.

.

giovedì 9 ottobre 2014

Autoritratti

Quando arriva la sosta per la Nazionale diventa dura fare verdura, anche per uno come me che gli argomenti non ce l’ha neanche quando il divieto di sosta è con la rimozione forzata. Si, va bene la conferenza stampa di Bonucci, l’inibizione semestrale di Tavecchio trattata come se fosse una banale emissione di Bot,  e anche le parole di Totti che contribuiscono ad avvelenare i pozzi. Ma è roba troppo brutta per un pubblico come quello nostro che include anche donne incinta. E’ vero, potremo distribuire ottimismo gratis come i cataloghi dell’Ikea, sostenendo che la Fiorentina ad oggi è la squadra che in assoluto ha più margini di crescita tra quelle che lottano per le posizioni che contano, visto i giocatori importanti che dovranno rientrare. Ma in questo caso la cosa non si confà a coloro che ci seguono e che di calcio non capiscono una sega, e che sappiamo in quanto onanisti non essere stati loro a mettere incinta quelle donne rimaste poi incinta che ci seguono. E chi non mette incinta le donne poi rimaste incinta grazie ad altri sono sempre coloro che hanno pensato anche solo per un attimo a Di Francesco. Per non parlare di Spalletti, quando ancora la tramontana tagliava i loro volti di non credenti, ma allo stesso tempo anche i preservativi di chi intanto si accoppiava con quelle donne che poi giustappunto sono rimaste incinta. Allora mi sembra più opportuno parlare di questa emorragia di selfie, con un effetto collaterale peggiore di quello dell’ebola. Il proliferare di facce idiote. E non mi riferisco all’autoritratto che Lotito si è tatuato sul viso. Parlo di gente di ogni età che fa boccucce come se fosse davanti a un estroflessione di Bonalumi, e che tira fuori espressioni che ricordano molto da vicino quella dello stesso Bonalumi davanti a una natura morta di Morandi. Purtroppo per tutto ciò non c’è ancora nessun antidoto, nessun laccio emostatico che possa arrestare il fenomeno. Anche perché Mutu, che qualcuno anelava per sterilizzare i nostri giovani talenti come se fossero cuccioli di gatto, non è più un fenomeno. E anche perché in Italia non arrestano nessuno, figuriamoci le emorragie. Io che però sono un ricercatore, ovvero colui che in una banda di malviventi si occupa della raccolta di informazioni necessarie a compiere un crimine senza poi prendervi materialmente parte, ho scoperto che non è un epidemia dei nostri tempi, e che colpirebbe soprattutto i ragazzini. No, non è così. E questo è un scoop al pari di chi si rende conto che fare la spesa all’Esselunga non è come farla alla Coop. E le foto dimostrano che le facce stupide davanti all’obiettivo sono un grande classico della fotografia di tutti i tempi. Più ancora di quella erotica che mi si richiede in continuazione, soprattutto in privato attuando uno stalking peggiore di quello che io vi riservo giornalmente. Certo, all’epoca l’idea di selfie era parecchio complicata, ma comunque non si facevano scoraggiare dalla carenza di smartphone. Proprio con la stessa faccia a culo di chi come me continua a scrivere senza avere niente da dire.



127 commenti:

  1. sono di fretta, ma.. che ci fa bakic?

    RispondiElimina
  2. Velocemente, prima di partire. Sull'editoriale, non ci ho capito un'acca. Anche se l'acca era nel Pollock di ieri.
    Alonso dice che ha preso Pasqual come esempio: sbaglia lui, o sbagliamo noi?
    Kurtic dice che Ilicic è top player: sbaglia lui o sbagliamo noi?
    Tata dice che c'è sana competizione, con Neto: e io che pensavo non si potessero vedere. Sbaglio io, o ci sta prendendo in giro?
    Sampaoli non ha convocato né Mati né Pizarro: non possiamo sapere chi sbaglia, ma possiamo ringraziare sentitamente.
    Cuadrado, se rinnova, sarà il secondo viola più pagato: in questo caso, so cosa c'è di sbagliato. Il mio lavoro.

    RispondiElimina
  3. Se mi pagassero come Cuadrado anche i miei editoriali sarebbero più chiari.

    RispondiElimina
  4. Non è che Gomez + Baba si può fare, si DEVE.

    RispondiElimina
  5. Come no, se ti pagassero come Cuadrado e t'eri a scrivere...l

    RispondiElimina
  6. Non è problema tuo, boss. Sono io che manco di fantasia.

    RispondiElimina
  7. Non preoccuparti non è colpa tua.

    RispondiElimina
  8. La vostra fortuna è che ci sono i ponti che vi permettono di venire di là.

    RispondiElimina
  9. Sul ponte Vespucci côté noble, dunque dal lato giusto, sarebbe necessario un posto di blocco di frontiera tipo quello immaginato da Carpenter, con Lee Van Cleef ad aggiustare il mirino sui sanfredianini.

    RispondiElimina
  10. E Cuadrado punta, come la metti? E con Cuadrado trequartista, Marin, Mati, Ilicic, Berna e via discorrendo dove li metti? E Cuadrado esterno, come lo tieni? Cuadrado, l'insostenibile leggerezza del casinaro.
    Più seriamente, aspettiamo che si ripigli bene, Gomez. Il Baba in porta tira, ma se lo fai girare largo, tira molto meno. Ergo, ci vuole un Gomez estremamente in palla. In area di rigore, però: non gli fate fare quello che non conosce. E' scarsuccio, a svariare a destra e a manca, per di più si spompa e non arriva alla conclusione.

    RispondiElimina
  11. Io vi leverei anche quelli che avete in bocca.

    RispondiElimina
  12. Ah, Pollock: pare ci sia un nuovo "must" in Santo Spirito: fuga dalla movida. Fammi sapere se vi avanzano, le case in piazza. Mia moglie ha il sonno duro, io vagolo nella notte, tra poco tempo i miei pargoli si uniscono al casino: siamo perfetti, per il trasloco.

    RispondiElimina
  13. Volano bottiglie di urina nella notte.

