.

.

venerdì 19 settembre 2014

La felicità in mezzo alla crisi

Dopo il ritorno in Champion della Roma il  primo dato che emerge in questi tre giorni di coppe è che il tasso di criminalità in Europa League è più basso del 60%. Ma come già sapevamo anche prima dei fatti incresciosi successi fuori dall’Olimpico, la nostra è una competizione decisamente inferiore anche tecnicamente. Una Fiorentina che inizia bene la sua avventura in Europa, primi gol della stagione e finalmente arrivano anche i primi 3 punti in cassaforte, un risultato rotondo la cui quadratura si raggiunge fra luci e ombre. Ottimo Kurtic, il Cuadratore che illumina, il Pek che quando non mostra solo il culo da sposa ma è in giornata sembra indispensabile alla manovra come la forchetta per gli spaghetti. Bello ancora una volta il sinistro arrotato e brevettato del pettinatissimo Bernardeschi che trova subito il gol, e infine sufficiente esordio di Basanta che però presta il fianco all’errore e così in molti chiamano Balanta. Le ombre: Gomez non trova ancora il gol, che apre un interrogativo sulle sue condizioni che non sappiamo se risentano più di un ritardo di forma oppure se incidono fattori psicologici sparsi, una crisi che l’FMI dichiara inferiore solo a quella economica, crisi che nel 2015  attraverserà un periodo di crisi. Nessuno potrà mettere in discussione le nostri crisi che così tanto ci rassicurano. Poi Borca Valero sempre più svuotato che accusa anche qualche problemino di stanchezza e un infortunio alla coscia. Consoliamoci con la Grecia. Per il resto va bene cosi, ora non ci resta che mettere la freccia in campionato e ripartire già da Bergamo, anche se l’ANCI ha manifestato apprensione che Gomez possa uscire dalla sua crisi facendo slalom tra i vincoli del patto di stabilità delle sue ginocchia proprio a Bergamo. C’è chi sostiene con orgoglio, mostrando i risultati di una faticosa e lunga ricerca, che le croste della pizza potrebbero curarlo e farlo uscire finalmente dalla crisi, croste che ieri sera ha mangiato in quantità l’arbitro e subito ha fatto uscire dal campo un giocatore del Giungamp di fatto rovinando la partita. Sono sempre felice quando vince la Fiorentina, a prescindere dall'uso indiscriminato delle croste della pizza, anche se ieri ho diviso la mia felicità tra i gol della Viola e la notizia che finalmente è stato individuato il primo italiano che si è scandalizzato per la morte dell’orsa Daniza.


134 commenti:

  1. Giorno. Ho visto cose buone
    - Il risultato
    - la forma di Cuadrado
    - un Kurtic di personalità che sa svariare e non ha timore della fascia, uno che unisce grinta ad un piede abbastanza educato.
    - Borja, fino alla botta alla coscia e riportato finalmente al suo ruolo, visto in netto progresso
    - Il gol di Berna, buon viatico per un giovane, anche se mi si era oscurato il satellite e non ho visto.
    Per il resto siamo nella normalità, ( Pek, ottimo e grazie al c... In quelle condizioni vorrei anche vedere) la differente caratura tecnica delle sauadre impedisce un'analisi approfondita, con l'arbitro che ha un poco acuito il gap. Ma continuiamo a corricchiare senza intensità, restando molto statici fatto è che prima di rimanere in superiorità, non avevamo tirato in porta
    E ancora questo, per me non ottimale 433. Quattro dietro non mi garbano in nessun caso, con un Tomovic che coi piedi fa rimpiangere De Silvestri, a sinistra due fluidificanti insieme si annullano, tre nel mezzo senza soffrire te li puoi permettere contro il Guincamp, Vargas punta esterna è avulso dal gioco, a parte le notevole penetrazione di testa, Gomez lasciato isolato.
    Se i bretoni dovevano essere tosti, a Bergamo troveremo senz'altro ossacci più duri, dove probabile riproponga la solita disposizione, purtroppo.

    RispondiElimina
  2. Mi son scordato l'ottima deviazione di Tata. Non facile dopo un'ora da spettatore.

    RispondiElimina
  3. Tre (3) anni che sponsorizzo, sia sitone sia sitollock, Kurtic; battute e post del cazzo (sitone), ora la gente scoro e uno che difende, lancia, conquista e sa trattare la palla. La storia mi da ragione!
    Dopo aver mantecato la viola di zozzerie, critiche e previsioni da Six Feet Under per Montella, eccoci a godere di una vittoria contro i medio-bassi francesi, vittoria della quale molto non godono...come se un orgasmo con una che non sia Naomi Watts non sia un orgasmo.
    Il Guincamp in 10? Bene, vuol dire che eravamo così forti che han dovuto picchiare, han dovuto rincorrere calciatori che sanno giocare; fare giocare o costringere in inferiorità numerica é un pregio o un difetto per una squadra?
    Sembra, sul sitone, che si debba chiedere scusa perché i bretoni erano in 10... Mah......
    L'Irlanda ha inventato la Guinness bionda per il mercato americano ma i feticisti affermano che la Guinness deve essere solo nera....se fa piacere, a loro, far cadere un cucchiaino in una pinta e vedere che resta in piedi....
    Io a Montella darei la bionda, un po' come ieri sera, così...per cambiare, provare e assaggiare (saggiare) le novità.
    Poteva rischiare di battere la testa sul basalto, ma Basanta ha fatto bene.
    Ora si scopre che se un fattore, un uomo, massaggia una mucca il latte sarà migliore, la resa migliora...potrebbe essere questa la soluzione per Gomez?
    Vedremo...una volta erano le vacche a massaggiare gli uomini, ora l'uomo massaggia la vacca....Non si capisce più nulla!!!

    RispondiElimina
  4. Lele siamo rimasti in suoeriorità quando vincevamo già 1-0 mi pare, non essere più realista del re e che il difficile sia fare il primo goal in queste partite è storia vecchia. Sul 4-3-3 siamo perfettamente d'accordo, pensare ad un modulo del genere senza avere nè vere ali, nè veri terzini mi pare da fantascienza, ma anche questa è storia vecchia. Gomez è fuori fase credo. Quando sarà in condizione giocherà lo stesso così ma farà due gol a partita come ha sempre fatto. Le cose buone che hai notato le confermo, come confermo l'ottimo intervento di Tata, mi piace meno che si tenda a magnificare (non tu, altri) tutto quello che fa il rumeno in fase anti-Neto da parte di quelli che il brasiliano l'hanno sui coglioni dalla nascita. Bene se abbiamo un ottimo secondo, così Neto non sarà costretto a scendere in campo con un dito rotto come fece nella finale di Coppa.

    RispondiElimina
  5. Digressione parallella sul turno di coppe...

