.

.

venerdì 8 marzo 2013

Scorci e non Curci

Aspettando Godot, o come si dice a Firenze aspettando di godere, dove il genere è quello del teatro dell’assurdo nel senso che Firenze è teatro di un dramma costruito intorno alla condizione dell’attesa. E quindi aspettando la Cittadella, il terzo scudetto, la pista dell’aeroporto, i tre punti a Roma, il solito rinnovo del contratto di Batistuta, la punta, la qualificazione Champion, la pontellizzazione. Mentre la seconda linea della tramvia e il cantiere dell’alta velocità non vogliono proprio rinnovare il volto della città, come del resto aveva fatto anche Montolivo con il suo contratto. Perché lui ha scelto di andare a rinnovare la linea M5 Bignami/Zara chiamata linea lilla e forse per questo motivo l’ha scelta, lui così attaccato a tutte le sfumature di quel colore, la prima linea di Milano con sistema di guida completamente automatico, come del resto speriamo possa essere la nostra manovra anche senza Aquiliani e come lo è stata finora senza di lui. Tutte le stazioni hanno le banchine completamente separate dai treni tramite porte di banchina, che si aprono solo quando i treni sono fermi e allineati. La modernità. Con treni che si muovono senza il conducente. Mentre Firenze allo stesso tempo sembra perdere tutti i treni possibili. E Montolivo evidentemente aveva bisogno di una città più metropolitana e anche di prendere la metropolitana invece che del 23 A per Sorgane che non passa mai e poi lui che ci andava a fare a Sorgane. Una città che esprime il suo più alto picco di modernità con la tramvia  che ti porta da Scandicci fino alla stazione, con il vantaggio, questo si, che con il biglietto di Italo non la paghi. Firenze è una città a misura d’uomo ma solo d’uomo e possibilmente piccolo, mentre Milano anche di donna ed è per questo che la De Pin l’ha scelta. Scorci. Noi abbiamo invece la più alta concentrazione di scorci al mondo. Da rimanere senza fiato. Scorci come lo sono stati anche quelli dei due scudetti. Poi però il fiato ci manca anche nel senso di respiro europeo, attraversiamo continuamente i ponti di qua e Diladdarno ma non le epoche, rimanendo di “marmo” di fronte ai cambiamenti. La sensazione è che sia tutto fermo, come il traffico sui viali, fermo appunto come “aspettando Godot”, o aspettando di godere, sinonimo di una situazione in cui si aspetta un avvenimento che dà l’apparenza di essere imminente, ma che nella realtà non accade mai, diciamo il famoso salto di qualità che io reclamo per l’ennesima volta anche domenica sera a Roma. Il mi’ nonno fiaccheraio lo ripeteva con una certa rintronata cadenza, scandita da una ripetitività che ci aveva fatto scambiare la sua saggezza per arteriosclerosi, si, i’ povero Gigi diceva proprio questo sulla sua carrozza mentre il cavallo affondava il muso nel sacco con la biada, diceva “chi visse sperando morì non si può dire”. Ero piccolo ma oggi capisco perché chi gli stava intorno sbuffava dicendo “oh Beckette, abbozzala!”

86 commenti:

  1. Colonel Blimp8 marzo 2013 10:08

    «L’affare Yakovenko porta in una sola direzione: il 4-3-3 per la prossima stagione. A questo proposito, secondo La Gazzetta dello Sport, la Fiorentina lavora per il ritorno a Firenze di Alessio Cerci, uno che con quel modulo potrebbe rendere al meglio. La trattativa non è semplice ma l’idea c’è»: così Fiorentinanews. Non vedo il nesso tra l'ucraino e il 4-3-3 ma il ritorno di Cerci, anche se dovesse tramortire lo scacchista pseudosenese peggio che una sua convocazione da parte di Prandelli, lo giudicherei tutto sugo. Invece, una schidionata di preoccupanti cazzate emerge da quest'altra informazione dell'ottimo sito: «Non sembrano esserci particolari dubbi per il modulo che Montella sceglierà domenica sera contro la Lazio. Sarà confermato il 4-3-3, con Cuadrado che tornerà ad agire largo a destro, Jovetic sarà al centro dell’attacco e Ljajic a sinistra. A centrocampo Migliaccio è in netto vantaggio su Sissoko per prendere il posto di Aquilani, mentre in difesa è scontato il ritorno di Savic. L’unico ballottaggio è per un posto a destra tra Tomovic e Roncaglia». Ditemi, voi, sitollockiani, se si può andare al massacro contro la Lazio con quell'assetto e con quegli uomini.

    RispondiElimina
  2. Colonel Blimp8 marzo 2013 10:23

    E scusa, caro Pradè, se la Champions può trattenere Jojo, come dici, perché non contribuisce a conquistarla? Sia onorato Jojo di giocare per la Fiorentina come la Fiorentina lo è di schierarlo, riprenda un ritmo che porti spazio per guardare al cielo, come scrive giustamente Rosemary sul suo sito: ma il rapporto è rotto da un bel po' e le gambine diventano troppo preziose per la futura squadra, da rischiarle per noi.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore8 marzo 2013 10:35

    E poi non si capisce in questo presunto cambiamento di modulo dove si collocherebbe Cuadrado.
    Montella ha detto centinaia di volte di non essere ancorato ad un modulo, ma solo ad un modo di concepire il calcio che si può applicare a tutti i moduli del mondo.
    Sono d'accordo con quanto hai scritto ieri, Colonnello, Yakovenko può rappresentare un'alternativa a Pasqual, finalmente, e non solo, aggiungo io. Gran fisico, veloce e buoni piedi ( entrambi), mi pare. 

