.

.

domenica 14 settembre 2014

La superficie ampia non è sempre un vantaggio

“C’è pane e pane”, come del resto c’è pre-partita e pre-partita, come quello di Banderas o quello con la bandiera da preparare. C’è chi prepara brioscine, chi invece va a fare due corse alla Cascine. Tanto per stemperare la tensione. Nel mio sporadico caso aspetto semplicemente che lieviti il Viola dalle scalette. Una gran fortuna avere quel Viola, che lo si ribadisca. In un mondo dove conta molto l’apparenza, e dove Banderas si ricicla fornaio, il Napoli presenta la maglia di jeans. La nostra, invece, a prescindere dal materiale e dagli inserti in oro che ricordano le dorature dei corniciai di via de’ Serragli, potrebbe avere una sola variante, quella con le maniche corte. Come del resto per qualcuno sono i braccini dei Della Valle. E nel fritto di apparenza, molto meno digeribile di quello di paranza, ci sono i tatuaggi, le creste, la bombetta di Osvaldo e in sandali di Dani Alves. Maglie colonizzate dai loghi dello sponsor tecnico, dal main sponsor, dal numero e dal nome. In tutti i loghi in tutti i laghi. Un mondo dove l’abito fa Lo Monaco. Del resto la pubblicità è l’anima del commercio, e il sapersi vendere è un’arte, chiedere a Gervasoni che nella  sua alterazione morale e linguistica mette in atto una suffissazione che lo porta così a mettere a disposizione quei “vasoni” tanto utili per dare sfogo allo stimolo che ci procura il suo operato. Io l’ho usato anche ieri per Empoli - Roma. L’immagine è troppo importante oggi, così come il il nome che si da a un’ azienda, e mi viene in mente quanto è poco credibile il Bambi che al contrario di quanto lascia intendere il suo nome, esteticamente è molto più vicino a un bufalo. Diminutivo come braccini, accrescitivo come Cupolone, il nome di un azienda è importante, e come non pensare ai mitici “Anelli e Tondini” nel viale Petrarca. Due soci così sono impagabili come certe ricevute bancarie. Per questo si fanno gli insoluti, e il mistero di certi crimini rimane insoluto proprio perché manca il nome del responsabile. Il nome di una azienda è importante. Deve essere accattivante, coerente con l’attività commerciale, deve anche evocare qualcosa che è già nella mente della gente. Il povero zio Franco, infatti, per il suo negozio di elettrodomestici aveva scelto quello di Candy Candy. Poi è arrivata come un cazzotto nello stomaco anche la maglia di jeans che evidenzia gli orrori perpetrati su una superficie da riempire, maglie si, ma ricordo anche i dischi in vinile e le loro peggior copertine, poi per fortuna la situazione era cominciata a migliorare già con il CD diminuendo la superficie, problema superato brillantemente con l’mp3. Il Napoli cerca invece un’operazione mirata al recupero del vinile mostrandoci “Nu jeans e ‘na maglietta”. Noi aspettiamo semplicemente il Viola apparire da quelle scalette.


124 commenti:

  1. Nonostante la partita, propongo uno sciopero di commenti. Queste foto non si possono sopportare.

    RispondiElimina
  2. Saveta Jovanovic (cognome da difensore slavo) per ovviare alle sue fattezze ha avuto in dono un leggerissimo strabismo di Venere...La natura compensa.

    LJUKA, Diego Costa? Esempio di calciatore da "attendere", visto che sino a 24 anni faceva golletti - 5 o 6 a campionato - e poi dopo i 24 anni é esploso definitivamente. L'abbiamo visto e conosciuto fare reparto da solo, terrorizzare la difesa del Milan, impegnare tenacemente le difese blaugrana e merengues.
    Oggi lui é "il 9", anzi da due anni.

    Montella: cosa significa che ha in serbo due sloveni?? Sorpresissima in vista, veramente?

    Ieri ho dato il mio al "Brico", oggi spero di non vedere un bruco in campo!

    RispondiElimina
  3. Guardala negli occhi......Ah ah ah ah ah ah ah ahah ah ah ah...

    RispondiElimina
  4. www.justsomething.com

    RispondiElimina
  5. Sbagliato, comunque é nella storia come una delle peggiori copertine della storia! Grazie POLLOCK!! Barbara Bach, no?

    RispondiElimina
  6. Non eran male nelle copertine dei dischi, nella ex-Jugoslavia...

    RispondiElimina
  7. La prima foto (l'Orietta Berti cecoslovacca, immagino) già non si poteva sopportare, la seconda poi fa rimpiangere la prima. Il Poeta oggi è in versione ultratrash.

    RispondiElimina
  8. Ora tu ha' scatenato i' lucchese nella caccia a i' troiaio! Bonanotte! Che principio di mattinata da urti di vomito! ma un vu' potei trva' di meglio pe' la prima 'n casa?

    RispondiElimina
  9. Visto che apprezzate, integro. E le dedico a Lele

    RispondiElimina
  10. Ripropongo. Sperando di avello così contro la banda di' baloccaio.

    RispondiElimina
  11. Dopo questa mi associo a Lele. Sciopero fino a che la palla non ruzzoli.

    RispondiElimina
  12. Altre delizie, da ogni dove...

    RispondiElimina
  13. http://m.youtube.com/watch?v=KtX-V4OE50Y

    RispondiElimina
  14. I gusti in S.Frediano sono noti...

    RispondiElimina
  15. Terra di geni assoluti

    https://www.youtube.com/watch?v=LB9lObWclFQ

    RispondiElimina
  16. Lo so che ti piace...

    RispondiElimina
  17. Non c'è solo un ponte che ci separa, ma l'Oceano.

    RispondiElimina
  18. Mi sacrifico...per stemperare la tensione!!

    RispondiElimina
  19. Un genio...tanta passera.

    RispondiElimina
  20. Eppure, da collezionista storico, posso affermare che le edizioni RTB (casa discografica dell'ex Jugoslavia) oltre a produrre musica di autori slavi, era licenziataria per tanti gruppi di successo; le loro copertina (leggermente diverse dalle edizioni Uk o Italia, ad esempio), oltre a retrocopertina con foto indite (della band o del cantante) presentavano le label interne (cfr.il foro per il giradischi) molto strane e variegate. Alcuni pezzi hanno un elevato valore collezionistico.
    Lo stesso dicasi per "Melòdia", dalla ex Russia.

