.

.

lunedì 13 aprile 2015

Con leggerezza

Quando si lotta su tutti i fronti lo si fa solitamente contro qualcuno, che alla fine può risultare anche più forte, sembra un concetto banale ma lo voglio ribadire. Qui, per rimarcare che non sono un tifoso del Barcellona, Paris St. Germain e Chelsea. Vivo in San Frediain. E quindi niente cambia per me, stesse valutazioni di quattro giorni fa sulla stagione, stesse valutazioni di prima della partita con la Juve. Poi spetterà alla società e a Montella capire perché la squadra si è smaterializzata, e porre rimedio attraverso il mercato. Per l’immediato invece c’è da eliminare molto velocemente quella supponenza che si è impossessata della squadra, che è solo una questione di testa e non di gambe visto che subito dopo la partita con la Samp, Fiorentina e Lazio erano considerate le squadre più in forma del campionato. La società adesso deve pretendere da squadra e allenatore una reazione, deve pretendere che il gruppo torni a mostrare un’anima, quella che ci ha portato a giocarci tutti gli obiettivi fino a ieri. Non mi sembra il caso di parlare dei singoli, lo faccio soprattutto per quelli reclamati a gran voce, e a parte l’accompagnatore turistico di colore che piace tanto a Mancini, per fortuna ieri c’è rimasto solo Diamanti da buttare in pasto alla frustrazione. Mentre a chi ha avuto il buon cuore di reclamare una mia maggiore partecipazione, rispondo che c'è troppo sole per restare chiuso nei vostri smartphone. Però sono fiducioso e sereno, lo dico per tranquillizzare tutti coloro che magari si preoccupano per me. Fisso il vuoto, ma poi lui ride per primo e allora ci sganasciamo. Per fortuna so come si vive con il sorriso anche una sconfitta pesante che arriva a braccetto di un’altra tale e quale. Con leggerezza, da non confondere con la superficialità, forse uno scudo che mi sono creato nel tempo per superare cose ben più importanti e dolorose di una partita di calcio. A chi s’incazza e se ne va dal blog sbattendo la porta, evidentemente non sono riuscito a trasmetterla, a chi ha finito il vino e per la cena porta rancore, quello che posso dire è che con la tosse si va dal medico e non al cinema. Perché queste se ci pensate bene sono giornate solo appena appena un po’ velate, per rendere bene l’idea diciamo pure che dopo una bella vittoria il sole mi fa venire in mente il mare, le ragazze in costume, le scorribande che facevo da ragazzo in motorino. Dopo una sconfitta il sole mi fa pensare invece che potrei fare la lavatrice. Ma anche fare il bucato serve, specie se devi farti perdonare qualcosa dalla Rita. Quindi mettiamo a frutto gli errori della squadra per riguadagnare posizioni in famiglia. Se la squadra sbaglia l’approccio, di certo non commetto lo stesso errore nell’affrontare la quotidianità, non mi chiedo cioè come mai un uomo possa entrare armato in tribunale. Mi chiedo soprattutto perché non ne esca mai condannato. Sarà per questo mio modo di farmi scivolare le cose meno gradite, per questa mia leggerezza, che non ci capiamo più, come una coppia in crisi, perché voi volete solo compiacervi delle cose che vanno storte per cercare riscontri nel vostro impianto accusatorio, mentre io tendo a rimuovere sul nascere i fastidi in genere, almeno quando non sono cose importanti come queste, e non è che non li affronto, li disinnesco sul nascere, li mortifico girandogli le spalle, li rallento con appositi dossi mentali. Ho sempre pronto un alibi per non farmi trovare sul luogo della sconfitta. Lo so che è carattere e che non posso pretendere stuoli di adepti, ma se posso vi insegno un trucco che fa parte di una strategia più ampia. In questo caso la tecnica aiuta, e quella s’impara, non c’entra niente l’indole. A casa mia per esempio non abbiamo problemi coi testimoni di Geova da oltre 15 anni. E forse un giorno aggiusteremo pure il citofono.