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore8 marzo 2013 10:39

    Se poi si concretizzasse anche l'arrivo di Clasie, sarei più tranquillo anche per quanto riguarda i ricambi  a centrocampo in vista dell'Europa.

    RispondiElimina
  5.  Yakovenko - che comunque conosco per modo di dire, l'avrò visto giocare non più di 4/5 volte - a me non sembra un'alternativa a Pasqual, è molto più offensivo e nullo in copertura, da qui un suo senso in un 4-3-3 come esterno alto. Spero non da titolare, però, perché significherebbe un notevole ridimensionamento della squadra. Ma io non sono nemmeno un amante del 4-3-3, anche se come variante può far comodo, come può fare comodo Cerci. Che però se ce lo riprendiamo per poi rivenderlo a qualche interessata, magari fuori dall'italia, penso sia meglio, oltre che un affare. Jojo se se ne va penso proprio andrà al City, quindi penso sia interessante cominciare a guardare in casa loro, alla ricerca di qualche esubero di qualità in stile Savic...

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore8 marzo 2013 10:51

    Per coprire il ruolo di esterno alto in un 4-3-3,  Yakovenko dovrebbe avere un'altro score come realizzatore, Deyna, così come dall'altra parte lo stesso Cuadrado. O sbaglio?
    Ho l'impressione che sia più vicino ad  essere, come ruolo,  un Cuadrado di sinistra. 

    RispondiElimina
  7. Colonel Blimp8 marzo 2013 10:53

    Scusa, Deyna, ma continuo a non capire il nesso fra l'ucraino e il 4-3-3: non vorrai mica pensarlo esterno del tridente, vero? Perché allora siamo fuori da ogni bene. Yakovenko sarebbe invece ottimo come esterno di centrocampo di 3-5-2: vale quanto Pasqual in marcatura ma nei ritorni è ben più possente. Ad ogni modo con tutti questi arrivi bisognerà anche pensare a chi cedere.

    RispondiElimina
  8. Il problema di Yakovenko - che non può che acuirsi in italia - è che come punta esterna segna poco, e nel ruolo di Cuadrado non ha propensione alla fase difensiva. Insomma, a me sembra un acquisto inutile...

    RispondiElimina
  9. Colonel Blimp8 marzo 2013 10:54

    Ecco, Chiari, mi hai anticipato, come vedi, di qualche minuto. Yakovenko punta esterna sta fra Dalì e Arp.

    RispondiElimina
  10. Letto ora, Pradè: "Iakovenko? Può fare al caso nostro: adatto al 4-3-3, un esterno che taglia verso il centro...". Quindi lo pensano come esterno alto in un 4-3-3. Cosa che non mi convince, vuoi per il modulo che non amo, vuoi per il valore del giocatore, che mi pare medio, ad esser buoni. Come riserva naturalmente può andare

    RispondiElimina
  11. Colonel Blimp8 marzo 2013 10:58

    Non è vero esattamente quanto dici sulla fase difensiva di Yakovenko, Deyna: il campionato belga, come quello francese, lo conosco, e posso dirti che l'ucraino marca male in surplace (non peggio di Pasqual, ad ogni modo) ma conquista bei palloni in ritorno, come ho scritto sotto, mentre davanti assicura spinta superiore a quella di Pasqual. Con lui e Cuadrado di fascia col 3-5-3 gli avversari devono preoccuparsi prima di tutto della loro fase difensiva.

    RispondiElimina
  12. http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/calcioestero/articoli/99592/berbatov-artista-della-matita.shtml

    E intanto Berbatov si dà al disegno, non è nemmeno male...In campo 9 gol in 22 partite, non è più quello di prima [immagino anche che motivazioni può avere al Fulham], ma dentro sa sempre come buttarla...

    RispondiElimina
  13. Sopravvissuto8 marzo 2013 11:05

    Grazie LELE,ho provato emozione a ricordare mio nonno paterno che quando avevo 4/5 anni,sino alla prima elementare mi accompagnava a scuola con la botticella(gli altri 3/4 bambini pagavano tipo 2/300 lire)ed ero un po' invidiato...poi andava alla stazione delle corriere del paese ad attendere chi arrivava e aveva bisogno del trasporto,e la toglieva il morso,allentava i finimenti(a volte lisciava con vaselina)e dava la biada al puledro...che bello.Iakovenko ha esperienza di coppe(ogni anno l'Anderlecht le gioca),è un costo zero integro,in pieno fulgore e valida alternativa;potrebbe essere una scoperta,un poco-conosciuto che disorienta...chissà.Intanto prendiamolo,portiamo a casa.Piuttosto rosico se il Milan prende veramente Jorginho del Verona,veramente un bel calciatore,già pronto.