    RispondiElimina
  21. O vai a diglielo a Lele!!!

    RispondiElimina
  22. Non prendetevela con Pollock, subisce quotidianamente pressioni di followers che gli chiedono cchiu pilu, e con Saveta lui li ha accontentati. Cosa non si fa per lo share, tra due cipolle e una giacca di pippobaudo...

    RispondiElimina
  23. Hai ragione, DEYNA, ed io ripropongo la mia tesi: se al governo ci fosse stato Berlusca, per Gaza avresti visto milioni di pacifisti sbucare come topi urlanti contro il regime fascista occidentale. C'è il renzino, re del nulla cosmico, e allora lo sterminio di civili passa come cosetta abituale.

    RispondiElimina
  24. Pur attirandomi le ire dei fondamentalisti Lele e Jordan vi ho portato fino alle 11 senza la tensione della partita.

    RispondiElimina
  25. Questa me la ricordo.

    RispondiElimina
  26. Non ho seguito molto i numeri e le modalità della protesta in Italia, ma il fatto che fatichi a trovarne documentazione mi fa pensare o a una gigantesca insabbiatura mediatica, o che, più probabilmente, hai ragione te.

    RispondiElimina
  27. Fiorentina-Genoa 3-2, sicuro marcano Gomez e Cuadrado per noi, di là non so, spero non Facundo. Anzi, se dev'essere un gol della bandiera sì, si merita la soddisfazione. Pinilla è fin troppo scontato che ci segni, quindi non lo farà.

    RispondiElimina
  28. Caro DEYNA, ieri trucidato a pistolettate "O' sceriffo" (piccolo boss dei rioni) a Napoli: nessun testimone! Eh eh eh eh eh eh....
    A Orune un uomo non si ferma all'alt e investe (uccidendolo!) un carabinieri: nessuno in piazza!
    Indignazione per l'orsa? Giusta ma le cronache del triveneto da due anni parlano dell'annoso problema. La Slovenia ha insegnato (vanamente) agli italiani come si fa: si induce pian piano l'orsa a spostarsi, si può fare...Basta "spingerla", ingolosirla, farla trovare a proprio agio; un'orsa é andata dal Friuli in Slovenia e poi ha fatto ritorno, sempre indotta dall'uomo ma non uccisa!
    Certo che in Trentino, ora, l'hanno ammazzata! Con il sedativo si dorme, non si muore!
    Ri-cambio discorso: la camorra ha ammazzato una media di 6 persone al mese (nessuno lo scrive, faceva notare Feltri mesi addietro) e lo si può leggere su "Caserta Oggi", ad esempio, ma nessuna sollevazione popolare.
    "pulcinellate" si chiamano questi frame di vita napoletana, e solo chi è stato li, ha frequentato, lavorato, vissuto sa cosa significa....I camorristi, come una guardia forestale qualsiasi, si arroga il diritto di decidere se uno deve campare o morire, sia essere umano o sia orso. Aberrazione umana.

    RispondiElimina
  29. Scusate i refusi ma devo badare ai figli, al cane, alle milf del parco, alle teen del parco, ai giornali, agli amici...oggi ho dato un'ora di permesso ai somali. Magnanimo sempre, io.

    RispondiElimina
  30. Sull'orsa volevo solo sottolineare l'acume politico di Salvini, un vero genio della tragi-comicità involontaria. Un uomo, un perché, dicevano quelli della Gialappa's.

    RispondiElimina
  31. ma la passera 'ndo gli è? 'n platea? e vu' me l'avete fatto senti' fino 'n fondo! neanche un par di tette!

    RispondiElimina
  32. L'orsa? è stata una puttanata fatta dall'uomo contro un animale. L'uomo fa molto di peggio ed i suoi simili fanno molto meno clamore? E' vero, ma puttanata resta e, se permettete, ci voleva molto meno ad evitarla che risolvere il problema della striscia di Gaza o dell'Afghanistan. Di fronte a certe tragedie dell'umanità bisogna protestare sì, ma ci si sente anche un po' impotenti, di fronte a tre stronzi in trentino un po' meno e se gli fanno il culo sono contento anche se ne dubito.

    RispondiElimina
  33. Quindi...........Fiorentina- Genoa con nessun volto nuovo in campo? É deciso così? Cambia molto per cambiare nulla? Gomez con Cuadrado in attacco? Ilicic dietro come rifinitore? Cioè stiamo facendo giocare Ilicic per la finestra di mercato di gennaio, sperando in allocchi o disperati che necessitano di magrissimi e "pettinati come solo all'Est"...?
    Bernardeschi non gioca? Badelj? Basanta? Tra poco é ottobre.......

    RispondiElimina
  34. Ieri Wolski inguardabile (era serie B...). Qualcuno scriverà "Eh, deve calarsi nella realtà...", un altro "Eh, deve ambientarsi..., oppure "Eh, è giovane...".
    Noi attendiamo.

    RispondiElimina
  35. Mi accontenterei di vedere qualche schema nuovo, ma pare che l'obiettivo è quello di giocare come al solito, ovvero in maniera che concilia.

    RispondiElimina
  36. Se fa giocare Cuadrado punta di sostegno centrale ha perso iccapo, ne capisce quanto quello di Massaciuccoli! Poi magari fa du' gol, speriamo, ma punta, nel mezzo, non è.

    RispondiElimina
  37. Cazzo ragazzi una debacle. Mi si e rotto l hard disk del pc non so se riesco a vedere la partita.. Provero' con il tablet...che funziona a cavolo anche lui

    RispondiElimina
  38. Formazione ufficiale: Neto Tomovic Gonzalo Savic Alonso Pizarro Aquilani Valero Cuadrado Babacar Gomez.

    RispondiElimina
  39. Quindi 352 elastico. Alonso ago della bilancia tattica, molto più di Cuadrado secondo me.

    RispondiElimina
  40. Sì, sospiro di sollievo, anche io temevo il peggio (il falso tridente), speriamo non ce lo riproponga nel secondo tempo. Sul 3-5-2 non ne vedremo traccia perchè con Cuadrado non sarà mai 3-5-2.

