.

.

lunedì 21 gennaio 2013

Miele di perspicacia

Partita prima bloccata, giocata sui lanci lunghi per cercare di scavalcare i ranghi, e poi sbloccata proprio da uno di quei lanci lunghi che vede il portiere e il difensore napoletani intervenire come oranghi. Seguito da dieci minuti di musi lunghi, quelli dei partenopei almeno fino alla frustata dai capelli lunghi di Cavani in torsione, che Facundo ha potuto ammirare solo più tardi in televisione, con il muso lungo. Di Barcellona solo un ricordo, ombre lunghe se non a macchia di Leopardi in quel rimembramblas ancora quella tua manovra mortale quando beltà splendea tra il giro palla di un Pizarro che oggi invece ricorda più Enea per le sue peregrinazioni lontano dal campo, e Jovetic lontano dal gol che sembra più anchilosato ancora del figlio di Anchise. Qualche ricordo in mezzo a una partita che per lunghi tratti, e sotto la pioggia, poggia il suo equilibrio scivoloso dentro a schemi astratti, si cerca il taglio nella tela, ma a differenza di Fontana, senza trovare nessuna ispirazione se non quella suicida di De Sanctis, che a proposito di portieri non è Fontana e nemmeno Taglialatela, trovando però il multiplo di Cavani numerato a cento esemplari in serie A. Una volta si sarebbe detto partita maschia, oggi per via delle pari opportunità si deve per forza dire anche partita femmino pur senza Montolivo, con poche opportunità ma quelle poche in grado di mettere in luce il buon momento di Neto e gli errori sotto misura di JoJo e Aquilani che avrebbe potuto suggellare la sua bella partita e allo stesso tempo uccellare la difesa del Napoli. Partenopei che invece di quello di San Gennaro assistono al miracolo di Neto su Pandev, e i Viola che invece di quella di San Gennaro assistono alla liquefazione del top player Jovetic. Una bella partita muscolosa dentro alla quale la Fiorentina ha dimostrato di valere il Napoli, gestendo la fatica per gli straordinari di Coppa non retribuiti, e trovando la forza di chiudere in avanti. La squadra di ieri, quella cioè priva di Pizarro, del miglior Jovetic, Valero e Cuadrado, quella dissanguata in coppa ha giocato la partita tatticamente più giusta anche se meno blaugrana, quella necessaria ad affrontare con profitto una squadra robusta e scorbutica come quella azzurra, comunque una gran bella partita, una partita differente come certe banche, con la difesa che ritrova la giusta venatura del marmo, solida, compatta che lascia al Napoli solo le briciole sufficienti però a sfamare l’unico top player in campo. Il primo punto del duemilatredici inverte una tendenza che sembrava quella della grande depressione, la crisi del ventinove o crollo di Wall Street, quando oggi rimane da superare solo la crisi di Jovetic e quella del gol. Una squadra che non è solo bella ma che dimostra di avere anche cuore, che rinuncia se necessario a mostrare le sue forme sinuose per tirare fuori i muscoli e il carattere, adesso ci aspettiamo di risentire in bocca il sapore inconfondibile della vittoria, quel dolce come il miele, o anche solo quel miele, si proprio quel sapore lì che un po’ ci manca, quello che ho cercato di rappresentare nella seconda foto, perché il suo  ricordo è ancora un po’ troppo lontano.

48 commenti:

  1. Il Pek nostro Enea,ma il cileno è persona a modo,ascolta i Modà e acquista Modigliani e non disse alla sua ex squadra "Addio,Troia fumante...",anche perché eravamo noi con le ceneri;il novello Julo,per vocale quasi assonante Jovetic,non carica(come il papà fece con Anchise)la squadra sulle spalle ed il latinizzato Ascanio andrebbe sostituito con uno Scania.La figurazione della viola soddisfava tutti,anche quelli più fava ma la trasformazione non proprio astratta ma concettuale ha evitato che la Fontana di sconfitte continuasse a gocciolare(l'utente Montella all'idraulico-Pradè "Il rubinetto perde!" e il romano "Chi vince?")ma se Fontana era concettuale,quest'ultimo movimento obbliga a pensare(l'astrattismo/concettuale ha queste caratteristiche)ma il pueblo non vuole pensare,ragionare,il popolo pensa al top-player;visto ieri cosa fa il top-player,forse ha ragione:Cavani ieri due palloni,un gol.Ecco quanto incide un top-player.Tanto.Vero?Non proprio,infatti una corrente di pensiero(acclarato)spiega che spesso un multiplo vale più di un pezzo unico:un multiplo di Morandi vale più di molti pezzi unici di tanti artisti,quindi l'ensemble viola continua da grande squadra,senza solista.Tutto è discutibile,anche il miele ma a noi basterebbe un surrogato,magari saccarosio,che metta fine al commento di Carosio "Quasi gol!" che aleggia sempre sulla viola...

