.

.

domenica 13 aprile 2014

Alterati di Fiorentina

Il giorno della partita della Fiorentina è di per se un’alterazione della giornata, sia che giochi sempre l’uno fisso quando è a Firenze, oppure quando usi il suffisso ino perché giochi a Torino. Oggi sarà accrescitivo invece di diminutivo. Oggi sarà Verona. Non a caso c’è un gruppo che si chiama gli “alterati”, gente generosa che quando ti vede ti invita a prendere un caffeino, tutta gente in - ino - etto - uccio, ella, ricordo appunto Gigino, Gigetto, Ferruccio e Montella. C’è tanta alterazione, cè troppo uso del suffisso intorno all’allenatore, e pensiamo solo a Simeone. C’è alterazione intorno a Montella. È come se un santone indiano camminasse sulla brace del vostro barbecue, mentre state festeggiando con gli amici il primo mese da quando avete mollato il cane sulla Salerno-Reggio Calabria. Forse solo sensazioni, come il ketchup schizzato sulle salsicce, i nipotini che guardano estasiati la lucertola che annaspa nella cera della candela da giardino. La voce del silenzio, che ripete l'eco delle cose che hai perduto. Ed ogni lasciata è persa. Penso ad un esonero. La luna gialla dall'itterizia d'essere circondata d'assedio dalle nuvole dell’ultima sigaretta di Zeman. Quante “D” e penso a come sarebbe meglio se si chiamasse MonDello, più vicino a Palermo, più vicino a Zamparini, più vicino all’esonero. La stella che cade dritta nel tuo calzino bucato mentre esprimi ad occhi chiusi il desiderio di rammendarlo. È la fatina dei piatti sporchi che aspetti dopo la festa e che si presenta dopo 48 ore col certificato medico. La lingua che batte dove il dente duole. La siringa che ti succhia il sangue mentre pensi alla lingerie della dottoressa che ti sta facendo il prelievo. È la sabbia sui panini, la scatoletta di tonno chiusa male che scola nella busta dei rullini delle foto da sviluppare, le tende da sole che si fanno compagnia. Stanotte i bambini nasceranno ridendo e mio padre riderà ad una mia battuta senza provocarsi un embolo. Il dottore che ti chiede di tirare fuori la lingua. Cosa cerchera? Forse la tua alterazione linguistica.

159 commenti:

  1. Chiarificatore13 aprile 2014 09:09

    Mette tristezza ad esempio che il capo di questo blog continui sventolare l'inesistente pericolo dell'esonero di Montella per impedire di fatto che a Montella vengano posti da parte nostra l'interrogativo fondamentale, e che un tifoso viola serio deve porre, a Montella che è quello di confermare quanto di buono ha fatto in questi due anni e di dimostrare che la Fiorentina è uscita dal tunnel dei primi tre mesi del 2014.

    RispondiElimina
  2. LEO,
    1) Io ho cercato paragoni con Mou? Ho risposto a te che hai citato Cuadrado Eto`o e sei tu che hai creato il paragone. Nel caso ho portato paragone con un altro giovane, Simeone. ( ora tirato sempre in ballo da Pollock visto che si è osato parlarne bene e affermare l'ovvio, cioè che è un super e M. no. Ecco che insorgono gli sdaioli)
    2) Per restare in tema, hai mai sentito Mou affermare che Eto`o può fare il terzino? Cuadrado terzino, parole di Montella, resta una cagata e sai perché? Perché davanti a destra non c'è di meglio, e lui fa spesso la differenza, se lo arretri, ti tagli le palle da solo. Poi ovvio che essendo bravo, può far bene anche lì, ma allora potresti provare Gomez in porta.
    3) Mou ha avuto culo (wow, somiglia tanto la giustificazione dei falliti quando vedono uno di successo) , cresce subito accanto al grande calcio. Montella no? Visto che la sua prima squadra è la Roma?
    4) Sparo concio su Montella? Tipica reazione SDA. Ripeto fino alla noia, lo valuto ottimo l'anno passato, scarso tatticamente, in regresso, aggrappato e dipendente da Rossi, questo, quando lui è mancato abbiamo fatto come il Livorno. Già ma te vuoi ignorare pure i numeri per far passare M. uno sventurato che gliene son capitate di cotte e di crude, quando invece la rosa rimane eccellente par un quarto posto. Montella ad oggi non è un grande, se lo diventa, sarei contento a differenza da quello che vuoi sdaiolamente insinuare.
    Le mie critiche al gioco e alle soluzioni che doveva apportare, sono sempre state articolate, dettaglite e motivate, in risposta tua ho avuto solo confusionarie teorie atte alla giustificazione preconcetta, condito da scuse degli infortuni.
    Quello che trovo veramente assurdo e penoso, è il tentativo ( che non riesce in tutti i casi) di controbattere il contraddittorio, con calunnie su concetti mai espressi, pensati oppure distorti per creare discredito a chi non la pansa come voi SDA. E in questo devo dare ragione al Chiari al 100%. pure se esagera nei toni. Per me si può benissimo chiudere qui, ma non credere proprio di farmi passare da idiota, Leo, ce ne vogliono, e tanti, sai?

    RispondiElimina
  3. Ogni giorno ad ogni editoriale mi coglie una sensazione di déjà vu, curioso. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore13 aprile 2014 09:12

    Mette tristezza che il capo di questo blog non abbia dedicato una sola parola su quanto di inquietante ha detto ieri Montella su Romulo, stella emergente del calcio italiano e fresco nazionale, e dopo averlo fatto fuori dal campo ed averlo mandato via da Firenze.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore13 aprile 2014 09:13

    Ben detto Leo.

    RispondiElimina
  6. Non preoccuparti, Chiari, per gli SDA le dichiarazioni del Santo n.2 non contano, anzi, contano quando lo decidono loro.

