.

.

domenica 6 aprile 2014

Il jackpot

Mazzarri alla fine ce l’ha fatta ad avere un rigore a favore, perché è uno di quelli che da carattere alla squadra, insomma, se l’obiettivo è chiaro lui lo raggiunge. Perché parlo di lui? Solo perché se a qualcuno venisse in mente di candidarlo a sostituto di Montella sappia che Walter prima di ogni partita da sempre un’occhiata all’oroscopo, ieri dopo il match contro il Bologna ha dichiarato di aver letto che per il suo segno sarebbe andato tutto bene e che sarebbe stata una giornata fortunata. Poi ci fu Milito. Il problema di Mazzarri è il suo secondo, perché l’oroscopo di ieri del suo secondo diceva invece che non sarebbe stata affatto una giornata fortunata. Tornando a noi, il problema è che sono 10 quelli dello staff di Montella, Thohir se la caverebbe con poco, noi invece siamo in un vicolo cieco di oroscopi. A meno che non si scelga uno staff che abbia lo stesso segno zodiacale. Ma quei braccini dei Della Valle dovevano andare a scialare proprio sullo staff di Montella? Altrimenti avremmo trovato la soluzione, mandare via il secondo del napoletano ci avrebbe messi tutti d’accordo, anzi, comprando un giocatore in meno come Gomez avremmo accontentato anche gli amanti di Gabbiadini. Se oggi vinciamo contro l’Udinese malgrado Montella mettiamo comunque 5 punti tra noi e il quinto posto, anche se noi dobbiamo combattere non solo contro la sfiga che portano i secondi, sembra che in riva all'Arno possa esserci anche chi gufa contro, addirittura quando Montella cade, le stelle esprimono un desiderio. L’esonero. Si parla troppo di futuro per i miei gusti, di allenatore e nuovi acquisti, mentre c’è ancora da portare a termine una stagione che potrebbe regalarci grandi soddisfazioni. Quelle che il povero Thohir si può solo sognare nei lunghi voli che lo portano ad assistere alla specialità di Mazzarri. La mancata vittoria. Anche Germano Mosconi era tifoso dell’Inter. Al Bambi che fa molto volontariato ma che tutti i lunedì è roso perché vorrebbe mandare via Montella, ho consigliato di ritagliarsi uno spazio terapeutico per drenare la rabbia. Gli ho consigliato di fare volontariato anche nei luna park sostituendosi al calcinculo. Per il resto abbiamo bevuto per festeggiare, anche se non ancora l’esonero, è comunque riuscito a realizzare un sogno. Era tanto che voleva comprarsi una barca e alla fine, dopo tanti sacrifici, ce l’ha fatta davvero. Solo che non aveva molti soldi e quindi si è dovuto accontentare di una barca usata e da rimettere a posto perché ha qualche problemino alla chiglia. Anzi, mi ha chiesto di aiutarlo, intanto andando a recuperarla dalla Fossa delle Marianne dove è affondata qualche anno fa. A proposito del povero Mazzarri che certo non poteva calciarlo lui il rigore di Milito, sembra che per qualcuno, l’allenatore, un giorno tirando la leva del freno a mano della sua macchina, possa fare jackpot facendoci vincere un milione di dollari infilati tutti dentro alla Coppa Italia. Il Bambi sostiene addirittura che la Gioconda sorride al pensiero di Spalletti.



211 commenti:

  1. Chiarificatore6 aprile 2014 09:10

    L'esonero oggi di Montella lo chiedono nel mondo solo il Colonnello e Zemanviola, con intenti più che altro provocatori, e non lo dico in senso negativo.
    Persino quei giornali che ne hanno parlato lo hanno fatto non in termini di qui e ora.
    Che senso ha quindi, da parte tua, Poeta,ingigantire ed inseguire ogni giorno questi fantasmi?
    Ben detto, ora non è il momento di pensare al futuro, MA NEPPURE AL PASSATO, caro Poeta, bisogna pensare al qui e ora.
    Qui e ora ancora Pasqual titolare e capitano?
    Qui e ora ancora senza due punte?
    Qui e ora ancora Cuadrado a sinistra?
    Qui e ora ancora Ambrosini in campo e magari playmaker?
    Ti va bene questo qui e ora Poeta?

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore6 aprile 2014 09:22

    Inoltre, caro Poeta, se diamo la formazione prima, ci accusi di voler fare gli allenatori, se non la diamo ci accusi di criticare solo col senno del poi.


    Mettiti d'accordo con te stesso.


    Nel frattempo io continuo a proporre la mia formazione:


    Neto;


    Tomovic (Roncaglia)- Rodriguez- Savic;


    Cuadrado-Aquilani-Pizarro-Valero-Vargas(Tomovic)


    Matri-Matos


    Preciso che più che la mia mi sembra quella più naturale, più logica, tenendo conto di come era stata concepita la Fiorentina quest'anno e delle assenze.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore6 aprile 2014 09:26

    Purtroppo leggo invece di un Pasqual titolare fisso capitano indiscusso, di Ambrosini forse in campo dal primo minuto, di un attacco formato dalle due punte (sic !?) Cuadrado e Ilicic, con Matri e Matos a guardare la partita dalla panchina.

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore6 aprile 2014 09:35

    Detto ciò l'Udinese di oggi la si può E LA SI DEVE asfaltare comunque, con qualsiasi formazione.

    RispondiElimina
  5. Giampiero Tosi6 aprile 2014 10:06

    Chiari, Savic e Vargas un ci sono, o che allenatore tu sei se un tu sai nemmen chi tu ha' convocato? A me Pasqual e mi piace come i'pan duro, ma se tu vo' fare i 3-5-2 chi tu ci metti? Tomovic che di sinistro un piglia nemmen ni' pallone?

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore6 aprile 2014 10:12

    Scusa Jordan, su Vargas e Savic non mi sono aggiornato, non essendo del mestiere, eh eh eh.
    Secondo me anche a sinistra Tomovic si destreggia bene, e meglio, ed in modo più completo ed efficace di Pasqual.

    RispondiElimina
  7. Giampiero Tosi6 aprile 2014 10:17

    Su Tomovic-Pasqual ci si può discutere ma che schierare l'uno o l'altro sia di importanza fondamentale mi sembra parecchio "questionable". Il problema è che un simil-Cuadrado per il 3-5-2 a sinistra non c'è. Il più vicino (ma senza esagerare) poteva essere Romulo, ma non è stato mai provato nemmen per sbaglio nel ruolo e mandato a Verona.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore6 aprile 2014 10:19

    Per me Jordan, non è così marginale la differenza, Tomovic sa anche puntare l'uomo ed arrivare fino alla fine del campo.

    RispondiElimina
  9. Giampiero Tosi6 aprile 2014 10:19

    dopo di che non crossa perchè di sinistro non ci piglia.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore6 aprile 2014 10:19

    Su Romulo siamo pienamente d'accordo, già dall'anno scorso.

    RispondiElimina
  11. Chiarificatore6 aprile 2014 10:21

    Io qualche cross decente dalla linea di fondo campo di Tomovic lo ricordo, non ne ricordo di Pasqual. Certo, Vargas è unico in questo, per questo avevo rimosso la sua indisponibilità, eh eh eh!

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore6 aprile 2014 10:23

    Tra l'altro anche Romulo pur essendo destro si destreggia anche sulla fascia sinistra.

    RispondiElimina
  13. Chiarificatore6 aprile 2014 10:46

    Non sono completamente d'accordo, ma questo Terim (terzo fantasma!) è strepitoso ragazzi:

    terim 8.44 : "Che bello svegliarsi la domenica mattina e non sapere chi giochera' a destra,chi a sinistra,chi in attacco, chi in difesa, se in attacco a destra o in difesa a sinistra e viceversa!!!!!!Per completare la demolizione del milan, dopo mosciolivo, Fuffella sarebbe il massimo!!!se poi gli si riesce a dare pure Pasqual allora abbiamofatto bingo!!!!!Avanti con Spalletti!!!!"

    RispondiElimina
  14. Chiari, quello che mi diverte rimarcare è proprio quello che ti ha fatto notare Jordan. A te in questo caso, ma vale per tutti, compreso me. Che comunque almeno non mi prendo sul serio. E cioè, si è credibili quando sottolineiamo le mancanze del tecnico proponendo soluzioni con dei giocatori che non sono neanche convocati?

