.

.

lunedì 6 ottobre 2014

San Di Francesco

Mentre Bucchioni sbaglia onomastico e finisce per festeggiare San Di Francesco proprio il giorno in cui Cuadrado pensa solo al suo contratto da rinnovare e gli scappa una delle sue più belle partite, Della Valle stizzito impone i pantaloncini neri alla faccia di Renzi. Montella coglie l’occasione dell’onomastico del Papa per ribadire a chi nomina il nome di Spalletti invano, che la bellezza del suo impianto di gioco rimane a prescindere da chi scende in campo. A prescindere anche dai tifosi di poca fede. E alla fine la palla non è più nemmeno quella gialla ma quella in fondo alla rete. Ma chi non ne potrà fare a meno perché consacrato alla critica a prescindere, oggi se la potrà sempre rifare con lo Scheggi, perché nel tardo pomeriggio ha avuto un chiaro calo, che al confronto quello di Borja Valero è roba da ridere, e così qualche schiacciatina non è stata riempita al meglio. Difetti, errori di percorso che ci stanno dopo una lunga e onorata carriera nell’enogastronomia, così come Borja Valero che sgassato com’è rimane in panca a guardare le stelle che infilzano non solo Handanovic, almeno a sentire Mazzarri, che su Sky sembra voler combattere la dura vita di chi viene fatto spiedino, e dichiara che se la Fiorentina non avesse fatto tre gol sarebbe finita zero a zero.  E come quando appare la Madonna, per qualcuno sarà apparso più chiaro anche il perché Cuadrado se gioca sulla sinistra ha più facilità ad accentrarsi, saltare il solito uomo e puntare il palo più lontano con l’aiuto del piede amico. Questione di religione. Di vera fede nelle capacità di Montella che continua ad imporre il proprio gioco, a mostrare cioè una squadra tra le più belle del nostro panorama calcistico senza avere da oltre un anno gli uomini più importanti. E intanto a lamentarsi però è sempre il solito Mazzarri che accusa la stanchezza di coppa dopo aver giocato in casa contro una selezione di detenuti del carcere di Opera. Insomma, ci voleva proprio il “sola” di Renzi per rivedere i pantaloncini neri in una partita ufficiale dopo 35 anni, mentre adesso mi aspetto la solita lettura mezza vuota di una bella Fiorentina solo grazie alla pochezza dell’Inter che ne aveva prese quattro anche dal Cagliari di Zeman che al mercato il 4 3 3 comprò. Il Premier che invece sa il fatto suo e se ne fotte dei pantaloncini neri anche perché li preferisce di gran lunga a quelli rossi, e soprattutto sa come cavalcare l’onda e ama da impazzire l’uso dello spot, in serata ha dichiarato che i gol di Babacar e Cuadrado sono un anticipo sul TFR. Squadra perfetta che annichilisce quella avversaria senza se e senza ma, anche se per i tifosi  più animalisti il pantaloncino nero non è troppo ecologico, come invece lo sono certe pellicce sintetiche che mettono in pace con la coscienza. Col cazzo!!!! Pellicce ecologiche una sega, perché nessuno pensa a quegli animaletti di pelouche barbaramente uccisi.






116 commenti:

  1. 'Giorno. Peccato e Finalmente.
    Peccato perché mi sono potuto gustare solo il primo tempo.
    Finalmente perché era dal Fiorentina Napoli di campionato( a meno che mi veniate in soccorso come ebbi a chiedere ) che non vedevo tanta qualità unita a efficacia, grinta, corsa e pressing. In pratica se ne è vista, di questa roba, più ieri che nelle ultime venti partite messe insieme.
    Rapidamente, il mio primo tempo ha rilevato una freschezza atletica e di idee che hanno stroncato le velleitarie mire di alta classifica dell'Inter. Se Guincamp e Dinamo si possono definire non competitive a certi livelli, non m va screditare questo rotondo 3 a 0 in quanto si sarebbe trovato i milanesi su i ginocchi, guidati da un deficiente. L'Inter è una buona squadra, Mazzarri un buon tecnico, quindi onore solo a noi e a Montella, che se si meritava le critiche per aver offerto tanti spettacoli non degni della qualità a disposizione, si merita oggi elogi per averci riproposto quello sviluppo della manovra che tanto ci aveva fatto innamorare. Su i singoli, non ricordavo una bordata simile di un nostro centravanti dai tempi del Bati, Baba emblema del centravanti completo senza fronzoli, se trova spazio tira. Punto. Mi auspico una felice e fruttuosa convivenza con Mario, tipo Pulici Graziani. Infine spero si siano convinti i molti dubbiosi di Alonso e Mati, dei quali mi onoro essere sponsor della primissima ora e a quelli che oggi vorrebbero dare un bel calcione verso la panca a Borja, gente smemorata che cancella con la cimosa le innumerevoli prestazioni maiuscole del grande, avverto sin da ora che presto tornerà forte come prima.
    Ora serve continuità, siamo ancora all'inizio, se Montella non si avventura di nuovo in sentieri impervi e spinosi di invenzioni strambe, di punti da pigliare ce ne sono tantissimi, la qualità generale della A non è eccelsa.

    RispondiElimina
  2. Per precisare meglio la situazione...

