.

.

domenica 4 maggio 2014

"Josip 'a carogna"

La cosa più bella è stata la sciarpata finale, e la squadra se la merita tutta. Anche se inizia a giocarsi la finale un quarto d’ora dopo l’orario stabilto dalla camorra. Perché sotto di due gol mette a sua volta sotto il Napoli per il resto della partita. Un Napoli al gran completo. In una serata nella quale il calcio italiano aveva dovuto pagare il pizzo. Il gol del pareggio valido, annullato ad Aquilani, è invece l’ennesimo pizzo della stagione che la squadra ha dovuto versare a Braschi e Nicchi. Mentre il gol del pareggio sbagliato da Ilicic dimostra che la differenza in campo la fanno i giocatori. E sarebbe bastato Cuadrado. Per quanto riguarda la sfortuna è stato un anno terribile, tra infortuni e disastri arbitrali, e menomale che la squadra ha avuto la forza di difendere un quarto posto che ci riempie comunque di orgoglio, anche a margine di una sconfitta dolorosa come quella di ieri. Anche se più che la Fiorentina ieri sera ha perso il calcio italiano, con il dj della serata che indossa la maglia con il nome dell’omicida del commissario Raciti, che è figlio del boss del rione Sanità, che in qualche modo ci aiuta a definire con il gergo dei vincitori della Coppa Italia 2014 il nostro carnfice, che da ieri, purtroppo con la maglietta viola e non azzurra, diventerà “Josip ‘a carogna”. E’ mancato solo il calcio d’inizio affidato a Totò Riina. E forse da oggi sarà il caso di trovare un lavoro socialmente utile anche ad Abete. Peccato, peccato davvero, perché se avesse pareggiato la nostra carogna avremmo avuto mezzora di superiorità numerica da sfruttare, ma così doveva essere, e loro non hanno sbagliato. L’epilogo di una serata che rimarrà indelebile per la vergogna non cancella però la consapevolezza di essere una bella realtà, e con i rientri di Gomez e Rossi, più una buona campagna acquisti, potremo probabilmente rifarci con gli interessi. E quando si parlerà di trattative sarà bene precisare che non si tratta di quella tra Stato e mafia. E il prossimo anno sarà anche quello che ci permetterà di dare un giudizio più preciso su Montella, che finora mi è piaciuto nella gestione delle difficoltà, nella mentalità che è riuscito a dare ad una squadra capace di giocare con personalità ovunque e di vincere tanto fuori casa, meno nell'interpretazione della fase difensiva. Vedremo se le tante attenuanti avranno avuto più peso degli errori commessi. E forse la delusione maggiore, a parte “Josip ‘a carogna”, è venuta proprio da quei giocatori acquistati a gennaio per risolvere la moria delle vacche. La capacità della squadra di risalire la china di una partita diventata incubo dopo 15 minuti, per fortuna mi rende orgoglioso, l’amarezza per la mancata vittoria della Coppa Italia rimane naturalmente, ma fortunatamente è maggiore la consapevolezza della bontà del gruppo, del carattere, dell’attaccamento alla maglia. Del futuro. Di Orsato non voglio dire niente, se non che se lui è il migliore, allora non ce la possiamo rifare più di tanto con i vari Gervasanoni, Calvarese e Damato. Sottolineo ancora l’applauso finale alla squadra, un riconoscimento chiaro al valore del gruppo. Spero di potermi ricordare di questa finale per il gol clamoroso sbagliato da Ilicic e non per un morto. Felice per Rossi e per i tifosi Viola, loro si capaci di vincere.

137 commenti:

  1. La tua fotografia è la mia, Pollock.
    Ancora, dopo quarant'anni, mi chiedono perché tifo Viola. Forse è una cosa che neanche a Firenze si spiegano, il tifo fuori regione per un club che ha il rapporto tra gioie e delusioni in netto passivo. La risposta è nella sciarpata finale e anche nel comportamento della squadra. Punte o non punte, abbiamo affrontato una squadra sulla carta più forte, al gran completo e senza patemi di classifica da un bel po'. Siamo stati ad una spanna da un'impresa incredibile e , pigliatemi per matto, a me quasi basta. Paradossalmente credo che quest'occasione mancata metterà più pepe al culo alla proprietà, perché forse la coppa Italia poteva rappresentare un traguardo massimo. Umanamente sono quasi contento per i giocatori del Napoli, che quando si sono visti Ilicic davanti a Reina, devono aver temuto per la loro incolumità.
    Io parto dallo 0-5 contro le merde e considero ieri sera un altro bel passo avanti verso la redenzione.

    RispondiElimina
  2. Si Foco, sono d'accordo. Poi c'è tutto il resto. Questo.

    http://www.violanews.com/stampa/vi-ammazzo-tutti-e-spara-fuori-nella-folla-20140504/

    RispondiElimina
  3. Sarà follia la mia Foco, ma questa edizione della Coppa è bene che l'abbiano vinta loro!

    RispondiElimina
  4. http://www.firenzeviola.it/news/finale-arrestato-ultra-della-roma-che-ha-sparato-156079

    RispondiElimina
  5. Alla fine, tanto per non farsi mancare un cazzo, l'invasione di campo per andare sotto la sud m'ha fatto pensare al peggio. Invece i nostri si sono limitati a guardarli. Se fosse girata la voce che a sparare fosse stato un fiorentino, sarebbero stati cazzi veri.

    RispondiElimina
  6. Queste le parole di Stefano Cecchi che è un giornalista fiorentino. Che mi trovano d'accordo. "Senza centravanti. Ma anche senza seconda punta e senza ala destra.
    Eppure dentro la partita con orgoglio fino al 90'. E con un gol
    annullato che ad altri avrebbero assegnato. Capisco le ragioni di chi la
    pensa diversamente, ma io anche oggi sto con Montella".

    RispondiElimina
  7. Il vostro ottimismo è insalubre, dato che vi impedisce di analizzare i primi venti minuti della partita, i quali ne hanno determinato il risultato. Con il profeta del nulla (mi ricorda Galeone) il prossimo anno sarà peggiore di questo, che già non può dirsi buono.

    RispondiElimina
  8. Il gol era in leggero fuorigioco. C'era la testa di Aquilani oltre. Io dico che ci può essere tutto di sbagliato, ma se fai cagare sotto una squadra più forte di te, al completo e con una spinta di quel genere, qualcosa di buono a monte ci dev'essere per forza. Sul due a zero qualsiasi altra squadra avrebbe mollato e preso una barca di gol. Siamo ancora molto incompleti e con alcuni interpreti sicuramente non all'altezza, ma di fondo non si può non vedere uno spirito e un'appartenenza fuori dal normale. E se uno riesce a non far affondare la nave dopo che tutto ti è venuto contro, qualche cosa varrà.

    RispondiElimina
  9. Questo invece l'ho pensato anch'io.

    RispondiElimina
  10. È questione di angolazioni, Antoine. Se te credevi che non avremmo sofferto o preso gol ,mettendo magari una punta, allora sei più ottimista di noi.

