.

.

giovedì 12 aprile 2012

Mementolivo


E alla fine non c’è stato il Mementolivo che tanti avrebbero voluto celebrare, perché Delio si è rattrappito un po’nella necessità di far ruotare i giocatori per meglio gestire le tre partite in una settimana,  e un po’ ha accusato la crisi tecnica della sua gestione, che va a braccetto con quella economica del paese, e quindi di fronte al fenomeno del caro estinto non se l’è sentita proprio di eseguire la cremazione in un mercoledì di pioggia. E Montolivo come spesso gli capita, per ringraziare della fiducia di essere considerato ancora un giocatore in vita, non smuove l’ago della bilancia, pioggia invece che dobbiamo ringraziare perché fa tanto bene all’invaso del Bilancino. La vittoria di Milano non ha prodotto quindi le ceneri da gettare nel mare di rabbia che monta come la maionese per l’insalata russa, specie dopo che in settimana Beherami  ci aveva fatto sapere di voler firmare in bianco quello che Firenze aveva riservato anche al suo nuovo re, e che “Riccardo cuore poco hardo” aveva trasformato invece in un rotolone Regina, e da qui l’utilizzo della passata e la constatazione che della maionese per l’insalata rimane solo il fatto che lui in mezzo al campo russa. La mancata vittoria non è certo dovuta all’impiego di Montolivo, direi invece soprattutto alla difficoltà di dover fare la partita, allo sperpero delle occasioni per la verità quasi tutte su palla inattiva, e a un Palermo non proprio malleabile. Il Lecce vince una partita più surreale di come l’avrebbe potuta dipingere Magritte, e allora voglio consolarmi con il fatto che anche il Genoa stecca complicandosi il campionato,  con Gilardino che gioca ancora per noi, così come Mutu e anche Frey, che potrebbero ancora darci una buona mano da qui alla fine, e che domenica potremo contare sul fatto di giocare fuori casa e contro una Roma che fa della discontinuità la sua caratteristica migliore, mentre il Genoa va a fare visita al Milan, e poi c’è anche il Bologna, il Cagliari e il Siena, anche loro in grande sofferenza, e poi insomma,  come dissi prima di Milano potremo vincere anche a Roma.  Ieri hanno giocato un po’ tutti al di sotto delle loro possibilità e quindi non solo Montolivo, ma sono convinto che a Roma ci possa essere davvero  la sua prima partita vista panchina, con la riproposizione della stessa squadra di Milano, indisponibili permettendo, quella formazione mancata ieri, e che oggi in molti utilizzano per affogarci la delusione, alimentata anche dalla paura per un Lecce che Cosmi ha defibrillato e al quale proprio Montolivo dovrebbe almeno stringere la mano, per avere quel qualche sussulto che gli permetterebbe di tirare le borracce dell’acqua ai suoi compagni in campo senza rifugiarsi nell’appoggio laterale a due metri e senza colpire Delio nelle gengive. La cosa più bella della partita, tacco di Amauri a parte, è stato il lancio di Lazzari a JoJo, e allora visto che c’è un miracolo che ci parla di uno che è stato fatto alzare e camminare, ci potrebbe essere anche quello di uno che invece è stato fatto sedere, e che chiameremo per comodità il miracolo della masticazione.

35 commenti:

  1. TOCCA L'ALBICOCCA12 aprile 2012 11:01

    Hai ragione Pollock,scusami,ma che io te si sia d'accordo su questo punto non è una novità.non riesco invece a capire quante prove e controprove si debbano aspettare per dare il ben servito a questo giocatore,ormai c'ha trascinato in fondo,quanto vogliamo seguitare?
    Pareggio meglio di sconfitta,serie B peggio di serie A e Montolivo come Kharja...
    due
    sono verità,la terza è un opinione e prima che anche su questo blog si
    cominci a distribuire patenti su chi di calcio ci capisce e chi no
    trasformandolo in un Fiorentina.it2,
    cominciate a rispettarla sennò si va poco lontano.
    Il punto non è se Montolivo sia responsabile del fatto che si è pareggiato,ma che
    per l'ennesima volta non è stato decisivo per vincerla ma voi continuate a rigirare la frittata
    e,ve lo ripeto,distribuite patenti di sapere calcistico con discreta arroganza.
    Arroganza per arroganza smetto di scherzare pure io.
    Montolivo è un indegno,gioca da indegno e chi ancora pensa di essere un intenditore di
    pallone solo perchè trova per lui sempre una giustificazione,è la trasposizione maschile
    delle suffragette.
    E non mi dite che sono stato il primo ad attaccare briga,quando si premette che "non
    è
    serio pensare" o "è pazzesco pensare",oppure  "bischeri per cui il
    problema è Montolivo" si sottointende che voi siete ganzi e gli altri
    dei poveri scemi.
    E nessuno che si sia accorto di come Pasqual sia dovuto correre a tappare i buchi che
    si aprivano dove il signorino sarebbe dovuto rientrare,cosa che invece regolarmente fa
    con abnegazione quando gioca in nazionale,esattamente nel ruolo del primo tempo di ieri.
    Nel secondo ritorna in mezzo e puntuale come un cambiale,perdiamo il centrocampo.
    Montolivo non è il problema,ma uno dei problemi.
    Ce
    lo eravamo tolto dai coglioni sabato ma non è bastato,ce lo siamo
    dovuto rivedere anche ieri,unico degli undici insieme a Gamberini con 10
    giorni di riposo sul groppone.
    Se mi dite che questa freschezza si è notata si può fare festa.
     

