.

.

giovedì 30 maggio 2013

La macchina del tempo

Oggi un ricordo, che più di un ricordo vuole essere un augurio visto che non è che me lo ricordi poi così tanto bene il secondo scudetto, ma la foto è bella e la voglio condividere, sfruttando l’entusiasmo presente in città intorno alla squadra, una città finalmente liberata dal magone dello smantellamento, debellato il virus della pontellizzazione e con la speranza che la gente si ritrovi a frequentare luoghi e abitudini sane della città, come andare ogni tanto anche in Piazza della Passera invece di farsi sempre così tante seghe mentali. E’ un ricordo che propongo come buon auspicio per la prossima stagione, come una buona prassi di pensiero, come il bicchiere mezzo pieno, come una buona abitudine prima di andare a letto, con la speranza che se ne vada a letto anche Letta, insomma, un ricordo che funga da filo interdentale dell’ottimismo, da usare per togliere i resti delle parrucche finte che rimangono tra i denti, e sembrerà strano ma proprio tra quelli più radi d’intelligenza. E Visto che nella foto c’è Rascel penso a una foto del terzo scudetto che ne ricalchi lo schema, una sorta di proiezione sentimentale, con Montella Maestro del genere dello schema, e che debba essere quindi riproposta anche la formula del comico, e chi allora meglio di Montolivo dopo la battuttona di Coverciano, un giocatore che ancora una volta sembra voler percorrere una nuova strada, quella di alzare l’asticella su Zelig dopo che anche a noi aveva manifestato la volontà di cambiamento, di vivere la sua vita professionale lontano dal grigiore della provincia. Non tutti sanno però che prima di andarsene al Milan usò le parole di un testo di Bisio per lasciarci “Voglio vivere la vita come un alito di vento che, inseguito dall’aurora, già racchiude le speranze di un domani tutto mio che mi appartenga, e come donna accarezzare nuovi scampoli d’assenza”, io dicevo (Corvino) “Sì capisco, vuoi gli scampoli d’assenza” ma pensavo: “Puttana”. Aggiungendoci oggi davanti un bel “figlio di”. Il bianco e nero della foto ci ricordano che è anche l’ora di mettere del colore sulle foto della nostra passione, di fermare un nuovo ricordo con la gioia finalmente tinta di presente, e  la vittoria della Fiorentina sarebbe una gran bella cura anche e soprattutto per il calcio, per rendere credibilità a un movimento che rischia lo stesso astensionismo della politica. Sarebbe più di una bella foto, sarebbe addirittura un manifesto, un’immagine priva di qualsiasi espressione sbagliata visto che oggi la Fiorentina è di gran lunga la migliore espressione del calcio italiano, la più moderna, persino la più seguita fuori dal nostro paese. Oggi quindi facciamo un tuffo nel passato ma in chiave futura, e proprio per questo vorrei aggiungere alla foto del terzo scudetto un filo conduttore, che ci sia cioè un passaggio del testimone per liberare quel passato e per farlo diventare grande presente, quindi ci vorrei anche quei protagonisti del secondo scudetto che sono ancora tra noi, come se fossero usciti dalla macchina del tempo nella versione più dolce che sia stata mai costruita, proprio come la seconda foto, che è un bellissimo esempio che ritroviamo anche nella vita di tutti i giorni.

100 commenti:

  1. Ma se il Chelsea offre 29,999 euro ADV glielo dà o rompe per via del centesimo mancante?

    RispondiElimina
  2. Per 29999 euro non gli dà nemmeno i' su' gatto. Se poi ancora un tu n'ha' capito che il problema e un n'è Della Valle ma Ramadani e Jovetic che vogliano andare (per ora) sortanto da una parte o che si po' butta' via i' fiato a rispiegattelo? Su tutti e contratti di trasferimento la firma e ce la dean mette' 'n tre. Sarvo poi i'caso che ci piglin tutti pe' le mele e l'offerte arbioniche e le sian specchiettini pe' le lodole pe' attira' i' ciettone guercio

    RispondiElimina
  3. Era una battuta Jordan e non mi andava di stare a correggere la cifra. Io credo che Jovetic accetterà il Chelsea che è una grande squadra, o magari il Bayern. ADV altrimenti ha pieno diritto di trattenerlo, anche se, come ho già scritto, va messa in conto la possibilità che non si impegni e si trascini in campo. Se mai temo per Ljajic, che sembra fuori dal progetto tattico e in disaccordo economico. Non mi stupirei se lasciasse Firenze.

    RispondiElimina
  4. Che Ljajic sia in disaccordo economico lo temo anch'io, che sia fuori dal progetto tattico non mi sembra proprio per niente.

    RispondiElimina
  5. Fuori dal progetto tattico?????? LUDWIGZALLER, sei il Novella 2000 del blog....ma dai!! Magari iniziamo discussione su una notizia come questa! Già il sitone diffonde non-notizie...

    RispondiElimina
  6. Con l'acquisto di un centravanti ed eventualmente quello di Iljcic diventerebbe meno necessario. Il trio di attacco Giuseppe Rossi a sinistra, Gomez o altri al centro e Cuadrado a destra darebbe ampie garanzie. Se Ljajic deve fare da riserva a questi tanto vale acquistare un buon giocatore disposto a fare panchina. Per me è un errore molto grande privarsi di Adem.

    RispondiElimina
  7. Lo scrivo da giorni, Sopra, non ti scandalizzare. In attacco con l'arrivo del centravanti importante ci sarà molto affollamento. Non è una notizia di gossip ma un tentativo di analisi. Attenzione ad accettare la dialettica sennò alla fine uno resta solo a parlare con se stesso o con quei pochi che gli danno ragione.

    RispondiElimina
  8. Lud, infatti io penso che Ilicic verrà acquistato solo nel caso di vendita di Ljajic.
    E se Ljajic sarà venduto, ciò accadrà non certo perché fuori dal progetto tattico, ma per un mancato accordo sul rinnovo.

    RispondiElimina
  9. Mi sembra che si cammini sulle sabbie mobili di quanto si inventano i giornali alla ricerca del verosimile e di quanto gli fanno scrivere gli addetti ai lavori per le loro manovre. Va a pesca tu cosa è vero e cosa è inventato. Di sicuro: 1) se ci fosse un'offerta di 29 milioni del Chelsea, ADV glielo porterebbe in collo Jovetic, non sono altrettanto sicuro che lui ci andrebbe di corsa visto che il suo agente è già d'accordo col guercio. 2) Ljajic se ha, come probabile, offerte di stipendi molto più alte di quello attuale, farà difficoltà (eufemismo) a rinnovare. Bisogna però vedere se queste offerte si riferiscono ad un'uscita 2014 a parametro zero o sarebbero per subito, perchè lì le cose si complicano. Per andar via a zero si deve preparare alla guerra e ad un'annata ben più dura di quella di Montolivo, almeno spero. Non credo che la Fiorentina abbia la minima intenzione di privarsi di Ljajic, ma bisogna vedere quanto costa. Non vedo invece nessuna difficoltà di impiego tattico, come non c'è stata quest'anno. Che Ilicic è stata una mossa di mercato per mettergli il fuoco al culo lo han capito tutti fuori che LZ.