    RispondiElimina
  11. Il risultato lo ha determinato Ilicic.

    RispondiElimina
  12. Non far giocare Matri e Diakite, schierare Pasqual, buttare nella mischia Rossi: ecco ciò che ha determinato il risultato.

    RispondiElimina
  13. E lo rifarà tutte le volte che non ci sarà Gomez, allietandoci con il falso attaccante e la sua zalleresca filosofia di gioco.

    RispondiElimina
  14. Perdonami Antoine ma è uno sport che non mi appassiona quello di dare meriti agli assenti. Oltretutto a Matri che a parte la prima partita ha sempre deluso. Rispetto la tua opinione, e aggiungo, se malgrado le assenze, malgrado Orsato, e malgrado Montella siamo arrivati a un metro e mezzo dal pareggio, con un Napoli al limite del KO, allora siamo davvero forti. E questo mi basta.

    RispondiElimina
  15. Allora, posto che nell'analisi complessiva della stagione sono d'accordo con Pollock e con Foco, bisogna però analizzare quello che non va, in modo che in futuro non si copiano gli stessi errori. Che possono essere errori di scelta dell'allenatore e/o errori nella costruzione della squadra.
    1) Non si può più vedere in campo una squadra senza punte, perché inevitabilmente arriviamo alla trequarti e non sappiamo più che cazzo fare; se come prima punta gioca una seconda punta che si adatta a fare il centravanti (Rossi, Jovetic) va ancora bene, ma se non c'è nemmeno un attaccante di ruolo in campo si va poco lontano; già mi piaceva poco il modulo a una punta con Rossi e basta, una squadra in campo senza punte proprio non mi va.
    2) Mi sono stufato di tenere il possesso palla per minuti senza creare niente per poi venire infilzati dall'avversario in contropiede; c'è qualcosa che non va nel modo in cui siamo messi in campo (l'ha spiegato molto bene più volte Foco) se appena perdiamo un pallone a centrocampo gli altri in tre secondi sono davanti a Neto.
    3) Si nota che la situazione di cui al punto 1) e la situazione di cui al punto 2) sono in contraddizione: una squadra che gioca senza punte in teoria dovrebbe difendersi e puntare a non subire gol, non farsi infilare 2 volte in venti minuti; se giochiamo in modo da avere difficoltà a segnare (anche in superiorità numerica), ma nel contempo siamo scoperti spesso alle ripartenze avversarie, c'è qualcosa che non va.
    4) Dobbiamo maturare negli scontri decisivi: adesso probabilmente domineremo Sassuolo e Livorno, resta il fatto che, in una stagione comunque positiva, siamo mancati nelle partite decisive, contro la juve in EL e contro il Napoli ieri, non sfruttando le situazioni positive (rispettivamente, il risultato dell'andata in EL e la superiorità numerica nel finale della partita di ieri).
    5) Ilicic: come riserva va bene, ma come titolare non è all'altezza. L'errore di ieri è imperdonabile, i grandi giocatori si vedono nel momento decisivo; e nulla mi toglie dalla testa la convinzione che Joaquin avrebbe segnato.

    RispondiElimina
  16. ..e malgrado Ilicic naturalmente.

    RispondiElimina
  17. Però, su Montella, bisogna che anche noi ci mettiamo un po' d'accordo. Se si rinfaccia allo svizzero che le punte le ha chieste lui, dobbiamo anche dare per scontato che, nel caso siano disponibili e in uno straccio di forma accettabile, questi non avrebbe nessun motivo per giocare senza. La verità è che le punte non ci sono. Perché Matri in campo non lo voleva ( anche a ragione) nessuno e perché Matos non è punta tanto quanto non lo è Wolski. Quello che, secondo me sfugge, è che stiamo facendo le nozze coi funghi dalla dipartita di Rossi e che la squadra è priva di un reparto. Cuadrado ieri sarebbe bastato solo per una questione di "follia" e velocità che non avevamo. Un pezzo della coppa è andata a Napoli con quel cazzo di cartellino giallo.

    RispondiElimina
  18. colonel.blimp4 maggio 2014 10:26

    Condivido Anto con in più... LUCIANO! Orsato ieri non ci ha tolto nulla. Se si riparte da Pepito e Gomez allora 3-5-2, per favore.

    RispondiElimina
  19. Sopravvissuto4 maggio 2014 10:28

    Io sono fiero di questa squadra, della mentalità che ha "iniettato" l'allenatore, del gioco che esprime, della tifoseria, del comportamento, dello stile. Esotericamente questa squadra sta insegnando tanto, questa società sta imponendo uno stile, un marchio, una riconoscibilità. La Fiorentina sta facendo qualcosa di grandioso ma é ancora in fieri. Possiamo fare qualsiasi tipo di considerazione ma un ragazzo di 35 anni, Pizarro, ha tenuto una lectio brevis su regia e tempi, un ragazzo di 23 anni-Savic- non l'ha fatta vedere a Higuain, un peruviano dato per perso ha giocato da veterano, un romano- Aquilani-ha corso per due. Se qualcuno ha ancora dubbi su un allenatore che senza punte di ruolo ha tenuto in scacco una formazione al completo, preferirei spiegargli perché -in nuce- si sta preparando una grande Fiorentina per l'anno prossimo. Date a Montella un esterno destro che non sia Tomovic (neanche Cuadrado) e che sfrutti meglio il vuoto lasciato da Callejon e avremo una squadra perfetta. Non voglio l'interdittore, mi sono rotto le scatole 40 anni con mediani di rottura!!! Io l'unica vergogna che ho visto é quella di uno stato italiano assente anche ieri, le istituzioni preposte che delegano (al solito) e una "informazione(" (nel 2014) lacunosa e vergognosa. Crogiolatevi con il coagulo di ex Dc ed ex Pci, gli altri legiferano e prendono provvedimenti per il calcio, i nostri politici non hanno più le loro tessere, le hanno trasferite ai tifosi. Con quale coraggio giocheranno la SuperCoppa a Roma? Il coraggio dei corrotti, dei mafiosi. Se neanche questa estate non legiferano sul calcio, be' significa che quello che succede non insegna nulla. Fiorentina stravince in tutto, non sul campo. Non importa, a testa alta, sempre!!!

    RispondiElimina
  20. colonel.blimp4 maggio 2014 10:38

    Sopra, senza punte ha voluto giocare lui. La grande prestazione di Savic mi è sfuggita. Il disastro Tomovic non l'ha mandato il cielo, Roncaglia è esiliato da un bel po' senza patenti demeriti specifici. Allora preferisco la Fava Atomica sotto le pagelle, il quale sottolinea gli errori di impostazione di Vincè, causa della prima metà del primo tempo bestiale e che solo un'invenzione di Ilicic ha dissolto. Sul finale del tuo post invece sfondi una porta aperta con me e con chi postava sul sitollock in diretta: appena le Schutzstaffeln (lasciar loro il frustino soltanto, non voglio versamento di sangue fetido) con insediamento almeno secolare potrebbero ormai raddrizzare chiste paise e' mierde.

