.

.

lunedì 12 maggio 2014

La carta dei vini

Missione compiuta. Entra Rossi e scattano subito le affinità geometriche della squadra, mentre aumenta il rammarico per il campionato che sarebbe potuto essere. A Bergamo intanto riaffiorano le banane, un fattore questo che ci indica come anche al nord si vada sempre di più verso un'agricoltura esotica visto il riscaldamento del pianeta. A Livorno è invece l'ora delle voci bianche, anche se i cori contro Pepito sono amaranto. Questione di colori, che dall'odore, però, e dal puzzo, si avvicinano più al marrone classico della figura di merda. Pradè parla bene, rassicura, e secondo me le crocette sono già tutte al posto giusto, intendo gli uomini che compongono i quadri tecnici e societari. Basta voler continuare a crescere. Mancano tre giocatori importanti da aggiungere a quei tredici che bene o male ha sempre  utilizzato Montella. Più le solite scommesse per completare la rosa. È arrivata quindi anche l'ora dei bilanci; abbiamo fatto meno punti ma molte più partite della scorsa stagione, stesso piazzamento ma con molti più infortuni importanti. La squadra è cresciuta ancora perché è riuscita a mantenere la posizione, a fare una buona Europa League, e a fare la finale di Coppa Italia in mezzo allo tsunami che ha colpito gli uomini sui quali era stata improntata la campagna di rafforzamento. E visto che ultimamente si è cercato di sottolineare solo gli errori di Montella, che evidentemente ci sono stati, voglio però evidenziarne anche il merito più grande, quello cioè di aver fatto di un giocatore tutto da sgrezzare come Cuadrado, un obiettivo di mercato dei grandi club. Oltre a mantenere la barra bella dritta nel mare in tempesta della sfortuna che avrebbe potuto far saltare il banco. Questo per dire che se c'è stoffa Vincenzo sa cucire. Matos anche ieri ha dimostrato di essere invece juta, Wolski forse cotone, Rebic non si sa nemmeno perché non è stato mai indossato, Anderson sarebbe stato anche un vestito da sera, forse un po' troppo liso, o forse solo da portare in lavanderia. Insomma, Vincenzo chiede di poter crescere, c'è da investire allora, perché se la società dimostrerà di avere la forza di riscattare e poi trattenere Cuadrado, non avrà giocatori importanti da vendere per fare il mercato che si aspetta Montella e anche tutti noi a questo punto. È anche vero che proprio ieri Pradè ha ribadito le ambizioni, e allora non resta che investire in quei tre grandi giocatori a cui facevo riferimento all'inizio. E poi a me cosa importa se c'è da investire, perché è come quando vado al ristorante, posso risparmiare su tutto ma non usi vini. Pretendo quindi. Si, pretendo di guardare la carta dei vini, me li studio con calma confrontandomi con il sommelier di turno, e Pradè e Macia hanno dimostrato di esserlo ai massimi livelli. Poi ordino sempre il meglio anche se sono bottiglie costosissime. Questo, ovviamente, quando sono invitato e non pago io.

92 commenti:

  1. Sì, Pollock, l'avevo scritto e lo ribadisco, Montella ha inventato il ruolo più confacente a Cuadrado. E non era semplice, il giocatore sembrava votato alla fascia. Ma la sua imprevedibilità si trovava impoverita dall'unica soluzione del cross (che nemmeno ha eccelso), una volta saltato l'uomo, e d'altra parte la convergenza al centro era attesa e perciò contrata dagli avversari, che sapevano di trovarsi di fronte al pericolo pubblico numero uno. Baggizzato in tre quarti, a fiondarsi dentro da dietro da qualsiasi posizione, Juanito è esploso, imprendibile non che ai difensori nemmeno a Vidocq, a Maigret e al tenente Sheridan, e porterà una quarantina di milioni in cassa. La cosa poi più bella dell'annata, sennò deludente, è senz'altro il 4 a 2 ai gobbi: perché sono i gobbi, per il pathos eroico, perché siamo i soli in Italia ad averli strapazzati così in un campionato record per loro.

