.

.

giovedì 22 novembre 2012

Scu-sa se l'avevo-detto

E’ iniziata ufficialmente la caccia, ma non pronunceremo mai il nome della preda, saremo come bracconieri mimetizzati e scaramantici nel bosco delle aspettative, gli daremo nomi in codice in un regime di rime e assonanze, iniziando col dire che è iniziata la caccia al “furetto”, il terzo, visto che due gli abbiamo già nel carniere. Se invece qualcuno dovesse preferire la pesca, allora potremo pensare di tirare su le reti a maggio, e sempre per non dire cosa festeggeremo, potremo usare la lenza se occorre, e insieme all’assonanza tirare su quello che debitamente cucinato mangeremo per far festa, una tipicità regionale in onore dei proprietari del peschereccio, e allora sarà tempo di un magnifico “brodetto”. Se andremo per stalle come faine sarà l’”ovetto” il nostro fine, per boschi potrà essere invece un fungo o un tartufo, l’importante per il palato e per l’assonanza è che sia “perfetto”. Ce lo divideremo comunque, e qualsiasi identità o forma gli vogliamo dare oggi per mascherarlo e proteggerlo con la scaramanzia, per evidenti requisiti di rima ne prenoto fin da adesso comunque almeno un “etto”. Pur essendo cattolico, se necessario, per ottonerlo potrei rivolgermi fino a “Maometto”, festeggiare bevendo “Mionetto” e suonare l’”organetto”, cucinare arrosti sulla brace dentro al “caminetto” fino a rifugiarmi poi satollo dentro al “gabinetto”. Le altre settimane avevamo dovuto verificare certi requisiti per avere diritto e poi accesso alla battuta di caccia, e se poche settimane fa poteva sembrare solo una battuta, oggi è ufficialmente solo caccia, o pesca o forse sarebbe meglio per rispetto degli animalisti parlare di qualcosa di vegetariano, e così per dare un buon profumo all’attesa avrei pensato al “finocchietto”, è importante non menzionare invece l’orto per non innescare le problematiche tipiche del chilometro zero, che nel calcio non hanno lo stesso sapore visto come lo zero sappia troppo di sconfitta, e forse alla fine sarebbe addirittura meglio trasferire il sogno nel deserto lontano dall’invidia, come se avessimo sbancato un casinò di Las Vegas, che così accontenta anche i las vegani. Non sarà certo un “casotto” battere il Toro anche perché nessuno fino ad oggi si è dimostrato un “cacasotto”, la fiducia cresce di minuto in minuto quasi come il debito pubblico, tanto che per la prima volta, con la foto di copertina ho voluto documentare precisi momenti di vita personale, una testimonianza della fiducia ormai conclamata in materia di possibili prede, in poche parole l’equivalente del trofeo che il cacciatore espone orgoglioso, ho preso spunto da questo malcostume, per rendere estremamente tangibile il mio ottimismo, mettendo in salotto invece del trofeo non ancora conquistato, un qualcosa che avesse almeno un significato ben preciso, forte, l’ufficialità cioè dell’inizio della sua rincorsa. Ora siccome il blog vanta una variegata tipologia di utenti che hanno sensibilità, culture, filosofie e anche costumi alimentari profondamente diversi, mi sembrava inelegante scegliere una foto, che ne so, magari di un cinghiale che raccontasse appunto l’inizio della caccia, e allora, per non sapere ne leggere e ne scrivere, ne ho scelta una che raccontasse l’inizio della corsa.

74 commenti:

  1. Visto che qua e là insistono con la loro tesi, degli idioti che non solo non riconoscono che forse si erano sbagliati ma sostengono che i due anni di crisi che ci stanno alle spalle sono stati voluti dai DV perchè non s'è fatta la Cittadella e che tutto quello che i DV stanno facendo finalmente  di buono è dovuto al progetto Mercafir ed a loro idioti che  hanno svelato i precedenti progetti di smantellamento e chi non ci credeva è un vile, ne vogliamo parlare? 

    RispondiElimina
  2. Domandina a latere agli idioti , che amano tanto i numeri e le statistiche. Come può essere capitato, ad imprenditori avveduti e capaci e che di solito fanno quello che dicono e raggiungono obiettivi, che in questi due anni passati di smantellamento per vendetta invece di incassare abbiano perso un sacco di soldi e che quest'anno in cui di nuovo sarebbero tornati a spendere stanno invece incassando? Qualcosa non torna.

    RispondiElimina
  3. Segnalo l'editoriale di oggi, a firma di Puccetti, su firenzeviola.it . Splendido, da incorniciare, anzi , da scolpire sulla roccia.

    RispondiElimina
  4. Hanno perso soldi Chiari per un motivo molto semplice che provo a spiegare. Dunque Della Valle, preso atto che il Comune e la Regione, quest'ultima soprattutto, non vogliono dare il lasciapassare alla Cittadella, decide di diminuire la sua attenzione nei confronti della Fiorentina. Investe di meno, la trascura. Arriva a non presentarsi più allo stadio. Ed anche questo qualcosa vuol dire. In quel momento la squadra è in crescita. E' sostanzialmente tra i primi 8-10 club di Europa e se fosse messa in vendita frutterebbe ai Della Valle circa 100 milioni di euro. Ma trattandosi di una società sportiva i suoi guadagni sono legati a fattori molto aleatori come i risultati. Basta questo attenuarsi dell'attenzione per cambiare radicalmente la situazione. Nel giro di un anno, un anno e mezzo, il valore del club scende a 40 milioni di euro, il patrimonio dei giocatori si depaupera. In breve: la perdita è immensa per i Della Valle, i quali, per non aver voluto investire 20 milioni si ritrovano ad averne persi 50. Dunque quella strategia si rivela perdente. E i Della Valle invertono la rotta e tornano a mettere in campo energia ed investimenti. Non tragga in inganno il bilancio attuale: diversi giocatori sono in prestito e andranno riscattati, da Viviano a Cuadrado. Altri sono a fine carriera e andranno sostituiti, da Toni a Pizarro. Altri ancora potrebbero presto alzare le proprie pretese visto il rendimento attuale della squadra. Jovetic rischia di diventare un nuovo Montolivo. Insomma, quest'anno è andata bene, ma nel futuro i problemi che incominciarono nel 2009 si potrebbero ripresentare ed andranno gestiti con estrema accortezza. Siamo riusciti ad arrivare in vetta, ma restarci sarà più difficile, anche con gli eventuali proventi Champion. Nell'insieme, l'ho scritto tante volte, non sono assolutamente insoddisfatto del ciclo dei Della Valle e non li ritengo affatto i peggiori proprietari che la Fiorentina abbia avuto. Tutt'altro. 