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore21 gennaio 2013 10:24

    Jordan oggi è "de goma", come si dice in sud america, deve smaltire la sbornia in onore a Neto. Ci ha dato dentro tutta la notte, e non solo nel caipirinha.

    RispondiElimina
  3. Eccoti accontentato o impaziente ligure, . Magari e ci avessi dato, qui 'nvece e mi danno sortanto di bischero. Comunque e passo la parola a i'nonno, co i' quale son sempre a i'100% d'accordo:
    Contentiamoci, gli è arrivao i’ primo punto di’ 2013 proprio
    quando i’nonno e gli avea paura d’un artro ritonfo. ‘Nvece la banda di’
    pesciaiolo, nonostante quarche ‘ncerottao e la stanchezza giallozzozza e gli è
    staa respinta e se l’Aquila e un ni sbagliaa qui’ tiro a i’ 94’ e gli era
    da sega a du'mane. Ora che s’è rotto i diaccio e dean veni’ e primi tre, prima
    possibile, anzi subito, dalla terre sihule, anche perché se se n’è dai tre a’
    palermitani dagnene meno a’ catanesi e farebbe nasce’ un monte di gelosie:

    Neto 8: come e son orgoglioso di’ mii nipotino! Tranquillo,
    sihuro, miraholoso quando e ci vole. O Sandrelli questo e un sa la grammatiha?
    Ma te che la sai che tu scrivi un monte di corbellerie?

    Roncaglia 6+: i’ go’ l’è un segno d’Eupalla, che gli è
    cambiao vento (e quella palla go’ a i’ 94’ e gli era un artro, speriam e un si
    sia ‘ncazzao!), però e ci ha tirao lui. Un par d’arrotolatine e le fa, su i’
    go’ Cavani e l’uccella, però e sembra sempre la solita mitraglia.

    Gonzalo 6,5: e gni tocca a fare anche un po’ i pekke, e
    distribuisce lancioni con sapienza, pe’ chi gli era abituao a i’ Daino,
    l’aranciaa S.Pellegrino gli è un’artra cosa

    Savic 7-: dietro gli è i’ più duro di tutti (ma perché su’
    cornere su Cavani e un ci va lui?), nell’appoggio i piede tanto delihato e un
    ce l’ha, ma…aenne!

    Cuadrado 7: e ritorna Robocoppe, e potrebbe esse’ da 9 se,
    fatte le giochesse e un ci s’arrotolasse una vorta su due, ma le vorte che un
    lo fa e le bastano pe’ squilibra’ le partie, come a i’ 94’ con quella palla
    data all’Aquila

    Romulo 5,5: mettilo ni’ mezzo pe’ me gli è mettilo ni’
    mezzo, cioè fregallo. E corre com’ un barbero, ma di più e un sa miha fare.
    Sulla fascia e po’ esse’ un ritrecine, ma ni’ mezzo a i’ campo e s’annoda.

    Aquilani 7-: pe’ i’ nonno gli è la meglio partia ‘n viola.
    Se facea i’ go’ i’voto e gli andaa alle stelle, però e cresce e, se si pensa
    che venia da 120’ di mercoledì e c’è da stropicciassi gli occhi

    B.Valero 6,5: e batte un po’ un testa e negli stinchi e gli
    batte Behrami, ma i’suo e lo fa sempre e ni’mezzo e si fa sentire eccome.

    Pasqual 5,5: l’uniha cosa bona che si po’ dire gli è che
    Maggio gli ha fatto poho, ma se gli è merito suo o anche quell’artro e l’avea
    le cheche, chi lo sa? Davanti gli ha fatto pochino e pare un po’ alle pompe.

