.

.

domenica 1 marzo 2015

Sono in forma sbagliante (e anche un'onda può ghiacciare)


Quello che hanno fatto i tifosi del Feyenoord a Roma, seguiti dai jihadisti Isis al museo Ninive di Mosul, non sono altro che le linee guida applicate dai nostri ministri della cultura. E di Governo in Governo, di macerie in macerie si è arrivati anche a Parma, con tre cambi di proprietà e cinque presidenti  in meno di tre mesi; ogni giorno a Collecchio pignorano qualcosa, panchine dello spogliatoio, computer, furgoni, apparecchiature mediche. Il tutto mentre c’è un frontaliere che si muove fra l'Italia e Slovenia che aveva promesso il pagamento degli stipendi entro il 16 febbraio, al 28 febbraio c’è solo qualche Jihadista mescolato ai tifosi del Feyenord, tutta gente di buona volontà che trovandosi bene tra le macerie del nostro calcio, aiutano gli ufficiali giudiziari a smantellare il centro sportivo. Galliani, distolto per un attimo lo sguardo dallo scadenzario dei giocatori a fine contratto, dopo lo zero a zero di prestigio a Chievo, sta pensando di partecipare all’asta dei palloni. E la Lega? La Figc? Seguono le linee guida tracciate dai ministri della cultura, con un comunicato che recita: “il sistema di controlli del calcio italiano è fra i più efficienti d'Europa" e che "d'ora in avanti la vigilanza sarà ancora più rigorosa" (si dice che l’abbia scritto Lotito in latino e che ci possa essere stato qualche problema di traduzione). I giocatori del Parma sono sulle barricate (non riscuotono da 7 mesi e sostengono che il comunicato l’abbia scritto Woody Allen), minacciano lo sciopero, e per solidarietà le squadre di A potrebbero entrare in campo con 15 minuti di ritardo. Come dei comuni pendolari in arrivo alla stazione di Santa Maria Novella. Insomma, una montagna di debiti nascosti sotto il tappeto, difficili da trovare anche per chi ha un sistema di controlli tra i più efficienti d’Europa (chi è che oggi si prende più la briga di sbattere i tappeti?). A me sembra comunque strano, sarà che ho un tappeto troppo piccolo, o forse solo che non riesco a nascondere niente, neanche un ricordo, che c’è subito una canzone che lo ritrova. Magari una di Gino Paoli, anche lui con qualche problema di nascondigli. E’ così che poi diventano quattro amici al Tar. E prima di andare a provare a vincere a Milano devo fare una considerazione amara, ripenso a quando ci lasciarono fallire perché allora ancora non c’era un sistema di controlli tra i più efficienti d’Europa. Il fax colombiano che non arrivava mai non trovò la solidarietà neanche tra i narcotrafficanti del cartello di Medellin. Neanche 5 minuti di ritardo ci dedicarono. E’ proprio cambiato  tutto, e forse è per questo che nel calcio danno fastidio le persone che sorridono come Montella, ma che cazzo avrà mai da sghignazzare, gli stadi sono vuoti, le partite iniziano in ritardo, ci sono i Della Valle e il Carpi a rompere i coglioni. Era meglio quando era peggio. Le società potevano fallire senza che ci fossero tutti questi sistemi di controllo così efficienti, insomma, cinquant'anni fa avevamo la televisione in cucina, adesso abbiamo la cucina in televisione.
.



167 commenti:

  1. Oggi sarà durissima. Soprattutto per la mancanza del Pek; ma giocando ogni 3 giorni, con squadre molto forti ( Inter, Juve, Roma e Lazio) per campionato e coppe, il turn over non solo é auspicabile, ma assolutamente necessario.

    RispondiElimina
  2. E l'allenatore, pagato lautamente, spero ne capisca ( ma ne sono certo) più di noi che ci occupiamo d'altro. Anche se alle volte qualcuno se ne scorda

    RispondiElimina
  3. Belvaromana571 marzo 2015 10:52

    Ho visto le ultime partite dell'Inter
    in campionato. Va meglio di prima. Guarin da quattro gare è in forma smagliante. Gravitera' sul nostro centro sinistra. Chi c'é là? Badelj e Pasqual mi pare

    RispondiElimina
  4. Belvaromana571 marzo 2015 10:54

    Stamattina saggiati al bar gli umori romanisti sul sorteggio.
    Non c'é la solita baldanza anche se temevano di più il Napoli.
    Non hanno molta fiducia nei loro giocatori

    RispondiElimina
  5. Stefano Vienna1 marzo 2015 11:46

    Le motivazioni contano spesso piu' delle qualita', anche di questo spesso ci si scorda. A Firenze e a Casetta d'Ete. Anzi dubito che a Casetta d'Ete si siano Mai posti il problema.

    RispondiElimina
  6. Stefano Vienna1 marzo 2015 11:52

    Non sono d'accordo, le grandi squadre non fanno turnover, non nelle dimensioni assurde di domenica scorsa. Per cosa poi? Una andata di Semifinale di Coppa Italia? Il Turnover una societa' seria lo Fa in Coppa Italia, non in campionato. Ma purtroppo la proprieta' Latita e/o delega.

    RispondiElimina
  7. Sopravvissuto1 marzo 2015 12:23

    Gennaio/febbraio 2014, alcune frasi di tifosi della Fiorentina, rilevabili sui siti o blog (anche questo) :
    - "Perché MONTELLA fa giocare sempre gli stessi?",
    - "Perché Montella non prova i panchinari, non li saggia...?",
    - "Cosa abbiamo a fare una rosa con 20 giocatori quando giocano sempre gli stessi 13...",
    - "Li sta stroncando (i "titolari") facendoli giocare sempre...",
    - "La Coppa Italia é più alla portata, perché non far riposare quelli determinanti?"
    - "Se MONTELLA gestisse meglio i cambi e il turnover...".

    Io molti tifosi li ritengo veramente tifosi. Tifosi. Solo tifosi....null'altro.

    RispondiElimina
  8. Sì, però c'è turn over e turn over...Che senso aveva ad esempio, con una difesa non irresistibile come la nostra, lasciare fuori col Toro un riposatissimo e giovane Savic?

    RispondiElimina
  9. Queste dovrebbero essere le cifre del riscatto di Salah:

    http://www.violanews.com/calciomercato/ecco-quanto-costera-riscattare-salah-20150301/

    RispondiElimina
  10. Il pessimista vede il bicchiere mezzo vuoto. L'ottimista vede che il bar è ancora aperto

    RispondiElimina
  11. Secondo me Montella sta letteralmente pensando di avere 2 squadre che quasi si equivalgono. E per far ciò li prova tutti. É un'impresa ardua. A volte turnare può essere deleterio. Io un Gomez e un Savic difficilmente li terrei fuori. Vedremo. Per ora mi accontento anche di una squadra e mezza

    RispondiElimina
  12. Babacar in molte partite può fare quanto e più di Gomez, che preferisco ancora però per le grandi sfide, soprattutto a livello internazionale. L'esperienza e l'abitudine a vincere non sono acqua. Però mi sembra che la direzione sia proprio questa, Baba gioca in campionato, Marione in EL e negli scontri diretti di coppa italia.

    RispondiElimina
  13. Savic invece attualmente è diventato insostituibile, se manca la differenza si sente eccome...

    RispondiElimina
  14. L'ottimista vede il vuoto mezzo bicchiere.

