.

.

martedì 30 aprile 2013

Le lucine

Dopo il discorso di Letta sale la fiducia dei consumatori, io per esempio ho comprato un’aringa e ho letto fino in fondo un post di Marco Siena, fiducioso che prima di sera avrebbe ritirato fuori Corvino, alla faccia della pontellizzazione. Una fiducia tradita solo dalla pulizia strade e dell’attività di panificazione che non ha permesso di trovare parcheggio in tutta la zona del bolognese, privandoci così delle ultime sagge considerazioni sull’esplosione definitiva di Ranocchia, meno rumorosa solo di quella del tendine di Achille del suo capitano. Sale la fiducia anche nel popolo Viola che sabato sera riempirà di passione il Franchi, intanto una buona notizia scuote lo scetticismo del popolo antidellavalliano, una proprietà che alleggerita della rata di giugno dell’Imu potrebbe tornare ad investire. Nasi e parrucche finte potranno comunque essere riutilizzati per rapinare un Lidle, a questo punto fregandosene anche delle offerte. E a parte la psoriasi causata da Corvino e dalla cessione della società a Tutunci probabilmente in ritardo solo per dare modo di formare il nuovo Governo, questo finale di campionato sarà ricco di quelle emozioni che sembravano essersene andate via a braccetto con Bettega. Anche se Montella non sarà così etico, e la pontellizzazione rimasta solo una visione etilica, improvvisamente Firenze scopre che il calcio non è solo per gli ingiubbottati, anzi, oggi è proprio la Fiorentina quella che disegna il calcio più internazionale della serie A, per di più con l’esplosione di Ljajic che non aiuta certo chi ha fatto di Corvino e i della Valle una malattia cronica. E se non pagare la rata di giugno dell’Imu aiuta, questi tre a zero esterni non aiutano affatto certa parte del tifo Viola rimasta impantanata nel vizio di sputare merda, sale così l’astensionismo alle urne e su Fi.it, non ci sono più le mezze stagioni e quelle belle sconfitte di una volta dove ci si poteva sfogare sputando a destra e a manca perché l’inquilino magrebino del piano di sopra aveva saputo dall’inquilino magro del piano di sotto che la società era in vendita, che Della Valle era buho e Corvino andava in Brasile solo a trombare. Il vizio è una cosa dura da togliersi, anche se i risultati e la gestione societaria dicono che la Fiorentina è la più bella espressione del calcio italiano, ormai il magrebino ci ha fatto spendere  parole dure con l’ortolano di via Sant’Agostino, e bisogna continuare a dire che son tutte fave almeno fino a quando non smetterà di piovere. Del resto anche chi fuma sa che è un vizio pericoloso per la salute, c’è chi se ne frega e continua e chi invece cerca di porre rimedio, intanto lo stadio a Firenze si riempie sempre di più in questo bellissimo finale di campionato, e sabato ci sarà modo di verificare certe nuove voci che circolano nel condominio Viola, questa volta non c’entra Tutunci, la notturna dovrebbe svelare finalmente il perché di questa nuova passione Viola, si dice che saranno ben visibili le tante lucine che animano il nuovo tifoso della Fiorentina, non più rancoroso contro Corvino e Della Valle, il vecchio vizio sarà combattuto con il tifoso elettronico.

71 commenti:

  1. Il «tifoso elettronico», caro Pollock, è invenzione che tristemente è stata raggiunta dalla realtà. Intanto cloaca tiene bloccato l'aggiornamento della notte alle 6: quando fanno così è perché sono incerti se passare il puro delirio vampirico. Alla fine però lo passano sempre e censurano il Sopra.

    RispondiElimina
  2. Dall'ottimo Fiorentinanews:


    «Claudio Curti, agente di Facundo Roncaglia a Tuttomercatoweb.com,
    analizza l’andamento del suo assistito al primo anno di Serie A e
    presenta gli scenari futuri: “E’ da gennaio che sta andando avanti con
    una lesione. Da mesi ha dei problemi fisici, ma ha voluto continuare a
    giocare nonostante fosse al 60-70% della condizione. Ora, finalmente,
    l’ha capito e s’è fermato per recuperare. La sua prima esperienza in
    Italia resta comunque positiva? Nessuno si aspettava fino a questo
    punto. Credevamo molto in lui e tutti erano sicuri del fatto che entro
    due anni avrebbe fatto bene, ma una partenza così importante ha colto di
    sorpresa un po’ tutti. Perché ha scelto la Fiorentina? Per il progetto.
    Parlavamo spesso con Macia che ci illustrava questa nuova Fiorentina.
    Dietro di lui c’erano tante squadre, ma il progetto viola è stato
    quello che ci è piaciuto di più. Siamo soddisfatti, s’è rivelata la
    scelta giusta. A gennaio le offerte importanti dalla Russia erano vere,
    ma lui ha altri tre anni di contratto. Ora pensiamo solo alla Fiorentina. Un incontro col club al termine della stagione? Con la Fiorentina
    ho un bellissimo rapporto, siamo continuamente in contatto. Prima di
    parlare con loro vogliamo concretizzare questo obiettivo Champions che
    per la squadra è molto importante”».