    - Ciro, mea culpa degli ultrà romanisti: «La violenza nella Curva è nostra responsabilità, ma ora si cambia» (il messaggero, 31 agosto 2014)

    - Roma-Cska Mosca, tifoso russo accoltellato. Poi scontri all'Olimpico (la gazzetta dello sport, 18 settembre 2014/Davide Rossi)

    RispondiElimina
  6. Sai che non ricordo bene se è arrivato prima il gol o l'esplulsione. Il concetto di base era che il primo tiro è arrivato al 35 min o giù di lì, nel senso che non ho visto una determinazione volta a chiudere la pratica velocemente. Ma forse mi auspico che si giochi con l'intensità e velocità della Roma, sogno vano.

    RispondiElimina
  7. Buongiorno(finalmente!).
    Kurtic come preventivabile dimostra di poter essere ben più che una riserva;Badelj anche se ha giocato poco ha mostrato ordine e tecnica.Con Basanta e Richards acquisiamo notevole cattiveria in più.La squadra,con gli innesti dei nuovi,cambia pelle.Soprattutto per quanto riguarda dinamismo,cattiveria e corsa.Il tutto in attesa di Marin.E di Gomez.Non sarà indicativo come test,ma quando si vince 3-0 io son sempre contento ed ottimista.Quello che va perfezionato lo sa il Mister,e ci penserà lui.Io oggi me la godo un po' se permettete.

    RispondiElimina
  8. E aggiungo, senza vena polemica, la rosa, pur non da primato e forse da CL è molto migliore e completa. Quindi da rigettare ogni tentativo di ridimensionarla, per chiunque.

    RispondiElimina
  9. Ti ha fregato ieri, Montella..,eravamo in 10 e non in 12! Ah ah ah ah....Buongiorno, sempre-euforico DKNE1.

    RispondiElimina
  10. Anch'io ma abbiamo altra gente in panca ed in campo e se sia più colpa di chi sta in panca o di chi sta in campo non lo trovo così ovvio da stabilire. Comunque queste partite, come quella col Genoa, finchè non si sbloccano non sono facili, la Roma ad Empoli, prima dell'autogoal del portiere (al 43' mi pare) non aveva tirato in porta e anzi...Ciò non toglie che a noi l'approccio molle alla partita capiti troppo spesso tanto da sembrare appartenere al DNA di chi dirige e di chi va in campo e su questo siamo perfettamente d'accordo.

    RispondiElimina
  11. Sono riuscito a collegarmi tardi e non ho visto molto Borja, sono contento di sapere che appariva in progresso. Aggiungerei all'elenco di aspetti poaitivi di Lele, la prestazione di Richards, che seppure fuori ruolo (si vede che nasce centrale) ha ben figurato per impegno e apporto al gioco.

    RispondiElimina
  12. per me, che non ho visto la partita, il dato interessante è quello sul mercato, che sembra sia stato fatto, non so se consapevolmente, forse no, su misura di EL. Infatti se l'11 titolare, quello che giocherà gran parte delle partite di campionato, è più o meno quello dell'anno scorso, le riserve, quelle che giocheranno almeno il girone di EL, sono di un altro livello. Pensate a Munua e poi a Tata, a Compper e poi a Basanta, a Bakic e poi a Kurtic... Una delle cose di cui ci lamentavamo l'anno scorso, cioè che dietro agli 11 ci fosse il nulla, è radicalmente cambiata. Non credo basti a farci fare il salto di qualità in campionato, però intanto ci farà soffrire molto meno questi tour de force da 7 partite in 3 settimane.
    Vorrei capire un attimo la scelta di far giocare Valero fuori forma: se avesse problemi fisici nel senso di dolori, credo proprio che ieri sera Montella l'avrebbe risparmiato. Il fatto che l'abbia fatto giocare mi suggerisce che si tratti più che altro di un ritardo di condizione, come nel caso di Gomez, di quelli che più corri meglio è. Ipotizzo. Anche se il fatto che l'abbia tolto appena la partita ha svoltato potrebbe invece voler dire che non stava bene e Montella lo voleva in campo per non correre rischi finché il risultato era in discussione.

    RispondiElimina
  13. Si LELE,infortuni permettendo che non la decimano,quest'anno la rosa è completa e soprattutto(che saluto cordialmente) migliorata.Mi aspetto di fare più punti dell'anno scorso.Poi bisognerà vedere se basteranno per entrare in CL,perché Roma Juve ed Inter(secondo me) ne faranno tanti.Ce la giochiamo con il Napoli e forse con il Milan.

    RispondiElimina
  14. Ciao Valto.Kurtic secondo me alla fine ne giocherà quante (se non di più) dei tre tenori.Perchè in mezzo al campo uno come lui serve come il pane.Oltre ad essere "cattivo",ad aver corsa per attaccare e difendere,ha anche una discreta capacità tecnica.Acquisto azzeccatissimo(ma io sono di parte,perchè l'ho sempre caldeggiato e ritenuto forte)

    RispondiElimina
  15. per fare più punti dell'anno scorso serve, come minimo, che Gomez faccia almeno i 16 gol di Rossi. Altrimenti, mi pare davvero difficile.

    RispondiElimina
  16. Esatto Valtolin, molto migliorato l'organico nel suo complesso il che vorrà dire che saremo meno penalizzati dagli infortuni e dalle assenze e sopporteremo meglio l'Europa, però per fare il salto di qualità devono migliorare i valori di punta. Qui l'unico miglioramento può venire da Gomez che però dovrà fare più dei 16 gol di Rossi che ho paura vedremo poco, o dall'esplosione dei giovani tipo Babacar e Bernardeschi, o dal ritorno allo splendore di Marin. Speranze, non certezze.

    RispondiElimina
  17. Kurtic non mi posso arrogare meriti o addossarmi colpe perche' non conoscendolo ho sospeso il giudizio. Ieri mi e' piaciuto molto: con tutte le differerenze del caso, spero diventi uma figura alla Furino o alla Iachini (Beppe) giocatori dal tasso tecnico inferiore alla media della rosa, ma dannatamente utili all'economia del gioco.

    RispondiElimina
  18. A me basterebbe fosse un Ambrosini che corre, e ieri lo è stato. Vediamo se lo è anche con avversari più tosti.

    RispondiElimina
  19. La partita di ieri ha dato buone indicazioni soprattutto per valutare l'inserimento dei nuovi, per il resto fa pochissimo testo, i francesi mi sembrano squadra scarsa anche per la serie B italiana. Per giudicare con più elementi la Fiorentina di Montella aspetto Bergamo, non so voi...Il Tata mi è piaciuto molto, non sarà il fenomeno che mi descrivono amici romeni, ma mi pare molto ben piazzato, sicuro, e la parata con cui ha evitato il pareggio è stata grande. Per quel che posso ripescare dai cassetti della memoria non ha molta presa ed è normale in uscita, ma tra i pali è un gatto. Se Dio non voglia Neto attraverserà un momento di crisi, questo è ben più di una riserva, mi pare chiaro, è lotta per il posto. Io tendo a privilegiare il portiere più giovane, come dovrebbe fare anche Montella considerando che è un capitale della società, ma visto che si è voluta una concorrenza a questi livelli vediamo che succede. Il titolare per ora è indiscutibilmente Neto, però. Richards è esplosivo, tatticamente si deve ancora inserire, ma mi è molto piaciuto in un paio di movimenti offensivi, anche se il piede è quel che è. Basanta ha fatto le cose semplici, come doveva, tenendo bene la posizione e chiudendo gli spazi, con in più un paio di ottimi lanci al millimetro. Mi sembra aver perso un po' di elevazione rispetto al passato, come mi era parso al Mondiale, ma vista l'altezza e il tempismo può bastare anche così. Molto bene Kurtic, solo fuori tempo in un paio di occasioni, non deve rischiare così i cartellini. Però ha messo intensità, personalità, stecche, e anche buona qualità nelle percussioni offensive. Positivo anche Badelj, ordinato e con classe, già buona l'intesa col Maestro cileno.