    RispondiElimina
  5. Ho visto ieri sera Anderlecht-Milan.
    Il Milan è veramente una squadra scombiccherata, con la peggior difesa e il peggior centrocampo degli ultimi 25-30 anni della loro storia, però hanno un giocatore che, a 20 anni, dimostra di essere un fuoriclasse assoluto. Come tifoso della Nazionale direi che con El Shaarawy, siamo a posto per i Mondiali 2014, 2018 e 2022. Tra l'altro, se non si rovina, mi sembra un ragazzo con la testa sulle spalle (non è un Cassano o un Balotelli, tanto per capirci), per cui penso che sia un giocatore su cui si potrà fare affidamento. Peccato che sia del Milan.
    Mexes ha fatto un gol quasi identico aquello di Bressan al Barcellona tredici anni fa.

    RispondiElimina
  6. Bene  Ludwig,  ci stai spiegando che i DV sono stati degli imprenditori completamente incapaci , volevano realizzare per vendetta invece hanno perso,  ed ora volevano spendere ma hanno incassato, ma è tutto un inganno e non durerà. Questi deliri parolai tienili pure per te. 

    RispondiElimina
  7. Se arriverà davvero Ogbonna non ce ne sarà più per nessuno. E' un fenomeno, un Cuadrado sulla sinistra, giusto quello che ci manca per completare il mosaico capolavoro.

    RispondiElimina
  8. Chiari, nel 3-5-2 di Montella Ogbonna (il miglior difensore italiano senza dubbio) giocherebbe tra i tre centrali di difesa. Può giocare come terzino sinistro in una difesa a 4, non ce lo vedo come esterno nel centrocampom a 5.

    RispondiElimina
  9. Io invece ce lo vedo, Anto, anzi secondo me come centrale è sacrificato, e se non ricordo male Prandelli lo utilizzò in azzurro (anche?) sulla fascia sinistra.

    RispondiElimina
  10. Non ho definito i Della Valle incapaci. Due anni di risultati negativi non ne cancellano almeno cinque di ottimi risultati cui va aggiunta la risalita dalla C2 alla A. Li ritengo anzi una delle migliori proprietà della storia viola. La stessa impresa compiuta da Andrea quest'anno, ricostruire una squadra che era arrivata sull'orlo della B e portarla tanto in alto dimostra grandi capacità. E poi Andrea è anche simpatico, va detto. E le sue vedute calcistiche coincidono molto con le mie, credo gli piaccia il bel gioco e lo spettacolo come piace a me. Merita un successo importante, lo meritiamo tutti. Quando c'è da criticare però si critica, senza offesa per nessuno, perchè anche attraverso le critiche si migliora. Sarebbe stato stupido da parte mia scrivere due anni fa o l'anno scorso che tutto andava bene e che ero soddisfatto.

    RispondiElimina
  11. Non ti allargare, cambiando discorso come fai sempre in questi casi,  e andando sul general-generico, Ludwig. Si sta parlando degli ultimi due anni e di quest'anno. Secondo me il tuo giudizio al riguardo è delirante e parolaio. Tutto lì. 

    RispondiElimina
  12. Gli anni che vanno dall'addio di Prandelli all'ingaggio di Montella sono stati pessimi. Non ti allargare con le parole e non offendere Chiari, delirante e parolaio sono aggettivi che travalicano evidentemente i limiti di una conversazione civile.

    RispondiElimina
  13. TOCCA L'ALBICOCCA22 novembre 2012 10:54

    Tomovic in comproprietà,Cuadrado,Migliaccio,Llama e Viviano prestito con diritto di riscatto.
    Cerci e Lazzari prestito con diritto a favore di Toro e Udinese,De Silvestri-Samp.
    Con controriscatto o comproprietà:
    Salifu-Catania,Babacar-Padova,Aigey,Seculin,Acosty-Juve Stabia più Piccini,Romizi e Iemmello.
    A titolo definitivo:
    Neto,Lupatelli,Gonzalo,Roncaglia,Savic,Pasqual,Hegazy,Camporese,Valero,Romulo,Olivera,Pizarro,Aquilani,Mati Fernandez,Ljajic,Jovetic,Toni,El Hamdaoui,Seferovic.
    Quindi LUDWIG,20 giocatori tuoi,5(di cui attualmente almeno due riserve) da riscattare,
    11 a giro tra A e B.
    Che andranno sostituiti per sopraggiunto limite di età  non sono "da Toni e Pizarro",frase  che lascerebbe intendere che ce ne siano altri in mezzo,ma più semplicemente "Toni & Pizarro",due,come Ric e Gian o Gianni e Pinotto.
    Tre se Jovetic partirà,ma a quel punto,senza considerare i nostri in prestito,con quello che vale il montenegrino riscatti chi deve riscattare e ti avanzano 25/30 milioni per sostuirlo.
    Non vedo nè l'inganno nè motivi di apprensione...

    RispondiElimina
  14. Adesso vai ancora più sul generico affermando quello che sanno anche le pietre e che nessuno nega, Ludwig.. Io non offendo nessuno tanto meno te,  dico solo che sostenere che  i due anni di crisi che ci stanno alle spalle sono stati voluti dai DV perchè non s'è fatta la Cittadella e che in questi due anni volevano realizzare ma hanno perso, e che ora che volevano spendere hanno incassato ma è tutto un inganno, sono parole deliranti al vento. Parole deliranti al vento capita a tutti di dirle anche agli studiosi ed imprenditori seri, quale sei tu, a quanto ci stai dicendo, cosa che non ho motivi per mettere in discussione.

    RispondiElimina
  15. Vediamo di capirci meglio anche sulle offese Ludwig. Tu ieri,solo perchè mi sono permesso di ridere sulle tue fonti di informazione,  mi hai dato dello stolto. Questa tua sì che è stata una grave offesa alla mia persona.Io oggi mi sono limitato a giudicare deliranti ed al vento alcune tue tesi, cosa che in una discussione civile, aperta, democratica e rispettosa delle persone,  è, non solo consentita,  ma usuale quando il dibattito è acceso sui contenuti.

    RispondiElimina
  16. Integro ciò che dice il Tocca, facendo notare che Pizarro ha esattamente la stessa età di Pirlo, l'"uomo in più" nello scudetto dei gobbi dell'anno scorso (oltre agli arbitri). Ora, è vero che l'anagrafe non basta ad esaurire il confronto (c'è chi è finito a 30 anni e chi regge bene anche a 35), però mi pareva una sottolineatura doverosa.
    Intanto, per quest'anno, colui che si sta spremendo tra Champions e Nazionale è il gobbo

    RispondiElimina
  17. TOCCA L'ALBICOCCA22 novembre 2012 11:46

    Giusta la tua precisazione VITA,io aggiungo che mi ero scordato la plusvalenza di Nastasic e la comproprietà di Bakic sempre con il Toro.

    RispondiElimina
  18. A proposito di Pizarro e più in generale del centrocampo, Ludwig nel sitone sostieni, se non ti ho capito male, che tu a gennaio punteresti soprattutto su un centrocampista in più. Intendiamoci, ogni rinforzo valido va sempre bene, ma non mi sembra il centrocampo il nostro punto debole, anzi,  anche quanto a seconde linee. Mi pare che Olivera e Romulo, quando sono stati chiamati in causa, abbiano risposto alle attese, non dimenticare poi che Mati è un centrocampista e che di Della Rocca, a quanto pare pienamente recuperato,  tutti stanno parlando molto bene. Lo stesso llama è un giocatore di fascia ma a tutto campo.