    RispondiElimina
  2. La fortuna si è ripresa quello che ci aveva generosamente elargito a Milano. Comunque meritavamo di vincere.
    Capisco l'incazzatura del Tocca. Il caso Montolivo è uno degli errori sesquipedali commessi dalla Società/Proprietà: sono due anni che il signor Montolivo ci tiene in ostaggio, consumando beffardamente la sua vendetta.
    Ho visto segnali positivi dalla squadra. Nel finale il Palermo era molto più cotto di noi. Rossi non se l'è sentita di rischiare Cerci o Lijaic, ma va bene così.
    Abbiamo tutte le risorse, se occorrerà, di andare a vincere a Lecce.

    RispondiElimina
  3. Ho visto un Palermo a lungi tratti con un solo giocatore oltre il centrocampo, si difendevano in 9 e Miccoli, fra una bestemmia ed un'altra (stava bene) non ha visto il campo perché Mutti è venuto per non prenderle. E noi non abbiamo altro che addossare a Montolivo la responsabilità del pareggio. Se erano crociate quelle della SdA qui siamo tornati alla Santa Inquisizione. Rinnovo il mio consiglio, stringete i denti, dovete sopportarlo altre 6 partite, dopo vi rimane solo Rossi con cui rifarvela o poco altro. Forse. 

    RispondiElimina
  4. Io concordo al 100% con Tocca riguardo all'ignobile ex capitano. Come volevasi dimostrare rientra lui e perdiamo quella verve che ci aveva contraddistinti a Milano. Anche Delio ha detto che a fallire ieri sera è stato il centrocampo e non l'attacco ma qui siamo diventati degli esperti ad individuare i problemi sbagliati che portano a soluzioni cervellotiche. Leo tu non hai visto una partita da morto vivente del moscio? Mecojòni!!! Io nel 2° tempo mi sono accorto che la merda era in campo solo per quella sapiente apertura che ha fatto all'87° minuto e che ha smarcato il Tocca mentre si avviava verso l'uscita dallo stadio. Ti dico di più, a me non importa una sega se Montolivo è meglio di Kharja, io non lo voglio vedere più in campo a questa merda. Secondo me ieri Kharja ha giocato male perché c'era lui, se c'era Lazzari, con tutti i suoi difetti, avrebbe giocato meglio pure Kharja.Concludo rassicurando il Colonnello: fai pure prima tu con la Cassini anche perché dopo che ci sono passato io è terra bruciata per tutti :-))) !!!

