.

.

venerdì 26 aprile 2013

L'ingrediente base

Un Batistuta che gira per Firenze così poco disponibile non è una bella cosa, per di più insieme alla sua Irina che per noi fa tanto Supercoppa italiana, mi è sembrato svagato, come se avesse dimenticato la storia, oppure la storia la conosce benissimo e allora quale occasione migliore del 25 aprile per liberarsi di noi. No, non ci voglio credere, è come quando devi preparare una ricetta, apri il frigorifero e ti manca uno degli  ingredienti base, Bati s’è dimenticato il passato, ma non quello di pomodoro, allora mi verrebbe voglia di perdere anch’io la memoria e gridare alla tele, in camera, “non te amo più”. Sarà il pesce che mangio, sarà che tendo geneticamente a non sversare certe emozioni dalla scatola nera dei ricordi, e così mi tocca continuare ad amarlo pur davanti a quella mancanza di sensibilità verso la sua città, forse il bomber ha fatto ponte con certi suoi ricordi, e io che lo faccio oggi, di lui però non dimentico. E’ scappato via come un ladro, rasente ai muri, come se ci avesse rubato l’affetto, un po’ imbiancato, è mancato un ingrediente base in questo nuovo incontro, Batistuta ha sbagliato un gol facile, di quelli a porta vuota, bastava appoggiarla dentro, come si dice quando i grandi giocatori invecchiano, che comunque il senso del gol non lo perdono mai, a lui no, evidentemente a lui non è rimasto, non gli è rimasto niente attaccato addosso? E’ Possibile? E’ possibile che scivoli in città con tutta quella indifferenza, che abbia trattato come un fastidio quello che invece è grandissimo affetto, ma siccome l’assassino torna sempre sul luogo del delitto,  voglio pensare che sia stato solo un momento, un crampo dopo tanto tempo che non tornava a giocare a Firenze, la tensione e l’emozione a volte giocano brutti scherzi anche a chi è abituato a saperle gestire, non sono convinto che Bati abbia avuto un crampo, ma da innamorato ferito tendo a credere quello che mi fa meno male. Un Batistuta in maschera, è come se avesse avuto la testa a un carnevale famoso, scappato via dall’affetto della sua gente come un Edmundo qualsiasi, si, è mancato il sapore di un ingrediente base a questo piatto per l’ospite inaspettato, caro Bati è mancato quel sapore che non hai saputo mettere te a questo nostro incontro, come se l’Arno non scorresse più sotto i ponti, oppure se al nostro campetto ci chiudessero la porta San Frediano. No, non è un modo di dire trito e ritrito, il tuo incontro ci ha deluso un po’ perché non si può fare un trito che si rispetti senza avere cipolla, sedano e carote, e dal campo dove coltiviamo i nostri sentimenti, questa volta ce lo mettiamo noi per te, e così raccolgo le carote che non possono mai mancare e che amo anche perché ti colorano la vita, ma la prossima volta portati dietro tutti gli ingredienti.

35 commenti:

  1. Ljajic, Torres, o chi per lui, Giuseppe Rossi più un quarto attaccante e Toni: possibile. Ljajic, Torres, Jovetic, Rossi: improbabile per ingaggi e sacrificio in panchina di giocatori ambiziosi. Anche inutile direi, almeno nella nostra dimensione. Se parte Jovetic arriva un centravanti classico che se la gioca con Adem e Rossi. Se Jovetic resta il centravanti sarà un giovane o un esperto rincalzo. Augh ho detto.