    RispondiElimina
  19. Riprendo il discorso di ieri sui nostri traguardi.
    E' vero ciò che dice Leo circa l'estemporaneità del nostro "filotto", che però ritengo estemporaneo fino a un certo punto: sbaglio o dopo la vittoria con la Lazio, quando eravamo 5°in classifica, ci dicemmo qualcosa tipo "bene, le prime 4 le abbiamo già incontrate, ora viene il bello"? Ebbene, il bello è arrivato, e speriamo duri a lungo.
    E poi, se da una parte la nostra classifica sta beneficiando di una serie non eternamente ripetibile, va deto che, dall'altra parte, all'inizio abbiamo pagato i "lavori in corso" (oltre agli arbitri), con la squadra che era assemblata parzialmente, perchè se già c'era il gran possesso palla, scarseggiavano ancora i tiri in porta. E in quella fase abbiamo avuto gli scontri diretti con le altre 3 capoliste, di cui 2 fuori casa. Personalmente spero in qualcosa in più della proiezione dei 68 punti di Leo, anche se verosimilmente concluderemo più vicini ai 68 che ai 102.
    Come ho detto ieri, il 17 febbraio (6° di ritorno) saremo a 2/3 di campionato e ci saremo già tolti dal calendario Juve, Inter e Napoli: lì forse potremo avere un'idea più fondata riguardo all'obiettivo della nostra volata finale. Lo scudetto lo sogno, ma vorrei parlarne il meno possibile, perchè ho "cattivi pensieri" e non vorrei rimanere deluso come lo sono rimasto altre volte. Certo che è impossibile non sognarlo, perchè la squadra è buona, il gioco lo è ancora di più, c'è entusiasmo, Roma e Milan sono indietro, l'Inter è incostante e i gobbi hanno la Champions, perciò sotto questi aspetti sarebbe l'anno ideale per la sorpresina.

    RispondiElimina
  20. Ogbonna, Chiari, non lo vedo per nulla al posto di Pasqual, anche se corsa ne ha. Giocherebbe, credo, a sinistra nella difesa a tre. E' un buon difensore, ma non vedo il senso di dar via il mancino Nastasic, sostituirlo con Tomovic e Savic [che stiamo valorizzando], per poi andare su un altro mancino notevolmente più scarso, che il Torino valuta 20 milioni. Mettiamo pure che Cairo scenda a 15, sarebbero comunque un'esagerazione. Ieri a proposito ho visto Manchester City-Real Madrid - il MIlan l'ho seguito in qualche partita incuriosito da Montolivo, ma poi ho mollato, è inguardabile - e Nastasic ha fatto una gran partita, pare migliorato anche in velocità, tanto che ha recuperato e tolto il pallone a C. Ronaldo sullo scatto lungo in più di un'occasione. Vi confesso che avevo una pazza idea, un po' stronza verso il ragazzo, lo ammetto: che non si ambientasse e deludesse al City, con Pradè che lo riporta a casa a 1/3 del prezzo, un po' quello che è accaduto con Savic. Ma è troppo forte, anche mentalmente, e sta iniziando a far bene anche là. 

    RispondiElimina
  21. Deyna l'avevo pensata anch'io quella cosa su Nastasic eheheh, d'altronde certi club spendaccioni ci mettono poco a liquidare prematuramente giocatori forti.

    RispondiElimina
  22. Deyna, il Milan è inguardabile, ma vedere le giocate di El Shaarawy è un piacere. E' un giocatore che non cerca la giocata ad effetto, ma fa tutto, anche le cose più difficili, con una naturalezza tale da farle sembrare facili.

    RispondiElimina
  23. Africa senza nuvoloni all'orizzonte, è lontana la stagione delle piogge



    E
    di che ci si dovrebbe preoccupare?Lo scorso anno si'che c'erano
    nuvoloni all'orizzonte,quest'anno c'e'sereno stabile e la linea e'
    tracciata.

    Nello
    specifico,Pizarro,dalle prestazioni atletiche finora
    mostrate,garantisce minimo un anno ancora a buoni livelli,poi a mio
    parere,la soluzione di come sostituirlo ce l'abbiamo in casa:spostare
    Borja nel suo ruolo,Aquilani e Mati come rifinitore,centrocampo che
    proverei gia' a Torino.

    Infatti Mati ha finora giocato al suo 30% e trovando fiducia potrebbe essere un valore aggiunto.

    Quest'anno
    andando in CL,avremo un portafoglio piu'ricco e squadra che gioca in CL
    e'appetibile anche ai top players,senza contare l'entusiasmo di ADV e
    lo stadio da fare.Andiamo dunque dal Tottenham,diamo quello che
    e'necessario per Bale,idem alla Roma per Osvaldo.Non importa quanti
    soldi bisogna metterci,con loro e il riscatto di Cuadrado(avremmo i
    piu'forti esterni d'Europa e forse forse...)vinciamo lo scudo per tre
    anni,hai voglia metterci gli arbitri contro...eh eh.

     

    Lele

     

    P.S.
    Lud,tu non te ne accorgi,forse e spero,ma ogni tuo post e'portato a far
    polemica.Ma dimmi te che bisogno c'e'che stai sempre a sfrugugliare il
    passato,di chi era la responsabilita',cosa hanno detto i DV,chi aveva
    fatto pipi'fuori dal vaso...ma chi se ne frega,da quel passato la
    societa'ne e' venuta fuori alla grandissima,c'e'un presente e futuro
    interessanti e te rimescoli rimescoli con le tue teorie da
    emicrania,creando un  vortice di discussioni che,lasciatelo dire,ma a
    icche'servono?Vuoi forse dare consigli a Prade' o DV?Mah!
     

    RispondiElimina
  24. Il punto è, Deyna,  che io non considero Ogbonna al posto che fu di Nastasic, posto che è già stato occupato più che degnamente, e tanto meno considero, come fai tu, Ogbonna un mancino scarso, ma un grandissimo calciatore che ha tutto, sia atleticamente che tecnicamente, quel che ci vuole per giocare in modo devastante sulla fascia sinistra. Ricordo anni fa quando mi trovai, al Viola Club Gruppo Roma, a sostenere le stesse cose su Maggio ( sulla destra) quando era ancora in viola, e pensa, Deyna,  che, secondo me, Ogbonna quanto a piede, confrontato a Maggio, vale Pelè.

