.

.

martedì 21 ottobre 2014

Il segreto della felicità

La delusione per la sconfitta è sparita, puff!! Me la sono levata di dosso come un tabarro quando fa caldo. E’ bastato un attimo grazie alle sue parole lenitive, “strepitoso” in diretta detto da lei aiuta molto, fa bene alla classifica. Sono punti pesanti che valgono doppio. Lei, una vera crocerossina che spalma Lasonil a quattro palmenti sugli ultimi risentimenti. Meno, fa molto meno bene invece al ritorno a casa dalla Rita che sente la radio. Ma questa è un’altra storia che non interessa Lele, che mi perdonerà se non gliela presento, la crocerossina, ma ci tengo a precisare che è solo perché a lei piace molto Montella. E per chi avesse messo Isoradio solo per ascoltare l’ultimo incidente successo invece del mio ultimo successo rimedio subito: “Ho sperato fino alla fine che non ti fosse tornata la voce per non raccontare questa sconfitta. Purtroppo le multinazionali del farmaco producono cortisone a bizzeffe. E a proposito di indisposizioni, Babacar ha vomitato prima della partita. Io durante. Lui vomita perché è un bomber sensitivo. Sarà infatti una partita vomitevole. Mentre le notizie brutte non arrivano mai sole. Le olive hanno la mosca, la raccolta delle castagne sarà disastrosa per via delle piogge, insomma, sembra una stagione a rischio di grandi soddisfazioni. Niente fettunta e ballotte. Solo batoste. Confido nel cavolo nero, anche se per adesso sono solo cavoli amari. La Fiorentina di ieri riesce a smentire persino Darwin dimostrando la teoria dell’involuzione. Ilicic che è sempre così avanti, spesso in fuorigioco, anticipa anche la sua crisi di mezza età. Oggi vorrei smaltire la mia delusione in santa pace davanti a un cantiere della tramvia, ma ho paura di trovare un pensionato che mi chieda se Gomez ce la farà a rientrare prima che venga terminata la seconda linea.” E se è stato un fine settimana tremendo, da dimenticare sotto il profilo delle abrasioni sulla passione Viola, non lo è stato assolutamente per una delle decisioni più importanti della mia vita che sono riuscito finalmente a prendere sabato sera dopo un travaglio durato mezzo secolo. No, non ho deciso di scappare di casa con una lei che fa radio, affascinato come sono ultimamente dal mondo dell’etere che tanto mi ricorda quando da piccolo passava a casa l’infermiera a farmi le punture. No, ho deciso che preferisco le ballotte alle bruciate, si, ce l’ho fatta a decidere, e un trucco per andare avanti meglio nella vita non è tanto sognare di scappare di casa con una lei attrice giovane, ma ricordarsi di mettere i semi di finocchio nell’acqua delle ballotte.

PS: Come sempre Foco mi ha aiutato a confezionare le pillole

206 commenti:

  1. inizialmente ai giocatori della lazio hanno rubato la MACCHINA...poi dopo dieci minuti di possesso palla viola hanno ritrovato quella TEMPRA dei giorni migliori...cosi' abbiamo preso gol e poi un altro ancora...il napoli ha insigne callejon mertens e higuain...la roma totti florenzi ljaic gervinho iturbe destro...la juve tevez giovinco llorente morata...l'inter palacio osvaldo icardi...il milan pazzini honda bonaventura menez el sharawi e forse el nino rireovato...la fiorentina cuadrado...gomez bollito marin bollito rossi sempre rotti joaquin bollito e ilicic imbalsamato...poi ha due ragazzini...il primo ancora discontinuo...l'altro e' quasi un 95, berna...non si va da nessuna parte e non venite a dirmi adesso che io in estate non ve lo avevo detto...

    RispondiElimina
  2. Un po' per necessità, un po' per l'aria condizionata, un po' perché non c'é lavoro le persone passano così tanto tempo nei supermercati che quando escono e prendono la monetine...hanno maturato gli interessi.

    RispondiElimina
  3. Solito giochetto del Traversi: nominare 5 o 6 dei 30 nomi gettati nella mischia del sitone, per poi prendere meriti di averli segnalati.
    Elogia uno visto (?!?! Forse) mezz'ora (Richards), giudica uno mai visto (Basanta).
    Come un fesso qualsiasi esce ad insultare Gonzalo al il primo errore dopo 4 mesi.
    Accuse ad utenti o epiteti sui quali una querela sarebbe poco.
    Vomitevole.

    RispondiElimina
  4. Un rutto del Traversi provoca gravità?

    RispondiElimina
  5. No no, noi lo sappiamo che ci sei te e un ex storico che sanno sempre tutto prima degli altri. Per carità.

    RispondiElimina
  6. Sopra(ti saluto calorosamente),il Vladimir Luxuria bolognese esce come le lumache,dopo la pioggia.E come al solito dice una sequenza horror di cazzate offensive.

    RispondiElimina
  7. DKNE1, che ringrazio per l'intervento e invito a postare linkando una Googlata o una Wikipediata, notiamo tutti che l'estemporaneità del Traversi é clamorosa.
    Bello che un tifoso viola non scriva una sola riga con un suggerimento, una nota di aiuto o n qualcosa che sia diverso da un insulto.
    Freudiana questa aggressività, forse non copula da mesi.

    RispondiElimina
  8. Parlando di rinnovi:giusto augurarsi che Neto rinnovi(oggi non vedo fenomeni in porta,l'unico con cui farei a cambio è Handanovic).Però capisco anche la società.Alcuni di voi dicono che era giusto farlo firmare in tempi non sospetti(soprattutto Jordan che nel giocatore ha sempre creduto,anche nei momenti più neri).Ci sono però due fattori da tenere in considerazione(e che sono forse alla base del mancato rinnovo un anno fa):il primo è che forse(e ripeto forse,non avendo elementi a supporto di questa tesi) la società non credeva che Neto potesse essere così forte,in particolar modo dopo una sequenza di errori fatti dal portiere,che oggettivamente ci sono stati.In secondo luogo dobbiamo anche considerare anche i desideri di Neto. Chi lo dice che avrebbe accettato il rinnovo?Con una (anche se remota probabilmente) possibilità di non essere il titolare o di giocarsi il posto(come con Viviano).Se ripensate ad esempio a Lijaic,onestamente sino a quando non ha giocato i sei mesi finali,tra partite insufficienti,risse con l'allenatore e richiamato più volte anche da Sinisa(mangia troppa nutella),non è di fuori che la società non abbia proposto il rinnovo(e a parte Deyna e lo svizzero,A QUEL TEMPO, quanti di noi avrebbero spinto per farlo rinnovare,magari a cifre anche esose?).Non è ovviamente il caso di Neto,io ho cercato di capire i motivi del mancato rinnovo ad oggi;magari ce ne sono altri,magari son già d'accordo chi lo sa.Io purtroppo non ho la scienza infusa come in Svizzera,mi barcameno tra dubbi ed incertezze,dicendo pure delle cazzate

    RispondiElimina
  9. Le parole di Andrea Della Valle "Neto adesso ci dimostri che vuole rinnovare davvero" mi farebbero propendere che sia più il giocatore a titubare che non la società. Ci sarà qualcuno dietro? E' probabile. E' il gioco delle parti. Sono i rapporti di forza.

    RispondiElimina
  10. Adesso è molto probabile.Avrà infatti ricevuto offerte ed essendo in scadenza ci sarà lo zio Fester o similari che spingono col procuratore.Io mi riferivo al mancato rinnovo,non di oggi,ma di ieri.Neto in ogni caso non mi pare abbia grilli pe' i 'capo,pare ragazzo serio.Un punto d'incontro lo troveranno

    RispondiElimina
  11. Neto? Trascineremo stancamente la vicenda sino a maggio. Film già visto.
    Io non vedo strategi sui rinnovi, vedo anacronismo o stallo.
    Io l'acquisto di Tata non l'ho colto e fossi stato Neto ne sarei stato risentito; Tata é un fattore (negativo) nel rinnovo di Neto, secondo me.
    La balla "grande squadra-2 portieri" é relativa, visto che il primo anno dell'era Montella in due non ne facevano uno; ci siamo permessi uno che arrivava da Sassuolo....ma dai.....