65 commenti:

  1. Passator Cortese13 aprile 2015 08:18

    Quei cinque o sei che conducono da tempo una loro guerra a tutto campo contro il tecnico della Fiorentina si sono inventati di sana pianta una categoria inesistente: gli adoratori di Montella.
    Il tutto per giustificare l'ingiustificabile, e cioè non le critiche che di volta in volta si possono fare al tecnico, che ognuno fa, ma la sua radicale messa in discussione.

    RispondiElimina
  2. Bobby Caponata13 aprile 2015 08:52

    Pollock, a me di te del blog e di chi ci scrive m'importa il giusto.. :-) Il disegno era perfetto, io arrivo, faccio le mie belle gufate in ambiente sconosciuto e tutto funziona per il meglio.. C'erano gli attriti giusti, conoscenza di calcio, intelligenza, cultura... posto perfetto. E ci siamo levati delle belle soddisfazioni.. Ma come potevo immaginare che a un certo punto alcune colonne portanti di tutto questo sarebbero venute a mancare? Insomma non è che siete proprio degli adolescenti... dico, discutono, si prendono un po' ma hanno una certa età e si conoscono bene, la storia finisce lì di sicuro.. Quando scrivo "vedi cosa succede ad abbandonare la nave" non mi riferisco al blog dannazione! (questo per un fumetto è un classico..) ma alla Fiorentina.. SLF (mi fanno ridere questi acronimi)

    L'avevo detto che sono leggermente scaramantico... no? Ora puoi anche restare dove sei te e i tuoi amici, una volta svelato tutto non funziona più.. Devo ricominciare tutto da capo e forse in 6-8 anni ritroverò le condizioni giuste.. Però ti devi sentire in colpa! Moolto in colpa. :-D Nel frattempo non vinveremo nulla....


    Nulla.

    RispondiElimina
  3. Mi sembra che sia tu ad esserti inventato questa categoria di anti-Montella per postulato. Personalmente lo critico,lui come chiunque altro,quando lo ritengo da criticare e gli dico bravo quando mi sembra che faccia bene. Però quandolo critico c'è sempre una schiera di adoratori a prescindere che non ne vogliono sentir parlare. Non ti vuoi sentir chiamare adoratore? e allora inventalo tu un termine, altri (parecchi dei quali adesso ci ricascano) se lo scelsero a suo tempo e ne fecero marchio e stemma. Il corollario di base è il dogma dell'infallibilità del tecnico.

    RispondiElimina
  4. Bobby Caponata13 aprile 2015 09:05

    Qui le posizioni sono più morbide e motivate, quando ragionavo di "martelli" lo dicevo facendo riferimento alle tante teste vuote che scrivono sui siti più importanti (io leggo VN).

    RispondiElimina
  5. Passator Cortese13 aprile 2015 09:08

    Non mi riferivo a te, parlando dei cinque o sei che da tempo chiedono, auspicano la rimozione di Montella. Ma tu sai benissimo che ci sono.
    Montella a Firenze non ha adoratori, come li ebbe Prandelli tanto per farti un esempio, ha moltissimi estimatori pronti a criticarlo quando secondo loro sbaglia.

    RispondiElimina
  6. Passator Cortese13 aprile 2015 09:18

    ...persino Ludwigzaller, l'unico che forse poteva considerarsi acritico adoratore, ora lo critica. Quindi di adoratori di Montella proprio non ne esistono. I suoi estimatori non hanno nei suoi confronti quel rapporto "morboso" che Prandelli aveva voluto costruire attorno a sé.

    RispondiElimina
  7. Passator Cortese13 aprile 2015 09:26

    ...per quanto mi riguarda non più tardi di ieri non ho risparmiato critiche a Montella, addirittura prima della partita e confermate dopo e così, ad esempio, Bobby Caponata, mi pare.

