.

.

venerdì 24 aprile 2015

Non lasciate la macchina nel posto degli invalidi

E' proprio quando una donna ti dice di no che devi insistere. Con l'autoerotismo. E così tra le seghe mentali di una manovra barocca e presuntuosa ci siamo guadagnati la semifinale di Europa League. Dopo la finale di coppa Italia dello scorso anno. Ma il tifoso Viola è donna, un po’ come Google, non ti da tempo di finire una frase che già ti da suggerimenti, soprattutto sul turnover. Perché siamo fragili noi tifosi, incredibili creature metà tecnici metamorfosi. Ci facciamo dei film mentali, qualcuno anche bello che sembra girato dai fratelli Coen. Mi viene in mente Spalletti. Passiamo la vita ad inseguire dei sogni e alla fine ci becchiamo anche una denuncia per stalking. Sbraitiamo, insorgiamo, siamo umorali, vorremmo buttar via il bambino insieme all’acqua sporca, perché fondamentalmente non siamo persone silenziose come lo sono invece i palombari, capaci, loro sì di fare analisi più profonde sui mali della Fiorentina. E poi siamo sempre i più sfortunati perché ce ne capitano di tutte, non solo Montella, so di un gruppo che con la sciarpa Viola è andato a Lourdes  ed è guarito dal disfattismo solo il tempo di tornare all'auto e prendere la multa per sosta nel posto degli invalidi. Gomez o non Gomez, poi sul paracarro dei vincitori ci sarà posto per tutti. Adesso per arrivare in finale ci manca davvero poco, un po’ come quando non prendi il carrello perché devi comprare solo due cose. Bisogna farcela!!! Anche se dovessimo metterci i pacchi di pasta sotto le ascelle, la frutta in tasca, e prendere a calci il pane fino alla cassa. Sono molto felice per quello che ci ha regalato la squadra in questi anni, me la sono proprio mangiata con gli occhi grazie alle pupille gustative. Alla resa dei conti la squadra ha risposto, speriamo che adesso alla prova costume non andiamo solo per fare l'orale.


193 commenti:

  1. ...a proposito, notizie da San Pietroburgo? Son felici di vincere finalmente una EL?

    RispondiElimina
  2. Partita dominata in lungo e in largo, 90' di superiorità manifesta e non partiamo con la solita solfa che l'opponente era composto da una banda di raccattati, era un quarto di finale di EL e siamo di diritto fra le prime quattro dell'europa minore. Mica tanto visto la squadre di CL scese. Adesso divento molto più fatalista, chi viene viene, il Napoli lo vorrei in finale, nella sfida secca lo temo molto meno che nella doppia ma in finale dobbiamo arrivarci e i clienti sono tutti scomodi. Due semifinali in stagione e, secondo me, un quarto posto come piazzamento finale, non sono stagioni alla Mihajlovic o alla Delio Rossi tanto per intenderci e storcere la bocca, oltre che privo di senso, è troppo ingeneroso. Tre punti subito domenica e si spazzano via anche gli ultimi timori.

    RispondiElimina
  3. Stefano vienna24 aprile 2015 08:11

    Vargas stanno pensando di mandarlo via. Quest'anno ha segnato piu' di Mati e Valero, ovvero ha una Media gol il quintuplo, degli altri due messi insieme. Purtroppo nella dirigenza Viola Manca gente che abbia giocato a calcio ovvero che sappia distinguere tra un campione vero e un onesto pedante. Ridateci Antonio, Unico 10!

    RispondiElimina
  4. Passator Cortese24 aprile 2015 08:23

    Questa è la Fiorentina di questi tre anni, in grado, quando sa essere se stessa, quando sa esprimere il suo gioco, di far sembrare deboli avversari forti.
    Non esiste al mondo che una squadra del genere e chi la allena possano essere messi in discussione.
    Altra cosa, ovviamente, è criticare, ma non può trattarsi di ieri, singole scelte del tecnico, singole prestazioni della squadra che tra l'altro non sono mai state di quella che finalmente è scesa in campo ieri.
    A me pare che quanto accaduto ieri, in modo così eclatante e sottolineato da tutti gli osservatori, e cioè la quantità industriale delle occasioni create che ha partorito il topolino in termini di gol fatti, meriti una riflessione, tanto più che non si tratta della prima volta che accade.
    Intanto dimostra la differenza, che molti non colgono, tra schemi d'attacco, gioco d'attacco e gol fatti.
    Questa Fiorentina è una squadra che ha un gran gioco d'attacco, che ha una incredibile varietà di schemi d'attacco che come pochi al mondo sa creare occasioni da gol.
    Il difetto per me sta tutto nella precisione delle conclusioni, nella poca lucidità con la quale troppe volte si gestisce la parte conclusiva l'occasione creata.
    Intendiamoci stiamo parlando della parte di più difficile, e cioè mettere la palla in rete, altrimenti le partite finirebbero tutte con punteggi tennistici, ma non mi pare in dubbio che un problema del genere la Fiorentina ce l'abbia, problema che in certi momenti si è potuto imputare alla inadeguatezza delle punte, ma non ora.
    Ecco io credo che su questo aspetto, che è certamente il più difficile, ma in definitiva è quello che ancora ci differenzia dalle più grandi squadre europee, la Fiorentina di Montella debba lavorare.

    RispondiElimina
  5. Bobby Caponata24 aprile 2015 08:46

    Come ha detto Montella ieri "sprechiamo troppe energie". Quando si esprime una superiorità netta come ieri sera, le gare vanno chiuse e poi amministrate..
    Già il fatto di non avere una rosa nè fisicamente forte nè proprio giovane ci penalizza se poi dobbiamo impiegare il doppio delle energie per portare a casa una partita allora è normale incorrere poi in certi cali di "brillantezza". Quindi è doveroso da parte del tecnico fare delle scelte nette sugli obbiettivi..

    p.s. tanto ci tocca il Napoli...

    RispondiElimina
  6. Questa Fiorentina tenta delle scalate sulle vette senza sherpa di professione (cfr.Calciatori abituati a vittorie, a finali, etc.- eccetto Gomez), tenta scalate con tifosi che davanti alle pompe funebri, con il cartello "Chiuso per lutto", si chiedono come sia possibile!
    Il coraggio intellettual-sportivo di Montella colma delle lacune caratteriali della squadra, tanto se Mou difende la squadra é un simbolo, se lo fa Montella sbaglia.
    Alcuni commenti, in generale, cinici più che farti conoscere gli interlocutori, te li fa capire. Maturità t'avessi preso prima, sia nella vita sia nello sport; a me fa paura immaginare alcune persone che dietro i commenti fanno ragionamenti simili anche per altre cose della vita.
    Mi godo una Fiorentina che deve essere altruista senza rinunciare agli egoismi, mi godo un allenatore che é un genio incompreso anche a se stesso...tanto i telecronisti di Rojadirecta lo adorano più di me, sia gli inglesi sia gli spagnoli.
    La Fiorentina é stata rimandata, bocciata, ha superato test o esami (ieri) ma sembra che gli esami non comincino mai.
    Ieri il caro estinto Vargas ha dimostrato, spiace ma é così, che mai cambio fu più azzeccato. Il mister ha un si per tutti, un sorriso per tutti ma anche scappellotti per chi li merita.
    Non importa che un paio di utenti del sitone siano uomini-immagine di un'osteria brianzola o romagnola, non importa che alcuni dirigenti viola siano il braccio armato dell'inefficenza....pensate se fossero efficienti!!!
    Non importa che due fattori, per motivi diversi, ieri sera siano stati un ex emarginato riciclato (Vargas) è un ultra trentenne (Joaquin).
    La Fiorentina ha un pregio che sta diventando un difetto: quando vince ridimensiona tutti gli avversari a rango di "squadre non all'altezza", "mediocri", "facili".
    Per alcuni il Diavolo veste Prada, non veste Pradé...per altri il Diavolo veste Tod's. L'ormone della corruzione non ha mai albergato nella Nostra società, nonostante estenuanti sofismi che vogliono dimostrare il contrario.
    Una nota a margine: quanti urlatori del sitone avete letto nelle ultime 12 ore? Zero. Spariti.
    Strano....