    RispondiElimina
  15. Stefano Vienna1 marzo 2015 12:49

    Turnover, ma chi decide le priorita'? Un dipendente o la proprieta'? Eppoi, quali sono le priorita'? Un sedicesimo di EL, una semifinale di Coppa Italia? Oppure un posto in CL che vale almeno una 30 di milioni e che permetterebbe di fare il Salto di qualita'?

    A parte che tenere fuori Savic e Salah e pure l'ultimo Gomez griderebbe comunque vendetta.

    RispondiElimina
  16. A me sembra che tentare di vincere un trofeo sia una priorità imposta dalla società e personalmente sono pure d'accordo. Poi, sul fatto che Savic è Salah, che sono giovani, possono giocare di più sono d'accordo. Il turnover va fatto soprattutto con Pizarro, Joaquin, gli esterni sinistri e magari Gonzalo e gli altri interni. Comunque la scelta di far giocare a Gomez le partite più delicate e ad eliminazione diretta, lasciando Babacar al campionato, mi pare sensata.

    RispondiElimina
  17. che l'EL sia una priorità per la proprietà è stato più volte ribadito dalla stessa proprietà, quindi prenditela con loro.

    RispondiElimina
  18. comunque non vi preoccupate: con Mati rotto, Aquilani sempre in bilico e Valero acciaccato, tanti problemi avremo ma non di sicuro quello di un eccessivo turnover, almeno a centrocampo. Quindi le vinceremo tutte, giusto?

    RispondiElimina
  19. Riflessioni geografiche ad ovest dell'asticella

    RispondiElimina
  20. Stefano Vienna1 marzo 2015 13:38

    E infatti con loro me la prendo.

    RispondiElimina
  21. sostenevi che l'EL fosse una priorità per Montella a spese della proprietà...

    RispondiElimina
  22. I contrati sono depositati in Lega, non son segreti, se tutta questa banda di giornalisti fancazzisti invece di farselo raccontare da questo e da quello andassero a vedere non ci sarebbero dubbi. Io son vecchio e sono in pensione e non ci vo, però non mi metto a raccontar cazzate.

    RispondiElimina
  23. A Mohamed Salah sono bastate poche settimane per
    conquistare la Fiorentina e tutta Firenze. 139 minuti in Serie A, due
    gol e un assist. 180 minuti in Europa League e una rete importantissima
    contro il Tottenham, per mettere il punto sul passaggio della sua
    squadra agli ottavi di finale. Montella se lo gode, la piazza viola si
    stropiccia gli occhi. Quei tifosi così dispiaciuti per l’addio di
    Cuadrado a gennaio ora abbracciano il loro nuovo gioiello. A Londra,
    Momo non trovava spazio; da qui la decisione di partire verso un nuovo
    club che puntasse davvero su di lui. Pochi giorni dopo il suo arrivo in
    Toscana il primo gol contro il Sassuolo ed un nuovo coro dalle tribune
    del Franchi tutto per lui: “Siam venuti fin qua per vedere segnare Salah”.

    Un’operazione decisamente riuscita dalla società di Della Valle, che
    si è assicurata l’egiziano in prestito fino alla fine del campionato.
    Cinque mesi per convincere e per aiutare la Fiorentina (ancora in corsa
    su tre fronti) a raggiungere gli obiettivi della stagione. In più, la
    possibilità di allungare il prestito per un altro anno, versando nelle
    casse del Chelsea un milione di euro e continuando a pagare lo stipendio
    del giocatore (come già sta accadendo oggi). Un riscatto definitivo,
    però, non sarà possibile la prossima estate: per assicurarsi le
    prestazioni di Salah, la Fiorentina dovrebbe pagare nell’estate del 2016
    ben 18 milioni al club di Abramovich (sedici più bonus legati a
    traguardi facilmente raggiungibili, come un numero basso di presenze e
    il raggiungimento della qualificazione alla prossima Europa League); in
    attesa della decisione definitiva, Firenze continua a godersi il suo
    nuovo pupillo. Sognando in Italia ed in Europa. (gianlucadimarzio.com)

    RispondiElimina
  24. Mezza Europa dietro al mi' omo... dopo il rinnovo non ci si mette a sedere per meno di 18 cucuzze...

    RispondiElimina
  25. Belvaromana571 marzo 2015 14:32

    Rosi e Kurtic giocheranno oggi?
    Io spero di no ma se vince con loro in campo Montella è un drago

    RispondiElimina
  26. Sopravvissuto1 marzo 2015 14:36

    Pensare chi ci sia "dietro" il turnover, immaginare quali alchimie governino la mente dell'allenatore della Fiorentina- tale Vincenzo Montella- credo sia superfluo, vano.
    Il mister ha già dimostrato con Marin, Rebìc, Richards, Basanta, Badelj, Aquilani, Babacar, che decide lui (li osserva ogni giorno!), che sa lui il momento giusto per inserire (o giubilare) un calciatore.
    Continuiamo a discutere del pareggio con il Torino, del turnover attuato domenica scorsa quando in altre gare c'erano state scelte discutibili (sicuramente non turnover massiccio) poi ingoiate con risultato che ci ha sorriso; personalmente io vedo che la Fiorentina sta operando sulle partite in modo "hic et nunc".
    Molti di voi hanno sostenuto l'elegibilitá di Babacar e oggi é sbagliato tenere Gomez a casa? Avete dimenticato che Gomez é stato quasi sempre a casa e se siamo dove siamo (in corsa su due coppe e quasi in lotta per 3o posto in campionato) é anche perché avevamo Gomez in fase pit-stop lunghissimi? E Montella ha sopperito all'assenza di Gomez ruotando schemi e uomini?
    Puntualizzo: un posto in CL (preliminari!) vale-anche uscendo- circa 8 milioni di euro. Per prenderne 30 (di cocozze) bisogna fare un girone a 4 in prima fila e andare avanti....
    Andare in finale di EL comporta incassare circa 10/12 milioni (vincerla 15 cocozze).
    Già superando il prossimo turno la Fiorentina avrebbe realizzato circa 7 milioni e più (oltre incassi).
    Più facile prendere "quei 30" o "questi 10/12"?

    RispondiElimina
  27. Bobby Caponata1 marzo 2015 14:43

    Lo dicevamo anche di Badelj prima che si "ambientasse"...

    RispondiElimina
  28. dopo gli ottavi potremo fare veramente i conti su EL e campionato. Guardando anche quante italiane resteranno in ballo e con quante probabilità di vittoria, dato che se una delle prime 3 in campionato vince l'EL, il quarto posto vale la CL...

    RispondiElimina
  29. Stefano Vienna1 marzo 2015 14:50

    Non arriveremo Mai in finale di Europa League, competizione assurda, visto il ripescaggio delle terze di CL, che appunto Grazie alla partecipazione alla CL fatturano di piu' e fanno di solito una campagna acquisti di rafforzamento. Anzi, magari in finale ci arrivi se fai i gironi di CL, viene poi ripescato in EL.

    Chi preferisce passar un sedicesimo di finale in EL ad un terzo/secondo posto in campionato, non sa fare i conti.

    Il dramma sembra che a non sapere fare due conti sia chi investe, ovvero la proprieta'.