    RispondiElimina
  14. Sopravvissuto8 marzo 2013 11:06

    Era "Grazie GUBERNATOR"....

    RispondiElimina
  15. Colonnello, spero allora tu abbia ragione, e di averlo beccato non in giornata in quelle 4/5 partite...Se mi dici che recupera bene in copertura mi fido, quando l'ho visto non sembrava. Però Pradè, a quanto leggo ora, pare vederlo come punta esterna in un 4-3-3.

    RispondiElimina
  16. Colonel Blimp8 marzo 2013 11:20

    Caro Sopra, il Milan si sta finalmente adeguando, con grande organizzazione tecnica e influenza riinesca, alle necessità del calcio fair-play. I cazzoni che devono difendere con altre argomentazioni (parimenti del cazzo) le loro cazzate avariate sulla pontellizzazione e che dicono cazzosamente che DDV non spende più per la Viola, peraltro sbugiardati dal rosso del biennio precedente questo, non capiscono che le regole sono cambiate, che DDV si è messo al passo con esse per tempo e che le milanesi, ad esempio, quest'anno sono uscite sùbito fuori dal giro scudetto perché hanno dovuto sbaraccare in quattro e quattr'otto, non trovando così gli equilibri se non per giocarsi il terzo posto (e una delle due lo fallirà per forza). La Roma ancora non ha capito un cazzo di come funziona il Nuovo Mondo, la Lazio è attaccata con lo sputo grazie ai maneggi di Lotito ma non può durare, il Napoli una volta venduto, inevitabilmente, Cavani (appunto per tenere il nuovo passo) è nulla. Noi siamo già adeguati, facciamo lavoro sagace di spostamento di tasselli, abbiamo occhi che i radar inglesi ci fanno una sega.

    RispondiElimina
  17. Colonnello, spererei che le milanèsi lo falliscano entrambe, l'aggancio al terzo posto...

    RispondiElimina
  18. Grazie a te AfricaGrazie,
    Pollock, oltre a deliziare con arabeschi letterari, che ronzano
    nell'aria, cerchi di cattturarli ma non li prendi mai, oggi mi fai
    omaggio di foto della mia amata e bramata...Deyna, quello che ieri si e'
    visto e'Bale al 50%, ( viaggia a un gol partita di media) ma con questa
    Inter  non ha spinto a fondo, basta e avanza.Credo che oggi sia in
    assoluto il solo giocatore al mondo che puo'occupare con risultati di
    eccellenza, tutti i ruoli di centrocampo, attacco e esterni di
    difesa.Boas, meritorio del suo progresso tattico, lo fa giocare mezzala e
    anche centravanti, ma  in un top team  in un  433 a destra e'
    devastante, come in qualche partita ha gia' fatto vedere.Comnuque va
    dato merito a Boas, presto bollato come incapace delfino di Mou,
    artefice dei buoni risultati degli Spurs.Appena torno a Firenze
    parlero'con Prade', non lo sopporto che si ignori Traore'(che rima!).
     
    Lele
     

    RispondiElimina
  19. Colonel Blimp8 marzo 2013 11:35

    Io ci spero anche, Deyna, ma un cinico scommettitore inglese darebbe una delle due al 75%, ormai. Tutto dipende dal nostro risultato a Roma, perché poi il Milan è a casetta nostra che deve venire. Ma ti faccio notare che la sottovalutata Inter ha due punti più di noi, contro di noi ha già giocato e per me è la vera favorita. Comunque, non escluderei il crollo del Ciuccio di Merda, fra Cavani in smobilitazione e Mazzarri con le valigie (Inter, secondo me).

    RispondiElimina
  20. Sì, Bale non mi pareva spingere al massimo, però ha dimostrato una intelligenza nei movimenti davanti non comune, per un ex [?] esterno, confermando gli incredibili progressi che ne stanno facendo un giocatore totale. Ehi, se hai un filo diretto con Pradè ti dò la lista da consegnargli, ahahaha. Scherzo, però digli che Orban del Tigre è un campione, da non lasciarsi sfuggire assolutamente, ora che costa poco.

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore8 marzo 2013 11:56

    Nel frattempo, stasera urliamo  tutti forza Vargasse  regalaci un sogno!  E più in generale, anche se turandoci il naso,  forza Genoa! 

    RispondiElimina
  22. Jordan, che ne pensi di Szczesny dell'Arsenal? Non che sia roba per noi, ma per me è un grande portiere, nonostante ancora faccia i suoi errori [classe '90...].

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore8 marzo 2013 12:30

    Detto questo dalla succursale Genoa mi aspetto molto poco. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  24. Colonel Blimp8 marzo 2013 12:58

    Basterebbe un pari. Il Genoa rischia la B e non è così malvagio come la sua classifica, il Milan ha la testa al Barça.

    RispondiElimina
  25. Chiarificatore8 marzo 2013 13:08

    A proposito di merde, quel grande pezzo che risponde al nome di Frey, ieri non ha perso occasione di gettar fango su Corvino, col quale faceva a gara solo sulla bilancia, viaggiando negli ultimi suoi tempi a Firenze 15 di chili sopra peso.