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore6 aprile 2014 11:21

    Patetico il tuo modo di cercare maldestramente aiuto, Poeta, e di sfuggire ai problemi che vengono posti, creando fantasmi e divagando e mentendo.
    Non sono gli indisponibili Vargas e Savic il problema, e dimenticarsene qualcuno non ci toglie il diritto di criticare e non toglie fondamento alle nostre critiche.
    Riprovaci, ti è andata male ancora una volta.
    La SDA è stata una pessima scuola.

    RispondiElimina
  16. Chiarificatore6 aprile 2014 11:23

    Pongo problemi brucianti e mi si risponde che visto che ho dimenticato di Vargas e Savic infortunati non sono credibile. Pazzesco.

    RispondiElimina
  17. Chiarificatore6 aprile 2014 11:24

    Ci manca solo che ti attacchi a qualche mio errore grammaticale, Poeta, in perfetto stile SDA. Patetico.

    RispondiElimina
  18. Chiarificatore6 aprile 2014 11:27

    Oltretutto a Vargas, nell'incertezza, ho messo un alternativa, bugiardo.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore6 aprile 2014 11:28

    Quindi ho dimenticato solo Savic, Ed ora scrivici un romanzo, e parlane per un paio di mesi, in stile SDA, Poeta.

    RispondiElimina
  20. Tu hai dato una formazione che non può essere mandata in campo. A noi serve qualcuno che invece lo sappia. Il ruolo dell'allenatore, appunto. Un professionista. Ma è legittimo anche quello che dici tu, perché questo è il nostro ruolo, che ci serve per coltivare una passione, per divertirsi come cerco di fare io, ma anche per dare di bugiardi agli altri come speso piace a te. Tutto fa parte del gioco. L'importante è avere coscienza del proprio ruolo.

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore6 aprile 2014 11:35

    Il tuo è, Poeta, è quello, in questo caso, di continuare a divagare, a eludere e mentire, attaccandoti pretestuosamente, pateticamente e vomitevolmente al fatto risibile e del tutto marginale, che ho dimenticato l'indisponibilità di Savic, per delegittimare le mie critiche.
    E come avevo previsto, insisti.
    Penoso.
    Vergognati!!!

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore6 aprile 2014 11:37

    Che cazzo c'entra il mio ruolo, di cui ho piena coscienza?
    Smettila di calunniarmi Poeta.

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore6 aprile 2014 11:39

    Poeta, ho posto problemi che con l'indisponibilità di Savic non c'entrano un cazzo, bugiardo.

    RispondiElimina
  24. Marginale non conoscere chi è disponibile? Come fai allora a pensare di dare delle soluzioni? Ti piace darmi del bugiardo? A me piace farmelo dare.

    RispondiElimina
  25. Giampiero Tosi6 aprile 2014 11:41

    Romulo l'ho visto giocare a sinistra in Brasile e giocava come a destra. In quella partita di finale del paulista Santos-Santo Andrè in cui lo vidi per la prima volta due anni prima che venisse a Firenze, fece sfracelli proprio in fascia sinistra.

    RispondiElimina
  26. Chiarificatore6 aprile 2014 11:52

    Ho capito benissimo ed accettato la tua battuta, Jordan, ma c'è chi non l'ha capita, e l'ha strumentalizzata.

    RispondiElimina
  27. Guarda Chiari che tu sei molto più aggiornato di me. Questo però non toglie che Montella lo sia un po' di più.

    RispondiElimina
  28. Chiarificatore6 aprile 2014 12:02

    Io sono aggiornato come tutti i tifosi, ai quali può sfuggire qualche aggiornamento.
    Quanto a Montella ci mancherebbe altro che non lo fosse, ed alla perfezione, e questa è una di quelle ovvietà che fanno pisciare cubetti di ghiaccio, Poeta, e che non c'entra un cazzo con le mie legittime critiche.

    RispondiElimina
  29. Chiarificatore6 aprile 2014 12:02

    Oltretutto non mi sembra di essere stato il primo e neppure sarò l'ultimo a dimenticarsi di un'indisponibilità nel proporre una formazione da qui.
    Guarda caso ti sei scagliato solo sulla mia, Poeta, che tra l'altro non influisce minimamente sulle mie critiche. Pazzesco.

    RispondiElimina
  30. Sinceramente leggere un probabile attacco Joaquin Ilicic Cuadrado (a sinistra)
    fa venire le bolle. Certo che affrontiamo una squadra nettamente inferiore e dovremo spuntarla comunque. Prende forza la battuta del SOPRA, gettare le maglie in aria e i primi undici che l`acchiappano vanno in campo. Ah ah ah.
    Un altro capitolo si aggiunge ad una lunga serie, le illuminanti dichiarazioni del tecnico che attraverso i giornali ci fa sapere che per crescere, bisogna trattenere Cuadrado, dimenticandosi che poi quando lo ha avuto a disposizione, lo ha messo in ruoli inutili, dannosi per la squadra e lo stesso giocatore. Non so come possa essere ancora difendibile.

    RispondiElimina
  31. Chiari forse non sei aggiornato neanche su quello che ho scritto. E allora te lo ripeto. E' legittimo il tuo diritto alla critica, fa parte del ruolo del tifoso. Ma siccome si danno soluzioni tattiche, spesso con l'intento di evidenziare le plateali carenze tecniche di Montella, il fatto di non conoscere nemmeno chi è squalificato dimostra quanto certe accuse siano gratuite. Perché si indicano alternative senza conoscere cosa succede durante gli allenamenti, a prescindere dalle decisioni del giudice sportivo. E a prescindere da chi siede in panchina. Vale per Montella e Spalletti. E' una questione di ruoli come cercavo di spiegare prima. Quello dell'allenatore e quello di critica o loda l'allenatore. Basta che è al di là del professionismo non creda di essere lui l'allenatore. O almeno, a me non me la da ad intendere.

    RispondiElimina
  32. Chiarificatore6 aprile 2014 12:15

    Insisto, non capisci, Poeta.
    Seguimi con attenzione: se quello che ho dimenticato inficiasse le mie i critiche bene, altrimenti attaccarsi a quella dimenticanza, risibile ed ininfluente, è un vomitevole ed insopportabile pretesto per delegittimare e per evitare le mie critiche.

    RispondiElimina
  33. Ti faccio una domanda Pollock, alla quale risponderai da dilettante quali siamo:
    metteresti Joaquin Ilicic Cuadrado con la probabile difesa a quattro?

    RispondiElimina
  34. Io non ho bisogno di delegittimarti Chiari, perché tu non sei un allenatore,mentre Montella si.

    RispondiElimina
  35. Chiarificatore6 aprile 2014 12:17

    Ed anche ora eviti miseramente di rispondere alle miei critiche, oltretutto tentando di delegittimarle perché sono un semplice tifoso. Mi fai pena, in questo.

    RispondiElimina
  36. Tranquillo Chiari, anche io sono un semplice tifoso. La differenza è che tu invece non mi fai pena.

    RispondiElimina
  37. Chiarificatore6 aprile 2014 12:20

    Le mie critiche sono legittime, e vanno rispettate sempre, Pollock.
    Stampatelo bene in testa.

    RispondiElimina
  38. Lele, non sono in grado di risponderti, non ho una preparazione per dare lezioni tattiche a Montella o a chiunque altro professionista, mentre da quello che scrivi tu deduco che Montella fa scelte che dimostrano carenze che tu invece individui facilmente, se poi vince contro l'Udinese è tutto normale perché l'Udinese è nettamente inferiore. Allora ti chiedo se il Bologna è inferiore dell'Inter e cosa pensi di Mazzarri?

    RispondiElimina
  39. Chiarificatore6 aprile 2014 12:21

    Tu mi fai pena in questo tuo atteggiamento verso le mie critiche, tutto lì.

    RispondiElimina
  40. Chiarificatore6 aprile 2014 12:25

    Come cazzo ti sei permesso di criticare Delio Rossi a Firenze, se non legittimi le critiche dei tifosi a Montella, Pollock. Allora ti ritenevi all'altezza?

    RispondiElimina
  41. Chiari, sono legittime. L'ho già scritto tre volte con questa. Legittime però non vuol dire che io debba considerarle giuste. E' legittimo anche il mio scetticismo sulle tue ricette.

    RispondiElimina
  42. Chiarificatore6 aprile 2014 12:27

    No, Poeta, hai provato a delegittimarle perché mi sono dimenticato dell'indisponibilità di Savic e perché sono un semplice tifoso, non un allenatore. Penoso.