    RispondiElimina
  30. Bobby Caponata1 marzo 2015 15:00

    Da calciomercato.com.. Respiro vita, mi dispiace usare le gufate per il Milan invece che per noi ma è più forte di me.

    milio80• 13:14 - 01/03/2015


    Ma
    avete guardato in faccia montolivo??ma le squadre che vengono a san
    siro hanno veramente paura di un ebete del genere?capitano indegno e
    ingrato

    RispondiElimina
  31. 289° gol in carriera per Luca Toni. Mi rendo conto di aver finito le parole per descrivere questo magnifico giocatore.

    RispondiElimina
  32. Sopra non fare il furbo con i calcoli pro domo tua. Superando il prossimo turno la Fiorentina avrà realizzato anche 7 milioni, ma 4 o 5già li ha realizzati quindi il doppio impegno con la Roma ne vale un paio, e un poco meno valeva in termini economici il doppio impegno col Tottenham. Non so se è più facile arrivare in finale di UEFA o qualificarsi agli ottavi di Champions. Credo siano abbastanza difficli tutte e due, ma la seconda vale tre volte di più. In termini di gloria vale vincere quindi di certo vincere l'Uefa è molto più importante che andare agli ottavi di Champions. Mi sembra però che vi perdiate in discorsi inutili. Non è in discussione il cercare di ottimizzare l'utilizzo di tutta la rosa, il che mi sembra ovvio, ma il come farlo. Qui fatto salvo il postulato che l'allenatore è più bravo e sa più cose di noi, ma fatto salvo anche quello, altrettanto importante, che di calcio si può discutere, se no si tira il bandone e si va tutti a fare altro, alcune decisioni paiono discutibili. A te no? o per te il secondo postulato non vale? Allora lasciaci fare i balocchi in pace senza dare tante bacchettate sulle mani come fa sempre il poeta. O ti sei iscirtto anche tu alla SdA II?

    RispondiElimina
  33. Basterebbe che i DV leggessero la ghita e già potrebbero risparmiare qualche milione di ingaggio per l'allenatore. Magari , oltre che leggerla, avessero anche i numeri di telefono e risparmierebbero anche su i DS.

    RispondiElimina
  34. Bobby Caponata1 marzo 2015 15:25

    ...poi come si fa a non criticare la dirigenza..

    RispondiElimina
  35. Perché un conto è commentare le scelte dell'allenatore( e siamo circa 50 MLN di allenatori in Italia), un altro é avere la certezza di essere superiori al 97% dei mister che prendono dei milioni per allenare le squadre in serie A. Ma quanto risparmierebbero le società ad ingaggiare noialtri?Io lo farei quasi a gratis. Son proprio dei coglioni questi prorpietari

    RispondiElimina
  36. Bobby Caponata1 marzo 2015 17:29

    E' un altro bel rimescolone.. http://www.violanews.com/news-viola/formazioni-inter-fiorentina-salah-in-panchina-titolare-ilicic-20150301/

    RispondiElimina
  37. Non ti aggregare al carro dei cazzari adoratori anche te, la malattia è proprio dura da estirpare! A me non far giocare Richards e Salah in una partita che può essere decisiva per la lotta per le posizioni europee è una cazzata e lo dico. Poi non esistono controprove e se si vince così avrà avuto ragione comunque. Se si perde ho tutti i diritti di mantenere la critica. Resta il fatto di base che, se si deve accettare tutto per il principio di autorità chiudiamo il blog e passiamo il tempo in altro modo.

    RispondiElimina
  38. Belvaromana571 marzo 2015 17:53

    Ah ah ah ha giocato uno dei due jolly

    RispondiElimina
  39. con Ilicic e Alonso ci deve esser qualcosa di sessuale dietro. Che li abbia visti pisciare?

    RispondiElimina
  40. Belvaromana571 marzo 2015 17:59

    Ah ah ah in effetti le mie amiche sostengono che Alonso è uno che piace.
    Ilicic lo vedo bene in coppia con Mortisia, quella della famiglia Addams

    RispondiElimina
  41. Bobby Caponata1 marzo 2015 18:02

    Io ci vedo un po'...
    https://www.youtube.com/watch?v=4pYY-ipjYo4

    RispondiElimina
  42. Sopravvissuto1 marzo 2015 18:02

    Beh...Offensiva!

    RispondiElimina
  43. ragazzi la concorrenza di Micah sta facendo bene a Tomovic...

    RispondiElimina
  44. per ora buoni tutti tranne Diamanti e Aquilani, per essere la Fiorentina B ce la stiamo cavando, però con questo Guarin sarà dura...

    RispondiElimina
  45. Belvaromana571 marzo 2015 19:10

    Mi sembra messa bene in campo. Alino in effetti un po' in ombra finora

    RispondiElimina
  46. Sì, anche se facciamo troppi errori in passaggi anche banali. Finora le due squadre si sono annullate, nel secondo tempo vedremo se l'ingresso di Salah spariglierà le carte

    RispondiElimina
  47. Belvaromana571 marzo 2015 19:13

    Non li chiamare gli interisti che poi se pervengono....

    RispondiElimina
  48. Forse ho visto un altro film, ma a me pare che si sia fatto meglio dell'Inter: anzi, ho l'impressione che siamo quasi frenati. Con maggiore cattiveria e spavalderia forse s'era davanti alla fine del primo tempo

    RispondiElimina
  49. anche Aquilani, Badelj, Tomovic e Babacar oggi sono seconde scelte nei propri ruoli.

    RispondiElimina
  50. sì ma infatti ho detto che stiamo facendo bene, bastava essere più lucidi davanti e l'avremmo chiusa.

    RispondiElimina
  51. Bobby Caponata1 marzo 2015 19:15

    ..e Neto tutto di viola vestito ;-)

    RispondiElimina
  52. Bobby Caponata1 marzo 2015 19:24

    Diamanti mi preoccupa...

    RispondiElimina
  53. Bobby Caponata1 marzo 2015 19:29

    Teribbbbile!!!

    RispondiElimina
  54. IL FENOMENOOOOOOOOOO
    OOOOOOOOOOOOOOOOO
    IL FENOMENOOOOOOOOOO

    RispondiElimina
  55. Sopravvissuto1 marzo 2015 19:45

    Vidic metto e solo su Neto. Da ammonizione....poteva essere la seconda. Dettagli.

    RispondiElimina
  56. .......neanche in terza categoria......

    RispondiElimina
  57. Ma che cazzo fate la sostituzione ?

    RispondiElimina
  58. Fiorentina in 10 per mano del proprio allenatore..... neanche in terza categoria appunto

    RispondiElimina
  59. Ora anche Savic.......A San Siro son finite la barelle

    RispondiElimina
  60. Prodezza di Neto....

    RispondiElimina
  61. Bobby Caponata1 marzo 2015 20:10

    Era da tanto che non stavo così male..

    RispondiElimina
  62. Sopravvissuto1 marzo 2015 20:12

    Grandissimiiiii!!!
    Criticate quando volete 'sto allenatoreeeeee!!! 12 partite senza perdere!! Vittoria dopo 15 anni a San Siro con l'Inter........
    In noveeeeeee (9)).
    Siiiiii...contestatelo!! Non capisce nulla di moduli e tatticaaaaa!!,
    Siiiiiii......!!!

    RispondiElimina
  63. Neto stasera ha fatto goal
    10 e Lode.