    RispondiElimina
  3. Cazzo la foto! Babbei sul sito ufficiale della Juve hanno scritto, sotto la formazione, "allenatore Rocchi"!!!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno!Considerazioni sparse.Pollock,i pantaloncini neri pare sia stata idea di Pradè,causa scaramanzia;Montella e ADV non li volevano(così ha spiegato Montella nel dopo partita).Quindi onore a Pradè.Ieri Vincenzo non ha sbagliato nulla,a cominciare dalla difesa a 4 che quasi nessuno avrebbe voluto,soprattutto(che saluto cordialmente) con i due terzini ritenuti non adatti.Smentiti su tutta la linea.Stefano era uno dei pochi,se non l'unico,a sponsorizzare tale schieramento,quindi diamo merito.Poi però,anche se le pagelle sono soggettive ed ognuno vede la partita a suo modo,vorrei capire come è arrivato a dare un'insufficienza nel match di ieri;tra l'altro ad uno che,almeno personalmente,è stato uno dei migliori in campo(Pek).Io ho visto tutti meritevoli,nessuno escluso.Come reparto il centrocampo è stato fantastico;Kurtic(come avevo preventivato con Leo ne giocherà tante,forse più dei tre tenori)immenso.Centrocampista di qualità e di sostanza ieri ha corrso come un maratoneta non perdendo mai lucidità.Il terzo gol merito sua,che ha sradicato il pallone ad un fantasma bianco per ripartire e cedere palla a Tomvic(finalmente,dopo tante critiche,meritate,ha offerto una grandissima prova).Aquilani,Mati e Pek belli e tosti(Aquila mi è piaciuto tantissimo,giocasse sempre a questi livelli...).Pensiero su Neto:grande.Continua ad essere poco impegnato,ma quando chiamato in causa risponde da campione.Bravo JORDAN ad aver intuito prima di tutti le qualità del giovane;meno bravo a non considerare adatti Tomovic e Alonso per giocare a 4.ma ognuno di noi indovina qualcosa e scazza qualcos'altro.Il sottoscritto ha indovinato su Kurtic(per adesso!),ma ha scazzato clamorosamente sull'Inter.La vedevo come terza,quasi sicura,appena sotto alle due pretendenti.Come Deyna.A quanto pare non ci avevamo capito una mazza,anche se avevamo messo le mani avanti affermando "nonostante Ranocchia e Mazzarri" ahahahah.Chiosa sullo stadio:ieri,essendo in Fiesole,ho capito che Tomovic aveva fatto gol quando è praticamente entrato in maratona a torso nudo;possibile che nel 2014 ancora in queste condizioni??

    RispondiElimina
  5. nelle partite precedenti ho sempre parlato di episodi che possono determinare il risultato.Ieri dal mio punto di vista ne abbiamo avuto la riprova.Il gol di Baba ha costretto l'Inter a dover fare gioco(ahahah) invece di aspettare e giocare in contropiede.Se(i maledetti "se" e "ma")col Sassuolo e Genoa avessimo segnato i gol facili ad inizio partita,sarebbero finite come ieri..

    RispondiElimina
  6. Pensa se stavi dietro la Torre di Maratona, in alto- versante formaggino....ah ah ah ah ah....
    Mia moglie ha detto le tue stese cose, causa mia esultanza smodata!! "possibile che nel 2014 ancora in queste condizioni?! Metti un silenziatore in bocca..." (Cfr.: io in living-room, lei al 2o piano.....devo aver urlato un po' troppo....).

    RispondiElimina
  7. Ah ah ah ah ah ah

    https://www.youtube.com/watch?v=zqG-CG8JECg&list=UUlOPCrpshLbRLa9pnJtnIeg

    RispondiElimina
  8. Mazzarri ha inventato un modulo tattico nuovo, che sa evolversi durante la partita e mentre si imbarcano gol: 1) "Difesa dello 0-0" (anche lui non sa che lo 0-0 vale un punto, la vittoria. 2) "Difesa dello 0-1". 3) "Difesa dello 0-2". 4) "Difesa dello 0-3". 5) "Nel frattempo togliere il migliore" (Dodò).
    Vergognosa e imbarazzante la sua intervista nel post-partita.

    RispondiElimina
  9. Credo ti rivolgersi a me, comunque io di difesa a quattro nel primo tempo ne ho vista poco o punta.

    RispondiElimina
  10. No Lele,mi rivolgevo a tutti,me compreso.Ho sempre detto di preferire la difesa a 3

    RispondiElimina
  11. Come gran parte del primo tempo...

    RispondiElimina
  12. Vuoi la guerra Pollock?

    https://www.youtube.com/watch?v=XH8DoY_bUQU

    RispondiElimina
  13. Ragazzi,guardatelo tutto il video che vi ho postato...bellissssssimo!!

    RispondiElimina
  14. "Mi avete scassato l'ultimo chilometro della minchia!!!"
    Ah ah ah ah

    RispondiElimina
  15. un genio..ma è quello che va in tv tra l'altro,nella trasmissione della 7 gold o sbaglio?

    RispondiElimina
  16. E lui, lo vedi anche nel video che ho pubblicato io.

    RispondiElimina
  17. infatti,mi pareva...

    RispondiElimina
  18. Gli occhi di questa gran coppola de mminchia hai! Ahahahahahah

    RispondiElimina
  19. Noto una certa insoddisfazione estetica per Babacar, ma bisogna considerare che centravanti con quel fisico aggraziati come Nurejev ce ne son pochi, tranne Van Basten e pochi altri...Stambouli evidentemente lo vede come un Ambrosini, quindi capisco anche il ribrezzo. Però dai, compattini a parte mi riconosce il "Cuadrado è tornado", ora si spera torni pure lui.

    RispondiElimina
  20. La cosa che mi ha più colpito iersera è stata la velocità della Fiorentina, doppia rispetto alle ultime partite. Visto che avevo bevuto abbondante dose di primitivo di Manduria, a cena, mi chiedevo se era lo streaming accelerato, il doping del vino che mi portava a un'accelerazione sensoriale, o erano dopati direttamente i giocatori.

    RispondiElimina
  21. La classifica,seppur indicativa,alla sesta dipende in parte dal calendario.Senza voler niente togliere al buon Sinisa,dall'ottava in poi (in maiuscolo le trasferte):CAGLIARI,Roma,INTER,Fiorentina,Milan,CESENA,Napoli,VERONA,JUVENTUS.Praticamente,a parte la trasferta di Cesena ed in minima parte quella di Cagliari,è un ipotetico(IPOTETICO) massacro.Questo per dire che la classifica,per TUTTE le squadre,avrà senso con un numero di partite congruo.Certo che sia in caso positivo,ma soprattutto in caso negativo(vedi Inter),le future partite dipenderanno anche dal momento psicologico,che determinerà alcuni risultati(euforia-depressione:entusiasmo-paura)

    RispondiElimina
  22. Ieri ho visto la Fiorentina giocare bene, così come non giocava da praticamente un anno (a parte le partite di EL), con una qualità del gioco e una sicurezza che mancava da troppo tempo: di gol potevamo fargliene almeno il doppio, in difesa abbiamo retto bene e loro si sono resi veramente pericolosi solo con il tiro di D'Ambrosio (e relativo miracolo di Neto); spero che sia stata la partita della svolta.

