.

.

lunedì 22 settembre 2014

Una vittoria senza metrica

Ancora più bella perché sudata fradicia è arrivata la prima vittoria targata Kurtic. Una partita tignosa, scivolosa, culosa, ma la sapete una cosa? Una partita non in versi ma in prosa. Non c’è poesia in un match che tira diritto verso la vittoria senza le norme metriche presenti nel pareggio interno con il Genoa. Un racconto d’azione che scivola via tutto d’un fiato, un po’ come Alonso, una storia a lieto fine nella quale dobbiamo rendere onore all’Atalanta che meritava di più. Proprio come noi contro il Genoa dove c’è stata troppa ricerca poetica del verso di non andare mai in gol. Meglio che a recriminare barra bestemmiare siano loro oggi, anche se a noi manca un rigore evidente. Seconda vittoria consecutiva dopo quella in Europa, con un grazie a Neto nei titoli di coda, fenomenale su un intervento di piede e per un’altra parata decisiva nel primo tempo, e grazie anche al primo gol in serie A dello sloveno buono. A parte la battuta a me è piaciuto anche Ilicic dodderellone, bene Aquilani, ma il meglio di tutti è stato Mati Fernandez. Sorprendente davvero il suo rientro. Intanto per chi non ama troppo Montella si potrebbero aprire degli interessanti spiragli in direzione Benitez che potrebbe essere preso a calci in culo da De Laurentis dopo la seconda sconfitta consecutiva in campionato. Qualche carenza la si è vista nella fase difensiva di Pasqual e di Alonso, difficoltà a recuperare la posizione e anche molte volte l’avversario in fuga dalla loro parte, circostanze tipiche nelle quali a Firenze si coniano espressioni come “di due non se ne fa uno”. Difficoltà che a Firenze esiste anche da parte di Nardella che non è un sindaco terzino, nel cercare di recuperare le chiavi della città consegnate maldestramente a Prandelli. Se ce la facciamo a riprendergliele, quando poi i turchi lo rincorreranno e lui s’infilerà nell’imbuto di Piazza Pier Vettori, lo lasceremo fuori da Porta San Frediano. Gomez più panzanella che panzer, forse anche più panzerotto, mentre Don Matteo tradisce la sua fede Viola e vara lo sblocca Gomez. Il tedesco sfoga tutta la sua rabbia tra le mura amiche, e infatti la donna delle pulizie scopre una discarica abusiva in salotto di bordi del pancarré che Marione toglie nervosamente da tutti i suoi toast. Più in generale Roma e Juve mantengono le promesse come una Porsche 964 del 90, le altre in lotta per la Champion o per l’Europa League hanno tutte le loro belle difficoltà. Napoli in testa che batte in testa come una Lada Niva. Mercoledì con il Sassuolo e domenica contro il Toro abbiamo la possibilità di aggiustare la classifica e magari di rilanciare anche Gomez che in mancanza di Rossi diventa giocatore indispensabile, strategico, stragicomico. Se non riuscirà a sbloccarsi gli auguriamo di decidere almeno quale sugo preferire tra quello di cinghiale e quello di lepre che così tanto lo stressa in questo periodo. In questa bella giornata di festa mi rimane impressa la gioia dei tifosi Viola a Bergamo che festeggiano con i giocatori sotto il loro settore, ma è proprio in momenti di gioia come questi che voglio salvare anche un'espressione uguale e contraria, quella triste di un Gomez inquadrato qua e là durante tutta la gara, spaesato, incredulo, la salvo perché quella è una tristezza democratica che accomuna il campione a tutti noi. Mi ricorda quella dei tanti padri ai concerti degli One Direction. Povera gente non in crisi per mancanza di gol, ma con il terrore di castrare l’adolescenza di figlie tredicenni. Si, perché ce le devi portare al concerto della boy band per evitare un blocco psicologico e il conseguente salasso economico per lo psicologo. E così con gli occhi tristi alla Gomez, tra creauturine urlanti e piangenti, ti accorgi che questo non è un paese per vecchi.


115 commenti:

  1. Brevemente perché sono senza pc e da lavoro non posso, visto Jasmin ?! Non un fenomeno ma uno di quegli acquisti che fanno tremendamente comodo, e l'ho scritto da un pezzo. Può e sa dare parecchio di più, ancora la squadra è imballata.

    RispondiElimina
  2. 1-Finalmente una vittoria da grande squadra;eh si,perché per anni abbiamo chiesto questo.Vincere le partite che non meritiamo;perché abbiamo sempre detto che le grandi vincono le partite come quella di ieri,1-0 non meritando e soffrendo.Come la Roma a Empoli ad esempio.Meglio così che come contro il Genoa,dove si gioca meglio ma si sbaglia 3-4 occasioni clamorose da gol.

    RispondiElimina
  3. E meno male che non potevi scrivere dall'ufficio.....DKNE1! Eh eh eh eh eh eh..vai, sfogati.

    RispondiElimina
  4. DKNE1 ha scritto il concetto più vicino ai pensieri del passato "Vinta una gara 1-0 da grande squadra, vinta una partita che negli ultimi due anni avremmo pareggiato o perso per una cazzata! Vero. Giusto.
    Kurtic sarà il nostro "Coturno", a destra o sinistra per lui non fa differenza; Dan Peterson, bravo a guardare ciò che moltissimi non vedono, avrebbe detto "Impatto decisivo di Kurtic nella Fiorentina: un assist contro il Guincamp, un gol tre giorni dopo...Fenomenale", io aggiungo che Jasmin (nome un po' da chat, direi...) é straordinario nella sua essenzialità.
    Quando lui è Salamon guidavano il Varese del Miracoli, 4 anni fa, scrissi che erano due silenti protagonisti, poi arrivò Zamparini, poi uno (il centrale) andò al Milan che lo usa come pedina.
    Altro caso Juan Antonio, che arrivò sottotraccia in Italia, gioco bene è sorprendendo con la Sampdoria, poi anno ottimo a Brescia poi (sempre con le rondinelle) l'anno scorso gioco in modo strano, discontinuo...sparendo. Ora é in Serie C. Possibile?
    Intanto Di Carmine a segno, ieri.
    La Fiorentina: sottolineato poco, pochissimo (!!) che ieri c'é stata una vittoria fuori casa senza Pizarro e Valero. Evento!! Crea un precedente! Ragazzi!! Svegliaaaaa!! Gli dei possono essere sostituiti.
    Tutti i timori del filone sudamericano dei tifosi viola, le Barra Bravas (e le Barra Reatine) esportate in Italia che vedevano il Brunetta cileno e il bold-spanish depositari delle trame di centrocampo sono stati calmati.
    Altre due prestazioni così e Kurtic come lo togli?
    Altre due prestazioni così e Aquilani come lo togli?
    Risposta: con il turn over.
    Desidero far notare che gli errori sui calciatori ieri ci sono stati (Pasqual e Alonso con confacenti al modulo, gli unici) ma Montella con Mati ha scombussolato i piani di Colantuono; sullo scacchiere (scritto,ieri) Colantuono attendeva Pek come regista, invece Monty ha collocato Badelj "finto-basso" e Mati alto. Geniale!!
    (P.S.: Colantuono tromba una bellissima insegnante di tennis, a San benedetto del Tronto. Un mio amico l'ha sposata due anni fa e lei imperterrita continuava con il mister!! Chiaramente divorziati, ora. Hai capito Colantuono....)