    RispondiElimina
  64. Tutti bene tranne Diamanti
    Salah è un fenomeno, il gol è bello, ma la giochessa che ha fatto per liberarsi di tre interisti sulla nostra trequarti è stata la cosa più bella della partita
    Vargas stopper mi è pure piaciuto

    RispondiElimina
  65. SOPRA, spiegamela la sostituzione con Tomovic a terra. Chiedere no?

    RispondiElimina
  66. È stata una mossa sadica per illudere gli interisti

    RispondiElimina
  67. Comunque grandi. E bravo anche il Monthy, al netto della cazzata finale.

    RispondiElimina
  68. Eroici in nove a vincere a Milano, Neto fenomenale, Salah gran gol e giochessa edmundiana a centrocampo. A dopo!

    RispondiElimina
  69. Belvaromana571 marzo 2015 20:20

    Montella fa e disfa. Nonostante l'abominio di aver contribuito a far giocare 9 contro 11, questa vittoria porta la firma del tecnico al pari di quella col Tottenham.
    A prescindere da chi scenda in campo, la squadra gioca a memoria, con meccanismi collaudati e spirito di abnegazione.
    Certi ripiegamenti difensivi di Ilicic e di Diamanti sono stati commoventi.
    Unica nota stonata (Kurtic non è una novità) il rendimento di Alino, da due partite sottotono.
    Personalmente mi sto divertendo molto e da tifoso mi sento orgoglioso di questo gruppo

    RispondiElimina
  70. Ha fatto ben anche a fare la terza sostiruzione con Tomovic per terra infortunato? Se aspettava 30" gli facevan pagare qualche tassa? Mi ha fatto cagare addosso per un quarto d'ora ed Eupalla per dargli di bischero anche lui, ha fatto infortunare anche Savic.

    RispondiElimina
  71. Sopravvissuto1 marzo 2015 20:26

    Sono con te su tutta la linea, BELVA.
    JORDAN, chiaramente riconosco la cazzata del cambio sbagliato...ma ho bicchiere trequarti pieno...ahahah ahahah ahahaha

    RispondiElimina
  72. sottoscrivo parola per parola, dell'errore di Montella agli elogi per gioco ed efficacia, fino all'orgoglio per carattere e determinazione.

    RispondiElimina
  73. Deyna dimmi quando avrei scritto che Montella non capisce una sega, che i Dv sono idioti e che io farei meglio. Mi hai preso per Armando Impruneta al contrario? Però se chiunque di loro mi sembra che sbagli lo dico senza bisogno che gli adoratori a preacindere si sentano offesi e comincino a dondolare i turiboli.

    Oggi fare la terza sostituzione con un giocatore a taerra senza vedere rpima quelloc he aveva è roba nemmeno da dilettanti da campionato del CSI amatori! Non si può dire? Poi che la Fiorentina ha giocato bene, finalmente con la giusta dose di palle fino alla fine è vero, ma una cazzata ci poteva costare tutto e se non l'ha fatto si ringrazi di nuovo iol reietto.

    RispondiElimina
  74. Bobby Caponata1 marzo 2015 20:33

    Comunque l'Inter fa caà... l'avrei scritto prima ma non la volevo ingessare..

    Per quanto ci riguarda la penso come Belvaromana.
    p.s. ha spezzato più azioni nostre Kurtic che tutta l'Inter..........

    RispondiElimina
  75. Bella, bellissima Viola padrona per 75 minuti contro una banda di sfigati, la vittoria porta il nome di Montella e Neto ha dato un senso alla parola professionismo, questo per rispondere a quell'imbecille con cui ho litigato in settimana sul Sito il quale riteneva che a Montella non fosse stato tolto il PORTIERE TITOLARE,INTER FOTTITI e fottiti pure tu IMBECILLE.

    RispondiElimina
  76. L'errore sulla terza sostituzione è indubbiamente da terza categoria

    RispondiElimina
  77. Di Francesco non l'avrebbe mai fatta quella sostituzione.

    RispondiElimina
  78. Alla fine l'avevo pieno finio al colmo, ma all'80' glielo avrei tirato nel muso, bicchierecompreso!

    RispondiElimina
  79. Non solo Di Francesco ma nessun allenatore dalla serie A agli amatori del CSI che avesse mantenuto un minimo di gnegnero e concentrazione.

    RispondiElimina
  80. A conferma che Montella è un cretino. Si, avevate ragione.

    RispondiElimina
  81. In 9 anni di calcio dilettantistico al seguito di mio figlio dai pulcini agli allievi mai visto nulla di simile.
    Se mi pagano un quinto di quello che pagano Montella lo faccio anch'io

    RispondiElimina
  82. E' roba da esonero

    RispondiElimina
  83. Nell'occasione si è comportato da cretino ed il suo errore ci poteva costare tre punti. Che sia un cretino lo dici tu, non l'ho detto io, ma se fa un errore marchiano un giocatore si può dire e se lo fa l'allenatore no?

    RispondiElimina
  84. Neanche per sogno.
    Trovare un gruppo che ti rimedia le cazzate che fai non ha prezzo; e il merito di averlo costruito è quasi tutto suo.

    RispondiElimina
  85. Altra conclusione da adoratore indispettito che fai solo tu. Questo non l'ha detto nessuno. La partita è stata quasi perfetta, ma l'errore, marchiano, c'è stato.

    RispondiElimina
  86. Certo, lo dico. E rimpiango che non sia stato esonerato.

    RispondiElimina
  87. Io arrivo sempre tardi, in effetti l'esonero era stato richiesto già molti mesi fa. Meglio tardi che mai.

    RispondiElimina
  88. Sì, bona...Quando si ricomincia con i turiboli e gli scudi crociati?

    RispondiElimina
  89. Bobby Caponata1 marzo 2015 21:06

    Ma v'immaginate se non avesse fatto tutto questo turnover e ci fossimo ritrovati (a prescindere dal rislutato) come stasera con 2 infortuni muscolari (Baba e Savic). Cosa sarebbe stato scritto e detto su Montella...

    RispondiElimina
  90. Mai da me, quindi è inutile tu lo dica a me

    RispondiElimina
  91. L'errore sulla sostituzione é stato da dilettante, se non peggio.Si fosse pareggiato l'avrebbe avuto sulla coscienza il mister( che comunque si è preso la totalità della colpa).Detto questo Montella sta dimostrando di essere veramente bravo e sta frantumando tutti i record per le vittorie esterne nella storia quasi centenaria della Fiorentina. Ormai sta diventando formalità e consuetudine vincere fuori ed io godo come un riccio in calore; sta gestendo la rosa alla grandissima ( parere mio) e fa sentire tutti importanti. Le "riserve" rispondono alla grande( merito del mister) e si gioca pure bene. Oggi Montella merita applausi a scena aperta ( parere mio); oggi mi pare che criticare il mister ( a parte per la sostituzione) sia impresa ardua, ai limiti dell'umano

    RispondiElimina
  92. Infatti io lo critico solo per quella, molto grave, che mi ha fatto passare un quarto d'ora di moccoli.

    RispondiElimina
  93. Bobby Caponata1 marzo 2015 21:10

    Sì ma non si può stare sempre col fucile puntato su Montella. Se si è dell'idea di avere un grande allenatore e per me lo è, si deve saper accettare anche gli inevitabili errori. Stasera si è preso la responsabilità ed è sua ma non è che è proprio solo solo in panchina.

    RispondiElimina
  94. Vuol dire che sono una massa di dormienti mangia-a ufo.

