.

.

giovedì 1 maggio 2014

Ma 'ndo vai se la banana non ce l'hai? (non certo in finale di Champion)

Per la festa dei lavoratori il Bambi mi ha pregato di salutare i suoi amici, perché tanto sa che ci leggono, del resto anche mentre lavorano seguono le vicende processuali del blog. Subito dopo il processo di Garlasco e quello di Amanda Nox. Mi ha spiegato che spesso quando non sa cosa fare va a vedere i lavori di costruzione delle più disparate opere infrastrutturali della città, dalla tramvia ai cantieri dell’alta velocità, fino al rifacimento di via Sant’Agostino che è l’arteria principale di Firenze. E ora vorrebbe passare qualche annetto anche alla Mercafir. Insomma, in questa maniera passa lunghe ore senza fare niente insieme ad altre persone, quelle che mi chiede appunto di salutare, perché tanto loro si sono già riconosciuti in questa mia breve descrizione. Commentano i lavori ed emettono giudizi pesanti come sempre si conviene in questi casi. Poi, quando ne ha avuto abbastanza torna in San Frediano, mentre il resto della compagnia, per fortuna di Nardella, smette di chiacchierare e si rimette a lavorare nel cantiere. Intanto un’ordinanza del sindaco reggente vieta per il primo maggio il lancio delle banane su tutto il territorio, mentre Wanda Nara che è una grande raccoglitrice, in città per turismo, in un twit dichiara il provvedimento di Nardella incostituzionale, e comunque lei attuerà la disubbidienza civile continuando a fare uso di banane soprattutto argentine. Poi è arrivato il Big Crash, e il panico si è abbattuto in città come a New Yorl nel 29, tutta una serie sterminata di infortuni dell’ultim’ora costringerà così Montella a decidere la formazione poco prima dell’inizio della partita, un po’ quello che succede con la Cresima per sposarsi, la fai solo all’ultimo momento. Forse il Papa non basta neanche più, San Gennaro ha dimostrato di essere più forte perché realmente un Santo sul territorio, ci vorrebbe Dio ma ultimamente è impegnato a Cesano Boscone. Purtroppo il dottor Manetti è una persona sincera, e non è pretattica la sua come qualcuno ha voluto ipotizzare, fosse stato invece Gervasoni ad emettere un tale comunicato avrei tirato un sospiro di sollievo, un uomo così bugiardo, ma così bugiardo, famosi infatti sono i suoi referti, che anche se fa un passo, alla fine risulta un passo falso. Adesso ci manca solo che nell'allenamento di rifinitura qualcuno scivoli su una buccia di banana. Ed è veramente molto triste questa situazione, ho lo stesso magone di quando il Centi, piangendo, mi raccontò che l’unica volta che aveva comprato un preservativo era stato alla fine della maturià per fare un gavettone ad un compagno. C’è confusione totale in città, un po’ come in Spagna dove gli intolleranti lanciano le banane e allo stesso tempo si manigiano quello sporco di un Pata Negra. Delle volte rimpiango di non essere romano, perché loro più di altri sapevano godersi la vita e se ne fregavano degli infortuni nella settimana della finale. Ieri ero nel centro storico di una cittadina del Garda e ho potuto ammirare i resti di una splendida  villa Romana del primo secolo A.C. Mosaici di incredibile bellezza, un’architettura raffinata, e poi la posizione sul lago. Non solo, avevano anche un notevole senso pratico, infatti a pochi metri dalla villa c’è l’ufficio postale, tanti negozi e un bancomat. Nella finale di Champion tutta spagnola, intanto, oltre allo spettacolo sarà garantita anche una buona dose di potassio.

23 commenti:

  1. Sopravvissuto1 maggio 2014 09:38

    La sigla della finale , sia Coppa Italia sia C.L., sará di Dan-I e si intitola "Monkey don't chop a banana", per la serie "The 80's comeback!".

    RispondiElimina
  2. Sopravvissuto1 maggio 2014 09:39

    POLLOCK, troviamo positività negli eventi: potresti creare, dopo il rosso molisano, "Il Processo di Pollock", in streaming! Indire un certamen, sfida tra le prigioni kafkiane, quelle di Pellico e le tue. Business ad usual.

    RispondiElimina
  3. Sopravvissuto1 maggio 2014 09:40

    Business AS usual.

    RispondiElimina
  4. Sopravvissuto1 maggio 2014 09:40

    Neymarketing.

    RispondiElimina
  5. Sopravvissuto1 maggio 2014 09:41

    Sembro Chiari al mattino? Surrettizio? (Torna, Chiari, lascia i mostri di Bomarzo, vieni tra quelli di Bollock...ah ah ah ah ah ah...).

    RispondiElimina
  6. Il Chiari scommetto che è già sul divano, lo sguardo fisso sul canale che sabato trasmetterà la finale. Dopo la partita, comunque vada, confido nel suo ritorno nel blog.

    RispondiElimina
  7. Oggi a Teramo e provincia il primo maggio è festeggiato con un piatto tipico dal nome molto bello: "Le virtù delle donne".

