.

.

mercoledì 10 settembre 2014

Un giocatore moderno deve saper giocare in più ruoli

Non è un’esigenza che riguarda solo una squadra di calcio quella di avere in rosa due giocatori per ogni ruolo. Ci sono presidenti più facoltosi che hanno anche una doppia personalità, la cosiddetta personalità multipla che ha ispirato una macchina della Fiat. Poi c’è il doppio gioco che non riguarda solo lo stretto ambito dello spionaggio, ma anche le due fasi di gioco di una squadra, c’è il doppio passo anche se è un po’ vintage, il whisky doppio di chi deve dimenticarsi di aver comprato una Multipla, e perché no anche il raddoppio, si, quel passaggio rassicurante dal primo al secondo gol. “Du gust is megl che One” recitava la pubblicità di un gelato. Doppio come il senso di marcia di certe strade democratiche che ti permette di tornare indietro andando in tasca ai sensi unici così troppo fascisti, doppio senso che può essere allusivo e diventare triple sec là dove c’è una corsia d’emergenza. Doppio come un multinick o come uno che ci vede doppio dopo aver bevuto il whisky doppio per dimenticare la Multipla. Doppio come il vantaggio della Nazionale di Conte sulla Norvegia, Che sia una patologia o una scelta più o meno condivisa con l’altra metà della propria personalità, andiamo comunque verso una società che ci costringe a recitare sempre più ruoli. Non è più come una volta che uno nasceva e moriva ragioniere, oggi non è pensabile che una persona consegni pizze finché morte non lo separi dalla propria amata Margherita. Non a caso ci sono contratti a termine, pensati proprio per consentire alle varie personalità di esprimersi in maniera più variegata. Un tempo il doppiogiochismo era un fenomeno presente solo negli statali che avevano tutti il doppio lavoro. Se possibile quindi, un giocatore lo si cerca capace di ricoprire più ruoli, un arbitro capace di fischiare più rigori al Milan, le poppe non a caso sono due e non una sola centrale. Magari più grande. La vicenda Cuadrado ci aveva fatto due palle, non una o tre. Il segno di vittoria si fa con due dita, che non è un gesto volgare come quello fatto con uno solo. Ieri alla porta del Bambi in via della Chiesa ha suonato un extraterrestre. Era verde, piccolo come Marin, con le braccia lunghissime e indossava uno strano scafandro. Il Bambi mi ha raccontato non senza un’agitazione diffusa, che quell’esserino lo ha guardato e gli ha detto: “Non temere, fratello, io vengo in pace”. E allora con grande emozione l’ha fatto entrare in casa sua. Hanno parlato a lungo del futuro dell’umanità e del fatto che nella nostra galassia esistono altri mondi abitati. Si, anche Borgognissanti. Poi ha cambiato discorso e quello che gli ha detto non gli è piaciuto affatto. E allora l’ha cacciato. Questi rappresentanti di aspirapolveri le studiano proprio tutte per farsi aprire la porta.



105 commenti:

  1. Secondo me l'extraterrestre cercava Bimbi, non Bambi. Successe ad un mio amico, al quale la moglie chiese Bimbi e lui pensó "Si tromberà a tutto forza!" E invece il Bimbi era il secondo aggeggio venduto dalla Worweck, quella degli aspirapolvere imbattibili (Folletto).

    RispondiElimina
  2. Pollock stimolato,successo assicurato!

    RispondiElimina
  3. Oh Lele, è già la seconda volta che scrivi un commento stringato come le mie francesine della Grenson. Poi i ragionieri svizzeri s'incazzano perché così si drogano i bilanci.

    RispondiElimina
  4. Conte è fortemente antipatico;è un piagnone più di Mazzarri;rappresenta tutto ciò che ho sempre odiato(calcisticamente parlando).Però ha delle qualità.Non perde tempo a cercar di far giocare bene le proprie squadre,ma è bravissimo nel renderle funzionali.Per questo ha messo in campo Giac e Florenzi,che garantiscono corsa per 90 minuti ed eseguono pedissiquamente gli ordini.Facendo fuori Verratti e Cerci(per adesso).A lungo andare,trovando squadre attrezzate tecnicamente e fisicamente,dovrà cambiare strategia o farà la stessa fine fatta con la Juve in CL.A certi livelli la qualità(abbinata a forza fisica) è imprescindibile.Non puoi giocare col 3-5-2 che in realtà è un 5-3-2(con Lich ed Asamoah sulle fasce ieri,oggi con Darmian e DeSciglio) contro squadre forti.E la coppia tanto osannata Immobile-Zaza(che hanno giocato bene,condivido),sarà funzionale quando troveremo le "superpotenze"?In fin dei conti,a pensarci bene,mi importa una sega...

    RispondiElimina
  5. Pollock,stamattina mi sembra che taluni bilanci svizzeri sian già abbondantemente drogati...con un utile del 50%,mica cazzi e mazzi!!

    RispondiElimina
  6. Un po' pazzi! Come i cow-boy giocano con il lazo e col....

    RispondiElimina
  7. Ieri sera ho guardato la partita della Nazionale, messa in campo con tre centrali difensivi, due terzini, tre mediani e due attaccanti.
    Ho visto una squadra che ha giocato maluccio, ma con grande grinta, determinazione e velocità, avendo messo in campo giocatori per la maggior parte di tecnica mediocre ma molto muscolari, determinati e dinamici; ha fatto due gol (un autogol e un gol, in realtà) abbastanza di culo, il secondo in particolare ha dato la mazzata ai norvegesi mentre loro stavano giocando meglio, norvegesi che . dopo questo secondo gol subito sono crollati, per cui l'Italia ha potuto controllare e giocare (solo allora) meglio.
    Insomma, mi è sembrato di vedere una partita della juve: ai gobbi evidentemente piace vincere in questa maniera, l'hanno sempre fatto, a me sinceramente no.