    RispondiElimina
  2. LUD,io vedo Rossi e Liajic in campo insieme,con un centravanti .GUBERNATOR,nostalgia canaglia? Bati non è mai stato un vulcano di empatia,un compagnone dei tifosi,mai;schivo si,umile nella sua grandezza si e quindi non mi ha meravigliato molto il suo atteggiamento,magari frutto di un momento,di una situazione,di affari che lo ponevano in una accezione negativa;nel famoso 2-2 di Roma-Fiorentina(pioggia battente,gol di Robbiati con pennellata su punizione)lo incontrai il sabato prima all'hotel Degli Aranci,ai Parioli e fu disponibile:avevo(ed ho)6 quadernoni di ritagli della stampa dal suo primo passo in Italia...cose che neanche lui sapeva!)e davanti ad una spremuta affermò "Per i tifosi incontrare un calciatore è L'INCONTRO,mentre per noi sono GLI INCONTRI,spesso uno dietro l'altro e non sempre siamo nella condizione di volerlo fare...".Cosa dire? Nulla se non che 100 Montolivo non valgono ne Batistuta ne la sua memoria!!Una news di stanotte:Sabella chiederà di naturalizzare argentini Mesto e Pasquale......ah ah ah ah ah ah ah ah...DEYNA....il bulugnes' provoca tirando fuori dal mazzo degli onesti pedatori...credo sia quello il livello di standard calcistico del giornalista.....

    RispondiElimina
  3. Ciò sarebbe possibile solo cambiando la posizione di Ljajic e arretrandolo. Nel tridente attuale occorre infatti tener conto che un altro titolare fisso è Cuadrado. Quindi restano comunque due soli posti a disposizione. A centrocampo Ljajic potrebbe insidiare giocatori come Mati o Aquilani. In ogni caso sottolineo che la squadra è fatta da undici titolari. Se si mette una punta in più si deve sacrificare un centrocampista. Ritengo fra l'altro Cuadrado titolare inamovibile.

    RispondiElimina
  4. Non ho capito questo articolo di Pollock. Cos'ha fatto Batistuta di riprovevole? Lo chiedo non con retorica ma proprio perché non essendo di Firenze non ho capito cosa ha fatto. A parte questo pongo una domanda aperta a tutti. Ma leggendo le quotazioni degli attaccanti definiti "top player" di oggi nel mercato attuale quanto potrebbe valere Omar Gabriel Batistuta? Secondo me non meno di 80/90 milioni (presumo un 50% minimo sopra al valore di Cavani quotato 62).

    RispondiElimina
  5. Batistuta varrebbe moltissimo, noi siamo stati bravi a prenderlo al giusto prezzo. Lui bravissimo a migliorarsi con la applicazione quotidiana e gli allenamenti individuali. E' arrivato che era una forza della natura, ma tecnica ne aveva poco. Nel momento di piena maturità aveva imparato a giocare per la squadra e arricchito molto il proprio bagaglio tecnico. Fu poi fermato da infortuni inguaribili.

    RispondiElimina
  6. Non so nemmen io cosa abbia fatto [o non fatto] il Bati in questi giorni fiorentini. Da giocatore, al suo apice, non so quantificare quanto potrebbe valere oggi economicamente, so solo che era forte quasi il doppio rispetto a Cavani [fortissimo, ma ancora lontano dal Re Leone, e con l'Uruguay non ha dimostrato quasi niente]. L'unico che potrebbe avvicinarglisi un po', specialmente se con la Colombia rivelazione farà un grande Mondiale, è Radamel Falcao.

    RispondiElimina
  7. Batistuta in questi giorni se l'è un po' tirata,diciamo così.Poca disponibilità o voglia nei confronti dei fiorentini....tutto qua.Attendo che la viola lo prenda come osservatore,com incarico per una bella punta...eh eh eh

    RispondiElimina
  8. Conferme africane




    Caro Pollock, capisco la tua delusione, che e' quella di tutti noi tifosi che eravamo sugli spalti in quei mitici anni batiani, ma non devi essere meravigliato. L'ho frequentato spesso, come Rui, e se loro erano l'emblema di quella grande Fiorentina, tra i due, tra l'altro molto amici a livello familiare, c'era un oceano di differenza. Rui passionale, fiorentino, stavi ora a parlare di calcio ed aneddoti, Bati distaccato, ma immenso , forse inarrivabile professionista nel vero senso della parola. Ed ad un professionista non puoi chiedere di piu', non puoi chiedere calore e tifo, solo impegno massimo, limite che lui spesso ha valicato giocando anche con infiltrazioni che poi hanno fruttato grandissimi problemi alle caviglie.