    RispondiElimina
  95. Lasciando i due litiganti a schermaglie noiose due soli appunti. Eroici e maturi, altro non mi viene in mente. Certe partite non si vincono se non si hanno tante qualità, e ne abbiamo quest'anno, considerando anche che non si vinceva con l'Inter in casa loro da svariati anni. Salati come tre punti, speriamo che Tom e Sav ne abbiano per poco, idem Babacar, insomma, si entra nel pieno della stagione e piovono a raffica gli infortuni, speriamo giri. L'errore di Montella c'è ed é piuttosto evidente, ne hai già perso uno forzatamente, ne cambi un'altro, prudenza vuole che fai l'ultimo negli ultimi minuti, non puoi lasciare in dieci una squadra per 20 minuti, 20!!!!! Addirittura in 9 perché abbiamo culo si sa. Certo se ci mettiamo a discutere di errori su quello che poteva essere e non è stato non se ne esce più, ha sbagliato ma tre punti li portiamo a casa noi.

    RispondiElimina
  96. Belvaromana571 marzo 2015 21:16

    L'ho ascoltato attentamente a sky . Ha ammesso l'errore aggiungendo che forse non è stato capito in occasione della sostituzione.
    Del goal del Torino ha parlato in termini di "follia collettiva".
    Ha detto che nel primo tempo non vedeva la cattiveria di voler vincere a tutti i costi, come ha scritto un amico qui sul sito.
    Poi lo hanno provocato su Neto e ha ribadito di non avere mai subito condizionamenti dalla società sulle scelte tecniche.
    Ma i primi piani di Mancini stravolto in panchina non li ha visti nessuno?

    RispondiElimina
  97. Si, la mancata comunicazione ci poteva costare molto. L'errore l'ha ammesso pure Montella. Però il fatto più importante, secondo me, è che siamo andati a vincere a Milano con centrocampo e attacco di riserva. E abbiamo vinto perché le nostre riserve sono in grado di giocare in maniera più organizzata e pulita dei titolari dell'Inter.
    Non mi sembra un fatto da poco.
    Difesa quasi perfetta, nonostante un centrocampo che si reggeva, quasi interamente, su Badelj, data la cifra tecnica di Kurtic e la forma terribile di Aquilani. Nonostante ciò, i nostri tre di mezzo hanno sofferto solo l'anarchia mista a strapotere fisico di Guarin, uno che s'inventa i mostri ma che nella linearità soffre abbestia.
    Davanti siamo andati benino il primo tempo, ma potevamo andare benissimo se fossimo riusciti ad insediare il nostro baricentro sulla loro trequarti. Cosa che però è rischiosa contro una squadra che procede a strappi improvvisi come quella nerazzurra.
    L'infortunio di Savic è gravissimo, però questa squadra mi sembra che abbia fatto uno scalino mentale in più, sapendo reggere pressioni e sapendosi muovere in maniera compatta.
    Salah ha fatto il solito gol, ma la sua grandezza si è vista dopo, quando siamo rimasti in nove e lui andava sempre a coprire sull'uomo che avanzava col pallone. In undici li avremmo umiliati in contropiede, grazie ai corridoi che lui vede.
    Neto ha tenuto, come giovedì. Il ragazzo ha palle grosse e questo credo che nessuno possa negarglielo. D'altronde, aggrappandosi a quelle, ha saputo ricostruirsi una carriera.
    La mia idea è che potremo anche non vincere niente, arrivare a fine anno senza traguardi raggiunti, ma strapparci la vittoria sarà cosa difficile per tutti. Questa squadra va oltre i sui limiti e lo fa di mentalità e di tecnica. Che miste ad un cuore diventato enorme, possono raggiungere ogni risultato.

    RispondiElimina
  98. Certo Bobby.Riconoscere l'errore e muovere critica per quello é normale; chiedere l'esonero lo vedo appena appena esagerato in virtù dei risultati di Vincenzo. Ma bisogna sussurrarlo o si è etichettati come adoratori integralisti, come quelli dell'Isis

    RispondiElimina
  99. Bobby Caponata1 marzo 2015 21:22

    Io quelle qualità l'avevo viste anche col Toro ma poi un episodio ha cambiato tutto. Per tanti intendo..

    RispondiElimina
  100. Bravo Montella, comunque. L'ha anche riconosciuto, l'errore. Non è da tutti. Rispetto a Mancini, che continuava ad insistere sulla bella partita dell'Inter e sul fatto che se pareggiavano, avrebbero anche potuto vincere, altra roba. Di carretti ruote e nonne bisogna parlare, per guadagnare i milioncini. Insisto. Altra roba.

    RispondiElimina
  101. Belvaromana571 marzo 2015 21:23

    Per me gioca meglio il Torino dell'Inter

    RispondiElimina
  102. Belvaromana571 marzo 2015 21:26

    Ma Kurtic è quello che si è mangiato due (diconsi due) palle goal?

    RispondiElimina
  103. Sopravvissuto1 marzo 2015 21:27

    Yes, aumento il voto per le capacità d'inserinento? Ahahah ahaha...

    RispondiElimina
  104. Bobby Caponata1 marzo 2015 21:28

    Sì e l'ho scritto qui sotto in modo pittosto esplicito sull'impressione che mi ha fatto l'Inter.. ;-) Non c'è paragone tra Ventura e Mancini anche se Mancini ha questa grande capacità di farsi prendere grandi giocatori, cosa che a Ventura (ma anche a Mazzarri...) non sarebbe concessa.

    RispondiElimina
  105. In una serie così positiva di risultati si deve plaudire al momento, esaltare le qualità mostate e discorrere serenamente dove si può migliorare, a volte qualcuno gioca a fare il mister professionista ma qui non cè n'è manco uno amatoriale quindi son chiacchiere che se le porta va il vento. Mi arrabbio e punto il dito quando non ci schioda da una posizione per un mese intero, ed è capitato a volte, non quando siamo a pieno titolo in corsa per tutto.

    RispondiElimina
  106. Belvaromana571 marzo 2015 21:30

    Ah ah ah..non so se hai notato ma in alcune fasi critiche si è proposto per il passaggio ma i compagni non si sono fidati

    RispondiElimina
  107. Belvaromana571 marzo 2015 21:32

    Tomovic oggi si sentiva Roberto Carlos.
    Gli avranno promesso il paradiso con le settanta vergini se avesse segnato

    RispondiElimina
  108. Non sono pochi neanche i punti messi insieme dall'Inter, Mancini non è il primo coglione che passa per strada, certo, da lui si aspettavano tutti di più, non viaggia ad una media punti tanto migliore di quella di Mazzarri ma ci sono annate che vanno così,noi siamo vaccinati.

    RispondiElimina
  109. Bobby Caponata1 marzo 2015 21:36

    Sì è vero, è presto per giudicare. Mi faccio prendere da dei pregiudizi che ho messo insieme col tempo. Fatto sta che l'Inter di stasera mi è sembrata molto...... slegata.

    RispondiElimina
  110. Sopravvissuto1 marzo 2015 21:38

    Quindi Montella epico.

    RispondiElimina
  111. Io Invece credo che sia il più grande coglione che passa. Un allenatore coi fondamentali non si fa ricostruire la squadra in base ad uno schema tattico elementare che non sa cambiare. Che non sia allenatore decente, prurtroppo, lo sappiamo benissimo noi. Stasera non è stata che l'ennesima prova di mediocrità, visto che ha scelto di attaccare una squadra in nove centralmente. Sta bene lì.

