.

.

lunedì 29 aprile 2013

Un campionato coi baffi

La Fiorentina c’è il Milan un po’ meno, la sicurezza ostentata nelle dichiarazioni dei rossoneri e dei suoi lacchè televisivi, è in realtà paura e favelas del giornalismo. Se la raccontano, insomma, costruendoci baracche che stanno su con lo sputo, ma quella sporca dozzina di punti in palio vogliono vedere l’uomo in viso, e se la faccia è fondamentalmente a culo come quella di Galliani, Montolivo e Civoli, probabilmente li vedremo cionodolare dalla forca dell’Europa League. Con l’aggiunta di un bello sputo. Perché la Fiorentina può fare il pieno, mentre Delio Rossi mastica fieno, un cavallo zoppo  capace di fare gli stessi punti di Ciro Ferrara, il primo napoletano con la nebbia, entrambi ormai sfrattati dal Palazzo dei Diamanti del calcio che conta e oggi rifugiati in quello dei Dementi. Intanto Ljajic purga come da previsioni, e Delio ormai più anonimo di un Pulga, assiste inerme anche all’assist di Adem per Aquilanii e a quello di Genova a Montella, applausi a scena aperta che la città non può certo riservare al mediocre umiliato nel gioco. Montella piazza lo sprint finale presentando una squadra che gioca e diverte, fisicamente a posto, che ci crede, a differenza del Milan che vede il fallimento di un quarto posto con il terrore negli occhi. E’ bastato un Catania mediocre a far vedere i sorci verdi, anche se Montolivo non è apparentemente verde, una squadra comunque lessa dopo la lunga rincorsa, e che grazie ad una buona salsa verde potrà ingoiare meglio la delusione di un campionato bollito. Come risulteranno del resto anche le ambizioni di Montolivo rimasto ormai quasi nudo davanti alla realtà del suo fallito salto di qualità, trasformato in uno squallido spogliarello tipo quello degli Asticella Nightmare. Cuadrado fisicamente inarrivabile, non un umano evidentemente, ma il primo extraterrestre di colore, e quei capelli ci avrebbero dovuto far sospettare più di qualcosa, solo Jovetic sotto tono, e allora mi viene da pensare a un finale di campionato dove possa tornare ad essere decisivo, e quindi penso all’en plein. Sa di miracolo questa Fiorentina costruita con meno tempo di quanto ce ne sia voluto a Montolivo per mettere in scena la pantomima del mancato rinnovo, intanto quella Barcellona che tanto aveva sognato e che non sopportava essere stata frequentata da un mediocre come Nocerino l’ha già assaggiata, adesso il destino sembra aver disegnato per lui un atroce destino, arrivare dietro proprio alla Fiorentina. Ora contano i punti, gambe e cuore, e questo tentativo di professare sicurezza da parte del Milan tradisce ansia, questo celebrare anzitempo il terzo posto da parte di una televisione supina evidenzia la pochezza di un giornalismo che sostituisce la professionalità con il servilismo, davanti a tutto ciò la fiorentina sguscia via con i dribbling di Ljajic che ricordano tanto quelli del Profeta del gol, mentre gli altri rimarranno lì fermi sul posto a masticare amaro proprio come Delio Rossi. Si, perché noi siamo più forti e certi discorsi ci fanno un baffo.

116 commenti:

  1. «29/04/2013 01:26:50 Zeman, ma perchè io non sono mai stato sul sito delle altre squadre e gli altri vengono sul nostro Poveri illusi.ma con che soldi credete che lo paghino Balotelli? Ve lo rispiego,per chi non avesse capito:Il Milan non aveva i soldi per comprare Balotelli.Galliani è andato in lega e ha detto: io vi porto un
    Italia un giocatore che fa guadagnare prestigio al campionato italiano a livello mediatico,però non ho i soldi per comprarlo.Gli hanno risposto: ti bastano i 30 ilioni dell'ingresso in champions?».

    Ieri sera i sudamericani del Catania correvano, gli italiani corricchiavano. E Frison scandaloso. Purtroppo tutti danno il Toro salvo grazie alle due ultime partite ed è razionale.

    RispondiElimina
  2. Non vorrei sbagliar statistica, ma coi Tre Tenori di centrocampo fin dal primo minuto abbiamo fatto 10 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta: passo scudetto. Si può dire, con semplicità, che gli acciacchi iniziali di Aquila (con richiamino all'inizio del 2013) e quelli di inizio del girone di ritorno del Pek, unitamente alle assurde squalifiche di quest'ultimo, ci hanno azzoppato il campionato al vertice.

    RispondiElimina
  3. Violapower, stupendamente sintetico come al solito e colpevolmente non riblogghitico, mi sembra che sbagli circa il fatto che il Toro domenica conoscerà in anticipo i risultati delle rivali: che io sappia Milan-Torino si gioca infatti alle 15, come le altre, e il sabato non vi sono candidate alla retrocessione impegnate.

    RispondiElimina
  4. Solito deserto di cloaca dopo vittoria (cioè quasi sempre): più tardi posterà il Conte Zio da Siena, domani si rivedranno Don Ferrante e Donna Prassede, impegnati fervidamente intorno a Prandelli, Corvino, Montolivo e i terroni e gli indios da gasare. Ma Rodri sugli scudi rischia di ritardare a mercoledì l'ingresso del Don Ferrante dei Giardini Margherita, dopo di che la pagina cloacale delle ridicole pagelle di ceccacaccaciccio potranno tranquillamente esser richiuse e rimandate alla partita seguente.

    RispondiElimina
  5. Sì, Galliani ha fatto solo anticipare noi al sabato in notturna, ma loro giocano alle 15,00 per non rischiare di trovarsi il Torino ancora più preoccupato. E' una grande organizzatore di eventi (a suo favore).

    RispondiElimina
  6. Ma insomma: che Ljajic sarebbe diventato un campione l'avevano infine previsto tutti? A me non pare che fosse così. Eravamo sparuta pattuglia di fan tra cui io Chiari e pochissimi altri sul sito madre. La vittoria è figlia di molti, la sconfitta è orfana.

    RispondiElimina
  7. Caro Lud, io, avendolo visto per tempo in terra sua, lo presentai su cloaca, a suo tempo, al pari di Jojo e di Nasty, ma tu facevi battute di spirito sulle eccessive speranze riposte negli slavi di Corvino, come anche su Vesovic. Poi arrivano a Firenze e vedi e dici che sono bravi. Bene, ma è quello che i Francesi chiamano l'esprit de l'escalier.

    RispondiElimina
  8. Non so nemmeno se scrivevo sul blog allora, Jordan, ho incominciato a farlo molto dopo. Ad ogni modo il mio giudizio è derivato da quello che gli ho visto fare in campo. All'infinito si è detto che Corvino è stato bravo a prendere singoli giocatori, meno a costruire il mosaico della squadra.

    RispondiElimina
  9. Certo, Lud, certo che scrivevi... Il mosaico della squadra ha funzionato per quattro anni, poi il Coglion del Giubba l'ha sfasciato e poi ancora il vuturismo e l'affettuoso accanimento conservatore di ADV l'ha ulteriormente danneggiato. Ma è tutto quel che dirò sulla preistoria oggi, perché solo delle formidabili teste di cazzo parlano di queste cose dopo una gran vittoria, nel pieno dei lustri montelliani, e mi piace di lasciarti questo ruolo su sitollock, se proprio desideri, o Lud: l'impersonale («si è detto») vale solo per te, ma «all'infinito» è corretto.