    RispondiElimina
  21. Pensavo ci prendessero a pallate, sarò sincero, orgoglioso della reazione dopo i due goal e per come abbiamo gestito l'intera partita dopo quei 18' minuti di difesa (la solita, il nostro vero tallone d'Achille, salvo Savic, Gonzalo e Diakhitè, Tom più avanti altrimenti a cagare pure lui con il resto del reparto. Neto intoccabile!) imbarazzante che ha avuto il coraggio di ripetersi sul terzo goal napoletano rendendo il punteggio, non l'andamento, molto più amaro di quanto non fosse già ed immeritato per chi legge lo score senza averla vista. Dal punto di vista del gioco, non solo del possesso, si è messo alla frusta un napoli zeppo di titolari con una formazione largamente rimaneggiata che avesse potuto contare su tutti, dei suoi, di titolari avrebbe stritolato il ciuccio facendolo ragliare all'infinito. Ed il napoli è terzo. Un titolare al posto del Pek, eccezionale nel secondo tempo, poca roba nel primo ma basta con le sue inversioni e finte davanti alla difesa, non ha l'età, non può più permetterselo, si metta a fare la chioccia se vuol rimanere. Una difesa da ripensare partendo da quei tre di cui sopra, Compper, Pasqual, Tomovic (a me piace quando si spinge in avanti, dietro a difendere vale il giusto) out, Hegazy da provare ma senza esperimenti, mandarlo a giocare, Roncaglia monetizzare, dentro l'area fa solo danni. L'attacco è il reparto che necessita meno interventi, la coppia di attaccanti è fra le migliori in europa, vedrei di ripiazzare Ilicic che con questo gioco c'incastra il giusto e dopo l'errore di ieri sera è per me finito come giocatore Viola, quelle non me le mangio io che in attacco non ci ho mai giocato non un giocatore pagato 9 milioni, a torto, ritenuto in possesso di notevole bagaglio tecnico. Riprenderei Babacar come prima riserva e un'attaccante scafato utile alla bisogna che accetta la panca, che so, un Pellissier tanto per fare un'esempio e la squadra sarebbe fatta. Pasqual, per lui vale la doppia sfida, nemmeno in panca, steward, accompagnatore, autista, magazziniere, impresa pulizie cessi stadio, oppure si goda i soldi racchiati alla società fino ad oggi.

    RispondiElimina
  22. Matri doveva giocare, per quanto deludente sia stato in viola. È punta di ruolo e di categoria: mettere Ilicic al suo posto è stata una puttanata colossale. Anche l'assenza di Diakite non è logica. Pasqual, poi, non era tra gli assenti, caro Pollock. Hai ragione, Foco: dobbiamo prendere atto che Montella segue lo Zaller alla lettera.

    RispondiElimina
  23. Appunto, Foco, allora, per evitare di ricascare negli stessi errori, occorre che quest'estate compriamo delle punte di riserva decenti.

    RispondiElimina
  24. Matri in questi mesi ha deluso, e molto anche, ma in effetti una squadra senza punte non si può vedere. Io come punta di riserva mi accontento anche di un Paloschi, non è che voglia chissà chi.

    RispondiElimina
  25. colonel.blimp4 maggio 2014 10:53

    In teoria siamo forti, Pollock: guardi la rosa e ne convieni. Poi ti accorgi che siamo quarti (sempre che teniamo la posizione) in campionato e abbiamo mancato l'obiettivo delle coppe. Rispetto all'anno scorso, non c'è crescita. Cuadrado e Savic ci foraggeranno e, pur tenendo conto del recupero di Hegazy ma scontando la partenza del Roncaglia inviso, ci vogliono tre difensori di vaglia (ci siamo buttati, sembra, su quel che resta di Samuel, intanto...). A centrocampo Andow torna alla base, Ambrogio dal ferrivecchi, il Pek sta stillando le ultime gocce: due centrocampisti di valore sono necessari, rientra utilmente Vecino. Davanti, tornano Babà e Bernardeschi, bene così. Disfarsi di Ilicic, Joaquin sarà sulla via della rottamazione.

    RispondiElimina
  26. Una ci sarebbe anche stata, ma è finita nel vortice di sfiga del reparto. Comprare punte decenti sapendo che, in teoria, i due davanti fagociteranno quasi tutte le partite, non è cosa facile. A gennaio senza fondi non prendi niente.

    RispondiElimina
  27. Bisogna poi vedere quali sono le nostre ambizioni: se va bene arrivare quarti o quinti (e per me può anche andare bene), la squadra c'è, ma se ambiamo ad arrivare più in alto, certi giocatori vanno bene come rincalzi, non come titolari: mi riferisco a Tom, a Pasqual, ad Ilicic, anche al Vargas attuale e forse anche a Savic.

    RispondiElimina
  28. Tra Savic e Diakité non c'è uno squilibrio che rende quest'ultimo un fattore decisivo. Su Matri avete giudizi alquanto altalenanti.

    RispondiElimina
  29. Occhio a questi tre: Sanchez, Javi Martinez, Rafael Alcantara.

    RispondiElimina
  30. Siamo quarti, oggi considerato piazzamento da vergognarsi quando con Prandelli era considerato un risultato importante, forse perché valeva la CL? E allora è facile, diamo la colpa a Montella anche per il ranking. Un quarto posto sarebbe un ottimo risultato con tutto quanto è successo altro che storie. Considerato tutto quanto è successo alla Fiorentina in stagione. Si, compresi anche gli arbitri che tu ieri assolvi, ma che a parti invertite il gol di Aquilani sarebbe stato convalidato. Si parla di gioco senza punte che non frutterebbe occasioni da gol. La Fiorentina ieri, a parte i due gol regolari, ne avrebbe potuto fare benissimo anche un facilissimo terzo. E tre gol al Napoli titolare, e senza una punta di ruolo, sono solo frutto del gioco.

    RispondiElimina
  31. Al posto di Tom si a meno che non si convinca il serbo a giocare esterno con minor compiti difensivi. Sforna più cross di Pasqual e non sugli stinchi avversari e sarebbe valido su entrambe le fasce come riserva.

    RispondiElimina
  32. Mi sa che l'unico che si muove sicuro è Sanchez, Alcantara neanche con le cannonate, dubito anche Martinez.

    RispondiElimina
  33. Se ieri Montella avesse avuto a disposizione, Gomez, Rossi e Cuadrado chi avrebbe giocato? E se malgrado queste tre assenze Matri non ha giocato, qual'è secondo voi il motivo? Un indizio, Montella in carriera è stata una punta.

    RispondiElimina
  34. Da Cagliari giungono voci che Vecino sarà nell'isola anche il prossimo anno, accordo già raggiunto, sembrerebbe, fonte radio sportiva, nonil vangelo.