    RispondiElimina
  43. Ok Chiari sono penoso.

    RispondiElimina
  44. colonel.blimp6 aprile 2014 12:28

    Il 4-3-3 per noi è micidiale. Sono d'accordo con Jordan, Pasqual fa cacare ma da esterno di centrocampo sempre meno che in difesa e se l'alternativa è il massacro con modulo luddiano, allora: Neto, Fac, Rodri, Compper, Juan, Pek, Aquila, Borja, Pasqual, Matri, Wolski. Se però uno dei tre tenori fosse nella forma in cui li abbiamo visti recentemente (ma è Montella «che li vede durante la settimana», si dice sempre, no?), Mati. Anzi, per me Mati sempre, come LUCIANO sempre. Ma se tolgo uno a caso dei tre tenori (tutti inferiori a Mati, sia in questo momento sia se al meglio tutti e quattro) si apre un nuovo fronte di lotta sul sito del pensiero unico secondo Dorf, e quindi ci rinuncio. Chiari, Pollock critica le tue critiche, tu critichi le sue critiche alle tue critiche e così potete continuare. Ma non capisco perché Pollock ti farebbe pena. Se non per il suo essere sanfredianino e in quel caso non mi sentirei di darti torto. Ma sono nati così, il posto è di merda, aspirano da sempre a fare il gran salto (del ponte), ma noi li teniamo a bada con le guardie di frontiera.

    RispondiElimina
  45. Chiari, trovami una mia disquisizione tecnica tesa a spiegare dove Rossi sbagliasse. Il tema è questo Chiari.

    RispondiElimina
  46. Chiarificatore6 aprile 2014 12:31

    Dobbiamo accettare i pugni in campo ed in mondovisione di Delirio Rossi a Ljajic perché lui è un allenatore e noi dobbiamo avere coscienza del nostro ruolo? Quale ruolo? Di accettare ogni scelta dell'allenatore , perché lui ha il patentino e noi no? Perché a lui non sfuggono gli infortunati ed a noi a volte sfuggono?

    RispondiElimina
  47. Chiari, e 4, tu puoi dire tutto quello che vuoi. Io posso non ritenerlo attendibile.

    RispondiElimina
  48. Chiarificatore6 aprile 2014 12:33

    Ok lo criticavi solo perché ciancicava. Quindi noi tifosi non possiamo criticare le scelte tecniche degli allenatori?

    RispondiElimina
  49. Eludi la mia domanda? Non va bene nascondersi e non esiste tifoso che non abbia la sua idea senza per questo sentirsi professionista. Tu critichi chi critica, quindi ti metti automaticamente nella schiera di chi si espone con proprie tesi, giuste o fallaci che siano. Io scrivo la mia e la argomento, tu la critichi e l'accetto, ma quando ti chiedo un parere ti attacchi al professionismo di Montella. Un po poco come argomentazione. Ovvio che scrivo da dilettante, faccio un altro lavoro e già mi basta e avanza in qualche modo riuscire in questo, cosa difficile con l'aria che tira.
    Ti ripeto comunque che di Mazzarri e l'Inter mi imposta una bella sega.

    RispondiElimina
  50. E 5. Lo puoi fare.

    RispondiElimina
  51. Non eludo la domanda Lele. Io il calcio lo guardo con occhi diversi. La riprova è che non troverai mai un mio commento che affronta gli aspetti tattici. Perché non sono preparato. O forse non sono preparato perché non mi interessano.

    RispondiElimina
  52. Chiarificatore6 aprile 2014 12:38

    Certamente, Poeta, e sarebbe gradito qualche serio argomento di merito a supporto della presunta inattendibilità di quello che dico, ed in ogni caso non ti devi permettere di delegittimarlo perché sono un semplice tifoso e non un allenatore e perché mi sono dimenticato di un infortunato del tutto marginale rispetto alle mie critiche.

    RispondiElimina
  53. Per te è marginale conoscere chi è squalificato o infortunato e per me no. E qua siamo in un vicolo cieco. Se vuoi invece degli argomenti validi per offendermi posso dirti che a pranzo berrò del Lambrusco di Sorbara.

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore6 aprile 2014 12:41

    Certo che lo posso fare e legittimamente, ed essendo degno di ricevere una replica seria, nel merito, soprattutto qui, ed anche se sono un semplice tifoso al quale può sfuggire un infortunato, tra l'altro ininfluente rispetto alle mie tesi.

    RispondiElimina
  55. Prova quello della cantina PALTRINIERI, eccezionale!

    RispondiElimina
  56. Chiarificatore6 aprile 2014 12:44

    Io non ti voglio offendere, giudico il tuo comportamento in questa circostanza, nella quale tu e solo tu sei cieco e sordo peggio di Ludwig, in questa Pollock. Perché il tuo argomento sarebbe valido se la mia dimenticanza inficiasse le mie critiche.

    RispondiElimina
  57. Grazie Orcio perché non è facile trovarne uno veramente buono. O almeno è difficile per me che non conosco bene l'argomento.

    RispondiElimina
  58. Chiari, diciamo allora che le tue critiche sono inficiate da vizio formale.

    RispondiElimina
  59. Oggi ho provato a sbirciare e vengo travolto dallo Tsunami Chiari-Pollok. Meglio se fosse di Brunello e non di Pigato, ma anche Sangiovese o Lambrusco andrebbero bene. Tento di riemergine dal vortice, ma penso che con questa sarò ricoperto da una nuova ondata: ecco la mia formazione per oggi (4-3-2-1): Neto,Cuadrado,Diakité,Gonzalo,Tomovic,Aquilani,Pizarro,Mati,Wolsky,Ilicic,Matri. Borja non rischiato in panca. Andow se in ripresa inserito nel secondo tempo. E ora vado a bere un bicchiere di Montepulciano così per sparigliare ulteriormente le carte

    RispondiElimina
  60. Chiarificatore6 aprile 2014 12:51

    Le mie sono critiche argomentate pertinenti e precise, Pollock.

    RispondiElimina
  61. Allora, anch'io metterei in campo il 3-5-2:
    Neto; Tomovic, Gonzalo, Compper (Diakité); Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Valero (Mati), Pasqual; Matri, Ilicic (Wolski, Matos)

    Se si deve giocare con la difesa a 4, io metterei un 4-2-3-1:
    Neto; Tomovic, Gonzalo, Diakité (Compper), Roncaglia; Aquilani, Pizarro; Cuadrado, Ilicic (Wolski), Joaquin; Matri

    Se poi, costretti dallo Zaller, bisogna mettere in campo il 4-3-3, eccolo:
    Neto; Tomovic, Gonzalo, Diakité (Compper), Roncaglia; Aquilani, Pizarro, Valero (Mati); Cuadrado, Matri, Matos. Questa formazione potrebbe trasforemarsi nel 3-5-2 a partita in corso.

    RispondiElimina
  62. Chiarificatore6 aprile 2014 13:00

    Ecco un'altra tua perla, un'altra tua vomitevole bugia, Pollock: "Per te è marginale conoscere chi è squalificato o infortunato".
    Non mi sono mai sognato di sostenere una stronzata del genere, e ti chiedo ancora una volta di smetterla di calunniarmi.
    Seguimi bene Pollock, ho detto che l'aver dimenticato da parte mia l'indisponibilità di Savic è del tutto ininfluente rispetto alle mie critiche specifiche, e più in generale ho detto che il fatto che un tifoso dimentichi un'indisponibilità non è argomento che toglie credibilità o attendibilità alle sue critiche.
    Mi sembra elementare, ovvio.

    RispondiElimina
  63. Chiari, il Pollock è un sanfredianino, per noi è una classificazione, per te ligure un pochino più complicato comprendere. Firenze è la culla dell'arte ma anche della presa per i culo, ecco i sanfredianini si sentono i soli autorizzati ad andare oltre. Io sono vicino, poche centinaia di metri, ma dall'altra parte del ponte, c'è solo l'Arno che divide, ma in realtà vuol dire distanza siderale, praticamente un altro mondo. ahahahahah.

    RispondiElimina
  64. Chiarificatore6 aprile 2014 13:02

    Mettiamola così.

    RispondiElimina
  65. Sopravvissuto6 aprile 2014 13:06

    Chi sará la fava?Il problema é che continuiamo a prendere due piccioni con una fava; la fava in questo momento (un po' lungo) é "la punta", i piccioni sono i gol che continuiamo a prendere.