    RispondiElimina
  14. Io la vedo così
    NETO
    RICHARDS GONZO SAVIC
    CUADRADO KURTIC MATI AQUILA ALONSO
    BABA GOMEZ

    Ovvio che non può essere un 352 statico, ma linee variabili sempre in movimento. Cuadrado non tiene più la posizione come il primo anno, ha licenza di svariare, e se è vero che non lo si imbriglia, altrettanto vero che gli avversari non lo pigliano quasi mai.
    Così fondamentali saranno Kurtic e Alonso, che dovranno assicurare gli equilibri durante lo sviluppo dell'azione. Se poi Montella è reputato bravo, il compito per farla funzionare è suo.

    RispondiElimina
  15. Ce ne sono a bizzeffe.

    RispondiElimina
  16. 352 finto, quindi. Non mi dispiace, anzi. Se posso, vorrei preoccuparmi un po' per Micah e JGC11, sulla stessa fascia. Entrambi protesi verso l'infinito. Senza correttivi adeguati (Kurtic e Alonso, mi par di capire), i tre difensori restanti chiedono spiga e cambiano squadra.
    Su Monthy, sono d'accordo. E' ora di finirla con "i giocatori non sono adatti al suo gioco". Farà di necessità virtù anche lui. Come noi, del resto.

    RispondiElimina
  17. Ah, ecco. Alle bocce, gialle e volanti, non ero preparato. Pensavo ad altro tipo di liquido. Carpenter, però, niente male.

    RispondiElimina
  18. Ovviamente mai e poi mai un 433 con Baba largo, già sperimentato con risultati risibili. Gomez non può fare il Toni, necessita di uno vicino. Ne consegue, come affermi, che il buon tecnico e colui che adatta il suo gioco in base alle caratteristiche dei giocatori, mai il contrario.

    RispondiElimina
  19. è vero che Richards e Cuadrado sullo stesso lato preoccupano, in quanto entrambi caratterizzati da un'arrembante incoscienza nel buttarsi in avanti. Ma guardala in positivo: quante sovrapposizioni a 150 all'ora possono uscire, su quella fascia? Messa così, è una coppia da un gol di media a partita, o quantomeno da 3 giocatori avversari fissi a cercare di bloccarli, con il risultato che nel frattempo Baba e Marione pascolano liberi come vacche svizzere...

    RispondiElimina
  20. l'ipotesi non mi dispiace (ovviamente con Valero ad alternarsi con Mati e il Pek ad alternarsi con Aquilani, anche se tu non sarai d'accordo), anche per la sua flessibilità: di fatto Alonso tenderebbe a coprire facendo diventare spesso la difesa a 4, mentre Cuadrado tenderebbe ad avanzare (con Kurtic che scala a coprirlo), con il risultato di ricreare lo stesso 4-3-1-2 su cui Montella ha lavorato finora. Come hai detto tu, avendo Cuadrado acquisito gradualmente maturità tattica, può appunto permettersi di svariare più che in passato.

    Non sono invece molto d'accordo con l'idea di LJUKA su Gomez: a mio parere dovrà muoversi e svariare, sinceramente credo che ne sia capace, e se è vero che Montella deve saper adattare il gioco alla rosa che ha, è altrettando vero che un giocatore su cui la Fiorentina ha investito ingenti risorse deve anche mostrare la duttilità tattica che dovrebbe contraddistinguere il grande campione. Se Gomez è quello che era allo Stoccarda e al Bayern, è ora che si metta a correre, a tirare in porta e a buttarla dentro. Secondo me è possibile che ciò accada. Nelle prime partite lo si è visto completamente fuori fase: può essere un problema di forma fisica o di difficoltà di adattamento tattico. A me pareva che fosse il primo caso (arrivava in ritardo sul pallone, saltava poco, ecc.), e sarebbe poco grave. Se invece fosse il secondo, poveri noi.

    RispondiElimina
  21. Cioè secondo me Montella adotterà la tua stessa formazione ma disponendola più spesso così:
    NETO
    RICHARDS GONZO SAVIC ALONSO
    KURTIC MATI AQUILA
    CUADRADO
    BABA GOMEZ

    Dal punto di vista del gioco credo cambi poco...

    RispondiElimina
  22. Hai colto la mia idea, che racchiude certamente dei rischi, ma che può portare infiniti vantaggi. Fondamentali il movimento corale in velocità, e i più intelligenti tatticamente parlando, chiamati a tenere gli equilibri, cito su tutti Kurtic che dovrà essere il metronomo della fascia destra. In questo, Borja a sinistra è maestro e l'ho estromesso per Aquila, con cui si deve alternare, solo perché deve ritrovare la forma fisica, ma su quella fascia serve per riparare Alonso. Su Gomez hai visto giusto, metterlo a suo agio significa una quindicina di gol, quindi, visto che tecnicamente è buono, con Baba accanto dialoga e si divide i difensori.

    RispondiElimina
  23. giornata di cipolle, proviamo a insaporire un po' il trito. I 5 più esaltanti ricordi sportivi senza la viola in campo, così, su due piedi:
    1) Pantani schianta Ullrich sul Galibier al Tour del '98;
    2) la finale scudetto di basket Treviso - Perdentoni Bologna del 1997;
    3) il calcio con cui Mirko Bergamasco segnò il sorpasso dell'Italia sulla Francia al 6 nazioni 2011 al Flaminio;
    4) Toldo batte Olanda, semifinale Europeo 2000;
    5) un Pantani fuori forma scatta in faccia all'Americano, che il giorno prima aveva detto di averlo lasciato vincere, e sospinto da pura cattiveria si invola verso l'ultima vittoria, Courchevel, 2000.