    RispondiElimina
  7. Guarda che il paragone con Mou lo hai fatto tu, sui valori, io avevo accostato solo due scelte molto distanti fra loro (meglio Cuadrado terzino che Eto'o a fare scorribande, quella è una cretinata per te...). Su Simeone l'anno passato non hai scritto niente di sensazionalistico, l'anno prima ancora meno, quest'anno (chissà perché, la solita moda di salire sul carro dei vincitori e apparire persino "scopritore" del suo talento!!!! ah ah ah ah ah) perché in semifinale di Cl diventa uno dei migliori allenatori al mondo. Peccato che a inizio anno nessuno ne parlasse come possibile sorpresa in liga o semifinalista in CL, NESSUNO, strologhi de'noattri! Cuadrado terzino è una sciocchezza per te Lele, che le partite puoi solo vederle o commentarle come qualunque tifoso ed il cui giudizio rimane quello di un'appassionato e tifoso, niente di più, al pari di tutti. So che vorremmo credere di essere parimenti capaci e intelligenti per svolgere anche altri lavori, che so, l'allenatore, ma ci limitiamo a farci strappare un biglietto perché preferiamo l'anonimato e lasciare sotto i riflettori altri meno capaci di noi. La gavetta di Mourinho se la paragoni a quella di Montella dovrebbe chiudere qui la discussione, basta che ti abbeveri a Wiki per farti un'idea, roba da zaller che raccoglie statistiche in poche parole, mi sa che stai perdendo il filo di quello che scrivi, rileggiti la storia dei due e dimmi se sono paragonabili esperienze ed estrazioni, se ti paiono simili allora capisco perché vedi Cuadrado male come terzino, si spiega tutto in un sol colpo. Sull'aggrapparsi ai giocatori torni a livelli bassini di comprensione calcistica, se a Simeone gli togli Diego Costa non lotta per la Liga ed era già fuori dalla CL, a noi a togliere Rossi per un girone e Gomez per due ci fa 'na sega, la rosa è da primo posti anche senza le due punte di diamante, alla juve se togli Tevez lo vedi quanti punti anno......magari prova a vedere quante chanches ha il Real Madrid contro il Bayern senza CR7. Sta diventando una crociata contro il fumo delle schiacciate la tua Lele, quello non si vende, non ha origini di nessun tipo la difesa a Montella, quando parlate di un gruppo di persone parlate di quello che conoscete, che sapete con assoluta certezza, non riempitevi la bocca per parlare del nulla o dei mali di stomaco che quel gruppo vi ha provocato, rimembrate le legnate o volete mantenere il distacco di un tempo ?! Tacete allora. Le critiche che hai portato al suo gioco di dettagliato hanno avuto le istruzioni per il Lego di mio nipote, hai motivato niente mesi fa, quando ancora scrivevi di lottare per lo scudo (andate agli editoriali di Ottobre/Novembre), ora se l'alzheimer vi fa rinnegare anche quello che scrivete non è colpa del tifo, sono problemi differenti, chi distorce sei tu che non ricordi neanche i giudizi di pochi mesi fa, non anni. Parli di problemi e non sai mettere insieme nemmeno due numeri per contare, e questo è grave Lele ma non posso aiutarti, impara a contare: 15 partite in più dell'anno scorso, una preparazione da rivedere (capita di sbagliare, errore grave ma capita, ancora si corre), l'assenza di Gomez per un anno (quasi) e Rossi per un'intero girone di ritorno, un mese e mezzo di chirurgiche penalizzazioni in campo, eppure siamo quarti come l'anno scorso e una finale da disputare. Qualche mese fa ho conosciuto a pranzo un Lele senziente, capace di ragionare e che mi pareva capisse di calcio, oggi vedo scrivere un Lele presuntuoso che vorrebbe dare lezioni a chi se lo puccia nel cappuccino a colazione (non io eh eh eh eh Montella lo fa con te....) e che pare essere diventato il detentore della scienza applicata al calcio; un tifoso da tastiera sputa sentenze che non è capace di prendere in considerazione tutti gli elementi, numerici e non, per fare una disamina aderente alla realtà e che, a culo torto, vorrebbe dare pure lezioni morali e di stile ad altri utenti senza averne patente. La chiudiamo qui Lele o andiamo avanti ?!

    RispondiElimina
  8. "Romulo? La sua storia non la conosco prima che ci incontrassimo, non era molto stimato, è stato prezioso per noi la scorsa stagione, è stato dato in prestito perché l’esperienza al Verona gli potrebbe far bene. Ora sta dimostrando il suo valore."

    RispondiElimina
  9. Oggi, a quanto sostengono i siti internet, vedremo di nuovo Matos di punta supportato da Ilicic, mentre in mediana giocherà Anderson accanto a Valero e Aquilani, col Pek acciaccato in panchina.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore13 aprile 2014 10:02

    Appunto Anto, Montella ha scaricato ipocritamente su altri la sottovalutazione di Romulo a Firenze, e per di più, cosa che tu non hai riportato, non si è limitato a quello, ha aggiunto che nel mondo esistono calciatori più forti di Romulo. Affermazioni sconcertanti e che non promettono nulla di buono in relazione ad un possibile ritorno di Romulo a Firenze. Pazzesco.

    RispondiElimina
  11. Sembra stiate scrivendo di Mata o di Beckham....A cosa siamo ridotti, esaltare Romulo, anzi puntare il dito sulla dipartita di Romulo. Non mi permetto di discutere un buon giocatore ma é l'ennesima dimostrazione di come il livello della serie A sia ad un livello non esaltante, anzi. Se puntiamo ad andare in CL, l'anno prossimo, ci sono 5 o 6 calciatori, tra cui Romulo, che in una eventuale partecipazione alla CL 2015/16 neanche scenderebbero in campo. O forse non ci rendiamo conto del livello della CL...in realtà lo conosciamo bene. Alcuni hanno poggiato la croce anche sull'aver salutato Toni, dimenticando (e lo ha detto Montella) che con Gomez e Rossi non ci sarebbe stato spazio (così per Matos, Rebíc-?-Matri, Wolski)....sarebbe stato un "Quagliarella" qualsiasi, dietro un Tevez o uno Llorente...o Giovinco dimenticato (supportato dal suo mister solo per fare cassa in estate.

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore13 aprile 2014 10:30

    Divaghi e menti anche tu Sopra.
    Non sembra nella maniera più assoluta che stiamo discutendo di Mata o di Beckam, sembra quello che è, e cioè che stiamo discutendo di Romulo, e cioè semplicemente di una delle rivelazioni di questo campionato e fresco nazionale, e delle sconcertanti ed ipocrite dichiarazioni di Montella su di lui, e dopo averlo fatto fuori. Tutto lì. Se vuoi discuti di quello, i romanzi divaganti e distorcenti non mi interessano.

    RispondiElimina
  13. Chiarificatore13 aprile 2014 10:35

    Ti ho risposto sopra, Sopra.

    RispondiElimina
  14. Sopra, Beckham si contende con Del Piero la palma di giocatore più sopravvalutato nella storia del calcio.
    Romulo è un buon giocatore, soprattutto un ottimo jolly (esterno destro, secondo Jordan anche esterno sinistro, terzino, interno di centrocampo), ma se anche non torna a giocare da noi non mi ci strappo i capelli. Può essere un giocatore con cui far cassa sfruttando la sua ottima stagione al Verona.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore13 aprile 2014 10:37

    Io per quest'anno intanto lo rimpiango, per quello che ha fatto a Verona e che poteva fare qui, quanto al futuro vedremo, per ora mi sconcertano le dichiarazioni ipocrite ed inquietanti di Montella su di lui.

    RispondiElimina
  16. Bene LEO, so anche scendere di livello e parlarti come meriti. Io dico la mia e se siamo arrivati a questo, lo si deve solo a te e al tuo modo scorretto di riportare le cose. Chiaro? Io ti ho sempre portato rispetto, solo che sbagliavo persona. Io faccio un lavoro e mi vanto di farlo bene visti risultati. Non è un lavoro che può essere giudicato da altri se non addetti ai lavori, a differenza di Montella.
    Da tifoso posso criticarlo quanto cazzaccio mi pare, caro Leo e non ho bisogno del tuo permesso. Nei meriti, ho iniziato quando vedevo lentezza poche soluzioni a parte Rossi, quando gente come te non vedeva lontano il proprio pisello, per poi svegliarsi lontano decine di punti dalle concorrenti, o quando squadre infinitamente inferiori ci erano al culo, belando come agnellini sugli infortuni. Mou ha fatto per anni il secondo come allenatore, Montella dove?
    Ma non mi va di stare a parlare di una Ferrari e di una Fiat per ora.
    Scambi per presunzione chi va fuori dal coro della vostra santificazione e lo fa sui dati di fatto, e vi da fastidio se non sbava davanti all'icona come fate voi. Al pranzo dissi che camminavamo in campo, te noooo, è una preparazione mirata, ah ah ah. Presunzione? No incapacità tua. Dicevo che il gioco era troppo basato su palla a Rossi e speriamo bene, sparito Rossi, in più di tre mesi, abbiamo fatto peggio del Livorno. Presunzione? Nooo, incapacità tua. Non sai andare a cercare i motivi, non sai capire se non leggi il risultato, e qui non è colpa tua, lo capisco, se non ci arrivi che ci si po` fa? Cerchi di discreditarmi, alla vostra nota maniera, con frasi e teorie mai dette, riportami un solo rigo dove abbia ipotizzato lo scudetto, visto che non lo troverai, ti annovero da subito come persona falsa.
    Dulcis in fundo, con l`accostarmi a portatore di Alzhaimer non credere che tu possa offendermi in nessun modo, ho troppo rispetto per quei malati, ma usare certi termini per portare avanti le proprie convinzioni, dà l'esatta misura della qualità della persona che sei.