    RispondiElimina
  7. Non esiste punta al mondo capace di perforare una muraglia umana come quella che si assiepa nelle aree che, in queste ultime partite specialmente, andiamo ad attaccare dopo una serie troppo lenta di passaggi che permette agli avversari di essere già schierati quando arriviamo.
    Se si osserva come attaccano le squadre per noi di riferimento (asintotico direi....) anche a difesa "nemica" schierata riescono ad aprire prima o poi spazi sufficienti grazie al movimento instancabile "dentro-fuori" delle punte e dei centrocampisti designati all'incursione in area.
    Con pochissime eccezioni queste squadre sbloccano le partite con prodezze balistiche delle loro punte, ma, anzi, spesso arrivano ad effettuare l'ultimo passaggio all'ultimo uomo (smarcato o al massimo uno contro uno) cui sono stati aperti spazi PRIMA e che ha trovato il movimento giusto per infilarsi dentro.
    Ieri sera Gomez si è presentato due volte in queste condizioni davanti al portiere ed una di queste ha fatto goal, l'altra è scivolato ed il portiere ha compiuto una prodezza.
    Questo è quello che a noi, a mio modesto parere manca.
    Per fare questo oltreché schemi diversi da quelli attuali (che debbano per forza prevedere certi automatismi per adesso del tutto assenti o a me invisibili) occorre anche una preparazione fisica completamente differente, che alla Fiorentina pare mancare per scelta.
    Anche se quest'anno, forse grazie all'ampiezza della rosa, bisogna riconoscere che non c'è stato (o in misura minore, ma comunque non per tutti contemporaneamente) il calo invernale degli anni passati.

    RispondiElimina
  8. Passator Cortese24 aprile 2015 09:31

    Tutto molto ragionevole, non mi convince solo la presunta lentezza e la presunta inadeguatezza della preparazione fisica.
    Per me il nostro gioco si svolge ad alta velocità di esecuzione e la preparazione fisica, come poi sottolinei anche tu, quest'anno è stata senza cali.
    Il punto è che non stiamo parlando solo di una gran mole di gioco ma anche di moltissime occasioni create che non vanno a buon fine. Qui sta il problema per me.

    RispondiElimina
  9. stefano vienna24 aprile 2015 09:35

    Io voglio iniziare una petizione online per il rinnovo del contratto di Vargas. Assurdo privarsene. Chi mi segue?

    RispondiElimina
  10. Ieri sera per vedere la partita ero in un luogo appartenente a quelli classificati "digital divide".
    In poche parole segnale 0, zero, niet.
    Mi siete mancati e mi sono rimesso in pari al ritorno ma poi ero troppo stanco per commentare.
    Le pagelle del Vate mi hanno fatto addormentare con un sorriso pensando al "petting da area piccola" che al momento buono si trasforma rapidamente in "impotentia coeundi".
    Una poesia alla Marasco........ eheheheheh

    RispondiElimina
  11. Io subito.
    Sinceramente, e al di là del goal di ieri sera, su di lui ci avrei insistito di più.

    RispondiElimina
  12. La lentezza non è nei singoli ma nella manovra prolungata e ragionata che consente alle squadre avversarie di ricomporsi chiudendo gli spazi. Sulla preparazione fisica la mia è solo una ipotesi. Salah, che non ha fatto la preparazione con noi e sembra avere risorse inesauribili, si muove tanto perché si muove con (di più) e senza palla (meno), ma ha le stesse difficoltà degli altri perché i suoi movimenti non corrispondono ad un atteggiamento corale della manovra di attacco. Diciamo che mi piacerebbe di più un Gomez in movimento perenne nei dintorni e dentro l'area di rigore piuttosto che vederlo galoppare avanti e indietro per aiutare il centrocampo.

    RispondiElimina
  13. Però il Siviglia ci ha un bel portiere, ha fatto due cappelle che se le faceva il nostronon lo facevan più entrare allo stadio!

    RispondiElimina
  14. Poi comunque l'imprecisione c'è eccome se su 20 tiri in una partita solo con 10 hai inquadrato lo specchio (statistiche finali UEFA ieri sera).
    Però se devi evitare la muraglia umana di cui sopra probabilmente devi cercare gli "spigoli" e qui entra in gioco la capacità del fuoriclasse.........

    RispondiElimina
  15. ti seguo io, ma a patto che si mandi via pasqual (ed è impossibile tra l'altro). vargas è il miglior esterno sinistro in rosa e può essere utilizzato anche come mezz'ala, talvolta. con l'inter, da difensore centrale, ha mostrato grande abnegazione. la sua tenuta fisica è eccellente (che prepotenza ieri sera nel sottomettere l'avversario) se gioca poche partite. per me, il titolare deve essere alonso (qualitativamente peggiore ma in grado di giocarle "tutte"), o qualcuno comprato al suo posto, e vargas la riserva (ha 32 anni). però con alonso titolare e pasqual (33 anni) riserva, ahimè, non si possono dare 1.6 mln lordi alla terza scelta.
    io avrei rinnovato vargas e non pasqual, fine dei giochi.

    RispondiElimina
  16. ..ringraziamo il nostro portafortuna ufficiale..con TE sino a Varsavia!!!

    RispondiElimina
  17. GeppettoDanese24 aprile 2015 10:25

    Quotando un saggio utente della ghita, che seguo da tanto tempo tenendomi però nell'ombra -come il Corvo nei balcani-, preferirei incontrare subito il Napoli, perché la viola ha bisogno di affrontare i suoi fantasmi e di batterli.
    Un po' per questo motivo, un po' perché è meglio che ci buttino fuori in semifinale anziché a Varsavia. Non ho ancora digerito la finale di Roma, sicché...
    Ah, essendo nuovo forse era meglio che "entrassi" nell'editoriale di ieri (se non altro per la copertina).

    RispondiElimina
  18. Ma che si finisce con queste schifezze!!!!
    Vabbene essè tifosi ma, tutto ha un limite......

    RispondiElimina
  19. ..è una questione di scaramanzia.. ( ha portato bene più volte ).e...diciamolo...anche di buon gusto..poi ragazzi, se non vi gusta neppure sto Apollo vuol dire che siete abituati bene..

    RispondiElimina
  20. ..il napule credo sia meglio incontrarlo in doppia sfida..il Siviglia in partita secca...l'altra sarebbe l'ideale subito ( forse )...il Siviglia è la sola che temo.

    RispondiElimina
  21. ..... ma mica tanto abituati bene.....
    Quando c'era LUI almeno ti potevi rifare gli occhi con la Rita (e qualcuno ci s'è fatto e rifatto anche altro...)
    Adesso un fratello al massimo porta l'altro e viceversa.
    Però potrebbero fare un bel terzetto....

    RispondiElimina
  22. Benvenuto GeppettoDanese.
    Adesso troviamo Pinocchio all'Ikea?
    Vabbè battuta forzata lascia perdere.......

