido la tua impressione di maggior quadratura e infatti, come scrivevo nel commentone, la pressione del Napoli si è sùbito ridimensionata. Con questo Pasqual, poi, l'apparato a cinque di centrocampo sembra buttato via. Deyna, la tua prima allusione a Ferreyra che ho trovato su google è dell'agosto del 2011: già Vitalogy segnalò per tempo l'abitudine dello Schreber Cagaldo di metter meccanicamente nel carrello degli acquisti tutta l'under 21 (di cui confessatamente non guarda le partite... ahahahahahahahahahahahah!) e se dopo anni un morandiano su mille ce la fa te lo cita come una sua scoperta, con tanto di insulti immancabili al povero Corvino. Chiari, l'ex mediano del Toro è un caso nemmeno umano, a competenza lo prendo in considerazione meno di Bucchioni, per portarci in B con quella squadra ci voleva solo lui. Lud, il fatto è che per andare in gol con quel che abbiamo di punta ci vuole che tutto funzioni al millimetro e che si costituisca una novità per gli avversari: insomma dürava minga. Adesso vediamo con Larrondo, con questa ventata fresca e magari, come suggerisce Stefano da Vienna, con un cambiamento tattico. La cosa più squallida di Battisti è che è un comune assassino, che ha pure rubato per sé con le rapine, e un bugiardo senza retroterra ideologico alcuno. Al cospetto Curcio è Amatore Sciesa. Al maghetto stolto gli voglio quasi bene, ingropparsi per anni le du' matte isteriche e cozze è da Cavalierato della Repubblica: e poi ricordo che durante le trasmissioni gli scappava da ridere e le du' troie inscopabili lo richiamavano all'ordine incazzahe («Maestro, un attimo di serietà!»: maestro... ahahahahahahahahahahahahah!). Ma i coglioni che gli hanno consegnato un patrimonio e poi giù a frignare, quelli nella machiavelliana galera degli sciocchi no?

    RispondiElimina
  33. Cuadrado, Larrondo, ma se ci s'ha contro i'Triangolo come di questi tempi gli è maghera!

    RispondiElimina
  34. Io non so, Blimp, se Facundo e Cesare (Prandelli) non vadano d'accordo. Chissà, magari il buon Cesare finirà per passare alla difesa a tre e a quel punto Facundo potrebbe avanzare la sua candidatura alla nazionale dei suoi avi. Piuttosto: una dichiarazione di Cesare su Giuseppe Rossi e Cassano in nazionale mi fa pensare che Prandelli sia consultato dalla società viola quando ci sono decisioni importanti da prendere: soprattutto  adesso che Corvino non c'è più. Prandelli non fa mistero infatti della sua predilezione per attacchi di piccoli e dice che Cassano e Rossi con lui in nazionale fecero benissimo, il che autorizzerebbe ottimismo anche per una eventuale coppia Jovetic-Rossi.

    RispondiElimina
  35. Colonnello, Facundo II lo segnalo da prima dell'Under 20, quando l'osservato speciale era Funes Mori. Dal 2010, credo...Si sta facendo sempre più concreto e scaltro, un fuoriclasse non è né lo diventerà, però è un centravanti molto interessante, che sa giocare anche per gli altri.

    RispondiElimina
  36. http://www.youtube.com/watch?v=xRG-eGlbFy0

    Un video recente, per gli amanti di youtube: come si vede, nessun numero eclatante, ma un centravanti sempre più a suo agio nel mestiere di far gol, per posizionamento sul difensore, per rapidità di esecuzione, per come sente la porta...

    RispondiElimina
  37. Ecco, non l'avessi mai detto, Jordan, Lud ricomincia a sconnettere! E' colpa mia, riconosco! Lele, così, lo abbiamo perso per sempre! Prandelli consulente di mercato della Viola! Filo rosso coi DV! Almirante e Berlinguer che lavoravano in segreto alla Seconda Repubblica! Il gatto nella gabbia dei canarini a far loro la toeletta! Moser che lancia la volata a Saronni! La Callas che porta i fiori in camerino alla Toti Dal Monte!

    RispondiElimina
  38. Non vedo perché le dichiarazioni di Prandelli, Lud, dovrebbero lasciar pensare che sia consultato al momento di far mercato. Spero vivamente di no, visti i precedenti dei giocatori sui quali si impuntò con Corvino [Felipe e Semioli]. Del resto, potrebbe consigliare eventualmente solo qualche italiano, visto che non conosce il calcio estero, per sua stessa ammissione. Al massimo potrebbero chiedere a Pin, che è quello che Melo lo conosceva, quando giocava in Spagna.

