.

.

sabato 13 settembre 2014

Non guardarmi non ti sento - dialoghi tra fave con una bassa soglia di attenzione

Foco: “Ginocchia, caviglie, tibie, peroni, ossa craniche. Il tifoso Fiorentino medio è abituato a scartabellare enciclopedie mediche, interrogare il medico sui tempi di recupero da intervento ortopedico anche se si trova a studio per farsi prescrivere l'Aulin, provare a rimorchiare un'infermiera per cercare di calmare certe paure prima di certe pulsioni. Il tifoso Fiorentino medio ha le mappe del corpo umano in cameretta, appese vicino al poster di Batistuta. L'allegro chirurgo sempre a portata di mano, per simulare le operazioni a casa e capire dove possa aver sbagliato lo Steadman di turno. I crociati, per chi tifa Viola, sono cattivi. Molto di più che per un saraceno qualsiasi vissuto tra l'XI ed il XIII secolo.I tifosi Viola sono legati ai legamenti, amano il calcio e le calcificazioni. Specialmente quelle rapide. I sogni aggrappati ad un filo di sutura. Le speranze unte di Cicatrene”.
 
Pollock: “Crociati che fanno un casino dell’80 quando saltano, come nell’80 il casino che scoppiò con il Calcioscommesse, questa volta per colpa di Cruciani. Crociate contro i Della Valle, lamenti di una tifoseria a cui saltano i nervi più che i legamenti. Steadman è il collezionista di ossa, Prandelli di ostia, che seleziona, archivia e cripta nella sua cripta attraverso il codice etico. Della Valle investe sul Cicatrene ad Alta Velocità e sul restauro del Colosseo perché è molto meno complesso dì quello del ginocchio di Pepito Rossi. Aulin, Steadman, Marin, Valtolin, il prossimo ritiro sarà sicuramente in Val di Non. Mentre Pasqual è un ragazzo della via Pal. E quello che più ama Il Bambi in una coppia sono gli scambi”.
 
Foco: “Anche Montella è uno scambista. Infatti, in passato, ha spesso scambiato Cuadrado per un attaccante. O almeno, l'ha fatto credere ad un bel po' di gente. Peccato ci sia cascato anche Juan. Ma queste sono cose da Svizzeri, quello strano popolo che se ne sta lì, solo soletto in un cantone. Sono sottigliezze tattiche dello spessore di un toblerone. Quello strano snack di cioccolato che ha nei frigobar il suo habitat naturale. Uno snack protetto, visto che quando lo mangi, gli albergatori ambientalisti te la fanno pagare cara. Uno snack da duty free, ovvero quel posto dove, ad ogni trasferta, Montella cerca di abbandonare Pasqual. Montella che quest'anno punta ad andare più avanti possibile in Europa League. Non tanto per portare a casa un trofeo, ma per avere più possibilità di andare in aeroporto”.
 
Pollock: “Svizzero? No, Novi. Quel magico novi che ci ricorda tanto Batistuta, il bomber. Mentre in molti sono rimasti più legati al bomber di Prandelli. Così tanto stretto. Uguale uguale a certi legami che non vogliono rompersi come ci succede invece  purtroppo ai legamenti. Quel magico novi che potrebbe diventare anche il falso novi. Cioccolato di merda cioè. Ruoli contraffatti dalla mala del Canton Ticino che finché non retrocede in B non può rimettersi a fare domotica e automazione domestica. BTicino che potrebbe anche diventare il nostro nuovo main sponsor. A Firenze cantiamo “Ona ona ona ma che bella rificolona”, in Svizzera invece “One one one ma che bel Toblerone”. Vincere l’Europa League è grasso che cola sulle nostre ambizioni. E per noi ogni giovedì sarà un giovedì grasso”.

Scritto a quattro ruote motrici con Foco che consuma anche poco
Titolo e foto di Foco




103 commenti:

  1. Mi scuso con gli autori dell'Editoriale odierno, sublime inno al nonsense, se riprendo brevemente un argomento di ieri. Leggo la valutazione di inutilità da parte di Ljuka. In parte è vero, ma questa inutilità è solo il frutto dello stesso pensiero che la vuole inutile. Se si crede il commento politico noioso ed inutile, poi mettiamo una pietra tombale sulla democrazia. Una volta ci fu il magnifico movimento del 68, pieno di errori, ma colmo di passioni. Una volta c'era Gaber, libertà è partecipazione, oggi molto meglio parlare solo di calcio, ristoranti e menù, IPhone 6, feisbuc, uozzap, poi se siamo schiavi con la schiena curva, se le nostre pensioni saranno inesigibili, se i nostri figli sono destinati a dottorati con paga da call center o lavapiatti, chi se frega. Giusto, mi si scusi l'intrusione, parliamo d'altro.

    RispondiElimina
  2. Mia formazione
    NETO
    RICHARDS GONZALO SAVIC
    CUADRADO AQUILANI BADELJ BORJA ALONSO
    BABA GOMEZ

    RispondiElimina
  3. Lele, io credo che Baba giocherà titolare giovedì in EL al posto di Gomez, per cui domani accanto al tedesco penso che vedremo o Ilicic o Berna.

    RispondiElimina
  4. se vi capita di passare da queste parti, andat4e a mangiare al "merlo", a camaiore.
    uovo fritto in carrozza con parmigiano e scaglie ti tartufo;
    pan brioche con patè 50%fois gras e 50% fegato di volatili;
    risotto con fegato di volati e sformatino sempre di fois gras (x2);
    io ho preso anche il secondo: tagliata piemontese con scaglie di tartufo, su un letto di crema di patate.

    barbera d'asti superiore (15 gradi!);
    una specie di torta bavarese come dessert (ma la mia donna la fa meglio, poi vi posterò una foto);

    grappa barricata "piasì"

    certo un po' caro, ma se volete farvi un regalo una volta ogni tanto ve lo consiglio assolutamente

    RispondiElimina
  5. complimenti per il pezzo, graditissimo. compliementi a entrambi. mi sono sempre piaciuti i voli pindarici.