    RispondiElimina
  26. Sopravvissuto8 marzo 2013 13:11

    Sono nella terra della bonifica,"Stadio" verde qui non c'è,esiste solo il Cor-oma del-azio dello Sport(rosso):grande grande risalto all'intervista in redazione a Pradè;un passaggio è molto netto e chiaro,delineando scenari DEYNeiani:"Non sono autorizzato dalla proprietà a riaprire i contatti con la Juve".Wooooooooooooow,si!Cazzuto!Cazzuti!Quindi export über alles!Marotta come smentirà questa affermazione?Immagino gli Yorkshire(cfr,lecchini per una notizia)delle tv "Marotta,preclusa la strada a Jovetic,dopo lo sgarro Berbatov?" e lui "Quale sgarro?Berbatov chi?Ah,lei si riferisce al Berbatov di Siviglia,la pièce andata in onda nella join venture ispano-bulgara!No no,nessun problema...anzi si...sono stato a Praga,peccato che tutti i vicoli fossero ciechi....".Ah ah ah ah,immagino quale mossa kamasutriana,quale artifizio tecnico-linguistico-pallonaio inventerà per tenere botta,il Marotta.

    RispondiElimina
  27. Se il Genoa va in B mòio dai'ridere, e voglio un manifesto con le citazioni precise dei vari pontellizzazionisti che indicavano in Preziosi il presidente-modello per sognare.

    RispondiElimina
  28. Colonel Blimp8 marzo 2013 13:27

    Vitalogy, nel manifesto non dimenticare l'altro eroe di Beberri, che nel nick da un baseballista drogato è recentemente passato a un ciclista drogato: parlo dello Zampa, uno che a differenza dei DV per la squadra ci sente, spende tanto e azzecca le mosse, se ricordi bene. E poi Garrone e Pozzo, già a mangiar la polvere. Manca solo Tutunci, ma solo perché non vuole gettarsi nell'avventura, sennò farebbe cose meravigliose. Eh, il Tavernello, che scherzi che fa! A meno che non si tratti di abuso di clisteri a base di caponata di Giorgio.

    RispondiElimina
  29. Sopravvissuto8 marzo 2013 13:28

    Genoa in B è un peccato,son sempre dai 6 ai 4 punti sicuri,per noi.

    RispondiElimina
  30. Il Free Lance [Armstrong] del sitone pare aver rotto con la logica da piccolo...A parte gli improponibili paragoni tra il doping nel calcio e quello nel ciclismo, non si capisce dove voglia andare a parare inserendo nell'analisi le nazionali di italia e Germania [e quella del 2006 non è nemmeno quella di Ozil e Khedira che cita], quando si parlava di Real come squadra di club con la miglior rosa in Europa. Il doping poi è evidentemente una sua ossessione, ma ora sorvola sul fatto di averlo tirato in causa in passato per il Genoa del Gasp e l'Everton che affrontò al ritorno Prandelli.

    RispondiElimina
  31.  Farà parte della rosa, senza troppe aspettative. Così La Gazzetta dello Sport inquadra l’arrivo a Firenze di Oleksandr Yankovenko
    per il quale mancherebbe ancora l’accordo sulla durata del contratto,
    anche se l’affare è considerato già chiuso. L’arrivo dell’esterno
    d’attacco si sposa con il 4-3-3 che i viola hanno in mente per la
    prossima stagione. E proprio per questo motivo – scrive la rosea – la
    Fiorentina starebbe anche valutando se riportare Alessio Cerci a Firenze, attualmente in comproprietà libera con il Torino, dove sta disputando un’ottima stagione.

    RispondiElimina
  32.  http://www.tuttomercatoweb.com/le-meteore/rubio-quando-maifredi-scelse-lui-invece-di-zamorano-428422

    Beh, di fronte a certe "cappelle" possiamo consolarci anche noi aspiranti diesse...

    RispondiElimina
  33. Zamorano non era un fenomeno, ma averlo un centravanti con quella ferocia agonistica, e quello stacco di testa...Gran coppia quella che formava nel Cile, con Salas [che fece nero Cannavaro ai Mondiali '98...].

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore8 marzo 2013 14:23

    Quindi per la Gazzetta dello Sport, là davanti rimarrebbe un solo posto libero, magari per il centravantone che deve arrivare, possibilmente da 20 gol, e.... Cuadrado, Rossi, Jovetic, dove li piazza? In panchina?  

    RispondiElimina
  35. Riferimenti africantiEh,
    Deyna, quando torno a Firenze dovrei incontrarlo.Certo che non ha
    bisogno di consigli, ma Alain Traore' lo conosco personalmente e vale
    molto piu'del miglior Bastos, sempre che si vada in direzione 352 e che
    abbia ancora prezzo abbordabile.2 anni fa' quando cominciai a seguirlo,
    costava poco, ora non so.Riferiro' di Orban.
     
    Lele
     

    RispondiElimina
  36. Eretici africani...non
    molto tempo fa' qui, qualcuno...eh eh, scrisse che non vedeva male un
     Cerci, in un 433 viola, soprattutto in certe partite difficili a
    sbloccare, ma questo qualcuno passo per eretico,eh eh.
    Lele
     

    RispondiElimina
  37. Chiarificatore8 marzo 2013 14:49

    In effetti, Lele, tra tutti, Cerci sembra essere l'unico nato per il 4-3-3.