    Capitava che ad una cena riufiutasse di fare autografi, vedeva il calcio come un dovere a seguito dell'alto stipendio, non gli e' mai entrato nel sangue, per questo lo immagino anche con una minima sofferenza a fare foto con qualche tifoso. Il golf, per noi italiani un mostro sconosciuto, e' una scorciatoia per capire il vero carattere di una persona, sembra una cazzata ma li'esprimi veramente quello che sei, dovendo domare lo stress in un gioco complicato reso ancora piu' difficile perche'durante il perscorso non vai d'istinto, ma pensi..
    Bati e' persona educata e rispettosa, se entri nella sua sfera, pure simpatico, ma se parli di calcio, cambia discorso, si annoia, magari starebbe ore a vedersi lo swing, ecco che questo lo appassiona davvero. Io credo che vada rispettato perche' mai ruffiano, mai ha cercato di sembrare quello che non e', anche se e' vero che qualche piccolo sforzo potrebbe farlo, ma meglio chi, vero come lui, non estorci una parola lecchina nemmeno col cacciavite, che uno come il santino che invece qui e' tanto amato...

    Lele

    RispondiElimina
  9. Mi riferisco ad un video che circola in rete, dove al rientro in albergo con Irina, non si ferma a parlare ne con i giornalisti e ne con i tifosi che lo stavano aspettando. Tira dritto, insomma, scansando quello che evidentemente in quel momento riteneva un fastidio.

    RispondiElimina
  10. Capìto allora quello che è successo, o meglio quello che NON è successo, come pensavo...Per quel poco, pochissimo che ho conosciuto il Bati ai tempi, tramite amici argentini, confermo in toto quello che ha detto Lele. Il calcio da lui visto quasi esclusivamente come lavoro pensavo fosse una boutade, un gioco per scaricarsi dallo stress, e invece era proprio così, preferiva altro, o addirittura altri sport. Anche Osvaldo, di cui si parla sempre di più in chiave viola, pare sia un po' così. Anch'io preferisco una persona come il Bati, che professionalmente ha dato tutto pregiudicandosi anche la salute fisica, ad altre persone ruffiane e leccatifosi. Può non piacere la sua riservatezza e il suo non essere un malato di calcio, ma si è sempre mostrato per quello che è, con schiettezza.

    RispondiElimina
  11. Qua il calcio non c'entra più niente. Il tema è l'affetto.

    RispondiElimina
  12. Tanti auguri Orcio!!

    RispondiElimina
  13. Aggiungo anche che, a quel che mi ricordo, la moglie Irina era molto riservata e quasi infastidita per la mancanza di privacy e per "l'invadenza" dei tifosi [e delle tifose, aggiungerei...], probabile che essendo stato fermato dai giornalisti che l'aspettavano davanti all'albergo [da quel che ho visto ora] mentre era con lei, la cosa non gli sia piaciuta. Non ne farei un dramma comunque, altre volte è venuto a Firenze e ha salutato tutti, seppure non sia un campione di espansività, diciamo così.

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore26 aprile 2013 12:19

    Io, appena rientrato dall'estero, mi trovai in tribuna a poca distanza da Hamrin, quando nell'ultima sua partita in maglia viola Bati entrò in porta col pallone in occasione del suo ultimo gol che lo fece diventare, a spese di Kurt, il primo goleador viola di tutti i tempi. Lo vidi piangere in un modo intenso e diverso, che fece capire tutto, che se ne stava andando ma anche, nonostante tutto, del suo amore per la maglia viola.

    RispondiElimina
  15. Famose le sue dichiarazioni sul fatto che i tifosi prendessero per oro colato qualsiasi giudizio suo, anche folle o cretino con la motivazione: se l'ha detto Bati...

    RispondiElimina
  16. stefano vienna26 aprile 2013 12:41

    Certo che scoprire che il giocatore della Fiorentina che più ti ha fatto sognare in realtà preferisce il golf (o la caccia) al calcio, è un colpo duro da digerire. Ma forse se anche noi tifosi vivessimo il calcio con un pò più distacco, non sarebbe male. Meglio il golf comunque che la passione che ha in testa Osvaldo. Almeno per un giocatore della Fiorentina.