    RispondiElimina
  17. Torno in pieno casino! Intanto: grande editoriale di Pollock, che mi mette in ulteriore crisi per la scelta nell'antologia riblogghitica (non ho tempo, Pollock, ma ci penso, ho i quadri mentali di cosa e chi inserire). Chiari ancora iperpirettico (occorrerà imporre ammende pecuniarie per sfiammarlo), paragoni con Montella improponibili (fanno pensare a quelli col Giubba, a suo tempo, da parte dei mersdaioli deficienti regolarmente inculati sul campo: poi s'è visto che se non allena la Nazionale per du' sghei e' un lo vole nessuno), errori montelliani di quest'anno lampanti e più volte enumerati pertinentemente, Romulo ideale riserva di Cuadrado in 3-5-2 ma Vincè aveva abbandonato (follemente) quel modulo e poi occorre ammettere che Romulo è giocatore per LUCIANO ma non per Montella, non è organico al tikitaka, è un esterno di centrocampo di volata, adatto a gioco più dinamicamente verticalizzante. Sulla preparazione mirata di cui sotto il gran Lele (condivido in media il 95% di quel che scrive e non certo per omaggio ai vecchi tempi e semplice timore retrospettivo delle sue segate): non è così incongruo parlarne, perché quel che abbiamo visto contro l'Udinese sembra preludere, sul piano fisico-atletico, a un bel finale di campionato, come l'anno scorso. Il problema è che una squadra di ambizioni non può permettersi due mesi e mezzo di black-out agonistico: ci sono saliscendi, in un campionato, ma non possono esservi buchi di quell'estensione, anche mirando a essere al top nel momento più caliente della stagione. AntoineRouge, visto l'ultimo Von Trier: moderatamente insoddisfatto. Grandissima, comunque, la scena con Uma moglie tradita incacchiata.

    RispondiElimina
  18. Chiarificatore13 aprile 2014 11:37

    Io sono tranquillissimo, un po' rattristato per l'incapacità, da qualche giorno a questa da parte, del padrone di casa di mettere a fuoco i veri problemi che abbiamo di fronte. Ma c'è di peggio nella vita.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore13 aprile 2014 11:39

    Neto;


    Robotti, Rodriguez, Savic;


    Cuadrado, Aquilani, Pizarro( Anderson), Valero, Vargas;


    Matri, Matos.


    Quella è la formazione che metterei in campo oggi.


    Spero che non mi sia sfuggita qualche indisponibilità, nel caso, per favore segnalatemela, così vi dico chi metterei al posto dell'eventuale indisponibile per non essere giudicato inaffidabile.

    RispondiElimina
  20. Chiari, c'è un problema con Robotti...

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore13 aprile 2014 11:42

    Grazie, infatti qualcosa non mi tornava. Grazie dell'aggiornamento, eh eh eh.
    Vada allora per Tomovic.

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore13 aprile 2014 11:43

    Problemi che tu invece hai messo bene a fuoco.

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore13 aprile 2014 11:44

    ....precisando che secondo me Romulo va benissimo anche nel tiki taka.

    RispondiElimina
  24. Mou prima faceva anche da interprete se è per questo, quando hanno visto che ci capiva l'hanno promosso, quando ha capito che poteva camminare da solo ha fatto la sua carriera, come vedi, analogie con la carriera di Montella non ce ne sono, quando li accosti fai un danno alla tua intelligenza. Poco male. Di quello che fai nella vita, bontà tua, non entro nel merito, sicuramente sei un n°1, sul calcio se avessi l'umiltà di essere meno manicheo e assolutamente convinto di quello che scrivi sarebbe piacevole discorrere com'è successo in quel pranzo, invece hai preso a ragionare per assoluti ed assiomi, sicuro che non ti sfugga qualcosa nelle tue valutazioni. Sei a criticare un allenatore che sta raggiungendo gli stessi risultati dell'anno passato con una finale di coppa in più pur avendo avuto una moria d'infortuni e di torti sufficienti ad abbattere un toro, ma di cosa vuoi ragionare ?! A me che alleni Montella, Sinisa, Delio o Prandelli, o se viene Luciano non importa un cazzo, tifo la squadra ed i risultati che raggiunge, non le mie idee o le mie fissazioni e se proprio devo criticare lo faccio a ragion veduta, se fossimo a 40 punti e fuori da tutto a Dicembre avrei mosso critiche, adesso non ci sono molte ragioni di farlo anche alla luce delle menomazioni patite. Quando non sai che pesci prendere ti parte la fissa della santificazione, un po' poco come argomento, qui si deve discorrere di numeri e risultati e questi ti arrivano tristemente in faccia riportandoti alla realtà. Certo, non rimane che dire che al netto delle attenuanti si poteva lottare LO STESSO per lo scudetto ma si scende ai livelli di california o toscana gobba, giù di li. Palla a Rossi e punti non è vero, altro modo superficiale di liquidare una discussione ma sicuramente palla ai meglio e fare risultato si, succede dal Bayern allo Spezia, sono sempre i giocatori a scendere in campo e chi ne ha buoni, o di più, stai pur tranquillo che aumenta esponenzialmente le possibilità di vittoria. Tu no, prima il gioco, se poi hai una manica di brodi vinci lo stesso, difatti Simeone e Mourinho allenano una manica di brodi e vincono, tutto. Mi chiedo perché pagare giocatori a doppia cifra quando un bravo allenatore si carica di tutti i risultati di una squadra, perché sperperarli così quando con uno stipendio solo, che grava un botto si aprono le porte delle vittorie. Ah, già, in campo ci vanno gli allenatori.......

    RispondiElimina
  25. Chiarificatore13 aprile 2014 11:46

    Preciso, Anderson per Aquilani e Aquilani per il Pek, ma solo se il Pek è indisponibile, non per scelta.

    RispondiElimina
  26. Chiari, Romulo è troppo istintivo e impetuoso per il tikitaka classico, non ne ha i tempi di attesa e di studio.

    RispondiElimina
  27. Chiarificatore13 aprile 2014 11:50

    Appunto, va bene per un tiki taka dinamico.

    RispondiElimina
  28. Ma quello da Montella l'ho visto raramente.

    RispondiElimina
  29. Chiarificatore13 aprile 2014 11:54

    Questo è un altro discorso, e vero fino ad un certo punto, perché nella miglior Fiorentina di Montella, Pizarro e Valero la palla la fanno viaggiare bene non aò rallentatore.

    RispondiElimina
  30. Allora, ANTO e CHIARI, la frase completa su Romulo ë "Non conosco la sua storia, PENSO non fosse molto stimato prima del mio arrivo; infatti é stato SOLO PARZIALMENTE venduto, SEGNO CHE LA FIORENTINA CI CREDEVA ANCORA E PENSAVAMO CHE QUESTA ESPERIENZA A VERONA LO AIUTASSE A CRESCERE. NEL CALCIO ESISTONO SICURAMENTE GIOCATORI INFERIORI A LUI MA ANCHE (ANCHE-sottolineo io) SUPERIORI, E LO DICO CON AFFETTO. INSOMMA, DIPENDE SEMORE DAL SOLITO DISCORSO..." (Cioè dove vuoi arrivare). Ho scritto in maiuscolo ciò che hai omesso ANTO e CHIARI, non mi sembra un giudizio negativo, anzi molto ponderato e veritiero. Quindi? La Juve sbaglió su Giovinco (14 milioni per ricomprarlo!!!) che é mezza categoria sopra Romulo (attenzione, a me non fa impazzire Giovinco!) e la Fiorentina (non il Bayern Monaco) non potrebbe aver sbagliato su Romulo? Dico ma....se parliamo del brasiliano eventuale sostituito di Pasqual o Tomovic ok, altrimenti su...non esageriamo!! (P.S.: il Monacô con Falcao era a lottare per il titolo, con lui fermo ha preso 10/12 punti di distacco...per la serie "Quando ti manca il fondamento, terminale del tuo gioco..."...Eh si, io sono Montelliano, mannaggia...."