    RispondiElimina
  6. ah, formazione preferita:
    identica a quella di LELE, con vargas a sinistra finché tiene e poi dentro alonso.
    probabile formazione, invece:
    NETO
    RICHARDS GONZALO SAVIC PASQUAL
    AQUILANI PIZARRO BORJA
    CUADRADO ILICIC (BERNA)
    GOMEZ

    RispondiElimina
  7. Infatti, Anto e Pende, purtroppo vedremo uno schieramento diverso. Motella ha mostrato rari casi di ravvedimento e difficilmente avrà fatto tesoro delle difficoltà che il Genoa ci inflisse a Firenze.
    Pende, io a Camaiore, posto che adoro, ero solito frequentare il Nebraska, enoteca sulla strada per Montemagno, esiste ancora?

    RispondiElimina
  8. Enoteca molto caratteristica ed essenziale, per questo ancor più preferita.

    RispondiElimina
  9. sì c'è ancora, adesso però è cambiata gestione: fa solo da pub e cucina spartana toscana (affettati, formaggi) e pizzeria. non ha selezione di vini. una volta era famosa, adesso non c'ha più un gran giro, anche se gruppetti di fedelissimi metallari ci sono sempre insomma.
    tra l'altro, miei amici ci suonano piuttosto spesso.

    comunque, in linea generale, come zona enogastronomica camaiore è un po' decaduta rispetto a qualche anno fa, diversi posti han chiuso e cambiato gestione o sono scesi di qualità, purtroppo (es bernardone); però insomma, a saper cercare ci sono ancora posti che vale la pena visitare.

    RispondiElimina
  10. tra l'altro camaiore era famosa per la buona cucina semplice (molto rinomati i tordelli di camaore o il matuffo [polenta, sostanzialmente, con sopra ragù o funghi]; poi i miti, la scarpaccia e la torta di pepe); adesso però anche questi posti tendono a spennarti.

    RispondiElimina
  11. Al Nebraska ci andavo spesso tanti anni fa, appunto con degli amici metallari dell'epoca...Ricordo che una volta un tipo al tavolo accanto, astemio, chiese un succo di frutta alla pera. Il gestore si mise a ridere e non gli portò nulla. Il tipo: "Che c'è da ridere? Ho ordinato e non mi porti nulla?!" "Non c'è da ride, c'è da morì dal ride! Te vieni AL NEBRASKA e ordini un succo di frutta?? Alla prossima battuta ti butto fori!"

    RispondiElimina
  12. Quando andavo al Superficie 213 - storica discoteca dark-punk fine anni '80 di Capezzano Pianore, chiusa nel '90 per far posto al Kama Kama - la tappa "vinicola" pre-serata era sempre Nebraska o Eresiarca, enoteca al Lido...

    RispondiElimina
  13. l'eresiarca era strepitoso, anche quello ha cambiato gestione proprio qualche mese fa, non ci sono ancora tornato, ma dicono - come sempre - che sia sceso di livello.

    RispondiElimina
  14. comunque una buona enoteca è "il magazzino del vino", in centro a viareggio. è abbastanza fornito anche l'assassino, ma su molti vini marcia sul prezzo

    RispondiElimina
  15. LJUKA, hai abboccato! Stanotte le strategie sitollockiane (quelle della Vecchia guardia) prevedevano la porta aperta, nessuno a guardia.
    Volevamo, e siamo riusciti, a dimostrare che il rispetto (non il timore!) per la Riblogghita induce le persone a non entrare a rubare- curiosare si, come ben sai!- anche se alcune idee vengono sfruttate in seguito da bonaccioni che spacciano per loro alcuni pensieri espressi/scritti qui.
    LELE, dai che il post notturno di LJUKA era ridanciano (modello SOPRA)!!
    LELE, immagina solo LJUKA seduto sulla tazza del cesso che scrive sul sitollock...ah ah ah ah ah ah ah ah....ah ah ah ah ah ah......duodenale, come quelli che devono giocare nella viola: Baba o Berna? Pasqual o Alonso? Aquilani o Badelj? Richards o Tomovic?......questi sono interrogatovi duodenali!!! Ah ah ah ah ah...ah ah ah ah ah ah ah...
    LJUKA, nessun bandone (DEYNA voleva El Bandeador, Lisandro Lopez, due anni fa!) e nessuna serranda e non hanno rubato neanche il Porsche lasciato aperto!!! Capito che ambiente, qui....???
    Ma non é che Duodeno é un attaccante argentino?

    RispondiElimina
  16. Su Pasqual -altro tema inutile da trattare, 20 anni di euro, 10 di Pasqual- ammetto che l'ho visto giocare gli ultimi dieci minuti contro la Norvegia. Un'azione mi ha sorpreso: ad un certo punto con palla a metà campo ha servito un passaggio filtrante alla prima punta che scattava sul filo del fuorigioco. Ora, sarà stato un caso, ma avrò visto finora almeno 200 partite di Pasqual. Non è che forse in tutti questi anni di nulla tattico, non c'è mai stato un allenatore che l'abbia un pò raddrizzato, spiegandogli di fare qualcosa di nuovo e non sempre gli stessi crossetti dalla trequarti?

    RispondiElimina
  17. Azz... Lisandro Lopez... anche a me piaceva molto. È finito, a soli 30 anni, a prendere soldi in Qatar, rendendo del tutto impossibile una sua convocazione in Nazionale, un anno prima del Mondiale. Di fatto è stato un enorme belinone, tipo Nilmar.