    RispondiElimina
  5. Tocca, la forse eccessiva violenza delle reazioni segue alla sicuramente eccessiva violenza degli attacchi. A me sembra sincerament enorma,dopo aver visto giocare insieme contro il Palermo Kharja e Montolivo che si invochi l'uno e si indichi l'altro come colpevole di tutti i mali viola. Se Montolivo ha giocato da 5 Kharja ha giocato da 4, se da 6, l'altro da 5, perchè comunque un voto di differenza pieno c'è stato. Montolivo tira indietro le gambe? non è vero, ha fatto almeno un paio di interventi a spezza tibia che non farebbe chi pensa solo al prossimo contratto, ma chissà perchè vedete solo i due o tre palloni a partita che sbaglia. E' uan fissazione, come lo è sempre stata (magari non per te, ma per i tiTanti tifosi sì, con Mihajlovic, come con Cerci, o con Vargas, come qualcuno la sta pigliando con Delio Rossi. Così di fissazione in fissazione si va in B se non ci si sveglia e si smette di tirare al piattello invece di cercare di usarli al massimo questi galantuomini, tutti, nessuno escluso. Non è tempo di esclusioni, di liste di proscrizione, quello verrà, ma non è bene nemmeno dirlo adesso, perché tutti devono essere convinti di tirarci fuori da questa merda.
    Quando uno mi dice che col Palermo si è giocato più lenti per colpa di Montolivo o come fanno a non cadermi le braccia? Come se giocare sulle ripartenza contro una sqaudar stanca che ti attacca e ti lascia ampi aspazi fosse la stessa cosa che giocare contro una squadra che sa far girar palla, che si conetnta dello 0-0 e sta con 8-9 uomini dietro la linea di palla. Grazie che si gioca più lenti, o hai i movimenti di Guardiola o giochi a quel famoso titiccche-titocche che qualcuno aveva perfezionato ma che è abbastanza diffuso. Se tutto questo si vuol riportare alla presunta diversa velocità di pensiero tra Kharja e Montolivo come si fa a stare zitti. Guarda che il discorso non è personale, questa per me emerita cazzata l’han detta in tanti., ma per me tale resta. Insomma Montolivo sarà quel che ti pare, anche se concordo solo in minima parte, ma le alternative sono di gran lunga peggiori e te lo prova quanto non mi sono stancato di ripetere. Tre allenatori, tutti più o meno in crisi, esperti o giovani, epigoni del calcio ragionato o di quello mazzolato, non ci hanno mai saputo rinunciare, che fosse zoppo, o in rotta con la società. O che son tutti più coglioni di voi?

    RispondiElimina
  6. TOCCA L'ALBICOCCA12 aprile 2012 17:20

    Sembra che qui nessuno abbia mai giocato a pallone,a quale livello non importa.
    Davvero pensate che le dichiarazioni finora rilasciate siano la verità invece che un
    driblare la situazione con frasi fatte e di facciata?
    Nella squadra in cui avete giocato cosa avreste detto se un vostro compagno si fosse fatto squalificare o fosse mancato nelle tre partite più importanti (juve,inter e milan nel caso suo) mandando voi a fare figuraccie al posto suo,per poi ritornare tutte le volte e riprendersi il posto,anche dopo che incredibilmente una di queste partite l'avevate vinta senza di lui?
    Io credo che lo spogliatoio sia meno con lui di quanto si pensi e questo è un problema,
    quanto grosso lo lascio decidere a voi ma la classifica non lascia molto spazio per
    minimizzare troppo.
    Il Lecce a -3 equivale quasi ad una condanna perchè è vero che dobbiamo ancora giocarcela laggiù ma i soliti risultati strani,come già ci è accaduto in passato,hanno portato in dote ai salentini 6 punti invece dell'uno massimo 2 in tabella,ed il Napoli,
    prossimo avversario loro,appare,ma spero che mi smentisca,un po' allo sbando e
    un po' come noi vittima di qualche giocatore che pensa al futuro e che forse forse,se non vanno in champions è meglio,così qualcuno ha il pretesto per fare le valigie.
    Io,non lo nego,sarò anche fissato con Montolivo,però voi che solo vi sfiora l'idea che
    Kharja possa avere le medesime responsabilità non siete da meno. Il nostro ex capitano
    ce lo siamo sciroppato per 28 partite intere,con l'unica eccezione della sostituzione ricevuta a Udine,il marocchino 600 minuti diluiti però in 12 presenze tra sostituzioni fatte e ricevute,l'equivalente di circa 6/7 partite intere,una miseria.
    Ora,fin da bambini ci viene ripetuto che le partite si vincono e si perdono a centrocampo,
    il centrocampo ce l'ha in mano lui e guai a chi glielo tocca,stiamo trionfalmente precipitando negli inferi ma la colpa è di tutti meno che sua.
    Se lo avessimo fischiato ben bene e qualche tribuna in più,date retta a me,forse una svegliata se la sarebbe data,ma visto che con du'fischi a inizio gara se l'è cavata e il
    posto fisso per lui c'è sempre stato,si è appisolato,e con lui il centrocampo della
    Fiorentina.
    In quanto a coglioni o presunti tali che hanno seduto sulla panchina della Fiorentina ce ne
    sono a decine nella nostra storia,non è che se uno allena una squadra di calcio non
    può essere un coglione,suvvia...

    RispondiElimina
  7. Io che non ero certo il più contento per l'arrivo di Rossi sono diventato il suo primo tifoso, e spero che faccia talmente bene da puntarci per un eventuale rilancio delle nostre ambizioni, allo stesso tempo però vedo che le attenuanti che non si riconoscevano a Sinisa (che ha fatto male) si distribuiscono invece a piene mani a chi sta facendo comunque peggio, come se dire che Delio sta deludendo togliesse credibilità a chi lo ha sponsorizzato, ma non è così, si può dirlo tranquillamente senza che a nessuno venga tolta la possibilità di continuare ad essere un tifoso rispettato, e la stessa cosa succede per Montolivo che evidentemente è bravo per statuto e non importa più che lo dimostri, tanto che forse sarebbe il caso di ritirare la maglia numero 18.