    RispondiElimina
  23. Bobby Caponata24 aprile 2015 10:33

    Occhio a non sbagliare e ad entrare in quello di due giorni fa..

    RispondiElimina
  24. ah ah ah ah...e comunque mi fido solo ed esclusivamente del giudizio di Jordan.

    RispondiElimina
  25. miiiiiii, quando la (ri)vede jordan sono azzi tua.

    RispondiElimina
  26. ...no, basta andare a Casette..

    RispondiElimina
  27. ZV....... un GRANDE........

    RispondiElimina
  28. ..BIG JO capirà che l'ho fatto per questi colori...spero...

    RispondiElimina
  29. Bobby Caponata24 aprile 2015 10:36

    C'ha anche le becche della camicia fatta con la carta per i pacchi regalo..

    RispondiElimina
  30. Giglio, un tempo non si facevano allenamenti specifici per migliorare i fondamentali?
    È impossibile per esempio incrementare l'attitudine al cross preciso per Alonso?

    RispondiElimina
  31. c'hai un'ossessione, guarda che classe nell'esultanza, altro che vittorio tuo.

    RispondiElimina
  32. Scusate tutti se turbo questo giorno di letizia, ma se qualcuno si fosse fatto delle idee per il mercato estivo è bene le riveda alla luce di questo:

    http://www.fiorentina.it/it/news/articolo.54.28372/cda-approvato-il-bilancio-con-un-37mln-coperto-dai-soldi-di-jgc.html

    RispondiElimina
  33. ..ah ah ah..è vero Giglio..penso che a sto punto dovrò decidere a mettermi nelle mani di qualcuno bravo...e il mercato estivo intanto si avvicina...

    RispondiElimina
  34. ..ecco...appunto...

    RispondiElimina
  35. Era scontato. C'erano anticipi di cassa della controllante.
    Ce ne saranno anche quest'anno e poi con qualche plusvalenza si ripianano

    RispondiElimina
  36. GeppettoDanese24 aprile 2015 10:46

    Io credevo che il buco fosse stato tappato dall'aumento di capitale di Dicembre. Trenta milioni, se non ricordo male.

    RispondiElimina
  37. Fra l'altro secondo me è parzialmente una bufala.
    Tolti gli ammortamenti la plusvalenza per JGC non supera i 20Ml€, anzi forse vale qualche milione meno.
    Se avessero veramente 37 Ml€ da ripianare c'è da vendere q

    RispondiElimina
  38. Bobby Caponata24 aprile 2015 11:02

    Allora ci tocca vincere l'EL....

    RispondiElimina
  39. Gli è morta la maestra di cross, quella dei tagli alle spalle dei difensori, quella dei rientri in possesso con passaggio all'indietro, quella di cross sul 1° palo, dei cross sul 2° palo, la cosa che gli riesce bene è lo scarico dietro per ricominciare il giro palla... continuo a dire che dovremmo indirizzare i nostri obbiettivi di mercalo in 2 terzini di valore, le alternative al gioco a volte asfittico, potranno arrivare dagli inserimenti a tempo e dai tagli dei laterali bassi, oltre che dai cross come si deve per i tanti inserimenti in area, questo creerebbe ulteriore superiorità numerica allargando ulteriormente le difese avversarie.. Ogni volta che arriva la palla a Tomovic o Alonso alti,attacchiamo l' area con 4- 5 giocatori ma di rifiniture laterali fatte bene ne arrivano poche.

    RispondiElimina
  40. stefano vienna24 aprile 2015 11:06

    C'è una via d'uscita e parte da Tbilisi.

    RispondiElimina
  41. GeppettoDanese24 aprile 2015 11:13

    Se non altro, tra le trasferte ucraine, di Varsavia e Tbilisi c'è il "rischio" che la partita sia l'ultimo dei nostri problemi.

    RispondiElimina
  42. Tu immagina se ieri - con la libertà di cui ha goduto - ci fosse stato un terzino di ruolo a destra!

    RispondiElimina
  43. Giglio, mi sembra invece che sui tiri si possa fare poco. Lì la coordinazione e la potenza di Vargas sono un po' come il coraggio di Don Abbondio.
    È corretto?

    RispondiElimina
  44. Bene, con sofferenza nonostante tutto. La Viola è squadra incredibile. Perde le partite in dieci secondi e per stravincerle quasi non le bastano 100 minuti. Bella, ma incredibilmente sprecona. Una piccola nota polemica: se qualcuno, qui o altrove, dice che la viola di ieri sera vale quella di lunedì notte, mi offendo e strappo l'abbonamento.
    Vorrei scrivere qualcosa su Vargas, stavolta. E' finito, si sa. Ma almeno lui è un calciatore, mi si passi il termine, che ha necessità di utilizzare i sospensori. Le palle ce l'ha: se solo avesse avuto un po' più di cervello, qualche anno fa, avrebbe fatto altra carriera. Oggi, però, poco importa: è suo il merito, ed è suo l'onore delle armi.
    "Un gruppo di ragazzi tra i venti e i trent’anni, di cui molti dell'europa dell'est e del sudamerica, si passano la palla sul pratone dello Stadio Franchi. Nonostante non faccia poi così caldo, tra un passaggio e un altro sugli spalti le birre ghiacciate andrebbero via veloci, se solo si potesse. Una Moretti, due Moretti, tre Moretti, tante Moretti da lastricarci col vetro delle bottiglie tutti i chilometri che ci sono tra Firenze e Varsavia, e poi tra Firenze e Lima. A un certo punto la palla arriva sobbalzando a uno dei sudamericani della compagnia. Forse non è più scattante e veloce come un tempo, ma si lancia incontro al cuoio, di presunzione. Lo accarezza, resiste alle spinte ed agli urli. Poi, come se fosse la cosa più naturale del mondo si coordina, si piega, tira fortissimo. Il tonfo del portiere ucraino sull'erba è l'inizio della liberazione"...
    Juan vuole la Fiorentina, sembrerebbe. E, per riconoscenza, la Fiorentina potrebbe anche volerlo, Juan. Se succedesse, a me non dispiacerebbe affatto. Potrebbe insegnare ai giovani come impattare il pallone. Quando, e se, il figliol prodigo metterà la sua firma sul pezzo di carta, potrebbe davvero dire: «Presidente, yo soy Juan, pero también soy el Loco»... Grazie, Borghetti.

    RispondiElimina
  45. A piede libero...

    RispondiElimina
  46. si, anche se l'allenamento specifico è fondamentale, la porta la " vediamo " poco, cerchiamo troppo il gol a effetto quando, specialmente in questo momento, bisognerebbe ritrovare la semplicità nel tiro cercando la porta e meno l'angolino. Tornando a prima, nei settori giovanili che si rispettano, è stata istituita una figura complementare al Mister che è il maestro della tecnica, abbinata alla coordinazione dei Bambini e Ragazzi per farsi che crescendo abbiano più fondamentali di base, anche se va curata anche la tecnica specifica: cross in una determinata situazione con l'avversario che chiude frontale o in diagonale, insomma quello che dicevi Tu. Secondo me queste situazioni andrebbero curate anche a livello di prima squadra perchè un cross sbagliato per posizione errata del corpo o una rifinitura lunga vanificano il lavoro di tattica e di reparto. Per questo dico che Montella è bravo, senza tanti grandi Giocatori ha creato una Squadra che gioca a memoria e che in campo non va l'Allenatore a crossare o a tirare in porta. Se anche lui crescerà in continuità e mentalità vincente da riuscire a trasmettere al gruppo (forse Gomez voleva dire anche questo?) allora...