    RispondiElimina
  8. Preferisco infliggermi 50' di compattino di Stamboulì che sorbirmi 90' di un'amichevole dell'italia, non potendo nemmeno gufare...Mi riservo la sofferenza solo per le partite da 3 punti in palio, fatta eccezione per qualche amichevole con squadre a me gradite. Detto questo, Conte pare puntare sull'usato più o meno sicuro, anziché sul varo di una nuova nazionale giovane. Del resto tra due anni ci sono gli Europei, e non vorrà rischiare di restare fuori...Sono molto, molto più interessato al lavoro di Tata Martino alla guida dell'Argentina, è partito con il piede giusto. Vediamo come inserisce i nomi nuovi, in vista della Copa America. E chissà che non richiami anche Tevez...Per i Mondiali sarà troppo in là con gli anni, ma per gli obiettivi a breve scadenza è ancora perfetto.

    RispondiElimina
  9. Latina, Roma, Cagliari, Cosenza, Milano, Firenze, Torino, Padova...fortunato nel vivere in città belle, stupende, ovunque mi inviavano in missione ero fortunato....radici no, rami si ma...Quanti aerei o viaggi lunghi per seguire la viola...Infatti sul calcio solo ed esclusivamente Fiorentina. Sarà per questo che, fiorentinamente, non riesco da tempo a guardare la nazionale italiana...
    Io non posso dare giudizi, se non guardo, a differenza di utonti che pontificano ma dire (leggendo, leggendovi) i che Conte ha immesso quel che mancava, in questi calciatori: grinta, determinazione, corsa (De Rossi, giusto dirlo, già aveva le prime due...Uno da 6.500.000 euro do ingaggio a Roma!!).
    Ora la gente vorrebbe l'estetica? Onestá nell'ammettere che Conte miete senza riguardo (Arezzo, Bari, Siena, Juve, sempre stesso modulo) ed é nel suo essere tecnico lo spremere gli esterni, obbligare i mediani a un superlavoro e inoltre costringerli anche a costruire. Poliedrici. Conte rende i calciatori poliedrici.
    Asamoah a Udine non era un terzino, riciclato alla grande da Conte..un esempio di cosa riesce a fare. Indubbio che se ne freghi di gerarchie o indicazioni dall'alto (Giovinco mai cagato, Motta bruciato, De Ceglie scartato poco dopo, Llorente in naftalina finché non avesse memorizzato cosa fare, Quagliarella muto in panca), a lui interessa il bottino.
    Il contrario di un esteta come Montella, che mai vedremo con la vena carotidea rossa.
    Spiace per i "nazionalist e razionalisti"a tutti costi ma io adoro Montella, come ho adorato Glerean, Galeone, Scoglio, Marino, Zeman, Capuano (ora ad Arezzo, con la Cavese 20 anni fa giocava con un 3-5-2 che spazzö via tutti e
    tutti!).
    Da Ernst Happel in poi a me piacciono gli idealisti del calcio. Così...

    RispondiElimina
  10. Difficilmente le mie idee sono distanti da quelle di Sopra. E il post qua sotto su Conte e dintorni ne è l'ennesima prova... Chapeau...

    RispondiElimina
  11. Aggiugno solo, Sopra, che, necessariamente, Montellino dovrà attingere qualcosa da "agghiacciande". Un po più di cattiveria e rabbia agonistica ci servirebbero come il pane...

    RispondiElimina
  12. Sicuramente! Una minaccia fisica, ogni tanto....!

    RispondiElimina
  13. Don Vincenzo ti ha preso un po' troppo sul serio, ha già Ilicic sotto tiro.

    RispondiElimina
  14. Don Vincenzo ti ha preso un po' troppo sul serio, ha già Ilicic sotto tiro...

    RispondiElimina
  15. Disqus è impazzito, volevo eliminare una foto, e me le moltiplica...

    RispondiElimina
  16. E' un trucco che in Svizzera non apprezzeranno.

    RispondiElimina
  17. Infatti, mezzucci per segnare un post in più....Infingardi, prezzolati dagli Agnelli....Quando i Rothschild prenderanno le fila anche di post, blog, etc., vedrete!!! Avrete bisogno di un Sindona!! É come si chiamava di cognome il segretario di Sindona.....eh eh eh eh eh eh...................

    RispondiElimina
  18. Funzionerà come richiamo per il Colonnello?

    RispondiElimina
  19. Via Baba&Berna a gennaio, dentro Anelka e Trezeguet. Adunata PUNEti!

    RispondiElimina
  20. ...l'anelka no, no/ scordateloooo...

    RispondiElimina
  21. La faccenda del Grande Zot però mi pare strana, non può accedere alla Riblogghita ma può accedere ai Deliri? Anche il blog del Giovane Foco, se non sbaglio, si appoggia a blogspot e funziona con disqus

    RispondiElimina
  22. Gaetano D'Agostino è finito al Fidelis Andria, in serie D.
    La sua vicenda è un qualcosa che proprio non riesco a capire: ha 32 anni, è un centrocampista molto forte (io lo ricordo con affetto, nella stagione con noi ha giocato poco ma bene e ha pure segnato abbastanza), di classe, ottima visione di gioco; che cosa gli è successo? Ha problemi fisici così gravi per cui alla sua età non riesce a trovare un ingaggio migliore rispetto alla serie D?