    RispondiElimina
  39. Alessandro Bocci sul Corriere della sera scrive, a proposito dell'arrivo di Rossi a Firenze: "I tifosi gongolano. E Prandelli con loro. Ma per ragioni diverse. Il c.t. pensa alla nazionale e avere Rossi vicino di casa non può che fargli piacere. Anche perché su Balotelli, le notizie sono pessime. Giuseppe e Mario hanno in comune il talento, ma niente altro.Il primo è pacato e professionale. Il secondo è campione di eccessi. Ci mancava solo la rissa con Mancini, che ora inevitabilmente fa finta di niente. Che altro può dire o fare? Gennaio doveva essere il mercato di Balotelli. Invece nessuno, al momento, ha telefonato al City per chiederne il prezzo. Per tutti Balo è un rischio. Molto più di Rossi?". Tutto si può dire meno che Prandelli fosse contrario all'arrivo di Rossi a Firenze. 

    RispondiElimina
  40. Si accenda il dibattito (ma prima di tutto mi si dica chi cazzo è questo Compper), anche con riferimento alle possibili partenze, eventualmente, o di Campo o di Ronco Bill:




    «E’ un nome completamente nuovo per il mercato della Fiorentina, quello di Marvin Compper, esterno e difensore centrale in forza all’Hoffenheim (è un classe ’85). A spiegare che potrebbe arrivare a Firenze è il suo procuratore, Ran Ronen: “Abbiamo chiesto al club la cessione, anche perché non ha più le giuste motivazioni per continuare a giocare qui”. Poi Ronen ha aggiunto: “La Fiorentina è la squadra con cui stiamo parlando”».

    RispondiElimina
  41. Bene, Lud, ma dalla citazione dell'autorevolissimo Boccino cosa inferiresti di preciso, a sostegno della tua tesi di Prandelli consulente viola?

    RispondiElimina
  42. Chiarificatore22 gennaio 2013 13:28

    Mi mancano i commenti, durante e post partita e tutti gli altri, di Lele.
    Leleeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  43. Compari, comperare Compper: perché?

    RispondiElimina
  44. Chiarificatore22 gennaio 2013 13:40

    Anche Tocca è un 'altro che ama farsi desiderare.
    Toccaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!
    Hai visto i dati sugli spettatori? La Fiorentina è quella che registra il maggior incremento.
    Il futuro è nostro. Il nuovo stadio lo sarà. 
    Ci sta anche che Fini faccia il Ministro nel governo Bersani, in barba al Colonnello, ahahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  45. Chiarificatore22 gennaio 2013 13:53

    Ludwig, anche secondo me stai ricamando e stabilendo arbitrarie connessioni tra dichiarazioni, persino scontate, fatte da ognuno nel proprio interesse, e non collegate, tra  loro, da alcun rapporto. 

    RispondiElimina
  46. Chiarificatore22 gennaio 2013 14:04

    Ludwig, se non ricordo male, ADV dichiarò la sua soddisfazione per l'acquisto di Rossi non solo nell'interesse della Fiorentina ma anche del calcio italiano, inteso però come Campionato Italiano, senza alcun riferimento alla nazionale, anche perché Rossi era rimasto un patrimonio della nazionale anche giocando in Spagna.

    RispondiElimina
  47. Cacchio se Prandelli è contento di Pepito Rossi....gestire Balotelli è stata prova improba,riuscita a metà.Lui preferisce, adora i silenziosi soldati,sempre proni alle sue scelte.BLIMP,sei ammonito,alla prossima l'arbitro ti butta fuori..qualcuno aveva scritto di non pesare le voci, boutade di calciomercato....Commprare Commper?Per brindare con Cammpari?Cammbierebbe poco,credo.Commprare tanto per commprare non ci appartiene,come modus operandi.Cari commpari,occupiamoci di quelli scommparsi....etimologicamente Commper mi sa di cosa estemporanea,è preferire un cammper alla propria casa.Troppe "m" doppie...?mmi sa che Commper mm'hanpreso la mmano.Ma non è che è Comper e il suo procuratore e balbuziente?Come il mio amico Mantonio:all'anagrafe il papà ripetè il nome 3/4 volte e l'impiegato mezza-campana disse "Coooome?" E il babbo "Ma Antonio,l'ho detto 4 volte!" e l'impegaro scrisse Mantonio!