    RispondiElimina
  12. Il caso Ljiaic non vede esente da responsabilità Prade'. Non esiste mandare a parametro zero un 23enne. In nessun caso. Prade' partiva in nettissimo vantaggio per farlo rinnovare a du'baiocchi e fu quando al primo ritiro a Moena Adem chiese e ottenne di essere valutato per il puzzo buono che avrebbe dimostrato. Ghiro Prade' si svegliò quando le prestazioni del ragazzo furono convincenti, ma allora subentrò i'babbo nelle decisioni e il resto lo sappiamo. Cederlo poi alla Roma in quelle condizioni e beccare 12 milioni fu un mezzo miracolo, ma l'errore marchiano resta. Questo al netto delle soggettive valutazioni del giocatore. La storia sembra ripetersi con Neto, anzi in maniera più grave addirittura. Prade' si è nuovamente messo in condizioni di dipendere dalla volontà del giocatore, che, sembra, vuol restare, ma che ha tutti i diritti sacrosanti di gestire il nuovo contratto a suo vantaggio, senza dimenticare che finora gli hanno fatto di tutto tranne trattarlo bene e se si è affermato, lo deve unicamente a se stesso. Tata sembra discreto, ma Neto ha altri potenziali, pochi giovani sono al suo livello. Sarebbe delittuoso che non trovassero un accordo, e se succederà, Prade' mi avrebbe belle e divertito. Ieri mi sono visto Perin e...lasciamo stare, parliamo di portieri, per favore.

    RispondiElimina
  13. Ovviamente, bellissima foto.

    RispondiElimina
  14. In ordine, rispondo prima a Valtolin sul sito neofascita postato ieri sera:


    ammetto di non essere andato ad informarmi ma siccome certe cose sono capitate molto spesso sotto i miei occhi a conoscenti, amici e colleghi, tanto mi basta per dire che ne ho le palle piene di queste prepotenze e sono favorevole al fatto che gli italiani inizino a riprendersi la loro terra, anche con cattiveria, se serve, perchè agli altri non manca, anzi.



    Le ultime del CalaMAI:


    - Conferma l'offertona arrivata all'ultimo giorno di mercato e di 35 mln per Marione (ma come si fa? come si fa?)


    - Neto spara 2 milioni all'anno ed è uno che si comporta male perchè ai giornalai dichiara sempiterno amore e poi...


    - Baba idem come sopra


    - Il contratto esteso esageratamente al Borja e a cifre folli ha spaccato lo spogliatoio


    - Cuad vuole 4 milioni e il posto + ruolo assicurato (non vuole fare il terzino!!!)




    ... poi mi sono addormentato e risvegliato alle 3 col mal di stomaco

    RispondiElimina
  15. p.s. ma quella nella foto ha visto quello che penso io?

    RispondiElimina
  16. Per me si è resa conto di chi aveva accanto ieri.

    RispondiElimina
  17. bastava rinnovarlo d'estate quando saranno ballati, sì e no, 100.000 euri invece di tirarla per le lunghe e comprargli uno a rompergli le scatole... ma noi no, siam sempre più ganzi...

    RispondiElimina
  18. Ah, ecco, me n'ero scordata una:

    Entro metà novembre tutti i rinnovi andranno in porto...

    questa l'ho segnata sul calendario, come quella di Pollina che ha detto Milan campione d'Italia...


    posso fare domanda anche io per andare a fare il tiratore di cazzate, scelto?

    RispondiElimina
  19. sottoscrivo anche i puntini, sol Sopra sono spesso in estrema sintonia...

    RispondiElimina
  20. Il grande Claudio, lo leggo sempre con grande piacere, ci chiamassero lui in tv...


    fino a qualche anno fa ho sempre sperato che lo riprendessero a fare il dg, uno con i controcazzi, oramai è troppo tardi...




    Sig. Nassi, le parole di Della Valle sono state chiare: alcuni giocatori penserebbero più al rinnovo che alle prestazioni in campo…

    “Il calciatore è un animale particolare, va seguito come un bambino piccolo. Sempre. Non si può lasciare libero, escluso poche
    eccezioni… Va sempre seguito, controllato, motivato, stimolato… Non
    solo quando si allena o allo stadio, ma in ogni occasione. Altrimenti il
    massimo
    non riesci mai a tirarlo fuori e su questo può incidere tutto, il
    rinnovo di contratto come tantissime altre cose. Se c’è un controllo
    costante allora si limitano i danni e la situazione migliora…”.



    Aquilani però sta sfornando ottime prestazioni. Il dito allora è puntato su Cuadrado?

    “I problemi vanno affrontati, se non li affronti non li
    risolvi. La situazione di Cuadrado doveva essere chiarita fin
    dall’inizio, dicendogli ‘possiamo darti questo, se vuoi di più vai
    altrove’. Appena si presentava una società che offriva una cifra
    accettabile per le esigenze della Fiorentina lo si mandava via, per guadagnare quello che voleva. Patti chiari e amicizia lunga, non si portano le cose così a lungo”.



    Ai suoi tempi ha vissuto situazioni analoghe?

    “Le esigenze venivano ascoltate per tempo, anche se il calcio
    era diverso. Oggi l’interesse dei procuratori è enorme, quando lo facevo
    io non c’erano neanche…”.



    E adesso, che fare?

    “O il problema si risolve subito o lo si risolve in un altro
    modo. Se c’è un accordo bene, altrimenti a gennaio si cambia.
    L’importante sono la società, la città, i tifosi, queste sono le
    componenti che esisteranno sempre, tutti gli altri passano”.



    Montella punzecchia Della Valle, Della Valle punzecchia giocatori e allenatore…

    “Firenze non è un ambiente difficile, tutt’altro. E’ uno dei
    migliori, basta stare calmi. Le situazioni si risolvono, non ci sono
    problemi. Magari uno i problemi li crea, adesso serve leccarsi le ferite e ripartire con maggior lena”.

    RispondiElimina
  21. siamo diventati ufficialmente la barzelletta d’italia…e d’europa se ci metti dentro marione bidone…squadretta di rotti bolliti e mezzi giocatori…e tanti continuano ad abboccare alle parole del loro presidente braccino…da qui presto se ne andra’ anche babacar che pare abbia chiesto parecchio per rinnovare, ci sara' qualcuno dietro ovviamente...…qui rimangono i pasqual…si vuole fare le nozze coi fichi secchi...

    RispondiElimina
  22. Ti riferisci all'ex storico?

    RispondiElimina
  23. Cosa vuol dire fare politica negli anni 2000...





    https://fbcdn-sphotos-h-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpa1/v/t1.0-9/10641055_757472267623947_527521234248063611_n.jpg?oh=effc2e427871eb3a7beaba518c1d40c0&oe=54BAD8ED&__gda__=1420897488_34a78b702ab9ecf7a73b5f6f8f40f805

    RispondiElimina
  24. Sopra a maggio sarà tutto risolto da almeno tre o quattro mesi, perchè un parametro zero che da febbraio può trattare anche ufficialmente con chi gli pare e che ha mercato non lo recuperi a maggio, a meno di disgrazie (vedi infortuni). In realtà la strategia non esiste perchè sono in due che fanno i cozzi, uno si fa guidare da Ramadani che gli piazza un portiere buono a zero lire fregandosene di tutto il resto e complicando la vita a chi si era già messo nella merda da solo per non aver concluso il rinnovo a giugno (non chiusero per 50000 euro di differenza, sugli 800000!).