    RispondiElimina
  25. Chiari trascrivo il tuo post di ieri: Ripeto e confermo, Ludwig, per me, la tua lettura di quelle dichiarazioni è strampalata,infondata, scorretta, totalmente distorta per altri evidenti motivi, la motivazione del tuo dolo c'è, e te l'ho scritta. Fonti giornalistiche inoppugnabili? Ahahahahahahahahahahahahah!! Ahahahahahahahhhahhahhahhahhhahah!! Ahahahahahhhah! Esperte in materia ? ahahahahahahahahahahahah! Ahahahahahah!! Attendibili? Ahahahahahahahah!! Ahahahahahahahahah!! Quelle sarebbero le tue fonti, il tuo supporto informativo di storico e di imprenditore? Mi auguro proprio di no, perchè se fosse così ci sarebbe veramente poco da ridere. Chiudiamola lì, Ludwig, che è meglio.
    Se a fronte dell'accusa di essere strampalato, distorto, scorretto e quanto altro accompagnata da pseudo risate lunghe una riga non posso permettermi neppure di fare una piccola ed elegante citazione latina, neanche completata, beh, allora vuol dire che c'è qualcosa che non va. Ovvero ti sei forse fatto l'idea, alimentata dalla mia educazione, che mi si possa offendere come e quando uno vuole.

    RispondiElimina
  26. Non mi preoccupa chi riscatteremo o chi andrà via o chi sarà preso in sostituzione. Non mi preoccupa neanche la proprietà che ha rimesso al posto giusto quei due tasselli che sono mancati, o non trovati, nell'ultimo biennio. Il bilancio torna sano, le prospettive stadio di nuovo realizzabili, insomma, c'è tutto quello che ci deve essere, nella sostanza e nella forma. Il mister rimarrà ancora un altro anno, quindi ci sarà da godere anche il prossimo, mi dispiace solo che sarà l'ultimo. Non perché sia un gufo ma perché è naturale sia così. Vitalogy, le proiezioni le ho fatte sulle 13 giornate complessive, se si considera il periodo di ferro i punti sarebbero anche meno, se si considera l'ultimo, siamo intorno agli 80 punti. Scudetto. Ma non li faremo, non per incapacità (non abbiamo coppe) ma per i motivi esposti ieri. Per ora aiutano la vecchia baldracca, se non basta ci daranno alle gambe di brutto. Il calcio è fatto di episodi, senza entrare in casi eclatanti come rigori fuori area, basta un goal annullato, un fuorigioco inesistente, qualche cartellino dato a capocchia al momento giusto, ed il gioco è fatto. 

    RispondiElimina
  27. Che cazzo di studioso sei, Ludwig,  se neppure sai leggere? Oppure sei un bugiardo calunniatore? Scegli tu. Perchè io non ho scritto quello che mi fai dire, disonestamente,tu e cioè che saresti  "strampalato, distorto, scorretto", non mi sognerei mai di scriverlo e ti chiedo per cortesia di non calunniarmi più in quel modo, perchè quella sarebbe un'altra grave scorrettezza ed un altra tua offesa personale nei miei confronti. Ho scritto che "la tua lettura di quelle dichiarazioni è strampalata,infondata, scorretta". Se non riesci a vedere la profonda differenza ti consiglio di studiare ancora un po' la lingua italiana. Tu invece nella tua presunta elegante, ma di fatto odiosa, citazione latina mi hai offeso personalmente ed inequivocabilmente dandomi dello stolto.  

    RispondiElimina
  28. Rispetto a Juve e Inter noi siamo inferiori: 1) in esperienza, e tenuta nervosa consequenziale, a livelli altissimi; 2) in protezioni arbitrali (vale l'opposto, siamo molto superiori in persecuzioni, e continuano ad ammaestrarci dottamente in merito); 3) nettamente tra i legni; 4) nel settore di punta (rispetto all'Inter in modo palmare, ma anche rispetto alla Juve, che tanto si lamenta ma ha più scelta ed efficacia nel settore); 5) nella possibilità di intervenire paperonescamente a gennaio. Siamo superiori in tutto il resto, segnatamente: 1) nella qualità in difesa; 2) nella qualità a centrocampo; 3) nel gioco; 4) nell'allenatore; 5) nell'entusiasmo (rinato) della tifoseria. Allo stato attuale, ribadisco il mio pronostico agostano: terzo posto. Per più, e cioè per il massimo (questa squadra non arriva seconda, se zompa su è per il raggiungimento supremo), ci assegno allo stato attuale il 15%; all'Inter il 25%; alla Juve il 60%; non caho di un 1% qualsiasi altra pretendente chimerica. Il primo punto sulla situazione che può schiodare sensibilmente queste quote, ai miei occhi, è il dopo-Roma.

    RispondiElimina
  29. Certo, Ludwig, che in quel tuo "neanche completata", riferito alla tua citazione inequivocabile citazione latina gravemente offensiva nei miei riguardi,  c'è quanto di più subdolo e codardo si possa immaginare. Lele, scusami,  non stai assolutamente esagerando.

    RispondiElimina
  30. No Chiari, ho detto che è un buon difensore, ma "scarso" rispetto a Nastasic...La valutazione di 20 milioni mi sembra poi fuori dal mondo. Come esterno di centrocampo non mi pare avere la struttura adatta, più che il piede in se'...C'è da muoversi molto nello stretto, essere rapidi nei cambi di direzione e nelle torsioni a difesa della palla, oltre che andare a crossare dal fondo o al tiro, tutte cose che vedo molto forzate per Ogbonna. Vedo che Lele non riesce a scacciare dalla testa Bale, come non capirlo, è un giocatore che mi fa impazzire fin dai primi tempi in cui l'ho visto giocare...Come si è già detto però, temo proprio sia fuori portata anche per una Fiorentina in CL, a meno di un ulteriore scatto in avanti di ADV. Continuo invece ad avere qualche speranza per Osvaldo, che rappresenterebbe un salto di qualità enorme in avanti. Specie se Jovetic resta, come pare stia diventando possibile. Borja Valero come regista "fisso" continuo a vederlo uno spreco, può indubbiamente farlo e lo ha già fatto - con un po' meno precisione rispetto a Pizarro - ma la sua grandezza sta proprio nell'essere un inesauribile e intelligentissimo tuttocampista. Certo una Fiorentina come quella fattaci annusare da Lele farebbe veramente sognare in grande:

                                                            X

                 RONCAGLIA                  RODRIGUEZ           SAVIC [Ogbonna]

      CUADRADO                             PIZARRO                                 BALE

                         AQUILANI                                 BORJA VALERO

                                                                      JOVETIC
                                          OSVALDO

    RispondiElimina
  31. Qui sotto c'è un "citazione" di troppo.

    RispondiElimina
  32. Se non sbaglio con Montella c'è un contratto triennale.
    Su Ogbonna la pensiamo diversamente Deyna. Se verrà mi auguro solo di aver ragione altrimenti  non me ne frega un cazzo, eh eh eh.
    Quanto ai vari Bale e Osvaldo che sognate tu e Lele, c'è l'ostacolo ingaggio, sul quale i DV non transigono, a prescindere  da quanto si spenderà per rafforzare ulteriormente la squadra.

    RispondiElimina
  33. Ludwig, io non  so se tu conosci il mondo della scuola,di qualsiasi livello, fino all'Università. In ogni caso ti informo che se un docente definisce il lavoro di un suo studente, strampalato, distorto e scorretto, fa semplicemente il suo lavoro, se invece definisce lo studente strampalato, distorto e scorretto, può essere  denunciato per offese.