    RispondiElimina
  10. Quando è arrivato Ljajic non scrivevo ancora, sono diversi anni fa. Fra l'altro non mi dispiaceva. Di Vesovic ramento di aver scritto che segnava poco e da un rapido riscontro mi pare sia ancora così, ad ogni modo è ancora giovane, magari esploderà come Adem.

    RispondiElimina
  11. Falso, Lud, cominciasti il gennaio dell'anno precedente il suo arrivo, nel 2009.

    RispondiElimina
  12. Già, 2009, quando scrivevi che chiamavo Magno il Corvo per copiare Brera che così nomava Facchetti e ti indignavi per il mio «Brandelli»... ahahahahahahahahahahah! Di Vesovic non scrivevi che non segnava, scrivevi nel generico negativamente non sapendo un cazzo di lui e solo perché ne parlavo bene... ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  13. Chiarificatore29 aprile 2013 09:07

    Il delirio contro Adem non fu solo tecnico ma anche sulla persona, calunniandolo nella sua professionalità. I calciatori critici sul piano caratteriale-professionale sono altri: Mutu, Vargas, Cassano, Balotelli, e per certi aspetti lo stesso Osvaldo.

    RispondiElimina
  14. E ora passiamo alla Roma: rude prova. Mancherà De Rossi, rientrerà Destro: assenti probabilmente per acciacchi Marquinho e Marquinhos. Osvaldo, che ha le tare di cui parla Chiari qua sotto, potrebbe speculare sulla Champions alla Viola. Mancherà, fra i nostri, Savic: naturale il rimpiazzo con Compper. Partita da 1X2, ma Montella non può permettersi, tatticamente, di perdere la terza conntro i capitolini nello stesso anno.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore29 aprile 2013 09:17

    Io lascio il pronostico, anche generale su come andrà a finire, a Pollock, e mi adeguo, li sta azzeccando, persino nello svolgimento.

    RispondiElimina
  16. Non ricordo esattamente ma non credo che troverai un mio post contro Ljajic da me sempre apprezzato, fatta salva la precisazione che lo sponsorizzo da quest'anno avendo visto sin dalle prime uscite che era molto più determinato e costruttivo, bravo lo è sempre stato. Su Vesovic facevo e faccio un discorso statistico, ma siccome ha ventuno anni soltanto può darsi che maturi.

    RispondiElimina
  17. Se la nostra coppia d'attacco slava offrirà altre 4 prestazioni su questi standard, andrà a finire che le offertone arriveranno per Ljajic e a restare sarà Jovetic. Sulla vergogna del Milan avete già detto tutto, comunque se noi battiamo la Roma abbiamo un piede e mezzo in Champions, Milan o non Milan.

    RispondiElimina
  18. «E’ un Donadel con i “piedi buoni” o un Felipe Melo più veloce», scrivesti tra l'altro, dopo aver visionato cassette, dicesti, in séguito alll'acquisto da parte della Viola, caro Lud: dovevano averti rifilato delle cassette avariate, quindi. Però Ljajic quale Donadel coi piedi buoni o Melo più rapido fa il paio con Sissoko dalle movenze alla Socrates, devo dire, nell'antologia del qui pro quo. Chiari, è il mio timore, ma per Jojo (che fa anche flanella clamorosa) le trattative, probabilmente e fortunatamente, sono già chiuse.

    RispondiElimina
  19. Si pone anche il problema di costruire per Ljajic la squadra, perchè ho paura che quando è stato preso Rossi lo si considerasse quasi una riserva. Adem può giocare largo a sinistra, e allora insidia proprio Rossi, o a centrocampo, e sono guai per Aquilani. Ad ogni modo credo che con l'acquisto di un centravanti di area, e un attacco con Rossi e Ljajic più Cuadrado e magari Seferovic e Toni il reparto sarebbe al completo.

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore29 aprile 2013 09:29

    Si tratta di Vitalogy ,su JoJo, non del sottoscritto, Colonnello, anche se lo condivido.

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore29 aprile 2013 09:30

    Toni ancora un'anno?

    RispondiElimina
  22. Caro Chiari, Disqus colpisce ancora. Pe rToni si possonoa nche buttare altri soldi, tanto non servirà più.

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore29 aprile 2013 09:33

    M'è scappato l'apostrofo dove non ci vuole: un anno.

    RispondiElimina
  24. Se mi dai gli estremi della citazione Blimp posso essere più preciso. Ho fatto un controllo su google ma non esce nulla del genere.

    RispondiElimina
  25. Il riferimento a Socrates è stato equivocato essendo puramente visivo e relativo all'incedere e alla stazza.

    RispondiElimina
  26. Caro Lud, quella citata la incollai da Viareggiok.it (su cui imperversavi) del 12 gennaio, dopo che ti eri prodotto su cloaca qualche giorno prima. L'incedere di Socrates non ha nulla a che fare con quello di Sissoko, che peraltro è ben più massiccio (Socrates aveva solo spalle larghe).

    RispondiElimina
  27. Lud, non per farti le pulci, ma Sissoko, a parte l'altezza, mi pare avere una stazza più imponente di quanto la avesse il Magrao.

    RispondiElimina
  28. Se la trovi ne parliamo Blimp sennò non posso commentarla. Ogni affermazione, ammesso che sia vera va contestualizzata. Ad ogni modo, se l'avessi scritto, si sarebbe trattato di un doppio elogio, peraltro derivante forse da una prima impressione: infatti se aggiungi i piedi buoni a Donadel e la velocità a Melo ottieni sicuramente ottimi giocatori. Su Sissoko ripeto trattarsi solo di una impressione visiva anzi di un ricordo proustiano involontario, di una madaleine calcistica.

    RispondiElimina
  29. Socrates infatti lo vedevo in campo qualcosa come trent'anni fa!

    RispondiElimina
  30. Mi chiamo fuori, non lo ritenevo un grande ed ancora oggi ci vado con i piedi di piombo, un buon giocatore di elevate doti tecniche sì, ma per essere grande ci vuole altro. E' sulla strada.

    RispondiElimina
  31. Ps: mai vista una cassetta di un giocatore, io sono solo un appassionato, si potrebbe dire un tifoso se non fosse una parola che non gradisco.

    RispondiElimina
  32. Diskus mi affibbia nel caso quanto dice il Colonnello, ma ci si diverte con tutti, bisogna sempre aspettare prima di rispondere

    RispondiElimina
  33. Nell'era del digitale le cassette non le guarda più nessuno

    RispondiElimina
  34. Neanche i dvd, e neppure youtube. Sono fiorentino centrico, lo ammetto, tendo a guardare molto in casa mia. E mi fido solo delle partite ufficiali.

    RispondiElimina
  35. E se lo vedevi trent'anni fa e credi di nonr icorda bene perché fai paragoni? Lud, io ho quella citazione copiata con la data, cercherò ma faresti prima tu, perché di quel sito sei un frequentatore assiduo, da buon ginevrino di Versilia, e nell'archivio dovresti saperti muovere. Bene fidarsi solo di quel che vedi a Firenze ma lo spregio preventivo allora non ha senso: aspetta di vedere all'opera e poi sentenzia che Sissoko ha le movenze di Socrates.

    RispondiElimina
  36. «non ricordar», qua sotto.

