.

.

giovedì 19 aprile 2012

La di-gestione di un calcio spazzatura


La partita alle 12,30 mi da proprio fastidio devo dire la verità, più dello stesso Montolivo alle 15 o di una sconfitta servita fredda in quello che è diventato ormai il calcio, un buffet affatto buffo, perché mi spezza quella spudorata tecnica della mollezza messa a punto negli anni, studiata e cucita appositamente sulla domenica mattina, la stessa di Homer Simpson, solo che lui poi ha esagerato protraendola all’intera esistenza. Questo anticipo dell’orario d’inizio genera una tachicardia emotiva che mi getta in un andropausa da stadio, che altro non è una che una sorta di androne dove trascorrere appunto la pausa tra la mattinata e la tarda mattinata, cercando in tutte le maniere di evitare l’ejaculatio precox che rende nulle tutte le mie conoscenze sulla massoterapia, musicoterapia, meditazione, rebirthing, training autogeno e yoga. Tutte le mie tecniche di rilassamento domenicali saltano come gli avversari Gamberini, il sangue non mi si ossigena più come invece i capelli di Behrami, e la pressione invece di scendere mi sale come quella fiscale sulle aziende. Non riesco più a raggiungere quel rilassamento fisico da barba non fatta, e ne tantomeno quello psichico da Cerci, quell’equilibrio che mi porta a deambulare per casa con la cispa negli occhi che sembra muesli croccante, con il primo adorato caffè in mano, che si differenzia dal secondo subito a ruota solo perché viene prima. In questa situazione di partita tra capo e collo, si genera una tachicardia ansiosa che mi toglie quel rassicurante grigiore della consuetudine, quel tran tran che ricordo Cerci su Twitter confessò essere un espressione che aveva sentito per la prima volta a Firenze e che pensava fosse  la tranvia con due vagoni. Insomma mi si scombussolano le certezze di chi come me è evidentemente vecchio dentro, un overdose di ora legale che mi scatena ansia da prestazione, altro che il rilassante pensiero allo scrivere, e poi quello ai preparativi del pranzo già pianificato il sabato con la scelta del menù e il reperimento degli ingredienti, con  il giro d’onore in terrazza a salutare le piante e a favorire l’eliminazione delle tossine. Domenica scorsa comprai due chili di cozze di quelle di La Spezia, piccole naturalmente in modo che mi si presentasse in tutta la sua drammaticità l’immane lavoro di doverle pulire, una drammaticità superata appunto dal conforto di  una mattina della domenica rilassata, e un po’ anche dal fatto che i veri problemi sono altri, e mi viene in mente Montolivo defraudato della fascia di capitano costretto il prossimo anno a scambiare la palla con uno scarso come Nocerino, un indegno che tra i tanti difetti, ha anche quello di fare gol.  Si insomma alla fine non so se mangiare prima o dopo la partita, e quindi che tipo di colazione fare e a che ora, non so se gioca Cerci o Ljiaic, non so se sia il caso di far credere a Montolivo che sia già un derby per vedere se così riesce almeno a spettinarsi, e magari dire a Cerci che se non saranno sufficienti nemmeno le motivazioni della stracittadina a provocare sudorazione da sforzo, che gliela dia a lui questa volta una bella pedata nel culo, o forse non ce ne sarà bisogno perché gliela potrebbe dare Delio a sto giro. Comunque sia facciano pure quello che vogliono perché tanto non è più il tempo della partita al bacio, ma i tempi sono diventati quelli del bacio di Giuda, che sia quello di Montolivo oppure  di chi si è venduto alle televisioni, ed eccolo l’orario allora, perfetto, 12 come quello che un tempo era considerato il dodicesimo uomo in campo, e 30 come i denari per tradirlo e così privarlo del suo pranzo preferito, che oggi è costretto a consumare come fosse a un McDrive, un calcio spazzatura come certo cibo, ma se proprio panino dovrà essere quello della domenica, allora me lo voglio mangiare con il salame di Gaiole, sperando di trovare qualche salame anche nell’Inter che possa facilitarci la digestione della classifica, perché stramazzare per stramazzare, chi meglio di Stramaccioni?