    RispondiElimina
  20. Squadra scarsa ok ma sempre in grado di battere la prima in classifica della Ligue1

    RispondiElimina
  21. Oggi mi sono collegato col sitone(in quanto vittoriosi);ma è roba da ricovero!Giramento di palle enorme per la vittoria,critiche a destra ed a manca.Offese a gogò.Prima o poi la direnzione dovrà cambiare il nome in "antifiorentina.it".Ma la cosa triste è che oltre ai provocatori di professione,che postano solo ed esclusivamente per creare zizzania,ci sono anche tifosi viola che magari tifano davvero e che stanno dalla mattina alla sera ad infamare.Che tristezza....

    RispondiElimina
  22. Vabè la partita della vita può capitare a tutti, specie in Francia [dove vince il campionato anche il Montpellier di Stambouli, ahah], ma erano oggettivamente scarsi, in testa lo scarpone che s'è fatto buttar fuori già nel primo tempo.

    RispondiElimina
  23. Deyna il Guincamp sarà anche squadra scarsa.Ma la differenza con la partita di domenica è stata solo di non aver segnato nonostante le clamorose occasioni avute(quella di Gomez su tutte);sono quasi sicuro che alla fine,in caso di gol,il risultato sarebbe stato come quello di ieri sera.Alle volte a determinare il risultato sono piccoli episodi(chiaro che è stata colpa nostra e non del fato avverso)

    RispondiElimina
  24. Quel nome l'aveva già suggerito Corvino, se non ricordo male...

    RispondiElimina
  25. Allora aveva ragione da vendere

    RispondiElimina
  26. Si il Guincamp non e' la Roma e quindi le estrapolazioni sono affette da errori, pero' se penso ai pareggi con il Pacos e con i danesi dell'anno acorso non posso che trarre indicazioni positive almeno in termini di mentalita`.

    RispondiElimina
  27. E cmq in EL è difficile per tutti,nonostante le squadre scarse che si possono affrontare.O ci siamo già dimenticati delle figure cacine che le varie squadre italiche hanno fatto a giro per l'Europa negli ultimi anni?Portandoci ad avere solo 3 squadre in CL(motivo per il quale da due anni facciamo l'EL)

    RispondiElimina
  28. Perchè è cosa giusta e doverosa ricordarci tutti che in condizioni normali(4 squadre in CL) saremmo a competere con le big d'Europa(con relativi incassi milionari e probabili campagne acquisti sontuose).A ripensarci mi viene da offendere con disprezzo tutte quelle mezze squadre del kaiser (Udinese,Palermo,Parma,Napoli) che hanno affrontato l'EL negli anni come se fosse un torneo estivo da bar.Maledetti loro...

    RispondiElimina
  29. Ma infatti anche il Genoa [attuale] è una squadra piuttosto scarsa...L'Atalanta invece lo vedo un banco di prova impegnativo, in grado di dare risposte.

    RispondiElimina
  30. Salve a tutti, brevemente: non ho potuto vedere la partita ma ho visto i gol (belli); ho visto anche che finalmente un giocatore è andato sul fondo a crossare.
    Mi sembra di capire che i nuovi (Tata, Basanta, Richards, Badelj e soprattutto Kurtic) abbiano esordito bene, giusto?

    RispondiElimina
  31. Oh, allora c'è qualcun altro che ha visto meglio Valero! Pensavo di essere l'unico stronzo.

    RispondiElimina
  32. Ma mica solo quelle che hai detto te, mettici pure il Chievo che va fuori ai preliminari di Champions contro la squadra bulgara, l'Empoli che affronta lo Zurigo con le riserve e becca tre pere, la Samp di Mazzarri va in Ucraina lasciando Pazzini e Cassano a casa e becca tre pere, la Lazio che va fuori contro il Ludogorets, e poi il Livorno, il Genoa, il Milan, l'Inter... uno schifo da estendere a tutte le italiane tranne noi, e i gobbi che ci hanno provato senza riuscirci (e meno male!)

    RispondiElimina
  33. Cerco di ampliare il discorso che avevo cominciato stanotte con Stefano.
    Fermo restando che io per questa squadra vedo meglio in 3-5-2, perché più confacente alle caratteristiche dei nostri e meno bisognoso di sincronismi, penso che il nostro problema attuale sia dovuto alla mancanza o al ritardo di certi movimenti essenziali sia per velocizzare la manovra che per aprire le squadre che ci affrontano. Secondo me, ieri, è mancata l'aggressività degli esterni bassi che, pur avendo spazio e avversari tuttaltro che insormontabili, non hanno cercato il fondo o lo hanno fatto con colpevole ritardo. Il problema dei terzini è che bloccano le loro sovrapposizioni, offrendosi per lo scambio corto e, quindi, intasano la trequarti esterna. In altre situazioni, la colpa era degli esterni alti che non accentrandosi non lasciavano spazio, ma stavolta Vargas e Cuadrado, mi sembra che abbiano fatto quello che dovevano fare. Nel secondo tempo è andata meglio, a causa della superiorità numerica e delle attitudini di Richards, ma questi sono i movimenti che oltre a schiacciare indietro l'avversario, possono aprire la difesa, lasciando gli attaccanti in area più liberi e velocizzando quei cross che ci servono come il pane.
    Quando è stato fatto, siamo stati pericolosi.
    Se si gioca con un 4-3-3 o qualcosa del genere, gli attaccanti esterni debbono tagliare in area ed incrociarsi con il centravanti, non possono essere loro esclusivamente quelli a cui è demandato il gioco di fascia, altrimenti,anche crossando, si verifica un'inferiorità numerica sotto porta che annulla la pericolosità dell'azione.

    RispondiElimina
  34. Che poi certe squadrette le qualificazioni all'Europa minore le festeggiano pure... per poi rinunciare a giocarsela... mah

    RispondiElimina
  35. Esatta interpretazione del vero 433. In questa tattica determinanti sono gli interpreti di fascia, mai il centravanti che puo' essere boa o arretrato.
    Ovviamente chi per mesi afferma il contrario non sa un acca o abc del calcio. Ed é per quello che hai spiegato tu, circa i tagli in area e non per divertimento, che non si puo' ma si deve attuare il 433 con gli esterni invertiti, destro a sinistra, sinistro a destra, se no é un bastardo.

