.

.

domenica 5 maggio 2013

Pratiche

Quella di Osvaldo è una coltellata vera, altro che puncicata, quella di Mazzoleni è invece una bella porcata, ma se è vero che dell’arbitro non si butta via niente, della partita va buttato via solo il risultato, perché la prestazione della squadra è stata sontuosa come tutto il suo campionato, tranne appunto la gestione dell’ultimo calcio d’angolo. Gli schemi sulle palle inattive degli avversari sono stati denominati per comodità come le strade di Firenze, l’errore è stato quello di chiamare lo schema sbagliato, via del Pollaiolo invece di quello di via dell’Agnolo. Poi la partita vede una sola squadra in campo, un risultato bugiardo come Montolivo, e una delusione colossale come Jovetic, qualche palo in qua e in là, Compper titolare, Montella incazzato nero. E tanta amarezza come in un campo di cicoria. E poi Ljajic, Cuadrado e Pizarro sopra tutti, una Roma quasi cancellata fino a quel maledetto calcio d’angolo, un’ingiustizia che però fa parte del gioco, e va accettata, anzi, proprio da questa va trovata la rabbia giusta per andare a vincere le ultime tre partite e finire così il campionato senza compromettere niente. Un po’ la sfortuna, ma molto, molto è dipeso dall’insieme di pratiche sessuali che si praticano nel calcio italiano nei momenti topici, quando cioè vanno assegnati i piazzamenti che contano, allora scendono in campo i professionisti, il voyeuristico Mazzoleni per esempio si dice essere un esperto in costrizioni fisiche realizzate con legature, corsetti, cappucci, bavagli, insomma, sull’impedimento consenziente della libertà fisica, del movimento, di vedere, di parlare, di sentire. E’ risaputo, il Napoli scandalizzato da queste pratiche non si presentò nemmeno alla premiazione, lui poi ha il vezzo, nell’ambiente, di farsi chiamare 007, nel senso che si presenta come Bondage, James Bondage. Ce l’ha messo nel culo, via, diaciamocelo anche se ci fa ancora male, e questa è la radiografia della porcata di ieri, mentre a De Rossi ha lasciato tutta libertà di movimento, non gli ha impedito cioè la restrizione forzata dei movimenti del corpo e così ha potuto allargare il braccio e fermare il pallone, ha lasciato insomma ai giallorossi  tutta la libertà di reiterare certi falli. Il messaggio sembra chiaro, stai al posto tuo, non cercare attraverso il gioco e la sana gestione di guadagnare posizioni che sono state già assegnate, non cercare scorciatoie inutili perché tanto c’è sempre un Mazzoleni pronto a praticare legature come quelle di ieri. Forse è una visione troppo condizionata dall’amarezza del risultato, può darsi, anche se il bruciore comunque lo sento ancora, forse è una visione troppo estrema, si, anche perché nel bondage la consensualità è essenziale e noi non è che siamo stati poi così consenzienti. No, forse ho sopravvalutato un po’ l’abilità di Mazzoleni, la tecnica è più rozza e gli strumenti sono più adatti alla nostra tradizione, e capisco allora perché Nicchi lo chiama Edward mani di forbce, perché lo chiama quando c’è da evitare a qualcuno di spiccare il volo.

112 commenti:

  1. Lo scrivo anche di qua:

    Premetto che ho visto la partita fino all'89', poi ho spento il computer perche' non ce la facevo piu'. Una delusione tremenda, meritavamo di vincere, abbiamo schiacciato la Roma per quasi tutta la partita. Alcune considerazioni:
    1) di Jovetic si puo' dire quel che si vuole, ha fatto una partita un po' scialba, ma e' un fatto che, uscito lui, abbiamo quasi smesso di giocare;
    2) Borja Valero, dopo un primo tempo sottotono, e' venuto fuori alla grande nel secondo, per me il migliore in campo insieme al Pek;
    3) Montella ha provato a vincere, con i cambi, soprattutto quello di Romulo, quando siamo passati dal 3-5-2 al 4-3-3, ma i cambi hanno nuociuto alla squadra, specie i primi due;
    4) Mati e' un giocatore su cui puntavo molto, ma purtroppo si e' rivelato una delusione (l'unica della stagione insieme a Mounir);
    5) Toni e' lontano dall'essere quello del girone di andata;
    6) vorrei vedere De Rossi che fa lo stesso fallo di mano in area, ma contro il Milan a Milano: come diceva Jannacci, "per vedere l'effetto che fa".

    RispondiElimina
  2. La partita di ieri me ne ha ricordato una simile dei tempi di Prandelli contro il Milan, sempre in casa: noi ad attaccare tutta la partita, giocando molto meglio, ma senza riuscire a segnare, poi il gol beffa al novantesimo con (mi sembra) Pato. Il calcio va cosi', adesso pensiamo a vincere le ultime tre, perche' arrivare a 70 punti sarebbe un gran risultato comunque.
    P.S.: mi sembrate un po' severi con Gonzalo, che ha fatto un'ottima partita (ma e' vero che io non ho visto il gol di Osvaldo, ne' penso che avro' mai voglia di guardarlo, al massimo raccontatemelo voi).

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore5 maggio 2013 09:23

    Apparentemente i due allegati qui sotto, che denunciano problemi ben più gravi, non c'entrano con lo scandalo di ieri, ma fino ad un certo punto, e comunque aiutano a riflettere sul mondo e sul paese nei quali viviamo.

    Aggiungo un aneddoto di contorno:

    Un giorno, a un luminare della medicina venne chiesto quale fosse la più grave malattia del secolo. I presenti si aspettavano che dicesse il cancro o l'infarto.
    Grande fu lo stupore generale quando lo scienziato rispose: "L'indifferenza!"
    Tutti allora si guardarono negli occhi e ognuno si accorse di essere gravemente ammalato. Infine gli domandarono quale ne fosse la cura. E lo scienziato disse: "Accorgersene!"

    RispondiElimina
  4. O a questo cosa gli vorresti dire? "05/05/2013 09:09:47 BarryBonds,
    Cappe ha perfettamente ragione, come mai tutta questa indignazione non c'era per l'identico fallo di Roncaglia col Milan ? Vittimismo ipocrita dei soliti piagnoni, come sempre. Ci si ricorda all'infinito dei torti subiti ma si tace accuratamente per quelli a favore. Che non sono stati pochi, in entrambi a casi." Viene fuori, puntualmente, quando si perde, per pontificare stronzate del genere.

    RispondiElimina
  5. Jovetic manca all'appello, nel senso che pur essendo molto utile nel ruolo di finto centravanti, non segna abbastanza e non è pericoloso. In teoria il terzetto davanti è perfettamente assortito e non riesco a rimpiangere il centravanti di peso. Osvaldo l'ha messa dentro è vero, ma al 93'. Sul rigore il dubbio è che la prenda di spalla, ma i commentatori sono quasi unanimi nel dire e scrivere che c'era, e si sbilanciano anche Della Valle e Montella di solito contenuti. C'era anche espulsione di De Rossi per doppia ammonizione. L'espulsione di Tomovic col Milan e questo rigore segnano gravemente la stagione perchè avvenute nel corso di scontri diretti.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore5 maggio 2013 09:45

    Sicuramente c'è da rimpiangere il vero Jovetic, questo ultimo sta assomigliando paurosamente, e forse non casualmente, all'ultimo Montolivo in maglia viola.

    RispondiElimina
  7. Jovetic manca all'appello per problemi fisici non ancora completamente risolti e perchè poco si adatta al ruolo del centravanti da aree affollate che ieri e tante altre volte sarebbe servito come il pane. Non esagererei sul fatto che abbia giocato male. E' andato molto vicino al goal (tante volte tra un palo e la rete, pochi millimetri dividono tra la gloria e la pernacchia) ha avuto un ottimo spunto in dialogo con Cuadrado, poi è un po' sparito, nel secondo tempo, quando il clichè era appunto quello di giocare da centravanti vero. La crescita di Ljajic gli toglie spazio nel fare quello che in fondo gli piace di più, partire da lontano e svariare da tutte le parti. Nel mezzo non ci vuole nè ci sa molto stare.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore5 maggio 2013 10:29

    Jovetic ha sempre manifestato di preferire Ljajic rispetto a Toni, e persino rispetto a qualunque altro, come partner d'attacco.


    Spero che non si tratti, come nel caso dell'ultimo Montolivo, di gamba/e tirata/e indietro, e che lo scarso rendimento di Jovetic sia dovuto solo ad una sua non perfetta condizione fisica, anche perché se le cose con Ramadani si dovessero mettere male, esiste la possibilità che quello, dei due, da vendere immediatamente, sia Adem.

    RispondiElimina
  9. stefano vienna5 maggio 2013 10:40

    Il cambio Toni-Jovetic non l'ho capito, la rabona di Mati nemmeno. L'unica cosa che ho capito benissimo è perché Mazzoleni non ha fischiato il rigore. Ma queste sono partite che perdi per la pressione e per un po' di superbia.

    RispondiElimina
  10. Con un centravanti vero, che non abbiamo, una partita come quella di ieri hai più probabilità di sbloccarla, soprattutto con difese e squadre che difendono con 8-9 uomini (guardate bene il secondo tempo) dietro la linea della palla. L'area era intasata, i romanisti piazzati a regola d'arte, bisogna riconoscerlo, e quando eravamo arrivati sulla trequarti li si moriva, non c'erano affondi, un uomo che attaccasse gli spazi, fraseggi sullo stretto quasi impossibili, cross assenti, dribbling e contrasti quasi tutti persi per entrare in area, ci sono rimaste punizioni e soluzioni da lontano. Un centravanti di peso questi problemi li aggira perché toglie profondità alla difesa schierata portandosi dietro sempre due difensori e liberando corsie e corridoi per entrare in area con scambi dal limite. Noi non lo abbiamo da Agosto, e non si è posto rimedio nemmeno a Gennaio, non saremmo a lottare con le merde se l'avessimo ma di sicuro con il Napoli si. Dei 2 davanti solo 1 e mezzo ricopre il ruolo di attaccante, tout court, Jovetic è una seconda punta, Ljajic, se tutto procede come sembra, la sta diventando, poi abbiamo un onesto centravanti sul viale del tramonto inoltrato, che ha già dato molto alla causa, un altro che, anche lui, seconda punta, ha deluso in maniera totale coi suoi 3 goal e tanta nebbia nell'inserimento del nostro gioco, poi stop! Attaccanti non ce ne sono più, troppo poco per puntare ad una champions.