    RispondiElimina
  17. Ora un cominciamo a sputtanare Osvaldo già prima che venga! Eheheh

    RispondiElimina
  18. A me Osvaldo non piace più di tanto, credo sia sopravalutato.

    RispondiElimina
  19. Con Jojo all'Arsenal, si aprono interessanti prospettive:

    SZCZESNY

    MARIO FERNANDES RODRIGUEZ ORBAN



    CUADRADO PIZARRO ALONSO


    BORJA VALERO LJAJIC


    OSVALDO [NEGREDO] ROSSI


    [X, Roncaglia, Savic, Compper, Clasie, Romizi, Aquilani, Vecino, Wolski, Pasqual, Romulo/Piccini, Seferovic (ma meglio in prestito in A), Dybala]

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore26 aprile 2013 13:16

    Se voi foste Batistuta cosa amereste dell'Italia? La città e la maglia della squadra dove avete vinto uno scudetto ma siete stati una meteora o la città e la maglia della squadra che ( alla pari della vostra nazionale) vi hanno fatto diventare immortali nel mondo del calcio?

    RispondiElimina
  21. CHIARI,noi abbiamo l'anima viola,Batistuta biancoazzurra....Eppoi quello scemo di VCG a lui ha sempre promesso...promesso....promesso....senza mai mettere al suo fianco altri 7/8 fuoriclasse di caratura mondiale;e all'epoca ancora si poteva.

    RispondiElimina
  22. Osvaldo negli ultimi 4 anni, tra Espanyol e Roma, ha segnato 53 gol in 95 partite, senza contare gli assist e il costante movimento con cui mette in crisi le difese...A Firenze con Montella si esalterebbe, non ne vedo molti migliori di lui che siano anche abbordabili.

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore26 aprile 2013 13:27

    Secondo me il Bati non può non sentirsi addosso anche la maglia viola, caro Sopra. Fa parte di lui.

    RispondiElimina
  24. Condivido,CHIARI.

    RispondiElimina
  25. Testuale dall'Africa


    Non proprio, SOPRA, ricordo la presentazione della squadra a luglio l'anno che arrivo', tra gli altri, Chiesa. Ero dentro, con la squadra fuori non so quante migliaia di tifosi entusiasti e proprio Bati mi disse testuale: quest'anno non posso dire che il Presidente non abbia fatto gli sforzi promessi...Il problema fu che con quegli uomini il 433 era un obbligo, sarebbe stato dunque meglio un Montella o anche il nostro Malesani, piuttosto che il Trap. Squadra troppo lunga con Rui che bubava perche' costretto a fare anche il mediano.

    Lele

    RispondiElimina
  26. http://www.firenzeviola.it/?action=read&idnotizia=133544

    RispondiElimina
  27. Mi resta difficile parlare di Bati. L'ho amato per ciò che faceva in campo, mi ispirava poca simpatia per altri comportamenti, ad esempio quando non si presentava al raduno mandando certificati medici che parlavano di esaurimenti. Su come si poneva fuori dal campo con la città e i tifosi preferisco non giudicare perchè non l'ho mai conosciuto personalmente, però devo dire che ci sono rimasto molto male sentendo quell'intervista di qualche anno fa (la stessa a cui accenna Lud), in cui sembrava sbeffeggiare i fiorentini descrivendoli come delle fave che gli inviavano uova di Pasqua, e a dirlo è uno che pensa che inviare regali a qualcuno solo perchè proprio idolo sia veramente da fave.

    RispondiElimina
  28. "Breve parentesi su Viviano: 7,5 milioni è una cifra eccessiva per il riscatto ma, volendo il portiere giocarsi una chance di andare all'Europeo, la prossima stagione vuole giocare da titolare". Complimenti al giornalista, confondere Europei e Mondiali non è da tutti!

    RispondiElimina
  29. Ecco, Roncaglia fuori per problemi muscolari. Certo che sfiga, proprio ora che Sabella veniva a vedere la Fiorentina...