    RispondiElimina
  36. Ieri sono stato in radio, magari domani entro meglio nel dettaglio. Adesso solo per dirvi che una sorta di mini test è stato già fatto, la conduttrice infatti ha iniziato una delle sue trasmissioni con "Schumacher è uscito dal coma. Montolivo invece no. Lui è rimasto al Milan". Che ha suscitato un buon numero di messaggi di gradimento. Avevamo pensato di partire lunedì, poi oggi in riferimento alla partita di ieri le ho scritto una versione molto snella che è piaciuta e che è adatta alla radio e se può la leggerà in diretta (fino a domenica trasmettono in esterna da EXPO Rurale alle Cascine) facendo riferimento alla Riblogghita. Lei è Gaia Nanni la radio è Radio Toscana. Li trovate entrambi su FB. La trasmissione è "L'Ape Gaia" e la radio è ascoltabile anche in streaming.

    RispondiElimina
  37. Ho visto i gol di ieri:
    - il primo di Vargas su colpo di testa da cross di destra; domenica su cross da destra - anche se da più indietro - Gomez ha avuto analoga occasione e ha ciccato il pallone;
    - il secondo di Cuadrado: da analoga posizione in cui domenica ha ciabattato fuori (seppur di sinistro anziché di destro);
    - il terzo di Bernardeschi, con un bel tiro da fuori e un portiere avversario diverso da Perin.


    La differenza fra la partita contro il Genoa e quella contro i contadiini bretoni può essere questa?

    RispondiElimina
  38. Tra l'altro si sta scatenando l'inferno a Firenze.

    RispondiElimina
  39. E la Roma in EL... ne vogliamo parlare?
    E i gobbi qualche anno fa, sempre in EL, che non hanno vinto nemmeno una (ma nemmeno una!) delle sei partite del girone?

    RispondiElimina
  40. Ma infatti il nostro - se si vogliono usare i numerini - è una sorta di 4 5-1.

    RispondiElimina
  41. La partita non l'ho vista, nonostante tutti i soldi che verso annualmente a sky, da decenni...

    tra qualche anno avremo il Pollock presentatore a Sanremo, e intanto qua diluvia...

    RispondiElimina
  42. Sentire alla radio "Schumacher è uscito dal coma. Montolivo invece no. Lui è rimasto al Milan" non ha prezzo, davvero. Comunque Jordan è incazzatissimo, dice che si dissocia, lui non vuol partecipare neanche alla lontana a un programma chiamato l'Ape Gaia. Dice pungiglioni ok, ma intorno al didietro e un ci vol nulla.

    RispondiElimina
  43. Qui per 10' si è quasi oscurato il cielo, prima del diluvio: speravo nell'Apocalisse.

    RispondiElimina
  44. Una grandinata così non me la ricordavo.

    RispondiElimina
  45. Gaia e` anche il nome di mia figlia, speriamo sia di buon augurio :-)

    PS Gaia come la terra no come ragazza allegra

    RispondiElimina
  46. A maggior ragione serve aggressività sulle fasce.

    RispondiElimina
  47. Insomma, mentre qui è già finito il diluvio, se non ho capito male, bene il Cuad, l'uomo di Leo, Pek e comunque tutti più che sufficienti, complice l'avversario che non dev'essere stato granchè. Montellino insiste con i 4 dietro e i 5 a centrocampo, speriamo che vada bene anche domenica...

    RispondiElimina
  48. Una precisazione: non c'è nessun compenso. Conosco Gaia che è una
    ragazza ganza abbestia, dal talento assoluto, soprattutto attrice di teatro, e che apprezza il mio modo di scrivere (questa forse la sua unica pecca). Diciamo che è una cosa tra me e lei.

    RispondiElimina
  49. No ieri non era 451. Per me a Bargamo mette Gomez+Baba. Visto ieri Richards adattissimo al corpo a corpo con Denis.

    RispondiElimina
  50. Aaaaah, ma è quella di cui tessevi le lodi mesi fa, e bravo Pollockone...

    RispondiElimina
  51. Bonjour a tous(credo così)è il caso di scrivere,inutile a dire,ma le vittorie in partite ufficiali che sfociano in punti,sono sempre un toccasana.Son riuscito a vedere alcuni sprazzi di partita in streaming,troppo poco per stilare pagelle o esprimere giudizi concreti sulla partita,ma il lancio del Pek e lo stop a seguire di Cuadrado,con conseguente tiro di controbalzo(a differenza della palla-gol calciata a terra contro il Genoa finita alta),che si insacca in rete da parte della vespa,mi ha rilassato,come prendere una boccata di aria fresca quando si è da troppo tempo in un ambiente chiuso.Parto dal risultato,buono rotondo, vittoria condivisa anche con i nuovi innesti,nella fattispecie Kurtic e Micha hanno lasciato intendere buoni segnali.Aspetto ancora Marin,che ho visto giocare molto giovane e riscuoteva all'epoca dall'ambiente di Gladbach pareri lusinghieri del predestinato da illustri ex Borussen,non può essersi perso a tal punto.Leggo ancora di crisi,involuzione di gioco,perdita di identità,penso che molta gente si sia montata la testa,come dice Montella(eheh).lo scorso anno ho assistito alla prima contro il Catania in casa,giocammo una partita anonima,ma guadagnammo 3 punti,poi strapazzammo un Genoa(stile Guincamp) e quella squadra poteva prendere il volo,prima che accadesse l'imponderabile.Forse quest'anno sarà più dura,abbiamo smarrito quel disincanto,c'è molta più pressione,siamo più prevedibili,facciamo fatica con squadre che al Franchi si chiudono a catenaccio puro,(per assurdo le statistiche fuori casa ci sorridono),molti hanno preso valide contromisure al nostro gioco e chi più ne ha più ne metta,ma son convinto che se si sistemano alcuni meccanismi ed i tasselli(inclusa un pò di fortuna) tornano al loro posto,questa squadra ha tutto sulla carta per competere sia per la lotta Champions(malgrado la buona partenza delle Milanesi),sia per l'Europa League(per la quale siamo ben attrezzati).Vorrei concludere con la nota Borja V.ultimamente troppo sotto la lente di ingrandimento.Quest'uomo(una rosa nelle spine di un mondo effimero come quello calcistico attuale),ha sposato un binomio benessere famiglia-città squadra,non è un fenomeno calcistico(lo è come persona nella sua normalità) come qualcuno dipingeva,è un bravissimo centrocampista adatto alla dinamicità di un gioco che si adattava alle sue caratteristiche,ed è stato proposto per necessità ad altri ruoli o manzioni che ne hanno alterato le prestazioni sia fisiche sia nella teste di todocampista che abbiamo conosciuto,ma ovviamente tutti pensavano di avere la controfigura di Iniesta in Viola,io mi accontento di rivedere l'uomo ovunque dai sette polmoni che ho ammirato fino all'assurda(e quant'altro chissà)espulsione di Parma.Godiamoci questa vittoria.

    RispondiElimina
  52. Vedo che il Colonnello in esilio promuove Tata titolare al posto di Neto...

    RispondiElimina
  53. Lele, io finchè ci vedo Vargas come esterno alto non lo considero un 433 per gli stessi corretti motivi che scrivevate sotto te e Foco...