    RispondiElimina
  34. Su Ogbonna concordo con Deyna, su Osvaldo e Bale, purtroppo, con Chiari (peraltro per Bale occorrerebbero 40 sacchi, il suo contratto scade nel 2016, è già del Barcellona).

    RispondiElimina
  35. I contratti non sono proprio carta straccia, ma insomma, poco ci manca, altrimenti Montella quest'anno sarebbe ancora a Catania.
    Direi, semmai, che non andando alla Roma (che, oltre ad esser casa sua, paga ingaggi più alti e d'estate era sulla carta più forte di noi) si è dimostrato uno che, prima di scegliere, riflette sul fatto che una destinazione sia per lui quella giusta al momento giusto, a differenza di tanti altri che badano subito all'ingaggio più alto e al maggior prestigio del club, senza valutare se la rosa e i budget di mercato siano o meno compatibili con l'obiettivo che ti pone la società, col rischio di bruciarsi l'immagine personale in caso di fallimento.
    In altre parole, penso ad esempio che se l'anno prossimo lo cerca Galliani, proponendo
    a lui la rosa attuale del Milan più due innesti "alla Montolivo", ma omettendo di dichiarare all'opinione pubblica che un terzo posto per loro varrebbe come uno scudetto, allora col cazzo che Montella accetta il Milan. 

    RispondiElimina
  36. Bale è giusto un sogno da accarezzare onanisticamente, credo ne sia consapevole anche Lele...E' giusto per pensare cosa sarebbe avere due treni di fascia come lui e Cuadrado, ai lati di un centrocampo come quello attuale. Un centrocampo del genere non avrebbe molto da invidiare, e lo dico forte, a quello del Barça, specie ora che Xavi ha iniziato una lenta fase di "declino" [lo vedo meno aggressivo nel pressing e un po' rallentato in genere]. Ma non credo proprio che Bale potrà mai venire da noi. Non so quanto Osvaldo riscuota a Roma, ma penso che con una Fiorentina in CL, se vogliono trattenere Jovetic, gli alzeranno un po' l'ingaggio, e di conseguenza alzeranno un po' il tetto a tutti. Pradè saprà trovare la formula per farlo abbassare un po' a Osvaldo rispetto a quanto percepisce a Roma, così continuo a vederla fattibile...E' più il lato tecnico che mi preoccupa, perché non vedo come Zeman e dirigenza giallorossa possano pensare di rinunciare a Osvaldo con la Roma in piena corsa per l'Europa, e affidare l'attacco a Destro. Boh, io ancora ci spero! Piuttosto, bisogna pensare per tempo all'erede di Pizarro, anche se spero in altri due anni alla grande prima del crollo fisico [in fondo ha 33 anni, e non gioca sulla fascia]. A me piace tantissimo l'argentino Canteros, grande tecnica ed intelligenza calcistica, e tanto sale in zucca, senza indulgere a inutili fronzoli. Poi c'è sempre da valutare Romizi, che potrebbe tornare a fare la prima alternativa a centrocampo, ora che NOI abbiamo alzato sul serio l'asticella. 

    RispondiElimina
  37. PS: consideriamo anche che Canteros è in prestito al Villareal, che consiglio di tenere come fronte caldo quando pensiamo al mercato della Fiorentina...

    RispondiElimina
  38. http://medbunker.blogspot.it/

    Chiari, interessante serie di domande a carattere scientifico poste ai candidati delle primarie, ci sono già le prime risposte...

    RispondiElimina
  39. Roba da matti, adesso Chiari sei diventato il mio insegnante. Guarda, dopo laurea, dottorato ed aver a mia volta insegnato non credo di avere più l'età per essere tuo scolaro. 

    RispondiElimina
  40. Jordan sta bene ed è fiducioso che il cielo tornerà presto sereno.  Vi sono ancora alcune cose da chiarire e tornerà fra noi quando anche gli ultimi dubbi saranno fugati.  Saluta tutti con affetto e ringrazia per le manifestazioni di amicizia ed affetto espresse dai nobili partecipanti al sitollock.  Lo attendiamo con grande fiducia.

    RispondiElimina
  41. Dove ho scritto che sarei diventato il tuo insegnante, Ludwig? Di sicuro, anche con questa tua ennesima dimostrazione di non capire l'italiano,  ne avresti bisogno, nonostante i tuoi titoli e le tue esperienze dichiarati. Io però, come qui sanno tutti,  non lavoro a gratis, eh eh eh.

    RispondiElimina
  42. San Francesco fu il primo ad usare la parola "tempo" nell'accezione meteorologica,San Paolo fu l'inventore del termine "cristianesimo",nei siti e nei blog abbiamo decine e decine di utenti che inventano discorsi alla maniera di un manager montoliviano qualsiasi,falsificano parole con accezioni pericolose e perigliose se decontestualizzate,ma soprattutto cercano l'ago nel pagliaio,non bastasse ciò,cercano un ago giallo in un pagliaio:potremmo definirli vili,CHIARI?Riferendomi al tuo primo post e soprattutto dopo essermi chiesto quale sia il programma mentale degli "anti",i quali da disfattisti(azzerati tutti i grafici di pontellizzazione) si son trasformati in sibille sul prossimo calciomercato,neanche quello "di riparazione",quello estivo con riscatti e comproprietà da sistemare.Da sibille ora stanno per diventare cassandre,con accoliti appollaiati come grifoni pronti con il loro d banchetto,dal quale usciranno digiuni,sembra.Prizio:più lo leggo e più noto frustrazione,lui che la storia non gli darà ragione;lui avrebbe bisogno di un abbraccio in questo momento di desolazione,per se stesso... i suoi scritti modello "vorrei ma non posso" fanno tenerezza,velati di malcelata soddisfazione,cercando di criptare l'equazione:contestazione=rilancio.Così fosse l'anno prossimo avremmo Palermo,Genoa,Samp,Milan e Roma come squadre rivoluzionate e da battere,o forse già quest'anno sarebbe dovuto essere così per loro.Editoriali da Zagor,da Lanciostory,editoriali dove il concetto "Ho sbagliato perché non avevo elementi validi per capire la situazione,anzi mi hanno infinocchiato" non esistono,per questa gente che meriterebbe l'addiaccio sul Resegone.O rosicone.(scusate sarò anche anacronistico con Prizio,ma l'incoerenza è assurda).LUDWIGZALLER,lo riscrivo:ogni tanto ragiona col cuore e non solo con la testa,nel calcio conta il cuore per i calciatori sul campo,la testa per i calciatori fuori dal campo...il nostro presidente DV ha usato prima la testa(prima era e pre/post Prandelli),poi il cuore e la mente(che mente)per Miha,ora di nuovo il cuore.La tua visione troppo fredda cozza con l'ardore che alcune discussioni sollevano,va anche bene ma ogni tanto l'analisi dovrebbe tenere conto dell'angolo scuro che ogni essere umano ha(dai DV,a Prandelli,a Corvino,a "Attenti a quei due",etc)e del beneficio di inventario,costante del calcio che troppo spesso dimentichiamo!