    RispondiElimina
  25. DKNE, a giugno non c'era Tata, Neto aveva fatto un bel campionato, quindi di dubbi chi lo aveva sostenuto sino allora ne poteva avere pochi e di rinnovo ne parlarono e non chiusero per 50000 euro di differenza, perchè ad offrirne 750 a chi ne guadagnava 550 gli pareva di aver fatto già un aumento importante, e magari lo era, ma restava lo stipendio più basso tra tutti i titolari. Neto ne aveva chiesti 800. Ci siamo, se ne riparla dopo le vacanze. Poi è arrivato il Tata, portato da Cognigni-Ramadani, Neto non l'ha presa bene, l'ha presa come una prova di sfiducia, o, peggio, un tentativo di forzatura, sono arrivate le offerte degli altri (se un portiere giovane e bravo di 25 anni lo hai gratis ti puoi anche spenzolare nell'ingaggio, solita storia) ed ora le richieste son lievitate, non ai livelli di quel grullo del Calamai, ma ben sopra il milione, con irrigidimento del membro. Neto credo voglia rimanere, almeno così dice, perchè si trova bene e, se rimane titolare, ha solo da guadagnarci, ma non vuole scherzi da prete. No, l'arrivo del Tata non ha facilitato le cose.

    RispondiElimina
  26. Se davvero dietro c'è il Liverpool con gli stipendi da Premier league e se davvero Mignolet va via e gli propongono di partire titolare è già perso. Speriamo sian solo discorsi, ma l'aumento che ha chiesto da giugno ad ora vuol dire che dietro c'è qualcuno a quei livelli, non son cretini.

    RispondiElimina
  27. comunque al Pentasport ieri davano per certo che i rinnovi li segue tutti Cognigni e non Pradè, cosa che mi fa capire un po' meglio perché ancora non sono stati fatti: perché Cognigni è il guardiano del monte ingaggi, e finché non scende quello non lo fa alzare.
    Certamente colpa di Pradè non essere riuscito a piazzare Lazzari, El Hamdaoui e Yakovenko durante l'estate. Però una società di calcio non si gestisce considerando il tetto ingaggi un fattore più importante rispetto al contratto del portiere titolare. È proprio una scala di priorità sbagliata. Pradè ha certamente le sue colpe, ma ho paura che di ds bravi disposti a lavorare in una situazione del genere ne troveremo pochi.

    RispondiElimina
  28. A titubare...uno offre 8, l'altro chiede 12, o chi è che tituba?

    RispondiElimina
  29. Se poi lo guidasse Richard, l'aka, son sicuro che sarebbe di grande effetto

    RispondiElimina
  30. l'haka, piu' precisamente, mi é scappata l'acca eheheh

    RispondiElimina
  31. Bucchioni oggi trasmette l'interpretazione autentica delle parole di ADV nel dopopartita, dicendo che "non ci riferiamo a Neto e Aquilani" e che "ci sono giocatori che hanno pensato bene di farsi rappresentare
    direttamente o sottobanco da Mino Raiola, una mossa che ha sorpreso".
    Insomma: l'obiettivo di ADV era Cuadrado, reo di aver coinvolto sottobanco Raiola nella trattativa. Mah. Credo che il problema del rinnovo di Cuadrado non stia tanto nel fatto che ADV non gli voglia alzare l'ingaggio (tanto si tratta di pagarglielo per un anno solo), ma in due paure: 1) effetto domino sugli altri nello spogliatoio, molto dei quali hanno ingaggi inferiori al livello di mercato; 2) una delle cose che rendeva appetibile Cuadrado sul mercato era il basso ingaggio, se un club deve caricarselo con un ingaggio alto sarà meno disposto a strafare per il cartellino.

    RispondiElimina
  32. ho avuto il privilegio di vederla dal vivo, qualche anno fa, in una memorabile Italia-Nuova Zelanda a San Siro, in cui gli All Blacks ci trattarono quasi con dolcezza, in campo, dopo che gli azzurri avevano seguito con rispetto l'haka, a differenza di quanto avvenuto ai mondiali di Francia 2007, dove la nostra scelta ridicola di voltare le spalla alla haka in segno di sfida aveva portata a un massacro senza precedenti (76-14).

    RispondiElimina
  33. Se Mr 40 Miliardi Virtuali continua con questo rendimento e al contempo gli alzano l'ingaggio ai livelli detti, diventa appetibile solo per qualche sceicco in vena di sfizi...

    RispondiElimina
  34. Lo svizzero morde la mano che lo nutriva, vomitando insulti da asilo nei confronti dei soli frequentatori della sua stanzetta dei giochi. Errore macroscopico, altro che quelli microscopici sui giocatori... L'ex storico in cerca di mestiere si ripropone come Emilio Fede
    dei poveri, mutuando dal suo maestro l'abitudine semisquadrista di
    distorcere i nomi dei suoi interlocutori tramutandoli in insulti...
    Almeno Emilio veniva profumatamente retribuito in soldi e donnine, chi
    lo fa gratis è solo un poveretto che crede di riscattare il proprio
    squallore ambendo al ruolo di Mughini viola in qualche tv locale. Da
    Savonarola al Bagaglino senza passare dal via. Che decadenza, che
    pena...

    RispondiElimina
  35. Via, Valto, non esageriamo, Lud non ha insultato, ha solo cercato di essere ironico e un po' malignetto, ma insultante, secondo me, non lo è stato mai. Anche perché non ne è capace. Per me, l'unico che potrebbe incazzarsi, alla fine, è Cuccureddu.

    RispondiElimina
  36. Cuccureddu è pur sempre un allenatore: se siete tutti d'accordo e ci state a mettere ciascuno un po' di soldi, propongo di ingaggiarlo per mandarglielo a casa, a spiegargli un po' cos'è un 4-3-3, e come la Fiorentina può vincere anche con Gomez e Cuadrado in campo con un altro modulo.

    RispondiElimina
  37. No, Cuccureddu rompe le palle solo a me perché vuole conoscere la Gaia.

    RispondiElimina
  38. ieri parlavo del piu' e del piu o meno con un amico inglese tifoso della roma. il discorso e' andato a finire poi sulla fiorentina. in quel momento e' passato d li' uno della lazio...io la fiorentina l'ho mangiata a pranzo...replico' il tifoso laziale in dialetto romanzo...tale alfiero costanzo... appena ho nominato il nome gomez ha iniziato a ridere poi mi ha detto ma chi quello sempre rotto, dovevano regalarvelo, non farvelo pagare 20 milioni...fragile come un biscotto...bono per facci lo stracotto...vorrei sapere l'acquisto chi lo ha condotto...ti ricordi rumenigge e de laurentis in complotto... ma chi e' il vostro ds di mercato... quello che noi abbiamo cacciato..al mercato a scegliere li cavoli...ma manco le patate...altro che farsi dare i pacchi dalle societa' affiliate...lui rideva e non si conteneva...come quel_LE CERVE che si rotolavano facendo LE CAPRIOLE...il tifoso inglese della roma si e' messo a parlare ad un certo punto del suo capitano...camminava 5 cm da terra pareva un marziano. gli ho consigliato di andarci piano...gli ho detto che e' bravo anche marotta...ma a roma sono entusiasti di james pallotta...MAROTTA...urbi et ORBI...all'URBE...noi kurtic e brillante, loro itURBE...vedo per voi il capolinea mi ha detto...non mi dire che per la prossima in casa compri il biglietto...non c'e' dubbio...aveva ragione su tutta la linea...ciclo finito ciccio...sarete molto presto al capolinea...ieri e' uscito il nome di delli carri che vi avevo gia' fatto in precedenza...a gennaio subito il primo colpo...michele pazienza...ora pero' mi fermo...zampa rivuole ilicic al palermo...non so per farci icche'...forse un po' di zuppa...coi pane raffermo...tanto abbiamo joaquin acquisto strano e buffo...poi c'e' il pettinato pasqual, con gomez in tribuna che s'aggiusta i ciuffo...e comunque dai presto la visita di rossi in colorado...anche se a parer mio rossi e' bono per i brodo coi dado...suo malgrado...andando a salonicco...via belgrado...molti da due anni son convinti di vincere almeno in europa anche se non ci crede neanche la tua morosa...ma tanto si sa in societa' contano solo gli utili...che fa quasi rima con dv zeru tituli...

    RispondiElimina
  39. Per riscattare Lud dalle ultime figurucce sarei tentato di farti scrivere anche un editoriale per ammazzare il blog. Lui è tanto che l'ha previsto.

