.

.

sabato 20 settembre 2014

La Ribloggaia



All’improvviso è diventato tutto buio, niente di così peloso come quello invece più famoso, no, la tromba d’aria è roba seria e non si tromba. Dopo il nero il bianco della grandine, due colori che insieme diventano due colori di merda come la situazione che si è venuta a creare ieri in città, con alberi divelti e disagio un po’ ovunque tranne che nel  bunker antiatomico dove Gomez cerca di difendere la sua fama di bomber. Un casino insomma, o forse è solo che non siamo abituati a fenomeni di tropicalizzazione così violenti, come invece lo sono a Roma dove nella zona dell’Olimpico per colpa  della bassa pressione si formano anche fenomeni tipici chiamati “puncicate”. Sempre ieri, al netto della tromba d’aria, sarebbe potuto essere il primo appuntamento su Radio Toscana con la splendida Gaia Nanni, un uragano di donna che ti fa venire l’alta pressione, fiorentina contraria a quelle di Rive Droite “fihose” anche quando non son “fihe”, piene di remore mentali e di sopracciò. Lei no, è una sanfredianina vera, immediata, carnale, festosa, esplosiva. In più con un talentone che si vede da lontano proprio come il Cupolone. Una bruna che potrebbe essere stata benissimo anche una Brunelleschi. L’altro giorno abbiamo parlato brevemente su quella che potrebbe essere la formula giusta per inserire brandelli di “Riblogghita” nella sua trasmissione, che per quanto riguarda l’incipit tratto dal blog avrà uno spazio il lunedì dopo la partita. Ci siamo trovati subito in sintonia, lei con due fette di pane e salsiccia cruda visto che è a dieta, io con la Cinta Senese perché sono fiorentino. Birra a sancire il tripudio dell’insaccato e della coscia stagionata che ho sempre preferito alle pere cosce. Vista la maturata sintonia avevo scritto al volo qualcosa anche sulla partita di coppa che lei avrebbe potuto usare per dare il via alla nostra collaborazione che poggia tutto su una stima reciproca, ma in mancanza di pioggia. Poi invece l’uragano. Forse grazie alla promessa di un bel tocco di lardo di Colonnata riuscirò a far chiamare quello spazio “La Ribloggaia”, se non troverò il lardo di Colonnata vero, intanto mi tolgo la voglia e chiamerò così almeno l’editoriale di oggi. La tropicalizzazione insomma ci ha riportato tutti con i piedi bagnati per terra, sono saltati tetti, lucernari, tombini, ed è saltata anche quella nostra sintonia così piena di trigliceridi. La fascia oraria della trasmissione “L’Ape Gaia” è quella che va dalle 14:00 alle 15:00 tutti i giorni dal lunedì al venerdì. Ma cosa avrebbe potuto leggere quel mito di donna a km zero? Quel talento biologico avrebbe potuto dire: “La partita di ieri ha detto che Gomez è ancora in crisi. Renzi però parla di 1000 giorni. Non possiamo aspettare così tanto. Montella da buon Napoletano, pratico, ha capito il problema del tedesco prima di Renzi. Da oggi Gomez mangerà anche le croste della pizza che prima invece lasciava sul piatto. Intanto Montolivo esce allo scoperto “Sono scandalizzato che a Firenze si siano commossi di più per la morte dell’orsa Daniza, che non per la mia frattura”. Certo non è la stessa cosa, manca la sua voce di San Frediano. Se la prossima volta ci sarà l’alluvione allora vuol dire che io e la Gaia si porta merda.


68 commenti:

  1. Pollock, se è vero, e nonostante tu sia un sanfredianino non dubito, che Gaia raccoglie in una sola persona, le virtù massime. Siamo di fronte ( o meglio diciamo sei tu di fronte ) ad un miracolo della natura. In effetti ho sempre riconosciuto l'esistenza di belle fine a S.Frediano, spigliate, simpatiche, disponibili ( che non si equivochi...). Il problema insormontabile è il genere maschile. Anzi irrisolubile.

