.

.

mercoledì 1 ottobre 2014

Non c'è più rispetto dei ruoli. Nasce così l'era del falso nove.

Ci si lamenta un po’ tutti di come vanno le cose oggi, tranne quelli in coda per l’iPhone 6, è anche vero che fa parte del nostro DNA, diciamo pure che è un intercalare del vivere tutto italiano. C’è chi bestemmia e chi invece brontola senza convocare  i santi, mentre i più completi  fanno bene entrambe le cose così come gli ambidestri. Noi tifosi che siamo ancora più faziosi di Rosy Bindi, si vorrebbe vincere combattendo l’impero del male e della tomaia del lusso a colpi di crostini con i fegatini e tasche bucate. Una tirannia quella della calzatura, che a detta dei più facinorosi del bubìo, ci stringe al collo della passione e non solo a quello del piede. E’ un momentaccio, c’è il turnover, c’è il jobs act, il Moment act, e per quelli ai quali non bastano più nemmeno i Della Valle, c’è  Activia. Saltano i legamenti insieme all’articolo 18, mentre è sempre più difficile che i centrocampisti saltino l’uomo specie se sono come Badelj che va più lento del 23A per Sorgane. Bucchioni scrive articoli su articoli dimostrandosi più fantasista di Ilicic, e fa scuola, oggi infatti i peggiori giornalisti italiani risultano tutti usciti dalla Bucchioni di Milano. La situazione economica italiana è un vero disastro, il calcio non sfugge a questa realtà, e come tale è ormai percepita anche all’estero. Da noi arrivano solo barconi pieni di giocatori a fine contratto, invece dei soldi si mettono in campo le idee, peccato che c’è già stata la fuga dei cervelli e così alla fine l’idea migliore per il calcio italiano è stata quella di aver mandato Prandelli al Galatasaray. E della situazione drammatica ne ho avuta l’ennesima riprova ieri subito dopo mangiato quando mi ha suonato alla porta il prete di Serumido. Non essendo tempo di benedizioni ho pensato che mi fosse venuto a ringraziare perché sono riuscito a chiudere un accordo con la Nazione per lo smaltimento degli articoli del Bucchioni che verranno utilizzati per scaldare la Chiesa. Sie!! Figuriamoci se veniva a ringraziare, anche perché il Bambi ha saputo da quella bigotta della sorella, che a Don Mario gli articoli di Bucchioni fanno senso anche come cippato. Comunque alla fine me lo ha detto il vero motivo che è appunto legato alla situazione drammatica che stiamo passando, no, la Fiorentina non è ancora costretta a comprare Essien, in questo senso mi ha tranquillizzato, ma con una sorta di impaccio forse dovuto a un rispetto dei ruoli e ad un rapporto di forze che se andavano per sempre a farsi fottere, mi ha comunicato che una famiglia nigeriana intanto mi aveva adottato a distanza.

61 commenti:

  1. Perché "tutto attaccato" si scrive con le due parole staccate?
    Perché staccato si scrive tutto attaccato?
    Perché quando dici "Quella? L'ha trombata mezzo mondo!", tu sei nell'altro emisfero?
    Perché Bucchioni attacca?
    Perché Bucchioni non tromba?
    Perché i genitori di Bucchioni non usarono un preservativo?
    La verità è che Bucchioni è uno che da ragione e si fida dello "Spam".

    RispondiElimina
  2. Il giornalismo di Bucchioni migliora la cucitura sportiva?

    RispondiElimina
  3. Sutura dubbi? Lascia aperti orizzonti?

    RispondiElimina
  4. Il giornalismo di Bucchioni ci migliora?

    RispondiElimina
  5. La Fiorentina riuscirà a "blindarsi" un po', a fare quadrato? (Vai con la battuta, ve la lascio...).

    RispondiElimina
  6. il GONFIA' , dov'è?

    RispondiElimina
  7. Pare che il Gonfia dopo la dipartita del Colonnello e prossimamente anche quella dell'articolo 18, non ne voglia più sapere di noi per proprietà transitiva visto che lo associa al fatto che il Chiari ci abbia frequentato a lungo difendendo a spada tratta Renzi.

    RispondiElimina
  8. ahahahah, è vero, io son sempre stato nella metà di paese che un l'avea trombata, sarò bischero?

    RispondiElimina
  9. Stasera tocca ai gobbi, partitaccia con l'Atletico già con un piede nella fossa... Comunque penso che il gironcino quest'anno lo passano, poi non credo proseguiranno molto oltre... Guardavo la rosa dei colchoneros, e bisogna dire che Simeone è riuscito in imprese titaniche come quella di far tornare un giocatore Thiago oppure rinverdire Juanfran o rivalutare Raul Garcia, per non parlare del nostro ex obiettivo Miranda...