    RispondiElimina
  112. Esatto, non ho citato tutta la frase completa proprio perché mi sta piacendo tanto ora, quanto mi irritava all'inizio della stagione. Vedere una squadra piena di "riserve" andare a San Siro e giocare è impressionante.
    Poi l'errore sulla sostituzione è una ingenuità, che sono sicuro non capiterà mai più (magari farà altri errori come fanno in molti)

    RispondiElimina
  113. Ha attaccato una squadra in nove per 15', ma prima che ha fatto? Un cazzo. Due azioni isolate di Guarin e punto, poi non sono esistiti e se leggi la formazione c'è da chiedersi chi è quel coglione che li allena. Son d'accordo con Foco, un sopravvalutato entrato nel grande giro per culo e raccomandazioni.

    RispondiElimina
  114. Se guardo ai risultai Foco posso darti ragione per un 15% scarso, ma perché sono generoso, altrimenti devo prendere atto che quanto di buono ha fatto, e vinto, dia frutto solo del culo. Il calcio non va solo di quello, anzi, lo ritengo un fattore con una determinazione inferiore a quelle che sono le capacità messe in mostra

    RispondiElimina
  115. A me Montella, a differenza di Prandelli, è anche simpatico, ma alla fine me lo fate venir sui coglioni, anche lui, per questa esagerata permalosità che avete da adoratori puri. Non sbaglia mai, è un fenomeno. Sbaglia anche lui anche se ha ottenuto nel complesso risultati più che buoni a Firenze e anche se ora la palla sta girando nel verso giusto. Speriamo che duri. Giocare con la Juve senza Savic e Basante mi provoca leggero scagazzo.

    RispondiElimina
  116. Se non si è pareggiato può ringraziare quelli che erano in campo, soprattutto Lezzerini!

    RispondiElimina
  117. Un allenatore non può venire sulle palle perché qualcuno lo adora, quello è un problema suo, tu puoi giudicarne le capacità senza farti influenzare da giudizi soggettivi. Invecchiando diventi estremista, critiche si, adorazioni no, ma che te frega ?! Eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  118. Non credo di potermi arruolare tra gli adoratori di Montella, forse non ti riferisci a me. Ho criticato duramente quando mi sembrava avesse perso la bussola e si fosse fossilizzato in un possesso palla sterile e prevedibile. Ora la squadra corre, pressa, verticalizza anche! Ilicic finalmente inizia a giocare nella sua posizione (anche se questo penalizza un po' Diamanti mi sembra).
    Poi l'ho già detto, io sono un devoto solo del colonnello di Kiev, che prima allenava nel paradiso dei lavoratori e ora ahimè in quello ultraterreno...

    RispondiElimina
  119. Bobby Caponata1 marzo 2015 22:01

    Via, vi saluto con tanto di sottofondo...
    https://www.youtube.com/watch?v=-ScaGjwkg2Y

    RispondiElimina
  120. Sopravvissuto1 marzo 2015 22:02

    E qui sta l'errore storico: in paradiso non ci sono 70 vergini di 20 anni d'età, bensì 20 vergini settantenni......ahahah ahahah...capita la fregatura!??!!

    RispondiElimina
  121. stefano vienna1 marzo 2015 22:04

    Errori di Montella:
    1) Gomez a Firenze
    2) Salah in panca
    3) Cambio di Diamanti in ritardo
    4) Assurda terza sostituzione

    Nonostante cio', vittoria epica.

    RispondiElimina
  122. ...



    Vittoria epica, che andava giustamente festeggiata ed un paio di pintoni
    di birra mi ci son voluti tutti per rendere omaggio al lieto evento.
    Sfatiamo finalmente il tabu nerazzurro in quel di Milan, imponiamo il
    nostro gioco, la derelitta Inter ci grazia solo nel finale quando siamo
    ridotti prima in dieci dall'unico errore di Montella che non si accorge
    che il mio maestoso Tom (dove cazzo è Facundo, giubilato in pubblico
    anche dal paziente Gasp) ha preso una tranvata n'i capo mica da ridere
    eppoi addirittura in nove dalla colossale sfiga che ci attanaglia e
    assottiglia numericamente una rosa dall'infinito potenziale. Abbiamo
    trovato un campione che decide le situazioni, gol decisivo a parte, ad
    un certo punto SIMSALAHBIM se ne è uscito da un tritio di interisti alla
    maniera EDMUNDESCA di un Lazio-Fiorentina di fine anni 90. Godiamoci
    questo cavallo di razza che sconquassa qualsiasi difesa con la
    leggerezza di una piuma incastonata nella velocità di un pendolino. E
    GRANDE anche Montella che azzecca formazione, cambi (pecca di cui sopra a
    parte), gestione della gara e aspetto psicologico. E' questo che voglio
    vedere sempre, anche in casa con il Chievo di turno. Ancora esemplare
    Neto, in gran crescita Badelj, bravi Aquila, Alino e Lerc, decisivo sul
    gol vittoria. Andiamo avanti così, nulla è precluso. Forza Viola!

    RispondiElimina
  123. stefano vienna1 marzo 2015 22:17

    V'immaginate se non si faceva il turn-over con il Torino e si vinceva 3-0, poi si vinceva col Tottenham e, se non fossimo rimasti in dieci per colpa di Montella, nemmeno Savic si fosse fatto male.

    RispondiElimina
  124. Montella sta venendo fuori alla distanza e continaure a non riconoscerlo non va bene. I conti li faremo a fine stagione ma personalmente in questo momento non posso che fargli dei grandi complimenti e sono davvero felice di tutto questo. Conta solo il bene della Fiorentina. Godiamoci il momento e speriamo che duri fino a fine stagione.

    RispondiElimina
  125. stefano vienna1 marzo 2015 22:21

    Il campione Salah era partito in panchina e, se non si fosse fatto male Babacar, sarebbe entrato al 60-esimo. Come azzecca le formazioni Montella non le azzecca nessuno, anzi ha azzeccato pure l'infortunio di Babacar. Non è solo un grande allenatore, ma è Nostradamus.


    Salah, 22 anni, girone d'andata passato in panchina a Londra, fenomeno puro. Ma perché deve giocare ogni sette giorni????

    RispondiElimina
  126. Belvaromana571 marzo 2015 22:22

    Trovato l'EROE della giornata.
    Ausilio:" Avevamo problemi a destra dove agiva Tomovic e abbiamo cambiato modulo"

    RispondiElimina
  127. stefano vienna1 marzo 2015 22:24

    Un allenatore che tiene Salah in panchina a me un pò sulle palle sta. Non è che a Firenze questi giocatori ce ne siano tre/quattro in rosa ogni stagione. Direi che la media è uno ogni dieci anni.


    La verità è che Montella a Firenze ha vita troppo facile.

    RispondiElimina
  128. Toro in vantaggio

    RispondiElimina
  129. Stefano, l'Inter aveva fuori Shaquiri e Palacio, 6 giocatori diversi rispetto al Celtic. Noi abbiamo il centrocampo titolare ROTTO, Salah è un'arma micidiale e il fatto che sia entrato lui e non Gila al posto di Baba dovrebbe farvi capire che EDI2 non sarebbe comunque rimasto in panchina a lungo. Ora ci sta tutto, ma ritrovarmi qui a leggere un mare di critiche dopo aver asfaltato i boriosi londinesi ed aver vinto a Milano contro un'Inter in risalta 9vs11 in soli tre giorni, dopo 15 anni mi sembra fantascienza, vado a farmi un'altra birra, io stasera godo e basta.