    RispondiElimina
  2. A me risulta, LELE, che i sanfredianini siano baciati solo da donne con la dentiera....
    Comunque ho rinunciato a entrare in banca, rapinare, prendere ostaggio e fuggire. No, rinuncio. Preferisco irrompere a Radio Toscana e prendere solo l'ostaggio, si.
    D'altra parte se non lo metti alla prova, il coraggio non ti manca mai...eh eh eh eh eh eh.
    Credo, solo dalle foto, che questa Gaia sia più importante della teologia per capire il concetto dell'infinito.
    Tratti poco da ceppo caucasico, zigomi decisi ma non invasivi rispetto al semi-ovale, quello che uno Garcia Lorca definirebbero "luna" (neo) all'incrocio dell'espressione che genera il sorriso. Una vaga similitudine con fisiognomica meltin-pot arabo/fenicio (che illumina più dell'apparente il tratto caucasico).
    (Per caso l'abbiamo scambiata con il Colonnello Blimp?).

    RispondiElimina
  3. In S.Frediano ci son sempre state rare bellezze, peraltro con sale in zucca. Infatti cercano di accasarsi altrove. Ahahahahah.
    Si, questa Gaia stuzzica, non solamente per i tratti egizi che rilevi, ma soprattutto per la scelta professionale, che si evince ha fatto. Non ha percorso scorciatoie che la sua bellezza estetica le permettevano senza durar fatica, ma ha scelto una professione che la appaga, attrice di teatro, che notoriamente non porta grandi copertine. Indice di quali siano le sue priorità, di conseguenza, chapeau. Una bella donna senza intelligenza e ironia, è un involucro inutile e noioso.

    RispondiElimina
  4. Ora un fate i ganzini. Con la Gaia ci parla lui solo, se no un sarebbe sanfredianino (e sanno che se si mettano in competizione e l'arrivan sempre due), di noi a i'massimo gni fa arriva' le registrazioni delle cazzate che si dice. Quindi carma e gesso. Se vu volete, andate a i' cesso a fare icche vu fate da una vita (e un n'è la cacca), ma di più e un ci tocca, e speriamo un ci sia la fila.

    RispondiElimina
  5. https://www.youtube.com/watch?v=ODaWSK1zvKM



    Vado su google per vedere chi è, apro il video e guarda chi mi appare!
    Pollock se riesci a reclutare anche lei in radio [tanto e un la si vede] a far battute sul marito becco, commissiono un tuo monumento equestre da porre sulle Mura di Lucca, tanto il Chiari ha sempre certi arretrati da sbrigare...

    RispondiElimina
  6. Prima di te, il diluvio. Sempre che ci sia un dopo.
    Certo, le informazioni le dai proprio a "capocchietta", boss.
    Radio Toscana: FM 104.70, 88.00 e, nel Mugello (informazione personalizzata per Jordan e Gonfia), 107.60, almeno mi pare. Dalle 14.00 alle 15.00 (o è dopo?) facevano una trasmissione di "musica e Fiorentina", ma non pensavo fosse l'Ape Gaia. Simpatica, non si prendono sul serio quasi mai. Personaggi e interpreti, a memoria: Nick Ceccarini, Giak Guerrini, Gaia Nanni (sanfredianina solo per un terzo, dice lei).
    Per tutti gli altri: lasciatela fare, non è roba per voi.

    RispondiElimina
  7. Ah, sul nome. Forse sarebbe meglio Ribloggheria. Almeno le rime sono migliori.

    RispondiElimina
  8. Ho avuto per un attimo il timore che proponessi Riblogghica.

    RispondiElimina
  9. Perché, un si po' fare complimenti senza pensare a doppi sensi o intenzioni?
    Jordan parla per te...eh eh

    RispondiElimina
  10. La Gaia vera su RTV38 non è quella con la De Pin e Romanelli, ma quella di "Tendenze" (che trovate su YouTube).

    RispondiElimina
  11. e vi conosco anche voi, mascherine.....

    RispondiElimina
  12. Come mettereste in campo la Fiorentina domani? Non la vedo partita per questo Gomez, che metterei nella ripresa, anche per togliergli un po' di pressione da dosso. Giocherei con: Neto; Savic, Rodriguez, Basanta; Cuadrado, Kurtic, Pizarro, Aquilani, Vargas; Ilicic [ebbene sì], Babacar. A riposo Borja, e al 60' [eheh] dentro Gomez e anche Bernardeschi, se necessario.

    RispondiElimina
  13. Se invece Vargas lo dobbiamo considerare finito per la fascia, allora dentro a malincuore Pasqual.

    RispondiElimina
  14. Ora così e son contenti

    RispondiElimina
  15. Io invece penso che Gomez giochi meglio fuori casa a spazi un po' più larghi che in casa se lo affoghi in area senza fargli un cross. Per il resto è la mia formazione (a parte un'alternativa in difesa Richards-Basanta ma cambia poco).