    RispondiElimina
  48. In effetti mi aspettavo il commento africano di Lele alla partita di domenica. Non posso che unirmi al coro delle vedove di Lele.....
    Sul cambio di modulo di fine partita avevo già scritto ma nessuno m'aveva cagato, vabbé.... Comunque per completare quanto scritto da Stefano e Blimp, penso che questa disposizione tattica sia interessante in mancanza di Pizarro, con Quadrado che possiamoa intenderlo esterno del 3 d'attacco o esterno dei 4 di centrocampo a seconda delle situazioni. In questo caso sarei curioso di vedere Llama sulla sinistra, lo ricordo dotato di gran gamba e tiro potente. Ad oggi ci manca un esterno sinistro che inventi qualcosa di diverso dal cross dal semi-fondo...

    RispondiElimina
  49. Addio, l'è peggiorato, l'ha ricominciato con Prandelli! Ora consulente dei Della Valle! ma te lo vo' mette' ni' capo che se DDV lo sente nominare gli vien le bolle! Se ADV che gli è più bocco, lo consurta davvero e i'fratello lo sa e gni dà una passata che gli tocca a vede' le partite da ritto pe' un mese! Che palle, speriamo che chiudan Coverciano e torni di' casa ni'bresciano vicino alle parrocchie sue perchè questo se no un  guarisce mica mai!

    RispondiElimina
  50. Compper è un altro colpo low cost e buon rendimento tirato fuori dal cilindro del duo. Difensore che può giocare un po' ovunque, buon fisico, quasi duecento partite in Bundesliga, non è un fenomeno ma uno che può stare nella rosa dei difensori bene, sì. E' in scadenza di contratto, a giugno viene a zero, ora c'è da pagare forse qualcosa all'Hoffenheim. Meglio di Bovo dovrebbe essere.

    RispondiElimina
  51. Compper non mi pare un grande acquisto, al mercato delle compere. Per come me lo ricordo in Bundesliga, è molto solido in marcatura e fortissimo di testa, anche eclettico se vogliamo, come dice Jordan, ma non mi sembra avere la qualità tecnica per giocare nella Fiorentina. Almeno da titolare. Penso e spero sia visto come riserva in grado di portare gioco aereo quando necessario. Lud, no che non si può dire che Prandelli fosse contrario all'arrivo di Rossi a Firenze, ma questo che c'entra col fatto che l'avrebbe consigliato lui [tra l'altro avrebbe fatto la scoperta dell'acqua calda, Rossi è stato uno dei giocatori più vivisezionati sul mercato negli ultimi anni]? E soprattutto, machissenefrega se Prandelli è contento o no dell'arrivo di Rossi a Firenze?

    RispondiElimina
  52. Leggo che Crompper nasca come esterno sinistro e forse potrebbe essere stato pensato per sostituire Llama che se ne va senza aver potuto dimostrare il suo valore, che non mi pareva così modesto. Siete un potenziale campione ai margini della rosa? L'allenatore vi ha in odio? I compagni si vergognano ad uscire con voi? Niente paura! I vostri problemi sono risolti: telefonate all'Ac Fiorentina e chiedete del signor Macia.

    RispondiElimina
  53. Deyna e chi parla di titolari? ho.parlato di rosa. E' uno che può entrare in certi momenti a dar capate e quando la lotta si fa dura. Non costa nulla o quasi. Piuttosto ci son voci non molto tranquillizzanti sul carattere, piuttosto focoso.

    RispondiElimina
  54. Per me comunque Prandelli è il ds occulto di questa attuale Fiorentina, è lui che ha indicato, fra gli altri, ad Andrea della Valle, Montella, Giuseppe Rossi e Toni. Basta poi leggere le sue dichiarazioni. Mentre ai tempi di Sinisa-Corvino taceva, oggi spende volentieri parole di elogio, ed ha difeso  Montella anche dopo gli ultimi rovesci facendo notare che sia col Pescara che ad Udine la Fiorentina meritava la vittoria. In questo modo vi farei discutere fino a tarda notte con gioia di Pollock e dei suoi contatori di commenti, ma aggiungo: è uno scherzo! O forse no? E se conoscessi personalmente la nobildonna attuale compagna di Cesare? Chissà!

