.

.

venerdì 17 aprile 2015

Sono andato finalmente in palestra

Cosa avrà detto Montella alla squadra dopo il doppio crollo non lo sapremo mai, l’importante però è aver messo in sicurezza l’anima, banalmente potrebbe essere stato più facile del previsto, anche se durante i lavori di ripristino della propria identità, andare a recuperare una partita in svantaggio contro una squadra tutta rinculata dietro la linea della palla, era diventata una ristrutturazione tutt’altro che facile. Penso che Montella da padre “sveglio” qual è abbia usato il buon senso, la conoscenza dell’architettura del pensiero napoletano si basa proprio sull’uso di uno slang strettamente funzionale alla bisogna, come chi dopo gli ultimi crolli nelle scuole aveva accompagnato il proprio figlio a scuola dandogli dei consigli di vita: "Ciro, tu siediti accanto alla colonna portante". Che non è Gomez per intendersi quella di questa squadra. Io penso che abbia detto questo, come la partita ha detto che non ci possiamo appoggiare sul tedesco. La Fiorentina così ritrova fiducia nella sua struttura originaria, non fa come lo struzzo, ma piuttosto si comporta come il  calcestruzzo, tenendo su lo scheletro della squadra che conoscevamo prima dei due crolli fragorosi. Neto per dire non ha compiuto neanche un intervento, e sarebbe stato davvero troppo perderla, anche se ci siamo andati maledettamente vicini. Almeno io però non mi ero mai fatto prendere dallo scoramento, non mi ero arreso, come del resto in questi giorni mi ero deciso ad andare in palestra. Magari a dirgli che non mi avrebbero avuto mai. Appunto. E così anche la Fiorentina non si è arresa, dopo essere passata in svantaggio senza meritarlo, dopo aver dominato l’avversario ha trovato il guizzo vincente non con il suo campione più affermato e pagato, ma con il ragazzo fatto in casa. Un po’ come chi usa ingredienti semplici tipo spaghetti, pomodorini, basilico e peperoncino per la ricetta della felicità. Non mi riesce analizzare diversamente questa partita, penso se avessimo perso come sarebbero stati diversi certi giudizi, si perché il risultato influenza troppo come certe pubblicità. Se uno guarda a quegli spot in tv dove si evidenziano i pruriti vaginali, le perdite urinarie, i cattivi odori, le micosi, alla fine penserà che le donne sono delle creature spaventose: metà corpo donna e l'altra metà pure. E invece tutti abbiamo un lato femminile. A volte anche le donne. Quindi mi limiterò a stare bene di Fiorentina oggi senza approfondire niente, ma solo per induzione con la mia passione. Vi leggo, voi andate pure a prendervi sul serio, io faccio il palo.




81 commenti:

  1. stefano vienna17 aprile 2015 08:12

    Pollock, ma quando terminerà il tuo esilio volontario da casa tua? Non è che a prendersi troppo sul serio siamo tutti, nessuno escluso? Altrimenti sai che noia! E poi un ospite che deve convincere il padrone di casa a tornare a casa propria rasenta veramente il ridicolo. Insomma tornate tutti, belli e brutti.

    RispondiElimina
  2. Bobby Caponata17 aprile 2015 08:31

    Buongiorno, io ho comunque visto una squadra con poche idee.. e la cosa non mi lascia sereno. Il danno non è ancora riparato :-)
    E mi sembra di aver visto i limiti di Salah, bravo quando fa "Flash" ma insufficiente nel dialogo e negli scambi.. E' un po' tipo....
    https://www.youtube.com/watch?v=c7FHrs51ASE

    RispondiElimina
  3. Non sapevo che il vicepresidente Uefa è ucraino.
    Questo spiega alcune cosette

    RispondiElimina
  4. STEFANO, é cosi difficile cogliere che POLLOCK é come la Fiorentina? Meglio fuori casa...,,eheheh eheheh...,

    RispondiElimina
  5. La Fiorentina ieri sera ha fatto una buona partita. Ha pareggiato all'ultimo secondo, ma avrebbe meritato di vincere con almeno due gol di scarto. Questo ha detto il campo, il resto son discorsi da bar. Bobby ha visto poche idee, io ho visto una squadra che, da sempre, ha difficoltà a verticalizzare il gioco e che ci riesce solo quando è capace di innescare Salah. Su quelli che lo stesso Bobby sarebbero i limiti di Salah, non sono molto d'accordo. Oltretutto l'egiziano è un giocatore ancora giovanissimo che ha tutto il tempo di limare alcuni difetti.
    Resta il mistero del perché questa stessa squadra si sia ignominiosamente squagliata davanti alla Juve B e ad un napoli tutto fuorché trascendentale. Ieri sera la squadra ha corso e lottato per 90 minuti davanti ad una squadra molto forte fisicamente. Dunque non era un problema di condizione atletica.