    RispondiElimina
  41. Lo so, ha disturbato anche me la cosa, infatti postai subito quello scritto. Mi ha lasciato però perplesso il fenomeno di tantissimi frequentatori di facebook e siti di giornalismo vari, che non si sono mai sognati di mandare niente riguardo a Gaza [solo per fare l'esempio più eclatante, non esiste solo Gaza...], sembrano completamente indifferenti, e poi si scatenano con raffiche di post inorriditi per l'orsa. Non so, ci vedo qualcosa di anomalo in tutta questa "cultura della petizione", o anche solo dello scritto d'accusa. Mi sembra che l'uomo si stia sempre più allontanando dalla natura e dagli animali, se ne crei un'idea distorta costruita su filmati di rete, e poi scarichi periodicamente la sua cattiva coscienza indignandosi selettivamente per queste cose. Detto questo, spero facciano il culo a ste merde, ma ne dubito anch'io.

    RispondiElimina
  42. Gomez...Cuadrado...Oggi sembra aleggiare sul campo la maledizione di Pazzini.

    RispondiElimina
  43. fondamentalmente giochiamo con un 342 più Cuadrado che fa quello che gli pare

    RispondiElimina
  44. un link funzionante?

    RispondiElimina
  45. http://atdhe.me/soccer/live-3979a-fiorentina-genoa#

    RispondiElimina
  46. Valero inesistente, non più una novità. Migliore Aquilani. Abbiamo rinnovato il contratto a quello sbagliato? Io lo sostituirei per Bernardeschi

    RispondiElimina
  47. http://conriv.blogspot.co.at/p/7.html

    RispondiElimina
  48. a me pare un primo tempo più che buono, peccato davvero non aver saputo concretizzare, con due punte vere + Cuadrado dovremmo vedere la porta di più è meglio. Però a differenza di Roma vedo gioco e personalità. Non condivido le critiche a Valero, ma appunto, non è più una novità, il tiro a Borja è la nuova moda... Vediamo che succede.

    RispondiElimina
  49. Borja era anche partito bene, si è spento piano piano, sbagliando sempre più. Preoccupa molto il fatto che quando ripartiamo gli elementi avanzati si nascondono accanto ai difensori, non vedo movimenti studiati, Montella qui è davvero carente...

    RispondiElimina
  50. Primo tempo in cui con un po' di velocità in più, avremmo già chiuso il conto.
    Mancano velocità ( specialmente nelle ripartenze, molte in questo primo tempo) e precisione nella rifinitura. Gomez condizionato dal gol sbagliato. Buono Baba, tosto contro Fac. Nella media Cuad. Aquilani migliore in campo. Alonso ottimo ma anche cross, please. Avevo pronosticato Borja imperiale, invece è plebeo come Valtolin. Molti cerotti che fanno credere ad un problema alla schiena.

    RispondiElimina
  51. Borja sta calando, aumentano gli sbagli, ma non parlerei di una prova brutta, per ora...Comunque lui, Cuadrado e Gomez hanno sbagliato tre gol da fucilazione.

    RispondiElimina
  52. A prima vista pensavo si fosse tatuato, Borja.

    RispondiElimina
  53. quello di Borja mi pareva nettamente deviato. Più che altro brutto errore nel finale quel tiro-cross... Dopodiché, ci lamentavamo di una squadra arrendevole, abbiamo visto 4 minuti di pressing nella metà campo avversaria.

    RispondiElimina
  54. Il punto è che ci serve uno con il cambio di passo, mi spiace, ma uno tra Valero e Aquilani è di troppo, e oggi non c'è partita: fuori Valero e dentro Bernardeschi o Ilicic. Basta con la storia dei tre tenori, fanno dormire come quando vado alla Staatsoper.

    RispondiElimina
  55. Formazione abbastanza azzeccata, la palla l'abbiamo sempre noi, schiacciamo il Genoa nella propria trequarti, ci cachiamo addosso davanti alla porta in almeno cinque occasioni. Mah, speriamo di sbloccarsi nel secondo

    RispondiElimina
  56. Oppure Kurtic. Mettiamo in soffitta i tre tenori effetto Valium.

    RispondiElimina
  57. Entrerà Bernardeschi intorno al 60' [il minuto di Prandelli, se non ricordo male]?

    RispondiElimina
  58. Non è una novità, almeno per me.

    RispondiElimina
  59. Nemmeno per me, ma pensavo che con attaccanti veri sarebbe migliorata la cosa, e invece...

    RispondiElimina
  60. Speriamo comunque di buttarla dentro. Per ora non c'è partita, a parte la mancanza di cambio di passo a centrocampo.

    RispondiElimina
  61. Serve anche un centrocampo meno lento. In un paio di occasioni gli attaccanti avevano fatto i movimenti giusti per aprire spazi in profondità, ma in mezzo si cincischia, perdono il tempo giusto. Chiaro che la volta dopo gli attaccanti si mettono ad aspettare.

    RispondiElimina
  62. Ormai non resta che pregare.

    RispondiElimina
  63. 17 tiri e 12 calci d'angolo e non segnare, purtroppo il problema c'è.

    RispondiElimina
  64. Il problema c'è ed è in panchina. Poi la sfiga e Perin.

    RispondiElimina
  65. Comunque l'avevo detto che nel secondo tempo ci proponeva il falso tridente, non pensavo però che avremmo visto un falso tridente senza punte. Oggi poi c'erano pure i falsi tenori (a parte Aquilani). Cuadrado sballottolato a destra e a sinistra ormai è un must. A me alla fine m'è venuto il mal di testa per seguire le trovate di Masaniello.