    RispondiElimina
  23. No, il mio blog scalcinato usa solo la piattaforma comunicativa di blogspot. Qui si usa disqus, ma non è nativo di blogspot. È una piattaforma a parte.

    RispondiElimina
  24. Probabilmente non dà garanzie fisiche, sì, altrimenti non si spiega.

    RispondiElimina
  25. Il blog di Foco non modera con Disqus. Questo alcune volte è un problema. Per il Grande Zot sono convinto che se prima era impossibilitato a scrivere, oggi sia diventata una scelta.

    RispondiElimina
  26. Ah ecco, ne capisco il giusto ma ora mi torna, grazie

    RispondiElimina
  27. Rendimento a parte, stava simpatico anche a me per come lui e la moglie parlavano della città, se ne erano innamorati subito, un po' come i Valero, pur senza tutta quella twitterizzazione. L'anno successivo, non riscattato dalla Fiorentina, scelse il Siena per continuare a vivere a Firenze.
    Boh, anch'io non me lo spiego, o ha problemi fisici così grossi oppure c'è qualcos'altro, magari conseguente alla delicata storia di famiglia da cui proviene, boh.

    RispondiElimina
  28. Di situazioni come quelle del D'Ag. se ne contano a decine, chissà quali sono i veri motivi del declino... Intanto Berna si è dato disponibile per domenica. Non vedo l'ora di vederlo con i grandi, prestazione sontuosa in Under anche se contro avversari tutt'altro che competitivi ai massimi livelli...

    RispondiElimina
  29. Domenica ci sarà un sentore del prosieguo della stagione di Aquilani; se va in panca é rottura, credo.
    Badelj non è venuto a fare panchina e Aquilani é un indiziato ad andare via, in società non lo convocano per rinnovo- stasi e il nuovo spinge...
    La mia idea, già scritta, é che l'unica italiana che può stare dietro ad Aquilani é il Napoli.
    Sarà importante sfruttare l'adrenalina e la positività di Bernardeschi, quindi:
    ------------------------- Neto -------------------

    Savic -------------- Gonzalo R. ----------- Basanta

    ----------- Badelj New ----------

    Cuadrado ----- Pek ----- Valero ------ Alonso

    ---------- Bernardeschi ----- Gomez -----

    RispondiElimina
  30. Proverei a giocare esattamente con questa formazione, ma credo che scenderanno in campo Richards [con Savic a sinistra] e Aquilani...Bernardeschi se sta bene credo giocherà, e ne avevo sentore già prima della prova con Cipro [che conta quel che conta].

    RispondiElimina
  31. Sicuramente i fattori che citi sono reali e influenti, Sopra. C'è da aggiungere anche che (come la A) sono declinate pure la B e l'ex C, che nonostante lo snellimento proseguito anche in questo 2014, vedrà di sicuro ancora parecchie società che non hanno soldi nemmeno per gli ingaggi da 1500/mese, per le bollette dell'acqua, per la benzina per condurre la squadra in trasferta... figuriamoci quelli per l'Irpef. Di conseguenza la D sarà ancora più disastrata, ma qualche isola "felice" (almeno per il potenziale economico) ogni tanto la si trova anche nei dilettanti: se penso al Tuttocuoio di Ponte a Egola , dubito abbia più bacino dell'Andria, sebbene giochi una categoria sopra.

    RispondiElimina
  32. Basta poco, ad Ilicic, per giocare "meglio del solito"...CORTO.

    RispondiElimina
  33. Un bel doppio espresso è quello che ci vuole restando in tema dentro questo spartito di Pollock.Diminuiscono i titoli,aumentano i ruoli ed i compiti;aumenta la crisi e sviluppiamo nuove idee per non farci sopraffare;insomma spesso ci si deve sdoppiare a tal punto che arriviamo alla conclusione che è più produttivo stare fermi,ma andiamo avanti lo stesso,doppiamente incacchiati...Non ho visto la partita della Nazionale,le uniche che ho guardato con trasporto eran quelle di quando vivevo all'estero(Usa'94/Francia'98/CoreaJapan'02/Germania'06),più tardi scoprì che non era un fatto di cuore,ma senso di appartenenza,di radici,di cultura,di solidarietà verso colui che per scelta(come me),o chi per bisogno,vedeva una sorta di rivalsa verso l'appellativo di spaghetti e mandolino,come Gaber cantava(io non mi sento Italiano/genio),"allora qui m'incazzo son fiero e me ne vanto gli sbatto sulla faccia cos'è il Rinascimento".Il pallone è sgonfio,come il calcio Italiano,si cerca sempre il demiurgo,si pensa sempre che il ruolo di presidente possa risolvere le problematiche di questo calcio malato,lo scrissi tempo fa e lo ribadisco.Molti si riempiono la bocca con i settori giovanili,ma il male è nella ricerca ossessiva delle valorizzazioni,di plusvalenze,di giocatori non nostrani da prendere per alimentare un sistema che beipassa la legalità,con infiltrati di ogni tipo per acquistare a 1 e rivendere a 10,poi dicono che gli Italiani costan troppo,follia.Il calcio è passione,è erba,è muro per imparare a calciare,basta fare un giro nel nord Europa per vedere lo stato di arretratezza dei nostri centri sportivi.Le scuole demandano alle società dilettantistiche questo sport,molte delle quali sono abbandonate a se stesse o gestite da "farabutti"per business.Dove far crescere sportivamente i nostri figli e nipoti,alla palestrina del quartiere o periferia?Se non agevoliamo la costruzione di impianti che agevolano anche attività sociale da dove partiamo?Bisognerebbe partire da una classe dirigente nuova e rispettabile,siamo stati fatti fuori dagli arbitri in DUE mondiali,quello vinto il pres.Fifa non ci voleva consegnare la coppa,ma già,ora abbiamo Ta vecchio...Tempo fa ho letto che da un dato Uefa,il calcio Nostrano,dopo quello Inglese è quello che movimenta più flusso di denaro,ma si piange miseria invece di gestire ed investire bene,si tengono i tifosi in salotto incollati a Sky e Mediaset(che hanno il loro perché),poichè lo stadio è borderline:tessere,controlli,impianti fatiscenti, prezzi inaccessibili,trasferte con 007 se non sei in un gruppo organizzato,ma già,intanto c'è Conte che risolleva una squadra dalle macerie Prandelliane,per giunta con due puledri che non voleva nella sua stalla(Immobile-Zaza),ma sempre meglio di un asino,di colore...!!!Saluti