    RispondiElimina
  2. E' riapparso Cinghia de Lope... Spiritosa però la replica di Domenico.

    RispondiElimina
  3. Qua sopra, non «nemmeno» ma «pure».

    RispondiElimina
  4. Nero d'Avola...o nero da vendere.

    RispondiElimina
  5. Gettate in campo ciò che rappresenta il piede di un calciatore del Milan. Una banana per Costant.

    RispondiElimina
  6. E' quello che in semiotica, caro Sopra, risponde al valore «indexicale».

    RispondiElimina
  7. Ma che è successo ai due post del Sopra? Sono spariti? Blogspot comincia a falcidiare! Perdono, Ludde, perdono! Quattro tre tre, Cuadrado punta, Gomez dinosauro, Ljajic campione svenduto, Gabbiadini fenomeno, risorse male allocate ecc., ma ridacce Er Sopra!

    RispondiElimina
  8. Riapparsi, per fortuna! Grazie, Ludde! Anche Guidetti avrebbe risolto i nostri problemi!

    RispondiElimina
  9. Jovetic (13 presenze e 3 gol in campionato) e Nastasic (13 presenze e 1 gol in campionato) hanno vinto il campionato inglese da riserve.

    RispondiElimina
  10. Anto, ciò prova una volta di più che c'è solo la Fiorentina che conti.

    RispondiElimina
  11. Blimp, se fossi un giocatore della Fiorentina, ci penserei due volte prima di andarmene (Montolivo ha affossato il Milan e Ljajic è stato un anno panchinaro nella Roma), oppure andrei solo al Verona (Toni e Romulo).

    RispondiElimina
  12. In generale, i giocatori provenienti dal campionato italiano e approdati in Premier League hanno deluso: anche Lamela e Ramirez, per esempio.

    RispondiElimina
  13. Anto, ciò dimostra l'abbassamento di livello del nostro campionato. A credere Lamela un campione c'era solo la budellona, a crederlo Ramirez lo Schreber. Nasty in quanto difensore può smaliziarsi vista l'età, ma Jojo rimarrà sempre l'ottuso che è e non ha più ritrovato la rapidità ante-infortunio. Insomma, tutto ha la sua logica.

    RispondiElimina
  14. Montella si è comportato come tutti gli allenatori;con maggior classe ed educazione però.Se io fossi tifoso juventino,dopo l'intervista di ieri sera,Conte mi starebbe molto,ma molto meno simpatico.Praticamente ha affermato che vorrebbe allenare una grande squadra che ultimamente ha avuto anni disastrosi(come quando è approdato alla Juve).Così casca sempre in piedi il vigliacco.Per rimanere vuole TOP PLAYERS.

    RispondiElimina
  15. Benitez idem con patatine;ha già affermato che per crescere ed avere risultati migliori la società deve comprare e non vendere;Garcia,una decina di giorni or sono,ha detto che si augura che alla Roma non sia ceduto nessuno,ma che vengono comprati altri campioni.Perchè ripetere l'annata,dovendo giocare pure in CL sarà pressochè impossibile.

    RispondiElimina
  16. In definitiva mi pare che Montella non abbia detto niente di trascendentale.In effetti le due milanesi prima o poi dovranno riemergere;se la società,i tifosi e la città vogliono e pretendono risultati migliori di quelli sin qua ottenuti,debbono sapere che non si devono vendere i migliori ma anzi è necessario comprare.Non ci vedo niente di male.Al limite c'è da dire che il prossimo anno avremo già un acquisto e mezzo di due grandi campioni:Rossi e Gomez.

    RispondiElimina
  17. Per i risultati ottenuti io faccio un applauso al mister ed ai ragazzi.Ovviamente tenendo conto di quanto accaduto(infortuni ai due che ci avrebbero garantito 30 gol,errori arbitrali ed aver giocato il giovedì per tutto l'anno).Finale di coppa Italia;usciti contro i gobbi per una prodezza di un singolo giocatore;arrivati quarti con praticamente stessi punti dell'anno scorso;a tal proposito mi chiedo e vi chiedo:se senza i sostituti de JoJo e Lijaic(Rossi e Gomez) nell'11 titolare abbiamo quasi fatto meglio,quanto avevano inciso i due l'anno scorso?