    RispondiElimina
  54. Ottimo e puntale accento per Borja, EFFE. A parte che chi sposa Firenze deve ricevere trattamento particolare, essere coccolato e scusato sempre, ah ah, ieri finalmente lo si é rivisto nella sua posizione di partenza, interno sinistro, da dove era solito spaziare su tutto il fronte. Nonostatante sia stato torturato in ruoli non consoni, li ha accettati senza mugugni o culi torti. Magari un regresso di condizione c'era senz'altro, ma ieri ho rivisto gli sprazzi del gran giocatore che é. Speriamo che due giorni siano sufficienti per smaltire la botta, se si, a Bergamo farà un partitone. Per l'uomo, basta e avanza quello si sa.

    RispondiElimina
  55. Razionale, pungente,ironico. VITAle.

    RispondiElimina
  56. Visto che oramai stiamo dando anche il meteo, aggiorno il nordest: Vicenza in preparazione temporale, Padova a rimorchio.
    Viabilità: riaperta la Brescia-Padova.
    Food: Irene, meglio conosciuta come Le Pere vere e naturali che si tengono su da sole, anche oggi ha preparato colazioni chinandosi e mostrando il décolleté. Lei é l'alzabandiera della ss11. I suoi clienti sono definiti quelli che entrano con due gambe ed escono con tre.

    RispondiElimina
  57. a proposito di 433

    http://video.gazzetta.it/zeman-marchegiani-cafu-nesta-ecco-mio-top-11/81732986-3f59-11e4-ba6c-d3f5e1af03ce

    RispondiElimina
  58. gliè un casino Sopra, entri per un cappuccino ed esci con un macchiato, ahahahah...

    RispondiElimina
  59. Non l'avrei mai detto.

    RispondiElimina
  60. su quale sito e con quale nome?? è possibile avere il link?

    RispondiElimina
  61. http://ideliridelgiovanefoco.blogspot.it/

    RispondiElimina
  62. Si è lei. Oggi il palinsesto è stato stravolto e la trasmissione non è andata in onda per lasciar spazio alle notizie di attualità e quindi per seguire in diretta l'evolversi della situazione sulla tromba d'aria che si è abbattuta in città.

    RispondiElimina
  63. Ieri sera ero a cena, tra l'altro, con due amici interisti che erano belli soddisfatti per la vittoria della loro squadra fuori casa contro il Dnipro per 1-0, "è una squadra ostica", "una vittoria fuori casa", eccetera.
    L'anno scorso anche noi abbiamo vinto fori casa contro il Dnipro, per 2-1, ma molti sul sitone storcevano il naso perché avevamo battuto una squadretta.
    La domanda è: quei due miei amici sono troppo ottimisti o forse sono più tifosi della loro squadra di quanto molti (pseudo) tifosi viola del sitone lo siano della Fiorentina?

    RispondiElimina
  64. Piccola digressione extracalcistica, dopo Gaza e l'orsa Daniza: spero che Putin faccia piazza pulita di questa feccia, di cui Renzi si sta rendendo complice:

    http://aurorasito.wordpress.com/2014/09/15/i-banderisti-del-pd-ovvero-come-il-pd-finanzia-i-neonazisti-ucraini/

    http://aurorasito.wordpress.com/2014/09/18/i-veri-rosso-bruni-il-pd-e-i-nazisti-del-battaglione-azov/

    RispondiElimina
  65. Addirittura una tromba d'aria...Qui solo principi di Apocalisse risoltisi in acquazzone.

    RispondiElimina
  66. Mele, meloni, pere, cosce, pere cosce... presto torneranno cappotti e cappottoni, purtroppo (ma vale anche per la mia, non tutto il male viene per nuocere), a nascondere tutto, gli ultimi giorni d'estate sono quelli in cui più di sempre sento bisogno di andare a far la la spesa, di uscire a bere qualcosa, di fare il pieno (non di benzina). Un appetito che non si abbassa neanche con la Fiorentina in C2.

    RispondiElimina
  67. Scrivo qualcosa, alla rinfusa, anch'io. Poco tempo, mi scuserete.
    Così come non ci andrei giù pesante con Borja e Gomez, non esalterei troppo Cuadrado e Kurtic. Vorrei solo segnalare le buone notizie.
    1) Sicuramente c'è stato un miglioramento di rendimento generale, anche in assenza, e andrebbe fatto notare, dei migliori due della scorsa partita. Qualcuno si è accorto che mancavano Aquilani e Gonzalo? Io non tanto, direi, anche al netto del valore dei bretoni, che saranno anche scarsi, ma che secondo me valgono di più del Pacos e del Pandurji dello scorso anno.
    2) Nel miglioramento generale, quelli che hanno migliorato meno sono, ovviamente, Valero e Marione, è vero. Però, personalmente, non sono convinto che le prestazioni siano state così sotto tono. Gomez, in ogni caso, si è portato a spasso mezza difesa avversaria. Nei tre gol (Vargas solo, Cuadrado solo, a Berna basta saltarne uno), gli altri difensori erano a far da balia a lui. Borja (non Borca, borca miseria) ha giocato il momento più difficile della partita, poi si è infortunato. La sua prestazione fa poco testo, mentre rischia di far testo la botta rimediata. Anche Cuadrado, nei primi venti minuti, ha avuto i suoi problemucci. Tutti, tranne il Pek (ma lì la fessacchiottaggine francese ha influito non poco. Si consoli: a Bergamo non soffrirà di solitudine come ieri sera), hanno passato un brutto quarto d'ora, probabilmente un po' imballati e sicuramente molto timorosi.
    3) Kurtic buono, ma non è una novità. Vedo solo un rischio, per lui: il doppio giallo nelle partite che contano. Badelj mi è piaciuto meno, così come Basanta (però è meglio Savic, a destra).
    4) Sono tra quelli (visto che ero scarpone), che in gioventù ho fatto il terzino, prima di capire che il calcio non era il mio sport. Mestieraccio. Fatela voi, cari miei centrocampisti, la fascia, poi coprite l'ala (sempre e invariabilmente più tecnica e più rapida) ed infine crossate anche bene, con i polmoni al posto delle tonsille e gli occhi a far compagnia ai tre o quattro neuroni che vi restano nel cervello. Chi ci riesce è un fenomeno. Tutta la solidarietà di questo mondo ai vari Tomovic e Pasqual.
    5) Di modulo non parlo più. Basta. Già sapete come la penso. Però, tra i difetti della difesa a quattro, c'è il vantaggio di coprire un po' di più le fasce, con Vargas che non corre più come ai bei tempi e Cuadrado che fa come cazzo gli pare. Se non mi spernacchiate, oso dire che le pessime prestazioni di Nenad garantiscono tranquillità alle giocate funamboliche di JGC11. Con Nottolone Richards, chissà.
    6) Radio Toscana già la ascolto, in auto (il Masti, soprattutto). Non disdegnerei sapere qualche ulteriore ragguaglio... Boss?
    7) Finale sui portieri. Bravo, il Tata, livello simile a quello di Neto. Scelga pure liberamente, Monthy Python, per me pari sono. Perin? L'abbiamo fatto bello noi, domenica. L'avrei voluto vedere, a prendere tiri come quelli di ieri.