    RispondiElimina
  6. Infatti il mister lo aveva affermato...
    La Dinamo ha giocato come una provinciale (Sassuolo, Genoa, Torino) venuta per lo 0-0 al Franchi.
    Chi afferma che non ha visto idee(Bobby?) forse dovrebbe ri-guadare i primi 35', con Joaquin, Mati, Valero, Salah, Gomez a ciccare gol....quelle azioni nascevano da penseri applicati al football.
    Nessun tiro in porta nella ripresa? Un palo, un gol contro ucraini che sembravano guerriglieri asserragliati causa Armata Rossa che voleva penetrare linee nemiche...Ed eravamo in 10!

    RispondiElimina
  7. Ciao ragazzi,buona Fiorentina, tanta personalità e poca lucidità (o capacità?) a rifinire l'azione. Badelj mi è piaciuto poco in possesso palla per troppa supponenza, meglio in non possesso. Date a Montella 2 terzini Top e ci farà divertire (e il centravanti al posto del nostro stopper col n. 33).
    Pare arrivi Inler dal Napoli, che ne pensate? a me piace dai tempi di Udine.

    RispondiElimina
  8. Purtroppo non ho potuto guardare la partita, ho visto solo la sintesi e ho letto i vostri commenti. La reazione dopo le due scoppi le quindi c'è stata, ed è un bene, del risultato speriamo di non doverci pentire fra una settimana.
    Adesso abbiamo tre partite consecutive in casa e dobbiamo vincerle tutte e tre.

    RispondiElimina
  9. Bobby Caponata17 aprile 2015 09:47

    Io ho visto una squadra volenterosa, determinata ma non brillante come quella di qualche settimana fa. E' vero che loro giocavano tutti dietro la linea della palla e questo complica non poco, è anche vero che non mi hanno fatto una gran impressione... Su Salah mi ha dato l'impressione che o parte, salta qualche uomo e va in porta oppure se si deve fermare e ragionare ha qualche problema... Continua però a stupirmi per la restistenza.. è incredibile, fa tuto il campo, arriva in fondo, torna indietro ne salta altri senza perdere brillantezza, specialmente nel sendo tempo...

    Nel primo tempo lo score di espn diceva tiri in porta 2-1 per loro.

    Non molto tempo fa McGuire io li vedevo verticalizzare e anche bene, facevamo delle belle ripartenze. A conclusione, dopo le triplette dei giorni scorsi sono mooolto soddisfatto, sia ben chiaro. Però non mi sembra che siamo ancora fuori dal tunnel.

    RispondiElimina
  10. Bobby Caponata17 aprile 2015 09:49

    p.s. sui margini di miglioramento di Salah (e l'italia gli farà benissimo) ovviamente sono d'accordo.

    RispondiElimina
  11. Lunedì sera tracceremo una linea...

    RispondiElimina
  12. ragazzi ma di cosa parliamo? due occasioni ghiotte sprecate, un palo, diversi tiri da fuori (uno uscito di niente), 3 rigori ! (per me c'erano solo i primi 2). suvvia!

    ad ogni modo, che ne pensate di inler? non è più all'apice ma è un giocatore che m'è sempre piaciuto moltissimo, grande fisicità e corsa, buona tecnica ed ha pure il tiro da fuori, secondo me è il profilo che ci manca. leggo tra l'altro che dovrebbe venire per due lire. nel caso, investire su un centrocampista di qualità i soldi di cuadrado e dietro subotic (deyna, comunque considera dall'infortunio non s'è completamente ripreso e nel borussia non è più inamovibile, ma giocchicchia a volte sì altre no. aggiungici che il borussia non farà l'europa e la voglia di rinnovarsi. inoltre, per la vicenda gomez in germania godiamo di una certa risonanza. è difficile, certo, ma se lo vogliamo lo possiamo prendere) o glik. e a quel punto si lotta !