    RispondiElimina
  38. Colonel Blimp8 marzo 2013 14:57

    Cerci grande calciatore ma testa calciatore.

    RispondiElimina
  39. Lele, ho postato quell'articolo apposta, eh eh eh... A Pradè faresti prima a consigliargli Deyna e la Sua videoteca (incluso l'amico "malato" che gli passa i filmini,  rieheheheheh...

    RispondiElimina
  40. Colonel Blimp8 marzo 2013 15:14

    Comunque con Rossi non vedo il 4-3-3, a meno di pensare (follemente) a Rossi centrale. Con Rossi ci vuole il centravantone (coi soldi di Jojo) e centrocampo a 5, ma con qualcosa di meglio, che forse è già arrivato, di Pasqual. Ljajic prima riserva di Rossi, Larrondo del centravantone a venire, Clasie a preparare l'addio alle armi del Pek, Wolski da capire, El Ham forse da accettare nel suo doloroso flop. Liberarsi di Migliaccio. Il portiere: Ruffier eccellente al 50%, in uscita vale infatti Frey, più o meno.

    RispondiElimina
  41. Colonel Blimp8 marzo 2013 15:21

    Il grande Furio, a Lady Radio:"In questo momento non c’è il problema Jovetic e secondo me il suo futuro non deve essere legato alla Champions. Adesso conta solo pensare al campionato, vincere in casa e pareggiare almeno in trasferta. Se Jovetic continua a giocare così, niente più che benino, non credo possa andare in chissà quale grande squadra“.

    RispondiElimina
  42. Moduli africaniInfatti,
    Chari, non sono molti quelli che possono giocare in quel ruolo, ma
    anche pongono limiti tattici.Ricordo,con quelle caratteristiche,
    Stoichkov,
    Overmars, e Donadoni, anche se quest'ultimo era bravo
    anche in fase difensiva.Non penso tuttavia che Monella sia un
    integralista e si voti ad un unico schema tattico, piuttosto preferisce
    avere rosa che permette variazioni a seconda delle necessita'.Guarda gli
    pseudo giornalisti che ignorando e non sapendo che scrivere,
    favoleggiano sul prossimo 433 di Roma, quando e'lampante che Monella
    parte col 352 che diventa 433 se Cuadrado o Broja avanzano, quindi
    piu'che da regimi forzati, molto dipende da equilibri che una squadra
    necessariamente raccolta riesce a dare ed ovviamente l'altra ti fa fare.
    Lele
     

    RispondiElimina
  43. Pedinamenti africaniLo
    sto seguendo, Cercinho, nel suo progresso, poi quando la stampa
    ricomincia a parlar di lui, da quella testa a pinolo che e', si siede.
    Nell'ultima
    e' stato inguardabile mostrando i limiti caratteriali che conosciamo,
    ed era da prendere a ceffoni.Non so chi possa raddrizzarlo, se Montella
    avra' la pazienza e bastone, sta di fatto che quando decide di giocare
    fa la differenza con chiunque, ma quando e' sul no, si gioca in dieci.
    Lele
     

    RispondiElimina
  44. E' per questo che non vedo Cerci titolare fisso, ma chissà che da alternativa di lusso, quasi centellinato, non sia la maniera giusta per tenerlo sempre sulla corda e carico. C'è anche il rischio che si demoralizzi, ovvio, ma se gioca un 20/25 partite più spezzoni con quegli 8-9-10 gol che ha nelle corde, dovrebbe esaltarsi, altroché. Traorè lo seguii per qualche partita dopo che me lo segnalasti, Lele, ed effettivamente mi pareva forte forte. Poi però l'ho perso di vista, non amo il calcio francese...Se metti all'orecchio di Pradè la pulce-Orban ti ringrazio, ma più che altro sarebbe un bene per la Fiorentina se lo prendessimo. Mi sta impressionando sempre di più, difensori che riuniscono in se' quella classe e quella grinta sono rarissimi. Tra l'altro sarebbe l'ideale per la difesa a tre, messo a sinistra [è mancino], e aggiungerebbe parecchio gioco aereo.

    RispondiElimina
  45. Colonel Blimp8 marzo 2013 16:10

    Per mera ipotesi di scuola: avete mai pensato a dove saremmo adesso se, nel Biennio Maledetto, avessimo avuto Viviano invece di Boruc?

    RispondiElimina
  46. Colonel Blimp8 marzo 2013 16:13

    Così l'agente di Orban, su Fiorentinanews, tanto per far contento Deyna: “Roma e Fiorentina sul giocatore? Direi proprio di sì: Orban può giocare sia come terzo a sinistra nella difesa a tre sia come terzino sinistro con la difesa a quattro, qualora il mister decidesse di passare a questo modulo. Inoltre, assieme a Roncaglia, ritengo che possa formare un’interessante coppia di terzini tipicamente 'argentina', tutta grinta e personalità".