    RispondiElimina
  37. Intanto, due giorni dopo, il 14, trovo da google questo papiro, che ha un'allusione a tue discussioni accanite su Fiorentina.it intorno a Ljajic e a tue polemiche con un Meccheri tuo idolo polemico (ricordo) e che combatteva il tuo scetticismo, su quel sito, intorno a Ljajic.



    «Ludwigzaller in data gio, 14 gen 2010 ore: 13:24 Spero che i lettori del blog facciano lo sforzo di comprendere, anche se scritto in un italiano antico, questo meraviglioso passaggio dei Discorsi sulla prima decade di Livio di Machiavelli. Dice tutto e non c’è altro da aggiungere. Mi auguro che un professore, poeta e letterato come Bertuccelli vi tragga adeguati motivi di riflessione. “Quanto le accuse giovano alle Repubbliche, tanto le calunnie nuocono : e dall’altra parte è questa differenza , che le calunnie non hanno bisogno di testimone nè d’alcun’ altro particolare riscontro a provarle, in modo che ciascuno da ciascuno può essere calunniato, ma non può già essere accufato, avendo le accuse bifogno di rincontri veri e di circostanze che moflrino la verità dell’ accusa. ‘ Accusansi li uomini a i Magistrati, ai Popoli, ai Consigli: calunniansi per le piazze e per le logge. Usasi più questa calunnia dove si usa meno l’ accusa e dove le Città sono meno ordinate a riceverle. Però un ordinatore d’una Repubblica debbe ordinare che si possa in quella accusare ogni cittadino senza alcuna paura e senza alcun sospetto: e fatto questo, e bene osservato, debbe punire acremente i calunniatori, i quali non si possono dolere quando sieno puniti, avendo i luoghi aperti a udire le accuse di colui ch’ egli avessero per le logge calunniato. E dove non è bene ordinata quesla parte , seguitano sempre disordini grandi, perchè le calunnie irritano e non castigano i cittadini, e gl’ irritati pensano di valersi, odiando piu presto che temendo le cose che si dicono contra di loro. Questa parte (come è detto) era bene ordinata in Roma , ed è stata sempre male ordinata nella nostra Città di Firenze”. Sono certo che gli utenti del blog sono meno ignoranti di quanto Meccheri ipotizza. Perciò lo dispenso dall’aggiungere al mio post qualche orrenda voce di Wikipedia che sciuperebbe l’effetto del meraviglioso testo originale. Mi scuso se le mie risposte non saranno tempestive, ma in queste ore sono impegnato sul sito Fiorentina.it in una discussione molto più interessante di questa in merito alle qualità del nuovo acquisto della fiorentina, il serbo Ljajic. Zaller»

    RispondiElimina
  38. Più che altro, quando vieni colto in fallo, non è sempre la controparte che deve produrre prove dei tuoi scritti, se vuoi smentirli abbi la certezza di non averli scritti sennò oltre a sottolineare errori si deve pure fare i topi d'archivio per le tue dimenticanze (???).
    Io su Ljajic ho scritto che i piedi li aveva buoni, il carattere e la personalità no (è arrivato a 18 anni, serve anche tempo...) adesso sembra aver trovato continuità, da dopo Gennaio (mese orribilis) è diventato goleador, uomo assist e trascinatore dell'attacco insieme a Cuadrado. Se la continuità è su questi livelli per l'essere inserito fra i campioni manca veramente poco.

    RispondiElimina
  39. Non c'entra nulla ma è carina questa, che trovo en passant, cercando:


    «Ludwigzaller in data mer, 13 gen 2010 ore: 20:30 Riepilogando: Carla ha scritto che sotto il mio nick si nasconda Pardi. Ho chiarito che non è vero, chiamando in causa anche l’amministratore del sito. Aspetto ancora le scuse sia di Carla, che ha parlato a vanvera, sia di chi ne ha approvato l’operato. Tra cui lei, Alessandrini. Le accuse fatte senza prove e per agitare le acque sono soltanto calunnie degne della peggiore provincia. E va da sè che l’onere della prova ricada solo e soltanto su chi accusa. Per quanto riguarda Sbazzeguti: non riesco a dialogare con una persona il cui nick è Sbazzeguti. E’ una questione di estetica».


    Quella di non dialogare con uno che si chiama Sbazzeguti è da Aldo: non ti avevo mai letto cose così. E poi: ma se ti prendevano per Pardi, che male c'era?

    RispondiElimina
  40. Giacomo Leopardi, Francesco Pardi, 'Sto Pardi........

    RispondiElimina
  41. Sbazzeguti s'incazza e ti risponde così:



    «Pepito Sbazzeguti in data mer, 13 gen 2010 ore: 20:44 @ Ludwigzaller Io non sono un esteta e quindi dialogo con tutti… anche se il suo nick sembra un codice fiscale!!! Comunque non si preoccupi, l’assordante silenzio da parte di qualcuno non era assolutamente riferito a lei… E se non vuole dialogare con me, non si crucci… l’umanità farà sicuramente a meno dei nostri dialoghi… Mi dispiace solo non sapere il suo parere sui commenti proferiti dal suo assistito (Sig. Pardi) che ho letto dal link pubblicato da Bertuccelli… anche a me sembrano poco coerenti con le dichiarazioni qui sopra. Visto che non dialogheremo più le auguro una serena e prosperosa vita…».


    Quella del nick come un codice fiscale non è male, Lud, devi convenirne: l'hai provocato e mo' te distrugge... ahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  42. Ma quando mai Leo è l'accusato che deve produrre le prove? Via, siamo seri. Blimp ho capito che sei andato alla ricerca di miei commenti su altri blog. Ora ti pregherei di non riprodurli all'infinito anche per motivi di privacy mia e altrui. Soprattutto se c'entrano poco o nulla. Se invece trovi il passo incriminato ti dico.

    RispondiElimina
  43. Ripeto Blimp: ti chiederei per privacy mia e altrui di non esagerare nella riproduzione di post apparsi su altri blog che non c'entrano fra l'altro nulla ne' con la discussione in corso ne' con gli argomenti di cui si tratta qui.

    RispondiElimina
  44. Per me fra l'altro questo Sbazzeguti non hai mai visto un codice fiscale che come si sa è un insieme di lettere e numeri e non un nome straniero o italiano che sia.

