.

.

lunedì 8 aprile 2013

Alla Rai dovrebbero pagare il canile

Dopo il doveroso minuto di silenzio per i capelli di Boateng la partita ha visto l’arbitro e il vento ritagliarsi un ruolo da veri protagonisti. E’ iniziata la giornata orribile di Ritagliavento che con la rituale liturgia tipica del periodo dell’Avvento, s’inventa l’espulsione di Tomovic di cui addirittura si vanta scommettendo una cena con Montella all’inizio del secondo tempo. E Montella furioso è una rarità tale e quale a un commento centrato del Gat o a uno di quelli che non siano incentrati su Corvino, mentre Ranocchia proprio per consolidare la fama del suo mentore blinda la difesa dell’Inter e tutto il resto è noia, così tanto che il bolognese è venuto a noia anche a quelli del Resto del Carlino che sono ormai alla rivolverata. Il gol del 4 a 4 mancato dal difensore nerazzurro entra di diritto nel surrealismo meneghino del periodo più menagramo. Giornata di merda anche per la Rai, che alla DS è costretta a far vedere le immagini dei posticipi addirittura dopo che Gigi Marzullo s’è fatto i gargarismi con uno dei suoi aforismi del cazzo a notte fonda, solo servi delle milanesi, con Gene Gnocchi diventato di gran lunga il più serio tutti. Chi sostiene che l’arbitro ha concesso il rigore su Ljajic dopo aver verificato nell’intervallo di aver preso una topica, non tiene conto proprio di quanto dichiarato da Montella in merito alla scommessa fatta mentre rientravano in campo nella ripresa. Tagliavento era convinto di aver agito correttamente perché è un diversamente capace, per non dire un rapace della decisione fallace, infilando una collana di perle nere senza precedenti, 104 punizioni a favore di un Balotelli più svenevole di una sciantosa napoletana, episodi che hanno fatto pensare forse ad una farsa se non fosse che da lì in poi la Fiorentina è stata costretta a giocare in dieci. Una partita completamente falsata da una manica d’incompetenti, d’inadatti, scarsi come la credibilità di chi si arrampica con i metatarsi sugli specchi per spiegarci che in Italia abbiamo la migliore classe arbitrale. Una partita ingiudicabile proprio perché pesantemente viziata dall’inadeguatezza di chi l’avrebbe dovuta semplicemente arbitrare e non da chi invece è stato capace alla fine di sfigurarla con atti vandalici. Giornata degli orrori che dopo l’irrangiungibile che si staglialventodelridicolo vede Pizarro portabandiera di un corteo compatto, con il Milan tutto schierato subito dietro incapace di gestire un doppio vantaggio in superiorità numerica contro una squadra che perde due giocatori per infortunio come Jovetic e Savic e che alla fine gli sbatte in faccia addirittura un 58% di possesso palla, poi Galliani & Co in tribuna ad alimentare invereconde gazzarre dopo aver già abbondantemente deturpato la figura intramontabile del capotreno il giorno prima indossando un cappello che non è di lattice e ne tantomeno ritardante come invece si conviene a un glande dirigente come lui. Teste di cazzo se n’erano viste tante a Firenze ma ieri in tribuna si è cercato di raggiungere i livelli del baciccio nordcoreano. Mi è piaciuto molto invece l’impatto con la partita di Compper e il ritorno impetuoso del feroce Roncaglia, mentre di Aquilani esalta la sua robusta inclinazione alla lotta puramente fisica, fino ad oggi tenuta nascosta, che ha colpito e che mi porta a giudicarlo il migliore del reparto. Il gol di Montolivo è una coltellata suturata poi con l’intervista dai toni dimessi e fradici di delusione per aver buttato via la partita come solo dei coglioni possano fare, ed è questo alla fine il vero motivo per il quale l’hanno fatto capitano, visto come li rappresenta degnamente, del resto è la Fiorentina quella che ha saputo mostrare le palle, perché è la Fiorentina quella che ha messo il carattere sul piatto nel quale il Milan stava sbucciando la mela con lo stesso coltello con il quale Montolivo ci aveva pugnalato, ed è stata la Fiorentina quella capace di metterglielo nelle mele agguantando un pareggio sacrosanto, perché la differenza come sempre la fanno gli uomini. La Fiorentina ha saputo buttare il cuore oltre l’ostacolo, il Milan è composto da uomini che si limitano ad alzare le asticelle.

143 commenti:

  1. Concordo con l'editoriale e continuo a credere che sia un'incompetente, un arbitro in malafede punisce con il rigore il mani di Roncaglia e la non spinta di Pasqual su Abate avrebbe potuto essere sanzionata nello stesso modo. Solo un'incompetente butta fuori Tomovic per fallo violento perché se ci ha visto l'ultimo uomo è da rinchiudere.

    RispondiElimina
  2. Il rigore dato contro all'Inter sancisce di fatto l'uscita degli uomini Moratti dalle stanze di lega, l'avessero dato contro a noi un rigore così ieri entravano i tifosi in campo eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  3. Delle sostituzioni di Montella, quella di Savic con l'afro-germanico era obbligata ed è stata felice. Ho apprezzato anche il cambio Jovetic-Romulo. Rammento che nel 1994 con squadra in dieci Sacchi tolse Baggio e la vinse. Qualche riserva sull'ultimo cambio: si poteva lasciare in campo Ljajic che mi pareva ancora tonico o inserire Toni. Sul 2-2 infatti la partita era cambiata e sul piano psicologico il Milan stava accusando il colpo. Dunque si poteva forse provare a vincerla senza paura.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore8 aprile 2013 08:23

    Si poteva lasciare Ljajic, punto e basta, perché tutto stava girando, pur in dieci, a meraviglia, a meno che Montella abbia visto Ljajic spremuto, cosa che da fuori non s'è notata. Con Toni avremmo giocato in nove, lui spettatore in campo ( i gol che ha fatto quest'anno sono stati soprattutto il frutto del gioco al quale stava assistendo), con più possibilità di perderla.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore8 aprile 2013 08:26

    Io di Toni, quest'anno, avrei fatto sempre a meno, e penso che altri avrebbero fatto meglio di lui, metterlo addirittura in inferiorità numerica è un suicidio.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore8 aprile 2013 08:32

    Secondo me la partita, se la rigiocassimo altre dieci volte, la vinceremmo quasi sempre, ma, visto come s'erano messe le cose, sono tre non uno i punti guadagnati, uno in più a noi e due in meno al Milan, il che ci lascia ancora speranze per la Champions League. Infatti l'infame e tutti i suoi sono usciti come se avessero perso, eppure prima della partita sono convinto che avrebbero firmato un pareggio.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore8 aprile 2013 08:34

    La vinceremmo quasi sempre con un arbitro imparziale. Chiedo scusa per la dimenticanza.

    RispondiElimina
  8. Per quanto riguarda la sostituzione Romulo-Jovetic, le punte come Toni hanno un senso se hai spinta, se li puoi rifornire di palloni, se sei in dieci e già devi supplire alla mancanza di un giocatore, molto meglio quello che ha fatto Montella, inserire sulle fasce un uomo di "gamba", lasciare avanti Cuadrado (che infatti ha provocato il rigore del pareggio) e correre parecchio, tutti, senza lasciare punti di riferimento. Quella Migliaccio-Ljajic degli ultimi dieci minuti è evidentemente segnale che si aveva più paura di perdere che voglia di vincere a quel momento e forse anche lì Montella non aveva tutti i torti. Non avrei tolto Ljajic che mi pareva ancora tonico e gasato, però non saprei dire chi avrei tolto, forse Aquilani che aveva corso parecchio e alla fine faceva solo il "Migliaccio". Comunque anche in questo caso, l'immissione del centravantone credo sarebbe servita ancora meno visto che di spinta ancora meno ne avevamo.

    RispondiElimina
  9. Poteva essere il momento di Wolski se in panchina, ma Montella si è accontentato del 2-2. Da fuori si hanno comunque impressioni imprecise.

    RispondiElimina
  10. Sì, si è contentato del 2-2, ma visto le condizioni in cui eravamo non è detto che non abbia fatto bene. Mettere un debuttante forse ancora nemmeno al 100% negli ultimi dieci minuti di una partita così...io non l'avrei fatto, anche perchè a quel punto lasciavo in campo Ljajic che non mi sembrava affatto alle pompe.

    RispondiElimina
  11. Wolski non sembra ancora essersi ambientato. Mi dispiace, ma forse è anche una questione fisica. Era arrivato con ottime credenziali, anche se il suo ruolo è assai simile a quello di Ljajic. In panchina c'era persino Bernardeschi. Di Cromper (il cui nome imparerò prima o poi) si poteva dire lo stesso, esordiente assoluto in gara difficilissima, ma la dinamica dell'incontro ha imposto di metterlo e poi ha fatto bene.

    RispondiElimina
  12. colonel.blimp8 aprile 2013 09:27

    Compper non era esordiente assoluto, con noi aveva già giocato, e bene, una gara. E poi è un veterano, il Milan gli fa una sega. Migliaccio stavolta andava benone. I rischi, altrimenti, erano ben superiori alle possibilità. Un punto è meglio che zero e tu stesso, Lud, lo sostenevi in passato per Montella. Pasqual resta un problema, piuttosto e sempre...