    RispondiElimina
  13. Bobby Caponata17 aprile 2015 10:14

    Lunedì speriamo di vincere anche giocando male.. l'importante è ritrovare la brillantezza nel finale di stagione.. e ritrovare un attaccante affidabile.

    RispondiElimina
  14. Inler é cervello e muscoli, serio e d'esperienza.
    Se dovesse arrivare: Pek, Badelj, Inler...chi giù dalla torre?

    RispondiElimina
  15. C'é da lavorarci per trasformarlo in un campione assoluto

    RispondiElimina
  16. Bobby Caponata17 aprile 2015 10:18

    Chi sta meno bene ;-)

    RispondiElimina
  17. Quindi: acciacchi+età= Pek.

    RispondiElimina
  18. Guarda che se viene prende il posto di Kurtic

    RispondiElimina
  19. Bobby Caponata17 aprile 2015 10:30

    ..o Aquilani..

    E' un '84... Gli avrei dato 1-2 annetti di meno.. :-)

    RispondiElimina
  20. E' l'impressione che ha dato anche a me, Salah, finché gioca lanciato e di istinto è immarcabile, nello stretto però più che difficoltà di ragionamento [è intelligente in campo] mi sembra avere anche troppe idee tra cui scegliere, e finisce col perdere palla.

    RispondiElimina
  21. Penso anch'io che Subotic andrà via dal Borussia, dubito solo che venga a Firenze, è giocatore da grossi club. L'ho visto poco però dopo l'infortunio, se mi dici che non è del tutto recuperato potrebbe anche essere...ma conviene, a quel punto?

    RispondiElimina
  22. Inler mi piaceva, ma è un po' in calo e l'età non aiuta. Come alternativa di centrocampo ottimo, come titolare storco un po' la bocca.

    RispondiElimina
  23. Bobby Caponata17 aprile 2015 11:00

    ..proprio così.

    RispondiElimina
  24. Inler è forte, ma ha già 31 anni e il nostro centrocampo ha bisogno di essere svecchiato, considerando che, a parte Pek, Borja ha 30 anni, Aquilani (se rimane, ma non credo) ne ha 31 e Mati il prossimo anno ne fa 30.
    Come sostituto di Kurtic andrebbe benissimo, ma a quel punto io punterei su Kucka che ha qualche anno meno e che, tra l'altro, è svincolato.

    RispondiElimina
  25. O icchè c'entra l'Arancia Meccanica con la Viola?

    RispondiElimina
  26. niente...è un mio Sogno, veder giocare la Viola in quel modo.

    RispondiElimina
  27. Inler è buono, anche se ha 31 anni, è integro fisicamente ed intelligente tatticamente. Secondo me Montella sta cercando giocatori in grado, all'occorrenza, di giocare a 2 a centrocampo, oltre che a 3, per avere più armi ed essere in grado di variare in corsa, il 4231 potrebbe essere un modulo che esalti i trequartisti in rosa, ma senza un centrocampo più robusto diventa difficile.

    RispondiElimina
  28. Ah beh! Manca un po' di gamba, quanto meno...

    RispondiElimina
  29. Sul sitone c'è il solito nugolo di intenditori che parla di gioco lento, centrocampo incapace, Gomez bidone, difensori scarsi, ecc.
    Io a questo punto credo sia un problema di streaming scarso.
    Qualcuno, altrimenti mi deve spiegare come è possibile fare azioni veloci contro una squadra chiusa a serramanico e per niente intenzionata ad andare in attacco con più di due effettivi per volta. Se ci danno il rigore e Salah tira di sinistro siamo 2-0 alla metà del primo tempo col gioco lento e i giocatori scarsi.
    Io non mi capacito, boh...

    Riguardo alle nostre necessità a centrocampo, io non sono così sicuro che ci serva un centrocampista con caratteristiche di regia. Per me serve gente in grado di portare il pressing con intensità e che abbia una tecnica discreta. Badelj si è dimostrato un ottimo regista e per me si può andare avanti con lui.
    Serve gente che sappia accorciare sull'avversario, impedendo che la squadra si allunghi.
    Per me serve più forza e personalità sulle fasce, soprattutto in fase d'attacco, Alonso sta crescendo, ma, a mio avviso, serve più tecnica e velocità.