    RispondiElimina
  34. o un n'è rotto Bernardeschi?

    RispondiElimina
  35. e fa e balocchi, o ancora un lo conoscete?

    RispondiElimina
  36. Forse rigioca anche il Bati. Hai visto che tiro ha ancora!

    RispondiElimina
  37. Pare non sia nulla di che, lui dice che dovrebbe esserci, ma di comunicati ufficiali non ne vedo...

    RispondiElimina
  38. O Anto ma con Florenzi e Giaccherini mezze ali ma come vuoi giocare? Siamo rape e quello col gatto 'n capo sa tirar fuori anche il sangue dalle rape, ma rape restiamo. Finchè si trovano più rape di noi va tutto bene.

    RispondiElimina
  39. O Deyna ma con la Norvegia non era un'amichevole. Con questo non l'ho retta tutta nemmeno io. Metà dei due tempi e poi via se no dormivo. La cosa più bella il cross di Pasqual, appena entrato, per il secondo goal. Che culo! Ma se ieri i tre tenori erano Florenzi, Derossi e Giaccherini o icche tu vo' sperare?

    RispondiElimina
  40. Anche tu purtroppo hai ragione SOPRA, purtroppo perche il ragazzo qualità ne ha. Quindi mi correggo "miei amici fan del Capitano mi hanno detto piu o meno letteralmente che contro la maggica Ilicic e Aquilani sono stati i migliori.. A questo punto mi viene il dubbio da quello che dici che gli altri siano stati peggiori del solito. Sarò meno impreciso dopo Fiorentina Genoa che finalmente riuscirò a vedere ..

    RispondiElimina
  41. SOPRA, a me Badelj piace davvero, l'ho scritto più volte, ma metterlo al posto di Aquilani mi sembra un'ulteriore tenorizzazione del nostro centrocampo che già non brilla per dinamismo... Può essere un esperimento, in un centrocampo a 5 in cui Cuadrado e Alonso corrono come dei matti, ma se invece, come credo, dietro resteremo a 4, e il centrocampo sarà quindi a 3, uno di questi 3 deve avere quel minimo di dinamismo che oggi solo Aquilani ha.
    Il Napoli interessato? Significherebbe un'ulteriore evoluzione in senso ancora più difensivo del suo ruolo, già Montella l'ha trasformato da mezzala offensiva con ambizioni da 10 a interno di quantità, per giocare nel 4-2-3-1 di Benitez, dato che non lo vedo certo in grado di rubare il posto a uno dei trequaristi (che già sono 5 per 3 posti, Hamsik, Callejon, Mertens, Insigne e Michu), dovrebbe diventare uno dei 2 mediani. Del resto questo era un problema tra lui e Benitez già a Liverpool, no?
    Ma non è detto che Benitez resti, certo. Boh, che Aquilani a parametro zero possa essere appetibile per molti lo darei scontato. Il punto è: quanti sono disposti a dargli i soldi che ADV non è più disposto a dargli? Gli 1,7 che vuole mantenere sono ben di più, per dire, di quelli che prendono Insigne e Mertens. Già lo spogliatoio non mi pare granché sano, per usare un eufemismo, dare quei soldi a lui significherebbe metterci il carico...
    Io spero sinceramente che resti.

    RispondiElimina
  42. Diciamo che contro la Roma noi siamo stati meno tichitacosi del solito, e giocare in verticale verso Gomez è una cosa che Ilicic sa fare molto meglio del possesso tenorile. Prestazione non eccezionale, ma è vero che le due uniche occasioni da gol della viola sono venute dai suoi piedi.

    RispondiElimina
  43. Appunto perché il livello dei campionati italiani è sceso, mi stupisco che uno come D'Agostino non solo non giochi in serie A, ma addirittura debba scendere in serie D!
    Già ero perplesso l'anno scorso quando è andato in B al Siena, figuriamoci adesso.

    RispondiElimina
  44. Come ho detto a suo tempo dal video di 49 minuti Badelj mi è piaciuto molto, ma lo vedo come il sostituto del Pek non di Aquilani. In questo modo ci sarebbe un Po piu di copertura a centrocampo. Togliendo Aquilani per Badelj un po' meno.