    RispondiElimina
  47. Colonnello, non avevo letto questa! Se ce lo soffia la Roma, però, la delusione per me sarà atroce. Per me come terzo a sinistra nella difesa a tre è perfetto, con Roncaglia, Rodriguez e appunto Orban, e l'ottimo Savic a dare il cambio ai due più esterni [il campionato è lungo]. Con l'alternativa della difesa a quattro a seconda delle partite, naturalmente, con Roncaglia-Savic-Rodriguez-Orban. Su Boruc: i masticanti pallamano lo sminuiscono, ma ho in effetti pensato spesso a Viviano in porta nel biennio maledetto, e la conclusione è una ed una sola, spaventosa al solo pensiero. Inizia con la B.

    RispondiElimina
  48. Letto ora sul sito, bello il titolo! Altro che vice Pasqual, a parte le caratteristiche diverse, Orban è di un'altro pianeta!

    RispondiElimina
  49. Colonel Blimp8 marzo 2013 17:11

    Su Boruc, Deyna, accetto persino che si dica "buon portiere ma non più" (e bada che per me è il migliore che abbiamo avuto dopo la partenza di Albertosi, mentre il Patriarca pensa addirittura dalla partenza di Sarti). Se invece si dice "portierucolo" o lo si mette sullo stesso piano o al di sotto di Viviano non c'è dialogo possibile, è come se io mi mettessi a parlare degli "Amorum libri tres" col mio fornaio o lui volesse dibattere con me i problemi della lievitazione. Invece tu, non so se per vanità di facile trionfo o per tedio vitale, t'intrattieni a parlar di calcio in cloaca con teste di cazzo invadenti campo a loro ignoto, e sovente en disfraz per giunta.

    RispondiElimina
  50. http://www.calcionews24.com/esclusiva-agente-orban-orban-un-occasione-ma-bisogna-fare-presto-roma-e-fiorentina-305152.html

    Un ulteriore approfondimento...Certo da quando ne parlavo più di un anno e mezzo fa, sta cominciando ad attirare sempre più l'attenzione, ma era inevitabile, visto il talento. Che Sabella ancora non lo chiamasse mi pareva in effetti un mistero. Da quel che si dice qui, la concorrenza della Roma non sembrerebbe essere forte...


                                                    X

        RONCAGLIA [Savic]      RODRIGUEZ            ORBAN

    CUADRADO                 PIZARRO [Clasie]           MONZON

                      LJAJIC [Vecino]       BORJA VALERO

                         OSVALDO [Ferreyra/Castillo]       ROSSI

    RispondiElimina
  51. Deyna, speriamo t'accontentino! A Cerci manca l'ultimo gradino per diventare un top player. E non penso di abusare del termine. Spero gli succeda quello che è capitato, in ritardo, ad un altro grande rimasto indietro per troppi anni. Diamanti.

    RispondiElimina
  52. Colonnello, penso sia un misto di piacere della discussione calcistica e tedio vitale, non nascondo che ha un che di patologico, ahah

    RispondiElimina
  53. Uhmmm... Monzon è anche sulla lista di "quelli vicini a'ì mi omo"...

    RispondiElimina
  54. Ahah, dici il BrovarOne? Comunque Monzon al posto di Pasqual sarebbe eccellente, sulle fasce si vola con lui e Cuadrado, ben coperti dietro da Roncaglia e Orban...

    RispondiElimina
  55. Mi sono anche contenuto, solo cinque argentini in formazione.... Canteros è un altro da tener d'occhio, comunque, ahahahhaha

    RispondiElimina
  56. Non ho capito però se sei del partito di quelli che vedono Jojo lontano da Firenze (vedo non lo metti negli 11...) o se è solo una dimenticanza... :-))))

    RispondiElimina
  57. Non sono di nessun partito, però penso lo cedano, e un mercato come quello che dico io senza cessione di Jojo lo vedo duro...

    RispondiElimina
  58. Colonel Blimp8 marzo 2013 18:44

    E' l'ora del menu di AntoineRouge: antipasto di salumi toscani, carbonara, ossobuco, tiramisù.

    RispondiElimina
  59. Ti sei dimenticato il sanguinaccio, Colonnello, ahah

    RispondiElimina
  60. Foto in stile di quella che Pollock ha messo in fondo al suo articolo di ieri

    RispondiElimina
  61. Colonel Blimp8 marzo 2013 20:55

    Ahahahahahahah... Vitalogy! Quello è uno che ha l'anima del commercio! Davvero un commerciante garbato alla fiorentina... ahahahahahahahahah! Ma le donne a esser trattate così godono il doppio... ahahahahahahahahah! Quand'ero bambino, al mercatino di via Calatafimi ricordo di aver udito, da parte di un ambulante che vendeva merceria da una camionetta Fiat, le peggio infamate, le peggio burinate compiaciute (a.e.: «L'è troppo stretta la misuraaaaaaaaaa? Dentro helle mutande la ci sta i' mi' culo in aggiunta a i' suo, la dia retta, 'gnora!») contro le clienti, che invece di fare il vuoto attorno ridevano arrossendo e facevano a gomitate per contendersi i favori di citazione da parte di quell'imbecillone arrocchettolato e dalla voce roca (era della campagna toscana, mai capito di dove), il quale lavorava in coppia col figlio ventenne, un ganzettino col foulardino che si diceva pedofileggiasse e che (vox populi, anzi matronarum) un bel giorno finì per questo in gattabuia (e coccolone conseguente del padre, che aveva un nome come Arturo, Armando o giù di lì: fine del commercio in via Calatafimi, almeno per la magnifica coppia, ma altra volta parlerò di un siciliano fruttivendolo, alto 1,14, largo 3,27 e che aveva magazzino in via Cocchi e assaliva le clienti che tastavano la frutta con uno stentoreo «Non toccate, non è mica merda!»).