    RispondiElimina
  45. (Disquis,sono il Sopra,non fottermi!).Il Galliani autoreferenziale ha contaminato anche la Rai,manca veramente poco e i giornalisti di mamma(zoccola)Rai faranno l'ultimo gesto che Adri-ano ha già operato a casa sua:mettere specchi di legno. Ritengo il subconscio devastante più di qualsiasi altra manifestazione umana e la presentazione di Paola Ferrari(voto alla Milf 9,voto alla giornalista 5,5,voto al seno 9,voto alle gambe 7,5)riguardante Montolivo è emblematica di quanto in tv facciano fatica a nascondere la grandezza della viola;così quella che vorremmo in un video-gonzo:"Salutiamo Alberto Aquilani,leader di questo Milan..."!!!!Ooops,Paolina,ma cosa combini? La poveretta ha tentato più volte,da vera pastorella,di portare i pecoroni sull'argomento Fiorentina ma gli ospiti(vera sfilata di capelli demodè anni '80-un po' di vergogna no?)preferivano l'Inter,Don Mazzi,che per osmosi va a braccetto col mazzo che si ritrova il Milan. Sconcertante Sconcerti non è da meno,scrivendo sul CorSera che il Milan "...ha più fisicità,è più abituato alla rissa rispetto alla Fiorentina...",ueeè.capito come si vincono le gare? Fisicità e rissa e s'è capito dall'abbattimento di Gomez ieri sera e dal farplay dei milanisti. Praticamente la frase di Sconcerti è una spiegazione terra-terra dell'azione insanguinata del Milan,che confeziona tre pere e l'arbitro le infiocchetta con il solito rigore a comando,visto che Balotelli è sembrato più sfiorato da una farfalla che da una pedata. Immagino perchè non vuole stare col figlio,il Kunta Kinte de' noantri,con un bimbo in casa ogni gioco,abbraccio o caduta di entrambi(per giocare)sarebbe rigore! Arriva la partita che offre più spettacolo in Italia ma arriva anche la sensazione che sia vero quando qualcuno afferma che le grandi "si fanno il calendario a loro tornaconto"...BLIMP,solito cadeau serale di Naomo per te,solito fungo allucinogeno divorato da Magda e nessuna nostalgia del vate,che starà cercando di scovare nuovi interlocutori da insultare,magari predicendo un grande futuro per Berardi della Samp,Niang del Milan...magari ci scriverà anche che Montolivo segna più di Aquilani.

    RispondiElimina
  46. Ma quando mai un accusato si rifugia sempre nella speranza che quello di cui viene accusato negli scritti nessuno l'abbia conservato e non sia in grado di mostrarlo ?! Si deve far archivio per te perché quando scrivi una sciocchezza o una previsione sballata, per prenderne le distanze devi pregare che nessuno le archivi e se lo fa tenti l'ultima carta della contestualizzazione per rifarti una verginità. Tu imputato di un processo daresti sempre le solite risposte in perfetto stile omertoso: "Non ricordo" magari anche in stile americano: "Mi avvalgo della facoltà di non rispondere".

    RispondiElimina
  47. Ma che c'entra la privacy, scusa, è un blog pubblico come questo e come la cloaca e tu come gli altri vi sei sotto nick, sempre lo stesso! Se t'incazzi la smetto sùbito, ma guarda che sono rispettosissimo della privatezza, tanto che quando su cloaca il Cretino dei Neretti rivelò che Jordan era giornalista (e colui che poi sapemmo) gli scrissi per protesta. Ma dalle mie citazioni cosa emerge di te? Un bel nulla e citavo perché a un certo punto si parla di Ljajic. Ma è come vuoi e del Pardi con cui ti confondevano ho peraltro sempre pensato abbastanza bene.

    RispondiElimina
  48. Certo ma ti pregherei di non esagerare, tutto qui. Tu non conosci i nomi delle persone coinvolte e i motivi del dibattito, io si. E se il blog è pubblico non vuol dire che sic et simpliciter si possa riversare il contenuto altrove senza motivo. Per quanto riguarda Ljajic io mi riferivo a post miei come quello che segue:
    05/10/2012 20:56:46
    Ludwigzaller, Ginevra
    Totti, che e' nato nel 1976, non sfonda prima del 1997-98. Nel 1996-97 rischia anzi di essere ceduto per incompatibilita' con Carlos Bianchi. Nello stesso 1996-97 aveva toccato il suo record di segnature: 5 goal. Llajic ha appena compiuto, a settembre, 21 anni. Pretendere da lui che segni in modo costante mi sembra eccessivo. Non tutte le maturazioni sono rapide come quella di Jovetic. Il grande miglioramento che noto mi fa sperare che Adem possa mettere insieme quei 7 o 8 goal che lo potrebbero rendere piu' tranquillo e motivato. Rimando alla voce Totti su Wikipedia.

    RispondiElimina
  49. Siamo a otto, no? Previsione centrata mi pare.

    RispondiElimina
  50. Sopra, il Dubbio ha cominciato presto su Montolivo in cloaca, con un giorno di anticipo e senza cura del chissenefregafava. Sconcerti è preoccupatissimo che il suo pronostico di merda gli vada a monte (noi, la peggiore delle squadre in lotta per la Uefa: per forza, siamo in lotta per la Champions... ahahahahahahahahahahah!). Il lapsus della Milfona è stato grandioso, sommamente rivelatore: per fargli la slinguata, al Cretino Tiroideo, ha dovuto dire la verità profonda, ha dovuto chiamarlo col nome di un centrocampista davvero grande, quando i muscoli non lo menomano! Non ho visto invero iersera né Naomo (che poi è il Multinick sfigatone e coglione) né Mergda ma non ho tempo per trovarli e con che costrutto poi? Però con la Milfona sei generoso assai: è tutta rifatta e smontabile pezzo a pezzo, il volto le si disfa come fosse di pongo, i tacchissimi che la fanno zoppicare sono ridicoli al sommo grado. No, Lud, allora non ci siamo: se tu conosci i nomi coinvolti nel dibattito e noi no, che monta? E' gente che scrive, come te, coperta da nick in blog pubblici e non si vede poi perché non si possa riversare qui materiale da altri blog, cosa che è stata fatta costantemente, da parte mia, di Pollock e di tanti utenti da sempre e con riguardo ad altri che a te che di colpo t'inalberi e non si capisce perché (è così vergognoso quel che scrivi su quel blog? Non mi pare). Che tu da un anno a questa parte sostenga animosamente e giustamente Ljajic, è certo: da un anno a questa parte.

    RispondiElimina
  51. Alcuni di quelli che hai citato non erano coperti da un nick e non dico quali?

    RispondiElimina
  52. BLIMP, con la Ferrari fai come da manuale:o cuscino in faccia oppure la giri e ti concentri sulla folta chioma da tirare,eddai...l'hai pubblicato tu il manuale. Sul sitone il nick "Naturalmente" mi sa di donna...ora ho risposto inserendo un amo,vediamo cosa risponderà...ha difeso troppo Montolivo,attaccando l'unica frase di Violapower che lo insultava ma neanche tanto).

    RispondiElimina
  53. Lud, ma allora sono fatti loro, non tuoi!

    RispondiElimina
  54. Povero Dubbio, ora anche la femmina gli fare fare, ahahah

    RispondiElimina
  55. O Deyna, a forza di dubbi è diventato un Tiresia... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  56. ..."fate", alla faccia del Delfino.

    RispondiElimina
  57. No dai, la magdcordelizzazione del Dubbio sarebbe troppo anche per me. A proposito, schifosissima rentreé della zia allucinogena, che perculeggia gli ungulati, puniti dal Pazzolivo per il trattamento riservato al duo di invertiti a suo tempo. Su un sito viola serio, ban senza possibilità di reingresso, e passaggio per le armi, sotto tiro di un branco di gorilla tenuti per mesi in crudele astinenza.

    RispondiElimina
  58. Naturalmente è il Dubbio? Ekkekkazzo,co' sti sdoppiamenti di nick!Comunque magari sarà diventato Sardanapalo..il più effemminato della Grecia....Oh,malakìa....

    RispondiElimina
  59. Infatti, Deyna, è quanto qui le è successo. E ora leggete cosa Navarro il Gobbo, furioso per la nostra grandezza, suggerisce alla sua squadra del cuore (ahahahahahahahahahahahah!):


    «Certamente la Juventus avrebbe più bisogno di uno come Cuadrado, piuttosto che di uno come Cerci. Il colombiano è un tornante. La Juve non ha bisogno di un attaccante laterale e poi Cerci è discontinuo. Ecco, se i bianconeri volessero davvero Jovetic, potrebbero mettere in difficoltà la Fiorentina assicurandosi la metà del cartellino di Cuadrado, quella ancora di proprietà dell’Udinese».

