.

.

domenica 28 aprile 2013

Lettera aperta a uno schiaffeggiato

Caro Adem non devi dargliela la mano, tanto si sa che il lupo perde il pelo ma non il vizio, lo sanno anche i bambini prima di essere schiaffeggiati e diventare grandi. Lo sanno anche al Governo che infatti mettono Lupi alle Infrastrutture per regolamentare lo schiaffo del soldato. E a proposito di pelo facci invece godere con quel tuo vizio del gol nato come la borraccina proprio grazie al nord della ragione di Delio Rossi, un uomo sul quale non batte mai la luce dell’intelligenza. Devi fare gol proprio per ringraziare il maestro, visto che in qualche anfratto, terreno più adatto a un ratto che non a teorie sulla psicologia del riscatto, si dice, insomma, che sei cresciuto perché pungolato, e se è vero allora schiaffeggerei Delio per farlo diventare finalmente un allenatore e non un allevatore di bestiame. E mi chiedo come mai non sia stato mai pungolato a Roma, anzi puncicato. Poi, se nella lista dei convocati per Genova manca Roncaglia, in quella del nuovo Governo manca proprio Delio Rossi agli Esteri, un gran bell’esempio da esportare, lui alfiere delle buone maniere avrebbe fatto il paio con Alfano come Interno di centrocampo. Purtroppo non manca solo Ronacaglia, nella lista dei ministri non ci sono D’Alema, Marini, Brunetta, Gelmini, e nemmeno Topolino. E se oggi per Adem ci sarà l’opportunità di ringraziare il maestro di vita, il Mario Pacheto Do Nascimiento della panchina, chi dobbiamo ringraziare per la Idem alle pari opportunità, forse Fausto Pari, perché con lei al massimo potremo lottare per la Iosefa League, probabilmente però la più adatta appena il governo comincerà ad imbarcare acqua. Prendiamo spunto da Letta e mettiamo i canottieri al posto dell’Orchestra del Maggio Musicale, per remare fuori da una crisi che sembra purtroppo senza fine anche se Abbado dirigerà il Maggio senza esigere cachet come sostegno al teatro e al festival. Stessa umanità quella dei due maestri, con Delio insegnante di sostegno di un Ljajic oggi finalmente uomo capace di mettere in pratica gli insegnamenti e schiaffeggiare a sua volta  il pallone come lui solo sa fare, destini incrociati e palloni si spera sotto l’incrocio, mentre si abbatte la stagista sul blog, incaricata di riferire, una sorta di Stasi che ascolta, cimici bolognesi grattugiate sul blog come il parmigiano sul ragù. Quando si dice il cacio sui maccheroni, ecco cosa sarebbe il gol vittoria di Ljajic, come del resto lo sono certi ministri del nuovo Governo, Lupi, Colombo, Triglia, Quagliarello...noi i ragazzi dello zoo di Berlusconi. Delio invece rimane un gran Capezzone di merda.

76 commenti:

  1. Chiarificatore28 aprile 2013 08:18

    Non sono d'accordo anche sul tuo confronto Antognoni-Baggio, Colonnello. Antognoni, non Baggio, in stato di grazia, ha fatto vedere, nel suo ruolo di numero 10 classico ( a tutto campo, regista totale, direttore d'orchestra e tenore nello stesso tempo, potente e leggero, veloce ed elegante, devastante come un TIR e raffinato come una prima ballerina, istintivo ed intelligente, individualista ed uomo squadra nello stesso tempo ) cose mai viste in un campo di calcio, né prima né dopo di lui. Per me il calcio, la bellezza fatta calcio, l'intelligenza fatta calcio, hanno un nome sopra tutti: Antognoni. Non c'erano le dirette satellitari, drammatici infortuni sempre nei momenti cruciali, l'aver giocato sempre e solo nella Fiorentina e conseguentemente l'essere sempre stato boicottato, persino in nazionale: questi gli impedimenti all'unanime riconoscimento del suo ineguagliabile valore.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore28 aprile 2013 09:05

    Un amaro ma realistico scenario di Antognoni senza infortuni e per 15 anni in maglia bianconera ( di quei tempi) invece che viola: 5 scudetti, 150 gol in campionato, 20-25 gol in nazionale, 1 o 2 Champions League, partecipazione a tre o quattro mondiali, dei quali un paio vinti, due o più probabilmente tre palloni d'oro.

