.

.

martedì 6 novembre 2012

Moon-tella

Partirei da Luciano in quanto Luna perché è giusto ricordare che lui con il fallimento della Fiorentina di Cecchi Gori non c’entrava niente, anzi è stato riabilitato da una sentenza del tribunale che ne ha rivelato la volontà di mettere in piedi un’opera di risanamento, l’unica seria, fatta naufragare poi dall’azione corrosiva dello zafferano. Perché oggi l’argomento sarà la luna che ci accompagna in un mini viaggio intorno alle varie fasi lunari della crisi e poi della rinascita Viola. Un vero e proprio allunaggio all’indomani del sabotaggio del clan di Caravaggio. Dopo l’uscita di scena di Prandelli in molti hanno abbaiato alla luna, agitandosi e lamentandosi con i Della Valle, prendendosela con il destino cinico e baro, ma anche con la propria passione che in quella vicenda triste non c’entrava niente a differenza di Bettega. Secondo una vecchia credenza popolare i cani sono disturbati dalla luce della luna e pertanto cercano di scacciarla abbaiandole, che sembra proprio essere quello che ha fatto Corvino davanti alla luce accecante di Prandelli, storia di latrati questa, raccontata in una delle tante versioni dei fatti incresciosi successi ai danni del Santo. Insomma, dietro all’addio doloroso di Cesarone nostro, sempre lontano da qualsiasi sospetto perché al riparo da una luna piena di moralità, si sono susseguiti dei gran salassi di fiducia, dei prelievi di fede nella tifoseria, per molti è stata una sorte di eclissi lunare della malasorte, mentre per altri l’uscita di Prandelli è equivalsa ad un rosata di sale sparata nel proprio culo con una scacciacani, forse proprio e anche per far smettere quel cane che abbaia alla luna. E così si è dato vita al più grande accentramento delle responsabilità ai Della Valle, per cercare di mettere un argine alla crisi sentimentale scoppiata in petto, quello che politicamente sta succedendo oggi con l’accorpamento delle province, e che ai marchigiani è valso l’addebito di tutte le colpe allargandole a macchia d’olio fino a formarne un’area metropolitana di competenza che si facesse carico anche del lavoro sommerso della comunità cinese a Prato. La madre di tutte le responsabilità è riassunta bene nella leggendaria dismissione che fa il pari con il complotto “interno” a stelle e strisce per abbattere le Torri Gemelle, con evidenti implicazioni incrociate tra due eventi così drammatici, perché tre indizi fanno una prova e allora la teoria dello smantellamento mette in fila lo sconto zero applicato alle Tod’s, gli zero titoli vinti dai DV e il Ground Zero appunto, con l’aggravante di un’antipatia tra Bin Laden e Marchionne per via dell’uso “talebano” dei licenziamenti degli operai iscritti alla Fiom . Anche se questi fatti non sembrano avere alcuna attinenza, legame o rapporto con quanto successo a Prandelli, il dolore è stato troppo grosso, e il modo di dire Averci a che fare come la luna coi granchi, racconta proprio questo modo di difendersi da un lutto troppo grande. E da lì che è partito l’autolesionismo, che è arrivata la depressione, addirittura il culto della sconfitta per poter rinfacciare ai DV le colpe di un destino amaro come una Schweppes, fino a urlare al mondo la scoperta di una grotta della pontellizzazione così sotterranea che l’hanno vista solo gli speleologi del tifo, un atteggiamento questo che alla luce di quanto è riuscita invece a fare la società quest’anno sarebbe da denuncia per procurato allarme, derubricato poi dalla bontà del campionato in corso, in procurato giramento di palle per tutti coloro che avevano fornito alla pubblica accusa prove di smantellamento che sono state via via declassate da ciclone a scoreggia, e che ha lasciato nei PM del tifo contro una certa luna storta anche in presenza di vittorie reiterate come certi ultimi filotti. Perché poi c’era stato anche l’attacco all’autofinanziamento, e da qui i famosi “braccini” per finire al più classico “con questi chiari di luna si va in serie B”, con i gregari del tifo che hanno cercato di tirare la volata a Tutunci o ai vari benestanti rionali, mentre chi ha sempre avuto fiducia nella società oggi vive la propria passione a vele spiegate come un tempo furono quelle di Luna Rossa, si alza la mattina con la luna buona e vive in luna di miele con la propria squadra del cuore. Il viaggio terminerà domenica prossima proprio davanti a Montolivo che insieme alla Branchini band ci ha voluto far credere cose assurde per giustificare il proprio comportamento, insomma, ha provato a farci vedere la luna nel pozzo, un modo di dire che i più consapevoli di quanto realmente è successo definiscono oggi più propriamente una luna nel gozzo. Non ce ne vorrà poi Montolivo se non ci struggiamo di rimpianti, e se anzi ci divertiamo molto di più di quando c’era ancora lui in campo, e tutto questo grazie ad una squadra che ci fa divertire più di un luna park, anzi di un luna Pek.