    RispondiElimina
  10. La domanda é: chi segnerà di testa, Godin o Miranda?

    RispondiElimina
  11. Un sito scrive che la viola arriverà a Borisov??!?

    RispondiElimina
  12. Stai scherzando, sì? Ero rimasto a problemi di salute che spero si sian risolti, come quelli di Mc Guire...

    RispondiElimina
  13. La Bucchioni di Milano è bellissima.

    RispondiElimina
  14. Sì. Giocheranno lì, nello stadio del Bate Borisov (New Borisov Arena, altro che Cittadella), non a Minsk. Non chiedermi il perché, in fin dei conti Minsk è la capitale, non un paesetto di periferia.
    Ho il dubbio che ci sia una battuta sottotraccia (tuttoattaccato, ma perché diavolo non scrivo Sopra traccia?), ma non riesco ad individuarla. Se è il caso me la spieghi con calma.

    RispondiElimina
  15. Lo sapevo che avresti apprezzato.

    RispondiElimina
  16. Tra l'altro ho un cugino di Agliana appena uscito dalla Bocconi, questa gliela giro...

    RispondiElimina
  17. Nessuna battuta, ne volley ne tennis, qui.
    Forse potremo affermare (ma è forzatura) che viola Bat(t)e la Dinamo.
    Piuttosto (tuttoattaccato, visto che il più tosto lo riservo alle donne): le squadre dell'Est con denominazione "Dinamo".... Perché? Come chiamare un club Gruppo Elettrogeno Fiorentina....boh...

    RispondiElimina
  18. non so se sia una domanda seria, mi assumo il rischio di rispondere per magari sentirmi poi dire che lo sapevate già tutti: i nomi tipo dinamo, lokomotiv, cska, ecc. derivano dal fatto che gran parte delle squadre dell'est sono nate come circoli sportivi di lavoratori: dinamo gli elettricisti, lokomotiv i ferrovieri, cska l'esercito, ecc.

    RispondiElimina
  19. Buk e i suoi fratelli...





    https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/v/t1.0-9/10689833_837432922955054_2529301376469149080_n.jpg?oh=45b862fd1e1cca10982a0a305cda9286&oe=54B9617A&__gda__=1422670246_ccbfb91be9e3425abc5bddc76a9c7ceb

    RispondiElimina
  20. Gli umori odierni sembrano avvicinarsi ad una quiete dopo la tempesta.Le scaramucce in radio,le discussioni nei siti,molti hanno alzato i toni fino a capire probabilmente che la soluzione era proprio nell'abbassarli.Noi tifosi chiediamo in fondo quel famoso salto di qualità alla società,alla squadra,al mister,vogliamo competere con le dannate grandi metropoli a strisce e tinte unite,poichè la bellezza della nostra città,la cultura,il Rinascimento,il fascino di Florence nel mondo,il nostro essere orgogliosamente presuntuosetti e generosamente vogliosi di uscire dalla mentalità provincialotta,quasi ce lo impone.Mi chiedo,ma noi tifosi,stampa,giornalisti,quando chiedono a noi di fare il salto di qualità,cosa facciamo???Critichiamo,ci lamentiamo,spariamo sentenze,bubiamo,tutto solo perchè paghiamo il biglietto e questo ci dà sempre il diritto di?Sento rispondere siam fatti così...!!!Vero siam fatti così,è l'indone del Fiorentino brontolare,ma senza equilibrio non si và da nessuna parte.La nostra dimensione è a cavallo tra le metropoli e le medie società,ecco siamo anomali anche in questo,siamo ancora quel raro ramo di classe media ormai quasi estinta,che guarda all'alto e prima o poi deve prendere il volo pre non essere trascinata via(mia opinione).Testa bassa e pedalare diceva un mio vecio Mister,non ascoltare aldilà della rete,ascolta la tua testa,difendo Montella ancor di più in questo momento,uno che non riesce a sottostare a certe "regole sante" del calcio parlato.Non deve diventare un problema per la squadra il fatto di non riuscire a vincere quanto prestabilito in questo momento.La stampa Fiorentina però non ci stà a prendere bacchettate da Vincenzino compresi coloro che ne hanno tessuto le lodi fino a tempi recenti.Nel calcio,in generale e a Firenze in particolare accogli consensi se sai cavalcare gli umori,più facile cavalcare che indirizzare,poichè i tifoso Viola è intransigente,esigente e tende a prendere facili estremismi(positivi e negativi)prima di cercare un equilibrio.Bucchioni,Calamai,Ferrara,mi sembra una partita pericolosa fomentare casi inesistenti o presunti tali,partita da non giocare quella che crea tensioni.Montella è chiamato a fare un passo da grande allenatore(potrebbe tranquillamente diventarlo),non solo facendo accellerare la squadra(anche se priva dei soliti),a partire da Borisov-Minsk,fino a domenica sera,per non consegnare ai soliti titoli e spazi da riempire per una professione da difendere o qualcosa da vendere.Meglio allora lo sfogo di un semplice tifoso come noi in un blog.Saluti