    RispondiElimina
  11. Finia la serie de’ rosari contro i’ signore (e si fa pe’
    dire) ‘n giallo, finia la serie degli ‘mproperi
    contro i’destino cinio e baro, finio anche i’fiato pe’ smoccola’ a i’ mondo i’nonno
    e si sgonfia depresso sulla seggiola. La voglia di fa’ pagelle la un c’è, ma
    ormai e gli è quasi un rito, andiamo avanti:

    Viviano 5,5: e dice che un n’esce! Ma se gli uscisse o che
    sarebbe Viviano? Di già gli è tanto che
    gli ha evitao di piglia’ ni’ muso la punzione di Totti a i’ principio! E gli è
    così o così o pomì.

    Tomovic 6: fa’ i’ suo e nemmen male, come tutti pe’ 90’.
    Accidenti a’ recuperi!

    Gonzalo 5,5: e si perde osvardo su i’ go’ (ma Guadalupa perché
    un l’ha preso lui?) e questo e basterebbe ma anche pe’ i resto della partia e s’è
    visto fa’ di meglio.

    Compper 6+: e continua a esse’ i’ meglio della difesa i’
    tedescone della Guadalupa. Perché e giochi sortanto quando e mancan quegli
    artri gli è un mistero.

    Pasqual 6: se de’ crosse che fa e ne ‘ndovinasse la metà e
    marcherebbe anche i’ centravanti che un c’è. Poerino che un corra e un si po’
    dire.

    Aquilani 6+: l’andrebbe degiallozozzizzato un po’ meglio.
    Quando e vede quelle maglie un po’ s’impappina, però i’ suo e lo fa anch’oggi.

    Pizarro 7: i’piccolo grande uomo ‘nvece, de’ vecchi colori e
    un ne risente proprio. I’ go’ e se lo meritava, ma Eupalla oggi e ci avea sulle
    palle.

    Borja Valero 7: e migliora co’ i’ tempo, come i’ vin bono.
    Peccato che di fronte allo sculo ragion non vale.

    Cuadrado 6,5: i’solito Robocoppe che però alla fine, quando
    e ce n’era più di bisogno e doventa umano e pe’ la prima vorta e sembra con la
    lucina rossa della riserva accesa.

    Jovetic 6: a i’nonno e un gli è dispiaciuo come a tanti. I’centravantone
    e un lo sa fare e nemmen lo vo’ fare, i’gemellino e gni ruba spazio, però un
    par di guizzi e ce l’ha e Lobonto e gli nega i’go’.

    Ljajic 6,5: gambe e ce l’ha, e piedi anche, ma lo spunto che
    fa male e lo trova una vorta sola e qui’brodo di portiere che si fa anche e go’
    da se, a lui e gni fa i’ miraholo!

    Toni 5,5: pe’ l’impegno, poero Luhone, ma l’età la pesa e tu
    l’ha a dire a i’nonno!

    Mati fernandez 5: uno che gli entra e fa una giochessa e po’
    e ci caha sopra pe’ fa la rabona e annodassi e piedi io l’are’ fatto torna’
    subito ‘n panca. E ci riman così male che gli è come se ci andasse perché un la
    ‘ede più.

    Romulo s.v: dieci minuti pe’ tocca’ tre palle.

    RispondiElimina
  12. Assunti africani


    Gran brutto risveglio. La partita di ieri ci lascia in eredita' alcuni assunti, tipo la lunga mano nera di ziofester, ( solo uno in tutto il globo giudica dubbio il fallo di braccio, che tale e', e di una evidenza disarmante, solo basterebbe osservare come cambia la traiettoria, che se toccata dalla spalla il pallone non puo' abbassarsi. Dubbio che e' offesa esplicita alla Viola e a tutti i tifosi ) ma anche una squadra che possiede nel DNA un gioco su cui basare il futuro che non puo' essere che luminoso. Il trio meraviglia Mon Pracia ci ha collocato lassu'dove osano le aquile, cime impensabili solo 10 mesi fa', raggiunte con una qualita' di football originale e invidiato, anche se a denti stretti, quindi Osannah, hanno lavorato alla grande per un progetto breve, tre anni circa che potrebbero esser due se arrivera' l'agognata punta e se sapranno trattenere i massimi artefici, Borja Cuadrado Ljajic. Anni che potevano esser addirittura ridotti senza l'intervento a gamba tesa su Berbatov, ma soprattutto sorvolando su un mercato di riparazione che li hanno visti impreparati, mercato ottimo inserito nel progetto, insufficiente nel brevissimo periodo, mercato che ci ha regalato solo un buon Commper. Brutto ora dire che non avevo torto e chi come me, e cito a memoria Jordan, Antoine, Deyna e scusasse chi ho dimenticato, aveva ragione. Si chiedeva Di Natale, che per sei mesi poteva pure venire questo str..., Denis, insomma il bacino era vasto, chiunque meglio di Larrondo che tra l'altro venne pronto a fine febbraio, uno capace di fare gesti tipo quello di Osvaldo anche ogni tanto cioe' buttarla dentro anche quando la manovra non e' stendhaliana, tipo l'orrida rometta di ieri, lontana cuginetta dell'incrociatore zemaniano. Il puntero non e' arrivato, e si son persi almeno 6/7 punti, per cui al 99,9% niente CL che avremmo meritato sul campo, l'ingiustizia sara' presto dimenticata dai media e forse nemmeno rilevata, ma ora 9 punti nelle prossime 3, visto che i ragazzi hanno le palle per non abbattersi e faccio complimenti a tutti loro, che han messo le basi per campionati di vertice. Grazie comunque a tutti, dal trio ai ragazzi in campo, al nostro primo tifoso ADV, il futuro e'luminoso e dipende solo da noi.



    Lele

    RispondiElimina
  13. Non ho visto il post di Barry Gobbonds, ma non mi meraviglia: che importa se il pallone sbattuto sul braccio di Facundo era a distanza ravvicinata, dopo due rimbalzi, e senza che iol nostro difensore muovesse il braccio verso il pallone? Siamo vittimisti, dei perdenti, e contestiamo gli arbitri invece di contestare i DV.

    RispondiElimina
  14. Non bastava la freddura con relativo rosario di ieri sera, stamani mi devo pure sorbire i milanisti che mi ricordano la mano di Facundo. Maremma maiala ma perchè non devo mai gioire per quella benedetta maglia?

    RispondiElimina
  15. Lud ti stai sbagliando di grosso, perchè qui le persone che oggi vogliono il centravanti sono le stesse che lo richiedono dall'inizio dell'anno e non hanno mai smesso di farlo dall'estate 2012 ad oggi, a prescindere dal fatto che fossimo reduci da partite con o senza gol segnati. Si può discutere sulla sua utilità o meno (per me serve), ma che lo invochiamo solo da ieri no, non si può sentire.

    RispondiElimina
  16. Ma domenica passata è stato invocato il centravanti o no? Non mi pare visto che si era vinto 3-0. La verità è che la Roma ieri ha vinto in modo trapattoniano. E contro le squadre trapattoniane si può soffrire. D'altronde si tratta di una sconfitta davvero ingiusta, dovuta a colpo di culo di Osvaldo e arbitro comprato.

    RispondiElimina
  17. stefano armandi5 maggio 2013 12:21

    Ragazzi, se Ljajic, Jovetic, Cuadraro fossero stati più cattivi e concreti avremmo vinto a mani basse. Dicevo ieri, mentre vedevo la partita, che se ci fosse stato Mutu, che non era un centravanti, un golletto l'avrebbe fatto. Per non parlare che Valero e Pizzarro, sontuosi in fase di impostazione, tirano in porta peggio di Rui Costa. Ripeto queste sono partite che puoi perdere per la troppa voglia di vincere che ti fa perdere lucidità e per un tipico errore di gioventù, un pizzico di superbia. Poi, che abbiamo dei limiti e che siamo migliorabili è un luogo comune, ma una partita così fa veramente caso a parte. Si potrebbe anche dire che se avessimo giocato in contemporanea con il Milan magari il risultato poteva essere diverso. Ma appunto, queste partite le perdi quando gira tutto a sfavore anche un Montella questa volta poco sereno e velleitario nelle sostituzioni. Ma tranquilli, si godrà presto, su questo non ho dubbi.

    RispondiElimina
  18. Chiarificatore5 maggio 2013 12:23

    A me pare che l'atteggiamento giusto di fronte al permanente scandalo degli arbitraggi al servizio dei potenti, e prevalentemente anti-viola da sempre, sia quello molto ben descritto ieri dal Colonnello: un denuncia instancabile ed una fierezza per la nostra superiorità morale, ed ora, come tante altre volte, anche tecnica, che ci spinge, come dei veri Don Chisciotte, a voler continuare a combattere, con onestà e con tutta la nostra forza, questi indecorosi mulini a vento ed i loro scagnozzi, e a non accettare tutto questo schifo. Questo mi pare sia anche l'atteggiamento assunto ieri dalla Società: nessun vittimismo ma esplicita indicazione del misfatto. Chi invece, pur dichiarandosi tifoso viola, si rifiuta di comportarsi così dicendo che così stanno le cose, e così sono sempre state, e quindi bisogna accettarle, è il vero servo di chi comanda i giochi in modo disonesto e arrogante.

    RispondiElimina
  19. Ti è stato già risposto da 4 utenti qui sotto, è da Agosto che s'invoca, da Gennaio pure, cosa significa che si è vinto la Domenica prima per 3-0, che il problema fosse risolto per un turno ?! Proprio il fatto che si è trovato soluzioni su soluzioni marcando ogni più rosea previsione aumenta il rammarico di non averne avuto uno, di ruolo, per un anno intero. Con questa formazione, con due seconde punte e ciccia, partite come quelle di ieri sera le sblocchi peggio, con tiri da lontano e punizioni molto spesso, con una punta di peso aumentano a dismisura le opzioni e le soluzioni per portarle a casa, magari su Repubblica taceranno anche su questo. Sia mai......