    RispondiElimina
  60. Ljajic mi era piaciuto nei pochi scampoli con Prandelli, nei due anni successivi non mi ha convinto perchè pur possedendo un buon bagaglio tecnico anzi ottimo sembrava molto fragile e quasi mai in partita. La svolta si è avuta con Montella e si è manifestata sin dalle prime uscite stagionali. Ciò nonostante quando a ottobre scrivevo post elogiativi mi rispondevano piccati in parecchi. Quando poi parve che l'avessi paragonato a Totti (ma non era così) mi volevano mangiare. Oggi c'è chi parla di Messi anche se scherzosamente.

    RispondiElimina
  61. Hai ragione, Lud, sul fatto che l'anno scorso Ljajic abbia pagato colpe non sue presso la tifoseria e quest'anno stesso tu sei stato fra i pochi che leggeva, in partite che con superficialità venivano etichettate come insufficienti, bontà di prestazioni solo non coronate da gol. E ciò vale anche per Seferovic. Il paragone con Messi è più che metafora, perché della trivellazione a destro-sinistro ritmico rapidissimo e fittissimo Ljajic è attualmente, certo a bella distanza dal gran fuoriclasse argentino, il miglior interprete al mondo.

    RispondiElimina
  62. Che in tale specialità sia il migliore al mondo non posso confermarlo, Colonnello, conoscendo solo una parte infinitesimale dei giocatori attuali degli altri campionati, comunque hai notato una bella sottigliezza cui avevo fatto caso anch'io. Per quanto concerne la capacità di usare indifferentemente entrambi i piedi in qualsiasi fondamentale, ma anche solo per il controllo o il dribbling "destro-sinistro", Totti e Miccoli sono i giocatori della serie A che nell'ultimo decennio mi hanno colpito maggiormente. Ultimo, ma solo in ordine cronologico, un numero che ho visto fare ieri al salentino, col gol negato da bella parata di Handanovic.

    RispondiElimina
  63. Dobbiamo compiere l'impresa di vincerle tutte perché abbiamo buttato punti ed abbiamo buttato punti perché, dopo la sosta natalizia, tra infortuni, squalifiche e scadimenti di forma, la squadra si è imballata senza che le venissero aiuti dai nuovi arrivati. Il Milan è illegalmente favorito (quindi si tratta di esseri umani, mentre noi dobbiamo essere splendenti porci), ma ce la possiamo fare.

    RispondiElimina
  64. Finale diabolico del post di AntoineRouge... Intanto il Dubbio prende a cazzo le difese del Milan su cloaca contro i «malafedisti» (= tutti eccetto lui). Comunque, congreghe di matti come su quel sito io non ne ho mai trovati: ma in quale ambiente di lavoro, in quale partito o associazione trovereste insieme il Multinick, Don Ferrante, Donna Prassede, il Dubbio, lo Pseudosenese, Beberri e Mergda?

    RispondiElimina
  65. Non sono in grado di prevedere ruolini da calcolare sulle tabelle, Antoine, ma penso che per noi quasi tutto passi dai giallozozzi: se li battiamo per me è Champions quasi sicura (se pareggiamo è 4°posto quasi sicuro, se perdiamo è molto probabile il 5°posto), purchè dopo un'eventuale vittoria di sabato non ragioni così anche la squadra, perchè il Palermo e il Siena possiamo asfaltarli nonostante siano all'ultima spiaggia, ma non se li prendiamo sottogamba come col Toro sul 3-0.

    RispondiElimina
  66. Sono d'accordo, Vitalogy.

    RispondiElimina
  67. Sinceramente cerco di godermi la Fiorentina di quest'anno, la piu' bella mai vista come gioco espresso, anche meglio di quella di Malesani e forse, ma forse, di quella del 1983-84 e cerco di non farmi stressare dai risultati. Europa comunque sara', se sara' Champions benissimo, se sara' EL, bene lo stesso, le emozioni, le gioie, la soddisfazione che mi ha dato quest'anno rimarranno a prescindere dal terzo o quarto posto. Ho sempre detto che sono contento di un eventuale quinto posto e non mi faccio illusioni sul fatto che possano mandare il Milan fuori dalla CL. Quello che viene di piu' e' bene accetto, ovviamente, ma sono comunque soddisfatto e orgoglioso di questa squadra.
    Detto questo, abbiamo lo stesso identico calendario del Milan, salvo il Palermo in casa al posto del Toro, recuperare un punto non e' facile, decisiva sara', come dice Vita, la partita con la Roma.

    P.S. Vita, gli abitanti di Bordighera sono 'Bordigotti', non 'Bordigheresi'. La nostra cara zia, comunque non penso lo sia, comunque; chi sia esattamente non lo so e non mi interessa, una parente o lui stesso, comunque la novita' e' che adesso si erge a paladina anche del compagno di merende.

    RispondiElimina
  68. stefano vienna29 aprile 2013 13:52

    La mia previsione è che sabato pareggiamo e domenica il Toro batte il Milan. ma non vi dico di scommetterci su.

    Per il prossimo anno, vendere Jovetic (anche alla Juve, ma solo per cash) e girare i soldi all'Udinese per Cuadraro e Muriel. Il grande dubbio del prossimo mercato è se far tornare Cerci oppure incassare i soldi per reinvestirli in altri reparti. Un attacco: Ljajic, Muriel, Rossi, Seferovic è ben assortito, io confermerei pure El Hamdaoui da sfruttare come spadino Robbiati gli ultimi dieci minuti. A centrocampo riscattare Sissoko, provare Mati come vice-Pizzarro, causa le tante partite ci sarà spazio anche per Vecino e Wolski. Sulla difesa non mi pronuncio, ho un debole per Roncaglia terzino destro, ma spero che Pradè e Macia trovino delle buone soluzioni. Magari si va in CL e si riempiono i pochi tasselli mancanti.

    RispondiElimina
  69. stefano vienna29 aprile 2013 14:05

    Ho dimenticato il jolly Romulo, ma non penso che ci sia nessuno che lo veda lontano da Firenze.

    RispondiElimina
  70. Trenta milioni dalla Champions vogliono dir molto, vogliono dire centravantone anziché centravantino, ad esempio. Stefano, ipotesi affascinante, la tua, ma se noi pareggiamo con la Roma il giorno dopo è difficile pensare che il Milan perda col Toro, sapendo il risultato, a costo di far inventare dall'arbitro un rigore all'ultimo minuto su Balotelli per fallo a centrocampo (e lo Zazzeruto direbbe che, al di là dell'errore arbitrale, il Milan aveva meritato).

    RispondiElimina
  71. Se pareggiamo con la Roma il giorno dopo il pareggio va bene sia al Milan che al Toro. Bisogna vincere e basta, contro la nostra bestia nera, a costo di riprendersi Lazzari che possa riprendere una respinta su tiro di Ljajic. E qui lo dico, il rimpianto maggiore di questa stagione e' quella maledetta partita di Coppa con i tre legni.