    RispondiElimina
  8. Ho letto la tua risposta, Jordan, che dici valere anche per me ma continuo ad essere d'accordo col Tocca e aggiungo che se più o meno attualmente Kharja e Montolivo hanno lo stesso rendimento dovrebbe far riflettere un pochettino di più anche a te visto che nel calcio di oggi avere un minimo di continuità aiuta senz'altro a giocar meglio. Bene, direi che Montolivo ha avuto tutte le chances possibili x dimostrare quello che vale, cioè poco mentre a Kharja tante possibilità non gli sono state date.

    RispondiElimina
  9. TOCCA L'ALBICOCCA12 aprile 2012 17:58

    ..e si può dire che Montolivo sta facendo cahare anche senza per questo passare per Dellavalliani o Corviniani.Ha ragione Pollock,state tranquilli,si può dire...

    RispondiElimina
  10. Deep Kharja e Montolivo non hanno affatto lo stesso rendimento, per me, anche col Palermo, e mi sembra di averlo scritto, c'è stato almeno un voto di differenza. Quindi perchè mai si dovrebbe far giocare chi gioca peggio? Questo io vi domando. Per picca? per mania? per fargli dispetto? ma non è fare come quel tale che si evirava per far dispetto alla moglie? Non è questione di dar colpe a questo o a quello. Se siamo a questi punti le colpe sono di diversi. E' per mandare in campo chi gioca meglio.

    RispondiElimina
  11. Un allenatore può essere anche coglione, ma tre di seguito che decidono la stessa cosa, per mesi, che non si accorgono che c'è una fronda dei giocatori contro uno di loro, mentre se ne accorgono i tifosi che i giocatori li vedono la domenica da cinquanta metri di distanza, mi sembra difficile da mandar giù. E' molto più verosimile che le leggende metropolitane con pochissimo fondamento se le costruiscano proprio i tifosi

    RispondiElimina
  12. Siamo arrivati al punto di aver dubbi chi sia meglio fra Monto e Kharja, e poi si vuol ragionare di calcio. 

    RispondiElimina
  13. Leo non sei stato attento, ti invito a leggere con più attenzione perché non si sta parlando di chi tra i 2 sia meglio (qui comunque si entra nel campo delle opinioni, io sul vangelo non ho mai letto delle gesta di Montolivo) quanto del rendimento che hanno in proporzione alle gare giocate.

    RispondiElimina
  14. Jordan, ieri sera per me non c'è stato il voto di differenza che dici tu, per me hanno giocato male entrambi solo che dal moscio è lecito attendersi di più per cui, a parità di prestazione, io do 5 a Kharja e 4 a Montolivo. Aggiungo che secondo me Kharja ha risentito della presenza di Capitan Bromuro e che nel 2° tempo er moviola non si è visto fino alla sua fantastica apertura in fallo laterale ed eravamo più o meno all'85°!!!

    RispondiElimina
  15. Deep mi pare che sei piuttosto distratto ma conoscendoti te la passo volentieri eh eh eh eh eh ancora dubiti ?!

    RispondiElimina
  16. Questa me la devi spiegare, Leo, sinceramente non l'ho proprio capita.

    RispondiElimina
  17. TOCCA L'ALBICOCCA12 aprile 2012 19:25

    Fai bene Jordan a non rispondere mai alle domande che uno fa,t'avesse mai a venire un dubbio,io invece ci provo.
    Sui tre allenatori diversi ti rispondo con le stesse armi che hai usato tu quando facevi notare il diverso ambiente in cui rispettivamente operavano Prandelli e Mihajlovic,a mio avviso,tra l'altro giustamente.
    Si parla di periodi diversi,ambiente diverso e situazioni contrattuali diverse.
    Prandelli aveva un Montolivo per il quale la Fiorentina era la sua squadra,non una pratica da sbrigare, e grazie alla quale si stava mettendo in evidenza,ha conseguito risultati,non vedo perchè avrebbe dovuto escluderlo,quindi non c'entra una sega col discorso di oggi.
    Mihajlovic lo ha avuto un anno e mezzo,il primo anno il rendimento di Montolivo non è stato così deficitario,tanto è vero che pur senza Jovetic,abbiamo chiuso a 51 punti e
    mai,se non nelle primissime giornate,ci siamo trovati così in basso.Anche qui non vedo perchè avrebbe dovuto toglierlo.
    Nei primi mesi di quest'anno c'è stata la rottura definitiva di Montolivo con l'ambiente e il famoso comunicato Ansa,scenario quindi ribaltato rispetto agli altri due,Mihajlovic ha perso il controllo dello spogliatoio ed è finita come sappiamo.Visto come è andata a finire,non sarei così sicuro che ripeterebbe le solite scelte.
    E veniamo all'ultimo,che poi è l'unico che conta,che ha preso la Fiorentina ed ha cominciato a ruotare un po' tutti tranne uno e siamo finiti ad un passo dalla serie B.
    Se ci finiamo,in B,insieme a quel bischero che pretende di giudicare da 50 m di distanza
    ( che poi sarei io,scrivilo che fai prima) ci sarà anche un coglione in più,Delio Rossi.