    RispondiElimina
  10. Sono perfettamente d'accordo con Jordan.

    RispondiElimina
  11. Scrivo da tempo, e non è quindi una novità, che l'impiego tattico di Ljajic, in una squadra con un forte centravanti è difficile. Immaginiamo una linea di attacco con Ylmaz (costo 15 milioni, stipendio 3,5), Giuseppe Rossi (costo 15 milioni, stipendio sopra i due milioni) e Cuadrado. Dove si colloca Ljajic? Toglie il posto a Ylmaz o a Rossi, o entra solo quando Rossi non ce la fa? Vale la pena di avere in squadra uno come lui per non sfruttarlo al massimo? A questo si aggiungono i problemi economici.

    RispondiElimina
  12. Anch'io scrivo da tempo, e nemmeno questa è una novità, che il prossimo anno ci sarà turnover in tutti i reparti e quindi anche in attacco, sia perché saremo impegnati su tre fronti sia perché Pepito Rossi, reduce da grave infortunio, andrà impiegato centellinandone le presenze per farlo recuperare con calma. A questo punto, fra Centravantone Fine di Mondo (Gomez, Negredo, Yilmaz o chi per loro), Rossi e Ljajic ne giocheranno due (in certi casi anche uno solo, avendo anche altri giocatori in rosa). Poi Cuadrado avrà come riserva Iakovenko.

    RispondiElimina
  13. Pensare, con 50 partite da fare e tre competizioni alle quali diciamo di tenere senza esclusione, ad un 11 titolare inamovibile è pazzia, soprattutto se in quell'undici c'è gente come Rossi ed Aquilani ad esempio che difficilmente di partite te ne farà poco più della metà. Inoltre ci son varianti tattiche da mettere in atto che permettono alternative ed alternanze. Che Cuadrado faccia l'ala destra è una fissazione tua ma è molto più probabile, con Joaquin, se viene, Ljajic (se resta), il centravantone e Papito, che torni a fare l'esterno di centro campo, ad esempio. Aenne di giocatori boni, e ci pensa Vincenzino a ruzzolalli.

    RispondiElimina
  14. Uno come Ylmaz non ne salta una, credo. Giuseppe Rossi spero abbia buona continuità di rendimento, per cui vedo un po' in ombra Ljajic che rischia di star fuori parecchie volte. Se a ciò si aggiungono i problemi di rinnovo sono un po' preoccupato per Adem. Ho accennato al fatto che non è una opinione nuova da parte mia perchè tutti sono saltati su come se avessi detto chissà che.

    RispondiElimina
  15. Perchè hai tirato fuori limiti tattici d'impiego di Ljajic che non esistono. Esistono problemi economici che son due mesi che puntualizziamo e, quindi, non son nuovi. Se fosse vero quel che dici se lo vendessero non sarebbe poi male visto che per te non si saprebbe dove metterlo. Comunque stai calmo, il mercato è tutto un divenire. Il centravantone non è ancora arrivato, Jovetic non è ancora andato via, per ora è arrivato solo Yakovenko (Munua e Alonso ancora devono firmare) che è solo un rincalzo, ci sono ancora due mesi, campa cavallo...

    RispondiElimina
  16. Io confido in un 3-4-1-2 con Nutella dietro a Rossi+Osvaldo e con i centrali in mediana ad alternarsi (anche perché, auspicando la permanenza di Pizarro, quest'ultimo non è un bimbo e Aquilani non è una roccia, pertanto non reggerebbero tre partite alla settimana).

    RispondiElimina
  17. Yilmaz non ne salta una? Va bene che è grosso, ma cos'è, l'Incredibile Hulk?
    Ti ripeto, se parli di problemi nella trattativa va bene, ma problemi tattici non ne vedo proprio.

    RispondiElimina
  18. "Pensare, con 50 partite da fare e tre competizioni alle quali diciamo di tenere senza esclusione, ad un 11 titolare inamovibile è pazzia": Jordan, come fai a dimenticare che Lud è un prandelliano, quello del turn over mai? Antoine, spero anch'io in quella disposizione, anche perché Rossi renderebbe molto di più da seconda punta che da ala o centravanti...

    RispondiElimina
  19. Ma quella frase come al solito non rispecchia il mio pensiero, Deyna. Ho solo detto che Ljajic rischia un sottoutilizzo rispetto alle sue qualità e allo stipendio che dovrebbero dargli.

    RispondiElimina
  20. Quale frase non rispecchia il tuo pensiero? Deyna ha citato una frase di Jordan, che evidentemente rispecchia il pensiero di Jordan (fra parentesi, rispecchia anche il mio pensiero).

    RispondiElimina
  21. Se il tuo pensiero è che non dovrebbero comprare il centravantone top perchè se no Ljajic gioca meno e vorresti fare cinquanta partite con l'attacco dei nani per me sei più di fori delle terrazze.

    RispondiElimina
  22. Credo che il suo pensiero, se me ne è permessa l'esegesi, sia che dovrebbero acquistare un centravanti-prospetto che si alterni con i nani. Quindi, spesso troveremmo in attacco il trio Cuadrado-Ljajic-Rossi.

    RispondiElimina
  23. Come già detto ritengo che una squadra che voglia diventare grande deve avere più titolari per ogni ruolo;quindi se la dirigenza opera in tal senso vorrà dire che tutti giocheranno un pò meno e non sempre, con la speranza che questo non infici il risultato finale,ma anzi lo migliori.Per quanto riguarda nutellino,se sarà quello dall'Inter in poi ne giocherà tante,anche se verrà aquistato il centravanti e/o joaquin.Se dovesse invece attraversare periodo come quello iniziale del campionato scorso ne giocherà meno.Se poi aggiungi squalifiche,infortuni,viaggi in nazionale,periodi "fuori forma" e soprattutto EL al giovedì pare ovvio come tutti troveranno lo spazio necessario.Perchè se nutella va al Milan pensi che sarebbe titolare inamovibile?O alla Juve?O alla Roma(con Totti,Lamela,Destro e sino a ieri Osvaldo)?

    RispondiElimina
  24. Ma perché lo devi riferire tu il mio pensiero e riferirlo come ti pare questo non lo capisco!