    RispondiElimina
  31. Chiari, Romulo si lancia negli spazi palla al piede, chiedendo l'uno-due, questo anche nella miglior Fiorentina montelliana non è la regola. Ma, intendiamoci, non me ne adonto: ogni sistema è buono quando è buono (Croce). Il problema è quando non è, o non è più, buono.

    RispondiElimina
  32. Sopra, non cavilliamo! Se entri in un discorso come quello del «c'è di peggio ma c'è anche di meglio» vuol dire che il giocatore l'hai scaricato e che sei indispettito dalla sua resa altrove. E' una prandellata delle più tipiche.

    RispondiElimina
  33. Chiarificatore13 aprile 2014 12:02

    Voglio arrivare, Sopra, al fatto che scaricare sul periodo precedente la sottovalutazione di Romulo è da ipocrita, da parte di Montella, perché ora l'allenatore è lui e la sottovalutazione di Romulo è stata anche sua. Voglio arrivare al fatto che quella frase scontata, stronza e sminuente, dove afferma che esistono al mondo calciatori superiori a Romulo, non mi è piaciuta proprio per un bel cazzo. Quella è una frase ripeto, stronza, che pronunci, giustamente, solo su un calciatore che se ne sta andando o che se ne vuole andare, per sminuirlo, e mai su un tuo calciatore.

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore13 aprile 2014 12:03

    Guarda che è abile anche nel fraseggio in generale, certo, rapido.

    RispondiElimina
  35. Chiarificatore13 aprile 2014 12:06

    Ti ho risposto sopra, Sopra.

    RispondiElimina
  36. Avete ragione.

    RispondiElimina
  37. Montella su Romulo ha detto quello che pensa, prima esigendo i suoi meriti (Sinisa e Delio lo avevan trattato peggio ed un po' di spazio (anche se non quello giusto N.d.R.) glielo ha dato lui), è stato dato in comproprietà, non venduto, perchè lo si voleva tenere ancora sotto controllo, quindi ci si credeva. E' un buon giocatore, ottimo se impiegato dove rende meglio, ma non è un fuoriclasse. Tutto questo è rigorosamente vero. Opportunità dice che la verità è, delle volte, anzi, spesso, meglio non dirla nelle interviste, soprattutto se in vista di un possibile riutilizzo del giocatore perchè in pubblico si devon fare dichiarazioni che servono a qualcosa e non per dare aria ai denti. Questa serve solo a dire che a lui di Romulo gli interessa solo se non gli pigliano di meglio, quindi è una svalutazione del giocatore in vista delle discussioni per la definizione della comprprieta. Verità inopportuna, se stava zitto o faceva i soliti discorsi che non dicon nulla e che fanno tutti (Prandelli docet) faceva meglio.

    RispondiElimina
  38. Se questa di Robotti te la vede Isterim si va avanti due giorni!

    RispondiElimina
  39. Caro Montella Pensa Parola Prima di Parlare Poiché Parola Poco Pensata Porta Probabili Problemi, Poi.

    RispondiElimina
  40. A me tornano in mente le valutazioni date a Romulo e a Toni un anno fa, quelle di Ambrosini quest'anno (10 partite da titolare, 20 punti) e quelle di Alonso (impiegato ma con limiti evidenti difensivi, scritto qui) o di Vecino che poteva fare al caso nostro solo dopo due goal fatti a Cagliari! Toni- Paracarro, Romulo-mezzo giocatore, Ambrogio-un danno nella maquina, Alonso-crescerà, Vecino-pronto per giocare. Dopo Matri stiamo invocando Matos a gran voce (dopo che il milanista s'è mangiato 4 occasioni ghiotte, le avesse insaccate col cavolo che lo vorremmo in panca), insomma, è il solito giochino del rimpiangere chi se ne va e dello schierare chi vede poco o mai il campo fin quando non lo vede e non lo vorremmo vedere più. Di queste valutazioni son piene le fosse, bastano e avanzano per dare del coglione a quello seduto in panca. Il Sopra ha portato esempi pertinenti ma è meglio non leggerli e fare spallucce, teniamoli tutti e mandiamoli in campo poi voglio vedere se continuerete a parlare di rosa da secondo posto con quelli che rimpiangete o che vorreste schierare, tanto per sgombrare il campo da equivoci, se i risultati non arrivassero sarebbe sempre colpa di quel cretino che siede in panca colpevole di averli schierati. Quando si vive di certezze e non ci sfiorano dubbi è impossibile avere torto.

    RispondiElimina
  41. Dimenticavo Wolski, un grandissimo secondo me ma molto discontinuo, alterna prestazioni eccellenti ad un anonimato degno del peggior brocco nelle successive eppure la continuità è stata concessa dopo una bella prestazione, se non sa dar conferme o continuità è sempre colpa di chi ci punta sperandone lo spicco del volo, sia mai che fosse vero, per una volta, il contrario.

    RispondiElimina
  42. Finisco, Pasqual in campo è deleterio, tardi ma c'è arrivato pure Montella che lo schiera quando non può più farne a meno. Tanto imbecille non è, qualcosina impara anche lui dagli errori ma non fatevene cruccio, qualche volta lo rivedremo in campo.

    RispondiElimina
  43. Ma è sicuro, Sopra, che è bene che un allenatore prima di parlare si assicuri di aver attaccato la spina al cervello! Nel complesso condivido il post di Jordan, di cui condivisi a suo tempo anche il precoce apprezzamento per quel bell'acquisto corviniano (uno dei tanti) che fu Romulo, invece sùbito preso per il culo dall'ora sifonaho Cretino dei Neretti col nomignolo di Frenulo.

    RispondiElimina
  44. Chiarificatore13 aprile 2014 14:30

    Anch'io considero condivisibili le osservazioni di Jordan sulle dichiarazioni di Montella riguardanti Romulo, osservazioni che hanno anche il merito di affrontare, senza divagare confusamente e disordinatamente su altre questioni e distorcendole, il preciso problema che è stato posto qui.

    RispondiElimina
  45. Formazioni ufficiali: il Pek c'è! Purtroppo c'è anche Pasqual: Iturbe a nozze. Davanti, riproposta l'interessante formula di Matos hidegkutiano con Ilicic e Cuadrado trequartisti. Ce ne ha messo, per schierare Matos anche in campionato, ce ne ha messo il testardone, ma alla fine ci è arrivato! Dopo, come la puzza, dicono a Bologna. Matri come Larrondo, e chi sponsorizzò a ditirambi l'acquisto dei due principe dei coglioni.

    RispondiElimina
  46. Chiarificatore13 aprile 2014 14:37

    Infatti Colonnello, su Pasqual, Montella non si è affatto corretto, spero invece che si sia corretto definitivamente, e non solo perché oggi è indisponibile, rispetto alla sua sciagurata scelta di mettere Ambrosini playmaker davanti alla difesa, sciagurata scelta che ci è costata l'Europa League e la qualificazione di Champions League.

    RispondiElimina
  47. Difesa a 4? Tomovic-Gonzalo-Diakité-Savic, per contrastare Toni, soprattutto, di testa e Iturbe di piede. Icché gli costava a provare, anziché la Nullità chiamata Pasqual? Mah! Scusate, ma la mia cazzata ho voluto dirla prima.

    RispondiElimina
  48. Wooooooooooooooow! Mica Ilicic che ha scarpato un tiro con 7,25 metri di porta davanti a se.......Mica Calvarese, Bergonzi o Rinaudo. Ambrosini. Ahó, almeno abbiamo un complice.

    RispondiElimina
  49. Concordiam coram populo, CHIARI e BLIMP con il peplo.