    RispondiElimina
  13. Chiarificatore8 aprile 2013 09:42

    Colonnello, nell'ottica della conservazione dell'insperato pareggio raggiunto in inferiorità numerica, capisco la logica che ha portato a mettere Migliaccio, anche se, come hai visto, averlo messo al posto di uno che stava facendo (molto) gioco ci ha esposto di più anche in difesa. E' il solito discorso barcellonesco, giocare a calcio più degli altri è la miglior difesa.

    RispondiElimina
  14. Compper è un difensore esperto, capitano per anni di una squadra di Bundesliga, non lo puoi certo paragonare, per difficoltà d'impatto alla partita, con un ragazzino come Wolski o, peggio ancora, Bernardeschi.

    RispondiElimina
  15. Devi poi considerare che era uno scontro diretto, non è tanto il punto in più o in meno per noi che si rischiava, ma anche i due in più o meno per loro. A nove punti il discorso era chiuso, a sei forse anche, ma il Milan ha ora due brutte partite e si può ancora fantasticare. Certo che andare a tre era meglio, ma era difficile comunque, molto difficile in inferiorità numerica, era più facile allungarsi e farsi infilare visto che, giustamente, Allegri si era riempito di attaccanti.

    RispondiElimina
  16. sopravvissuto8 aprile 2013 09:49

    Montella ha imparato la lezione:squadra stanca per aver fatto la partita ma squadra che pigia ancora,allora si è coperto con Giulione;io sono per la tesi di LUD,osando Toni come assaltatore ma credo che Montella abbia letto bene,anche perché il Milan ha schierato 3/4 punte(sterili come il bulbo tricologico di Galliani)che potevano inventare qualcosa.Sconcerti consegna un buon editoriale oggi sul CorSera ma erra indicando Balo e Monto perfetti per la viola,sbandando nel finale del suo scritto pro-viola(evento!).Oggi c'è il divieto di circolazione e di intervento sui siti/blog per tutti quelli che non capiscono di calcio,quindi sul sitone magari ci sono pagine bianche.Svelato il perché il vate "posta" a tarda notte:attende gli highlits della Domenivpca Sportiva,dove la viola viene mostrata dopo la mezzanotte abbondante.Civoli oltre i capelli demodè(solo lui e Zeman coprono le orecchie!)ha anche un meteo di valutazione demodè,dimenticando che oggi si vede tutto,che ognuno rivede le immagini 10 volte e quelli con l'anello al naso non si sono più.Credo che viso oblungo Civoli(bisnonna meretrice arabo-turkmena) abbia bisogno di riposare,come si direbbe per un calciatore...e magari rippassare i fondamentali!

    RispondiElimina
  17. La mia non voleva essere una critica radicale alla gestione della gara da parte di Montella, che in generale giudico ottima (vedi anche il mio post sotto le pagelle del sito madre). Nel finale avrei provato a vincere perchè il Milan mi sembrava davvero alle corde. E pour cause: pareggiare quella gara per i milanisti è stato quasi peggio che perderla visto il vantaggio di uomini e goal accumulato e poi dilapidato. Poi non vorrei che diceste che non riservo mai critiche a Montella, quindi almeno una gliel'ho fatta. Ma ripeto, Vincenzo ieri è stato grandissimo e la vittoria è in gran parte merito suo e del modo in cui ha fronteggiato i momenti critici.

    RispondiElimina
  18. sopravvissuto8 aprile 2013 09:51

    Perdonate errori di battitura...e perdonate la mamma di Galliani,immaginate la poveretta-che vita di cacca-con un figlio così....

    RispondiElimina
  19. commenti alla Rai senza vergogna. Di Civolifegatoperdirecertecose ha già detto il Sopra ma il commento più vomitevole arriva da tal Ivan Zazzaroni (ruffianissimo difensore dell'osceno Stramerdoni al quale invece Gene, giustamente, non perdona la lamentela continua). E' arrivato a dire che il rigore su Cuadrado è "generoso". Generoso? Ma vi rendete conto? Generoso? Neanche Leo (eh eh eh) era arrivato a tanto! Fanno veramente pena. Perfetto, invece, il resoconto fotografico di questa mattina su Stadio sulle nefandezze di Tagliavento. Non concordo solo sul "fallo" ad Abate che per me non è assolutamente rigore (altrimenti lo sarebbe anche quello di Merdateng su Aquilani).

    RispondiElimina
  20. Mente fredda africana





    Alcune considerazioni a mente fredda:

    1)Viste
    le partite altrui, aspettando il derby odierno, il pareggio non ci
    elimina dalla lotta, sempre che il Napoli rispetti il mio personale
    pronostico con il 2 fisso.Nel nostro calendario figurano anche Siena e
    Pescara fuori, Palermo in casa e devono essere 9 punti, con le altre, ci
    si puo' accontentare di... 3 punti a partita, eh eh.

    2)Il pareggio di ieri ha alzato la nostra autostima

    3)Chi dice che la nostra classe arbitrale e' la migliore, non ha mai visto gli altri campionati

    4)Sono
    acerrimo estimatore di Jovetic, ma dietro un alto compenso potrei farne
    a meno non per il suo presunto scarso rendimento, ma perche'Ljajic se
    si potenzia un po'muscolarmente, non gli sara' inferiore.

    5)Ramadani:
    con lui si e' monetizzato allo stramassimo Nastasic, fece rinnovare a
    Jovetic in tempi dello spogliatoio/Bounty creato dal cappone-infame,
    quando poteva imitarlo, dimostrando percio' coi fatti che non ci e'
    contro.Ovvio che fa soprattutto gli interessi degli assistiti e suoi, ma
    finora non esiste danno alla Fiorentina, anzi, e difficilmente ci
    sara'.Per Jovetic, che anche ieri ha dimostrato attaccamento e
    professionismo, e Ljajic, sara'presa decisone consenziente e vantaggiosa
    per tutti.

    6)Il
    nostro campionato e'supereccellente, siamo ancora lassu' con la nostra
    migliore punta che si chiama Toni...lascio all'immaginazione di tutti
    dove saremmo col gia' acquisito Berbatov.

    7)Gia'
    in estate chiedevo, tra lazzi, Denis, ma avevamo Berbatov in mano, poi
    scivolato come un pesce.Ieri sera ha dimostrato che se lo avessimo avuto
    a disposizione saremmo minimo terzi.

    8)Lascio
    per ultimo Pizarro: mi son rivisto ancora l'azione sciagurata e lo
    giudico imperdonabile, molto peggio dei palloni che perdeva il cappone
    infame. Infatti c'e'una differenza tecnica enorme.Il cappone sbagliava
    passaggio, il cileno ieri ha avuto 5/6 possibilita' di dar palla
    laterale, o dietro al portiere e, nonostante abbia avuto il tempo per
    pensarci, si e' testardamente impegnato in un duello idiota, concluso
    con uno sbaglio tecnico da dilettante: si gira a destra tenendo il
    pallone sul destro, preda dunque facilissima anche per quel
    mollusco.L'amore che Firenze gli riserva e'meritato, ma sta segnando in
    negativo troppe prestazioni.Leggo che avreste visto un secondo tempo da
    7.5, penso, con rispetto, che avete sbagliato match.

    Deyna,
    fai una carrellata di possibili sostituti, come se le squadre dove
    e'passato il cileno fossero poi retrocesse senza di lui o uno al suo
    pari.Mah!

    Odio
    le santificazioni,(a parte Pele'Crujiff Maradona Messi) come quelle del
    santino, con Pizarro siamo sulla stessa via.Parliamo di chi possa e
    debba giocare al suo posto ora, visto che e'in grave fase di crisi, il
    sostituto naturale per posizione in campo e' solo Sissoko, ed
    eventualmente Borja con spostamento logico di Mati, in tutti i casi una
    soluzione delle due non puo' che migliorarci.Poi se fosse vero, e non lo
    so, che gioca col mal di schiena, allora sia Montella, sia lo stesso
    giocatore sarebbero da redarguire.



    Lele

    RispondiElimina
  21. stefano vienna8 aprile 2013 10:34

    E' impossibile aggiungere qualcosa al commento di Pollock.

    RispondiElimina
  22. colonel.blimp8 aprile 2013 10:39

    Caro Veneto, ho già commentato in diretta ieri sera, sotto il precedente pezzo di Pollock, i deliri della DS. Caro Lele, quel che allo stadio è sembrato insopportabile è che il Pek si pigliasse quel rischio, a testa bassa (da notare), dopo che Montolivo l'aveva fatto arretrare di dieci metri attaccandolo in pressing e dunque non senza campanello di allarme. Pizarro ha sentito come un disonore l'essere ributtato indietro, con qualche effettino sugli stinchi (ma tutto dentro il regolamento, comunque), e per giunta dal calciatore che lui aveva sostituito con successo quest'anno, si è quindi incaponito nel dribbling, tra l'altro prevedibile, come se Montolivo dovesse farlo passare per diritto divino. E' errore individuale di una gravità quale, quest'anno, abbiamo avuto solo a Roma nei due gol beccati da Viviano, con Neto a Udine col tre a uno e a Catania sul pareggio e a Catania stessa col Fac che non salta sul 2 a 1. L'aggravante, per Pek, è che trattasi di calciatore di immensa esperienza e che doveva essere stato sufficientemente ammaestrato da analogo errore compiuto a Cagliari.