    RispondiElimina
  68. cazzo, altro che Neto e Tata, pensavo che i suoi scritti fossero solo quelli reincollati qui, e invece mi sono perso un mese di fermento!

    RispondiElimina
  69. Magari.........eh eh eh guardare ma non toccare. Una volta alzavo una gonne con uno sguardo, oggi non riesco neanche con due mani....

    RispondiElimina
  70. DEYNA, faccio digressione anche io, con parallele:

    - Renzi: noi Generazione Telemaco dobbiamo meritarci l'eredità dei nostri padri. (vita.it, 2 luglio 2014)

    - Il padre di Renzi indagato a Genova. L'accusa: bancarotta fraudolenta. (repubblica.it, 18 settembre 2014/Augusto Rasori)

    RispondiElimina
  71. Ahahahahah, mi mancava quest'ultimo aggiornamento sul patriarca [non il Nostro]...

    RispondiElimina
  72. Ah ah ah ah ah ah...Quelli che dicevano che i soldi li facevano con la Festa dell'Unitá (quale unità? Ogni tre mesi una scissione!)...ah ah ah ah ah ah pane e zazzicchie!! Ah ah ah ah ah

    Renzi va nella Sylicon Valley!! Anacronistico!! Sarebbe stato ottimale 20 anni fa, oggi cosa trova? Si aziende ma le nuove sono già oltre....
    I cervelloni italiani fuggono nella Sylicon Valley perché qui non ci sono strutture o stipendi e Renzi va laggiù? Ah ah ah ah...a trovare gli italiani, credo!

    RispondiElimina
  73. Ljuka, domani scriverò qualcosa in merito sull'editoriale.

    RispondiElimina
  74. Da non confondersi il PDS/PD o come si è chiamato dal dopo-Muro in poi col vecchio PCI, tutta un'altra cosa...Fino a non molto tempo fa si poteva dire che la dirigenza aveva tradito la base, oggi pure la base mi sembra traballare.

    RispondiElimina
  75. Sempre con Putin! E contro la disinformazione.

    RispondiElimina
  76. Qui c'è un caldo bestia, meno male che sono immerso in piscina. Oh, non lo dico per farvi invidia...

    RispondiElimina
  77. Siempre en contra della disinformatia! Eheh

    RispondiElimina
  78. Oggi a Firenze:

    https://www.facebook.com/video.php?v=10205107786882606&set=vb.1482028041&type=2&theater

    RispondiElimina
  79. E pensare che io sono ancora in sandali...

    RispondiElimina
  80. Adesso è tutto rientrato nella norma.

    RispondiElimina
  81. Eh si, lì da voi nel meridione é così....
    LELE, sei piscina perché s'é riempita di acqua piovana....?!
    DEYNA, in ciabatte? Infradito, incrociate o da camera? Magari con la vestaglia di ciniglia? Ah ah ah ah...sei già davanti la tv per Atalanta-Fiorentina.....

    RispondiElimina
  82. Sandali....? Con i calzini bianchi? Per solidarietà con Gomez il tedesco?

    RispondiElimina
  83. Qui è venuto il sole, ci saranno 25-26 gradi... domani me ne vado in spiaggia ehehehehe

    RispondiElimina
  84. Sandali francescani marroni oggi, intrecciati con fibbia posteriore, sono un patito dei sandali. Niente calzerotti, ahahah

    RispondiElimina
  85. https://www.facebook.com/video.php?v=10205107786882606&set=vb.1482028041&type=2&theater

    RispondiElimina
  86. Una s'è giocata di domenica, una di giovedì. Non mi sembrano però osservazioni molto interessanti.

    RispondiElimina
  87. Ma che cazzo dici? Icche c'entra icculo co' pungiglioni dell'Ape Gaia? tra l'altro Gaia è un nome femminile che mi piace, era tra quelli in lista ristretta per la mi' figliola che poi s'è chiamato Valentina qualche anno fa.

    RispondiElimina
  88. Su Valero purtroppo ho ragione. Mi spiace, ma è un buon segno che non sia più indispensabile come lo è stato il primo anno e per buona parte del secondo.


    Uno tra lui e Pizarro è di troppo e la scelta su cui deve giocare ovviamente cade sul primo. Servono muscoli, dinamicità e cattiveria, quindi uno tra Kurtic e Vargas sempre in campo, magari tutti e due come ieri. Ieri in campo: 4 difensori, 4 centrocampisti, 1 punta e la Vespa. Questo è il modulo: il 4-4-Vespa-1.


    Se si vogliono le due punte più Cuadrado, allora a maggior ragione niente Valero per un bel po', anzi forever.


    Facciamocene una ragione, lo spagnolo è bravo e simpatico, ma meglio vincere e divertirsi che perdere e addormentarsi.


    Sistemato così il fulcro del gioco del calcio -il centrocampo-, anche le quisquillie (terzinacci e Gomez in ombra) verranno risolte.

    RispondiElimina
  89. Agli amanti del 3-5-2. Con Cuadrado non si può fare, almeno se lo si vuole mettere come uno dei cinque di mezzo. E' un discorso troppo lungo.

    RispondiElimina
  90. Mi dispiace di non essere interessante.
    Intendevo dire che non solo anche domenica abbiamo avuto occasioni da gol, ma che abbiamo avuto quasi le stesse occasioni da gol, solo che col Genoa ce le siamo mangiate e ieri no.

    RispondiElimina
  91. Uscito dalla piscina, vera Sopra, mi son rivisto il primo tempo e alcune osservazioni:
    433 del menga, Gomez disperatamente solo, cross da sinistra di Vargas, lui spizzica di testa all'indietro, perché ovviamente crede alla penetrazione in area di Cuadrado che invece se ne sta fuori. Cuadrado che fa il semicerchio come un tergicristallo, imprendibile, ma ruolo e compiti indefinibili. Vargas invece attua il taglio due volte e di testa, in una fa centro. Quindi 433 non è, come tutti qui diciamo. Gomez sarà anche fuori forma, io credo che questa tattica non faccia per lui, come per nessuno, il compagno più vicino ce l'ha sempre a venti metri e due avversari attaccati dietro. Se, come spero, a BG lo affianca Baba, ok, sennò entrerà in desolazione., come da sintomi del secondo tempo.
    Borja, osservato speciale per capire se avevo visto male, ha sbagliato un solo pallone.
    Ora voglio vedere il gol di Berna, non visto in diretta.

    RispondiElimina
  92. sono incasinatissimo in questo periodo, vi seguo ma non partecipo, casomai se riesco faccio un tuffo domani. intervengo solo per fare complimentoni a pollock, dunque! cin cin.

    P.S: anche qui a viareggio è venuta giù a secchiate

    RispondiElimina
  93. ah, questo ve lo passo.

    http://www.violanews.com/giovanili/viola-in-nazionale-mlakar-show-con-la-slovenia-20140919/

    RispondiElimina
  94. Grande Djokovic

    https://www.facebook.com/video.php?v=10203878912150829

    RispondiElimina
  95. l'avevo visto tempo fa, mi ha emozionato, Novak campione d'altri tempi...