    RispondiElimina
  25. Ho messo un "se" che è un'ipotesi di interpretazione. Il fatto è che quello che dici, cioè lo scopo finale, non è chiarissimo e bisogna tirartelo fuori col tirabusciò. Tutto l'ambaradan che hai fatto stamani per questo presunto limitato impiego di Ljajic l'ho interpretato così, se non è così spiegaci qual era lo scopo. Se viene il centravantone (ma anche se rimane Jovetic visto che è arrivato Pepito) dovranno intercambiarsi e allora? cosa si dovrebbe fare? non rinnovare a Ljajic? Non prendere il centravantone? Diccelo tu.

    RispondiElimina
  26. Appunto, quindi non prendere il centravantone titolare, come ho detto prima così se Ljajic ti imbrocca un girone d'andata come quello passato i gol ce li fa Gesù.

    RispondiElimina
  27. stefano vienna30 maggio 2013 11:10

    Tutto dipende da Jovetic e da Pizarro. Se il primo va in Inghilterra per 25 milioni in contanti e il secondo resta un altro anno, arrivano sia il centravantone (quello da 20 gol) sia il trequartista (Ilicic?). In molti su questo sito non hanno capito che Montella vuole più opzioni davanti e sulla trequarti, non l'ha capito Lud (che teme l'affollamento), non l'hanno capito Colonel e Deyna (che reputano Ilicic superfluo). Certo, poi bisogna vedere se Pradè e Macia riusciranno ad accontentare Montella mantenendosi nei parametri fissati dalla proprietà.
    Ma la fase due del piano montelliano è abbastanza chiaro, salto di qualità. E Andrea ha garantito che salto di qualità sarà. Interessante anche notare che Montella non sembra stia chiedendo rinforzi particolari in difesa, ma anzi spinga per la riconferma di un discreto Tomovic e dia fiducia ad Hegazi. Anche a centrocampo le partenze saranno poche (Migliaccio? Sissoko? Romulo? Mati? almeno due probabilmente rimarrano a Firenze).

    RispondiElimina
  28. stefano vienna30 maggio 2013 11:19

    Su Ljajic, il nuovo Messi, arriverà presto una super offerta, superiore a quella per Jovetic. Ma se finirà come con Nastasic ce ne faremo una ragione, Pradè-Macia sapranno come utilizzare il tesoretto.

    RispondiElimina
  29. Ilicic è superfluo, Stefano, perché per quel ruolo ci sono già Ljajic, Mati e Wolski (anche Aquilani può adattarvisi).

    RispondiElimina
  30. A me pare che su Ljajic corriate un po' troppo. Ha fatto un girone di ritorno straordinario, avevamo già notato, tutti, che aveva svoltato rendimento da inizio anno e stiamo parlando di un giovane prospetto di sicuro avvenire ma parlare di stipendi da oltre 2 milioni o offerte che pareggino i 30 richiesti per JoJo ce ne corre ancora, bastassero 5 mesi di super rendimento per far lievitare le quotazioni di ogni singolo giocatore le società erano da quel dì che erano fallite. Ljajic è atteso da riconferma, deve mostrare quel rendimento su un anno intero ed il fatto che il costo del suo cartellino si aggiri sui 10 milioni di euro non significa che sia top player fatto, è un campioncino in divenire ma da buoni tifosi ci s'infoia descrivendo fenomeni anche i prospetti. Che un giocatore di questa età e questo valore sia di difficile collocazione nello schieramento tattico è una boiata di proporzioni galattiche, col numero di partite che ci aspetta saremmo pochi anche se rimanessero Larrondo, Jovetic e El Ham, oltre pepito, figuriamoci se mancherebbero occasioni per lui. Montella non si sogna neanche lontanamente di mettere in panca Cuadrado, lui si imprescindibile nell'11 tipo, ma dovrà farlo per diverse partite se non lo vuol vedere scoppiare come un palloncino, ci preoccupiamo di quanto ne potrà/dovrà giocare Ljajic per lo stipendio che prende o per il valore che ha ?!

    RispondiElimina
  31. stefano vienna30 maggio 2013 11:43

    Vedremo Antoine, ma io cerco di immaginare quali sono i desiderata di Montella, non di veder confermate le mie (inesistenti) teorie sul gioco del calcio. Si tratta di ermeneutica calcistica. Secondo me lui vuole un centrocampista più incisivo e non mi sembra che ci sia in rosa, nemmeno tra i nomi che citi tu, almeno non al livello di certezze (Wolski a 19 anni, Mati lo vedo più vice-Pizzarro che trequartista). Poi se non arriva Ilicic non mi straccio le vesti, non è un mio pallino, io preferirei Diamanti o Naingollan (anche come vice Pizzarro). Dico solo che centravanti e trequartista sembrano le priorità di Montella, almeno scrutando tra le notizie uscite finora (a maggio). Anche perché, se restano tutti tranne Jovetic, un piccolo tesoretto rimane anche dopo aver preso il centravantone da venti gol, contando che Andrea è pronto a rilanciare come nei primi anni prandelliani. E il trequartista superfluo è il superfluo che ti fa fare un salto di qualità.

    RispondiElimina
  32. Su codesto caro Stefano ho i miei dubbi. Chi lo vuol prendere aspetta l'anno prossimo a parametro zero, ora è difficile che arrivino offerte stratosferiche. D'altra parte anche lui ha poco da fare il furbo, si è messo in vetrina per pochi mesi, se andasse in tribuna perchè non firma, o anche in panca per salvare le apparenze va nel dimanticatoio.

    RispondiElimina
  33. stefano vienna30 maggio 2013 11:45

    Leo hai ragione. Ma anche Nastasic aveva fatto mezza stagione e se trovi l'arabo che capisce di calcio e s'incolla il rischio, ti arriva l'offertona irrinunciabile. Sulla messizzazione di Adem ci scherzo su da quattro mesi, non mi prendere per matto.

    RispondiElimina
  34. Stefano me ne guardo bene dal prenderti per matto, ma gli arabi e i russi non spuntano come funghi, magari spuntasse uno con 20 milioni in mano per Ljajic, MAGARI. Sarebbe l'ennesimo capolavoro del duo a venderlo a quelle cifre ma stai pur certo che non salteranno fuori simili offerte. Che valga, adesso, uno stipendio da oltre 2 milioni è pericoloso anche offrirglieli e non perché non li valga in senso assoluto (questo girone è da top!) ma perché si è visto il "nuovo" Ljajic per un solo anno, se conferma lo standard raddoppia il prezzo del cartellino, ergo, anche lo stipendio. Adesso siamo in mezzo al guado, il prossimo è in scadenza, che fare ?! Andare oltre i 2mln d'ingaggio per un '91 ?! Si apre un bel circolo vizioso in una squadra dove batte cassa pure un 34enne, seppur di valore. Dare riserve, scelta e qualità al mister significa aumentare la quantità di buoni giocatori in rosa, se questi son gli ingaggi, si va da poche parti.