    RispondiElimina
  130. Sopravvissuto1 marzo 2015 22:27

    Glik ci avvicina...a.......
    Glik rivaluta la partita di 7 giorni fa.....
    Glik lo vorrei alla Fiorentina, è un buon backup di Savic....

    RispondiElimina
  131. Glik è forte, controlla anche Maximovic...

    RispondiElimina
  132. stefano vienna1 marzo 2015 22:36

    Io non ci vedo meriti particolari dell'allenatore. Esalterei la prova dei giocatori -e al massimo indirettamente le doti di Montella nel saper creare un bel gruppo. Ma se oggi Montella c'ha fatto vincere, allora siamo veramente al ridicolo. Vorrei vedere cosa si sarebbe scritto su Montella se l'Inter avesse pareggiato al 94-esimo.

    RispondiElimina
  133. non sto scrivendo che Montella ci fa vincere, si vince e si perde in 50, dal patron al magazziniere, però adesso mi pare corretto ed intellettualmente onesto riconoscere che sta facendo davvero molto bene, poi ognuno la pensa come vuole, scappo...

    RispondiElimina
  134. In Italia ha vinto senza avversari e in virtù di uno strapotere tecnico/finanziario che poi gli è stato garantito anche dallo sceicco. Apporto tattico rasoterra, confermato dalle figure di palta fatte in Europa. Un allenatore da 5 milioni l'anno, deve tirar fuori l'oro dalla merda. Nessun culo, solo un fiume di soldi e condizioni più che ottimali.

    RispondiElimina
  135. Neto 8; Tomovic 7.5, Rodriguez 7+, Savic 7+, Pasqual 6.5; Kurtic 6-, Badelj 7+, Aquilani 5.5; Ilicic 6+, Babacar 5.5, Diamanti 5- [Vargas 7+, Joaquin 6, Salah 7.5]. Impresa milanèse dopo tanti anni, sulla sponda nerazzurra dico, che con la squadra di Capitan Asticella e Forrest Giamp sbancare ormai è routine. Addirittura eroici nel finale, a difendere nove contro undici. Prima, superiorità di gioco, organizzativa, mentale, una lezione di calcio molto più di quanto dica il risultato. Granitica la difesa, con un Neto gigantesco, a metà tra il Boruc tenaglia di campionato, e il Toldo felino che compiva miracoli europei in Viola. Sicurezza che sprizza da tutti i pori, una cosa impensabile solo un anno e mezzo fa, e una parata strepitosa sulla deviazione di testa dell'argentino per sbaglio Palacio, un colpo di reni in tempi ristrettissimi più riflesso di braccio che ha pochi paragoni nelle parate del genere viste in decenni che seguo la Fiorentina. Grandi anche i centrali Savic e Gonzalo, perfettamente affiatati ormai, nel rispetto delle relative specialità. Sono in ansia per le condizioni del montenegrino, la sua assenza con la juve sarebbe per noi gravissima. Discreto anche Pasqual stasera, tralasciando le volte in cui si è fatto uccellare da Guarin. Sbalorditivo Tomovic, impeccabile in difesa e in fase di spinta. A centrocampo, male Aquilani e sufficiente Kurtic, di qualità a tratti imbarazzante, ma di una qualche utilità in rottura. Bene invece Badelj, che si conferma in netta crescita. Dei due trequartisti, molto male Diamanti che non ne azzecca una pur essendo riposato, meglio Ilicic che dà segni di risveglio dal torpore invernale e accenna a qualche lampo di classe. Babacar si sbatte fino all'infortunio [preoccupa un po' la sua ormai accertata delicatezza muscolare], ma pecca di convinzione su un invito di Pasqual che lo mette davanti alla porta, e ha vita dura con Vidic. Tra i subentrati, il non-morto Vargas, zombie incaico dei più spaventosi, si rivela eccellente da centrale di difesa, per autorità, cipiglio intimidatorio, potenza e accompagnamento sul fondo di pallone e attaccanti. Su Salah ormai le parole sono superflue: strappa e svaria seminando il panico, esce da un nugolo di avversari con giochessa magica edmundesca, si smarca più veloce del pensiero, segna il gol della vittoria con tiro rapido e allo stesso tempo chirurgico, ad alto rischio di incocciare avversari. Invidiavamo ali come Gervinho e Callejon, a Roma e Napoli, abbiamo adesso un mostro che se li doppia, in tutti i sensi. E ora, testa alla juve!

    RispondiElimina
  136. stefano vienna1 marzo 2015 22:44

    Da esaltare questa sera: Salah, Neto, Tomovic, Ilicic. Montella viene non solo dopo questi, ma sicuramente dopo Savic, Gonzalo, Badelj, Vargas. E hanno fatto più di Montella pure i giocatori di prestazioni poco sopra la sufficienza come Diamanti, Pasqual, Kurtic. Mentre la cosa migliore fatta da Babacar è stata quando si è infortunato, almeno ha lasciato il posto a Salah. Poi fare un plauso a Pradè e Macia.


    A Montella no, nè un nota di merito, né un plauso, né tantomeno un'esaltazione per la prestazione di stasera. Capita, una giornata no, oggi per Montella è stata una giornata no, ma è stato salvato dal gruppo che, lo ammetto senza problemi, ha contributo a creare soprattutto negli ultimi mesi.

    RispondiElimina
  137. Sopravvissuto1 marzo 2015 22:45

    Concordo!
    E Continuo, da 10 anni, a pensare e ritenere Ventura un sottovalutato...

    RispondiElimina
  138. Forse stai leggerissimamente esagerando nel dare contro il mister; comunque capisco il ragionamento che in fin dei conti non fa una piega: si vince ed è merito dei giocatori, si perde ed é colpa di Montella. Elementare Watson

    RispondiElimina
  139. stefano vienna1 marzo 2015 22:49

    Poi lo dico adesso, anche se capisco i tifosi viola che, un po' per abitudine un po' per scaramanzia, non sono abituati ad alzare l'asticella: questa squadra deve arrivare terza se non seconda. Probabilmente Montella ha tra le mani la Fiorentina più forte -relativamente alle avversarie- degli ultimi 20 anni.

    RispondiElimina
  140. stefano vienna1 marzo 2015 22:51

    Non dò contro Montella da mesi, ma oggi ha sbagliato quasi tutto ed il merito è solo dei giocatori. Giornata no. Ci sta.

    RispondiElimina
  141. Allora chiedo scusa, mi saró sbagliato. Ti ho confuso con altri allora,perché mi pareva che tu avessi sempre criticatoMontella, non più tardi una settimana fa( Torino)

    RispondiElimina
  142. stefano vienna1 marzo 2015 22:56

    E ci mancherebbe,. Ma sto criticando delle scelte specifiche (il turnover assurdo di domenica, Salah in panca oggi e sostituzione con giocatore svenuto). Qualche mese fa ormai disperavo sulla sanità mentale di Montella, invece devo ammettere che, forse anche grazie alle critiche, si è rimesso in discussione e ha salvato la stagione. Questo lo dico da mesi.