    RispondiElimina
  23. D'Ambrosio e Dodò davvero bravi ieri, gli unici con Kovacic a salvarsi dal disastro interista, e questo per me rende ancora più notevoli le prestazioni di Alonso e Tomovic.

    RispondiElimina
  24. Interrogazione parlamentare per juve roma... Bello scontro al vertice non c' e' che dire

    RispondiElimina
  25. "Sono tre pappine della Fiorentina senza punte" Ah ah ah ah ah

    Godete popolo:

    http://www.sport-week.tv/video-fiorentina-inter-3-0-cristian-recalcati/

    RispondiElimina
  26. Ah ah ah ah ah

    https://www.youtube.com/watch?v=EPDceSzvv0U

    RispondiElimina
  27. Come sapete quando si vince vado a farmi un giro sul sitone;a parte che nonostante la splendida vittoria i depressi derelitti hanno trovato il modo di non godere insultando Valero,Pasqual ed Ilicic,vedo che LUD(che era stato quasi "normale") se ne esce con"Certo che alcuni accorgimenti di Guardiola, come la rinunzia al centravanti, sono davvero dei colpi di genio, che mi ricordano l'eliocentrismo galileiano o certe trovate di Steve Jobs."Io non me la sento,ma se qualcuno di voi volesse dargli la notizia che Lewandowsky è un centravanti,di quelli tipici tra l'altro...

    RispondiElimina
  28. L'unica nota positiva di Mazzarri é l'aver tolto Dodó...troppo spinto il brasiliano, saltava l'uomo e crossava, questo non andava bene per Mazzarri.
    Encomiabili per applicazione i quattro della difesa, Icardi annullato, Osvaldo costretto a girare al largo.

    RispondiElimina
  29. "Spegnete la tele!Spegnete la tele!ma chi è Cafù,è diventato bianco?!Ma no,ma no ma nooooo"....il popolo gode!

    RispondiElimina
  30. Enrico Mentana ha invitato Mazzarri a svuotare l'armadietto.

    RispondiElimina
  31. già stato fatto, non ci sente. Ora viene fuori che abbiamo vinto perché Babacar non è un centravanti. Ma io dico, perché mai lasciarsi imprigionare così dall'ottusità, invece di gustarsi una vittoria del genere? Mah. Non ci sono limiti all'autolesionismo...

    RispondiElimina
  32. Allora, Dkne, già sai che non conti un cazzo, e questo è a tuo detrimento. Inoltre non puoi capire nemmeno un semplice sillogismo: posto che una squadra spettacolare e vincente può giocare solo con un falso nove e posto che il Bayern di Guardiola è una squadra vincente e spettacolare, è ovvio che si può dedurre che Lewandowsky è un falso nove.
    Allo stesso modo (questa è per Valto): posto che una squadra spettacolare e vincente può giocare solo con un falso nove e posto che la Fiorentina di ieri sera è stata vincente e spettacolare, è ovvio che si può dedurre che Babacar è un falso nove.
    Mi sembra logico, lineare e semplice.

    RispondiElimina
  33. eheh...
    S'altra parte stai parlando di una persona che dopo la partita di Roma
    titolò "senza ali non si vola", sostenendo che rinunciare al 4-3-3 con gli esterni era suicida. Ieri abbiamo vinto con lo stesso modulo di Roma, senza esterni d'attacco, et voilà, non una riga di autocritica. Gli ho teso una mano, proponendogli io un argomento che lo poteva aiutare, sul ruolo più propositivo dei terzini rispetto a Roma, e lui invece di capire e approfittarne, ha cominciato a darmi contro anche su quello. Inizio a pensare che ci sia davvero un elemento di autolesionismo...

    RispondiElimina
  34. Eh si,Baba è un falso nove.Non è un centravanti,è un falso nove travestito da falso sette che gioca da falso 8

    RispondiElimina
  35. D'altronde gioca col 30 di maglia, mica col 9. Ti inviterei anzi a considerare il fatto che nessuno della nostra squadra ha scelto il numero nove di maglia. E' quindi chiaro che giochiamo - e giocheremo fino alla fine della stagione - col falso nove. Non so come facciate a non arrivarci.

    RispondiElimina
  36. A proposito di che cosa sia davvero Babacar, l'ho scritto CHIARAMENTE a Gaia. E il bello è che lei lo leggerà pure. Quindi non vi resta che ascoltarlo direttamente dalla sua voce. Per chi non vuole ascoltare tutta la trasmissione, basta sintonizzarsi a 5 minuti alle 15. Finalmente sarà fatta luce!!!!!

    RispondiElimina
  37. Gaia! Un bacio leggero sulle labbra, sia le piccole sia le grandi!

    RispondiElimina
  38. Posso dire che non mi è piaciuta questa battuta?

    RispondiElimina
  39. Si. L'ho pensato subito dopo l'invio. Se puoi cancella. Grazie e scusate tutti.

    RispondiElimina
  40. Si Pollock,toglila dai...

    RispondiElimina
  41. Io ero (e sono) tra quelli che a ranghi completi predicavano il 3-5-2, ma la mia critica non partiva dall'inadeguatezza dei terzini come prima causa, che invece ho sempre indicato nella mancanza di dinamismo e filtro del trio Aquilani-Pizarro-Borja, che quando non riescono a far possesso-palla totale lasciavano la squadra lunga e tanto di voragini qualora ci fosse il 4-3-3, abitualmente composto con Pasqual (scarso in difesa e mediocre in attacco) e Joaquin-Cuadrado uno dei quali adattato a sinistra. Difatti d'estate non ho mai neanche chiesto rinforzi per la difesa, semmai chiedevo un interno di sostanza (e magari tecnica, cambio di passo e inserimenti) che spero lo si sia trovato nel finora ottimo Kurtic. Con ciò non nego di aver detto che Tomovic sulla fascia non mi ha mai convinto (se poi il gol di ieri dovesse avergli conferito una nuova convinzione, che da oggi in poi lo rendesse più efficace in fase offensiva, ben venga e faccio volentieri ammenda a me stesso), come non mi rimangio la mia convinzione su Cuadrado più devastante se parte venti metri più indietro. Critiche che comunque riguardano soprattutto certe scialbe prestazioni dell'anno scorso, in cui si perseverava su quell'infruttuoso 4-3-3 nonostante gli scarsi risultati del ritorno.
    Quest'anno invece ho sempre difeso le scelte di Montella, ritenendole quasi tutte obbligate per via della pochezza di alternative. E perché uno alla Kurtic qualche lacuna del centrocampo a 3 la colma, e perché Alonso mi sta piacendo parecchio come mi piacque già in quel poco visto l'anno scorso, quando manifestai disaccordo con la sua cessione di gennaio, e con l'ipotesi di mandarlo nuovamente via quest'estate.
    Ieri grandi tutti, e grande Montella, a partire dall'impegno di giovedì in cui ha gestito come meglio non poteva il turnover in vista dell'Inter.