    RispondiElimina
  20. Leo e Vita: potrebbe anche essere che sia utile avere al centro un uomo come Jovetic che supporti la manovra e sappia dialogare coi compagni anzichè un centravanti classico. Ad ogni modo, dovesse andarsene Jo, non mi vergogno a dire che ho fiducia nel nostro grande tecnico, vedremo se opterà per un uomo come Jovetic o su una punta più classica. Dico subito che non condivido Armandi proprio perchè anche lui cade nell'errore di dare addosso al tecnico al primo passo falso e dopo una gara ottima. Che si vuole di più!?

    RispondiElimina
  21. Louis guarda che quello che ho riportato qui sotto si diceva tutt'altro che milanista, anzi, adorava, prima e tu lo conosci bene. Magari ora con Montolivo al Milan ha cambiato bandiera.

    RispondiElimina
  22. Magari nell'immediato finale della gara di Genova avevamo dato priorità al gioire per quella vittoria, ma nel prosieguo della settimana... le discussioni su Aubameyang e Osvaldo te l'eri perse, Lud? Mi pare di no, avevi anche risposto, se non ricordo male, che Osvaldo è sopravvalutato

    RispondiElimina
  23. e' nel topic del rigore, facile trovarlo. Io non gli ho nemmeno risposto perchè non lo cago per postulato, se no ricomincia la vessata queastio e non finisce più

    RispondiElimina
  24. Quello che penso io Lud, è la stessa cosa che scrivevo l'estate scorsa, quando ancora non immaginavo neanche lontanamente lo spettacolo che avrebbe offerto Montella: a certe condizioni si può abche giocare sebza centravanti, ma non avere nella rosa tale profilo a disposizione no, è un handicap che ci ha penalizzati in numerose occasioni. Lo stesso lo pensavo e lo penso riguardo l'incontrista.

    RispondiElimina
  25. E' vero ma dillo a quelli che dicono che giochiamo con tre punte. Mutu infatti era una punta, vera, di quelle che giocano per fare goal. A noi non manca Jovetic come dice qualcuno, manca un centravanti che è dove fanno giocare Jovetic che centravanti non è. Siccome ha i numeri un goal lo può anche tirar fuori, come stava facendo anche ieri, ma centravanti non è. Siam pieni di mezze punte e esterni di centrocampo più o meno adatti a giocare avanti, ma punte vere, gente che vive per il goal, abbiamo solo un pensionato e questo ogni tanto viene fuori, non può non venir fuori, speriamo che lo registrino bene per il prossimo campionato.

    RispondiElimina
  26. colonel.blimp5 maggio 2013 12:56

    Il senno di poi, quando è senno di prima, non è senno: le lacune per il vertice di questa squadra erano note dal 31 agosto e solo una era rimediabile, con molto coraggio, a gennaio ma con un investimento tale che i DV non hanno sentito di esporsi, dopo l'esborso per Pepito e con Jojo ancora sulle braccia (Pasqual capitano, cementificatore di spogliatoio rinnovatissimo e inzeppato di stranieri, era rischioso da emarginare in corso d'opera, Neto ci ha piantato in asso a poche ore dalla chiusura del mercato e a quel punto l'esclusione di Viviano rischiava di riaprire la piaga con la tifoseria: si può obiettare a questi calcoli, non si può trascurarli o giudicarli infondati). Ma non poter lottare per lo scudetto non significa non meritare la Champions a giochi leali. La Fiorentina, dopo Ridolfi (mecenate all'antica ma dissennato, decoubertiniano, testa fra le nuvole, dunque irrilevante), ha avuto presidenti di piccola taglia industriale finché fecero sognare i Pontello che non erano che edili, di nessuna influenza nel grande mondo economico, di nessuna cultura sportiva, cinici e sfruttatori nei confronti del tifo e presto inguaiati. Il Laureato era un cretino dilapidatore del business del padre, che era a sua volta un Gosto fiorentino ma avveduto, e anche in quel caso c'era il nulla alle spalle in quanto a innervamento politico-finanziario, mentre la ridicolaggine del personaggio poteva essere (e fu) ritorta e mediatizzata a coprire le vaccate contro la Viola da parte del brutto poter che ascoso a comun danno impera. Che la squadra di una città di provincia, mai guidata fino ai DV da personalità di rilievo dentro la vita nazionale, abbia potuto insidiare in così tante riprese (i quattro secondi posti dopo il primo scudetto, il secondo dell'82, i castighi ripetuti per non aver ceduto Antognoni al fannullone cocainomane di Torino, la finale di Uefa, la prima retrocessione, l'assurda condanna in calciopoli, il campionato in corso) la mafia piduista che organizza i campionati di calcio in Italia, è da vedersi come fatto assolutamente eccezionale e dovuto più che altro alla passione incommensurabile della sua tifoseria, alla cultura specifica legata dalla miracolosa edizione 1955/56, i cui protagonisti trovarono posto in società in ruoli tecnici, all'intelligenza audace e creativa di imprenditori peraltro modesti come Befani e Baglini e di dirigenti di standard mondiale come Franchi, Allodi, Corvino e adesso Pradè (né dimentico il puro occhio, non assistito dalla mente, di Antoniosuperstar). Io la Fiorentina me la godo al netto di ciò che ammorba il nostro calcio (perché ammorba la nostra nazione), la mia stoica soddisfazione è inconcutibile da pezzenti che hanno come sommo bene, nella vita, lo stupro di minorenni, l'orgia di cocaina, il disprezzo verso chi non ruba il pane al prossimo, il fancazzismo. La disonorata società del calcio è come la natura leopardiana: è onnipotente ma stupida, non intacca la mia umanità infinitamente superiore, mi uccide ma non mi ha, non può nulla sul Valore che la grandezza viola in me ricetta, quel che mi ha dato la Viola quest'anno non me lo può togliere nessuna lupara e dunque prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr! E Montolivo sia con loro, amen. Vedi Jordan, mica ce l'ho con lui, ce l'ho con chi, qua sul sitollock, ci è stato e ci sta ancora a tavola, accanto cioè a un anormale e delinquente che sparito per mesi, a colpi di vittorie viola, rispunta per sbattere in faccia a cloaca la sua gioia ributtante (più furba a dorare la pillola, ma ugualmente e merdosamente gobba, è Provola Viola sfigatona mentecatta, nel commento sotto pagelle, del resto deliranti, di ceccacaccaciccia). E' riuscito, 'sto fallito crivellato dall'Edipo (ma chi se ne frega dei tuoi guai familiari, ma pàgati chi te li curi, demente!) del Beberri, a far incazzare anche un olimpico come Deyna, ciò che mi ha divertito non poco, devo dire.

    RispondiElimina
  27. Stai cambiando santo? guarda che i santi non esistono, esistono professionisti più o meno bravi che fanno bene e sbagliano. Quelli bravi sbagliano di meno, ma tutti sbagliano. Questo è bravo non concordo che abbia sbagliato gran che ieri, anche se Jovetic non l'avrei tolto, ma capisco il tentativo. Era andata bene col Chievo, quasi bene col Cagliari alla fine se non sfondi palla a terra provi con i cross, per i quali ci vuole uno che ci sappia andare. Se abbiamo solo Toni o Toni è il meno peggio per la bisogna mica è colpa di Montella, è perchè ci manca il centravanti.

    RispondiElimina
  28. Per essere più sicuro la merda Mazzoleni ha fatto squalificare Ljajic per due giornate. Maramaldo tu uccidi un uomo morto, ma da uno schiavo di Lord Fester cosa ti vuoi aspettare?

    RispondiElimina
  29. Dovendo togliere un uomo andava tolto Jovetic che non mi pare abbia grande autonomia fisica. Toni non ha convinto, è vero, ma la prestazione di tecnico e squadra resta ottima. A un tecnico chiedo un gioco e di farmi divertire, Jordan, dopodichè non sto a vedere se sbaglia una sostituzione. Non chiedo che si vinca sempre ma si provi sempre a vincere con personalità. Insomma mi accontento, ma non sopporto il non gioco e la confusione in campo.

    RispondiElimina
  30. Mi pareva di aver scritto chiaramente che non ho certezze sulla questione del centravanti. Non so se sia meglio averlo o no. Io credo che sulla carta un attacco a tre con Jovetic al centro, Cuadrado e Ljajic ai lati sia ben assortito e valido, purchè Jo stia bene. L'anno prossimo, se Jovetic parte il reparto sarà rivoluzionato. Vedremo che tipo di giocatore sceglie Montella e che gioco di attacco ci propone. Conoscendolo credo che farà bene.

    RispondiElimina
  31. colonel.blimp5 maggio 2013 13:25

    Ah, se fossi nella Fiorentina A.C. non mi perderei tanto nella difesa di Ljajic per insulti a Prezzoleni a fine gara: li ha pronunciati, il Nutella, li ha pronunciati, inutile negare, è per questo che lo amiamo anche di più, è per questo che io, che non ho mai pianto, se non per Antonio, per la partenza di un viola, perché eterna è solo la Fiorentina, mi incatenerò ai cancelli del Franchi se Ljajic sarà ceduto! Adem per sempre! Adem eroe! Adem voce di Firenze! Prezzoleni al muro! Banditi, squalificatelo pure, a maggior sicurtà di furto finale, VOI VALETE MENO DELLA MIA MERDA, VOI SIETE DEI CRIMINALI DA FILM AMERICANO DI SERIE C DEGNI ANNI '50, VOI FATE E FARETE SEMPRE UN BAFFO ALLA GENTE ONESTA E A FIRENZE, VOI SPROFONDATE SOLTANTO NELLA VOSTRA ABIEZIONE MENTRE CREDETE DI TRIONFARE. IO DANZERO' SULLA TOMBA VOSTRA E DEI VOSTRI PARENTI FINO ALLA SETTIMA GENERAZIONE!

    RispondiElimina
  32. Chiarificatore5 maggio 2013 13:25

    Particolarmente ispirato il Colonnello nell'evidenziare le ragioni storiche, più alte e profonde nello stesso tempo, del tifo Viola nel mondo. Clap, clap, clap.