    Ciò spiega tante cose.

    RispondiElimina
  3. No, il Vampirone non è passato: ci riproverà in giornata.

    RispondiElimina
  4. La notizia per Deyna è che la retrocessione del QPR libera Granero, su cui Macia avrebbe già messo il rampino.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore30 aprile 2013 09:05

    Giù le mani da Roncaglia! Giocatori con le sue caratteristiche tecniche, atletiche e contagiosamente agonistiche insieme se ne trovano pochi.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore30 aprile 2013 09:21

    A due giorni da una delle più belle ed esaltanti partite della Viola in trasferta, il triste sitone boccheggia, ma non beccheggia, rolla.

    RispondiElimina
  7. Chiari, è partita che fa molta paura perché, per caratteristiche, la Roma è la squadra che può più farci male (e ce ne ha già fatto tanto).

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore30 aprile 2013 09:48

    Non ho capito in relazione a cosa, Colonnello. Su Roncaglia la mia esortazione è di carattere generale commentando così positivamente l'intervista che hai riportato, non riferita alla prossima partita, per la quale neppure si sa se sarà disponibile.

    RispondiElimina
  9. Il prolisso senese stavolta si è cimentato in un post di 3 sole righe, così, complice la mia freschezza mattutina, sono riuscito anch'io a leggerlo fino in fondo, e devo dire che ne è valsa la pena: sì, grazie a Corvino per Jovetic e Ljajic, però insomma, dài, ora proprio grazie grazie no, perchè... perchè... ehm... cioè, mica li ha presi gratis! Aahah lui li vuole gratis ahahah, che poi se prendiamo qualcuno gratis allora è pontellizzazione ahahah... favaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina
  10. stefano vienna30 aprile 2013 11:13

    Esegesi della Messizzazione: Fascetti, per me uno dei massimi esperti di calcio, allenatore della vecchia scuola, ma a suo modo innovativo a livello tattico (soprattutto agli esordi), si avventura anche lui nella discussione, lancia il sasso e non ritira la mano. Da ascoltare.

    Ecco il link: http://www.youtube.com/watch?v=B1Q-_8H2FqM

    RispondiElimina
  11. Infatti, Chiari, non mi riferivo al Fac in rapporto alla Roma ma alla Roma stessa, tema che avevi introdotto.

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore30 aprile 2013 11:19

    Il tema Roma non l'ho introdotto io, Colonnello, comunque sono d'accordo con quanto ne hai scritto tu.

    RispondiElimina
  13. Scusa, Chiari: il torpore mattutino! Leggendo alla svelta «a due giorni» ho pensato alla Roma, che nemmeno è in trasferta, mentre tu ti riferivi giustamente alla Samp!

    RispondiElimina
  14. Granero è un buon centrocampista, con caratteristiche ideali per il nostro reparto, essendo molto bravo negli inserimenti. Facundo, come trapelava dalle dichiarazioni di Montella, ha problemi fisici da tempo, altro che "bocciatura per inadeguatezza al calcio italiano"! Ora stringe i denti come un dogo in presa, a settembre risanato e fresco di preparazione sarà il Fac di sempre, in viola.

    RispondiElimina
  15. stefano vienna30 aprile 2013 11:30

    Leggevo appena adesso, che qualcuno in società sta pensando alla doppia mossa che auspicavo ieri: tutto Cuadraro e metà Muriel. A quel punto, il sacrificio di Jovetic ai gobbi per 25 milioni cash sarebbe quasi auspicabile.
    Su Roncaglia l'intervista mi rassicura, speriamo che rimanga e che venga utilizzato terzino destro.

    RispondiElimina
  16. stefano vienna30 aprile 2013 11:40

    Bisogna capire se è buono-buono, al livello di Valero e Aquilani, e se può adattarsi al ruolo di vice-Pizzaro. Se queste due condizioni non sono soddisfatte, non vale la pena investirci 8 milioni. Andrebbe a fare il doppio paio con Sissoko, Mati, Vecino e Romulo.