    RispondiElimina
  42. Il top 5
    del fermo-immagine di ieri sera: 1) FAMELICO: gli occhi iniettati di sangue di
    Babacar dopo il gol sfiorato nel secondo tempo, tale un predatore a cui la
    preda é sfuggita per un pelo, ma sicuro di non tardare ad azzannarla di nuovo.
    2)PROROMPENTE: la gioia irrefrenabile di Tomovic, disposto a farsi
    risucchiare dalla piovra dei tifosi, pur di mostrare al mondo la sua catarsi
    ( gustosa poi la scenetta con lui, preso dal misticismo e il tifoso,
    concreto e insensibile, e anche sfacciato, che cerca di sfilargli la maglietta di mano). 3)
    INEFFABILE come Il sorrisetto quasi intimo, venato di
    modestia di Neto dopo l'ennesima paratona salvaguai. Forse pensava a chi
    lo ha sempre giustamente e con lungimiranza difeso a spada tratta, come un
    certo JORDAN, su un certo Blog. 4) LEALE, come l'abbraccio di Borja, con
    conseguente sollevamento, a Montella, dopo una partita passata in disparte, fra
    le scorregge dei panchinari. 5) TRAVOLGENTE, come lo slogan della Fiesole
    (caricaaaa!!!!) che é come dire: " vabbé.. c'é da remare, ma
    almeno remiamo tutti nella stessa direzione, eccheccazzo ! "

    RispondiElimina
  43. altro che Platinum, ahahahah

    RispondiElimina
  44. E ora vu ci lasciate tutti curiosi

    RispondiElimina
  45. Non è niente di che Jordan, era solo un tentativo di essere affettuosi con la Gaia, nel quale, al Sopra è scappata di mano un po' troppa enfasi.

    RispondiElimina
  46. La creatività nel cercare un titolo è rapportata al puro espandersi dell'energia positiva che si respirava ieri sera al Franchi,dalla coreografia della curva che esortava alla carica accompagnando l'Inno,al finale di partita con applausi e pacche sulle spalle per tutti.Anche nelle menti più pigre,si sarà risvegliato qualcosa,al contrario di coloro che fanno del disfattismo il tormentodel pensare tra dubbi esistenziali e metafisici(gioite anche voi in questo soleggiato lunedì,invece di trovare la pagliuzza)).Casualmente nel pre-match avevo evocato statistiche che ci vedevano usualmente inclini a goleade contro i nerazzurri,di cui l'ultima 4-1 due anni orsono,annichilendo i bauscia,ricondandogli tra l'altro che la sfera era di colore giallo,a differenza di ieri sera,dove in pratica è cambiata solo la tinta,non l'annientamento dei Mazzarriani,che poteva BRILLANTEmente diventare più pesante nel finale.Non avevo previsto una difesa a4,che mi incuteva dubbi,ad onor del vero,ma un centrocampo alto con un ritrovato Mati-moto ad assistere Baba-boom e Cuadrado-tornado aggiungo ritornato.Non serve la chiromante che legge il futuro già scritto,neanche essere titanici,la lettura di Montella è stata impeccabile anche impiegando sin da subito gli uomini giusto al posto giusto.Trovare la chiave giusta sin da subito,ti offre a volte maggiori possibilità di svolta,il meraviglioso gol di Baba-boom ha costretto l'inter ad uscire,ma la Viola ieri sera,aveva fatto vedere sin da subito di essere una squadra diversa.Peccato per le partite contro Genoa e Sassuolo,ma forse bisognava passare da quelle sventurate esibizioni,per cambiare direzione.Complimenti al mister,Lucianone(che vorrei vedere dopo,molto dopo il naturale fine-ciclo di Vincenzino)o l'intrigante ipotesi Bielsa(con Vargas,dos locos,chissà cosa ne uscirebbe),sono ipotesi rimandate chissà a quale futuro.Complimenti alla squadra,decisamente una media voto sul 7 abbondante per i titolari,ma senza particolare goliardia vorrei soffermarmi su Babacar,visto che rappresenta un pò una delle due scommesse made in FlorenceYoung-Boys,credo che il ragazzo abbia avuto la fortuna di trovare sulla sua cattiva strada,un MonzonNovellino che lo ha rigenerato e riportato a quelle che sono le sue potenzialità,responsabilizzandolo.Lo straordinario gol,non solo nell'esecuzione,ma anche nella preparazione,finta,testa alta,tiro,hanno ripagato una partita di sostanza,preceduta da quella di Torino,sempre primo sugli appoggi,sempre in grado di far salire la squadra,di fronte un certo Vidic,che lo ha fermato solo una volta con eleganza.Scusate se è poco.Questa partita certifica che abbiamo due giovani alla ribalta su cui possiamo contare,adesso solo la gestione diventa forse più difficile.Aquilani,rinnovare please,penso che ormai sarebbe delittuoso non farlo.Clonate Pizarro,cervello sopraffino di calcio.Borja ti aspetto,a proposito di cervello,cuore,sensibilità calcistica e d'animo,ma con un Kurtic così dormo più sereno.Neto,finalmente...Il Portiere auspicato e pronosticato,rischio ripagato con interessi.Cuore Tomovic stasera,tu l'avessi avuto in quella finale dove dalla tua parte c'era una prateria...Gran duo Gonzalo-Savic,bravo Alonso,insomma non riesco proprio a trovare qualcosa di negativo,neanche lo stemma WV,macchina del popolo,simbolo ieri sera della squadra di un popolo,quello Viola con panta neri per una nobile causa.Ecco trovato il mio titolo.

    06/10 14.51

    RispondiElimina
  47. Ma IL COLONNELLO sta facendo l'Efialte? Sul sitone gli danno "gli 80 euro di Renzi", mentre qui no, POLLOCK?