    RispondiElimina
  66. Bisogna assolutamente invertire la tendenza, nel girone di ritorno, a perdere punti in casa (solo due vittorie in casa nel ritorno, contro Atalanta e Chievo).

    RispondiElimina
  67. E comunque anche te sei andato oltre, hai sfondato ogni barriera hai sforato ogni stop loss, gli hai detto che è peggio di Lud...!

    RispondiElimina
  68. Come no, da una parte si cerca di delegittimare in tutte le maniere le scelte del tecnico (e non è riferito a Montella ma a tutti i tecnici del mondo da parte di tutti i tifosi del mondo) con ricette fatte in casa, e dall'altra però non si sa nemmeno chi è a disposizione. Questo sarebbe marginale?

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore6 aprile 2014 13:09

    Peggio no, è vero, ho esagerato, ma in questo caso c'è andato vicino.

    RispondiElimina
  70. Oggi bisogna invertire la tendenza di sfavamento generalizzato che ci ha colpiti e che non ci può accompagnare fino al 3 maggio p.v., dato che ancora abbiamo un obiettivo da conquistare. Poi sul rendimento in casa di quest'anno potremo discuterne a iosa dopo maggio, dato che si prevedeva che sarebbe stato più difficoltoso di quello esterno, ma così brutto neanche io me lo sarei aspettato...

    RispondiElimina
  71. Se posso sommessamente provare a interpretare lo spirito del curatore del blog, quello è stato il momento di suo maggior godimento...

    RispondiElimina
  72. Pollock, per un ottimo Lambrusco, c'è un punto vendita della produzione di Lini,
    in tre qualità, rosso bianco e rose`.Passa il ponte, in Borgognissanti accanto alla Chiesa. Ah, non scordarti il passaporto, ahahahahaah.

    RispondiElimina
  73. Chiarificatore6 aprile 2014 13:14

    Ancora mistifichi, Io non delegittimo, critico Montella con argomenti precisi. Tu invece prendi a pretesto una dimenticanza che capita a tutti da qui e che nel caso non c'entra con le critiche per definire non credibili le critiche. Questo tuo è un argomento, un pretesto, idiota che neppure all'asilo infantile sarebbe accettato.

    RispondiElimina
  74. Chiarificatore6 aprile 2014 13:14

    Ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  75. Che eravate sonati si sapeva bene in San Frediano, ma non al punto da mettersi a vendere Lambrusco!!!

    RispondiElimina
  76. Chiarificatore6 aprile 2014 13:18

    Si sa chi c'è a disposizione, da qui a chiunque però può sfuggire qualcuno, si tratta in questo caso di vedere se la dimenticanza inficia il suo ragionamento. Semplice.

    RispondiElimina
  77. Allora mettiamola così, è la sicumera che viene utilizzata per dimostrare la veridicità dei propri argomenti,che di fatto servono a spiegare quanto sia facile trovare un rimedio alle nefandezze di un allenatore, che vacilla, quando nella formazione che si è scelta per dimostrare quanto si è bravi, c'è un infortunato e uno squalificato.

    RispondiElimina
  78. colonel.blimp6 aprile 2014 13:24

    Pollock espulso dall'asilo infantile, come rivela tristemente il Chiari... Un delinquente già a quella tenerissima età. Un sanfredianino, tutto qui, dico io. Adesso entro in zona-partita e vi lascio, ma vi avverto che è tutta la mattina che Ludde, oggi incautamente usato come deterrente oltraggioso per regolamenti di conto sitollockiani, sta sparando a zero su Gomez. Gli riesce alla perfezione soprattutto quando Gomez è indisponibile e non può provare la sua (di Gomez, ovviamente) infinita inettitudine.

    RispondiElimina
  79. Chiarificatore6 aprile 2014 13:26

    Nessuna sicumera, solo argomenti da parte mia, che meritano, qui, repliche altrettanto argomentate e altrettanto nel merito. Ripeto, la dimenticanza di un infortunato o di uno squalificato da qui ci può stare e non toglie la minima credibilità agli argomenti se quella dimenticanza non c'entra con cazzo con quegli argomenti.

    RispondiElimina
  80. Chiarificatore6 aprile 2014 13:27

    Ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  81. Dimostra che tu sei un tifoso e che un allenatore quelle dimenticanze non se le può permettere. Così va bene?

    RispondiElimina
  82. Chiarificatore6 aprile 2014 13:29

    Certamente, ovvio. E ripeto, nulla toglie alla credibilità delle mie critiche che non c'entrano un cazzo con quella dimenticanza.

    RispondiElimina
  83. Sbagli a sottostimarlo. Certo un pinot Sankt Valentin è altra roba,
    Lini è tra i migliori costa 5€. Comunque mi par strano questo classismo, siete abituati da una vita alla spuma Salus...

    RispondiElimina
  84. Allora ti chiedo, visto che la dimenticanza non inficia la credibilità dei tuoi argomenti. Il fatto di non allenare quei giocatori di cui poi componi formazioni senza avere l'obbligo di considerare solo i disponibili, ha un valore oppure no? Pensi di essere sulla play station o il lavoro sul campo ha una sua validità? Tu ne sai più di un allenatore che segue e parla con i giocatori? Credi quindi di essere più credibile di un allenatore? Per me no. E il fatto che non sai nemmeno chi è squalificato me lo conferma.

    RispondiElimina
  85. No. Non lo sottostimo affatto. Infatti ieri l'ho comprato. Era solo un modo per darvi di sonati. Il Lambrusco in Borgognissanti non è proprio del tutto normale.

    RispondiElimina
  86. Chiarificatore6 aprile 2014 13:41

    Non ne so di più, non mi ritengo assolutamente più credibile di un allenatore, e non solo perchè da qui posso dimenticare uno squalificato. Ma tra tifosi, come siamo qui, pretendo che i miei argomenti vengano discussi con correttezza e nel merito, oppure meglio ignorarli. Sono d'accordo sul fatto che certe scelte dell'allenatore che ci sembrano assurde possono essere motivate da situazioni interne, più o meno accettabili, che non conosciamo. Ciò però nulla toglie al nostro diritto di dire che quelle scelte ci sembrano assurde, e magari anche di ipotizzare quelle ragioni. .

    RispondiElimina
  87. Non conosco il fatturato, ma se tengono aperto...
    Comunque scordi che da noi passano tanti turisti.

    RispondiElimina
  88. Io sono la dimostrazione del tuo diritto, come quello di chi chiede l'esonero da subito. Come c'è un diritto contrario che è quello di non essere d'accordo. E di esprimerlo con gli strumenti che uno ritiene più idonei. Io non entro nel merito come nel merito non ci sono mai entrato, con nessuno. Forse oggi ti da più fastidio perché questo è rivolto a te. Ed è comprensibile. Ma è il mio modo. Che è stato sempre così.

    RispondiElimina
  89. I veri turisti passano solo in San Frediano.

    RispondiElimina
  90. Chiarificatore6 aprile 2014 13:49

    No, tu me lo hai tolto quel diritto stamattina, quando con la scusa idiota della dimenticanza dell'indisponibilità di Savic hai definito inattendibili le mie critiche.

    RispondiElimina
  91. ...e una volta che si rendono conto, ripassano il ponte in via definitiva.

    RispondiElimina
  92. Non metto in discussione il tuo diritto alla critica. Sei tu stesso che rendi inattendibili i tuoi argomenti per vizio formale.

    RispondiElimina
  93. Chiarificatore6 aprile 2014 13:53

    Tu li hai dichiarati inattendibili con un argomento idiota. Dovresti vergognartene.

    RispondiElimina
  94. Chiarificatore6 aprile 2014 13:56

    In linea di principio i miei argomenti di tifoso appassionato non sono assolutamente inattendibili. Vanno verificati nel merito, e con correttezza, sicuramente qui.
    Montella non è certo tenuto a prenderli in considerazione.
    Sarà la realtà a dire se sono fondati, e quanto.

    RispondiElimina
  95. A dire il vero, DiladdArno, in piazza della Passera c'è la miglior gelateria di Firenze... E che dire della Cappella Brancacci? E la "movida" sanfredianina?

    RispondiElimina
  96. Sopravvissuto6 aprile 2014 14:22

    Nessuno a detto a Lud che non si parla degli assenti.

    RispondiElimina
  97. Intanto il PROBABILE attacco Ilicic, Joaquin, Cuadrado non c'è. Ma tant'è.