    RispondiElimina
  66. C'è stata una certa mancanza di velocità, dovuta , a parer mio, ad un centrocampo non brillante in Pizarro e fisicamente preoccupante in Borja. Aquilani ha fatto il suo cucendo e inserendosi e, soprattutto, tenendo botta per fiato e fisico. Davanti Dino ha mostrato una condizione ancora tutta da trovare e una coordinazione precaria. Dopo il gol fallito, si è buttato giù estraniandosi, e rinunciando, quasi, anche allo scontro fisico. Cuad mostra i pregi e i difetti che lo contraddistinguono quando non viene inquadrato in un ruolo rigido.
    Baba buono per attitudine, meno per cattiveria offensiva. Dietro ottimi il cappone e lo spagnolo, buono Savic e sufficiente Tom.
    Il Genoa veniva accreditato di 3-4-3, ma alla fine si è trattato di uno squallido 5-4-1 con otturazione multipla sulle fasce.
    Se andiamo a vedere, li abbiamo dominati, ma la mancanza di rapidità nello svolgimento delle azioni, non ci ha mai concesso di distenderci in maniera arrembante, impedendo ai Genoani di schierare la difesa. Nonostante questo, però, ci siamo divorati almeno 4 gol a mezzo metro dalla linea, non trasformando in occasioni di tiro altre tre, quattro azioni, per controlli sbagliati in area.
    In generale manca quella brillantezza fisica che avrebbe potuto trasformare la partita di oggi in un massacro.

    RispondiElimina
  67. Neto 6; Tomovic 6-, Rodriguez 6.5, Savic 6+, Alonso 6.5; Pizarro 6.5, Borja Valero 5+, Aquilani 7-; Cuadrado 5.5; Babacar 6.5, Gomez 4.5 [Pasqual s.v., Ilicic 5, Bernardeschi 5+]. In casa col Genoa, con questo Genoa rinunciatario, se non vinci con due gol di scarto hai sbagliato partita. E così è stato. Inevitabile gara all'attacco, ma senza la giusta velocità, senza i giusti movimenti. Questa è la differenza tra il tiqui taca alla spagnola e la Maquina di Montella, sempre più involuta. Quando facciamo possesso palla diamo modo alla difesa avversaria di posizionarsi e chiudere tutti gli spazi, quando cerchiamo la ripartenza veloce i centrocampisti dormono, tranne il Pek che però deve anche lui cincischiare vista la mancanza di incroci tra gli attaccanti, che si nascondono accanto al difensore di riferimento. A completare il quadro, una discreta mancanza di convinzione e cattiveria agonistica, la voglia di portare a casa il risultato costi quel che costi. Sempre più a metà del guado. A "impreziosire" la prova, poi, i clamorosi errori davanti alla porta di Marione [oggi in versione Gomezzini, con quel goffo tentativo in semituffo], Cuadrado [ciabattata verso la bandierina a pochi metri dalla porta, da fucilazione sul posto], Borja [che anticipa leggermente il tiro per non farselo murare, ma era quasi un rigore in movimento, da lì] e Bernardeschi [capocciata centrale a cogliere in pieno l'orsacchiotto da fiera Perin, con tutta la porta libera, anch'egli da due passi]. E non parliamo di miracoli di Perin per scaricare responsabilità, erano tutti tiri piuttosto semplici, salvo quello di Gonzalo, su cui ha salvato in maniera felina. Ha poco senso parlare dei singoli oggi, ma dietro abbiamo visto un Neto sicuro tra i pali [ordinaria amministrazione, però], in uscita e coi piedi; un Tomovic applicato ma a volte pasticcione; un Savic ferreo in marcatura ma coi soliti imbarazzi in costruzione; un Alonso che sta crescendo difensivamente, non bravo al cross ma pericoloso negli inserimenti [bella botta da fuori di esterno collo al volo a sfiorare il palo, per lui, e penetrazione in area con diagonale a lato]. Migliore nel mezzo Aquilani, purtroppo oggi elementare al tiro. Borja parte benino all'inizio dei due tempi, per poi perdersi in un mare di imprecisioni, mentre il Pek è bravo in contenimento e in impostazione, seppur senza particolari lampi di genio. A Cuadrado Montella dà libertà assoluta, ottenendo in cambio solo un gran casino: rallentamenti del gioco a causa di testardi uno contro uno da fermo, palle perse, compagni ignorati, imprecisione al tiro e negli assist. Serve quantomeno a guadagnare punizioni e cartellini, ma è troppo poco per un supposto Mister 40 miliardi. Davanti, Gomez è l'ombra dello spietato centravanti pre-Fiorentina, e Don Vincenzo dopo Brillante piazza un'altra mossa psicologicamente greve, sostituendolo in un momento di difficoltà davanti al suo pubblico, proprio nel momento del forcing finale [altrove ho anche azzeccato nell'intervallo la tempistica della sostituzione, sbagliando di soli 3-4', credo]. Babacar ha fatto bene, gran lavoro pure in pressing, e trova due tiri [uno respinto da Perin, centrale, l'altro il suo classico tiro a rientrare a giro da sinistra, di poco fuori]. Pure lui sostituito sul finale di gara, quando servivano attaccanti, e non giocatori indefiniti come Ilicic e Bernardeschi, entrambi deludenti. Incomprensibile infine l'ingresso del giocatore mononota Pasqual, che ha come unica ragion d'essere il traversone, quando si sono tolte le punte. E' vero che con un po' di fortuna si poteva vincere ugualmente, ma occorre tirare la Maquina fuori dal guado, così non va.

    RispondiElimina
  68. Una partita ideale, infiocchettata che il Genoa consegna alla Fiorentina, la quale decide di non aprire il pacco sorpresa; manovra prevedibile della Fiorentina che pur avendo il pallino, pur creando non riesce a segnare.
    Genoa remissivo, un po' di indecisione in area dei grifoni e il primo tempo termina con un ingiusto 0-0.
    Ripresa dove Montella non inventa nulla, se non la preparazione per l'assalto finale senza uomini d'area, senza un VeroNueve.
    Sicuramente abbiamo visto più verticalizzazioni, più inserimenti ma tecnicamente novità, rispetto all'anno scorso, non le ho viste, io.
    Cross per Gomez: un paio per errore...Profondità per Babacar: un paio di volte per sbaglio...
    Una classica partita da Fiorentina, con intensità, occasioni ma...il rischio, due volte, del gol beffa c'é stato.
    Arrivare a metà tempo sconfessando il modulo, in pratica, è sembrato palese; in definitiva work in progress, attendendo un cambio per un Valero opaco e soprattutto sperando di iniziare a giocare finalmente in 11 (Gomez assente, oggi).
    Un dettaglio: abbiamo giocato abbastanza tempi undici contro dieci ma nessuno sembra l'abbia notato.