    RispondiElimina
  3. Chiari, solo l'ipotesi di Antonio in maglia bianconera mi ha fatto andar di traverso la colazione. Non dire mai più una cosa simile, redimiti e pentiti.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore28 aprile 2013 10:06

    Amara ipotesi e per fortuna nostra mai verificatasi, Anto, infatti, e , giustamente, come dici tu, da rimuovere, come tifosi viola, ma da considerare se si vuole discutere con mente veramente aperta del valore di Antognoni. A più tardi, ora vado a farmi una corsa nel Parco Tevere-Farfa.

    RispondiElimina
  5. Ragazzi stasera si gioca contro la Samp un altro ostacolo per la Champions e voi vu state a prede' tempo in discorsi su' i sesso degli angioli, se gli è meglio Van Basten o Batistuta o Antognoni o Baggio, Ma lasciateli ni' su' meritato posto nelle nicchie della vostra memoria, oggi e c'è i'Pekke, Borja e Aquilani e Jo-Jo e se si vince i'diavolo si caga nelle mutande.

    RispondiElimina
  6. stefano vienna28 aprile 2013 11:42

    Comunque la Lorenzin mi solletica l'immaginazione. Poi a me sta pure simpatica che non guasta nel dopo.

    RispondiElimina
  7. stefano vienna28 aprile 2013 11:52

    dopo-gara.

    RispondiElimina
  8. Caro Chiari, il mio confronto Baggio-Antognoni si limitava al grado di inespresso, nemmeno a quello della considerazione ricevuta (Roby ha pur vinto un Pallone d'Oro): erano calciatori che giocavano in ruoli diversi, peraltro, e ribadisco che Roby si situa, alla fine di un destino, un pochino sotto Antonio e Stracciareti. Mi ha intrigato l'argomento del Pallone d'Oro, che Deyna vede di buon occhio solo quando lo vince Messi (ahahahahahahahahahahah!), e direi che in 67 anni di vita nell'albo gli estranei sono soltanto cinque: Law, Albert, Papin, Bjelanov, Sammer. Censurabilissima l'assegnazione di ben tre trofei consecutivi a Platini ma si consideri che ciò avvenne in un un periodo di buco tecnico a livello europeo (ancora non si poteva assegnare il premio a extareuropei).

    RispondiElimina
  9. Chiari ad ogni modo ha ragione. Considerando il periodo di cui stiamo parlando, la rosa della Juve, la forza politica e quanto altro un Antognoni juventino avrebbe vinto tutto e ottenuto di più sul piano sportivo ed anche professionale ed economico. Era il tipo di giocatore che Agnelli amava vedere in campo e avrebbe sicuramente sbarrato la strada a Platini. Nel calcio di allora Antognoni non avrebbe incontrato le difficoltà torinesi di Baggio. Perchè, parliamoci chiaro, Baggio non ha brillato fuori di Firenze, ha cambiato molte squadre e alla fine è stato addirittura emarginato. Per assurdo si potrebbe dire che Antognoni ha fatto mala ad andare via mentre Baggio, più sensibile, avrebbe fatto bene a rimanere da noi.

    RispondiElimina
  10. Non correggo i refusi tanto capite...

    RispondiElimina
  11. Un'altra straordinaria occasione professionale Antognoni la ebbe anche quando Viola (e Andreotti) volevano costruire con Liedholm una Roma da scudetto. E Niels chiese un solo giocatore: Antognoni che aveva già avuto e fatto crescere a Firenze.