    RispondiElimina
  47. Beh è chiaro che si riferiva al tecnico.
    Anche l'altra volta

    RispondiElimina
  48. stefano vienna24 aprile 2015 11:47

    Purtroppo, da grande sostenitore dei Della Valle, devo dire che Hanno uan idiosincrasia verso chi di calcio giocato ci capisce. Scelgono buoni Manager, questo sì, ma mancano figure che masticano di calcio per averlo giocato a grandi livelli, gente che riconoscerebbe un campione vero (Vargas) quando se lo trova davanti.
    Se Vargas è finito (opinione non da me condivisa, tutt'altro), gente come Mati e Valero non hanno mai iniziato.

    RispondiElimina
  49. Un omaggio al nostro Conducador, al nostro Lider Minimo/Maximo, al grande Pek.

    RispondiElimina
  50. Passator Cortese24 aprile 2015 11:53

    Doveroso.

    RispondiElimina
  51. Comunque non so se ci avete fatto caso, ma Lens in precedenza aveva applaudito l'arbitro dopo una decisione contro, sotto i suoi occhi...Pensavo lo buttasse fuori in quel momento.

    RispondiElimina
  52. L'arbitro era senza Lens a contatto....

    Il,portiere del Siviglia fa due o tre cappellate ma compie anche due parate aracneidi (cfr.Uomo ragno).

    RispondiElimina
  53. stefano vienna24 aprile 2015 11:56

    Europa League. ‘El Loco’ ne ha già segnati 3, al cospetto dei 2 a testa realizzati da Gomez, Babacar, Ilicic, Basanta, Bernardeschi e Marin, e 1 ciascuno segnato da Cuadrado, Salah, Aquilani, Pasqual, Alonso e Gonzalo Rodriguez. Dove sono i gol di Valero e Mati?

    RispondiElimina
  54. stefano vienna24 aprile 2015 11:57

    Mi sembra il minimo. Lui, Vargas e Gomez. Campioni si nasce, non si diventa. Punto.

    RispondiElimina
  55. Apres moi le deluge

    RispondiElimina
  56. Bobby Caponata24 aprile 2015 12:13

    Napoli in finale

    SSC Napoli – Dnipro

    Siviglia-Fiorentina

    RispondiElimina
  57. Siviglia.
    Napoli da culo! Solo il Wolfsburg tosto! Il Dnipro del cazzo per loro!

    RispondiElimina
  58. Porca puttana. Il Siviglia in partita doppia è osso durissimo. E se il Dnipro facesse l'impresa? E ce lo ritrovassimo in finale?

    RispondiElimina
  59. Bobby Caponata24 aprile 2015 12:17

    Ho letto le quote pre-sorteggio e davano il Dnipro a 9 per la vittoria finale però il Napoli a volte inciampa... Il Napoli a 2,60, il Siviglia a 3,20 e noi a 3,90

    RispondiElimina
  60. Vabè io comincio a organizzare cerchi di macumberos per i giocatori di Siviglia e Napoli, niente di grave naturalmente, robetta che li fermi per un mesetto. Poi magari vado contro i miei principi e scommetto su semifinali e finale di EL...

    RispondiElimina
  61. GeppettoDanese24 aprile 2015 12:27

    Il solito culo sfatto dei gobbacci...

    RispondiElimina
  62. Bobby Caponata24 aprile 2015 12:30

    La fortuna è più per Carletto.. :-) Però è vero, hanno avuto tutte le condizioni favorevoli per arrivare più lontano possibile...

    RispondiElimina
  63. 27 maggio 2015. Varsavia.
    si può fare.

    RispondiElimina
  64. ..la peggiore...

    RispondiElimina
  65. GeppettoDanese24 aprile 2015 12:34

    Non lo so, sai? Il Real è atleticamente a terra. Per me avrebbe avuto più culo a beccare il Barcellona, che già conosce. In più, le motivazioni sarebbero raddoppiate.
    Poi magari Carletto ci fa il regalo e gliene incarta cinque solo all'andata

    RispondiElimina
  66. Peccato, avrei voluto vedere una finale Barcellona-Bayern, anche se un Superclasico sarebbe pure il massimo, come prestigio. Il Real ora è giù, ma a certi livelli la condizione cambia rapidamente...

    RispondiElimina
  67. Bobby Caponata24 aprile 2015 12:37

    Annusare la finale gli farà bene ;-)

    RispondiElimina
  68. Fiorentina - Siviglia, un derby per Valtolin...

    Comunque il Napoli era peggio, ce lo ritroveremo in finale se avremo battuto il Siviglia.

    RispondiElimina
  69. Comunque l'urna ha detto: Real Madrid in finale di CL, Napoli in finale di EL. Possibile una finale tutta spagnola in CL e una finale tutta italiana in EL.

    RispondiElimina
  70. Bobby Caponata24 aprile 2015 12:40

    E il Napoli in finale giocherà in casa... t'immagini con tutti i napoletani sparsi per l'Europa...

    RispondiElimina
  71. GeppettoDanese24 aprile 2015 12:47

    Vado controtendenza: il sorteggio non mi è dispiaciuto. Affrontare una squadra tosta (o almeno, meno vergognosa del Brugge e della Dinamo) aiuta a tenere la concentrazione alta e ad anticiparti le tensioni dell'eventuale finale. Avrei preferito il Napoli per il doppio confronto, ma va bene così. A differenza loro, 'sta finale dobbiamo sudarcela.

    RispondiElimina
  72. stefano vienna24 aprile 2015 13:13

    Solito culo di Juve e Napoli. Mai una botta di culo.

    RispondiElimina
  73. Non ha tutti i torti Geppetto Danese (benvenuto!), fossimo stati ancora in corsa in campionato sarebbe stato meglio il Dnipro, ma siccome mi pare evidente che il campionato l'abbiamo ufficialmente mollato, un confronto probante è meglio farlo prima, almeno se si perde si taglia subito la testa alle illusioni sulla nostra capacità di vincere, se invece si elimina il Siviglia si scacciano un po' di spauracchi e il Napoli lo affrontiamo con una ritrovata convinzione di potersela giocare quantomeno con chiunque non si chiami Bayern o Barça. Nel bel bimestre febbraio-marzo che abbiamo trascorso, penso che tutte quelle belle vittorie contro squadre forti non sia stato un caso che siano arrivate in scia l'una all'altra.

    RispondiElimina
  74. E poi ci si augura che uno come Gomez, che di coppe ne ha vinte, ritrovi l'istinto del gol quando sente un traguardo vicino. In alternativa all'istinto va bene anche l'istinco come ieri

    RispondiElimina
  75. stefano vienna24 aprile 2015 13:24

    Mah, se la Juve aveva qualche Chance di arrivare in finale ha pescato quella giusta.

    RispondiElimina
  76. forse è proprio quello l'istinto... chi critica MG33 mi fa solo sorridere...

    RispondiElimina
  77. Quando il potenziale viene espresso i risultati si vedono. Approccio e gestione ottimali, grande prestazione ed avversario annicchilito. L'urna non è benevola ma prima di inveire contro la sorte aspetterei e ricorderei che la Dinamo non era proprio la più temibile del lotto. E si è visto. Le uniche beghe sono venute dall'arbitraggio mafioso dell'andata. La mia sla paura su questa coppa è proprio il gobbo di merda che siede dove siede. Non mi cambierei con nessuno e se Masaniello non impazzisce e lascia i tasselli dove devono stare andiamo fino in fondo. Dio lo voglia e si ricordi di noi, una volta tanto.