    RispondiElimina
  18. Aggiungo, Anto, che la Fiorentina ha molti top per il campionato italiano ma solo due campioni che giocherebbero titolari in qualsiasi campionato del pianeta (Gomez sarebbe prima riserva). La Juve ha Pogba, Vidal e Tevez, considerando in articulo mortis i sommi Pirlo e Buffon, il Milan ha nessuno, l'Inter ha nessuno, la Roma ha, considerati gli ultimi rantoli del sommo Totti, Pjanic e Nainggolan che sarebbero prime riserve con molte partite, il Napoli ha Higuain, Callejon e Hamsik anche loro prime riserve con molte partite. Poi, ovviamente, ci sono alcuni giovani sui quali si può scommettere: ma le grandi squadre, le magnifiche sette (le due spagnole, la tedesca, la francese, le tre inglesi) non scommettono, vanno e pigliano il frutto maturo, il meglio del bigoncio. E' un panorama desolante. La Juve nemmeno va in finale di UEFA eppure eguaglierà forse il primato europeo di punti totalizzati in un torneo nazionale...

    RispondiElimina
  19. Colonnello concordo pienamente sul livello del campionato italiano.Aggiungo una considerazione:se le squadre da te citate,in particolare le milanesi,sono inferiori a noi (e Napoli e Roma appena appena superiori),con un monte ingaggi che è il triplo del nostro e con relativi fatturati abnormi nei nostri confronti,allora c'è da applaudire tutte le componenti,dall'allenatore alla società ai giocatori.O se riteniamo "normale" quanto fatto,di conseguenza le proprietà delle altre squadre citate dovrebbero licenziare in tronco con disonore tutti i dirigenti,dal primo all'ultimo.Compreso gli allenatori(cosa che a quanto pare stanno facendo ahahha)

    RispondiElimina
  20. Blimpe, ha una logica, è vero, resta il fatto che, anche se non campionissimi (ma Jovetic poteva diventarlo, con un'altra testa e senza infortuni: io penso che rimanendo da noi lo sarebbe diventato) nel campionato italiano facevano la differenza, mentre in Inghilterra hanno deluso.
    Effettivamente sembra dipendere, come dici tu, da un abbassamento del livello del nostro campionato, che evidentemente è decisamente inferiore a quello inglese (basta seguire la classifica: il City è superiore alla juve, il Liverpool è superiore alla Roma, il Chelsea è superiore al Napoli, l'Arsenal è superiore a noi, eccetera).
    A quel punto, conviene cercare di acquistare giocatori che in Premier hanno deluso - e quindi adesso hanno un costo relativamente basso - ma che nel campionato italiano possono fare bene o molto bene; ovviamente bisogna prendere quelli che sono adatti al nostro campionato. E' quello che abbiamo fatto con Aquilani, per esempio.

    RispondiElimina
  21. Ho paura di conoscere la risposta, ma secondo voi c'è qualche possibilità che in Europa esista una società disposta a darci 9-10 milioni per Ilicic?

    RispondiElimina
  22. Caro DKNE, proprio il basso livello del materiale umano rende in Italia così importante il lavoro dell'allenatore e, coi fichi secchi che ha in cassa, quello del DS. Quest'anno, onore a Conte, a Garcia, a Ventura, a Donadoni e, se permettete, a Di Francesco.

    RispondiElimina
  23. Nelle loro squadre, sono loro ad aver fatto la differenza.

    RispondiElimina
  24. Su Di Francesco sfondi una porta aperta,secondo me uno dei migliori giovani(se non il migliore) per qualità di gioco espressa;sugli altri concordo.L'unica differenza è che io nel novero metterei Montella...

    RispondiElimina
  25. DKNE, quest'anno non lo ha dimostrato. L'anno scorso sì. Non entro nel giudizio di stima (che per conto mio ho rivisto, nel caso di Montella), parlo in una logica di gioco-risultati riscontrata sul campo, con mano, con freddezza aziendale.