    RispondiElimina
  12. Sono d'accordo con Lud sulle prospettive di Antonio in maglia bianconera..

    RispondiElimina
  13. Questione punte: in cima Osvaldo, per il quale la Roma riduce a 13 le pretese, sùbito dopo il più difficile Auba (fonte: «La Nazione»).

    RispondiElimina
  14. Sembra confermata l'esclusione di Compper: è un andare a cercarsele...

    RispondiElimina
  15. Spari al palazzo: un'utile atmosfera di sdegno e di solidarietà all'inciuione viene così a crearsi. Strategiette delle tensionette.

    RispondiElimina
  16. Si lavora per Agazzi: 29 anni, Cellino fissa a 6 trattabili. Amerei sapere cosa ne pensa Jordan.

    RispondiElimina
  17. Rodri, fai vedere chi sei! Sotto gli occhi dell'osservatore di Sabella! E' l'occasionissima per tornare nel giro della nazionale favorita ai prossimi Mondiali! Rodri para siempre!

    RispondiElimina
  18. Jordan, la partita col Doria e' oggi alle tre, non stasera.
    Blimp, Platini era sicuramente un fuoriclasse, tre Palloni d'oro erano sicuramente troppi ma tieni conto che essenzialmente e' un premio francese.... Altrimenti come si spiegherebbe quello assegnato a JPP?

    RispondiElimina
  19. Sono proprio delle merde...

    http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=133699

    RispondiElimina
  20. Certo, Anto, certo, soprattutto fino a vent'anni fa, e Papin vantava caterve di gol in un campionato di cacca sciolta. Oltre ai cinque che ho nominato si può ovviamente, di volta in volta, discutere l'opportunità di assegnazione del del premio a «quello», ma diciamo che i non-cinque erano tutti giocatori di grande livello, tutti papabili. Una bocchinara alla salute: si occuperà delle campagne per l'igiene orale... ahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  21. Tanto, Anto, prima che squalifichino il campo a loro bisogna che qualcuno cecchini l'arbitro in campo: ma finirebbero per provare che era un proiettile vagante sfuggito a cacciatore nel Canavese. Assolti in appello.

    RispondiElimina
  22. Anch'io vorrei sapere il parere di Jordan su Agazzi, un portiere arrivato in serie A solo a 26 anni.

    RispondiElimina
  23. Pari merito africani

    Non sono tecnicoportiere come Jordan ma mi esprimo, anzi mi ripeto: dopo i pari merito Buffon Sirigu, c'e' Agazzi.



    Lele

    RispondiElimina
  24. Agazzi a me garba. Sul fatto che oggi Commper riposi,io non capisco perché deve riposare un calciatore che ha giocato solo due o tre partite...mah...CHIARI,ottima analisi...come per Batistuta...è la Fiorentina "il moltiplicatore" della carriera di Antognoni...

    RispondiElimina
  25. Concordo, Lele: e quarto Marchetti.

    RispondiElimina
  26. Però 6 milioni per un portiere del Cagliari, non nel giro della nazionale, di 29 anni, sono troppi.

    RispondiElimina
  27. Avercelo Marchetti. BLIMP;stai notando come le ultime dichiarazioni dell'Alessio-non-Patriarca-Cerci lo stiano allontanando da Firenze? Non credo occorra tanto per cogliere le sfumature attraverso le quali il burinotto sta inviando bottigliette via mare,da naufrago senza cervelletto,dove chiede disperatamente di essere lasciato sull'isola;preferisce media/bassa classifica a noi,a meno che il suo procuratore non abbia già in mano una proposta allettante di una semi-big o una grande. Forse è il caso di prendere il grano e scappare,attendendo tra 7/8 mesi il suo gol da ex....ah ah ah ah ah ah...da ex voto esaudito....ah ah ah ah ah ah tanto bravo e godibile col pallone tra i piedi,tanto stolto con la lingua.Pfui...(gli spari a Roma erano residui del derby o avvertimenti per la Finale di Coppa Italia? Alemanno-il sig. Rauti-"Non mi meraviglio..."...Ma allora sei uno giusto,hai capito cosa bisogna fare!...ah ah ah ah ah ah ah ah).