    RispondiElimina
  8. Bobby Caponata13 aprile 2015 09:40

    No, non critico l'allenatore, ho detto che non ce la faccio a vedere Vargas in campo.. poi in generale non mi piacciono squadre zeppe di mancini (specialmente i puri che non sanno girare a sinistra.. lo fanno tutto d'esterno come Vargas.. :-) ma sono idee mie che non rimproverei all'allenatore (allenatore che stimo ovviamente..). Non posso essere così arrogante da sapere di più e meglio di chi vive la squadra giorno per giorno.. e che è infinitamente più preparato di me. Ieri poi è stata una resa tale che puntare il dito solo su uno sarebbe stato sciocco..

    RispondiElimina
  9. Passator Cortese13 aprile 2015 09:53

    Io invece alcune scelte di formazione, inclusioni ed esclusioni, non le ho capite. Il campo poi purtroppo non mi ha smentito.

    RispondiElimina
  10. Bobby Caponata13 aprile 2015 10:04

    Anch'io non le ho capite.. ma non so dire se e quanto siano sbagliate. Non avrei messo Ilicic accanto a Salah. L'accoppiata Vargas-Pasqual per me è sempre da evitare... Io non l'avrei fatto però visto che li ha messi ci sono delle ragioni che appunto non capisco.. o probabilmente ha sbagliato ma non posso essere io a dirlo. Non posso dire, Montella se abbiamo perso è colpa tua perchè dovevi disporre la squadra come dicevo io o aver fatto le sostituzioni che io avevo previsto o aver preparato psicologicamente i ragazzi diversamente.. Questo sempre rapportato ad un professionista che stimo.. Con Sinisa avevo un atteggiamente marcatamente più critico :-) (per varie ragioni.. anch'io ho le mie simpatie..).

    RispondiElimina
  11. Che figo! Alcuni prendono spunto da qui per sviluppare tematiche in fiorentina.it....eheheheh...eheheheh....
    LELE, gli ultimi 2 interventi sul sitone sono stati ottimi.
    Montella: la questione rientra anche nella professionalità di alcuni giornalisti che temono di formulare domande scomode, poi quando le fanno e abbiamo le risposte (es. D."Perché no Diamanti?" R."Aveva dolori, problemi") alcuni- ancora stamane, scrivono "Perché Diamanti fuori?", ecco questi già partono da postulati sbagliati....
    Io Montella lo apprezzo, mi piace ma gli ultimi due match mi sanno di bugie dette dai calciatori al tecnico, e credo capirete a cosa mi riferisco.

    RispondiElimina
  12. Bobby Caponata13 aprile 2015 10:53

    Rebrov (all. Dinamo): “Abbiamo giocato male, con la Fiorentina sarà diverso”
    http://www.violanews.com/altre-news/rebrov-all-dinamo-abbiamo-giocato-male-con-la-fiorentina-sara-diverso-20150413/

    RispondiElimina
  13. Sì. Raramente leggo il sitone ma ieri c'era un LELE gagliardo, leonino, impavido.
    Proprio il tipo di calciatore che manca a questa squadra

    RispondiElimina
  14. Quando la resa è incondizionata il dito va puntato sul capo, su chi se no? Se è bravo quando sa motivare e compattare il gruppo non ci può non entrare niente quando gli si sgretola così tra le mani. Che poi ci siano anche tare di personalità nell'organico lo diciamo tutti da sempre. Datemi un Dunga e vi solleverò il mondo.