    RispondiElimina
  26. Io comprendo quello che dici,ha un senso.Io considero positivo il lavoro di Montella,sia di risultati che di gioco,alla luce di quanto accaduto in tutto l'anno.Poi io ero uno di quelli che volevano Zeman e che quando venne Montella ci rimasi di molto male.Non lo consideravo bravo ed avevo paura di un suo precoce fallimento.Ovviamente avevo preso una solenne cantonata.Penso che se Montella rimanesse(e spero sia così) il giudizio vero e proprio sarà alla fine del prossimo anno

    RispondiElimina
  27. Lo so, DKNE, è quello che pensano in molti e io spero che questi molti, la gran maggioranza, abbiano ragione. La mia sfiducia viene dalla tipologia di errore commessa a mio avviso da Montella e dalla sua caparbia reiterazione.

    RispondiElimina
  28. Ho la sensazione che la Fiorentina sia molto vicina al salto di qualità.Condizione sine qua non è che i migliori restino.A quel punto basterebbe poco.Un uomo di fascia a sinistra;un centrocampista di qualità ed un attaccante.Poi operazioni di contorno(comprensive di qualche giovane).Poi molto dipenderà da come si muovono le "grandi",soprattutto Milan ed Inter.Tra le milanesi,il Napoli la Roma la Juve e noi contiamo sei squadre.Tre di queste rimarranno fuori dalla CL.Oggi una parrebbe sicura(Milan);un'altra assai papabile(Inter).Ma dubito che le milanesi continuino a farsi del male da sole,purtroppo.

    RispondiElimina
  29. Circa l'attaccante (di riserva) ti ricordo che rientra Babà e che Rebic riapparirà. Di centrocampisti ce ne vogliono due, perché il Pek è agli ultimi fuochi e i suoi Ambrosini li ha già spenti. Un uomo a sinistra, d'accordo, ma non dimentichiamo la difesa, che non è da ricostruire come vuole Yo el Supremo ma che vuole un paio di innesti. Se ne parlava ieri con Anto: abbiamo beccato essenzialmente in casa (quintultimi per passivo) mentre in trasferta siamo secondi solo alla Juve per reti incassate, rendimento davvero schizofrenico. Ne emerge che contro le ripartenze avversarie ci vuole più velocità nei difensori (qui è il tallone d'Achille di Rodri), evidentemente, e miglior intelligenza di sincronie (in questo Savic è di un'ottusità pazzesca). A difesa schierata, in trasferta, i nostri difensori se la sono cavata egregiamente, a dimostrazione che nei fondamentali «ci sono».

    RispondiElimina
  30. "...ormai si parla solo di lei, della bambina che stupisce......" [Stadio]

    RispondiElimina
  31. Se ti riappacifichi con Montella ti propongo come DS!

    RispondiElimina
  32. Comunque Bilm,non possiamo fare a meno di Ambrosini secondo me!!

    RispondiElimina
  33. Apprendo che: 1) il posto lasciato vuoto da Ljajic va colmato; 2) Ljajic non costava nulla salvo l'ingaggio (cioè nulla); 3) combatte la sua personale battaglia per la Fiorentina che piace a lui e quindi a Montella. Io credo che questo ragazzo vada salvato da se stesso. DKNE, accolgo quella su Ambrosini come una provocazione e, cristianamente, porgo l'altra guancia.

    RispondiElimina
  34. Che difenda le sue convinzioni (combattere mi sembra eccessivo...) sulla Fiorentina che vorrebbe è normale ed è suo diritto, però pretendere che quello che vuole lui sia anche quello che vuole Montella è una distorsione della realtà, è questo il punto fondamentale.

    RispondiElimina
  35. Cristianamente accetto..parlando delle trasferte:quest'anno abbiamo battuto il record storico di punti vincendone 10.Praticamente il 50% di vittorie sugli incontri disputati.Un dato da non sottovalutare

    RispondiElimina
  36. Comunque,a parte gli scherzi,gente come Ambrosini che non può essere considerato un titolare,ha un ruolo molto importante.A livello di esperienza(che a noi manca) ed a livello di spogliatoio.Nell'ottica del turn over,in considerazione delle 60 partite da giocare l'anno prossimo,io lo terrei.