    RispondiElimina
  28. Sopra, è da tempo che dico che bisogna riscatatrlo e venderlo, il garrinchino. Alemanno crea perniciosamente complessi di superiorità ai ritardati mentali.

    RispondiElimina
  29. Perin ha Matteo Roggi come procuratore. Chissà che non possa arrivare.

    RispondiElimina
  30. Perin e' del Genoa, Lud, forse se il Genoa si salva possiamo trattare la cessione di Vargas e Cassani in cambio.

    RispondiElimina
  31. Alè Fiore, a dopo la partita!

    RispondiElimina
  32. Grazie ai cambi si potrebbe arrivare a Perin, forse non esperto ma di sicuro promettente. Il suo destino del resto passa già da Firenze dove ha fatto la migliore partita della vita.

    RispondiElimina
  33. Paurosa esibizione di potenza... Adesso non fare i bischeri!

    RispondiElimina
  34. Mantenere il vantaggio, assolutamente.

    RispondiElimina
  35. Caro Anto, incrementarlo!

    RispondiElimina
  36. Un bellissimo primo tempo, due reti di ottima fattura. La Samp ci ha fatto giocare e quando accade di rado la partita volge a nostro sfavore. Ljajic si era visto poco, poi ha messo a segno una punizione delle sue e un goal da campione. Cuadrado incomincia a segnare con regolarità. Purtroppo entrambi debbono rinnovare... Una delle migliori Fiorentine di Montella.

    RispondiElimina
  37. Sissoko fa un bel vedere, mi sembrava di rivedere in campo Socrates a cui assomiglia un po' per quel suo incedere elegante con le lunghe leve ed il fisico imponente. Ljajic ha riprodotto in fotocopia l'azione di un goal di qualche tempo fa, non ricordo contro chi. Una azione da grande campione.

    RispondiElimina
  38. e lo so ma stasera per me è anche oggi pomeriggio, stamani, stasera, stanotte. Comunque basta capissi e vince' 3-0

    RispondiElimina
  39. Mi chiedete di Agazzi ma non lo conosco così bene da spenzolarmi troppo. Ha 29 anni e son tre anni che gioca in serie A, con rendimento senz'altro buono, sempre nel Cagliari, prima ha avuto vicissitudini non sempre entusiasmanti nelle serie inferiori. A spenderci 6 milioni ci penserei a meno che non si pensi in un secondo (che sarebbe caro!), perchè anche a quello si deve pensare visto che ci siamo tagliati le palle per la soluzione che avevamo in casa.

    RispondiElimina
  40. Agazzi l'ho visto in qualche partita del Cagliari [poche] e nelle sintesi...Difficile giudicare, mi sembra abbia buone doti, rimedia spesso di piede, fa parate difficili, ma l'ho visto avere anche diverse incertezze, e mi pare completamente senza presa.

    RispondiElimina
  41. Stefano Vienna28 aprile 2013 17:52

    Quarta partita consecutiva con espulsione a favore, segno di forza e classe. La messizzazione di Adem procede come da programma. Con la Roma mi accontenterei di un punto, perche' il Toro batte il Milan.

    RispondiElimina
  42. La Roma ha fatto della discontinuità il tratto distintivo del suo campionato, bene che abbia vinto di goleada col Siena, difficile si ripeta con noi. Va vinta anche quella. Certo che la tripletta di Osvaldo [giunto a 15 gol in 26 partite] non ci aiuta in chiave mercato...