    RispondiElimina
  18. Deep evidentemente io e te si vedono partite diverse, o la stessa ma con occhi diversi. Tocca che giudicano come tifosi da cinquanta metri dal campo ce ne sono tanti, pretendere l'esclusiva è un po' eccessivo. Di mettere Montolivo in tribuna se non firmava se ne parla da quest'estate, sia Sinisa, che, prima di cominciare non era stato affatto licenziato, anzi era partito con molta baldanza, sia Delio Rossi, non ne hanno voluto nemmeno sentir parlare. Questi son fatti, le favole di Deyna, favole. Prandelli come allenatore della Fiorentina nel discorso c'entra poco, è vero, ma è anche l'allenatore della nazionale che a Montolivo ha dato quasi posto fisso in squadra. Se fosse peggio di Kharja...

    RispondiElimina
  19. Se io fossi Delio Rossi non avrei dubbi su chi far giocare tra Montolivo e Kharja e, quindi, non posso che approvare quello che fa su questo argomento.

    RispondiElimina
  20. O deep, ma di partite ce n'è da fare sei, non trentotto, se anche fosse vero quello che dici, che uno fa come il vino e più che gioca, più migliora, (sul che ci sarebbe abbastanza da discutere) non c'è tempo di aspettare la crescita nè di Kharja nè di nessun altro. Deve giocare chi gioca meglio, subito e per sostenere che Kharja ha giocato meglio di Montolivo col palermo per me ci vuole fantasia

    RispondiElimina
  21. Non solo fantasia ma anche tanta prevenzione. Quando ha fatto bene Kharja quest'anno ?! Solo a S.Siro. Quanto Montolivo ?! In diverse partite ma se lo si giudica con gli occhi di un cieco c'è poco da fare (non è per te Max!). Volerli accostare è una corbelleria enorme, non c'è match, partita, incontro nella quale Kharja la spunti su Montolivo. Adesso ti è più chiaro Deep o dubiti ancora ?! 

    RispondiElimina
  22. TOCCA L'ALBICOCCA12 aprile 2012 20:28

    Se fosse peggio di Kharja...ci risiamo,mi arrendo,hai ragione te..
    Poi di quale esclusiva stai parlando,ci sono solo i post di Franco,Pollock,il mio e quelli di Deep,mi sembra ovvio che tu parli a noi quattro,quindi anche a me,oppure stai scrivendo ad una platea che non conosciamo?
    E chi ha scritto che Mihajlovic era stato licenziato prima di cominciare,io ho scritto esattamente l'inverso,che la sua scelta di farlo giocare comunque non ha prodotto  risultati ed infatti è arrivato l'esonero.
    Si può dire che quantomeno,questa scelta,non abbia portato fortuna al tecnico serbo?
    Del resto non sta portando fortuna nemmeno al suo successore,visto che siamo con un piede nella fossa.
    In Nazionale gioca con tutta altra voglia che con la Fiorentina ultimamente,quindi Prandelli,che fa il suo,lo chiama,mi sembra logico.
    Io di Kharja ho parlato solo per far notare che il suo contributo,dati alla mano,è stato irrisorio se confrontato con i numeri dell'ex capitano,quindi per me è meno responsabile di
    Montolivo di questo campionato della vergogna.
    Manca la riprova,ovviamente,forse con la sua esclusione sarebbe andata peggio come sostenete voi,io so solo che a oggi siamo messi male,molto male.

    RispondiElimina
  23. Max hai gli occhi iniettati di sangue quando si parla di Montolivo, come accadeva a Jordan quando si parlava di Prandelli. Su questo piano è inutile continuare. Non capisco perché ti fai il fegato cattivo, mancano 6 turni, dicasi 6 giornate di campionato, le altre non si possono rigiocare né con né senza Montolivo, siamo messi male, e su questo siamo d'accordo tutti ma penso che ci salveremo, male ma ci salveremo. E' importante il Monto adesso ?! 

