.

.

mercoledì 1 maggio 2013

Un Questore cresciuto in olio d'oliva

Dopo la notte bianca, la cronaca nera di una notte bianca passata dal Gat a scrivere di un torvo Corvino, e un trippaio disperato che in tempi di crisi è rimasto al verde, ma nel senso che ha finito la salsa verde dopo aver finito anche il vino rosso, adesso rimane ancora sospesa solo la decisione sull’orario della partita. Il questore Zonno, infatti, forse consigliato dal Circolo del tè delle cinque che ha sede non a caso alle Cinque Vie, insiste appunto per l’orario pomeridiano, si dice per motivi legati all’ordine pubblico. Per motivi di ordine pubblico se è per questo sembrerebbe più logico legare il Questore, che intanto ha imposto il divieto di chiudere le porte di casa durante la partita per evitare che i cavalli dei fiaccherai possano commettere atti vandalici. Comunque siamo solo a mercoledì ed ha ancora tutto il tempo l’ineffabile Questore, che vada pure a fare una tranquilla gita fuori Porta San Frediano, magari la decisione ce la potrà comunicare anche domani che è giovedì e quindi davanti a un piatto di gnocchi, altrimenti venerdì davanti a una frittura di paranza o direttamente sabato con la trippa quando non ci sarà più trippa per il Gat e basterà avvertire le squadre senza dire niente a nessuno, e così si sarà risolto il problema alla radice, perché il Questore per buttar giù tutto quello che ha mangiato beve e non lo dice, forse dovrebbe semplicemente invertire il campo. Giocare a Roma per motivi di ordine pubblico, con l’ombrello sotto una fitta pioggia di puncicate, la formazione farla fare a Bersani e il calcio d’inizio farlo tirare a Luigi Preiti, magari dopo averlo fatto sparare in aria per finire i colpi. Insomma, potrebbe essere questa la decisione di una carriera, la svolta, anche se forse la decisione dove andare in ferie oppure se fare il Piazzale o i Viali per andare al Ponte alla Vittoria hanno una maggiore rilevanza nella sua agenda, meglio comunque giocare alle 18 che non alle 20:45 con la luce spenta per via del risparmio energetico come aveva comunicato in un primo momento dietro suggerimento di un Pecoraro Scanio più trombato della Fico, volendo ovviare mettendo le Eolie in Toscana, poi gli hanno spiegato che per produrre energia alternativa servivano pale eoliche e non isole. Diciamo pure che più che un Questore sembra un vulcano, un uomo dalle mille iniziative, inarrivabile, c’è stato un momento che colpito nell’orgoglio dall’errore sulle Eolie voleva persino fare le porte con i pali eolici, poi la svolta, e per questo ha pensato ai pannelli fotosvoltaici, ma alla fine ha scelto la strada più semplice che è quella di giocare alla luce del sole. Dicevamo un uomo inarrivabile, infatti, quando gli è stato spiegato delle strane traiettorie di questi nuovi palloni che sembrano il vecchio Tele, si è preoccupato solo che fosse stato pagato il canone, un uomo tutto d’un pezzo, o meglio a filetti, duro nelle decisioni sul lavoro ma tenero quando è in famiglia, tanto che si taglia con un grissino, diciamolo pure, un Zonno Insuperabile.  

110 commenti:

  1. Sempre più mi convinco che l'acquisto di Rossi sia stato deciso quando ancora l'esplosione di Ljajic non era stata preventivata. Poi le cose sono cambiate rapidamente, Adem ha preso a segnare con regolarità e ad inanellare ottime prestazioni, tanto da scalzare Luca Toni e diventare titolare inamovibile. Ora si tratta di capire se Ljajic e Rossi possono giocare insieme. Considerando che Cuadrado è un punto fermo, andrà capito come gestire il rapporto tra due giocatori che si esprimono al meglio come attaccanti partendo larghi da sinistra e accentrandosi, se non mi sbaglio. E dunque avremo un Rossi centravanti, o un Ljajic retrocesso a centrocampo, oppure i due si scambieranno con compiti di punta centrale ed esterno facendo valere le loro qualità di palleggio. Se poi rimanesse Jovetic i problemi si aggraverebbero ancora. In caso contrario l'acquisto di un centravanti di area di grande valore relegherebbe uno dei due in panchina. Insomma un bel problema per Montella, sempre che Ljajic rimanga come mi auguro.

    RispondiElimina
  2. Lud, penso che si fara' turnover, necessario sia per gli impegni europei (EL o CL) sia per le condizioni fisiche di Pepito e, se rimane, di Jojo. Tre giocatori per due posti: Ljajic, Rossi e Jojo o il nuovo centravanti forte, poi ci saranno i rincalzi: Toni, Seferovic o Larrondo, forse Yakovenko. Non mi sembra un problema, anzi, Montella penso abbia imparato a gestire le rose ampie da Fabio Capello, suo allenatore per un lustro, un maestro in questo campo.

    RispondiElimina
  3. Me lo auguro, ad ogni modo in generale in attacco la squadra è fatta, ci vogliono solo un portiere (lo stesso Viviano se il prezzo è adeguato, sennò io punterei su Perin, sarebbe una bella scommessa) e qualche ricambio a centrocampo. Per la difesa dibattito aperto tra chi come me ritiene che il gioco di Montella possa aver messo talvolta in difficoltà i difensori (se cala il ritmo) e chi ritiene i nostri difensori dei brocchi da rimpiazzare.

    RispondiElimina
  4. Io credo che Jovetic abbia rinnovato perchè grato alla società del supporto durante il lungo infortunio. E mi aspetto che anche Ljajic rinnovi per gratitudine verso la Fiorentina che l'ha preso, cresciuto e atteso. Non può andarsene non appena ha incominciato a rendere per il suo valore.

    RispondiElimina
  5. Che l'attacco sia fatto non ne sono sicuro, anche se rimanesse Jovetic il quarto attaccante non si può chiamare Seferovic né si può riporre in Toni l'onere di rifare una stagione a questo livello. Le competizioni sono 2 l'anno prossimo, a livello fisico saremo parecchio sollecitati, si gioca di Giovedì, e i recuperi devono essere rapidi, con quattro attaccanti non si può affrontarla. Una punta arriverà, forse più di una se JoJo ci saluta. Un esterno sinistro di livello, un difensore ed un portiere, e un nuovo regista di centrocampo, da far crescere sotto la sapiente guida di Montella e del Pek.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore1 maggio 2013 11:03

    Ludwig pone un problema di abbondanza, ma comunque un problema vero nell'auspicato caso di rinnovo di Ljajic. Non mi convince neppure il discorso dell'alternanza tra due calciatori (Rossi e Ljajic) di quel calibro. Fortuna invece che , come sta capitando stupendamente con Jovetic-Ljajic, possono coesistere benissimo, anzi possono essere quanto di meglio possiamo schierare in attacco nella Fiorentina di Montella. Altrimenti si creerebbe una situazione del tipo Baggio-Del Piero nella Juventus di qualche anno fa. Col centravanti da 20 gol che si presume prenderemo, il discorso dell'alternanza andrà fatto a tre per due posti ed anche considerando una possibile coesistenza dei tre, più l'inamovibile Cuadrado, in certe partite ed in certe situazioni.
    Col ritorno a casa di Seferovic mi auguro che il discorso Toni a Firenze sia chiuso. Ha dato, va ringraziato, ma che sia finita lì.

    RispondiElimina
  7. Toni rinnova che io sappia, non certo per un posto di titolare. Rossi e Ljajic possono giocare tranquillamente insieme, non ci sono problemi di coesione infatti, così come entrambi possono fare da spalla a Jovetic. Cuadrado non toglie posto agli attaccanti, benché faccia goal e faccia segnare, gioca esterno e occupa una casella che non ingolfa l'attacco. Quattro attaccanti sono pochi per due competizioni, chiaro che se rimane Larrondo e Mounir il discorso cambia, ma l'ultimo se ne va, non lo confermano, l'altro....boh ?! Rimangono Rossi, Ljajic, Seferovic se non lo mandano a fare altra esperienza (che gli servirebbe), Toni che rinnova, e Jojo se non se ne va ma ho seri dubbi che rimanga. In ogni caso non bastano per campionato e EL, men che mai se CL.