42 commenti:

  1. La luna nel gozzo... ahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  2. Caro Sopra, batti un colpo, e non sui culi di donna, per una volta! Tanto attesa, è finalmente arrivata la scoreggiona notturna, dagli aromi inconfondibili! Ben sette interviste alla specchiera («Come in uno specchio»! La situazione parmi della stessa gravità di quella del capolavoro bergmaniano) l'avevano ritardata ma adesso è lì, fetida fetida, e con un'appendice (un richiamino d'autore...) intensamente gasosa, successiva di soli trenta minuti! E' un camponario di cazzate auguste, dalla maledizione del faraone per Prandelli colpevole di sostituzione dell'Aga Khan, all'allucinata discriminazione razzista del Faraone, all'esaltazione incredibile di un famigerato sindaco idiota becero-fascista e pluricondannato, all'abbandono del confronto con Merdaino e al riconoscimento del valore di Rodri (fa sempre così, dinanzi ai fatti che lo schiacciano in du' mesi: vedrai che fra altri due Gonzalo l'aveva scoperto lui, ne commendò l'acquisto al Ciccione di Vernole il quale, da autentico incapace, glielò bocciò con sprezzo e ben gli stette), all'aggressione isterica a freddo al Pupil. Urge tua puntualizzazione, Sopra.

    RispondiElimina
  3. Già, non ho letto commenti all'ultimo match da parte dell'ottimo Antognoniforever, uno dei più attenti alle minime spigolature, un grande demistificatore di luoghi comuni tecnico-tattici.

    RispondiElimina
  4. Anche "Dietro lo specchio" del grande Ray "riflette" i gravi problemi del bolognese. Non conosco il film di Borzage, Colonnello: seguirò quindi il tuo suggerimento.

    RispondiElimina
  5. Grandissimo film, AntoineRouge, grandissimo! Forse il mio preferito di Nic, per il quale non vado pazzo pazzo. Effettivamente, l'abuso di cortisone andrebbe preso in conto, per lo Schreber, e ciò costituirebbe attenuante.

    RispondiElimina
  6. (Zumo de Catalunya)BLIMP,il post n.93 di ieri sera e stato il mio,ed ha chiosato un appunto del lunedi mattina di LUD.Riguardo al vate(r),non è che mi tolga il sonno,anzi mi sembra me stesso che racconta la solita fiaba alla mia Rebecca Viola,la quale mi dice "Babbo,ma e sempre la stessa storia...".Comunque,più tardi dedicherò le mie attenzioni allo strillone bolognese,ora ho la mano sinistra che attua rattatio pallorum,in quanto ho appena letto di Ma'rott che afferma "I diritti tv vanno rivisti,sono un po' sbilanciati verso le piccole",affermazione che permette di stendere un bel tappeto rosso per il ds gobbo che entra nella Hall of fame di quelli che le iniezioni le subivano sul viso.GUBERNATOR,nei meandri cavernicoli direi che manca il prototipo del tifoso banderuola,che potremmo chiamare "Ciaula scopre la luna",dato che il Verismo che lo generò appartiene ai generi letterari che piacciono ai tipi coerenti del Nostro Sitollock.In attesa che venga commercializzato un sospensorio con l'immagina di Montolivo,ci apprestiamo a dimostrare che senza Jovetic "Yes We Can",porco can!Sarà bello vedere quello che a Firenze era impagliato in campo,impigliato tecnicamente,impegnato fuori campo a confronto con gli universitari del calcio,Valero e Pek.Montolivo che aveva paura del limite dell'area come una donna davanti al varco Ztl di città,lui come i multinick ammalati di labirintite,come un arbitro qualunque al servizio di una strisciata,lui che pensava di resettare tutto,come un Ma'rott che afferma "Tutto si compensa",ignorando Brizzi e le sue enunciazioni sulla vera compensazione con atomi e materia.La materia,quella vera di cui son fatti i sogni,quelli del vero popolo viola,quello fuori dalla caverna e che sorseggia un Averna,quello che non va in pellegrinaggio alla Verna ma parla il vernacolo,quello che osserva lo spettacolo;chiaramente non sopra una Specola qualsiasi ma da un posto privilegiato,senza nascondersi col passamontagna alla juventina ma con una maglia tatuata nell'anima,canticchiando al Monto(e non mondo)"Ma tu un'anima ce l'hai?".