    RispondiElimina
  48. Probabilmente il Colonnello non condivide la mia linea editoriale con derive troppo radiofoniche. Lui è un purista della lingua italiana, io invece svario, sperimento, mi misuro (la febbre).

    RispondiElimina
  49. sì, anche se devo dire che alcuni movimenti di ieri, non tanto il gol ma soprattutto lo scambio con Cuadrado, sono veramente da 9 puro e perfetto. Anche per me possono giocare insieme lui e Gomez, però non in una divisione dei compiti classica tra prima e seconda punta, che secondo me sacrificherebbe un po' troppo Babacar, ma piuttosto scambiandosi continuamente le posizioni. Insomma, per me si può fare, ma Gomez deve mostrare una certa duttilità tattica...

    RispondiElimina
  50. ma non potrebbe almeno dircelo invece di ignorarci? qui si vòle tutti bene.

    RispondiElimina
  51. errore: gli si vòle tutti bene.

    RispondiElimina
  52. Pende, ti rispondo quassù così almeno tutti possono intervenire sull'argomento, se vogliono, e a proposito del Colonnello che non scrive più su questo blog a me dispiace, ma come sapete tutti io non mando via nessuno e neanche prego nessuno di tornare, perché se uno se ne va penso che abbia le sue buone ragioni. Sono d'accordo con te che avrebbe potuto anche dirle quelle ragioni. Ma se non l'ha fatto penso anche che probabilmente alla fine non era poi così legato a certe persone. E non c'è davvero nessuna polemica in questa mia considerazione, ma solo consapevolezza di una realtà che non essendo realtà proprio perché virtuale, alla fine non può neanche ferirci.

    RispondiElimina
  53. Chi l'ha detto che non può ferirci, e chi l'ha detto che non sia realtà? E' solo un piano di realtà diverso.

    RispondiElimina
  54. Se ti ferisce allora dillo, così lui lo sa, mentre magari non scrive proprio perché è rimasto deluso da qualcosa.

    RispondiElimina
  55. Parlavo più in generale, non di me...Per quanto mi riguarda, dal poco che ci ho capito, ha preso male una battuta su Damiani, che avevo definito [mi pare parlando a Lele] "l'idolo del Coronel", ma era ovviamente una battuta. Rilessi quanto aveva scritto lui in precedenza su Oscar Flipper, e gli dissi di essermi sbagliato, non avendo capito che non lo difendeva come giocatore. Ma anche lo avesse difeso e io ci avessi fatto la battuta, che male c'era, in una discussione su Stambouli? O il problema è Stambouli e il relativo compattino? Sembro essere diventato quello che "O Stambouli o serie B", ma non l'ho mai caldeggiato come arrivo indispensabile, e non mi risulta di aver rotto le palle per settimane per l'acquisto sfumato, come invece mi può benissimo accadere per qualcun altro, o per una cessione dolorosa. Dissi solo - tra l'altro dopo avergli chiesto un parere sul giocatore che avevo visto pochissimo, e me ne ricordavo a malapena - che a giudicare dai famigerati 50' montati a me non sembrava così male, anzi, aveva delle caratteristiche interessanti, pur nei limiti enormi di un montaggio. Non vedo poi il problema, mi mandano 4-5 volte l'anno questi video dedicati, e ne avevo citati diversi anche prima [compreso uno su Hegazy, che fu uno scherzo diabolico di un amico, con montato il peggio del peggio...], che male c'è? Al di là di questo al Coronel gli si vol bene a prescindere, se torna mi fa solo che piacere!

    RispondiElimina
  56. Ciao, dimmi quanto resti che tra non molto arrivo.

    RispondiElimina
  57. Anche io parlavo in generale, nel senso che se uno prova un sentimento per una persona e ci tiene a questa persona, se non è solo un piano virtuale, allora è anche giusto dirglielo.

    RispondiElimina
  58. Boh....a me sembra un free-agent, l'ex Colonnello JINGLE, che ronza di fiore in fiore...
    Il paradosso è che lui dialoga con i Riblogghitari su fiorentina.it ma non qui, boh....di la scambia battute e pareri con tutti noi. Tutti. Qui no.

    RispondiElimina
  59. Siamo tutti contenti di aver visto piu' verticalizzazioni e tiri da fuori, pero' c'é da dire che l'Inter, da grande squadra quale dovrebbe essere, non é rimasta in undici dietro la linea della palla come le altre squadre incontrate fin qui, a parte, giustappunto, la Roma, altra grande. Quindi va da se' che incontreremo ancora molte squadre che si rintaneranno in difesa senza vergogna, lasciandoci tichitacare per ore. Questo non vorrà dire che é un'involuzione da parte nostra, ma solo che di fronte a certi avversari é una scelta obbligata. Non sempre si trovano brecce nelle palizzate per tirare da lontano o passaggi segreti dove gli incursori, possono entrare in area palla al piede.

    RispondiElimina
  60. Pollock, spero tu ti renda conto che questa conversazione sta prendendo una piega imbarazzante.

    RispondiElimina
  61. è vero, però ieri certe volte li abbiamo anche invitati ad aprirsi, arretrando un po' per poi ripartire col nostro gioco in velocità, cosa che la Roma fa sempre e che a noi è riuscita raramente.

    RispondiElimina
  62. Infatti é un tipo di gioco per il quale abbiamo i giocatori: Gomez, per esempio rende meglio in spazi larghi; idem Bernardeschi, Cuadrado, lo stesso Joaquim quando ha benzina. Quello che dico é che non sempre ci possiamo permettere questo gioco, dipende anche da chi ti sta di fronte, ma che comunque siamo strutturati per farlo. Siamo una squadra completa, poi magari non ci riesce tutto cio' che vorremmo, ma questo a nessuno é dato in assoluto, neanche al Barça.

    RispondiElimina
  63. effettivamente...o affettivamente....

    RispondiElimina
  64. Ci s'ha Save The Children e poi si fa piangere i bambini

    RispondiElimina
  65. Farei forse meglio a star zitto, ma almeno mi levo il dente: credo (e spero) di non entrarci nulla io, almeno stavolta, visti i rapporti non proprio idilliaci. Fine.

    RispondiElimina
  66. Anche se sono il meno titolato a parlare del Colonello vista il mio recente arrivo nel sitollock, volevo solo ricordare gli stupendi pezzi del bolognese apocrifo, degni di dario Fo, del Ruzante per la grande capacità di reinventare il bolognese come personaggio teatrale estremizzandolo. Come fa' a non mancare una tale penna..