    RispondiElimina
  8. Toni se resta sarà uomo gruppo, il campo lo vedrà pochissimo; Seferovic avrebbe bisogno di un ultimo campionato di svezzamento, in una A tipo Chievo, a giocare; Larrondo ed El Ham sono sacrificabili; Jojo penso se ne andrà. Su Rossi vi vedo molto, troppo ottimisti: ammesso che recuperi, sarebbe folle fargli fare tre partite a settimana, direi che è prudente fargliene fare sulle 25 in totale. Non ha comunque problemi di integrazione con Ljajic, che parte più da lontano, ed è più centrocampista che punta. Il centravanti vero e proprio ci vuole assolutamente, e deve essere forte: le voci - Osvaldo e Negredo - mi rassicurano. Cuadrado è un altro che parte da lontano e si fa la fascia con inserimenti anche al centro, è compatibile con chiunque. Un'ipotesi che mi affascina, viste anche le caratteristiche dei giocatori, è tenere Ljajic e Cuadrado larghi a partire da lontano, e Osvaldo/Negredo e Rossi di punta. Claro che il centrocampo dovrebbe fare un gran lavoro di supporto, e non tutti hanno le caratteristiche adatte. Con una difesa a quattro rimarrebbero due posti a centrocampo, con la difesa a tre uno in più, ma in questo caso Ljajic e Cuadrado, su quelle fasce, si dovrebbero massacrare. Cuadrado lo può fare, Ljajic ancora non so.

    RispondiElimina
  9. Troppe punte in campo Deyna, ben quattro, un modulo stile Torino che implica anche il sacrificio di un centrocampista nel cosiddetto 4-2-4. Fra l'altro gli attaccanti del Torino sono attaccanti per modo di dire. Meggiorinii mi è sembrato tutto tranne che una punta. Lo definirei il tuo fantamodulo da fantacalcio. Giuseppe Rossi l'anno prossimo dovrebbe aver recuperato, mi auguro che giochi molte partite. È giusto tuttavia in sede di campagna acquisti tener conto anche delle ipotesi peggiori, e non farsi trovare impreparati di fronte a nuove défaillance di Pepito.

    RispondiElimina
  10. Cuadrado inizia la carriera da terzino, ora è un centrocampista avanzato di fascia; Ljajic è un centrocapista avanzato/trequartista, costretto a giocare da punta qui da noi, in passato, per l'infortunio di Jojo. L'Argentina '78 giocava con due tornanti di fascia, Bertoni e Ortiz/Valencia, e due punte, Kempes e Luque, con dietro due centrocampisti, il regista a tutto campo Ardiles, e Gallego, a coprire. Quel che non torna per noi è semmai il fatto che non abbiamo centrocampisti adatti a questo modulo [Borja è un Ardiles, ma Pizarro o Aquilani non possono certo fare Gallego].

    RispondiElimina
  11. colonel.blimp1 maggio 2013 11:51

    Che Jojo partisse si sapeva dall'estate, è stato speso tempo degno di miglior investimento per parlarci di una prospettiva d'attacco Jojo-Pepito (per la quale l'ultimo dei due sarebbe stato acquistato) assolutamente improbabile, ingestibile, inattuabile, già a tavolino allucinatoria: era questo il fantamodulo da fantacalcio. Adesso ci si fascia la testa per problemi di abbondanza ma, come ha scritto Deyna, con la competizione europea e Pepito da economizzare o comunque non ancora pimpantissimo dopo un così lungo stop, c'è bisogno di centravantone, di Sefe in panca e di tutti gli altri che già ci sono (ma Larrondo e El Ham via, Toni nella canfora per la posterità) più il garrinchino se si mette nell'ordine di idee giuste verso Firenze altrimenti Madè saprà trovare di che. A centrocampo un innesto di qualità e un portiere, Alonso c'è già, se Savic è venduto per 10 sacchi allora rimpiazzo, altrimenti, col ritorno dell'egiziano e di Campo e le migliorate condizioni di salute del Fac, bene così. In porta, semplicemente, un portiere. Ed è squadra di vertice.

    RispondiElimina
  12. Ammesso che Rossi recuperi del tutto, Jojo ci insegna che dopo infortuni del genere [e quello di Rossi è più grave] non si reggono impegni troppo frequenti, perché l'articolazione e la muscolatura ne risentono. O si fa giocare "centellinandolo" un po', cioè non tre volte a settimana, o ci sono da mettere in conto periodici stop, purtroppo.

    RispondiElimina
  13. Lud si ostina con i quattro attaccanti in campo perché per lui Cuadrado gioca attaccante, ha deciso così, e così è se vi pare. Che faccia l'esterno e aiuti in difesa no, quello è hobby, avanza tempo, gioca attaccante, oh, mettetevelo in testa. Duri!

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore1 maggio 2013 12:12

    Certo, Colonnello, che Jovetic sarebbe rimasto, quasi certamente, solo un anno, lo si sapeva, perché lo fece capire lo stesso ADV, ciò non toglie che si integrerebbe benissimo con Rossi ( perfetto quindi in ogni caso), come ogni osservatore sostiene, e come sta facendo con lo stesso Ljajic, la cui esplosione rende meno dolorosa e persino accettabile la cessione di Jovetic.

    RispondiElimina
  15. Facciamo fare a Cuadrado il terzino Leo, quando la sua esplosione si deve all'adozione del 4-3-3 come lo stesso giocatore ammette. E priviamoci di un modulo eccellente per avventurarci in un altro francamente cervellotico in cui viene smantellata la linea dei tre tenori per inserire una punta. Dai!

    RispondiElimina
  16. Deyna, un modulo con Ljajic, Rossi e centravantone (o Jovetic) contemporaneamente in campo presuppone un centrocampo piu' coperto, la vedo difficile, ripeto che questi tre secondo me si alterneranno per i due posti da attaccante.

    A proposito di Seferovic, darne meta' al Chievo per Thereau, come si legge su vari siti, mi sembra una mossa poco opportuna, a meno che non si studi una formula con un eventuale controriscatto.

    RispondiElimina
  17. Non c'è da cambiare modulo Lud, Cuadrado farà l'esterno come sta facendo adesso, la davanti giocheremo con le solite due punte ed il gioco è fatto. Ma se con due giochi tutte le partite non puoi permetterti di averne "solo" altre due in panca, anche se disputi un EL, e la Fiorentina non la giocherà per timbrare il cartellino, servono almeno 5 attaccanti di cui almeno 3 di livello. Ljajic pare maturato, di Rossi si sa, il terzo, rimane Jovetic ?! Non credo. Confermano Toni per le emergenze, quelle gravi, e poi ?! Seferovic non è ancora pronto, mezza stagione in B non basta per tenerlo a scaldare la panca un altro anno, andrebbe mandato a farsi le ossa, ancora, in una squadra di A bassa. Larrondo ?! Può darsi ma si parla ancora di un panchinaro, non di un titolare. El Ham non è da Fiorentina e verrà ceduto. Parlare di abbondanza ancora ce ne vuole.

    RispondiElimina
  18. Non è che voglio proporre Osvaldo/Negredo e Rossi di punta, con Ljajic e Cuadrado a far gioco sui lati, in tutte le partite...Come ho premesso, Rossi è consigliabile farlo giocare per non più di 25 partite. Dico che in molte gare si potrebbe pensare a un modulo del genere, che si può fare anche con tre centrocampisti e difesa a tre [a quel punto però Ljajic e Cuadrado devono partire da lontano e coprire con costanza]. Ci sarà modo di far giocare parecchio tutti i componenti della rosa d'attacco, in cui considero le punte vere e proprie [Osvaldo/Negredo e Rossi più riserve], e i centrocampisti offensivi [Ljajic e Cuadrado, e le riserve come Wolski]. La soluzione prevalente [per me] dovrebbe prevedere la presenza del centravanti vero, solo in casi particolari giocare col falso nueve.

    RispondiElimina
  19. Abbondanza non l'ho scritto ma Chiari interpretando il mio pensiero. Io ho sollevato invece il problema di un possibile dualismo tra Ljajic e Rossi, suggerendo diverse possibili soluzioni, tra le quali escludo quella di avere in campo Ljajic, Cuadrado, Osvaldo e Rossi perchè troppo azzardata, anche perchè così facendo o togli un centrocampista o togli un difensore. Se togli il difensore Cuadrado deve arretrare a coprire e Ljajic fare il lavoro di Pasqual. Intendiamoci ogni modulo è possibile se si trovano i giusti equilibri ma questo mi pare poco ortodosso. Se togli il centrocampista elimini uno dei tre tenori.