    RispondiElimina
  24. Ora siamo arrivati al punto di discutere di gnocca o di Montolivo. La prima è di gran lunga meglio del secondo (Blimpe tranquillo!). Non ho visto granché di ieri. In generale non penso che Monto sia responsabile di questa situazione, né della mancata vittoria di ieri. Ultimamente mi è sembrato meglio di inizio stagione. Lecito è criticarlo e anche aspramente per il rendimento comunque inferiore alle sue doti. In particolare fa incavolare la differenza di stimoli che vediamo in Montolivo quando impegnato in Nazionale e quando a Firenze, ma potremmo anche dire che questo può essere causato anche da una oggettiva difficoltà della viola di quest'anno. Ricordate lo Jorgensen del primo anno a Firenze con la salvezza all'ultima giornata? Giocatore deludentissimo, rinato poi gli anni successivi. Ieri la nostra manovra troppo lenta? Non vedo un giocatore in grado di far cambiare passo alla viola, specie in casa quando deve affrontare formazioni ben organizzate che si chiudono come ho capito che ha fatto il Palermo. Quanto al nostro centrocampo, vedere che in tutto un campionato i centrocampisti hanno segnato qualche gol in qua e in là (ricordo un Lazzari, e due Montolivo) mentre centrocampisti di tutte le altre squadre segnano molto di più, mi sembra un segno della mediocrità di tutto il reparto, vero nostro problema.

    RispondiElimina
  25. Jordan hai scritto: "Sinisa prima e Rossi poi non han voluto mai farne a meno perchè chiunque
    abbia un minimo di cognizioni tecniche capisce che è il miglior
    centrocampista in rosa e perchè lo spogliatoio male aveva preso la
    defenestrazione da capitano e peggio avrebbe preso un'emarginazione.
    Dovevano venderlo e rimpiazzarlo adeguatamente, quello sì, ma non
    avendolo fatto non c'erano molte altre strade." 
    A mio avviso hai descritto in modo perfetto la situazione. Montolivo ha dimostrato di sapere giocare ad alti, se non altissimi, livelli. Se quest'anno non lo ha fatto quasi mai è proprio perchè il ragazzo, che è tutto fuorchè stupido, l'ha capito perfettamente e, forte della sua influenza sullo spogliatoio, ha deciso, come dire..."di dosare il suo rendimento". Io questo suo atteggiamento da furbetto lo vivo come una presa per i fondelli.
    Anche se è chiaro che ci troviamo nella cacca anche per tanti altri motivi.

    RispondiElimina
  26. Tocca ho cominciato a parlare di Montolivo anche qui per sfogarmi di tutte le stronzate che ho letto sul sitone e mi sembra di averlo anche scritto. Erano in tanti se no non mi ci sarei incazzato. Che poi anche tu la pensi più o meno come loro non vuol dire, tu ne parli, loro asseriscono ed è diverso. Di certo Kharja ha meno responsabilità di Montolivo e Felipe ne ha meno ancora perchè il suo campionato si limita al quarto d'ora di SSiro. Però non si stava parlando di quello. Se mi dite che non volete Montolivo, chi volete? Non abbiamo Gerrard in alternativa se no il problema non si sarebbe mai posto. Abbiamo Kharja, o Olivera, peggio che andar di buio! Siccome non abbiamo niente, ma proprio niente da regalare, io mi tengo Montolivo

    RispondiElimina
  27. Franco io non credo che Montolivo abbia giocato male apposta e non mi sembra nemmeno che abbia tirato indietro la gamba come tanti dicono. Non è un gladiatore, uno che prende il brando e va contro i nemici tutti come il caudillo o Dunga. E' un giocatore dallo stile compassato, di grandi doti tecniche ma scarsamente pallico. Non credo che cambierà più ormai. Vediamo cosa saprà fare ad altri livelli, ma qui, cion questa squadra, credo proprio che non sapesse, non che non volesse, fare di più. E' un ottimo giocatore che non è mai riuscito a diventare grandissimo e che qui non lo diventerebbe mai. Forse nemmeno altrove, però ci vuol provare e non è quello che gli rimprovero. Quello che gli rimprovero è la mancanza di chiarezza, fin dall'inizio, però non so esattamente quanto chiara fosse anche la controparte visti gli arrosti che ha combinato un poco ogni dove nell'ultimo periodo.