    RispondiElimina
  67. Ma sì, e poi gli si vòle bene... è un bischeraccio ma gli si vòle bene

    RispondiElimina
  68. Io credo che è andato da un'altra parte semplicemente perchè si è rotto i coglioni, non si divertiva più, non gli bastava più un palcoscenico scelto ma numericamente limitato. Magari tra poco sente nostalgia e torna. E' un grande teatrante che ha bisogno di pubblico, variabile, se no si stufa. Ci mancano le analisi lucide e cariche di spirito, non mi mancano di certo i suoi eccessi verbali. ma ognuno ha il suo clichè.

    RispondiElimina
  69. Ragazzi ma un vu sarete mica buchi su' i' serio? Perchè e vo via anch'io!

    RispondiElimina
  70. Tutto ottobre, ciao, dimmelo se arrivi.

    RispondiElimina
  71. Figurati che all'inizio non mi ero accorto che Jingle e il Colonnello erano la stessa persona (ma faccio poco testo a volte sono duro, anzi CORTO di comprendonio), un vero Zelig del web.
    Certo dispiace vederlo dedicare così tante risorse in tenzoni infinite con Lud

    RispondiElimina
  72. stefano vienna6 ottobre 2014 20:30

    Ragazzi con tutto l'affetto, io tutta questa fissa con il 3-5-2 panacea di tutti i mali non l'ho mai capita. Che poi il problema fossero i terzini c'ho quasi litigato con Foco.


    Per me tutto gira intorno al centrocampo e infatti ieri non mi sono entusiasmato per un bel nulla. Per me Montella mette un centrocampista di troppo -o meglio un tenore o meglio un trequartista mancato di troppo. E mi riferisco ai tre seguenti: Aquilani-Valero-Mati. Per me ne deve giocare solo uno. Senza eccezioni. Già due rallentano troppo il gioco e, essendo notoriamente negati a fare gol, levano spazio a uno che la metta dentro -che sia Bernardeschi o Ilicic o anche Vargas. Pure Lazzari segna più di Mati e Valero messi insieme.


    E Marin? Un altro trequartista mancato, quindi un altro doppione, la speranza è che sia meno trequartista mancato di Valero e Mati, ovvero leggermente più decisivo.


    Finisco con una previsione purtroppo pessimistica: Montella ci ripropinerà centrocampi come quelli di ieri, imbottiti di trequartisti mancati. Spero di sbagliarmi, ma, se ce li ripropina, non si va da nessuna parte.

    RispondiElimina
  73. Va bene sia qua che là. Con i miei tempi, due ore sono un soffio. preferisco risponderti di qua, comunque, per simpatia. Kovacic non mi esalta, a pelle. Quello che volevo dire, però, è che ancora deve passarne di tempo, per essere (diventare) un campione. Un campione, per definizione, prende in mano la squadra e la porta dove deve andare. La mia sensazione è che sia un ottimo giocatore, forse un futuro top player (dubito, ma potrei sbagliare: in fin dei conti, lo vedo giocare troppo poco). Insomma, se mi dicessero che il Baba è un campione risponderei in modo del tutto simile, magari meno duramente, come dici tu. Comunque hai ragione, mi sono fatto prendere la mano un po' troppo, da Nonna Abelarda.

    RispondiElimina
  74. stefano vienna6 ottobre 2014 20:35

    Sul Colonel, a me non manca. Tra l'altro mi ricordo come si è comportato con chi era venuto qui in punta di piedi e fu trattato a pesci in faccia. Non faccio nomi, ma lui mi manca, non il Colonel. Che poi il modo in cui se ne è andato spiega tante cose. Scusate se sono poco diplomatico, ma l'anniversario dei duecento anni dal Congresso di Vienna iniziano il primo novembre di questo anno. Fino a quel giorno è guerra contro la Restaurazione.

    RispondiElimina
  75. Mmmhmmmm, mancato il bersaglio di poco, STEFANO...eh eh eh eh...

    RispondiElimina
  76. stefano vienna6 ottobre 2014 20:56

    Ma io non ce l'ho assolutamente con il Colonel, eppoi a lui piace dissotterrare l'ascia di guerra, anzi non l'ha mai sotterrata.

    RispondiElimina
  77. Non so se ti riferisci a s.nap., Stefano (mi viene in mente solo lui di persone arrivate qui e uscite dopo poco per disaccordo con scritti del Colonnello). Nel caso sia lui mi sembra, se non ricordo male, che se ne andò non perchè attaccato personalmente, bensì perchè non condivise ciò che il Colonnello scrisse nei riguardi di un'utente del sifone che Salvatore conosceva personalmente.

    RispondiElimina
  78. http://www.violanews.com/statistiche/strano-ma-vero-mazzarri-fu-uno-degli-ultimi-giocatori-viola-a-vestire-i-panta-neri-foto-20141006/

    RispondiElimina
  79. Torno su Babacar in attesa del post di Pollock di domani che immagino riprenda quanto detto nella trasmissione della Gaia (per è impossibile seguirla, le 15 sono un'ora hot in ufficio). Babacar è un po' back to the future, mi fece già un'ottima impressione nella partita con il Napoli nell'ultimo anno di Prandelli, ha rischiato di sparire dal calcio che conta, per fortuna che ha trovato Novellino e che la Fiorentina ha continuato a credere in lui. Potremo dire che è arrivato in ritardo di due tre anni all'appuntamento della serie A.
    Tra l'altro sembra veramente attaccato ai colori viola, avere giocatori cresciuti nel vivaio è fondamentale, uno dei fattori che hanno inciso fortemente nella competitività della Roma negli ultimi anni.
    Ho rivisto alcuni dei suoi gol dell'anno scorso, ci sono molti gollazi. Ha ragione Montella sarà fortissimo quando riuscira a segnare gol brutti in area di rigore, compito più difficile in quanto i difensori di A non gli lasciano certo lo spazio che aveva in B l'anno scorso.

    PS Ljuka, bello il soprannome di TChalla, appassionato (anche) di fumetti marvel?