    RispondiElimina
  18. Ahahahahah, il Nebraska... La Versilia è la mia seconda casa, e la colpa è di genitori e zii che portandomici sin da quando avevo anni 0 me l'hanno appiccicata addosso. E non riesco più a lavarla via, ogni tanto sento il bisogno, anche o forse soprattutto in una domenica di pioggia di prendere e partire per farmi un giro nei luoghi dove ho trascorso alcuni dei momenti più belli della mia vita. Un giro in passeggiata che sia quella di Viareggio, del Lido o le viuzze del Forte per me non fa differenza. L'odore del pitoshoro, del mare mosso, la pizza con un quintale di mozzarella della "Nuova Viareggio" (memorabili le discussioni con l'Etruskolo che preferiva quella di Athos), il pane arabo oramai scomparso di Vinicio al Forte, la gara sul gelato più buono tra Galliano, Orsi o Sirena e via via via via... Sulla discussione di ieri: il signorsì ci vuole appunto per chi fa il bello e il cattivo tempo perchè nella vita, a tutti i livelli, perchè ci sia un prepotente deve esserci per forza anche un debole, così come per un furbo ci vuole un grullo e così via.

    p.s. la formazione di Lele è anche la mia...

    RispondiElimina
  19. L'assassino lo conosco e ci sono stato, bel posto...

    RispondiElimina
  20. Sull'operazione di sutura del ginocchio, il decorso prevede da 3-6 settimane di immobilizzazione con angoli diversi (dipende di medici). Effettivamente può voler dire ingessazione dell'arto. Io avevo capito che doveva proprio restare immobile per un pò di settimane.

    RispondiElimina
  21. alcuni miei amici che hanno avuto problemi simili mi hanno confermato che siamo nella norma per un intervento del genere, come tempi...

    RispondiElimina
  22. A proposito di rockoteche versiliane, da pischello andavo spesso a una al Cinquale di cui in questo momento ho un'amnesia sul nome (come si chiama??) Esiste ancora?).

    Pepito: so una sega io di chirurgia, ma nulla mi toglie dalla testa che fosse da operare già dopo Rinaudo e che si sia pensato al mondiale anzichè alla Fiorentina. Poi i 40 giorni di ferie a mangiare hamburger mi sonp rimasti un po'sul gozzo, Jovetic nella pausa estiva del 2011 rimase ad allenarsi per cominciare il ritiro già in forma.

    RispondiElimina
  23. Il prepotente può permettersi di infierire sul debole o di ignorarlo per via dei rapporti di forza. La nostra debolezza al momento è strutturale, economica, e politica. Se un oggettivamente debole prova a fare il prepotente fa una brutta fine. Immaginati una legato ad una sedia con di fronte il proprio aguzzino e che si mette a fare pure il prepotente.


    L'altra analogia poi è completamente irrealistica: spesso il furbo è oggettivamente più debole, ma riesce ad ingannare il grullo. Ma i tedeschi purtroppo non sono grulli, anzi, ce l'hanno messo in quel posto e hanno tutte le intenzioni di lasciarcelo. Anzi, si sono pure convinti che ci stanno aiutando. Come quando gli inglesi, i francesi, gli spagnoli, oppure gli italiani andavano ad aiutare i "selvaggi" americani, africani, indiani, australiani.

    RispondiElimina
  24. A Camaoire ho cenato e bevuto alla grande a Villa la Bianca. Comunque sento la mancanza di ristoranti tipici dove mangiare tordelli non banali, magari dammi qualche dritta Pende. Cosi' come una cucina di pesce viareggina, popolare, senza fronzoli, ma molta sostanza. Dove si trova oggi un locale cosi'? Deyna, il mito del Nebraska fu creato, se ricordo bene, dal Pardini, soggetto sul quale si poteva fare un film. Poi moooooltssimo tempo fa', ero a Vipore, conoscendo il proprietario Cesare ( nome che evoca...). Vera arte culinaria lucchese. Poi lo stesso l'ho beccato su Rai Intl, dove spiegava il successo del suo locale a New York. Bravo!

    RispondiElimina
  25. No ma mi hai aiutato a ricordarmelo: il Baraonda!

    RispondiElimina
  26. Il post odierno di Pollock mi riporta col pensiero in alcune case del popolo,che frequentavo in passato più spesso,anche solo per un caffè,poichè sentivi il termometro degli umori della gente,in qualunque campo e di qualsiasi argomento.Libertà è partecipazione,Gaber,giusto Lele,uno dei tanti concetti o frasi che la storia/filosofia riporta,per mezzo di grandi Pensatori e Geni.Ricordo che tra una bestemmia,un'imprecazione per una mancata scopa sul tavolo di gioco,si creavano spartiti di società,dove argomenti di politica,sport,auto,etc finivano spesso in scontri verbali,a loro volta conclusi in un bicchiere di grappa e una pacca sulla spalla.Vero,molto è cambiato anche in quei luoghi,il progresso si rivela quasi anti-umano,perchè è un'infinita strumentalizzazione dell'uomo rimandato all'anello futuro della catena.Quelle figure di allora,oggi dal volto scavato,avrebbero ancora molto da raccontare,la tecnologia ha "rubato loro la scena",come il comunismo in cui molti di loro credevano,sconfitto sul proprio terreno,sfidando l'occidente sul medesimo piano.Prima che dalla libertà anelata,il comunismo fu sconfitto dalla felicità anelata.Sulla politica,ci sarebbe troppo da scrivere,da dire,in questo momento però,un qualsiasi piccolo imprenditore, commerciante,artigiano,è così impegnato a dimenarsi dallo stato piovra,a sua volta costantemente preda dell'EU,che il primo pensiero sulla politica,conduce quasi alla rabbia e diventa quasi fine a se stesso,ma non è detto che non se ne debba parlare.Per questo motivo forse,consegnamo momenti del nostro tempo allo schermo e a questo sito,cercando un po' di sana leggerezza,non disdegnando e partecipando ognuno come vuole a qualunque tema a piacere: quelli della casa del popolo,ne sarebbero lieti eheheh.Finalmente domani si torna in campo,la formazione si va delineando,sembra ormai chiaro che la speranza di vedere Berna in campo,dipenda dalle condizioni di Ilicic,forse Richards tra i nuovi,ma chissà che Vincenzino non regali sorprese,tra poco su Violachannel la conferenza stampa.Vedremo

