.

.

martedì 9 settembre 2014

Il fascino del bianco e nero

Avete presente i vecchi film in bianco e nero, quelli con le immagini un po’sgranate e magari con i dialoghi fuori sincrono, hanno quel fascino che molti film di oggi si sognano. Tempo fa ero riuscito a scovare un canale che per tutto il giorno trasmetteva film di questo genere, e così, ogni sera, mi sono perso in storie che mi hanno fatto sognare e mi hanno regalato emozioni incredibili. Poi, grazie alla Rita ho scoperto che quel canale in realtà trasmetteva film moderni, e che molto semplicemente il mio decoder era da cambiare. Per dire che Fi.it venerdì mi ha scritto una mail, che alla luce dei problemi riscontrati col decoder mi sembrerebbe fuori sincrono, E così la Rita ha dato un’occhiata e mi ha detto che anche il server di posta non va  tutto questo gran bene. Fuori sincrono perché la redazione sportiva di Fi.it ripercorre la storia del nostro divorzio, a suo dire sollecitata da utenti che gli avrebbero segnalato che da più di tre anni non scrivo più a causa...si insomma, la causa la conoscete perché l’ho spiegata per l’ennesima volta anche nell’editoriale numero 1000. Dopo aver premesso di non spiegarsi come possa essere successa una cosa del genere, e se veramente quel mio commento non conteneva offese come ho sempre sostenuto, mi hanno chiesto scusa, invitandomi a tornare a scrivere su Fi.it. Non è mai facile chiedere scusa, non riesce quasi più a nessuno, e quindi mi sembrava giusto renderlo noto, scuse in bianco e nero oltretutto, perché fuori sincrono di tre anni, quindi con il fascino immutato dei film di una volta, scuse che fanno sempre piacere ricevere, come quelle cartoline che dopo giri incredibili arrivano a destinazione magari finendo in un servizio di una televisione locale. Non ho ancora risposto perché non so se aspettare tre anni, e non so se riuscirò a trovare ancora delle risposte in bianco e nero.


108 commenti:

  1. Per Valtolin: in effetti la versione che conosco io delle sarde in saor è quella con l'uvetta.

    RispondiElimina
  2. tornando brevemente a ieri - sono di corsa in questi giorni, non posso partecipare troppo attivamente: c'è anche il signore delle mosche, oltre ai già citati.

    RispondiElimina
  3. pollock fatti un video di risposta e inviaglielo fra tre anni, quando la risoluzione del tuo video sarà considerata scadente e dichiara di essere pollockdelpassato, venuto nel futuro per una regolazione di conti.

    RispondiElimina
  4. Caro POLLOCK, il tempo ci darà e ti darà ragione; il web-system, il viola-action non può capirci.
    Ti ricordo che nei primissimi episodi di Star Trek i protagonisti usavano un tablet, all'epoca sconosciuto (!) che ora é realtà e normalità...
    Allo stesso tempo la Motorola dedicó il pluri-crack Startac proprio alla serie di Lucas...
    Ugualmente quei protagonisti avevano il wi-fi...
    Un giorno si parlerà di te, di noi...

    RispondiElimina
  5. Lasciate perdere le sarde, per favore. E' troppo che non vado a Venezia. Le sarde a Venezia, le veneziane in Sardegna. Un po' come le susine rosse, che sono rosa quando sono verdi.

    RispondiElimina
  6. Ciao Pollock.Due considerazioni.La prima è che probabilmente ti hanno scritto per la "grandezza" del blog;nel senso che se questo blog fosse seguito solo da te,la Rita ed il Bambi tale mail non sarebbe mai giunta.Però il dato di fatto è che è giunta.E secondo me è apprezzabile,in quanto volenti o nolenti, chiedere scusa è sempre difficile.Dal mio punto di vista il sitone,in questo frangente,ha guadagnato dei punti.E ne approfitto (visto che leggono il blog) per chiarire il motivo per il quale il sottoscritto(ed altri per quanto emerso nel nostro quotidiano) ha diminuito(ai limiti dell'assenza si può dire) la frequentazione del sitone( a livello di commenti,le notizie le leggo cmq):ci sono decine e decine di nick,molti dei quali associabili a singoli utenti,che hanno il solo ed unico scopo di seminare zizzania e di offendere la nostra società.E lo fanno da NON tifosi viola.Per me questo è inaccettabile.Le critiche ed i punti di vista divergenti ben vengano,ma che si tratti di tifosi viola almeno.Ed il fatto che questo sia considerato deleterio è provato che su TUTTI gli altri forum di tifosi delle altre squadre,per postare commenti ci si deve registrare.Proprio per evitare che tifosi di altre squadre possano venire a creare situazioni negative.La direzione di Fi.it ha scelto la quantità di commenti(immagino per un ritorno pubblicitario) a discapito del bene della Fiorentina.Da tifoso lo ritengo quasi offensivo...

    RispondiElimina
  7. Pollock, si sono accorti di te solo dopo tre anni?

    RispondiElimina
  8. Il Buk di solito è ben informato, purtroppo...

    http://www.firenzeviola.it/l-editoriale/pepito-rischia-di-non-giocare-piu-basta-speculazioni-e-falsitain-campo-tra-un-anno-gli-errori-per-quel-maledetto-mondiale-marin-pronto-in-un-altro-mes-163639

    RispondiElimina
  9. Sono d'accordo al 100%: aggiungo che nei forum di tifosi di altre squadre, pur essendoci l'obbligo di registrazione, serpeggia comunque il sospetto che alcuni utenti siano tifosi "nemici" mascherati che vogliono seminare zizzania. Figurati dove l'obbligo di registrazione non c'è cosa succede...


    Aggiungo che in altri siti i tifosi palesemente avversari che intervengono per prendere per i fondelli o per offendere vengono immediatamente bannati, mentre su fi.it i messaggi vengono lasciati, in modo che ne seguono una trentina di repliche e insulti nei loro confronti da parte dei tifosi viola.

    RispondiElimina
  10. A prescindere dai motivi per i quali mi hanno scritto, l'ho raccontato proprio per far apprezzare anche a voi il fatto che lo hanno fatto per chiedere scusa. Poi possiamo fare tutte le considerazioni, o retropensieri circa il fuori sincrono, nessuno gli aveva comunque obbligati a fare niente.

    RispondiElimina
  11. P.S.:confesso la mia ignobile ed ingiustificata ignoranza non conoscendo la modella,ma se il resto del corpo è all'altezza del volto siamo in presenza di una donna dalla bellezza inenarrabile

    RispondiElimina
  12. In effetti torna tutto, l'unica cosa che mi risulta ostica è il sovraccarico al menisco, che dopo ha fatto crack: cos'è un sovraccarico al menisco, e come si diagnostica, se è ancora integro?

    RispondiElimina
  13. E questi sono i retropensieri

    RispondiElimina
  14. Invito a focalizzare sul livello delle discussioni qui, ne La Riblogghita.
    Si disquisisce su tutto, dal calcio (incontrastato), alle donne (incontrastabili), alla politica (in contrasto), al cibo (un po' meno, ultimamente)...spolverate di vintage, pareri e giudizi sulla marmaglia italiana in generale.
    Il livello dei post si é innalzato sia sui contenuti sia sulle tematiche.
    Personalmente ho tratto molti spunti per documentarmi su argomenti o personaggi poco noti, o sconosciuti.
    Il luogo virtuale sta diventando reale per la conoscenza intellettual/sportiva reciproca degli utenti.
    Il moderatore sa usare bastone e carota per gli utenti, ottima la strategia di tenerci a stecchetta con le figure femminili e poi propinarle in soft-core.
    Ora c'é il bello, con la capacità (nostra) di non scendere di standard, di non disperdere un patrimonio di idee, di spunti, di cose serie e cose ridanciane.
    Fiorentina.it può ancora salvare il suo patrimonio di utenti, di pareri e di post ma...dubito. Tolti alcuni, tipo Gandalf o Vecchio Criticone, Paolotto oppure alcuni che scrivono bene ma sporadicamente.....il sitone soffoca con le sue stesse spire.
    Non so se sia una boutade dell'artista di rottura (Jackson...) o verità ma se veramente ti hanno scritto, caro mio...a Roma si dice "Stanno colle pezze ar culo!".

    RispondiElimina
  15. Ok. Pezze ar culo....