    RispondiElimina
  80. E' vero Vita, il casus belli fu quello, ma non correva buon sangue dall'inizio. SNap persona gentilissima, educata ed anche molto preparata, che conosco bene anche personalmente, aveva il peccato orginale, per il Colonnello, di essere stato della banda di Scacco Matto, della famigerata SdA (come del resto il nostro poeta che però si era redento agli occhi del Colonnello per la sua ribellione e fuga). Nel teatrino delle parti messo su era un nemico e quindi da punzecchiare appena possibile. Dove finisca il giochino e cominci un'idiosincrasia vera è difficile dire, ma era così. SNap un po' se ne è battuto le palle, poi quando gli è sembrato che si fosse travalicato il limite se ne è andato.

    RispondiElimina
  81. stefano vienna6 ottobre 2014 22:08

    La storia la so, lui certo nega -anzi s'era offeso quando gliel'avevo rinfacciato-, ma l'aveva puntato. E' fatto così, Don Diego. Solo che appunto non credo che a uno come lui faccia molto effetto dirgli che ci manca o, come faccio io, scrivere il contrario. Lui è un guerriero che si sceglie nemici e campi di battaglia. Spesso i suoi nemici sono stati i miei, ma non ci vedo niente di male se ognuno poi va per la sua strada/per il proprio destino. Combattere le guerre altrui a me non è mai interessato. Rimpiango solo il capo indiano, quello sì, che mi ha lasciato solo a mettere in rilievo i limiti (caratteriali) del nuovo condottiero.

    RispondiElimina
  82. Ovviamente. Per ulteriori precisazioni, fai riferimento a Foco, il vero esperto del settore. Anche Deyna se la cava, soprattutto se ha ritrovato il famoso scatolone.

    RispondiElimina
  83. stefano vienna6 ottobre 2014 22:13

    Montella più che un modulo ha inventato una moda con le collezioni autunno/inverno e primavera/estate di trequartisti mancati: Aquilani, Valero, Mati, Marin, e pure Pizarro che iniziò trequartista (se non sbaglio). Datemi un Kone e vi faccio vincere lo scudetto.

    RispondiElimina
  84. stefano vienna6 ottobre 2014 22:15

    Ah Sopra, un giorno poi anche tu mi dovrai togliere un dubbio...

    RispondiElimina
  85. A me sembra il più basso del trio Aldo, Giovanni e Giacomo....con più capelli.

    RispondiElimina
  86. Si' Adani e' stato sobrio e didascalico. La difesa a quattro basculante, un classico anche del Montella 2013/2014. Ma si e' visto molto di piu' ieri sera.
    Per esempio, qualche schema nuovo abbozzato sui calci piazzati, con coinvolgimento finale del sinistro di Alonso. E una fascia destra sperimentale, da Cuadrado punta e Richards cogli infermieri. Il duo slavo, ci dicono le statistiche, ha prodotto poche azioni in profondita' da quella parte e ha sofferto molto Dodo'.
    C'e' uscito il goal della vita di Tomo ma dubito che questo assetto laterale sara' replicato contro gente tipo Asamoah

    RispondiElimina
  87. Babacar: molte volte dimentichiamo che ha appena 21 anni!!!
    Vorrei far notare che con Neto, Alonso, Savic, Bernardeschi, Babacar, Cuadrado, Richards, Kurtic la società ha anche "lavorato" per abbassare l'età media del team. I primi 5 elencati potrebbero essere colonne per 10 anni....

    RispondiElimina
  88. Signori, zapping: se qualcuno ha coraggio guardi la Maginot che ha mandato la Juve su raiSport...Marotta e Brio.
    S e poi avete fegato guardate l'abbinamento giacca/cravatta di Brio. Mi fanno male gli occhi...cambio canale.
    (N.B.: c'é anche il Buk!)

    RispondiElimina
  89. Sì, anche a me sembra Giovanni Storti con la parrucca

    RispondiElimina
  90. Rebic in panca anche oggi, nel posticipo....

    RispondiElimina
  91. Quanto a abbigliamento era degno di nota pure il panciottino finto vintage indossato da Cognigni in tribuna ieri sera

    RispondiElimina
  92. Ma sul fatto che Babacar sia rimasto a scapito di Rebic che è costato molto alla società, qualche merito a Montella glielo vogliamo finalmente riconoscere?

    RispondiElimina
  93. Sfondi una porta aperta, con me!

    RispondiElimina
  94. Io non voglio sfondare nessuna porta, ma solo mettere insieme agli errori anche qualche merito.

    RispondiElimina
  95. stefano vienna6 ottobre 2014 23:05

    Mi son riletto i post di Louis, Vita e Belva Romana di stamattina. Analisi tutte molto interessanti.


    Sulla difesa a 3 o a 4 mi sembra che possiamo essere d'accordo che sia un falso problema. D'altronde, a parte qualche esperimento con Cuadrado terzino (tipo Bergamo) la difesa a 3 'pura' Montella non la fa.


    E' vero, però, come nota giustamente Vita (e anche Belva), che la difesa a 4 non esclude un ribilanciamento del terzino destro, un movimento 'basculante', verso il centrale di destra. Che ieri si è rivisto, perchè? Perchè davanti Tomovic aveva Kurtic, ovvero un centrocampista dinamico (lui sì più simile a un Lichtsteiner), non un tenore. La presenza di Kurtic liberava anche Cuadrado dalla posizione di esterno/ala destra dove oggettivamente sembra che non si trovi più a suo agio.


    Fin qua, sono le note positive della partita di ieri: con Kurtic a suo sostegno anche TOMOVIC torna ad essere UNO DEI MIGLIORI DIFENSORI del campionato italiano. La difesa diventa uno delle più forti del campionato, se non la migliore, TERZINI INCLUSI (Alonso diventerà ancora più forte).
    In più, con Kurtic a destra, Cuadrado può ormai giocare in un altra posizione: jolly/trequartista/insomma libero di spaziare e trovarsi gli spazi.


    Perchè non sono ottimista? Tutto l'assetto sopra si salva solo grazie alla presenza di Kurtic e alla rinuncia i tre tenori. Mancasse lui -e mancherà o per boicottaggio di Montella o per riposarsi- si risbilancia di nuovo tutto. Se manca Kurtic, ecco pronti i tre tenori o addirittura i quattro: Valero-Pizarro-Mati-Aquilani in campo tutti insieme appassionatamente. Addirittura c'abbiamo pure Badelj. Senza Kurtic, l'unico esterno destro è Cuadrado che quindi si dovrà mettere buono buono sulla fascia destra per la gioia del povero Tomovic.