    RispondiElimina
  35. Senza contare i cartellini dati a capocchia, andrebbero invertiti, mica noccioline, Inler era indifendibile altrimenti avrebbe continuato a picchiare.

    RispondiElimina
  36. Qui mi trovi meno d'accordo, lo sono su tutto il resto ma non su questa scelta Gianni. Matri avrà pure deluso, fatto schifo, tornerà a svernare al milan, quello che vuoi ma ieri sera, visto il gioco offerto dalla squadra, sarebbe servito come il pane, fosse stato solo per ricevere assoluzione e redenzione in questa annata del menga.

    RispondiElimina
  37. http://www.fiorentinanews.com/2014/05/fabio-cannvaro-complimenti-ai-tifosi-del-napoli/?utm_source=dlvr.it&utm_medium=twitter

    eccoli i valorosi

    RispondiElimina
  38. Alcantara è il fratello del Celta. Sanchez ha concluso il giro sulle ramblas e Javi quest'anno ha mangiato poco campo. Di pappa ce n'è parecchia, da Santon ( magari Alonso in contropartita parziale) a Dembelé, da Tino Costa a Yacob, da Evrà a Gago.
    Ilicic andrà al Southampton.

    RispondiElimina
  39. Sopravvissuto4 maggio 2014 11:22

    COLONNELLO, ti é sfuggito che Higuain (tiretto alla Matri) e Callejon (un tiro da 30 metri) hanno creato nulla e non sono stati mai pericolosi? É chi li marcava? Rocchigiani? Butcher? Aughentaler? O i nostri centrali? Quel che mi colpisce delle critiche é l'altalenanza dei giudizi!! Tutti sapevamo che Matri era inguardabile e alcuni (come me) preferivano Matos!! Ora é diventato quello che dovevamo schierare? Roncaglia ha una percentuale di pericolosità (per noi) vicina alle medie sui tiri liberi di Arien Komazec, ora é diventato quello che doveva essere schierato? L'unica nota stonata era Pasqual. Punto. Tutti concordi. Il 4-6-0 ha rifilato 3 pippi al Bologna, 2 al Napoli (uno annullato che se eri gobbo era valido!) ieri sera, uno al Napoli a domicilio (con Matri come cirro primaverile). Quest'anno tre partite con il Napoli: una con Cuadrado devastante e 7 palle gol non sfruttate e Calvarese protagonista (miglior prestazione dell'anno nonostante 1-2 finale), una con uno 0-1 e possesso palla al 68% e con il Dio del Culo che dormiva per loro, stavolta (e loro in 10 perché soffrono a centrocampo!)...ieri un risultato quasi (quasi) giusto, a metà strada tra un 1-2 e un 2-2) ma la differenza tra la 3a e la 4a io quest'anno non l'ho vista (mentre la stagione scorsa si era vista la differenza tra 3a e 4a!) e loro ancora in 10 per il malditesta che prende il centrocampista di turno (loro miriade di soliti "falletti" non puniti). Continuare con il tiro al piccione serve a nulla, come chi attacca i DV sul sitone, proprio quest'anno che hanno riaperto il portafogli?

    RispondiElimina
  40. colonel.blimp4 maggio 2014 11:23

    Pollock, il gol di Aquilani non era regolare e Orsato comunque non avrebbe colpe sulla decisione, non è lui che segnala il fuorigioco. L'ultimo quarto posto di Prandelli fu giudicato da me molto deludente, se ricorderai. Il primo, per converso, fu miracoloso e, considerando il materiale a disposizione, incomparabile (anche per punteggio finale) al quarto (se si conferma) di quest'anno (non a quello, che fu in effetti un terzo, dell'anno scorso). Sotto dicevi di non fare la formazione con gli assenti: a parte che la formazione di ieri sera io, Jordan e AntoineRouge l'abbiamo criticata sùbito alla comunicazione ufficiale, tra gli assenti ci sono anche Pepito e Gomez, per gran parte della stagione, quindi non pensiamo nemmeno a loro. Al netto dalla loro assenza Montella ha gestito male le risorse a sua disposizione, sul piano tattico passando da un ridicolo 4-3-3 a uno zalleriano 4-6-0, sul piano delle scelte individuali, sul piano del turn-over, sul piano dei consigli per acquisti e cessioni invernali, sul piano della preparazione atletica, sul piano della lettura della partita in corso. Con lui in panca, con spero nulla di meglio l'anno prossimo.

    RispondiElimina
  41. Sopravvissuto4 maggio 2014 11:24

    Col senno di prima, COLONNELLO, su un "passo-corto" come Insigne poteva starci Roncaglia, ma col senno di prima...sapendo di rischiare il fallo da rigore. Tomovic ha un passo lungo, come Pasqual, che non permette di correre dietro l'ala veloce e non permette lo scarto del laterale a fondo campo, in attacco. Pecche da ovviare. Ovviamente.

    RispondiElimina
  42. Alcantara non si muove e se anche lo facesse non è giocatore per il nostro portafoglio, idem Javi Martinez che di campo ne ha visto parecchio quest'anno. Sanchez lo danno via, non lo regalano ma l'avventura al Barça è andata, ma non rientra nei nostri parametri. Da Santon in giù, di quelli che nomini, sono tutto alla portata, per qualcuno c'è da spendere ma teoricamente alla portata, tutti.

    RispondiElimina
  43. E' sempre la solita storia di quelli che non hanno giocato e che invece avrebbero dovuto. Poi quando hanno giocato si è detto che non avrebbero dovuto. Tu butta dentro il gol facile facile di Iliccic e stamani Matri non se lo inculava nessuno. Come sarebbe stato comunque giusto visto il suo apporto alla causa. Gli conviene non giocare a Matri, almeno può diventare quello che non è stato capace di dimostrare sul campo. Un eroe mancato.

    RispondiElimina
  44. colonel.blimp4 maggio 2014 11:29

    Non ora, Foco, prima del fischio d'inizio, come scrivevo sotto. E Matos pure andava bene, piuttosto che quella zallerata. Il 4-6-0 con Cuadrado è già un'altra cosa; contro il Napoli siamo stati ridicolizzati e abbiamo vinto all'ultimo tuffo perché loro erano in dieci per due terzi del match; contro il Bologna pèrèpèrèpèpè, squilli di tromba e drumdurudrumdurudrum, rullo di tamburi, e il Bologna è lo squadrone che tremare il mondo fa trallallerotrallalerotrallalerotrallalà! Anche se non serve a nulla, come quando il Giubba cominciò a smerdare di brutto, io continuerò quel che chiami il tiro al piccione, se Vincè vuol mettersi nel ruolo del piccione. E non decido certo io le sue sorti. Volevo LUCIANO quando tutto era ancora possibile, tutto è perduto adesso. Il prossimo anno, riborda.

    RispondiElimina
  45. Del goal divorato da Ilicic non ne parlerebbe nessuno visto che l'assist lo ha fatto Matri, oltre ad uno stop e tiro e dentro l'area da attaccante vero. Più che una soluzione tattica è parsa una punizione psicologica quella di Montella, che lo ha utilizzato per dieci minuti umiliandone anche lo spirito. Peccato che in quei dieci lo abbia ripagato in modo da farci aumentare il rammarico per il mancato utilizzo prima.