    RispondiElimina
  21. Ciao Effe, hai ragione, difatti il buon Calamai, lunedì sera, chiedeva l'esatto opposto, sbagliando, a Montella. Gli chiedeva di capire i fiorentini, che, a suo dire, sono più pericolosi quando tacciono che non quando bubano. Forse il primo passo lo dovrebbero invece fare proprio lui e gli altri come lui che non si rendono conto di quanto possono indirizzare, nel bene come nel male, gli umori settimanali di una tifoseria che poi si ripercuotono sulla squadra ogni domenica o giovedì che sia. Ognuno faccia la propria parte, con serenità ed onestà. Poi parlerà il campo, come sempre. E lui dirà come stanno le cose. Un saluto.

    RispondiElimina
  22. fico, io non lo sapevo

    RispondiElimina
  23. VALTOLIN, non lo sapevo...guardo poco le appendici bolsceviche...eh eh eh eh...

    RispondiElimina
  24. e non sai cosa ti perdi, eheheh

    RispondiElimina
  25. Sono bastati i racconti, ascoltati di persona, di Evtushenko (più dantista di Sermonti o del pupazzo-Benigni).

    RispondiElimina
  26. in aggiunta al come al solito ottimo post di EFFEMBERG, dico un'altra cosa: la mia impressione è che Montella sia una persona che, nella vita, ama farsi i cazzi suoi. Fa il suo lavoro di allenatore, la prova a fare bene, magari qualche volta lo fa male, però non ha proprio la testa di mettersi a stabilire relazioni con questo o con quello, di radicarsi in questo o quel giro fiorentino, di fare il personaggio in città facendo l'ospite d'onore o lo sponsor. Non dà mai un'intervista a nessuno, altro che cittadino onorario...
    È una scelta, può essere giusta o sbagliata, credo dipenda dal suo carattere, che ovviamente è suo e diverso da quello di tutti gli altri. Credo che sia una scelta che gli sta provocando antipatie, nel senso che a differenza di suoi illustri predecessori non ha il giornalista o il capotifoso amico pronti a sostenerlo pubblicamente.
    Montella non ha voglia di capire i fiorentini o di farsi capire: parla col campo, sul campo sbaglia o ci becca, punto. Personalmente lo apprezzo anche per questo.
    Ma credo, egoisticamente, che sia una scelta che alla Fiorentina farà solo bene: almeno questa volta, se dovesse esserci una rottura pesante (che non auspico, sia chiaro, il mio punto di partenza è quello che dicevamo con EFFE ieri e che lui ha ripreso oggi, e cioè che speriamo che il campo faccia giustizia del teatrino), non avremo strascichi.

    RispondiElimina
  27. Parallele con triplo salto mortale (la morte nera?!?!) profetiche :

    -La Fiorentina ogni anno acquista un calciatore da "rilanciare"...

    - La Fiorentina ogni anno acquista uno che staziona all'incrocio tra il Viale del Tramonto e via Dell'Ancora molto da dare...

    - La Fiorentina tra 5 anni prenderà Balotelli.

    RispondiElimina
  28. Via farò un regalo per la fedeltà al blog dimostrata!!

    https://www.youtube.com/watch?v=JtsDjuQ_tdk

    RispondiElimina
  29. come scrivevo sotto, e come diceva un mio vecchio mister, sul tappeto verde, non si bluffa...

    RispondiElimina
  30. Per la Dinamo Minskia 20 convocati (2 vanno in tribuna), di cui: 3 portieri, 3 terzini/esterni sinistri, 3 attaccanti tra cui Baba unica punta pura che avremo con l'Inter, 2 Primavera, 1 Lazzari.
    A casa i rotti (Rossi, Gomez, Marin), gli acciaccati (Joaquin, Cuadrado, Savic), i fuori lista (Mati, Hegazy, El Ham, Iakovenko), e Gonzalo.
    Criteri di cui terrei conto nella scelta dell'11:
    - Baba non deve giocare;
    - possibilmente preservare anche Aquila e Kurtic;
    - contano solo i 3 punti, va bene anche l'1-0, anche a costo di presentare una formazione scriteriata, lenta, sterile e con gente fuori ruolo, e di giocare una partita di quelle che vai in vantaggio e non vedi l'ora finisca perchè tu c'hai un sonno tu'móri.
    Insomma, come cazzo ci si schiera domani??