    RispondiElimina
  37. Finalmente si chiude questo campionato, che nella mia testa era diventato una lunga e pallosa tournee amichevole dopo la sconfitta interna col Milan (perciò avevo di saltare quella successiva con la Samp, andando al mare), salvo la parentesi di C.Italia. Salvo comunque la stagione, salvo Montella, salvo il soldato Ryan, save the children, Salvo Lima, Salvo Andò, salvo capre e cavoli, salvo pure lo slavo a Genova, insomma salvo tutto salvo lo Zaller che è insalvabile.


    RispondiElimina
  38. Secondo me invece è proprio dalla difesa che bisogna ripartire. Mi sembra evidente che ci manchino i due terzini, e un altro centrale forte, visto che Compper pare essere sparito dai radar.
    Poi a centrocampo ci vorrebbe un Naingolaan, perchè i piedi buoni non mancano, ma piedi buoni uniti a cattiveria si. Ci manca poi un regista, a meno che non si voglia tenere solo Pizarro e battezzare definitivamente Aquilani in quel ruolo. Infine in attacco: i tre davanti sono perfetti, c'è solo da capire se la società si vorrà affidare ai giovani di ritorno (Baba, Rebic, ecc...), talentuosi ma pur sempre giovani, oppure affidarsi a centravanti di rincalzo già esperti (tipo Denis, Pinilla, ecc...).
    Io mi fido di Pradè quando dice che la società ha le idee chiare, ma se davvero si vuole il salto di qualità definitivo gli investimenti dovranno essere enormi. Epocali, direi. E io non credo che la Fiorentina possa permetterselo. Credo, cioè, che allo stato attuale delle cose, ci si possa migliorare per poter pensare di arrivare terzi, ma non per lottare per il titolo.

    RispondiElimina
  39. Montella,il 10 ottobre 2013:"Ho condiviso l'acquisto di Gomez - ha detto Montella - Un colpo straordinario per Firenze, che spero possa rientrare per Natale, l'anno scorso avevamo un ottimo controllo della fascia e del centrocampo ma ci mancava qualcosa in area, ecco perchè Gomez ci serviva, inoltre mi ha sorpreso per la sua forza fisica."

    RispondiElimina
  40. DKNE, Montella mentiva, Ludde lo sa bene anche se quattro fanatici pseudotifosi si ostinano a dire il contrario.

    RispondiElimina
  41. Considerando che le priorità sono l'acquisto di un terzino sinistro, un terzino destro, un altro difensore, un vice-Pek, un vice-Gomez e forse un incontrista, mi spiegate dove si colloca l'eventuale acquisto di Bonaventura?

    RispondiElimina
  42. Non gli entra in testa perché già piena di troppa aria. Neuroni (ben due, sempre a litigare) schiacciati alle pareti, immobili, che giunga in soccorso un link o lo perderemo per sempre.

    RispondiElimina
  43. Sul vice-Gomez sono contro, per quanto sotto. Bonaventura, se parte Cuadrado, ha un senso.

    RispondiElimina
  44. Acquisti per il prossimo anno:
    - Un centrale forte di testa
    - Un terzino sinistro
    - Un regista (spesa maggiore da destinare in questa pedina)
    - Un'incontrista robusto, il solo Ambro è improponibile per la quantità di match che ci aspetta.
    - Eventuale esterno sinistro (Pasqual a mai più, Vargas se conferma e migliora quest'annata ad alternarsi col nuovo acquisto).
    Ma solo se avanzano soldi.


    In attacco non spenderei un tallero, giovani buoni ne abbiamo, la coppia titolare è esplosiva (goal a grappoli da attaccanti veri), se venisse a svernare un mestierante di vecchia data saremmo a dama.

    RispondiElimina
  45. Auguri al Pat!

    RispondiElimina
  46. Dunque, appare che se Gomez resta (se, ha detto se...) l'unico (l'UNICO) modulo possibile sarebbe il 4-4-2. Io dico che non giocheremo mai col 4-4-2, con Montella.