    Nel link allegato chi è interessato può approfondire l'argomento.
    Meno poeticamente, ricordo che nell'immediato dopoguerra (io sono nato nel '48), per vasti strati di popolazione il recupero degli "avanzi" di cucina era una necessità vitale. Ad esempio, quando il pane diventava secco e duro, ammuffito o meno, veniva bagnato in acqua, cosparso con qualche uovo sbattuto, qualche goccia d'olio e tanto sale...e tutti a tavola.
    I tempi cambiano. Per fortuna.
    Ma ieri sera davanti alla mensa della Caritas c'erano almeno 200 persone in fila.



    http://www.cucinaabruzzese.it/index.php?option=com_content&task=view&id=263&Itemid=28

    RispondiElimina
  8. Grazie Franco. l'8 maggio sarò a Chieti e così avrò modo di assaggiare anche la vostra cucina.

    RispondiElimina
  9. A me e mi basta che la banana e un ce la rivoghin ni'baugigi sabato!

    RispondiElimina
  10. Sopravvissuto1 maggio 2014 15:14

    Non penso sará così. Io, caro JORDAN, penso a Pechino....pensa un po' te quanto sono positivo!!

    RispondiElimina
  11. A Pechino pe' mette' a pecora lo juventino?

    RispondiElimina
  12. Lo juventino a pecora l'è sempre un dovere! Dubito che le assenze non pesino, Borja dovrà giocare con un'infiltrazione, Gonzalo recupererà ma non sarà al top nemmeno lui, a tifare Viola di queste situazioni ne abbiamo vissute fin troppe ma è una finale, guai a dare per scontato un risultato sebbene il pronostico sia a favore dei ciucci. Riguardo ieri sera Jordan, non ho paragonato la filosofia di gioco ma il fatto che l'Atletico dimostra come si possa fare bene anche con bilanci simil nostri, poi in base a quello che compri e come decidi di giocare ti prendi il tecnico su misura, basta non ripetere ossessivamente, come il grullo del laghetto, che il centravanti non si vuole quando l'acquisto principe del calciomercato è stato proprio quel bomberone fortemente voluto dal tecnico, figuriamoci se la società si svenana se non l'avesse chiesto espressamente.

    RispondiElimina
  13. L'Atletico, lo stesso Borussia Dortmund, ma non è facile, in genere si va ad annate, quando tutto va bene, ma, se si lavora bene, la base resta. Nè il Borussia nè l'Atletico possono pensare di andare tutti gli anni in finale Champions e nemmeno lo posson mettere in programma (mentre Real, Chelsea, Barcellona etc... sì che lo mettono) però una volta ci possono riuscire, è vero. Non certo facile, ma vero. Quanto alla filosofia di gioco per me con quella montelliana è ancora più difficile andarci.

    RispondiElimina
  14. Buonasera ragazzi.Poeta,perché non riesco a postare col telefono sul sitollock?Sbaglio qualcosa?Sabato in partenza per Roma....speriamo bene.Che peccato giocarla senza l'attacco titolare;sono pessimista,ma nella vita mai dire mai!

    RispondiElimina
  15. Pollock,per sabato rivoglio in prima pagina la MUSA!Basta banane...

    RispondiElimina
  16. Fuori le merde dall'Europa League. SPLENDIDO!!!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Stefano vienna1 maggio 2014 23:06

    Ahahahahahah!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. E gobbi vanno allo Juventus Stadium a vedere Benfica-Valencia. La fica soprattutto quando è "ben" vince sempre.

    RispondiElimina
  19. Grande lezione del calcio iberico in Europa e senza tiqui taca. Sono contentissimo.

    RispondiElimina
  20. Conte si lamenta dell'arbitro: non era abituato e non glielo avevano detto prima. E' scorretto tutto questo! Giustizia, giustizia!

    RispondiElimina
  21. Sopravvissuto1 maggio 2014 23:50

    LEO, quasi vero sull'Atletico e il suo budget ma se vai a vedere loro hanno una montagna di debiti....altro che FP finanziario.

    RispondiElimina
  22. La cucina abruzzese è mondiale! Non ti perdere gli arrosticini e chitarra al sugo o con fagioli.

    RispondiElimina
  23. A Giugno dello scorso anno il debito era di 21 milioni (quello riguardante alla prossima entrata in vigore del FP finanziario) ma il trend è andato a dimezzarsi negli ultimi quattro anni, non so come saranno mesi a Giugno di quest'anno ma se lo continuano sono ampiamente sotto il 20% di sbilancio rispetto al fatturato (120mln c.ca) e considera che le entrate derivanti da questa annata champions faranno miracoli sui conti in entrata. Continuo a ritenerlo un mezzo miracolo economico e tecnico quello di questa squadra ma come dice Jordan qui sotto queste realtà sono destinate a qualche exploit di quando in quando in champions league ma che possono stabilmente competere per l'europa minore ogni anno (non vincerla con cadenze frequenti), di fatto sarebbe la dimensione e l'ambizione massima per una società del nostro livello. Magari riuscirci.

    RispondiElimina