    RispondiElimina
  78. Il Siviglia ha un impianto di gioco che mi ricorda molto il Napoli. Diciamo che se troviamo la chiave per battere loro, allora sapremo anche come vincere la coppa.

    RispondiElimina
  79. Grazie per la considerazione e benvenuto. Però tra me e un saggio ci corrono fiumi di etanolo eheheheh

    RispondiElimina
  80. GeppettoDanese24 aprile 2015 13:36

    Idem. Ieri sera si è visto che era più in palla, soprattutto da come dialogava coi compagni, dai polmoni che ha buttato per andare a pressare anche al di qua della metà campo e dalla palla gol che si è costruito praticamente da solo. Purtroppo però ho notato una cosa: spesso scivola al momento di calciare. Una questione psicologica irrisolta, perché lo fa sistematicamente da un po' di tempo.

    RispondiElimina
  81. Benvenuto Geppetto. Io penso che il problema di Mario stia tutto nella testa, è una persona meravigliosa ed un ragazzo semplice attaccato per davvero alla maglia. Spero che ci porti questa coppa perchè è l'unico che può farlo, campione vero, come da anni non avevamo.

    RispondiElimina
  82. post su ieri, intanto, dato che la batteria del pc ieri sera mi è morta sul fischio finale.

    Ieri sono rientrato tardi, ho fatto a tempo a trovare uno streaming giusto in tempo per veder entrare Vargas, che si è subito messo a lottare da leone qual è. Quando ha toccato quel pallone in area, non credo che nessuno di noi abbia avuto un dubbio: il Loco, con la palla sul sinistro, da quella distanza, è gol sicuro, certo, automatico. A tratti è un ex giocatore, ma è un ex giocatori che ha ancora sprazzi di classe e garra di diversi ordini di grandezza superiori rispetto a buona parte della nostra rosa. Nella nostra ultima grande avventura europea, già c'era e già segnava, vedi Bayern. All'epoca era il miglior esterno sinistro d'Europa, oggi è una riserva di lusso senza benzina, ma resta un lusso che è davvero bello potersi permettere. A quanto leggo, ieri sera, oltre a lui, sono stati decisivi altri due giocatori a cui, come sapete, sono particolarmente affezionato: il Pek e Gioacchino. Questi vecchiacci pieni di talento e di demoni, a loro modo, sono l'anima della squadra. Si tratta di tre campioni che, in condizioni personali, caratteriali e di fortuna diverse, avrebbero passato gran parte della propria carriera in Champions, e non in Europa. Averli in viola può solo farci felici.

    RispondiElimina
  83. su oggi: che dire? Il Sevilla era quella che temevo di più, non tanto per l'affetto che mi lega a quella squadra e a quella città (sono cose che si sciolgono come neve al sole, di fronte alla viola), ma perché sono la squadra peggiore per noi. Non particolarmente tecnica o artistica, ma compatta, cattiva, fortunata, aiutata dagli arbitri, capace di non arrendersi mai. L'anno scorso sono arrivati ad alzare quella coppa con le unghie e con i denti, passando tutti i turni in rimonta nonostante fossero inferiori sul piano del gioco. Sono il peggior avversario possibile, per noi, anche rispetto al Napoli. Certo, incontrare Tottenham, Roma, Dinamo e Sevilla non è la stessa cosa che incontrare i dopolavoristi che sono passati al San Paolo. Ma siamo della Fiorentina, lo sappiamo. Andiamo a giocarcela: Mario e Mohamed ce li abbiamo noi.

    RispondiElimina
  84. https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xap1/t31.0-8/s720x720/11182721_10205192043533233_1528448901978368365_o.jpg

    RispondiElimina
  85. http://www.latestanelpallone.com/nuovo-portiere-per-la-fiorentina/

    RispondiElimina
  86. La squadra riconosce le sue guide tecniche e quando mancano è meno sicura. Gonzalo, Pek, quest'anno Joaquin e quasi subito Salah, sono i punti cardinali che orientano il gioco e i riferimenti che servono per giocare a memoria come ieri. Quando c'è il Pek c'è più movimento, soprattutto sugli esterni, perché sanno che la palla arriverà coi giri giusti e con pochi rischi che il passaggio sia sbagliato, scoprendo il loro versante. È anche un limite, certo, perché quando mancano questi interpreti, aumenta il timore e si rischia di sbagliare i tempi o di non fare i movimenti con la giusta convinzione. I nostri primi trenta minuti ad altissima velocità sono stati continuamente alimentati dalla sicurezza tecnica e dalla visione del gioco di Pizarro. Badelj è ottimo ma deve ancora ricevere la completa fiducia del gruppo, magari aumentando il carisma in campo.
    Joaquin ha imperversato devastando Vida, approfittando del fatto che Yarmolenko non raddoppiava mai in copertura. Ha puntato sempre l'avversario riconoscendo il limite strutturale di quella fascia per gli avversari, un atteggiamento che scegli solo che mastichi calcio da una vita e conosci bene le tue qualità.
    Borja è in via di recupero. Anche lui era una guida,ma lui per primo ha perso qualche certezza e i compagni gli sono andati dietro.
    Ieri avrei provato ad invertire gli esterni ogni venti minuti, per destabilizzare ancora di più i poveri terzini loro, costretti ad affrontare due uomini diversi per piede e repertorio tecnico, e per avere ogni tanto una fonte di passaggio che scegliesse il fondo, invece di accentrarsi. Magari ne avrebbe beneficiato di più il Gomez di ieri.

    Poi
    Io non credo a nessuno che dica che preferisce vincere giocando male. Io credo che il tifoso voglia che la sua squadra sdereni qualunque avversario, facendo messi di gol. È lo spirito del tifoso. Quello stesso spirito che quando vinci giocando di merda, ti fa storcere la bocca esattamente come quando domini per poi soffrire.

    RispondiElimina
  87. Bel portiere, ma mi lascia ancora dei dubbi su alcune cose [beh, è un '96...], a dire il vero preferivo Sportiello, tra i pochi tra l'altro ad avere una buona presa.

    RispondiElimina
  88. ... penso che come futuribilità non ci sia paragone, tra i due... Scuffet dietro al Tata, se è vero, è un altro capolavoro. Lo scrivo subito, a scanso di equivoci. Spero molto nell'esito positivo.

    RispondiElimina
  89. Per adesso trovo Sportiello ['92] superiore in quasi tutto, soprattutto nelle uscite alte e nella presa. Scuffet però ha ancora più margini di miglioramento, che sono tanti però anche per un portiere di 23 anni...

    RispondiElimina
  90. Foco non ciurlare nel manico, è chiaro che vincere dominando è il sogno di qualsiasi tifoso, però si diceva altro e che cioè tra vincere giocando male e perdere giocando bene non vedo chi, tifoso, potrebbe augurarsi il secondo scenario per la propriia squadra

    RispondiElimina
  91. Parlo di altri lidi, non di quello che si diceva qui. Poi, per me, questa squadra ha per forza dei limiti ed io ritengo che, con questi limiti, giocando male ne puoi vincere molto poche. Se giochiamo sempre come ieri, è più probabile vincere che perdere, per come la vedo io.

    RispondiElimina
  92. GeppettoDanese24 aprile 2015 14:49

    che si vinca dominando o caando, l'importante nei prossimi venti giorni è che Montella (o chi per lui) tenga i giocatori sempre sul pezzo, li abitui alla fame. Poi, dopo averla saziata, ci sarà concessa la caata di cui sopra (auspicabile dopo una robusta cena polacca)

    RispondiElimina
  93. GeppettoDanese24 aprile 2015 14:50

    A parità di potenziale, preferisco Sportiello. Se non altro perché trattare con l'Atalanta è meno frustrante.