    RispondiElimina
  15. Bobby Caponata13 aprile 2015 13:27

    Su tutti, capo compreso. Comunque, cali di tensione li hanno tutte le squadre da Real Madrid in giù.. il problema è che nel nostro caso sono più crolli che cali :-). Abbiamo un andamento piuttosto schizofrenico.. e non mi chiedere di chi è la colpa ;-)

    RispondiElimina
  16. Difficilmente mi picco sul mettere questo o quello anche se sono stato anch'io tra i sostenitori di un impiego più continuo di Richards, ad esempio, anche se non per questo giungo alle conclusioni del Sopra. Uno che prende 1,7 netti all'anno (e qualcuno glieli ha dati, non credo sia uno che punta le pistole alle tempie per avere i contratti), che ha vinto un campionato di premier a vent'anni, non può essere così dissociato in campo come si è dimostrato a Napoli, anche in viola, in quel poco, l'ho visto anche giocare bene. Chiusa parentesi è vero che sulle scelte l'allenatore ha informazioni molto più precise sullo stato di forma o sulle condizioni fisiche del momento e delle scelte che sembrano illogiche magari una loro logica ce l'hanno. Perciò le crtiche che faccio son diverse. Per me un tridente Ilicic, Salah, Vargas è un insulto al gioco del calcio, ce ne fosse uno nel suo ruolo! Se poi hai una crisi negli uomini di centrocampo (trovarne tre che si reggono in piedi è un problema) perchè non cambi modulo? perchè questo centro campo non lo rinforzi, passi ad esempio a quattro. Se non riesci ad accelerare le manovre offensive per mancanza di testa o di gambe, è inutile bivaccare nella metà campo altrui a fare titicche e titocche a due all'ora sempre aspettando palla sui piedi, salvo farsi bucare in contropiede appena perdi palla mettendo in crisi dei dfiensori pure loro in condizioni catalettiche. Se se ne hanno meno, si accorciano le disatnze e ci si mette la grinta nel pressing sull'uomo e magari si parte in contropiede, visto che abbiamo uno dei più forti contropiedisti del campionato.

    RispondiElimina
  17. Eccoci.....

    RispondiElimina
  18. In realtà in queste due partite si son comportati, più e meno tutti, a parte il portiere, da autentici bidoni.

    RispondiElimina
  19. Bobby Caponata13 aprile 2015 15:24

    Su Richards posso dire che quel pacco di soldi glieli da (dava) uno sciecco ;-) Io quando lessi che avevamo ingaggiato Micah Richards non ci credevo.. Comunque, probabilmente per un campionato "tattico" come il nostro non è adatto.. Stravedevo anche per Marin...
    Per il resto lo sai, anch'io ho le mie idee ma non posso criticare Montella o dargli consigli. Non credo, come dice Stefano, che ogni tanto "impazzisca".. Io credo che di tanto in tanto sono a non capirlo e sono certo che sia un mio problema, non suo :-)

    RispondiElimina
  20. Anche Sepe non ha brillato ieri.
    Non ho mai capito se per un portiere conta di più l'esplosivita' o la tecnica

    RispondiElimina
  21. ...con leggerezza...se ne è andato un Grande.

    http://www.repubblica.it/cultura/2015/04/13/news/morto_eduardo_galeano-111851392/?ref=HRER1-1

    RispondiElimina
  22. È la moglie brontola...

    RispondiElimina
  23. http://www.violanews.com/news-viola/budan-rebic-e-un-talento-che-va-aspettato-20150413/



    Il problema è il fisico però, sembra...

    RispondiElimina
  24. E' morto anche lui...

    http://www.corriere.it/cultura/15_aprile_13/letteratura-addio-premio-nobel-gunter-grass-aveva-87-anni-f172eef8-e1be-11e4-b4cd-295084952869.shtml

    RispondiElimina
  25. Di Richards non sono mai stato entusiasta - eufemismo - né al suo arrivo, né dopo. L'ho sempre visto un bestione senza cervello calcistico, rozzo di piede, senza la minima idea di come si sta in campo, e di come ci si muove collettivamente. Diffido per di più degli inglesi. Certo, quando lo vedi saltare altissimo o sradicare palloni dopo veloci recuperi in tackle, ti resta un po' l'amaro in bocca per quel che potrebbe essere, ma ormai credo che il giocatore resti più o meno questo...