    RispondiElimina
  98. Chiarificatore6 aprile 2014 14:31

    Attacca senza punte, con due punte sedute in panca.

    RispondiElimina
  99. Con quelle due punte sedute in panca. O pensi che ci avrebbe messo pure Gomez e Rossi in panca?

    RispondiElimina
  100. Chiarificatore6 aprile 2014 14:44

    No. Ma non avrei rinunciato alle due punte in tutti questi mesi, oggi compreso.

    RispondiElimina
  101. Chiarificatore6 aprile 2014 14:45

    Comunque oggi si vince, in ogni caso.

    RispondiElimina
  102. Non c'è solo il ruolo, c' è soprattuuto il valore di chi eve ricoprire quel ruolo.

    RispondiElimina
  103. Chiarificatore6 aprile 2014 14:56

    Certo, ma in questo caso non vedo la clamorosa differenza di valore (nel ruolo che comunque bisogna ricoprire) tra chi scende in campo e chi sta in panca, tale da giustificare il sacrifico di specialisti del ruolo stesso.

    RispondiElimina
  104. Chiarificatore6 aprile 2014 14:59

    Per spiegarmi con un esempio. Joaquin è sicuramente più affidabile di Matos e anche di Matri, ma se gioca ala destra, in quanto punta secondo me no. Ancora di più si può dire dell'Ilicic di quest'anno.

    RispondiElimina
  105. Sopravvissuto6 aprile 2014 15:33

    Mezz'ora da urlo!

    RispondiElimina
  106. Prima mezzora e l'inguardabile e improbabile viola in campo non se la gioca poi così tanto male.... Certo, Pasqual non si guarda, Ambro impalpabile, Cuadrado a sinistra non c'azzecca, segnamo grazie ad una autorete, ma siamo comunque pimpanti e piacevoli da vedere.

    RispondiElimina
  107. Ambrosini è stato uno dei migliori in parecchie zone del campo, va bene avercela con lui Orcio....... ma insomma.

    RispondiElimina
  108. Chiarificatore6 aprile 2014 15:52

    Ambrosini gioca di mestiere, Leo, ma non fa per questa Fiorentina, se non è a posto Valero, questa era la partita per Anderson non per Ambrosini.
    Cuadrado a sinisra è sacrificato, come si era già visto.
    Fa più Tomovic da solo sulla fascia destra che Cuadrado e Pasqual insieme su quella sinistra.

    RispondiElimina
  109. Chiarificatore6 aprile 2014 15:53

    Questo primo tempo di doveva chiudere sul doppio vantaggio, l'Udinese è nulla.

    RispondiElimina
  110. Chiarificatore6 aprile 2014 15:55

    Se portiamo a casa i tre punti e il Parma stasera ci fa un regalino si riapre un piccola speranza.

    RispondiElimina
  111. Per adesso abbiamo dominato, creando parecchie occasioni gol, la maggior parte delle quali di testa. in generale, mi sembra che abbiamo messo in campo una squadra più fisica, con gente tipo Mobido e Ambro (lo stesso Ilicic fisicamente è forte): in quest'ottica si capirebbe l'eventuale acquisto di Kaboul.
    Forse ho visto male, ma mi sembra che si giochi una sorta di 4-3-2-1, con Cuadrado e Ilicic trequartisti dietro a Matos: i due trequartisti giostrano abbastanza centrali, quando si decentrano vanno sulla fascia opposta rispetto al loro piede preferito, quindi Cuadrado a sinistra e Ilicic a destra. Finora funziona, ma nel secondo tempo non è che Guidolin starà a guardare, qualcosa si inventerà.

    RispondiElimina
  112. Ambrosini ha dato più apporto nelle tre fasi di gioco di Aquilani e Pizarro, poi se si vuol giudicarlo sempre con prevenzione non ci sono problemi. Oggi uno dei migliori a centrocampo.

    RispondiElimina
  113. Tre punti stra-meritati, occasioni a pioggia, Neto praticamente inoperoso prima del goal che macchia la sua prova. Il quarto posto sta prendendo sempre più corpo. Abbiamo corso e giocato bene nonostante fossimo abbastanza spuntati, un po' per scelta un po' perché i sostituti sono questi.

    RispondiElimina
  114. Chiarificatore6 aprile 2014 17:00

    Sono d'accordo. E' sul tipo di giocatore la mia obiezione, sulla qualità tecnica. Detto ciò ha fatto un super assist a Cuadrado.

    RispondiElimina
  115. Chiarificatore6 aprile 2014 17:02

    Anche sulla colpa di Neto ci andrei cauto, è venuto fuori un tiro che non voleva esserlo, con una traiettoria beffarda che avrebbe ingannato chiunque.

    RispondiElimina
  116. Non solo, un bel colpo di testa e un tiro deviato nel primo tempo e tante chiusure nel mezzo oltre che in difesa. Se ne avessimo uno più giovane sarei più contento anche io ma un'interditore di questo livello fa sempre comodo. Nonostante l'assenza di Borja e di peso la davanti s'è preso a pallate l'Udinese per larghi tratti della partita.

    RispondiElimina
  117. E' distante, è sul suo palo, mi è parso goffo anche come movimento di copertura. Peccato, aveva fatto bene fin li.

    RispondiElimina
  118. Chiarificatore6 aprile 2014 17:07

    Sorpreso dalla traiettoria in ritardo perché si stava muovendo aspettandone un altra.

    RispondiElimina
  119. Partita rassicurante sulle condizioni fisiche e mentali della squadra, nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, nel secondo abbiamo controllato la partita e, in generale, abbiamo dominato. Le uniche occasioni da gol lasciate all'Udinese sono state il gol, abbastanza casuale, e il colpo di testa al 49'.

    RispondiElimina
  120. Chiarificatore6 aprile 2014 17:09

    L'Udinese di oggi era poca roba, detto ciò anch'io sono soddisfatto soprattutto per le condizioni fisiche e mentali della squadra.

    RispondiElimina
  121. Il gol è stato abbastanza casuale, Neto non mi è apparso incolpevole, ma - detto questo - la finirei qui, non mi sembra il caso di soffermarcisi più di tanto.

    RispondiElimina
  122. Chiarificatore6 aprile 2014 17:10

    Gol così imprevedibili si possono prendere.

    RispondiElimina
  123. E' vero, ma era poca roba anche grazie alla nostra prestazione.

    RispondiElimina
  124. Esatto, altrimenti non ne usciamo più, si perde siam coglioni, si vince sono scarsi gli altri, e che diamine!!!! eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  125. Sì, sono gol fortunosi che fanno fare brutta figura al portiere. C'è una certa responsabilità anche di Wolski che ha perso palla in zona pericolosa.

    RispondiElimina
  126. Chiarificatore6 aprile 2014 17:13

    Diciamo che ci stanno le due cose, i nostri meriti ed i demeriti dell'Udinese di oggi. Che l'Udinese di oggi si doveva battere con qualsiasi formazione l'ho scritto qui sotto prima che iniziasse la partita.

    RispondiElimina
  127. Abbiamo giocato meglio oggi rispetto alla semifinale di ritorno, quando abbiamo vinto 2-0

    RispondiElimina
  128. Sul gol dell'Udinese secondo me c'è una deviazione di Pasqual.

    RispondiElimina
  129. Chiarificatore6 aprile 2014 17:15

    Certamente, ma quella fu una partita a sé. Da dentro o fuori, e dove i lor gol valevano il doppio.

    RispondiElimina
  130. Chiarificatore6 aprile 2014 17:16

    E c'è un fallo sul nostro uomo, grazie al quale hanno creato l'azione da gol.

    RispondiElimina
  131. Chiarificatore6 aprile 2014 17:17

    Plausibile vista la traiettoria.

    RispondiElimina
  132. Chiarificatore6 aprile 2014 17:17

    C'era fallo su Wolski.

    RispondiElimina
  133. Non l'ho vista, magari c'è stata ma rimane un tiro da posizione abbastanza defilata che s'insacca sul palo del portiere. Non mi pareva imparabile in ogni caso. Neto fin a quel momento si era sporcato i guanti si e no una volta soltanto. Peccato!

    RispondiElimina
  134. Chiarificatore6 aprile 2014 17:22

    Il Colonnello oggi tarderà, è andato a raccogliere una vagonata di merda da rovesciare su Neto. Jordan lascia che si sfoghi. Ah ah ah ah ah ah ah!!