    Insomma più luci che ombre ieri, ma la sensazioni è che siano luci ad intermittenza.

    RispondiElimina
  96. stefano vienna6 ottobre 2014 23:08

    E comunque ieri Alonso ha fatto il terzino puro. Migliore in campo, secondo me.

    RispondiElimina
  97. stefano vienna6 ottobre 2014 23:14

    Ma perchè la società voleva vendere Babacar e tenersi uno che sarà stato in condizione tre settimane in un anno? Dai, siamo seri, non penso che a Firenze ci sia bisogno di Montella per fare due più due. Pradè e Macia ti fanno pure gli integrali se glielo chiedi, Pollock.

    RispondiElimina
  98. La società vuole credere solo al grosso investimento che ha fatto. Montella invece i giocatori li conosce e sceglie a prescindere dagli investimenti.

    RispondiElimina
  99. stefano vienna6 ottobre 2014 23:28

    Può essere in generale, ma non penso sia stato questo il caso. Comunque non capisco a che porta mettere sempre l'allenatore al di sopra la società. Torniamo ai tempi di Prandelli o ce li siamo dimenticati? L'allenatore nel calcio moderno fa i suoi interessi, vederlo come garante del bene della Fiorentina mi sembra molto naif.


    Guerra alla Restaurazione!

    RispondiElimina
  100. L'allenatore fa i suoi interessi e i suoi errori, come la società e tutti coloro che fanno qualcosa, sopra c'è solo la maglia. L'accento però non è ne sull'allenatore e ne sulla società. Ma sul tifo. Questo è il piano della discussione. Qualcuno non si era scagliato contro l'allenatore per la scelta di tenere Babacar a scapito di Rebic? E così per qualche sostituzione, formazione, e Di Francesco e Spalletti già alla quarta giornata, e ancora senza i giocatori migliori. Creare un certo clima è invece fare gli interessi della società?

    RispondiElimina
  101. stefano vienna6 ottobre 2014 23:45

    A volte esagero, lo so. Però sull'allenatore ognuno ha la sua opinione, credo sia legittimo. Poi finché siede sulla panchina viola la mia speranza è che si ravveda, tanto non mi sembra che Montella, nel caso specifico, sia a rischio godendo della massima fiducia di società e ambiente.


    Insomma io lo critico sperando che ci legga, figurati! Adesso che siamo pure in radio...

    RispondiElimina
  102. stefano vienna6 ottobre 2014 23:46

    Io un giorno vorrei vedere questa formazione, magari contro i gobbi:


    ----------------Neto------------------
    Tomovic-Gonzalo-Savic-Alonso
    ------Kurtic-Pizarro-Aquilani-----
    ------------Cuadrado---------------
    ----Gomez(Berna)-----Baba-----


    Ovvero quella di ieri con un attaccante (Gomez o Berna) al posto di Mati.

    RispondiElimina
  103. sfondi una porta aperta dalle mie lunghe discussioni col finto alpino: due colonne difensive giovanissime come Neto e Savic, l'anno scorso, tra le grandi, le avevamo solo noi. Con l'aggiunta di Alonso e dei B2, daccer

    RispondiElimina
  104. grazie POLLOCK, una volta di più.

    RispondiElimina
  105. No Stefano, io faccio un discorso più in generale, non mi riferivo a te in particolare, volevo solo sottolineare che come è legittimo fare critica quando si ritiene di aver individuato degli errori da parte di qualcuno, mi piacerebbe leggere qualche volta anche un "mi ero sbagliato" a prescindere che ad averci visto più lungo sia stato Il DS, l'allenatore, il Presidente o l'arbitro. Purtroppo a me del calcio quello che non piace è proprio la mancanza di equilibrio. Nel calcio manca la cultura dell'errore.

    RispondiElimina
  106. credo che Montella sia d'accordo con te, con la sola modifica che lui terrebbe fuori il Pek, arretrerebbe Aquilani regista e metterebbe Valero mezzala. Per il resto, mi sembra l'opzione nella cui direzione ha lavorato nell'ultimo anno ogni volta che ha avuto la rosa necessaria.

    RispondiElimina
  107. un amico che era allo stadio ieri, mi ha riproposto oggi un discorso già sentito in passato, anche qui: "Montella non tiene alla Fiorentina, pensa solo alla sua carriera, e perciò gioca come dovrebbe giocare una grande, sempre con quel possesso, perché vuole farsi notare dalle grandi che vogliono fare quel gioco, mentre alla Fiorentina servirebbero più cattiveria e meno spettacolo". Non escludo che lui e chi la pensa come lui abbiano ragione. Ma mi domando: sono l'unico che il fatto che la Fiorentina giochi da due anni "come dovrebbe giocare una grande" riempie d'orgoglio? Dubbi.

    RispondiElimina
  108. stefano vienna7 ottobre 2014 00:57

    Ovvero come distruggere tutto...

    RispondiElimina
  109. Sparare ora su Rebic mi sembra sia sparare sulla Misericordia. Un giovane di enormi potenzialità che sta passando problemi fisici che devono essere seri visto che durano così tanto. Mi sembrate lo svizzero che sparava su Gomez quando era rotto. Che il paragone con Babacar oggi (e forse sempre) sia impietoso è ovvio e patente, ma sarebbe opportuno farlo quando sono al 100% tutti e due. Io, a scanso di equivoci, continuo a prendermi Babacar, però che l'altro si difenda ad armi pari. Se anche così chi lo conosce lo convoca in nazionale e lo porta ai mondiali non vi sembra di giudicare troppo alla leggera? Non sarà che molto è perchè Cognigni vi sta sul cazzo (anche a me).

    RispondiElimina
  110. Per forza è gobbo DOC

    RispondiElimina
  111. e pensare che secondo tanti esperti montella era un bidone,adesso e' all'improvviso un genio del calcio...e comunque sara' dura inserire gomez in questa squadra...gia' con cuadrado non funziona...il piu' adatto per giocare con gomez sara' marin se si reggera' in piedi...

    RispondiElimina
  112. Ce la puoi fare, hai quasi scalato tutta la corretta sequenza del blog. Ti aspettiamo in cima all'editoriale del giorno.

    RispondiElimina