    RispondiElimina
  30. d'accordo: 2 terzini veri e ci divertiamo, ieri tutt'altro che lenti, anzi, li ho visti reattivi e determinati. Tatticamente bravi e con marcature preventive quasi perfette (ad un certo punto non uscivano dalla loro meta campo).

    RispondiElimina
  31. Che tipo di terzini intendete? Alti, forti di testa e in grado di giocare anche da centrali a tre [Mario Fernandes, Orban, ecc], o gente più compatta e comunque con meno qualità prettamente difensive, più da corsa e spinta [Mario Rui, Montoya, Darmian, ecc]?

    RispondiElimina
  32. concordo con quello che è stato detto su Inler: non è il giocatore che ci serve nel senso di un grande centrocampista titolare di quantità e qualità (il Fernando di turno), ma se sostituisse Kurtic sarebbe un gran lusso... Può essere una buona alternativa per quando ci serve quantità, e soprattutto, come diceva mi pare GIGLIO, potrebbe giocare in un centrocampo a 2, assetto tattico che tra l'altro è quello in cui Badelj ha passato l'intera carriera (e infatti ci ha messo 6 mesi a capire come si gioca a 3). Con le frotte di trequartisti/esterni/mezzepunte che abbiamo, il 4-2-3-1 sarebbe splendido, però ho dei dubbi atletici: se i due mediano fossero Badelj e Inler, possiamo essere sicuri che nessuno dei due è uno scattista. A quel punto ci vorrebbe un gran sacrificio di copertura da parte dei trequartisti, in particolare gli esterni. Ma anche lì, tra età (Diamanti e Joaquin) e caratteristiche fisiche (Mati e Salah), non siamo messi benissimo.
    3-5-2 e 4-3-3 sono moduli che assicurano una migliore copertura degli spazi e che di conseguenza richiedono sforzi energetici minori. A meno di grandi acquisti, credo che difficilmente potremo permetterci il 4-2-3-1.

    RispondiElimina
  33. il manuale del calcio direbbe 1 e 1. Anche considerando che i nostri terzini attuali, che dovrebbero diventarne le riserve, sono 1 e 1: Alonso più di corsa e spinta, Tomovic più di copertura e in grado di giocare a tre.

    RispondiElimina
  34. Io intendo gente che sappia andare sul fondo e crossare con sicurezza. Alonso è discreto ma, per me, non ha il passo giusto per andare via e il cross è un gesto tecnico su cui deve lavorare ancora.
    A destra lo stesso. È un momento di penuria mondiale nel ruolo, me ne rendo conto.
    Poi , in altri ruoli, io farei un tentativo per Perisic del Wolfsburg, ancora da inquadrare bene ma con capacità fisiche e tecniche di primo piano.

    RispondiElimina
  35. si, 1 e 1 sarebbe perfetto, a me piacerebbero entrambi che spingano,anche contemporaneamente,certo dovresti avere automatismi perfetti con centrocampisti ed esterni alti che si abbassano o si accentrano al momento giusto, però in questo Montella è molto bravo. Comunque ridaccordo con Foco, lavorare sul tempo di inserimento e sul cross, ieri sembrava che ai nostri piacesse il bianco, li prendevano sempre in pieno.

    RispondiElimina
  36. Il 4-2-3-1 è un modulo con molti difetti, secondo me. Io, personalmente, l'ho visto andare bene solo con la Roma di Spalletti, dove i trequartisti non erano giocatori prettamente offensivi e, quindi, riuscivano a ripiegare, aiutare e sostituirsi ai due mediani, e con Real, quando i due "pivote" erano, invece, due giocatori che si dovevano sobbarcare tutto il lavoro di recupero e copertura che non poteva essere svolto dai quattro davanti, che erano la crema tecnica del calcio di allora. Il 4-2-3-1 dovrebbe diventare un 4-4-2 in molte fasi del gioco, ma serve un compromesso difficile sugli esterni che devono essere giocatori in grado di attaccare, spesso accentrandosi, e capire quando raddoppiare dietro. Il rischio vero è che la squadra si spacchi in due quando si alza il pressing sui due mediani, come succede molto spesso al Napoli, la squadra che adotta questo modulo fisso.
    Personalmente ritengo che il modulo più efficace in generale sia sempre il 4-3-3, per la quantità di uomini che porta in avanti e per la copertura del campo che pretende. Certo bisogna avere gente in linea tecnico-tattica con il modo di giocare, come sempre.
    Le differenze, poi, sono i movimenti che ogni singolo giocatore è chiamato a fare per coprire lo spazio e smarcarsi. Il 3-3-3-1 di Bielsa e, più recentemente, di Guardiola rappresenta un insieme di piccoli spostamenti obbligati da fare nelle varie situazioni di gioco. Piccoli avanzamenti e retrocessioni di pochi metri che cambiano l'assetto di squadra che devono essere fatti in maniera automatica e che aprono, ognuno, vie diverse di pressing o di passaggio.
    Ma per un gioco del genere devi avere giocatori ancora con la voglia di crescere o tedeschi fedelissimi alle consegne, altrimenti l'individualismo manda a puttane tutto.