    RispondiElimina
  43. Buone notizie su Jordan, grazie Attila, questo è quello che ci voleva. L'ho letto sul Brivido Sportivo e si capisce che sta facendo il minimo sindacale, comunque anche quello è un buon segno. Ti aspettiamo presto Patriarca!

    RispondiElimina
  44. Bene per Jordan. Non voglio dare consigli a Pradè, Lele, ma credo e spero che mi sia consentito di esprimere un parere diverso e che non concorda con il tuo o con quello di altri. Ho scritto che per me la gestione dei Della Valle è ottima, tranne quel black out durato due anni durante il quale il calcio è scomparso da Firenze. L'anno prossimo li attende il difficile compito di dare continuità al nuovo ciclo iniziato quest'anno. Dovranno vedersela con giocatori che se ne vogliono andare, con altri che vogliono guadagnare di più, con presidenti come Galliani e procuratori avidi. Nonchè con il comune di Firenze impegnato nella realizzazione dello stadio. Siccome diversi giocatori sono in prestito ed altri non sono giovanissimi si dovrà investire di più. Io spero che sappiano districarsi in questo ginepraio e riuscire ad offrire al pubblico fiorentino almeno altri tre o quattro anni di calcio ad altissimo livello. Se scrivo su di un blog è evidentemente per esprimere le mie aspettative, i miei orientamenti e per esprimere le mie critiche. Persino la politica economica di Obama viene discussa, ogni giorno si discute sui giornali di Marchionne e del suo modo di gestire la Fiat. Credo che un tifoso possa tranquillamente permettersi, per gli stessi motivi, di analizzare ed eventualmente criticare le scelte di una società di calcio. Sennò si fa tutti festa e si chiude il blog.

    RispondiElimina
  45. «Editoriali da Zagor, da Lanciostory»... ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahhahahahahahahahahahahahahahahahahhahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah! Immane post del Sopra: immane! Demolizione del Cretino dei Neretti quale nemmeno Daudet seppe fare, così compiutamente, per Jaurès, Fortebraccio per Fanfani, Montanelli per Pannella. Certo, c'è crudeltà e crudeltà verso gli animali, caro AntoineRouge... Leggendo il pezzo del Sopra dovresti indignarti come non mai... ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  46. Jordan, sono felice come una pasqua per te e ti spetto ardentemente per rivelarti due o tre cose del Mala che non sapevi (la data giusta era il 14 novembre, come tutti sanno, ma il Profeta della Fine del Mondo ha deciso di abbandonarlo, il mondo, almeno quello blogghistico, e di rifugiarsi nelle Gioie del Censo, in mezzo a specchiere che quelle della «Lady from Shangai» wellesiana gli fanno una sega).

    RispondiElimina
  47. Ottima l'iniziativa del blog medbunker,  Deyna. Purtroppo tra le palle al piede di questo paese c'è anche una scuola  fondata  sul primato delle materie umanistico-letterarie rispetto a quelle tecnico-scientifiche.

    RispondiElimina
  48. Ludwig, ma per una volta non riesci a gioire del presente e fermarti lì?  Perché anticipare tutte le cose negative che possono accadere?  Capisco che ognuno ha diritto di critica e opinione ma in un momento come questo ricordi un frate trappista che ripete sempre il suo 'ricordati che devi morire'.  Vedremo quello accadrà e lo commenteremo a tempo dovuto, intanto credo sia da sconsigliare l'effetto bromuro che parole come le tue ingenerano.  Non credi?  

    RispondiElimina
  49. A presto, allora, Jordan. Colonnello, ieri ho incidentalmente citato "Primate" del grandissimo Frederick Wiseman. Se non l'hai mai visto, ti consiglio di provare a recuperarlo: per me è un capolavoro. Invece, immagino tu conosca "Le sang des bêtes" di Georges Franju.

    RispondiElimina
  50. Safari africanoEh
    lo so,lo so Chiari,che ho sparato alto,ma d'altra parte se a fine
    camionato scorso ci avessero detto che si lotta per la CL...
    Allora,anzitutto
    credo che molto vertera'sul progetto Mercafir,che  potra'definire la
    dimensione dove collocare la Fiorentina come fatturato.Se a questo ci
    aggiungiamo il ragginugimento in CL che ci auguriamo,ovvio che la sfera
    ACF si ingrandisce a dismisura.I Dv poi se credono ad un ritorno in
    prospettiva,non lesineranno anticipi di linee di credito.
    In tutti i
    casi se sentiremo ancora la musichina della CL,gli ingaggi dei nostri
    saliranno giocoforza.Uno per tutti,non crediamo di trattenere Cuadrado
    senza dargli una grossa aggiunta,che e'nel mirino delle top lui tra i
    primissimi nel mondo.
    Capitolo Barca.Penso che la crisi in
    Spagna,dove ho passato tanto tempo per lavoro,sia roba dura davvero,e
    non credo che Bankia continui a utilizzare i prestiti BCE per tenere a
    galla i grandi club,prima o poi queso andazzo deve finire.A livello
    tecnico hanno gia'un ottimo Alba,ma se mi dite hanno gia'fatto per il
    gallese,non lo sapevo e comunque a 40 e'troppo anche oniricamente
    Ovvio
    che io l'ho fatta breve,anche perche'una squadra come quella,e'quasi
    imbattibile,e'un superdreamteam,inarrestabile anche con sei arbitri
    contro,non mi riesce a pensarne una piu'forte.Deyna vedo che la pensi
    come me...
    In porta ci si potrebbe permettere il lusso di un Jordan(che saluto con auguri...ah ah)attuale per stravincere sempre.
    Lele
     

    RispondiElimina
  51. Concordo ATTILA,rischiamo di diventare un surrogato di siti e blog che non pensano all'hic et nunc ma proiettano le idee su un avvenire che potrebbe essere condizionato(positivamente e negativamente)da tantissimi accadimenti,elementi,fattori.Parlare di riscatti,comproprietà,gestione futura,investimenti(per mantenimento!)equivale a definire il prossimo semestre "Il tradimento delle immagini",visto che l'ultimo calciomercato non era tale,era più una rappresentazione delle capacità di uomini in grado di tirare fuori il cilindro dal coniglio,quindi non intendo tacciare di pre-disfattismo alcune affermazioni dubbiose del futuro,vorrei solamente definire sterile la questione,C'ECI N'EST PAS U E PIPE vale per "Attenti a quei due" che hanno portato a Firenze "Uno sempre rotto,uno spagnolo che come sempre non si adatterà al calcio italiano,un'argentino con il ginocchio operato 3 volte,un'argentino a parametro zero quindi non lo voleva nessuno,un pennellone bollito a 35 anni,un bassotto sbolognato da Roma,uno del Genoa semi-sconosciuto,uno del City che se era bono restava li,un marocchino che non segna dall'epoca di Maometto" e tutti credevano fosse il calciomercato degli sparagnini,dei vuoti a perdere,dei riciclati...invece il "senso" era da capire,non la "funzione";il senso legato al vissuto,alle associazioni di idee e carriere vincenti,alle associazioni affettive,alla capacità dei calciatori di assumere valori simbolici.Quindi godiamo questa rappresentazione di gestione societaria e calcio,non come quelli del 1928 che pensavano di vedere una pipa!Noi abbiamo visto per troppo tempo una pippa(a centrocampo)ora lustriamo gli occhi.