    RispondiElimina
  45. Nuovamente operato anche lui...

    http://www.firenzeviola.it/news/ex-obiettivi-khedira-operato-al-ginocchio-163728

    RispondiElimina
  46. Concordo. Io credo che possa fare entrambe le cose, volendo, e che si alternerà a entrambi, ma molto dipende dal modulo: in un centrocampo a 5 come quello che disegnava SOPRA, credo che Badelj potrebbe anche sostituire Aquilani, tanto lì alla staticità dei tre tenori 2.0 sopperirebbero le fasce. Ma in un centrocampo a 3, con Pizarro e Badelj, credo che Borja dovrebbe avere un paio di polmoni in più...

    RispondiElimina
  47. Per non doventà finocchio ti sei perso tutte le cazzate che ha concentrato al 50', però...

    RispondiElimina
  48. Ma Berna l'avete mai visto giocare a sinistra? Perché se non è così (non lo so, non ho mai visto la B l'anno scorso), allora rischia di essere un nuovo Joaquin, difficile da rendere compatibile con Cuadrado se non forzando almeno uno dei due in un ruolo non suo...

    RispondiElimina
  49. Lo vedo più al milan che al Napoli

    RispondiElimina
  50. Ecco, in un Milan che vuole fare il 4-3-3, allora sì, certo.

    RispondiElimina
  51. In tutte le azioni che ricordo l'ho sempre visto partire da destra o centralmente, mai da sinistra. Ed è anche logico, dovendo sfruttare al tiro un ottimo mancino. Come del resto non ricordo di aver mai visto giocare Berardi a sinistra, se non episodicamente, mentre svariava...

    RispondiElimina
  52. era anche la mia impressione, dal poco che ho visto... Allora è, di fatto, il vice-Cuadrado, o sbaglio?

    RispondiElimina
  53. Titolare non so, ma ho la sensazione che Montella si prepari a lanciarlo, magari in staffetta con Baba...Comunque nemmen io lo vedo arretrato tra i centrocampisti, lo penso come un trequartista/seconda punta che si muove dietro a Gomez, girandogli intorno. Un po' il ruolo che era stato pensato per Rossi, ma partendo più da lontano e più mobile, per ovvie ragioni. Con questo non voglio dire che somigli a Rossi, anzi, per me non ci incastra niente, uso del mancino a parte.

    RispondiElimina
  54. ciao ragazzi,sono abbastanza portato a pensare che Aquilani resti a Firenze,anche se vari indizi inducono a pensare diversamente.Altra ipotesi,inter,unica strisciata di cui non ha indossato la maglia e Mazzarri non insensibile ai piedi buoni in mezzo ai suoi mastini da Napoli ad oggi,del resto mi sembra che con Benitez non abbia avuto un rapporto idilliaco,ed il milan,malgrado l'ossessione dei parametri zero,non puntò sul principino anni fa.Terza ed ultima,credo che per un giocatore ora nel pieno della sua maturità,sia prematuro pensare agli emirati arabi o gli states,non rimane che una squadra a due ore di aereo dal suo centro di gravità(roma),o rimanere a due ore di macchina,con qualche pit-stop in meno...

    RispondiElimina
  55. http://www.violanews.com/altre-news/pato-accusa-il-milan-mi-rompevo-per-colpa-loro-non-sapevano-curarmi-20140910/

    RispondiElimina
  56. Avevo come l'impressione anch'io...Non so se oggi è pienamente recuperato, io lo pensavo un giocatore finito, Jordan l'ha visto giocare in Brasile?

    RispondiElimina
  57. d'accordo su tutta la linea...

    RispondiElimina
  58. l'inimitabile Milanlab, ahahahah

    RispondiElimina
  59. Bernardeschi lo scorso anno ha giocato più che altro da terzo di destra nell'attacco di Drago. Il motivo è che il ragazzo ha un sinistro che se ne vedono pochi in giro e la posizione era l'ideale per farlo calciare col piede preferito. Però non ha il passo da esterno. È alto e strutturato, la velocità pura non gli può appartenere. In primavera ha fatto la seconda punta, partendo, però cinque metri dietro la punta centrale, non lateralmente. È un giocatore che rientra difficilmente nella semplice classificazione, per motivi fisici e tecnici.
    In B ha segnato di classe, di potenza e di opportunismo. Per me il suo ruolo è quello di seconda punta, ne ala, ne rifinitore. Il fisico lo aiuterà a non ammalarsi di giovinchite o di insignite ( che poi sono la stessa cosa), la tecnica e le capacità balistiche ne faranno il campione che merita di diventare.

    RispondiElimina
  60. Giudica te

    http://video.repubblica.it/sport/pato-disastroso-liscia-il-pallone-a-porta-vuota/176767/175480

    RispondiElimina
  61. Si ma credo che di regola sarà il sostituto del Pek. Fernando era piu simile al romano, vero? Chissà non venga lui a gennaio

    RispondiElimina
  62. Esatto, seconda punta.

    RispondiElimina
  63. Mi comunicano che il blog autoalimentato ha battuto il suo record superando il 50% del prodotto interno lordo. Allora mi congratulo.

    RispondiElimina
  64. Allora se gioca terzo di destra Cuadratone giocherebbe a sinistra...