    NETO 6: nulla di specifico, da portiere di Serie A, per lui oggi.
    TOMOVIC 5,5: il nulla davanti a lui, il nulla da lui.
    SAVIC 6: Pinilla lo impegna nel corpo a corpo, lo slavo lo molla per un'acrobazia cilena da cineteca.
    RODRIGUEZ 7: non sbaglia nulla, n'è chiusure ne rilanci. Migliore in campo, sfiora il gol!
    ALONSO 6: senza infamia e senza lode; copre bene la fascia ma ogni tanto dalla sua parte sfondavano. Le due azioni da gol più nitide sono sue, per assurdo!
    PIZARRO 6: come contro la Roma decide di gettare via l'ultimo pallone da mandare, invece, in area. Vispo, non boccheggia, gode di spazio, nessuno lo marcava, poteva fare di più.
    VALERO 5,5: buon inizio ma perde man mano lucidità. Nullo il suo apporto nel secondo tempo, per me. Gli avversari hanno imparato a contenerlo.
    AQUILANI 6: il più guerriero, il più di garra, il più pronto negli inserimenti. Crea e contrasta.
    CUADRADO 6,5: a destra o a sinistra non cambia per lui, salta l'avversario e punta la porta.
    BABACAR 6: manca solo il gol; la fisicità ha imparato a usarla, mantiene le consegne.
    GOMEZ 5: corpo estraneo alla squadra. Divora un pallone con il contagiri a 21 cm dalla porta.
    ILICIC 5: continua a propinarlo...Ora batte anche le punizioni dirette dalla sinistra!! Come un optional costoso che quando vai a rivendere non interessa nessuno.
    BERNARDESCHI 5,5 : dove avrebbe dovuto giocare? Ruolo? Mangia un gol, tipo Gomez nel primo tempo, ma Perin c'era- proprio li, al centro.
    PASQUAL s.v.: l'umico che pensavi non entrasse! Montella ci sorprende, si.
    MONTELLA 5,5: non cambia la partita, non cambia la testa dei suoi, non incide in meglio.
    Nessuna novità tattica, nessun coniglio dal cilindro, anzi alcuni lanci di troppo.
    Pubblico 8: il 12o é l'unico che mette tutto dall'inizio alla fine, sbagliando nulla.

    RispondiElimina
  69. Inizia già a crearsi "il solco" con le prime due....

    RispondiElimina
  70. Rispetto all'anno passato i rischi corsi sono stati pochi, forse l'unica nota lieta.

    RispondiElimina
  71. Le prime due meglio non guardarle nemmeno, Sopra...


    Primi punti buttati contro un Genoa venuto esclusivamente per non prenderle e che ha giocato buona parte della ripresa in 10. I miei crediti Montellino li ha esauriti e quest'anno non potrò risparmiarlo. L'unica novità (schemino?) che vedo rispetto allo scorso anno è una maggiore insistenza nel far venire dentro i due lati dei 3 davanti (oggi Cuad e Baba) per liberare spazio al terzino che sale per crossare. Peccato che abbiamo due terzini con due roncole (o quasi) al posto dei piedi...


    Addirittura provata la stessa cosa sui calci d'angolo....


    Andiamo troppo piano per continuare a proporre questo tipo di gioco e se, come può capitare in certe partite casalinghe, quando è l'ora di intasare l'area con 1 o 2 centravanti (CENTRAVANTI) buttando dentro palloni da ogni dove, finisci la gara con settanta mezzepunte, beh...

    RispondiElimina
  72. Sono un po' deluso. Non vedo velocità, non vedo aumentare il giro palla; mi consolo guardando in casa altrui (Napoli) ma la domanda é: noi col Sassuolo 0-1 (fiiiuuuuù) fuori e 3-4 (pfui!) in casa, l'Inter ne fa 7 l'anno scorso fuori e 7 oggi in casa....Com'é possibile?

    RispondiElimina
  73. vabbé sul Sassuolo e la sua politica con gli "amici di famiglia" stenderei un velo pietoso. Concentriamoci sui nostri errori, ché quelli almeno si possono correggere, il resto sono dati strutturali del calcio italiano che ormai dobbiamo dare per scontati.

    RispondiElimina
  74. La mia foto non ha portato gran che bene. Culo proprio non l'abbiamo avuto. Quando crei una decina di palle gol contro una (acrobatica) dell'avversario e non vinci, culo non è. Poi si può cominciare a discutere degli errori e delle carenze. Prima tra tutte è il ritmo. Contro squadre che pensano solo a fare densità nella propria metà campo (Gasperini come cambiano le idee!) se non pressi e acceleri i ritmi marchi per Natale dell'anno dopo e nella Fiorentina capaci di accelerare ci sono solo Cuadrado e, in parte Aquilani. . A noi il titicche-titocche piace invece tanto. Poi veniamo allo schema. Chiamatelo come vi pare ma 4-3-3 non è perchè non hai le ali, sia Babacar che Cuadrado giocano a tutto campo e si accentrano. Sulle fasce si fa spazio per gli esterni (quindi lo si potrebbe chiamare 3-5-2 e si andrebbe più vicini al vero) però gli esterni sono scarsi, sia Tomovic che Alonso hanno i piedi a roncola e con tutta la buona volontà (lo spagnolo anche con spunti interessanti) non lasciano l'impronta che gli spazi che hanno permetterebbero. Se voleva fare un gioco così ci volevano esterni con i controcazzi. Uno ce l'ha ma lo fa giocare da universale. Terzo, il centravanti da venti gol batte in testa, cioè non batte di testa, in maniera quasi penosa. Speriamo si ripigli, se no davvero si gioca in dieci. Detto tutto questo oggi con Eupalla favente si vinceva 3-0 come era cosa logica e giusta.
    Per finire Perin che tutti osannano. Ha fatto due ottimi interventi, entrambi su Aquilani, una volta in uscita bassa ed una volta parando un diagonale rasoterra per niente facile. Il resto son tutte botte di culo, compresa l'ultima su Bernardeschi che ricorda le parate di Ochoa al mondiale, con alcune incertezze nelle respinte, che, in giorno di Eupalla favente per i viola, sarebbero stati gol per noi. Per me resta un portiere con bei difetti di base ed una grande reattività, un giorno sull'altare quell'altro nella polvere. Non mi piace nemmeno quando para nel complesso bene come oggi.