    RispondiElimina
  37. Dai deyna, in serie a anche al 50% chi lo passa? Poi il fatto è che una volta rientrato ha trovato una difesa solida che è difficile da scalzare, non che abbia avuto altre ricadute. Insomma, è dura, però secondo me un tentativo potremmo farlo. Vorrà senz altro giocare e potrebbe preferirci piuttosto che fare il turn over in un top club. Di inler e sahin che ne pensi?

    RispondiElimina
  38. vero, anch'io ritengo il 433 il modulo più equilibrato per fare entrambe le fasi, il 4231 può essere utilizzato in momenti della gara in cui devi pressare più alto col trequartista centrale che da pressione al metodista avversario e col 9 che pressa i centrali difensivi. In linea di principio non punterei su questo modulo, oltretutto se i terzini non accorciano e viceversa gli esterni alti non si abbassano, si costringono i centrocampisti centrali a decentrarsi lasciando troppo spazio centralmente. Comunque entrambi i moduli necessitano di laterali bassi che fanno la differenza, difficili da trovare ma cercarli per bene è diventato un obbligo, se vogliamo avere più soluzioni possibili.

    RispondiElimina
  39. certo, tant'è che il Napoli da 2 anni è incasinato proprio sui terzini, e inizia a ingranare ora che finalmente sembra ne abbiano trovato uno buono (Strinic). Però il Napoli ha anche almeno uno dei due esterni alti (Callejon) che si abbassa spesso, cosa che da noi sa fare solo Joaquin, ma, ripeto, ha una certa età...

    RispondiElimina
  40. Passator Cortese17 aprile 2015 13:21

    Foco, sei un gran bravo ragazzo ed intelligente, ma almeno tu devi metterti in testa che il calcio del futuro esclude centrocampisti con una tecnica "discreta". Alla prossima passata.

    RispondiElimina
  41. A volte basta anche un interprete dotato di discreta tecnica ma alto senso tattico per fare...bel calcio

    RispondiElimina
  42. Inler, quindi italianizzazione relativa. Di confine.

    (Angeloni osservatore/scout lavorava a Udine....Inler portato all'Udinese...Angeloni viene alla Fiorentina...Inler papabile per Firenze.... Chiusura di un cerchio?).

    RispondiElimina
  43. Passator Cortese17 aprile 2015 14:55

    ...discreto calcio, vorrai dire.

    RispondiElimina
  44. Perisic sa giocare e vede bene la porta, per quel che l'ho visto però non mi sembra un mostro di continuità...

    RispondiElimina
  45. Ecco...... vi giuro che NON sono Nudo.........
    Eheheheheh

    RispondiElimina
  46. Ok, è l'anniversario dell'LSD, ma che hai?

    RispondiElimina
  47. http://sport.leggo.it/calcio/juventus_cavani_pogba/1301526.shtml

    RispondiElimina
  48. Ho letto sulle pagelle del sitone, il penultimo intervento di Nudo.
    Lungi da me mancare di rispetto ad un utente dalle mille battaglie (verbali), ma il concetto degli "ultimi 16 metri" torna come dubbio anche nelle sue parole.

    Ah.... ma forse era un Dubbio spogliato o un Nudo dubbioso ?

    Lucy in the Sky with Diamonds
    Lucy in the Sky with Diamonds
    Ohhhhhhh.... Ohhhhhhhh......

    RispondiElimina
  49. A proposito di Gomez: nell'azione conclusa col tiro di Joaquin fermato con le mani e il corpo dal difensore della Dinamo, Gomez si smarca e detta un passaggio facile facile, purtroppo Salah non lo vede sennò il tedesco sarebbe solo davanti al portiere.