    RispondiElimina
  135. Sottoscrivo, anche perché l'Udinese é stata pericolosa e sempre in partita. Solo che eravamo piu' forti

    RispondiElimina
  136. Chiari, ma non sarà mica che ti sopravvaluti un po' troppo?

    RispondiElimina
  137. Cicciarelli ha dato 5 a Ilicic nelle sue pagelle sul sifone, a riprova del fatto che la troppa ciccia talvolta ottunde pure la mente.

    RispondiElimina
  138. Cuadrado, man of the match. Matos, my man. Ho contato 9 interventi geniali del brasiliano, in mezzo a tocchi, appoggi, battaglie, morsi e corse coast to coast. Si sarebbe meritato il gol, come un Oscar alla carriera.
    Cuadrado, quando é in auge, giustifica biglietti in tripla cifra per vederlo.
    Illicic ha dato lustro alla manovra, finally! Non giustifico le critiche ad Ambrosini, sempre al posto giusto e pesante anche in attacco con tentativi e assist (remember la traversa di Cuadrado?)
    Mi hanno deliziato le discese (TRE) di Diakité, serpentinando in verticale.
    Tosti gli altri di centrocampo, a parte i primi minuti di assestamento.
    Neto s'é fatto uccellare, perché ha creduto, come tutti, al cross, ma non gliene voglio, viste le volte che ci ha tenuto in partita ultimamente: un errore, certo, ma anche una buccia di banana.
    Montella ora, a logica di tifoso, dovrebbe essere risalito sulla curva della genialità e ridisceso su quella dell'incompetenza. Meglio sarebbe, invece di immaginare diagrammi abusivi, pensare che ci permette di vedere una squadra che gioca a calcio e che fa dello spettacolo un obbligo.

    RispondiElimina
  139. eheh...ma no , aveva il sole negli occhi, perché il prosciutto l'aveva mangiato

    RispondiElimina
  140. Sopravvissuto6 aprile 2014 18:12

    QUANDO IMPROVVISAMENTE L'OSTICA (STORICAMENTE) UDINESE DI GUIDOLIN DIVENTA "POCA COSA"...senza nessun merito di Montella, per taluni. Bizzarro. Come chi non ammetterà che Montella ha dato scacco al monaco veneto, schierando una formazione all'apparenza strana ma nella realtà perfetta per imporre gioco, ritmo e tenere l'Udinese sempre disinnescata. Pallino sempre in mano alla viola, Cuadrado zanzara ovunque, Cappuccino-Pek a dettare tempi, Ambro e Aquilani a lottare e costruire, Diakité The Black Wall; pochi accorgimenti e Vincenzo offre al pubblico una viola che corre, costruisce, devastando il centrocampo Udinese. Un primo tempo solo fiorentino, impreziosito dal gol del migliore in campo.
    Ripresa dove il secondo gol é affidato a un ideale countdown, ogni volta che i Nostri eroi tagliano il campo arriviamo al limite dell'area e sempre il Cafeteros subisce un ingenuo (per Danilo) fallo. Non-Cappon Rodriguez funge da Saratoga e sigilla risultato. Udinese avanti con nervi e rabbia, l'uscita di Matos (quanta profondità ha dato!) e l'entrata della statica punta Mangia-gol permette all'Udinese di alzare il baricentro ma l'autogol li premia oltre ogni merito, infatti Neto non effettua parate da santificare.
    Fasce bianconere bloccate, nonostante amnesie di Pasqual, Muriel passero solitario, Fiorentina ricca di agonismo e corsa. Non male, Vince'...! Pagelle primaverili:
    NETO 6: prende gol senza essere mai impegnato. Incolpevole sull'autogol.
    TOMOVIC 6,5: nessun Udinese sfonda dalla sua parte, si propone ma si nota che non é un fluidificante. Buona gara, buon ritmo, sempre lucido.
    RODRIGUEZ 6,5: nessuno svarione, passaggi sempre a destinazione, guida magistralmente la difesa. Glaciale sul rigore. Ritrovato.
    DIAKITÉ 6,5: non ha nessun avversario fisso ma é una cerniera puntualissima. Alcune uscite palla al piede sono imperiose, la sua prestazione imperiale. Centrale.
    PASQUAL 5,5: soffre più di tutti, rincorre vanamente Widmer e Badu, commette autogol.
    AMBROSINI 6,5: tutta sostanza, garra perenne, fa sentire ciò che i tre tenori non hanno: tacchetti. Non sbaglia quasi nulla e offre un assist a Cuadrado da vero finisseur.
    AQUILANI 6,5: il Gerrard della Garbatella, corsa e geometrie. Non si rompe più. Magia.
    PIZARRO 6,5: aboliti gli strafalcioni tecnici, riesce ad offrire una prestazione da "100% Pek"; arretrato o avanzato é riferimento e by-pass per tutte le azioni.
    ILICIC 6: non male ma manca quel "quid" che giustifichi 10 milioni.
    MATOS 6,5: l'indole é da ala, da rompi-ghiaccio e così riesce a dar fastidio agli udinesi, creando molti spazi e andando in profondità senza problemi. Manca solo il gol...
    CUADRADO 7,5: gol, traversa, rigore procurato. N'ESPRESSO, WHAT ELSE? Salta sempre l'uomo, é di gomma, corre e rincorre. Ovunque devastante, il nostro Napalm.
    WOLSKI N.G.
    MATRI 6- : rimpiangiamo Matos dopo l'uscita, tutto dire. Buon assist per Ambro...Poi?
    ANDERSON 5: in 4' tocca due palloni e invece di temporeggiare o mirare il passaggio, regala palla ai friulani. Incompreso-man.
    MONTELLA 7: scelte ponderate (coraggiose?) (fuori Roncaglia, Valero, Matri, Joaquin) e azzeccate; la squadra oggi corre, tutti si propongono e il brio accompagna le azioni. Avrà meriti se l'Udinese mai impensierisce la viola? Due gol, una traversa, due parate di Scuffet...merito di Guidolin?

    RispondiElimina
  141. si, si, Sopra, l'Udinese non é affatto poca cosa, siamo noi ad essere tanta cosa.

    RispondiElimina
  142. Ma perché dovrebbe fare una cosa del genere? Si è trattato palesemente di un autogol di Pasqual.

    RispondiElimina
  143. Vabbé, non hai colto l'ironia del mio post, ma ci sta. Ho scritto dopo 30 minuti di gran partita, nonostante tutta la fuffa che era in campo... ciao!!!

    RispondiElimina
  144. colonel.blimp6 aprile 2014 18:28

    CRONACA

    Interessante e inedita formula di 4-3-2-1, con Matos centravanti arretrato che procura spazi ai due che si muovono fra le linee e che invertono spesso il settore di partenza. Il limite della soluzione concerne Pasqual, bevuto da Widmer come una coca da un bambino assetato, ma nel primo tempo gli udinesi non ne approfittano appieno. Soffriamo solo nei primi dieci minuti della prima frazione, e solo per causa di Muriel, su cui Rodri ripara affannosamente in seconda battuta dopo aver perso la prima: ma in breve la difesa prende le misure e si conferma che la coppia centrale Rodri-Diakitè è la migliore di cui disponiamo, sì che l'unico appunto che dipoi potrà esser mosso al nostro reparto difensivo è un'occasione al 49° del secondo tempo su calcio d'angolo (toh!), dopo che Neto aveva riaperto immeritatamente la partita (e sia pure che il rigore su Juan fosse «leggero»: ce ne danno così a obiettivi perduti, quando eravamo in lizza per qualcosa ce li negavano anche in presenza di omicidi). Le prove gigantesche del Pek e di Juan non devono minimizzare un ritrovamento della fluidità di manovra e della verticalizzazione, mentre apprezzabile è il ritorno a più che un simulacro di pressing lungo tutto il match. E' la miglior partita nostra dalla gara di Catania (!) e conforta anche sul piano atletico: sono forse stati sbagliati i tempi della preparazione, non essa per intero.





    PROSPETTIVE

    Luciano.





    PAGELLE

    NETO 5 : Ogni volta che crediamo di aver trovato in lui il portiere, ci riconsegna all'incazzatura, riproponendo classiche malformazioni di scuola (non la prima volta, la scopertura da lungi di lato sul proprio palo).

    TOM 7-: Sufficientemente solido dietro, molto propositivo davanti senza troppe grezzate desilvestriche.

    RODRI 7- : Con le eccezioni citate in cronaca, torna ad essere il prence del reparto.