    RispondiElimina
  5. Scusa DKNE1 ma Diquis mi ha incasinato peggio di un'espulsione di Cuadrado dopo 5'minuti.....succede...!

    RispondiElimina
  6. Un altro dato significativo è che la Fiorentina ieri è stata l'unica a vincere tra le squadre impegnate in Europa League.

    RispondiElimina
  7. Uno streaming di bassa qualità, mi impedisce di poter analizzare il match di ieri come sarebbe necessario prima di esprmere pareri. Per quello che son riuscito a vedere, e leggendovi, l'oggetto del contendere, i TRE punti, sono in saccoccia, ma resta l'unico o uno dei pochi aspetti positivi. Siamo dunque passati dalle celebrazioni ( alle quali mi univo ) di un calcio offensivo, arioso, esteticamente esaltante, ancorché fallace in fase difensiva, di due anni fà, a gridi di soddisfazione per aver rubacchiato tre punti, complici positivi Neto e i pali, che ci riportano alle gloriose tresferte di Carosi. Leggo che Montella é estremamente soddisfatto, e tanti dietro a lui. Personalmente lo reputo un regresso collettivo, anche dei tifosi. In piu' pragmaticamente affermo che questa squadra ha da tanto tempo perso quel marchio di fabbrica che ci distingueva dalla massa, infatti siamo li' a sperare nei rimpalli, nelle giocate dei singoli invece di ricercare la via del gol attraverso l'unica percorso che alla lunga paga: il gioco. Credo che Montella abbia per le mani una delle migliori rose del campionato, tale da non dover soffrire come ho visto e letto a Bergamo.
    Dal primo suo anno ad ora son passati tanti quattrini, giocatori e tempo, ma il regresso é evidente, e anche per chi non lo vuol vedere ma non dire, regresso rimane. L'enorme differenza dal primo anno, a questo punto, visto che una partita decente é tempo che non la si fa ( a proposito, nessuno mi ha ancora risposto quando é stata l'ultima veramente buona )smaschera che il frutto di quella meraviglia, non puo' essere che il caso e tante varianti fortunose. Aspettavo di essere smentito, sempre felicissimo di farlo e pagare ammenda, per ora rilevo solo un appiattimento di aspettative, tante tante scuse e giustificazioni.

    RispondiElimina
  8. il confronto col primo anno non mi pare del tutto corretto: eravamo una squadra da lato destro della classifica, guidata da un semi-esordiente e con un modo di giocare del tutto inedito. Pizarro non è praticamente mai stato pressato per tutto l'anno, per dirne anche solo uno, né si sono viste quelle difese a 6 schierate che ora invece sistematicamente incontriamo, se non a fine campionato in partite come quella con la Roma, che ci costarono la Champions.
    Ovviamente il calcio è una dialettica continua con gli avversari, in termini di gioco, e se si imparano le contromosse è giusto cambiare le mosse, ed è quello, mi sembra, che Montella sta provando a fare. Per ora con alterni risultati. Detto questo, alla terza di campionato, rispetto alle concorrenti per il terzo posto (obiettivo che calcolammo prima di perdere il nostro giocatore più forte), siamo due punti dietro al Milan, uno dietro all'Inter e davanti al Napoli. Insomma, dal punto di vista del punteggio siamo in pieno precampionato. Capisco e condivido le preoccupazione per il gioco, ma mi sembra ci sia tempo.

    RispondiElimina
  9. Abbiamo perso il marchio di fabbrica perché evidentemente prendiamo troppi pochi gol.

    RispondiElimina
  10. Io attendo, anche perché voglio vedere la squadra con tutti i potenziali titolari disponibili o/e in buona condizione. Lele esagera, anche in partite brutte come quelle di ieri la qualità si vede [ad esempio il giro palla insistito nel secondo tempo, dopo il gol, ad addormentare la partita, tentativo riuscito però solo parzialmente], scomodare Carosi non mi pare il caso. Però...però la regressione c'è. Io ho sempre auspicato un paio di accorgimenti per rendere più efficace la Maquina, ossia un interdittore educato a centrocampo e un centravanti vero che finalizzi, non lo stravolgimento di un gioco che mi piaceva. Il fatto è che il fulcro del gioco della Maquina erano gli scambi tra Pizarro [che mi sembra però essere stato pressato ben presto anche nel primo campionato, se non ricordo male] e Borja, coadiuvati da Aquilani, con Cuadrado e poi anche Ljajic che offrivano sbocchi offensivi. Una volta scaduto il rendimento dei due, per motivi vari e diversi, crolla tutto l'impianto. Kurtic sarebbe un acquisto utilissimo ad integrarli, non certo a sostituirli...A proposito, complimenti a Leo per la lungimiranza. Kurtic a me sembrava un buon acquisto come alternativa che avrebbe giocato molte partite, ma non credevo avesse questa personalità.

    RispondiElimina
  11. Sì, ma quanti tiri in porta abbiamo fatto in tre partite di campionato?

    RispondiElimina
  12. Parecchi, anche ieri.

    RispondiElimina
  13. secondo le statistiche del Corriere dello Sport, ne abbiamo fatti 36.
    Milan 25
    Juve 38
    Roma 23
    Inter 39
    Napoli 43

    RispondiElimina
  14. Ve lo ricordate che oggi c'è il debutto in radio? Mi raccomando mettetevi il vestito più bello. Io non ce la farò a sentire l'intervento della Gaia, ma se qualcuno ce la fa mi piacerebbe leggere qualche commento in merito.