    RispondiElimina
  65. Bernardeschi ha tutto per diventare un top. Soprattutto, come giustamente sottolinei, fisicamente. L'ultimo craque che abbiamo tirato fuori dal vivaio è stato il mio pupillo Flachi (del quale proprio oggi un mio caro amico ha tirato fuori una foto d'annata scattata tutti e tre insieme, nelle altre figura anche un certo... Edi... caro Deynone, eheheheh), uno che se avesse avuto un minimo di cervello sarebbe sicuramente finito in qualche annale che conta. Novellino (vedi un po) è l'unico che è riuscito a cavarci fuori qualcosa, negli anni belli della Samp registravo le partite del Doria per rivedere LUI... ricordo ancora un match giocato a Genova contro i gobbi con un Montero col mal di testa già a fine primo tempo... Gran gioco spalle alla porta, stop, controllo e cambio campo di una cinquantina di metri (minimo) con palla sul piede in corsa dei Diana o Bettarini della situazione... con quel piede e quell'intelligenza calcistica poteva fare prima e seconda punta... Grandi colpi, Franceschino, peccato per tutto il resto... Bera ha i cm in più che gli tolgono un po di velocità nello stretto ma ha tutto il resto, in più... Coccoliamolo e speriamo in bene...

    RispondiElimina
  66. http://www.violanews.com/news-viola/report-medico-bernardeschi-disponibile-per-domenica-20140910/

    RispondiElimina
  67. La folgore del Grande ZOT:

    Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "fuga da Alprazolam - a Cracco gli partiva un embol...":

    Gustavo mi piaceva, fui molto sorpreso quando lo lasciammo tornare in Brasile. Anche lui ne fu sorpreso, si credeva apprezzato e a Firenze stava bene. Probabilmente, uno spregio a Corvino che l'aveva fatto prendere in prova per la Primavera. Un gioiellino che adesso torna in Italia nei ranghi del Verona. Mezzala offensiva, capace di arretrare in regia come di svolgere mansioni di seconda punta, ha fondamentali d'eccellenza e fiuto animale delle verticali. Lazaroni lo pronosticò nazionale, «da grande», e credo che non si sbagliasse. Temo un errore ciclopico da parte di Pradè. Non c'è altro in queste giornate di vuoto calcistico: la vittoria contro il Genoa è un dovere e una fatalità, c'è solo da vedere se Ciullo si metterà di mezzo, con qualche sua trovata da cerpihone.

    IL GRANDE ZOT



    Postato da Anonimo in I deliri del giovane Foco alle 10 settembre 2014 20:07

    RispondiElimina
  68. Flachi e Del Piero erano pari dal punto di vista delle capacità pedatorie. La differenza era di carattere, anche da giovanissimi. Il padovano aveva già la calma del fuoriclasse. Una tranquillità che credo lo abbia tenuto sulla via giusta anche fuori dal campo. Certo è che se Francesco fosse stato della Juve, avrebbe avuto molte più possibilità di mettere a pieno frutto le sue capacità

    RispondiElimina
  69. Discorso simile per Morfeo, altro gran giocatore ma enorme testa di c...

    RispondiElimina
  70. Se avevo dei dubbi sull'identità de Il Grande Zot -e non ce li avevo-, la conclusione non lascia adito a dubbi. Se solo fosse possibile sentire come la pensa il capo indiano sulla prandellizzazione del Ciullo... Va bè, vengo di là che magari Zot lo legge.


    Prima di andare, mi spiace darvi l'orribile notizia, ma preparetevi: domenica col Genoa, Falso Tridente, nella disgrazia speriamo almeno che sia Vargas a sinistra, e non il torero stanco, altrimenti ci toccherà pure usare il pallottoliere per contare i fatidici spostamenti di Guillermo prima di là, poi di qua (in media 6 a partita, 10 quando le cose si mettono male, ovvero il 30% delle volte che ci si suicida col falso tridente).


    Esempio di 'trovata da cerpihone', trovata che, avendo contagiato anche il facilmente suggestionabile Pekerman, è pure responsabile dell'uscita della Colombia contro i peracottari verde-oro. E che, se rivedrò domenica, mi vedrà ergere ad acerrimo nemico di Masaniello, fino all'impiccagione e con taglio della testa (da Ciullo) incluso.

    RispondiElimina
  71. Sopra, hai imparato il trucco, come i cinesi...

    RispondiElimina
  72. Però non segui i miei avvertimenti, lo schemino che hai fatto sulla carta è un bel 3-5-2, ma appena inizia la partita, Cuadrado, per indole e caratteristiche (non c'entrano le consegne tattiche), sbilancia la squadra, costringendo il terzo centrale quello di destra a fare il terzino fluidificante (che porta via l'uomo al colombiano), i due centrali rimasti si trovano le solite autostrade da fronteggiare e puff, il 3-5-2 sparisce. Fenomeno che si accentua quanto più alto è il nostro possesso palla.

    Ci sarebbe materiale per una formula matematica, ma penso che se, dopo due anni di Cuadrado, non ve ne siete ancora accorti e continuate ancora a tessere le lodi del 3-5-2, ovvero di un entità che si dissolve appena teniamo palla per più di cinque secondi- come il vapore umido a contatto con l'aria- non vi può certo aprire gli occhi un equazione di moto browniano come questa a esempio la seguente:

    RispondiElimina
  73. (Disqus, a quanto pare, non riconosce equazioni di diffusione nel caso di forze esterne non nulle)

    RispondiElimina
  74. Ho fatto un salto da Foco, ormai il Colonel non torna più. Certo mi dispiace e continuo a stimarlo, ma se è andato via allora perchè non cerchiamo di far tornare il buon Salvatore. La butto io là, che sono per destino fuori da tutto.

    RispondiElimina
  75. O Lele, ma che t'hanno imbavagliato? Facci un segnale e si allerta la Farnesina!!!