    RispondiElimina
  50. Strinic lo proponevo anni fa, e pure l'estate scorsa...

    RispondiElimina
  51. Allora, secondo me la nostra difesa manca [relativamente, claro] di gioco aereo difensivo e di velocità. Diverse sono le soluzioni: comprare uno o più centrali che abbiano queste doti, lasciare quelli attuali e comprare due terzini/centrali forti nelle diagonali di testa e in tackle [Mario Fernandes e Orban], e così via. Prendere due terzini da corsa e che vadano spesso sul fondo invece implica una costruzione del tutto diversa della squadra, e a quel punto diventa indispensabile anche l'acquisto di un centrale veramente forte e completo, difficile però da trovare al giusto prezzo. Oppure potremmo continuare con la difesa a tre, alternando al centro Rodriguez e Savic - a seconda delle partite - ruotando a destra Savic e Mario Fernandes [molto più tecnico], con a sinistra Orban e Basanta di scorta. A quel punto ci vogliono due esterni-treno, non necessariamente molto forti difensivamente, ad esempio Bruno Peres e il paraguaiano Ortiz, che ha anche una gran castagna di sinistro.

    RispondiElimina
  52. Scherzi a parte, noto che in più di uno (e senza per questo dover essere denigratori assoluti di Montella), viene a galla in una maniera o nell'altra il dubbio che manchi in fase di attacco una razionalizzazione del gioco che dovrebbe essere un contributo, appunto, del Nostro.
    Il tarlo ce l'ho da un po' di tempo e l'arrivo di Salah ha contribuito a silenziarlo, ma ho il timore che l'effetto "egizio" vada in qualche modo ridimensionandosi, specialmente quando questi cerca sponda nel tedesco non sulla tre quarti, luogo di spazi e tempi più "teutonici" e al contempo favorevoli al lancio alla Flash, ma nei pressi di un'area di rigore resa bivacco di manipoli e fiordi svedesi tra i quali districarsi diventa impresa più adatta ad un brevilineo tecnicamente piuttosto evoluto.
    Qui secondo me un intervento strutturatore di Montella avrebbe un suo perché, in special modo per fornire alternative di gioco alla ormai marcatissima, giovane reincarnazione del Purosangue Arabo, ma l'impressione è che la pensi alla Foco.

    RispondiElimina
  53. Inler ottimo come Kurtic-deluxe, ovvero come prima riserva da tante partite. Aggiunge, oltre a incontrismo, un bel tiro da fuori, tra l'altro con entrambi i piedi. Sahin mi piaceva agli esordi, ma per vari motivi non è cresciuto molto, e lo trovo troppo compassato. Vorrei vedere Canteros in Viola, ottima soluzione a prezzi convenienti. Ma Subotic per quel che hai visto ha recuperato o no? Ha strascichi e problemi fisici?

    RispondiElimina
  54. stefano vienna17 aprile 2015 20:17

    Serve un centrocampista che mandi in porta gli attaccanti, Montella c'entra poco. In rosa non l'abbiamo. Abbiamo ottimi palleggiatori ma cechi per l'ultimo passaggio. Ergo dominiamo, ma poche volte gli attaccanti vengono serviti in modo ottimale o fanno la giocata oppure non si creano pericoli.

    RispondiElimina
  55. Ok le merde hanno Pirlo ma martedì scorso non c'era....... poi a me torna poco comunque. Se hai un uomo così "basta" bloccarlo sei finito.
    Allora è una possibilità (più che una capacità) che è meglio sia distribuita.

    RispondiElimina
  56. stefano vienna17 aprile 2015 21:27

    Oppure si potrebbe fare a meno dei palleggiatori e giocare in un altro modo.

    RispondiElimina
  57. stefano vienna17 aprile 2015 21:33

    Comunque scherzando e ridendo, tra esili e arresti domiciliari, adoratori e denigratori, rischiamo di vincere l'Europa League.

    RispondiElimina
  58. http://www.lemonde.fr/societe/article/2015/04/17/incendie-a-la-courneuve-rer-b-et-a86-coupes-dans-les-deux-sens_4618213_3224.html
    indovinate dove dormo stasera?
    La prossima volta, Stefano, mi sa che mi muovo per venire a Vienna!

    RispondiElimina
  59. Bobby Caponata17 aprile 2015 21:58

    Col Napoli non vedo speranza.. Maledetti.. (calcisticamente parlando....)