    Toni 6: a un ragazzo che sta così su’ libri la sufficienza e
    bisogna dagliela. Un rigore e l’avea trovao anch’ oggi, finchè gli è stao ritto
    e gli ha lottao, magari e l’ha tenuo un po’ troppo ‘n campo, alla fine e parea
    uno zombi.

    Jovetic 6: e gli è alla rovescia di Toni, se si dovesse dare
    un voto a icche fa rispetto a icche dovrebbe fare e siamo su i’ 4,5, però e
    voti e si dean da’ su icche fa e che un faccia nulla e un si po’ dire. Corre,
    dà assiste, e cerca di tira’, ‘nsomma gli è vivo, ma e dovrebbe esse’ un toppe
    pleier e allora e un ci siamo.

    Tomovic s.v.: gli entra pe’ Pasqual e cambia poho, ma poho e
    gioha

    Migliaccio s.v.: idem pe’ lui e Romulo, tra l’artro e va
    stranamente a gioha’ avanti.

    Ljajic s.v: idem pe’ lui e Toni, dieci minuti co’ i’
    recupero e son pohi.

    Arbitro:

    Bergonzi 5: un artro della serie degli arbitri che fanno
    rima co’ i su’ cognome. Questo gli è parso anche proprio scarso. Un n’ha dao un
    rigore solare a Toni (ma se ne pagan sei d’arbitri, e quegli artri a icche
    servano, a fassi compagnia a taola? Ma lo sapete chi l’era i’ giudice di linea?
    Gianni lo Gnoccaro, quello di S.Siro con l’Inter, quello di’ rigore e
    espursione a Gonzalo, gli era proprio la banda a i’ compreto!) poi gli ha ammonio
    anche le seggiole pe’ sessanta minuti, quando, dovendo dare i’sehondo giallo a
    Behrami pe’ potatura ‘nvernale di Cuadrado, e s’è accorto d’avelli finii
    all’improvviso, accidenti a chi ce l'ha portao!

    RispondiElimina
  4. La lettura mattutina di cloaca mi regala immense soddisfazioni estetiche con due grandi protagonisti. ll Minorato di Rio, infatti, s'imbarca in catastrofico paragone fra un Jordan pieno di pregiudizi (da notare che il Patriarca si era limitato ad apprezzare la prova di Aquilani, come avevamo fatto anch'io e Deyna, e persino persino persino Botvinnik da una Siena dei sogni, a dire quanto fosse arduo arrivarci) e un Neto senza spinta nelle gambe per riuscire a parare (giusto dopo una prestazione magistrale del brasiliano). Poi c'è il Multinick, locketto analfabeta informatico, poro cesso canterburino da San Lorenzo, che scambia la concinnitas per la concisione, solo perché iniziano con la stessa sillaba. Lo scarico cloacale è intasato sempre per due giorni, dopo le partite, per via di queste esistenze strozzate che cercano risarcimento tramite ridicoli deliri contumeliosi in materia che loro non compete. E per fortuna che non c'è ancora in vista, stamani, quel dogmatico di Deyna, con cui non è possibile confrontarsi e che stavolta ha passato i limiti del lecito (ti farà totò sul culetto se non ti ravvedi, la caponata-eater: anche solo per questo, Casimiro, dovresti metterti in riga... ahahahahahahahaahahahahahah!)