    RispondiElimina
  47. Vive per e con i moduli, l'ottimo Chiari gli ha consigliato maggiore elasticità mentale ma il granito ha punto di rottura molto basso.

    RispondiElimina
  48. LUD scrive:" (le dichiarazioni ufficiali in politica come nello sport vanno prese cum grano salis)"riferendosi a Montella e a quello che ho riportato.Ma quando tali dichiarazioni politiche ufficiali vanno nella sua direzione le prende come voce di Dio e ce le riporta sino alla nausea(vedi Cosmi su Quadrado).Come si può ragionare con tale individuo?La risposta la so già,hai ragione Jordan...

    RispondiElimina
  49. Condivido Leo.E se avanzassero du spicci non disdegnerei nemmeno un uomo di fascia destra,migliore di Tomovic(che rimarrebbe come Vargas in una logica di alternanza)

    RispondiElimina
  50. Ragiona (ahahahahahahahah) per assoluti, inamovibile, o come dice lui (perché sa cosa pensa e vuole Montella) o nisba. Un monolite, che di alieno ha la sola pervicacia che lo contraddistingue.

    RispondiElimina
  51. Sulla destra con Tom, JMC (che conio, che conio......) e Joaquin ad alternare le fasce è giusto l'avanzo di due spicci ma con due spicci prendi giocatori che non innalzano la qualità media (elevata) che abbiamo.

    RispondiElimina
  52. L'incontrista l'avremmo già, Andow varrebbe molto di più di quello che si è visto in qualche spezzone, c'è da chiedersi se non sia inabile come Sissoko per motivi a noi sconosciuti o se fosse in fase di riabilitazione. Il valore del giocatore non è in discussione ma temo che non verrà riconfermato.

    RispondiElimina
  53. Grazie grande Leo, ma dopo i quaranta ho smesso di contarli

    RispondiElimina
  54. Un po' di link:

    http://www.violanews.com/news-viola/montella-gomez-un-orgoglio-che-ci-desideri-20130711/

    http://www.lanazione.it/firenze/sport/calcio/2013/07/18/921703-fiorentina-montella-moena.shtml

    http://sport.sky.it/sport/calcio_italiano/2013/07/11/montella_fiorentina_orgogliosi_arrivo_di_gomez.html

    http://www.calciomercato.it/news/200587/LA-TATTICA-DEL-MERCATO-Fiorentina-il-sogno-e-Gomez.html

    http://www.espnfc.com/news/story/_/id/1495639/fiorentina-vincenzo-montella-lauds-dream-signing-mario-gomez?cc=5739

    http://www.maidirecalcio.com/2013/10/10/montella-si-rivela-al-guerin-bel-gioco-unica-via.html#.U3CliIF_t1Y

    http://www.newsit24.com/notizie/fiorentina-montella-soddisfatto-avevo-chiesto-gomez-gennaio-ora-sono-stato-accontentato/correlate

    RispondiElimina
  55. Auguri tanti, Jordan! Se uno li conta all'indietro non fanno tanto male. Io faccio così.

    RispondiElimina
  56. Chi di link ferisce, di link perisce... Ha scatenato il mite Anto e adesso ne paga le conseguenze...

    RispondiElimina
  57. E' il compleanno di Jordan? Auguroni, Giampié!!!!

    RispondiElimina
  58. Tanti Auguri, Jordan! Quanti torelli nel recinto di Pollock!

    RispondiElimina
  59. Grazie, grazie. Un tempo era giorno di festa, ora è solo uno di più e ci si comincia a chiedere quanti ce ne saranno dati. Però non ci si lamenta, sempre avanti!

    RispondiElimina
  60. Grazie, torello è un po' esagerato, ma ci si cava ancora, per essere degni del segno!

    RispondiElimina
  61. Non occorre un dottorato in fisca per capire che Cuadrado a sinistra è l'effetto della cessione di Ljajic. Eppure, credevo che il professor di fisica, provando e riprovando, avesse scoperto che lo stronzo cade fumando (in appendice, si sa anche che il professor di chimica, soffiando in un cannello, si è resa incandescente la punta dell'uccello).