25 commenti:

  1. Chiarificatore19 aprile 2012 12:19

    Ormai il sitone è diventato una testata scandalistica che nemmeno” Il Giornale” e “Libero” . Un suo redattore ha scritto quanto segue:” Il nuovo Stadio con annessi e connessi nell’area Mercafir, individuata dal Sindaco di Firenze Matteo Renzi, e dai suoi collaboratori, non risolverà i problemi della Fiorentina. Almeno secondo uno studio e secondo alcuni calcoli fatti dalla società viola.” Il suddetto redattore quindi dichiara, nero su bianco, di sapere che la Fiorentina sarebbe già in grado di valutare , con precisione, gli annessi e connessi allo Stadio, così come saranno contenuti nel bando Mercafir. Si tratterebbe di reati gravissimi che si chiamano "abuso d'ufficio" da un lato, e  “turbativa d’asta” dall'altro. Meglio riderci su, ed allora eccovi un post strepitoso:”19/04/2012 11:22:02 violadispagna: Secondo quanto riporta la rivista FOCUS di questa settimana il problema vero dell'area Mercafir e' che occorrono 25 anni per la bonifica del terreno. Infatti tutti i semi dispersi all'Ortofrutticolo germoglierebbero sul campo di gioco con conseguente crescita di meloni, zucche, cetrioli ecc...I carciofi no, perche' quelli li abbiamo gia' sul Franchi.“ IMPAGABILE!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. TOCCA L'ALBICOCCA19 aprile 2012 12:40

    Dispiace che le pasionarie dell'innominato non possano godere della battuta,degna del miglior Woody Allen,con la quale si apre l'editoriale odierno di Pollock...

    RispondiElimina
  3. Tocca mi sa che la tua è una strategia (suggerita da Blimpe?) per fare confluire qua le pasionarie w per la gioia del Chiari, sappi però che a proposito di battute il sitone sembra imbattibile ultimamente, tanto che la vita si fa dura per un Lando Buzzanca come me di fronte ad articoli come quello riportato (perché gratis) sempre dal Chiari, irresistibile soprattutto in quanto a tempi comici vista la delicata partita in avvicinamento.

    RispondiElimina
  4. Chiari ecco quanto pubblicato in proposito sul mio "Pungiglione", oltre a quanto scritto a Ceccarelle sul sitone che non so nemmeno se mi hanno passato: " Un’altra puncicata poi che ci avanza la diamo a chi ha messo in giro notizie per niente verificate sul presunto rifiuto di Della Valle di partecipare al bando Mercafir. Come è universalmente noto, gli estremi esatti del bando non possono essere resi  né di pubblico, né di privato dominio, quindi nessuno in teoria almeno, li conosce nei dettagli tali da poter fare calcoli od esprimere giudizi. Se li conoscesse non dovrebbe conoscerli e, quindi, comunque, non potrebbe esternare giudizi, pena l’ammettere una grave irregolarità procedurale. Perciò ogni illazione in proposito è da ritenersi invenzione allo stato puro, fatta fuori tempo, per quanto sopra e per il momento critico di tutto il vero mondo viola. Se è voce fatta girare ad arte dai soliti noti e per i noti motivi, la puncicata deve essere ancora più violenta."

    RispondiElimina
  5. Ed ecco quello che ho scritto sul sitone e che hanno pubblicato senza alcun commento. "19/04/2012 02:08:31
    jordan, firenze
    California gobba offendere te sarebbe quasi un obbligo visto come sempre ti sei posto contro questa proprietà per postulato, ma lascia il tempo che trova, sei uno che scrive su un sito viola cose contro la Fiorentina, non vali la pena nemmeno di un insulto. Ne vale la pena invece chi scrive un articolo così senza la minima documentazione, almeno senza la minima citazione delle fonti, il che è ampiamente scorretto ed autosqualificante. "Uno studio ed alcuni calcoli..." fatti da chi? e chi te l'ha detto? I sogni notturni non possono essere presi a base di articoli. Teoricamente nessuno ha potuto esaminare i dati del bando, se lo ha fatto non lo avrebbe potuto fare, quindi non può esprimere pareri e pensieri. Si tratta quindi soltanto di illazioni, con gravi sospetti che siano suggerite per far casino contro. Non dico che sia il Ceccarelli, lui può essere anche solo stato usato senza saperlo, però chi è serio nel mestiere le fonti le considera bene prima di crederci, e, se le ha censiderate bene, le cita. Questo articolo è solo un buglione di supposizioni senza fondamento che non danno nessun diritto ci presentarlo con un titolo categorico come quello di testa.

    RispondiElimina
  6. Oltre a tutto quanto giustamente detto da voi direi che il Ceccarelli ha azzeccato anche la tempistica giusta per destabilizzare un ambiente già a rischio, infatti siamo a soli 3 giorni da una partita di vitale importanza ma tanto a loro cosa gliene frega? La Fiorentina in B significa ancora più notizie sulla Fiorentina stessa, sui giocatori, sui DV, ecc...

    RispondiElimina
  7. Caro Jordan, gli intenti del sitone, come lo chiami tu, mi appaiono alquanto chiari ed in linea con la loro discutibile linea editoriale (!?).  Ciò che è grave è mettere in giro queste voci in momento cruciale per noi, aumentando lo scontento che già serpeggia nella tifoseria.  Questo vuol dire che si preferisce condurre battaglie personali piuttosto che compattarsi in un momento di grandissima difficoltà.  Se B dovrà essere, sapremo anche a chi attribuirla almeno in quota parte.  Non so se sia il caso continuare a scrivere commenti in tale sistemica baraonda.  A volte mi sembra di annaffiare l'ortica.  