    RispondiElimina
  5. Un tifoso della Juve, uno dell' Inter e uno del Toro sono su una
    spiaggia In Arabia Saudita a bersi una cassa di alcool di
    contrabbando, quando all'improvviso arriva la polizia e li arresta. Il
    solo possedere alcool in Arabia Saudita è un crimine grave quindi, per
    l'ancor più terribile crimine del consumo di alcool, vengono condannati
    a morte.
    Dopo molti mesi d'appello con l'aiuto di avvocati molto in gamba
    riescono a tramutare la sentenza di morte a prigione a vita.
    Fortuna vuole che, il giorno della fine del processo, in Arabia
    Saudita era festa nazionale e lo Sceicco essendo di buon umore decide
    che questi possono essere liberati e puniti solo con 20 frustate a
    testa. Mentre si preparano per la punizione, lo sceicco dice: "Oggi è
    il compleanno della mia prima moglie e lei mi ha chiesto di
    esaudire un desiderio ad ognuno di voi prima di farvi frustare."
    Il tifoso della Juve (che aveva bevuto di meno) ci pensa un po' e
    dice: "Legatemi un cuscino sulla schiena!" Così vien fatto, ma il
    cuscino dura solo 10 frustate e le altre 10 gli lacerano la schiena.
    Lo juventino viene portato via sanguinante.
    Poi tocca al tifoso dell Inter (che aveva bevuto abbastanza) che, vista
    la scena, dice: "Legatemi 2 cuscini sulla schiena!" Ma i due cuscini
    durano solo per 15 frustate, le altre 5 gli lacerano la schiena e
    anche lui viene portato via sanguinante e piagnucolante come una
    bambina.
    E' il turno del tifoso del Toro (che aveva bevuto più di tutti) ma
    prima che questo potesse dire qualcosa, lo sceicco dice: "Tu sei un
    tifoso della squadra coi colori più belli del mondo. I tifosi
    del Toro sono i migliori e i più fedeli del mondo: per questa
    ragione ti concederò ben due desideri." "Grazie, Sua Altezza! In
    ammirazione della Vostra clemenza come primo desiderio voglio che mi
    siano date 100 frustate invece di 20..." "Non solo sei una persona
    d'onore, bello e simpatico, sei anche coraggioso!", esclama lo Sceicco
    con ammirazione. "Ora dimmi... qual è il tuo secondo desiderio?"
    "Legatemi lo Juventino sulla schiena"

    RispondiElimina
  6. Bella, Sopra, io la conoscevo con un tifoso viola e non granata, ma il concetto è lo stesso.

    Le pagelle di Nonno Jordan sono quelle con cui mi trovo maggiormente d'accordo.

    RispondiElimina
  7. Perchè non hai letto il Simoparbo (o qualcosa del genere) che raggiunge il Guinness dei primati della partigianeria cogliona dando la colpa a Neto per il goal subito, unico in tutto il sito. "tiro centrale, non preso per scarsa spinta sulle gambe e amncanza di reattività, se fosse passato a Viviano...") roba da misericordia chiamata d'urgenza.

    RispondiElimina
  8. Eccolo, integrale, il post più idiota della settimana:
    "21/01/2013 12:03:52 
    SimoSapo, Firenze
    Eccomi, vladimiro. Io lo critico: zero spinta sulle gambe, pochissima reattività e piazzamento errato su un pallone che entra quasi nel centro della porta e con una traiettoria comoda, dall'esterno al'interno. L'avesse preso Viviano, apriti cielo."

    RispondiElimina
  9. JORDAN,e te ci perdi tempo con uno che neanche sa la differenza tra acido lattico e latte acido?Oramai il sitone è un carro di Bosch,trovi di tutto,nel permissivismo totale dell'insulto e del non-registrato,mentre trovi(e ho trovato) censura quando l'altezza del post sembra urtare qualcosa o qualcuno.A proposito,Bocci sul CorSera ha dato 6,5 a Pasqual,6 a Valero,6 a Cuadrado,6 a Roncaglia....qualcosa non quadra,sembrano pagelle dettate da rendita di posizione,da politically correct nei confronti del capitano;sembra di vedere le pagelle della Gazzetta quando Gomito Alto-Braccio alzato Baresi giocava male:giri e giri e giri di parole per edulcorare il giudizio,addossando le colpe ai compagni di reparto.

    RispondiElimina
  10. SimoSapo è il Multinick, Jordan.

    RispondiElimina
  11. Toh, guardavo que ciuccacci su odeon... Agroppi, da Piombino: "ragazzi,
    badate che c'ho il tesserino di Coverciano e vi dio che Neto sul go
    della Roma in coppa italia doveva stare due metri più fuori, però un
    l'ha detto nessuno..." si vede che un legge La Riblogghita...

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore21 gennaio 2013 13:45

    Larrondo:


    "Rapporto con il gol? Domenica scorsa non sono stato disponibile perché mancava ancora l'accordo tra i Club." 



    "Fisicamente? Stamani mi sono allenato bene. La squadra torna in campo mercoledì, mi allenerò con loro. Comunque sto bene."