    RispondiElimina
  43. Oggi mi è sembrato che Montella abbia usato la tattica-diesel: siamo partiti in surplace, tranquillamente, senza forzare, poi è stato un crescendo. Abbiamo sempre controllato la gara senza patemi, la Samp ha prodotto solo un tiro di Sansone all'inizio del secondo tempo e il colpo di testa di De Silvestri più tardi, entrambi addosso a Viviano piazzato benissimo, noi producevamo bel calcio di continuo. Cuadrado e Ljajic migliori in campo, come spesso è successo nelle ultime partite.
    Spero che Deyna abbia ragione sulla discontinuità romanista, perché loro hanno un attacco strepitoso; intanto abbiamo da un lato messo ansia al Milan (ma stasera penso che vincerà contro il Catania) e dall'altro tenuti a distanza le altre pretendenti all'Europa.

    RispondiElimina
  44. Come evidenzia giusto Jordan, i gobbi, per la seconda domenica consecutiva, ci danno una bella mano. Il Toro è matematicamente rientrato in zona retrocessione e adesso rischia grosso. 4 punti in più di palemmo e genoa che adesso però stanno venendo su forte (soprattutto i siculi). Domenica vanno a Milano contro il Milan che come ben sappiamo si gioca con noi la champions... Stasera purtroppo per noi non ci sarà storia ma domenica dovranno almeno sudarsela... Quanto ad oggi, favoloso Adem (mi ha definitivamente sbugiardato ed io godo come un matto nell'essermi sbagliato a favore della mia Viola), Jojo sempre più ai margini della squadra; ormai la sua impronta sembra un ricordo sbiadito, è stato surclassato in poche settimane dal fratellino serbo che si è prepotentemente preso la scena. Molto bene ancora Cuadrado, tassello fondamentale della truppa montelliana, mi son garbati assai anche Borja, Aquila e Pizarro, Viviano inoperoso grazie anche all'ottima prestazione di Gonzalo e Tomo, attendiamo adesso l'ultimo vero scoglio della stagione carichi a mille. Dovessimo superare anche quello Gallinai dovrà preoccuparsi per davvero, anche vincendo stasera...

    RispondiElimina
  45. Lud, abbi pazienza, ma Sissoko con Socrates non c'entra proprio niente. In comune hanno solo l'altezza e il nome che comincia con la "S" (in un caso è il nome, nell'altro il cognome, ma vabbé...)

    RispondiElimina
  46. Intanton Bergessio ha fatto il 2-1. E ora spengo se no mi vien male.

    RispondiElimina
  47. Tra l'altro gran goal in contropiedi, tre passaggi e Bergessio che fa il pallonetto su Amelia in uscita

    RispondiElimina
  48. Non ce la faccio più, questa è la volta che mi portano via i piedi davanti... Jordan, il Mala non era così male, era solo per provocarti. Lud, anche se spesso spari cazzahe bestiali come quella su Sissoko-Socrates, ho sempre avuto affetto per te. Pollock, grazie per l'ospitalità in questa valle di lacrime. Lele, dono le mie tibie, da te segnate, alla scienza. Sopra, ho preso in extremis la tessera del vecchio MSI, così sarà uno di meno dei vostri. Chiari, torna a sinistra compagno smarrito, ascolta la voce di un soccombente per la causa viola. AntoineRouge, se rinasco mi faccio vegano. Addio amici, addio, la vista mi si appanna...

    RispondiElimina
  49. Accidenti a quel cazzo di 29, si poteva esser tenuto in panca finora!

    RispondiElimina
  50. Ma uno che si chiama Segnamai perché deve segnare adesso?

    RispondiElimina
  51. Comunque sui portieri si lavora bene, in fine di campionato, quando proprio c'è bisogno.

    RispondiElimina
  52. Frison pagato da Galliani

    RispondiElimina
  53. Non c'è da sconsolarsi troppo, il Milan l'ha faticata ben più del previsto e contro il Torino avrà di fronte squadra motivatissima. Bene non stanno, non hanno gioco, sanno solo arrembare, reggono l'anima coi denti ma non può andar loro bene ogni volta. Caro Jordan, è l'eterno quiroghismo dei portieri in fin di campionato, come scrivevo sotto: purtroppo anche Giuliano pagò pedaggio.