    RispondiElimina
  15. Non è facile trarre bilanci dalla partita di ieri. Direi che presentando un centrocampo così rimaneggiato tutto d'un botto i presupposti per perdere a Bergamo ci sono, ma i centrocampisti sono andati dal così così di Badeli, al bene di Mati e Aquilani e al benino+perla di Kurtic. Attacco ancora molto indietro, a partire da Gomez, speriamo che il giocare ogni 3 giorni velocizzi l'entrata in forma ancora lontana. Capitolo difesa: dopo il Genoa non avevo gridato al "problema risolto" e credo che ieri ci siamo riavviati alla nostra normalità, concedendo fin troppo. Penso che senza mediani si resti predisposti a beccarne abbastanza (salvo non far veder palla all'avversario, com'è successo con Genoa e Guingamp), magari se Richards e Basanta sapranno far valere la loro fisicità (caratteristica che l'anno scorso ci mancava) sarà qualche pezza in più, se Neto (che comunque non ritenevo un problema) e Savic hanno altri margini di miglioramento sarà qualche altra pezza in più, ma da tutto ciò a pensare di aver imparato a difendersi ce ne corre, a valle resta la questione della mediana che ci fa essere giocoforza vulnerabili in fase di non possesso (soprattutto nelle ripartenze altrui). Visto quanto abbiamo rischiato ieri, continuo a pensare che per far bene ci sarà da segnare parecchi gol ogni volta.

    RispondiElimina
  16. Non soffrire con l'Atalanta a Bergamo, quest'anno sarà difficile. Squadra tosta, rognosa. Questo non vuol dire che si è fatto un gran calcio, però non credo sia una vittoria rubata. Ci sono stati errori e sbagli da dilettanti come le scarpette, è vero, qualcuno ha fatto pena per atteggiamento o forma, però, nonostante questo, abbiamo portato tre punti a casa. Il gol di Kurtic è venuto dopo una bella distensione di squadra, pulita, con passaggi dati sulla corsa e senza errori tecnici da terza categoria.
    Errori che stavolta non ci hanno impedito di vincere, come in casa col Genoa.
    Voglio lasciar stare la tattica, stamattina , ed esaminare certi piccoli particolari.
    Il primo è lo sbaglio dei tacchetti che ha portato le due più grosse occasioni dei neroazzurri. Alonso scivola e spalanca l'area agli avversari, Savic si scatasta a terra scivolando e permette l'azione che porta al palo di Boakie. Con le giuste scarpe, questi due pericoli non ci sarebbero stati, come non ci sarebbero state, probabilmente, alcune fughe di Estigarribia sulla destra. Inoltre, due scivolate di Mati, hanno impedito di chiudere le rifiniture in area dopo due buone azioni.
    In sostanza, la porcata delle scarpe sbagliate, ha influito sulla pericolosità delle azioni, nostre e loro, molto più di qualsiasi tattica.
    Poi ci sono stati errori tecnici gravi come quello di Pasqual, che a squadra schierata tutta in avanti, ha sbagliato un passaggio elementare, lanciando il contropiede avversario. O come la serie di scelte sbagliate di Cuadrado che, di fatto, ci hanno ammazzato almeno cinque azioni corali fino a quando non ha preso la palla lui.
    E poi la condizione di Gomez, che non solo gli impedisce di essere pericoloso, ma che non gli consente neanche di poter dialogare con la squadra o difendere palla.
    Insomma, ci sono stati tanti fattori che xi hanno impedito di fare una bellissima partita, però il fatto che si è vinto e per la terza volta consecutiva non si è preso gol, mi fa star tranquillo.

    RispondiElimina
  17. 3 punti che non devono ingannare...

    Mettiamo da parte, per un attimo, l'essere tifosi...





    Abbiamo concesso molto, troppo. L'Atalanta ad ogni break/accelerazione ci ha fatto sudare freddo e possiamo ringraziare Neto ed una buona dose di culo per esser riusciti a riportare la pellaccia a casa...


    Alonso centrale difensivo non si può vedere considerando anche il numero di centrali a disposizione e lasciati a sedere...


    A centrocampo bene gli interni Mati ed Aquilani, meno Badelj che ha sicuramente bisogno di tempo per capire il nostro calcio e il gioco della squadra, l'mpressione però, è che il 36enne Pek sia ancora una volta senza un alterego degno di nota.


    Davanti siamo alla dolente nota Gomez. Non regge un pallone, perde tutti i duelli fisici, sia aerei che non, e Biava non è certo Nesta. E' lento, spesso si nasconde dietro al marcatore invece di piombargli davanti. E' anche vero che Pasqual azzecca un crosso ogni 50 e Alonso viene impiegato fuori ruolo. Cuad poi, pecca sempre più di manie di protagonismo e pensa di poter risolvere tutto da solo. Non è così.


    Insomma, prendiamoci sti benedetti tre punti, un bel brodino, ma per le lasagne aspetto conferme.

    RispondiElimina
  18. P.S. E BENVENUTA GAIA!!!

    RispondiElimina
  19. Dalle 14:00 alle 15:00. Radio Toscana "Ape Gaia"

    RispondiElimina
  20. ascolterò se dalle 14 alle 15 i clienti non scasseranno, e se mi ricordi la frequenza di Radio Toscana a Sesto!

    RispondiElimina
  21. Intendo tiri seri, naturalmente, non telefonate al portiere...Quelli che si possono chiamare occasioni da gol.

    RispondiElimina
  22. Boh, io sono fatto semplice: quando perdiamo mi incazzo, quando vinciamo sono contento.
    Ne consegue che... sì, abbiamo giocato maluccio, sì, loro meritavano il pareggio, sì, Pasqual, Gomez e Badelj hanno giocato male, sì, il 4-3-3 e il 3-5-2 e il 4-2-3-1 e bla bla bla... ma comunque abbiamo vinto e godo ahahahahaha.

    RispondiElimina
  23. Nel 2014 non è possibile attaccarsi alla scusa dei tacchetti, può darsi che si faccia una scelta sbagliata, ma si rimedia in 1'...

    RispondiElimina
  24. Ho sentito adesso la Gaia, lo dovrebbe leggere verso la fine della trasmissione.

    RispondiElimina
  25. Dillo a me, però erano palesemente sbagliati e hanno permesso le scivolate che hanno innescato le loro due azioni più pericolose. È un fatto.