    RispondiElimina
  76. Vero, probabilmente alla Juve avrebbe avuto qualche pedata in culo (nel senso cattivo del termine) in più...

    RispondiElimina
  77. E comunque il monologo danneggia il genio. Anche i monosillabi, per la verità.

    RispondiElimina
  78. Scusate il fuori tema, ma essendo stata quella di ieri una delle giornate che mi è piaciuta di più nel suo sviluppo, per qualità di analisi e argomento, Jordan mi da la possibilità di ritornarci postando il suo commento nell'editoriale di ieri. Vorrei quindi che non passasse inosservato:

    "Jordan

    Sul sitone ci sono stato una vita, tifo e polemiche perchè polemicuzzo sono ma sempre per il bene della viola che nel cuor mi sta. Ho "odiato" Cavasin e poi il Prandelli dell'ultimo periodo cominciando ad averlo sulle palle negli ultimi due anni con crescendo rossiniano nel finale. Perchè stavan rovinando la viola non per altro. Ho condotto anche una battaglia per Cejas ed i fatti non mi han dato molta ragione ma l'alternativa era Lupatelli, siamo seri. In B l'argentinjo non era andato affatto male. Comunque mi ci divertivo, si litigava anche ma tra persone serie. Poi sempre meno, le prandelliadi han fatto diventare stolti anche personaggi per niente coglioni. Uno per tutti il Barry Bonds ormai irrecuperabile. A un certo punto non li ho retti più ed ho seguito quasi subito il Gianni qui, più o meno per gli stessi motivi . E'un sanfredianino figlio di buona madre (con tutto il rispetto), ma è di una bravura che lascia a bocca aperta ed è una persona seria. Due qualità che, insieme, non si trovano spesso. Mi ci son trovato sempre meglio anche se non son mancati gli scazzi con questo o con quello. Io me ne scordo alla svelta, non è davvero il caso di prenderci sul serio e mi sembra di non essere mai il primo a menare il brando. Comunque clima salubre e lo dimostra il fatto che arrivano sempre personaggi nuovi e tutti bravi, per questo scrivo sempre meno di cose pseudo-serie. Mi anticipano sempre, sarà la vecchiaia."

    RispondiElimina
  79. Vero in parte, perchè dipende da chi fa il mezzo destro nel centrocampo... una squadra si chiama così proprio per questo e le caratteristiche di Cuadrado che vanno indubbiamente sfruttate perchè sono tra quelle che innalzano notevolmente il livello di squadra debbono essere bilanciate con un centrocampista che dia mano al centrale di destra nelle coperture per non costringerlo, appunto, a fare il terzino...
    Ecco perchè ho sempre pensato che i tre tenori siano un extralusso in quasi tutte le partite... vedremo quest'anno con Badelj e Kurtic...

    RispondiElimina
  80. Non avevo letto, a quanto scritto ieri aggiungo solo: credo che molte situazioni di quel tempo siano state prese davvero troppo sul serio da buona parte dei personaggi in causa.

    RispondiElimina
  81. Piaceva anche a me a dire il vero, aveva molta classe e visione di gioco. Però lo trovavo leggerino già per la Primavera, ai tempi non era sicuramente pronto per la serie A. Fu strana però la rinuncia a lui, senza provare nemmeno un prestito, probabilissimo sia stato un segnale che l'era Corvino era chiusa. Vediamo che fa nel Verona, l'ambiente per crescere è ideale...

    RispondiElimina
  82. Non sei vecchio, JORDAN! Io mi ricordo che quando scoprii fiorentina.it non ci capivo molto (lo confesso: io il primo pc l'ho acquistato 9 anni fa, back-up non lo so fare, copia e incolla l'ho capito dopo che la mia segretaria l'ha mostrato 3.566 volte...) e per errore - ma non sapevo- scrissi un post sotto una notizia differente rispetto al contenuto del mio post e...JORDAN scrisse "Ma cosa scrivi qui?? Hai sbagliato topic! Per favore...!". Maremma che esordio, il mio!!! Eh eh eh eh...che storie!
    Comunque, JORDANONE, sei vecchio solamente quando i colpi della strega superano i colpi di fulmine.....! Ah ah ah ah ah...

    RispondiElimina
  83. ragazzi non confondiamo, non diamo del "padovano" a Del Piero, vi prego... È di San Vendemiano, vicino a Conegliano, provincia di Treviso e quasi Friuli...

    RispondiElimina
  84. Del Piero era di S.Vendemiano, non Padova, Foco. Veneto come un altro mio grande, sfortunato, pallino, Massimo Orlando.

    RispondiElimina
  85. eheh, grazie, mi era toccato correggere anche sotto. E grazie anche per non aver aggiunto una doppia M in "San Vendemiano", tocco di classe, quasi come pronunciare Benetton con l'accento giusto...

    RispondiElimina
  86. Certo, lo scrivevo ieri, eventualmente con un centrocampo a tre meno tenorile, qualcosa cambia. Forse. Perchè già la presenza di Pizarro costringe l'interno di destra ad accentrarsi. Forse con Badelj al posto del cileno, ma se mi metti Badelj al posto di Aquilani con Pizarro al centro, andrebbe pure peggio. Forse Kurtic al posto di Aquilani, ma l'ho sempre visto a destra e Badelj (o lo stesso Aquilani davanti alla difesa). Ma sarebbe una rivoluzione.