    RispondiElimina
  23. Un n'è Pollock, gli è Lele che dall'Africa un gli riesce d'entra' diretto e se li fa ritrasmettere da Pollock.

    RispondiElimina
  24. Chiarificatore8 aprile 2013 10:43

    Nessuna santificazione di Pizarro, caro Lele, solo la constatazione che nel suo ruolo è, ancora oggi, uno dei migliori in circolazione a livello internazionale. Nella rosa viola, in quel ruolo, non vedo sostituti alla sua altezza, forse Valero, ma togliendolo da dov'è dove sta dando il massimo. Non a caso, se non ho capito male, la società s'è posta la priorità di trovarlo, vista l'età.
    Quanto alla sua cappella di ieri, sono d'accordo con te, è imperdonabile, ma se presa isolatamente, perché secondo me nel corso della partita è riuscito a farsi perdonare.
    Detto ciò è stata clamorosa anche in confronto ad altre simili sue. L'unica spiegazione, ma non giustificazione, può essere che volesse irridere l'infame fischiato, esaltato dalla superiorità che la Fiorentina in quel momento stava manifestando.

    RispondiElimina
  25. Non sono la stessa persona?

    RispondiElimina
  26. Veneto mi sono già cosparso il capo di cenere e stretto alla follia il cilicio ma la notte in ginocchio sui ceci non l'ho passata eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  27. stefano vienna8 aprile 2013 11:01

    Avete notato il bacio in testa di Montella al piccolo serbo quando è uscito? Per gli amanti del calcio disgustati da quello che stavano trasmettendo in televisione, la presenza in campo di Ljajic è stato l'unico motivo per non girare canale.

    RispondiElimina
  28. Eccetto le speranze CL mi accodo a Stefano per l'ottimo post del solito Lele.

    RispondiElimina
  29. Quoto anche Blimp! Oggi quoto tutti.

    RispondiElimina
  30. E' tanto tempo che non uso la tv - e chi ha voglia di farla riparare? - ma Civoli chi è, il Brian Ferry de noartri? Quanto a Pizarro, posto che sarebbe stato da fucilazione sul posto in quel momento, il fattaccio è stato conseguenza di varie cose: l'Infame aveva fatto prima fallo, che un arbitro normale avrebbe dovuto fischiare; il Pek si è allora intestardito a volerlo superare in dribbling irridendolo, anche per dare a squadra e avversari una scossa psicologica, un po' come Pirlo agli Europei quando ha calciato il rigore facendo il cucchiaio; la veronica finale gli è riuscita più lenta e prevedibile del solito, causa anche penso il mal di schiena che lo tormenta [negli ultimi giorni pre-match ha anche saltato un allenamento]. Ciò non toglie, ripeto, che si è preso un rischio assurdo, quando a quel punto poteva passare palla a Viviano e non rischiare nulla. Nel secondo tempo però io l'ho visto giocare alla grande, ed è stato il motore, tecnico e morale, della remuntada viola, assieme a Ljajic. A Cagliari non ci fu riscatto, infatti gli detti 4.5. Anche calciare il rigore decisivo con quella pressione sul capo, dopo un errore tanto clamoroso, è indice di huevos sovradimensionati. Ci fosse un Clasie, un Canteros, un Gomaa in panchina, Montella potrebbe dare un paio di turni di riposo al Pek, ma così è indispensabile. Considerato anche che Mati si è rotto nuovamente. Inoltre a me Borja nel ruolo di regista davanti alla difesa non è piaciuto molto, quel paio di volte che ci ha giocato, perde molta della sua grandezza di todocampista, e non vale Pizarro. Non dimentichiamo poi che il cileno è il leader silenzioso di questa squadra, che ieri abbiano continuato a cercarlo nonostante la cappella è significativo, e pochi altri avrebbero saputo prendere in mano una squadra in dieci, fino a guidarla alla vittoria.

    RispondiElimina
  31. Che Pizarro necessiti di un'alternativa - i miei nomi ormai li sapete a memoria - ci trova tutti d'accordo, che sia sostituibile oggi non lo credo, vista la panchina. L'errore di ieri sul gol di Montolivo è imperdonabile, ma per farla più semplice il Pek dovrebbe o giocare di prima, o buttare via la palla, perché molto spesso i compagni trotterellano o sono marcati. Xavi al Barca non spreca un pallone anche perché ha sempre minimo un uomo libero in movimento cui appoggiarla, da noi succede solo nelle giornate di grazia, specialmente quando Borja gira vicino al Pek. Quindi di prima spesso non può giocare perchè non ci sono compagni smarcati, e buttare via palla non è nel suo DNA.

    RispondiElimina
  32. Ahahah Colonnello, passa i link!

    RispondiElimina
  33. Deyna non si tratta di compagni smarcati o di buttare via la palla, ci sono centinaia di soluzioni prima d'incaponirsi nell'uno contro uno sulla nostra trequarti con una quadrupla corsia libera se la perdi. Va bene difenderlo ma in serie A certe cappelle non si fanno, non la persa solo ieri, e anche sui passaggi quest'anno ne ha fatti qualcuno da far tremare i polsi innescando contropiedi e pericoli da ogni dove, certo, l'80% del gioco passa dai suoi piedi e i rischi maggiori li corre lui ma sui dribbling, avendo esperienza da vendere, non può farli in quella zone del campo senza adeguata copertura, lo insegnano ai pulcini.

    RispondiElimina
  34. Scusate la battitura, dal cell è drammatica.....

    RispondiElimina
  35. Ma infatti ieri non ha scusanti, dicevo in generale...

    RispondiElimina
  36. Non so se ieri Tagliavento fosse indottrinato o meno, io valuto solamente il suo operato. Valuto poi il risultato finale, dal punto di vista milanista: il Milan è riuscito a non perdere - il che era il suo obiettivo - riuscendo in contemporanea ad avere dei pretesti per lamentele arbitrali. Il delitto perfetto.

    RispondiElimina
  37. Pizarro ieri ha fatto una cappella mostruosa, è evidente, ma poi nel secondo tempo ha avuto le palle di prendere il mano la squadra e di annientare il centrocampo del Milan, nonché di segnare il rigore decisivo (non era facile, eh).
    Mi sembra che bruci soprattutto il fatto che abbia perso la palla contro Montolivo e che abbia permesso a costui di segnare (almeno, a me brucia): penso che, se avesse perso la palla da El Shaarawy (per dire) facendo segnare lui, saremmo tutti meno severi col Pek.

    RispondiElimina
  38. La sostituzione finale Ljajic - Migliaccio stava a significare che non ne avevamo più e che volevamo tenere il pareggio. Anch'io sul momento mi sono stupito del cambio (pensavo uscisse Aquilani, stremato) e avrei preferito Larrondo in campo a tentare l'assalto finale, visto che sognavo una vittoria epica, ma, pensandoci bene a mente fredda, in 10 contro 11 ha avuto ragione Vincenzino nostro.

    RispondiElimina
  39. Anto, sì, brucia il doppio. Sono da sempre un grande estimatore del Pek, ma non hai idea delle maledizioni che gli ho mandato in quel momento ["momento"...10' buoni].

    RispondiElimina
  40. Purtroppo in effetti non essendoci una alternativa non può riposare. Chissà se Montella deciderà comunque di concedergli un turno in panchina.

    RispondiElimina
  41. blimp e c'ha ragione Jordan, c'ha ragione. Li vai a titillare dopo aver avuto la prima decisione contraria dopo millemila a favore. Non son più abituati i poveri tifosi di Grulliani. Hanno perso il contatto con la realtà.. Perfino i gobbi (che Dio mi perdoni) sono più accettabili di loro (non nel senso di usare l'accetta eh eh eh) in questo momento.

    RispondiElimina
  42. Oggi mi pare in ottima forma Marco Siena, scrive molte cose condivisibili.

    RispondiElimina
  43. Leo, spero che tra le cose condivisibili di Marco Siena tu non inserisca anche il fatto che il Milan non abbia fatto vedere palla al Barcellona a Milano, oltretutto umiliandolo. Dimmi che non è così altrimenti non è più sufficente nemmeneo confessere, come ho già fatto più volte, di non capire un cazzo di calcio.

    RispondiElimina
  44. Marco Siena, che Blimp mi pare non ami, è sempre molto acuto. Unico difetto che trovo nei suoi post è l'eccessiva lunghezza. Dovrebbe sforzarsi di sintetizzare di più.

    RispondiElimina
  45. Lud, allora io sono veramente ottuso.