    RispondiElimina
  24. la mia formazione:

    NETO
    RICHARDS - GONZO - SAVIC
    CUADRADO - KURTIC - AQUILA - MATI (BORJA) - ALONSO
    BABA - GOMEZ

    sulla carta è un 3-5-2, ma anche un 4-3-1-2, poiché come da voi anticipato cuadrado svaria e alonso si può abbassare a terzino. A centrocampo non ci sono titolari e riserve praticamente, l'importante è che il pek giochi una ventina di 20 partite in modo da poter offrire prestazioni come quella con l'inter. Mati, borja e aquila si alterneranno per 3 posti: in questo momento aquila è imprescindibile e mati quasi (visto che poi giocherà solo il campionato), borja è un po' più indietro come condizione ma le cose, naturalmente, si capovolgeranno. su badelj nutro fiducia e spero possa inserirsi nei meccanismi: le qualità ci sono ed è buono anche nel recuperare palloni. in ultima su kurtic: ora come ora è fondamentale, ma anche lui attraverserà periodi bui, e quando gli altri saranno in forma starà fuori anche lui: sebbene non piacciano insieme, ricordiamoci che quando hanno i giri al massimo i 3 tenori sono inarrestabili.
    Davanti Baba - Gomez partono, attenzioni anche al fatto che con loro due possa starci Marin, che li farebbe segnare a dismisura. Può prendere anche il posto di cuadrado come trequartista. Insomma, stiamo recuperando gli elementi e per il primo anno possiamo fare una rotazione importantissima, in modo da inserire forze fresche devastanti anche negli ultimi 25 minuti, come qualcuno aveva notato per la roma qualche giorno fa.

    In ultimo: che cuadrado sia il secondo giocatore più pagato è giusto; gomez, naturalmente al primo posto (poichè s'è decurtato lo stipendio - sebbene prenda lui lo sponsor, è comunque più basso di quello che prendeva in germania - e perché obiettivamente proviene da una realtà molto più grande della nostra); su giuseppe rossi, invece, obiettivamente dobbiamo riconoscere che spendiamo molti soldi senza poterlo utilizzare e dovremo sempre centellinarlo (a differenza di gomez, che stagione sfortunata a parte rientrarà a pieno organico giocando tante partite), mentre cuadrado viene pagato per fare 50 partite all'anno, sebbene di qualità inferiore, tutto sommato, a quelle di rossi.

    RispondiElimina
  25. Dovessi un giorno arrivare a guadagnare quanto Cuadrado, il primo sfizio che mi toglierei sarebbe una follia non tanto in termini economici, quanto una rivalsa personale verso il mondo: butterei via tutti gli abiti, per rifarmi il guardaroba di soli completi su misura in pelle nera, e mi permetterei di andare a lavoro così.

    RispondiElimina
  26. In assenza di calcio giocato,la settimana senza campionato diventa effettivamente lunghissima.Si scrive tanto,non si scrive niente,un pò come sembra indicare il post odierno di pollock,fatevi un selfie,ossia come dare un tema libero a scuola,per lo meno è quello che ho tratto today.Condensati di prime pagine su Tavecchio(poerannoi,tavecchio...)polemiche tra gobbi e riomanisti che non tendono a placarsi,testate sportive che si trasformano in novella2000 a colpi di gossip,di selfie con tette che tempo fà giravano e allietavano anche questo blog,creste ossigenate,ville,ferrari,cosa non si inventano più pur di non parlare di ciò che si dovrebbe.Serie A ormai diventata campionato di "riserva",pochi soldi nelle casse societarie,stadi inadeguati che allontanano spettatori,televisioni che entrano negli spogliatoi ex sacri,ormai violati dallo show must go on,federazione ormai come la politica.Nessuno vuol prendere coscienza,nessun demiurgo che riporta l'attenzione su ciò che si dovrebbe fare nelle soste:ragionare,mettere ordine,investire.Cosa resta in questa settimana?Amichevole della Nazionale,campionato in mano alle due contendenti che se la daranno di santa ragione fino alla fine,resta la storia di provincia tornata all'Udinese,la non pronosticata Samp-viperetta Sinisiana,il Verona che riprende da dove aveva terminato con l'ottimo tecnico Mandorlini,il Milan dell'ex centravanti che segnava molto,ma che prende anche molto,l'Inter che prende solo molto,il Napoli mina vagante che non convince,Zamparini che si morde le mani per non prendere un telefono per scaricare "picchia per noi Beppe Iachini,poi ci siamo noi,belli come il sole dopo la pareggite che ci aveva afflitto,poi mister Sarri,una rosa nelle spine,poco gossip,molto futuro,ideale per i giovani,bravo Empoli.Buona giornata a tutti

    RispondiElimina
  27. ma prima o dopo il rinnovo?

    RispondiElimina
  28. Ma nessuno di Voi Illuminati (maiuscolo e non per presa di culo!) si è ancora accorto che il Cuad ci sguazza di punta? Sembra nato per giocare lassù e svariare su tutto il fronte, col rientro di Marione se non vogliamo togliere il Nero d'Oro tocca RIconfinarlo su un cantone dimezzando lui e prendendo i grazie degli altri...

    RispondiElimina
  29. pelle nera?



    O che lavori ai' Cencios?

    RispondiElimina
  30. non lo so Deyna, io non ci sono mai stato (non sono un amante del genere) ma diversi miei amici ci andavano ormai troppi anni fa...

    RispondiElimina
  31. Andavo lì e al Siddharta di Prato, ma ti parlo del 1998/2004...

    RispondiElimina
  32. Ci sguazza, ci sguazza eccome.
    Punzecchia qua e la', prende falli a iosa e fa beccare ammonizioni.
    L'anno scorso: 116 falli subiti fischiati. E lui, di gomma, si rialza e riparte. Un piccolo spettacolo nello spettacolo

    RispondiElimina
  33. infatti credo che sarà 4-3-1-2, quello che Montella prova dall'estate: due punte davanti, affiancate da Cuadrado che fa un po' quello che gli pare...

    RispondiElimina
  34. Infatti non ho pensato a confinarlo, come scritto.

    RispondiElimina
  35. Ogni tanto mi arrivano segnalazioni sullo svizzero che nel frattempo si deve essere accoppiato con il delfino e quindi nascerà un figlio ragioniere. Ma davvero è uno storico? Qualcuno mi faccia la cortesia di spiegargli qual è la differenza tra membri fissi e utenti altrimenti rischia di sballare tutte le statistiche.