    RispondiElimina
  94. Tottenham, Roma, Dinamo Kiev, Siviglia, eventualmente Napoli in finale: di fatto dai sedicesimi in poi incontriamo tutte squadre che hanno già vinto almeno una coppa europea nella loro storia.

    RispondiElimina
  95. Ma noi siamo una delle tredici squadre in Europa ad aver fatto almeno una finale in tutte le competizioni. Nel nostro piccolo, abbiamo un pezzettino di storia e di prestigio da buttare sul tavolo.

    RispondiElimina
  96. e ne siamo giustamente orgogliosi. Però abbiamo anche Kurtic e Lazzari...

    RispondiElimina
  97. Un prezioso filmato delle truppe del blog entrate a Firenza per liberarla da Montella

    https://www.youtube.com/watch?v=THTtZbEUJcg

    RispondiElimina
  98. Scuffet ha avuto anche problemi fisici, non ricordo se a una spalla o cosa, temo anche il pacco dell'Udinese...

    RispondiElimina
  99. Fortunatamente non c'è più Montolivo, però.

    RispondiElimina
  100. GeppettoDanese24 aprile 2015 15:56

    Dopo Felipe e D'Agostino direi che è ora di chiuderlo, quel bandone

    RispondiElimina
  101. il dt del siviglia ci ha definiti "classica squadra italiana". questi non ci conoscono, non hanno idea di come giochiamo. possiamo fargli molto male.

    RispondiElimina
  102. Che Monchi non ci conosca è impossibile, è come Macìa [infatti lo vorrei a Firenze]...E' pretattica, iniziano con le provocazioni.

    RispondiElimina
  103. Monchi, la riserva del motorino Unzué.
    Noi siamo arrivati in semifinale senza fari spenti, il Dnipro a fari spenti.
    Il Napoli ha sempre come obiettivo una coppa, il Siviglia é il re di coppe ultimamente (dove si raccolgono denari), occorre bastonarli ora, a spada sguainata. Faremo scopa a Varsavia, noi con le polacche, la viola con il...Dnipro.
    Questa finale sarà come quella di CL, inaspettata.

    RispondiElimina
  104. Giusto gioire ma secondo me meglio non eccedere nel trionfalismo.
    Se concordiamo nel dire che ieri sera la squadra si è espressa al massimo delle sue potenzialita' in mezzo a tanta luce si sono viste le consuete ombre. È vero che
    Marione ha involontariamente privato Gonzalo di una inzuccata sicuramente vincente, che avrebbe avviato l'incontro verso un andamento tranquillo come piu' volte successo.
    Resta quella incapacita' di raccogliere non più del 10% di quanto seminato che ti costringe a soffrire in eccesso rischiando fino a poche battute dalla fine

    RispondiElimina
  105. Oggi è più forte Sportiello, non c'è dubbio, domani ha buon probabilità di essere il contrario,ma si tratta di un '96 e le probabilità non sono ceretezze. Mi sembra che Scuffet abbia avuto un problema alla caviglia in autunno, ma da fine ottobre è andato sempre regolarmente in panchina.

    RispondiElimina
  106. Pizarro ha goduto di una libertà di movimento che nessuno gli da in serie A e nessun tecnico di squadra da champions si sognerebbe di concedergli. La Dinamo mi è sembrata molto scolastica nei movimenti in campo

    RispondiElimina
  107. Lo scrivevo più sotto, trovo il Dnipro troppo sottovalutato, quasi quasi scommetto per la prima volta...Non mandare in finale CL la juve però, perdio.

    RispondiElimina
  108. http://www.panorama.it/sport/calcio/calciomercato/udinese-scuffet-terzo-portiere-caso/



    Eccolo qui, si è infortunato a caviglia e poi spalla, ma non dovrebbe essere niente di grave, suppongo. Piuttosto di quel Merat ho sentito parlare veramente bene, dicono sia anche più forte, ma io non l'ho mai visto.

    RispondiElimina
  109. Comunque Scuffet lo seguii un po' quando ne parlavano come del nuovo Buffon...E' forte, senza dubbio, ma mi lasciano un po' perplesso la mancanza di presa e le uscite alte. Inoltre, pur non essendo un saltimbanco come Perin, spesso para tiri piuttosto centrali respingendo e facendo il tuffo spettacolare dopo, un po' come faceva Frey, cosa che non mi piace in un portiere. Tiri, per capirci, che un Boruc ma anche uno Sportiello bloccano in presa senza scomporsi.

    RispondiElimina
  110. Rieccoci. Schifo non mi fa, comunque. Tra le altre cose mi lascia perplesso però la condizione fisica con cui si presenta in campo, sempre in sovrappeso, cosa che mi disturba molto in un professionista.


    http://www.violanews.com/calciomercato/mercato-per-lattacco-si-fa-il-nome-di-destro-2-20150424/

    RispondiElimina
  111. Io, invece, penso che in Europa ci sia più spazio quasi sempre, a meno che non giochi col Bayern che lo spazio lo prosciuga. Il fatto che si giochi tutto in due partite non permette di scegliere atteggiamenti troppo chiusi, come succede in campionato contro squadre che accettano di buon grado anche un pareggio esterno. Infatti quando lo fai, spesso ci lasci le penne.

    RispondiElimina
  112. Preferisco Baba. E non di poco.

    RispondiElimina
  113. Io lo prenderei. Anche solo per non averlo più come avversario, a noi ce lo imbuzza sempre!

    RispondiElimina
  114. DEYNA, Monchi mente sapendo di mentire; tutta l'Europa sa che la Fiorentina é l'unica squadra non "all'italiana" che possa esistere.
    Ora, da tre o quattro anni, c'é il mito del Siviglia, squadra prima tra le non elette di Spagna, vincitrice di coppe, un team ardito e spregiudicato.
    Ci differenzia solo la mancanza di una vittoria, di una coppa, per il resto siamo il Siviglia d'Italia.
    Loro sono i favoriti, io nel frattempo 11 parole polacche l'ho già imparate e interiorizzate.

    Chiaramente no la Juve in finale, claro.

    RispondiElimina
  115. Quel tecnico "Fall of Florence" dovrebbe essere corretto in
    "Liberation of Florence".......

    RispondiElimina
  116. Ma c'è bisogno di un altro centravanti da affiancare a Baba, comunque sia, anche visti i suoi frequenti problemi fisici. Non prenderei comunque Destro, ma Mitrovic, che è tutt'altra cosa. Sempre nell'ottica di una cessione di Marione, claro

    RispondiElimina
  117. Sarà la sua partita

    RispondiElimina
  118. Bobby Caponata24 aprile 2015 17:40

    Aggiungo intervista sul match http://www.violanews.com/news-viola/joaquin-sapevo-che-ci-sarebbe-toccato-il-siviglia-20150424/

    RispondiElimina
  119. Sì. A pensarci bene è cosi. Riflessione stimolata

    RispondiElimina
  120. E perché non la sua?

    RispondiElimina
  121. A proposito...favorevoli o contrari?

    RispondiElimina
  122. ..contrario...ma andrebbero sterminati gli spettatori.

    RispondiElimina
  123. Bobby Caponata24 aprile 2015 18:31

    Provare divertimento ad uccidere o a stare a guardare è ....inquietante?