    RispondiElimina
  50. Chiarificatore13 aprile 2014 14:51

    Non continuare a mentire Sopra. Le altre cause restano tutte. Quindi i tuoi "mica", riferiti alla mia tesi, sono solo una sporca mistificazione del mio pensiero.

    RispondiElimina
  51. Sopra, se tu mi pigli per il culo lo accetto! Ma Renzi ha detto che la Sinistra che non si rinnova diventa Destra. E ti dimostro, ancora una volta e per sempre, che di Destra non sono, ahah!

    RispondiElimina
  52. Iturbe (cfr. mio post di un'ora fa)-Neto: il calcio è matematica.

    RispondiElimina
  53. Ottimo il baker di Neto. (13 minuti di possesso palla e gol preso, un must d'antan, senza G&R).

    RispondiElimina
  54. Anche la pallavolo lo afferma: sbagli baker, subisci punto. Non la perdiamo, COLONNELLO.

    RispondiElimina
  55. Anch'io lo credo, Sopra. Comunque, catenaccio vergognoso, primordiale del Verona.

    RispondiElimina
  56. Che ci piaccia più o meno/ il portier sarà rumeno!

    RispondiElimina
  57. Inter a due punti. Forza Sinisa!

    RispondiElimina
  58. A centrocampo bene Borja. Pek a scartamento ridotto. Cuadrado aspetta la ripresa. Non male Ilicic. Matos si dà da fare ma la partita chiusissima non mi sembra per lui. Pasqual, il solito regalo agli avversari.

    RispondiElimina
  59. Cazzo, che colpo di testa di Cuadrado!!!!

    RispondiElimina
  60. Cosa ha scazzato Pasqual! Sul suo piede! Ma a che serve allora questo giocatore? A che? Ma vaffanculo!

    RispondiElimina
  61. Immesno Juan! Immenso! Su splendido tocco di Borja, che avevo già segnalato all'altezza dei suoi più bei dì!

    RispondiElimina
  62. Chiarificatore13 aprile 2014 15:33

    Gol barcellonesco, da manuale, siamo entrati in quella difesa come un coltello nel burro. Cuadrado non è un calciatore è un proiettile.

    RispondiElimina
  63. Il risultato è falsissimo! Meritiamo la vittoria, ampia! Se non fosse per l'ostinazione di Vincè su Pasqual e per l'ennesimo suicidio di Manitas de Mantequilla.

    RispondiElimina
  64. Dominio totale. Maquinesco. Antiluddeggiante.

    RispondiElimina
  65. Comunque non si può, nel 2014, giocare in casa propria come fa il Verona! Ma neanche il Catanzaro degli anni '70!

    RispondiElimina
  66. E gooooooooooool!!!!!!!! Meritatissimo!!!!!!!!

    RispondiElimina
  67. E castigo per il non-calcio del Verona!!!!!!!

    RispondiElimina
  68. Se il veneto e il brasiliano non ne fanno di altre, nella ripresa dilaghiamo.

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore13 aprile 2014 15:46

    Questa è la Fiorentina che ricordavo io, quella che mi piace.

    RispondiElimina
  70. Confermo che la partita dell'Udinese aveva parlato chiaro nel senso di un recupero della condizione fisica (guardate Borja!), purtroppo dopo un buco di due mesi e mezzo.

    RispondiElimina
  71. Sì, Aquilani pure sta giocando molto bene, come dicono i commentatori.

    RispondiElimina
  72. Chiarificatore13 aprile 2014 15:47

    Non è solo questione di condizione fisica, è che quando ci sono quei tre lì in mezzo al campo con la maglia viola, nascondiamo la palla agli avversari.

    RispondiElimina
  73. In verità, se togli i due bubboni, bene o benissimo tutti: dal 6,5 del Pek all'8,5 di Borja. Chiari, per farlo devi avere la condizione: con quei tre ne abbiamo anche buscate. Borja è stato a lungo l'ombra di se stesso, nel 2014, ad esempio.

    RispondiElimina
  74. Chiarificatore13 aprile 2014 15:50

    Non ricordo di averle buscate con quei tre lì, e quando è capitato lo è stato immeritatamente.

    RispondiElimina
  75. Chiarificatore13 aprile 2014 15:52

    Il fatto è che Valero è stato squalificato a lungo e immeritatamente, qualche volta Pizarro è stato indisponibile e qualche vola Montella gli ha, colpevolmente, preferito Ambrosini.

    RispondiElimina
  76. Fortunati ad affrontare un Verona senza Romulo....

    RispondiElimina
  77. La Viola sta affrontando la partita con un 4231 con Pek e Borja sono il centrocampo, Matos e Cuadrado si scambiano le fasce e Aquilani ed Ilicic si alternano nella posizione di centravanti e in quella di rifinitore. Una formazione che ci porta a 10 tiri verso Rafael e che, però, scopre un po' la difesa quando i ( pochi) veronesi ripartono. La ritrovata condizione che ci riporta in auge non è globale, ma di Cuadrado, Borja e Pek, cioè di tre fuoriclasse, a riprova che poi sono i campioni che spostano le partite.

    RispondiElimina
  78. Chiari, Borja è stato molto spesso irriconoscibile e Pek inferiore a sé stesso, Aquilani alterno. E taccio di Juan. Poi, occorre dire che la formula permessa dalla titolarizzazione di Matos (e ce n'è voluta!) invece di quell'impiastro di Matri, esaltato all'acquisto dalle fave totali, è stata liberatoria per gli inserimenti da dietro.

    RispondiElimina
  79. E nella contrapposizione di Matos a Matri Lud, quantunque fava immensa, ha ragione.

    RispondiElimina
  80. Chiarificatore13 aprile 2014 16:00

    Secondo me il calo di Valero non è stato così clamoroso ed ancora meno quelli di Pizarro e Cuadrado. I problemi erano altri.

    RispondiElimina
  81. Il problema della condizione fisica non toglie quelli di modulo e di scelte individuali né è esimente l'allenatore: la preparazione non la cura e non la progetta il magazziniere.

    RispondiElimina
  82. Splendido movimento di Matos, purtroppo contrato appena dentro l'area!

    RispondiElimina
  83. Grande ripiegamento di Aquilani, oggi a tutto campo alla Di Stefano!

    RispondiElimina
  84. Pasqual cerca di saltare, per una volta, l'avversario (Cacciatore) e viene bloccato con una facilità derisoria, umiliante.

    RispondiElimina
  85. Ragnatela di altissima scuola, il Pek adesso come un topo nel groviera.

    RispondiElimina
  86. Cambio giusto: buon primo tempo, ma nel secondo Ilicic ha sùbito mostrato la corda.

    RispondiElimina
  87. Ma il libretto delle istruzioni di Ilicic il Palermo ce lo ha dato? Penso di no!

    RispondiElimina
  88. Immensi, immensi!

    RispondiElimina
  89. Anche più belli che a Catania. La più bella Fiorentina del 2014! Un solo errore, che è costato il gol, e 63 minuti di grazia assoluta!

    RispondiElimina
  90. Pek, dopo un inizio timido, sale di tono nell'ultima parte del primo tempo e giganteggia adesso.

    RispondiElimina
  91. Eh si....ha stancato il Tikitaka.....

    RispondiElimina
  92. Sopra, guarda che oggi Ilicic era integrato, il problema è che è una sega d'altri tempi per tenuta fisica.

    RispondiElimina
  93. Ahahahahahahahahah! Donadel non è cambiato! Il solito scarpone! Ahahahahahahahah! Ma secondo Quartagenerazioneviola, un giullaresco incompetente da leggenda, con lui avremmo giocato meglio che con Melo... ahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  94. Ci vuole una mina di Vargas

    RispondiElimina
  95. E invece Pasqual. a scacare.

    RispondiElimina
  96. Sentite ma questo sito devo portarlo io da solo sulla schiena?

    RispondiElimina
  97. Ancora Iturbe.