    RispondiElimina
  20. Rimanderei a più in là questa discussione, visto che non sappiamo ancora se giocheremo con difesa a tre o a quattro, se con un tridente classico, o due punte con trequartista dietro, ecc ecc. Abbiamo già perso troppo tempo a parlare della coesistenza - per me difficoltosa e da pochi frutti - tra Jojo e Rossi, quando poi il montenegrino con ogni probabilità se ne andrà, com'era prevedibile. Parlerei più del centravanti che ci manca, visto che quello credo arriverà in ogni caso.

    RispondiElimina
  21. Nemmeno io ho scritto che bisogna cambiare modulo, è stata una tua conclusione, non mia e non credo che l'arrivo di Osvaldo (o chi per lui) convinca Montella di un cambio di modulo. Ljajic/Osvaldo, o Rossi/Ljajic è una soluzione praticabile che non pregiudica l'arrivo di un attaccante forte né la necessità di cambiare modulo. Cuadrado non è in ogni caso un attaccante, questo dovresti capirlo.

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore1 maggio 2013 15:52

    Deyna, il duo Rossi-Ljajic può andare bene ma quello Rossi- Jovetic no? Spiegami, non capisco.
    Andiamo avanti, nonostante lo scetticismo ( per non dire l'ostilità) diffuso ad inizio anno, il duo Jovetic-Ljajic sta funzionando, è diventato l'attacco titolare della Fiorentina spettacolare, e quindi non si vede perché non dovrebbe funzionare, come titolare, il duo Rossi-Ljajic. Quindi pur considerando necessario il centravantone, anche lui dovrà mettersi tra i tre che ruotano per due posti, sulla base delle esigenze contingenti, non essere l'unico inamovibile.
    Inoltre , se viene il centravantone, come tutti vorremmo, perché deve restare Toni ed andarsene, ancora una volta, Seferovic?
    A me sta cosa di Toni che "deve" rimanere anche l'anno prossimo puzza di impegno pregresso, ma oggi assolutamente sbagliato e dannoso , perché, nel caso, chioccia o non chioccia ma sempre al tramonto avanzato, Toni toglierebbe il posto, anche come riserva, a chi, l'anno prossimo, potrebbe fare molto meglio di lui.

    RispondiElimina
  23. Ma Lud è da quando è arrivato a Firenze che vede Cuadrado come un attaccante puro, figuriamoci se cambia idea ora che Montella l'ha sollevato un po' dalle incombenze difensive, eheh

    RispondiElimina
  24. Chi l'ha detto che il duo Ljajic-Rossi può funzionare? Non certo io...Per Seferovic penso sia meglio giocare titolare in A per completare la maturazione, che fare la riserva da noi...Se si conferma, tornerebbe a Firenze da seria alternativa alle altre punte, ora non credo sia pronto. Ha acquisito sicurezza [giocando], ma il livello della B di quest'anno è veramente bassissimo...

    RispondiElimina
  25. Chiari, quando giriamo al massimo, secondo me, funzioniamo NONOSTANTE la mancanza del centravanti, non a causa di questo. Il movimento che fa Jovetic, più o meno, lo posson fare anche Osvaldo o Negredo, aggiungendo però peso e colpo di testa. In molte partite abbiamo pagato questa mancanza, quando eravamo un po' a terra in particolar modo: partite come quelle con Pescara e Catania le avremmo tranquillamente vinte col centravanti...In definitiva io sono fermamente contrario all'attacco di mezzeseghe e nani vari, non mi priverei mai del gioco aereo e del peso. Chiaramente, il nuovo centravanti deve avere anche tecnica e mobilità...Il Barcellona è unico, ha movimenti e sincronismi che cura da più di un decennio fin dalle giovanili, noi non li abbiamo, e non li avremo a breve. Anche il Barça stesso, comunque, a volte paga caro l'oltranzismo sulla via del falso nueve, quando è in difficoltà gli servirebbe eccome un Negredo...

    RispondiElimina
  26. Chiarificatore1 maggio 2013 16:06

    Bene Deyna, non lo pensi ? Allora spiegami perché se funziona alla stragrande il duo TITOLARE Jovetic-Ljajic, perché non dovrebbe funzionare un duo TITOLARE Rossi-Ljajic. Non capisco.
    Anche su Seferovic, mi sembri sfuggente, caro Deyna, ti chiedo, per la Fiorentina , e sottolineo per la Fiorentina, dell'anno prossimo, chi realisticamente, secondo te, potrà essere più utile IN CAMPO, tra Toni e Seferovic?
    Ripeto, la conferma di Toni per me sarebbe scandalosa, motivata solo da impegni biennali presi per convincerlo a riprendere l'attività di calciatore in Italia.

    RispondiElimina
  27. Si rischia un altro caso Romizi, pareva pronto per la titolarità ed è sparito in B senza possibilità di vederlo neanche fra le riserve delle riserve per il prossimo anno. Coi giovani serve prudenza, a meno che non si faccia come con Neto non si può rischiare di mettere Seferovic in panca per un lungo periodo, deve giocare e nella Fiorentina avrà poche possibilità, non ha senso puntare su un giovane come riserva, si rischia di non capirne il reale potenziale, cosa che, giocando in una di serie A da centro bassa classifica, si capirebbe in altro modo. Toni utilizzato come pure emergenza rappresenta invece una garanzia, già quest'anno ha fatto molto, non è che un anno in più in panca ci peggiori i risultati, quest'anno si può dire tutto il contrario, ad averne come riserve così.

    RispondiElimina
  28. Ho sempre ricordato che Cuadrado è un "esterno alto di destra". Sappiamo che si esprime meglio nel 4-3-3 perchè ha un difensore alle spalle e può fare sostanzialmente il terzo attaccante nel tridente. Da quando gioca così sta segnando con regolarità. Aggiungo che nel nuovo assetto tattico decisiva è apparsa la mossa di liberare Cuadrado dal compito di presidiare tutta la fascia. Successe lo stesso quando Bearzot tolse a Tardelli i compiti di marcatura liberandone il potenziale offensivo ai mondiali dell'82. Non tornerei indietro rispetto a quella scelta ricordando un vecchio assioma della tattica calcistica: non offende di più una squadra con molti attaccanti in campo.

    RispondiElimina
  29. Concordo alla grande sulle mezze seghe, senza nulla togliere alla categoria. Anche quest'anno i nostri uomini goal sono tutto tranne che bassi, Jovetic, Cuadrado, Toni, Aquilani, Gonzalo, insomma, nanetti tecnici ben vengano, infarcire la squadra "solo" con quelli, vade retro!

    RispondiElimina
  30. Chiarificatore1 maggio 2013 16:10

    E non solo Seferovic, persino Larrondo, secondo me, l'anno prossimo andrebbe meglio di Toni. Per non parlare dello stesso El Hamdaoui.

    RispondiElimina
  31. A parte che Jovetic, quando sta in area, ha più peso di Rossi, non ritengo conveniente limitare le soluzioni offensive a qualche triangolo e azioni individuali in velocità. Il centravanti non lo voglio statico e pesante, non voglio nemmeno Gomez, per dire, ma un centravanti è per me indispensabile per migliorare l'attacco. Del resto, mi sembra che Macìa&Pradè lo abbiano come priorità, se pressano Osvaldo, Negredo e Soldado, no? Su Seferovic: non mi lascerei prendere da facili entusiasmi, quando giocava qui ha fatto intravedere qualcosa di buono, ma era fondamentalmente acerbo e inadeguato per giocare nella Maquina. Ora si è sbloccato, ma gioca in una categoria cialtronesca, dove segnano attaccantio strafiniti per la A. Gli farebbe bene continuare altrove il processo di crescita, per me. Certo che sarebbe meglio di Toni come riserva, ma Toni anche se firma il campo lo vedrà pochissimo, dai retta, sarà la riserva della riserva.

    RispondiElimina
  32. Chiarificatore1 maggio 2013 16:13

    Deyna, ripeto, secondo me anche un gran centravanti si deve mettere sullo stesso piano di Rossi e Ljajic, per due posti, salvo eccezioni in cui si possono mettere tutti e tre.