    RispondiElimina
  26. E infatti nel secondo tempo non si è più verificato

    RispondiElimina
  27. quello va da sè Anto, infatti avevo specificato di smettere per un attimo i panni del tifoso... ci sto a vincerle tutte così se mi fanno firmare, firmo... eheheheh

    RispondiElimina
  28. La vedo anch'io come te, FOCO, e aggiungo che le scelte a sorpresa di Montella potevano pagare subito, visto che al primo minuto già si poteva essere sull'uno a zero, in seguito a una bella verticalizzazione (..uff..sette sillabe!). A me la Fiorentina é piaciuta per la potenzialità che ha espresso, cioé gioco piu' tranciante, ( Mati ha proposto molto in tale senso) movimenti negli spazi piu' decisi, line piu' verticali, almeno fino a che Cuadrado non sequestrava la palla. E' bravo,é un mio beniamino, ma é anche uno che ha la wild card della Federazione Anarchici . Ha fatto casino un po' dappertutto, ieri, nel bene e nel male. A un certo punto ha persino obbligato Savic a salire a destra, visto che lui stava sfarfallando al centro, preso dal raptus del trequartista. Gomez , oltre a non essere fisicamente al top, ha necessariamente qualche problema mentale, visto che ha sbagliato anche cose tecnicamente elementari, ma confido nello spirito teutonico: siamo uomini o caporali? Neto ha salvato il risultato alla grande, ma la difesa ha retto, scivoloni a parte.

    RispondiElimina
  29. puoi registrare e linkare per chi non può ascoltare?

    RispondiElimina
  30. a parte il vostro boicottamento nei miei confronti(in quanto con Leo sono stato e sono quello che ha benedetto l'acquisto di Kurtic,arrivando a dire che ne avrebbe giocate tante come i titolarissimi e che sarebbe stato il nostro miglior acquisto con Marin),non capisco perché si debba rammaricarsi della vittoria.Vero,non giochiamo come il primo anno;vero,c'è stata una regressione da un punto di vista (soprattutto estetico) dell'armonia complessiva.Però,molte volte nel passato,giocavamo benissimo,creavamo tante palle gol ma alla fine si portava a casa 0 od 1 punto.A me di giocar bene bene e poi bestemmiare perchè un s'è vinto non me ne frega niente.Preferisco una partita come quella di ieri,dove s'è giocato malino,se non male,ma alla fine son contento e non bestemmio.La praticità è la caratteristica che nel calcio conta più tutto.Certo Lele ha ragione quando dice che è più probabile vincere giocando bene,soprattutto alla lunga.Ma nelle condizioni in cui siano(Gomez in ritardo di forma fisica,Valero idem;Rossi ai box.Marin che ancora deve giocare e riprendersi) la vittoria di ieri è fondamentale.Eppoi pare che finalmente Montella cominci ad adottare un VERO turnover.Con la coppa il giovedì è essenziale.E mercoledì bisogna vincere,anche giocando di merda.Di certo non vorrei assistere ad una partita come quella famosa contro il Pescara:si giocò ad una porta sola,si tirò mille volte,si giocò benissimo,ma alla fine si prese in saccoccia.

    RispondiElimina
  31. Ci voglion 45' a cambiare? Basta una rotazione, e in 5' complessivi massimo hai fatto...

    RispondiElimina
  32. Comunque sia è un errore sopra un errore, di fatto sbagliare scelta dei tacchetti quando hai il prepartita per verificare le condizioni del campo è da categoria amatori [forse], e non mi risulta ci siano stati improvvisi diluvi...

    RispondiElimina
  33. il sopralluogo si fa anche in 4a serie aics (provincia lucchese) eheheheheheh

    RispondiElimina
  34. Credo che nessuno si rammarichi per la vittoria, tranne i gobbi su sitone e i nostalgici del Cuadrado Buena Vista Social Club. Quello che dico io è che se soffriamo così con l'Atalanta - dopo le partite con Roma e Genoa - e non esprimiamo un gioco decente, di vittorie non è che ne vedremo molte. Però so che molti uomini devono entrare in condizione, così sono ancora fiducioso...

    RispondiElimina
  35. Louis non dice male. Se qualcuno potesse registrare e poi linkare sarebbe cosa buona e giusta.

    RispondiElimina
  36. Infatti, io non posso ascoltarla (non sono in Toscana e a quell'ora non posso).

    RispondiElimina
  37. Non avete scuse: http://aranzulla.tecnologia.virgilio.it/come-ascoltare-la-radio-su-internet-gratis-14727.html

    RispondiElimina
  38. Una considerazione: coi francesi Tatarusanu si produce nella più bella parata su tiro da fuori diretto all'angolo alto mai vista nell'era Montella; ieri Neto risponde con la più grande deviazione di piede su rasoterra all'angolino: se i risultati della concorrenza tra portieri son questi, ben venga! Anche se io a priori non ero favorevole...

    RispondiElimina
  39. Falcao, Van Persie, Rooney, Di Maria e perdere 5-3.....Kurtic, Ilicic, Pasqual, Alonso e vincere fuori casa.
    Godi popolo!!!

    RispondiElimina
  40. Tiro di Ilicic al primo minuto, tiro di Alonso di testa sbagliato da due metri, tiro di Alonso da fuori parato. Neto ha parato bene, magari facendo sembrare facile il difficile come fanno i grandi portieri, ma di palle gol vere ne ha salvate una, quella deviata sul palo.

    RispondiElimina
  41. Ho visto la partita, fantastica per pathos. Dimostrazione che é vero che quasi sempre la differenza la fanno i quattrini e gli investimenti derivanti, ma c'é il quasi e in questo caso é rappresentato dal Leicester e da tutte le squadre minori che con abnegazione, volontà, capacità non ne vogliono sapere di soccombere ai potenti/propotenti. E' a questa mentalità che spero sempre ci si possa ispirare, ma credo sia vana.

    RispondiElimina
  42. Scelta tacchetti: a me più di una volta è capitato di accorgermi di averli scelti troppo soft anche a partita iniziata, nonostante avessi fatto il riscaldamento sul campo. Prima puoi provare con e senza palla a testare vari movimenti, ma finchè non ci aggiungi la foga agonistica non puoi simulare certi strappi fino in fondo, soprattutto se non si è fisicamente leggerini.
    "...ma a volte uno strappo è una necessità/ eeel diablo..."