    RispondiElimina
  46. Il gol di Aquilani era regolare, e Orsato è il responsabile della sua terna. Il resto lo scrive perfettamente il Sopra. Matri lo avete fatto diventare un eroe. Vi ricordo che ha sbagliato 5 gol a porta vuota da due metri. Si. C'è mancato proprio lui ieri.

    RispondiElimina
  47. Matri ha sbagliato 5 gol a porta vuota da due metri in due partite. Montella è stato una punta.

    RispondiElimina
  48. colonel.blimp4 maggio 2014 11:34

    No, non lo era, aveva un compagno al centro, a un metro e mezzo da lui, sulla traiettoria e in posizione attiva che era in fuorigioco. Orsato deve comunque affidarsi al suo guardalinee e non ne è responsabile, non lo designa lui. Matri ha giocato male quest'anno e sai che non l'avrei mai voluto a gennaio, non sono quel cretino di Louison, le Journal des Femmes, ma è come giocare senza portiere perché ne hai uno scarso.

    RispondiElimina
  49. Io speravo le mettesse dall'inizio mica ne rimpiango, oggi, il suo mancato utilizzo, anche perché, volenti o nolenti, era l'unica punta di ruolo e solo l'imbecille del laghetto scrive che Montella non le vuole.

    RispondiElimina
  50. Il compagno è alle sue spalle quindi ininfluente. Il guardalinee deve aspettare di vedere chi riceve la palla prima di segnalare, e la palla la riceve chi non è in fuorigioco. La Fiorentina non ha giocato senza portiere, ha segnato due gol e un terzo non lo ha fatto per colpe non certo di Montella.

    RispondiElimina
  51. Chiedo scusa, ho confuso Martinez con Javer Garcia del Manchester City. A lui mi riferivo. Rafael Alcantara credo sia una buona contropartita in caso Cuadrado prendesse la strada del Barca, come Sanchez che potrebbe essere preso aggiungendo una manciata di milioni. E risolverebbe due problemi in attacco.

    RispondiElimina
  52. colonel.blimp4 maggio 2014 11:40

    Regolare il gol di Vargas, Aquilani segna, ma il guardalinee (bravo
    Padovan) segnala un fuorigioco millimetrico (un giocatore viola a fianco
    è in fuorigioco più netto ed è probabilmente questo che convince il
    guardalinee perché il pallone sta andando in quella zona): così il Corriere dello Sport. La posizione non è ininfluente perché il giocatore si avventa in avanti ed è sulla traiettoria se Aquilani non colpisce.

    RispondiElimina
  53. Sopravvissuto4 maggio 2014 11:41

    Una cosa é certa, COLONNELLO: se hai l'asso (Higuain, Callejon, Insigne) la risolvi, se non lo hai (Gomez, Rossi, Cuadrado) ti attacchi, senza attacco. Un piccolissimo consiglio, non surrettizio: sii fiero di questa squadra (so che lo sei) e godi di quel che avverrà. Credici. Lo Zenit del dopo LucianoTuo ha infilato lo stesso 6/7 vittorie consecutive con gioco spumeggiante, la Roma ha giocato bene lo stesso - con le sue ricostruzioni, l'Empoli torna in A, il Venezia arrivò in B...ogni mille anni arriva un profeta, il tuo arriverà e sarà come lo vuoi tu, on demand. Attento a non ragionare come Zemanviola, per il quale le due coppe Italia vinte con la Roma (da Spalletti) sono gli scalpi da mostrare a Manitú Juve, Inter, Milan, Real, Barca e Bayern....Manitú benevolo sorride.

    RispondiElimina
  54. colonel.blimp4 maggio 2014 11:43

    Se punti sul gioco e credi che Montella non abbia fatto errori non rimpiangi certo di non avere Insigne, che prima di ieri sera mezza Napoli considerava mezzo giocatore. Non credo più in Montella, Foco, che non vuol dire non credere in questa squadra.

    RispondiElimina
  55. Sopravvissuto4 maggio 2014 11:46

    Non sono Foco...vedi che sei confuso, come Montella....ah ah ah ah ah ah....ah ah ah ah ah....Camma' fa', Don Die'....Amma gnott' !! Mannaccja 'a mort' !

    RispondiElimina
  56. Spalletti è un bravo allenatore, certo più esperto. Però a Leningrado ha speso il budget della Viola di sei anni e più in là del campionato russo non è andato. In Italia ha fatto bene, però si è goduto il più grande giocatore italiano/europeo degli ultimi quindici anni.

    RispondiElimina
  57. E' una ricostruzione farlocca. Con "un fuorigioco millimetrico" che la dice lungaa sulla sua bontà, e con un "probabilmente" che la certifica senza nessun probabilmente farlocca.

    RispondiElimina
  58. Non farei grossi sforzi per l'attacco, aggiungerei un attaccante di lungo corso coi rientri del Baba e di Bernardeschi che hanno fatto benissimo entrambi.

    RispondiElimina
  59. Quei fuorigioco li fischiano solo a noi.

    RispondiElimina
  60. Comunque, calcio a parte, questo cazzo di paese deve ritrovare il gusto delle cose.

    http://video.tvzap.kataweb.it/video-viral/carmina-burana-il-flashmob-alla-stazione-di-vienna-e-spettacolo-puro/3652?ref=fbpk

    RispondiElimina
  61. Luciano si muoverà quando abbasserà le pretese, adesso è troppo esoso e non accetta stipendi da Fiorentina, in ogni caso che rimanga dov'è, a spasso, non è certo da lui che deve ripartire il progetto. Montella stupirà il prossimo anno, dopo un primo spumeggiante quest'anno ha pagato dazio alla sfiga e a qualche errore di passaggio, intelligente com'è il prossimo godremo come ricci. Ottimo Sopra!

    RispondiElimina
  62. Grazie Foco. Mi fa sempre accapponare la pelle!

    RispondiElimina
  63. Tanta carne al fuoco, d'altra parte si parla di ieri, oggi e domani. L'interessamento per Samuel mi lascia perplesso, per l'età del giocatore, le sue caratteristiche e per l'idea del modulo che trasparirebbe per l'anno prossimo. Comunque le squadre vincenti non possono prescindere da una difesa forte. E l'importanza invece che il mister da a questo reparto, e se ne è parlato ampiamente, non mi conforta su un suo prossimo ravvedimento, ammesso ne sia capace, da ex attaccante. Un segnale potrebbe essere l'inserimento di un tecnico ad hoc in sostituzione di Gianni Vio.

    RispondiElimina
  64. http://www.calcissimo.com/tutte-le-notizie/moviola-fiorentina-napoli-dubbi-sul-gol-annullato-ad-aquilani-ma-le-immagini-rai-non-sono-chiare-34328

    RispondiElimina
  65. Sopravvissuto4 maggio 2014 12:41

    Di testa, Samuel le,prende!!