    RispondiElimina
  98. Si è buttato!!!!!!

    RispondiElimina
  99. Rigore clamorosamente inesistente, da prova televisiva per la simulazione. Una vergogna.

    RispondiElimina
  100. Noooooo, che sculo Aquilani!!!!

    RispondiElimina
  101. E' ridicolo, dovremmo stare avanti di tre reti!

    RispondiElimina
  102. Se quello era un rigore...a noi ne mancano 16 in questo campionato. Il solito arbitro che non ammonisce chi tronca le gambe (Iturbe su Cuadrado e Pek) e poi il reo subisce fallo (inventato)...Se non vinceremo sará stato un altro killeraggio. E la colpa sarà stata di Montella....ahah ahaha....

    RispondiElimina
  103. Cirigliano, un pallino di Deyna.

    RispondiElimina
  104. Cercheranno Toni in area, nel forcing finale.

    RispondiElimina
  105. Matri nullo.

    RispondiElimina
  106. La Pietà di Michelangelo ha più brio di Matri.

    RispondiElimina
  107. Pasqual umiliato da Iturbe.

    RispondiElimina
  108. Occorre non lasciar loro calci d'angolo, assolutamente!

    RispondiElimina
  109. Peruzzo imbarazzante, a 359 gradi.

    RispondiElimina
  110. Matri rompe i coglioni per battere il rigore. E' la volta che si sbaglia, Dio mio! Speriamo bene!

    RispondiElimina
  111. Fiuuuuuuuuuuu! Però sonos cene incredibili! E non è la prima volta! Non si litiga sul calcio di rigore da battere! Lo faceva solo Lele alla Cattolica! Ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  112. Splendida, l'azione che aveva condotto al gol!

    RispondiElimina
  113. Ma non si può patire così in una partita stradominata! Meno male!

    RispondiElimina
  114. Voglio dire, al fallo di mani!

    RispondiElimina
  115. Ohohohohoh! Adesso lo score è giusto!

    RispondiElimina
  116. Prandelli nei guai!!! Cosa inventerà per tenere fuori Aquilani??

    RispondiElimina
  117. Ad ogni modo, l'atteggiamento tattico antediluviano del Verona ha aiutato. In casa loro! Vergognosi!

    RispondiElimina
  118. Sopra, la disfasia non gli manca per escogitare una qualsiasi menciata adialettica.

    RispondiElimina
  119. Rodri ha macchiato una gran partita facendosi saltare come un ragazzino. Peccato.

    RispondiElimina
  120. Bene, quel che dovevo dire sul match l'ho detto in diretta, mentre voi vi facevate le seghe, la stagista veniva montata da i' su' ragazzo e intanto raccontava menate al telefono allo Schreber, Lud seguiva la gara su Wikipedia.

    RispondiElimina
  121. Seghe? Cioè uno contro cinque? No. 3-5.

    RispondiElimina
  122. E cosa inventerà per far giocare, il Prandelli, Balotelli?

    RispondiElimina
  123. Chiarificatore13 aprile 2014 17:07

    Quando (ri)vedi questa Fiorentina ti rendi conto che in CL potremmo esserci nonostante gli infortuni e che senza infortuni e senza arbitri contro saremmo stati in lotta per il titolo. Ho detto.

    RispondiElimina
  124. La differenza la fanno i campioni. O meglio, la fanno i campioni quando sono in forma. Se poi questi giocano a centrocampo, tutto sembra funzionare meglio. Anche in posizioni diverse da quelle che pensavamo fossero le migliori per loro. La verità principale di quest'annata è che, oltre all'attacco, c'è mancata una forma fisica omogenea dei nostri centrocampisti. Che non possono essere dominanti senza in una condizione di forma che premia uno su tre. Pek ha avuto problemi dall'inizio alla schiena (strappo in nazionale), Borja e Aquilani si sono alternati nei periodi down. È colpa di Montella? Opinabile. Certo poteva giocare di più Bakic, ma essendosi dimostrato questo ancora nemmeno da serie A, chiedergli di fare il Borja, sarebbe stato un po' autolesionistico. Sicuramente c'è chi avrebbe preferito Bakic o Vecino titolari al posto di un acciaccato tenore, io non sono tra quelli. Ambrosini, dite quello che vi pare, ma è stato l'unico a poter dare un cambio decente a questi tre.
    Tre che oggi hanno giocato in modo diverso.
    Borja e Pek hanno cominciato l'azione da davanti la difesa, mentre Aquilani ha fatto il rifinitore centrale, posizione che l'ha portato a tirare molto e ad inserirsi negli spazi lasciati dai movimenti di un volenteroso ma poco adatto Ilicic.
    Cuadrado ha fatto un partitone nella posizione di rifinitore esterno, posizione che lo lascia libero di fare un po' il cazzo che gli pare, aiutando e infilandosi dove vede luce. Matos ancora verde, nonostante gli spazi che c'erano, non ha saputo sfruttarli.
    In sostanza un 4231 molto mobile che è riuscito per gran parte della gara a schiacciare il Verona. La controindicazione è che un simile modulo, lascia parecchio spazio sulla nostra trequarti e i due registi, in interdizione, soffrono per cause naturali. Certo, questo periodo del campionato porta al rischio e al tutto per tutto, si incontrano squadre che non hanno niente da chiedere ed è più facile impostare le partite verso uno scontro all'arma bianca.
    Quello che rimane è che questa squadra ha una sua mentalità, ed è quella di vincere sempre. Chi gliel'avrà data?

    RispondiElimina
  125. Chiarificatore13 aprile 2014 17:28

    Foco, il problema Ambrosini, secondo me e come ho detto più volte, si pone quando lo metti a fare il playmaker davanti alla difesa. In questo caso danneggi lui e snaturi questa Fiorentina.

    RispondiElimina
  126. Chiarificatore13 aprile 2014 17:31

    Questa Fiorentina, quando è questa, irride l'avversario facendolo vedere persino più debole di quello che è. Oggi sembrava giocasse una squadra di A contro una di B.