    RispondiElimina
  35. Se si riesce a prendere i 25-30 desiderati per jovetic, 8-10 da De Silvestri e Cerci, e un altro deca dalla paccottiglia (Cassani, Lazzari, El Ham, Vargas, ecc., più gli ex Primavera), avoglia a tesoretti... Secondo me comunque verrà venduto anche uno tra Roncaglia e Savic

    RispondiElimina
  36. stefano vienna30 maggio 2013 11:59

    Ramadani non è Pallavicino. E poi diciamoci la verità, non è che ci fosse la fila per Montolivo, altrimenti l'avremmo sbolognato un anno prima al miglior offerente. Chi vuole Ljajic non può giocare più di tanto al ribasso, anzi ha tutto l'interesse a fare un'offerta al limite dell'indecente magari sperando in uno sconto causa rinnovo. Ma chi lo vuole, o fa un'offerta adesso oppure le cose si complicano (esclusa la pallavicinata di Ramadani). Comunque stiamo veramente cercando di prevedere il futuro. Ma l'alternativa è chiudere il sito per un mese e mezzo...

    RispondiElimina
  37. stefano vienna30 maggio 2013 12:05

    Sulla questione ingaggi, ti dò ampiamente ragione, secondo me il vero grosso punto interrogativo sul futuro. Si lega anche alla vicenda centravantone che arriva solo sui 3 milioni, ovvero al top tra gli stipendi attuali (arriverà, comunque) Ma qui veramente dobbiamo lasciar fare ai manager della Fiorentina, io avrei problemi pure ad amministrare un condominio, figurati.

    RispondiElimina
  38. stefano vienna30 maggio 2013 12:14

    Comunque se guardiamo indietro a due anni fa, che si discuta sul sovra-affollamento fa venire i lucciconi agli occhi... Onore a chi ha sempre creduto a questa proprietà.

    RispondiElimina
  39. La fila non c'è nemmeno per Ljajic, non esageriamo, io non credo che l'entusiasmo che provi tu per il giocatore (e che non provo io e qui forse sta tutta la differenza di opinioni) sia, almeno per ora, molto condiviso nel mondo del calcio. lo ritengono un ottimo prospetto, tuttora, ma che deve ancora confermarsi perchè ha ballato una sola estate. che è poi quello che penso anch'io, intendiamoci. Insomma gente che si sveni per prenderlo subito per paura di perderlo non la vedo. Vedo piuttosto furboni, tipo il solito pelato o il suo compare guercio che lo alluzzano con offerte di contratti alti se non rinnova e riesce a venir via a parametro zero.

    RispondiElimina
  40. Infatti Stefano, nei mesi scorsi ho più volte elencato tutti i giocatori di nostra proprietà, per sottolineare come il nostro parco giocatori sia, seppur da perfezionare riguardo certi ruoli e alcune caratteristiche, di valore tecnico ed economico altissimo, al punto da poterci permettere di impacchettare come scarti tanti giocatori che sono pur sempre di Serie A. Quanto ai problemi di abbondanza, mi rifaccio a come rispondobo generalmente gli allenatori delle piccole: "magari li avessi io questi problemi!"

    RispondiElimina
  41. Lo svolgimento della discussione conferma che la questione che avevo posto non è peregrina. A gettare ombre sulla permanenza di Ljajic è l'intreccio tra problemi tattici e problemi contrattuali. Se non fosse stato in scadenza sarebbe sicuramente rimasto. Alla questione tattica si aggiunge il fatto di dover decidere subito se trattenerlo o lasciarlo andare. Se va alla scadenza finale del 2014 la società incassa una grave sconfitta. Sul piano tattico ritengo che possa anche non essere indispensabile, in quanto si può prendere un giocatore che lo sostituisca con minor spesa o anche utilizzare Wolski come attaccante aggiunto. Un attacco formato da Ylmaz, Rossi e Cuadrado è molto importante e foriero di soddisfazioni, sulla carta più forte di una linea Ljajic, Rossi, Cuadrado. Nei tempi lunghi potremmo pentirci però di esserci privarci di questo talento. Confesso inoltre che mi affeziono sempre ai giocatori che ho visto crescere a Firenze.

    RispondiElimina
  42. I problemi economici ci sono, ma quelli tattici li vedi solo tu. A meno di non pensare a una squadra prandellianamente senza turn over, in cui l'attacco del 4-3-3 [che è solo un'ipotesi, non è detto che così sarà, e in quale forma] è uno e inamovibile, a giocare 50 partite. Ljajic può fare il trequartista dietro le due punte, il centrocampista avanzato, l'esterno che parte da lontano e la seconda punta, volendo: con un allenatore come Montella che sa dosare gli uomini nell'arco di una stagione, non vedo come potrebbe lamentarsi, alla fine, per le poche presenze. Ragionando in assoluto, infine, dare via Ljajic sarebbe sciocchezza colossale. E' il più forte talento emergente che gioca in italia ed uno tra i più forti in Europa, questi son giocatori da tenere. Wolski ha un potenziale enorme, ma non garantisce ancora nulla, per una serie di motivi [età, infortunio pregresso, inespereienza di questo campionato], non scherziamo.

    RispondiElimina
  43. Credo che ognuno debba avere rispetto delle altrui opinioni senza classificarle come idiozie sennò ripeto rischia di ritrovarsi davanti ad uno specchio a darsi ragione da solo o con i soliti tre o quattro che la pensano come lui.

    RispondiElimina
  44. stefano vienna30 maggio 2013 13:05

    Ah Lud, ma allora lo fai apposta, il centravanti arriva perchè lo vuole Montella, senza se e senza ma. Lo cercavano già a settembre (Berbatov), a gennaio (Negredo). Se non arriva è per incapacità, intesa in senso lato. La questione Ljajic, come quella Pizarro, potrebbe certo cambiare i piani della società, ma non le idee di Montella. Se Montella rimane, avrà avuto garanzie in tal senso. Mi vendete Jovetic e lo sostituite con un centravanti già pronto e affidabile. Non vedo come possa essere andata diversamente. Non penso che Montella abbia suggerito di intascarsi i soldi e far tornare a Firenze Seferovic. Almeno questo è quello che ipotizzi immaginando una linea d'attacco Ljajic, Rossi, Cuadraro con Wolski, Seferovic e Joaquin, come alternative. Metti un Gomez, un Yilmaz, un Soldado, un Matri al posto di Seferovic e ci evitiamo due mesi di discussioni. E io la smetto di aggiungerci pure Ilicic.

    RispondiElimina
  45. Deyna nessuno pensa di dar via Ljajic ma se quello vuole più di due milioni per rinnovare il contratto io ci penserei parecchio prima di darglieli. Sarà anche il più grosso talento emergente che c'è in Italia anche se ci andrei piano, ma è emergente, non è emerso. Solo cinque mesi fa si dicevan che ci mancavan le punte perchè in mezzo campionato aveva fatto un goal su punizione. Purtroppo la scadenza vicina del contratto insieme ad un'esplosione repentina (che proprio perchè tale andrebbe però confermata) ci pone davanti al dilemma "o bere o affogare" e non è così facile. Insomma è question di numeri, di fronte ad una richiesta come quella che dicevo e la possibilità di venderlo ad un 10-12 milioni io sarei per la seconda. Se poi si contenta di uno stipendio più ragionevole (direi 1,3-1,5) allora lo terrei di certo e non vedo proprio nessun problema d'impiego tattico.