    RispondiElimina
  30. Un Batistuta filosofo con una visione distaccata degna di Marco Aurelio e una vena scettica circa gli eccessi del mondo del calcio non mi pare così male.

    RispondiElimina
  31. Certo una filosofia del tipo "io vi darò tutto sul campo, ma fuori dal campo lasciatemi in pace perchè voglio farmi i fatti miei" è più che rispettabile, però senza fans non esistono gli idoli, lui è stato strapagato proprio grazie agli eccessi che girano attorno al calcio e ogni anno chiedeva di esser pagato sempre di più. Ripeto, posso accettare che lui ritenga che avendo dato tutto in campo si sia meritato tutti quei soldi e non ci debba nient'altro, però credo che avrebbe dovuto risparmiarsi le esternazioni di quell'intervista.

    RispondiElimina
  32. Vicinanze pericolose africane


    No DEYNA, ho avuto occasione di vedere finalmente la partita col Torino e Savic, recidivo, se non mostra progressi importanti (scusa l'aggettivo che mi avvicina in maniera terrificante a..., scusa non lo faccio piu') deve stare fuori o cederlo. Per quello che ho potuto vedere, anzi intravedere,

    Hegazy per me sara' la pedina della prossima stagione. Poi, anche se noto che hai fatto una formazione di lingua spagnola, Negredo va anche bene, ma a che condizioni? Se costa un ventino come scritto, manco morto! Con meno si compra Benteke ed Auba, di molto piu' giovani.



    Lele

    RispondiElimina
  33. L'intervista è stata un episodio antipatico. Doveva tenersi per se' certe impressioni.

    RispondiElimina
  34. Savic ha grossi pregi, purtroppo non lo vedo adattissimo alla filosofia di calcio montellian-ispanica, e non è questione di moduli...Lo vedrei benissimo in una squadra che richiedesse intelligenza e "pensiero collettivo" minori - non dico proprio a marcare a uomo - anche nella juve attuale, per dire. Hegazy, dopo la perplessità iniziale dovuta a un amico burlone che mi aveva montato in dvd solo il peggio del peggio [che però esisteva], a me piace molto, e l'ho "scoperto" in Brasile-Egitto alle Olimpiadi, in cui tenne testa ottimamente a Leandro Damiao e Neymar. Anche nelle due partite giocate con noi mi ha molto colpito, per intelligenza. forza fisica, duttilità, e sicurezza. Dopo l'infortunio davo per scontato che lo mandino un anno a giocare, ma se si afferma subito da noi, meglio. Negredo: spero e penso si possa prendere con 16/17 milioni, ma ne vale la pena. Su Benteke mi astengo perché l'ho visto poco, ma Aubameyang a me non ha impressionato così tanto, e ho perplessità sul suo gioco negli spazi stretti italiani, e nelle sue capacità aeree.

    RispondiElimina
  35. Impressioni africane


    Hegazy impressiono'pure me in marcatura di Neymar, mica Giaccherini...per questo me lo aspetto tra i titolari a sgomitare. Auba per caratteristiche e stile di gioco rammenta, con le dovute ed ovvie proporzioni, Eto'o, mentre Benteke, che e' indubbiamente piu' forte, ricorda Weah per tecnica e velocita' ma piu'forte di testa. Essendo ancora acerbo ( ha gli anni di Seferovic o quasi) pecca in dinamismo, movimenti da punta consumata e nell'attacco degli spazi, d'altra parte proviene da squadre minori e questo Aston Villa e'misero, ma ha il tempo a suo favore non scordiamoci che Weah al top lo si e' visto dopo i 26/27. Per me se la testa tiene, sara' il centravanti craque europeo, a parita' di prezzo con Osvaldo, che prenderei di corsa, o anche piu' caro, non avrei dubbi. A parte Ibra, non esiste gente di 1.90 con quella tecnica, se ti ricordi il primo Adebayor, questo e' altra roba e se abbiamo possibilita' di prenderlo e'ora, senno'va dritto in un top club.



    Lele

    RispondiElimina