    RispondiElimina
  7. Interessante, sul piano scientifico, anche il quadro clinico che emerge dal referto di una tanto immensa quanto sconnessa testa di cazzo attualmente furoreggiante su organo di provata fedeltà a Marisa:



    06/11/2012 11:11:50 Paolone isolotto, Ma sinceramente le prime sette ? ma de che .. di quest' anno con inter perso con napoli perso con yuve pareggiato in casa perche loro non sono venuti a giocare con la lazio , lasciamo perdere , guardatevi il risutlato di domenica a catania .. Io sinceramente avrei voluto vincere a Parma e a Verona ... fate un po' voi ! ci stava perdere solo a Milano e no certamente a Napoli . ! fate i calcoli e vedrete dove saremmo stati .questo e' quello che avrei voluto !

    RispondiElimina
  8. Pollock, il Sopra rilancia la corsa al potere supremo: graziato e liberato, sùbito ne approfitta per organizzarti nuovo colpo di stato («strillone bolognese»... «multinick ammalati di labirintite»... «sospensorio con l'immagine di Montolivo»... «iniezioni in viso»... ahahahahahahahahahahah!)

    RispondiElimina
  9. E, volendo evocare le profezie lungimiranti delle teste di cazzo più lucide e spermate, come non citare Sua Deficienza?


    Mambo ha scritto: luglio 9th, 2012 alle 8:47 amSe ci dessero Giovinco e Matri glielo porto in spalla. Ma 1, siccome non sono scemi fino a questo punto, e 2, Diego vuole cash, perchè vuole riprendersi almeno parte dei soldi “prestati” alla Fiorentina, credo proprio che Jove rimarrà anche il prossimo anno. Scordatevi che se arrivassero gli inglesi con 30 milioni, questi vengano reinvestiti fino all’ultimo. Il tetto ingaggi di 1 milione è già quello un muro contro qualsiasi ambizione di vedere arrivare un buon giocatore. Sarà un campionato terribile, e con ogni probabilità, l’ultimo dei DV che temo (perché sono tifoso e spero di sbagliarmi) verranno contestati al punto di costringerli a mettere in vendita la società. E' andata proprio così, Pollock, non è vero? Aahahahahahahahahahahahahahahah! Anche per te, povero Matto, il mio dismission: impossible!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Ed ora, per rallegrare l'animo afflitto da questo «campionato terribile», «con ogni probabilità l'ultimo dei DV» (ahahahahahahahahahah! Ma che fava il mambo, ma chi gliele scrive queste battute... ahahahahahahahahahahah!), una chicca, una sorpresa:

    «california viola ha scritto: novembre 5th, 2012 alle 8:16 amArchiviare il Cagliari e concentrarsi per il prossimo esame : Milan.
    Il problema più grande è perdere concentrazione. Mai porsi limiti e trovare sempre l’entusiasmo per fare ancora meglio. Per questo Montella fa bene a tenere la squadra al riparo da giornalisti e tifosi. Una preghiera ai giornalisti: evitiamo di montare polemiche su la reazione di Jovetic al goal. Con chi ce l’avesse non importa, caso chiuso e guardare avanti. Per il bene della Fiorentina».Che ne pensate? State sbalordendo, immagino: sì, è lui, è Californiaviola, il gobbo infame, ma da Guetta, ma "normalizzato", acqua e sapone, bravo bambino, per farsi accettare, ora che anche su cloaca si è definitivamente bruciato. Così non ci piaci più, California! Così non c'è più nulla da commentare! Hai perso mordente! Queste sono loffie! Torna col tuo cuore juventino, dài! Ahahahahahahahahah! Dismission: impossible!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. E ora un po' di calcio: l'idea lanciata da un giornalista di una coppia di avanti Ljajic-Mati è da segnalare al medico di Yo el supremo. Ma presto, prima che che ci siano vittime.