    RispondiElimina
  31. Ieri il City ha fatto il 61% di possesso palla e l'88% di passaggi riusciti (numeri guardiolani, pur contro un avversario forte come la Roma), pur avendo due punte "vere". Ah, ma allora è possibile. Come è possibile che la Roma, pur giocando bene, e pur avendo in campo un Totti centravanti, faccia solo il 39% di possesso, e riesca però comunque a pareggiare.
    Dunque, vediamo, dalla partita di ieri sera abbiamo visto che:
    - si può fare un gioco basato sul possesso e sul palleggio sia col 4-3-3 (Roma) sia col 4-4-2 (City); anzi, la squadra col 4-4-2 finisce per farne di più;
    - si può fare un gioco basato sul possesso e sul palleggio sia col 10 centravanti (Roma) sia con due punte vere (City); anzi, la squadra con le due punte finisce per farne di più.

    Dev'essere stato un incubo, per i cultori dei dogmi secondo cui un certo tipo di gioco si può fare solo col 4-3-3 e col falso nove! Soccorso! La bellezza e la complessità del gioco del calcio tramortiscono il semplificatore svizzero che cerca di tradurla in bignamini... Che serata.
    Prossimamente sui nostri schermi le prossime puntate: "LUD guarda una partita del Bayern e scopre che Guardiola fa il suo gioco (splendidamente) con un centravanti potentissimo" e "LUD guarda una partita del Real Madrid e scopre che esiste un 4-3-3 ancora diverso, quello di Ancelotti, vero modello della Roma di Garcia, tutto velocità e verticalizzazioni". La puntata "LUD guarda una partita del Barcellona e sbatte la testa contro il muro non riuscendo a categorizzare Suarez né come esterno alto né come falso nove" ve la risparmiamo perché troppo sanguinolenta...

    RispondiElimina
  32. con questi critieri, l'unica formazione che mi viene in mente è:

    Tata
    Richards Tomovic Basanta Alonso
    Aquilani Badelj Valero Vargas
    Ilicic Bernardeschi

    Chiamateo 4-4-2, chiamatero 3-5-2 se Alonso avanza un po', chiamatelo 4-3-1-2 quando sale Borja, o 4-3-2-1 se considerate Borja e Ilicic due trequartisti, di sicuro qualcuno vedrà Vargas salire fino in fondo e per questo lo chiamerà 4-3-3, appassionandosi a Bernaderschi "falso nove".
    Non è certo la mia formazione preferita, ma se Kurtic e Baba devono riposare, vedo poche alternative. Facciamo riposare anche Pizarro, ma se non gioca almeno Aquilani davvero andiamo a farci male. Dopodiché o il protagonista della serata è Vargas o non si vince, questo è poco ma sicuro.

    RispondiElimina
  33. Ha ragione Louis a dire che il clima fiorentino è arroventato da giornalisti che creano polemiche e aizzano i tifosi. In questo sono tutti uguali, si dividono poi fra quelli che aizzano i tifosi contro i Della Valle (Brovarone & co.) e quelli che aizzano i tifosi contro Montella (Bucchioni & co.), ma sono ugualmente perniciosi.

    RispondiElimina
  34. È quasi uguale a quella pensata da me Valto, la differenza è che io domani spremere Borja tra le linee lasciando riposare Aquila per l'Inter (da schierare insieme a Kurtic e Mati, e a Pizarro se ci toccasse avanzare Mati dietro l'attacco), e zperare di ritrovare lo spagnolo in condizione dopo la pausa. Concordo anche su Vargas, domani è necessaria una sua ciabattata a rete

    RispondiElimina
  35. ma chi metteresti al posto di Aquilani? Perché con Badelj e Borja ancora fuori fase, se il terzo "tenore" è Lazzari, diventa dura battere anche il Minsk...

    RispondiElimina
  36. https://www.youtube.com/watch?v=UHOayNr_cNg

    RispondiElimina
  37. madonna come mi ricordo quella sera...

    RispondiElimina
  38. I bei tempi di CG..

    RispondiElimina
  39. stefano vienna1 ottobre 2014 20:39

    Peccato che sia Rui sia Bati mal lo sopportavano...