    RispondiElimina
  52. Al 7o rigo è,chiaramente "Ceci n'est pas une pipe"

    RispondiElimina
  53. Sisì, con una squadra del genere c'è quasi da sperare che lascino in porta Viviano, tanto per dare alle partite un minimo di suspance, eheheh. Quanto al Barcellona, non sapevo fosse già fatta per Bale, fossi in loro avrei speso altrove, vista la crescita costante ed impressionante di Jordi Alba [che comunque già il 1 luglio 2012 ha impiccato Prandelli alla sua corda d'oro, e qui cito il Faber, eheh]. Ad esempio in difesa, dove per snobismo fanno giocare Mascherano, ma che avrebbe invece bisogno di un paio di rinforzi di alto livello. 

    RispondiElimina
  54. Ho saputo ora che han dichiarato la morte cerebrale per Hector "Macho" Camacho, mi dispiace, è stato un pugile che mi ha divertito molto, difficilissimo da affrontare. 

    RispondiElimina
  55. Vi lascio ora con un altro sogno per Lele: Drogba pare abbia chiesto un permesso alla sua squadra cinese, per poter giocare in Europa durante la sosta invernale...

    RispondiElimina
  56. Deyna, è da tempo che si sa che la Juve è sulle sue tracce.

    RispondiElimina
  57. La juve quest'estate è stata sulle tracce dei centravanti di mezza Europa, e alla fine ha preso...Bendtner, ahah

    RispondiElimina
  58. Bendtner era per toglierlo a noi, Deyna. A gennaio, ora che hanno praticamente passato il turno in Champions, gli arriverà un grosso centravanti. Non è accorto, Deyna, fare il nemico più stupido di quel che è.

    RispondiElimina
  59. BLIMP,la juve è sulle tracce di Drogba ma probabilmente l'ivoriano non fa scali intermedi,oppure non gli pagano il biglietto...eh eh eh eh eh eh!!!!Quando con accidia leggo Tuttosport e gli editoriali di Oreggia(Vasco?)mi tocca riabilitare tantissimi giornalisti finiti nell'oblio,tipo Baldisseri,De Cesare e tanti altri beccati a fare shopping invernale nei rispettivi paesi con le sciarpe delle loro tifate al collo....hu hu hu hu hu,farebbe un'ungulato!Terminato il decubito dei multinick,segnalo il Conte Mascetti,che sino a 2/3 mesi fa era la controfigura di Fantozzi in partenza col Duca Conte Semenzara(il Semenzara non fa shemenze,cfr dialoghi) alla stazione(partenza per casinò)assuntore delle sfighe con l'appellativo di "managramo di un menagramo",mentre ora "Le porgo il suo nobile pitale...."(cfr.scena sul treno)quando digita della viola....

    RispondiElimina
  60. Sopra, oggi sei in giornata di grazia, come Aquilani contro l'Atalanta e in genere come quando, stans pede in uno, gioca meglio di sette mont'olivi con esposizione a bacio in tempo di gelo. Hai anche inventato la «norditanza psicologica», colpo di genio senza pari, quale Brera ha sognato in un'intera carriera e mai realizzato (sua fu la «sudditanza psicologica», bolsa e burocraticheggiante trovatella). Insomma, questo Pollock lo facciamo fuori, con l'ombrello bulgaro, in qualche vicolo traverso di via de' Serragli, e mettiamo te al suo posto, fino al prossimo colpo di stato (per il quale vedrei bene, da Donvegano qual sono, il Vegano del sitollock, ambizioso e «cattivo» il giusto). Il Mascetti è il Multilocke, la massima fava di cloaca col congedatosi Schreber, col dileguatosi inculato e sbaragliato baseballista e col Matto che da pseudosenese assopisce con prolisssissime hegeliane autogiustificazioni storicistiche e che da mamboide svillaneggia alla cieca a sfogo di ciechi dolori di vita. Per De Cesare intendi De Cesari? Non è più, e non era il peggio del bigoncio.

    RispondiElimina
  61. Questa tolleranza-fratellanza di cui i tifosi romani,esperti "puncicatori", hanno sempre goduto, da parte persino dei massimi rappresentanti delle forze dell'ordine,  ma anche dei  tifosi Parlamentari, nonché ex Presidenti del Consiglio ed ex Ministri, appartenenti a tutte le forze politiche, nessuna esclusa, ha generato il mostro di una città famosa ormai nel mondo calcistico, e non solo, per i suoi tifosi aggressori e accoltellatori  fascisti impuniti.
    Anni fa si decise persino di non lasciarle  fallire, come meritavano,  le due romane, con la motivazione ufficiale, espressa da un ex Presidente del Consiglio romanista sfegatato, di non creare problemi sociali (sic!) innervosendo, coi fallimenti, le due  tifoserie, con conseguente attesa (sic!) turbativa dell'ordine pubblico. In buona sostanza, tutto uno schifo.

    RispondiElimina
  62. BLIMP,sei come Jascin:non ti sfugge nulla,neanche in pantofole e con lo stomaco che reclama Lampredotto per il sitollockiano dotto!Era De Cesari ma sai che circo,quando guardavo le tv romane,con giornalisti schierati,che parlavano in slang,in dialetto in un postribolo linguistico,loro degni di Mai Dire Gol!E così sta diventando il sitone,dove almeno sino a poco fa andavamo in cerca degli scritti del protagonista(quando era piccino,era lui-il vate!)de "Incompreso" mentre ora se alcuni di noi non organizzano una trasferta modello cani-sciolti,uno ad uno a sminare ciò che gli anti seminano,folli come il giapponese(sempre lui)ritrovato 20 anni dopo la fine della guerra in Vietnam,convinto della sua ragione bellica,mentre noi ci sbellichiamo alla maniera del Belli.Coglieranno mai?Un bel dì allungheremo una mano pietosa(nel vero senso latino della Pietas)su di loro assolvendoli,perché non sanno ciò che digitano.CHIARI,condivido il tuo parere sull'impunità legata al mondo ultras romano e anche alle relative Società.Due squadre,due pesi,due misure ma sempre colme per noi,mai per loro.

    RispondiElimina
  63. Immagino, Chiari, che il Presidente del Consiglio a cui ti riferisci sia il barbiere zelante, il quale mise in campo anche i poteri economici per salvare la maggica ladrona.  Ma per il criterio di par condicio, stessa cosa fu ripetuta dal Berlusca in una trasmissione radiofonica che ascoltai e che mi lasciò sbalordito, riferendosi alla Lazio.  La Fiorentina era da poco fallita senza che nessun onorevole proferisse verbo. Stai tranquillo che Renzi non lo faranno mai andare in quella che è ormai una riserva asservita all'urbe. Intollerabile.