    RispondiElimina
  8. Attila, quanto dici è il motivo per il quale ci scrivo sempre meno sul sitone. Avere idee diverse è  normale, difenderle anche, difenderle eccessivamente può anche essere comprensivo, se si va fuori misura si capisce anche da noi, ma quella che non può essere accettata è la malafede, l'interesse di bottega e sembra ce ne sia troppo ormai sul sitone ad ammorbare l'aria. Meno male che il poeta ci ospita!

    RispondiElimina
  9. Jordan con il "Cecca" caschi male però a proposito di informatori, perché il suo è quel Nicola Travaglia che di frutta se ne intende a proposito di Mercafir, uno che non si fa rubare le banane nemmeno da Dante in persona figuriamoci se si fa prendere per il naso da due marchigiani, tra un po' ci dirà che Montolivo non va più neanche a Milano ma a Roma per diventare Ministro e così alla su' fidanzata i' Tocca potrà tirargli su la gonna per dirgli "e facci vedere il tuo ministero"

    RispondiElimina
  10. Effettivamente l'articolo del Ceccarin...ops, Ceccarelli casca malissimo: per tempistica, per [non] contenuto, per l'alto potenziale che ha di infiammare gli animi. Attenzione, non dico che per il bene della Fiorentina in tempi di lotta per la B la stampa amica debba ricorrere all'omertà, non sarebbe più giornalismo, ma quando non si hanno notizie ma solo supposizioni basate su presunte soffiate dell'amico dell'amico, beh, sarebbe più prudente e forse anche professionale tacere. O quantomeno aspettare, e verificare per bene la fonte. Le cose son due, a questo punto: o si cerca lo scoop a tutti i costi, bruciando la concorrenza su un non fatto, o c'è dietro la manovra di qualcuno. Sinceramente Ceccarelli non mi sembra in malafede, però. Meno male comunque che la sua fonte è Nicola Travaglia, pensa se era Travaglio! Chiari, se liberalizzazione dev'essere - nel senso che il sitone diventa come Libero - spero almeno che inizino a titillare il morboso voyeurismo del nostro gruppo di degenerati...Che so, un buon inizio sarebbe un bel servizio fotografico esclusivo dalla prima festa arcoriana della coppia glamour del momento, col De Pin Up© camuffato da coniglietto di playboy in braccio a un Emilio Fede in stato confusionale.

    RispondiElimina
  11. Chiarificatore19 aprile 2012 16:50

    Non si tratta di un caso isolato ma  di una vera e propria linea editoriale, come accenna anche Attila. Non sono neppure certo che abbiano un obiettivo strategico legato ad eventuali interessi in contrasto con l’attuale proprietà. Ho l’impressione che stiano soprattutto cercando il sensazionalismo a tutti i costi per incrementare in questo modo i contatti. Il tutto sulla pelle di una informazione seria, affidabile, documentata e ragionata, per non dire della Fiorentina. Non ci sperare Deyna,  anche per solleticare i  nostri bassi istinti peccaminosi ci vuole un minimo di buon gusto o di autoironia. Lì mi sembra si stiano muovendo come elefanti in una cristalleria, o per parafrasare il poeta, come delle fave,se decidessero di andare in quella direzione sarebbero capaci di puntare sul porno, stile cicciolina.Eh,eh,eh.

    RispondiElimina
  12. TOCCA L'ALBICOCCA19 aprile 2012 17:03

    Pare che stamattina Delio,in un ingiustificabile mezzo minuto di coraggio,abbia suggerito
    di alzare la mano a chi non se la sentisse di scendere in campo domenica.
    Ne è nata una vergognosa bagarre con Montolivo e Kharja che si sono precipitati alla biglietteria di Campo di Marte,Cerci ha subito tentato un last-minute destinazione Formentera dove lo aspettano per firmare il rogito a modino e non con la solita X come la volta scorsa,Ljajic e Gamberini non hanno capito nulla benchè il volume delle cuffie fosse al minimo.
    A quel punto,non si sa bene perchè,Vargas avrebbe dato una ginocchiata in bocca a
    Olivera,infortunandosi,mentre nella calca è rimasto a terra Jovetic.
    Behrami,gia sofferente,era in bagno e non si è accorto di niente ma sembra che lui la mano non l'abbia alzata se non per salutare Lazzari, che è arrivato quando già non c'era più nessuno.
    Rossi è ancora all'interno della struttura e non si capacita del perchè gli sia venuto in mente di fare una domanda del genere,si temono gesti inconsulti.
    La fonte è la solita del Cecca per l'area Mercafir.
    Quindi siamo nella merda,la buona notizia è che ce n'è per tutti,Behrami lo può confermare...