    RispondiElimina
  40. mah, a ognuno i propri gusti, io di continuare a nutrire l'ego di uno sfigato che rispetta solo chi lo bastona (vedi JINGLE), segno di personalità servile e subalterna non a caso diffusa nel sottobosco dell'accademia italiana, e tira merda a chi ci prova a ragionare, sinceramente, non ho proprio voglia.

    RispondiElimina
  41. Il Coronel adotta la strategia del bastone e la garrota.

    RispondiElimina
  42. tema tecnico-tattico della mattinata, ché tanto sono ucciso dalla sinusite e a lavorare non riesco: Cuadrado.
    Non sono sicuro che il suo rendimento mediocre sia legato al rinnovo contrattuale. Mi sembra piuttosto una situazione simile a quella già vissuta nell'inverno scorso: Cuadrado, semplicemente, è un giocatore molto forte e spesso decisivo, ma che non è in grado di reggere da solo il peso dell'attacco. Un giocatore che ha il dribbling come arma vincente subirà spesso raddoppi di marcatura che lo renderanno virtualmente inoffensivo. Questo a Cuadrado capita sistematicamente. Se lui è solo uno dei poli offensivi della squadra, allora il problema non si pone, perché raddoppiare lui significa creare spazi ad altri. Se invece il gioco d'attacco della squadra è statico e tutte le azioni passano per i piedi di Juan, sarà sistematicamente raddoppiato e triplicato e costretto a cercare il fallo nell'impossibilità di uscirne in altri modi.
    Insomma credo che l'unico modo di riportare Cuadrado a livelli di rendimento alti sia quello di mettergli al fianco un altro personaggio pericoloso che permetta di aprire un po' di più le difese avversarie, cioè Marin. C'è poco da fare, più ci penso più il suo apporto mi sembra l'unico in grado di migliorare il nostro gioco in maniera decisiva.

    RispondiElimina
  43. Per fargli capire quello ci vuole un chirurgo che gli faccia il trapianto del cervello, cosa vuoi che faccia Cuccureddu?

    RispondiElimina
  44. Eh, sperando che Marin esista ancora...Lui farebbe la differenza.

    RispondiElimina
  45. Il rinnovo di Cuadrado lo vedo il meno urgente. Ha un contratto fino al 2017 e ha poco da battere i piedi, allafine giocar bene conviene a lui prima di tutti. Mi preoccupano gli altri due, soprattutto Neto che vedo in grosso pericolo, e perderlo a zero sarebbe da calcio in culo in tronco per Pradè. Cognigni non aspetta altro.

    RispondiElimina
  46. leggi l'intervista qua sotto al grande Nassi...

    RispondiElimina
  47. Era uno che faceva tutto in grande velocità, speriamo che la fibrosi non gli abbia tarpato le ali.

    RispondiElimina
  48. anche Brovarone sostiene che i rinnovi siano in mano a Cognigni e che sia stato lui a non volerli chiudere per tempo. Dice inoltre che sulla campagna acquisti Pradè e Macia sono stati pesantemente esautorati dallo stesso Cognigni che si è affidato a Ramadani e ai suoi affari low cost.

    RispondiElimina
  49. Non totalmente ma in gran parte vero. Oltre tutto i cordoni della borsa per delega pontificia li ha lui, quindi chi comanda è facile capire.

    RispondiElimina
  50. però se è così allora dove vogliamo andare...

    RispondiElimina
  51. Dove stiamo andando

    RispondiElimina
  52. Se non ci si leva di culo Richelieu sarà difficile lavorare per qualsiasi DS. Ma Richelieu ce lo tiene il Papa!

    RispondiElimina
  53. sì, anche a me sembra chiaro che quello sia un nodo che non possiamo più ignorare. Di sicuro non c'è la pontellizzazzione, per carità, però se lo schema è questo non ci sono neanche prospettive di crescita, neanche graduale.

    RispondiElimina
  54. E' un controllore di conti, messo lì per quello, che si è innamorato di uno, esterno, che in un paio di casi, glieli ha fatti tornare in maniera quasi clamorosa (Jovetic, Nastasic, persino Ljajic) e che ama giocare ad un mestiere che non è il suo e che non conosce per niente a scapito di chi paga per fare proprio quel mestiere.

    RispondiElimina
  55. Non è stata una sconfitta indolore,come può succedere durante il campionato.La delusione si è affievolita,vero,ma ha lasciato insenature dove potrebbe incunearsi materiale che potrebbe nuocere alla salute di questa squadra..La partita di EL,potrebbe essere antibiotico immediato,anche se una eventuale sconfitta non compremetterebbe nulla ai punti,ma è la partita con il Milan,in questo momento che preoccupa maggiormente.Dopo aver incassato una sconfitta contro una bella(per nostro anche demerito)Lazio,i rossoneri stanno cavalcando un buon momento e sono sulle ali dell'entusiasmo.Queste due squadre hanno trovato continuità di gioco e risultati,azzeccando a mio avviso una campagna acquisti adatta(non eccezionale)negli interpreti,veloci e tecnici nella finalizzazione e nell'efficacia per ciò che propongono e senza stress infrasettimanali.Probabilmente i nodi di un mercato estivo azzardato e poco funzionale nell'immediato,stanno venendo al pettine per noi.Abbiamo perso la leggerezza,l'identità,l'imprevedibilità che poteva segnare nuove evoluzioni tecnico-tattiche,divenendo ormai prevedibili,esasperatamente"orizzontali"nel gioco,manchiamo di aggressività e soluzioni in prossimità dell'area avversaria, manchiamo in sostanza degli acquisti pronti via e di un'alternativa all'attacco titolare,non avendo prevenuto anticipatamente ripercussioni a precedenti infortuni.Ovvio,nessuno possiede la palla magica,ne soluzioni in tasca,di cui si parlava ieri,ma la scorsa estate si poteva agire con più lungimiranza.Ma su questo si è discusso abbastanza.Non sono solo questi i mali del momento che sgorgano alla sorgente Fiorentina,penso ad una stampa scellerata che stà intempestivamente apportando materiale inquinante da qualche tempo;legittima la libertà di essa e di pensiero,ma questo accanimento con le solite problematiche,anche se reali o presunte,non giova alla squadra,che dovrebbe distaccarsi e ritrovarsi.La trasferta in Grecia dunque può essere come detto solo che salutare.I problemi vanno analizzati prima,affrontati poi, anzi ora,adesso,(non vuol essere slogan Renziano per carità)consapevoli di poter rimediare.Sarebbe meglio quest'oggi gettare tutti gli ingredienti in un calderone e lasciar cuocere lentamente il tutto.La prima cosa da fare sono i fagioli bolliti con osso di prosciutto,non so chi tra Buk e Cal al momento.Per il resto la ribollita è un piatto semplice nella tradizione,ma di una complessità unica...Altro che "giallo zafferano" o novelli/e Chef,le uniche ricette sono nell'anima di chi la terra l'ha coltivata con amore,come i vecchi Nonni per esempio.

    RispondiElimina
  56. all'ex storico ribadisco che il registro degli insulti, tra me e lui, pende al 100% della sua parte, e che se ne dovrebbe vergognare. Ma il mio problema non è quello, gli insulti da parte sua ci sono sempre stati. Il fatto è che sono scesi pesantemente di qualità, cosa che dovrebbe far preoccupare non tanto il sottoscritto quanto chi ha abbandonato Savonarola per cercare di fare della propria ossessione per Gomez un mestiere. Se vuole fare un mestiere che campa di audience, ispirarti a Emilio Fede e al Bagaglino, notoriamente gli show meno visti della storia di Mediaset, non mi sembra saggio, come non mi sembra saggio prendere di mira con offese da asilo i pochi suoi lettori. Capisco che a una personalità servile che ama essere bastonato ciò risulti oscuro, ma non è un problema mio, il mio mestiere, appunto, è un altro.

    RispondiElimina
  57. esattamente. Il problema è che così finisce per fare danni, anche al papa.

    RispondiElimina
  58. L'unica speranza è che il Papa se ne accorga.

    RispondiElimina
  59. La mia paura è esattamente quella.