    RispondiElimina
  54. Insomma, è un risultato nelle aspettative: abbiamo sperato un po' ma Galliani queste partite non le perde, costino quel che costino (sempre meno di uno Scilipoti): i nodi si sciolgono al prossimo turno.

    RispondiElimina
  55. Commento africano


    Ecco il commentino oggi facile facile:

    PRIMO TEMPO lo iniziamo al piccolo trotto, viola un po' asfittica nella prima mezzora, anche perche' il grande Cuadrado subisce raddoppio sitematico, poi quando si accentra lascia il segno poi il raddoppio di Ljajic mette fine alla gara. Nel SECONDO TEMPO i due Magnifici Messeri, deliziano il palato e l'assist per Aquila, e' roba fine.

    La CONSIDERAZIONE fa seguito al mio pronostico quando dissi che la Samp gioca un calcio orripilante ed oggi e' stata giustamente asfaltata in un similmatch Viola/'Inter. Cuadrado: top player mondiale, ce lo teniamo perche' tra poco saremo club ambitissimo. Ljajic conferma i progressi che renderanno indolore l'ipotetica partenza di Jovetic e se continua cosi', chissa' che non metta la freccia e lo superi. Giocatore che puo' coprire ruoli da mezzala, mezzapunta, ala sx e ds, si avvicina a grandi passi alla celebrazione del grande giocatore, fiero di averlo sempre valutato tale, e oggi prestazione di valore doppio, davanti a quel brutto muso di Rossi, davvero brutta persona.



    Lele



    P.S. Menzione speciale per l'altro grande prossimo viola, Ossie Osvaldo, ancora oggi ha sfoggiato classe infinita, soprattutto in occasione del secondo gol. Inviare subito l'ufficiale giudiziario ad Orzinuovi con ordine di pignoramento.

    RispondiElimina
  56. Non ci faranno MAI arrivare terzi. Punto! Oggi non l'ho vista ma uno 0-3 fuori casa si commenta da se, non do pagelle ai singoli ma un 7 collettivo, quando si vince come oggi non ci sono insufficienze.

    RispondiElimina
  57. Il rigorino finale era a contratto, gliel'ha dato anche se non serviva più. Però il Milan fa cagare. e nei secondi tempi cala da far schifo, non inganni il risultato, sull'1-2 a un quarto d'ora dalla fine erano in barca e in coma e se non trovano due pisciate del portiere su due tiri della disperazione la perdono. Poi ha levato El Sharawi e Boateng per mostrare quanto era sicuro.

    RispondiElimina
  58. Il Siena perde sia con noi sia col Milan, le incognite riguardano la Roma, che riceviamo sia noi sia loro e il grado di opposizione (tosto, a mio avviso) che un Toro con l'acqua alla gola opporrà al Milan. Il problema è che noi incontreremo la Roma due giornate prima del Milan, quando ancora i capitolini devono sudarsi la Uefa.

    RispondiElimina
  59. Chiarificatore28 aprile 2013 22:45

    Oggi s'è vista la Fiorentina, stasera il Milan, quale delle due merita di andare in CL?
    Se il nostro fosse un paese normale, e se il campionato italiano fosse un campionato normale, tra Fiorentina e Milan in classifica e ci sarebbero almeno 10 punti di differenza.

    RispondiElimina
  60. Se noi si battono se la devono sudare anche col Milan.

    RispondiElimina
  61. Fallo non fischiato su Gomez che resta a terra, giocatori del Catania che chiedono ai milanisti di mettere palla fuori [quando loro lo han fatto sempre, prima], le Merde proseguono l'azione e segnano. Frison regala il gol a Pazzini, come da accordo con Galliani nel caso le cose si mettessero male. Rigore inesistente dato a Balotelli, per mettere al sicuro il risultato. Furto scientifico, gli assi calati quando c'è da assicurare la vittoria al Milan, mantenendo un'apparenza non troppo sporca. Inutile sperare ancora, non ci faranno mai entrare in CL, le interviste settimanali hanno lasciato il segno presso chi "di dovere".