    RispondiElimina
  33. Per quanto riguarda il centravanti, se parte Jovetic e restano Rossi e Ljajic il terzo deve essere un attacante di area con grosse potenzialità che possa ampliare la gamma delle soluzioni offensive. Avere tre piccoli non avrebbe molto senso. Di questi tre in campo, però, credo ne potranno scendere in campo solo due per volta.

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore1 maggio 2013 16:16

    Perfettamente d'accordo con Ludwig, è esattamente quello che sto sostenendo.

    RispondiElimina
  35. Lud, ricominci con le arrampicate ed allora servono i rampini per riportarti alla ragione. Cuadrado sta giocando, tutt'ora, come esterno di centrocampo, non come terzo attaccante, questo lo vedi tu e basta. Che le sue qualità gli permettano di sovrapporsi, suggerire, scambiare ed andare al tiro è un altro paio di maniche ma siamo quasi a fine stagione, dove hai visto Cuadrado attaccante lo sai solo tu. Se marcare qualche goal significa tramutare il ruolo in seconda punta, allora, in quel ruolo, ha uno score abbastanza scarso. Non farti prendere dalle mode dell'ultima ora, Cuadrado gioca a centrocampo, copre la sua fascia di pertinenza, aiuta in difesa, come ha fatto tutto l'anno, ed ha iniziato a marcare qualche goal, che sia sbocciato attaccante è pura fantasia. Sicuramente il prossimo anno ne marcherà di più, meglio utilizzarlo più avanti che più indietro visto come salta l'uomo ma non ci saranno stravolgimenti di modulo, e giocheremo con due punte come sempre.

    RispondiElimina
  36. Leo trascrivo perchè l'ho letto qualche giorno fa e mi ha colpito. Cuadrado: "Riscatto? Spero di rimanere qui. Con 4-3-3 meglio per me"
    28/04/2013
    Così Cuadrado a fine gara in mixed zone: "Aveva ragione Montella a dire di tirare di piu’? Ho visto lo spazio, ho provato, è andata bene. Ci alleniamo molto per tirare in porta in settimana. Si sta vedendo. Europa?Per noi questo finale è una serie di finali, possiamo sognare la Champions, vediamo, anche l’Europa League. Ci proviamo. Con 4-3- 3 mi trovo meglio, perché sto più avanti, non devo stancarmi troppo per tornare dietro, e posso sfruttare meglio le mie caratteristiche. Riscatto? Sono molto contento a Firenze, non dipende da me, mi trovo bene qui, spero di rimanere ancora".

    RispondiElimina
  37. Chiarificatore1 maggio 2013 16:24

    Se Toni firma sapendo già tutti che il campo lo vedrà molto poco sarà un danno per la Fiorentina, e per chi, al contrario di lui,il campo potrebbe vederlo di più, e come riconosci anche tu Deyna, più proficuamente, anche partendo dalla panchina,come Seferovic, El Hamdaoui o Larrondo.

    RispondiElimina
  38. Leo, fondiamo il partito contro i nani da giardino viola, non più di un paio alla volta, e scortati dal centravantone!

    RispondiElimina
  39. Cuadrado: "Con 4-3- 3 mi trovo meglio, perché sto più avanti, non devo stancarmi troppo per tornare dietro, e posso sfruttare meglio le mie caratteristiche" (cioè segno di più: ndr). Vi torna?

    RispondiElimina
  40. Il mio pensiero su Toni è chiaramente in prospettiva, perché già ora ha dato segni di declino accelerato da gennaio in là, un altro anno sul groppone non credo lo migliorerà...Dovessimo decidere però solo in base al rendimento di quest'anno, ha fatto meglio di Larrondo, El Hamdaoui e Seferovic, campo canta. Il marocchino poi non è pensabile tenerlo ancora, al di là di tre bei gol e qualche numero estemporaneo, si è dimostrato un pesce fuor d'acqua, non si è integrato nel gioco, e mai è riuscito, in un anno, a mettersi in una forma accettabile. Mi sembra francamente grasso...

    RispondiElimina
  41. Ludwig se Cuadrado fosse attaccante quest'anno avrebbe deluso parecchio, altro discorso, da esterno, si sta rivelando un craque a livello mondiale. Ha segnato 5 goal, uno meno di Toni, giocandone un'infinità di più come partite e minutaggio, se non capisci le cose facili ci posso fare poco. Non è un attaccante, non ha giocato da attaccante quest'anno, il prossimo non lo giocherà da attaccante, fin qui ci siamo ?! E' un esterno fenomenale che se Montella lo toglierà completamente dalla fase difensiva, cosa per ora non avvenuta, può anche arrivare in doppia cifra, a quel punto vedremo se e quanto giocherà da seconda punta. Ci credo poco o niente, è un esterno e non credo che lo trasformino in attaccante. Nel 4-3-3 non ha compiti di attaccante ma di ala pura dato che è l'unica di livello che abbiamo e svolge il compito egregiamente, nel 3-5-2 che è stato il modulo dominante di quest'anno ha fatto l'esterno. Non serve incaponirsi come tuo solito o avventurarsi in tesi Socrates-Sissoko, ogni tanto basta stare nel proprio orticello per non scrivere iperbole.

    RispondiElimina
  42. Toni ne ha fatti 7 però, se non rammento male,,,

    RispondiElimina
  43. Chiari, ti sembra che Lupatelli faccia danni? Toni il prossimo anno sarà il Lupatelli dell'attacco, credo. Li tengono per far gruppo

    RispondiElimina
  44. E tu Leo scusa non capisci molto se non ti accorgi che il ruolo di Cuadrado è cambiato da quando Montella schiera quattro difensori dietro. In pratica la "liberazione" di Cuadrado dai compiti di marcatura è stata la mossa vincente del finale di campionato. A mio parere avrebbe potuto segnare più goal anche nella prima parte della stagione ma non c'è dubbio che nel nuovo ruolo rende di più perchè non deve affaticarsi nel rientrare e coprire avendo alle spalle un uomo che lo supporta. Il nome del modulo è 4-3-3 perchè comporta quattro difensori, tre centrocampisti e tre attaccanti di cui uno centrale e due esterni. Si da' il caso che Cuadrado sia uno dei tre attaccanti, ossia quello esterno di destra. Non è un caso se le reti di Cuadrado si concentrano tutte nelle ultime partite.

    RispondiElimina
  45. Quante volte si è giocato a 4 Lud, quante volte Cuadrado ha fatto l'attaccante come intendi tu ?! Purtroppo oltre a non leggere quello che si scrive, spesso, non lo capisci. Cuadrado è un attaccante e quest'anno ha giocato da attaccante, si è valorizzato in quel ruolo e per i goal segnati. Ma almeno ci credi in quello che scrivi ?!

    RispondiElimina
  46. Chiarificatore1 maggio 2013 16:46

    Il paragone Toni-Lupatelli non regge nella maniera più assoluta Deyna, il terzo portiere, anche se si sa che non giocherà mai, ci vuole, per casi di emergenza che lo richiedano come secondo ( visto che in quel ruolo ci possono giocare solo i portieri), infatti ce lo hanno tutti e dappertutto non gioca mai, ma nessuno fa la stessa considerazione per un centravanti.
    Non ti conoscevo così aziendalista Deyna. Eh eh eh.

    RispondiElimina
  47. Da attaccante ha fatto peggio di Toni, di Mounir e di Larrondo, se si dovesse valutare il suo rendimento in quel ruolo sarebbe da rispedire a Udine con tanto di bollo. Da esterno, mi pare, viene considerato già da big europea, difatti lo riscatteremo per quanto fatto in quel ruolo. Non lo so se il prossimo anno giocheremo con il 4-3-3 o il 3-5-2, vedremo cosa prenderemo e cosa perderemo, di certo sono due moduli che Montella sa mandare a memoria ma la discussione odierna, creata da te, è l'impossibilità di schierare 4 attaccanti contemporaneamente, e mi sembra la scoperta dell'acqua calda, neanche il Barça lo fa, né il Bayern o il Manchester, che lo fa, Montella ?! Dai!

    RispondiElimina
  48. Cuadrado gioca come esterno destro nel 4-3-3 da quando Montella utilizza questo modulo. Non mi voglio ripetere, ma la differenza sta nell'uomo che lo copre dietro e lo alleggerisce da certi compiti di marcatura. Ha quindi maggiori possibilità di spingersi in avanti ed è più fresco quando va al tiro. Di conseguenza segna di più. Se ti ricordi i famosi goal di Tardelli ai mondiali dell'82, Leo, ricorderai forse anche che quei goal si debbono al fatto che Bearzot tolse a Tardelli i compiti di marcatore che aveva inizialmente e li affidò a Gentile. Il risultato fu che Gentile marcò implacabilmente avversari come Maradona, mentre Tardelli finalmente libero di sviluppare il suo gioco segnò sia contro l'Argentina, se non ricordo male, che contro la Germania.