    RispondiElimina
  16. Condivido l'opinione sulle loro pezze ar culo, Sopra, anche se non ho scritto esplicitamente che elemosinano contatti. Le sole scuse avrebbero reso loro un minimo di onore, ma scuse+invito fanno onore a saldo zero.
    Hanno integrato il sito con lo spazio per aprirsi i blog, loro vedono (o meglio: contano) i commenti sul blog del falso suizo, e si chiederanno com'è che un ex utente dalla media di 200 commenti al giorno in un blog "non commerciale" come questo (blogger non famoso, zero pubblicità, impossibilità di multinickarsi, autoselezione naturale -qui i tanti cretini del sifone non c'entrano, si sentirebbero spaesati- anzichè necessità di pagare i buttafuori, ecc.) se lo siano lasciati scappare in uno spazio indipendente. Il blog di Pollock sul sifone decuplicherebbe i commenti grazie all'aggiunta di cretini vari e multinick, passando così da slow-food a fast-food. Credo non sia nello spirito del padrone di casa e mi scuso con lui nel caso trovasse invadente questa mia interpretazione del suo pensiero. Mi limito solo esprimergli un parere come tanti, il mio: quello che hai creato in questi tre anni, Pollock, è meraviglioso così.

    RispondiElimina
  17. Fiorentina.it è morta, per me, con la vicenda Prizio. Ma sputare nel piatto dove ho mangiato (se pur e solamente, metaforicamente) non è mai rientrato nei miei crismi. Quindi credo che il fatto che abbiano chiesto scusa sia solo un atto da lodare e ammiro anche il fatto che tu l'abbia voluto rendere pubblico. Buona giornata a todos...

    RispondiElimina
  18. Rispetto la tua opinione, Louis, ma non la condivido. È il sifone ad aver mangiato sui tuoi commenti e non viceversa, tu scrivevi per piacere, non per il pane.

    RispondiElimina
  19. Sono affettivamente legato al sitone, perché mi ha fatto "riscoprire" la Fiorentina dopo un periodo di abulia calcistica, in concorso con l'abbandono dei 56k. La possibilità di vedere le partite in streaming - non voglio dare soldi a Sky per principio - e il poterne leggere e commentare su un sito di tifosi hanno rinfocolato la mia passione per il calcio. E' chiaro che è un sito in piena decadenza, in gran parte ahiloro voluta, ma se ne ho voglia ancora partecipo. Lo stesso Pollock penso non si debba sentire obbligato a ragionare come blog, ma più semplicemente da ex-utente che, se gli va, fa una rimpatriata. Ragionando come blog, invece, non mi parrebbe una gran mossa esportare la Riblogghita sulla loro piattaforma.

    RispondiElimina
  20. pensa che non le ho mai mangiate in vita mia, sono una sciccheria veneziana che a noi campagnoli non è mai arrivata...

    RispondiElimina
  21. Lo so, loro gli hanno solo chiesto di ripresentarsi sul blog, l'esportazione del sitollock è solo una mia congettura forzata sulle loro intenzioni, ma il senso cambia poco: Pollock sarebbe di per sè un contatto e porterebbe ulteriori contatti. Magari sono anche interessati alla qualità dei post di Pollock e di coloro che gli risponderebbero, ma la loro linea degli ultimi 4-5 anni mi fa pensare alla questione numerica. Anch'io negli anni scorsi avevo piacere a postarci, per il livello di tanti utenti, uno dei quali eri tu, un altro era Pollock, gli altri erano quelli che ora ritrovo quasi tutti qui.

    RispondiElimina
  22. ovviamente tutti quelli che hanno descritto la decadenza del sitone hanno perfettamente ragione. Anch'io ormai di là non commento quasi più, perché il rumore di fondo cancella qualsiasi possibilità di dialogo vero. E però non credo che la soluzione "lasciamoli a cuocere nel loro brodo" sia sufficiente. Perché il dibattito di quel sito, purtroppo, influenza il dibattito in città. Non me rendevo conto fino a poco tempo fa, poi ci ho fatto caso. La differenza tra reale e virtuale non ha più senso, la gente partecipa a un'unica conversazione, nel web e di persona. E il clima che si crea in quei commenti si ripercuote poi sulla stampa cittadina e nei dibattiti tra i tifosi. Che Firenze sia una piazza esigente è noto e anche giusto, anzi, è anche meno calda di una volta. Ma Firenze è stata anche storicamente una piazza appassionata e partecipe delle sorti della squadra. Il clima di negatività e l'analfabetizzazione del dibattito che dominano il sitone, purtroppo, hanno conseguenze. Non ho soluzioni da proporre, ma faccio notare questo dato.

    RispondiElimina
  23. volevo dire "...gli hanno solo chiesto di ripresentarsi sul SITO..."

    RispondiElimina
  24. Due parole sull'argomento sitone-Pollock,che ho appurato solamente nell'editoriale 1000 della Riblogghita(altre chiacchere poco mi interessano).Personalmente seguivo da molto tempo il sito FI.IT.che mi ha sempre permesso di avere notizie sull'Amata.Essendo molto spesso fuori per lavoro e scelte di vita,avevo la possibilità di"esserci",ho messo molto tempo prima di commentare e con altro nick,ma ho subito mollato poiché non trovavo ragioni sufficienti e riscontri ragionevoli,mi sono limitato dunque nel solo leggere.Da oltre un anno,ho pensato di ripropormi con l'attuale(e tale rimmarrà fino alla fine),cercando di mettere tutte quelle caratteristiche che dovrebbero alimentare un blog che diventa comunità,quindi regole,oggettività,analisi,cultura.differenze di pensiero argomentate,ma in questo convengo con DKNE1 e SOPRA,che hanno probabilmente colto nel loro intervento alcuni aspetti salienti e fondamentali in cui si denotano importanti motivazioni che hanno probabilmente "allontanato" alcuni utenti dal "saloon",dove lo sceriffo(redazione o chi dovrebbe porre regole o richiami)è assente e controlla l'unico prigioniero che mentre fa finta di dormire,pensa a come"evadere"e dimostrare le sue ragioni(casuale?),mentre nella sala si scatena il finimondo come in ogni degno salone nel farwest,dove ognuno viaggia col proprio codice civile e d'onore,personale.Così non và,per questo sono "sbarcato" oltre lo specchio,come dice LJUKA,vedo che molti altri,che seguivo nel sito,hanno fatto da molto questa scelta,mi stupisco manchi uno come ZEMANVIOLA,talentuoso nei concetti,estremi a volte,ma intelligenti,lo vedrei bene,come altri ancora.Le scuse,se sentite,pubbliche o private vanno rispettate,non c'è spazio per i retropensieri,poichè mi sembra che ognuno abbia preso la propria strada e mi viene da concludere che un Cavaliere solitario,accompagnato dal fedele scudiero e da un grappolo di sogni,suscita un nugolo di sentimenti veri:riso.pianto tenerezza e nostalgia,ma un esercito di Cavalieri ,farebbe paura o incuterebbe timore a chiunque.Saluti

    RispondiElimina
  25. ho letto solo ora delle scuse+invito,quindi decade anche il fatto delle scuse sentite,poichè le circostanze in questo caso o qualsiasi altra cosa,si lascia da parte,ma questo è ovviamente il mio di codice.

    RispondiElimina
  26. No, Louis. Le scuse certo sono un gesto lodevole, ma va sempre cosiderata la motivazione, se c'é. In questo caso é evidente che si trattano di scuse interessate, per motivi di convenienza ovvia, pubblicare Pollock piuttosto che le noiosissime e insignificanti tiritere del tizio di massaciuccoli, che incide da sé oltre il 50% dei commenti, é come bere Tignanello e Tavernello. C'é inoltre un indotto pubblicitario che non va dimenticato. In definitiva ve l'immaginate se Fi.it va a chiedere scusa a Fiesolo se se ne va...Luois, infatti le scuse per essere accettate, oltre che in tempi logici e non dopo tre anni, non avrebbero dovuto contenere un invito esplicito a riprendere a postare di là, al titolare di un blog che dato per morto, si rigenera ogni giorno senza mendicare presenze. Io non sono cosi' buonista, mi allineo a Vita.