    RispondiElimina
  60. glielo dici tu? Perché nei confronti del fratellino ho un grandissimo affetto, da fraternità fra tifosi, ma scarsa fiducia. E quindi non capisco chi sia in grado di bussare dal papa e dirgli "benissimo guardare i conti, ma se non si lascia il pallone a chi capisce di pallone, andranno presto a puttane anche i conti".

    RispondiElimina
  61. Davvero un'immagine scadente,mancava WannaMarchi ed il quadretto era completo...Ho visto anch'io girare questa foto su FB,i commenti ovviamente inenarrabili...

    RispondiElimina
  62. Valto è una battaglia persa;continua a pensare(parole grosse me ne rendo conto) che noi si passi ore a cercare un piccolo refuso su cui costruirci un castello.Lo svizzero non comprende che non è l'errore di omonimia ad aver fatto partire il tutto,ma il fatto che l'errore(come ben specificato da Deyna,al quale naturalmente non ha risposto) è consequenziale al suo ardente desiderio di voler a tutti i costi vedere Djordevic attaccante mobile perfetto per il 4-3-3 di Montelliana memoria.Inoltre dimentica che ieri è stato lui per PRIMO ad innescare la bomba con :1--"A chi domanda come mai il centravanti laziale sia adatto al 4-3-3 consiglio di recarsi sul mio blog e prelevare lì un link ad una intervista di Spalletti dei primi settembre, in cui Luciano spiega per quali motivi, al di là di certi dati esterni, come altezza e peso, Djordjevic è un centravanti modernissimo: ha tecnica, gioca con due piedi, è rapido e filiforme. Niente a che vedere con il nostro costosissimo Dinosauro purtroppo.".2--"soliti super intenditori vogliono farmi le pulci, ma ci sbattono costantemente il naso, mi dispiace per loro. A calcio si gioca coi piedi, ma per ragionare di calcio ci vuole la testa, soprattutto la testa." Quindi,anche se ho difficoltà a credere che ci possa arrivare in considerazione del Q.I modesto,lo svizzero di Cefalonia , capirà che è stato lui per PRIMO a gettare il sasso?Che è stato lui per PRIMO a voler sfottere? Che è stato lui per PRIMO a scavarsi la fossa?Che è stato lui per PRIMO ad offendere?No,penso che non capirà come è consuetudine.MC Guire sono invidioso,anche io voglio essere bifolco!

    RispondiElimina
  63. Se ne deve accorgere da solo, perchè un altro problema è che Richelieu è l'uomo di fiducia ed è lui che gliela conta. Che il fratellino è una canna al vento lo sa bene anche da sè. Bisogna che siano gli eventi, però a quel punto Richelieu darà la colpa a Pradè, a Macia, a Montella ai giocatori sanguisughe, ai procuratori, all'ambiente, ai tifosi contro i quali lui solo lotta. Siccome Diego non è coglione, e questa è l'unica speranza, magari arriva anche il calcio in culo a Richelieu, visto che gli sono state date le chiavi e le chiacchere non fanno farina, alla fine. Crediamoci.

    RispondiElimina
  64. Bifolco? doveva dire boscaiolo visto che gli ha preso la mania del "troncone".

    RispondiElimina
  65. vabbé, ma quello è lo stesso meccanismo della discussione su Aquilani della settimana scorsa: avanza un'opinione discutibile ma assolutamente legittima, sul fatto che Aquilani possa fare il regista (con la quale tra l'altro in parte concordo), ma per delirio di onnipotenza la vende come "previsione regolarmente realizzata" in un commento in cui vanta la propria infallibilità, e ovviamente la gente si mette a prenderlo per il culo, lui prima nega di averlo mai scritto, poi svicola, poi si mette a spalare merda a casaccio e minaccia di svelare dossier scottanti a destra e a manca, per poi finire a fare la vittima...
    Questo non mi stupisce, ormai conosco il personaggio. Solo che gli va fatto notare che esiste un limite. Ci si può anche divertire a discutere con persone così, però non è gratis.

    RispondiElimina
  66. Inquietante aumento di tifosi della maggica in...Sicilia. Volo Catania Roma pieno zeppo di gente che va a vedere Roma Bayern

    RispondiElimina
  67. la strisciatizzazione della Roma continua...

    RispondiElimina
  68. Roma-Bayern, Garcia: "Loro grandi ma noi siamo 70 mila"

    RispondiElimina
  69. io non mi diverto infatti ho smesso da tempo

    RispondiElimina
  70. Per Dio deve essere dura vivere senza dover o poter credere in qualcuno....

    RispondiElimina
  71. http://www.inews24.it/2014/10/addio-lilli-carati-dalla-commedia-erotica-porno-morta-per/

    RispondiElimina
  72. Il 12 ottobre del 1492, Cristoforo Colombo scoprì l'America. Non molti sanno che , in realtà, stava cercando la casa dei signori Bruckeimer e che si era perso a causa di una telefonata fatta alla moglie da una cabina a gettoni. Era partito nell'agosto dello stesso anno da Palos, a bordo della sua Peugeot 403 del '59 che lui aveva soprannominato scherzosamente "Santa Maria", in seguito ad una chiamata che lo informava dell'assassinio della signora Bruckeimer, Victoria. Dopo un viaggio durato mesi, a causa di problemi al carburatore, lui ed il suo fedele basset hound Piazõn, arrivarono in quella che loro credettero essere Beverly Hills.
    Furono accolti subito da selvaggi semi nudi che offrirono loro del cibo locale di cui Colombo chiese la ricetta da poter dare poi alla moglie.
    Gli furono offerti anche sigari che accettò di buon grado. Non prima, però, di aver chiesto se ci fosse stato qualcuno in grado di poter pulire il suo impermeabile. Resosi conto dello sbaglio d'indirizzo, si affrettò a nominare il capo dei selvaggi " Major domo" e, dopo aver fatto finta di andar via, lo incolpò dell'assassinio di Victoria Bruckeimer e lo fece sacrificare al dio locale.

    RispondiElimina
  73. Bella quanto dannata.

    RispondiElimina
  74. Che dato noia i'caldo di' forno?

    RispondiElimina
  75. Ahahahah perché? Ho fatto confusione?

    RispondiElimina
  76. Dannata, più che altro disgraziata. Peccato era una bella topa

    RispondiElimina
  77. Preparati Foco che giovedì avrò bisogno di te. Anzi, di chiunque vorrà aiutarmi. Domani sarò più preciso.

    RispondiElimina
  78. JORDAN, ma in tutto questo, i 3 moschettieri dove li troviamo?

    RispondiElimina
  79. Non so se a voi può interessare, lo sottolineo perché è datato pressappoco come l'ultimo che ho avuto io.

    http://www.corriere.it/scienze/14_ottobre_20/risale-385-milioni-anni-fa-primo-rapporto-sessuale-c47501ea-585f-11e4-9d12-161d65536dad.shtml

    RispondiElimina
  80. tra nove e falsi nove...

    RispondiElimina
  81. C'è un errore, il mio ultimo è ancora più vecchio, per fortuna che ho buona memoria

    RispondiElimina
  82. Stasera bruciate!!!

    RispondiElimina
  83. stefano vienna21 ottobre 2014 19:49

    Mondo: senza attaccanti si fa fatica.
    Cosa aggiungere? Che se fosse rimasto lui adesso la bacheca era piena.

    RispondiElimina
  84. Rapida panoramica nei siti,si percepisce un'aria pesante intorno alla Viola, aria di polemica,era da un pò che non si avvertiva,speriamo che questa imminente tempesta passi in fretta e riporti presto la quiete...P.S. Va bene leggere Buk,passi il Calamai,Brovarone almeno è tifoso vero della Fiorentina.Cambiando discorso mi soffermo sul Gasparri-Affair ed oltre ad avvertire un grande disagio misto a pena e disgusto,rispolvero un pensiero di Einstein,il quale sosteneva che due cose fossero infinite: l'universo e la stupidità umana,ma solo dell'universo aveva ancora dei dubbi...come biasimarlo!!!