    RispondiElimina
  49. Che il terzo portiere non gioca mai non è sempre vero, vedi ad esempio la rotazione dei tre portieri a Catania, proprio con Montella, ed altri casi. L'unico problema con la riconferma di Toni, è che pagheranno uno stipendio in più, a uno che probabilmente giocherà solo qualche spezzone di partita, ma non mi sembra un problema nostro, tantomeno TUO! Eheheheh. Quanto a Cuadrado, la Fiorentina attuale non mi pare giochi con un 4-3-3 duro e puro - alla Zeman, per intendersi - Ljajic e Cuadrado partono da molto lontano, soprattutto il colombiano, e durante la partita modulo e posizioni in campo cambiano costantemente. Fosse un 4-3-3 puro, con un tridente composto da vere punte, non solo Cuadrado con 5 gol, ma anche Ljajic con 8 [2 su rigore] sarebbe deludente.

    RispondiElimina
  50. Il 4-3-3 si deve fare avendo accortezza nel gestire la copertura e il non possesso, sennò diventa un modulo suicida. Zeman ama suicidarsi, Montella e Prandelli no. Da questo punto di vista secondo me Prandelli ha trovato un interprete encomiabile del ruolo in El Sharawi, un giocatore che nasce attaccante, ma che sembra disposto ad un grandissimo lavoro per la squadra. La Fiorentina ha qualche problema in più perchè incassa molti goal, ma per fortuna non cade negli eccessi zemaniani.

    RispondiElimina
  51. Chiarificatore1 maggio 2013 16:56

    Se anche si vuole bocciare El Hamdaoui, mandare ancora un anno in serie A Seferovic, restituire al mittente Larrondo, io, piuttosto che pagare ancora un anno un calciatore al tramonto avanzato come Toni, in una rosa che ha già le sue chiocce abilissime anche in campo, porterei in rosa Bernardeschi o Gondo o persino Zohore.
    Ripeto, nella allucinante conferma di Toni, non c'è nulla di logico o di tecnico, ci possono esser solo impegni biennali presi quando lo si è richiamato in attività in Italia.

    RispondiElimina
  52. Chiarificatore1 maggio 2013 16:57

    Deyna, in linea generale il terzo portiere non gioca mai.

    RispondiElimina
  53. Ecco, mancava l'elogio a Prandelli, Lud, ed io stupido come pochi a cascarci come al solito.

    RispondiElimina
  54. Ma nemmeno Toni giocherà mai o quasi! Mica lo mettono a fare la riserva di Osvaldo/Negredo, sarà un uomo in più in rosa, l'ultima ruota del carro, in transizione morbida da calciatore a uomo immagine inserito in qualche quadro societario libero [e lo "scandalo" magari sarà invece lì, mettere dentro Toni e lasciar fuori Antonio o il Bati].

    RispondiElimina
  55. Chiarificatore1 maggio 2013 17:03

    Se Toni non giocherà mai è uno spreco pazzesco ed inutile, Deyna. Anche come ultima ruota del carro toglie il posto ad un altro, più utile e magari meno costoso di lui.
    Ripeto , secondo me, se resta sono impegni pregressi.

    RispondiElimina
  56. Chiari, ma chi ti sta in rosa con la prospettiva di giocare 3-4 partite l'anno? O un 36/37enne come Toni, o qualche giocatore dei primi '90 che si è seppellito vivo sotto i miliardi donati da Berlusconi per sottrarlo ad altre squadre e tenerlo a fare la muffa, tipo De Napoli o il nostro Carobbi. Ma chi se ne frega di Toni, non toglie il posto a nessuno, come riempitivo di rosa va bene chiunque...

    RispondiElimina
  57. Chiarificatore1 maggio 2013 17:06

    E non vorrei che anche il suo eventuale inserimento in qualche quadro societario facesse parte degli argomenti che usarono per farlo tornare a giocare in Italia, dove tecnicamente non se lo cagava più nessuno, con tutto il rispetto per quello che poi ha fatto, e con tutta la simpatia per io personaggio..

    RispondiElimina
  58. Si esclude una scelta tecnica sulla permanenza di Toni e si parla di impegni pregressi, figuriamoci se DDV getta i soldi dalla finestra, magari la verità sta nel mezzo del guado. Si può infamare quanto si vuole il giocatore ma quest'anno 7 goal, 4 assit e 2 rigori procurati, per un attaccante a meno di mezzo servizio parlare di soldi gettati mi sembra ardua impresa.

    RispondiElimina
  59. Chiarificatore1 maggio 2013 17:08

    Chi te l'ha detto che non toglie il posto a nessuno? Se non gioca ci teniamo un parassita inutile? Perché?

    RispondiElimina
  60. Chiarificatore1 maggio 2013 17:13

    Lo hai detto tu, Deyna, che il tutto potrebbe rientrare nel suo inserimento nei quadri societari. Allora ti chiedo, secondo te è stata fatta una valutazione sulle sue capacità manageriali? Condividi questo suo inserimento? O gli è stato promesso per convincerlo a tornare?
    Io , nel dubbio, mantengo la speranza che a fine campionato lo si ringrazi caldamente e lo si saluti. Posso?

    RispondiElimina
  61. Ma è chiaro che è un "premio", si son trovati all'ultimo secondo dello scorso mercato estivo fregati dal caso-Berbatov, volevano rimediare alla figuretta pescando un attaccante che fosse anche un'operazione-nostalgia in ottica rilancio [altra operazione di immagine l'han fatta con Viviano], e han prelevato Toni in discoteca. Lui ha fatto il suo dovere e anche di più, ha segnato 7 gol [anche a me dà quasi fastidio vederlo in campo, ma ci ha tolto delle castagne dal fuoco, ed è il terzo nostro marcatore stagionale], vogliono dimostrare stile e riconoscenza. Ma chi se ne frega! Io mi incazzerei se gli fosse dato un ruolo importante come quello di quest'anno...

    RispondiElimina
  62. Io mi preoccupo che facciano una squadra forte e competitiva, di Toni non me ne può fregà de meno, che vuoi che lo mettano a fare, andrà alle cene dei viola club e farà un po' di immagine, più danni di Teotino certo non ne farà.

    RispondiElimina
  63. Non credo rappresenti un problema sapere quanto costi tenere Toni in panca, non fa ombra a nessuno, giocherà spiccioli di partita e forse un paio da titolare, quest'anno ha fatto il suo, molto di più del suo, se i suoi numeri li avesse fatti Mounir si griderebbe al miracolo e all'attaccante titolare per il prossimo anno. Più che dei ruoli marginali vediamo chi arriva la davanti che tenga in panca uno dei 5 attaccanti che avremo perché difficilmente giocheremo con 4 ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  64. Chiarificatore1 maggio 2013 17:19

    Un giocatore in rosa per dimostrare lo stile e la riconoscenza della società!? O per mandarlo alle cene!? Ma dai!
    Scusa Deyna, ma spero che la Fiorentina adotti, per TUTTI quelli da mettere nella rosa, altri criteri, di validità tecnica, di efficienza fisica e atletica, di funzionalità rispetto al progetto di gioco, ad esempio.

    RispondiElimina
  65. Quello nel dopo carriera, ovviamente...Per il prossimo anno, sempre che resti davvero a giocare, penso starà lì come estrema soluzione in caso di epidemie di vaiolo, o per assalti disperati in area a 10' dalla fine, in svantaggio.

    RispondiElimina
  66. Deyna ha rammentato il 4-3-3 di Zeman. Mi sono limitato a notare che si tratta di un 4-3-3 molto rischioso. Attualmente giocano con il 4-3-3 in Italia diverse squadre come il Milan, la Fiorentina, la nazionale. Tutte queste squadre hanno il problema dell'equilibrio tra fase difensiva ed offensiva. E lo risolvono in modo diverso. Quel che mi pare certo è che nessun modulo possa sfociare in una volontà offensiva senza limiti perchè si tratterebbe di un modulo perdente.