    Insomma è questioni di equilibri, questo 3-5-2 passa dalla stato liquido allo stato gassoso in pochi secondi.
    E il problema, lo ricordo, è che non abbiamo un terzino destro adatto al 4-3-3, a meno che Micah non ci sorprenda.

    RispondiElimina
  87. Lele, Badelj ammetto di non conoscerlo, chi lo ha visto ha scritto che sia più un vice Pizarro, per me già Valero è un lusso e va "coperto" come interno... quindi o Aquilani o Kurtic per "reggere" il colombiano...

    RispondiElimina
  88. scusa Stefano, mi era apparso in risposta Lele, non ci capisco una sega con questo coso...

    RispondiElimina
  89. Bei ricordi quelle zone, lavoro sano e proficuo, gente seria e senza fronzoli ( a parte il dialetto che un si capisce una sega nulla )pagamenti puntuali e programmi rispettati. Poi la sera, camera da Lino a Solighetto, ovviamente dopo incomparabile cena lì, o alla casa Rossa di Pedeguarda. E tutto intorno profumo e bollicine di Prosecco e Certizze...
    Ahhhhhh, nostalgia...

    RispondiElimina
  90. Non preoccuparti, sai bene che non amo Pek...ahahah

    RispondiElimina
  91. Ho capito, ma quale centrocampo alla fine stabilizzerebbe l'instabile 3-5-2: Aquilani, Badelj, Valero? Non credo, sempre troppo tenorile. Kurtic, Badelj, Valero? Forse, ma sarebbe una rivoluzione e Kurtic sarebbe un adattato perchè gioca a sinistra. Tutti i centrocampi con Pizarro non stabilizzano nulla. Insomma non rimangono grandi stabilizzatori.


    A parte, due stravolgimenti: 1) Micah (o Kurtic adattato a destra) esterni alla Giaccherini con Gomez-Cuadrado; 2) oppure Bernardeschi interno destro di centrocampo.


    Poi li posto, verso l'una...

    RispondiElimina
  92. Stefano, ti rispondo sopra perchè non riesco più a seguire le varie discussioni.

    Penso sia presto per dare una risposta, di solito ritengo buona abitudine aspettare le prime dieci giornate per avere un quadro generale e un po più veritiero sui valori nostri e delle concorrenti.

    Pizarro lo ritengo un ex gran giocatore, e per ex non intendo dire che non sia più buono a nulla, tutt'altro; solo che non lo vedo più titolare in una squadra con ambizioni champions. Vedremo questo Badelj, se si dimostrerà all'altezza della situazione penso che il titolare sarà lui e il cileno passerà a fare mezz'ore di qualità, altrimenti avremo sbagliato ancora una volta nella ricerca del vice/successore del cileno. Come ho sempre scritto poi penso che nella scelta dei tre tenori ci sia da considerare, giocoforza, anche chi mettere agli esterni. Considerando Cuad una punta aggiunta e che a sinistra il meno peggio è, ad oggi, e per diversi motivi, ancora il buon Vargas, beh, la difficoltà aumenta. Molto lavoro per Vincenziello...

    RispondiElimina
  93. Va bene, aspettiamo ancora, però, dopo un anno per me giocato male seppur con attenuanti generiche. Ma non dieci partite, perchè sarebbe assurdo giustificare ulteriormente confusioni, errori, intestardimenti.


    Per me ci vuole un cambio radicale. Badelj sembra buono, ma appunto è per caratteristiche un altro tenore o mezzo tenore (tra l'altro c'è pure Mati). I primi segnali che provengono dalla panchina sono poco incoraggianti.

    RispondiElimina
  94. Sei sei di quelle parti, complimenti, Valto

    RispondiElimina
  95. No, perché ho sempre pensato che dopo la Toscana, il posto dove sarei stato bene, è proprio la zona tra Treviso e Conegliano.

    RispondiElimina
  96. Ho scoperto che Zaphodb e Franco48 scrivevano qui...Poi? Scazzo? Esuli?

    RispondiElimina
  97. Cosine raccolte qua e la......

    - Berna non era a Lugano, sarà a Firenze domenica?...

    - Presentato il nuovo IPhone. Presi d'assalto i "Compro Oro"...

    - Chrysler ha guadagnato 1,9 miliardi nel 2013, Ferrari 900 milioni di guadagno, Fiat -800 milioni, appena 4 Alfa Romeo vendute in Brasile nel 2014. Marchionne vede il problema a Maranello...

    - Savic a 23 anni comanda in nazionale...

    - conte difende in 11...più il portiere...

    - Pasqual ha fatto un cross perfetto. Evento o portento?

    - Fiat padrona della Ferrari, come un muratore con un Caravaggio in casa..

    - Marin in gruppo...

    - Selen di gruppo...

    - Ilicic ha giocato, a Roma, un po' meglio...

    - l'Hypo della Ferrari servira, in borsa?

    - Il ruolo del calciatore, in famiglia, qual'é?

    - Un extraterrestre visita Bambi...

    - Non era Messi a casa di Bambi...

    - Riunione in Italia della UEFA ma Tavecchio non c'é...

    - Arretrati sulle strutture in Italia...

    - I rappresentanti le studiano tutte...anche i sitollockiani. Le donne.

    - Un asino in Inghilterra, a Liverpool, due puledri in nazionale...

    - Questa sera, in Lega Pro, FeralpiSaló- Pordenone 5-4 (primo tempo 2-4!)...Abbruscato 3 gol...

    - Domani sarò dal fiscalista a Firenze, se non mi leggerete per le h.15...sarò all'estero!

    RispondiElimina