    RispondiElimina
  62. Chiedo all'arbitro (= Cicciare') di sospendere il match: è una maschera di sangue. Il rischio di danni permanenti è ingente.

    RispondiElimina
  63. e chi ci rimise fu il povero assistente che si prese nel culo un cazzo incandescente. Fategli fare l'assistente e che non ci rompa più i coglioni!

    RispondiElimina
  64. Credo che il problema sia quello, Jordan. Palle, palle, palle rosse e gialle, noi siamo i rompipalle dell'università! Ma non ricordo che succedeva al professor di geografia, qualcuno mi aiuti.

    RispondiElimina
  65. Mi sembra che sua figlia a tutti la dava via

    RispondiElimina
  66. Ottimo link, Anto!

    RispondiElimina
  67. Auguri JORDAN!! 100 di questo Neto!

    RispondiElimina
  68. Il dibattito non é soltanto inutile: quando é scritto, degrada la scrittura. Passi ancora che l'utente parli (per esempio) alla radio: si può sempre imparare qualcosa dal suo respiro, dalla materia della sua voce; ma che questa parola possa essere riconvertita in scrittura, come se l'ordine e la natura dei linguaggi fossero indifferenti, e che questa scrittura con un'illusione supplementare, venga sottoposta a una gogna, allora si rischia di produrre scrittura insignificante, che non ha ne la netta distanza dagli eventi descritti ne la tensione che invogli a un serio tenzone dialettico. Sembra, quel che porta vanti Sisifo toscano, il compiacimento del Noveau Roman nel parlarsi addosso in modo leggero e ambizioso, tramite dibattiti inutili e falsi e va contro il carattere vero di uno scambio di "post". Ma che te lo dico a fare....Si ballasse un moderno "Gioca Jouer" (C.Cecchetto), sarebbe un "Reiterare" e via di movimento....

    RispondiElimina
  69. GAT modello "Killing fields".

    RispondiElimina
  70. Grandissimo... ahahahahahahahahah! Matri non vien fatto giocare per riscattarlo a du' lire... ahahahahahahahahahahah! Roncaglia rozzo indio... ahahahahahahahahahahahahahah! Offende quei poveretti dei clochards... ahahahahahahahahahahahah! Rodri «super coglione» e «rivoltante diarrea»... ahahahahahahahahahah! E poi voi ve la prendete con lo svizzero... ahahahahahahahahah! Per tenere quest'altro ci vogliono tutti gli infermieri delle Piastre... ahahahahahahahahahahahah! E non bastano nemmeno... ahahahahahahahah! Un tu lo reggi miha, e' bisogna sparagli le iniezioni di morfina da lontano com'alle bestie ne' dohumentari... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  71. Quella su Matri che non viene fatto giocare per riscatttarlo a prezzo bassissima io l'ho pensata su Anderson. Bisogna vedere se il Gat parla a ragion veduta o se è una sua elucubrazione.

    Su Gonzalo quoto l'ottimo Ljuka (ma invitarlo qui no?): "Ci sarebbe di meglio, ma non sono sicuro che la Viola possa permetterselo."

    RispondiElimina
  72. Anto, c'è quasi sempre di meglio, ma per il campionato italiano Gonzalo va benissimo. Dovrà tuttavia essere affiancato da un difensore veloce e forte di testa (il che significa che la difesa dovrà essere rifatta per 3/4). Mi pare implausibile che Matri venga riscattato, dato che il Milan non può permettersi di cederlo a meno di otto/nove milioni, visto il bilancio che si ritrova. Anderson si è rivelato un acquisto assurdo e tornerà certamente al mittente. Ilicic verosimilmente resterà. Montella, parimenti e nostro malgrado, resterà, anche se probabilmente ha provato a proporsi altrove... per crescere e non decrescere.

    RispondiElimina
  73. Ah, auguri a Jordan.

    RispondiElimina
  74. Se non mi sbaglio, Jordan, una volta raccontasti che per il tuo compleanno avesti il dispiacere di una famosa vittoria del Milan a Firenze, decisiva per lo scudetto (Altafini, che fece diventar matto Orzan).