    RispondiElimina
  17. Stefano, mi pare che Vecino non abbia messo piede in campo, quanto valga ancora non si sa, aspettiamo prima di giudicarlo.

    RispondiElimina
  18. Caro Deyna, sintomatico, retrospettivamente, il mancato salto in occasione del secondo gol catanese: un conto è non essere un asso di testa, un altro restare a terra, magari per una fitta improvvisa.

    RispondiElimina
  19. Muriel, se sta bene, è un potenziale campione, veramente un grosso calibro. Certo Osvaldo ha più peso, ma un attacco con Muriel, Ljajic e Rossi sarebbe da seghe. Inoltre una coppia Muriel-Cuadrado a Firenze farebbe da polo d'attrazione per i giocatori della Colombia, nazione che sta diventando sempre più interessante calcisticamente...Penso ad esempio a un Quintero attirato dall'idea di venire a giocare da noi. Jovetic alla juve però son sempre dell'idea che non sia da farsi, anche perché in Inghilterra pagan di più. E non c'è il rischio di vedersi rifilati rifiuti tossici tipo Giovinco, Matri o Quagliarella,,,

    RispondiElimina
  20. Quella fava del Dubbio continua a raccontar balle: di mero cartellino Jojo è costato 8, Ljajic 6,8.

    RispondiElimina
  21. La Colombia ha attualmente la squadra più forte della sua storia. Ma la prossima del Venezuela devo vedermela perché sono stupito del percorso trionfale che sta avendo nel girone di qualificazione dei Mondiali e voglio vedere se ci sono individualità interessanti (senz'altro, con quei risultati).

    RispondiElimina
  22. In compenso, sempre sull'autorevole Transfermarkt, colgo che Comotto fu pagato 4,3 milioni e non mi ricordavo una cifra simile: ecco, quella fu una cazzatiella davvero. Che a quel tempo ci fosse più disponibilità non vuol dire che i quattrini dovessero essere gettati nel cesso: esattamente con quei soldi Madè ci ha preso quest'anno Aquilani+Vecino.

    RispondiElimina
  23. stefano vienna30 aprile 2013 12:05

    Su Jovetic ai gobbi, il mio nulla osta era legato alla doppia mossa Cuadraro-Ljajic e ad un discorso più generale. Nell'immediato, si eviterebbero interferenze non gradite del guercio e dello pseudo-manager di famiglia. L'Udinese vede la Famiglia come una mucca da mungere a piacimento, che continuino pure a mungere loro e che non inizino aste con noi che non ce le possiamo permettere. In un'ottica più ampia, in Italia mettersi contro la Juve è alla lunga contro-producente, hanno troppo potere strutturale come il ricatto Berbatov per costringerci a liberare Jovetic dimostra. La chiusura dei Della Valle ai gobbi è comprensibile moralmente, ma non è sostenibile nel lungo periodo. L'opposizione al sistema ci ha già fatto perdere anni preziosi. Per vincere lo scudetto ce lo devono anche far vincere (magari senza che nemmeno se ne accorgano), non lo vinceremo mai contro tutto e tutti. In quest'ottica la mossa Jovetic potrebbe spianarci la strada verso qualcosa che avrebbe del miracoloso. In conclusione: più Sun Tzu, meno Clausewitz. Meno attrito, più deception.

    RispondiElimina
  24. Mi sembrano questioni del cazzo quelle sollevate dal dubitoso per puntualizzare dove ha poca importanza. Tra il prezzo della cessione dei diritto di tesseramento (cartellino) e quanto ti costa l'operazione, cioè quanto devi mettere a bilancio, c'è della differenza (procuratori, agenti, spese, tasse e quant'altro). Però non vedo grossa differenza concettuale tra dire che si è speso 8 o 10 per uno che oggi vale 30. Non è certo lì che si può criticare Corvino per chi lo vuol criticare. Altri sono i suoi peccati e sminuire i miracoli non mi sembra comunque tattica intelligente.

    RispondiElimina
  25. Grande post di Stefano, che se sta venendo su alla grande: al primo cedimento, al primo segnale di vecchiaia del Pollockone, è un altro pronto a fargli le scarpe.

    RispondiElimina
  26. «se ne sta», qua sotto.

    RispondiElimina
  27. stefano vienna30 aprile 2013 12:32

    Grazie Jordan, è che sono ispirato, c'è nell'aria attorno alla Fiiorentina qualcosa di strano, speriamo che duri! O forse è solo l'arrivo della primavera con le giovani viennesi che prendono il sole in topless...