    RispondiElimina
  127. QUANDO IL TIKITAKA HA STANCATO...Bella differita, di circa 4 anni, di Barcellona-Getafe, con le squadre che indossavano maglie diverse. Vittoria Guardiolesca della Banda-Montella, con un modulo perfetto, un centrocampo in palla, ruggente, struggente per quel che poteva essere con gli 11 di base.
    Un Verona allenato da un Cavasin qualsiasi mette in difficoltà la Fiorentina solo su sporadici contropiede, in campo c'erano-oggi- due categorie di differenza..e l'Hellas era la rivelazione del campionato, con adrenalina del derby vinto. Difesa viola che soffre solo i veronesi in campo aperto, centrocampisti scaligeri sfiancati dai giocolieri viola, Matos spacca ghiacci che non da riferimenti. Primo tempo da 0-3, se non ci fosse stata l'errata respinta di Neto (ma Toni strappa maglia a Gonzalo, in preparazione...), dominio totale e almeno 6 palle gol nitide. Perfetti. Ripresa con stesso canovaccio ma con un protagonista in più: Peruzzo. Disastroso. Partita sempre al sicuro, classe dispensata dai 9 viola in campo (ah, no...c'era anche Pasqual; fatto a fette da Iturbe non si notava, il cap.). Il presentimento é che faremo un favore alla Juve, a breve.
    NETO 5,5: giornata così così....Mano di Neto..o de nata?
    TOMOVIC 6,5 : efficace, pochi fronzoli, di sostanza. Un bel Tomo.
    PASQUAL 5,5: lo scarabocchio di un vandalo su un'opera d'arte.
    SAVIC 6: furbo nel mollare le situazioni scabrose a Gonzalo.
    RODRIGUEZ 6,5: riesce a contenere Toni, che la prende solo lontano dall'area; saltato come ostacolo basso da Raimondo d'Inzeo-Iturbe.
    CUADRADO 7: brioso, presente, senza freni, senza limiti, senza..posizione. Oggi ha giustificato il suo potenziale prezzo.
    AQUILANI 8: 1) É rotto, 2) É cotto, 3) Muscoli deboli, 4) Ossa di cristallo, 5) Discontinuo, 6)Sopravvalutato, 7) Non si vede, 8)Se era bono mica stava a Firenze...Siamo arrivati proprio a 8 appunti. Come il voto. Segna due gol da posizione impossibile...ehehe ehehee...Diciamo due gol e mezzo.
    PIZARRO 7,5 : Il Common-rail della Maquina. Cappuccino in forma top.
    VALERO 7,5: anche per lui un gol difficilissimo! Cuce e suggerisce senza sosta. Bentornato, mio Caudillo.
    MATOS 7: manca solo al suo prezioso lavoro; se avremo pazienza potrebbe essere un nuovo-piccolo-asso, ha solo 21 anni.
    ILICIC 6,5: a lui manca sempre la stoccata; impiega 50 minuti per trovare una posizione ma deve lasciarlo poco dopo....Sembra una forzatura, nel Congegno Viola. Ancora non giustifica i 10 milioni, marchio a fuoco-ora.
    MATRI 6: sufficienza solo per il gol. Entra lui è il Verona avanza...mah...
    VARGAS 6: partecipe della goleada, due buone giocate.
    WOLSKI S.V.
    MONTELLA 7,5: l'Udinese era poco digeribile e l'ha divorata serenamente (senza neanche un Falqui da usare, poi), il Verona era la sorpresa del campionato e nell'uovo Vincenzo mette 5 palline. La viola da tre settimane é tornata a correre, a dettar legge, ad avere supremazia totale degli avversari. Mezzo voto in meno perché Romulo non giocava...troppo facile senza il fenomeno brasiliano. Il mio augurio é che dopo la finale di Coppa Italia sorrida ironicamente e dia un buffetto ad alcuni tifosi (veri) un po' troppo da palato fino.
    Due righe sulll'arbitro, anzi una: impreparato. Ringrazi la prestazione sontuosa della viola, altrimenti era da querela.

    RispondiElimina
  128. Foco, ma lo sai che Mati Fernandez è un tesserato della Fiorentina?

    RispondiElimina
  129. Matos, manca solo il gol...

    RispondiElimina
  130. Ho visto solo il primo tempo che, dal risultato, mi pare essere stato ancor meno divertente del secondo. Non faccio pagelle ma coopto quelle del Sopra col quale differisco sempre di mezzo voto al massimo. Bella prestazione, bel risultato, forse stanno ricominciando a correre (almeno il primo tempo non mi è sembrato al piccolo trotto), speravo volassero a fine Marzo ma va bene anche così. 58 punti non sono pochi a 5 dal termine, mi pare realistica la previsione che avevo fatto, speriamo di arrivare in formissima il 3 Maggio, dopo potremo stilare un bilancio con calma, per adesso stiamo rispettando la tabella di marcia, per il prossimo anno i primi acquisti son quei due che abbiamo visto pochissimo quest'anno.

    RispondiElimina
  131. Si, lo so. E so anche che quando è stato in forma ha giocato sempre. Che l'abbia fatto ai livelli standard degli altri tre, per quanto lo adori tecnicamente, non lo posso dire.

    RispondiElimina
  132. Nel 2014, Foco, è stato migliore degli altri tre per rendimento e che Ambrosini sia meglio di lui era evidentemente affermazione amnestica, nonostante quel che adesso affermi.

    RispondiElimina
  133. No, ne sono convinto. Mati ha un valore tecnico che forse solo Borja ha tra i nostri, ma tatticamente non vale Ambrosini. Quando i tre in mezzo girano, Mati deve far panca perché, nei rispettivi ruoli, è inferiore.

    RispondiElimina
  134. In sostanza, non credo che con Mari si giochi meglio che con Ambrosini.

    RispondiElimina
  135. Lo crede Montella, Foco, che lo ha preferito sistematicamente ad Ambrogio, quando sano, per tutto il 2014, come puoi agevolmente verificare (essendone ripagato perché mai lui è stato il problema). Quindi questo sarebbe un errore in più commesso dal tecnico. Ma per me non lo è.

    RispondiElimina
  136. ottima, sacro FOCO.

    RispondiElimina
  137. Sono con Foco: Cuadrado, Valero e Pizarro sono tornati in forma e noi abbiamo ricominciato a giocare. Adesso possiamo arrivare a 69-71 punti in campionato e in finale di CI ce la giochiamo.

    RispondiElimina
  138. Chiarificatore13 aprile 2014 18:26

    Un reato punibile col ritiro del titolo di allenatore: Lentolivo ai mondiali per lasciare Aquilani a casa.

    RispondiElimina
  139. Eppure, Chiari, così andrà.

    RispondiElimina
  140. Squadra tornata ai suoi livelli, dopo l'incoraggiante match con l'Udinese.
    Brillantezza che fa aumentare i rimpianti per le tante giornate oscure, per i tanti punti gettati. Mi spiace per voi furbetti, che con battutine fate allusioni, io tifo sempre e comunque viola. A buoni intenditori poche parole.
    Colonnello, la memoria ti fa difetto, io battevo le punizioni, per i rigori c'era uno molto più bravo, uno che levava le ragnatele ai sette. Non ricordo ne avesse sbagliato uno.

    RispondiElimina
  141. Lele, la mia era una blanda provocazione... Non ho poi letto allusioni a te sgradevoli. Se non sei tifoso tu, e dei più illuminati, non so chi lo sarebbe. L'episodio del rigore è stato davvero spiacevole, soprattutto perché creato, da quel che si apprende, da uno che i gol, per far statistica, dovrebbe cercare di farli su azione e non su rigore. Anche oggi ha fatto cacare, del resto.

    RispondiElimina
  142. Dopo quasi due anni di squadra Montelliana, ho maturato un'idea semplice e anche troppo banale per i miei gusti: la straordinarietà di questa squadra è basata sulle caratteristiche non comuni di tre giocatori. Pek, Borja e Cuadrado hanno il potere di far cambiare faccia a tutta la squadra, ma anche quello di farla sembra completamente depotenziata. L'unicità di certe caratteristiche porta ad un problema non facile quando li si deve sostituire, tanto che ogni volta che si cambia interprete, le cose che si compensano non superano i problemi. Mati può essere una controfigura più tatticamente slegata di un Aquilani, ma non degli altri due compari del centrocampo. Cuadrado non ha eguali nel globo terraqueo e non si può sostituirlo senza dover ripensare tutta la squadra. Avere Rossi e Gomez a disposizione poteva camuffare, forse, i cali dei tre, ma la squadra ne avrebbe sofferto in qualche modo.
    A Montella ho fatto molti appunti, ma c'è un merito che nessuno può negare, ed è quello di aver fatto giocare insieme questi tre giocatori. Cosa che difficilmente altri geni avrebbero fatto. Pek quando è arrivato aveva già la lettera dell'INPS in saccoccia, Borja era reduce da un anno di merda e aveva poca considerazione pure a casa sua e Cuadrado sembrava un cavallo pazzo senza la minima idea di dove fosse la sua posizione in campo. Tre giocatori che, sulla carta avrebbero faticato a stare insieme, figuriamoci con un altra mezz'ala. La prima squadra senza mediani è firmata Montella. Questa squadra è firmata Montella, nel male ma anche e soprattutto nel bene.
    Per quello che mi riguarda, un giudizio definitivo sul tecnico lo darò alla fine del prossimo anno, quando potrebbe non esserci più un Cuadrado e, forse, un Pek. Quando, cioè, bisognerà cambiare tatticamente faccia a questa squadra, cercando possibilmente di fare un altro passo in avanti.