    RispondiElimina
  67. Non è mica facile capirvi quando prendete le fissazioni. Nessuno dice nulla di Lupatelli che porta i palloni per contratto e si sprecano polemiche per uno che ha fatto 7 gol, ha fatto assist ed ha provocato non so quanti calci di rigore giocando a spizzichi e bocconi e che tutte le volte che entra in campo tiene due giocatori impegnati e rischia di risolvere partite annodate (vedi Chievo e quasi Cagliari ultimamente). E' inoltre personaggio di spogliatoio, carismatico, che tien su lo spirito della truppa e che sa comportarsi. Se decidono di dargli ancora uno stipendio vuol dire che pensano che se lo guadagni.

    RispondiElimina
  68. Si, ho capito, alla fine con 3 attaccanti non ci gioca nessuno......

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore1 maggio 2013 17:30

    Deyna, lasciamo stare le epidemie di vaiolo, anche per gli ultimi dieci minuti c'è di meglio ed a più buon mercato per il prossimo campionato e magari anche in prospettiva, di questo Toni. Per il dopo carriera restano pesanti dubbi e riserve, miei e tuoi, o no?

    RispondiElimina
  70. Toni è un amico personale di Andrea della Valle. Non mi stupirei se fosse confermato per volontà precisa della proprietà. Altro discorso sarebbe se Montella fosse obbligato a schierarlo in campo, ma credo che il problema non si ponga. Farà da padre nobile e da uomo spogliatoio. Del resto sono mesi mi pare che è assente dal campo.

    RispondiElimina
  71. No, Leo, gli attaccanti in campo ci sono, ma debbono giocare in un certo modo, specialmente gli esterni. Ma soprattutto, se un giocatore è esentato da compiti di copertura occorre che la squadra sopperisca. In qualsiasi modulo moderno la fase di non possesso è considerata e valorizzata come quella di possesso.

    RispondiElimina
  72. Non ho idea quanto possa valere Toni da dirigente, se ce lo mettono probabilmente sanno cosa fanno, non ho la presunzione di insegnare a imprenditori simili, se sbagliano ci rimettono dei soldi loro. Per il giocatore non ci hanno rimesso niente, anzi, da dirigente vedremo.

    RispondiElimina
  73. Non vedo nessuno scandalo, in una società devi mettere chi ci sa stare, non chi ha il passato più fulgido. Antognoni son dieci anni che rompe i coglioni e non si sa bene cosa vorrebbe fare, probabilmente più di quel che gli riesce. Bati poi lo invitano e dice che ha altri impegni, evidentemente un gran che non gliene importa. Toni è molto ben inserito nel gruppo invece e, dietro a Osvaldo e Negredo io continuo a vederlo più affidabile di Larrondo.

    RispondiElimina
  74. Lud guarda che quello che ti dovevo spiegare l'ho spiegato, ho già dato sull'argomento ma vedo che svicoli come da copione, magari rileggilo che qualcosa ti s'attacca.

    RispondiElimina
  75. Toni ne ha fatti 7 in 1220' che non è male per un "pensionato", Cuadrado 5 in 2633', ma non è certo una punta e da un po' di tempo segna con una certa regolarità.

    RispondiElimina
  76. Mi sembri decisamente a corto di argomenti Leo. Lo dimostra fra l'altro il fatto che nel valutare la stagione di Cuadrado ritieni di non dover distinguere tra la fase in cui la squadra praticava il 3-5-2 e quella in cui utilizziamo il 4-3-3. Ora si dà il caso che invece Cuadrado attribuisca una notevole importanza a questo cambiamento, come dimostra l'intervista che ho citato.

    RispondiElimina
  77. Ma ora gli è preso la fissa che è un attaccante, ragionaci te con lui, a me non da retta.

    RispondiElimina
  78. Quello a corto sei tu, non solo di argomenti Lud, a definire Cuadrado attaccante non ti si può leggere. Appurato che se arrivi a definirlo prima punta ti faccio leggere su tutti i quotidiani, fidati! Ma non è neppure una seconda punta, non l'ha certo fatta quest'anno e secondo me non la farà neanche il prossimo. Ljajic gioca più a ridosso della trequarti avversaria e fa altri movimenti oltre ad avere caratteristiche e nozioni sul ruolo differenti, d'altronde uno che nasce trequartista (non è punta nemmeno lui Lud, mica lo sapevi, eh ?!) può adattarsi a fare la seconda punta ma Cuadrado nasce terzino di spinta con propensione al goal perché parecchio, parecchio dotato tecnicamente. Se lasciato agire dal centrocampo in su può anche arrivare in doppia cifra; se utilizzato, come quest'anno, come esterno puro con compiti di ripiegamento può ripetere lo splendido anno disputato. Io non ho bisogno di leggere interviste o crearmi una cultura calcistica estrapolando frasi o congetture raccolte qua e la, a me basta vedere quello che succede in campo per capire moduli e ruoli, che tu ne sia incapace non mi riguarda affatto.

    RispondiElimina
  79. Insomma se un certo assetto tattico emerge sul campo ed il giocatore stesso conferma di giocare in un certo modo a te non importa. Complimenti per la modestia. Per quanto riguarda la definizione di attaccante mi pare di aver chiarito ampiamente quale sia il ruolo di Cuadrado nella Fiorentina attuale, e che sia nel terzetto davanti mi pare indiscutibile.

    RispondiElimina
  80. Il 4-3-3 non è emerso in una partita si è fatto anche in altre ed il fatto che si liberi più spesso al tiro, con costrutto come si è visto negli ultimi tempi, non fa di lui un attaccante, né prima né seconda punta e questo lo sanno anche i sassi. Tu pensi che i numeri dei moduli indichino i ruoli dei giocatori io so che sono le caratteristiche del giocatore a definirne il ruolo ma si entra in un campo nel quale tu non sapresti che pesci prendere e anche questo ce lo hai dimostrato in maniera indiscutibile negli ultimi tempi, sia nelle valutazioni che negli accostamenti come caratteristiche. L'immodesto sei tu che t'inerpichi in una materia che dovrebbe vederti ancora sui banchi di scuola.

    RispondiElimina
  81. Se fossi io a sostenere che la Fiorentina pratica il 4-3-3 avresti ragione Leo. Ma mi pare parere comune a cui soltanto tu ti opponi per motivi imperscrutabili tranne la voglia di polemizzare con me. Per la cronaca gli esterni del 4-3-3 sono definiti attaccanti esterni in qualsiasi manuale del calcio. Se fossi solo io a sostenere che il ruolo di Cuadrado è cambiato avresti ugualmente ragione. Ma lo dice Cuadrado, le cui dichiarazioni secondo te non sono da prendere sul serio. Mah! D'altronde non ci vuole la scienza a capire che se hai un difensore dietro che ti aiuta a presidiare la fascia sei più libero.

    RispondiElimina
  82. Non ha mica detto che è un attaccante ?! Ha detto che dovendo coprire meno, cosa che gli ho visto fare solo a Genova oltretutto, si esaltano le sue caratteristiche che, bada bene, dall'attaccante sono, ad oggi, molto distanti. Tu quando ti castri da solo vorresti sempre riattacartele, non è che si trovano i chirurghi sotto i cavoli eh ?!

    RispondiElimina
  83. Sopravvissuto1 maggio 2013 18:48

    Non ci sono in giro 35enni che timbrano 7 gol in serie A (Totti é un Superman,un caso a parte),come non ci sono in Europa,gli ultimi sono stati Raul a Gelsenkirchen,Hasselbaink in Olanda,Vahirua in Francia,Pizarro in Germania,Santacruz a Malaga...insomma un per nazione. Indubbio il contributo alla causa viola di Luca Toni. Se i successi di una squadra nascono da uno spogliatoio coeso,unito negli intenti,integrato,che attui reciprocità allora la scelta di Toni è giusta; l'opzione,avallata da Montella che era un attaccante,che ha frequentato spogliatoi bollenti e pieni di prima donne,se è stata ratificata vuol dire che ha una logica....logica,come tutte le scelte dell'ultimo.