    RispondiElimina
  28. Siamo sempre addosso a Corvino, in cloaca, in bruciante attualità... Mentre notiamo che Magic Raven è ormai per sempre solo l'uomo della quasi retrocessione (se ne era andato da tre mesi, peraltro) e Prandelli non mai quello delle 17 partite (record per la Viola) perse in campionato e undecimo posto finale con girone di ritorno da ultimo posto in classifica (eh, la logica e lo scacchista sono in perenne contenzioso... ahahahahahahahahahahahah!) lasciamo quel povero deficiente dello Pseudosenese con le parole di quando San Giubba passava l'aureola, evidentemente, anche a chi gli stava accanto (ahahahahahahahahahahahahahah!):

    «23/12/2009 I poveri di spirito viola non sono coloro che sono limitati intellettualmente, ma le persone coscienti della loro miseria tecnica. Davanti
    a DDV-Corvino-Prandelli non abbiamo nessun merito da far valere. Abbandonare le nostre pretese, riconoscere davanti a loro il nostro fallimento argomentativo
    globale è la via obbligata per scoprire le gioie del tifo viola».


    Non è Jordan, sono io Colonel Blimp ad averti elogiato, caro Stefano, ed è l'ultima volta che lo faccio se mi confondi di nuovo con un malagodiano.

    RispondiElimina
  29. Muriel è un potenziale campione, ma un attacco Muriel-Rossi-Ljajic è molto leggero, anche se di tecnica e rapidità suggestive. A meno che non si punti a un'alternanza tra Muriel e Rossi [che sarà prudente gestire con oculatezza, evitandogli tre partite alla settimana], comprando ugualmente un centravanti come Osvaldo o Negredo. Ma siamo nel sogno, credo. Meglio allora prendere, assieme al centravanti di peso, un'alternativa meno costosa a Rossi, come Dybala o Sau, più sacrificabili in panchina.

    RispondiElimina
  30. Deyna, siccome non abbiamo la zecca in casa stiamo pure a Seferovic in panchina, che andrà benone, se si compra un centravantone. Ti ricordo che ci sono già Nutella, Cuadrado e Pepito (sempre che il garrinchino lo rivoghiamo) e che Wolski è più avanti che dietro. Se mi comprano Auba o Osvaldo o Negredo io davanti non ho bisogno di altro. Bene Granero (Alonso è già preso per il dopo-Pasqual, Llama a cagher) a centrocampo, confermando chi abbiamo eccetto Migliaccio, torna Piccini, dietro cedere Savic solo per un deca (e in quel caso rimpiazzarlo) sennò bene così considerando che tornano Campo e l'egiziano. In porta, eh, in porta ci vuole qualcuno. Insomma: Steke+Auba+Granero e con 26 te la cavi. Giusto il prezzo di Jojo... Coi soldi di Cercinho si riscatta Cuadrado, coi soldi di Cassani, Babacar e minutaglia ci copro una parte dell'aumento degli ingaggi (indispensabile) e il resto lo mette DDV se non arriva la Champions coi suoi trenta sacchi che gli lascio mettere in cascina, tanto già così siamo da scudetto e più dello scudetto il prossimo anno non si può vincere.

    RispondiElimina
  31. Du' settimane fa, a Napoli, mi parlavano di un'offerta del Napoli di Zúñiga e 17 milioni per Jojo: che ne direste? Io per Zúñiga vado pazzo!

    RispondiElimina
  32. La difesa non la vedo così bene, e non per gianaldismo. Portiere a parte, spero in un'alternanza di difesa a quattro e difesa a tre, con l'inserimento di Orban che può giocare da terzino sinistro, da centrale di sinistra a tre, e da centrale puro. Se siamo orientati a giocare prevalentemente a quattro, invece, un centrale puro molto forte da affiancare a Rodriguez ci vuole, per puntare in alto. A centrocampo ci vogliono due cotitolari a dar respiro a Pizarro e Borja, mi andrebbero benissimo Clasie e Canteros [un affarone], se non Quintero, Granero pure è bravo ma costa un po' troppo allo stato attuale. Davanti con Osvaldo o Negredo sono seghe, per la panchina sì, ci si può anche arrangicchiare, anche se Rossi io non lo farei giocare troppo spesso, va curato e preservato come una creatura...

    RispondiElimina
  33. Mi son visto la sintesi della partita col Siena, oltre al tocco liftato del primo gol, azione capolavoro di Osvaldo anche con quel doppio dribbling in area, con bolide sul palo. Questo se ben motivato da Firenze e Montella spacca tutto.