    RispondiElimina
  28. E intanto il Bulagna mette tre punti in saccoccia.... Questo risultato è quello che non speravo, sia per avere il Bologna nella zona pericolosa, sia perchè un Cagliari salvo all'ultima mi faceva più tranquillo. Anche qui, segna il Bologna su calcio piazzato, cosa riuscita una sola volta ai nostri con Liajic, cone rete putroppo inutile. Jordan invoca eupalla. Siamo ancora nelle nostre mani, avendo un vantaggio di tre punti. Domenica giocheremo dopo tutti, potremo fare calcoli, oppure saremo con l'acqua alla gola come nell'intervallo di San Siro. Weekend interminabile che parte sabato pomeriggio gufando il Genoa, passando per la sconfitta interista la sera stessa, brindando ad una Lazio corsara domenica a pranzo, concentrando tutte le macumbe su Muriel e augurandosi una reazione d'orgoglio del Ciuccio, lui sí con un presidente che interviene e si fa sentire, fino al momento topico del Sunday night, che spenderò in diretta su sky, dopo aver messo a nanna le bimbe e la moglie. Siamo ancora artefici della nostra salvezza, ma se potessimo incontrare squadre appagate è chiedere troppo?

    RispondiElimina
  29. Franco quell'atteggiamento da furbetto che tanto fa incazzare il Tocca gli è stato permesso farlo dalla società, da come è stata gestita l'intera vicenda. Chiederne l'accantonamento in mancanza di alternative non ha senso. Immaginate una retrocessione con lui che se la guardava dalla tribuna, apriti cielo. Il rischio di retrocedere con lui in campo non è un'alternativa migliore ma tant'è. Il suo apporto, anche a mezzo servizio è di gran lunga superiore a quello che poteva darci un Munari ed anche il Kharja e l'Oliveira di oggi. Mi dite chi cacchio giocava al suo posto ?! L'unico discreto che s'aveva s'è ceduto rimettendoci. Che la retrocessione passi dalle sue prestazioni e dal contributo che ha offerto lui è materia oscura sulla quale è superfluo disquisire. Non ha giocato un campionato da tramandare ai posteri ma mi chiedo chi quest'anno lo ha fatto.

    RispondiElimina
  30.  Jordan di partite ORA ce n'è da fare 6 ma a inizio anno ce n'erano 38 e se avessero concesso a Kharja qualche partita in più secondo me sarebbe stato meglio visto lo scempio del rendimento di Montolivo. Come fai a dire “deve giocare chi gioca meglio” quando uno gioca sempre e uno non gioca mai? Come stabilisci chi ha un rendimento migliore?
    Leo che Kharja abbia giocato bene solo la gara di S. Siro è una tua opinione che rispetto ma non farla passare per verità assoluta perché così non è. Che Montolivo ne abbia giocate bene diverse pure, ad esempio per me se ne contano sulle dita di una mano e ti assicuro che io non sono affatto prevenuto nei suoi confronti (spiegami poi perché il discorso sull'essere ciechi era solo x me e non per Tocca visto che la pensiamo uguale, mi devo offendere?), io l'ho difeso anche strenuamente di fronte agli attacchi di altri tifosi viola o di tifosi di altre squadre fino al campionato scorso quando mi sono reso conto che dopo 5 o 6 anni di quel poco che abbiamo visto non era lecito attendersi di più. In 6 anni che è con noi questo giocatore ha giocato bene con la B maiuscola solo un campionato, il 2009/2010, quando al termine del quale c'era il mondiale (non se lo voleva perdere questa merda). Gli altri li ha giocati sempre alla solita maniera cioè strappando la media del 6. Io mi sono stufato di questa mediocrità e sono convinto che con Kharja (o con Romizi o con Salifu o anche con il Tocca, eheheheh) al suo posto non avremmo fatto peggio. Ti è chiaro?