    RispondiElimina
  75. Questa squadra gioca sempre la stessa partita, infinitamente lunga. Dopo qualche giorno di intervallo riprende con lo stesso ritmo compassato, gli stessi scambi, la stessa monotonia...

    RispondiElimina
  76. Non ho visto la partita neanche oggi (crash al pc e hubi sul tablet non mi funziona.. Qualcuno a qualche suggerimento?). Pero' non posso non criticare i cambi di montella. Che senso ha togliere Gomez e poi Babacar e fare entrare Ilicic e Pasqual? Per chi dovevano verticalizzare o fare cross? Certo Montella ha un set informativo piu completo del nostro, ma Vargas Mati Brillante Badelj non potevano entrare a dare energja a hn centrocampk che mi dite essere stato lento e macchinoso (Borja ma che cavolo ti e' successo?l

    RispondiElimina
  77. L'ha spiegato. Tra Gomez e Babacar ha lasciato in campo quello che stava meglio fisicamente. Sarebbe stato lui il riferimento in mezzo all'area. Il problema è che dopo 10 minuti Babacar gli ha chiesto il cambio per crampi.

    RispondiElimina
  78. Neto 6. di stima, non gli han tirato mai e non ha sbagliato nulla del pochissimo che l'han chiamato a fare.
    Tomovic 5,5; non ha i piedi dell'esterno alto e questo è costretto a fare in partite così.
    Gonzalo 7. non sbaglia nulla anche se oggi l'inesistente attacco genoano non portava grandi pensieri
    Savic 6: gli avrei dato di più se non si fosse perso Pinilla nell'unica occasione che hanno avuto.
    Alonso: 6 due bellissimi spunti ed una pecionata di cross che macchia la pagella.
    Aquilani 7: sarà che mi piace quasi sempre ma per me è il più forte del centrocampo e sfiora anche il goal almeno tre volte oltre a calibrare quel cross al bacio per il panzerone.
    Pizarro 6: ragioniere, senza lampi ma con bella continuità.
    Borja Valero 5+; in netto calando, soprattutto col tempo. Non era il caso di provare Badelj almeno nella ripresa?
    Cuadrado 7: macchinoso all'inizio ma alla fine è solo lui ad inventare, a ridurre l'avversario in dieci a riempire di gialli gli avversari.
    Gomez 5: deve fare i gol e se non li fa, anzi se li sbaglia è da 5.
    Babacar 6: meglio dell'illustre collega, almeno lotta, corre, sgomita, tiene palla e tira anche in porta.
    Ilicic 5,5 gioca poco e più che battere una punizione e tardare un 1-2 con Cuadrado non gli vediamo fare.
    Bernardeschi 5,5: sbaglia un bel goal (perchè di goal sbagliato trattasi) per il resto anche lui gioca poco per lasciar traccia.
    Pasqual n.g. sostituzione ai limiti dell'incomprensibile. Mette quello che fa i cross quando ha tolto entrambe le punte.

    RispondiElimina
  79. Il tablet non ti funziona con lo streaming perché non ha "flash" di adobe, forse. Se hai un ipad ha due possibilità: o rojadirecta che a volte carica siti compatibili e li evidenzia, oppure scaricare un broswer che si chiama "Puffin". Da lì puoi cercare e poi andare su qualsiasi sito streaming.

    RispondiElimina
  80. Una genialata, non c'è che dire.

    RispondiElimina
  81. La vera genialata è il gol sbagliato di Gomez

    RispondiElimina
  82. A me Perin è piaciuto nell'uscita su Aquilani e sul tiro di Gonzalo, per il resto roba semplice, compreso secondo me anche il rasoterra di Aquila. Sulle respinte hai ragione, si è fatto il processo a Neto perché ha respinto centralmente di istinto una botta ravvicinata che poi Naingollan ha ribadito in gol [quasi impossibile con quei tempi ristretti di reazione decidere anche la direzione della respinta, già tanto che ha deviato il primo tiro], Perin ne ha fatte di ben peggiori oggi, ha solo avuto culo per la scarsa prontezza dei nostri. Il Perin di oggi si merita un 7+, ma di miracoli o grandi parate non ne ho visti.

    RispondiElimina
  83. Attenzione, gravi sintomi di prandellite da parte di Montella: vuole trasformare Babacar in un esterno.

    RispondiElimina
  84. I problemi di Borja ( oltre alla merda che gli ho portato stanotte) sono prettamente fisici. E non parlo di fiato, ma di una difficoltà che lo rende rigido e quindi lento nei movimenti. Le tre strisce di taping che uscivano sul collo, indicano un problema muscolare alla schiena. Le difficoltà nei controlli di palla, nel girarsi e nel calciare, sono tutte indicazioni di una sofferenza che non permette un movimento fluido. Io ci andrei piano prima di etichettarlo come bollito.
    Certo oggi ha giocato molto al di sotto dei suoi livelli, ma che Kurtic avrebbe fatto meglio è una congettura, non una verità ignorata.
    Oggi è mancata una transizione veloce tra centrocampo e attacco, per diversi motivi. La lentezza dei due registi, i movimenti sbagliati delle punte e gli errori tecnici dei giocatori. La tattica c'entra poco, visto che il Genoa ha subito molto e prodotti niente in tutta la partita.

    RispondiElimina
  85. Grazie FOCO. Ho android e oggi roja era irragiungibile. Provero a vedere se esiste puffin per android o a reinstallare flash. Grazie anche a te Jordan dopo la partita sobo andato a recuperare mia figlia dal CAI e mi ero perso le spiegazioni di Vincemzino..pero' che sfiga!

    RispondiElimina
  86. Su Babacar: non so se voglia trasformarlo in un esterno: non credo, a me è piaciuto parecchio, anche par.tendo largo, ha stazza e velocità, un paio di volte è partito dietro al difensore e l'ha surclassato spostandolo, gli manca freddezza negli ultimi sedici, ma non è facile perchè è ancora acerbotto e a fare i km che gli tocca perdi in lucidità...

    RispondiElimina
  87. Puffin per Android, c'è.