    RispondiElimina
  124. ..mi auguro per te che IL DUBBIO non legga..scatterebbe la denuncia...e non sarebbe la prima...."ma quello andava bene 10 anni fa "...." ma vuoi mettere Cuadrado con un vecchietto? "....." tu ZV sei rimasto indietro con i filmati...aggiornati "....ah ah ah, eh si, in effetti io sono rimasto ai Perrotta e Taddei fenomeni da Bilancio impossibile.

    RispondiElimina
  125. Decisamente contro. Qui in Catalogna le corride sono state giustamente vietate.

    RispondiElimina
  126. ...ah già...ma IL DUBBIO era anche quello che se la rideva de l'Hombre Vertical, secondo lui, vicino all'esonero a Novembre...l'unico vero stratega/filosofo che abbia avuto la Roma del dopo Impero ViolaCertaldiano....sparito dal Sito...tornerà dopo il trionfo biancomerdachepossanoschiattareora.

    RispondiElimina
  127. La tauromachia ha più di duemila anni, ma ormai le prove di coraggio sono altre.
    Si può mettere la vita a rischio anche senza doverne spegnere un'altra.

    RispondiElimina
  128. ...tipo tifare Viola...

    RispondiElimina
  129. Giusto. Poi per chi vive circondato da juventini e strisciati in genere è anche una prova di resistenza alla tentazione omicida.

    RispondiElimina
  130. Giusto.E non t'immagini ogni sera quanto mi do del coglione per aver resistito.

    RispondiElimina
  131. Ho sentito per radio le parole di Monchi. Non ha neanche lontanamente detto che giochiamo all'italiana, anzi, non ha manco pronunciato le parole "Italia" o italiana. Del Siviglia ha detto che sogna di vincere la quarta coppa e che preferiva giocare il ritorno in casa, anche se comunque finora i ritorni li ha giocati soprattutto fuori. Su di noi ha solo speso buone parole, ha detto che siamo forti, che abbiamo tanti giocatori di valore, e che li conosce tutti, citando 7 o 8 nomi tra cui Gomez, Borja, Joaquin, Alonso e Babacar.

    RispondiElimina
  132. ...a me è proprio il ritorno in casa che preoccupa...

    RispondiElimina
  133. GeppettoDanese24 aprile 2015 19:15

    ditelo a me, sono un raro esemplare di viola calabrese. Juventini a morire qui, e sono i più fastidiosi. Per ovvi motivi, interisti e milanisti non sogghignano più.

    RispondiElimina
  134. Boh, il Tottenham e la Dinamo le abbiamo battute al ritorno in casa, difficile dire cosa è meglio e cosa peggio. Così come sugli avversari, "...meglio un sorteggio così... meglio cosà...", ricordo che 7 anni fa in semifinale beccammo il sorteggio più favorevole che ci fosse (le altre due erano il Bayern e lo Zenit Leningrado di Arshavin, che poi vinse), Rangers decimati privi di dieci titolare, ma non la si buttò in rete nemmeno con le mani.

    RispondiElimina
  135. Stefano Vienna24 aprile 2015 19:43

    Abbiamo tre spagnolo in squadra, non li farei giocare tutti e tre. Meglio il peruviano che vuole vendicarsi dei Conquistadores.

    RispondiElimina
  136. ...non so...i miei ultimi ricordi vanno alla merda di Torino...El e Coppa Italia...al ritorno col Bayern dopo la ladrata di Ovomito...io chiudo gli occhi e vedo un 1 a 2 a Siviglia e...0-3 in casa..non fateci caso...e dall'82 che mi porto dietro queste paure.

    RispondiElimina
  137. Beh quanto a voglia di vendette, se non hai voglia di raggiungere Varsavia per vendicarti di una squadra che negli ultimi due anni ti ha battuto entrambe le volte in casa tua, che l'anno scorso ti ha battuto in una finale che meritava di perdere a tavolino, e che ti ha rifilato altre 3 pere pochi giorni fa, se non hai voglia di presentarti col sangue agli occhi ad una finale che per quasi tutti i nostri giocatori sarebbe la partita più importante della carriera (a parte Gomez, quanti hanno mai giocato una finale europea?)... insomma di motivazioni ce ne sarebbero a iosa per chiunque della rosa, se non le mostrano a questo giro si meritano davvero di non alzarlo mai un cazzo di trofeo.

    RispondiElimina
  138. Anche se, conoscendoti, penso tu volessi sottindere "su 3 facciamone giocare 2, perchè a centrocampo preferisco Vargas a Borja".

    RispondiElimina
  139. Non siamo peggio del Siviglia, non siamo peggio di nessuna delle rimaste. Non bisogna avere paura di alcuno, abbiamo Marione là davanti che smentirà tutti gli allocchi che gli buttano merda addosso, abbiamo il fenomeno egizio al fianco del tedescone anima e core.... portiere, difesa e centrocampo non sono certo secondi a quelli dei sivigliani e d'u napulemmerda... Possiamo andare a prenderci sta cazzo di coppa, oggi come mai prima abbiamo serie possibilità, non poniamoci limiti, spero solo che u masaniello ci stia con la capa e vedi che stavolta faccio l'alba briao fradicio in quel di Fiorenza come ai vecchi tempi... dai cazzo, dai!!!

    RispondiElimina
  140. nettamente contrario...

    RispondiElimina
  141. Stefano Vienna24 aprile 2015 20:46

    Preferisco pure un altro.

    RispondiElimina
  142. Ecco appunto. Sorteggio apparentemente "facile" coi Rangers e inculata storica, con catenaccio scozzese a tripla mandata e Fiorentina incapace di segnare in 210 minuti e spiccioli. Meglio giocarcela col Siviglia, almeno ci svegliano loro e vediamo di cosa siamo capaci.

    RispondiElimina
  143. https://www.youtube.com/watch?v=iwTUWsYZumA

    RispondiElimina
  144. Io sono contrario... invece mi piace la corsa camarghese, dove i tori non li uccidono

    RispondiElimina
  145. Il Siviglia ha un bel parco ali. Vitolo e Vidal sono quelli che giocano di più, anche se hanno Reyes che ,nonostante sia stato una promessa non mantenuta, è sempre un giocatore che può azzeccare la grande serata e, soprattutto, Gerard Deulofeu, per me un potenziale fuoriclasse. Giocano maggiormente col 4-2-3-1, con Bacca centravanti, Denis Suarez dietro e i due "pivote" Iborra o Mbia e quel Krychowiak che ci ha schifato. Banega gioca spesso, ma non è titolare quando si schierano in questa maniera, io l'ho visto maggiormente posizionato più avanti. I difensori li conosco poco, a parte Tremoulinas. È formazione difficile e, soprattutto, non molla mai, come abbiamo visto lo scorso anno con il Betis e col Valencia. Lo scorso anno finirono la stagione a mille e visto che lo staff tecnico è lo stesso, non vedo come possa cambiare quest'anno.
    Noi abbiamo, secondo me, molte possibilità a patto di riuscire a rimanere corti, in modo da separare i due mediani da quelli davanti. Loro si aprono molto bene in ripartenza, ma subiscono il possesso palla e dietro non sono trascendentali.

    RispondiElimina
  146. ...peccato solo feriti..

    RispondiElimina
  147. Progettare il futuro partendo da un grande passato.
    Idee per il dopo Renzi

    RispondiElimina
  148. il trucco è sempre quello, rimanere corti, facile a dirsi, meno a farsi... quando gli altri attaccano il tuo vertice basso (PEK) e ti spezzano in due la squadra... lì deve venir fuori la qualità dei due cileni e la garra che il mister deve esser bravo a trasmettere... se queste due palle vanno in buca non possiamo temere niente e nessuno...