    RispondiElimina
  16. Ragazzi, vu vi siete rilassati peggio di Montella e Borja Valero: sugli altri blog si parla di candidatura per lo scudetto, di Cuadrado punta, di risorse mal allocate per Gomez quando si poteva prendere Immobile a 19.5 milioni o Gabbiadini a 5 per la metà...e qui state a parlà di fiha! E te Pollock ti stai a pavoneggiare per du parole in radio, mezzo antidiluviano, quando Ludde sta per lanciare i clippini alla Vasco e alla Benedetto Ferrara!

    http://video.repubblica.it/edizione/firenze/nonna-tranquilla-quello-non-e-mario-ma-gino-gomez/177665/176401?ref=vd-auto

    RispondiElimina
  17. Penso anch'io, ma non a Bergamo, non credo ci lasceranno molto spazio...

    RispondiElimina
  18. Deyna:

    Savic a destra? non mi convince...
    Centocampo, concordo...
    Davanti: Berna/Gomez/Cuad

    RispondiElimina
  19. Savic le poche volte che ha giocato a [centro]destra mi è piaciuto più che a sinistra...

    RispondiElimina
  20. https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xap1/t31.0-8/10679598_10152491791807772_492321299253595064_o.jpg

    RispondiElimina
  21. NETO
    SAVIC. RICHARDS BASANTA
    KURTIC AQUILA BORJA ALONSO (VARGAS)
    CUADRADO BABA
    GOMEZ

    RispondiElimina
  22. forse perchè è un destro naturale...

    RispondiElimina
  23. Si nota bene il raggio di sole su Borgognissanti e la grandine su S.Frediano.

    RispondiElimina
  24. ahahahahah, vu siete cane e gatto... ;-)

    RispondiElimina
  25. Ci avevo pensato, ma la rima sarebbe stata troppo, troppo scontata.

    RispondiElimina
  26. Dite quello che volete. Ieri, su Rifredi, solo una leggera pioggerella. Peccato fossi alle Cascine in bici. Mi è andata bene, mi sono rifugiato da un'amica Isolottista.

    RispondiElimina
  27. Stasera primi esami per Inzaghi e per...Allegri.

    Vedo meglio il Milan, per una serie di motivi:

    Juve più stanca (svedesi non fenomeni ma hanno fatto sudare i gobbi sino al novantesimo), Milan con entusiasmo e sotto una cura (quella Inzaghi) che pare aver rigenerato giocatori dati per dispersi come El e Menez, se passano indenni anche questo scoglio iniziano a preoccuparmi parecchio come rivali...
    Ovviamente i nostri 3 punti domani non possono NON arrivare, sennò si chiacchera del nulla....

    RispondiElimina
  28. Pioggerella non direi un po' di grandine è caduta anche qui in via Massaia, però niente da tregenda come non molto distante.

    RispondiElimina
  29. Benedetto Ferrara, uno della banda dei quattro. Il DJ si scatena anche in queste cazzate, roba da Ludde. Ora mi metto a fare i clippini di' Nonno Pilade anch'io, perlomeno i' nonno e sarà anche briaho ma ci ha i' sangue viola DOC!

    RispondiElimina
  30. Beleck....la cura Crotone funziona...

    RispondiElimina
  31. Il mio augurio, LOUIS, è che la Juve asfalti e ridimensioni subito il Milan. (Anche se il pareggio permetterebbe a noi,con i tre punti di domani, di avvicinare le due strisciate...).

    RispondiElimina
  32. Se abitassi a Vienna suggerirei di spedire Borja a Crotone se abitassi in Svizzera ci manderei Gomez..

    RispondiElimina
  33. per me, idem con patate...

    RispondiElimina
  34. Approvo la formazione di Deyna, anch'io, nelle rare volte in cui ha giocato a (centro-) destra, ho trovato Savic decisamente meglio che a (centro-) sinistra.

    RispondiElimina
  35. Fiuuuuuu... cosa ci siamo scampati!

    http://www.violanews.com/altre-news/ferrero-rivela-ecco-perche-non-ho-rilevato-la-fiorentina-20140920/

    RispondiElimina
  36. A Milano una partita di merda. Brutta e la Juve se vuole la chiude.
    Il falsonueve milanista ha creato un colpo di testa in 40 minuti.
    Nel frattempo stappato un Nano Ghiacciato, il Galatasaray ha perso 2-0 ( "Importante la prestazione...").
    (Per la cronaca: Prandelli si è messo contro Snijder, in settimana; il Pranda non vuole primedonne...Vedo all'orizzonte problemi sul Bosforo).