    RispondiElimina
  36. Ah ah ah ah me l'hanno mandato ora il testo di tutti i testi, quello che attesta l'uso doloso dei dati. E il bello è che esordisce anche con un "vediamo di fare ordine" ah ah ah. E per fare più ordine possibile, riguardo al blog lo svizzero sceglie di considerare il numero dei membri fissi e non degli utenti. Come se su Fi.it ci fossero invece 10.000 persone che scrivono ah ah ah. Si cominciasse a contare quanti sono gli utenti che oggi hanno scritto su Fi.it. Naturalmente al netto dei multinick ah ah ah ah.

    "Vediamo di fare ordine Valtolin. Due anni fa scrissi che Aquilani avrebbe potuto avere un futuro da regista. Non lo inventai, non fu una previsione alla Nostradamus, ma solo un ragionamento dovuto ai seguenti fatti: le dichiarazioni dello stesso Aquilani, la dichiarazione del suo procuratore che disse che Alberto aveva bisogno di chiudere la carriera in un ruolo meno dispendioso. Per curiosità ho controllato e visto che nel corso della sua carriera Aquilani era stato impiegato in regia molte volte. La cosa si è poi realizzata, ma soltanto perché il mio discorso aveva un senso ed una logica, anche se qualcuno ha voluto bollarlo come una bischerata.
    Mi devi poi spiegare chi sono gli utenti che mi criticano. Quelli della Riblogghita? Ma quello è un sito che conta 33 (trentatré) membri e non mi pare assolutamente rappresentativo delle opinioni di chi scrive su Fiorentina.it. Le topiche prese da chi scrive sulla Riblogghita sono immense del resto e ben note. A cominciare dalla campagna pro Mihajlovic che ancora oggi continua. E che contrasta palesemente con la posizione della stragrande maggioranza dei tifosi viola. Sullo stesso sito si leggono regolarmente attacchi spietati contro Montella. Un altro idolo polemico è Prandelli, certo ci sono tifoso viola che odiano Prandelli, ma per molti resta uno degli allenatori più stimati ed amati. E allora di che si parla? In questo momento sono on-line fu Fiorentina.it 10.000 utenti, non 33. Fai i tuoi conti e pensa bene se il campione che proponi è significativo.
    "

    RispondiElimina
  37. Scusate,mi rendo conto di contare niente,e me ne scuso;ma leggendo il sitone(quando si vince ho questo difetto,vado a spiare),in particolare i testi di un emigrante svizzero,pare che qua sul sitollock ci sia una campagna totalitaria contro Montella,Prandelli ed a favore di Miha.Forse mi son perso qualcosa(succede..)ma a me sembra che molti di noi siano pro Montella;che alcuni siano stati pro Prandelli;che in diversi si siano accaniti contro Sinisa,specialmente ai tempi della Fiorentina.Come ci sono altri che invece la pensano come ha asserito l'emigrante, emicranico cronico, che vien dalla svizzera lucchese.Forse tale affermazione deriva dal "peso" specifico degli utenti che hanno detto certe cose.Essendo sua caratteristica storica,come più volte affermato dallo stesso soggetto,le cose dette da alcuni valgono 10 volte rispetto quelle dette da altri..ecco spiegato l'arcano dilemma.

    RispondiElimina
  38. Trentatrè cretini trotterellando...

    RispondiElimina
  39. Pollock,LUD ha ragione da vendere,inutile che te la prendi.Eppoi essendo SanFredianino non vedo come tu possa solamente anche pensare di avere ragione!LUD è la luce.Inoltre mica vorrai ricordargli che il suo blog(ahahahahah) vive solo grazie agli utenti sitollockiani?!Non vorrai mica ricordargli che il 78% degli interventi sono suoi?!Non vorrai mica ricordargli che senza Sitollockiani e senza i suoi interventi,di 10.000 utenti(ahahahah) solo 3 si prendono la briga di scriverci qualcosa?!Senza considerare che di quei 2-3 ce n'è solo uno vero.Su,non essere geloso!

    RispondiElimina
  40. Ci deve essere qualcosa che gli è rimasto di traverso. Io invece che lo ammiro malgrado il suo livore, se mi da 500 € faccio nominare il suo blog a Radio Toscana. Lo sa lui quanti ascoltatori ha Radio Toscana? Ma che nome ha il suo blog?

    RispondiElimina
  41. P.S.:ho deciso di aiutarti Pollock!Leggendo LUD ho notato che ha fatto una statistica dalla quale si evince che negli orari pranzerecci lui ha più commenti(ahahahah,ma quant'è malato?!).Indi perciò per cui,da domani posterò mentre mangio,così recupererai nei confronti del blog cardine,del blog che illumina,del blog "opinion leader"

    RispondiElimina
  42. ne ha due:4-3-3 e Gomez dinosauro(ma lui spera che Gomez faccia bene ahahaha).In alternativa lo puoi chiamare "Gabbiadetti"

    RispondiElimina
  43. Io ho sempre fatto beneficenza. Vuoi non dargli tre utenti che gli scrivono 15 commenti che sommati ai suoi fanno 30? Praticamente io detengo la maggioranza del suo blog.

    RispondiElimina
  44. Azz!Alle assemblee condominiali decidi tu allora!!!Hai i millesimi maggioritari!

    RispondiElimina
  45. Ma infatti ora gli impongo di mettere uno straccio di poster su quelle pareti spoglie.

    RispondiElimina
  46. Oh,io un son registrato sul sitollock!Allora siam 34!!!!!Evvai!!!

    RispondiElimina
  47. Ma io alla Gaia quale devo far nominare. Poi glielo devo dire che più che un blog è un incesto?

    RispondiElimina
  48. Comunque allo svizzero lucchese devono essere sfuggiti alcuni interventi.Per cui,essendo il sottoscritto pedante e ripetitivo,colgo il fantastico assist di Massaciuccoli vien dal mare per ribadire che:Miha è terzo grazie, se non soprattutto(che saluto cordialmente) al calendario(che Montella e la Fiorentina purtroppo non hanno saputo sfruttare,vedi Genoa e Sassuolo in casa).Nelle prossime 8 la Samp troverà tutte le prime della classe.Se ne riparla tra un paio di mesi...