    RispondiElimina
  46. Il problema del Pek è la schiena, non la fatica. Per questo lavora a parte, per questo in campo è rigido e legnoso nei movimenti. Si gira male e le finte ne risentono. Ieri ha fatto una cagata e prima ne aveva fatta un'altra, poi ha deciso che non era più il caso di giocherellare e ha cominciato a darla via subito. Ha ragione Jordan, sono un po' di partite che causa almeno un pericolo perdendo così il pallone. Bisogna toglierlo? No.
    Io farei una sola mossa, invertire le posizioni con le mezzeali. Pizarro a sinistra o a destra e Borja o Aquilani davanti alla difesa. Giocherebbe alla Xavi, stessa possibilità di impostare di adesso e meno pericoli in caso di palle perse. Meno gente addosso in pressing.

    RispondiElimina
  47. colonel.blimp8 aprile 2013 13:55

    Dal sito ufficiale del Milan:

    «Un anno fa, il 7 Aprile 2012, stesso avversario di ieri, il Milan perdeva a San Siro una partita non bella, ombrosa, umorale. Ieri invece al Milan è mancata una vittoria che la squadra si stava conquistando dopo un primo tempo perfetto, rotondo, pieno di gioco e di pressing, con un gol del vantaggio importante e con diverse occasioni sfiorate per il 2-0. Poi gli episodi, di cui il Milan per come stava giocando e vincendo non aveva alcun bisogno, hanno cambiato la partita. Ma il Milan del primo tempo di Firenze resta negli occhi. E la differenza tra i due 7 Aprile la fa proprio lui, Riccardo Montolivo. La lezione tecnica è chiara: Monto ha pressato Pizarro che voleva caricare i tifosi resistendo al suo pressing ed è andato a segnare il gol del meritato vantaggio rossonero. Poi ha giocato con lucidità, attenzione e precisione, distribuendo calcio e ispirazione. Sulla lezione umana, l'orizzonte è ancora più limpido. Tra i fischi e gli insulti di tutto lo stadio avversario, poco prima del fischio d'inizio è Riccardo che incoraggia i suoi compagni di squadra e non viceversa. Tra i fischi e gli insulti di tutto lo stadio avversario, Monto trova la profondità umana, per il rispetto che ha di sè stesso e di un passato che non ha mai rinnegato, di non esultare dopo il gol. Mi fischiate? Io gioco bene, segno e vi rispetto non esultando. Capitano vero, capitano assoluto, felici di averti Riccardo».

    Invece, lo sfigatone incompetente, rancoroso e mamboide, il relitto umano che piace a Lud, rivolgendosi mediatamente a Pollock:

    «Esiste un blog dove per essere ammessi e ritenuti competenti bisogna: a) odiare Prandelli; b) celebrare Corvino; c) celebrare tutti i giocatori presi da Corvino, risalendo fino a Brivio; d) infamare tutti i giocatori ritenuti "prandelliani"; e) vedere una continuità nell'impegno dei DV a Firenze dal 2002 ad oggi. Mi sembra che quello basti ed avanzi. Qui parliamo di calcio. Che c'entra Prandelli con l'analisi del campionato del Milan e di Montolivo?»

    Qui parliamo di calcio, dice: ma chi? Lui, l'illeggibile coglione, il maniaco ossessivo che se esce una news su Cerci, Boruc o Corvino si precipita alla tastiera per rispondere il nulla, con lo stronzo ancora pendente al culo e la carta igienica nella destra? Lui che non ha mai tirato un calcio a un pallone? O il Vampirone Cincimorto? O la caponatomane? O il Multinick? O il Giannelli/Gabibbo Bianconero/Paolone/Sfiammamontella? O il Dubbio rintronaho entrato tardi in religione milanista? Ci sono altri che scrivono ormai su cloaca? Via via, Lud, che lavori per il re di Prussia e' si sa da tempo ma fallo con un po' più di discrezione, dài! E ora leggetevi questa stronzata, di una svampita al Lexotan che scrive un post alla merda mentata per infamare la Fiesole e i DV:


    «[Montolivo] sta tenendo a galla il centrocampo del Milan praticamente da solo,
    circondato com’è da mezze figure e senatori in fase di pensionamento».



    Bene, grullina, ma se del nostro centrocampo l'anno scorso dicevi le stesse cose come mai quel centrocampo il tuo poster umano da ditalini per fica spenta non lo teneva a galla? Vaiavaivaiavaiavaiavaia, e' t'è andaha buha, ieri, che già con quel coglione del Dubbio pregustavate la vittoria e i festeggiamenti su cloaca... Ora guardate che non vi riacchiappiamo, fave!

    RispondiElimina
  48. Riprendendo ciò che avevo detto ieri a proposito di Ceccarelli, Marco Siena sta la calcio come un asino all'ippica.

    RispondiElimina
  49. colonel.blimp8 aprile 2013 13:59

    Ahahahahahahahahahahahahahah... grandissimo McGuire! Abbiamo pensato in simultanea, come puoi leggere qua sotto! Ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  50. Beh sicuramente Marco sbaglia scrivendo che si è ammessi a questo blog solo se si odia Prandelli. Io ne sono la dimostrazione.

    RispondiElimina
  51. Il comunicato di Ghedini è delirante.

    RispondiElimina
  52. colonel.blimp8 aprile 2013 14:16

    Beh, grande risposta di Deyna su Nasty a quell'imbecille masochista del Dubbio!

    RispondiElimina
  53. colonel.blimp8 aprile 2013 14:27

    «08/04/2013 14:02:09 Pacco dono, Roma A tutti quelli che dicono che Montolivo è stato maltrattato da Firenze ricordo che Montolivo è stato acquistato (a peso d'oro) e poi per 5 anni e più coccolato, aspettato, incoraggiato e poi anche esaltato oltre il dovuto. E lui da personcina qual è ha ricambiato accordandosi in tempi non consentiti (ribadito pure dal compagno di squadra Pasqual) con il Milan alle spalle della Fiorentina lasciando la società con il cerino in mano. Ha esultato in maniera composta ma il sorriso da demente mentre fingeva misura non ha niente a che vedere con le lacrime di Bati quando all'olimpico con la maglia della Roma ci segnò un goal che risultò determinante per la sua vittoria dello scudetto. Il tempo farà giustizia, quando il Milan tornerà grande lui si accomoderà in panca, fin quando i suoi compagni di reparto continueranno ad essere Muntari, Flamini, Ambrosini e Nocerino lui potrà fare anche il capitano».

    Dopo di che, difficile per tutti continuare a postare su Montolivo: Pacco Dono ha pescato tutti i esci dello stagno. Stop anche tu, Deyna!

    RispondiElimina
  54. colonel.blimp8 aprile 2013 14:27

    «tutti i pesci», qua sotto.

    RispondiElimina
  55. http://www.ilgiornale.it/news/sport/montolivo-show-firenze-poi-milan-butta-tutto-nervi-tesi-904460.html



    A Firenze, il trionfo del Medioevo.

    RispondiElimina
  56. I gobbi non rubano solo gli scudetti:

    http://www.corriere.it/cronache/13_aprile_08/bettega-quadro-chagall-rubato_15af27a6-a03e-11e2-b85a-0540f7c490c5.shtml

    RispondiElimina
  57. Chiarificatore8 aprile 2013 14:51

    Pacco Dono perfetto.

    Voglio aggiungere solo una considerazione di contorno.


    Dopo un gol o si esulta o si sceglie, per rispetto del proprio passato, di non esultare, non esistono vie di mezzo.

    La non esultanza di ieri di Montolivo è stata quando di più vomitevole, spregevole, falso ed infido io abbia mai visto in un campo di calcio in circostanza analoga.

    Il perfetto esempio esempio di quanto un uomo possa arrivare ad essere ipocrita e bugiardo.

    Non ha esultato in forma di presunto ( e soprattutto falso) rispetto del suo passato, ma, contemporaneamente producendo e volutamente manifestando un sorriso perfido, vendicativo, ostile , cattivo e velenoso.

    Mai vista in vita mia, in un campo di calcio, un'ipocrisia simile, tanta bassezza.

    Montolivo è un infame UNICO nella storia del calcio.

    Ottimo il brevetto, di Deyna, della "Galleria degli Infami", Montolivo non solo ci deve stare, ma a lui deve essere intitolata, gli altri, al suo confronto, sono dei dilettanti in materia.

    RispondiElimina
  58. colonel.blimp8 aprile 2013 15:03

    Ma insomma, che gli hanno fatto a Galliani? Una puncicata come sempre prima o dopo le partite della Roma? C'è stato un saccheggio di autogrill, come per le trasferte del Napoli? Tagliate le gomme del pullman, in stile Genoa? Ucciso un tifoso doriano, come nella buona tradizione milanista? Saluto nazista e cori razzisti, come amano a Verona? Una lambretta gettata giù dall'ultimo anello, da parte di quei buontemponi degli interisti? Bulloni lanciati in campo con la fionda, secondo l'usus dei tifosi dell'appassionato di Chagall? No, gli hanno dato di ladro (ma si chiama così anche un mandante?) e lui se l'è presa eroicamente con un bambino. Basta questo per andare in Champions? E' una prenotazione di arbitro ri-becco a Bergamo? O volete la squalifica del campo? Ahahahahahahahahahahahah! Chiari, è terribilmente vero, è il dopo-gol più ributtante nella storia del calcio. Quello è un lombrico, diciamolo chiaro. Avesse esultato guardandoci in faccia a sfida (come altri hanno fatto) sarebbe stato uno stronzo ma almeno un uomo. Invece è un lombrico. E che i lombrichi non se ne escano adesso con un comunicato stampa di protesta! Ne abbiamo piene le tasche di tutte queste minoranze da tutelare (ahahahahahahahahahahahah!)! E comunque, Facundo, io ti avevo dato una missione e non hai voluto compierla: a questo punto se Montella ti rimette in panca sono cazzi tuoi, non ti difendo più, mammoletta!