    RispondiElimina
  33. E comunque la partita di ieri sera conferma quanto vi dico da mesi, e cioè che quando prendi un difensore, a 28 anni, da una retrocessa, qualche bega deve esserci per forza. Anche ieri sera si dimentica Osvaldo e tanti saluti (e sagrati) per il sottoscritto. Viviano conferma la sua inaffidabilità per i livelli cui siamo oramai arrivati e per i quali, presumibilmente, lotteremo d'ora in poi. Urgono un gran portiere, un gran difensore (Tomo e Compper anche ieri sera inappuntabili, ma voi continuate a dirmi che sono il procuratore del serbo, in realtà i difensori li vedo per tempo e difficilmente sbaglio...) ed un centravanti vero. Spero in Osvaldo che ci ha castigato ancora una volta. Jovetic gioca già per qualcun'altro, non so se si vede eh...

    RispondiElimina
  34. La Redazione del sitone si sbilancia dicendo che non risultano offese di Ljajic verso l'arbitro...Ma vale inderogabilmente la parola dell'arbitro, se non ci sono altri testimoni?

    RispondiElimina
  35. Deyna, l'è partita la mannaia...

    RispondiElimina
  36. La squadra, lacune o non lacune, meritava di vincere, punto. Non è successo perché non ce l'hanno permesso Mazzoleni e una super parata di un portiere che era stato relegato in panca per manifesta incapacità. L'unico appunto che faccio ai nostri è una certa frenesia che ci ha reso meno precisi e qualche scelta offensiva sbagliata, soprattutto da Quadrado, come diceva giustamente Lele. Una cosa non ho capito, ad un certo punto abbiamo cominciato a battere i calci d'angolo con due soli uomini in area. Perché?
    Squalifica lampo di Adem,tanto per comunicare il "missione compiuta" ai padroni a Milano. Se fossi il Toro oggi non mi farei molte illusioni, sono in sei e tutti con la missione di non creare intralci al diavolo.

    RispondiElimina
  37. colonel.blimp5 maggio 2013 13:54

    Ma se a Siena, falsando la lotta per la non retrocessione come LORO hanno falsato quella Champions, mandassimo i pulcini in campo, con un secco comunicato ufficiale, cosa ci perderemmo? La Uefa? E chi se ne frega! Ma immaginate la risonanza in tutto il mondo? Immaginate il panico nelle immonde stanze? Un atto di coraggio: lo abbia DDV, il fratello è un frescone garbato e tifoso, ma frescone.

    RispondiElimina
  38. La cosa che dà più fastidio comunque non sono le giustificazioni di Galliani & Co, comprensibili, ma le allucinanti uscite di altri tifosi viola, secondo cui saremmo perdenti, complottisti, vittimisti, gli errori arbitrali ci sono per tutti e non da una sola parte, a fine stagione poggi e buche si compensano, e le stragrandissime mamme maiale. Ma che ci dobbiamo far prendere pure per il culo? Inconcepibile. Inammissibile. Intollerabile.

    RispondiElimina
  39. Non ce l'ho fatta, m'è toccato a rispondere al baseballista, è più forte di me, mi scatena l'adrenalina e la voglia di rissa

    RispondiElimina
  40. All'indomani di Pescara-Chievo di quindici giorni fa: ""C'era un rigore netto a nostro favore per un mani di Andreolli su giocata di Sculli. All'intervallo ho chiesto il motivo della mancata concessione del penalty, a fine partita, e mi aspettavo una frase di circostanza, del tipo... non ho visto. Invece ha detto a me che non se la sentiva e a Delli Carri. alla presenza di testimoni non solo del Pescara calcio. ha detto: 'Dovete imparare a parlar bene in settimana'. È chiaro - sottolinea il presidente abruzzese - come si riferisca alle mie dichiarazioni di questa settimana, quando mi sono lamentato delle mancate tutele ai danni del mio club. Testimoni? Eravamo in 20, figuriamoci. Gli ispettori federali erano presenti e hanno raccolto la denuncia" Ecco chi è Mazzoleni, uno che dà o non dà i rigori a seconda se uno è bravo a non lamentarsi in settimana, uno che evidentemente lavora su indicazioni ben precise. Gli ispettori federali erano presenti ed hanno raccolto la denuncia. Risultato: è stato il miglior salvacondotto per arbitrare Fiorentina-Roma, evidentemente con istruzioni precise.

    RispondiElimina
  41. Vabè, nel caso di Barry Gobbonds siamo ben oltre i limiti della decenza...Non so se vedermi la partita del Toro, rischio di farmi venire altro sangue amaro...a poi.

    RispondiElimina
  42. Se ne riparla, comunque anche noi tifosi dovremmo diventare parte attiva, e trovare il modo di tenere sotto pressione questa mafia, è da vedere la maniera. Parlo ovviamente di diffondere le cose via web mediante i blog, proporre forme di boicottaggio mirate, ecc, ovviamente, non di far uscire gli arbitri dal Franchi alle 4 del mattino, ahahah

    RispondiElimina
  43. Non ce la faccio, al calcio di rigore che daranno a Balotelli che si sdraia al primo soffio di vento rischio di spaccare la TV e poi mi tocca a frugarmi per ricomprarla. Vado fuori e leggo il risultato alla fine, raccontatemela.

    RispondiElimina
  44. Massimo Sandrelli candidato sindaco a Monte Argentario per il Pd corrente renziana e manifesto raccapricciante. L'avete visto?

    RispondiElimina
  45. Pedini the President of Africa


    Non credo si possa fare granche', noi tifosi, oltre a scrivere milioni di post schifati, purtroppo. Minime soddisfazioni possono scaturire dalle giuste offese che il grande Pedini ha detto sul brutto muso di ziofester, ma poi, immolandosi, s'e'beccato il daspo, con il mafioso che le pedine le muove lo stesso, fischi alla nazionale, che si meriterebbe per come e' guidata dal falso imbonitore di fair play e spalleggiatore del sistema, sortono poi solo antipatie dai media prezzolati, quelli, tutti, compreso l'indegno fiorentino Sconcerti, che videro il milan vittima a Firenze, la scenografia immaginata dal Colonnello e'affascinante ma irrealizzabile da gente come i DV e disdire sky serve solo a veder peggio le partite. L'unica via e' un ritorno della voce di Diego, come ai tempi delle antiche lotte per la ripartizione diritti TV, o le recenti bacchettate agli Agnelli. Ecco, solo lui puo' attirare la giusta attenzione, solo lui puo' trattare ziofester da portaborse quale e', solo lui puo' attirare le giuste attenzioni senza che i mafiosi continuino a trattarci con sufficienza, come una zanzara fastidiosa. Riformare un sistema marcio come il nostro calcio equivale a quello politico, ma se non si comincia mai...E quanto mai necessario che si senta la sua voce autorevole, perche' se non viene da lui, ditemi da chi? Tutti gli altri presidenti sono ramificazioni del potere che a cascata si beccano i contentini e gli va bene cosi'. Altre soluzioni io non ne vedo.



    Lele

    RispondiElimina
  46. Stasera me la guardo, voglio vedere di cos'altro hanno bisogno per essere aiutati e stare belli tranquilli al riparo dai cattivoni viola.
    Non mi sorprende nulla e difficilmente ci si può incazzare sapendo bene a cosa si assiste.

    RispondiElimina
  47. colonel.blimp5 maggio 2013 16:42

    Filippo riense rispunta dopo la sconfitta, anche lui, povero coglione sfigato e mascalzone, in tripudio coi leghisti del Tavernello, perché dopo Prandelli il lutto si addice all'adoratore come il cazzo in culo al Giannelli. Finite le trenodie per la condanna dei DV a calciopoli, ora l'hanno meritata gli scarpari; finiti i j'accuse contro Ovrebo, ora gli arbitri sono l'alibi dei deboli (ahahahahahahahahahahahahahah!).... Comunque, fattoci un altro ahahahahahahahahahahahahahahahahah! sulla, a dir del coglione filippesco, sterilità offensiva della Fiorentina più prolifica degli ultimi 50 anni, sveliamo al sitollock la nuova avance di Filippo riense a Jordan:

    Jordanino Jordanuzzo
    io mi chiamo Filippuzzo:
    vacci pure col tuo aguzzo!
    Credi forse che io ruzzo?
    Dentro il cul m'entra uno struzzo!
    E se credi che un po' puzzo
    tu profumi di merluzzo?
    Basta, ora fai uno spruzzo,
    che m'arrivi fin sul buzzo!

    Ahahahahahahahahahahahahahahahahahah! E che Prezzoleni si prenda per Jordan e ti faccia felice, Filippo... ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  48. Non ti vorrei deludere Leo ma la partita del Milan era in programma nel pomeriggio. Stasera ti consiglio una bella pizza.

    RispondiElimina
  49. Nessuna delusione Lud, pensavo fosse serale, figurati, mi sono visto pure il goal in diretta del Balo.

    RispondiElimina
  50. colonel.blimp5 maggio 2013 16:53

    Balo ha chiuso il conto, meno male per Beberri, lo Pseudosenese e Provola Viola, il Tavernello può scorrere a fiumi, nella Setta degli Adoratori del Milan. Decisiva l'assenza del Monto. Zampa va in B per rigore inesistente per la Juve: eh, a volte gli amici tradiscono... ahahahahahahahahahah! Goditela tutta, Zampa, tu che hai leccato il culo al Palazzo per una vita! Aahahahahahahahahahahaha!

    RispondiElimina
  51. o icche c'entro io con qui rintronato? L'unica cosa che ci lega l'è il Brasile, ma ce n'è quasi 200 milioni ora in Brasile!

    RispondiElimina
  52. Milan a +4. discorso chiuso, a tripla mandata stavolta. Teniamoci stretto il quarto posto e prepariamoci ad una bella cavalcata in EL, campionato comunque stratosferico, peccato per la punta, con una punta vera si era in CL, ci andremo il prossimo anno.

    RispondiElimina
  53. .....e che non sei salito sul treno al momento giusto quando ti avevano regalato un biglietto gratis! Ben ti sta!!!!

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore5 maggio 2013 17:09

    Neppure il più idiota dei milanisti riuscirebbe a ridurre la partita Fiorentina Milan ad un presunto generoso rigore concesso alla viola, c'è però riuscito un presunto tifoso viola, ma sicuro deficiente totale, il quale dopo settimane di latitanza, finalmente felice per la nostra sconfitta di ieri, ha tirato fuori la testa dalla merda, dove sguazza.