    RispondiElimina
  49. Non mi far pensare a questa ipotesi...ci fa 37 editoriali!

    RispondiElimina
  50. Macchè, sono un rockettaro/metallaro costretto dal lavoro a formali vesti che mi infighettano ma imprigionano la mia vera anima.

    RispondiElimina
  51. Non sarà mica un poster di Guidetti vero?

    RispondiElimina
  52. Da quando lo vidi, ho sempre pensato che Gervinho fosse un grande. Andò all'Arsenal e mi misi il cuore in pace, ma quando quello scarsone di Wenger lo regalò alla Roma, ci rimasi male.
    Il vero uomo che spacca le partite della Roma è lui, poco considerato perché ivoriano, fosse naturalizzato francese, sai che sinfonia... Insieme al nostro JC sono i due imprendibili, stoppabili solo con randellate, immaginateli uno a destra uno a sinistra.

    RispondiElimina
  53. A me è mancata l'era del Tenax quando era locale rock, ero bambino bambino ("/quella era la grande cittàà..."), ho fatto in tempo a vedere per un paio d'anni il Backdoors di Poggio a Caiano, poi dal '97 al 2001 ero fisso al Cencio's di Prato, dopodichè alla Flog di Firenze alternata col Siddharta di Prato, poi mi spostai all'Exenzia che dista qualche centinaio di metri dal Siddharta.

    RispondiElimina
  54. Lud fondamentalmente è solo una persona distratta, non è cattivo, io che sono una persona di buon cuore e provo imbarazzo quando si imbroglia con i numeri ho deciso di aiutarlo dandogli il numero ufficiale dei commenti che sono stati fatti fino ad oggi, e che sono 86.379. In questo modo lui si può organizzare specie all'ora di pranzo dove il blog esplode, e in tre governi Renzi, ovvero a 30 commenti il giorno in 3000 giorni, se non lo sfrattano e io nel frattempo muoio, dovrebbe facilmente raggiungermi. Io che ho solo 33 utenti.

    RispondiElimina
  55. Proposta (per i frequentatori del sitone).
    Sciopero bianco? Per me si può fare. Organichiamoci e vediamo quel che succede. In fin dei conti gli spartani erano pochetti, alle Termopili. Eppure...
    E Orazio Coclite? E gli Avengers? E Tex Willer ed i suoi pards?
    Tra l'altro diversi di noi non fanno parte neanche dei 33, direi che siamo qualcuno in più. Perché non testare la nostra inettitudine davanti alle "Porte Calde" di Florentia?
    Permessa soltanto qualche fugace occhiata al di là dello specchio... senza nemmeno sfiorare la tastiera per, diciamo, una settimana. Pagelle comprese. Basta un cenno ed io eseguo.

    RispondiElimina
  56. Anche d'estate sì, completo in pelle senza camicia, ahah!

    RispondiElimina
  57. L'importante è che continuiate a scrivere sul blog di Lud con rinnovata verve, così io posso passare a chiedere il pizzo.

    RispondiElimina
  58. Ciao POLLOCK ti segnalo questo "apologo" a proposito di utenti et similia preso in prestito dal grandd toscano Indro Montanelli (che iniziai ad apprezzare tardivamente). Il principe Niegos, padre di Elena di Montenegro, era solito dire " io e il mio amico zar di tutte le russie abbiamo 151 milioni di sudditi".
    Volevo anche ringraziarti per aver creato e per curare questo bel giardino dove si puo' parlare di Fiorentina in tranquillita' e allegria

    RispondiElimina
  59. Una torbida nudità del Cottomano©.

    RispondiElimina
  60. Troppo buono, ma tu fai parte dei 33 o sei un fantasma?

    RispondiElimina
  61. Fatti tutti, Vita, anzi qualche revival per i concerti me lo voglio concedere. Devo dire però che il migliore di tutti, almeno per un paio d'anni, fu il mitico Superficie 213, dove veniva gente da tutta italia. Ricordo ancora la prima volta che ci andai, 1986 circa: stava sotto una strada a Capezzano Pianore, e per arrivare all'ingresso dovevi attraversare un lungo tunnel, tra bracieri con fiamme altissime e suonatori di enormi bonghi quasi ad altezza d'uomo. Il cancello era una sorta di grata medievale alzata, su cui facevano trazioni due punkettoni slavi a torso nudo, atleticissimi, venuti da chissà dove. Nell'ingresso c'erano due vecchie auto aperte in disuso, dentro pareva una caverna, e si spandevano per il locale le urla di Giolindo Ferretti sulle note di Emilia Paranoica...

    RispondiElimina
  62. Al Siddharta stavo prevalentemente in pista piccola, chissà quante volte ci siamo incrociati [anche se tu credo stessi di più nella grande, eheh]

    RispondiElimina
  63. Yes Sir..e la Roma la voleva la Vespa. Eccome. Poi hanno ripiegato su IL TURBO. Che poi, diciamocela tutta, tanto ripiego non e'

    RispondiElimina
  64. Veramente sul blog di Lud ci scrivo raramente, o meglio quasi mai. Però se vuoi il pizzo, posso intensificare fino ad una volta a settimana. Ma insomma, prima o poi mi dovrai anche spiegare come ci si registra... Non ci ho mai capito nulla. Mi sto stancando, a scrivere di continuo nick e mail.

    RispondiElimina
  65. Se ti dico come ci si registra poi automaticamente aumenta il numero dei membri fissi e Lud si mette a piangere.

    RispondiElimina
  66. Al momento alla voce "lettori fissi" non vedo nulla, c'è solo un vuoto...Hackeraggio elvetico?

    RispondiElimina
  67. Devi guardare sotto, a membri.

    RispondiElimina
  68. Eh in passato li vedevo, i membri [del blog, dico, Jordan], mo non vedo nulla, nemmeno la voce.