    RispondiElimina
  66. Stefano Vienna4 maggio 2014 12:45

    La palla al piede ieri Valero. Buon giocatore, con limiti e troppo presente nella manovra, da sindrome di omnipresenza. Bravo ragazzo pero'.

    RispondiElimina
  67. Diakité e Hegazi no? E l'interista prende 2 mln. Non lo prenderei mai anche si riducesse l'ingaggio. Sopra, ha 36 anni suonati. Vuoi vedere lo psiconano ai campini? Ahahah!

    RispondiElimina
  68. Il gol di Aquilani era regolare, anche se la decisione era difficile.
    Con quello che era successo e con i tifosi del Napoli in stato di guerra non si poteva convalidare un gol dubbio sotto la loro curva, è questo che mi fa incazzare.
    Il fatto è che ieri c'è stata la (ennesima) morte del calcio.

    RispondiElimina
  69. Sopravvissuto4 maggio 2014 13:14

    1,5. Annuale. Fa "rosa" e monetizzi Roncaglia.

    RispondiElimina
  70. Allora difesa a 4? Via Roncaglia, Tomovic riserva e Pasqual dove vuole ma non in rosa. Ci mancano due esterni di difesa all'altezza delle ambizioni, non contando il ritorno di Alonso. La vedo dura, molto.

    RispondiElimina
  71. Sopra, di fatto Genny 'a carogna è il vero vincitore della Coppa Italia, è trste ma è così

    RispondiElimina
  72. https://www.violanews.com/statistiche/il-napoli-ha-vinto-ma-il-calcio-italiano-ha-perso-20140504/

    RispondiElimina
  73. http://www.sscnapoli.it/static/news/Comunicato-della-SSC-Napoli-2740.aspx

    RispondiElimina
  74. Daniele bertoni4 maggio 2014 14:09

    Sottoscrivo tutto.
    La chiusura con il "che sera' sera'" con il settore coperto di sciarpe viola sintetizza la nostra essenza, fatta di sconfitte che paradossalmente ogni volta hanno aumentato il legame con la nostra squadra. A quel punto me ne sono rientrato a firenze sereno. Noi siamo questi, la squadra ha dato tutto, va bene così.. E proprio in serate come quella di ieri si diventa ancora più "viola".

    RispondiElimina
  75. Si, questo era il senso.

    RispondiElimina
  76. Se permettete, copio e incollo una parte dell'editoriale del blog del Guetta:




    "Mi vergogno di vivere in un Paese come questo, in cui Genny la carogna tiene in ostaggio sessantamila persone, tra cui mia moglie e mio figlio a cui cercavo con difficoltà di dare notizie nel buio telematico dell’Olimpico.
    Mi vergogno di aver sempre vissuto onestamente in un ambiente come quello del calcio in cui c’è bisogno di un accordo tra sedicenti capi tifosi per dare il via ad una partita attesa da una vita e che era la vetrina del nostro mondo in decine di Nazioni.
    Mi vergogno di aver dovuto spiegare a Cosimo di 7 anni il nesso tra un assalto di delinquenti ad un fioraio finito a pistolettate e un incontro di calcio: da ieri sera a lui la cosa sembrerà normale ed è questa la sconfitta peggiore.
    Mi vergogno di essere avere la stessa cittadinanza di chi ha fischiato il nostro inno nazionale e non me ne frega niente se siano stati tifosi della Fiorentina o del Napoli."

    RispondiElimina
  77. Tecnicamente, in effetti, il Guardian ha sbagliato: a Napoli non c'è la mafia, c'è la camorra

    RispondiElimina
  78. http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.37.10398/saviano-solo-ora-ci-si-accorge-che-nel-tifo-napoletano-comanda-la-camorra.html

    RispondiElimina
  79. Mi permetto di fare copia e incolla anche di un intervento del Chiari, lucidissimo:

    Il sistema calcio Italia è malato da tempo. Ieri sera s'è avuta un'ulteriore manifestazione di questa malattia nei due suoi più putrescenti bubboni: Roma e Napoli. Due bubboni che sono in mano agli ultras, perché gli ultras hanno, nel caso di Roma e Napoli, un potere ricattatorio che non hanno in nessun altro caso. A Napoli la proprietà ha affidato le sue sorti imprenditoriali soprattutto al calcio, a Roma la società è tenuta in piedi dalle banche e dalla politica, ed è assediata dagli ultras azionisti, scandalosamente tollerati da chi localmente dovrebbe garantire l'ordine pubblico, e incazzati neri da quando, cioè da anni, hanno gettato tutti i loro risparmi in azioni svalutate. Roma e Napoli sono due mine vaganti sotto minaccia di un sistema calcio corrotto fino al midollo.

    RispondiElimina
  80. Vorrei chiedere allo SSCNapoli se hanno la faccia come il culo e come si sentono dopo aver fatto vedere al mondo (perchè si è visto anche in Brasile) che la loro tifoseria è nelle mani della camorra. Gerry a carogna comanda come Toscanini tutta l'orchestra, dice se si può o non si può giocare, dice se devono o non devono cantare, se devono o non devono festeggiare e in 40000 gli danno retta. Ma loro sanno solo scrivere lettere indignate, il silenzio delle volte è obbligatorio, almeno quello o parlino solo in presenza di avvocati.

    RispondiElimina
  81. Sopravvissuto4 maggio 2014 17:03

    A Tokio c'é la Yakuza, a Pechino la mafia cinese, a New York le gang, non per questo non andiamo li in vacanza o per lavoro. Rimangono città malavitose. Come Napoli.

    RispondiElimina
  82. Sopravvissuto4 maggio 2014 17:41

    La Fiorentina retrocesse in B ed io, il lunedì, in giro per il paese con la maglia di Batistuta....Oggi al parco, pieno di bambini che giocano a football, mio figlio con maglia di Gomez. Noi siamo così...

    RispondiElimina
  83. Una pagina bella.

    http://www.firenzeviola.it/primo-piano/video-fv-il-coro-per-vincenzo-montella-156106?utm_medium=facebook&utm_source=twitterfeed

    RispondiElimina
  84. Noi tifosi viola siamo così

    RispondiElimina
  85. È anche per questo che sono orgoglioso di essere tifoso viola

    RispondiElimina
  86. colonel.blimp4 maggio 2014 18:34

    Di inconfutabile c'è la partecipazione influente del compagno di Aquilani, che basta all'annullamento.

    RispondiElimina
  87. colonel.blimp4 maggio 2014 18:34

    Montella non ha disqus, in panca, a farlo scazzare.

    RispondiElimina
  88. colonel.blimp4 maggio 2014 18:37

    E' inavvicinabile, si dice (ma non è vero), per ragioni d'ingaggio, però Montella è meglio.... Il più grande giocatore degli ultimi quindici anni lo è adesso, a fine carriera. Al tempo, era un bossetto, un testa di cazzo, uno sempre rotto, un discontinuo (dicevasi a Firenze). Arriva LUCIANO e di Totti si dice quel che si dice adesso. Il resto era per lo più paranza e lui ci ha sfiorato lo scudetto. Ma via, Foco!