    RispondiElimina
  88. Jordan, vero, di 433 non 'era molto nemmen oggi. Difesa inizialmente schierata a 4 ma i due accanto a Gomez stavano molto più in linea coi centrocampisti che ai lati del panzer... Cuadrado sempre più anarchico, Baba dall'altra parte (finchè non li ha invertiti) si è fatto il mazzo arretrando sia in fascia che in mezzo a prender ciabattate... Mi è parso di vedere anche il Pek volutamente arretrato, spesso sulla linea dei difensori, forse per sfuggire al pressing genoano... una trovata che ha dato frutti solo a sprazzi...

    RispondiElimina
  89. attenti, nell'identificare presunti segni di prandellite, a non finire nello zallerismo (luddismo suonava ambiguo), inteso come teorizzazione dell'esterno come entità metafisica. Sul lato esterno di un tridente d'attacco possono giocare ali come Cuadrado, Sanchez o Ribery, trequartisti decentrati come Ljajic o Marin, prime punte veloci come Cavani, e anche seconde punte atletiche come Robben e, nel suo piccolo, Babacar. L'esterno è una posizione, non un ruolo. Baba resta quello che è anche se parte qualche metro più in là. Poi l'esperimento può funzionare o meno (secondo me decentrare Baba ha un po' isolato Dino), però non lamentiamoci di un attacco di maggior peso dopo averlo chiesto a gran voce...

    RispondiElimina
  90. Cuadrado, come dice Foco, non è il tipo di campione a cui dire "Va in campo e fa quello che vuoi", perché la troppa libertà paradossalmente lo limita, nel senso che si incasina da solo in giocate presuntuose e non utili alla squadra, se non per far raccogliere cartellini agli avversari. Non ha intelligenza di gioco, è ormai evidente, e "limitarne" il raggio d'azione alla fascia non gli fa che bene: meno cose deve pensare, meglio è. Babacar fa una mole di lavoro enorme, per questa squadra, e nonostante ciò in due partite è arrivato tre volte al tiro pericoloso, ottimo segnale. Anche lui bisognerà vedere come impostarlo, però, sicuramente non da esterno, una prandellata simile a quella di Osvaldo ala tornante, anni fa.

    RispondiElimina
  91. L'idea era di unire un centravanti di peso [Gomez] a una seconda punta guizzante e tecnica [Rossi], i piani purtroppo sono cambiati. Babacar larghissimo isola Dino, ma avvinandoglielo troppo si pestano i piedi, i due bestioni. Dovrebbero lavorare "su due livelli", mai accanto, con incroci verticali, sempre che Gomez ne abbia la forza, al momento. Confido molto, comunque, nel ritorno al calcio di Marin, ottimale per servire Gomez. Sempre che sia ancora lui...Oggi nel secondo tempo avrei visto bene Badelj al posto di Valero, ma forse non lo vede ancora inserito negli schemi

    RispondiElimina
  92. 4-3-3? Io ho visto un ibrido, visto che Tomovic tentava di fare ciò che non può fare (il fluidificante), Cuadrado prima a destra- poi sinistra- poi si accentra, Valero che inciampava su Cuadrado, Ilicic messo a fare la punta (?!?!) e Bernardeschi tra le due linee ma la prima (linea) in realtà non c'era.
    Alla fine, come eravamo schierati? 3-6- 1-0 ? Quindi "sei uno zero", rivolto a chi?
    BURAN, credo che tu ch'abbia proprio preso!!

    RispondiElimina
  93. a me va bene, prevedo però che se giocasse Marin al posto di Baba, si ricomincerebbe a parlare di falso tridente

    RispondiElimina
  94. Grazie mille FOCO. Almeno dovrei riuscire a vedere la prossima.

    RispondiElimina
  95. La partita l'ho vista ma pareva d'essere al centro imballaggio fiorentino, tutti a cazzeggiare, a due all'ora svolgendo il compitino per sbarcare il lunario. Intendiamoci, quello che ho visto sarebbe sufficiente per vincerne ben oltre la metà, qualunque sia l'avversario, basta farlo però ad una velocità ed un numero di giri differenti. Il Genoa non ha tirato mai in porta, l'unica occasione (UNA) in 90' minuti mi pare ben poca cosa per gridare allo scandalo, la juve ieri sera ha offerto molto di più con l'Udinese, non il Real. Gomez ha commesso un grave errore, di qui a definirla risorsa male allocata ce ne corre, l'anno passato non ha praticamente giocato, diamogli tempo. Che pure infinito non è..........

    RispondiElimina
  96. Sul tiro di Gonzalo c'è arrivato bene ma credo fosse fuori, l'ha appena sfiorato e non mi pare che la deviazione sia stata decisiva. Comunque bravo ad esserci è vero. Il rasoterra di Aquila non era semplicissimo, almeno gli è toccato ad andarci e non a pigliarlo nel muso come tutti gli altri tiri che ha preso.

    RispondiElimina
  97. Tutto giusto salvo la conclusione. Non è vero che con un po' di fortuna si poteva vincere, si doveva vincere senza una bella dose di scarogna.

    RispondiElimina
  98. Babacar per un buon primo tempo ha fatto l'esterno e la prova sono le rincorse in aiuto ad Alonso sulle ( poche) volte che il Genoa ha cercato si sfondare sulle fasce. Se c'è una cosa che è mancata, è una certa predisposizione a sovrapporsi di Alonso. Anche se si è stati attenti a non scoprirsi come succedeva lo scorso anno. Gomez è rimasto un po' isolato, ma Baba ha sempre occupato Fac e De Maio era preoccupato che Cuad scappasse ad Antonelli, quindi il tedesco poteva impegnare il solo Burdisso in molte ipotetiche situazioni. Il movimento in occasione del gol divorato è stato ottimo, ma si è rivelato anche l'unico da parte di Mario. Anche in occasione del tiro di Baba, non si è staccato dalla marcatura. Per me, l'aver sbagliato quell'occasione facilissima per lui, lo ha svuotato. È un errore che seguiva ai fischi per i gol falliti in nazionale e mi sembra umano che la testa gli si sia riempita di paure. Dopo è stato un giocatore regalato e lo avrei tolto anche io.
    Cuadrado necessita di una libertà candizionata non perché sia scemo, ma per il semplice fatto che se gira per il campo non trova quei venti metri per partire che la fascia gli regala quelle cinque, sei volte a partita. Se non è lanciato, perde la sua qualità migliore, ovvero la velocità.
    Comunque, per giudicare tatticamente una partita, bisogna mettere sulla bilancia anche quello che producono gli altri e mi sembra che abbiano fatto zero.