    RispondiElimina
  55. Chiarificatore5 maggio 2013 17:30

    Giunti al dunque, al "mors tua vita mea", il confronto Fiorentina Milan è stato palesemente e volontariamente falsato dai giudici di gara prima dalla inaudita espulsione di Tomovic nello scontro diretto, poi dal clamoroso rigore negatoci ieri. Il deficiente totale di cui sotto invece dice che queste due circostanze, dove la nostra superiorità tecnica è risultata persino imbarazzante, avrebbero dimostrato tutti i limiti della Fiorentina. Si può essere più idioti di costui?

    RispondiElimina
  56. colonel.blimp5 maggio 2013 18:03

    Caro Chiari, la cloaca sopravvive solo grazie ai sitollockiani e sono loro, che entrano in discussione per malinteso pedagogismo con un cretino come Filippo, che vanno rampognati. Ora crede di cavarsela, quel relitto umano, dicendo che è sempre stato così e che se non ci va bene la corruzione nel calcio occorre smettere di veder le partite: dunque dovremmo tenerci la corruzione e processare pure la Fiorentina perché non sa vincere nonostante la corruzione... ahahahahahahahahahahahahahah! Lo salva solo l'ammirazione per Jordan, forse portata un po' oltre, vista la nuova ode che gli dedica e che giro sul sitollock:

    Jordanino Jordanozzo,
    io mi chiamo Filppozzo:
    sono forse un poco rozzo
    se ti chiedo di dar cozzo
    al mio culo bello tozzo?
    E se poi in fondo al gozzo
    del tuo più fedele mozzo
    scaricassi il maritozzo,
    sia pulito o che sia zozzo?



    Ahahahahahahahahahahahahahahah! Filippo, Prandelli non tornerà più e tu sei costretto per questo a tifare strisciate per l'eternità! Che destino di merda, Filippo! Filippo, Montolivo ti presta l'asticella ma tu nettala prima di tutto quel marrone! Filippo, vaffanculo cretino! Ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  57. colonel.blimp5 maggio 2013 18:17

    Una parola su Viviano: pessimo, ma non ieri. Accusarlo sul gol per mancata uscita, e discolpare Neto sul cross di Lamela (fatto bene a non uscire, dice), per gol di Destro è puro nepotismo jordaniano. Circa Rodri: pur nella mia ammirazione per il resto, le sue deficienze di testa nella sua area (nell'altra, anche ieri ha sfiorato il gol) le segnalai per tempo, nel girone d'andata, quando ci andò bene più volte. E ricordo che gli abbassai il voto contro il Genoa, due settimane fa, perché lasciò colpire indisturbato un avversario su angolo all'ultimo secondo: fallo una seconda volta e la Tyke non ti perdona e infatti non ha perdonato. Credo che Compper dovrebbe comandare la difesa in quei frangenti, Compper che non può tornare fra le riserve perché è il più completo dei nostri difensori. La partita di ieri è stata davvero decisiva e richiedeva un chirurgo di razza al servizio della mafia come Prezzoleni: Siena e Palermo sono pressoché condannate, con noi vincitori ieri e gasatissimi avrebbero perso alla grande, mentre la partita con la Roma sarebbe stata quella del sorpasso per noi. Complimenti, la mano che servì il caffè a Pisciotta e a Sindona, che annodò il cappio al collo di Calvi, che manovrava le BR, si è esibita in un altro dei suoi omicidi imperfettissimi (tutti vedono, tutti sanno) ma impunitissimi, in un terreno che è solo apparentemente minore, perché produce consenso e droga le coscienze.

    RispondiElimina
  58. colonel.blimp5 maggio 2013 18:25

    Di buono c'è che i DV sono incazzati e ipermotivati a rafforzare la squadra, a tanta maggior ragione. Credo che quest'estate il mercato dev'esser perfetto nel colmare le lacune, ma siccome esse sono facilmente leggibili e siccome non sarà possibile farci ostruzionismo con la pluralità di obiettivi in alternativa che Madè ha in mente, l'anno prossimo ci vorrà uno grandissimo sforzo, da parte dei Don Vito, per sbarrarci il passo, e stavolta non più al terzo posto. Intanto, grazie bellissima Fiorentina!

    RispondiElimina
  59. Chiarificatore5 maggio 2013 18:41

    Se vogliamo fare le pulci alla Viola, guardare al futuro, e valutare i limiti manifestati quest'anno da questa pur stupenda Fiorentina io ne indicherei 4 in ordine di importanza:

    1) Il tornante di sinistra;

    2) L'assenza, che ha pesato in alcune partite, di un degno sostituto di
    Pizarro;

    3) Il portiere;

    4) L'assenza di un bomber da 20 gol;

    Ho messo l'assenza del bomber al quarto posto, perché alla fine dei conti il gioco barcellonesco esibito ha consentito in qualche modo di sopperire a questa carenza realizzando il record di gol da 50 anni a questa parte, attraverso una vera e propria cooperativa del gol.

    Sta di fatto che ci sono tutte le condizioni societarie perché, in vista del prossimo campionato, tutti e quattro i problemi vengano risolti.

    RispondiElimina
  60. Chiarificatore5 maggio 2013 19:00

    Deyna, in astratto può essere fondato il tuo approccio, ma in concreto alla mancanza di un bomber si è in qualche modo sopperito, come dimostrano i gol fatti; lo stesso però non si può dire sui limiti Pasqual, del portiere, e di quando quando Pizarro era indisponibile.
    In ogni caso stiamo parlando di quattro problemi in corso di risoluzione.

    RispondiElimina
  61. colonel.blimp5 maggio 2013 19:04

    Ahahahahahahahahahahahah, quell'imbeccille del Riense si permette anche di prender tono supercilioso col nostro grande Foco e di metterne in dubbio l'intelligenza:

    «Sacro foco, io voglio continuare a illudermi che tu sia una persona intelligente che in questo momento, forse per l'amarezza - più che giustificata - della sconfitta di ieri, non vuole capire. Perché l'alternativa sarebbe peggiore e non la voglio considerare».

    Ahahahahahahahahahahahahah, povero Filippo inculato! Povero strisciato che non capisce una sega e invita alla rassegnazione salvo di fronte al fatto che i DV ancora i rubinetti d'oro, alla Ceausescu, non ce li hanno forniti, nel palazzo che hanno costruito sulle macerie della C2: ahahahahahahahahahah! Filippo, sei così fava, sei così irreparabilmente testa di cazzo che continui a esaltare Jordan come concordante con te e non vedi che dice l'opposto di quel che dici tu e ti considera un rintronaho... ahahahahahahahahahahahahahah! E allora pubblichiamola, la tua nuova poesiola per lo spasimato Jordan! Ahahahahahahahahahahahahah!

    Jordanino Jordanetto
    io mi chiamo Filippetto:
    sono uomo molto gretto
    ma c'ho ancora un bel culetto
    in cui il dildo levo e metto.
    Ma sei tu quello che aspetto,
    che tu sverzi su nel retto
    quella specie di aviogetto
    cui anela il tuo paggetto!

    RispondiElimina
  62. Che un centravanti fosse nei programmi lo dimostra l'ingaggio di Berbatov, sfumato all'ultimo. Ma l'importante è proporre un sistema di gioco coerente e organizzato. Mi pare che Montella sia riuscito a proporre un'ottima squadra anche senza disporre di un centravanti di valore. Dapprima ha provato la coppia Ljajic-Jovetic, poi ha inserito Toni al posto di Ljajic, quindi ha trovato una formula nuova, il 4-3-3 con l'avanzamento di Cuadrado. Fino alla fine dell'anno si andrà avanti così: se Jovetic crescerà in condizione il rendimento dei tre davanti migliorerà. Già ora non si può dire che la Fiorentina segni tuttavia pochi goal. L'anno prossimo vedremo altre novità, credo. Se Jovetic va via il suo posto potrà essere occupato da un attaccante di area o da un altro "finto centravanti" come Ramirez. In ogni caso credo che Montella chiederà al centravanti di non limitarsi a ricevere il pallone e a tirare, ma vorrà attiva partecipazione al gioco. Un giocatore che sappia far tutto: tirare, colpire di testa, ma anche alimentare l'azione offensiva, creare spazi e triangolare con gli altri attaccanti mi pare un po' una utopia. Mi fido comunque della capacità del tecnico, il quale potrebbe anche decidere un nuovo cambiamento del modulo.

    RispondiElimina
  63. Chiarificatore5 maggio 2013 19:19

    C'è un gruppo di solenni idioti nel triste sitone che invitano i tifosi viola a farsi una ragione dei torti arbitrali.

    A me la vaselina nelle chiappe non piace, e non la voglio, quindi non me ne farò mai una ragione.

    RispondiElimina
  64. sopravvissuto5 maggio 2013 19:23

    Di Natale, Klose, Balotelli, Borriello...oggi il destino ha voluto mostrare cosa significhi avere una punta, che non occorreva come il pane (a noi) ma come un parmigiano di 36 mesi sulle melanzane per fare un'ottima parmigiana. Nel girone di ritorno, per assurdo, ha pesato più il problema "punta risolutiva"(contro il Milan, ieri, a Udine, a Catania), rispetto al portiere; Viviano non ha più avuto basso rendimento, è sembrato migliorato ma la Fiorentina senza fromboliere rimane una rarità, una eccezione e proprio perchè tale irripetibile per l'anno prossimo. Lo sforzo dei DV dovrà essere quello di cogliere l'attimo, abbastanza lungo, di due milanesi che stanno stringendo i cordoni e non hanno quel gioco che le faccia primeggiare, delle due romane che rimangono ostaggio sia della tifoseria (Roma) sia del poco spendere (Lazio) e dell'umoralità delle piazze; ecco che per lo scudetto si può inserire, insieme al Napoli, una Fiorentina già rodata, già pronta ma che non deve commettere l'errore del Gennaio Prandelliano, cioè acquisti tanto per comprare, scommesse un po' a casaccio. Problema-sitone (perchè è un problema!): io non riesco a capire cosa giovi alla redazione il fatto di avere utenti registrati e che cambiano nick ogni settimana a seconda del risultato, cosa porti non avere un moderatore che ogni tanto intervenga, cosa significhi reggersi su gentaccia che sembra tifare altre squadre e che gioisce per gli insuccessi e che giustifica le cose balorde degli altri club. Cui prodest? La viola ora non deve mollare, sbracare...anche perchè il Milan deve affrontare la Roma e nessuna delle due potrà perdere, o sbaglio? La società deve farsi sentire ma non come le dichiarazioni di Mencucci(cazzo!!!Cazzo!!!cazzo!!) al sonnifero "Forse siamo stati vittima di una svista...". Forse???!! Ma prenditi tu 10 giornate di squalifica,non Liajic!!Tu tira fuori per una volta i coglioni, attua una protesta formale alla Lega, vai in Tv, insomma fa qualcosa da dirigente, telefona alla Domenica Sportiva (che io non ho visto) e parla, denuncia, lotta, chiudi la bocca al settore gerontologico della Rai...cazzo cazzo cazzo!!!!! Cornuti e mazziati NO!!!