    RispondiElimina
  43. Mi allineo ai complimenti di chi aveva visto lungo su Kurtic, da giovedi' scorso mio titolare al punto che se mi chiedessero la prossima formazione, direi:
    Kurtic ed altri dieci.
    Ovvio che Carosi era una forzatura, solo era un modo si estremizzare che siamo passati dalle esagerazioni di tanti che schifavano Khedira, all'accettare col sorrisone il buon vento che ci ha portato questi tre punti. E poi, che cazz, mi vien da ridere quando leggo "tre punti a Bergamo erano troppo importanti" e perché gli altri? Via...! Louis ha espresso un parere forse meno provocatorio del mio, ma in linea, cioé non mi garba l'idea che ci vedrebbe malati ( e di che?) quindi bando al gioco perché alla fine contano solo i tre punti. Se é vero che restano sempre tre se raccattati o conquistati, la prima ipotesi ha molte ragioni di essere ritenuta rara.
    Quello che volevo mettere al centro della discussione, é che non vorrei che, per questa bislacca idea di essere temporaneamente febbricitanti di espressione calcio ( che non é e ripeto alla nausea, scusatemi, é da taaaaanto che si gioca male/maluccio/malino )si abbandoni l'idea che il risultato DEVE provenire da uno sviluppo tattico e tecnico non casuale, ma preparato, studiato e messo in pratica.

    RispondiElimina
  44. Giocare così non la vedo la chiave per molte vittorie, a difficoltà aumentate. Claro che ci son molte cose che possono e devono migliorare, a cominciare dalle condizioni di Borja e Gomez, e ci spero.

    RispondiElimina
  45. Ieri Canal+ offriva la Roma ( travolgente come spesso con a capo il grande Gervinho e subito dopo Florenzi che sembrano schegge impazzite ) e il Napoli. Non amo rapportarci agli altri, preferendo si facesse corsa su noi stessi, ma il ciuccio é quanto di piu' brutto si possa vedere in un campo di calcio.

    RispondiElimina
  46. se perde in casa col Chievo, piglia una risolata in Champions e perde a Udine tutto di seguito avendo solo vinto, a culo al 95', a Genova, vuoi che giochi bene? ma credo vogliano fare il culo a Benitez, non è possibile che giochino così male.

    RispondiElimina
  47. Remano palesemente contro Benitez, si capiva già dai litigi estivi...Non so però chi pensino di mettere al suo posto, il giocattolo potrebbe esplodergli in mano. Io ho visto Palermo-Inter: Medel gigantesco che permette con la sua copertura di far giocare al meglio Kovacevic, Osvaldo molto altruista e inserito nel gioco di squadra. Dybala sta facendo passi da gigante, spero solo non prenda a segnare a raffica altrimenti finisce sùbito fuori dalla nostra portata, un po' come Icardi ai tempi della Samp.

    RispondiElimina
  48. dai io non c'ho l'adsl mi va a 2 all'ora.. REGISTRATE!!

    RispondiElimina
  49. Io non credo siano scelte apriori. Ad un certo punto gli altri pigiano e noi non abbiamo testa, gambe e tecnica per aspettarli e ripartire. E' la situazione tattica migliore se ne sai approfittare. Certo se vai in affanno e cominci a tirar pallate c'è solo da sperare che finisca presto. Siamo molto scarsi nelle ripartenze che son quelle che uccidono l'avversario se fatte bene invece.

    RispondiElimina
  50. LELE io sono d'accordo con te, però un po' di "malattie" effettivamente ce le abbiamo in un contesto in cui il nostro giocatore più forte è rotto, e degli altri tre "top player o quasi" due sono pesantemente fuori forma (Valero e Gomez) e l'altro ha problemi di continuità e ruolo (Cuadrado). È evidente che questi, a parte l'infortunio di Rossi, non sono dati di partenza ma in parte anche conseguenza di scelte tecniche e tattiche, però hanno anche una componente che va presa per quello che è. Se dobbiamo vincere con Mati e Kurtic, invece che con Valero, Cuadrado, Rossi e Gomez, mi pare comprensibile che sia più difficile.

    RispondiElimina
  51. Mi sono sorbito cose tipo Raf e Giorgia per attendere la splendida voce di Gaia... ora Beach Boys, "Good vibrations", via, si migliora... Gaia le senti le mie vibrazioni??

    RispondiElimina
  52. infatti secondo me ieri è stato più merito del Palermo che demerito dell'Inter. Sull'Inter mi ripeto da luglio: è una grande squadra, la coppia Medel-Kovacic in mezzo al campo è seconda solo a Pogba-Vidal e Strootman-Pjanic, per fortuna hanno Mazzarri che gioca per noi, ma se, come sembra in queste settimane, perfino quell'asino patentato negato per il calcio sta esaurendo i modi per far giocar male l'Inter, i favoriti per il terzo posto sono loro.
    Il Palermo di Vazquez e Dybala mi piace molto, è l'asse su cui ho costruito la mia squadra al fantacalcio, speriamo che rendano, eheh...

    RispondiElimina
  53. EVVVVVVVAAAAAAAAAIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  54. Se qualcuno avesse un link lo potremo mettere sull'editoriale di domani.

    RispondiElimina
  55. Provo un forte imbarazzo per te.

    RispondiElimina
  56. http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.37.17726/mercato-la-fiorentina-monitora-sempre-konoplyanka-del-dnipro-in-scadenza-a-giugno.html



    Foco!

    RispondiElimina
  57. Complimenti! Ho ascoltato gli ultimi 20 minuti, più sotto ne ho postato le prove, oh! Bravo Pollock!

    RispondiElimina
  58. https://it.eurosport.yahoo.com/notizie/mondiali-2014-carlos-tevez-verso-ritorno-in-nazionale-115634992--sow.html



    Grande Tata [Martino]

    RispondiElimina
  59. Come ti è sembrato?

    RispondiElimina
  60. con tutte le entrature sanfredianine che tu ci hai un tu ci hai una registrazione? ma che ci pigli peicculo?

    RispondiElimina
  61. Niente, ciccato. Sono sceso di macchina poco prima delle 15.00, con la sensazione fosse tardi. Invece era presto. Bella spigliata, non c'è che dire. Qualche appuntino sulle canzoni, magari, lo farei. Jennifer e i selfie? Grattitudine... Va beh, spero in una registrazione.

    RispondiElimina
  62. E l'ero in macchina icché registro una sega?. Forza, tirate fuori un link pezzi di merda. Davvero!!!!!