    RispondiElimina
  59. Chiari, vero, verissimo. Montolivo l'avrei stimato di più se fosse andato sotto la Fiesole e avesse mostrato il culo, ma come suo solito si è limitato a mostrare la faccia.

    RispondiElimina
  60. o se non si ama Corvino svisceratamente, se no mi dovrebbero espellere.

    RispondiElimina
  61. Chiarificatore8 aprile 2013 15:12

    ...di merda.

    RispondiElimina
  62. Era pleonastico, ahah.

    RispondiElimina
  63. C'ha provato un po' Aquilani, Colonnello, ma Facundo è un'altra cosa: se ci si metteva di mezzo lui, oggi il Milan aveva Capitan Pistorius.

    RispondiElimina
  64. Sì, se fanno andare in tribuna d'onore degli isterici come Lord Fester che si mette a strillare contro un ragazzino delle medie siamo in realtà al Medio Evo.

    RispondiElimina
  65. Avevo una paura cane di perdere 1-0 per quel goal di Montolivo e subire anch'io, innocente, lo "ftonos teòn" per questa campagna maniacale che avete inscenato da un paio d'anni. Ma non avete altro di meglio da pensare? Questi ci pigliano anche per il culo! Ci hanno rubato una quindicina di milioni e ci pigliano per il culo! Non sarebbe meglio seguire la massima di Mao, visto che, tanto, ormai non c'è più niente da fare, e non muoversi visto che ce l'hanno sverzato, per non fare il loro gioco?

    RispondiElimina
  66. Ci hanno fregato i soldi che ci sarebbero toccati dalla cessione di Montolivo, ma nel baugigi ce l'han preso loro, e alle lunghe se ne accorgeranno. Chi nasce tondo non muore cuadrato, e con un elemento così come "leader" non vinceranno mai nulla, a meno che non infarciscano la squadra di fuoriclasse e lui diventi il comprimario che è sempre stato. Ma per qualche anno non la vedo ipotesi praticabile.

    RispondiElimina
  67. Questa è la tua visione, per me ci han fregato una quindicina di milioni con i quali quasi ci si compra Leandro Damiao (io di fissazione ho questa), del resto, di quello che farà Montolivo d'ora in avanti non me ne potrebbe frega' de meno.

    RispondiElimina
  68. ma il post di prima dov'è andato? l'ha sequestrato il poeta? eppure Deyna mi pare ci abbia risposto

    RispondiElimina
  69. colonel.blimp8 aprile 2013 15:33

    Jordan, ma chi li dà 15 milioni per il Monco, chi? Tu, la caponatomane, il Dubbio e il Vampirone Cincimorto. E poi mi sembra che la provocazione l'abbiamo subìta. E comunque il Monco è una provocazione permanente. Come dicono gli stupratori: «Mi guardava con un'aria... Provocava, sì, provocava!». Il Monco mi guarda con quei suoi occhi a pesce lesso, così languorosi che io.. che io... lo rimando sempre e di gusto affanculo, il lombrico! Ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  70. Chiarificatore8 aprile 2013 15:40

    Il punto Deyna, non sono tanto i soldi persi, con ed a causa di Montolivo, e neppure il fatto che se ne sia voluto andare. Capita, non ce l'ho per quello con Toni, con Melo, con Batistuta che ogni anni ci provava, neppure con Baggio ( anche se nel suo caso un po' di ipocrisia la sospetto), ma per come Montolivo ha gestito in modo ipocrita e farsesco tutta la faccenda, durata due lunghi e calcisticamente tragici anni. Non si tratta di acredine , ma di voler stabilire ad alta voce ed a sonori fischi la verità dei fatti. Non ricordo che la Fiorentina in altri casi abbia parlato di farsa, solo nel suo. Da qui mi sembra che derivi il disprezzo di quasi tutti i tifosi viola nei suoi confronti. E neppure si può parlare di invidia, perché e sotto gli occhi di tutti che ora a centrocampo siamo messi meglio.

    RispondiElimina
  71. Chiarificatore8 aprile 2013 15:41

    Anno non anni.

    RispondiElimina
  72. Chiarificatore8 aprile 2013 15:42

    Nella penultima riga e sta per è.

    RispondiElimina
  73. Se è così bravo, il loro capitano, il perno della squadra, più di quaranta partite in nazionale, una quindicina di milioni li vale. O non si può mica avere la botte piena e la moglie ubriaca! o è una pippa che non vale nulla e allora non vedo cosa ci sia da arrabbiarsi tanto se è andato via a zero, o vale ed abbiamo diritto ad incazzarci.
    O ci han rubato il portafoglio gonfio di grana, o un piatto di fagioli come all'audace colpo de' soliti ignoti!

    RispondiElimina
  74. I due anni di cincischio son dovuti, anche se non te lo vuoi sentir dire, al sensale di Vernole che voleva gestire la Fiorentina come la mensa dell'aeronautica quando era maresciallo. Con un DS più abile nella politica gestionale (e ci voleva poco) sarebbe stato venduto due anni e sarebbe andata nettamente meglio per tutti.

    RispondiElimina
  75. Chiarificatore8 aprile 2013 16:00

    Non eravamo rimasti d'accordo che mi lasciavi perdere Jordan?
    Che cazzo ne sai tu di quello che voglio sentirmi dire?
    Non ricominciare con gli apprezzamenti personali, e lasciami perdere, io con quelli che discutono in modo così odioso non voglio aver a che fare, come cazzo te lo devo dire? BASTA!!!
    Per tutti gli altri : I due anni di farsa, per me e PER LA FIORENTINA, sono sola ed esclusiva colpa dell'infame e de suo entourage.

    RispondiElimina
  76. colonel.blimp8 aprile 2013 16:01

    Appunto, non è così bravo da valere 15 milioni, se non per te e qualche altro incondizionato. Nessuno offriva 15 milioni, nessuno offrirà 15 milioni. E' andato via a parametro zero, mai visto nessuno che vale 15 milioni andare via a parametro zero. A Firenze s'incazzano, c'incazziamo, perché è l'Infame e i 15 milioni non c'entrano nulla anche se qualche milione è meglio di zero. E' il perno del secondo peggior Milan dell'era Berlusconi, 'sta merda di lombrico: sai che perno! S'è pagaho sette milioni Borja che ne vale due, di Monchi, e si dovrebbe pagà quindici i' Cappone? Ma che scherzi davvero? Quanto a Corvino io sento tutto quel che vuoi, mica difendo la pagnotta, io non combatto battaglie di retroguardia per giustificare il presente, il che è invece una delle poche cose che accomuna te al senese deficiente: al penultimo anno certo che Corvino ha responsabilità, anche se quello si era già venduto come aveva saputo di D'Agostino. All'ultimo anno scazza la Società, che doveva lasciarlo in tribuna, come del resto aveva minacciato Cognigni. Ma poi che c'entra Corvino col fatto che l'Infame sia un infame? Ha cercato, questo stronzo, di portarci in B, l'anno scorso, ha tirato via la gamba per un anno, si è fatto squalificare per non giocare a Milano, orchestrava i contropiedi avversari perdendo palla a favalessa, minava lo spogliatoio, esulta a piglianculo ieri, e' parla d'asticelle, e' fa confronti trattandoci dall'alt'in basso questo cinedo, o Jordan ma icche dee fà di più perché lo si odi e lo si fischi? E se ti metti di mezzo ti fai portar dalla piena di uno «stadio di bambinoni isterici» come ci ha definiti uno schiavo del Corsera. Tanto si continuerà a trattarlo di cacca di vacca e a pisciarci sopra, ti piaccia o non ti piaccia.

    RispondiElimina
  77. colonel.blimp8 aprile 2013 16:04

    Guarda, Chiari, che Jordan si rivolgeva a me, non a te. Comunque, visto che mi hai fatto aprire un altro post, Monco merda Monco merda! Ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  78. Chiarificatore8 aprile 2013 16:05

    No Colonnello, dei due anni di farsa, in questa discussione, ho parlato io non tu.

    RispondiElimina
  79. Se Montolivo organizzava i contropiedi avversari facendosi rubar palla non so cosa pensi di Pizarro dopo queste ultime due partite. Per me potete fare quello che vi pare, mica son parente di Montolivo, solo che per me non ci fate una bella figura e date esca a farci prendere per il culo da questi stronzi di giornalisti prezzolati.

    RispondiElimina
  80. Ma chi parla con te? ora se ti intrometti in una discussione che già sto facendo devo sparire e non dire più niente perchè arrivi tu? Io nemmeno ti leggo, come promesso, tu fa altrettanto e non rompere i coglioni. Mi rivolgevo al Colonnello che già ha risposto.