    RispondiElimina
  85. Sono indeciso se vedermi la partita, se segna la Roma sentirò le urla belluine del mio quartiere. Oggiall'Olimpico hanno incassato tre milioni di euro, tolte le tasse e le spese, a occhio e croce, ci pagheremmo l'ingaggio netto di Neto per un anno.

    RispondiElimina
  86. Ni' 4-3-3 sono i tre davanti con D'Artagnan falso nueve

    RispondiElimina
  87. Ma non c'è nessuno stasera? Tutti a mangiare le bruciate dal Boss?

    RispondiElimina
  88. 4 a 0 intanto e soprattutto Iturbe che simula a centrocampo e becca cartellino. Nel campionato italiano l'avrebbe preso l'avversario.

    RispondiElimina
  89. Questo streaming è pazzesco

    http://www.vertigowin.in/p/m12.html#www.rojadirecta.me

    RispondiElimina
  90. Comunque è impressionante pensare che 5 anni fa' la Fiorentina giocò alla pari con il Bayern e ora il Bayern ridicolizza la seconda squadra del campionato. Il divario tra noi e loro è diventato un abisso

    RispondiElimina
  91. Il difficile sarà domani andare in ufficio e fare finta di essere dispiaciuti con discorsi del tipo: E' una squadra italiana, quando perde all'estero dispiace

    RispondiElimina
  92. Io non sono contento, un'umiliazione simile da italiano non la digerisco bene e per quanto mi stiano poco simpatici i romanisti e tutto il loro contorno politico/bancario, i tedeschi sono l'apice del mio disgusto, anche se il divario tecnico tattico stasera è imbarazzante.

    RispondiElimina
  93. Il calcio italiano è imbarazzante

    RispondiElimina
  94. A me dispiace un po' per la Roma per la quale ho sempre blandamente simpatizzato fin dai tempi di Liedholm e Falcao, non certo in quanto italiana. Fosse successo a juve o milan, starei stappando il vino migliore della cantina.

    RispondiElimina
  95. Mi ricorda tanto quest'estate , solo con le maglie gialloverdi invece di quelle giallorosse....un certo "secci a umo" !

    RispondiElimina
  96. Il livello nostro è basso vero... ero contento e forse più, ci fosse stato il Milan o i gobbi a prendere labbrate.

    RispondiElimina
  97. La Roma di Spalletti ne prese 7 a Manchester. Quando contro queste squadre ti sdai ne prendi un corbello. Non penserete mica che tra Roma e Bayern ci siano cinque reti di differenza! magari se rigiocano vince la Roma, in una giornata di culo. Il Bayern è più forte, se ne fanno dieci ne vince sette e forse ne perde una, ma non 5-0.

    RispondiElimina
  98. Non 5 a 0, infatti non è finita ancora.

    RispondiElimina
  99. Si ma ci sono state cagate tattiche pazzesche. Sul primo gol tre errori: Totti in prima battuta su Robben (!!!!) Poi Cole, che è un ex da 5 anni, apre lo spazio al sinistro dell'olandese ed il brodo di De Santis che non anticipa nel solo angolo che tutto il mondo sapeva dove sarebbe arrivato il pallone.

    RispondiElimina
  100. primo tempo incredibile,robben in un fazzoletto ti fa quello che vuole...quando si dice avere giocatori decisivi...ti fanno sempre la cosa giusta...questo e' il campione...come una macchina,zero spazio allo spettacolo,solo praticita' ai massimi livelli per il bene della squadra...questo e' temperamento...hanno capito che di fronte avevano comunque un avversario forte...quindi hanno voluto far vedere chi sono loro...gli e' scattata da dentro la grande motivazione del campione...il campione le motivazioni le trova dentro di se'...se no che campione sarebbe...quando ci vuole ci vuole...cosi' ragionano i campioni...mentre quando ci vuole si fa cahare invece e' il motto del mezzo giocatore...questo vuol dire avere il temperamento che e 'poi quello che ti fa entrare in campo con l'approccio giusto...impressionante...lham goetze muller robben bernat...nainggolan pareva un dilettante...credo che se avessero giocato contro un altro aversario non ne avrebbero fatti 5 in un tempo...mi ha ricordato brasile germania...i tedeschi sapevano anche in quell'occasione che l'avversario era di grande livello,vuoi perche' giocava in casa, vuoi perche' aveva sempre battuto alla grande la colombia...trovo analogie in queste due partite...

    RispondiElimina
  101. Per giustizia, comunque prendere gol dopo nove minuti in un ambiente stracolmo di aspettative, non é facile da gestire psicologicamente

    RispondiElimina
  102. LELE: ti darei ragione e ti capisco, visto che sei lontano dall'Italia. Io ho ripreso a tifare Italia quando vivevo a Londra, quando sei lontano si sentono le radici e ti do' ragione anche sui tedeschi con i quali lavoro ogni giorno. Pero' i tifosi romanisti e la stessa Roma sono diventati di un'arroganza unica, protetti da una politica che non vede le puncicate, gli scontri etc etc e in più continuano a fare le vittime come nessun'altro.


    Jordan: hai ragione, credo la disfatta sia da attribuirsi a un errore di presunzione di Garcia che ha affrontato a viso aperto i tedeschi. Sono convinto che - essendo il francese, purtroppo - una persona intelligente- cambierà atteggiamento tattico a Monaco e non finirà (il primo tempo) così

    RispondiElimina
  103. Ancora capannello vergognoso

    RispondiElimina
  104. col bayern visto stasera la roma perde 10 volte su 10...e pure la juve...almeno io la vedo cosi'...magari non finisce sempre 5 a 0...nainggolan non vale una scarpa dei loro centrocampisti...gia' pjanic se la gioca ma robben muller lham goetze bernat sono di un altro pianeta...non a caso sono campioni del mondo e ci metto pure robben che ha portato quasi da solo l'olanda in semi finale

    RispondiElimina
  105. Mi rendo conto di essere un diverso in questa situazione e me ne scuso.Peró io godo come una scimmia per i puncicatori di mestiere,per il Roma club Montecitorio e per l'essere sboroni di quella feccia romanista.E spero gliene facciano altri 5.E quel fallito di DeSanctis ha finito i jolly alla prima contro di noi.Scudate se urto la vostra sensibilità ma io i giallo sozzi proprio non li reggo

    RispondiElimina
  106. Musica per le orecchie!

    RispondiElimina
  107. Cosa sbaglia Gervinho...

    RispondiElimina
  108. O vediamo domani Zemanviola se c'ha voglia di fare il simpatico.Mi dispiace solo che i tedeschi hanno deciso di non infierire.

    RispondiElimina
  109. A proposito,ma quel falso nueve chi é?E quel falso incontrista chi é?

    RispondiElimina
  110. condivido JORDAN. La hybris di Garcia è stata giustamente punita. Nient'altro da dire. Se si dava una ridimensionata la perdeva normalmente 2-1.

    RispondiElimina
  111. Garcia a Lille in Europa ha fatto cacare(tra l'altro ne prese 6);ed é una pecca che i francesi gli hanno sempre fatto pesare(non i 6 gol,le prestazioni).Speriamo si ripeta a Roma!

    RispondiElimina
  112. lo stesso gervinho...adesso al 60' gliel'ha tirata in bocca da un metro a noyer, parlano di intervento miracoloso...un campione del bayern li' ha la freddezza di decidere in un istante che te la deve angolare...gervinho che nel campionato italiano non lo prende nessuno, ma come nainggolan se lo paragoni a questi marziani si nota la differenza di livello...uno come robben non ti perdona mai...e comunque la roma che riparte in velocita' e che con queste brevi triangolazioni arriva in porta in tre secondi e' una delle squadre piu' forti d'europa(parlo dell'azione del gol di gervinho)...poi pero'di fronte ad un bayern del primo tempo forse solo il real ed il barca possono controbattere...

    RispondiElimina
  113. Questo è il valore della roma nel calcio che conta... se Gervinho gioca in A e lo hanno Svenduto per 8 milioni c'è un motivo, anche se noi (italiani, intendo) pensiamo di esser sempre più furbi...


    p.s. godo....