    Quindi, come io supponevo, sembra che il presunto infortunio al ginocchio di Larrondo sia una delle tante bufale messe in circolo ad uso e consumo dei boccaloni che fanno mercato.
    Avviso ai bravi naviganti del blog: astenersi dall'imbastire discussioni basate su notizie incontrollate.

    RispondiElimina
  13. LOUIS,la Ribbloghita,aka Sitollock,alias The Written,è più letto di quel che immaginiamo,vanta innumerevoli tentativi di imitazione...no...quella è una pubblicazione cartacea,è oggetto di serrature violate per sbirciare,è un vademecum che se la gioca con gli scritti di G.B.Show,ha il Letterman degli editoriali,insomma è cosa ambita e rara.Come parlare di riuscire,a 13/14 anni,a trovare una copia di un giornale porno gettato per strada.Oggi è cosa impossibile...come clonare il Sitollock.

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore21 gennaio 2013 13:54

    Quanto sotto vale, ad esempio, anche per la presunta anche vaga possibilità di ingaggio di Lampard, la presunta nostra offerta a gennaio per Lisandro e la presunta possibile cessione di Roncaglia.
    Di tutto ciò qui se n'è discusso, peccato che lo si sia fatto sul nulla.

    RispondiElimina
  15. Io capisco l'affetto della Fiesole per uno che la Fiesole l'ha frequentata anche quando faceva il professionista altrove, però trovo che una frangia numerosa sconfini in un fanatismo irrazionale, delirante e ingeneroso nei confronti dell'altro portiere che è di nostra proprietà. Quell'altro che sul sifone va a far le pulci alla spinta sulle gambe di Neto... cioè ma poi proprio la spinta sulle gambe... proprio il miglior pregio di Viviano eh?

    RispondiElimina
  16. Poi c'è il Guetta che dà 4,5 a Cuadrado e l'unica ragione che vedo è che gli ha dato il bidone alle interviste post-partita

    RispondiElimina
  17. Ieri in Fiesole c'era Tavano.Quindi,molti ex giocatori,anche delle nostre vecchie giovanili,frequentano il Franchi.

    RispondiElimina
  18. Ieri in Fiesole c'era Tavano.Quindi,molti ex giocatori,anche delle nostre vecchie giovanili,frequentano il Franchi.

    RispondiElimina
  19. Anche lui? certo un n'è la fantasia ni' trovassi i'nicche che gni manca! E vo' piglia' di bischero 'n mille lingue.

    RispondiElimina
  20. Dal Lyon sta venendo via, ora a gennaio, credoa fine contratto, Michel Bastos. Ha 29 anni, è un '83 anche lui, non so circa le condizioni attuali ma fino a poco tempo fa era un ottimo esterno sinistro.

    RispondiElimina
  21. condizioni attuali (che non conosco) permettendo, lo ricordo forte e con caratteristiche ideali per il 3-5-2

    RispondiElimina
  22. Tavano prometteva molto, un altro cui intonare il tu Marcellus eris. Il quattro e mezzo a Cuadrado mi mancava! Non meno del sei e mezzo a Pasqual, è il segno di un'aprofessionalità agghiacciante, perché in fondo nessuno è così incompetente da vedere le partite in simile versione Daltonscope. Vi rendete conto di quanto può guadagnare alla fine del mese, fra pourboire di procuratori e di società, uno scribacchino disgrafico o un berciadore arrochito qualsiasi? E con tanto di sanzione pagellare, inequivocabile messaggio trasversale, se non sei accomodante. Certi salottini televisivi locali riescono a raccogliere cervici di cazzo antologiche e antonomastiche a mezza dozzina alla volta: quando li vedo tutti insieme, mi dico "Ma da qual rutto sono stati concepiti, e in qual grembo di vietata ai vegani, questi brutti?"

    RispondiElimina
  23. Cavani ha avuto una palla sola su cui poter staccare di testa, e non l'ha sbagliata. A Cuadrado  e Pasqual va riconosciuto il merito di aver ridotto il raggio di azione dei due esterni del Napoli, che in partite precedenti contro di noi avevano fatto il bello e cattivo tempo. Alludo naturalmente a Maggio e Zuniga. Zuniga ha trovato in Cuadrado un ostacolo insuperabile. Se a ciò si aggiunge il grande lavoro fatto da Cuadrado in avanti, il suo voto non può essere inferiore al sette. Certo, Cuadrado è stato spesso fermato dai difensori avversari, ma il colombiano ha creato moltissimi imbarazzi agli avversari, non a caso costretti spesso al fallo. Non capisco come mai sia invalsa da qualche partita a questa parte la convinzione che Cuadrado sia un "pasticcione".