    RispondiElimina
  13. Sono d'accordo con il Chiari, il fine non è quello di preparare il terreno a qualcuno, ma semplicemento quello di fare rumore alla spasmodica caccia del contatto. Nicola Travaglia sempre sulla notizia mi ha già inviato l'immagine del Cecca (quello senza barba) posizionato a favore di contatto con un nuovo utente ancora indeciso..

    RispondiElimina
  14. Niente a Firenze si vende bene come la polemica.  La professionalità accompagnata dal sempre utile buon senso, purtroppo, hanno pochissimo mercato.  La Fiorentina è una delle ultime torte da spartire a Firenze, il problema è che a volerne un pezzo sono in troppi ed intorno a questa squadra si è creata une vera e propria ressa.  Meglio, molto meglio blog come questo dove si possono ritrovare tifosi sani che hanno veramente a cuore le sorti viola. Rimpiango la vecchia La Nazione che con fior fiore di giornalisti seguiva con leggerezza ed ironia le gesta della squadra, sdrammatizzando sempre gli eventi, anche i più contrari.

    RispondiElimina
  15. Tocca, il tuo articolo-tipo di Ceccarelli è da applausi!!!

    RispondiElimina
  16. Tornando alle cose serie, Vargas si è rotto, Jovetic ha la solita contrattura, Behrami il solito male al ginocchio, Montolivo non si sa cos'ha, Amauri è squalificato, mi sembra si sia nelle condizioni ottimali per affrontare l'Inter. Urge sciamano e tanto sciaculo.

    RispondiElimina
  17. TOCCA L'ALBICOCCA19 aprile 2012 18:24

    Deep e Jordan,qui bisogna pigliarla sul ridere sennò sarebbe da capocciate nimmuro,
    non ci rimane che l'accoppiata Quarta-Masiello,potenzialmente più devastante di Pulici-
    Graziani dei tempi d'oro...
    La sensazione è che siamo a bomba libera tutti.

    RispondiElimina
  18. Io spero nella Lazio!!!

    RispondiElimina
  19. Io invece continuo a  sperare nel Lecce e ora un pochino anche nel Genoa.

    RispondiElimina
  20. L'ipotesi di Ceccarelli è razionalmente sostenibile, quel che non va è darla, nel titolo, come notizia certa laddove si tratta, appunto, di mera ipotesi congetturale in base a una valutazione (incompleta) del gioco d'interessi. E così, sotto quel topic, il Multinick, fulgido esempio di downico «ngungungu» alla tastiera, ne ha subito approfittato componendo 24 post, a nick variabile, di tanto banale quanto rudimentale aggressione ai Della Valle. Mancavano solo il cinocefalo al Cuadrado (il gemellino onlus, a sparar cazzate patetiche, invece c'è, sotto copertura) e le CPM (Cretine per Montolivo) e il parterre era completo (al sicario californiano ci ha pensato Jordi, ma quello è come un monte di concio che voglia spacciarsi per roseto).

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore20 aprile 2012 10:46

    Non c’è dubbio, Colonnello, che l’ipotesi  Cecca abbia tutte le caratteristiche di un avviso ai naviganti fatto, più o meno consapevolmente,   a nome e per conto; ma anche quelle cose vanno fatte senza presentarle in malo modo e come notizie certe , perchè rischiano, così, di essere perseguibili. Quanto ai nick fasulli, valgono come contatti? Eh,eh,eh.

    RispondiElimina
  22. Il tuo amico svizzero non capisce nemmeno a chiamarlo, colonnello. Ma è o ci fa? Il problema non è se sia razionalmente sostenibile o meno il fatto che il progetto Mercafir sia appetibile o meno. Siccome nessuno ancora lo dovrebbe conoscere nei particolari ogni ipotesi è attendibile. Il problema è venir fuori, come giustamente dici, con un titolo di quel genere oggi, in questo clima, sulla base di nulla (almeno nulla è stato alla fine presentato a supporto se non chiacchere di terza mano). Cui prodest? E' solo per dar biada ai multinick o c'è qualche "suggerimento" interessato? Questa è la domanda cui si dovrebbe cercare di dar risposta. Mi han già censurato due posts, vediamo se pubblicano il terzo.

    RispondiElimina
  23.  "Io invece continuo a  sperare nel Lecce": tu quoque, JORDANNE, nel Cuadrado Buenavista Social Club??!!

    RispondiElimina
  24. Sì, ma come dissi un paio di settimane fa, con ovvie speranze di segno opposto. Io spero che ci aiutino loro visto che da soli siamo delle ciofeche.

    RispondiElimina
  25. O un ve lo dicevo che io speravo ni'Lecce e ni'Genoa?

    RispondiElimina