    RispondiElimina
  84. "Ljaijc in quel momento si sarebbe rivolto alla panchina viola, in risposta all'invito di non esultare troppo, per non apparire eccessivamente provocatore. E che lui, con quel dito vicino al naso, avrebbe detto: okay, sto zitto e non esagero.Solo l'interessato può sapere la verità, di sicuro ha disputato una grande partita, come ha detto dopo la gara Montella, al pari di Cuadrado (ormai attaccante in pianta stabile e autore dell'uno a zero) e di Aquilani, motorino inesauribile e bravo, come dimostra il tre a zero, anche a proporsi in zona gol". Cuadrado "attaccante in pianta stabile", fonte "Repubblica", ma di certo ne sai più tu quindi mi taccio e rinnovo l'invito all'editore affinchè ti nomini sul campo direttore della "Gazzetta".

    RispondiElimina
  85. Chiarificatore1 maggio 2013 19:03

    Sopra, non stiamo parlando del campionato che sta finendo, durante il quale, nessuno nega che Toni sia riuscito, persino sorprendentemente , e fino ad un certo punto di esso, a guadagnarsi la pagnotta, stiamo parlando del prossimo campionato. Nel comporre una rosa le motivazioni tecniche su quello che un calciatore POTRA' fare devono essere quelle decisive, poi l'essere uomo spogliatoio può essere una motivazione valida, ma solo aggiuntiva.Se poi mi si aggiunge che sarà confermato IN ROSA anche perché sarebbe amico di ADV,allora non ho parole, mi cascano le braccia.

    Ripeto, il mio timore è che l'eventuale conferma di Toni per l'anno prossimo non sia il frutto di una scelta tecnica di oggi di Montella, ma che fosse già nel pacchetto che lo persuase a tornare a Firenze l'anno scorso.

    RispondiElimina
  86. Chiarificatore1 maggio 2013 19:11

    Ad esempio un accordo, anche solo verbale , del tipo:" Per 500.000 euro per un anno, oltretutto di rifondazione, non mi muovo, ma per un 1.000.000 di euro per due anni posso venire" .

    RispondiElimina
  87. Ora Lud non esageriamo nell'altro senso, ci sarà stima e affinità reciproca con ADV, ma che Toni - che poteva solo passare qualche altro mese a pulire il culo ai cammelli, e poi ritirarsi dal calcio - abbia anche mercanteggiato con chi gli ha offerto una possibilità del genere [dimostrare nella serie A italiana che non era del tutto finito, e chiudere con dignità] non lo credo...E in quel caso, anche fosse, non penso sarebbero talmente idioti da offrirgli pure un posto in società, dopo.

    RispondiElimina
  88. Non parlerei di un mercanteggiare. A Andrea fa piacere credo avere in squadra Toni come uomo spogliatoio. Quest'anno poi gli si deve una certa gratitudine per aver supplito a certe carenze di organico. Per me resta un altro anno, e non lo ritengo inopportuno. Ma deve accontentarsi della panchina.

    RispondiElimina
  89. No scusa, dicevo al Chiari, era apparso con il tuo nick, qui sotto

    RispondiElimina
  90. Lud è inutile che ti spieghi la differenza fra attaccante e esterno, o fra prima e seconda punta, o ala o tornante, tanto non ci arrivi, non puoi capirlo, solo leggendo Repubblica ('sti cazzi aggiungo!) puoi farti un'idea del calcio giocato. Non hai humus, non c'è background calcistico nei tuoi scritti, solo tanti bla bla che non spiegano niente. Con la stroncatura di Cerci e la similitudine Sissoko-Socrates ti sei giocato pure gli ultimi spiccioli di credibilità di interlocutore appassionato. Che continuo a fare ?!

    RispondiElimina
  91. Lud più sotto puoi leggere l'ultima risposta, per quello che mi riguarda non posso scodellarti altre pagnotte aggratisse, cerca di capire quello che ti viene scritto, altrimenti non replicare, ci fai più bella figura.

    RispondiElimina
  92. E quando mai ha chiesto di più? Sinceramente questo astio per un giocatore che ha fatto i miracoli e si è dimostrato persona seria non lo capisco proprio. Certo se lo presentassero come titolare della posizione mi c'incazzerei anch'io, ma non con lui. Dietro al centravanti titolare che sia Negredo, Osvaldo, Soldado o quel che sarà, vedo comunque sempre meglio il vecchio Toni che un Larrondo.

    RispondiElimina
  93. Chiarificatore1 maggio 2013 21:47

    Non si chiama mercanteggiare Deyna, si chiama contrattare un ingaggio, sin dall'inizio, i suoi termini economici e la sua durata. Non c'è nulla di male, è quello che fanno tutti. Mi pare che la società stessa abbia detto che tutti i calciatori presi ad inizio campionato sarebbero rimasti a Firenze per almeno due anni. Quindi il mio è più di un sospetto. Spero di sbagliarmi, perché sono convinto che Montella di Toni non sa che farsene per il prossimo campionato.

    RispondiElimina
  94. Chiarificatore1 maggio 2013 21:50

    Deyna , tu rinnoveresti il contratto a Toni anche per il prossimo campionato?

    RispondiElimina
  95. Comunque il Bayern ricalca quello di 3 anni fa, ma non come valori, fonte "Il Corriere dei Piccoli". Cito anche il giornalista, Bonaventura.

    RispondiElimina
  96. Sopravvissuto1 maggio 2013 21:56

    Toni segnerà al 93' sabato....eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  97. Perfetta l'analisi di Repubblica, Leo: "Nel 35-2 Pasqual fa il centrocampista di sinistra e Cuadrado quello di destra, nel 4-3-3 Pasqual gioca in difesa e il colombiano è il terzo attaccante. Un po' più in alto o un po' più in basso, la rivoluzione tattica è tutta qui.Quindi si parla di sfumature.
    Anche se c'è una questione sostanziale, e riguarda Cuadrado. Giocando con tre punte sta più alto, è meno pressato da compiti difensivi, corre tanto ma gioca più vicino alla porta.
    E quando accelera può mettere in difficoltà chiunque. A Cagliari la Fiorentina nel secondo tempo ha cambiato passo perché lui ha cambiato passo. Giocando a centrocampo (nel 3-52) invece deve fare tutta la fascia, dare una mano in difesa ma anche portare avanti il pallone e mettere in mezzo cross buoni per la testa di Toni. Lo ha fatto, lo può fare, però si stanca di più e magari perde un po' di lucidità in zona gol". Certo, i giornalisti di Repubblica non hanno l'humus come ce l'hai tu che terrai l'anno prossimo un corso a Coverciano. Per quanto riguarda Barcellona-Bayern è evidente che il Barcellona attuale è finito sul piano fisico e della concentrazione, oltre a risentire dell'assenza di Messi. Può darsi che il Bayern sia migliorato, ma sicuramente il Barcellona stasera non è in campo. Va notato invece come il Bayern interpreta il 4-3-3 con attaccanti che rientrano e coprono compreso il centravanti polacco che lavora spesso da centrocampista.

    RispondiElimina
  98. Il Bayern non è migliorato è il Barcellona che, nonostante sia arrivato in semifinale dando quattro pere al Milan ed abbia vinto il campionato spagnolo sul Real è diventato al livello del Castiglion Fibocchi, si da prendere 7 pere in due partite. Se c'era chi so io in panca di sicuro passava il Barcellona. Che Cuadrado giocando più avanti nel 4-3-3 con un esterno basso alle spalle possa essere più pericoloso davanti e segnare anche di più non importa che ce lo dica Repubblica, con questo non diventa una punta, ma un esterno alto, un qualcosa che somiglia alla vecchia ala. Di punta ci ha giocato una volta sola e dopo un tempo l'hanno riportato al suo posto.

    RispondiElimina
  99. Non ho mai parlato di punta ma di attaccante esterno nel 4-3-3. Si tratta di un ruolo preciso che esalta le doti di Cuadrado e lo rende più produttivo in zona goal. Credo che la costruzione della squadra del prossimo anno debba partire dalla conferma di Cuadrado in questo ruolo. Non so chi saranno gli altri attaccanti, ma questo Cuadrado right wing come dicono gli inglesi giocherà sempre e credo in questo ruolo. Previsione facile direi. Per inserire altri tre giocatori offensivi lo si dovrebbe di nuovo arretrare e mio pare un delitto. Il Barcellona potrebbe aver esaurito semplicemente le pile. Non dimentichiamo l'assenza di Messi che all'andata giocando ha fatto danni e al ritorno si è chiamato fuori. Stasera è entrato in campo rassegnato ed ha fatto accademia. I tedeschi andavano a velocità doppia ed eerano molto più concentrati. Vedremo in futuro se siamo arrivati alla fine del ciclo di questa squadra o se si tratta di una crisi momentanea. Ricordo che non c'è storicamente grande squadra che non ha conosciuto il declino e la fine. Tra quelle che ricordo io l'Inter di Herrera e la nazionale di Valcareggi.