    RispondiElimina
  24. Ora e' ti hiama pure Jordanino... E' ti cerca rissa perché tu gni piaci, ecco i' punto! Chi disprezza hompera! E' tu se'  bono di nulla, Patriarca! 

    RispondiElimina
  25. BLIMP,a bocce ferme boccio Bocci.Il JORDANINO ha colpito,col suo doppio passaporto,l'aria trucida,mai sudicia,con i suoi scritti viscerali più di un trattato del Lombroso,con i suoi messaggi subliminali per le amigdale fiorentine.Vai JORDAN,sei il David del Sitollock,e BLIMP tuo cantore,mai latore,mai procuratore,sempre faticatore per assist letterario-calcistici.Avevo chiesto dati sul giustiziere del mio Boca ieri,i miei Xeneizes fatti a fette dal River,alla Bombonera...uffà!

    RispondiElimina
  26. Sopra... ahahahahahahahahahah! Il Minorato di Rio deve aver scaricato, durante una delle sue febbrili spiate di setta sul sitollock, la foto di Jordanino portiere primavera della Fiore, accosciato con la scriminatura all'Albertosi. Da allora il Minorato quella foto se la cova, se la liscia, se la porta anche al gabinetto dove si chiude per ore, tra le proteste degli altri di casa («O allora, ma icche tu ci fai sempre chiuso! Anche gli altri ponno avè bisogno! Che tu vo' aprire?»). Ahahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  27. Il 4,5 l'ha dato a Romulo, mi pare (mezzo voto in meno di quanto meritasse).

    RispondiElimina
  28. Meno male, grazie grande AntoineRouge, io non avevo verificato ma sembrava in effetti qualcosa di così enorme, di così enorme... Sono d'accordo con te che anche quello è un voto a cazzo, ma è nel solco dell'umoralità e ci può stare, mentre 4,5 a Cuadrado era da dargli più anni che a Corona (a proposito, sarà mica già in Brasile, la Patria del Diritto, con Battisti e con Do Nascimiento? Ci manca solo un sermoncino indignato di Lula sulla barbarie giudiziaria italiana, a quel punto... ahahahahahahahahahahahahahah!). 

    RispondiElimina
  29. Al Minirato di Rio gridano "Te tu diventi cieco!". Comunque Battisti,Do Nascimiento,Corona e il Brasile ha un attacco meraviglia!

    RispondiElimina
  30. Vergognosa censura di Pollock! Per pochi attimi è apparso, sùbito tagliato dalle volgari cesoie del Giardiniere d'Oltrarno, il seguente post da Rio de Janeiro da parte di un nuovo utente:



    Jordanino Jordanuccio,
    io mi chiamo Filippuccio,
    nella vita ho un solo cruccio,
    che non vuoi che te lo ciuccio.

    RispondiElimina
  31. se vien con codeste idee lo mando da te

    RispondiElimina
  32. Chiarificatore21 gennaio 2013 18:44

    Su Jovetic mi convince di più l'analisi di Jordan che quella di Deyna. S'è irrobustito è vero, ma non ha perso in agilità e nello spunto, l'uomo sa saltarlo come sempre, e lo fa più di una volta in ogni partita, sono gli schemi di questa Fiorentina che, di solito, in avanti offrono meno spazi e richiedono altre  soluzioni rispetto alla grande performance individuale, sempre utile ma solo quando è possibile. Nel Napoli di Mazzarri ed anche nella Roma di Zeman questo Jovetic darebbe spettacolo, in questa Fiorentina bisogna trovargli il partner giusto, io ne ho in mente un paio che sono già in maglia viola, ma non a Firenze, uno è in Africa, l'altro negli USA. Tra poco arriveranno entrambi, nel frattempo speriamo in Larrondo.