    RispondiElimina
  46. Stefano non so perchè si perda così tanto tempo a ragionare su quello che scrivo. Infatti ho appena detto che " Un attacco formato da Ylmaz, Rossi e Cuadrado è molto importante e foriero di soddisfazioni, sulla carta più forte di una linea Ljajic, Rossi, Cuadrado".

    RispondiElimina
  47. Ma non si può dare 1100 a un Pasqual, che tra l'altro è un terzino/giocatore di fascia, e 1.3/1.5 a Ljajic, che è diventato giocatore che desequilibra le partite...Se non 2, si merita senz'altro 1.7/1.8, credo. Che non si confermi è possibilità...non impossibile, ma è cosa valida per tutti i giovani, a me lui pare esploso. Potrà anche calare di nuovo un po' con i gol - anche a seconda di come lo schieri in campo - ma ormai la differenza la fa costantemente, tra superiorità numerica che crea e assist. Quando esplose Jovetic mi sembra che non si fecero tanti problemi ad aumentargli lo stipendio, e non mi sembra che il Ljajic attuale, che è meno punta, gli sia inferiore.

    RispondiElimina
  48. stefano vienna30 maggio 2013 13:22

    Ho capito il tuo punto di vista e lo rispetto, ma mi sembra che Montella abbia chiesto un attacco con Ljajic, Yilmaz (o chi per lui), Cuadraro (Joaquin, se il colombiano arretra). Giuseppe Rossi si ritaglierebbe i suoi spazi per dare fiato a Ljajic (che è poi il suo ruolo) o al posto del centravantone. Poi magari Montella sottovaluta Rossi, e Rossi diventa titolare inamovibile. Mi sembra che nessuno, nemmeno il procuratore di Rossi, si immagina un Rossi titolare fisso. Poi se si sbagliano, come si sono sbagliati (anche Montella a dire la verità puntando troppo spesso su Jovetic-Toni) su Ljajic, e Rossi torna al massimo, il centravantone ci rimane sul groppone.

    RispondiElimina
  49. Deyna io semmai parto dal presupposto che l'ingaggio di Pasqual sia troppo alto, quando lessi le cifre del suo rinnovo rimasi stupefatto (e te credo che vuol finire la carriera qui!)

    RispondiElimina
  50. stefano vienna30 maggio 2013 13:31

    Scusa se aggiungo, ma se Rossi torna subito ai suoi livelli pre-infortunio, allora vendere Ljajic sarebbe una mossa azzeccata, anzi quasi inevitabile. Ma si tratterebbe di un rischio non calcolabile in estate. Certo, se arriva l'arabo e offre 30 milioni per Ljajic, non c'è verso di rifiutare e vedremo l'attacco che ti immagini.

    RispondiElimina
  51. In qualsiasi modo la si metta qualcuno è sacrificato. Io questo Rossi che gioca poco non me lo immagino. Se è un mezzo giocatore meglio sarebbe stato non prenderlo.

    RispondiElimina
  52. Rossi è una punta pura [sorvoliamo per un attimo sul fatto che non abbiamo al momento nessuna certezza che torni quello di prima], Ljajic un centrocampista avanzato che ha imparato a far gol, non c'è nessuna sovrapposizione. Già cediamo Jovetic, se vogliamo fare una grande squadra non possiamo dar via tutti i pezzi migliori, uno che fa la differenza che fa Ljajic adesso dove lo ritrovi, a un prezzo e a un ingaggio inferiore? Che non mi rovinino l'estate, senza Pizarro e Ljajic la Maquina è già bella che in panne! Vita, Montolivo merda! Ci sta sempre, ovunque e comunque, e fa bene alla salute!

    RispondiElimina
  53. C'è uno sul sitone che ha cambiato il nick in DePinBluffSoGay, con tanto di avatar col Bromuro cassato...è anche uno stimolo alla creatività! Ahahaha

    RispondiElimina
  54. Violagol lancia la candidatura di Etxebarria al ruolo di Pizarro.

    RispondiElimina
  55. Lo seguivano anche l'anno scorso, male non è, ma c'è una bella differenza...

    RispondiElimina
  56. ...comunque, se proprio deve partire il Pek, tra i giocatori già esperti sarebbe una delle migliori soluzioni possibili. Certo non ha quella qualità...

    RispondiElimina
  57. Ho visto, Deyna, che la sua pagina personale è bersagliata di minacce da parte di Mergda da Campi: tra l'altro, la virago epilettica dice che mostrerà i messaggi di quel grande al papà del fidanzato della cicucciabonghi. Sarà mica di Bulegn, quel papà? Ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  58. "ciucciabonghi", non "cicucciabonghi": ma a pensarci bene fa quasi più hard... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  59. Romizi. Appestato? Ha peccato originale?

    RispondiElimina
  60. Le ultime notizie mostrano una spinta all'ascesa dei prezzi di Yilmaz, mentre Gomez sarebbe ceduto al modico prezzo di 15 milioni. Per entrambi si prevede lo stesso incasso: 3,5 milioni di euro. Deve essere la società a decidere, certo. Ma va presa in considerazione anche l'ipotesi di ingaggiare un centravanti giovane come Gabbiadini o Guidetti, che costi la metà ed abbia un ingaggio intorno ai 500 mila euro. I tre milioni di ingaggi risparmiati permetteranno di soddisfare le esigenze di ingaggio di Pizarro, Ljajic e Cuadrado. Non so alla fine se la squadra risulterebbe oggettivamente più debole.

    RispondiElimina
  61. ingaggio e non incasso

    RispondiElimina
  62. Per tornare all'Amarcord, un anno fa di questi tempi (non ricordo il giorno preciso): i vuturisti cantavano "Della Valle pezzo di merda" in Fiesole all'ultima giornata, il Milan ufficializzava il segreto di Pulcinella a parametro 0, il Gat ufficializzava che presto si sarebbe rivelato anche quello di Fatima poi in realtà smentito dai diretti interessati, MarcoSiena ufficializzava la pontellizzazione, Cecc'obeso ufficializzava l'arrivo di Oriali e Ranieri.

    RispondiElimina
  63. Noi 3,5 milioni annuali di ingaggio non li paghiamo, al massimo arriviamo a 2,5. Per questo mi sembra difficile - purtroppo - arrivare a Gomez, così come a Torres.