    RispondiElimina
  12. COLONEL.h.12:46 e h.12:53...neanche mi andava di impiegare tempo sul sitone...ho letto tante di quelle stupidaggini,cattiverie...non riconosco più quel luogo virtuale dove sino a poco tempo fa si poteva impiegare un po' di tempo tra facezie,discussioni serie,utenti senza cambio di nick....definirlo cloaca è un affronto ai latini che inventarono qualcosa di utile,è troppo anche quel termine.Loro-multinick&Co.-non meritano una definizione antica,e neanche vespasiano andrebbe bene,erano utili....li definiremo con qualcosa di più tecnico e offensivo,qualcosa troveremo.

    RispondiElimina
  13. Passo una mattinata di lavoro a Pistoia, dove, guardando le facce degli altri passanti, mi scappa quasi da dir loro "ahahah sarete fiorentini!", torno, leggo il post del licantropo e scopro che si allena al Risiko, secondo me vuole guidare una nuova impresa di Fiume.  

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore6 novembre 2012 13:15

    Questo ragazzo, il nostro Messi,  sta cercando di guarire a tutti i costi in vista del Milan, il suo gemello è il secondo, dopo di lui, talento più cristallino in viola e tra i giovani più interessanti al mondo. Abbiamo ricostruito una Fiorentina da scudetto ( arbitri permettendo) e  guadagnandoci grazie alle cessioni di Berhami, Nastasic e, quella parziale, di Cerci. Per non parlare degli acquisti a prezzo stracciato di Roncaglia e di El Hamdaoui. Abbiamo in casa  il miglior talent scout d'Italia. Tutto quanto sopra è merito di Corvino.Come si può,da tifosi viola, passare il tempo sparlando di lui?

    RispondiElimina
  15. "...Sai che vuol dire fare sette interviste in poco tempo? Roba dell’altro mondo.Sai che vuol dire fare sette interviste in poco tempo? Ora vado a godermi un po’ di Urbe, mondana e colta...". Se ancora non avete capito chi ha intervistato...

    RispondiElimina
  16. Ahahahahahahahah... Vitalogy! Temo, Pollock, che per l'impero sul sitollock si stia facendo avanti un terzo incomodo! Sopra, ho visto la tua risposta, ampiamente sprecata per un amante dell'Amarone come lo Schreber. E' in effetti un degrado totale, come dici: tranne qualche vostro sporadico post, che si spera agli sgoccioli, è un merdaio fumante, un multinickaio di quattro o cinque coglioni che vivono alle spalle della società, notizie zero, commenti sottozero. Per divertirvi, come hai visto, da fool scespiriano (che cerca di distrarsi dall'ansia per il suo patriarcale Re Lear, il quale continua ad essere assente) estraggo qualche gemma del favismo non degna di essere travolta dall'oblio, ma il calcio è altrove, il calcio è qui e con Montella.

    RispondiElimina
  17. Chiarificatore6 novembre 2012 13:50

    Tra l'altro si può definire Roma città maestosa, monumentale, esageratamente e stupendamente storica, d'arte e cristiana , come nessuna, ma le città e persino cittadine italiane più mondane e colte devono essere considerate altre, se si ha  una concezione non grossolana della mondanità e della cultura. Neppure negli Atenei,a Roma, si parla correntemente italiano, persino da parte di non pochi  docenti. Certo chi non li frequenta non lo può sapere.

    RispondiElimina
  18. Mah....California Viola sembra quel personaggio di Milan Kundera,Josef,che tornato a Praga dopo anni di assenza,mette in scena un conflitto identitario,con la paura di non riconoscersi più nel luogo d'appartenenza.Difficile prendere in considerazione ciò che scrivono sul sitone,ci sono pochi costrutti,salvo quando CHIARI,LUD,DEYNA ed altri partono da qui,alla rierca del Vello D'Oro su fiorentina.it.La Nora di Ibsen non alberga nei multinick,la Nora di Ibsen ha lasciato anche GAT;frequentando un basso livello il rischio di standardizzarsi verso il basso è serio,reale,ora concreto.Inutile tentare l'upgrade con queste trasferte virtuali sul siton de' sitoni,a parer mio.