    RispondiElimina
  27. Crescendo ho completamente abbandonato la Versilia, poichè mi sono innamorato del verde e della pace di Castagneto e sue frazioni.

    RispondiElimina
  28. ci sono stato ad Agosto a Castagneto, gran bella zona della Toscana, tuttal'area da Livorno in giù... prox anno ci torno...

    RispondiElimina
  29. ah ah, al Baraonda conobbi, insieme ad amici, due mogli di giocatori di allora, era luglio, i mariti in ritiro. Il nome di quel locale mi ha dato un sussulto al cuore.

    RispondiElimina
  30. Eheheh, Stefano, se uno è furbo non è grullo, sennò iniziamo a litigare anche con l'italiano, eheheheh... su tutto il resto, concordo, però mi rimane l'idea che i tdeschi siano arrivati dove sono arrivati ANCHE grazie al lassismo dei confinanti, non solo italici, ora è tardi, hai ragione...

    RispondiElimina
  31. la pizzeria al taglio più buona è rizieri (una volta si diceva "da dino"; ancor meglio, se possibile, la cecina); quella invece al piatto la fanno benissimo da pachino o amami, anche se per la mia preferita c'è da andare a seravezza al nuraghe - che conobbi quando giocavo nelle giovanili del versilia '98 che puntava a vincere il campionato di serie D: adesso è fallito (3 volte mi pare), è c'è soltanto il querceta mi pare, in terza categoria, a giocare al "buon riposo".
    per quanto riguarda il gelato,quello che mi piace di più è quello di "emma" (in passeggiata al lido ha aperto anche la "lola", son sempre loro), oppure nilo's se vuoi puntare tanto anche sulla quantità.

    RispondiElimina
  32. Seguo televisioni tedesche, leggo giornali tedeschi, ho rapporti giornalieri con tedeschi per svariati motivi. Sei anni fa non avrei mai parlato così della Germania. In più, per motivi professionali, mi sono occupato -sempre meno per la verità- di economia internazionale, sempre, come Lele sa, partendo da posizione comunque eterodosse. Poi ognuno è libero di pensarla come vuole, ma ricordiamoci una cosa: gettarci fango addosso può avere senso per il passato, ma non per il futuro.

    RispondiElimina
  33. Domani alle h.15, con training oggi dalle h.18 e con pre-training dalle h.13.45 (Gunners- Citizen), l'italiano dimenticherà i soliti problemi, le bollette da pagare, le tasse...Ieri un bimbo che trova la parola dopo anni di mutismo fa gridare al miracolo, cosicché la Chiesa Romana fa una bella operazione di marketing gratuito. I miracoli esistono?
    Facciamo ritrovare entusiasmo ai tifosi viola, magari con belle parole di Vincenzo che...miracolosamente metterà in campo quelli che vorremmo noi vedere sul manto erboso.

    RispondiElimina
  34. temo d'aver fatto un colpo da '90: ho comprato ad un mercatino dell'usato la serie completa (5 dischi) dei 33 giri di Egisto Malfatti (non so se conoscete, nel caso cercato su youtube): partendo da un prezzo di 50 euro, essendo in vendita da 2 mesi me l'ha messi a 32. un conoscente di mio suocero sostiene che valgano più di 10 volte tanto, onestamente non saprei dire, mi informerò meglio, ma sospetto anch'io d'aver fatto un colpone.

    RispondiElimina
  35. Rebìc assente anche oggi, a Lipsia. Abbiamo fatto un terno al Lotto, cedendolo.

    RispondiElimina
  36. a Villa Bianca non sono mai stato, comunque proverò e ti farò sapere che ne penso; capitolo tordelli: i migliori che abbia mai mangiato l'ho presi "da Bruno" che praticamente è a Solaio, prima di seravezza (tutti conoscono la "casa del popolo" [famosa anch'essa per i tordelli]: ecco, 50 metri dopo c'è bruno]): ecco, come rapporto qualità/prezzo è il migliore in assoluto: pochi piatti ma fatti bene, posto bellissimo in pietra (stupendo mangiare fuori d'estate). Lì si mangia veramente da dio, spendendo 35-40 euro, e l'ambiente ed il personale son senz'altro piacevolissimi. Altrimenti, sul montemangno, si mangia bene alle meraviglie, e si spende anche un po' meno (30 euro, talvolta anche qualcosina meno);
    per il pesce: cucina tipica viareggina la puoi trovare da Tito, un tempo ristorante quasi di lusso, adesso invece semplice ma "efficace": in particolare, molto buoni gli spaghetti alla tito (praticamente uno scoglio saturato di frutti mare); spesso c'è anche il cacciucco alla viareggina (praticamente come quello alla livornese, ma senza "le lische"); molto buono anche il fritto di paranza; poi be', da tito il posto è veramente bello, sei sul molo, il locale è un vecchio edificio in stile liberty, alle pareti ci sono vecchie foto del molo di viareggio; la cucina è semplice ed il prezzo è onesto (30-35); a quella cifra c'è anche "Leone" o il "Mirage", che come impostazione sono un po' meno semplice, ma molto buoni.
    se invece una sera volete farvi un regalo, andando però a spendere il doppio (60-70 a testa), decisamente vi consiglio Cicero o L'oca (il secondo ha una vista meravigliosa), ma sono posti da poterci andare una tantum

    RispondiElimina
  37. letto, che due coglioni, uff

    RispondiElimina
  38. Ci andavo, al Baraonda...Non malissimo come selezione musicale, gente di fori come terrazze, però.