    RispondiElimina
  143. Se a Milano schieri le riserve e fai la partita finché si è in undici contro undici, probabilmente qualcosa meglio degli altri hai fatto. La controprova che senza Salah non avremmo segnato non c'è, come non c'è quella che se non si fosse fatto male Savic, magari si sarebbe raddoppiato in dieci. La mentalità, lo sappiamo bene, non è cosa da poco. E i fatti dicono che questa squadra le vuole vincere tutte e possibilmente facendo la partita. Magari un altro si sarebbe accontentato dello 0-0 e avrebe tolto le punte.

    RispondiElimina
  144. Bobby Caponata1 marzo 2015 22:57

    E dietro a questa vittoria del Toro vogliamo negare che ci sia lo zampino di Montella con quel parreggio che ha caricato l'ambiente granata? Ohhhh such a perfect dayyyyyyy

    RispondiElimina
  145. Scusa Stefano ma se dici che la squadra allenata da Montella é la più forte degli ultimi 20 anni immagino che tu ti riferisca alla rosa; e se é così, allora mi pare naturale che il mister centellini le forze di alcuni giocatori e faccia giocare altri( avendo la rosa più forte degli ultimi 20 anni).

    RispondiElimina
  146. Di nuovo a -3 dal Napoli...

    RispondiElimina
  147. stefano vienna1 marzo 2015 23:03

    L'asticella, Foco. La vogliamo alzare oppure no? Il turno-over in campionato quando siamo a 3 punti dal terzo posto e stiamo dimostrando a tutta Italia e a tutta Europa che siamo veramente forti, ma forti sul serio. Il turnover, Foco, DEVE ANDARE IN SOFFITTA. Si riposeranno a giugno e luglio, anzi se arrivano secondi si riposeranno ancora di più.

    RispondiElimina
  148. Non è solo questione di riposarsi, il turnover serve )si dovrebbe servire) a evitare infortunî
    Comunque per le prossime partite la formazione sarà quasi obbligata

    RispondiElimina
  149. Il turnover serve per gli equilibri del gruppo.

    RispondiElimina
  150. Anche a questo, è vero

    RispondiElimina
  151. Però Rosi serve solo a fare l'autista di Baba

    RispondiElimina
  152. stefano vienna1 marzo 2015 23:11

    Ma dai, DKNE, lasciamo perdere. Siamo a 3 punti dal terzo posto, dovremmo essere tutti d'accordo che il TURNOVER non ha ragione d'essere. Ormai siamo in ballo, giochiamocela. Poi si può discutere sul far riposare alcuni giocatori, tipo Pizarro o Joaquin. Ma Salah da qui alla fine le deve giocare tutte, anche mezzo zoppo; Gomez non può restare a Firenze; Savic, il più forte difensore che abbiamo e tra i 3 migliori in Italia, deve giocare sempre.


    Lasciamo perdere il passato, ma da adesso si deve fare sul serio. Gomez-Salah sempre in campo dall'inizio, magari li fai riposare sul 3-0 per noi.


    Assurdo non arrivare in CL quest'anno, con Salah, un Gomez ritrovato, il ritorno magari di Rossi, e anche con un Montella che ha trovato finalmente la quadratura del cerchio.


    Poi se vi piace il masochismo, cercatevi una domina.

    RispondiElimina
  153. stefano vienna1 marzo 2015 23:12

    Non Salah, non Gomez, non Savic. Il resto li può anche fare girare.

    RispondiElimina
  154. Sopravvissuto1 marzo 2015 23:25

    Io vedo spesso, anche stasera, passaggi no-look (modello Zeman primi tempi) che sono magnifici per i nostri occhi...

    Zazzaroni alla D.S.: "MONTELLA cambia, ha infortuni, problemi...ma non cambiano i risultati...vince sempre. Una difesa che é la terza del campionato...direi che molti dovrebbero andare a lezione da Montella...".

    RispondiElimina
  155. Dedicata agli Armandini, ai Giannelli, ai Cuadrado Club...

    https://www.youtube.com/watch?v=2MzZbFPJyzw

    RispondiElimina
  156. O leo, ma se tutte le volte che uno critica qualcosa saltan su con i turiboli e gli aspersori, alla fine ti fan venire sui coglioni anche l'adorato, per amore d'equilibrio. Come facevate col Giubba che però mi stava anche sui coglioni di suo

    RispondiElimina
  157. L'infortunio a Savic è una catastrofe.

    RispondiElimina
  158. Fiorentina superiore all'Inter finchè in parità numerica, quasi sempre. L'infortunio di Babacar permette l'ingresso di Salah prima del previsto e risolve il problema delle verticalizzazioni e del goal. Non entra Richards che avevo auspicato all'inizio, ma Tomovic fa una delle sue migliori partite in viola quindi tutto bene. La clamorosa ingenuità di Montella nella terza sostituzione all'80' ci fa giocare l'ultimo quarto d'ora in inferiorità numerica che diventa doppia cinque minuti dopo per l'infortunio a Savic. Diventa un assedio a Fort Apache, ma si regge anche perchè Neto chiude il bandone con ottima parate ed un vero e proprio miracolo al 94' su colpo di testa di Palacio da cinque metri!.
    Neto 8 salva anche questa, quasi inoperoso per 80' (il primo pallone lo tocca al 17' su passaggio arretrato di un difensore) nell'ultimo quarto d'ora diventa porotagonista e la parata al 94' è da cineteca. Tomovic 7 una delle migliori partite in viola, soprattutto in appoggio, clamorosa palla goal data a Kurtic e buttata ai piccioni. Gonzalo 7 preciso, efficace, bravo nel disimpegno, Savic 7 con Gonzalo fa adesso una grande coppia, ben amalgamata e meglio assortita, Pasqual 6 bravino davanti (ottima palla goal per babacar) meno dietro dove si fa uccellar da Guarin per l'unica azione epricolosa dell?Inter nel primo tempo; Aquilani 6- gioca sempre un po'col freno, non è certo ancora lui, ma il suo lo fa alla fina, Kurtic 6 piedi orrendi, spadella un goal ed un tiro al volo da broccaccio, ma nel finale si guadagna la pagnotta facendo legna con vigore, Badelj 6,5 si conferma in netto progresso e nel mezzo è il migliore; Diamanti 6- quantità oggi, qualità poca, non è nei suoi giorni ispirati, all'attivo solol un bel calcio di punizione all'inizio, Ilicic 6+ comincia benino e va benino per tutto il primo tempo, poi, messo a fare il falso nueve, si impegna ma cade netto di produzione; Babacar 6 Vidic è avversario scafato e abbastanza fisico, non gli fa passare una grande giornata, poi si infortuna; Salah 7,5 entra e cambia le cose, altro goal decisivo, giochesse brasiliane, verticalizzazioni, e chi lo tiene? Joaquim 6 non fa molto questa volta anche perchè entra nella fase più difficile della partita, Vargas 7 da difensore puro non è mai stato un fenomeno, ma oggi lo è, addirittura da centrale giocando in nove. Solido, cazzuto, deciso!

    RispondiElimina
  159. Lo credo anch'io

    RispondiElimina
  160. Su Agon Channel tutti i giorni alle 13 c'è "Quello
    che le donne non dicono", talk show al femminile condotto da Monica
    Setta: ogni giorno ci sono 2 ospiti che si confrontano.

    RispondiElimina