    RispondiElimina
  64. Quasi quasi completo l'opera che restò incompiuta, si dice, per le suppliche di Papa Leone. 

    RispondiElimina
  65. Doppietta africanaLud,mi
    allineo ad Attila,hai tutto il diritto di esprimere le tue opinioni,ma
    sarebbe meglio fossero improntate all'ottimismo,visto come siamo
    messi.Il lungo momento buio e' alle spalle.Scavare nel passato,limpido o
    torbido che sia,e' sempre passato e se ti raffronti al futuro con i
    patemi di come riusciremo,solo eventualmente,a parare gli attacchi dei
    procuratori e presidenti mi chiedo con quale spirito tu possa aver fatto
    l'imprenditore,col rispetto dovuto.Se romperanno le palle,che vengano,i
    DV hanno mostrato di averle veramente dure,quindi si accomodino.Prade'
    idem.Oggi io,esagerando lo so,ho pensato a Bale e Osvaldo,te hai
    paventato un Montolivo bis per Jovetic...insomma,sarebbe terapeutica un
    visione d'insieme piu'serena,meno oppressiva e criptica.Per
    cominciare(consiglio)cambierei la foto sul tuo logo per metterne
    una con un sorriso a 32 denti,perche'se tu continui cosi',Schopenauer ti
    fa'una sega...ah ah.
    E
    lo sai,Deyna,Drogba e'un mio mito.Soprattutto perche'grande
    persona,umile,non si e' mai dimenticato le sue origini e fa
    beneficenza,tanta e vera nei rioni poveri di Abidjan.Ovvio
    c'e'concorrenza e non lo credo alla nostra portata ora,ma sarebbe una
    grande botta per noi,soprattutto ora che la Juve gli e' addosso.Pensa
    che il primo anno al Chelsea stento'a carburare,e lo offrirono al
    Milan come parziale contropartita di Sheva,e Galiani cosa
    fece?Rifiuto',ah ah ah ah!
    Lele
     

    RispondiElimina
  66. Non mi ricordo di aver domandato il ritorno di Montolivo, anzi ho scritto più di una volta che di Montolivo non mi importa nulla al momento e che Traversi rimpiangendolo evocava fantasmi. Buon giocatore comunque. Il personaggio che mi fa da icona è Walter Benjamin. Forse non era particolarmente allegro, in compenso era un genio. Anche l'accusa di non godermi il momento mi pare peregrina. Sono settimane che sto scrivendo a destra e a manca che si vincerà lo scudetto. Ora pare che io sia in minoranza perchè i sondaggi dicono che la maggioranza dei tifosi allo scudetto non crede. Io si invece e lo sto scrivendo da un bel po'. Non c'è male per un pessimista. So che non è scaramantico ma non essendo io particolarmente emotivo preferisco basarmi sui fatti. E i fatti dicono che la Fiorentina è la squadra che gioca meglio, il che vorrà pur dire qualcosa. Visto l'andamento non lineare della presidenza Della Valle mi pare invece giusto avanzare qualche modesto dubbio su quel che accadrà l'anno prossimo. Ma io mi auguro il meglio e del resto ho scritto che Andrea della Valle è bravo e simpatico (qui qualche ora fa). Insomma: rimando al mittente.

    RispondiElimina
  67. Lud, ma se si vince lo scudetto, di cosa succede l'anno prossimo me batto il belino completamente.

    RispondiElimina
  68. Beh si lo scudetto, oltre a provocare attacchi di  gioia, potrebbe aprire scenari finanziari del tutto inaspettati. Ad ogni buon conto ribadisco che dai Della Valle mi attendo d'ora in poi un comportamento lineare, senza gli alti e bassi del passato.

    RispondiElimina
  69. L'unico appunto che faccio a Ludwig è che, come uno che si dà il nick di Chiarificatore ha il dovere di chiarificare, uno che si dà un'identità svizzera dovrebbe essere neutrale in tutto, non dovrebbe neanche prender le parti di Prandelli eheheh.
    Vabbè, per il resto, con la sua serietà il ruolo di ginevrino lo svolge alla perfezione, anche in una vecchia canzone di Elio e le Storie Tese un italiano diceva a uno svizzero "tu non prendi parte neanche a una barzelletta"!

    RispondiElimina
  70. Ludwig a me pare un voler mettere le mani avanti aprioristicamente per voler dire lo sapevo. Non si può sempre pensare all'anno successivo quando non si sa come finirà questo. Mi pare d'averlo scritto che passerà JoJo, fra un anno il mister, e così via ogni qualvolta avremo un fenomeno in squadra o in società. E' quello che è sempre stata la Fiorentina, non è che dobbiamo farcene una ragione, è così. Intanto, e non succedeva neanche ai tempi di Prandelli, abbiamo un gioco e delle prospettive, a breve termine, neanche immaginabili. Serve una feroce convinzione ed un entusiasmo che neanche il miglior Pollock sarebbe capace di esprimere. Ho posto l'obbiettivo europa league come grandissimo risultato ma l'appetito vien mangiando, non vorrei che prendessimo un piazzamento champions con l'amaro in bocca. Lo scudetto è roba per altri, chiaro che se collimano tutti gli astri in un solstizio d'estate può anche succedere l'inimmaginabile, ma sarebbe solo.......troppo di più di quello che anche il più sfegatato tifoso potrebbe sognare. Mi vedo la champions ad ogni santo turno, di Martedì e di Mercoledì, sperare che il prossimo anno potremmo esserci noi a me basta e avanza. La j.....da ne ha 30 sul campo ?! Noi due e mezzo. 

    RispondiElimina
  71. Gioire del presente significa esservi immerso ora, in questo momento, andare nel passato alla ricerca dei Prandelli perduti, o nel futuro presagendo scudetti o mercati alla meno è come passare da momenti di sgomento ad altri di sfrenata euforia, come capita a chi si dondola fra i rimpianti del passato e nell'ansia che comporta l'indagare troppo il futuro.  Scherzo naturalmente, ma rilevo segnali di attitudine bipolare che non dovrebbero essere sottovalutati.  Qualcuno disse, la vita è quello che succede mentre siamo impegnati in mille altri proponimenti...

    RispondiElimina
  72. Comunque faccio notare che, durante tutta l'era dei Della Valle, il giocatore più "big" che sia mai stato venduto fu Toni in situazione molto particolare, per il resto fu venduto Melo per un'offerta folle ed è stata venduta la promessa Nastasic per una valutazione già da big + un'altra promettente contropartita tecnica. Tutti gli altri veri big (Mutu, Frey, Gilardino) sono andati via quando erano in fase calante, e mi pare che nessuno sia da rimpiangere particolarmente.
    In poche parole, il discount che volevano far credere i pontellizzazionisti non lo siamo mai stati. 

    RispondiElimina
  73. Hai chiarificato perfettamente Vitalogy. 

    RispondiElimina
  74. ahaha Chiari!

    Oh, se questa foto non vince il Pulitzer è uno scandalo 

    RispondiElimina