    RispondiElimina
  55. No, guarda, con Llama c'entra come i cavoli a merenda. Questo è un difensore puro, forte in marcatura, bravo di testa, ma con due piedi come ferri da stiro. Fare il fluidificante quasi ala proprio non è il suo mestiere. Cosa c'entra il resto delle spiritosaggini non mi è chiaro.

    RispondiElimina
  56. Ho citato Wikipedia versione italiana, Jordan, fonte peraltro non sempre attendibile: "predilige giocare come terzino fluidificante anche se grazie alla sua versatilità viene spesso impiegato anche come centrocampista difensivo sinistro e all'occorrenza può adattarsi a giocare difensore centrale"

    RispondiElimina
  57. L'ho sempre visto giocare centrale, può giocar terzino in difesa a quattro, con caratteristiche prettamente difensive, ma di certo non esterno in un 3-5-2

    RispondiElimina
  58. Sopra, con me hai arbitrato alla Giannoccaro, come il séguito ha mostrato!

    RispondiElimina
  59. Compper piace anche a Prandelli, ad ogni modo, e non mi sorprenderebbe che fosse stato lui a...

    RispondiElimina
  60. O forse piace alla nobildonna amica....

    RispondiElimina
  61. Beh, Jordan, a vederlo si direbbe in effetti che, come dicono i Franzosi, abbia le paquet...

    RispondiElimina
  62. La Buona Novella del Pret Nof di Orzinuovi...Beh la nobildonna in fondo ce la vedo a fare la ds occulta, scopritrice di talenti, in versione Susan George nell'indimenticato film di Fleischer.

    RispondiElimina
  63. Il particolare non rientra ovviamente nei miei interessi però che una nobildonna probabilmente carente visto l'abatino che si rinvolta ci possa fare cattivi pensieri non è sorprendente. Chiediamo al nostro amico che sottintende frequentazione (casta suppongo).

    RispondiElimina
  64. LUD,sei un troll mentre ascolto i New Trolls....Leggevo di Rossi rotto,Wolski rotto,Commper rott-wailer in difesa.Bene,speriamo in un futuro senza rotture.Prandelli-business:avrà comprato ai bagarini il biglietto per salire sul carro o parla da "portoghese"?Ormai tutti parlano della viola e sulla viola.Pure io....come disse la patata lessa.(non era il caso di accentare il primo vocabolo,s'intende...)

    RispondiElimina
  65. NOI s'hanno le idee chiare -:)   Avanti Viola!

     http://www.violanews.com/altre-news/brovarone-mi-gioco-tutto-su-larrondo-20130122/

    RispondiElimina
  66. p.s. @ Deyna: leggi e prendi nota, eh eh eh...

    RispondiElimina
  67. Lud, Cesare mi garbava e garba tanto anche a me, pero te "tu t'esageri... "

    RispondiElimina
  68. Confesso. Sono stato assunto come precettore di Prandelli. La nobildonna lo trascina a cena con accademici esperti di Rinascimento e Cesare non è che ne sappia molto. Ho suggerito io Larrondo a Prandelli il quale ne ha poi parlato con Andrea Della Valle. Diego da quando è scivolato mentre era a Malpensa crede di essere proprietario dei Toronto Blizzard quindi fa tutto Andrea.

    RispondiElimina
  69. Lele, vedi bene che in tua assenza stiamo scadendo ignobilmente: aiutaci a ritrovare noi stessi, sta casa aspetta a te!

    RispondiElimina
  70. Anche procacciatori di giovani stalloni argentini e tedeschi originari della Guadalupa per le nobildonne! guarda a cosa si è ridotto uno per vivere!

    RispondiElimina
  71. Pare che la figura del cuckold si stia diffondendo epidemicamente nell'alta società fiorentina.

    RispondiElimina
  72. Sì, "torna a casa Lele", qui degeneriamo di minuto in minuto.

    RispondiElimina
  73. Il Gremio ha mollato la presa su Insua, fusse che fusse la vorta bbuona?

    RispondiElimina
  74. Ad ogni modo, operazione impeccabile: Camporese va a giocare con continuità e a provarci di essere quel che speriamo che sia, al suo posto un Mandingo d'esperienza, che si farà trovare pronto al caso e che copre due ruoli di difesa. Bene, ma adesso badiamo ad maiora.

    RispondiElimina
  75. Beh, che sia stato Prandelli a suggerire gli acquisti di Vecino e Wolski è notorio.