    RispondiElimina
  60. Ma non c'è nessuno stasera.... io sono bloccato al CDG tutta la notte. Non mi costringete ad andare sul blog di LUD.
    Provo con argomenti hot: Reja è più bravo di Montella. La difesa a tre è meglio di quella a quattro. Salah ad Edmundo gli fa quello che ci facevamo da ragazzi..

    RispondiElimina
  61. L'unico attaccante italiano che prenderei al posto di Pepito è Zaza.
    È abbastanza hot?
    Le seconde punte mi piacciono tecniche.
    Quelli veloci li voglio sulle fasce laterali.
    E ora dai, vai a nanna contento: vedi quante pecorelle?
    Cinque, sei, sette, hot...

    RispondiElimina
  62. Belva grazie della comprensione. Carina la tua conta delle pecorelle.. Zaza piace anche a me, e farei un pensierino anche su Destro se partisse Dino. Mi sta un po' sulle balle da quella volta della scenata vergognosa con il Cagliari, ma è uno dei pochi italiani validi secondo me, negli ultimi venti metri.

    RispondiElimina
  63. stefano vienna17 aprile 2015 23:01

    E faresti bene, soprattutto in estate, qui pullula di gnocca! E non fare come altri utenti, che vengono dalle mie parti e non si fanno sentire… Mi raccomando in treno, eh!

    RispondiElimina
  64. stefano vienna17 aprile 2015 23:04

    Io dico solo una cosa, da Google Maps: 7 Stunden 6 Minuten. Una passeggiata.

    RispondiElimina
  65. Vienna è una delle mie capitali europee preferite, al contrario di Parigi e indipendentemente dal disastro odierno. Ed è vero, era pieno di belle ragazze (poi in generale mi sembra che i viennesi siano abbastanza simpatici, quello con cui lavoro io mi fa morire dal ridere)

    RispondiElimina
  66. Vienna - Varsavia by train?

    RispondiElimina
  67. Io sono tornato dal lavoro, se volete parlare di come festeggerò l'Europa League, ve lo posso anche dire. Sappiate che quella notte cesserò ogni tipo di morigeratezza.

    RispondiElimina
  68. stefano vienna17 aprile 2015 23:22

    Bè adesso non esageriamo, certo molto più simpatici dei tedeschi.

    RispondiElimina
  69. Beh, con tutto il rispetto per tua moglie (tedesca se ricordo bene) non ci vuole molto in media a essere più simpatici dei tedeschi. Ti assicuro che il mio amico Reinhardt è uno spasso, anche quando è sobrio (accade raramente..)

    RispondiElimina
  70. stefano vienna17 aprile 2015 23:24

    Sì, ma in macchina. Col treno anche, siamo sulle sette ore.

    RispondiElimina
  71. In macchina.. tu parli di corda in casa dell'impiccato, oggi - non scherzo - tre ore di taxi da Parigi centro (Chatelet-les halle) all'aeroporto..

    RispondiElimina
  72. Immagino che ha a che fare con le immagini che Pollock postava un tempo prima che io, Lele e Louis (e anche un po' Jordanone) lo facessimo incazzare per Montella.. ha tolto la gnocca a tutti.. è maoista: colpire cento per educare tre stronzi

    RispondiElimina
  73. stefano vienna17 aprile 2015 23:40

    Sulla sobrietà, ho conosciuto un gruppo di austriaci, non viennesi, ma di una regione qui vicino famosa per i vini, spendere più di 3000 euro di vino in una sola serata. Erano in quattro, bottiglie da 60-80 euro.

    RispondiElimina
  74. Grazie a Stefano, Belva e Foco che hanno risposto al mio appello. Io qui mi sto divertendo un sacco: ho un vicino di poltrona, simpaticissimo, ha le cuffie e fissa solo lo smartphone, vedendosi di continuo immagini di partite di ping-pong.
    Notte a tutti (per voi che avete un letto stasera)

    RispondiElimina
  75. Non le cessare tutte insieme, magari, un eccesso esclude l'altro, in casi estremi.

    RispondiElimina
  76. Tre e mezzo quasi quattrio

    RispondiElimina
  77. Se tu viaggi di venerdì 17 o icche tu speri?

    RispondiElimina
  78. e se un ce le mette lui le ci si mettan noi

    RispondiElimina