    RispondiElimina
  69. Ore decisive per Cartman...

    RispondiElimina
  70. Quoto in pieno l'ipotesi. Arrembante incoscienza. Perche? Anche nella Colombia gioca con uno come Zuniga dietro

    RispondiElimina
  71. Avrei voluto essere un gentiluomo di fortuna come il mio altrr ego di carta (il Corto vero). In seconda battuta avrei voluto registrarmi ma disqus ha fatto i capricci e quindi sono condannato allo stato di fantasma

    RispondiElimina
  72. Mi segnalano adesso che Lud vanta testimonianze on-line che non svela per motivi di privacy. Praticamente il suo blog è seguito anche dai creditori. E allora sono costretto a ribattere che in questo blog scrive Matteo Renzi ma che non posso dichiaralo ufficialmente, e nemmeno dire sotto quale nick, non tanto per la privacy, perché non me ne importa una sega della privacy, ma perché sennò torna il Chiari.

    RispondiElimina
  73. No scusate devo fare una rettifica, perché prima ho fatto dei conti per facilitare lo svizzero sulla velocità da crociera che deve tenere nei prossimi tre anni. Poi però mi hanno detto che oggi è chiuso per turno. Cazzo, il mio buisinness plan è completamente sballato.

    RispondiElimina
  74. mi è stato detto che, dato che scrivo qui, sono uno che rimpiange Sinisa e odia Montella. Il fatto che passi una parte significativa delle mie giornate (tra l'altro come il padrone di casa) a sostenere il contrario, ovviamente, come ogni altro dato di realtà, è irrilevante nel boschetta della fantasia svizzera...

    RispondiElimina
  75. Chiunque scrive qui è una grandissima merda.

    RispondiElimina
  76. Quindi trentatré membri (guardando sotto?) ed un numero imprecisato di fantasmi (ed io sono tra questi, purtroppo). Ci credo che la Gaia partecipa il minimo indispensabile. Boss, sapevi di vivere in un castello del terrore?

    RispondiElimina
  77. Sto vendendo il blog con voi dentro ad un'azienda che produce palette per raccogliere la merda di cane.

    RispondiElimina
  78. Pollock, cattivo. Nemmeno se ti offro un lampredotto a Bagno a Ripoli?

    RispondiElimina
  79. LJUKA, io sull'opzione "non scrivere più sul sitone" mi sono espresso un po' di tempo fa, e per quanto mi pesi preferisco continuare a farlo: quel luogo fa opinione, c'è poco da fare, influenza in maniera significativa il dibattito in città (per colpevole inettitudine di quelli più titolati a farlo, cioè i giornalisti), e lasciarlo al 100% in mano a multinick prezzolati, rosiconi incalliti, fomentatori professionisti e svizzeri in preda a deliri autopromozionali, mi sembra davvero un rischio.

    RispondiElimina
  80. Tu intanto offrimelo poi si vedrà.

    RispondiElimina
  81. stefano vienna9 ottobre 2014 19:24

    Ti dovresti chiedere perché questa gente odia chi cerca con obiettività di valutare l'operato dei protagonisti di casa viola. Per loro una volta c'era Prandelli e chi osava riflettere sul suo operato quotidiano veniva insultato. Adesso ci riprovano con Montella. Perché? Questa è la domanda che dovremmo farci tutti. Perché l'allenatore deve sempre passare per quello 'duro e puro'? Cui prodest?


    Invece mi sembra che molti qui ancora non se la sono mai posta questa domanda.

    RispondiElimina
  82. Sì, ma chi cazzo è il Delfino?

    RispondiElimina
  83. stefano vienna9 ottobre 2014 20:09

    Chi tifa viola da decenni e ne ha passate tante, non si mette a fare crociate a favore dell'allenatore di turno. A parte il fatto che sono allergico alle crociate.

    RispondiElimina
  84. stefano vienna9 ottobre 2014 20:12

    E lo sanno solo due o tre, è uno dei segreti più ben nascosti del blog. Il vero nemico, bisogna interpretare il Sopra, ma ancora non ci sono riuscito.

    RispondiElimina
  85. stefano vienna9 ottobre 2014 20:13

    O Sopra o il Colonel, ma sono volutamente criptici.

    RispondiElimina
  86. È il più idiota tra gli idioti. Semplicemente questo.

    RispondiElimina
  87. il fatto che il boss nomini un ragioniere mi fa pensare ad una persona ma non credo proprio che, conoscendolo personalmente, si inghenghi con uno come Lud...

    RispondiElimina
  88. Quel solenne asino finto svcizzero è talmente rintronato che pensa di gestire un vero blog in concorrenza col sitollock. Premesso che io ce l'ho con voi che andate a scriverci solleticando le sue manie di grandezza e non rendendo un buon servizio alle vostre intelligenze, sta di fattche senza i suddetti interventi il suo misero blogghettino si ridurrebbe ai suoi insulsi monologhi e poco più.

    RispondiElimina
  89. Nomino un ragioniere semplicemente perché il delfino mi contava i commenti e Lud mi conta i membri fissi. Roba da amministrazione insomma,

    RispondiElimina
  90. Mi inviti alle reminiscenze.
    Oggettivita' mi impone di dire che per trovare una Fiore con un gioco"organizzato" come quella del vesuviano, devo tornare indietro con la memoria ai tempi di Ericsson. Preistoria. Si intravedevano per la prima volta i terzini partecipare alla
    manovra, i centrali difensivi in linea. Battistini trasformato in stopper. Si diceva cosi'?

    RispondiElimina
  91. Sven Goran Eriksson, Fatih Terim e Montella, dopo seguono De Sisti, Malesani e Radice, troppo presto sradicato dal Vittorione. A memoria - ma sono di memoria CORTA calcisticamente parlando - questa la mia classifica degli allenatori degli ultimi 30 anni (30 anni cazzo!, come passa il tempo)



    PS Non credo di aver mai visto la Fiorentina di Mondonico

    RispondiElimina
  92. stefano vienna9 ottobre 2014 21:46

    E diteci chi è 'sto delfino, altrimenti da adesso scriverò solo post sull'inutilità di Valero.