    RispondiElimina
  72. Mi pare che Muriel abbia più caratteristiche da esterno e che giochi a sinistra, come Rossi e come lo stesso Ljajic. Ma certo le sue qualità tecniche, la giovane età e l'affiatamento con Cuadrado lo rendono molto adatto al gioco di Montella. L'esplosione di Adem complica un po' i piani perchè mi pare che in futuro tenerlo fuori risulterà sempre più difficile, cosa che solo a gennaio invece sembrava abbastanza naturale. Domenica la variabile impazzita è il Toro, il Milan farà quel che deve e può, ma il Toro deve vincere. Quanto a noi dopo una serie di sconfitte brucianti con la Roma siamo chiamati ad un riscatto inevitabile non solo per conquistare la Champions ma anche per consolidare la qualificazione Uefa al momento quasi sicura (mi pare ne vadano due più la vincitrice della Coppa Italia). Ventura ha scelto un modulo ambizioso e interessante, ma alla fine potrebbe pagare a caro prezzo questa scelta. Il suo Torino non sembra adatto a gestire un concitato finale salvezza. S. Siro sarà un bel banco di prova per i cugini amaranto.

    RispondiElimina
  73. "fratelli granata", prego, non "cugini amaranto"

    RispondiElimina
  74. Da Violanews:

    La furia di Cerci contro la Juve: “Uno scandalo”

    Pubblicato il 29 aprile 2013 13:21

    «E’ uno scandalo non fischiare un rigore così». Alessio Cerci non trattiene la rabbia dopo la sconfitta nel derby e punta il dito soprattutto sull’episodio che poteva far svoltare non solo la stagione, ma la storia del Toro. «Come hanno fatto a non vedere il fallo di Bonucci su Jonathas – si chiede l’esterno granata -, eravamo a dieci minuti dalla fine e con quel rigore più espulsione magari potevamo vincerlo questo derby». Il ko con la Juve brucia e non solo perché è il terzo consecutivo in campionato: i piani salvezza rischiano di complicarsi, visto che Genoa e Palermo sono lontane solo 4 punti. «Nelle ultime partite abbiamo giocato bene – conferma Cerci -, ma raccolto nulla. Dobbiamo reagire con la forza che abbiamo dentro di noi». (…)



    La Stampa

    RispondiElimina
  75. Chiarificatore29 aprile 2013 16:04

    Ben detto Cerci, ora reagite anzi vendicatevi con forza e senza pietà contro il primo che vi si fa sotto.

    RispondiElimina
  76. Chiarificatore29 aprile 2013 16:12

    Ramadani non vuol parlare ora del rinnovo di Ljajic perché, come ho detto da tempo, lo vuole contrattare, comprensibilmente dal suo punto di vista, contestualmente alla cessione di Jovetic. Secondo me la viola deve dire, altrettanto comprensibilmente, che se Ljajic non rinnova verrà ceduto immediatamente e Jovetic resterà a Firenze sino a fine contratto.

    RispondiElimina
  77. Tre notazioni sparse: 1) il presidente del Catania ha smentito Maran e i giocatori sul fallo su Gomez e relativa prosecuzione del gioco da parte del Milan («Se l'arbitro non fischia bisogna rialzarsi e giocare!» ha detto l'amico di Galliani); 2) alla DS lo Zazzeruto stava cominciando un'invettiva contro i tifosi del Milan che avevano cantato a squarciagola per tutta la sera «Salta con noi grande Zanetti!», quando c'è stato uno stacco d'immagine su vecchi video del capitano dell'Inter, una lunga pausa imbarazzata, durante la quale la Milfona stava sicuramente mormorando truce, al coglione plurishampoato, «Ma che cazzo stai a dì?!», dopo di che chioma di bimbo ha ripreso un po' impacciato «Sì, stupisce... da parte di tifosi... solitamente eleganti, di gusto...» (la tifoseria più violenta e antisportiva d'Italia, con a carico quattro omicidi in vent'anni); 3) il Toro si salva con le ultime due partite facilmente addomesticabili, ha un portiere che è una frana e che se lo ammorbidisci non si capirà mai se l'ha fatto apposta o se era al naturale (c'è solo da sperare nel garrinchino, che al naturale è matto e dunque se la gioca sempre).

    RispondiElimina
  78. Sopravvisssuto29 aprile 2013 16:51

    CHIARI,anche io gestirei la complessa situazione contrattuale del duo plavo come hai digitato te ma credo anche che Ramadani sappia che DV non cede a ricatti,quindi non mi sembra possa continuare a tenere il coltello dalla parte del manico; per noi tifosi la speranza è che Wolski ricalchi le ombre dei due "ic",accontentandoci di una squadra che finalmente non dipende da nessuno,se non dall'ottimo funzionamento del centrocampo. Temendo di non essere mai abbastanza felici non lo si è mai,questo a volte appare di noi tifosi viola...Quel che sta succedendo tra Jovetic e Liajic dimostra che spesso il gregario è un gerarca mancato. BLIMP,mi sarei aspettato un Pulvirenti pugnaceo come contro la Juve che assediava il guardalinee e invece esce fuori un cazzo-pieno-di-acqua che va contro la sua stessa squadra!Cosa dovremmo attenderci da uno che ha 500 milioni di debito con la sua compagnia aerea,ha 200 dipendenti che attendono il loro destino,deve 5 milioni di emolumenti mai dati all'ex Direttore Sportivo e che quando parla avrebbe bisogno di un Delio Rossi che vada giù pesante...sempre detto io...Delio aveva una marea di bersagli,ha sbagliato mira...ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah.

    RispondiElimina
  79. Non proprio plavi,comunque ex jugoslavi.

    RispondiElimina
  80. Chiarificatore29 aprile 2013 16:57

    Ludwig, i tuoi riflessi condizionati pro-pranda, anche quando fa della retorica da quattro soldi e poco pensata, ti hanno fregato un'altra volta. Ti chiedo, se tu adottassi un bambino africano gli indicheresti Balotelli come modello comportamentale? Io no. Gliene indicherei molti altri di italiani ed italiane ( ne abbiamo anche una che da ieri è Ministro della Repubblica) di origine africana mooooooolto diversi da Balotelli e soprattutto non arroganti, prepotenti ed indisciplinate teste di cazzo come lui.

    RispondiElimina
  81. Su Balo si sono sprecate le colonne-contro, quando era all'Inter (bersaglio delle altre due strisciate, allora a morder la polvere, in società caciarona, sulla quale è facile inventar polemica) e quando era in Inghilterra (bad boy conclamato, tanto è all'estero chi se ne frega, italiano vero non è mai stato ecc. ecc.). Da quando è arrivato al Milan, invece, estasi! Incompreso, un buono da capire dentro, martirizzato dagli arbitri, oggetto di vergognose campagne razziste (ma quando era all'inter: «Che, non si può fischiare o bueggiare lui perché è nero? Ma allora è razzismo al contrario!»), Don Mazzi che vuole parlargli, Cucci e Zazzera convertiti, un calcio di rigore, ininfluente e qualunque, sezionato alla moviola cinquanta volte come fosse il colpo di testa di Pelè nella final del '70...

    RispondiElimina
  82. Blimp, Cerci contro il Milan ho idea che non finisca la partita.

    RispondiElimina
  83. Non mi sono spiegato bene, Blimp: Cerci domenica, se corre troppo, vede un bel cartellino rosso (proteste, fallo di reazione, calcio in culo a qualcuno con la maschera di De Ceglie, qualcosa si inventano)

    RispondiElimina
  84. Caro Anto, se è per quello c'è solo l'imbarazzo dello scandalo, per l'arbitro designato (vedrai che sarà un paria che deve far carriera, mentre noi avremo il big schiavo di Fester).