    RispondiElimina
  27. La mia lettura: Fiorentina.it ha contattato, chiesto scusa, invitato Pollock ma in realtà mira al bottino. Indubbio che qui siano migrati alcuni utenti che hanno creato sempre argomenti che tiravano post uno dietro l'altro (io all'inizio seguivo tutto ciò che nasceva,sul sito madre, da Jordan-Deyna-Don Diego) e altrettanto indubbio che altri ne verranno da questa parte. La penuria non di post, su fiorentina.it, ma di argomenti "seri" ha depauperato la cosa più importante che possiede una società e nella fattispecie un sito: il database, inteso anche in senso commerciale. Immaginate gli argomenti quando si va a fare raccolta pubblicitaria, quando si cercano partnership.
    Io ora sto ragionando come ragionerebbe lo staff di fiorentina.it.
    Chi va su fiorentina.it (o altri siti viola) prima o poi clicca su "compra la t-shirt", "guarda che offerta per la tua auto", "Questa donna attende te", etc.....tutto gira, o girerebbe ma oggi le partnership controllano tutto, sanno, hanno il rendering, sanno quante volte al giorno si clicca sulla loro striscia, sanno quante volte lo stesso customer clicca sul loro banner.
    Pollock porterebbe, se va male, con il rientro ufficiale almeno almeno 150/200 post in più, che significano- per il sitone- credenziali, potere contrattuale, "muscoli" da mostrare.
    Sono fermo sulla mia idea: é una chiamata più "commerciale" e "di comodo" che non sentimentale o da tifosi.

    RispondiElimina
  28. Oltre a rendere merito a Fi.it per il gesto delle scuse, mi sarebbe piaciuto che la discussione prendesse proprio la direzione che gli avete dato. Quella cioè dell'analisi del fenomeno che ha portato a svuotare il sitone diciamo dagli utenti storici. Per quanto riguarda Effemberg che si meraviglia della mancata presenza di Zemanviola, non ricordo bene come è andata, ma Zemanviola aveva cominciato a scrivere sul blog, e probabilmente la responsabilità è la mia se oggi non lo fa più. Mi sembra di ricordare che c'è stato un qualcosa, una sorta di scazzo ma non mi ricordo il perché. Per me comunque Zemanviola sarebbe il benvenuto.

    RispondiElimina
  29. Sinceramente sento la mancanza del Chiari, che era una colonna portante.
    Aveva certamente ipersviluppato il senso di martirizzazione, vedeva nemici dove non ce n'erano, il tutto intriso da un'ironia da crecare col binocolo.
    Era l'unico a cui mi rivolgevo non senza riflettere bene cosa prima scrivevo per non far scattare la sua labile suscettibiltà. Poi il fuoco incrociato con quel bucaiolo del padrone di casa, lo ha fatto partire (vedi che non é solo Zeman...ahahah), lo spirito fiorentino é una brutta bestia, specie se lo si accusa invece di cercare di correggerlo. Io stesso, sul sitone e non qui, ho avuto uno piccolo ( per me, per lui sicuramente gigantesco) frizzante batti ribatti, ma era ed é persona di indubbia e notevole statura morale, che stimavo e continuo a fare.

    RispondiElimina
  30. In tutta sincerità, devo dire che non amo troppo il sitone. È l'unico sito che ho frequentato dove non ci ho rimediato, non dico una trombata, ma manco un appuntamento. Per quello che riguarda il Sitollock, sono partito speranzoso ( anche perché Deyna mi aveva descritto un certo giro di patata), ma la realtà sta uccidendo i sogni.

    RispondiElimina
  31. refuso...si accusa E si cerca di correggerlo.

    RispondiElimina
  32. Forse è mancata una mia risposta, diciamo importante, ma è chiaro che io non ho nessuna intenzione di accettare l'invito a tornare a scrivere su Fi.it, e tantomeno di esportarci il blog.

    RispondiElimina
  33. Zot dal blog più amato dalle piselle depilate:

    Anonimo ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "fuga da Alprazolam - a Cracco gli partiva un embol...":

    Boh, la sentina non è cambiata, chi prima delinqueva in nome del Turco adesso lo fa sempre in suo nome ma contro la Fiorentina. In tal senso, mitizzare quel taroccatore psicopatico che altri nomerebbe Cretino dei Neretti è una distorsione di prospettiva assai curiosa. Non appena il sitollock ha schiuso i battenti, i buoni a poco a poco lo hanno rifornito. Ma il problema posto da Valto sussiste: in termini sessantottini, è quello se sia giusto e/o doveroso combattere il sistema dal suo interno. L'avaraccio è un piro che si fa del male da solo: è sempre stato stimato da tutti, ormai anche dalla coppia che lo aveva esiliato una prima volta, e lui è andato a consegnare le sue meditazioni (sempre da meditare per chi capisca di football) al cacciatore (con la reticella) di dinosauri. Urge un atto di umiltà da parte sua e il rientro fra gli Immortali: tanto Pollock non lo cambi, per una battutaccia farebbe rosolare la Rita dai parenti di Balo nella foresta pluviale.

    IL GRANDE ZOT



    Postato da Anonimo in I deliri del giovane Foco alle 09 settembre 2014 15:44

    RispondiElimina
  34. Grazie della delucidazione Pollock,a prescindere dai motivi,i quid pro quod si risolvono tra persone intelligenti,di sicuro se fai un tributo a "LucianodaCertaldo",abbiamo buone chance di riconquistarlo;-)!Scherzi a parte mi permetto di esprimere un concetto riguardo la creazione di questa Associazione(giusta definizione)virtuale,che si caratterizza per un legame più stretto fra i partecipanti,per fini sportivi,culturali,ricreativi, enogastronomici,il tutto garantendo nell'ambito dei rapporti civili,la libertà di pensiero nello svolgimento di questa identificazione dove ognuno si caratterizza nella sua personalità e vedute nel rispetto delle libertà altrui,questo funziona.Funziona nella vita,funziona nel mondo del lavoro,funziona nel sociale.In questa epoca spaesata,la comunità dove vi sono regole,è un residuo possibile che dà sostegno alla vita reale.Il gruppo,la rete,la patria,l'ecclesia,le associazioni,benchè in crisi,sono gli unici contesti in cui si"esprime" la vita mettendo da parte il chiasso e i problemi del quotidiano.Aver creato da parte tua una nicchia,delle voci che sussurrano fuori dal coro chiassoso,credo debba essere gratificante,un idea che non ha prezzo,che non si vende,che non si associa ad un qualcosa di diverso stile.Una vera associazione non può essere sconfinata,poichè delimita un noi e lo distingue dal resto e non può essere il suo rovescio.Comunità è comunicare:difesa/attacco/tenori/tattica/schemi/Barolo/Brunello/Tex/Dylan Dog/culi/prospettive/poppe/Caciucco/Sarde in Saor/Tagliata di manzo/Picasso/Rimbaud/Paperino/(tutto casuale)e saper riconoscere dove confluire con i propri spazi.Saluti Pollock,la libertà è sacra,ma creare è un opera d'arte,qualsiasi essa sia,ed è una forma di libertà più elevata quando non vi sono compromessi ne dietrologie.P.S. mi scuso per la lungaggine ed eventuali errori,ma scrivere con i minuti contati non è semplice.

    RispondiElimina
  35. Cazzo Effemberg che post!!! Allora lo segnalo qua in alto in modo che non vada perduto. Grazie.

    RispondiElimina
  36. Quindi EFFE titolare a tutti gli effetti.......

    RispondiElimina
  37. Ma non la fate vedere a Foco se no chi lo tiene a vedere quella passerina rasata!