    RispondiElimina
  93. stefano vienna9 ottobre 2014 21:54

    Non era il senso del mio post. Da un cui prodest ad un qui pro quo o forse un quod pro quid, insomma non se ne esce più: l'allenatore purtroppo scatena nei tifosi una sorta di invaghimento, un amore semi-platonico, insomma un po' più da altra sponda. Non che ci sia niente di male. Basta riconoscerlo e conoscersi.

    RispondiElimina
  94. Ciao Stefano, leggo sempre volentieri quello che scrivi. Non è uno zuccherino, semplicemente la verità. Io credo che su Prandelli si sia scritto troppo, da ambo le parti. E, probabilmente, la stessa cosa sta avvenendo con Montella.



    Quello che mi fa ridere è la ricostruzione che in molti danno dell'esistenza della famigerata (sin troppo) sda. Mi piacerebbe che un giorno, magari in un editoriale, il boss, che ne ha fatto parte (prima e meglio di me) chiarisse e stemperasse la leggenda.Magari svelando qualche piacevole retroscena o avvenimento. Scrivo tutto questo perchè ho sempre pensato (e già scritto in più occasioni) che la cosa per me più bella di quegli anni sia stata la conoscenza di diverse persone, alcune davvero speciali come lo sfortunato Andrea che ricordo sempre con immenso piacere.


    Così, semplicemente per riportare nella normalità una cosa come tante, una o più classiche rimpatriate tra tifosi della stessa Maglia...

    RispondiElimina
  95. stefano vienna9 ottobre 2014 22:05

    C'è questa forma di invaghimento nei confronti dell'allenatore che deve essere un fenomeno socio-psicologico. Sentivo un giornalista fiorentino -che io stimo tra l'altro- che si chiedeva alla radio come fosse possibile che Montella due settimane fa era un pirla e adesso viene osannato.


    Non gli viene forse il dubbio che due settimane fa aveva messo in campo una formazione destinata a non vincere -con tre mezze punte- e invece con l'Inter le ha azzeccate tutte. Che era giusto criticare quelle scelte ieri come è giusto lodare le ultime oggi.


    Mi fa ridere perché nella vita 'normale' capita ad ognuno di noi di fare una cavolata dopo l'altra, mentre, in un altro periodo, di fare sempre la cosa giusta.


    Quando si parla di allenatori, si arriva sempre al dogma dell'infallibilità. Se ha fatto una cosa giusta, allora tutti a gambe aperte nei secoli dei secoli e amen.


    Ma che siano dei coglionazzi come delle persone normali non viene proprio in mente a nessuno?

    RispondiElimina
  96. stefano vienna9 ottobre 2014 22:11

    A me di Prandelli ormai interessa poco, ma pure di Montella. Non capisco la venerazione dell'allenatore che sembra una costante tra i tifosi, non solo viola probabilmente. L'ho spiegato sotto, quindi non mi ripeto.


    Io ragiono a prescindere dalle persone, quindi, a prescindere da chi siede sulla panchina: la Fiorentina 2014-2015, perché esiste solo questa entità, non deve più giocare con un centrocampo imbottito di mezzi trequartisti. Questo solo m'interessa.

    Grazie comunque dei complimenti (almeno credo) che comunque sono ricambiati.

    RispondiElimina
  97. Non penso siano dei coglionazzi. Penso siano dei professionisti, e come tutti, dall'imbianchino all'ingegnere, ce ne possono essere di più o meno bravi. Il tempo, i risultati, ne definiscono una carriera.

    Su Montella; lo ritengo un ottimo allenatore, è arrivato a Firenze relativamente presto, a 38 anni, con un'esperienza relativa, quella di Catania. Ad oggi non penso si possa negare che si sia di fronte ad un bilancio ancora saldamente positivo, per un insieme di cose (infortuni, furti milanisti, limiti di budget societari, toppe dei diesse) il rapporto tra materiale umano a disposizione unito a quanto sopra / risultati per me è ancora più che buono.

    Vediamo quest'anno, quello della svolta, come scrivo da inizio stagione.

    RispondiElimina
  98. Sì lo so che il senso del tuo post era diverso, mi immettevo sulla strada tracciata da quello di Belva che aveva richiamato lo svedese. Io sugli allenatori non mi innamoro mai, anche perchè credo che con poche eccezioni nel mondo il loro ciclo sia (in media) al massimo di cinque anni, oltre sono black swan (Trapattoni alla Juventus, Ferguson al Manchester). Il ciclo di Montella per me durerà meno

    RispondiElimina
  99. ... complimenti, certo. Ma ritengo riduttivo limitare il giudizio sulla Fiorentina 2014/2015, intendiamola pure come entità, ad un problema di centrocampista in più o in meno...

    RispondiElimina
  100. stefano vienna9 ottobre 2014 22:19

    E' proprio qua l'errore, Louis. L'imbianchino e l'ingegnere un giorno fanno bene, un giorno fanno male.


    Volete il simbolo fallico, l'escatologia secolarizzata, il kairos, il soteros, non c'è niente da fare.


    Eriksson, Malesani, Terim, Trapattoni, Ranieri, Prandelli, Montella: re-incarnazioni dello stesso Mito primordiale.


    Io invece sono per il matriarcato, il mio mito è Gaia, la fertilità.

    RispondiElimina
  101. stefano vienna9 ottobre 2014 22:23

    Ma se sbaglio è sul contenuto della tesi, su quello mi va bene essere criticato o discutere. Non per lesa maestà. Non per avere osato criticare il Mito Fondativo del Patriarcato che si manifesta nel tifoso medio.


    Ovvero, media-punti senza Valero: 2,8 a partita. Gol subiti senza Valero: 0. No, dico, zero!

    RispondiElimina
  102. Su questo non ti seguo. Io sono un pragmatico. Non mi interessa come lavori, non sono fatti miei, mi interessa quanto rendi, questo nella vita reale. E fino ad oggi, questa regola, applicata alla lettera su me stesso per primo, ha sempre pagato, sempre.