    RispondiElimina
  63. Mi permetto: in sostanza hai già bollato Badelj come "non all'altezza", e non sei il solo, dato che ho letto e leggo un po' ovunque giudizi del genere. Che sembrano definitivi. Questo dopo una partita, per un ragazzo che viene da un campionato diverso, che non parla la lingua e che si trova in mezzo a un centrocampo i cui meccanismi sono ben oliati da due stagioni. Io direi che è un po' presto per giudicare. Ieri non ha giocato bene, vero. MA non è stato neanche disastroso come leggo in giro. Un po' di tempo concediamolo, di grazia. Che poi non sia il Pek, questo va da sè. Ma il Pek è unico, nel bene e anche nel male.
    Saluti

    RispondiElimina
  64. Ho chiesto alla Gaia, niente podcast. Non mi rimanete che voi. Sono pessimista.

    RispondiElimina
  65. Allora consolati co' fiorellini

    RispondiElimina
  66. ma vaffanculo!!!

    RispondiElimina
  67. Ottimo inizio, lei ha presentato te e il tuo blog con una buona dose di enfasi, il tuo articolo più snello per il formato lettura-radiofonica è stato facilmente leggibile per lei e altrettanto seguibile per me che ascoltavo, basta che non perdi di vista questo aspetto e la formula dovrebbe reggere. Per il resto, vista la brevità dello spazio, e visto che dopo la rubrica che ti dedica finisce la trasmissione (se la facesse anche solo 20 minuti prima, qualche ascoltatore potrebbe commentarti), è difficile ottimizzare lo spazio più di quanto avete fatto.

    RispondiElimina
  68. Per la riblogghica questo e altro!

    RispondiElimina
  69. Perfetto grazie. La collocazione a fine trasmissione non è per forza già predeterminata. Potrebbe variare e come sottolinei giustamente, potrebbe accadere quello che è già successo quando ha letto il pezzo di Montolivo.

    RispondiElimina
  70. Oppure con donna baffuta. Sempre piaciuta.
    Scherzi a parte, su RadioToscana niente.

    RispondiElimina
  71. Niente, non carica la foto. Rinuncio. Guardatela su twitter.

    RispondiElimina
  72. Tiè, un gentile omaggio

    RispondiElimina
  73. Non so quanto al momento sia scelta o necessità, ma in generale vedo Montella camaleontico, credo non sia fissato coi moduli, anzi gli piace variare

    RispondiElimina
  74. concordo. Montella ha molto chiara un'idea di gioco e tende a portarla avanti con coerenza (offensivismo, possesso, palla a terra, ecc.), mentre i moduli per proporre questo gioco, in questi due anni e rotti, sono cambiati di continuo. Spesso per gli infortuni, altre volte per scelta tecnica. Quest'anno, poi, che finalmente abbiamo una rosa di titolari al di sopra delle 12 unità (gli 11+Mati dell'anno scorso), credo che dovremo abituarci a cambi di modulo ancora più frequenti.

    RispondiElimina
  75. Un sacrilegio vicino alla foto della Gaiia

    RispondiElimina
  76. Per me Juve e Roma se la giocano al fotofinish tra gli 85 e i 95 punti, per il terzo posto vedo una lotta aperta tra 75 e gli 80 punti con inclusi noi, che possiamo arrivare terzi come sesti, mentre con Rossi saremmo un po' più terzi che sesti. Come Valtolin, è presto per darsi per persi, noi siamo ancora un cantiere aperto, le milanesi non mi sembrano due corazzate e i giggidalessi sembrano davvero alle prese con altri problemi.

    RispondiElimina
  77. così tu'mpari a fa' l'ignorante. E ti mando la Gaia co' fiorellini e tu mi mandi a fanculo, ma tu se' proprio sanfredianino! Così e si scatena i' lucchese e a i' peggio un c'è limite!

    RispondiElimina
  78. Mi era sembrata una provocazione la tua. Distrutto com'ero nel realizzare che nessuno alla fine aveva registrato ho perso la testa. Perdonami in fondo sono un buon uomo.

    RispondiElimina
  79. ma io un m'incazzo miha e si fa pe' ruzza' no? Mi dispiace, se mi fossi organizzato e l'avre' registrato, ma e dormo sempre.

    RispondiElimina
  80. Cuadrado fino a prova contraria è un giocatore della Fiorentina, quindi mi onora aver fondato il Cuadrado Buena Vista Social Club. Anche perché Cuadrado nelle vostre mani rischierebbe l'estinzione, relegato come volete voi nella riserva dei Terzini. Dove non fa danni, come scrive Jordan (???). Su Valero, per me viene dopo Pizarro, Kurtic, Aquilani e Vargas -e Cuadrado che non è una punta come qualcuno vuole farmi dire. Opinioni che alcuni di voi mal sopportano. Almeno usate l'ironia per manifestare la vostra insofferenza, facciamo tutti più bella figura. Soprattutto tu Jordan, non fare l'ignorantone.


    P.S.: ma veramente non c'è nessuno qua dentro che vede Cuadrado più simile a un Robben che ad un Lichtsteiner? Veramente sarebbe un paradosso.

    RispondiElimina
  81. Pazzesco

    http://www.violanews.com/news-viola/tegola-mario-gomez-3-settimane-di-stop-20140922/

    RispondiElimina
  82. Non è simile nè a Robben nè a Liechtesteiner,Oggi non sa bene nemmeno lui cos'è visto che è lui stesso frastornato, Se vuol continuare a fare il naif non crescerà più di così. Farà dei miracoli in mezzo ad un sacco di casino deleterio, Più miracoli e meno casino quando sarà al top, più casino e meno miracoli appena sarà un po' giù di condizione. Se capirà invece che anche l'estro più puro deve esser messo al servizio della comunità diventerà davvero un grande giocatore.

    RispondiElimina
  83. http://firenze.repubblica.it/sport/2014/09/22/news/infortunio_per_gomez_almeno_tre_settimane_di_stop-96429856/

    RispondiElimina
  84. Il Cuadrado Club fu fondato quando il giocatore militava nel Lecce, club in competizione con noi per non retrocedere in B. A capo c'era un sedicente tifoso viola colpito a morte dalla dipartita di Prandelli, che si augurava la retrocessione, per vedere andar via i DV da Firenze.

    RispondiElimina
  85. Ma questo che dici vale a prescindere dal modulo. JGC è fatto così, genio e sregolatezza. Onestamente mettersi a criticare Cuadrado qui a Firenze mi sembra veramente fuori dal mondo (Pollock dai, fai il bravo), ma si sa voi fiorentini doc non vi sta mai bene nulla.


    Ma a parte ciò, la questione che pongo io è che, tra i tanti moduli in cui il Casinista può giocare, uno dei peggiori è proprio il 3-5-2. Siccome l'opinione opposta non mi sembra 'verità accertata', ma viene spesso enunciata come tale -da Lele, Deyna, Fuoco, ecc.-, ho tutto il diritto di smontarla senza essere messo alla berlina da nessuno.