    RispondiElimina
  37. Sinisa Mihajlovic, allenatore della Sampdoria, è stato insultato ed aggredito da un uomo in prossimità dell’albergo dove era in ritiro con la sua squadra. Il tecnico serbo ha reagito e ha sporto denuncia. Ne parla La Gazzetta dello Sport nella sua edizione online

    “Un grave e spiacevole episodio ha coinvolto oggiSinisa Mihajlovic. Uscendo dall’albergo che ospita il ritiro della squadra a Genova per andare al pullman dopo l’allenamento del mattino il tecnico serbo è stato insultato pesantemente da una persona in strada: offese gravi concluse con la frase “sei una testa di c…”.

    Il tecnico sorpreso si è avvicinato chiedendo: “Ma ce l’hai con me?”. L’aggressore, pare già noto alle forze dell’ordine, ha replicato con un altro insulto e ha cercato di colpirlo con un pugno che Sinisa ha schivato parzialmente ma che gli ha procurato la rottura degli occhiali da sole.

    A quel punto vistosi aggredito anche fisicamente ha reagito ne è seguita una colluttazione in cui l’incauto aggressore ha avuto la peggio. Solo un momento di lucidità di Mihajlovic e l’intervento di alcuni giocatori ha fatto sì che per il malcapitato le cose non finissero anche peggio. La rissa è avvenuta davanti a diversi testimoni. Mihajlovic ha già sporto denuncia, i testimoni oculari hanno confermato la versione del tecnico che ha subito ritrovato la calma e archiviato lo spiacevole episodio. Sarà più difficile dimenticarlo per l’aggressore…”

    RispondiElimina
  38. Bergomi "Complimenti al Milan perché gioca da provinciale"....Ciaula scopre la luna...ah ah ah ah ah. Un solo tiro in porta...ah ah ah ah ah...

    RispondiElimina
  39. Lo Zaller non mi sembra il tipo che usa la violenza fisica, quindi? Chi sarà?

    RispondiElimina
  40. Ahah è bellissimo comunque il passaggio "Solo un momento di lucidità di Mihajlovic e l’intervento di alcuni giocatori ha fatto sì che per il malcapitato le cose non finissero anche peggio".

    RispondiElimina
  41. Ma voi le partite le vedete? Avete visto come si fa il 3-5-2? Come pretendete che Cuadrado possa fare quello che fa un Lichtsteiner? Il livello tecnico del blog si sta abbassando, proprio adesso che s'andrà in radio. Va bè, vorrà dire che Pollock sarà costretto a leggere solo i miei post.

    RispondiElimina
  42. Vargas terzino o esterno nel 3-5-2 non lo può più fare. Deve giocare come giovedì, ovvero centrocampista aggiunto in fase di non possesso dove ci si troverebbe a fare una specie 4-4-2 e pronto ad inserirsi in fase di possesso dove ci si troverebbe a fare una specie di 4-3-3. Questo Vargas e in questa posizione potrebbe fare tranquillamente 15 gol a stagione (tra campionato e coppe).

    RispondiElimina
  43. Certo che noi italiani siamo veramente il popolo più furbo del mondo: all'epoca si riuscì ad importare in Italia il mitico Terim e adesso siamo riusciti ad esportare in Turchia il Giubba.

    RispondiElimina
  44. Come sempre c'è chi vede più lungo: “In difesa ci sono tipi tosti, penso a Gonzalo e Savic. Magari a centrocampo manca un po’ di sana cattiveria agonistica, il centrocampo viola è più tecnico, sono state fatte altre scelte e non è detto siano corrette”.


    Mentre qui ci si intorta col 3-5-2 e con le critiche (in parte anche ingiuste) agli ininfluenti terzini, Mondonico va direttamente al cuore del problema: il centrocampo troppo tenorile.


    Problema la cui soluzione (vista la rosa a disposizione) è semplice semplice: uno solo tra Pizarro e Valero (chiaramente il cileno da preferire se sta bene) e l'altro in panchina (chiaramente lo spagnolo), dentro Kurtic e spesso anche Vargas come centrocampista aggiunto-ala aggiunta (ovvero la posizione in cui ha giocato giovedì).