    RispondiElimina
  38. Arrivo buon ultimo (o forse penultimo). Difficile commentare e fornire un valore aggiunto dopo il post di Effemberg e di tutti voi. Come ormai sapete, sono nato a Latina e sono romano di adozione. Sono diventato tifoso della Fiorentina a otto anni il 15 maggio del 1977, quando Desolati infilò una splendida tripletta all'Inter (ho controllato su google), i miei nonni toscani, tifosi della Fiorentina erano a casa mia e, sentendo tutto il calcio minuto per minuto con loro, mi "innamorai" della Fiorentina, raggiungendo in tal modo mio fratello che più grande di me era già tifoso. Negli anni ho conosciuto 10, 12 tifosi della Fiorentina al massimo. Quando scoprii il sitone ero a Londra (2006/2007) e non parve vero avere l'occasione di sentire parlare della Fiorentina da tifosi della Fiorentina. Postai qualche commento, ma raramente, mi bastava leggere: i post erano interessanti (ricordo anche io negli anni Deyna e Jordan - potenza di un nick scelto bene - poi ovviamente l'onnipresente Lud e lo scapigliato GAT) , erano bei minuti quelli passati a scorrere i post. Poi negli ultimi anni, un progressivo deterioramento. In parte, il biennio di disamoramento dei Della Valle ha alimentato un astio da parte di alcuni, mai ricomposto, in parte ilsitone ha fatto la fine di quelle belle cittadine che crescono troppo: la comunità si allarga, si perde il senso di appartenenza, si incomincia a comportarsi male. Dovrebbe intervenire il senso etico, la comunità dovrebbe evolversi in società civile, ma questo - non solo nel sitone, purtroppo in Italia - sembra una utopia. Chi ha letto Cien anos de soledad (scrivo in spagnolo in omaggio al mio procuratore Deyna) potrà ricordare l'esempio archetipo di Macondo, dal piccolo villaggio adornato di almendras alla città devastata dall'arrivo della modernità. Sinceramente mi ha un po' stufato aprire il sito e trovare tonnellate di post che parlano di braccini, di giuseppe rotti, etc etc.

    Aggiungo un altro particolare, perchè le questioni operative non sono neutrali: avete notato un ritardo sempre crescente nel far passare i post? Passa più di mezz'ora spesso (inspiegabilemnte perchè i filtri sembrano operare alla cieca come l'instabile scimmia di Borel) , come si fa' a intavolare una discussione con qualcuno in questo modo?

    Ho scritto anche troppo, grazie a chi è arrivato fino in fondo.

    RispondiElimina
  39. sorry instancabile scimmia

    RispondiElimina
  40. Ahia, Bernardeschi s'è fatto male...

    RispondiElimina
  41. Desolati era il mio giocatore viola preferito, quand'ero bambino, non so dire perché anche più di Antonio. Non sto parlando di valore assoluto, ovviamente. Sì, è diventato stancante cercare i pochi post interessanti, su sitone, frugando tra cumuli di monnezza, tra gufi, gobbi, vedove, antiDV, sfiammaognihosa, ecc. I ritardi di pubblicazione magari fossero di mezz'ora! A volte posti per colazione, specialmente sul blog di Ludde, e ti leggi per cena!

    RispondiElimina
  42. No, che hai capito, io ti avevo detto che stavo convincendo i'Patata a passare da noi!

    RispondiElimina
  43. Ieri ho fatto le ore piccole per comunicare pillole di saggezza calcistica in una grafica advanced e voi state qui a parlare del sitone (la vedo come Louis). Non c'è più riconoscenza. Va bè, il 3-5-2 con Cuadrado non esiste perchè il colombiano giocoforza costringe il terzo centrale di destra a fare il terzino aggiunto per buona parte della partita. L'unico 3-5-2 possibile è quello qua sotto che riposto tiè:

    ---------------------------Neto-------------------------
    --Savic(Micah)----------Gonzalo----------Basanta(Tomovic)-----
    ------Aquilani(Mati)----Pizarro(Badelj)----Valero(Marin)------
    Kurtic(Micah)--------------------------------------Alonso(Pasqual)
    -------------Cuadrado-------------------------------------
    --------------------------Gomez(Babacar)-----------------

    RispondiElimina
  44. A dieci minuti dalla fine della partita dell'under. Ha fatto un lancio e si è accasciato. Non mi sembrava muscolare, gli hanno guardato subito le articolazioni del ginocchio...

    RispondiElimina
  45. Vuoi che ti svernici con uno schemino in tecnicolor?

    RispondiElimina
  46. http://www.firenzeviola.it/primo-piano/under-21-italia-cipro-7-1-berna-gol-e-infortunio-163689?utm_medium=facebook&utm_source=twitterfeed

    RispondiElimina
  47. Evvai. Tra l'altro secondo me aveva buone chance di giocare domenica...

    RispondiElimina
  48. Distorsione...Abbastanza "buono", via, già temevo il peggio.

    RispondiElimina
  49. Non mandiamolo da Steadman per favore.



    PS non dovrebbe essere nulla di grave, ma meglio mettere le mani avanti!

    RispondiElimina
  50. Però "distorsione" è anche -se non sbaglio- il termine generico che usano a caldo, in attesa della prima visita in infermeria (che dice "si teme un...") a cui poi seguirà la risonanza. O dico una cazzata?

    RispondiElimina
  51. Non riesco comunque a capire come mai tutti parlano di Steadman, mentre il danno vero l'ha fatto a quanto pare il primo che l'ha operato in Spagna, di cui scordo regolarmente il nome...

    RispondiElimina
  52. Non saprei, ho cercato di captare e assimilare solo il lato positivo, ahah...In effetti mi sa che hai ragione, bisogna poi vedere cosa ha comportato quella distorsione, che è solo l'accaduto

    RispondiElimina
  53. Hai ragione, era solo un po' di cazzeggio per provare a sorridere nonostante la situazione di Rossi, che mi ha fatto venire il magone, e non solo per la Fiorentina ma anche per lui, povero ragazzo

    RispondiElimina
  54. Oggi avrebbe dovuto chiudersi una fase molto ansiogena e stressante della mia vita, per lasciarmi respirare normalmente una decina di giorni. niente di meglio, dunque, che festeggiare l'evento con l'ennesimo furto: lo scooter, stavolta. nel giro di meno di un anno la casa è stata saccheggiata e vandalizzata, la porta del condominio distrutta e, una volta aperta la breccia, immondizia di ogni sorta è stata gettata nell'atrio ed incendiata: non vi dico l'odore che mi costretto ad alzarmi nel cuore della notte, e non immaginate la sua persistenza.
    insomma, è sfiancante: saper di non poter parcheggiare scooter o biciclette sotto casa per muoverti in certo perché durano quanto un gatto sull'autostrada; allarmi, porte blindate.. insomma, una gran frustrazione.
    unica nota positiva che al prossimo furto troveranno soltanto un po' di povere e della pasta, ma temo ancora per la mia vettura.

    come già espresso sotto concordando con VITA - mi pare -, trovo anch'io che farsi avanti come parte razionale e gentile d'animo per ottenere, circolarmente, un ritorno in termini d'interessi sia degradante; ma insomma, non si può sapere realmente quali siano le intenzioni, dunque tant'è, inutile disquisirne ancora.
    per quanto riguarda il sitone, dal post PRIZIO è effettivamente decaduto e questa parabola discendente non sembra potersi arrestare, poiché i migliori via via se ne vanno; ed oltre ad avere un giro d'utenti di bassa qualità, trovo che anche lo notizie siano spesso fornite in maniera grossolana e sovente in ritardo; comicissimi poi i tentativi di attirare le attenzioni con frasi in rosso maiuscolo "FONTI A NOI VICINE CI DICONO CHE LA FIORENTINA STIA TRATTANDO UN GIOCATORE APPENA DIVENTATO CAMPIONE DEL MONDO.. ALTRO CHE CHAMPION'S".. dai ragazzi, schwaeinstaiger? per piacere..

    ho visto l'ultimo quarto d'ora dell'under 21, bernardeschi ha fatto un bel velo per il sesto gol e tocca la palla in una maniera che è propria di pochi - pochissimi, se restringiamo il campo agli italiani: ci farà divertire, sebbene abbia dei difetti da limare - a volte si piace troppo..
    ho visto che è uscito toccandosi il ginocchio, poi, non so l'entità dell'infortunio ma nella migliore delle ipotesi anche lui per 15-20 non ce l'avremo..
    ma almeno, adesso è rientrato marin.

    RispondiElimina
  55. Sarà, ma io mi caco addosso da settembre scorso ogni volta che vedo uno dei nostri che esce a braccia.

    RispondiElimina
  56. Lele e Vita, capisco benissimo la Vostra posizione, ma tutta questa storia, almeno per me, significa molto altro. Ed è quello che conta, nella mi testa e non solo... Grazie anche, o forse soprattutto, alla Vera Fiorentina.it, quella di Prizio, non questa, ho avuto il piacere di conoscere personalmente il grande Etruskolo, Attila, Pollock, Kenneth, Leo, Scacco, Barry, Wallenstein, Jordan, Tocca e moltissimi altri. Spero, e magari succederà, di poter dire lo stesso anche di tutti Voi. Per questo non mi piace definire quel sito come cloaca o altri aggettivi sprezzanti. Gianni ha creato un gingillino davvero speciale ed è giusto che porti avanti la sua idea di blog. Non so e non mi interessa sapere cosa sia successo tra lui e Fio.it, il fatto che gli abbiano chiesto scusa per me li riqualifica, almeno in parte, e che poi abbiano anche voluto chiedergli di tornare a scrivere lo prendo come un gesto dovuto. Se hanno secondo fini (e non lo sto assolutamente escludendo) è semplicemente un altro discorso, almeno per me.