    Ieri, poi, s'è visto che il 3-5-2 non risolve tutti i problemi come si fantasticava ultimamente. Che poi faccia addirittura bene a Cuadrado, dopo la prestazione di ieri, la fa passare da opinione a tesi falsificata in senso popperiano.



    Secondo, e riferito a noi due, non mi far passare per quello che vuole Cuadrado punta avanzata. Non l'ho mai detto e non lo penso. Non sarà Robben, ma io lo vedo molto meglio in un 4-2-3-1 alla bavarese. Poi, si può discutere se abbiamo i giocatori adatti per questo modulo.

    RispondiElimina
  86. Torno, tg3 acceso, e sento Gomez rotto un'altra volta...

    Ma vaffanculo vah...

    RispondiElimina
  87. a questo punto, speriamo in Baba, sperando che non sia Alì Baba né Sai Baba, ma piuttosto Baba O'Riley: https://www.youtube.com/watch?v=gY5rztWa1TM

    RispondiElimina
  88. Aaaaahhhhhh! Orrore e raccapriccio!

    RispondiElimina
  89. Colorado, Steadman, Wolfarth, Villa Stewart, Careggi...tutte mete facilissime da raggiungere ma completamente sbagliate.
    Gomez deve andare a Medjugorie; ultimo strappo impervio, difficoltoso ma si arriva bene e la cosa più strana che può capitare è incontrare Paolo Brosio, fulminato (anni fa) sulla Via Di Damasco, zona Lorenteggio, all'incrocio con via Giovanni XXIII, causa l'aver toccato un traliccio non isolato elettricamente. Ottima meta, l'unica cosa che mi chiedo: con la sfiga che perseguita le punte viola, non è che Marietto trova chiuso?

    RispondiElimina
  90. in San Frediano non c'è nessuno che fa il bravo Stefano, quelli si chiaman bischeri. Io non ho criticato Cuadrado, ma sottoscrivo, non facendo il bravo, che Cuadrado non è simile ne a Robben e ne a Liechtesteiner

    RispondiElimina
  91. Incredibile ma vero, rifuori tutti e due un'altra volta!!!!

    RispondiElimina
  92. Questo è uno stiramento. Se non riva dallo stregone non è che si perde per quattro mesi! Ora come ora gioca meglio il Baba. Certo è che se tanto mi dà tanto con la velocità che ha ad entrare in forma,,,,

    RispondiElimina
  93. Calma e gesso. Per come sta giocando adesso, Gomez può stare anche fuori per qualche partita. Certo, bisogna vedere se veramente sta fuori solo tre settimane e, al rientro, in che condizioni, sia disiche sia psicologiche, sarà.

    RispondiElimina
  94. Il brutto è che adesso se non gioca il Baba ci tocca di nuovo il falso nueve aaaaaaaaahhhhhhhhhh!!!!!!

    RispondiElimina
  95. Io credo invece che, se si convincesse, sarebbe incontenibile sulla fascia, molto più in crisi nel mezzo senza riferimenti dove ricadrebbe spesso in personalismi ed errori tattici. Il 3-5-2 come qualsiasi altro modulo non è la polvere del pimpirimpin. A Cuadrado fa bene se si convince di giocarci davvero, se seguita, come ieri, a fare solo i cazzi suoi, il modulo c'entra poco.

    RispondiElimina
  96. Per gli appassionati dei moduli, per i cultori delle tattiche, per gli allenatori mancati...vi invito a guardare prossima conferenza stampa, nella quale Montella si esibirà- munito di tre bicchieri- nel famoso gioco international-partenopeo: * Ecco qui signori.....sotto il primo bicchiere "3-5-2".....Ecco qui invece-lor siori- secondo bicchiere...il "4-4-1-1".....Eppoi, ecco qua, sotto il terzo bicchiere il famoso "4-3-3".....vualâ (scritto così!), e trik e trakkete di la..e....tiki taka sposta quâ...........Dov'é l'asso??!??".
    Puntate pure signori, anche questa stagione Vincenzo Montella dimostrerà come alcuni uomini nelle complessità e nelle difficoltà si esaltino....Primo anno con falso-nueve, secondo anno con nueve-fantasma, terzo anno con nueve-problematikos.......
    Eppure qualcuno sarà contento, si cambia registro...Povero Montella, cazzarola........Io sono certo che ne usciremo alla grande, da queste tre settimane!
    Vai Vince'...damm' rett', tu tien' a cap' buôn e i' t'aggia ricere cose bûon'...
    Accom' cu' a virgiclett', mo' àda p'dala' 'e 'cchju!
    Mo' 'amma juca' cu' 'o pummaro' innanz'- Babbbacarr....e cu chill' guaglion' co' o ciuff', Bernardeshhhchi.

    RispondiElimina
  97. Me lo chiedevo ieri: vista la condizione di Gomez, meglip lasciarlo fuori un paio di partite o trova più facilmente la forma giocando sempre? Ero più propenso per la seconda, ma forzatamente sarà la prima... Oppure è uno stiramento diplomatico? Uhm... se non torna a farsi curare da gente tipo Aleister Crowley o Alejandro Jodorowski, potrebbe essere davvero una finzione.

    RispondiElimina
  98. http://www.violanews.com/news-viola/nardella-fiorentina-disposta-ad-investire-305-milioni-di-euro-20140922/

    RispondiElimina
  99. Tempo fa l'avevo soprannominato così anch'io

    RispondiElimina
  100. Borges è morto...leggere Cortazar riabiliterebbe ancor più in fretta il Tedescone?

    RispondiElimina
  101. Sì, a questo punto si può solo affidare alla psicomagia di Jodo, ahah

    RispondiElimina
  102. La maledizione di Ludwig Zaller e del falso nueve.

    RispondiElimina
  103. Spero solo che lo stiramento di Gomez non sia come la contrattura di Rossi...