    RispondiElimina
  33. In un colpo solo Deyna fa fuori Jovetic e Rossi con l'argomento dell'indebolimento post-infortunio. Quando fa così non mi piace. In tempo di guerra sarebbe stato definito "disfattismo".

    RispondiElimina
  34. Rodrigo Mora, Sopra? Nel superclasico argentino, hai visto, per un pelo - anzi per un palo - non ne fa tre...E' un bassottello in cui tutto è finalizzato al gol, un matador [a proposito, ieri i telecronisti argentini chiamavano Marcelo Salas l'arbitro Bergonzi, ahah], ma non credo sia il profilo della punta che cerchiamo, dopo l'acquisto di Rossi. Ha avuto una carriera al di sotto delle sue possibilità però fino a a desso, come squadre. Lud, non faccio fuori Jojo e Rossi, dico che non la farei troppo semplice come vedo da parte di molti, dopo rotture dei legamenti così gravi. Soprattutto non concordo con chi dice che i giocatori tornano quelli di prima: solitamente invece devono cambiare, per i più svariati motivi, stile di gioco. Può darsi che compensino con le loro altre doti, sviluppando maggiore intelligenza calcistica ecc ecc, ma uguali a prima è difficile che tornino. 

    RispondiElimina
  35. Per il nostro centrocampo come lo vedete Nemanja Matić del Benfica? 

    RispondiElimina
  36. Matic è stato già avvicinato alla Fiorentina.

    RispondiElimina
  37. Ah sì? Non mi convince del tutto per il nostro reparto, però è un bel giocatore...

    RispondiElimina
  38. Leggo ora le notizie di mercato, e spunta il nome di Sau: sarebbe ottimo, da qui a giugno credo farebbe un bel po' di gol qui, e sarebbe perfetto anche dopo come vice-Rossi, con possibilità di giocare parecchio. Mi è sempre piaciuto molto, e non ha accusato minimamente il salto di categoria.

    RispondiElimina
  39. Almeno, Deyna, Biancaneve sarà contenta dell'ottavo nano. Un centravantone con tutti i crismi.

    RispondiElimina
  40. Trovato l'ottavo nano,si chiama Eccolo.

    RispondiElimina
  41. Vabè Colonnello, di questi tempi non butto via nulla, e lui la butta dentro. 

    RispondiElimina
  42. L'ambientamento da Cagliari ad una piazza più ambiziosa non è scontato, ma di sicuro ci avrebbe fatto comodo con questo Toni che alla sua età tira la carretta facendo quel che può. Comunque ad oggi la palma di peggior mercato invernale va all'Inter, far partire la moglie di Sneijder è la mossa più insensata che una società di calcio possa fare.

    RispondiElimina
  43. Sta bono Vita, io sono ancora un vedovo di Consuelo Matos Gomez in Mutu...

    RispondiElimina
  44. Vedovo o segreto rivale (ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah!)?

    RispondiElimina
  45. Ahahahahahah, ma vedi buhi dappertutto! Qualche psicanalista in kippah direbbe che...ahahahahah

    RispondiElimina
  46. Piuttosto, dov'è il grande Lele? Cioè, lo si sa, è su cloaca, dove sta svolgendo peraltro un discorso intelligente sulla non elementarità della battuta all'ultimo minuto per Aquilani (in quel caso la cosa più sicura è, a mio avviso, incrociare di collo schiacciando basso o più rischiosamente a mezz'altezza, ma Aquilani ha visto ostacoli sulla traiettoria e, capendo intuitivamente che da quel genere di passaggio da destra tirare sul primo palo ti conduce a spedirla in curva, cerca la soluzione di giro che la stanchezza gli impedisce però di dominare): ma perché ci fa venire meno le sue preziose analisi e le sue graffianti frecciatine? Lele è indispensabile per il sitollock, è nel Comitato Centrale, è nell'Areopago, è nel Senato Accademico, è un pezzo pesante! Pollock, prendi per il primo aereo per Bujumbura e ce lo riporti qua o si può anche chiuder baracca e burattini.

    RispondiElimina
  47. «Prendi il primo aereo» e non «per il primo aereo».

    RispondiElimina
  48. Mi associo sia al club di ammiratori di Consuelo, sia al comitato che rivendica i commenti di Lele sul sitollock!

    RispondiElimina