    RispondiElimina
  143. Stavamo asfaltando il Verona....

    RispondiElimina
  144. Foco, Montella ha saputo farli giocare insieme, ma chi li ha comprati questo aveva previsto, perché aveva comprato tre titolari. E' certo che ci voleva coraggio a giocare, per la prima volta nel campionato italiano, senza interdittori specifici a centrocampo, ma questa è stata la visione della dirigenza, non del tecnico che l'ha assecondata. O, per lo meno, diciamo che la dirigenza ha scelto un tecnico che ha creduto organico alla propria visione. Ma c'è modo e modo di proteggere indirettamente quel centrocampo in sé potenzialmente fragile sul piano fisico: Montella ha trovato a lungo il modo giusto, poi l'ha sbagliato. E due mesi e mezzo almeno di bassa condizione fisica non sono una contingenza malgré lui: come scrivevo stamani, prevedendo un bel finale di campionato sulla base di quel che avevo visto contro l'Udinese (non un fuoco di paglia, per chi ne masticasse, come invece avevo denunciato essere i precedenti nel 2014 che ad alcuni avevano cavato fatui e precoci peana), la preparazione era suo compito, nei tempi e nelle forme.

    RispondiElimina
  145. Non me ne preoccuperei più di tanto, Matri è solo in prestito, tornerà a chi l'ha pagato, l'anno scorso, 12 milioni. Ieri ne parlavo con un mio amico gobbo che ancora ne ride.

    RispondiElimina
  146. E' certo che il colpo... gobbo l'hanno fatto loro!

    RispondiElimina
  147. Non direi che abbia fatto cagare, se no si va a fissazioni. Appena entrato ha lanciato Cuadrado in porta provocando l'espulsione di quel broccaccio di Donadel, quindi facendo qualcosa di determinante. Poi ha fatto quel che doveva fare senza infamie nè lode. Un centravanti che sbaglia gol facili va in crisi psicologica ed ha bisogno di vedere scuotere la rete, anche se su rigore. Trovo giusto che gliel'abbian fatto battere, per cinque partite è ancora un giocatore viola, l'unico centravanti decente che può scendere in campo. Matos non è un centravanti e la porta la vede col binocolo.

    RispondiElimina
  148. leo m te ti diverti quando dai di fori, come con le seghe a martellino? Se non ti diverti ad una partita così ti piace di più Fiorentina-Milan o Fiorentina-Lazio?

    RispondiElimina
  149. Per me è una delle più belle partite giocate quest'anno. I tre goal presi sono un regalo dell'arbitro ed una discesa un po' troppo precoce negli spogliatoi, un minuto prima del lecito. La gara era da 5-1 per come si è svolta.

    RispondiElimina
  150. Ho scritto che il primo tempo è stato meno divertente del secondo dato che nel secondo si è fatto tre goal e non due come nel primo, praticamente l'esatto contrario eh eh eh eh a me un 5-3 piace sempre da matti, non scherziamo, già nel primo tempo avevo visto molte cose che mi erano piaciute ma non avendo visto il secondo ho preferito non dare voti, comunque elevati a tutti vista la rotonda vittoria. Ma ce l'avete con me ?!

    RispondiElimina
  151. Ma no, Jordan, entrare dal nulla a piedi giunti in una discussione accusando padreternalmente gli altri di aver delle fisse è molto tuo, uno sgabello dialettico sbilenco pagato in moneta di stagnola, ma non sposta il fatto che oggi Matri è stato nullo, né dirò che hai una fissa se pensi il contrario. Matos è andato assai meglio, creando spazi, rendendosi pericoloso. Credo che la formula inaugurata contro l'Udinese sia quanto di meglio Montella potesse trovare in assenza di Pepito e di Gomez e in essa Matri ha spazio dalla panchina, mentre Matos è di un'utilità decisiva per via dei suoi movimenti e della sua verticalità, che ha permesso la realizzazione sfolgorante di Cuadrado da trequartista eslege e il recupero di Ilicic in posizione a lui più consentanea (anche se nella ripresa è scoppiato), sebbene oggi, dopo il provvisorio vantaggio veronese, abbia trovato corsie chiuse e abbia faticato per venti minuti buoni. C'è un regalo poi che dimentichi, fra i tre gol, ed è il primo, ma quello non l'ha fatto l'arbitro al Verona. Foco, elevare piedistalli a Cuadrado ora che lo vuole e lo prende il Barcellona è facile ma ricordo quando, per tutto l'anno scorso, c'era chi (e non alludo soltanto a chi si alimenta a caponata e a Zemanviola, che su Cuadrado si sono ricoperti di concio e per Zemanviola me ne duole profondamente) diceva che era uno sconclusionato, uno che dopo il dribbling non sapeva cosa fare col pallone.

    RispondiElimina
  152. Beh, io ricordo di aver dato giudizi simili su Cuadrado.

    RispondiElimina
  153. Mi sembrava strano che, parlando di fissazioni, tu non avessi qualcosa da dire sul primo goal, sul quale le responsabilità del portiere sono marginali, checchè tu ne dica.
    E' un tiro rasoterra violento da dentro l'area che è quasi impossibile bloccare ed è anche difficile, vista la rapidità e la posizione, deviarlo in posizione innocua. C'è anche una discreta dose di sculo perchè la deviazione va a finire sulla testa dell'unico attaccante veronese in area e c'è anche da dire che sulle respinte del portiere difficilmente o quasi mai si arriva primi noi. Comunque il discorso che facevo aveva poco a che vedere con le responsabilità del portiere, che, ripeto, sono per me nell'occasione marginali, ma sul fatto che dei tre gol di sicuro due (sul terzo o primo lascio aperto il discorso) sono dovuti ad un regalo arbitrale o disattenzioni patenti a partita chiusa e quindi non indicano una prestazione scadente della difesa come potrebbe sembrare. Quanto a Matri dire che è stato nullo uno che ha fatto un passaggio goal appena entrato e che ha giocato un quarto d'ora per me indica una certa fissazione persecutoria che ti è tipica contro questo o quello perchè fa parte della tua retorica di discorso. Se non ti crei nemici, o cazzoni da offendere per esagerare i tuoi concetti non ti senti bene.

    RispondiElimina
  154. Pure io, da dicembre a qualche settimana fa

    RispondiElimina
  155. Disamina di alto livello del demente del laghetto su Cuadrado, in avanti può fare quel che cazzo gli pare! Altro non ci è dato sapere, non l'ha vista, ed anche se fosse.....non ha idee sue, ed anche se fosse.......non può descrivere niente su moduli e ruoli, ed anche se fosse.......ma a lui chi gliele scava.......le fosse ?!

    RispondiElimina
  156. Sui siti di gente che capisce di calcio non c'è abbondanza e di gente che per partito preso esce fuori dopo essere stata chetata da un campionato sopra le righe per riportare le loro tesi scombiccherate ce n'è invece parecchia. Su fiorentina.it il Ceccarelli dice che non ci poteva far nulla salvo dargli l'insufficienza per aver preso 3 gol (?) e questo dà una misura del livello di competenza dei pagellisti. L'intervento non è affatto una pollata ed un tiro rasoterra vicino al piede d'appoggio violento e da dentro l'area non è affatto facile da prendere. Vista l'angolazione non è nemmeno facile da deviare in calcio d'angolo. Questo dice chi in porta c'è stato e di calcio un po' ne ha visto, quelli che non capiscono un cazzo e vanno a simpatie dicano quello che gli pare. Cosa c'entri poi la vigliaccheria lo sai solo tu. Se invece di un quarto d'ora Matri ha giocato 23' non mi sembra che cambi molto il concetto, appena entrato, per merito anche suo il Verona è rimasto in dieci e dopo pochi minuti si era 4-2 e partita finita non vedo che razza di giudizi si possano tranciare in simili circostanze.

    RispondiElimina