    RispondiElimina
  39. E' una vita che ho smesso di andare a cena fuori quasi del tutto, e ricordo pochissimo posti e proposte culinarie. Ricordo che si mangiava del buon pesce nelle "baracche" a Torre del Lago, lungomare, va a ricordarti i nomi. C'era [non so se ancora attivo, ma credo di sì] un posto dove tutti mi han detto di aver mangiato benissimo sia mare che terra, sperduto nei campi nella zona di Porcari, ma non ricordo il nome. Ovviamente.

    RispondiElimina
  40. io a centrocampo la vedo cosi' : é molto meglio del coro degli alpini del Genoa

    RispondiElimina
  41. Ricordo vagamente, chi era il Pardini? Aveva soprannomi? Da Vipore si mangiava bene, sì, come anche in un ristorante in Pelleria dentro le Mura, cucina tipica lucchese, ma non so se l'han spostato o definitivamente chiuso. A Lucca una volta era rinomata la Buca di Sant'Antonio, carissima pare, non so come sia ora.

    RispondiElimina
  42. Il problema sembra essere che non guarisce da un'infiammazione al ginocchio, ormai da un anno. Peccato, per me ha un potenziale enorme.

    RispondiElimina
  43. Il commento politico non è mai inutile. Inutile è disquisire sull'incapacità conclamata dei nostri, di politici, e sull'autarchia genetica delle germaniche genti. Entrambe le cose più che scontate, entrambe le cose influenti sulla nostra vita, non solo da oggi. Quale che sia la percentuale di influenza (entrambe, sommate, probabilmente portano a cento) non mi interessa granché. Tranquillo Lele, anch'io mi avveleno spesso, con amici e conoscenti, cercando di far capire che il nostro pettine è arrivato ai nodi. Politicamente ed economicamente. Purtroppo il problema è altro. L'Italietta, nel suo complesso, manca di "bischeri". E, si sa, troppi furbi non fanno un popolo unito. Si preferisce grattare il fondo del "capitalismo", senza pensare che al di sotto c'è il vuoto. Però, dopo una nottata di sofferenze gastriche, permettimi di scherzarci un po' su.

    RispondiElimina
  44. Hai acquistato un dinosauro...

    RispondiElimina
  45. ..oppure in versione jazz, con un aspetto piu' creativo.

    RispondiElimina
  46. Ah! Ecco perché Valero fa crescere la barba...

    RispondiElimina
  47. Da piccolo mi portavano al Tonfano, non ci son più tornato da grande per evitare un temutissimo effetto-nostalgia, nel vedere tutto cambiato. Ricordo una pineta col trenino abbandonato, uno spazio all'aperto con i go kart o roba del genere, la pensione del Ciappei [poi Aristea] dove passavo agosto, il Bagno Lucia, un bagno accanto con una struttura interna a forma di nave, con gli oblò.

    RispondiElimina
  48. Berg è il fratello segreto di Fellaini...

    RispondiElimina
  49. Il Football almeno,ci distoglie qualche momento dalla realtà,vero.Apro facebook(che sta diventando un mondiale di ipocrisia)e si parla ancora della povera orsa.Ovvio,non c'era bisogno di catturarla è normale che sia in mezzo ai boschi,è normale che si incattivisca quando ha i cuccioli.E' normale che l'uomo vada a funghi,che ci possa scappare un incidente,se fosse stato morso da una vipera avrebbero sterminato tutte le vipere?Ci è stato montato un caso fuori misura,metti poi che per catturarla finiscono per abbatterla,quelli"contro" completano la cazzata.Lacrimecapelli strappati,uccudete il cercatore di funghi,boicottiamo il Trentino,rivoluzione contro quello o altro.Quelli con l'ipocrisia nel DNA come Serra e la Mannoia(e quanto) che non perdono l'occasione per bilaterale sentenze contro un sistema nel quale si arricchiscono ogni giorno partendo da fiumi di lacrime e parole.Mi chiedo,ma suore in Africa valevano meno?centinaia di morti sul lavoro valgono meno?stragi di balene,foche ed altri animali valgono meno?quanti fanatici di qualcosa che non trovano uno sfogo e non sanno come divertirsi...Forza Vincenzino"miracola"Marin e fallo il Reus-Viola,prepara il Badelj a diventare il nuovo Pek... e tanto altro,ma ho finito il time,insomma facci competere...!!!

    RispondiElimina
  50. Per decenni ho passato le estati in Versilia, e le cene nei vari Vignaccio, Dogana, Petronio,il Porto, uno che non ricordo a Casoli, Scorfano Blu, Oca Bianca, Enoteca a Pietrasanta. Chissà se son ancora vivi. Come se non ricordo Tito al molo, Pende.
    Da tempo non torno là, segno i tuoi consigli, grazie. Spero che non ci si trovi tanti russi, (anche se sono filo Putin) magari russe...

    RispondiElimina
  51. roba vecchia, sì, ma di prima qualità, seppur povera.

    RispondiElimina
  52. Sai che ti dico, Effe, son nato e cresciuto conservatore, i comunisti non mi garbavano. Ma se osservo l'evoluzione del liberismo, che resta in mano alle lobbies dei soliti pochi e l'esautorazione dello Stato, golpe vero, mi trovo più a sinistra dei sedicenti PD renziani.