    RispondiElimina
  65. colonel.blimp5 maggio 2013 19:26

    Sia Auba sia Osvaldo sono adesso più cari che a gennaio e Jojo, già mentalmente smobilitato alla Montolivo in quel mese, era da vendersi anche allora: sono operazioni, però, che a gennaio richiedono ardire e interventismo rapido e visionario da parte di un presidente-padrone e anzi «badrone», che non è il ruolo che i DV si ritagliano, loro che tengono molto alle distinzioni delle competenze, alla pianificazione. Qui c'è più da conservare che da importare: la struttura della squadra è eccellente (è Wunderteam), il completamento facile. Però essere già in Champions l'anno prossimo, oltre agli introiti (ma già emerge che i DV, imbufaliti per ieri, vogliono metter del loro), avrebbe fatto da magnete per i campioni e consentito un test probante per obiettivi alti. Un dettaglio corleonese: Mexès si appoggia sull'avversario, cui strappa addirittura la maglia, nel far torre per Balo per il gol.

    RispondiElimina
  66. colonel.blimp5 maggio 2013 19:35

    Sopra, sotto di 4 punti la corsa è chiusa, non siamo ridicoli, il Milan può anche permettersi di perdere con rigore fasullo, contro la Roma (magari per mostrare che il campionato è regolare... ahahahahahahahahahahahah!), tanto Pescara mercoledì e Siena condannato fra quindici giorni le travolge.

    RispondiElimina
  67. Chiarificatore5 maggio 2013 19:37

    Stupenda la prima foto che oggi ci ha proposto il poeta e che denominerei: "gli scheletri goderecci".

    Nello specifico, allo scheletro di sinistra darei il nome di "idioti del sitone", quello di destra lo chiamerei "torti arbitrali". Ahahahahahahahahahahahahahahahahah!!!!!!

    RispondiElimina
  68. colonel.blimp5 maggio 2013 19:51

    Filippo tiene assolutamente a che io posti la sua ultima cosetta per Jordan: sono stufo di far da paraninfo ma mi adeguo, la sua passione mi commuove e mi edifica.

    Jordanino Jordanello
    io mi chiamo Filippello,
    il tuo povero sgabello:
    non ci vuol il campanello
    o la tromba a Carosello
    perché io, lesto fringuello,
    sgrani il tuo lungo baccello
    là nei boschi del Mugello!

    RispondiElimina
  69. colonel.blimp5 maggio 2013 19:57

    Signori si nasce (e Filippo da Rio pure... ahahahahahahahahahahah!):

    «05/05/2013 19:31:14 Sacro Foco, Terni Filippo, se dire che ci danneggiano è scoprire l'acqua calda, affermare che un grande attaccante ci avrebbe
    fatto fare qualcosa di più, invece? Veramente un raro esempio di
    perspicacia. Inoltre tirarlo fuori ogni volta che si perde e fare finta
    di niente quando si fanno tre gol a partita denota grande coerenza e
    onestà intellettuale. Sulla mia intelligenza smetti di illuderti, non è granché, altrimenti mi avrebbe impedito di soffermarmi sui tuoi post».

    RispondiElimina
  70. colonel.blimp5 maggio 2013 20:09

    Rara avis! Un componimento di Filippo non amoroso! Roba da stare coi sonetti politici di Petrarca! A voi:

    Jordanino Jordanino
    io mi chiamo Filippino:
    son da Rio, sono cretino,
    se ne è andato Giubbottino,
    il coglione uno e trino,
    e la colpa è di Corvino
    ed allora vi propino
    fatalismo levantino
    perché voglio nel tombino
    tutto il tifo fiorentino.

    RispondiElimina
  71. colonel.blimp5 maggio 2013 20:23

    Vorrei informare la gentile utenza che uno dei nick utilizzati da Beberri l'Anormale in luogo del suo ormai smerdatissimo è «Pecos Bill». E Kurt è un clone di Setta.

    RispondiElimina
  72. colonel.blimp5 maggio 2013 20:39

    Filippo non ha saputo rispondere nulla a Foco salvo che Foco è d'accordo con lui ma non vuole ammetterlo: Filippo, squallido clone di Setta, conferma pertanto di essere il più grande cretino di cloaca.

    RispondiElimina
  73. Kurt per me rimane uno dei migliori che ancora scrivono di là. Tra l'altro dice cose più che condivisibili, anche nell'ultimo post. La sconfitta di ieri sera è un mix di sciagure. Sculo, arbitro al solito dannoso, limiti tecnici. Penso che una squadra (e soprattutto una società) che, senza un centravanti, finisce il campionato con uno dei primi 3 attacchi non possa che ringraziare il proprio allenatore ed il suo staff per essere andato ben oltre l'asticella. Ripeto quello che vado dicendo da mesi e cioè che, con un gran portiere, un gran centrale difensivo ed ovviamente un centravanti da affiancare a Rossi (Jojo, per piacere, levatemelo dai coglioni che mi ha veramente nauseato, non voglio mercenari nella mia Viola...) si possa tranquillamente lottare per i primi tre posti. Obiettivi da me elencati, quelli di mercato intendo, ampiamente alla portata del magico duo con in saccoccia i 25/30 milioni ricavabili dalla cessione dell'ormai per me insopportabile montenegrino.

    RispondiElimina
  74. Per il primo è possibile, il livello intellettuale è simile. Kurt invece è un utente di vecchia data ed in genere logico e preciso. Non so chi sia Setta, ma non credo Kurt sia un clone di nessuno.

    RispondiElimina
  75. colonel.blimp5 maggio 2013 20:45

    No, Louis, il clone di Setta Kurt è dei peggiori, oscilla fra l'insulso e il prandellian-cretino. Per il resto scopri l'acqua calda ma a gennaio, in chiusura di mercato, ce l'avevi con chi non era contento e intimavi la soddisfazione: una delle tante tue contraddizioni. Lottare per i primi tre posti? Senza arbitri contro quest'anno eravamo secondi. Volevi dire: per lo scudetto. E allora siamo d'accordo.

    RispondiElimina
  76. Blimpe, quando imparerai a leggermi ti accorgerai che io e le contraddizioni stiamo all'opposto. Ho elogiato, ed elogio tutt'ora, il mercato di gennaio nel quale è arrivato, tra gli altri (Compper per esempio...) un certo Rossi... Quindi nessuna contraddizione. Il fatto che scriva che ci manca un centravanti non è conseguenza diretta o critica verso la società, anzi. Non posso non elogiare (come criticavo quando era il caso e si facevano figure di merda su tutti i fronti) un operato che ci ha riportato ai vertici del calcio italiano, frenati in gran parte dai soliti noti. Quanto alla Setta ed ai cloni mi permetto il lusso di dirti che stai prendendo un granchio grosso come una casa, visto che molti dei quali che virtualmente odi li conosco di persona e so con certezza che Kurt non è il clone di nessuno...

    RispondiElimina
  77. Louis hai ragione su tutto ma per me sbagli su Jovetic. Non è al massimo ma, soprattutto, è fuori ruolo, soprattutto quando gli si chiede di fare il centravanti vero. Non credo abbia nessun interesse a far flanella, solo che non è convinto di quel che gli chiedono e Montella lo sa benissimo ma non ha altri a cui chiederlo, soprattutto adesso che Lajjic fa benissimo quel che chiedeva prima a Jovetic. Ora che Ljajic è squalificato vediamo cosa inventa, ma le alternative non ci sono. Toni può andar bene ormai solo nei finali di partita, Larrondo per me è un limitato senza rimedio, El Ham è una seconda punta ormai sull'imbrago più totale. Credo che farà una staffetta Larrondo-Toni con Jovetic riportato nel suo ruolo e, se ho ragione, giocherà bene.

    RispondiElimina
  78. Voglio ampliare il ragionamento precedente, sennò il Blimpe (che spero leggerà con calma...) mi da di contraddittorio. Ci sono state dirigenze che, pur con un gran centravanti in rosa (InterMilito LazioKlose) ci stanno dietro ed hanno fatto peggio di Noi. Un giudizio deve essere complessivo sull'operato di uno staff dirigenziale. Ed il nostro è lo stesso che, pur non essendo riuscito a trovare un attaccante di livello per questa stagione ha comunque preso uno dei migliori talenti del calcio europeo, a lungo inseguito da top team internaizonali, come Pepito Rossi. E' lo stesso che ha portato Montella a Firenze, e con lui Valero, Pizarro, Aquilani, Compper. Tutti commettono degli errori, ma in una valutazione complessiva delle mosse compiute nell'arco di TUTTA la stagione il mio giudizio non può che essere più che positivo. E non cambio opinione ogni 6 mesi.