    RispondiElimina
  89. colonel.blimp4 maggio 2014 18:43

    Gonfia, condivido: con Samuel si ripartirebbe dalle fettine di culo, come si dice a Firenze. Il mercato di gennaio e Ambrogio non avrebbero insegnato nulla. 36 berges per l'ingronchito ex-stopperone.

    RispondiElimina
  90. In un paese serio con una federazione calcistica seria ieri sera la vittoria sarebbe stata data a tavolino alla Fiorentina. Essendo in un paese che di serio ha veramente poco e con una federazione calcistica che di serio non ha niente la coppa è andata al Napoli. In un paese. In un paese serio con una federazione calcistica seria il Napoli verrebbe escluso dalla partecipazione alle coppe europee (cosa che comunque sarà probabile, ma per intervento dell'Uefa).
    P.S. All'idiota di Massaciuccoli, che di certo capiterà qui a sbirciare, consiglio di finirla di scagazzare cazzate sul sifone. Magari si dedichi almeno ad imparare l'abc del calcio, dato che in vita sua si arroga il diritto a disquisire di calcio non avendo MAI tirato un calcio ad un pallone, se non (forse) sulla spiaggia.

    RispondiElimina
  91. colonel.blimp4 maggio 2014 18:45

    Scusahe ma chill' l'idiota di Massacciuccoli? Non capisco! Devo essermi perso due anni di puntate (ahahahahahahahahahahah!)!

    RispondiElimina
  92. Blimpe ho trovato il link per te ah ah ah

    http://www.calcionapoli24.it/rassegna_stampa/la-moviola-di-gazzetta-giusto-annullare-il-gol-a-aquliani-c-era-fuorigioco-n174886.html

    RispondiElimina
  93. colonel.blimp4 maggio 2014 18:46

    Genny eminenza grigia di Renzi.

    RispondiElimina
  94. Tanto paranza non era quella Roma. Tutt'altro, Colonnello. Ciò non toglie che Luciano sia un grande allenatore, che a me piacerebbe vedere un giorno sulla panchina viola. Magari dopo essere passato per quella del Barça.

    RispondiElimina
  95. Prova a indovinare..... (eheheheheheheh)

    RispondiElimina
  96. colonel.blimp4 maggio 2014 18:48

    Beh, ma che c'entro io? Anche a Genny capiterà di aver ragione qualche volta, in vita sua.

    RispondiElimina
  97. colonel.blimp4 maggio 2014 18:48

    Preferisco Jenny a Genny.

    RispondiElimina
  98. Per un i tifoso di San Frediano che si rispetti son boni anche i gol che non sono boni, figurati quelli boni, ma te non sei di San Frediano, oppure non sei nemmeno tifoso? ah ah ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  99. colonel.blimp4 maggio 2014 18:53

    Io credo che la Fava Atomica potrebbe aver anche ragione: aver giocato a calcio, aver visto qualche milione di partite può anche sviare. Siamo troppo dentro alle cose, qui sul sitollock, siamo troppo blasés. Uno sguardo vergine come il suo, vergine come il suo manubrio, può cogliere aspetti che a noi sfuggono per eccesso di confidenza con la materia. Parimenti, se lui guarda da puro esterno qual è una figona che mi trombo, può vedere dettagli che a me, per troppo ravvicinato rapporto, possono sfuggire. Insomma, Zazà è utile e complementare. Torna, LEGGENDA!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  100. colonel.blimp4 maggio 2014 18:55

    Ho esposto la mia opinione in materia, del resto da tutti i media senza eccezioni. Ti dissi che sono stato sanfredianino acquisito per sei anni, non abbastanza per bermi il cervello.

    RispondiElimina
  101. colonel.blimp4 maggio 2014 18:56

    «Del resto condivisa», qua sopra.

    RispondiElimina
  102. colonel.blimp4 maggio 2014 18:57

    Genny presidente morale di tutti gli Italiani.

    RispondiElimina
  103. colonel.blimp4 maggio 2014 18:58

    Genny a inaugurare, da deportato, il primo campo italiano costruito dalla Merkel.

    RispondiElimina
  104. colonel.blimp4 maggio 2014 18:58

    Genny bell'uomo.

    RispondiElimina
  105. colonel.blimp4 maggio 2014 18:59

    Genny arbiter elegantiarum.

    RispondiElimina
  106. colonel.blimp4 maggio 2014 18:59

    Genny legge Catullo e scoreggia ciceri e tria.

    RispondiElimina
  107. Non vedo l'ora di poterlo spernacchiare tutti i giorni qua sopra.

    RispondiElimina
  108. colonel.blimp4 maggio 2014 19:02

    Per lo più, McGuire, per lo più, avevo scritto.

    RispondiElimina
  109. colonel.blimp4 maggio 2014 19:11

    M'immagino cosa sarebbe successo in uno stadio tedesco se Genny avesse saltato l'inferriata: marmellata di Genny. Una volta, dentro la cattedrale di Speier mi attaccò bottone un povero mendicante (rara cosa im Deutschland): fiosofeggiava da fool shakespeariano, voleva mezzo marco ma anche provarmi, dialetticamente, come la vita fosse stata ingiusta verso il suo genio (cosa possibile, del resto). Qui in Italia gli avremmo dato spago, una moneta in mano, l'avremmo bonariamente ricondotto all'uscita spiegandogli la sconvenienza di quella condotta in chiesa. Manco faceva chiasso, poverino. Aveva cominciato da due minuti appena, forse nemmeno, sotto gli sguardi duri dei fedeli che passavano (non c'era funzione in quel momento), quando entrano rapidi e forzatamente sorridenti due sigfridi di due metri, armadidellanonnaformi, che gli si fanno sotto da dietro e lo sollevano, lui sorpreso e poi subito inveente vanamente, da sotto le ascelle, a mezzo metro da terra e in un battibaleno sono nella bussola e lo spettacolo svanisce come se l'accattone non fosse mai esistito.

    RispondiElimina
  110. colonel.blimp4 maggio 2014 19:12

    Kappler, per Genny.

    RispondiElimina
  111. Il bello è che mette in bocca parole mai scritte da altri, ha riportato un virgolettato dove si è smerdato fino ai capelli e non gli è rimasto che ammettere che il mio ragionamento implicasse quanto testa di cazzo sia, in quello ha centrato il nocciolo.

    RispondiElimina
  112. Sopravvissuto4 maggio 2014 19:21

    Gott mitt......

    RispondiElimina
  113. sopravvissuto4 maggio 2014 19:24

    Noi trattiam la palla con la suola.. A testa alta. Vai, Erede ariano, vai...umiliali (i miei figli attuano gran possesso palla. Hanno le palle!).