    RispondiElimina
  62. Dicono che in Inghilterra la squadra italiana che fa più audience nelle Tv inglesi, non è la Juventus, non è il Milan, né l'Inter... ma è la Fiorentina. Amano il gioco spettacolare della squadra viola, ed è la seconda squadra di ogni tifoso. Anche in Spagna succede la stessa cosa.

    RispondiElimina
  63. Colonel Blimp8 marzo 2013 21:11

    Che bella cosa, Cencetti, che ci dici! Porti peraltro il cognome di un giocatore viola che ho amato, anche se con noi giocò poco, e fece più che altro carriera di B, ma avrebbe meritato di più (chiedo conferma a Attila e al Patriarca). Comunque fu campione d'Italia. Cerchiamo di non farmi crepare prima di aver visto il Terzo, per favore.

    RispondiElimina
  64. Colonel Blimp8 marzo 2013 21:17

    «Sono molto contento di giocare nella Fiorentina e mi piacerebbe restare, anche se non dipende solo da me»: chi ha pronunciato queste parole? No, non è Montolivo.

    RispondiElimina
  65. Deyna, Sczerezny è un ottimo portiere, non per niente di scuola polacca, ma non è molto meglio di Neto. Ha avuto solo il culo che  Almunia si è rotto, così si è levato di torno per un bel po' di tempo e così lui ha potuto fare i suoi errori (e le sue prodezze) in pace, come ad un giovane dovrebbe essere concesso. Adesso è una certezza e Almunia, guarito, sta in panca. Mi sfugge dal comprendonio come un giovane portiere titolare dell'Arsenal potrebbe esser tentato a venire alla Fiorentina, dove peraltro hanno un analogo senza volerlo sapere. 

    RispondiElimina
  66. Pierluigi Cencetti non era un  fenomeno Colonnello, lo conosco bene perchè era alla Fiorentina in lega giovanile ai miei tempi (ha un paio d'anni meno). Difensore centrale di buon fisico e pulizia d'intervento e buon calcio ma un po' lento, arrivò fino alla prima squadra e partecipò. è vero, alla conquista dello scudetto, ma Ferrante e Brizi non è che gli lasciassero molto spazio, mi pare che giocasse anche terzino destro qualche volta. Poi ha giocato molto in Toscana, Siena, Livorno e Arezzo. 

    RispondiElimina
  67. Colonel Blimp8 marzo 2013 21:33

    Ecco, me lo ricordavo di buona nettezza, non più lento di Brizi però. E me lo ricordavo più laterale, dove mostrava agilità, che al centro. Mi sembrava destinato a cose migliori che la B, ma le ciambelle raramente hanno il buco, nel calcio.

    RispondiElimina
  68. Chiarificatore8 marzo 2013 21:41

    Intanto a Marassi si sta giocando una partita amichevole, col risultato concordato, anche con l'arbitro. Vediamo se nel secondo tempo vorranno smentirmi.

    RispondiElimina
  69. Ora non esagererei, Jordan, Szczęsny mi sembra assai più forte di Neto, anche se tecnicamente il paragone ci sta. Il polacco però mi sembra molto più forte fisicamente, ha più presenza in area e nelle uscite, e mi pare avere più personalità. Neto però ha tutte le giustificazioni che sappiamo. Non parlavo di lui in chiave Fiorentina, è impossibile, semmai si parla della sua riserva, l'altro polacco, che non è male. E intanto al Genoa hanno negato due rigori netti, i telecronisti argentini scandalizzati dicono che evidentemente per il calcio italiano non è finita l'era di Calciopoli. 

    RispondiElimina
  70. Sopravvissuto8 marzo 2013 21:44

    Quante volte il Milan può toccare la palla con le mani in area?Una?Due?Tre?E la spinta-ponte in due su Grandqvist....Mah...Sono perplesso....L'arbitro esegue "ordini" dall'alto sotto gli occhi vigili di Galliani.Un primo tempo falsato.Nettamente.Uno schifo.

    RispondiElimina
  71. Sopravvissuto8 marzo 2013 21:57

    BLIMP,altri 500.000 euro in più per comprare Aubameyang....ha segnato ancora.

    RispondiElimina
  72. Deyna perchè anche tu paragoni un portiere che ha giocato un campionato ad alti livelli, in un clima ottimale e col sostegno di tutti, quindi un portiere "fatto" (absit iniuria verbis) con uno da fare, non solo, ma messo nelle condizioni peggiori che si può mettere un giovane. Per questo di futuri giovani portieri viola non ne voglio parlare più. Ce l'abbiamo in casa, tra i migliori in giro come potenzialità per l'età, vogliamo andare a cercare cosa? O si prende un portiere esperto, un altro Boruc, meglio se lui stesso, o per me è Neto, ogni altro pare quasi l'ultimo dispetto.