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore13 aprile 2012 07:51

    Jordan tu lo sai che il nostro giudizio tecnico su Montolivo è lo stesso, e ti confesso che in questa situazione e con questo organico anche io farei fatica a tenerlo fuori squadra, nonostante lo meriti per altri motivi non tecnici e nonostante stia dando alla squadra ,secondo me, il 50% di quello che potrebbe. Anche io vedo quanto possa essere preziosa la sua capacità di dare un po’ di  ordine e di geometria, uno straccio di gioco ad una squadra che di gioco ne ha molto poco ed ancor meno ne avrebbe senza di lui. Ti ripeto però che il punto per me è un altro, sta giocando come dovrebbe e potrebbe? Ti soddisfano le sue prestazioni? Lasciami dire che fa un po’ impressione vederti difendere a spada tratta qui e nel sitone le opache e sterili prestazioni di Montolivo e di Amauri. Mi permetti di pretendere da Montolivo quanto mi stanno dando  Berhami e Jovetic? Dimmi una cosa Jordan, ricordi, da quando Montolivo ha deciso di non rinnovare, una sua prestazione non dico esaltante ma almeno da 7 in pagella? Io no. Ricordi qualche quarto d’ora di suo gioco con la maglia viola simile all’ultimo suo quarto d’ora in nazionale? O qualcosa di simile a come faceva tante volte  negli anni d’oro, combattendo  a centrocampo come fosse Furino e  sradicando  palloni su palloni dai piedi degli avversari in ogni zona del campo? Ti sembra accettabile che da due anni tutto questo non si sia più visto? Non ti sembra più giusto riconoscere, coma fa Leo qui sotto, che forse sta tirando indietro la gamba quantomeno perché gli stanno mancando, da due anni, gli stimoli? Certamente la società da quando lui ha deciso di non rinnovare ha sbagliato tutto con lui, ciò non toglie che oggi, tanto più in questa situazione, da lui sia giusto pretendere di più di quanto ci sta dando, ciò non toglie che sul piano professionale si sia comportato in modo indegno, ciò non toglie che il suo atteggiamento abbia inquinato tutto lo spogliatoio e condizionato tutta la squadra proprio per le responsabilità che vi riveste. Come puoi non capire la frustrazione della maggioranza dei tifosi nel sentirsi prigionieri di uno che se ti desse solo un  po’ di più non saremmo in queste ambasce?  

    RispondiElimina
  32. Non ho codeste sensazioni, Chiari, e l'ho già scritto a Franco. Non mi sembra che tiri indietro la gamba nè che non si impegni. Nè mi ricordo di averlo mai visto giocare alla "Furino". E' altro tipo di giocatore che si fa prendere dalla "vis agonistica" ben di rado perchè non è nel suo DNA e questo succede sia in nazionale che in viola. Della nazionale ricordi un quarto d'ora, anche in viola potrei ricordare qualche spezzone di partita, il famoso secondo tempo con l'Udinese, quando zittì poi tutti col ditino, ad esempio. Ma sono eventi eccezionali. In genere gioca così, ordinato, bravo tecnicamente, ottimo nel distribuire palla, qualche volta anche brillante, nel complesso un buon centrocampista (non ne abbiamo altri che nemmeno lo avvicinino purtroppo), ma non un Dunga nè un Passarella e non puoi pretendere che lo diventi in un'annata storta, dopo due anni di litigate con la società. Gli altri centrocampisti in organico gli sono comunque sotto di due spanne, per questo le alternative non esistono, non sono mai esistite e lo sapevano bene sia Sinisa che Delio Rossi. Vorresti pretendere il rendimento di Behrami e Jovetic? Perchè non pretendo da Behrami il tocco di palla di Montolivo allora? Son due giocatori diversi ed ognuno dà quel che ha, la vis agonistica, la rabbia, la concentrazione, il tempo del contrasto l'uno, la capacità di distribuire gioco, di fare da punto di riferimento, e qualche intuizione offensiva l'altro. Sono complementari, se ne facessi uno solo con le doti di entrambi, sarebbe di altro pianeta. Quanto a Jovetic ha giocato peggio di Montolivo, secondo me, col Palermo, e senz'altro anche peggio di Amauri, però non mi metto certo a contestarlo.

    RispondiElimina
  33. Scusa, Chiari, sei certo di quello che hai scritto? Te lo ripropongo: "O qualcosa di simile a come faceva tante volte  negli anni d’oro, combattendo  a centrocampo come fosse Furino e  sradicando  palloni su palloni dai piedi degli avversari in ogni zona del campo?"

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore13 aprile 2012 14:59

    Sono certo Deep,alla lettera, di
    quello che ho scritto, e ne ho riparlato con ulteriori specificazioni sotto il
    topic di oggi. Evidentemente la delusione, che è anche mia, per le sue
    prestazioni più recenti accorcia la memoria di molti. Eppure s’è trattato di TANTE VOLTE in cinque
    anni molto belli, o, se vogliamo sottilizzare, quattro anni e mezzo, comunque non
    di quattro giorni e mezzo.

    RispondiElimina
  35. Chiarificatore13 aprile 2012 15:25

    Se poi non hai tempo per rispolverare
    tante  partite degli anni del  Prandelli Show, Deep,  vatti a rivedere i suoi ultimi quindici  minuti in nazionale, di poche settimane fa,per
    vedere cosa è capace di fare Montolivo, QUANDO VUOLE e per non perdere il
    posto.

    RispondiElimina