    RispondiElimina
  45. Vi adoro di già! Belli e fatti bene!

    RispondiElimina
  46. Vargas centrocampista è una cazzata che sta alla pari con quella di Cuadrado trequartista, siamo ai livelli di Repka centravanti

    RispondiElimina
  47. A me Sinisa mi è sempre garbato. Vi immaginate se succedeva al Giubba? Andava subito a nascondersi dietro qualche prete suo amico.

    RispondiElimina
  48. Calcio in culo turco in arrivo. Chissà cosa dirà la Silvia Berti! Comunque col contratto che ha possono andare tutti e quattro all'enoteca tutte le sere.

    RispondiElimina
  49. No, perchè Vargas cos'è scusa? Un terzino? Una punta?
    Ultimamente molta confusione in testa. E poi lo spiego bene sotto, si tratta di fare quello che ha fatto giovedì, dare una mano a centrocampo ed inserirsi poi negli spazi come in occasione del gol.

    RispondiElimina
  50. La vogliamo salutare la Gaia, che giù in basso vi ha scritto?

    RispondiElimina
  51. Non tutti. Qulacuno è venuto decisamente male. Benvenuta.

    RispondiElimina
  52. Bienvenue avec nous. Gaia. Nous somme pas nombreuses, mais, c'est vrai, bien fait et de grande qualité, un sorte de Cabernet passé au barrique.
    (assist per il bucaiolo, chissà i'che mi scrive ora...)

    RispondiElimina
  53. Lele è di Borgognissanti Gaia, non ci far caso, quando beve gli si allappa la lingua.

    RispondiElimina
  54. Belli perchè un tu ci hai visto o tu sei troppo buona, fatti bene un tempo magari sì ma co' i' tempo e ci si sciupa. Comunque grazie, se tu lo dici te e ci si crede e si ricambia, ma dicendo il vero.

    RispondiElimina
  55. Io ho capito solo Cabernet e barrique. A me avete detto solo "Ciao" quando son capitato qui...

    RispondiElimina
  56. Lele per te tirò fuori solo una bottiglia di gazzosa, me lo ricordo bene. Per la Gaia stappa i gran cru.

    RispondiElimina
  57. Hai capito? Adesso ci vorrebbe che Gaia scrivesse che ha votato Monti e che le piacerebbe riavere Ljaijc e Gabbiadini per fare il vero 4-3-3...

    RispondiElimina
  58. Benevenuta Gaia, per festeggiare il tuo ingresso nel blog considera a tua disposizione i migliori vini della cantina, messi generosamente a disposizione dal Chiari come da vecchi accordi.

    RispondiElimina
  59. Gaia, qua c'è delle merde che metà bastano. Coi' Chiari bisogna andare a i' fontanello. Sappilo. Lui l'è per l'acqua di' sindaho!!

    RispondiElimina
  60. dbneyxcxvxcxvdtrrrrprlrlrmvx....

    RispondiElimina
  61. Nemmeno, Deyna, da buon lucchese, scrisse....ao.

    RispondiElimina
  62. Meglio una mare e monti

    RispondiElimina
  63. Ein wunderschone guten tag Gaia,eine wahre freunde Sie hier bei uns zu haben.Per dare un tocco di Europa al blog e visto che qualcuno(Lele nella fattispecie)ha già Francesizzato il tuo arrivo,lo estendo al Tedesco,in attesa di qualche altro Wellcome...Un brindisi,con RheinReisling,per restare in tema Teutonico,anche se inspiri un qualcosa di raffinate bollicine della Franciacorta.Ciao Gaia

    RispondiElimina
  64. Il Reisling del Reno è buono, Effe. Personalmente però preferisco, nell'ordine quelli di Mosella e Mosa. Altri tempi, quelli del turismo alcolico. Reno, Mosa e Mosella. Tra un trocken un halftroken ed un libssh, quattro "briachi" (due maschietti e due femminucce), che si aggiravano per le valli teutoniche. Altri tempi, quelli del prepalloncino. Un freddocaldo come in Germania, mai più provato.
    Gaia, benvenuta. Ti consiglio però di considerare con più attenzione quello che scrivi. Non abbiamo bisogno di troppo incoraggiamento, qui.

    RispondiElimina
  65. Barriccato "tu sarai te", Lele. Io sono ancora Vin Novello. Ovvia.

    RispondiElimina