    RispondiElimina
  85. LZ quella di Balotelli è da archivio. Sei irrecuperabile. Se un giorno Prandelli dicesse che gli piace mangiare la merda verresti fuori col fatto che in fondo la mousse di cioccolata è abbastanza simile all'apparenza.

    RispondiElimina
  86. Jordan, il finale del tuo post è comunque sempre inconcutibile ma cosa avrebbe detto e dove, Lud, su Balo?

    RispondiElimina
  87. Ho detto e confermo che Balotelli può avere una grande importanza in una politica di integrazione razziale.

    RispondiElimina
  88. I ragazzini di colore si possono identificare in lui, gli amici invece di chiamare il ragazzo di colore con termini dispregiativi lo possono soprannominare Balotelli.

    RispondiElimina
  89. Copio e incollo: " 29/04/2013 15:37:00 ludwigzaller, ginevra
    Non c'è dubbio che Balotelli possa essere un simbolo per molti ragazzini extra comunitari che vivono in Italia e che lo vedono alla guida dell'attacco azzurro. Dunque una soluzione che va contro le tentazioni razziste di un paese che non ha ancora completamente imparato ad essere multi etnico. Di Balotelli di quindici o sedici anni è piena l'Italia, ragazzini orgogliosi e in gamba, ma pieni di insicurezze e talvolta aggressivi. Supermario può essere per loro una fonte di identificazione e fornire certezze che la scuola e la famiglia non danno." Se si identificano in Balotelli stiamo freschi. ma l'ha detto Prandelli...

    RispondiElimina
  90. Sul fatto che Balotelli possa essere di aiuto per l'integrazione razziale delle giovani generazioni sono perfettamente d'accordo, sul fatto che possa essere un esempio positivo nutro parecchi dubbi, ma magari mette la testa a posto (comunque Cassano - per esempio - mi sembra peggio).

    Comunque in Nazionale viene convocato (lui come El Shaarawy, che invece mi sembra avere la teta già a posto, a parte la cresta) perché è l'attaccante italiano più forte (insieme a El Shaarawy, di nuovo).

    RispondiElimina
  91. Chiarificatore29 aprile 2013 19:05

    Balotelli ha avuto vicende familiari travagliate che meritano tutta la nostra comprensione e tutta la nostra solidarietà, Ludwig. Altra cosa però è il personaggio Balotelli oggi, che io non indicherei come modello comportamentale a mio figlio, mai, e tanto meno, come dici tu, per fargli da Balotelli "fornire certezze che la scuola e la famiglia non danno" ( questa me la devi spiegare). Più in generale preferisco indicare altri modelli, magari meno fortunati sul piano delle doti innate fisiche e tecniche, ma più ammirevoli per la loro capacità di emergere nonostante ciò.

    RispondiElimina
  92. Nessuno discute sulla legittimità della convocazione, è il leggere che può essere fonte di identificazione e fornire certezze (?) che scuola e famiglia non danno che mi sembra enorme.

    RispondiElimina
  93. Quelli squallidi ma esilaranti cazzoni dello Pseudosenese e del Dubbio sono ritonfati su Corvino, con un giorno di anticipo sui tempi normali di cloaca: la gran Viola d'annata deve loro dar fitte lancinanti alla milza... Con balle gigantesche, peraltro: Jovetic fu pagato 8 milioni e non 10, che lo volessero tutte le big d'Europa è falso, del resto lo Pseudosenese, al pari di Giubba di Merda, sapeva un cazzo chi fosse quando arrivò (e alla prima uscita per novanta minuti, contro il Bologna, disse che da quel ragazzino non sarebbe mai venuto fuori niente di indimenticabile... ahahahahahahahahahah!), e comunque se così fosse stato allora gran merito di Corvino per averlo strappato a squadre tanto prestigiose (il Marco mamboide la logica sa una sega che sia). Cercinho era ambito per 4 milioni, dopo un anno e da svincolato chissà perché l'avremmo preso noi piuttosto che altri... Ora vale 10 milioni almeno, ma no, Corvino ha scazzato anche lì... ahahahahahahahahahah! Ljajic, che presentai entusiasticamente su cloaca (come del resto Jojo, come del resto Nasty, tanto che per le mie conoscenze di calcio slavo, in effetti frammentarie e dovute ai miei viaggi di lavoro, quell'intrepida testa di cazzo del Dubbio pensa che io sia Dragovan Sekularac alias Drago... ahahahahahahahahahahah!), fu tenuto a mollo dal Giubba di Merda che ne ritardò l'esplosione (Miha lo rispolvera, lui non risponde in effetti come deve dopo un po', e infine Delio lo affossa, come col Cercinho). Si dice che il compito primo di un DS non è fare plusvalenze: ma Corvino non ci aveva fatto addirittura perder denari (ahahahahahahahahahahahah!)? Anche qui, logica a ramengo. Il mercato di Corvino nel suo ultimo anno e mezzo di gestione soffre proprio dell'impossibilità di realizzare quelle plusvalenze che gli vengono rimproverate come ossessione dai coglioni, dal momento che ADV, per affetto per i maialini che non vuol macellare e per paura di metter troppa carne al fuoco (a voler continuare metafora) dopo la stracazzata con calcio in culo a Giubba di Merda, gli impedisce di vendere i cinque senatori bolliti che quel demente dello Pseudosenese sempre ha difeso e vorrebbe tutt'oggi in maglia viola (Gila miglior attaccante in attività, Mutu per sempre, dopo Montolivo non verrà nessuno di meglio e cazzahe consimili). Come Jordan cerca di far comprendere allo scacchista ipodotato mentalmente, sono buoni tutti a dire che Ljajic è un ganzo adesso, che Jojo lo vuole mezzo mondo, che Cerci non è la pippa fantasmagorica che l'incompetente totale del Marco mamboide diceva (e dice ancora: ahahahahahahahah!) che fosse. Lo scacchista del cazzo è l'uomo dell'ovvio, è la fava del dopo: è nel prima che si vede il sapere, però, e per questo si prendono anche cantonate, come hanno fatto tutti i DS. Corvino ne ha prese negli ultimi mesi di sua permanenza in viola e perciò, giustamente, è stato silurato dai DV che a lungo l'avevano pregiato e onorato. E adesso aspettiamo lo scoperchiamento notturno della bara del Vampirone Cincimorto, il quale per rapido esaurimento del bonus di insulti banali e coglioneschi, di argomenti preistorici, di cazzahe da simpatizzante che non vede le partite e non ha mai calciato un pallone, chiuderà ufficialmente la finestra di relativo interesse per la striscia delle pagelle cloacali.

    RispondiElimina
  94. Ve lo spiego volentieri. Ho insegnato a scuola fra l'altro. E mi sono reso conto che dietro il bullismo ci sono ragioni complesse e profonde insicurezze. Un ragazzo un po' irregolare preferisce un modello come Balotelli, che peraltro non è completamente negativo, visto che in fondo mi pare un bravo ragazzo che ama la famiglia adottiva e si allena seriamente. E in nazionale fa benissimo.

    RispondiElimina
  95. Se al ragazzo irregolare indico come modello un giocatore regolare la identificazione non scatta, se il modello è un po' trasgressivo ma in fondo positivo credo sia meglio.