    RispondiElimina
  19. Continuo con Paolone Isolotto, perché la sua brillantezza di testa di minchia sta spopolando, in breve è diventato un must del sitone, l'invidia dei pur cretinissimi gemellini onlus e dello Schreber cultore di Bacco sicuramente fa loro scoppiare la milza:«Si il cagliari veloce e dinamico , ma poi ben poca cosa. ! Io non critico per distruggere , ma vorrei sinceramente a questo punto il bel gioco e anche un bel po' di cinismo e se per forza dovessi scegliere preferirei il cinismo e vincere ! Mi auspico che la squadra maturi e che possiamo gioirne velocemente anche se sono chiaramente preoccupato per gli anni futuri considerando che su 18 giocatori .. quanti ne possediamo realmente?»

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore6 novembre 2012 15:14

    Io non capisco come un tifoso viola non possa disprezzare Montolivo, al di là della diversa opinione che si può avere sul suo valore tecnico. Secondo me è in assoluto,nella storia, il calciatore viola che ha causato, consapevolmente e per un tempo non breve, i maggiori danni alla Fiorentina dai punti di vista tecnico, economico e morale. Danni tanto più gravi in quanto provocati  in maniera subdola. O sbaglio?

    RispondiElimina
  21. http://www.youtube.com/watch?v=57kHFXElTVI
    Riti propiziatori sotto la luna per stasera, Vitalogy...

    RispondiElimina
  22. Navigo su vari siti, anche non calcistici, e protetto dal mio nick. Ma ho una sola identità, Sopra, e non sopporto l'atteggiamento di chi si moltiplica. Capita, su certi blog, che qualcuno particolarmente stupido crei una seconda identità soltanto per darsi ragione, per lodarsi o addirittura per reclamizzare un proprio prodotto. 

    RispondiElimina
  23. Eh un genio, il Paolone, acutissimo osservatore: infatti con Lazio, Genoa e Cagliari abbiamo giocato bene, c'è mancata solo la vittoria! 
    .:: This Mission? Impossible! ::.

    RispondiElimina
  24. Chiarificatore6 novembre 2012 15:31

    Infatti, Ludwig, mi pare che Sopra, quando accennava ai multinick,  si riferisse a ben altri e non certo per elogiarli.

    RispondiElimina
  25. Ed infatti io ho solo commentato, non volevo certo esibirmi in una excusatio non petita, ne' insinuare che Sopra si riferisse a me. Sono convinto infatti che tutti si siano resi conto che io sono unico ed irripetibile per modo di argomentare e convinzioni. 

    RispondiElimina
  26. ahahah Deyna, Freud non poteva prevedere che noi cciòvani cosmopoliti di questo mondo globalizzato abbiamo ben altre latenze: mahori, slovacca, londinese, ecc... oggi non so perchè, ma mi sento proprio andaluso, mentre domani indagherò sul mio lato danese!
    P.S. Il video mi piace molto anche al di là del riferimento a stasera, la canzone non mi dispiace, ma di Perry Farrell preferisco nettamente l'altro suo gruppo, i Jane's Addiction.

    Colonnello, quel Paolone, che ancora non so se ci è o ci fa (secondo me è un ibrido: un nerd n.1 che le spara volutamente grosse per avere attenzione), con tutti i commenti che attira, è oro colato per la redazione, in questo periodo di fuga dal sifone

    RispondiElimina
  27. CHIARI,perfetto.LUD,chiaramente non mi riferivo a te.Chi alberga qui ha la mia stima,sempre.

    RispondiElimina
  28. Deynaccio, sono ancora tutto edificato dall'empito mistico di Bardazzi, è stato un momento di altissimo giornalismo e di cristiana fede nel Nullapotente: Bardazzi e il Monto sono una sola carne e un solo spirito! Del resto, lo Schreber fuor di testa è sùbito venuto in suo soccorso, di contro ai bueggiamenti insistiti della platea.

    RispondiElimina
  29. Collabora Deyna, collabora.

    RispondiElimina
  30. E adesso a voi un'altra new entry di tutto rispetto, quella spettacolare testa di cazzo del Giannelli, che ha dimenticato che senza Pizarro abbiamo vinto, tranquillamente, con l'Olivera che quel coglione gigante affetta di disprezzare. Su Montolivo che sarebbe una «roccia» è vietato gettare ortaggi, al massimo pernacchie e insulti, scostumati! Ci chiede poi di immaginare Gargano in questo centrocampo, e cioè a rubare posto a uno a scelta fra Pizarro, Borja e Aquilani. Fatto! Abbiamo immaginato! E ci è venuto fuori, a noi tutti, di prendere a calci in culo il Giannelli fino alla discarica dove depositarlo. Ma ecco il cacatone del Giannelli, aspiratelo con delizia:




    06/11/2012 16:00:59 i'giannelli ma se a pizarro che c'ha quasi 40 anni gli viene un raffreddore come succedeva a roma perche' anche lui non e' che sia una roccia come montolivo che non ne saltava una con chi lo fa il tiki-taka valero? con olivera? olivera e' un po' adattato in quel ruolo.qui si sta parlando di una squadra che vuole andare in champions.gargano non doveva sfuggirci.ma per gli uomini mercato viola le sue pretese erano eccessive.immaginate solo per 10 secondi gargano nel centrocampo viola.