    RispondiElimina
  76. Wolski sùbito, comunque, metterebbe a male sia Mati sia Ljajic.

    RispondiElimina
  77. Parlando seriamente, mi spiegate di cosa ce ne faremo di un terzo trequartista in un modulo che non prevede trequartisti?

    RispondiElimina
  78. Di Wolski dicevo stamane che sono curioso di vederne l'utilizzo sulla scacchiera. Può anche darsi che se ne possa fare una mezzala completa, ma il processo non lo vedo breve, ed è troppo leggerino, ancora. Non so che abbia in testa Montella, può anche darsi che voglia varare un 4-3-1-2 [o 4-3-2-1] in alternativa alla difesa a tre, e allora ci sarà spazio anche per i trequartisti, anche se tre son tanti...

    RispondiElimina
  79. Sì, per far dispetto a Montella e farlo stare sotto la sua media punti

    RispondiElimina
  80. Per me Wolski si adatta meglio degli altri due a un compito sulla fascia sinistra e può partire da là mettendo il capitano a ricaricare un po' le batterie.

    RispondiElimina
  81. Credo che, se arriva il polacco, almeno uno dei due parte

    RispondiElimina
  82. Vero che Pasqual è una bella falla aperta in fase difensiva, ma Wolski riesce a coprire?

    RispondiElimina
  83. Comunque se non ricordo male, anche a prenderlo ora non sarà pronto che a metà febbraio, per giocare...

    RispondiElimina
  84. Piano con Wolski... tra il campionato italiano e quello polacco c'è una bella differenza... Viene da un brutto infortunio (sennò un si vogliano...) e mi pare abbia da lavorare parecchio sul fisico (ha du gambe sembran du stecchini)... Io, invece, a fare il quinto di un centrocampo a 5, cioè a spolmonarsi su e giù sulla fascia proprio non ce lo vedo... mi sembra più uno dei due da piazzare dietro ad una bella punta (il mi omo? eh eh eh)...

    Piuttosto credo sia giunta l'ora di passare a 4 dietro, così rivalutiamo un poinino anche Cassani che messo così nello stanzino degli appestati proprio non ce lo vedo...

    RispondiElimina
  85. Consigli per gli acquisti: sentire la Samp se hanno intenzione di mollare almeno mezzo Poli, Obiang è già troppo per noi, anche se lo rammentavo al buon Deyna già lo scorso anno. Poi, un tentativo per Paloschi, proprio no eh? Se proprio vogliono Llama che ci diano per 6 mesi Galloppa, magari con diritto di riscatto sulla metà.

    RispondiElimina
  86. Leggo nomi da Famiglia Addams o, per altri versi, Simpson.

    RispondiElimina
  87. Molti mezzi giocatori,già bruciati in altri lidi o bruciacchiati da sopravvalutazioni frettolose.Andrea Della Valle ha dichiarato che basteranno tre Campioni a giugno per la rinascita definitiva della viola,quindi tutta 'sta gente è contorno,è tappabuchi,è sistema-le-cosine-per-adesso o cosa?Stiamo spendendo poco ma bene o nulla per così così?Spenderemo molto e tanto a giugno o i tre campioni saranno del low-cost in parabola discendente o quasi.Io della sessione invernale,incentrata sulla punta,sono abbastanza deluso...o le aspettative le abbiamo create solo noi tifosi?Mah....boh....mumble mumble...Gasp!

    RispondiElimina
  88. Chiarificatore22 gennaio 2013 19:50

    Wolski sembra non solo estroso ma anche tosto, è giovane,secondo me potrebbe diventare una delle tre degne riserve di centrocampo, la seconda Vecino, mancherebbe il vice Pek (Gomaa? Cirigliano? Romizi?).

    RispondiElimina
  89. Gente che costerebbe poco o nulla, che puoi prendere attraverso scambi con società interessate ai cartellini di alcuni nostri. Questo è il mercato di gennaio, soprattutto quello delle ultime 72 ore al quale ci siamo, erroneamente, ridotti. Poi, e lo so anche da me, se scrivo Messi, Iniesta, Bale & Co ci fo di siuro meglio figura, ma bisogna guardare la realtà...