    RispondiElimina
  40. Stefano, con LUI c'ho scattato una foto, per me è uno dei più grandi che abbiano mai calcato un campo da calcio. Sì, la testa, lo so....

    Ma tutto il resto, ricordo gli allenamenti ai campini, con centinaia di matti a vedergli fare le giochesse mentre il Bati e Rui sgobbavano agli ordini di Trap e LUI che tirava il pallone dieci metri per aria e lo stoppava maradonescamente tra testa e schina. Roba da matti, come noi, tutti in visibilio. Mai vista, dal vivo, una roba del genere...

    RispondiElimina
  41. Anche per me uno dei veri fenomeni del calcio mondiale, purtroppo il sopprannome di Animale era meritato..

    RispondiElimina
  42. Leggo di una fantomatica offerta de MUtd per Cuadrado. Spero che non si apra da qui alla fine di maggio un tormentone Cuadrado, come lo fu quello di JoJo.
    E' uno dei pochi motivi che mettevo sul piatto della bilancia a favore della vendita questa estate.

    RispondiElimina
  43. stefano vienna1 ottobre 2014 21:28

    Concordo, racconto sempre della partita all'Olimpico quando il Trap lo tolse dal campo mentre si vinceva 1-0 e la Roma era rimasta in dieci. La nostra curva cantava da venti minuti ininterrottamente 'e vai edmundo facci un gol'. Ad un certo punto, Edmundo rincorre Totti sulla trequarti e gli soffia il pallone da dietro senza nemmeno sfiorarlo, con Totti che ancora cercava il pallone.


    Entrò al suo posto Morfeo e in dieci minuti la Roma ci fece due gol. Sarebbe stata la quinta vittoria consecutiva. Edmundò poi mandò a cagare il Trap davanti a tutti e da lì iniziarono i problemi. Io dico sempre che quel cambio assurdo segnò la fine di un sogno. Poi certo Edmundo dopo ci mise pure del suo.

    RispondiElimina
  44. l'idea di vendere Cuadrado a gennaio sarebbe talmente folle che non la teniamo neanche in considerazione, spero.

    RispondiElimina
  45. Credo anche io. La cosa che mi preoccupa è come al solito la piazza virtuale e reale che - nel caso continuino queste voci - potrebbe creare un altro caso alla Cerci, qualora Cuadrado dovesse incappare in periodi di appannamento.

    RispondiElimina
  46. https://www.youtube.com/watch?v=O84j3kd33dM



    Qui si vede anche l'inizio dell'azione del gol di Parma. Supremazia assoluta. Il fuoriclasse che più mi ha entusiasmato da quando seguo la Fiorentina.

    RispondiElimina
  47. quella partita di Parma per me fu il suo capolavoro

    RispondiElimina
  48. Oddio anche con juve e Inter, a quel che ricordo...

    RispondiElimina
  49. Ricordo anche una partita a Roma con la Lazio, sotto Malesani: Edi in mezzo a cinque avversari, non riescono a togliergli la palla, li scarta tutti ed esce come Bip Bip dal nuvolone...

    RispondiElimina
  50. La juve gioca con la maglia degli Skifidol

    RispondiElimina
  51. CORTO, il COLONNELLO mi ha sbeffeggiato più volte, per 7 mesi, poiché io sostenevo che Cuadrado non sarebbe stato ceduto; un Ping-pong che con la conferma del cafetero mi permise di pareggiare (eravamo 1-0 per lui, con cessione di Jojo che io non volevo).

    RispondiElimina
  52. Prandelli alla grande!

    RispondiElimina
  53. Tutto lo stadio canta JUVE JUVE VAFFANCULO! Bellissimo.

    RispondiElimina
  54. D'accordo, sono anche io contento che la Juventus perda. Però porca zozza (come si dice dalle mie parti e da quelle del Sopra) non me la voglio trovare in Europa League un'altra volta.

    RispondiElimina
  55. Anche i COLONELLI a volte sbagliano...

    RispondiElimina
  56. Grande Cholo! Stefano non stiamo a pensare ad aprile, godiamo ora! Anche se forse la juve passerà ugualmente...

    RispondiElimina
  57. Ciao Valto,la tua impressione coincide con la mia e chiude il cerchio al discorso che ci vede concordi.Non ci resta che aspettare il verdetto del campo,o tappeto verde,come dice Louis,non c'è bluff che tenga.Tre punti domani(stasera),tre contro l'inter prima della sosta(credo di aver letto/sentito),il tutto per ripartire.

    RispondiElimina