    RispondiElimina
  96. Leo come hai fatto per tornare col nick in viola? Ero registrato anch'io ma Disqus non mi riconosce più; eppure la password la ricordo. Ah, a proposito di password e privacy violate, se volete entrare nell'account di Ludwig la password è "cesarepersempre"

    RispondiElimina
  97. Non mi sono sintonizzato con nessuno, sono cose che penso da tempo e derivano da esperienze dirette. Balotelli mi pare faccia benissimo sia col Milan che con la nazionale. La sua simpatia scaturisce dagli ottimi europei nel corso dei quali gli italiani l'hanno riscoperto dopo il biennio inglese. In quel caso si è reso protagonista di atti di amore filiale verso la madre adottiva francamente commoventi. Naturalmente è border-line e trasgressivo ma anche Elvis, Mick Jagger o Steve Mc Queen non erano stinchi di santo e piacevano ai giovani proprio per quello.

    RispondiElimina
  98. Africa 3


    C'entra un cavolo, ma un mio amico, che lavora qui con me, dice sempre: razzista? Un son mica io che son razzista, son loro che son neri...!



    Lele

    RispondiElimina
  99. Ecco, Lud, stai cadendo in pieno nel trappolone rossonero, ma ci cadi volentieri visto che è anche un trappolone giubbesco. Balo è malato e deve essere curato (ben meglio se ciò fosse stato fatto in età della crescita), il resto sono moralismi d'accatto o campagne-simpatia per vecchie casalinghe.

    RispondiElimina
  100. Chiarificatore29 aprile 2013 20:26

    Mi sembra che più vai avanti più di ingarbugli Ludwig. Fammi capire, tu, simpatia e gusti artistici a parte, indicheresti a tuo figlio, come modelli di vita ,Elvis, Mick Jagger o Steve Mc Queen?

    RispondiElimina
  101. Chiarificatore29 aprile 2013 20:31

    O ai tuoi studenti?

    RispondiElimina
  102. Chiarificatore29 aprile 2013 20:33

    "Ti" e non "di" ingarbugli.

    RispondiElimina
  103. I giovani hanno bisogno di idoli almeno in parte trasgressivi perchè la giovinezza è di per sè trasgressiva e innovativa. Chi fa campagne pubblicitarie sa il messaggio passa meglio se chi lo comunica è un idolo dei giovani. Sono processi psicologici ben noti.

    RispondiElimina
  104. Caro Lud, questo è vero entro certi argini. Balo trasmette messaggi violenti o dissociati ed è creativo solo in campo: il resto è cerone, è belletto, di fattura mediaset. Non può essere equiparato a esempi quali quelli che porti. Aggiungo che c'è un briciolo di calcolo captatorio, nella tua idea di sfruttamento dell'immagine di Balo, che mi spiace, anche dal punto di vista pedagogico.

    RispondiElimina
  105. Chiarificatore29 aprile 2013 20:41

    Sempre peggio, Ludwig, ora stai mischiando le campagne pubblicitarie con la pedagogia. Riordinati un attimino le idee.

    RispondiElimina
  106. La prima parte del tuo discorso Blimp è opinabile, Balo esplode agli Europei e non era ancora rossonero. Il discorso del calcolo captatorio mi pare esagerato, ho solo detto che è un buon simbolo di integrazione, anche coi suoi difetti.

    RispondiElimina
  107. Io indicherei come modelli Mark Knopfler,Del Piero,Maldini,Ranieri,Gaetano Curreri,Mennea,Giovanni Paolo II,Spinelli e Rossi da Ventotene,Rui Costa,Doctor J,Larry Bird,Drazen Petrovic,Dalipagic,Meneghin,Scirea,Messi,Valero,..................seguono altre migliaia di individui. Mai Balotelli. Nisba,niet,no.

    RispondiElimina
  108. Chiarificatore29 aprile 2013 20:52

    Il Sopra qui sotto ha completato il mio pensiero.
    Anche come simboli di integrazione ne preferisco altri, magari meno dotati fisicamente e tecnicamente da madre natura, ma più ammirevoli per essere arrivati
    lo stesso.

    RispondiElimina
  109. Lud, ma cosa c'entra mai il valore calcistico (peraltro, una grande partita soltanto agli Europei, poi ritorno nel grigio-City) col discorso che stai/stiamo facendo?

    RispondiElimina
  110. Come sia veramente Balotelli io non lo so, ma nessuno di quelli che lo vedono dal di fuori e per i quali dovrebbe essere esempio nell'aberrante conclusione di LZ lo sa. Quello che conta è quello che fanno apparire o che lascia che appaia come immagine di sè, che è l'immagine di una gigantesca testa di cazzo senza limiti, senza rispetto per nessuno, proprietà o individui, maschi o femmine,che spregia il denaro che madre natura gli mette in tasca. Non so se è malato come dice il Colonnello o se è soltanto un coglione completo senza freni, o se solo gli piace far finta di esserlo (ma anche questo sarebbe da psicanalisi) ma volerlo fare assurgere a modello per i giovani è roba da manicomio. Che lo dica il prete di Orzinuovi perchè gli conviene blandirlo per i suoi scopi calcistici può essere non giustificato ma capito, che lo dica un altro lo si può spiegare solo con un credo religioso cieco ed assoluto.

    RispondiElimina
  111. A proposito di Jovetic e Liajic,segnalo:29/04/2013 21:48:24
    Luca, Emirates Stadium
    x Marco siena: Il problema degli acquisti nel calcio sono le punte, i difensori li trovi forti anche in due mesi. I problemi sarebbero nati se dovevi comprare ljaijc che sarebbe costato 20 cucuzze o rossi sano (altri 20 cucuzze). Vuoi la sintesi? Grazie corvino per averci portato le punte 2 anni prima che ci servissero.

    RispondiElimina
  112. A quello che ha detto Leo, aggiungo l'incendio doloso della sua casa di Manchester, le magliette del Milan indossate in davanti alle telecamete quando giocava ancora nell'Inter, le freccette dalla finestra lanciate addosso ai ragazzi delle giovanili del City...
    Lele, ok, anche senza pensare ai soldi, io non vedo Agazzi superiore a Viviano, sono due portieri molto differenti, ma per me il livello è quello, addirittura preferirei Viviano se si riavvicinasse ai pur non stellari livelli pre-infortunio

    RispondiElimina
  113. "non riconosce un figlio se non dopo la prova del DNA": non ho seguito, ma mi pare l'unica cosa saggia che ha fatto, nel caso.

    RispondiElimina
  114. Deyna se intingi il biscotto nella Fico (non ci sono doppi sensi) è chiaro che lei non lo faccia per giurarti eterno amore, se rimane incinta, non fare quella pantomima "non è mio, è una cattiva ragazza, mi vuole incastrare....." questo oltre che di fuori è pure scemo col botto!

    RispondiElimina
  115. Che ne sai tu della fila della Fico (o della fica della Filo?), ti sarebbe garbato avere il numerino anche a te, vecchio porco!

    RispondiElimina
  116. A parte le battut(acce) mi sembra ci si spenzoli un po' troppo a giudicare eventi che conosciamo abbastanza poco. Ha fatto ben di peggio che pretendere la prova del DNA da una ragazza con la quale ha avuto rapporti e non è stato certo il primo a volerci veder chiaro, Maradona s'è trascinato in tribunali per anni. Caso mai lo stile è stato quello del solito "gentleman". Ma chi nasce coatto, coatto morirà, e meno male che sarà un esempio per i giovani!

    RispondiElimina