    RispondiElimina
  53. ah ah, dimenticavo! la Dogana ha riaperto, posto stupendo con una nuova gestione (non ricordo come si chiamava il ristorante che avevano prima questi): te lo consiglio decisamente! e lì ci sono i famosi tordelli "in bianco" di Ottaviano, anche se per me non sono così eccezionali come dicono. anche lì, una 40 a testa, ma da altre parti per quella qualità ti chiedono molto di più.
    no, non è pieno di russi da tito, ti ripeto, ha cambiato un po' stile, adesso. allo scorfano blu non ci sono mai stato ma vorrei provarlo.
    i russi li trovi più in posti tipo romano, lorenzo, e compagnia cantante. ti auguro buone cene, e se una volta vuoi farti un regalo, prova anche questo merlo a camaiore!

    RispondiElimina
  54. Il rispetto degli animali è un obbligo morale primario, ma quando i sionisti hanno razzato i Palestinesi, questa gente, i pacifisti dov'erano? Lo dico io, nascosti, sarebbero usciti solo se al governo, invece che renzino, ci fosse stato il Berlu. Ipocrisia tanta, Effe? No, SOLO ipocrisia.

    RispondiElimina
  55. Al Camp Nou, oggi non si registrano spagnoli.

    RispondiElimina
  56. Ho promesso, a moglie ed anche a me, una vacanza senza neppure una cena a casa. Durata della vacanza??? Un mese minumo, Ah ah ah

    RispondiElimina
  57. Io capisco pure che un'orsa, in quanto animale inconsapevole e incapace di crudeltà, possa muovere a compassione molto di più di decine e decine di uomini uccisi, in questa "società dello spettacolo"...Ma tutti i bambini quotidianamente sterminati a Gaza non sono meno innocenti di Daniza, e ho notato come gente che posta decine di commenti indignati per l'orsa, fino a lì non aveva mosso un dito, virtualmente, per la strage sionista. Mi sembra che si stia perdendo il senso della realtà...

    RispondiElimina
  58. Fazzi e Wolski titolari, Acosty entra ora.

    RispondiElimina
  59. Il problema è proprio quello. Da quando Vincenzino lo fa crossare dalla trequarti, "apriti cielo e spalancati terra". Secondo me Conte gli ha detto di crossare più alto (oltre la riga dell'area). Lì le cose funzionano meglio, anche se diminuisce, ovviamente, l'autonomia. Un tempo (o frazione), Manuelino dovrebbe ancora reggerlo.

    RispondiElimina
  60. e pellé che si scopre calciatore?

    RispondiElimina
  61. "il Modena non può fare a meno di Acosty": commento sky. Entra, segna annullato per motivi oscuri, assist per il gol al 90esimo. Atletic Bilbao che mette in crisi un Barca senza idee.

    RispondiElimina
  62. mentre lo scrivevo segna il Barca con Neymar, credo

    RispondiElimina
  63. Cero che, a guadare i primi tre minuti, Vecino al posto di Brillante e adesso eravamo a +3 sulla Roma.

    RispondiElimina
  64. Autogol del portiere dell'Empoli alla scadenza del 1 tempo. Bravo Vecino, comunque.

    RispondiElimina
  65. PENDE, Pellé ha segnato oltre 50 gol (solo in campionato) con il Feyenoord e nessuno (ne Prandelli ne Conte hanno mosso il culo per andare a vederlo.
    Oggi doppietta ma io la novità non la vedo. Maturato molto, andrebbe convocato, secondo me; credo abbia fatto più gol lui di Balotelli, ma nessuno va a vedere...
    Roma? Che culo!

    RispondiElimina
  66. Oddio, meglio di Brillante (almeno quello visto all'Olimpico). Ottima visione di gioco, forse un pò lento. La Roma comunque ha in panchina un grande allenatore. Ha fatto un paio di aggiustamenti in corsa semplici ed efficaci.

    RispondiElimina
  67. Al Campo Nou noia mortale, Barca che stenta contro una squadretta infima, Barca lontano anni luce da quella meraviglia ammirata per anni, Barca che da buon squadrone si vede graziato di un rigore contro non dato sullo 0 a 0 a venti dalla fine e approfitta subito dopo della fragilità difensiva avversaria. Questo Barca va poco lontano. Intanto a Londra i veri nove rammentano agli incompetenti cosa vuol dire gioco del calcio: per Diego Costa, ci vuole il pallottoliere

    RispondiElimina
  68. Montella: "A me piacerebbe sempre giocare sempre nel solito modo". Qualcuno dovrebbe avvertire Masaniello è che da un pò di tempo che si fa abbastanza pena, almeno da febbraio scorso.

    RispondiElimina
  69. Mentre di Masananiello ci si ricorderà a lungo del mitico cambio Joaquin per Babacar nel momento di maggior pressione della sua squadra con l'intento di recuperare un gol.

    RispondiElimina
  70. Rigore assurdamente netto per l'Empoli (almeno dallo streaming).

    RispondiElimina
  71. Ma Gonfiantini? Manca da un po' mi pare.

    RispondiElimina
  72. Ma come si fa a non dare un rigore del genere?

    RispondiElimina
  73. Finita, un bel furto a mano armata. Nulla di nuovo sotto il sole, e saranno i soliti bacini d'utenza.

    RispondiElimina
  74. Da quelle parti son venuto a giocare con gli juniores a Querceta, un campone che non finisce mai, era una delle squadre più forti anche con la prima squadra nei campionati di Promozione/Eccellenza dei tempi (equiparabile per qualità ad una D oggi, minimo)... i locali che rammenti Pende sono a Viareggio, non li conoscevo...