    RispondiElimina
  81. Chiarificatore8 aprile 2013 16:14

    Anche Montolivo non ha il coraggio delle sue azioni.

    RispondiElimina
  82. colonel.blimp8 aprile 2013 16:14

    Ma Jordan parla di «cincischio», non di farsa. Boh, comunque anche se rispondeva a te non ha detto nulla di offensivo, Chiari. Dove sarebbe l'apprezzamento personale? Per il penultimo anno, Chiari, ci sono responsabilità di Corvino, che credeva di menarla fino all'ultima estate di contratto, però lì è venuta meno, colpevolmente, l'assistenza della Società, che doveva schiaffare in tribuna il Monco come la Juve aveva fatto per ben tre punte di nome (una d'esse che piace ancora a Jordan). Voglio dire, se sai di avere una merda secca, rappresentato da una merda secca che per di più si finge tifoso viola, ti liberi in qualunque modo della merda secca.

    RispondiElimina
  83. Non mi rivolgevo a lui, lo devo giurare sulla Bibbia? figurati se voglio ricominciare una delle solite neverending story. Se però non posso intervenire più appena appare all'orizzonte allora davvero bisogna che smetta di partecipare perchè, tra l'altro, è peggio del giovedì.

    RispondiElimina
  84. http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=132533



    Si adira anche Bonolis.

    RispondiElimina
  85. Chiarificatore8 aprile 2013 16:22

    Cioè la stessa cosa Colonnello ( farsa=cincischio, e ne ho parlato in questa discussione , SOLO io) , non pigliamoci per il culo.
    E' odioso e vomitevole il costante riferimento alla persona; prima di controbattere la si delegittima, dandogli ora del fissato, ora dell'innamorato, ora dell'odiante, ora di quello che non se lo vuole sentir dire, e via mistificando, e via calunniando.
    Evidentemente si fida poco dei propri argomenti.
    Non sopporto questo modo scorretto ed irrispettoso di discutere.
    Poi se si scherza potete dirmi di tutto.

    RispondiElimina
  86. A Chiari...ma vattelapijanderculo! Ahahhahah

    RispondiElimina
  87. colonel.blimp8 aprile 2013 16:25

    Chiari, Jordan ha appena detto che si riferiva a me e io non ravviso apprezzamenti personali in quel che dice, solo la sua fissa su Montolivo (ahahahahahahahahaahahahah!).

    RispondiElimina
  88. Chiarificatore8 aprile 2013 16:26

    Mi manca solo quella esperienza, Deyna, poi le ho fatte tutte,ahahahahahahah!!!!

    RispondiElimina
  89. Chiarificatore8 aprile 2013 16:28

    C'è l'apprezzamento, c'è Colonnello, come sempre, e come sempre infondato e scorretto.

    RispondiElimina
  90. colonel.blimp8 aprile 2013 16:28

    Chiari, guarda che per ragioni d'arte anche Califano, che con le donne, come saprai, aveva un successo pauroso, volle «documentarsi», come soleva dire (ahahahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  91. Chiarificatore8 aprile 2013 16:29

    Tu non hai parlato di anni di cincischio o di farsa che dir si voglia, in questa circostanza, solo io.

    RispondiElimina
  92. Chiarificatore8 aprile 2013 16:31

    Saranno stati, Colonnello, nel caso del Califfo, ben cazzi suoi! Ahahahahahhahahah!!!!

    RispondiElimina
  93. Blimp (se sei tu,leggo quello che evidentemente è un tuo messaggio come postato da Jordan), Corvino, ADV e i dirigenti tutti si sono fatti pigliare per il culo per due anni. E' anche colpa loro, sicuramente, ma ciò non toglie che il comportamento dell'Innominabile e del suo entourage sia stato vergognoso.
    Una domanda per te che fai i tuoi blitz anche nei siti di altre squadre: le nicoleclaludiemagdecordelie imperversano anche nei siti milanisti?

    RispondiElimina
  94. Comunque ci sarebbe da affrontare l'Atalanta, chi si mette in difesa contro lo spauracchio Denis e l'incursore Bonaventura? Io starei con la difesa a tre, Roncaglia-Rodriguez-Compper. Bella scoperta, direte voi, e un ce n'è artri!

    RispondiElimina
  95. colonel.blimp8 aprile 2013 17:08

    Anto, io ci vado dopo che giochiamo contro di loro e solo se c'è motivo di polemica e di messa dei puntini sulle i, ad esempio non vado certo sul sito dei genoani, dopo che li abbiamo battuti, per sfotterli, sarei un cretino altrimenti, sarei un Giannelli. Ieri sera, in tutto il panorama milanista nessun segno di presenze pseudobordigotte, questo posso dirtelo. Peraltro, i blog milanisti sono fra i più infimi, per livello di discussione, in Italia. In assoluto, non ho mai trovato un blog col livello di approfondimento tecnico del sitollock: in genere, però, sono i tifosi viola che sono portati alla dialettica, anche crudelmente notomizzante nei confronti della propria squadra, piuttosto che all'ululato. Anche gli interisti sono civili e razionali ma mi piace segnalare, nel panorama estremamente pecoreccio della Capitale (con punte di autentica infamia belluina in Forza Roma), il forum di Romaforever, poco frequentato ma onesto e non ostile ad apporti di tifoserie aliene quando non provocatorie.

    RispondiElimina
  96. Scusate l'ignoranza (nel senso che ignoro), la settimana scorsa non sono riuscito adaggiornarmi sulla Fiorentina, a Gonzalo coa è successo?

    RispondiElimina
  97. colonel.blimp8 aprile 2013 17:16

    Era squalificato, Anto. Scrive Kurt: «È stata quasi una rinascita dopo i due anni agghiaccianti di Mihajlovic». Ma Delio Rossi non ha mai allenato la Fiorentina? E quando, visto che Miha saremmo passati a Vincenzino? Poi Kurt dice che Ljajic «naturalmente non è incedibile»: ma negli ultimi mesi, era ibernato, quest'altro prandellomane? Tutti sono cedibili, per me, in una moderna squadra di calcio, ma non si capisce perché Ljajic lo sia «naturalmente» e gli altri no. Insomma, un altro contributo obliabile dell'opaco Kurt.

    RispondiElimina
  98. colonel.blimp8 aprile 2013 17:16

    «che da Miha», qua sotto.

    RispondiElimina
  99. Chiarificatore8 aprile 2013 17:22

    Colonnello, quel "naturalmente" però non è obliabile, è tutto un programma.

    RispondiElimina
  100. Dove sei Antoine? Dicci il menù di stasera. Con quello che si è visto e sentito ieri ci potevi fare una magnifica purea di fave.

    RispondiElimina
  101. Chiarificatore8 aprile 2013 17:30

    In linea generale è vero, nel calcio moderno sono tutti cedibili, Colonnello, ma in questa Fiorentina, se non si vuole gettare al vento l'ottimo lavoro di quest'anno, ce n'è un bel po' che io dichiarerei incedibili.

    RispondiElimina
  102. http://www.fiorentina.it/notizia.asp?pagina=2&IDCategoria=&IDNotizia=128956&Posizione=

    http://www.fiorentina.it/notizia.asp?pagina=1&IDCategoria=&IDNotizia=128956&Posizione=



    Magda scatenata su sitone...

    RispondiElimina
  103. Vita, sul fatto che stiano facendo una campagna stampa vergognosa contro di noi sono perfettamente d'accordo con te, ma ora ci mancherebbe anche che ci squalificassero il campo per i cori contro un ex giocatore e gli insulti contro un dirigente avversario (il quale se l'è presa con un ragazzino che gli faceva vedere una foto della famiglia Addams con lo Zio Fester, a quanto pare). Per carità, non sarà bello ed educato, ma allora quanti campi dovrebbero squalificare?

    RispondiElimina
  104. sopravvissuto8 aprile 2013 18:16

    A Galliani occorreva una risposta in stile Califfo.....,BLIMP,t'hanno preso o messo in mezzo?La cosa migliore,sai..."Stai mejo der bucio de' culo!",ti dice nulla? Noto,come già scritto da alcuni di noi,che le vittorie, o comunque i bei match tipi ieri,ispirano meno post delle sconfitte,sul sitone...mah....

    RispondiElimina
  105. colonel.blimp8 aprile 2013 18:24

    Allora allora allora... da Violanews si apprende che Galliani avrebbe insultato anche Pucci e che lasciando lo stadio avrebbe detto: «Sono trent'anni che qui succedono queste cose, è il peggiore stadio d'Italia». A Sopra, mo ve chiudo, voleva dì... ahahahahahahahahahahahah! Ma l'aveva già detto Bettega a Guetta... ahahahahahahahahahahahahahah! Quando le cose non girano loro come devono questi ti mandano in campo di concentramento: superior stabat lupus. E dire che abbiamo lasciato giocare il Monco per tutto l'anno per sabotarci, che abbiamo festeggiato Maldini, che il Monco non l'abbiamo nemmeno quasi più fischiato dopo il gol... Che fessi! Sempre a porgere l'altra guancia a dei delinquenti congeniti, ereditari, di vocazione, professionali, tutto... Notate poi il doppiopesismo, la cautela con la quale Pino Silvestre oggi risponde a Moratti, il quale ha detto ieri e ripetuto oggi papale papale che gli arbitri sono in malafede (se avessimo detto un decimo noi, se avessimo detto un decimo di questo...). La nostra fortuna, credetemi, è che l'Inter è sul piede di guerra e che il Napoli tiene gli occhi grandi così: ce la dovessimo vedere da soli ci avrebbero già messi su un vagone piombato.