    DIAKITE' 7- : Disboscante ma senza avventatezze, buono negli inserimenti di fraseggio.

    PASQUAL 5,5 : Davanti si rende utile, dietro è il solito poretto, graziato stranamente da Guidolin per un tempo.

    PEK 8 : Spettacolare prestazione, solo un po' calante nella ripresa. Ma imprevedibile, incontenibile, geniale, un frullatore di idee, un io che da sé pone il non-io e lo supera in dialettica, un problema filosofico insolubile per gli avversari.

    AMBROGIO 7 : La sua migliore performance fiorentina, per continuità sui due tempi, per intelligenza di posizionamento, per accortezza di giocate, per senso dei ritmi di volta in volta necessari.

    AQUILA 6,5 : Ha inserimenti rapaci e sfortunati, in area. Tiene botta e non scazza quasi niente ma neanche sa brillare, invero.


    CUADRADO 8 : Finalmente di nuovo nei suoi cenci, che sono la porpora e l'ermellino. Alto livello d'ispirazione, gambe come rotative.



    MATOS 7 : Razzente, astuto negli spostamenti, insidioso in area, è stata una delle chiavi della vittoria. Grave colpa di Montella aver rinunciato così a lungo, in campionato, a questo talentuoso giovane, pur con le lunghe assenze dei due diamanti offensivi.


    ILICIC 6 : Per larghi tratti opaco, si risveglia con intuizioni improvvise, sembra durare, si riaffloscia, si riaccende. Alla fine scrocca la sufficienza, ma per 9 milioni ci vuol altro.


    WOLSKI n.g.


    MATRI n.g.


    ANDOW n.g.


    MONTELLA 7 : Oggi gli si può rimproverare solo Pasqual. E Andow per gestire il risultato, invece di Mati, fosse solo per due minuti, non ha senso.

    RispondiElimina
  145. Chiarificatore6 aprile 2014 18:35

    Il Colonnello con Neto è spietato.

    RispondiElimina
  146. E' un partito preso che non gli fa onore,

    RispondiElimina
  147. A me questo modulo 4-3-2-1 non è dispiaciuto affatto (lo avevo anche paventato tra un'onda e l'altra...). Matos si rivela molto utile perché dotato di gamba e buoni movimenti ad aprire spazi. Udinese che non fa barricate e squadra che beneficia della settimana di lavoro, oltre che del rientro di Pek. Lavoro sporco di Ambrosini e di Aquilani. Cuadrado che folleggia e Ilicic a volte troppo gigione ma con un sinistro troppo bello per non essere sfruttato a dovere. Matri in un modulo come questo dovrebbe sguazzare e si fa togliere la scena dal ragazzino, segno che è davvero un anno no per lui. Diakitè mi piace molto più come centrale di difesa a due che nella difesa a tre o addirittura esterno. Tomovic come terzino destro mi è piaciuto parecchio, molto molto meno Pasqual, ma oggi lì non abbiamo alternative. Dilettiamoci a far faticare ora gli altri e vedrete che da qui a fine campionato ritroveremo la bella realtà vista nel 2013. Alè viola!!!

    RispondiElimina
  148. Chiarificatore6 aprile 2014 18:39

    Sono d'accordo, a parte Neto, per me non accusabile sul gol.

    RispondiElimina
  149. Chiarificatore6 aprile 2014 18:43

    Il Colonnello è fatto così, è un estremista del pensiero, eh eh eh!

    RispondiElimina
  150. colonel.blimp6 aprile 2014 18:44

    Se fosse un partito preso non riconoscerei le sue qualità e le sue buone giornate.

    RispondiElimina
  151. Oggi, ad esempio, colpe ne ha ben poche. la deviazione di Pasqual è stata determinante.

    RispondiElimina
  152. Giampiero Tosi6 aprile 2014 18:46

    No è fissato, ma solo per rompere i coglioni a me. Il goal è stato i tripudio del colpo di culo, un cross che viene deviato nel sette, nemmeno a mettercelo con le mani.

    RispondiElimina
  153. Giampiero Tosi6 aprile 2014 18:48

    Fallo su Wolski lasciato correre ma Celi è un arbitro che dir mediocre è insultare la mediocrità.

    RispondiElimina
  154. colonel.blimp6 aprile 2014 18:48

    Beh, quello di romperti i coglioni è un effetto secondario e non necessariamente involontario, o Pat fattoti raro ultimamente (ahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  155. Chiarificatore6 aprile 2014 18:51

    Oggi non è stato un brodino è stata una boccata d'ossigeno e di ottimismo, non solo per le condizioni psicofisiche manifestate dalla squadra, ma anche, tutto sommato, per il gioco, più che accettabile, tenendo conto, tra l'altro che non c'era in mezzo uno che si chiama Valero.

    RispondiElimina
  156. Chiarificatore6 aprile 2014 18:54

    Lo sai che su Neto sta dalla tua parte, Jordan. Ed anche oggi.

    RispondiElimina
  157. Chiarificatore6 aprile 2014 18:54

    Sono d'accordo.

    RispondiElimina
  158. colonel.blimp6 aprile 2014 18:54

    Valero delle ultime partite non è molto utile alla causa. Esclusione coraggiosa e pagante da parte di Montella.

    RispondiElimina
  159. Chiarificatore6 aprile 2014 18:56

    Forse non è al meglio.

    RispondiElimina
  160. Giampiero Tosi6 aprile 2014 18:56

    Sta in mezzo alla porta per uscire, perchè di lì non si tira, si crossa ed infatti Fernandez crossa di interno destro. Solo che quella fava di Pasqual ci mette il piedone scoordinato e la palla viene deviata verso la porta fino a finire proprio nel "7" alto. C'era il tempo di intevenire? Forse, ma la parabola era piuttosto anomala e molto sculata e bisogna vedere quanto Neto fosse già sbilanciato per anticipare l'uscita.

    RispondiElimina
  161. colonel.blimp6 aprile 2014 18:58

    Di sicuro.

    RispondiElimina
  162. Chiarificatore6 aprile 2014 18:59

    E' la stesso giudizio che ho dato io, vedendo la partita in TV.

    RispondiElimina
  163. L'Udinese è squadra che ci ha sempre fatto patire le pene dell'inferno. All'andata ci suclassò nettamente nel secondo tempo. In Coppa Italia sbagliarono anche l'impossibile e furono puniti da una giochessa di Cuadrado. Stasera sono stati dominati largamente ed il risultato è bugiardo, perché doveva essere più pesante per loro per quanto visto in campo in 90 minuti.
    la Fiorentina ha dato incoraggianti segni di crescita, che fanno seguito ai timidi accenni che giò si erano visti a Genova, specie nel secondo tempo. La volata finale è iniziata e la squadra sembra proprio che abbia da spendere qualcosa più delle normali riserve.

    RispondiElimina
  164. Sopravvissuto6 aprile 2014 19:26

    VIGILE, non colgo. Era ironico il tuo commento? Quest'anno 3 volte ci hanno fatto soffrire, gli udinesi. Non necessariamente la prova disarmante di un avversario é colpa dell'allenatore dei "disarmati", molte volte- come oggi- l'allenatore avversario ha dei meriti. Atleticamente siamo stati superiori (Tomovic 3 volte arrivato a fondo campo, Diakité spavaldo ed esuberante, Cuafrado come ai bei tempi, Pizarro trottola...). Diamo a Cesare quel che é di Cesare (come direbbe Lele di Prandelli...ehehe ehehe ...ahahha NASA..dai Lele, scherzo!), Montella oggi ha sbagliato nulla. Se lo scrive il Colonnello, senza mano tremante....(il vostro Zenit- Blimp- ha vinto 6-2...senza Spalletti, così, per dire...eheh ehehe ehehehhee )