    RispondiElimina
  62. Comunque bisogna vincerle tutte e poi si faranno i conti. Se si finisce a 73 il Milan ci legge la targa, accetto scommesse. Il problema è finircici!

    RispondiElimina
  63. Io credo che se il Toro gioca sul serio, a Milano vince anche, contro un Milan così sbrindellato. Ma cfr. i complessi calcoli qua sotto, cui aggiungerei che tenere in vita il Palermo è d'altronde fruttuoso per il Milan perché alla penultima noi l'affrontiamo, mentre le ultime due del Toro sono segnate (vanno dai clivensi che si scansano da sempre, in queste occasioni, e poi chiudono in casa contro in casa col Catania, che ormai fa vincere anche il Canicattì). Bisogna che Cairo abbia pazienza e fiducia in Galliani e si salva all'ultima giornata in ogni caso. Ma si fiderà? La B fa paura a tutti. Non fidarti, Cairo!

    RispondiElimina
  64. Negli ultimi 15 minuti un solo fischio pro-Catania.Tutto dire. Balotelli stucchevole:appena toccato si ferma,come manichino al quale è dovuto il fallo a favore. Carognata il gol con fallo netto sul catanese. Carognata.

    RispondiElimina
  65. Viviano 6; Tomovic 6.5, Rodriguez 7, Savic 7; Cuadrado 7.5, Aquilani 7+, Pizarro 7+, Borja Valero 7, Pasqual 6.5; Ljajic 8, Jovetic 5+ [Romulo 6, Sissoko 6, El Hamdaoui 5]. Telegraficamente: prestazione di squadra mostruosa, calcio barcellonense ai massimi livelli, una Máquina che si lancia sul dirizzone finale del campionato a folle velocità ed efficienza. Ljajic è definitivamente esploso, segna come uno Zico e va via come un Cruijff, ripetendo in fotocopia azioni con cui ci ha già deliziato in altre partite, e che la maggior parte dei giocatori si sognano di fare una volta in carriera. Ljajic, quello che veniva definito, ribadiamolo ancora, "un frillo leggero e inutile, giocatore da calcetto, senza tiro, lento, degno al massimo di giocare in una media serie B". Grandi Cuadrado, Pek, Rodriguez, Savic, Aquilani e Borja, ottima la ragnatela di gioco con cui tutta la squadra ha stordito, attirato e poi fatto un sol boccone della Samp di Delio. Ho appena visto la partita dei Ladri, che vanifica tutta questa bellezza, la nostra vittoria pulita. Le parole di Galliani sono arrivate a segno. Ma dentro di voi lo sapete, o pòrci, che siete dei perdenti, anche se vi mandano in CL. "Non c'è sconfitta nel cuore di chi lotta", disse qualcuno. C'è sempre sconfitta nel cuore di chi inganna, diciamo noi. Forza Viola, sempre.

    RispondiElimina
  66. Pioveva,umido...rispuntata Magda. Che vergine....!

    RispondiElimina
  67. Civoli "Lei Allegri..etc etc....etc...terzo,come mi auguro...". Civoli si augura il Milan terzo. Un altro da bandire da Firenze.

    RispondiElimina
  68. E pensare che sul 2-1 per il Catania al 23mo del secondo tempo ho pensato: "Stai a vedere che il calcio sta guarendo...." ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  69. Visto il Milan e visto solo tanta foga e poco gioco, comunque gli basta e gli avanza, vista la soggezione che incute agli arbitri e i troppi errori in fase di disimpegno del Catania, che permettono l'arrembaggio rossonero dal centrocampo in giu'.
    C'é poco da fare, noi bisogna fare il nostro e poi alla fine si vedrà, anche se é evidente che il milan potrebbe venire a fare le serali a Firenze all' " Istituto Superiore Vincenzo Montella".
    Per tornare alla partita con la Samp, trovo alcuni di voi un po' impietosi con Jovetic, sapendo che aveva bisogno di fare minutaggio e considerato che é comunque all'origine del terzo gol, visto che é lui impedisce un rilancio della Samp e trova lo sbocco giusto sull'out destro...