    RispondiElimina
  100. Lud guarda che è inutile che insisti, tu ti abbeveri a Repubblica (a-ri-'sticazzi!) perché devi cavalcare una definizione aleatoria di attaccante, ormai l'hai scritta, era la tua bomba di giornata, e devi insistere, sia mai che una volta ti accorgi per tempo di averla sparata troppo grossa, marcia indietro non la fai, allora devo semplificarti il tutto affinché tu dia una risposta breve, precisa e definitiva di modo che, tutti qui sul blog possano avere un'idea di quanto tu ci capisca di calcio. Ma non divagare ci sono due opzioni, vediamo se sai rispondere:

    Quest'anno, Cuadrado, in quale ruolo si è posto sotto i riflettori della stampa specializzata, italiana (Repubblica compresa) e straniera, come attaccante o come esterno di centrocampo ?!

    Ti aiuto un altro po', ma poco poco, tieni conto pure dello score di reti segnate e assist forniti (5 reti fatte e 6 assist vincenti) secondo te il suo valore di cartellino è lievitato per questi numeri ?!



    E' facile, scrivi attaccante o esterno di centrocampo, ma non farti suggerire da Repubblica o dal Corsera, farina del tuo sacco, vediamo se ce la fai.

    RispondiElimina
  101. Gli ho spiegato anche cosa significa ala, ci ho provato, ma è come parlare di chimica molecolare con mio nipote di 6 anni. Se non ce la fa, non ce la fa. Giù le mani dal mio giocattolo Jordan, oggi me lo spupazzo io, domani è un altro giorno.... eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  102. Tu non sai la differenza che corre fra il fare l'attaccante o l'esterno, o ala, come ti ha spiegato pure Jordan. Un conto è definire un ala, in modo naturale e non equivoco, centrocampista offensivo, altro conto è definirla attaccante, o seconda punta. Attaccanti, con il gioco di oggi, lo sono tutti, perché non esiste più un centravanti boa, è sparito come ruolo, così come è sparito il libero, idem le ali, oggi sono esterni che hanno compiti di copertura al pari degli attaccanti, quelli veri, dei trequartisti e dei registi arretrati, tutti possono segnare ma devono anche difendere ma alla fine le caratteristiche dei giocatori sono quelle, non sono stravolte dai numeri, tu puoi mettere Cuadrado anche seconda punta, marcherà meno reti che se può partire da dietro ed accentrarsi per un assist o un tiro, da esterno, che è il suo ruolo e si attaglia alle sue caratteristiche. Puoi mettere anche Ljajic come punta centrale ma farà meno goal di una seconda punta più fisica di lui, mentre da seconda punta o trequartista ne marcherà di più, senz'altro anche in doppia cifra, anche se aspetterei a glorificarlo, pare sbocciato definitivamente, vediamo se il prossimo anno parte con il piede giusto. Tu queste cose non le capisci, non le comprendi, leggi un giornale e prendi spunti per ripetere a pappagallo quello che leggi come se Repubblica scrivesse Brera o Allodi. Vedile le partite, guardali i giocatori e cerca di capire cosa fanno e cosa gli viene chiesto di fare, finché scrivi che Cuadrado, quest'anno, ha giocato attaccante, ti squalifichi come interlocutore serio e attendibile, e non nasconderti dietro un numerino per giustificare che il modulo storpia i ruoli o le caratteristiche dei giocatori, una testa ce l'hai, quanto pensante non lo so, sforzati di usarla correttamente se vuoi scrivere di calcio, altrimenti parla di altro.

    RispondiElimina
  103. Leo non ti accorgi neppure che te la stai prendendo non con me ma co la stampa nazionale che usa comunemente il termine attaccante esterno per definire la posizione di Cuadrado, e insieme con i manuali del calcio, le voci di enciclopedia e chi più ne ha più ne metta. Che ti devo dire? Fai pure per me la tua è presunzione allo stato puro. Attento poi a non confonderti e confondere. Io ti ho solo ricordato che quello che sostengo lo sostengono molti altri. Questo non vuol dire che non vedo le partite, ma solo che come le vedo io le vedono è le interpretano tanti altri addetto ai lavori.

    RispondiElimina
  104. Se la definizione è bovina, attaccante esterno, ma de che, certo che la ribatto, che significa attaccante esterno ?! E' una prima punta ?! No! E' una seconda punta ?! No! Quest'anno quante volte ha giocato da seconda punta ?! Mai! Il fatto che crei superiorità numerica, che possa fornire assist e qualche goal non lo qualifica come attaccante, se il prossimo anno verrà schierato come attaccante, non in senso generico del ruolo, tanto per riempirsi la bocca o una pagina di giornale, staremo a vedere. Tu lo consideri attaccante ?! Gonzalo Rodriguez ha marcato quanto lui ed è un centrale di difesa. In proporzione Larrondo, Toni e Mounir hanno marcato più di lui in relazione a presenze e minuti giocati, ma loro sono attaccanti, guarda un po' ed è questo che non ti entra in testa. Come tuo solito non hai risposto al quesito semplice che ti ho fatto, nonostante l'aiuto fornito, il valore del suo cartellino per quale motivo è aumentato, perché ha giocato da "attaccante" o da esterno alto di centrocampo ?! Seguita pure a nasconderti dietro Repubblica, l'unica stampa specializzata che conosci, il vangelo del calcio.

    RispondiElimina
  105. Te ne trovo altri cento di giornali che usano la stessa parola a proposito di Cuadrado. L'analisi è stata già fatta e rifatta. Da qualche mese è più libero da compiti difensivi e segna regolarmente. Di tratta di un valore aggiunto non da poco. Pare che Conte lo voglia alla Juve per fare quel ruolo.

    RispondiElimina
  106. Il Bayern è lo stesso di 3 anni fa, Conte dice cazzate, Repubblica sostiene che i bavaresi sono sputati identici per 8/11 quindi non più forti......qualcuno è pure invecchiato, per solo culo hanno strapazzato la dominatrice del campionato italiano e quella di quello spagnolo. Prova a chiedergli con quanti attaccanti giocava stasera il Bayern, con 2 ha speranza, con 3 è in confusione, con 4 non ci capisce una mazza.

    RispondiElimina
  107. Da qualche mese è opinione tua e di Repubblica, solo a Genova è rientrato poco in difesa, da qui a parlare di mesi o di ruolo di attaccante ce ne corre. Ma continui a non rispondere....guarda che è facile, rispondi, attaccante o esterno ?!

    RispondiElimina
  108. Di polacco il Bayern non ha nessun attaccante, hai sotto mano la Repubblica di ieri dove parlavano di Lewandoski, spendilo un euro per quella di oggi.....

    RispondiElimina
  109. Tanto per disambiguare: qui non si sta parlando di giocatori con capacità offensive generiche, ma di punte/attaccanti, cioè di gente che ha come caratteristiche l'istinto, i movimenti, il vedere la porta, tutto ciò che fa di una punta una punta. Lasciando stare i centravanti, Rossi, Cerci, Jovetic sono punte, come altrove lo sono Villa, C.Ronaldo, Tevez, El Sharaawy, ecc ecc. Invece, Cuadrado è altra cosa, come altra cosa era Vargas quando giocava sulla sinistra in un attacco a tre, come altra cosa sono Di Maria, Bale, ecc ecc. Ecco, per tornare su un tuo paragone di qualche tempo fa, Lud, che non mi convinceva: pur coprendo più o meno la stessa zona del campo, almeno nelle rispettive nazionali, Bertoni era una punta, Causio non lo era.

    RispondiElimina
  110. Deyna ma la stampa mondiale afferma che Cuadrado è "attaccante esterno" non centrocampista di destra, o esterno destro. Lo dice Repubblica e altri "cento" giornali specializzati, ergo, una moltitudine di addetti "ai lavori" sostengono quello che afferma Lud. Sai cosa sta facendo adesso ?! Spulcia tutti i quotidiani in cui, erroneamente, il pivello di turno lo definisce "attaccante" per farsi coraggio nel sostenere la bomba giornaliera! Di rispondere alla domanda facile facile che gli ho fatto non sa, non può, non ammette, da vera ala in erba.

    RispondiElimina