    RispondiElimina
  165. Neto 6-, diciamo che la deviazione gioca un brutto scherzo ma passa li ad un metro, sul suo palo; fino a quel momento poco impegnato ma sempre presente. Gonzalo 6,5, se sono tecnici e veloci se lo bevono, quando prende le misure e gioca d'anticipo li annulla il più delle volte. Pure un goal a impreziosire una prestazione, tutto sommato, nella norma per il suo standard. Tomovic 6,5, buono quando spinge, non un'iradiddio quando difende pur concendendo davvero poco dalla sua parte. Diakhitè 7-, giganteggia in percussione, serra le fila in difesa, nel secondo tempo non passa uno spillo dalle sue parti. Fisicamente contundente. Pasqual 5,5, il primo cross avviene al 3' del secondo tempo, nullo in contenimento, pecoreccio in appoggio ai compagni d'attacco. Boh ?! Aquilani 6,5, più che cucire scuce le manovre avversarie che è una bellezza, sortite in appoggio a quel poco che avevamo davanti, buona prestazione. Pizarro 6+, nel secondo tempo tocca meno palloni di Ambrosini e Aquilani e si limita al compitino, in costruzione non è l'apporto del solito Pek, nel primo fa qualcosa in più. Nel contrasto è come al solito assente. Ambrosini 7, un po' ovunque, non a casaccio, prezioso nelle fasi di possesso e non possesso palla. S'innalza la media punti con lui presenta in campo nei 90', piacerà a pochi ma i numeri non gli danno contro. Matos 6,5, diventa difficile non puntarci anche nelle prossime stante questo parco attaccanti, s'è conquistato con le prestazioni il diritto di giocarsi un posto, tre occasioni, due di testa (una la spreca malamente) ma è dove deve essere ed è pungente e pimpante nelle ripartenze, si sposa alla perfezione con questo modulo. Ilicic 6+, abulico in certi momenti, avulso in altri ma di palloni ne gioca, non sempre con precisione, non sempre con la scelta giusta che ci si aspetterebbe, dovrebbe essere più "ingombrante" la sua presenza, non per noi ma per gli avversari. Cuadrado 7,5, alterna le due fasce, come Montella gli dice, per liberare la sua esplosività ed il dribbling irridente, sta imparando a puntare gli spazi e la porta con movimenti giusti, quasi da attaccante, sarà contento il pietrasantino che lo vede così da due anni. Ma le sue sono visioni di un'ignorante in materia. Sta alzando la media goal a stagione, finalmente degna di uno che deve essere considerato di un reparto anziché di un altro. Matos 5,5, impatto leggerino, quei pochi minuti giocati non danno sostanza né alla Viola né a lui. Matri 6-, almeno porta pressing anche ai fili d'erba, se ritrova la porta si sblocca, spero, se non la ritrova una bella pacca e arrivederci. Tempo ne ha. Anderson n.g. gioca due minuti e che doveva fare ?! Montella 7, se alla squadra frullano le gambe e la testa è sgombra, bene. In caso di assenza della prima e della seconda condizione si deve beccare qualche mugugno e qualche domanda com'è giusto che sia.

    RispondiElimina
  166. Chiarificatore6 aprile 2014 19:32

    Dove vedi la sopravvalutazione? Ho detto l'esatto opposto.

    RispondiElimina
  167. Chiarificatore6 aprile 2014 19:35

    Caro McGuire, visto che ti ci metti anche tu, oltre a Pollock, ad attaccarmi sul piano personale solo perché mi permetto, quando secondo me sbaglia, di criticare Montella. Mi vuoi dire per favore dove cazzo è che io mi sopravvaluterei?

    RispondiElimina
  168. L'unico che ha attaccato sei stato tu dandomi del bugiardo.

    RispondiElimina
  169. Chiarificatore6 aprile 2014 19:39

    Anche ora menti, Poeta. Io ti ho dato del bugiardo non in generale ma dove hai mentito su quello che ho detto, è l'ho dimostrato portando il virgolettato. E lo confermo.
    Tu invece mi hai attaccato personalmente solo perché ho criticato Montella. Vergognati.

    RispondiElimina
  170. Chiarificatore6 aprile 2014 19:41

    Traduzione di bona?

    RispondiElimina
  171. Chiarificatore6 aprile 2014 19:41

    Traduzione di ciao?

    RispondiElimina
  172. Che non ho più voglia di continuare a discutere.

    RispondiElimina
  173. Chiarificatore6 aprile 2014 19:44

    Infatti non stavo parlando con te, ma con McGuire, che qui sotto è tornato maldestramente ad attaccarmi sul piano personale.

    RispondiElimina
  174. Con le inseguitrici che ci troviamo possiamo tenere questo livello di concentrazione e forma fisica, se perdura, rischiando 0. 55 punti, +5 sui nerassurdi, mancano una manciata di partite, la soglia dei 70 punti non è distante. Considerato tutto, alzando anche un trofeo (magari), sarebbe un'annata eccellente.

    RispondiElimina
  175. Potevi farlo anche senza ritirarmi in mezzo.

    RispondiElimina
  176. Chiarificatore6 aprile 2014 19:46

    Lui è intervenuto qui sotto in una discussione tra me e te che per me era chiusa.

    RispondiElimina
  177. Sopravvissuto6 aprile 2014 19:50

    Tra POLLOCK e CHIARI entrate all'inglese. Bene....Uno dei due é l'Ambrosini della situazione....uhuuhuhuhuh uhuuhuhuhuh......

    RispondiElimina
  178. Chiarificatore6 aprile 2014 19:52

    Da parte mia solo voglia di mettere le cose in chiaro, con franchezza ed immutata amicizia.

    RispondiElimina
  179. Nessun problema

    RispondiElimina
  180. Chiarificatore6 aprile 2014 19:54

    Anche da parte mia.

    RispondiElimina
  181. Chiarificatore6 aprile 2014 20:05

    Sbaglio o ancora una volta la vittoria della viola sta tarpando le ali al salotto buono del sitone?

    RispondiElimina
  182. Chiarificatore6 aprile 2014 20:08

    Pensierino della sera: oggi guardando non solo la bella prestazione di chi ha giocato ma anche chi era seduto in panchina ed in tribuna, pensavo a che rosa fantastica abbiamo!

    RispondiElimina
  183. Sopravvissuto6 aprile 2014 20:09

    Per una difesa di ferro....

    RispondiElimina
  184. Chiarificatore6 aprile 2014 20:10

    A spanna ci viene fuori un'altra squadra da primi posti.

    RispondiElimina
  185. sopravvissuto6 aprile 2014 20:11

    E oggi l'ha saputa usare, l'indefenestrabile mister....

    RispondiElimina
  186. Chiarificatore6 aprile 2014 20:11

    Oggi sì. Come tante altre volte in passato.

    RispondiElimina
  187. NO,no, Sopra, coglimi. Era assolutamente senza ironia, era una conferma di quello che avevi detto. Non é perché siamo fiorentini che dobbiamo essere per forza ironici....e se rileggi il mio post di due ore fa, vedrai che siamo sulla stessa linea.

    A me di Spalletti non me ne frega un tubo, perché sono di quelli a cui piace vedere il buono di quello che possiede. Mi piace Montella per il gioco disincantato e senza complessi che propone. E poi, se ci sono sul mercato migliori strateghi e generali, non sono sicuro che il loro spirito mi piaccia. Qualche mese fa c'era chi citava Mazzarri, pensa te!

    RispondiElimina
  188. Bravo Chiari, così si scrive!

    RispondiElimina
  189. Chiarificatore6 aprile 2014 20:52

    E' sufficiente cercare di attenersi ai fatti.

    RispondiElimina
  190. colonel.blimp6 aprile 2014 21:40

    Zemanviola in gran spolvero; il Dubbio condivisibile fino a un certo punto, oltre il quale condivido Filippuccio; lo Schreber, incazzato perché smerdato da Rodri, se la prende con Edoardo.

    RispondiElimina
  191. Sopravvissuto6 aprile 2014 22:03

    Succede, COLONNELLO, succede...come Montella oggi che ha un po' irrorato le vene del collo di chi attende con il piatto la testa di San Giovanni. Edoardo Conegliano mi è sembrato un po' fuori luogo. In ogni caso in molti che ora fanno piaggeria con Montella, in realtà hanno una Derringer pronta, li nella giacca.

    RispondiElimina
  192. Copio e incollo:

    Matias Fernandez non è stato inserito nella lista della gara tra Fiorentina ed Udinese, per l’acutizzarsi della metatarsalgia, sorta durante l’allenamento del sabato. Ha provato anche nella mattinata odierna a mettersi a disposizione ma alla fine ha dovuto rinunciare per il persistere del problema.

    RispondiElimina
  193. ... e intanto il Napoli ha perso...

    RispondiElimina
  194. colonel.blimp6 aprile 2014 22:38

    Storico, grandioso, epico attacco alla sciabola di Lele allo Schreber! Una cosa indimenticabile! Ho le lacrime agli occhi! Con le «pugnette della Crusca», poi, Lele ha toccato il sublime. Il povero Yo el Supremo ne esce a brani. Una punizione selvaggia, selvaggia...

    RispondiElimina