    RispondiElimina
  99. ottimo Foco, lettur perfetta dei movimenti, dissento solo sul Cuad. E' micidiale anche da fermo, il primo anche se non si presenta è lo stesso, già saltato, in spazi intasati come nella ripresa ha sempre combinato qualcosa, il minimo sono state punizioni prese... solo che poi si presentano Ilicic e Pasqual...

    RispondiElimina
  100. Incredibile, la battuta sul 4-6-0 di ieri fu assurdamente preveggente. E io che scherzavo che, per quel modulo, ci mancava il terzino destro adatto.


    Ma una cosa mi fa ancora più imbestialire: ma perché Aquilani, oggi il migliore, non ha giocato sabato scorso con la Roma? E le parole di Montella in sala stampa che Aquilani questa settimana si era allenato un pò meglio? Come cazzi si è allenato Valero?

    RispondiElimina
  101. Sì oggi davvero Ochoa passato sotto la piastra...

    RispondiElimina
  102. comunque Kurtic o Badelj al posto di un Valero dolorante non li vedrei. Al massimo Mati...

    RispondiElimina
  103. Si, Louis, ma se viene servito da fermo e si aspetta la giocata, si blocca l'azione di tutta la squadra e agli altri non rimane che aspettare un'eventuale scarico da fermi. Cuadrado e la squadra si dovrebbero distendere insieme, per permettere l'aggressione della porta in corsa, cosa che darebbe senso anche ai cross, perché la difesa dovrebbe affrontare gli attacchi indietreggiando. Gli spazi si intasano quando manca velocità nello sviluppo dell'azione, cosa che io oggi imputo alla macchinosità del duo di registi e a pochi movimenti per dettare i passaggi.

    RispondiElimina
  104. Ma perchè no? Oggi poteva tranquillamente mettere anche Bernardeschi o Ilicic al posto di Valero. Il Genoa si difendeva in 10. Poi certo rischi di perdere, ma almeno provi a vincere. Bisogna mettere in soffitta i tre tenori, per me è chiaro.

    RispondiElimina
  105. Le dolci colline toscane...

    RispondiElimina
  106. Ti assicuro che quel culo di toscano ci avea poco. Forse solo il fio dental

    RispondiElimina
  107. Foco non è un problema solo di Cuadrado che è estemporaneo e si butta anche negli spazi, il fatto è che quasi tutti tendono troppo ad aspettare il pallone da fermi, perchè è troppo più facile ma anche troppo più facile per chi si deve difendere. Si dice che si gioca bene perchè si ha il 60% di possesso palla. M'importa una sega del possesso palla, quello che conta è la palla in rete!

    RispondiElimina
  108. Allora gli diamo comunque la cittadinanza onoraria

    RispondiElimina
  109. Parma- Milan 4-5, fiera degli errori o spettacolo? Segnano tutti, o quasi, la viola no....
    Non ci voleva neanche l'EL, ora.

    RispondiElimina
  110. Sul colombiano faccio un discorso generale e ritengo che per dare il meglio debba essere lanciato col pallone tre, quattro metri avanti, più che ricevere il pallone da fermo e poi partire. Poi che il nostro centrocampo fosse poco dinamico, lo penso e penso anche che sia il vero problema di queste due partite. Non credo che si sia fatta una brutta prova, e nemmeno che ci siano stati grossi problemi di schieramento. Penso che ci sia stata stata poca rapidità nelle scelte di gioco e qualche movimento sbagliato o non fatto proprio. Sono mancati i tempi ai nostri cervelli, e nel caso di Borja, anche per una difficoltà col pallone che può solo derivare dal fisico. Troppe volte ha stoppato a cazzo o con due tocchi, perdendo l'attimo.

    RispondiElimina
  111. Anche loro sono già 5 punti avanti dopo 2 partite...consoliamoci pensando che l'anno dei 19-15 punti di penalizzazione dopo tre giornate eravamo a zero e poi invece finimmo al terzo posto virtuale come punti fatti. Ma all'epoca, oltre a Toni-Mutu, c'era tanta determinazione, perfino in un Prandelli che dichiarava (a ragione) che difficilmente avremmo perso ancora delle partite.

    RispondiElimina
  112. Lunedì 15, riapertura delle scuole...riprendono le coppe, tre match a settimana- più o meno- la viola inizia questa settimana con due partite già abbastanza decisive. E noi già con un po' di patema d'animo.
    Questa domenica ci dice che...

    - Il Milan non segnava in precampionato e imbarcava gol, ora segna a raffica (già 8...) e prende sempre gol (5)...

    - La Juve e la Roma non prendono gol...

    - La viola non segna...

    - Sassuolo raso al suolo...

    - Chievo corsaro (nero...?)..

    - Napoli con occhio nero...

    - Higuain peggio di Gomez...

    - Franca (Cuneo) e il Rolo Ferretti già 4 gol...

    - Marotta litiga con Lotito...

    - Ilicic litiga con il tiro...

    - l'Atalanta ci attende...

    - Tajarol continua (261 partite 208 gol...)..

    - Han beccato l'orso in Trentino

    - Bernardeschi ha beccato l'orsetto Perin...

    - quando arriva domenica prossima...?? Chi giocherà? Vedremo alcuni i dei nuovi? Chi in attacco con Gomez? E via...la sarabanda. Abbasso bandone (metà chiusura, scolateci il possibile, lasciate le bottiglie sopra il tavolino...vuoto a rendere. O a perdere, come la fiducia per Montella??).

    RispondiElimina
  113. Montella necessita si suggerimenti? Di pizzini, viste punte alla Pazzini?LJUKA, i nuovi cambieranno un pochino questa squadra?
    Siamo sempre a maledire errori sottoporta, la lentezza della Maquina (Filippo, Rio dice che non è più una Maquina...la viola) e non riusciamo neanche a sfruttare il favore da ex di Ronca-G-Lia....

    RispondiElimina
  114. E chissà la stagista cosa riferirà.......

    RispondiElimina