    RispondiElimina
  75. Curioso Maggio, ieri il mio, oggi quello di Jordan domani quello di Pollock, proprio vero che siamo una banda di cornuti.

    RispondiElimina
  76. Auguri per ieri... il mio era venerdì scorso

    RispondiElimina
  77. Auguri anche a te Anto.

    RispondiElimina
  78. Certo che va benissimo, il ragionamento è che Thiago Silva è più forte, ma noi non possiamo permettercelo.


    Comunque definirlo "coglione" e "rivoltante diarrea" è vergognoso, anche sottostimandolo come giocatore.

    RispondiElimina
  79. Sarebbe come definire il soggetto del laghetto intelligente, davvero vergognoso.

    RispondiElimina
  80. Auguri a tutti ma...nun se magna?

    RispondiElimina
  81. Di Livio é un pezzo di m....., peggio di Mauro!

    RispondiElimina
  82. "Ho visto e rivisto l'azione. Per me non è un gesto violento!" Ma non doveva prendere atto delle decisioni del Giudice Sportivo? Ahahahah! Cittadino onorario di Firenze, ahahahah! Lo dovevano fare di Bei.. rut, dove Lìbano tanto, si sa, ahahah! Che vergogna!

    RispondiElimina
  83. Tanti auguri Jordan-one, e auguri a tutti i sitollockiani che hanno compiuto gli anni in questi giorni, leggo che siete in diversi... e chissà che caratterini avete ahah, premesso che non credo agli zodiaci, ma statisticamente nessuno è riuscito a caharmi i'cazzo quanto due ex nate entrambe intorno alla metà di maggio!

    RispondiElimina
  84. Ahahahah.......ahahahah.......uhuuhuhuhuh........Cough Cough (tosse).....Prandelli "Il fallo di Chiellini non é da codice etico". Ahahah....ahahah....Infatti é da penale!!! Ahahah......I gobbi come sempre inventano ed interpretano le regole.,,,ahahah....ahahah...Prandelli fanculo!

    RispondiElimina
  85. il TG: "... DNA sul nastro adesivo strappato con i denti...", Prandelli: "ma zio caro, in Italia non siamo più buoni neanche a fare i serial killer!"

    RispondiElimina
  86. Via non ce la faccio, ci sono sempre troppi fatti e personaggi che mi impediscono di tifare per la nazionale... Deyna mi manchi!

    RispondiElimina
  87. "Senza due giocatori come Rossi e Gomez è stato difficile, è stato un peccato non averli insieme, li abbiamo sognati per un'estate intera. Sulla carta avremmo potuto avere più punti in classifica con loro due, ma magari la posizione in campionato era la stessa. Adesso li avremo riposati per il prossimo anno." Incredibile affermazione di Montella, pur di compiacere la società viene deflorato nell'animo, ma quanto gli danno per violentarsi l'ego ?!

    RispondiElimina
  88. Difatti il beota sulla notizia:

    Ludwigzaller


    Non ha detto nulla di nulla, a dimostrazione che queste dichiarazioni vanno trattate con estrema cautela: 'sulla carta avremmo potuto avere più punti in classifica con loro due' ma aggiunge 'magari la posizione in campionato era la stessa'. E così via: 'allenerò la Fiorentina' ma 'fino a prova contraria'. Gli avranno suggerito di fare qualche dichiarazione di modestia, ma Montella non è un modesto, e questo è un pregio. Insomma niente di significativo. Dopo l'uscita dei giorni scorsi ora si attende la risposta della società.



    Ipse dixit

    RispondiElimina
  89. Lui lo smerda ma imperterrito continua a negare, lo sa lui cosa vuole, cosa chiede, cosa pensa, e lui lo ri-smerda ad ogni intervista; ma mica è colpa sua, si fa dettare le dichiarazioni dalla società. E' talmente nel ruolo che anche dopo tranvate come queste nel muso negherebbe anche l'esistenza del sole se non fosse che scrive sempre sotto insolazione.

    RispondiElimina
  90. Auguri a tutti noi del Toro, il segno più antigobbo che ci sia. Ultimo match in scioltezza. Buone ferie calcistiche!

    RispondiElimina