    RispondiElimina
  57. E dai! La mia era una grafica artigianale.

    RispondiElimina
  58. Mi mancano molto quegli sfondi verdi alla Mordillo.

    RispondiElimina
  59. Riparto dal bel post, sentito, di LOUIS. All'epoca, di Fiorentina.it mi stupii la qualità del dibattito, soprattutto nel confronto con quanto sentivo dalle radio romane, di regola nei miei trasferimenti in taxi. Sembrava che i tifosi viola fossero geneticamente superiori! Io allora non postavo perchè per me era come andare - per dire - a una grigliata con ottimi cuochi, perchè mettermi a cucinare quando ci sono cuochi più bravi? Poi a un certo punto, la qualità media della cucina è calata così tanto, che mi sono messo ai fornelli anche io, sicuro di non fare più di tanto danno

    RispondiElimina
  60. Io di là dallo specchio, scrivo ancora. Controvoglia spesso, poco convinto quasi sempre. I motivi sono parecchi, forse addirittura molti. Provo a fare un elenco per punti, per spiegarmi meglio:
    1) Ancora si trova qualcuno che vale la pena di leggere. Sempre meno, per la verità, ma si trova.
    2) Il sitone ha peso specifico: nel senso che comunque è in grado, ancora, di indirizzare, bene o male, il "violapensiero". Per questo è estremamente pericoloso.
    3) Infatti l'attuale viola pensiero non mi entusiasma granché. In genere, nulla di nuovo sotto il sole: quando il mercato estivo piace, grandi dichiarazioni d'amore e enormi attestati di stima, quando, invece, il grande nome non arriva, depressione nera e citazioni "colte" su parti anatomiche periferiche le più disparate. Stavolta, invece, no. Ondate di solidarietà per Beppino a parte (le prime, di gennaio e di giugno, notevoli, l'ultima piuttosto fiacca), nonostante Cuadrado, Gomez, Borja, Gonzalo e compagnia ancora qua, nonostante i soldini marchigiani, continuo a vedere manovrette anti Fiorentina (antiDV?), pilotate da relativamente poche persone (non gli utenti storici che ancora resistono, almeno non credo), che creano una scia dietro alla quale vengono trascinati centinaia e centinaia di utenti (forse "utonti", sicuramente
    "utanti"), che poi sono gli stessi che ritrovi, nei bar non virtuali, a scandire gli slogan letti il giorno prima. Terribile, mi hanno preso per stanchezza: ormai non provo neanche quasi più a ribattere.
    4) Aggiungerei anche un paio di considerazioni sulle radio "specializzate", talmente monotematiche e banalizzate da essere noiose, al limite della sopportazione. Sarà che ci sono, tra "pillole", "ore", "anteprime", "prepartita", "postpartita", "commenti tecnici" e via discorrendo decine di ore al giorno di Fiorentina, sarà che il giornalista sportivo è tradizionalmente "non di primissimo piano", ma l'appiattimento dei concetti e persino della passione sportiva ha raggiunto il minimo storico. In questa situazione minimalistica, quasi mi stupisco che siano stati venduti circa ventimila abbonamenti (la Curva Fiesole, però, non è esaurita..: brutto segnale).
    5) Il terreno è pronto per un casino epocale, per come la vedo io. Così come siamo messi, prevedo inondazioni alla prima serie, anche modesta, di risultati negativi.
    6) Veniamo a noi. Sono convinto che, volendo, qualcosa in merito possiamo fare. A partire dalla notizia della "radiogghita", proseguendo con i post di noi tutti, sul sitone (chi vuole e può, certo). Sicuramente la situazione per il sitollock è curiosa, persino favorevole, come dimostra la continua trasfusione, spontanea, di "sangue fresco" attraverso lo specchio. Il "Boss Vampiro"
    ha tutte le ragioni di questo mondo, per non rimetter più piede nel mare di
    violamostri. Anzi, secondo me sarebbe, da parte sua, un grave errore "tattico", scuse o non scuse. Per quanto riguarda me (noi, volendo), è tutt'altra cosa. Io continuerò a postare anche di là, per arginare (provarci, almeno) la marea di cacca montante: prendere fiato di qua, poi apnea in Fi.it, dieci righe anche veloci, ma appropriate, ritorno all'ovile. Nel peggiore dei casi qualche naufrago come Effe riusciamo a salvarlo (e scusate se è poco).
    7) Ecco perché, sceriffo o non sceriffo, io in quel saloon continuerò ad entrarci e, sono convinto, altri assieme a me. Come direbbe Tex Willer al suo "pard" Kit Carson: - Ne abbiamo sentite fischiare, di pallottole.
    Strano, stavolta sono contro. Io, specialista della "curva larga" e "ventofiutante". Tant'è.

    RispondiElimina
  61. Sono della tua stessa opinione e comportamento, certo è sconfortante andare a scrivere da combattenti in un posto che prima si vedeva come una casa di piacere...

    RispondiElimina
  62. Louis, credo che qui, e mi espongo a parlare per tutti, fosse solo uno a chiamare il sitone cloaca. Sitone inteso anche sito madre, quindi riconosciutogli grandi meriti, non ultimo inteso come mezzo per farci conoscere. Questo assunto non ha comunque niente a che vedere con l'oggetto della discussione, cioè le tardive e per me interessate scuse a Pollock. Hai nominato Etruskolo, del quale lessi la prematura scomparsa tramite una struggente lettera di sua moglie, se non ricordo male.

    RispondiElimina
  63. Sono allineato ad Aquila della Notte, anche io in genere sul sitone vado per arginare...

    RispondiElimina
  64. Hai ragione Lele, il mio riferimento era ben mirato, il punto (e forse per me personalmente, problema) è proprio quello: for me, l'oggetto della discussione si mescola con il resto che reputo di gran lunga più importante ma mi rendo conto che a volte sono un po troppo sentimentale. Andrea (Etruskolo) era una persona davvero speciale, mi mancano le nostre chiaccherate sulla Viola davanti ad una bella bistecca in quel di San Casciano. Bei tempi, mi spiace davvero non poterli rivivere insieme.

    RispondiElimina
  65. Concordo con LJUKA, era esattamente la questione che ponevo prima, come BLIMP ha colto. Scrivere sul sitone è davvero sempre più difficile, però quel tipo di dibattito, ormai, ha ricadute dirette sul dibattito cittadino, me ne rendo conto: l'altro giorno quando sono andato a fare il miniabbonamento per l'EL, due tipi accanto a me facevano esattamente gli stessi discorsi disfattisti che si leggono, e questo non capitava non dico un anno fa, quando la città era (anche troppo) eccitata dall'arrivo di Dino, ma neanche 6 mesi fa, in pieno psicodramma Rossi-Rinaudo, quando non fui l'unico ad avere la reazione "bisogna sostenere i ragazzi in un momento difficile" e a presentarmi a un'anonima Fiorentina-Chievo di Coppa Italia a cantare come fosse una finale di Champions.
    Chi mi ha letto di là, sa bene che non sono mai stato pro-DV a prescindere, anzi, in particolare nei giorni delle dichiarazioni di fine campionato di Montella, ho sostenuto in tutto e per tutto le parole del mister, perché ero (e sono) convinto che per giocarsi davvero il terzo posto servisse un allentamento della politica di autofinanziamento e la conseguente scelta di investire, pur in maniera oculata, sul rafforzamento della rosa, davvero sporzionata, tolti gli 11 titolari, rispetto alle dirette concorrenti.
    Che però la prima estate in cui questo allentamento e questi investimenti ci sono stati corrisponda all'apice delle critiche, mi sembra davvero folle. Trovo normale che la piazza scalpiti, e in particolare che Firenze esiga un calcio al livello della sua storia, ma mi sembra manchi proprio l'entusiasmo, la voglia di sostenere la Fiorentina, e questo davvero non fa giustizia a quello che abbiamo visto negli ultimi 2 anni. Io tifoso viola lo sono diventato col tempo, quasi contro la mia volontà e sicuramente in maniera indipendente da qualsiasi scelta cosciente, un giorno magari lo racconterò, ma davvero raramente come negli ultimi 2 anni mi sono sentito orgoglioso di una squadra, di un gioco, di quello che abbiamo fatto vedere e di risultati comunque più che buoni.
    Non è questo il clima che si legge di là, e questo, come sottolineava LJUKA, è un problema. Arginarlo è difficile, ma credo che anch'io mi sforzerò, almeno in corrispondenza delle partite. Ormai mi trovo a desiderare le vittorie della viola quasi più per fare rabbia a quella masnada di gufi che per la gioia che mi dà vincere in sé, credo che questo faccia ben capire come siamo messi...