    RispondiElimina
  114. io col bayern sono andato fuori grazie ad un furto clamoroso... grazie ragazzi...

    RispondiElimina
  115. tra l'altro il gol della Roma era pure in fuorigioco

    RispondiElimina
  116. mah...veramente de sanctis ha fatto delle giocate di piede nel primo tempo notevoli...e comunque a garcia questa lezione gli ha dato una bella ridimensionata...non devi mai dire in una conferenza ad ottobre noi vinceremo lo scudetto...dal 2 a 0 in poi ho sperato in una goleada...per vedere un olimpico in silenzio e perche' mi son divertito a vedere la faccia di garcia...sinceramente mi sta un po' sulle palle questo francese...

    RispondiElimina
  117. Per me la Roma può prenderne anche 9....Anzi direi che il vero risultato é un falso-5.

    RispondiElimina
  118. 6 e naturalmente Ljajic

    RispondiElimina
  119. io godo ogni volta che li vedo messi così, e spero che questa batosta li trascini in un vortice sempre peggiore...

    RispondiElimina
  120. Vedi Jordan, non 5 ma 7

    RispondiElimina
  121. Io ve l'avevo detto che si andava per il "secci a umo"

    RispondiElimina
  122. Una bella sciacquata di capo per quel borioso di Garcia ci voleva proprio, ne devi ancora mangiare di pappa, caro il mio mascellone... Vamos Pep...

    RispondiElimina
  123. Dove la fan veder? Sulla 7?

    RispondiElimina
  124. ahahahahahahah, ti quasi per rispondere, poi l'ho capita, ahahahah

    RispondiElimina
  125. Domani mattina posso andare a correre a Villa Pamphili senza dovermi sentire le sorti magnifiche e progressive della magica, mi sa che faccio la lunga cosi per vedere un po' di facce allegre

    RispondiElimina
  126. Gol alla Dybala di Robben, eheh

    RispondiElimina
  127. Gran serata per ZV che finalmente ha lavato l'onta...

    RispondiElimina
  128. beh, domattina vorrei essere al tuo fianco per farmi due risate...

    RispondiElimina
  129. Mamma mia. Sto guardando un simulcast... questi segnano a ripetizione, un po' dappertutto. Fanno (tutti gli altri) davvero un altro mestiere. Shaquiri gol, Hazard gol, Cavani, gol. A Roma è finita adesso, De Rossi esce un po' ingrugnito. Povera rometta, trattata alla stregua di un Maribor qualsiasi. Chiamate Roma 7-1 7-1, si sarebbe detto molto tempo fa. Contento? Mica tanto. Pensate un po' ci fosse stata la viola, con il suo tic tac toc... Neto, dopo, avrebbe firmato subito, con ingaggio dimezzato. (Jordan, si fa per ridere...).

    RispondiElimina
  130. come ho già scritto io godo molto di più quando perdono questi zozzi rispetto ai gobbi...

    RispondiElimina
  131. Bugiardi! Dicevate tutti che non esistevano più le squadra-materasso!!

    RispondiElimina
  132. Forse è una consolazione da coglioni essere contento per le sconfitte altrui, ma io sono ancora incazzato per quando Ovrebo compì un furto clamoroso ai danni della Fiorentina e nessuno in Italia - tanto meno qui a Roma - si scandalizzò. Chi semina vento, raccoglie tempesta (giusto per essere originali)

    RispondiElimina
  133. io godo sempre quando in europa perdono le strisciate più la Roma e non mi vergogno affatto di scriverlo, anzi...

    RispondiElimina
  134. Gervinho è in assoluto il migliore giocatore della Serie A, stasera da solo ha tenuto la difesa dei tedeschi in apprensione. Tanto per rapportarsi a valutazioni, se Ljajic è costato 12 milioni, lui ne vale 120.

    RispondiElimina
  135. Mi spiace, sono contro la Roma, capisco invece Corto e Sopra, ma i tedeschi non li sopporto. Tutti fuorché loro.

    RispondiElimina
  136. prima di Gervinho ne conto almeno 7/8, poi essere il migliore di questa serie A non è che sia poi sto granchè...

    giocatore sopravvalutato, decisivo contro le piccole, quasi mai quando conta, il suo valore per me non arriva ai 15 milioni... poi che 12 per Ljajic sian tanti è un altro discorso, anche se giusto...

    RispondiElimina
  137. Nella mia classifica delle "meno amate" compaiono Roma e Milan, altra squadra favorita ignobilmente. Alla Juventus mi sono ormai rassegnato e poi mi tocca ringraziarla per avere impedito alla Roma di vincere qualche scudetto. Purtroppo il mondo non è perfetto..

    RispondiElimina
  138. Gervinho è decisivo quasi sempre, in serie A, campionato di difese statiche in cui lo scatto vince sempre. Ma il migliore, purtroppo, ha la maglia bianconera. di che stiamo parlando. Come Tevez, nessuno.

    RispondiElimina
  139. Che non di dica che e' la vittoria di Guardiola. E' la vittoria di 11 giocatori fortissimi, assemblati da un tecnico capace. Con quei campioni, sarebbero capaci molti altri

    RispondiElimina
  140. siamo in perfetta sintonia...

    RispondiElimina
  141. Certo, come Calimero, Gervinho è brutto e nero, poca o punta stampa a pompararlo, magari se mi indichi i 7/8 che sono imprendibili e decidono le partite come lui. Decisivo con le piccole, quindi lo siamo anche noi. Posso concedere Tevez, poi per me è la prima scelta.

    RispondiElimina
  142. io normalmente non gufo le italiane in Europa, tranne ovviamente la Juve. Anzi, alcune squadre particolarmente belle da vedere le ho pure "tifate" (per quanto questo verbo si possa applicare a qualcosa di diverso dalla viola): il Milan di qualche annata (in finale con la Juve, eheh), l'Inter di Mou... E in passato la Roma mi aveva anche fatto simpatia. Ma dall'anno scorso, mi dispiace, sono una strisciata di più. Cazzi loro.

    RispondiElimina
  143. Sono sette schiaffi in faccia al sistema calcio italiota

    RispondiElimina
  144. Più forte di Rossi?

    RispondiElimina
  145. E' la sconfitta ancora una volta del sistema Italia, umiliato dalla Germania.
    L'Italia calcistica ha impedito a società come la Fiorentina di portare avanti progetti validi, di innescare un rinascimento nel calcio (ne parlava oggi Beha), attraverso una distribuzione degli introiti tv scandalosa, che ha favorito rendite di posizione, e impedendo a noi - in particolare - di andare almeno tre volte in CL (in calciopoli eravamo parte lesa). Che avrebbe fatto Corvino se avesse avuto i soldi di due CL?
    Per proteggere alcune squadre è stata minata la competizione, favorendo un livellamento verso il basso del calcio italiano. Non diversamente da quello che è successo in economia.
    Aggiungo che non credo di essere un tifoso parziale, negli ultimi anni di VCG smisi quasi di tifare Fiorentina deluso da una società che stava perdendo credibilità.

    RispondiElimina
  146. sì, noi siamo piccoli in confronto a loro, purtroppo... a me del colore frega il giusto, decide chi segna, non chi fa sgroppate che spesso non portano a nulla... giocatori, in assoluto, che prenderei prima di lui? Rossi, Tevez, Pogba, Pirlo, Strootman, Vidal, Callejon e Higuain in mano ad un allenatore decente... e son già otto, se poi mi ci metto e ci penso bene magari ne salta fuori anche un altra mezza dozzina...

    senza offesa Ljuka, non è obbligo pensarla uguale su tutto, su Gervinho io ci vedo tanto innamoramento ingiustificato, il tempo dirà...

    RispondiElimina
  147. Spero che la scoppola di stasera contribuisca a creare un clima pessimo a Roma... o ce li dobbiamo avere solo noi i giornalisti che creano zizzania?

    Comunque - mi ripeto - se la Roma non viene a romperci le palle in EL come han fatto i gobbi l'anno scorso, io preferisco.

    RispondiElimina
  148. Sei cosi' sicuro che un editoriale di Giannelli ammazzerebbe il blog?