    Non mi interessano i simboli, ho avuto degli idoli, fino a qualche anno fa, oggi non più ma penso che siano un bene ed un salvavita per l'essere umano. Idoli, non simboli, due cose differenti secondo me. Se leggi i miei commenti ricorderai sicuramente le mie critiche al mister dopo lo 0-0 col Sassuolo, i dubbi sulla prestazione di Bergamo. Io ho un giudizio su Montella ed un'aspettativa su di lui come allenatore della Fiorentina, di questa Fiorentina in questo momento storico. Solo lui mi potrà smentire o dar ragione.

    RispondiElimina
  103. I segnali che il.miniciclo di Montella sia prossimo all'esaurimento sono contrastanti. C'e' un sostanziale problema di prevedibilita' del suo gioco che si e' palesato dopo il Rinaudo day. Pensavo che in estate avrebbe messo mano al problema. Ma con 35 atleti da gestire a Moena, la tournee' e gli acquisti last minute, mi pare abbia iniziato il campionato con un cantiere aperto.
    E i ponteggi stanno ancora li'

    RispondiElimina
  104. Si', l'anno di Radice l'ho un po' rimosso - chissa' perche'- c"era del buono. Il tedescone..Il ricordo piu' vivido resta l'improvvido attacco in tv di Agroppi. Mi resto' impresso lo sguardo livido di Matarrese: ebbi subito l'impressione che ce lo avrebbero fatto pagare

    RispondiElimina
  105. stefano vienna9 ottobre 2014 22:37

    Io giudico partita dopo partita, scelta dopo scelta, anzi non giudico. Non formo aspettative, soprattutto poi sull'allenatore di una squadra di calcio. Per me Montella potrebbe anche non esistere, anzi non esiste. Solo che finchè ci sono adoratori (non tu o qualcuno dei nostri, sia chiaro, mi riferivo a un messaggio di Valtolin su quelli del sitone), allora l'adorato acquista una valenza simbolica che mi diverto a prendere in giro. Per questo lo chiamavo Masaniello e mi divertivo a leggere i post del Colonel che, per primo, aveva colto la deriva.

    RispondiElimina
  106. Ora che mi ribolle: Al Cencios nel 98/2004? Ma quanti anni hai Deynone? Più o meno, via... ;-)

    RispondiElimina
  107. Il ciclo di Montella potrà finire in modi diversi (perchè finirà: Stai sereno Stef). Uno è per mancanza di risultati (lato domanda di lavoro, decisione dei DV), un altro perchè ottenendo risultati buoni MOntella potrebbe decidere di andare via, anche all'estero (una scelta alla Mazzarri) sapendo comunque che se arrivassimo terzi quest'anno, la probabilità di migliorare o eguagliare tale risultato sarebbe abbastanza bassa. Quando se ne andrà, spero di ritrovare in un nuovo allenatore la stessa calma, pacatezza. Non mi piaccio (più, sono cresciuto) gli allenatori esagitati o piagnucoloni alla Mazzarri. Per capirci, Petkovic era un altro allenatore che mi piaceva moltissimo

    RispondiElimina
  108. siamo d'accordo su quasi tutto, ultimo rigo escluso: deriva è una parola che, per ora, non rientra nel mio modo di vedere la situazione...

    RispondiElimina
  109. La creazione del Mito risponde a una esigenza dell'essere umano.
    Bisogno di sentirsi rassicurati. Hai presente quella sensazione di benefico calore che ti pervade in coincidenza con l'arrivo di un bonifico sul conto?
    Beh, non c'entra niente

    RispondiElimina
  110. stefano vienna9 ottobre 2014 22:48

    Non ci sono esigenze, nemmeno bisogni, nemmeno l'essere umano come categoria è così solida. E' tutta convenzione, una commedia. Montella, ma chi è?

    RispondiElimina
  111. stefano vienna9 ottobre 2014 22:49

    La deriva c'è stata, poi battendo sugli scogli, la paura, e si è ripreso a navigare. Comunque, ripeto, reti subite senza Valero: 0.

    RispondiElimina
  112. Temo resterai deluso. Il dogma dell'utilizzo del rifinitore a centrocampo per lui non ammette trasgressioni. Ci ha provato con Andow (!!!) e financo col sellerone sloveno

    RispondiElimina
  113. Uno che mette in berta unmilionesettecentomila zucche all'anno. Va bene cosi'?

    RispondiElimina
  114. stefano vienna9 ottobre 2014 22:53

    Ilicic è un trequartista vero, se gioca dietro due punte va bene. Poi però a centrocampo Kurtic-Pizarro-Aquilani. Secondo me, prima o poi, ci arriva pure Montella.

    RispondiElimina
  115. stefano vienna9 ottobre 2014 22:54

    Un conto corrente a nome Vincenzo Montella, ammetto, esiste. Da qui ad ammettere che esista un entità infallibile che siede sulla panchina viola, ce ne corre.

    RispondiElimina
  116. Vuoi mettere l'ironia del partenopeo? Quando disse di Anderson"lo abbiamo preso perche' ci serviva uno che giocasse poco"

    RispondiElimina
  117. Hai ragione: in questo Montella se la batte (pur con stili diversi) con i miti (miti in senso giovanilistico, Stefano, non ti preoccupare) Boskov e Liedholm


    PS A me Anderson piaceva.

    RispondiElimina
  118. Più o meno sono dalle parti di Maldini Jr, ahimé

    RispondiElimina
  119. Ho letto ora (mi era sfuggito) che la trattativa a Terni si è interrotta e che sono partite lettere di licenziamento: Foco, spero tu non sia coinvolto in prima persona. Non so se leggerai questo post, ma - per quel poco che conta - voglio farti sapere che ti (vi) sono vicino.. forza ragazzi! Un abbaccio

    RispondiElimina
  120. Non ci chiamare membri perchè da lì a esser fave il passo è corto

    RispondiElimina
  121. O poeta ma perchè tu ti ci perdi dietro a quel problema psichiatrico? ma avrà paura Gesù d'un ragnolo?

    RispondiElimina