    RispondiElimina
  104. Nuove certezze e vecchi problemi. Buttati lì, in disordine, per punti. Così vi divertite ad inserirli nella categoria giusta.
    1) Abbiamo lo schieramento difensivo definitivo: difesa a quattro. Sarebbe sensato, ma Montella non va sottovalutato. Potrebbe giocare ancora con il 352, i due attaccanti molto larghi: uno in tribuna (Gomez?) ed uno in Maratona (Rossi?). Nel caso, vietate le inversioni di fascia.
    2) Bernardeschi è più falso (o vero?) nove di Ilicic. Contesa estremamente incerta, un po' come quella tra i loro parrucchieri.
    3) Qualcuno, nella Viola, porta sfiga: da rintracciare al più presto. Un indizio: è quasi sicuramente straniero. E potrebbe anche essere tedesca.
    4) Al netto di Marchino, che tanto vecchio non è, e di Gioacchino, che è vecchiotto ma desaparecido, potremmo essere al bis della Fiorentina Jé-jé. Peccato per i vari Piccini, Vecino, Camporese e compagnia.
    5) L'apparente surplus di attaccanti si è rilevato un giùsminus.
    6) A momenti tornerà il refrain di Cuadrado: Punta o non punta? Manco fosse un setter (undicer, semmai).
    7) Bene (male?) che vada, Marione ne salterà cinque o sei, di partite.
    8) Quando tornerà, saremo da capo a undici, con le disquisizioni tattiche.
    9) E' definitivo: la tigre di marmo si è rivelata essere un "Tigro" di pezza. Ancora da stabilire chi siano "Hi Ho" e "Winnie Pooh".
    10) Mi arrendo: mollo temporaneamente il sitone. Decisamente "utroppi".

    RispondiElimina
  105. L'infortunio muscolare per Gomez, rientra nella normalità del rischio per un soggetto della sua stazza e con la sua situazione clinica degli ultimi dodici mesi. Quello che mi preoccupa di più, se le cose stanno così, è più che altro l'aspetto psicologico. La mia paura è quella di un crollo che potrebbe togliergli tutte le sicurezze che lo hanno reso un grande bomber. Gomez non è un campione dal punto di vista tecnico, è un buon giocatore che ha la sua forza nella convinzione e nella cattiveria dell'attaccante di razza. Il suo bagaglio tecnico ha bisogno di quel tipo di testa e un anno come quello passato, stracolmo di mazzate, potrebbe incidere su quella tranquillità che trasforma un calciatore normale in un campione da duecento e passa gol. Ovviamente è solo una mia paura, io mi auguro che a novembre avremo un tedesco spaccareti davanti.
    Però adesso, senza Marione, c'è anche un problema numerico in attacco.
    Baba è l'unico terminale rimastoci e le alternative sono tutta gente con caratteristiche non certo di bomber. E col problema numerico, ovviamente, esce anche l'eventuale problema tattico.
    La partita di ieri ha detto, ancora una volta, che dal momento in cui si passa ad una difesa a quattro, permettiamo all'avversario di alzare il baricentro fino alla nostra trequarti. È un problema cronico che ha la sua spiegazione nella mancanza di centrocampisti in grado di assorbire l'impatto e ribaltare velocemente l'azione. Manca un Naingollan, per fare un esempio. E mancano terzini veloci in grado di sovrapporsi con tecnica e forza, permettendo, così, il taglio degli esterni alti. È un bel rompicapo che spero venga spazzato via dall'esplosione di quel ragazzino nero in grado di essere pericoloso già da quando era appena diciassettenne.

    RispondiElimina
  106. Personalmente vedo l'infortunio di Gomez come un evento (nefasto) che permetterà a Montella di giocare come più piace a lui, cioè infischiandosene della punta. Facile tornare a un modulo fatto di più fraseggi stretti e inserimenti repentini, negli ultimi 20/25 metri, quindi fondamentali Aquilani- Mati e Babacar, che a Modena non giocava da 9 puro.
    Sono l'unico che non vede emergenza da codice rosso?

    RispondiElimina
  107. Mah, se Baba ci darà profondità, potremmo non tornare all'arrotolamento attorno all'area che non ci portava ad altro che a lasciare quei due poveri cristi di Gonzalo e Savic soli a far opposizione all'ondata in contropiede avversaria. Per far questo, dovrà essere molto bravo a non decentrarsi e a rimanere abbastanza alto. Il torello sembra aver trovato il gusto nel corpo a corpo, cosa che prima rifuggiva.
    Speriamo.

    RispondiElimina
  108. Mi diverto a risponderti, LJUKA....
    1) Abbiamo lo schieramento....a 4: Ti chiedo: Paqual fa parte del "Quattro con" o del "Quattro senza"? Eh eh eh eh eh eh.....

    2) Bernardeschi e Ilicic. Contesa tra friseur, in fin dei conti...Vero che Ilicic va una volta al mese a tagliare zazzera-non-da-Zazzaroni a Maribor, in caserma?

    3) Qualcuno, nella Viola, porta sfiga: da rintracciare al più presto. Convinto che figa porti sfiga? E il nostro scazzo che porta?

    4) Al netto di Marchino, che tanto vecchio non è.... potremmo essere al bis della Fiorentina Jé-jé. Peccato per i vari Piccini, Vecino, Camporese e compagnia. Allora potevamo schierare Lazzerini- Piccini-Alonso-Fazzi- Camporese- Vecino- Bernardeschi, Bakic- Wolski- Babacar e Octavio?

    5) L'apparente surplus di attaccanti si è rilevato un giùsminus. Gomez logora chi lo ha, a questo punto? E chi non lo ha, incassa?

    6) A momenti tornerà il refrain di Cuadrado: Punta o non punta? Manco fosse un setter (undicer, semmai)....Se é un Setter è da riporto, ma anche Valero-se crescono i capelli - fa riporto....Giochiamo da cani?
    7) Bene (male?) che vada, Marione ne salterà cinque o sei, di partite. Ti riferisci al papà di Vittorio o al tedesco in vacanza premio?

    8) Quando tornerà, saremo da capo a undici, con le disquisizioni tattiche. Frase ellittica del soggetto! Quindi è un profeta o un pro- feta, cioè un formaggiaro?

    9)E' definitivo: la tigre di marmo si è rivelata essere un "Tigro" di pezza. Ancora da stabilire chi siano "Hi Ho" e "Winnie Pooh". Ok, ma perché El Tigre allo United e El Pigro (Ilicic) a noi? Hi Ho è il suono per un utonto?
    (Winnie Pooh è facile...credo sia uno del gruppo di "Piccola Ketty", quelli di "...non restare chiuso qui! Del Pierooooo....Del Pieroooo...")

    10) Mi arrendo: mollo temporaneamente il sitone. Decisamente "utroppi". E soprattutto schegge impazzite, come disse la Fata Turchina a Pinocchio, dopo la fellatio offerta...Prima si era messa su di lui pube-su-naso- di-Pinocchio stesso e lei diceva "Su dimmi una bugia...su...un'altra..."

    RispondiElimina