    RispondiElimina
  26. Brontolava di più se tu tenevi sul cruscotto una foto della rizzacartelli...

    RispondiElimina
  27. Bobby Caponata13 aprile 2015 17:29

    Non pensavo che avesse delle carenze a livello tattico così importanti.. Pensavo e speravo che attraverso qualche difficoltà potesse farcela anche "aiutandosi" col fisico.. Sulla fascia anche se uno non eccelle in "cervello calcistico"... e invece..

    RispondiElimina
  28. Io continuo a pensare che facevamo prima a tenerci Roncaglia, pur con tutti i suoi difetti, invece di darlo in prestito al Genoa e prendere Richards (sempre in prestito ma con ingaggio più o meno doppio). L'inglese ha più fisico ed è molto più forte di testa, ma per il resto ha i difetti che hai enunciato tu.

    RispondiElimina
  29. Non chiedetemi perché (non lo so nemmeno io) ma oggi mi sento più ottimista per la trasferta di Kiev.

    RispondiElimina
  30. Richards mi sembrava perfetto per la difesa a tre, proprio per alcuni problemi nel trovare la posizione da centrale puro. Il suo difetto più grande è che perde le distanze dai compagni e quindi si muove in funzione del pallone, spesso lasciando spazi troppo ampi. Da terzino ha più libertà, ma con un attaccante davanti deve saper scegliere con intelligenza i movimenti, altrimenti non aiuta davanti o deve rincorrere dietro. Tomovic stava andando bene, prima che la ginocchiata di Palacio lo resettasse. Comunque, ripeto, i problemi, per me, arrivano dal centrocampo che aveva trovato un certo assetto è una discreta forma. Purtroppo, però, il centrocampo delle partite migliori faceva perno su Badelj e Mati, che le hanno giocate quesi tutte nel tour de force pre-nazionale.
    In quel periodo, secondo me, non è che ci fosse più filtro, ma c'era una rapidità maggiore nel ribaltare l'azione. Quella rapidità che ci è mancata contro la Juve e contro il Napoli, permettendo agli altri di perdere palla e poi regolarmente riconquistarla senza che la nostra squadra riuscisse a guadagnare metri in blocco. Col Napoli, in particolare, questa lentezza ha portato Salah a dover retrocedere per avere palla, in una posizione dove ha trovato sempre Gargano a fare da primo, difficile, ostacolo. In questo modo abbiamo perso anche l'unica fonte di profondità in nostro possesso.
    La mia speranza è che si possa, finalmente, poter contare sul Pek. Un centrocampo con lui e Badelj in coppia, solleverebbe l'attuale Borja in confusione da compiti di cucitura, permettendogli esclusivamente di portare il pressing e di alzarsi sul centro-sinistra in una posizione che ci farebbe disegnare, in alcune situazioni di possesso, un 4-2-3-1.
    Ovviamente con Mati le cose cambierebbero un po'.

    Su Montella dico che,per me, è rimasto anche lui abbastanza spiazzato da certi problemi. E se fosse così, tra le cose in cui deve migliorare c'è la capacità di valutazione dei singoli e del gruppo. Certi campanelli di allarme i grandi allenatori li sentono prima dei cani. Adesso dovrà lavorare sui nervi dei giocatori, scremando dalla rosa quelli che sembrano mollare prima degli altri.
    L'entusiasmo è contagioso, ma anche la depressione.