    RispondiElimina
  96. Vita, danni gasse, te che poi... Io sono con le mani legate dal 2005 (ufficialmente), e c'ho un vigile alle mani... però quelle che ce l'hanno grosse e te lo devono fà vedè mi danno noia (nel senso buono) assai...

    RispondiElimina
  97. P.s. Lele, se a Bg gioca Babacar non te lo aspettare come seconda punta...

    RispondiElimina
  98. Ieri ho letto alcune vostre considerazioni riguardo al livello del giornalismo fiorentino. A questo proposito vorrei segnalarvi le considerazioni di un coglione, tale Marco Conterio, riguardo alla partita di ieri sera. Due le considerazioni che lo segnalano come strepitoso minus habens: la critica a Gomez, ormai. diventata un must tra la scemeria fiorentina, e l' affermazione riguardante il Guingamp, decritto come una squadra di bassa serie B. E questo assoluto ed incommensurabile incompetente lo pagano anche invece di cacciarlo a calci nel sedere?

    RispondiElimina
  99. Calci nel sedere, a due a due finché non diventeranno dispari...

    RispondiElimina
  100. Un bel goal, un diagonale di sinistro dal limite vicino al palo con bella torsione.

    RispondiElimina
  101. A me sembra invece che lo si debba fare proprio per Cuadrado che è un esterno da 3-5-2 nato e sputato tra i migliori in circolazione nell'orbe terracqueo. Trasforamarlo in casinista estemporaneo capace di grossi spunti ma anche di cazzate di movimento continue non mi sembra un grande risultato.

    RispondiElimina
  102. Cuadrado è casinista per natura, io però uso chiamarle estro e imprevedibilità. Tu lo vuoi mettere a fare non si sa cosa. Certo che dopo due anni che Cuadrado a Firenze fa veramente specie che ancora molti, anche esperti, non l'abbiano capito.


    Cuadrado come Lichtsteiner: meglio parlare della teoria delle stringhe.

    RispondiElimina
  103. Cuadrado, un mistero per molti. Valero, un simulacro per sentimentaloni. A calcio bisogna farne uno più dell'avversario. Capito questo il resto va di conseguenza.

    RispondiElimina
  104. Lele, Valero era un fantasma che svolazzava sul campo, i centrocampisti del Guincamp (non Vidal o Strootman) lo superano senza nemmeno accorgersene. Era talmente inesistente che forse tu ti accorgevi della sua esistenza solo quando toccava palla per darla indietro a qualcuno. Nel calcio però esistono due fasi, una quella di possesso dove Valero ieri ha fatto il minimo necessario e e quella di non-possesso dove Valero era come non ci fosse. Non sarà forse che l'affetto annebbia la vista, anzi l'aguzza: vi ha fatto vedere un fantasma, il fantasma di uno spagnolo.

    RispondiElimina
  105. Mi piace Stefano. Bignami calcistico, in tre righe condensa l'impensabile.
    Che Cuadrado faccia come vuole lo sappiamo. Che debba abituarsi a essere più disciplinato, anche. Ne va della sua carriera. Se continua a giocare il suo calcio "autistico" se li sogna, i grandi club. E' troppo poco bravo per mettere in un angolo Messi, Suarez e Neymar, o Aguero e Silva, o Robben e Ribery, o Ronaldo e Bale. In fin dei conti, anche con la Colombia in un angolo ci sta lui, non Rodriguez o Falcao. In alternativa, e non che mi dispiaccia, può continuare a giocare con noi. Qui il Baba ed il Berna se li rigira come vuole.
    Borja Valero si è normalizzato, è vero. Già dallo scorso anno, qualche segnale l'aveva lanciato. Si torna sempre lì, anche quando gioca male me lo tengo stretto. Nella viola non c'è tanto di meglio. Se solo avesse un tiro un po' più decente... è quello il suo vero problema. Appena sta meglio, schiena o collo che sia, magari si riprende. Notato quanto corre rigido, in questo periodo?

    RispondiElimina
  106. Ieri mi è sembrato più sciolto, anche se aveva le tre strisce di taping come domenica. Domenica aveva problemi anche a stoppare la palla, segno che articolava male i movimenti e la postura era carente. Ieri era in linea coi compagni di reparto, come rendimento, con l'aggravante Manuelino dalla sua parte. L'eccezionalità di Valero risiede nella capacità di coprire praticamente la totalità del campo in partita. È il primo ( a volte l'unico) portatore di pressing, cosa che permette di tenere alto il baricentro della squadra, e offre costantemente la possibilità di scambio. I numeri dicono che senza di lui le abbiamo perse quasi tutte, sarà un caso? Sarà per questo che Montella non ci rinuncia anche se è, come adesso, in difficoltà fisica?

    RispondiElimina
  107. Sì, ho capito, ma qui lo vogliono far giocare alla Lichtsteiner o all'Asamoah. Ma che posino il fiasco o comprino del vino buono. Dimmi tu, caro Ljuka, cosa ha in comune Cuadrado con quei due gobbi? Nulla, per me è come se giocassero a due sport differenti.


    Si deve disciplinare Cuadrado? Pensa se a Firenze fosse passato Garrincha... pace all'anima sua. A parte gli scherzi, Cuadrado è fatto così, non è più un diciannovenne. Teniamocelo così, godiamocelo per un altro anno.

    RispondiElimina
  108. Ieri lo superavano gli onesti dopolavoristi del Guincamp senza nemmeno vederlo. Ancora a dare la colpa a Pasqual. Anzi ringrazia che a coprire i buchi di Valero passava da quelle parti il mitico Vargas. Non possiamo poi permettercelo perché c'è già Pizarro. Uscito Valero è iniziata un'altra partita.

    RispondiElimina
  109. Sintetico, Cuadrado è Garrincha, non è Pelè. Non sarà mai decisivo e forte come Ronaldo. Così è e sempre sarà. Godiamocelo per le sue doti uniche, fa cose che quello che citi tu non fanno nè faranno mai. Spettacolo puro, anche se spesso fine a se stesso. Se era Ronaldo comunque non vestiva il viola che, poi, a uno come Cuadrado sta benissimo.

    RispondiElimina
  110. Beh, Garrincha era il top, ai tempi. Cuadrado è il top solo per noi. Facciamo Julinho, viene anche meglio.

    RispondiElimina
  111. Lo dicono in tanti, io non l'ho mai visto. Di Garrincha ho visto più cose, ma spezzoni rubati qua e là.


    Immagina se Garrincha l'avesse allenato Guidolin per metterlo esterno nel 3-5-2 come un Lichtsteiner qualunque. Che perdita per il gioco del calcio!

    RispondiElimina
  112. X non appartiene all'insieme A implica che appartiene a "non A" (negazione di A). Non implica che appartiene per forza ad un insieme B anche se postuliamo che B appartenga a "non A" (negazione di A), ovvero l'insieme B non avesse nessun elemento in comune con A.