    RispondiElimina
  90. Io, Sopra, credo che molto di quei tre acquisti, dipenderà da come ci arriveremo, a giugno. Quanto alle dichiarazioni di ADV, non prendetevela a male, ma ci vado a chiappe strinte, l'ultima volta che gli ho dato peso risale ai tempi dell'estate della cessione di Melo, e non credo ci sia bisogno di stilare un memorandum per ricordare come è andata...

    RispondiElimina
  91. Sopra, la bontà degli acquisti di giugno dipenderà da Prandelli, cioè se se la tirerà oppure avrà voglia di indicarci tre grossi giocatori da comprare

    RispondiElimina
  92. Vitalogy... ahahaahahahahahahahhahahahahahah!

    RispondiElimina
  93. Intanto, ufficialità per Wolski a 2,8. E' un bel colpo, a Montella trovarne la collocazione.

    RispondiElimina
  94. Paloschi a me piaceva molto, ha parecchio senso del gol, ma ha anche un decorso clinico post-crescita sospetta simile a quello di Pato...Con uno scambio di giocatori ci può stare, ma soldi non ce ne metterei. Gomaa, Chiari, mi convince molto. Spero però che a giugno uno dei tre colpi sia Canteros.

    RispondiElimina
  95. Anche McGuire si fa sospirare. Uffa, tutte queste primedonne che giocano la loro seduzione sull'attesa, che escono dal boudoir quando già le carrozze intasano la piazza del teatro e le borghesi spiano dalla platea, con contorsioni della nuca, alla lorgnette, i gioielli delle dame nei palchi! Uffa, uffa, uffa!

    RispondiElimina
  96. Deyna, a me un tris Galloppa Poli Paloschi non dispiacerebbe affatto... Romulo ai clivensi e conguaglio, Llama a Parma con scambio di prestiti (poi a giugno si vede...) e un 4 o 5 milioni per mezzo Poli che li butterei senza pensarci due volte... Non vedo perchè si dovrebbe per forza aspettare giugno, quando magari, se gli investimenti rendessero, si potrebbe risparmiare su altre operazioni...

    RispondiElimina
  97. Cedi Romulo e ti ci vuole sùbito il rimpiazzo. Comunque il DS del Chievo ha informato oggi che loro un sondaggio l'hanno fatto, ma la Fiorentina ha dichiarato incedibile il brasiliano. Parlaci un po' di De Rossi, Louis, invece («Daniel is travelling tonight on a plane...»).

    RispondiElimina
  98. Colonel, non ho rammentato a caso Poli e Galloppa... rimpiazzo e controrimpiazzo...

    De Rossi? Who is?

    RispondiElimina
  99. Ma di chi rimpiazzo? Di Romulo?

    RispondiElimina
  100. Colonel, facevo un'ipotesi di mercato di come mi muoverei io, si fa per ruzzare, ovviamente. Il Chievo ha detto per bocca del suo ds che vorrebbero Romulo, io gli chiederei almeno metà Paloschi... stesso col discorso col Parma che chiede Llama per uno scambio di prestiti con Galloppa... Poli è un mio pallino da sempre, credo che 4/5 milioni per la metà potrebbero andare, visto che Rossi ha riabilitato anche Palombo...  Ecco spiegato il concetto.

    RispondiElimina
  101. Se Wolski è tesserabile da subito, ringraziate Prandelli che ha fatto entrare la Polonia nell'UE.

    RispondiElimina
  102. Prandelli procura le fihe a ADV

    RispondiElimina
  103. Ma se ha già giocato e fatto gol!

    RispondiElimina
  104. Vitalogy scatenato! Ma Lud fonte ispiratrice inesauribile!

    RispondiElimina
  105. E' fatta: domani Wolski a Firenze per le visite mediche!

    RispondiElimina
  106. Galloppa lo lascerei indov'è, Poli mi piaceva moltissimo agli esordi, ma mi sembra aver rallentato di molto la sua crescita...Certo, lo prenderei, ma non a certe cifre. 

    RispondiElimina
  107. DEYNA,Paloschi ha decorso clinico?Ho già scritto ieri che le barelle sono terminate!BLIMP,De Rossi on a plane?Lui e Totti a Fiumicino,il barbuto dice al capitano "Andiamo...l'aereo decolla...!" e Totti "De colla?Io su'n'aereo de colla nun ce salgo!";ecco perché De Rossi non è salito sull'aereo per Peretola...poi dopo Berbatov,capirai,ci sono i dirottatori da terra come Marotta(li mortacci sua!)...,

    RispondiElimina