    RispondiElimina
  75. Quel posto si chiama "la Baracca", Deyna... Vero, si mangia davvero bene ma saranno oramai una quindicina d'anni che non ci torno... per il pesce potrei consigliarvi qualcosa ma sarei in conflitto d'interessi quindi meglio lasciar perdere...

    RispondiElimina
  76. STEFANO, pensa che cercando su Google "rigore Empoli Roma" ho trovato solo proteste della Roma per un rigore presuntamente negato...

    RispondiElimina
  77. Gran post, Effe, condivido tutto... e aggiungerei la tragedia montata sul napoletano ucciso dal carabiniere...

    RispondiElimina
  78. Bè, può essere un buon motivo che fa capire perchè un rigore solare ad una squadra come l'Empoli non viene fischiato. La Roma, tra l'altro, ha acquistato un potere mediatico -specialmente in Rai-, e economico -con il controllo ombra di Unicredit- e politico -in Parlamento- non indifferente, in assoluto maggiore di quello delle strisciate.
    Insomma, a quanto la danno la Roma che vince lo scudetto? Si potrebbe rivelare un investimento relativamente sicuro.

    RispondiElimina
  79. Intanto Carletto il brutto ha già timbrato il cartellino. Da arrestare l'intera catena sinistra dell'Udinese, con l'aggiunta del portiere (se Neto...). Giuve compassata, Udinese imbarazzata. Temono di far male ai nobili avversari, neanche menano. Con noi, invece...

    RispondiElimina
  80. Gentilmente, mi scrivete (sommando parole e concetti di Montella) la formazione con la quale la Fiorentina segnerà 3 o 4 gol al Genoa. Grazie...
    (Radi, ex nostro, a segno).

    RispondiElimina
  81. Foco, amico caro, ti ringrazio per il gentile pensiero. Spero di ritornare presto a scrivere, niente di preoccupante comunque. Continuo a leggervi. Ciao.

    RispondiElimina
  82. Hggfgjkbvdyjvchjgthftyhvhhgjgjhhjouywqswxwww
    Il Montella pensiero.

    RispondiElimina
  83. Forza, Gonfia. A presto.

    RispondiElimina
  84. tu va' con la moglie e tu vo' trova' le russe! Ma tu sei!

    RispondiElimina
  85. vabbé, niente che non si sia già visto... Juve Udinese 6 punti sicuri, sempre.

    RispondiElimina
  86. Rivisto adesso: come si fa a non dare un rigore del genere?

    RispondiElimina
  87. Spero che almeno ha trovato soluzioni per non prendere tre come l'anno scorso al Franchi.

    RispondiElimina
  88. Nel pezzo di oggi c'è, per quanto nascosto da una certa pretesa di comicità, un messaggio più o meno serio. Chi lo coglie vince un tour guidato in una rinomata acciaieria del centro Italia con spese a carico suo.

    RispondiElimina
  89. Oggi giornata campale:

    - L'Atletico Madrid sempre tosto...

    - Montella svela nulla...

    - Diego Costa veronueve...

    - Psg allarmante...

    - Primavera viola disarmante...

    - Fioretti (Spal) dimostra chi è...

    - Rebic assente...

    - Acosty decisivo...

    - Vecino a pochi km...

    - Roma culosa (?)...

    - Juve solita...

    - Hunky Panky fuga per due...

    - Fazzi ottimo...

    - Domani è un altro giorno...

    - Francamente me ne infischio...

    - Orsato ha buon fischio...(?)...

    - Stefano acquista dinosauri in vinile...

    RispondiElimina
  90. Sugli svizzeri? No, aspetta, l'infermeria.

    RispondiElimina
  91. intendo, chde si scopre a calciatore a 27 anni (dopo i 2 anni in olanda, chiaro, dove in precedenza aveva già fallito)

    RispondiElimina
  92. Diego Costa meriterebbe più di un rigo, Sopra. Il centravanti ha bisogno di squadra, e lo spagnoliano sembrerebbe averla. Dice che il Milan e' contento, con Torres. Figurarsi il Chelsea, nel cambio. Non male persino Fabregas: l'aria di casa lo intristisce, ma le nebbie di Avalon lo hanno fatto riprendere, almeno momentaneamente. Buon divertimento, e tanta invidia, a chi tifa oltremanica.
    Dalle parti nostre, invece, niente di nuovo. Roma e Juve avanti, a spinta. Empoli scontento, ma qualcuno dovrà pur retrocedere.
    Qua sul Polsito, invece, si discetta di cene e postcene versiliesi. Scarsa esperienza in merito: Tito, l'Assassino e poco altro. Sapete com'è, sono un tipo da scoglio. Più in basso, quindi, sotto Livorno; ma questa è un'altra vita.
    Montella, infine, qualcosa ha detto, nel suo conferenziare: sospetto il duo sloveno, con Aquilani in "purgo". Sospetto pure un Pek malconcio, con possibili frange badeliane. Vedremo, ormai manca poco. Che il prepartita vi sia lieve.

    RispondiElimina
  93. c'è da smettere di menarla su ogni cosa e domani andare allo stadio: ecco che c'è scritto. forza viola.