    RispondiElimina
  70. Ovviamente mi riferivo solo ad una somiglianza nel passo, giocano in ruoli diversi, hanno diverse caratteristiche tecniche e tattiche.

    RispondiElimina
  71. Leo, è lo stesso pensiero che ho avuto io in quel momento, ahimé. Avrei bisogno di una corsa nel pulito dopo stasera:

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=SKGF-ErsJiI

    RispondiElimina
  72. Alla DS l'ennesima vergogna: lo Zazzeruto in festa, con l'aria di chi ha avuto l'estrazione di un dente che lo crocifiggeva, Civoli che, pontificale, laurea ufficialmente terzo Allegri dopo il primo posto di due anni fa e il secondo dell'anno scorso, Allegri che dice ammiccando che dopo stasera è quasi fatta, Montolivo con sorriso equino salutato come leader (la crescita è merito del gruppo, dice lui: ma certo, qua da noi cosa vuoi crescere?). Tanta tanta tanta soddisfazione, tanta tanta tanta fiducia nell'avvenire... Questi hanno una fifa boia, ragazzi, altro che storie! Vincerle tutte, perché loro tutte non le vinceranno! Il futuro è in mano nostra! E considerare che, come oggi hanno fatto squalificare Savic per aver subìto fallaccio, Cuadrado sotto diffida sarà ammonito per uno sbadiglio o contro la Roma o a Siena, alla SNAI manco prenderebbero scommesse su ciò.

    RispondiElimina
  73. Caro Sopra, a Civoli io auguro una sufficiente salute complessiva, ma ricca di tanti disturbi, di tanti acciacchi, di tanti impedimenti. Anche molta infelicità, molti problemi dell'oggi, molte infedeltà della sua aspra metà. E poi una vecchiaia povera e diserta. Allo Zazzeruto auguro invece cronica alopecia.

    RispondiElimina
  74. Chi (s)parla e pontifica in certe trasmissioni si è messo solo al passo coi tempi dove i programmi di maggior audience sono GF, L'isola dei rognosi, Uomini e donne, Amici.....e schifezze varie. Si deve piacere alla gente, e la gente adora vedere lo scontro, quasi fisico, costruito artificiosamente per incollarsi davanti alla tv e cibarsi del gossip che segue il "fattaccio". Le trasmissioni sportive non si sottraggono a questa legge, si deve parlare bene delle squadre che hanno maggior seguito, male di quelle che ne hanno meno, niente da chi non ne ha affatto. Noi siamo nel mezzo, quindi ne parlano male. Mica perché ci credono, ma lo devono fare, d'altronde ad un preliminare passa meglio un Milan o un'Inter rispetto alla Fiorentina.....eh, come no ?! E se si manda al preliminare una Fiorentina, non passandolo, si peggiora il ranking uefa. Stasera alla radio sportiva ho sentito pure di questo, e loro si spacciano per cronaca obbiettiva. Vi preoccupa la DS ?!

    RispondiElimina
  75. Nocerino nel dopo gara dichiara che la Champions non è Champions senza il Milan: è quel che pensa anche il Barcellona, con gratitudine che si rinnova di anno in anno.

    RispondiElimina
  76. Dopo "cosa nostra" si assiste al "roba loro". La figura che possono fare in CL è la stessa che può garantire oggi la Fiorentina, solo che noi ce la giochiamo a viso aperto, Montella non fa barricate, né prigionieri, loro a figure di merda c'hanno fatto il callo e considerano un loro privilegio esclusivo il diritto di continuare a farle.

    RispondiElimina