    RispondiElimina
  73. Chiarificatore8 marzo 2013 22:09

    Partita concordata a tavolino, per il Genoa pareggiare  o perdere cambia poco, il Milan DEVE vincere. Lo sa l'arbitro e lo sanno anche gli spettatori. Se questi due rigori, al Genoa in casa, glieli avessero negati contro la Fiorentina sarebbe venuto giù lo stadio.

    RispondiElimina
  74. AntoineRouge8 marzo 2013 22:10

    Sì, in effetti sarà meglio pensare alla squadra del prossimo anno, visto come ci siamo fumati il terzo posto.

    RispondiElimina
  75. LuKas Fabiansky è già un portiere più anziano, coetaneo di Viviano, che però ha giocato bene solo in Polonia dopo aver fatto la riserva a Boruc (ed essergli succeduto al Legia) ed in nazionale ai mondiali del 2006. All'Arsenal ha fatto la riserva ad Almunia per un bel po', poi si è infortunato insieme a lui ed han lasciato strada libera a Szczsesny (quando si dice il culo nella vita), che ora li ha messi in panca tutti e due. Continuo a non capire, ance se questo mi piace più del francese.

    RispondiElimina
  76. Colonel Blimp8 marzo 2013 22:22

    E Constant non lo espelliamo, eh? Una partita che è una farsa, mancano solo l'espulsione di Nani, la parata di Zauri, il gol di Klose, l'uscita di Martina. Vorrei un calcolo dei punti rubati dal Milan in questo campionato: credo che nemmeno quello di Capello. Comunque a Firenze devono venire e Montolivo dovrà uscire dal sottopassaggio, sempre che non decida di farsi dare un giallo che lo squalifichi la domenica precedente, come fece (per fortuna!) al fine di evitare la trasferta a Milano l'anno scorso. 

    RispondiElimina
  77. Visto come spingono ed hanno spinto il Milan credo ci sarebbe stato da far poco comunque. Per andare in Champions dobbiamo andare vicini a vincer lo scudetto!

    RispondiElimina
  78. Colonel Blimp8 marzo 2013 22:25

    Sì, Jordan, direi che bisogna tarare l'alzo, come con l'artiglieria: ci vogliono dieci punti di largo, da dare in pasto agli arbitri.

    RispondiElimina
  79. Jordan, cerco di ragionare in base all'evidenza, e non mi sembra che vogliano lanciare Neto titolare l'anno prossimo, o l'avrebbero già fatto ora, dandogli fiducia. Ripartire da Neto dopo averlo di fatto scartato in questo campionato, significherebbe buttarsi in una nuova stagione di polemiche, col brasiliano subito bersaglio delle vedove di ViviUno di Noi©. Io lo darei un anno in prestito, e prenderei un portiere esperto...Comunque non tutto quello che dico è in chiave Fiorentina, sul polacco giovane volevo solo avere un parere perché mi piace parecchio. Per noi vedrei bene anche Carrizo, che non credo resterà a marcire in panca all'Inter, in una stagione che se ben giocata lo rilancerebbe in chiave Mondiale.

    RispondiElimina
  80. Naturalmente Boruc lo riprenderei a braccia aperte. Quanto al Milan, quand'era nelle basse temevo l'avrebbero spinto che neanche Dorando Petri, ma una cosa così sfacciata non me l'aspettavo nemmen io.

    RispondiElimina
  81. Ora bisogna vincere a tutti i costi a Roma, certo con questi arbitraggi la vedo durissima lo stesso. Non succederà, ma se succede...Se il Barça torna il Barça e sbatte il Milan fuori dall'Europa, il contraccolpo psicologico sarà tremendo, io un minimo ci spero.

    RispondiElimina
  82. Colonel Blimp8 marzo 2013 23:14

    Deyna, io non la vedo così: se proseguono l'avventura di coppa si distraggono e si spompano, in caso contrario il terzo posto diventa imperativo e gli arbitri i gol glieli segnerannno loro di piede se non sapranno farlo i giocatori del Milan.

    RispondiElimina
  83. Gli arbitraggi saranno così comunque...

    RispondiElimina
  84. Colonel Blimp8 marzo 2013 23:27

    Colpisce, comunque, la doppietta scandalosa: dopo la vergogna dell'espulsione del laziale dopo un quarto d'ora di gioco, bissare con due falli da rigore non fischiati stasera e con un giallo per un rosso a Constant è specchio di una nazione, non solo calcisticamente parlando. Non v'è più freno, sembra di essere tornati al tempo di Moggi. Ho esecrato Marisa per tanti, tanti anni, non meno della DC, e dopo che è uscito di scena ho dovuto rimpiangerlo, come nemico, non meno di quanto io abbia dovuto rimpiangere i democristiani: voi guardate come sono ridotto.

    RispondiElimina
  85. Non sembra neanche a me ma sbagliano. Fabiansky sarebbe un ottimo secondo pronto anche a subentrare se necessario, per me è molto più completo di quel francese schizzato che in porta para tutto e fuori fa dei disastri. Il polacco giovane col nome difficile (ma te piacciono i nomi che non si scrivono?) è bravo, ma, lo ripeto, vorrei aver visto Neto all'Arsenal giocare un campionato tranquillo come ha fatto lui per poi fare i paragoni.

    RispondiElimina