    Esempio: x=Cuadrado, A=attaccanti, B=esterni nel 3-5-2.

    RispondiElimina
  113. Uscito Valero cominciava una partita in superiorità numerica e avanti di un gol. Ma mica ti devo convincere, vediamo il calcio in modo diverso. Come su Cuadrado, che per me davanti perde buona parte del suo potenziale, sacrificando la velocità in allungo, a mio parere, la sua dote migliore. Riguardo ai gobbi, lo sai chi è stato il giocatore più presente in attacco contro il Malmoe? Lichsteiner. Quello che ha toccato più palloni nella metà campo avversaria? Lichsteiner. È il bello di avere tre difensori dietro.

    RispondiElimina
  114. Ma se Vincenzo lo avesse fatto riposare, ieri, non sarebbe stato meglio? Prima probabile schiena, ora anche probabile coscia. E Aquilani che aveva, le paturnie? Boh. Io lo sostengo, il mister, ma mica lo capisco.
    Foco, ad onor del vero il pressing lo facevano a girare, ieri sera. Borja partiva spesso per primo (ma anche Pizarro e Kurtic); a ruota Cuadrado, quando si ricordava.
    Stefano, per disciplina intenderei almeno buon senso. Vedi il primo gol: Marione stringe il primo palo, in compagnia, Vargas va sul secondo, solo soletto. E Guglielmino? Scatta come un forsennato a ritroso, fuori dall'area, chissà poi perché. Ovviamente nessuno dei francesi se lo fila. Scarponi sì, ma scemi no.
    Cuadrado, un mistero per molti. Per me sicuramente. Però mi piace così com'è.

    RispondiElimina
  115. Zeman vendicherà tutti quelli che iniziamo a non sopportare ne Garcia ne la Roma. Noi compresi. Vai Sdenko!

    RispondiElimina
  116. Valero era in campo anche gli ultimi venti minuti col Genoa in superiorità numerica e gli ultimi 15 minuti del primo tempo dopo l'espulsione. In entrambi i casi mi stavo addormentando. Su una cosa ti dò ragione: fece ancora più pena domenica, ma solo perchè il Genoa era più forte dei francesi. Come lo sarà l'Atalanta e il 100% delle squadre del campionato italiano.


    Su Cuadrado fai un errore di logica (vedi sopra). Cuadrado non è un attaccante, ma nemmeno un Lichtsteiner. Che minchia vuol dire poi che Lichtsteiner è stato il più pericoloso? Vuoi che Cuadrado si deve mettere a studiare come gioca Lichtsteiner? Non ti accorgi che sono due giocatori completamente diversi? E'come mettere Einstein a dipingere e Picasso a scrivere saggi sulla relatività generale.


    Poi, ce lo vedo proprio Cuadrado che passa le giornate a vedere le videocassette di Lichtsteiner.

    RispondiElimina
  117. Buon senso, sì, certo. Magari, direi. Ma la sapete la storia di Guidolin che ha visto Cuadrado in allenamento e ha detto "questo non è buono, sono due settimane che provo a spiegargli cosa deve fare (l'esterno nel 3-5-2) e non lo capisce, mandiamolo a Lecce, magari lì qualche partita gliela fanno giocare".

    RispondiElimina
  118. Via, chiudete voi che io sono stanco come la merda e manco tanto di buon umore. Nove ore in fabbrica, in un reparto dove tre giorni fa un uomo è morto decapitato dalla gru che guidava il figlio e dove nessuno s'è degnato di chiamare una ditta specializzata per lavare via il sangue e i capelli, almeno. A trenta, quaranta metri dall'officina dove lavoro io. In compenso m'hanno caricato di lavoro come un somaro.
    Almeno la finisco di piagnucolare sul rischio di perderlo, il lavoro.
    E il Buk che si guadagna da vivere scrivendo cazzate. Bah.
    Meno male c'ho solo acqua liscia a casa. Da un bel po'.

    RispondiElimina
  119. Zeman nella sua formazione ideale mette Favalli e Boksic. Di Boksic ne parlavo qualche tempo fa, era fortissimo. Favalli era un pò meglio di un Pasqual, ma come difensore, in avanti faceva anche peggio di Pasqual. Conferma indiretta di quello che scrivevo ieri sui terzini. Mitico zdenekkaccio!

    RispondiElimina
  120. Però Favalli segnava, se non erro

    RispondiElimina
  121. Chiudiamo? Risparmiamoci per domenica...in attesa del primo scivolone delle malefiche battone battistrada....
    (POLLOCK, il 6 giugno prendo una giornata di permesso, sarò ad Amsterdam per concerto).

    RispondiElimina
  122. non mi sembra, ma basta vedere su wiki

    RispondiElimina
  123. V'ho fregato questa volta, chiudo io con messaggio in codice: 44Vespa1

    RispondiElimina
  124. Facile: é lo schema per domenica. 4-4-1-1

    RispondiElimina
  125. che mondo; spiace foco, hold on

    RispondiElimina
  126. Tu puoi fare tutti i giochini che tu voi. Cuadrado rende al massimo da esterno del 3-5-2 perchè ha gamba, polmoni e tecnica di base per essere uno dei migliori del mondo nel ruolo. Non ha invece senso della geometria, visione di gioco e capacità di movimento nel mezzo al campo, per cui se lo sposti dove vorresti metterlo tu e dove purtroppo lo mette Montella potrai vedergli fare dei capolavori (quelli li fa comunque avendone l'estro) nel mezzo ad un sacco di cazzate controproducenti il che lo riduce ad essere un giocatore da 6 - 6,5 invece che da 7,5 - 8 se giocasse nel suo ruolo.

    RispondiElimina
  127. Che Julinho fosse peggio di Garrincha lo dici tu. Chiedilo a quelli che nel Maracanà cominciarono col fischiarlo perchè giocava nella Seleçao al posto del carioca (di Rio giocava nel Botafogo) Garrincha con l'Inghilterra e finirono tutti in piedi ad applaudirlo alla fine della partita vinta per 3-0 grazie a lui.

    RispondiElimina
  128. Se tu paragoni Garrincha o Julinho con Cuadrado è bene tu vada a parlare di Ciri-bè. Intanto a quei tempi le ali erano attaccanti puri che giocavano da metà campo in su. Bernardini inventò il primo tornante, Prini, ma non aveva niente a che vedere con un'ala classica. Calcio diverso, schemi diversi, paragoni della minchia. Cuadrado non è un'ala, uno che deve giocare da metà campo in su ma è un tornante di lusso. Liechtesteiner gli fa una sega, ma è comunque giocatore determinante negli schemi juventini.

    RispondiElimina
  129. Cosa avrebbe in comune Cuadrado con Lichtsteiner? Nada de nada de nada. Il 3-5-2 ha bisogno di giocatori come Lichtsteiner o Asamoah, un Maggio.


    Cuadrado è proprio un'altra categoria, non ha nulla in comune con questi giocatori. Fisicamente, tecnicamente. E fortunatamente non ha voglia di giocare alla Lichtsteiner, la Vespa si vuole divertire quando gioca a pallone.

    RispondiElimina