    RispondiElimina
  79. colonel.blimp5 maggio 2013 21:11

    Caro Luigione, leggerti non può né deve essere una scienza applicata, anche perché l'oggetto non è propriamente degno di una scienza applicata, è abbastanza trasparente. La campagna di gennaio permetteva di colmare un buco almeno di quelli che denunci scoprendo l'acqua calda, arrivando buon ultimo, quindi l'insoddisfazione al 31 di gennaio di me, di Deyna e di Jordan era giustificatissima e l'intimazione di star contenti al quia ridicola. Quello che puoi dire dell'Onorata Società non ha rilevanza alcuna ai miei occhi, basta riscontrare le menzogne, il multinickismo e la politica dell'insulto e della calunnia che quattro imbecilli prandellomani (e solo tali, con nessuna sollecitudine della Viola: i post odierni di quella gentaglia, su sitollock denunciati, li denudano una volta di più) hanno sparso per anni: la tua «certezza» dev'esser la stessa che avevi quando il tuo capoccia ci raccontava che lui SAPEVA (con la maiuscola) che la Società stava per esser venduta (guarda, è una cosa così penosa che non ci appongo nemmeno un ahahahahahahahahahahahah! ma appena un Dismission? Impossible!!!!!!!!!! che ha fatto tanto incazzare chi so io...).

    RispondiElimina
  80. Kurt è uno dei più intelligenti a scrivere a parlar di viola, da sempre, non dell'ultim'ora, e stasera concordo pure in buona parte con l'ottimo Marco Siena che come sostanza e modo di scrivere mi ricorda tanto.........ma non lo è Ah ah ah ah ah ah Jordan fra gli attaccanti ti sei scordato di inserire Cuadrado, cazzo, ora Lud ci perde il sonno.

    RispondiElimina
  81. Ahahahahah, l'ammore omofilo [cit. Traversi] ispira la vena lirica del nostro Colonnello!

    RispondiElimina
  82. E ora Superclasico!

    RispondiElimina
  83. colonel.blimp5 maggio 2013 21:28

    Caro Jordan, non insisto anche perché Kurt non fa danno, non ci arriva, è troppo melenso e mediocre: resto della mia idea. Ho già scritto due volte che per sei mesi, grazie a un defenestrato, ho avuto una finestra interna sul multinickismo di cloaca e che possiedo molte «coincidenze»: e con questo mi taccio (sull'argomento, mi taccio, perché sul tutto il resto dello scibile conservo invece la solita loquacità... ahahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  84. colonel.blimp5 maggio 2013 21:29

    Ecco, Louis, sul tuo ultimo post mi trovo invece d'accordo e sarei stato d'accordo anche a gennaio.

    RispondiElimina
  85. Infatti ti raccomandavo calma nella lettura, non studi appropriati... Anche grazie al mercato di gennaio che tanto ti insoddisfa siamo stati in lotta per un posto champions fino a 3 giornate dalla fine (a dire il vero lo siamo tutt'ora...) e tu stesso scrivi da ieri sera di furto perpretato e prolungato ai nostri danni. Quindi dovresti deciderti, invece di dare di contraddittorio agli altri. Quanto al passato, te lo riscrivo ancora una volta, io non ho nessun padrone e nessun capoccia. Scrivo ed ho sempre scritto, su qualsiasi blog, senza sentire il bisogno di cambiare nick (non prendertela adesso, però ne dovresti sapere qualcosina, eh eh eh...) quello che penso, quando sbaglio sono il primo ad alzare la mano ma, mi dispiace ancora una volta per te, non è il caso dell' annosa vicenda societaria. Non ho mai annunciato e/o pronosticato passaggi di mano, piuttosto ho sempre parlato di un calo di interesse e coinvolgimento da parte della proprietà (soprattutto di Diego) e direi che i risultati e le figurette collezionate sino a giugno scorso tutto hanno fatto fuorchè contraddirmi. Quando le cose sono finalmente cambiate e tornate simili all'epoca d'oro di Dv Prandelli e Corvino l'ho sempre sottolineato con sommo piacere. Questo e quanto, spero di non dovertelo riscrivere per l'ennesima volta. Senza rancore.

    RispondiElimina
  86. 45", subito gol di Lanzini!

    RispondiElimina
  87. Louis seguendo il tuo ragionamento, che condivido, si può dare voto altissimo a tutto lo staff tecnico, manca la lode con bacio accademico se avessero colmato le famose lacune, penso comunque che un centravanti degno di questo nome quei 3-4 punti in più li porti, senza le cazzate di Viviano, e ci metto pure Neto (cazzate intendo quelle parabili, non tiri al sette) avremmo altri 3-4 punti in più, siamo ai 70 punti del Napoli, ci giochiamo la champions in carrozza, per lo scudetto la vedo più ardua, mancano 3 partite ma i gobbi sono lassù che ancora volano.

    RispondiElimina
  88. Marco Siena invece ora ha fatto incazzare un po' anche me. che venga lui a dirci di non parlare di Galliani e Mazzoleni perchè siamo entrati in un'altra dimensione mi sembra una presa di culo. Ma chi era che questa dimensione la credeva reale e possibile quando lui ed altri discettavano di pontellizzazione?

    RispondiElimina
  89. colonel.blimp5 maggio 2013 21:36

    In verità, Louis sono io che previdi terzo posto al 31 di agosto, non tu: lascia dunque stare le mie giacche e le mie cravatte negli armadi... Per il resto, non te ho accusato, tu sei un bravo figliolo impulsivo e suggestionabile, te l'ho sempre detto. Ma sulla dismissione seguivi il capoccia (ma dài, che ti sei sempre messo sull'attenti!) annunciatore alla cazzo di cane (lui aveva la FONTE sicura... ahahahahahahahahahah!), e talora anche aggressivamente, come in certi post contro Jordan (del tipo di quello famoso su «certa gente», che giustamente fece incazzare Jordan).

    RispondiElimina
  90. E' un discorso che parte da lontano Jordan, non si può dire che abbiamo perso la CL per l'operazione chirurgica di Mazzoleni, che pure è venuto a Firenze solo per quello, ma anche perché ci abbiamo messo molto del nostro. Partite per cui recriminare ne abbiamo, ma ci ha detto pure bene a volte, l'ago della bilancia pende sempre paurosamente sull'avere, sull'obtorto collo che si è subito da sempre, ma se ripenso al Pescara, al Catania, al Torino e.....vado avanti ?! C'è da mordersi anche le mani per i punti gettati al vento, attaccante, portiere e sviste al netto.

    RispondiElimina
  91. Se ci fosse stata una possibilità di vendita in quel periodo che ne sai se l'avrebbero ceduta, lo sappiamo noi ?! Tu ?! ADV è stato chiaro al riguardo, aveva pensato di mollare, l'autofinanziamento l'ha annunciato lui mica Corvino, e cosa ha prodotto ?! Due anni ai margini del calcio rischiando la B in uno, che avresti pensato, che credevano nel progetto e stavano rilanciando ?! Via siamo seri.....Hanno deciso che le condizioni per mollarla non c'erano, anche perché loro non regalano nulla, e vendere una scatola vuota, con i soldi investiti, non era una genialata. Io sono felice che abbiano cambiato idea e che abbiano ripreso in mano le redini, i risultati si sono visti subito, dopo appena un mese.

    RispondiElimina
  92. colonel.blimp5 maggio 2013 21:46

    Non dovevi intrometterti, Deyna! Filippo ha deviato su di te l'interesse morboso per Jordan e mi ha affidato la seguente epistola in versi, il seguente «breu» provenzale:

    Deyna Deyna mio polacco,
    son da Rio, sono bislacco:
    il mio culo è fatto stracco
    dal passaggio di un cosacco
    ma se tu hai un buon pacco
    non sarà con del distacco
    che dirò: entra, perbacco!

    RispondiElimina
  93. Louis, Milito si e' infortunato, altrimenti l'Inter avrebbe almeno 10 punti in piu'. Anche la Lazio e' crollata (come l'anno scorso). Quando le e' mancato Klose

    RispondiElimina
  94. E chi non ha da mordersi le mani per qualcosa in un campionato? lo stesso Milan a Firenze, 2-0 e con l'uomo in più ha fatto 2-2, nemmeno al Circo Togni! però è quando siamo alle porte con i sassi che le coltellate fanno male, soprattutto quelle chirurgiche come quelle di ieri e di oggi.

    RispondiElimina
  95. Ho fatto un rapido giro sui commenti di fi.it e me ne sono ritratto terrorizzato (ripeto, preferisco allora commentare con i miei amici gobbi, in primo luogo sono gobbi manifesti e lo dicono e poi almeno sono amici miei), ma vale la pena almeno leggere questo commento, che mi ha dato un po' di buonumore:



    05/05/2013 20:14:21
    ZEMANVIOLA, Grazie Comunque, grazie ragazzi
    ....a parte la bellissima annata, ci resta ancora moltissimo, sono da poco passate le 20 e, secondo più, secondo meno, tra 8 ore esatte sapremo VERAMENTE cos'è successo ieri, fin'adesso siamo andati per intuito, forse qualcuno si è avvicinato alla realtà ma è sempre la notte a portare consiglio.Che questa notte passi in fretta, ho voglia di lasciarmi andare tra le braccia di Morfeo per potermi svegliare tra quelle di Montolivo. Male non fare ma tantissima paura avere!

    RispondiElimina
  96. colonel.blimp5 maggio 2013 22:07

    Io sarei anche per far alte lodi all'articolo della Michela Lanza, ma poi questi qua quando passano in televisione pensano alla pagnotta: Paloscia che dice «Se credessi alla malafede degli arbitri non farei questo mestiere!» (e lo diceva anche poco prima di calciopoli, quando scarrozzava nei salottini Papa Innocenzo accreditandolo come l'anti-sistema, come l'uomo-candeggina...), Calamai che si ricorda (non l'ha mai dimenticato, in effetti) di scrivere per la «Gazzetta» e allora non si può semplificare tutto sulla questione arbitrale «mi ribello come fiorentino di aggrapparmi a questo alibi», Galbiati che siccome è stato scaricato dalla Viola a suo tempo invita chi è causa del suo mal a piangere se stesso (eppure, in campo, ne hai viste anche tu...).

    RispondiElimina
  97. Probabilmente se avevamo poco da recriminare ci fermavano in altro modo ed in altre occasioni, ma noi per portare a casa un qualche traguardo, anche che non sia una stella, dobbiamo mettere in cascina tanto fieno da poterci permettere le sviste alle porte coi sassi, lo si sa da decenni. Uno o due torti li tacciono tutti, ma se dovessero andare oltre si rivolterebbero anche i tifosi avversari eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  98. Ahahahah bono, Colonnello, bono, o mi scateni un attacco di gauchismo [pampero, claro!]. E intanto pareggio del Tanque Silva!