    RispondiElimina
  34. La gloria è veleno da prendere in piccole dosi,diceva Balzac ma ora il vate bolognese sembra voglia curare il sitone con effetto placebo; devo dire che non manca a nessuno e forse questo gli rode,credo attenda convocazione ufficiale;magari è a S.Tropez,a Montreaux,a Nashville...chissà.BLIMP ti preoccupi più tu di lui che non lui di te. In realtà il tempo sta rivalutando argomenti sui quali "egli" ha scacato di brutto,tra errori di valutazione,pregiudizi,manifesta inferiorità culturale calcistica e prosopopea fine a se stessa. Invito tutti a osservare un mondo viola diviso in due emisferi:il Nostro,cioè quelli che hanno portato avanti ragionamenti con argomentazioni oggettive,poche cose da rimangiare,ammende fatte,coerenze con crepe ma in ogni crepa passa un raggio di luce che illumina la realtà.Noi abbastanza centrati,inesorabilmente "avanti",con quel "quid" critico che spesso riesce ad avere visione acritica degli eventi e dei personaggi. Poi l'altro emisfero,quello di chi sta facendo esercizi complicati e pericolosi per dimostrare di essere stato frainteso,quello di chi deve andare sotto la montagna per essere sicuro di beccare la slavina in pieno viso,quelli che davanti al tabaccaio che porge il pacchetto di sigarette con scritta "Il fumo provoca impotenza" chiedono "Mi da quello dove c'è scritto che il fumo fa morire",quelli che rigirano i numeri come fossero coriandoli,quelli che l'avevano detto,quelli che non hanno neanche il pudore di smetterla di scrivere stronzate a supporto di teorie senza ne capo ne coda. Tutti questi soloni avrebbero bisogni di Bierce...I processi sono una macchina dove si entra maiali e si esce salsiccia.

    RispondiElimina
  35. Zuniga a me piace molto fin dai tempi del Siena, ma valutarlo 13 milioni mi sembra eccessivo.

    RispondiElimina
  36. Fino a prova contraria Cuadrado diventa nostro al 50%, quindi se i gobbi o chi per loro ci rompono i coglioni trattandone la seconda metà con l'Udinese, credo che il coltello dalla parte del manico resterà a noi, che possiamo pur sempre fare la voce grossa sulla metà che ci appartiene e ne deteniamo il diritto alle prestazioni sportive. Poi è vero ciò che dice Stefano: alla lunga il braccio di ferro contro i potenti lo pagano i più deboli, ma se l'Udinese avrà sicuramente convenienza ad andar d'accordo più con le merde che con noi (hanno più soldi da buttare nelle loro casse, più potere, e obiettivi di classifica più difficilmente concorrenziali rispetto a quelli tra noi e i friulani), penso che subito ci siamo noi tra le società con cui hanno interesse a mantenere buoni i rapporti; Felipe, D'Agostino, ora Cuadrado, poi -magari- Muriel; insomma, mi pare che il leasing che abbiamo aperto noi non sia per loro molto meno remunerativo di quello dei gobbi (Motta, Pepe, Asamoah, Isla...).
    E dopo aver letto l'ultimo post di Stefano, oggi pomeriggio faccio un salto a Vienna, giusto il tempo di un caffè.

    RispondiElimina
  37. Sopra, quel «coerenze con crepe ma in ogni crepa passa un raggio di luce che illumina la realtà» è di grandezza cecchiano-chestertoniana! Mo' la rivogo! Il Dubbio idiota continua a contorcersi: le tasse e le spese non mediatorie sui trasferimenti non sa cosa siano, le paghiamo noi per Nasty acquistandolo, le paga il City che da noi lo acquista, ma lui fa a noi il peso lordo a noi, al City il netto. Il resto è ancora gioco coi numeri con l'abilità di Stan Laurel, di un'imbecillità tale da meritare le metafore del Sopra in fine del suo splendido post: basti trarre che i DS bravi sono quelli che comprano un campione a due lire perché sennò son buoni tutti ma se lo fa Corvino ha preso un grossissimo rischio (non due lire ma gratisse dove esse... ahahahahahahahahahah!) e gli è andata solo bene. Insomma, state qua sitollockiani a ragionare, di là ci sono solo due-dementi-due che rantolano cazzate autolesionistiche e aver ragione su loro è come averla su un bambino, è indecoroso per voi.

    RispondiElimina
  38. «deve», non «dove», qua sotto.