    RispondiElimina
  114. Riconsideriamo gli eventi di ieri: un pazzo assassino romano prima provoca dei tifosi del Napoli e poi, assalito, spara loro addosso. Inoltre (come episodio molto meno grave) in un autogrill tifosi napoletani e fiorentini se le danno.
    Nello stadio e subito fuori nulla succede, in particolare non ci sono contatti fra le due tifoserie, né (a quanto sembra) fra loro e le tifoserie romane.
    Allora, perché la partita inizia con quasi un'ora di ritardo? Solo perché lo chiedono i tifosi del Napoli, capeggiati da un presunto camorrista, che tengono in scacco due squadre e 60.000 persone, fra cui il Presidente del Consiglio, il Presidente del Senato e tutta la nomenklatura calcistica italiana, minacciando di mettere a ferro e fuoco lo stadio e la città se la partita comincia senza che loro sappiano cosa è successo al loro tifoso. Chiedono e ottengono che il capitano del Napoli e alcuni esponenti delle forze dell'ordine vadano a relazionare al loro capo sull'accaduto e, solo quando sono sicuri che il loro tifoso è (per fortuna) fuori pericolo e che i tifosi viola nulla c'entrano nella vicenda, danno il loro benestare all'inizio della partita. Intanto lanciano fumogeni e bombe carta contro le forze dell'ordine.
    Il tutto è semlicemente vergognoso: vegognoso è il comportamento della tifoseria napoletana, vergognoso è l'atteggiamento delle forze dell'ordine.

    RispondiElimina
  115. Aggiungo che, pur con tutta l'antipatia, va detto che la tifoseria romanista non c'entra, visto che è un singolo pazzo che si mette a sparare ai tifosi del Napoli.
    La tifoseria nostra non ha combinato nulla.
    La tifoseria napoletana, capitanata dal loro degno boss, è stata quella che si è comportata in maniera vergognosa.

    RispondiElimina
  116. Finisco e dico che o si decideva (ma subito) di non giocare la partita oppure la si giocava nei tempi previsti. Siamo però in Italia, e si è giocato in ritardo, dopo trattative con personaggi quantomeno discutibili.

    RispondiElimina
  117. Sul sitone c'è un coglione che c'è ricascato mani e piedi, è talmente idiota che in quel riporto non c'è quello che mi attribuisce, ma lui lo riporta!!!! C'è chi gli attribuisce cultura ma per me non sa proprio leggere, bello che voglia renderlo pubblico a tutti, bello che non capisca il significato delle parole e lanci accuse all'aria quando questa lo accuccia con un refolo. Siamo al limite della pazzia, ama auto infliggersi punizioni che nessuno vorrebbe impartirgli, gli manca i vaffanculo che collezionava qui e vorrebbe dare una svegliata ad altri prendendoli pure li. Questo è masochismo compulsivo, un negletto stato d'animo che abbisogna di cure immediate, di quelli bravi.

    RispondiElimina
  118. colonel.blimp4 maggio 2014 19:55

    Anto... «con personaggi quanto meno discutibili»... ahahahahahahahahahah! Che brao ragazzo tu se'! E ti vorre' come figlio! Tu se' 'n gentlemenne, l'orgoglio della tu' famiglia, 'na cosa d'antri tempi! O Pollocche, 'ndo tu l'ha' scovaho uno così? Chiama i' Genny personaggio quantomeno discutibile... ahahahahahahahahahahah! Se lo legge i' Genny e'se lo sbaciuccchia tutto, credo che in vita sua nessuno l'abbia chiamato personaggio quantomeno discutibile... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  119. colonel.blimp4 maggio 2014 20:15

    McGuire, guarda che Zazà ti pensa e ti «riporta» su cloaca. Non infierire, della Versilia abbiamo bisogno, è la nostra terra naturale di vacanze.

    RispondiElimina
  120. colonel.blimp4 maggio 2014 20:28

    Ehhhhhhhhh, dicono sempre così i primi della classe! Non bisogna vergognarsi a non esser figlio di mignotta: mi spiace però che tu sia capitato tra noi che lo siamo e che non oseremmo mai rivolgerci a Genny con un appellativo consimile. Ludde lo dice sempre, che qui ci sono solo geometri, macellari e pesciacci d'acquario cafoni. Ebbene noi d'ora in poi lo controbatteremo portando il tuo esempio: Ludde, prendilo in tasca, noi e' ci s'ha Anto!!!!

    RispondiElimina
  121. colonel.blimp4 maggio 2014 20:51

    Comunque Genny ha più palle dell'Uomo del Cambiamento, di Mister Ottanta Euro, che tela dalla tribuna di fronte alla PROPRIA impotenza.

    RispondiElimina
  122. A proposito di personaggi quantomeno discutibili.

    RispondiElimina
  123. Se avete un salvagente lanciateglielo, anche un mezzo marinaio basta.......

    RispondiElimina
  124. No, no, per Lud sono troppo cuccureddico anche io

    RispondiElimina
  125. La partita tra vecchie glorie dice che:
    finiremo quarti
    chi paragona Icardi a Batistuta merita la galera
    Il tiki-taka non fa vincere, ma neanche il pragmatismo
    Seedorf che allena in serie A sono soldi sprecati, io ci andavo per un quinto.

    RispondiElimina
  126. colonel.blimp4 maggio 2014 23:09

    Il Bati trombava parrucchiere, non troie comuni (sai perché Wanda usa Twitter e non FaceBook? Perché su Twitter c'è l'uccello).

    RispondiElimina
  127. Su quello che ha fatto Seedorf con quella squadra di derelitti non sono tanto convinto, punti insieme ne ha messi tanti.

    RispondiElimina
  128. L'nter che ci avrebbe dovuto soffiare il 4° porto potrebbe andare a meno 7

    RispondiElimina
  129. colonel.blimp4 maggio 2014 23:45

    Solo porto delle nebbie, dunque, per l'Inter.

    RispondiElimina
  130. Sopravvissuto4 maggio 2014 23:53

    "Licata in formazione Allievi e senza allenatore. Ma anche la Cavese si è presentata senza allenatore, data l'intenzione di Francesco Chietti di non voler andare in panchina e di voler presentare le dimissioni perché gli sarebbe stato imposto ...da alcuni tifosi di utilizzare due specifici calciatori originari di Cava. Si sono dichiarati dimissionari anche il resto dello staff tecnico, il massaggiatore e il consulente di mercato.". Cavese-Licata 19-5..... Cava dei Tirreni...2 capi-tifosi impongono la formazione. Cava d.Tirreni...vicino Napoli...Come Nocera (radiata). Tre indizi fanno una prova schiacciante. Amen.

    RispondiElimina
  131. Ieri sera dopo quelle scene disgustose ho iniziato a fare la conta di mete disponibili onde iniziare una nuova vita, una nuova attività, di voltare pagine ed imparare una terza lingua falsificando i documenti, avere un passaporto italiano di questi tempi è avvilente, degradante, una vera e propria vergogna.

    RispondiElimina