    RispondiElimina
  64. Ricordo i cavalli di battaglia:
    1 - scandalo!, sceglieranno prima l'allenatore poi il DS;
    2 - Jovetic sicuramente venduto (l'anno scorso, dico);
    3 - si finisce in B.

    RispondiElimina
  65. Vita, ihai elencato il menù con il quale sto pasteggiando da un anno!!

    RispondiElimina
  66. vero, ma il compleanno di queste tutte queste previsioni va festeggiato!

    RispondiElimina
  67. 4- Delio uno di noi!

    RispondiElimina
  68. Aquilani romano e rotto, Borja Valero spagnolo e retrocesso, Roncaglia se era bono non ce lo regalavano, tutti prestiti, Pizarro finito.

    RispondiElimina
  69. Adesso anche i giornali tedeschi cominciano a dire che Gomez tratta con noi, ieri lo definivo fantascienza, così però mi vogliono illudere a tutti i costi, eccheccazzo! L'anno scorso cascai dalla sedia quando lessi che Borja (Lud qualche giorno fa sosteneva che nessuno lo voleva...) era quasi ufficiale, dovessi leggere dell'arrivo di Gomez... L'ingaggio mi pare insormontabile, l'unica forse è tentare di giocarsela con un quinquennale a 2 milioni, mega-bonus in caso di oltre 20 gol segnati, mega-bonus in caso di scudetto. mega-bonus in caso di vittoria in EL, e poi dirgli "se non ti bastano chiedi la buonuscita a Beckenbauer che non ti vuole più" (con Aquilani è stata fatta una cosa simile). No via, torno sulla terra, non voglio neanche pensarci

    RispondiElimina
  70. INCREDIBILE - Borja Valero offerto al Napoli: Mazzarri ha detto no!


    Rimani sempre aggiornato sul Napoli: segui gli azzurri anche su Facebook!

    Il tecnico toscano voleva un centrocampista con le caratteristiche di Behrami e per questo, in un paio di circostanze, ha detto no all’ipotesi di portare in azzurro Borja Valero dal Villarreal, ritenuto troppo offensivo per fare il mediano nel modulo del Napoli

    Fonte: Gazzetta dello Sport

    RispondiElimina
  71. Non sapevo che le indiscrezioni della Gazzetta fossero Vangelo, e non sapevo che il Napoli facesse le veci dei club di tutta Europa!

    RispondiElimina
  72. Deyna su Ljajic non ci troviamo d'accordo, che vuoi che ti dica. Tu hal negli occhi quello degli utlimi tre mesi, io quello dei tre anni e mezzo precedenti. Jovetic lo ritengo nettamente superiore, l'unico dubbio che mi fa sorgere è l'infortunio che ha avuto. Un infortunio per il quale trent'anni fa si smetteva di giocare a calcio, chiedere a Roggi, Rocca e compagnia bella e dal quale oggi grazie ai miracoli della chirurgia si torna a giocare a calcio a livelli porfessionali ma non è detto che si torni come prima. Jovetic, ancora, non è tornato quello di prima e che ci ritorni è tutto da dimostrare, per questo 30 milioni non li pagherei mentre li avrei pagati ad occhi chiusi prima dell'incidente. Per Ljajic no, non li pagherei nemmeno senza incidente. E' un ottimo giocatore, da 10-12 milioni che voglion dire 1,5 milioni al massimo d'ingaggio per trattenerlo. Non credo che nemmeno trovi molto di più se va via adesso da uno che deve pagarne il cartellino. Se poi conferma gli ultimi tre mesi il discorso può cambiare ma per me non ha così ampi margini ulteriori di crescita., difficilmente diventerà un vero top player. Tu pensi di no, che vuoi che ti dica, vediamo.

    RispondiElimina
  73. Per me Gomez a Firenze è fantascienza. Bisognerebbe che il Bayern, per levarselo di torno, non solo calasse il prezzo a quella quindicina di milioni che possiamo pagare al massimo, ma si accollasse anche metà stipendio, cioè in pratica lo regalasse. Cosa che non credo, anche considerando tutte le difficoltà che ci sono a vendere uno con quell'ingaggio, abbia intenzione di fare. Qualche bischero in Inghilterra che paga di più lo trova di sicuro. Non s'illudino, come diceva quel sindacalista.

    RispondiElimina
  74. Valero è stato trattato anche da altre squadre italiane, come Inter e Roma. Naturalmente i club cui mi riferisco sono grandi club, Vitalogy, club che potevano permettersi il miglior giocatore del campionato spagnolo 2010. Sta di fatto che Mazzarri gli ha preferito Berhami, e che Berhami lo ha comprato da noi. In pratica i soldi di Berhami e Gamberini sono stati girati al Napoli per acquistare Valero e Gonzalo. Nonostante che alcuni siano ancora convinti del valore di Berhami io dico che nel cambio abbiamo ovviamente guadagnato e che Mazzarri ha fatto una immensa bischerata. La Gazzetta non la prenderò più in considerazione Vitalogy, ti prometto che d'ora in poi accetterò voci di corridoio solo se arrivano dal bar Marisa o dal tuo verduraio.

    RispondiElimina
  75. Girati al Villareal

    RispondiElimina
  76. Magari ci prendono di più Lud. Valero è fra quelli con più chilometraggio quest'anno, lo volevano così poco che gli hanno fatto tirare la carretta sempre. In questo momento i giornali hanno poco materiale, facile leggere sciocchezze in serie. Sarebbe meglio aspettare le dichiarazioni degli interessati invece di correre dietro a queste trovate giornalistiche. Mi aspetto gli ufo a S.Siro, non atterrati per veto di Galliani.

    RispondiElimina
  77. Basta non prendere lui.

    "Volevo fare gol da 13 mesi per mio figlio appena nato, pensate che ho fatto in tempo a far nascere il secondo."

    (Davide Moscardelli)

    RispondiElimina
  78. Questo come al solito lo dici tu e se la presenti come tua opinione puoi pensare quello che ti pare. Se poi tu ritenessi che è Vangelo allora il discorso cambia. Mazzarri ha voluto Behrami e, dopo averlo voluto un anno al Napoli, lo rivuole all'Inter, perchè ha bisogno di quel tipo di giocatore e di cosa ha bisogno un allenatore che viene da decenni di successi a tutti i livelli e che ha appena finito al secondo posto in campionato non con una squadra a strisce, ovviamente pensi di saperlo tu meglio di lui. Montella ha voluto Borja Valero ed ha rinunciato a Behrami, non perchè è più coglione o più furbo, ma perchè ha bisogno di altro tipo di giocatore per il suo tipo di gioco. Visto che entrambi hanno avuto successo nelle loro scelte direi bravo a tutti e due e non distribuirei patenti di bischero a vanvera.