    Credo, e qui chiudo perché l'ho fatta davvero troppo lunga, che però tanto di questo clima avvelenato sia ancora la conseguenza dell'ultima fase di Prandelli e dell'immediato post. Da Bucchioni a Guetta a tanti altri, c'è un establishment dell'opinionismo viola che ha esagerato in aziendalismo in più di un'occasione, perdendo qualsiasi credibilità e, anzi, contribuendo a creare il terreno per un'ostilità crescente nei confronti della società che credevano di aiutare. Un ruolo più lucido dovrebbero e potrebbero avere i siti (e in parte stampa e radio, penso almeno al contributo di leggerezza portato da Ferrara, Violapop, ecc., che almeno sdrammatizzano e vogliono bene alla squadra). Gli spazi ci sono. Peccato non si decida di coglierli...

    RispondiElimina
  66. Paolo Sand, Borgan,
    Luca Al, Fede72, Marco, Giamacio, Pecos Bill (al solito), Ale, Anastasio, Fiulio91, Jhonny Glamour Brillante, Cao, The Count of Tuscany, Ogam, Birillo da Fi, Pat, David di Cesena, Moreno, Zosima, Fiesolo, Enrico, Pucci Fat, Manuel, Giorgio Dalmine, Luca Follonica...questi sono alcuni che dopo la partita con la Roma hanno scritto delle cose inenarrabili, cattiverie, brutte parole; dubito che, eccetto Pecos o quello di Dalmine, li rivedremo protagonisti.
    Ecco questo tipo di utente é il capolavoro creato da fiorentina.it.

    RispondiElimina
  67. Tu dici che ci sono un mare di non tifosi viola infiltrati per trollare o per fare casino: a mio parere ce ne sono eccome, ma la maggior parte dei commenti stile "braccini", "non si vincerà mai nulla", "compriamo tutta gente rotta", "si va in B", "Cuadrado è del Barcellona da quel dì" etc. è "autentica". Questa è la tragica verità, anche se forse non è così allarmante come sembra perchè quando fanno i sondaggi, chissà come mai, i risultati non danno mai ragione alla marmaglia vociante.

    RispondiElimina
  68. Magistrale Valtolin, bravo!

    RispondiElimina
  69. Fratello di sangue, Tiger Jack. Ugh.

    RispondiElimina
  70. Sì, è vero. Ma anche la rissa verbale ha i suoi lati positivi.
    Su con la vita (non "il Vita"), che tra qualche giorno tocca (non "l'albicocca") a lavorare sul serio: pinne, maschera ed occhiali (boccaglio non obbligatorio, ma fortemente consigliato) e via, per nuove avventure.
    PS: i tuoi fumetti Marvel in che stato erano?

    RispondiElimina
  71. Alcuni di codesti che citi sono nick che erano in prima fila a sparare a zero ai tempi della defenestrazione del prete, altri magari il nick lo hanno cambiato ma sono le stesse persone. Voglio dire che ormai c'è una fetta di commentatori (in gran parte anche "tifosi", non infiltrati) che esce fuori a sparare appena c'è qualche problema, come le chiocciole dopo il temporale. E' una cosa endemica con la quale bisogna convivere, anche se in certi passaggi critici può essere pericolosa e in grado di influenzare l'opinione generale (vedi la vicenda Prandelli e il post-Prandelli). Qualche giornalista, o pseudo tale, però, come modo di porsi non è tanto dissimile da certa gente.

    RispondiElimina
  72. certo che, scusatemi la digressione, per preferire Zaza e Immobile a El Shaarawy e Destro, ci vuole proprio quel gobbaccio di Conte....

    RispondiElimina
  73. Dico pure la mia, sennò mi sento escluso.
    Ho scritto molto poco sul sitone. L'ho letto molto, ma ho partecipato quasi niente. Il motivo, per me, è semplice: non litigo per una discussione sul calcio.
    Quindi mi risultava difficile entrare in un thread per parlare esclusivamente di calcio e Fiorentina. Ho scritto poco e niente perché avevo timore di essere insultato, cosa che avevo notato essere diventata una normalità, e, quindi, non poter mantenere quella calma che per me allora ( ma anche oggi) significava mantenere una difficile salute. Ho tifato Montolivo e Prandelli senza idolatrarli mai e fino alla fine del loro percorso in viola, come ho tifato altri allenatori e giocatori. Per me ha sempre contato solo la Fiorentina. Gli schieramenti, secondo me, hanno rovinato sempre molte cose con del potenziale buono. Anche il sitone, quindi.
    Quando Deyna mi ha invitato qui ( all'epoca mi consideravo Sacro), ho apprezzato il gesto, visto che spesso non sono stato d'accordo con lui su certe questioni tecniche, e ho accettato con curiosità e con la speranza di poter parlare in modo civile e ironico. E devo dire che mi sono trovato molto, molto bene. Ho trovato quegli utenti che di là mi avevano lasciato l'impressione di competenza e anche gente che sa apprezzare certe sfumature che sono anche mie. Ho mal sopportato gli screzi e qualche volta ho tradito il mio principio, ma alla fine mi sento veramente in un posto che considero un po' "mio".
    Ho trovato un paio di "idoli" veri, molte ottime individualità e un padrone di casa che considero un amico anche se non ci siamo mai stretti la mano.
    Vedo questo posto come una specie di riserva indiana, piccola, protetta e inaccessibile per visi pallidi con poche pall(ottol)e.
    Però credo che non arriverà mai una squaw a cui mostrare il mio calumet.

    RispondiElimina
  74. ahah l'ho chiamata!

    RispondiElimina
  75. Zaza è forte, son due anni che lo dico...

    RispondiElimina
  76. è che stravedo per il Faraone, lo ammetto

    RispondiElimina
  77. La lavagnetta tattica distingue il Bacconi dall'uomo comune.

    RispondiElimina
  78. DEYNA e LJUKA la vostra linea di condotta è corretta, tra l'altro un ulteriore impoverimento del sitone potrebbe avere effetti perniciosi di lungo periodo anche sulla Riblogghita che da li(fda quanto ho capito in questo mese scarso) pesca sovente e bene. Io ho letto e postato qualcosa fino al nuovo infortunio di Rossi. Poi l'aver letto utenti (qualcuno, non tutti ovviamente) che sotto sotto hanno gioito perchè cosi credevano fossero confermate le loro tesi sui DV, sul duo P&M, mi ha fatto girare alquanto. Mi considero in sabbatico per un po'.

    PS Un mio amico, romanista (ahimè), mi ha detto che il Berna stava giocando benissimo al di là del gol e dell'assist.

    RispondiElimina
  79. I miei fumetti Marvel? Non ho il coraggio di controllare...Una piccola parte sta in garage e dovrebbero essere ancora buoni, il grosso lo misi in una "capanna" [la chiamavamo così, in realtà è in muratura] esterna alla casa, dove ci fu qualche contrattempo...Spero nulla di irrimediabile, ma sicuro hanno bisogno di una ripulitura. A primavera comunque la devo ristrutturare, ti saprò dire! Incrocio le dita.

    RispondiElimina
  80. anch'io, du' anni e un giorno prima di foho!