    RispondiElimina
  149. Sei carico a pallettoni

    RispondiElimina
  150. ahahah, effettivamente... sento il sangue della preda molto vicino....

    RispondiElimina
  151. DEYNA...solo per dirti che..in questo preciso istante...adesso...ora....El Loco le sta buscando in casa dal Lorient...ecco...il MESSIA DI CERTALDO che camminava sulle acque del Tevere pare sia sceso dalla Croce e abbia mandato affanculo Pilato.Saluti.

    RispondiElimina
  152. Concordo. Solo il Napoli fa un pò paura. Ma se la squadra gira a dovere come ieri mettiamo in seria difficoltà chiunque. Abbiamo ovviamente necessità di schierare la stessa formazione, con un Pizarro insostituibile.

    RispondiElimina
  153. 2-3 cazzo, ma che polli

    RispondiElimina
  154. Geppè siamo più assai di quanto si possa pensare.
    In ogni caso contrario, nemmeno fosse una zebra...

    RispondiElimina
  155. ...ho visto...a me e quando parlo....ma non importa, io simpatizzo Marsiglia dai tempi dei riflettori di quel coglione di Galliani.

    RispondiElimina
  156. Non ti curar di loro, Marione... ma guarda, passa e... RIportacela!





    https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xfa1/v/t1.0-9/11169894_10205194947845839_8094653344400933629_n.jpg?oh=6f08565823264e426087e45711cfe088&oe=55DE0870

    RispondiElimina
  157. Ma quanto sarebbe stato bello se avesse fatto gol su quell'azione dove il portiere ha respinto con la mano di richiamo?

    RispondiElimina
  158. davvero... ho da togliermi dei sassi grandi come case dalle scarpe per questo giocatore... prima o poi passerò alla cassa...

    RispondiElimina
  159. Bhe, potresti iniziare già adesso. Gol pesanti - tipo l'obbrobrio di ieri - come li ha fatti lui, quasi nessuno negli ultimi anni. Poi si può discutere di tutto il resto.

    RispondiElimina
  160. qui un siamo mai contenti e mi ci metto io per primo che bofonchio su Montella ma a quelli che brontolano di Mario ni ridarei Castillo e ... Pazzini, ahahahah

    RispondiElimina
  161. AMARCORD DEYNA.El delantero. Oggi

    RispondiElimina
  162. ehm... eppure a me Pazzini schifo non faceva. Ti prego no insulti!ahahahah.. dai non era malaccio. Poteva essere una buona riserva.

    RispondiElimina
  163. tranquillo, sei in buona compagnia col capo, eheheheh... basta però che non ti legga il mi' socio...

    RispondiElimina
  164. Vabbè vah, notte e ... mani apposto...

    https://scontent-mxp.xx.fbcdn.net/hphotos-xfp1/v/t1.0-9/11008510_10153220432419876_1845332554687186966_n.jpg?oh=d47713a8bca0d12528b8a07fca0a10b5&oe=55D2704E

    RispondiElimina
  165. Le mani vanno messe sulla coppa, non sulle poppe!

    RispondiElimina
  166. Ahah, Oscar alla simpatia

    RispondiElimina
  167. Stadio Vélodrome stasera

    RispondiElimina
  168. This is the man. Yes

    RispondiElimina
  169. Forrest Giamp©. NO.

    RispondiElimina
  170. Hanno una rosa da ridere, hanno un po' mollato sul finale di stagione, sfumato l'obiettivo grosso.

    RispondiElimina
  171. ahahahah, eccolo, te l'avevo detto Loino...

    RispondiElimina
  172. stefano vienna24 aprile 2015 22:46

    Se poi gente come Valero, Mati e lo stesso Joaquin gliela passassero, sarebbe già arrivato al secondo posto. Invece niente, provano a segnare loro purtroppo. Ieri sera ci saranno state sei/sette occasioni buone per alzate la testa e passarla a Gomez, invece niente.

    RispondiElimina
  173. non solo ieri sera Stefano, non solo ieri sera... basta guardarle, le partite... ;-)

    RispondiElimina
  174. minchia! che puntualità!

    RispondiElimina
  175. stefano vienna24 aprile 2015 22:53

    Non gliela passano mai, sfondi una porta aperta. Basta rivedere le sintesi con tutte le azioni sbagliate e già se ne trovano un paio, poi tutte le altre situazioni dove fanno a gara ad ignorarlo. Se invece di cercare conclusioni improbabile, l'avessero passata al tedesco, sarebbe finita 5-0. Salah anche lui a volte esagera.

    RispondiElimina
  176. Salah ieri sera ha rotto il cazzo!
    passala! passala!

    RispondiElimina
  177. stefano vienna24 aprile 2015 22:57

    Mr. Umiltà, Alino Diamanti, ovvero il giocatore arrivato dalla Cina che crede di essere Gesù Cristo, giocherà ancora domenica. Io me ne vado in campagna a fare una grigliata, preferisco non vederlo. Fossi i Della Valle, dopo lunedì sera, lo manderei a zappare l'orto a Casette d'Ete.

    RispondiElimina
  178. purtroppo è proprio così, io vedo questo cristone lassù che si sbatte dal primo al novantesimo (quasi mai visto che viene tolto praticamente sempre) e non becca palla... facciamo un giropalla infinito e troppo lento ma, alla fine, le situazioni le risolviamo con gli 1vs1 di Gioacchino che porta difensori sin dentro l'area piccola e raddoppia quelli che già controllano il tedesco o con filtranti dai sedici metri con difesa schiacciata... per come la vedo io non è il gioco di Marione che quelle che ha risolto se l'è create da solo... ma sono ancora fiducioso che nelle gare che contano lui timbrerà pesante... ad ogni modo, a questo punto, col campionato andato a puttane, dentro i due cinesi la domenica e vediamo di tirare a lucido il tedesco per le due di coppa...

    RispondiElimina
  179. Ma Bielsa? Riacciuffa il 3-3 e perde 3-5?

    RispondiElimina
  180. Numero 1...





    https://www.facebook.com/Calciomercato.it/videos/10153000297337851/

    RispondiElimina
  181. stefano vienna24 aprile 2015 23:08

    Sì, ma almeno l'egiziano qualche gol l'ha fatto. Sono altri, che in 40 partite non hanno mai centro lo specchio della porta, che mi fanno imbestialire. I nomi sono sempre quelli. Mi incazzo perchè non si tratta di doti particolari, ma solo di un minimo di intelligenza calcistica. Di cui sono sprovvisti. Un centrocampista deve sempre sapere dove si trova il centravanti, soprattutto quando un centrocampista si trova al limite dell'area con la palla sui piedi o addirittura quando è dentro l'area di rigore avversaria. Non devi nemmeno guardarlo, devi sapere dove si trova, punto e basta. Non si può vincere un'Europa League se certi giocatori non imparano l'ABC del calcio.

    RispondiElimina
  182. stefano vienna24 aprile 2015 23:12

    Arrivato al limite dell'area o se ha il pallone dentro l'area avversaria, un grande centrocampista fa finta di tirare in porta e poi la passa al centravanti. I nostri tenori invece fanno finta di passarla al centravanti e poi tirano in porta senza mai centrarla.

    RispondiElimina
  183. Camiseta 11

    RispondiElimina
  184. Verissimo. Ma non vorrei che l'egizio prendesse il vizietto del trecciolino colombiano. La dribblite acuta.

    RispondiElimina
  185. stefano vienna24 aprile 2015 23:35

    Sono molto diversi, ma in quello un pò s'assomigliano. Cuadrado però lo iniziava a fare già a centrocampo.

    RispondiElimina