    RispondiElimina
  79. Detto fra noi, a me Yilmaz non piace per niente. Buttare la butta dentro ma non mi piace come punta, turchi forti se ne contano uno ogni 45 anni. Vero che in CL ha marcato parecchio ma ha sempre giocato in casa sua e quello turco non è campionato dei più probanti. Magari viene e ne fa una valanga ma se potessi, e non posso, prendo Osvaldo tutta la vita.

    RispondiElimina
  80. Lo conosco poco ma qualche dubbio ce l'ho anch'io. Insomma alle cifre che dicono lascerei perdere. L'anno scorso Lotito lo stava per prendere per meno della metà (6 Milioni) ma si impuntò alla fine, quando tutto era concluso, per un rialzo imprevisto del procuratore, Corvino style.

    RispondiElimina
  81. Esatto, a quelle cifre che rimanga in quel campionato. Su Gomez mi vien da ridere, è ancora giovane, chiuso in panca per scelta tecnica ma fortissimo, anche se volesse rilanciarsi non ho idea come si possa pagare simili ingaggi. Anche di cartellino costa quanto Jovetic, che si accontentino della metà lo vedo impossibile.

    RispondiElimina
  82. Quando hai dato quell'enfasi maiuscola al titolo della Gazzetta pareva uno scoop d'altri tempi. Ma ti ha già risposto Jordan nel merito, sono scelte, e sono due allenatori differenti. Un bravo a entrambi ma soprattutto al nostro duo che ha innestato una pedina di valore assoluto. Sono però notizie che saltano fuori adesso, qualcosa devono pur scrivere per vendere, d'incredibile non c'è niente.

    RispondiElimina
  83. Eppure Lud dovresti avere ormai imparato, dal momento che leggi tanti giornali, che quando parlano di mercato solo una bomba su 50 trova poi riscontro nella realtà. Quanto ai legami tra i giornali, il bar che hai nominato e il verduraio, non sottovalutarli, talvolta le figure si sovrappongono, ad esempio il veterano corrispondente "viola" di Stadio, A.R., è sempre lì (non frequento il bar ma ci passo davanti più volte a settimana, per motivi miei), seduto al centro del capannello degli attempati tifosi, tra i quali qualche ex commerciante in pensione è probabile che ci sia.

    RispondiElimina
  84. " L'inattesa retrocessione del Villarreal ha aperto scenari prima impensabili per il mercato: tra i giocatori dei 'sottomarini gialli' più contesi c'è sicuramente Borja Valero, accostato alNapoli la scorsa estate e ora nel mirino dell'Inter, oltre che di Barcellona e Real Madrid. Del futuro del centrocampista spagnolo ha parlato il suo agente per l'Italia, Francesco Caliandro, dai microfoni di 'Radio Crc': "Ci sono stati degli interessamenti per Borja Valero, ma nessuna squadra italiana mi ha chiesto informazioni su di lui". Fonte calciomercato.com

    Evidentemente non suscitava molto interesse, Pradè invece lo stimava, Vita, ci ha visto giusto e l'ha preso ad un prezzo di saldo impossibile da ottenere se si fosse scatenata un'asta.

    RispondiElimina
  85. Un ottimo centravanti è anche Soldado: scaltro come una faina, movimenti perfetti, gran senso della posizione e dell'anticipo, piuttosto buono di testa grazie alle suddette doti, bei colpi in area. Segna in pratica quanto Negredo. A me quest'ultimo piace di più perché ha più peso e fa più reparto, ma quando li ho visti nell'andata di Siviglia-Valencia [o il contrario, non ricordo] Negredo non ha quasi toccato palla, mentre Soldado ha fatto due gol da grande rapace d'area, e ne ha sfiorato un terzo salvato sulla linea.

    RispondiElimina
  86. Borja Valero è stato un gran colpo di Macìa, ma Behrami è stato un pilastro del Napoli di Mazzarri: entrambi perfetti per il tipo di gioco di Fiorentina e Napoli, con la differenza che Valero farebbe il suo figurone anche nel Napoli [dove sarebbe però in concorrenza con Hamsik, visto che per gli altri due ruoli di centrocampo Mazzarri preferisce due muscolari], mentre Behrami secondo me nella Maquina non sarebbe troppo adatto, essendo un incontrista portatore di palla, con visione di gioco e tecnica piuttosto elementari. Certo, in certe partite, sempre molto meglio di Migliaccio...

    RispondiElimina
  87. Per forza Vita sta a tre passi da quell'angolo e non ha una deambulazione così facile.

    RispondiElimina
  88. Gomez è uno bocciato a livello Bayern, la più forte squadra del mondo attualmente. Se non fosse bocciato non avrebbero comprato prima Mandzukic, ma, soprattutto, ora Lewandowski. E' il terzo centravanti e gli costa 12 milioni l'anno, diventa quindi un problema, anche perchè club che si possono permettere quegli ingaggi ce ne sono ben pochi ed il mercato si restringe parecchio. A chi lo vendi? In questo c'è l'unico, piccolo spiraglio per la viola, se avesse da proporre un giocatore che solleticasse gli appetiti della più forte squadra del mondo. Jovetic? forse. Se li solletica il problema ingaggio lo risolvono loro, ne pagano la metà e gli conviene sempre. In piccolo è successo con Aquilani, pur senza scambi. Ma se non li solletica e si deve quindi partecipare ad una gara a chi da di più, o a chi pretende di meno in fatto di contribuzioni ho paura che nella perfida Albione o nelle Russie perdiamo da tanti.

    RispondiElimina
  89. Non c'è niente da dimostrare, tranne il fatto che se do' una notizia quella notizia di solito è relativamente fondata. La notizia di cui si parla è il poco mercato che aveva Valero lo scorso anno.

    RispondiElimina
  90. A me pare Deyna che ci sia una differenza essenziale tra Fiorentina e Napoli. La Fiorentina gioca decisamente meglio, ha un gioco organizzato e votato all'attacco. Il Napoli è una squadra strutturata in modo più tradizionale e con giocatori in generale di minore qualità rispetto ai nostri. Mi dirai: ma come mai il Napoli è arrivato diversi punti avanti. La risposta è una sola: togli Cavani al Napoli, non resta molto.

    RispondiElimina
  91. Lud, nemmeno io amo molto il gioco di Mazzarri, ma i successi del Napoli non sono riducibili al solo Cavani. Prima aveva anche Lavezzi e Hamsik che con le loro percussioni spaccavano le partite, quest'anno, grazie anche a un certo declino del livello del nostro campionato, hanno fatto a meno di Lavezzi. Mazzarri organizza squadre molto solide e toste, le motiva, e le fa ripartire con manovre rapide e ficcanti. Certo, senza Cavani non sarebbe stato così in alto, ma nemmeno [tanto sempre lì vai a parare, sminuendo altri] Prandelli avrebbe ottenuto i risultati che ha ottenuto, senza il primo Toni o dopo Mutu...Io mi tengo Montella e i nostri giocatori, mi diverto molto di più e sono convinto che senza defezioni importanti siamo all'inizio di un ciclo, ma Mazzarri è un grande, come ha dimostrato sempre o quasi.