    RispondiElimina
  39. Mi tocca anche a difendere Corvino, ma ad un procuratore cui smontano tutte le tesi, valide, accusatorie, per andar dietro a cazzate che squalificano chi le dice come può stare zitto. Ad avere di questi pubblici ministeri andrebbe assolto anche Jack lo Squartatore.

    RispondiElimina
  40. Muriel Rossi, Ljajic e Cuadrado non possono giocare insieme. Cuadrado è inamovibile, gli altri tre si giocherebbero due posti, ma poichè Ljajic e Muriel sono dei ragazzini forse potrebbero accettare di ruotare, anche perchè Rossi non ha tutta la stagione nelle gambe. Il livello di tecnica sarebbe stratosferico. Inoltre Muriel è un investimento per il futuro. Mancherebbe ancora il peso in area. Sono invece perplesso su Zuniga, qualche volta l'ho visto giocar bene, altre volte mi è sembrato meno bravo.

    RispondiElimina
  41. Voci di un interessamento per Azpilicueta, per una difesa a 4: in quel caso rientrerebbe nell'affare Jojo, sul quale piomberebbe il Chelsea.

    RispondiElimina
  42. Lo attendevate, e ha cahato 3 stronzoli di fila, stavolta diurni. Donne (Magda, Claudia, Cordelia, Nuvolaviola), è arrivato l'Insultino!

    RispondiElimina
  43. E' ufficiale, centomila € di premio per il terzo posto ai nostri eroi: si poteva raddoppiare, visti i quattrini che porta la Champions e visto che questi giovinotti centomila € li spendono in tre feste, quattro cene e un viaggio. Vita, l'ho visto ed è praticamente illeggibile, una muraglia fecale di insulti bizantini e acrobatici (con smusata sotto il trapezio, però... ahahahahahahahahahahah!) i quali come sentinelle impediscono l'accesso a quel che può aver scritto di tecnicamente appropriato il battone dei giardini Margherita, che simpatizza e non vede le partite. Però, Vita, il «cri» dell'arrotino lo conosci anche tu? Ma allora sei di Coverciano/Campo Marte/Le Cure? Mon semblable, mon frère!

    RispondiElimina
  44. Io continuo ad avvertire sensazioni Soldadesche, boh! Dando per scontato il mantenimento del 4-3-3, Rossi non mi sembra adatto a fare l'esterno. Lo vedo più come falso nueve, come dicono in riva al Manzanarre. Per il nove vero e proprio io Sefe lo terrei in considerazione, anche come prima opzione. È un talento cristallino ed un buon fisicaccio, il suo problema era la sua stima nei suoi mezzi e credo che l'exploit di Novara sarà decisivo per la sua esplosione definitiva. Per me era forte pure quando non tirava in porta, magari non sono obiettivo. Negredo non vale Jovetic, Osvaldo nemmeno. Il primo non è giovanissimo e non è che fino a quest'anno sia stato titolare inamovibile nel Siviglia. Il secondo garantisce più o meno i gol di Stevan in media. Soldado, che nella mia mente malata è il più probabile, ha in score qualche gol in più e una buona esperienza europea. Io voto Pepito a la Messi, per motivi di spettacolo e per il fatto che sarebbe un modo di giocare che coinvolgerebbe ancora di più i nostri ottimi centrocampisti in zona gol. 
    Peró tutti i discorsi stanno a zero, visto che arriveremo terzi e Jovetic resterà da capitano.

    RispondiElimina
  45. Oh, ho sbagliato qualcosa e ho postato con nome vero e foto...adesso mi dispiace ma sarò costretto ad eliminarvi...

    RispondiElimina
  46. Colonnello, nato a Careggi ma residente a Sesto dal mio primo giorno di vita, nel lontano '77; l'arrotino è sempre passato da qui e ci passa tuttora, anche se onestamente ne ignoro la provenienza, ora che mi ci fai pensare. A Campo di Marte, stadio a parte, ci sto passando parecchio tempo per altri motivi, ma per ora la cittadinanza non la chiedo, dato che è una cosa fresca di neanche 2 mesi!

    RispondiElimina
  47. Azpilicueta è molto forte, nell'ottica di una difesa a quattro una coppia di terzini con lui e Alonso è ideale, per incrementare ancora il tasso di barcellonizzazione della Maquina. Forza Macìa!

    RispondiElimina
  48. FOCO,ci mette la faccia......FOCO.....Foto...