    RispondiElimina
  31. Ebbè i Jane's erano altra cosa, "seminali" come li definiva qualche redattore bruciato di Rockerilla al tempo...

    RispondiElimina
  32. La Roccia su cui edificare il culto, la Luce che ricaccerà lo Diavolo nelle tenebre che da sempre abita, l'eretico che bacia Satana alla guisa di Giuda! Che ci siamo persi, signori, che ci siamo persi, non un semplice campione, ma La Guida!

    RispondiElimina
  33. Ecco, se davvero avessimo perso la Guida (Gloria), a causa di Montolivo, col Corvo mi c'incazzerei anch'io.

    RispondiElimina
  34. No, ci siamo persi ben altro, o rozzo materialista: la Guida verso la Gloria [eterna, si capisce]!

    RispondiElimina
  35. Ho immaginato Gargano nel centrocampo viola......mi sono apparsi 2 calci da dietro ad un avversario cho lo sorpassava,un lancione orizzontale di gittata 6,5 metri,e una Mosca a pancia all'aria che non riesce a mettersi dritta.Poi ho visto la calca di direttori sportivi che lo voleva,alla fine lo ha preso la società specializzata in pacchi.L'Inter.Gargano in viola?Rabbrividiamo.

    RispondiElimina
  36. Gargano? Beh, è stato un po' penalizzato dalla moda del Salento che in questi anni sta vivendo il proprio apice, ma resta pur sempre una bellissima zona da visitare, a mio modesto avviso ideale per coppie che vanno in vacanza senza figli

    RispondiElimina
  37. Per ora Montolivo signore del centrocampo. Purtroppo i compagni non sono all'altezza, stessa faccenda che con noi. Quando arriverà al Real, per 40 milioni (almeno!, scoreggiò lo Schreber), allora sì, se Mou non ne snaturerà scelleratamente le caratteristiche o se non si farà una storta o se il DS perverso di turno non si metterà di traverso al suo genio. Sennò, aspettare che la Grande Storia e gli almanacchi (di Topolino) gli facciano finalmente giustizia.

    RispondiElimina
  38. Chiarificatore8 novembre 2012 23:50

    Montolivo signore del centrocampo quanto a contenimento ed a mera ed ordinata distribuzione dei palloni, sul resto siamo alle solite, lento in fase costruttiva, non determinato  nel cercare la superiorità numerica saltando l'uomo o con passaggi ficcanti, i magri risultati della sua squadra sono una logica conseguenza. A questo punto, forza Anderlecht!

    RispondiElimina
  39. L'ho vista dal 30' primo tempo, peccato, ma ora forza Anderlecht. Montolivo graziato dopo il cartellino giallo, quando da terra ferma la palla con la mano, o quando spinge via un avversario in fuga sulla fascia: per togliere dai pasticci lui e il Milan, l'arbitro non fischia i falli. La sua prova è quella descritta dal Chiari, né più ne' meno. Per domenica darei a Cuadrado l'ordine di accentrarsi un po' e puntarlo tutte le volte che sia possibile. 

    RispondiElimina
  40. Prepariamoci per domenica.

    RispondiElimina
  41.  "Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto": naturalmente Facundo fa eccezione.

    RispondiElimina
  42. Ahahahahahahahah... Deyna! Sì, siamo sempre alle solite, Chiari, quel mortorio è un portatore di sfiga unico. Meglio uno più scarso di piede ma vivo e che dia vivezza. Quattro notizie positive: 1) difesa milanista in emergenza contro di noi per l'infortunio di Abate; 2) Pato spremuto fino all'ultimo lascerà domenica posto a Pazzini; 3) Bojan frilletto lo vedo pure male a reggere tre partite in sette giorni; 4) Milan ancora in mezzo al guado e direi meglio pantano. Per Milano sono un po' più ottimista, adesso.

    RispondiElimina