    RispondiElimina
  99. Autofinanziamento c'è tuttoggi, visto che si è chiuso in attivo il bilancio di quest'anno. Non fare anche tu casino tra una decisione, quasi obbligatoria in una società sana, ad un certo punto della crescita, e la decisione di dismissione che è tutt'altro. I due anni di risultati sportivi deludenti non sono figli dell'autofinanziamento ma di errori, anche gravi, di gestione tecnica della società, e con questo intendo solo marginalmente quel che succedeva in campo che era solo una conseguenza di quel che succedeva a monte e fuori. Comunque che, anche in questa situazione, la nostra unica speranza era che la proprietà rimanesse al suo posto non lo diceva certo Marco di Siena ed i suoi amici, che si sarebbe tornati a riveder le stelle solo avendo fiducia in quella proprietà lo dicevamo noi. Mi può far piacere che ora si sia convinto, ma che ci inviti lui a salire sul carro mi continua a sembrare solo una presa di culo.

    RispondiElimina
  100. colonel.blimp5 maggio 2013 22:13

    Zemanviola è sempre grande, caro Anto, insieme a Violapower un assurda sciccheria per la boccheggiante cloaca. Ma non sarebbe male di aver su sitollock il nostro gobbino di sito, uno juventino doc ma acculturato di cose di casa viola, civile, competente, che non reagisce quando gli si dà di ladro ma nemmeno si perita di esporre le sue idee di tifoso. Voglio una riserva indiana di Piedi Bianconeri (ne basta uno, neh?), Pollock: augh!

    RispondiElimina
  101. Su Paloscia abbiamo detto, non capisce una sega di calcio figuriamoci di loschi traffici agli alti piani, poerello. Calamai era vagamente obbiettivo una quindicina di anni fa, poi si sa, a lavorare in Gazzetta il viola è bandito. Galbiati mi pare il più genuino e schietto, gli girano le balle per Gennaio, probabilmente, non ci vedo un livore particolare in quell'affermazione, sembra più il classico tifoso che ha visto sfumare l'obbiettivo grosso.

    RispondiElimina
  102. colonel.blimp5 maggio 2013 22:16

    «un'assurda», qua sotto.

    RispondiElimina
  103. Allora, ricapitoliamo, nella mia vita ho visto quanto segue:
    1) ci hanno rubato lo scudetto del 1982;
    2) ci hanno affossato in mille modi nel 1983-84 quando avevamo una squadra ancora piu' forte di due anni prima (e nulla mi ha mai tolto la mia convinzione di ragazzino che Luca Pellegrini fosse killer prezzolato dai gobbi);
    3) ci hanno rubato lav coppa Uefa nel 1990;
    4) ci hanno fatto retrocedere nel 1993;
    5) ci hanno rubato la semifinale in coppa Coppe col Barcellona nel 1997;
    6) hanno approfittato della dabbenaggine di VCG per affossarci e farci ripartire dalla C2 facendo come ci facessero un favore;
    7) il capolavoro di Calciopolo, quando, dopo averci rubato un sacco di partite fino a farci quasi retrocedere come nel '93, hano poi condannato noi come ladri al pari delle merde, facendoci perdere due - DUE - partecipazioni alla Champion's;
    8) ci hanno rubato un ottavo di Champion' nel 2010 contro il Bayern;
    9) quest'anno ci stanno rubando la qualificazione Champions.
    Sicuramente me ne sono dimenticata qualcuna, e comunque decine e decine di partite, molti campionati in cui ci hanno azzoppato tarpandoci le ali quando stavamo spiccando il volo (penso all'anno di Malesani), senza contare le campagne mediatiche contro, come nell'anno del Trap.

    Con tutto questo, io amo la Fiorentina sempre di piu':piu' la tartassano e piu' la amo.
    Io non sono di Firenze, potrei tenere per una strisciata, come quasi tutt i miei concittadini, e gioire quando vincono rubando. Ma non mi piace. Non mi piace "vincere facile", come dice un'orrenda pubblicita', non mi piace ottenere una cosa se non conquistandola, non mi piacciono le scorciatoie. Non dico solo nel calcio, parlo in generale.
    Per questo per me tifare Fiorentina e' uno stile di vita (e per questo come seconda squadra ho il Toro)

    RispondiElimina
  104. colonel.blimp5 maggio 2013 22:22

    Nessun pericolo, Deyna, tanto più che le brame di Filippo da Rio si sono improvviamente spostate sul gestore, sì che m'invita a pubblicare questo prezioso inedito:

    Pollocckino Pollocckaccio
    son Filippo, poco macho:
    sei davvero un diavolaccio
    col tuo coso a mezzo braccio
    penzolante un po' a casaccio!
    Che mi credi, uno di ghiaccio?
    Non ti sembra che ti piaccio?
    Ecco qua il canovaccio:
    ti avvicini e io ti abbraccio!

    RispondiElimina
  105. ma l'arbitraggio di Mazzoleni ti ha dato al cervello?

    RispondiElimina
  106. colonel.blimp5 maggio 2013 22:44

    Caro Jordan, non rispondo più di quel che Filippo mi detta in transoceanica (più trans che oceanica... ahahahahahahahahah!)

    RispondiElimina
  107. colonel.blimp5 maggio 2013 22:52

    Per dirti, leggi un po' che robaccia mi scrive adesso (una vergogna!) il Pazzo di Rio:

    Colonnello Colonnello,
    son da Rio son Filippello:
    qua in Brasile niente ombrello
    ma bisogno del cappello,
    solleone giù a martello.
    Ah se fossi col pennello
    su di me prono cammello!
    Non son più un giovincello
    ma mi rendi un Mongibello!

    RispondiElimina
  108. Il colonnello può pure cascarci in questi giochetti ma tu Jordan mi meravigli, leggi cosa ha scritto prima tal Pecos e dimmi se ti sembra Barry. Va bene sparare nel mucchio......suvvia.

    RispondiElimina
  109. colonel.blimp6 maggio 2013 00:23

    Per Civoli non era braccio, quello di De Rossi, era spalla... ahahahahahahahahahahahah! Per lo Zazzeruto la Fiorentina gioca ottimo calcio ma l'importante è vincere, anche in maniera sporca... beh in questo i milanisti sono maestri... ahahahahahahahahahah! Civoli e Zazzeruto, ma perché non scrivete anche voi su cloaca, i mezzi ce li avreste, la squadra del cuore anche... ahahahahahahahahahah! Ma magari già ci scrivete, siete Filippo e Beberri... ahahahahahahahahahah! Vi manca solo di citare la fonte della messa in vendita della Fiorentina e potete nickarvi come quel pataccaro dello Pseudosenese... ahahahahahahahahahah! Davvero, la sagra dei luridi strisciati, dei luridi rinnegati, dei luridi e basta, oggi... ahahahahahahahahahahah! E alle quattro di stanotte il Vampirone Cincimorto uscirà dalla cassa in castagno per trionfare di Rodri e per parlarci del partitone di Montolivo (ah, non giocava? Stagistaaaaaaaa, ma cosa mi hai raccontato? Ahahahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  110. colonel.blimp6 maggio 2013 00:41

    Filippuccio, milanista di merda, ti sei preso un'altra tranvata... ahahahahahahahahahahah!

    «05/05/2013 22:53:11 Sacro Foco, Terni Caro Filippo, io non sento il dovere di contraddire te. In fondo il mio primo post non era riferito ai tuoi, mi hai risposto tu. Io me la prendo con chi di fronte ad una partita come quella di ieri sera, dove un arbitro a pochi metri non sanziona un fallo di mano enorme e, di fatto, ci estromette dalla rincorsa alla champions, non ha altri argomenti che criticare il mancato arrivo di una punta. Cosa che con la partita di ieri centra come un congolese al raduno del KKK [n.d.r: ahahahahahahahahahahah!]. Sulle carenze della squadra se ne può parlare, ma, credo, in situazioni più attinenti. A meno che non lo si faccia per criticare a prescindere o per avvalorare tesi personali che rischiavano di venire clamorosamente smentite. Questo per spiegare che io e te diciamo due cose completamente diverse. Riguardo alla decenza e ai sui limiti, ti assicuro che non basta sentir dire che quello che affermo sia da dementi o che uno sconosciuto metta in dubbio la mia intelligenza per farmi trascendere. Un vaffanculo da tastiera non mi dà le stesse belle sensazioni di uno stesso declamato vis à vis».



    Poco prima quell'ubriaco e sottosviluppato mentale dello Pseudosenese aveva attribuito la «svolta» di ADV alle minacce fisiche salutari che gli sarebbero state fatte alla fine di Juve-Fiorentina... ahahahahahahahahahahah! E dillo che la cazzata della fonte sicura del COGLIONE che SAPEVA (troppo... ahahahahahahahahahah! Eh, Hitch, ti rubano il mestiere... ahahahahahahahahahah!) aveva lo stesso fine educativo, e dillo! Ahahahahahahahahahahahahah! Pollock, o come facevi a frequentarli, questi deficienti? Ahahahahahahahahahahah! Ma ci giocavano mai col cubo, durante le cene col Tavernello, e ci riuscivano a mettere i colori dalla stessa parte? Ahahahahahahahahahahahahah! Ora c'è anche il Pecos Bill dei fatturati... ahahahahahahahahahahahahah! Fra poco esce fuori anche Rintintin, vedrete... ahahahahahahahahahahahah! Ce ne hai del lavoro, Foco, se vuoi rimanere a sporcarti di merda su cloaca, peggio d'un trombaio... ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  111. Civoli è interista, o almeno, prima lo era, ma pare abbia avuto conversione rossonera, alla Emilio Fede

    RispondiElimina
  112. Colonnello, ogni tanto un po' di svago ci vuole ehehehe
    D'altronde,essendo ,io fiorentino, mosca bianca da queste parti, sono abituato a ben altri scontri calcistici. Impari come numero ma mai a testa bassa. Mi dispiace solo che il buon Fil non abbia continuato, visto il fuso con Rio magari potevo passare il turno di notte a divertirmi ahahahahahaha

    RispondiElimina