    RispondiElimina
  49. Rossi nemmeno io lo vedo largo a sinistra in un tridente classico, ma nemmeno falso nueve: per me rende meglio da seconda punta classica, accanto a un centravanti vero, ma tecnico e mobile come Osvaldo. A quel punto, Ljajic e Cuadrado larghi a creare superiorità numerica costante ed inventare, e regolare il centrocampo. Soldado è uno che sa far gol, furbo come una faina, ma penso che Osvaldo sia più funzionale al nostro gioco. Negredo pure mi va benissimo.

    RispondiElimina
  50. http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=133831



    Romizi ancora in alto mare...

    RispondiElimina
  51. http://www.fiorentinanews.com/2013/04/proc-romizi-a-fn-si-merita-una-chance-pizarro-la-chioccia-perfetta-per-far-esplodere-marco-e-poi-parla-di-grifoni/

    RispondiElimina
  52. Andrei sul sicuro con Osvaldo, di tutti gli altri nomi che fate non mi spenzolo in valutazioni perentorie, dico solo, da quel poco che ho visto, che Negredo mi pare una spanna davanti a tutti. Su Alonso non ho ancora capito se è un terzino o un esterno, dalle immagini viste mi pare che spinga sulla sua corsia ed abbia pure piedi parecchio educati, ha un cappio pendente sulla testa per un'incidente in cui c'è scappato un morto, potrebbe essere ritenuto colpevole, mi pare un rischio prendere simili giocatori con sentenze da emanare in corso.

    RispondiElimina
  53. BrovarOne fa giustamente notare che oltre a Ljajic, c'è anche Seferovic a scadenza 2014...

    RispondiElimina
  54. Deyna, con tutto il rispetto per ora ci corre quanto mangiare e stare a vedere, anche come mercato, visibilità e, quindi altrenative che gli si porranno.

    RispondiElimina
  55. Sisi, ovvio, ma è un altro da far rinnovare, per sicurezza...

    RispondiElimina
  56. Come previsto da Sibilla-BLIMP,il sitone attendeva defecatio meridiana del watre(r) per togliere la finestra delle pagelle. Che sincrono,tipo tirata di sciacquone e caduta dell'acqua! Quanto livore e quanta vita infelice in quell'uomo che neanche si rende conto di essere preso in giro,che tra Zemanviola e me è un gioco,che neanche si accorge che sono terminati gli argomenti ai quali attingere. Soliti insulti,soliti scappellotti,solita retorica su Montolivo,a causa del quale(dopo quello che ha scritto come paragone)gli arriverà una querela per diffamazione e danno d'immagine da Gianni Rivera. VITALOGY,,da noi diceva "Arrotino...arrotino di Campobasso,porta le donne a spasso...donne mascule e donne femmine è arrivati l'arrotino che fa la punta a tutte le punte...venite che c'è per tutte...arrotinoooo"..(BLIMP,avevo scritto "Gat,ciò che scrivi per me nel tuo post,vale anche per te. Come epitaffio.- CENSURATO...eh eh eh eh eh eh eh eh,devo avere asticella d'ingresso troppo alta...)

    RispondiElimina
  57. al secondo rigo è "wate(r)".

    RispondiElimina
  58. La distinzione tra esterno sinistro alla Ljajic e seconda punta mi sembra un po'di lana caprina in quanto la zona di campo occupata è la stessa. Temo fortemente che una squadra come quella ipotizzata da te, Deyna, sia troppo sbilanciata perchè ipotizzi ben quattro attaccanti in avanti: Cuadrado, Osvaldo, Rossi, Ljajic,a detrimento e indebolimento del centrocampo. Un modulo simile a quello del Torino, che mi da' meno garanzie di quello attuale. A me pare che intanto vada esplorata una soluzione un po' azzardata ma forse praticabile, un tridente nel quale Rossi e Ljajic si alternino nei due ruoli di centravanti ed esterno, con frequenti scambi e molto movimento. Cuadrado naturalmente continuerebbe ad occupare il lato destro della scacchiera. Un buon centravanti di area potrà completare il reparto, non uno qualsiasi, senza sognare troppo in grande mi orienterei o su un giovane alla Wolfswinkel o di un giocatore già esperto, che possa rappresentare una buona occasione di mercato. Infine Severovic e Luca Toni. Osvaldo per me non è male ma non vale i soldi richiesti.