    RispondiElimina
  92. Lo so Jordan, dei suoi problemi ne sono cosciente e non volevo certo mancargli di rispetto, era solo per dire a Lud che non è che i giornalisti di Gazzetta nel loro privato frequentino solo i giornalisti di Stadio e viceversa.

    RispondiElimina
  93. Squadra solida ed interessante il Napoli, con molti cursori e pochi costruttori di gioco. Non ha a caso Mazzarri rifiutò Valero e pretese Berhami. Ma certo Cavani è stato determinante per produrre quel surplus di punti che al momento collocano il Napoli al secondo posto e noi al quarto. Concordo sul fatto che la rosa della Fiorentina di Prandelli non fosse nell'insieme molto forte. Avevamo grandi punte ed un buon portiere. La rosa attuale, l'ho sempre detto, è nell'insieme molto più forte e completa.

    RispondiElimina
  94. Ammesso e non concesso che fosse vero, il valore di mercato di un giocatore (che dell'"appeal" che ha è conseguenza) è come il valore di un'azione in borsa, variabile qual piuma al vento. L'abilità dell'operatore di mercato è proprio quella di pescare le azioni buone quando sono in bassa. Borja Valero era ed è un grosso centrocampista in basso astrale per la retrocessione e l'annata disastrosa della sua squadra. Bravi i Madè a pescarlo e a prenderlo. Se sono stati i più veloci o i più perspicaci poco conta. Lo stesso han fatto con Gonzalo, pagato ancora meno che se ne stava tornando in Argentina per chiudere la carriera a casa sua, lo stesso han fatto con Aquilani preso praticamente gratis o con Pizarro, idem. Il miglior centrocampo italiano rifatto di sana pianta è costato otto milioni, quelli di Borja, anzi, diciamo nulla visto che son venuti dalla cessione di Behrami. Non so cosa voglia dire che han preso gente che non aveva mercato. Se l'avesse avuto avrebbero dovuto pagarla il quadruplo, ma è proprio lì la bravura.

    RispondiElimina
  95. La Fiorentina gioca più bello, non direi che gioca meglio perchè meglio gioca chi vince di più. Pensare che il Napoli sia arrivato dieci punti prima di noi sia dovuto solo a Cavani è molto semplicistico. Comunque se i giocatori sono in generale di minore qualità e ci arrivano davanti non è che si possa dir molto male dell'allenatore.

    RispondiElimina
  96. La rosa attuale, o meglio la rosa della stagione appena conclusa, ha però due lacune clamorose, nei due ruoli più importanti, ossia il portiere e il centravanti, laddove la Fiorentina del periodo 2005 - 2010 aveva Frey in porta e grandissimi attaccanti (Toni, Mutu, Gilardino).

    RispondiElimina
  97. Non ho detto che la Fiorentina di Prandelli non fosse nell'insieme molto forte, ho detto che senza un campione come Mutu non avrebbe ottenuto i risultati che ha ottenuto, ma vale lo stesso per chi ha avuto Ibra, Totti e altri campioni del genere davanti, tra gol, carisma e assist sono loro a fare la differenza...La stessa Fiorentina di Montella, pur puntando più sul gioco collettivo, ha costruito le sue fortune sullo Jovetic dell'andata e sul Ljajic del ritorno.

    RispondiElimina
  98. Penso che gli attuali ds abbiano operato molto meglio, hanno messo a disposizione una rosa vasta con parecchi titolari sia in difesa che a centrocampo, cosicchè mai la Fiorentina ha dovuto giocare in emergenza come succedeva ai tempi di Prandelli. Le squalifiche o gli infortuni sono stati ben sopportati perchè se non giocava Savic entrava Roncaglia, a centrocampo c'era la stessa ampia scelta, tanto che ha fatto spesso panchina un grande campione come Mati Fernandez. A onor del vero, sulla carta, nemmeno l'attacco era disprezzabile. Purtroppo non abbiamo potuto disporre di Berbatov e nella seconda parte della stagione il rendimento di Jovetic è precipitato. A Corvino riconosco il merito di aver portato alcuni grandi singoli giocatori. Ma il Corvo non aveva una visione di insieme della rosa, che era composta di grandi solisti ma anche di molti giocatori mediocri. Nella costruzione della rosa della Fiorentina attuale mi pare evidente che il modello è stato la Roma di Spalletti e Pradè.

    RispondiElimina
  99. Non concordo con la tesi di Lud secondo cui Borja non aveva mercato (lo conoscevo bene io per averlo visto brillare più volte in partite di coppa, figuriamoci se non lo sapevano gli operatori di mercato quanto era forte), ma soprattutto mi oppongo fermamente al suo tentativo di dimostrarla con un articolo, fondato o meno che fosse, che parla della scelta tecnica di un singolo allenatore.
    Su come gioca Mazzarri invece ho un pensiero più vicino a Lud che al vostro. Certo è tutt'altro che un coglione dato che il massimo che poteva ottenere l'ha sempre ottenuto, livello dopo livello e squadra dopo squadra in cui ha allenato. Ho l'idea però che sia un tecnico limitato, ancorato ad un modulo (anti-calcio, ma questo è un mio gusto personale che non pretendo sia legge) dal quale mai si distacca, sa lavorare durante la settimana alla finalità di incartare gli avversari, ma quando non gli gira non è capace di fare cambiamenti in corsa, e in questo lo trovo anche molto più cocciuto e "braccino" di Brandelli. Per me questi limiti non gli permetteranno di fare il salto ultimo, cioè da allenatore di medio-grande che centra un piazzamento, ad allenatore da grande che vince (come non riuscirà al Brandelli allenatore di club, a meno che nel frattempo non si sarà reso contro che con 13-14 giocatori non puoi affrontare più competizioni vincendole). Sarò pronto comunque ad ammettere che mi ero sbagliato, nel caso in cui vincesse almeno uno scudetto. Cosa ha avuto quest'anno il Napoli in più di noi? Era una squadra già rodata, non ha avuto i nostri tartassamenti arbitrali, e Cavani è uno che gli equilibri li sposta parecchio (se l'avesse avuto la Fiorentina, con Toni invece al Napoli...).

    RispondiElimina
  100. Ludwig, le emergenze che Prandelli fronteggiava erano molto spesso frutto del suo vizio di mettere i figliastri ai margini della rosa, spremendo i 13-14 figli (anche a costo di farli adattare a ruoli non propri), vizio che a un certo punto gli si rivoltò contro. Finchè i figli stavano tutti bene le cose andavano al meglio, ma quando iniziavano a mancare uno dopo l'altro, non poteva contare sul contributo dei figliastri, dato che li aveva smammati lui personalmente.

    RispondiElimina