    RispondiElimina
  149. LOUIS sono Lele, sgroppate che non portano a nulla...mah! Comunque rispettando le tue scelte, non ne prenderei uno dei tuoi prima di lui, a parte Tevez, come detto.

    RispondiElimina
  150. Scusa Lele, mi era apparso Ljuka, sono gusti, immaginavo mi avresti risposto su Gervinho che hai sempre sostenuto piacerti molto, per me un Rossi sano è 4/5 volte meglio di lui, perchè, praticamente da fermo, e te lo ha fatto vedere lo scorso anno, ti trasforma una squadra e la fa vincere, Gervinho nella Fiorentina dei primi 6 mesi dello scorso campionato, per me, avrebbe solo fatto la figura del ciabattone... poi la controprova non c'è e si rimane alle chiacchiere...

    RispondiElimina
  151. e' difficile fare un paragone fra tevez e gervinho. hanno caratteristiche diverse e giocano in posizioni diverse ed hanno compiti in campo diversi...poi dipende dallo stato di forma in quel momento...comunque si tevez sta dimostrando di essere il piu' decisivo in italia ma gervinho e callejon come l'altr'anno higuain e rossi se la giocano...ora rossi anche l'anno scorso si vedeva, nonostante i gol, che giocava da fermo...lo metto in questa classifica per i gol fatti...

    RispondiElimina
  152. certo. Però Guardiola è bravo e la sua impronta si vede, non neghiamolo.

    RispondiElimina
  153. io come attaccante lo metterei quarto, dietro a Tevez, Rossi e Higuain.

    RispondiElimina
  154. appunto, giocava da fermo mentre l'altro corre a 45 all'ora in una squadra molto più forte, prova a pensare se il primo fosse sano e lo metti nella roma e il secondo lo fai giocare da fermo nella fiorentina...

    RispondiElimina
  155. Se per Cuadrado son girate cifre intorno ai 40 milioni, Gervinho ne vale almeno altrettanti, lui sì che spacca davvero le difese. Poi per me il valore reale di Cuadrado dovrebbe essere intorno ai 20/25 e quello di Gervinho circa 5 sopra per vari motivi, ma è un altro discorso...

    RispondiElimina
  156. E' un'ipotesi. Manca la riprova di quale sarebbe il rendimento di Cuadrado in un club piu' forte

    RispondiElimina
  157. Certo ma gli hanno preso 11 bestie. L'hai visto il portiere e quel terzo di difesa a sinistra? Ha una velocita' fuori dal normale. E' bionico

    RispondiElimina
  158. infatti è per quello che è riuscito a essere decisivo anche in condizioni precarie da noi

    RispondiElimina
  159. C'é chi ci mette la faccia e chi....le spalle

    RispondiElimina
  160. Ti capisco, Foco.. purtroppo i crucchi fanno gli interessi di un qualche Feuer della Ruhr, Il vero problema è che siete (siamo) lasciati soli dalla nostra classe politica e siamo diventati terra di conquista come nel '600.
    Un abbraccio, ma se quello della foto sei tu, mi sa che non ce la faccio..

    RispondiElimina
  161. Minchia Foco, mi sa che dai tedeschi dovresti fartici vedere di persona!
    Pollock, non ce lo vedresti bene a giocare nei bianchi?

    RispondiElimina
  162. Non c'ho messo la faccia perché si sarebbe letto il labiale. Ero in un momento molto mistico ahahahahah

    RispondiElimina
  163. Ahahahahah, si, sono io. In realtà è solo una conseguenza del mio lavoro, il meccanico. Mi ridurrei ad una merda anche con una proprietà norvegese ahahahahah

    RispondiElimina
  164. Sono un poeta nel corpo di un hooligan. Almeno, così diceva la mia ex ahahahahahah

    RispondiElimina
  165. Intendevo che non ce la farei ad abbracciati non per le sporadiche macchie di grasso, ma perché sembri enorme, un rugbista. Io sono un tipo alla Robbiati, alla Valbuena, insomma un falso "fusto".

    RispondiElimina
  166. Foco non usa scarpe antinfortunistiche: se gli cade acciaio sul piede, è l'acciaio che ad infortunarsi!

    RispondiElimina
  167. Comunque si vede che sono spalle che possono reggere il peso delle avversità e delle sconfitte in casa

    RispondiElimina
  168. Scusa se ardisco: ma alla tua ex, cosa non piaceva, il poeta o l'hooligan ?

    RispondiElimina
  169. È tutta scena. Sono un metro e ottanta per novanta chili. È la capoccia che fa la differenza ahahahahah

    RispondiElimina
  170. Mah, secondo me il poeta, visto che ogni tanto chiede notizie dell'hooligan.

    RispondiElimina
  171. questo si puo' chiaramente definire un "back-selfie" eheheh

    RispondiElimina
  172. Le uso, le uso. E ti dirò che calcio meglio con quelle che con gli scarpini, tanto la sensibilità è la stessa.

    RispondiElimina
  173. Ahah ha ragione, grosso, rasato, tatuato... Quanto sei in statura x peso??

    RispondiElimina
  174. Ahahahah, in verità avevo chiesto ad un collega se ero sporco, e mi ha detto: " mo te lo faccio vedere come te sei ridotto."

    RispondiElimina
  175. Ha torto, é da preferire il poeta, anche se lo conosco solo in forma di prosa, o anche in forma di equilibrato osservatore di calcio. E poi di hooligan ce ne sono cosi' tanti che ritagliarsi uno spazio é piu' difficile, bisogna ammazzare qualcuno come minimo

    RispondiElimina
  176. FOCO, non hai fisico da falso-nueve, sei un 9 alla Gerd Müller...

    RispondiElimina
  177. Ragazzi, buonanotte, vado a letto chedomani prima di andare in ufficio vado a correre (forse). Vado a letto sorridente per la partita della Roma e per il cazzeggio finale di Foco

    RispondiElimina
  178. Beh, pero' le punte dei gomiti sono pulite eheheh

    RispondiElimina
  179. Un falso-magro, oserei.

    RispondiElimina
  180. A Roma voleva fa' come er Brasile, ma 'nvece de fa' come quello de Pelè ha fatto come quello de Scolari!

    RispondiElimina
  181. Ah ok vedo ora che l'avevi già scritto più giù, 180x90: PUTTANAEVA!!! Io sono 183x73, mi sa che ci entrebbero due di me nella tua maglietta!

    RispondiElimina
  182. Una nota storico-religiosa (rubo qualcosa a EFFEMBERG): 7 è il numero della Chiesa.
    Oggi hanno di nuovo spostato la cattedrale (o la chiesa? Cosa diceva Garsiá?) in periferia....

    RispondiElimina
  183. e infatti so' stati a scola de calcio eheheh...bravi scolaretti!

    RispondiElimina
  184. Rivisto i gol: De Sanctis sembrava Alessandrelli, il secondo della Juve 40 anni fa...ma dai...Goffo, impacciato....un orsetto del tiro a segno.

    RispondiElimina
  185. Foco a lavoro non si unge, è l'olio a focarsi!

    RispondiElimina
  186. ahahah! quella battuta l'avevo capita poco a suo tempo, ora mi é chiara, grazie Foco

    RispondiElimina
  187. Te l'ho detto prima, a quel punto, mollati i pappafichi, contro squadre come il B ayern ne prendi quante te ne vogliono dare. Stessa sorte del Brasile e stesso punteggio, sopra ci ho fatto anche una battuta. Ma non penserai mica che tra Brasile e Germania ci siano sette gol di differenza e che se rigiocano domani la germania vince di certo?

    RispondiElimina
  188. Ahahahahah, in realtà io ho un dono: mi sporco anche da fermo.

    RispondiElimina
  189. Vuoi dire che se ti mettono in un fustino del Dash, il tutto diventa maionese?

    RispondiElimina
  190. Volevano fa' come er Brasile perchè se stavano a crede d'esse er Brasile, er pareggio daa'a'trasfeta de Manceste l'avevano eccitati più daa'a fregna!

    RispondiElimina