    RispondiElimina
  81. Mi dispiace Pende, pare ti abbian preso di mira, speriamo la sfiga giri presto.
    Quanto ai motivi del mio abbandono del sifone, sono quelli di cui abbiamo già discusso in passato, concordando, e che anche oggi avete detto più o meno tutti (i multinick, la maleducazione, gli anti-viola). Sicuramente la caduta diventò irreversibile nella primavera del 2010, coincidendo con le defenestrazioni di Prandelli (dalla Fiorentina) e poco dopo dell'ex direttore (del sifone), essendo il secondo uno dell'"intelligence" dell'ex mister. Ma che l'aria avesse già cominciato ad incattivirsi me n'ero accorto nel 2009, solo che allora non sapevo darmene una spiegazione, che poi invece ha iniziato a svelarsi altarino dopo altarino. DDV nell'estate 2010 aveva fatto riferimento a una misteriosa "Mamma Ebe", che altro non è che la persona di sesso F che da quest'estate lavora a Istanbul. Era stata appunto allontanata dalla Fiorentina nel 2009, il sifone ne diede annuncio accompagnato da velenosetta frecciata ai DV da parte dell'allora direttore, che da quel momento non fu più lo stesso di prima. Dopo i Mondiali 2010 si aggiunsero la pantomina di Montolivo&procuratori sul mancato rinnovo (Pallalontano telefonò a una radio dicendo "c'è rimasto un po' male per l'acquisto di D'agostino...", manco fosse un suo doppione che lo relegava in panchina), e in tutto il web viola fecero capolino delle magdelieclaudie che passavano intere giornate a difendere lo scaravaggino, per gettare invece fango sulla dirigenza (trovando appoggi come il Gat nell'anticorvinismo, e come Brugola Viola contro i DV). Le magdelieclaudie venivano istruite e fomentate da Mamma Ebe, lo si scoprì alla vigilia di Milan-Fiorentina 1-3 (novembre 2012), quando sulla pagina facebook di una delle tre apparve una inequivocabile conversazione tra questa e la neoturca, che evidentemente avevano sottovalutato il rischio di esser ancora seguite e linkabili sui siti viola. Alla vigilia di Euro 2012, era successo anche che un curvaiolo con licenza di parlare in radio fu accolto nel ritiro di Coverciano da Prandelli, uscendo disse "sono passato a trovarlo perchè è un vecchio amico, che male c'è?"), lo stesso curvaiolo che poi si scoprì essere ospitato anche da Pallalontano, il quale gli raccontava falsi ostracismi della società verso l'Eterna Promessa, bazzecole cui quel tifoso abboccava (in buona fede, lui non è cattivo, la Fiorentina la ama ma evidentemente è un po' allocco e manovrabile), diffondendole poi via radio e via web. Qualche altro giornalista (es. l'ex dj) faceva la stessa campagna pro-Prandelli, pro-Montolivo e anti-DV sulle proprie pagine. Insomma, una P3 calcistica nella piazza era stata creata, e gli scarsi risultati del biennio Miha-Delio furono il suo terreno fertile tra la parte idiota dell'opinione pubblica, talmente idiota da pensare che senza Prandelli sarebbe finita la Fiorentina, come se in una società di calcio un tecnico (scarso, mediocre,bravino, bravo, bravissimo, quello che volete) fosse garanzia di stabilità nel lungo periodo più quanto possa esserlo una presidenza solida. Fortunatamente molti membri dell'intelligence erano sprovveduti e pasticcioni, così bastò l'arrivo di qualche bella partita con Montella perchè si contraddicessero e si tirassero la zappa sui piedi da soli. In quel momento, dopo due anni duri passati a cercare di difendere la Fiorentina in mezzo a multnick che insultavano (senza censura) chiunque non insultasse i DV, Corvino, Mihajlovic, Cerci, ecc., ed essendo allora già qualche mese che postavo sul sitollock che era ambiente di tutt'altro livello, ho pensato che potevo smettere di scriverci, senza rimpianti.

    RispondiElimina
  82. Boh, o vive in un quartieraccio o ha trombato la donna alla persona sbagliata. A parte le battute, vai più giù, commento di 3 ore fa.

    RispondiElimina
  83. M'era sfuggito. Pende, mi dispiace.

    RispondiElimina
  84. Labbra di un carnoso delicato,occhio dal colore scuro,penetrante,viso delicato,dovessi abbinarla ad un piatto opterei per un filetto di cervo al Barolo, senza polenta stavolta,poichè trattasi di un corpicino delicato,snello;piccolo soffritto di cipolle e carote,cottura mezz'ora a fiamma bassa e foglia di alloro.Il bianco ed il nero,le scarpe di Fred Astaire,Charlie"Charlot"Chaplin,Guelfi bianchi e Guelfi neri,gli scudetti della Fiorentina con la speranza di vederne uno a colori;insomma tanti filmati tranne che quelle maglie a strisce verticali.Molto è stato detto quest'oggi,il sito di Fi.It. ci ha coivolto in molti lunedì di pagelle,ed altri ancora hanno speso molto tempo a parlare dell'Amata,personalmente interverrò come ho sempre fatto,di rado e giudiziosamente,gustando in disparte il mio whisky della casa ed assaporando il mio sigaro,pistola giocattolo in tasca,un po' come il mio fumetto preferito:Dylan Dog,in attesa che si parli di Fiorentina,mentre le carte da poker scendono sul tavolo e scrutando l'orizzonte,ed annusando i bari truffaldini nei dintorni...intanto rivedo in contemporanea la presentazione di Badelj,almeno stavolta Guerini non esordisce con la solita frase:il giocatore non ha bisogno di presentazioni!Unica nota stonata,la mancanza della traduttrice Simona,nota ormai a Firenze e dintorni,credo che questo calciatore faccia bene e debba entrare subito nei meccanismi,visto che ci attende un mese impegnativo.

    RispondiElimina
  85. fino alla fine...;-) ciao Corto

    RispondiElimina
  86. oggi ho personalmente presentato l'acquisto di Badelj a un amico romanista e ci siamo subito capiti: "alla prima partita, tanta qualità in mezzo al campo e una palla persa davanti alla nostra difesa", gli faccio. E lui, afferrando: "Ah, avete finalmente trovato il famoso vice-Pek allora!"

    RispondiElimina
  87. Sopra,tutti titolari di noi stessi,sono a parametro zero,reduce da infortunio,devo allenarmi ancora molto per una condizione accettabile,devo assaggiare ancora panca,spero di non trovarmi vicino Aquilani ;-),lui deve giocare!!!

    RispondiElimina
  88. Vedi, mi ero dimenticato del pasticciaccio brutto delle conversazioni con la Mata Hari sobillatrice del Bosforo...Credevo comunque che le tre grazie tenessero un po' più alle apparenze, confidavo in un lento diradarsi dei loro post nel tempo, giusto per salvare la faccia e non essere accusate di tenere solo a Montolivo e non alla Fiorentina, e invece sono sparite più o meno tutte insieme. La ligure ha fatto una brevissima rentreé in occasione dell'infortunio di Zio Tibia, peraltro con la consueta grevità.

    RispondiElimina
  89. l'Italia più italiana da anni a questa parte, niente da dire. Avversario inesistente, da non confondere con Costarica e Uruguay che erano signore squadre, con condizioni e motivazioni imparagonabili, e quindi la santificazione di Conte che vedremo domani non hanno fondamento. Però Conte assomiglia più al Prandelli pragmatico dell'europeo, pronto a far fuoco con la legna che ha, affidandosi al Diamanti di allora o allo Zaza di oggi, che al prigioniero delle proprie ossessioni che abbiamo visto in Brasile. Catenaccio, contropiede ed energia giovanile non basteranno, contro avversari più seri della Norvegia. Ma tanto quelli non li incontreremo prima di 2 anni. Nel frattempo, bene così, al netto di note che continuo a non digerire, come il nonnismo di Buffon e De Rossi e la diplomazia strisciata perfino nelle sostituzioni... Ma è Italia anche quella, del resto. Peppino e Mario sono un'altra cosa, ma forse, almeno per ora, sono troppo, per quello che siamo, come squadra e come paese.

    RispondiElimina
  90. Gl'importava una sega della Fiorentina, a loro. Sulla ligure, in realtà, sospetto fortemente sia una tedesca mooolto vicina a Montolivo

    RispondiElimina
  91. Joaquin titolare domenica? Non ci voglio pensare. Joaquin titolare? No, dai, ditemi che non è vero. Joaquin magari a destra e Cuadrado a sinistra? Aaaaaaaaaaahhhhhhhh!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  92. ahah, Montella l'aveva anche relegato a ultima scelta, ma con Berna e Marin rotti, è destino...

    RispondiElimina
  93. Ricordo solo che inizialmente si spacciò per zia, poi il legame si stemperò in una amicizia col padre...