    RispondiElimina
  106. colonel.blimp8 aprile 2013 18:28

    Anto... ahahahahahahahahahahahahahah! Ma davvero lo Zio Fester si è incazzato perché il bambino gli ha messo lo specchio davanti? Ahahahahahahahahahahahah! Ma chi è più bambino dei due? Ahahahahahahahahahahahah! Firenze disprezza, BASTARDI!!!!!!! E voi lo sapete, ve lo sentite sulla pelle, BASTARDI!!!!!!! Ma non ci potete niente e QUESTO DISPREZZO ovunque vi accompagnerà, BASTARDI!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  107. http://www.violanews.com/altre-news/due-tifose-del-milan-trovate-con-droga-nella-biancheria-20130408/

    RispondiElimina
  108. Chiarificatore8 aprile 2013 18:59

    Descrivere un modo di discutere di una persona non vuol dire offenderla. E' un mio diritto, considerare quel modo, insopportabile, inaccettabile, e odioso, sia in generale e quando rivolto a me.

    RispondiElimina
  109. Uh, Blimp, l'avevi già scritto tu...

    Il fatto della foto di Fester l'ho letto su internet, ovviamente, perché allo stadio non c'ero (c'eri tu):

    http://www.blitzquotidiano.it/foto-notizie/galliani-zio-fester-franchi-ecco-motivo-scontro-tribuna-1525241/

    http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/2013/8-aprile-2013/uomo-della-foto-galliani-grave-equivoco-stato-aiutando-212541331318.shtml

    RispondiElimina
  110. No, Colonnello, c'è scritto che son giovani, ahahahahahahah

    RispondiElimina
  111. Chiarificatore8 aprile 2013 19:08

    Dalle foto viene da dire che risulta evidente l'animalesca prepotenza del personaggio e dell'ambiente che lo esprime, ma non lo dico altrimenti Antoine mi obietta che gli ho fatto un complimento, eh eh eh.

    RispondiElimina
  112. Aneddoti africani




    Vorrei tranquillizzare tutti: se e vero, come hanno riportato, che Galliani se l'e'vista col Pedini, sicuro che si ricordera' al lungo della giornata di ieri.

    Conoscendolo, non sara' mancato un solo giudizio "apprezzativo" in classico vernacolo fiorentino, eh eh.Nessuno piu'adatto di lui, nell'occasione.

    A proposito di Galliani, SOPRA, tempo fa'mi fu riferito aneddoto, non so se veritiero o meno, che spiegava perche' Berlusconi fosse arrivato ad affidargli la gestione Milan.Fonte un amico avvocato milanese, secondo il quale il Berlusca, agli inizi, compro'una societa' che possedeva diritti per TV regionale da un imprenditore monzese, tal Galliani babbo.Il quale intravide la grande plusvalenza, e i logici vantaggi di essere socio con un grande uomo d'affari ma avrebbe lasciato il figlio, Adriano, senza lavoro, dato che il calcio Monza non poteva definirsi tale.

    Sembra che babbo Galliani ottenne solenne promessa da Berlu, di non lasciare il figlio sputtanare i quattrini, arte che sembrava a lui congeniale e si sa', di Berlusca si puo' dir tutto, ma mai che rinneghi la parola data in affari.Non la vendo come verita', ma come mi fu riportata.



    Lele

    RispondiElimina
  113. Comunque Galliani ha ragione, Firenze deve imparare da città più civili come ad esempio Roma:

    http://www.violanews.com/altre-news/derby-di-roma-assaltata-ambulanza-tre-accoltellati-20130408/

    RispondiElimina
  114. sopravvissuto8 aprile 2013 19:39

    Quasi giusto LELE:Galliani fabbricava decoder e fece join-venture col Berlusca.Tutti volevano vedere(ricordiamo c'era solo la Rai ed erano gli albori di Canale 10 di Berlusconi) Tele Svizzera o Capodistria e loro cosa fecero per "direzionarli" su Canale 10?Regalavano il decoder(porta a porta!One to one)per vedere benissimo le tv straniere,sempre un po' "nevose" o disturbate ma quando veniva acceso il decoder(piccolo e primordiale)il primo canale ad apparire era Canale 10,poi i due Rai e poi i due stranieri(questo in tutto l'arco alpino).Geniale,commercialmente parlando, il duo.BLIMP:a Roma già due accoltellati e ambulanza assaltata....Berretta guardi dietro casa sua,quell'imbecille incompetente e fuori luogo.Tzè!

    RispondiElimina
  115. Chiarificatore8 aprile 2013 19:45

    Il punto è Anto che viviamo in un paese che, per servilismo verso i potenti, nei suoi principali organi di informazione, enfatizza la stupidaggine avvenuta ieri in tribuna al Franchi e non si indigna e quindi non combatte come dovrebbe, quanto sta succedendo nella città a Roma in queste ore.

    RispondiElimina
  116. Quando lui è felice così anche noi siamo felici

    RispondiElimina
  117. allora è un mio diritto dire che hai un modo di discutere che mostra incapacità di seguire un filo logico e di capire quello che ti si dice interpretando tutto in maniera paranoica come un disegno mistificante e calunnioso. Dopo di che cerca di non inventarti più che io ti cerco per aver la scusa per rompere ulteriormente i coglioni.

    RispondiElimina
  118. colonel.blimp8 aprile 2013 20:02

    Ahahahahahahahahahah... Jordan! Un aplomb da Camera dei Pari! Puro stile Milan! E stile Juve quello dell'Agnello Equino che alla fine della gara col Pescara tirava fuori una dentatura da soldati inglesi di Blek Macigno e batteva cinque con Garimberti (bono anche quello! Tanto per dirvi la terzietà della stampa, in questo paese! Uno, il Garimberti, che come lasciò la presidenza RAI trovò subito quella del Museo della Juventus! Tanto, sono vasi comunicanti... ahahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  119. Chiarificatore8 aprile 2013 20:02

    BASTA Jordan, tieniti le tue con convinzioni, tieniti il tuo modo di discutere, l'importante è che mi lasci perdere. BASTA!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  120. Anto, ovviamente spero che i miei allarmismi si dimostrino infondati, però mi pare che i comunicati ufficiali A.C.Milan e la frase di oggi di Beretta siano volti a preparare il terreno per mettercelo nel didietro. Esistono le versioni contrastanti della società ospitante e del dirigente ospite, per me è inaudito e scandalosamente grave che il presidente di Lega (presumo assente ieri al Franchi) abbia giudicato, così sommariamente, dando a priori per vera una versione senza considerare l'altra. Certo che sarebbe ingiusto punire noi quando a Roma e altrove fanno cose molto più gravi, ma dove sarebbe la novità?

    RispondiElimina
  121. Golf Challange africano




    In TV sono servili, non e' mai capitato uno che faccia domande scomode, ecco che Gnocchi, che dovrebbe essere un amatore, arriva ad essere un pungente professionista che sa di calcio.L'arroganza e maleducazione di Galliani e' nota da tempo.In campo quando per tre lampade spente fece ritirare dal campo la squadra che stava perdendo a Marsiglia, creando ilarita' a livello mondiale, alla TV ricordo benissimo quando da Mediaset, l'opinionista ex calciatore (per me era il piu' competente di tutti, Serena) si prese un po'con Zio Fester, era di parere diverso, ma educatamente faceva notare che la vittoria del Milan non era meritata e Galliani dall'altra parte gli disse: non la faccio piu' entrare a S.Siro!Brutto bastardo, come se fosse roba sua, come se Serena ex di tutte le strisciate + Torino, ex nazionale, non avesse il sacrosanto diritto di entrare dove cazzo voleva, con diritti ben piu' elevati del Fester, classico esponente della classe dirigente del calcio, che ha portato allo svilimento di ogni valore sportivo.

    Diro'una cosa magari quesi impossibile da credere, Moggi, supermafioso, privatamente e' persona simpaticissima e non spocchiosa, galliani e' veramente il peggio del peggio.A DDV rinfaccio solo una cosa, che dopo ruggiti che andavano nella direzione di una lotta per la ridistribuzione dei diritti TV, si sia ritratto, lui forse l'unico capace nell'impresa.



    Lele



    P.S. Tre o quattro anni fa'Zio Fester fu invitato a colpire qualche pallina (cosa che mai avvenne) dal Ponte Vecchio per il Golf Challenge. Io ero proprio dietro, e sarebbe bastata una piccola spinta e...ciuff, nell'Arno.Lunghi minuti per accondiscendere o frenare la tentazione, fortissima, ma poi... niente,spero che mi perdoniate.