    RispondiElimina
  31. Proprio così. Resta solo da capire se l'incapacità di fare uno straccio di pressing nelle ultime due, sia dipesa esclusivamente da un fattore mentale.
    Idem per l'assenza di movimento senza palla.
    Accadde nello 0 a 1 a Cagliari l'anno scorso

    RispondiElimina
  32. Noi il pressing lo portiamo solo quando la squadra si abbassa troppo e, molto spesso, in solitario. Per il resto aspettiamo che gli altri sbaglino la rifinitura nel mucchio che creiamo sulla nostra trequarti per poi ridistenderci. Credo sia chiaro che è una questione di caratteristiche individuali dei centrocampisti.
    Nel falso 4-3-3 dello scorso anno mancavano i movimenti degli attaccanti che ci facevano ingolfare a ridosso dell'area avversaria scoprendoci il culo alle ripartenze. In queste ultime due partite, invece, è mancata proprio la tempistica per il rilancio dell'azione. Una molla arrugginita.

    RispondiElimina
  33. Altre spiegazioni non ne vedo, Belva: contro la Sampdoria avevamo giocato bene, poi c'è stato il blackout per due partite, in cui tra l'altro hanno giocato (male) tutti i nostri centrocampisti (beh, il Pek solo 20' contro il Napoli).

    RispondiElimina
  34. In molte fasi della partita di ieri si vedeva chiaramente che chi aveva il pallone non sapeva cosa fare per il semplice motivo che tutti gli altri erano completamente fermi, quindi facilmente marcati. A quel punto o la passava all'indietro o tentava (Salah e in parte Joaquin) l'azione personale. A quel punto è chiaro che non si combina niente.

    RispondiElimina
  35. Bobby Caponata13 aprile 2015 19:29

    Che ho fatto? :-)

    RispondiElimina
  36. Vi faccio una domanda a bruciapelo: voi fareste uno scambio fra Babacar e Immobile?

    RispondiElimina
  37. Bobby Caponata13 aprile 2015 19:33

    La resettata di Palacio è bellissima.. :-D

    RispondiElimina
  38. Bobby Caponata13 aprile 2015 19:34

    A bruciapelo no ...ma penso d'aver sbagliato risposta.

    RispondiElimina
  39. No, perché del secondo sappiamo qual'è il suo massimo, del primo ancora no.

    RispondiElimina
  40. Non sei l'unico caro Anto (anche se il titolo è un po' ingannevole

    http://www.fiorentinanews.com/mondonico-fiorentina-ideale-da-affrontare-per-una-squadra-come-il-napoli-in-europa-invece/

    RispondiElimina
  41. Si scopre sempre più che i nostri giocatori, anzichè gambe da calciatore, hanno zampe d'oca.

    RispondiElimina
  42. stefano vienna13 aprile 2015 20:26

    Giovedi dentro vargas, tomovic, alonso, serve gente tosta,

    RispondiElimina
  43. stefano vienna13 aprile 2015 20:30

    Passatore, e tu non fai i nomi, sei un provocateur?

    RispondiElimina
  44. Però, considerando i frequenti infortuni muscolari, un carattere da smussare e il contratto non rinnovato...

    RispondiElimina
  45. Passator Cortese13 aprile 2015 21:52

    Se passerò da queste parti dirò la mia opinione sulla formazione che scenderà in campo. Nessuna provocazione, solo opinioni, con leggerezza come suggerisce Pollock.

    RispondiElimina
  46. stefano vienna13 aprile 2015 22:06

    A me sta bene, un giorno quando passerai, ci dirai pure chi sono quei cinque sei che chiedono l'allontanamento di Montella, sono curioso di natura.

    RispondiElimina
  47. Bobby Caponata13 aprile 2015 22:15

    Non ve lo dico più.. bisogna far quadrato per giovedì.. e il comandante in testa :-) ...io però son sempre frastornato da questo uno-due.. ci vado a riflettere.

    RispondiElimina
  48. Se Jordan non è tra i 5/6 allora mi devo auto-arruolare che sono stato tra i più critici altrimenti i conti non tornano. Sono un detrattore per principio "a mia insaputa", preferivo ricevere una casa a via del fagutale a mia insaputa, ma così va il mondo..