    RispondiElimina
  94. Ciao Lele,questa è l'ora dei poeti e dei "farabutti",son passato nel blog per caso,credo avremo modo di scambiare opinioni su questa materia,noto che anche tu nutri un certo interesse.Stavo per prendere anche io questa strada(la politica mi ha sempre interessato),prima che mi rendessi conto che molte azioni,da lì a venire,andavano irrimendiabilmente a cozzare contro il mio codice morale.Sin qui ho guardato Renzi con fiducia,come"doveva" essere dopo l'anno zero ed i disastri post "imbalsamato di Arcore",ma inizio ad avere molte perplessità:1 le riforme di Senato e province così come si pongono sono solo una manovra di facciata tesa a renderli organi nominati anziché eletti,il sistema bicamerale aveva un senso nell'Italia post-fascista,ora è una zavorra.2la tassazione è in crescita e non si vedono spiragli di regressione.3visto il calo del gettito e l'andamento dell'economia ancora sotto le previsioni una manovra collettiva pare inevitabile.4ogni giorno andiamo a portarci in casa migliaia di disperati clandestini che ci costano cifre importanti e sono destinati ad ingrossare la fila della delinquenza,perchè in Eu nessuno ci caga,e qui fanno compagnia a milioni di disoccupati Italiani,scavalcandoli nell'assegnazioni di case popolari,asili.e quant'altro.Cambiamento è una parola che in questa nazione diventa quasi chimera,è l'impostazione che manca.Sentivo 1 persona su 20 che diceva di votare Silvio(bugiardi),quei pochi dicevano che era il meno peggio.Conosco molti che han votato Renzi dicono che sia l'ultima speranza...notte Lele

    RispondiElimina
  95. e ci sarebbe ancora tanto altro caro Louis...!!!

    RispondiElimina
  96. un Badelj Badoglio sostituirà Mascellone Pek dopo il 25 luglio romano? Del resto in Sicilia sbarcarono sotto le insegne del Commonwealth anche truppe australiane. Tutto si spiega, ma si piegherà Montella? È duttile e malleabile, il metallo campano? Meglio un giorno da Guardiola che cento da Gasperini? Chi fa catenaccio è perduto? È il falso nueve che traccia il solco e il possesso palla che lo difende? Mi sono bastati due giorni nella capitale per farmi venire voglia di 8 settembre. Per fortuna, domani, si torna, tutti a casa.

    RispondiElimina
  97. Lele,personalmente ritengo che indipendentemente da chi presenzia il governo,l'ipocrisia,la demagogia,corre su binari ad alta velocità,ma non può più fungere da scudo a questa gente,che se ne strafrega di tutto e lascia indegnamente soli chi per scelta di vita è sul campo in prima persona a rappresentare la nazione o ad aiutare il prossimo guidati da senso civico o ognuno per i suoi motivi,salvo poi mandare il rappresentante di stato a regalare medagliette al valore agli eroi di turno.Suvvia,ovvio che è solo ipocrisia,ma di un sistema che coinvolge tutti...

    RispondiElimina
  98. Il mio prepartita sarà lievissimo, visto che domattina alle sette rimetterò la sveglia per le quattordici e quarantacinque. Marion Zimmer Bradley non c'è più, ma un Cesc/Gawain sicuramente l'avrebbe ispirata.
    Io ho visto un Arsenal- Man City a ritmi altissimi, ma anche discretamente inno alla confusione. Per adesso Mou è superiore col suo essential- football molto più verticale rispetto alle altre. Io però 100 pounds le investo sui rossi del Merseyside, sul loro calcio supersonico e sulle qualità di Balotelli, perfetto per quelle latitudini a mio modesto parere, sia come piede che come capa.
    Più a sud, il Barça allunga sul Real, con aiutino,certo, ma anche con un diciannovenne in luogo di un animale da calcio e con una difesa che concede niente fino ad ora. In più ho notato un Messi che gioca di più, corre di più e fa più cose che ne rispecchiano il numero di maglia.
    Per domani ho buone sensazioni. C'è tranquillità e questo, a mio parere, potrebbe bastare per ritrovare il nostro modo di giocare. Prevedo un Borja imperiale.

    RispondiElimina
  99. Davvero Messi ha fatto il 10? Al mondiale, in particolare le ultime due partite, mi era sembrata ormai irreversibile la sua involuzione in 9...

    RispondiElimina
  100. Ciao Deyna,visto che siamo a 99commenti finisco col 100esimo,riguardo al CX e di un eventuale rifacimento nella forma moderna,nutro molti dubbi,non fosse per la complessità che questo gioiello ha comportato per la sua realizzazione,una su tutte le sospensioni idropneumatiche a ruote indipendenti.4 sfere di acciaio una per ruota,per metà olio,l'altra ozono,per attutire colpi in strade sconnesse,l'olio comprime l'azoto e garantisce morbidezza alle sospensioni,un salotto che cammina,ovunque,grande intuizione tecnologica all'epoca.Ricordo che una volta dovetti cambiarle:1milione e mezzo per un 18enne squattrinato era una bella cifra,iniziai così a fare il cameriere come doppio lavoro per mantenerla...lo rifarei...beata gioventù.Dimenticavo una volta ad Amsterdam la polizia non potè applicare le ganasce alle ruote poiché l'auto era a terra(come tu sai è una caratteristica),mi aspettò e la multa la pagai lo stesso:al cambio 30 euro attuali...Credo che se la Citroen ripronesse questa scommessa,molti40enni e 50enni attuali sarebbero potenziali acquirenti,me compreso!Hai visto la rometta come ti va ad incamerare punti?

    RispondiElimina
  101. Tre partite e tre prove da 10. Quest'anno ha cambiato il suo gioco, secondo me, partecipando di più alla manovra e correndo molto di più. Sono sfumature, ma sfumature decisive. Inoltre ho visto tre ottime prestazioni di Rakitic, dinamico, intelligente e tecnicamente delizioso. Tra lui e Modric non c'è gara per me, il biondino ha due marce in più. Non sono ancora marziani, ma credevo trovassero più difficoltà all'inizio.
    Il Bilbao si è chiuso molto e se trovi il bandolo in partite come queste, allora c'è qualcosa di importante sotto.

    RispondiElimina