    Lele

    RispondiElimina
  122. colonel.blimp8 aprile 2013 20:47

    Intanto è crepato quel mostro della Thatcher. Anche i peggiori se ne vanno, per fortuna, mica solo gli Jannacci e i Califano. Incalcolabile il danno alla salute pubblica, all'educazione pubblica, alla qualità e alla speranza di vita nei focolari poveri di Gran Bretagna. E l'esempio, nefasto per tutta l'Europa! Mostro, vedi di spiegarti adesso col Padreterno, cerca di indottrinarlo sul liberismo selvaggio e sentirai il rutto, che ti spedirà diretta giù al calduccio! Lele, Moggi capisce di calcio come nessuno, è già un vantaggio rispetto a quel merdone di Fester.

    RispondiElimina
  123. guarda che sei tu che hai rotto i coglioni, io manco ti pensavo di striscio.

    RispondiElimina
  124. sopravvissuto8 aprile 2013 20:57

    Non ti perdono.Ma capisco,hai dignità.Galliani ha la coscienza pulita....non l'ha mai usata.

    RispondiElimina
  125. Beh, e poi ti viene quella strana voglia in testa (come diceva Gorbaciov...); vabbè, insomma, volevo scriverlo oggi pomeriggio, poi ho pensato fosse meglio non scrivere messaggi incivili, ma dopo aver letto Lele e il Colonnello dico anch'io la mia: se davvero gli hanno lanciato monetine, peccato non l'abbian preso davvero.

    RispondiElimina
  126. sopravvissuto8 aprile 2013 21:05

    Oggi elogi all'operato della Tatcher,per aver sollevato l'Inghilterra.Peccato che abbia fatto aprire il fuoco contro dei minatori,inermi,senza stipendi...anche la Regina rimase scioccata.Come Galliani,moralizzatore dopo aver dissanguato il calcio italiano con corse a ingaggi folli,accaparramento di giocatori con rooster di 30 atleti,iniqua ripartizione del denaro dato dalle tv,assurde normative e leggi ad usi personali,gare con date a suo piacimento,spostamenti assurdi....E queste erano le cose meno gravi.Magari ora il Milan emette un altro comunicato contro me,noi.Che essere disgustoso,cazzo pieno d'acqua,canna al vento....anzi,Tagliavento.

    RispondiElimina
  127. Galliani lo incrociai per strada a Lucca qualche anno fa, era il periodo in cui il Milan prese Pato, ed erano reduci dalla Versilia. Indossava un completo pantaloni + camicione bianco, una faccia di merda più marrone dell'abbronzatura. Un amico che era con me fa, quasi entusiasta: "Ehi, guarda, quello è Galliani!", io: "Eh, fanne caso", ad altissima voce. La merda, tra due guardie del corpo, si fermò, mi tirò un'occhiataccia, e domandò: "Che vorresti dire?" "Che lei è la peggio cosa capitata al calcio italiano negli ultimi 30 anni, se la gioca solo con Moggi". Blaterò qualcosa e proseguì, ahah

    RispondiElimina
  128. sopravvissuto8 aprile 2013 21:24

    DEYNA cazzuto.Hai dimostrato più fegato di Montolivo....ah ah ah ah ah ah ah......

    RispondiElimina
  129. Ahahahha beh, davanti a quella faccia/feccia non ho resistito, ahah. Ma mi dette più noia l'entusiasmo del mio amico, tra l'altro neppure milanista!

    RispondiElimina
  130. e così non fece più entrare a S.Siro nemmeno te. Meno male che non ha fatto cambiare le maglie alla Lucchese!

    RispondiElimina
  131. La Thatcher... per carita', pace all'anima sua, ma ha fatto piu' danni che qualsiasi altro politico occidentale, lei e il suo amicone Reagan. Il loro maledetto ultraliberismo, la loro maledetta concezione per cui il privato e' sempre meglio del pubblico, hanno rovinato l'economia occidentale, oggi paghiamo le loro politiche economiche, ispirate dalla stramaledetta Scuola di Chicago (luogo onomatopeico dove avrebbero dovuto continuare a sfornare ottimo blues e non mettersi a tirar fuori teorie economiche dissennate).

    RispondiElimina
  132. Deyna, stasera ci sono andato ma non c'era nessuno che sapeva rispondere. E' un agriturismo, con ristorante e albergo e quelli che c'erano sapevan poco degli allevamenti. Il posto è bello e ci sono vasti recinti con animali, però non è certo il Brasile, ho i miei dubbi che allevino completamente allo stato brado i bovini, anche se li ho visti sparsi per i campi, a meno che non siano pochi. Pecore, capre e maiali invece ne hanno abbastanza ed ho visto anche dei mufloni. Comunque ci torno a mangiare mi han detto che a quell'ora dovrei trovare anche il padrone che gestisce il tutto. C'è comunque anche un sito, non so se l'hai visto http://www.agriturismocolombaia.com/ita/animali.php. Arrivarci è abbastanza semplice, circa 3 Km prima di arrivare a Vicchio venendo da Borgo S.Lorenzo, c'è una deviazione sulla sinistra per Pesciola, c'è subito un passaggio a livello, una collinetta e dopo circa 1 Km ci arrivi.

    RispondiElimina
  133. colonel.blimp8 aprile 2013 22:29

    Il commento di AntoineRouge è crudelmente mancato, dopo un match importante come quello di ieri.

    RispondiElimina
  134. Sto bastardamente lavorando, purtroppo. Quanto al match, dopo la troiata di Pizarro e l'espulsione di Tomovic (fin lì per me Ljajic migliore in campo) mi sono dedicato al puzzle, sorprendendomi poi del risultato finale. Bene per le informazioni sull'agriturismo: carico il fucile e imposto il navigatore.

    RispondiElimina
  135. colonel.blimp8 aprile 2013 22:45

    Ahahahahahahahahahahah... AntoineRouge! Se Deyna arriva per tempo, dunque, potrà partecipare, da vittima aggiunta, al massacro di allevatori... ahahahahahahahahah! Intanto, ottimo pareggio fra le romane, quarto posto intatto, Roma a distanza di sicurezza.

    RispondiElimina
  136. Non sbagliare strada, io sto tre chilometri dopo, ma ci ho soltanto un cane

    RispondiElimina
  137. Ah grazie mille, Jordan, allora ci aggiorniamo dopo la mangiata, così ho un parere diretto sulla carne. Non scrivere qui il giorno, o finisci tra le vittime di Antoine, ahah

    RispondiElimina
  138. Stefano Vienna8 aprile 2013 23:29

    La teoria economica si sta ormai sviluppando in direzione opposta alle menate sviluppate a Chicago. Purtroppo i tedeschi hanno la loro scuola che non prevede politiche monetarie e fiscali eterodosse. Della serie nel dubbio meglio seguire i goffi americani che i sofisticati tedeschi.

    RispondiElimina
  139. colonel.blimp8 aprile 2013 23:55

    Così Facundo alla presentazione del «suo» libro di aforismi:

    «La mia vita extra calcio? Fuori dal campo sono molto tranquillo ma poi in campo mi trasformo. Gli avversari? Ieri ho pensato di "mangiarmi" Balotelli ed El Sharaawy. Lo stadio ieri? Mi sembrava di essere in Argentina: sarebbe bello giocare sempre con lo stadio pieno come contro il Milan. I giocatori danno qualcosa in più quando c'è tanta gente. C'era un intensità ed un amore come quando giocavo nel Boca. Il gol contro il Napoli? Io volevo dare la palla a Toni ma il portiere ha sbagliato ed ho fatto rete. Il gol a Parma? È il più bello che abbia mai realizzato in carriera. Io rigorista? In Argentina li tiravo, qua decide il mister e lo rispetto. Differenze tra il calcio argentino ed italiano? Qui è più difficile: quello italiano è più tecnico ed intelligente. Voglio rimanere a Firenze, sto davvero bene qui».

    Alcune considerazioni: 1) preziosa, la confessione di cannibalismo, pratica cui credo cui AntoineRouge non sarebbe ostile; 2) il Fac parla del Faraone e di Balo ma non di Montolivo, aveva quindi paura di quest'ultimo (ahahahahahahahahahah!); 3) cruciale il passaggio sull'importanza del pubblico per la prestazione di una squadra, pensino quindi i tifosi viola al male che hanno fatto alla loro squadra, imagini di ben seguendo false per un biennio, quando hanno disertato lo stadio e animato fuori di esso un clima di ostilità e di calunnia e rischiato di consegnare alla B una squadra salvata dal sussulto di alcuni comprimari più i' mi' Cercinho, nella latitanza del Falso [Pasta del] Capitano; 4) il Fac vuole rimanere con noi, noi vogliamo lui, non ci rompete i coglioni Dubbio & C., vogliamo solo avere insieme una vita come tutti, senza pregiudizi, un Dico o un Pacs o una roba così, e vogliamo anche adottare un figlio, capirete bene anche chi (soffre di cretinismo tiroideo, sorride come un deficiente, fa la pipì a letto, tutto il giorno salta asticelle in cortile, lo chiameremo come si chiamava prima, Riccardino).

    RispondiElimina
  140. colonel.blimp8 aprile 2013 23:56

    C'è un «cui» di troppo, qua sotto.

    RispondiElimina
  141. e quando devo scrivere? la notte?

    RispondiElimina
  142. Ahah no, dicevo il giorno in cui vai

    RispondiElimina