    RispondiElimina
  49. Passator Cortese13 aprile 2015 22:30

    Vai su fiorentina.it e li troverai soprattutto lì. Ma sono certo che li conosci, o non ti risulta che alcuni non vogliono più Montella?

    RispondiElimina
  50. Passator Cortese13 aprile 2015 22:34

    Non mi risulta che Jordan stia chiedendo l'allontanamento di Montella.

    RispondiElimina
  51. stefano vienna13 aprile 2015 22:39

    Io non li conosco, quelli che conosco io sono quelli che scrivono qui e non mi sembra che tra di loro ci sia una campagna per cacciare Montella. A parte che, a questo punto della stagione, si dovrebbe remare tutti dalla stessa parte senza creare divisioni forzate, sia tirando la corda da una parte sia dall'altra.

    RispondiElimina
  52. Aspettiamo giovedì, a mente fredda sto diventando un po' meno pessimista. Benitez ha messo Montella nel sacco più volte, non sarà un genio l'ex Liverpool ma sembra aver preso le misure di Montella molto bene.
    Magari con la squadra titolare (punto molto sul ritorno del "cazzuto" Gonzalo) in Ucraina si scrive un finale migliore

    RispondiElimina
  53. stefano vienna13 aprile 2015 22:59

    Chi la corda chi il cappio...

    RispondiElimina
  54. stefano vienna13 aprile 2015 23:01

    Che in tre giorni si risolva tutto mi sembra un pò improbabile, ma bisogna avere fiducia sui 180 minuti o magari una mezz'oretta in più.

    RispondiElimina
  55. In tre giorni dalla samp alla Juve è andato tutto a puttane, il percorso inverso è un po' più "vischioso" ma non impossibile (soprattutto considerando i rientri).Sarà che domani vado a Parigi ma vedo la vita en rose

    RispondiElimina
  56. stefano vienan13 aprile 2015 23:20

    Corto, se rimani fino a giovedì, forse avrai qualcosa di meglio da fare che vedere la Viola nella bolgia di Kyev. Ricarica le pile per un bel ritorno al cardiopalma :-)

    RispondiElimina
  57. Basterebbe far giocare Neto, Gonzalo, Savic, Basanta- Joaquin, Pizarro, Mati, Kurtic(?)' Alonso- Gomez, Salah.
    Noi dobbiamo assolutamente segnare per primi!

    RispondiElimina
  58. stefano vienna14 aprile 2015 00:12

    Basanta non è squalificato? Per gran parte sono d'accordo, io però metterei Tomovic (fresco e più adatto al calcio fisico degli ucraini) e Vargas al posto di Kurtic. Mi immagino purtroppo un'altra partita dove limitare i danni è l'obiettivo primario. A Firenze fra 10 giorni sarà un'altra storia. Spero che non andremo a Kyev sperando di dominare e fare calcio spettacolo perchè altrimenti facciamo la stessa fine delle ultime due.

    RispondiElimina
  59. Infatti non mi risulta di averlo mai chiesto. Di certo non a palle in movimento. Afine anno se ne può parlare ma vorrei che prima le palle si fermassero e si potesse ragionare con calma.

    RispondiElimina
  60. stefano vienna14 aprile 2015 00:13

    A Kyev sarà una bolgia, limitiamo i voli pindarici per favore.

    RispondiElimina
  61. No, Immobile non mi piace gran che, Babacar potrebbe anche diventare grande, se lo devo scambiare lo scambio con una certezza non con un mezzettone.

    RispondiElimina
  62. Per me Richards potrebbe diventare un devastante esterno da 3-5-2. Se non impara a giocare con gli altri in difesa fa più danni della grandine nonstante dei mezzi fisico atletici di valore assoluto. Come ha lasciato tirare Martens domenica è roba da interdizione perpetua. Chi cazzo è andato a coprire invece di contrastare l'uomo che avanzava al tiro?

    RispondiElimina