    RispondiElimina
  94. Ciao Valtolin,finalmente ho l'occasione di scambiare due chiacchere anche con te,che seguivo dal sito.I Romanisti hanno un ottimo sense of humor,specie in questo ultimo anno...devo dire ad onor del vero che quando criticano la loro squadra,son forse peggio di noi Viola.Detto questo,considero Pizarro un interprete del calcio dotato di classe,visione,cambi di gioco,eccellente,molto della bella Fiorentina è passato dai suoi piedi,ma con Aquilani e Borja nei paraggi,è innegabile però che non può reggere certi ritmi,Badelj secondo me potrà garantire un'apporto importante nelle pause del Cileno,spero si ambienti presto.

    RispondiElimina
  95. grazie EFFEMBERG, nonostante il tuo nick faccia affiorare memorie dolorose per chi ha quella retrocessione come primo nitido ricordo viola, anch'io ti leggo sempre volentieri...

    Io adoro il Pek, davvero, lo vorrei veder giocare per sempre, perché c'è davvero l'anima del calcio in alcuni suoi movimenti, e perché ha una faccia da schiaffi che non può fare simpatia, ricordo ancora lo sguardo killer che rivolrse a Rinaudo a Livorno, con Rossi ancora a terra, un'occhiata che diceva "la mia famiglia perseguiterà la tua fino alla settima generazione".
    È una passione che ho in comune con questo amico romanista, con il quale ci scambiamo spesso battute sulla capacità del Pek di essere croce e delizia, per la dipendenza che crea nelle squadre in cui gioca, per il quelle giravolte pericolosissime sulla propria trequarti, ecc., dei propri tifosi. E gli avevo lanciato l'amo ben sapendo cosa volevo far uscire, per amor di battuta...
    Al di là di questo, Badelj è l'acquisto che mi soddisfa di più, in questo mercato, lungi da me lamentarmi. Un giocatore con caratteristiche simili a Pizarro ma più giovane. Bene così. Continueremo a godere e soffrire.

    RispondiElimina
  96. Provocazione (calcistica) di passaggio.
    Vista la partita. Come volevasi dimostrare, Italietta arrabbiata e vincente. Giocatori, con la "scarsamente" abile Norvegia, rinati, senza inettitudini tecniche e terrori tattici di sorta. Partita bruttina, ma da corsa. I due esterni a viaggiare fino alla morte (morto un esterno se ne inserisce un altro), ricostituzione del vecchio duo barese, più un sardo. Ranocchia (Ranocchia?) a livelli pre-interisti, Bonucci (Bonucci?) a livelli pre-prandelliani. A centrocampo raccoglitori di legnetti smallsize e regista mobile il giusto, ma tignoso (palle a bischero non le perde, lui). Attacco con uno bravo bravo (montatello quanto basta) e Ciro, il Graziani dei poveri. Un Manuel d'annata che non sbaglia neanche un traversone, nemmeno semplice conoscente di quello visto nella Viola. Mi sono quasi (quasi) divertito. Inizio a pensare che Andonio abbia qualcosa in zucca, oltre al mitico gatto. La domanda sorge spontanea: ma ci voleva proprio Conte, per capire (e dimostrare) che anche Pasqual sta bene (o meglio) nel 352?
    Vincé, tocca a studiare tanto, per mettersi in pari. L'altro, quello turco? Veli da stendere, manco fossi odalisca.
    Notte notte. Tiger Jack, fratello di sangue, chiudi tu?
    PS: Pendel, da quanto tempo ti capitano, questi strani incidenti? Non vorrei che fosse qualche sitollocckiano invidioso della tua epica vittoria mondiale.
    Scherzi a parte, stringi i denti, la sfiga a volte si distrae. Mia nonna avrebbe detto: - Fatti segnare (leggi benedire). Chissà, potrebbe essere una soluzione.

    RispondiElimina
  97. Scherzavo eh, ci sono ancora Baba e Ilicic, alla peggio El Hamdaoui. E poi lo schema magico (che ri-ri-posto):


    --------------------Neto-------------------------
    Savic(Micah)----Gonzalo-------Basanta(Tomovic)
    ---Aquilani(Mati)--Pizarro(Badelj)--Valero(Marin)--
    Kurtic(Micah)-------------------------Alonso(Pasqual)
    -------------Cuadrado--------------------------
    ------------------Gomez(Babacar)-------------

    RispondiElimina
  98. con tutto il bene che voglio al mio conterraneo (l'unico allenatore di Serie A che abbia avuto l'occasione di conoscere), il 3-5-1-1 lo lascerei, appunto, all'Udinese...

    RispondiElimina
  99. Io ho cominciato a frequentare il sitone ai tempi dell'estenuante trattativa per Longo. Ricordo che quando siamo tornati in serie A, alla vigilia dell'esordio con la Roma il venerdì a lavoro non riuscivo a staccarmi. E i primi anni e' stato un compagno di svago prezioso. Dall'ultimo anno di Prandelli, il livello dei "livorosi" è andato aumentando esponenzialmente, tanto che riuscivo a leggerlo solo quando vincevamo. Però in effetti ci rimango affezionato e rimane comunque nella mia schermata dei preferiti. E forse senza FI.it non vi avrei trovato, quindi occorre rendere merito. Anche se intervengo molto raramente vi leggo sempre con piacere perché, pur nella diversità di vedute, non sento mai messo in dubbio l'amore per la squadra. Spero che quest'oasi rimanga incontaminata e augurando ogni fortuna a Pollock con la radio ho un pò il timore che il giocattolo si possa rompere. Ma evidentemente la passione non si può rompere, quindi ci sarà anche sempre qualcuno capace di raccontarla.

    RispondiElimina
  100. Era per dire che sono disposto a tutto per non rivedere il falso tridente dell'anno scorso.

    RispondiElimina
  101. Centrali della Turchia dilettanti puri, Alfredsson lo vorrei a Firenze, Modric perfetto, Bale leader come pochi, Olanda spassosa- fumosa- delittuosa, Cipro come il Lugano, Malta senza malta, Andorra come San Marino, Bulgaria con culo, l'Italia non riesco proprio a guardarla.
    La cosa piú bella di questa serata di qualificazioni?I tifosi del Galles che hanno abbattuto un muretto e sono entrati in campo, sulla foglia deceduta di Bale.
    Welsh full of Absentium, I suppose.

    RispondiElimina
  102. concordo, anche se credo che i problemi strutturali di quel modulo fossero Cuadrado a sinistra (nell'opzione con Joaquin) e Vargas "punta" (nell'opzione con Cuadrado a destra). Con Berna, Marin e Cuadrado ad alternarsi sulle ali sarebbe un tridente ben più vero, quantomeno per gli standard contemporanei, in cui si considerano attaccanti da tridente degli esterni come Ribery e Sanchez, ben diverse dalle punte-punte dei tridenti di 15 anni fa (vedi Bati-Oliveira-Edmundo).

    RispondiElimina
  103. Sul sitone ci sono stato una vita, tifo e polemiche perchè polemicuzzo sono ma sempre per il bene della viola che nel cuor mi sta. Ho "odiato" Cavasin e poi il Prandelli dell'ultimo periodo cominciando ad averlo sulle palle negli ultimi due anni con crescendo rossiniano nel finale. Perchè stavan rovinando la viola non per altro. Ho condotto anche una battaglia per Cejas ed i fatti non mi han dato molta ragione ma l'alternativa era Lupatelli, siamo seri. In B l'argentinjo non era andato affatto male. Comunque mi ci divertivo, si litigava anche ma tra persone serie. Poi sempre meno, le prandelliadi han fatto diventare stolti anche personaggi per niente coglioni. Uno per tutti il Barry Bonds ormai irrecuperabile. A un certo punto non li ho retti più ed ho seguito quasi subito il Gianni qui, più o meno per gli stessi motivi . E'un sanfredianino figlio di buona madre (con tutto il rispetto), ma è di una bravura che lascia a bocca aperta ed è una persona seria. Due qualità che, insieme, non si trovano spesso. Mi ci son trovato sempre meglio anche se non son mancati gli scazzi con questo o con quello. Io me ne scordo alla svelta, non è davvero il caso di prenderci sul serio e mi sembra di non essere mai il primo a menare il brando. Comunque clima salubre e lo dimostra il fatto che arrivano sempre personaggi nuovi e tutti bravi, per questo scrivo sempre meno di cose pseudo-serie. Mi anticipano sempre, sarà la vecchiaia.

    RispondiElimina