    RispondiElimina
  59. Vita, con la vittoria del mondiale 2006 dovrei essere stato amnistiato, una volta era così ehehehehe. Il discorso è quanto ci guadagneremmo con uno dei nomi proposti al posto di Jo. Come gol gli score non sono da venti l'anno, per nessuno dei suddetti. Per me Rossi si era incamminato verso quel tipo di prestazioni prima dell'infortunio e il nuovo Ljajic vale una quindicina di fichi l'anno. Cuadrado ,se diventa uno zinzino più freddo , potenzialmente ne potrebbe fare tre a partita. Abbiamo un attacco già formidabile, corroborato dalle reti dei centrocampisti che, in virtù della mancanza del centravanti classico, si inseriscono negli scambi e quindi in zona gol. Bisogna vedere che tipologia di punta è più funzionale a questo modo di giocare. Negredo non mi sembra che la classica prima punta, Osvaldo mi sembra un azzardo caratterialmente e non migliore di Jovetic. Serve un componente in grado di dialogare allo stesso livello tecnico degli altri, non un semplice terminale. Quello eventualmente lo puoi tenere in panchina pronto all'uso. In caso di cessione di Stevan io credo ci sarà un grande colpo, diverso dai nomi che circolano. In caso di Champions Stevan si prende la fascia. A quanto me lo date?

    RispondiElimina
  60. Oggi Sky ci ha dedicato così tanti servizi e collegamenti che credevo si fosse rovesciato il mondo. O c'è in atto un mutamento di considerazione nei nostri confronti o ci prendono per il culo qualora arrivassimo quarti.

    RispondiElimina
  61. E' la vecchia tattica, dai gobbi praticata abilmente da sempre, di smobilitare l'avversario coi complimenti.

    RispondiElimina
  62. Ma noi dai gobbi siamo ancora distanti, mi pare un'eccessiva prudenza iniziare a mettere le mani avanti sin d'ora.

    RispondiElimina
  63. La tattica è copyright dei gobbi, oggi la usano i gobbi d'altra striscia.

    RispondiElimina
  64. No, tentano solo di distrarci con le leccate, in realtà si cagano addosso. Se gli passassimo avanti comincerebbero con i piagnistei, le offese e le minacce

    RispondiElimina
  65. Foco, non so se Jovetic resterà, ma io ci spero sempre, per è un fuoriclasse lontano parente di quello degli ultimi mesi, penso che stia vivendo una stagione sottotono dovuta non all'ammutinamento o alla cattiva fede di cui in molti lo stanno tacciando, ma solo ai tanti infortuni. Jojo è quello del gol allo Sporting, delle doppiette a Liverpool e Bayern, è quello che se l'anno scorso non c'era lui col cazzo ci salvavamo, è quello che guidò la rimonta di Milano quando noi avevamo un piede e mezzo in B mentre il Milan 3/4 di scudetto cucito sul petto, è quello che ci aveva esaltati anche all'inizio di questo campionato prima di -appunto- infortunarsi, è quello che in un'annata per lui di merda ha segnato quanto tanti altri attaccanti considerati buoni. Sul Gat non aggiungo nulla, ha già detto tutto il Sopra, meno Montolivi, meno Gatti, e più Joveticci.

    RispondiElimina
  66. Real sfortunato e sciupone, con un goal al riposo sarebbe stata un'altra partita, adesso è quasi impossibile il passaggio del turno salvo un secondo tempo pazzo e imprevedibile.

    RispondiElimina
  67. Dortmund campione d'Europa ( come già predissi prima dell'andata). Questo é il modello per la nostra Viola, l'unico percorribile.

    RispondiElimina
  68. Il Borussia ha deciso di farmi penare stasera, ho visto solo il secondo tempo, ma ha sprecato l'inimmaginabile. Meritatissimo accesso in finale, ancora fuori l'Anticalcio!

    RispondiElimina
  69. Ciao ciao Real... e domani vai con la REMUNTADA azulgrana!

    RispondiElimina
  70. A tutti i poeti manca un verso, a Mourinho ne mancano almeno un paio. Nonostante la Ferrari che ha sotto il culo è arrivato secondo dietro ad una preparatissima auto di un tuner tedesco. Più forti le allena e meno vince in campo internazionale. Lezione tattica di Klopp, che ha demolito una squadra di 300 milioni più cara nell'andata ed ha ribadito la lezione anche al ritorno, il Borussia ha avuto pure l'ardire di divorarsi un paio di goal. Nonostante l'assalto all'arma bianca del Real, che alla fine con quelle bocche da fuoco un paio di goal deve trovarli, i giallo neri non hanno mai perso la bussola ribattendo con ordine le sfuriate figlie solo dell'enorme tasso tecnico degli in avanti madridisti. Borussia in finale meritatamente, tanto meritatamente. A Mourinho conviene allenare non squadre grandissime ma un livello sotto, motiva e carica i giocatori come pochi ma tatticamente è dietro a diversi allenatori in europa, non solo Klopp.

    RispondiElimina