.

.

giovedì 7 novembre 2013

Il Tritato di Coniglio Bombaccio

Sulla scatola del Tritato di Coniglio Bombaccio c’è scritto che gli animali utilizzati sono gli equivalenti dei cani abbandonati in autostrada, ovvero solo quelli fuoriusciti dai cilindri dei maghi e non più rientrati, il prodotto è quindi una Denominazione di Origine Conrollata e Garantita ma con una G in più che è quella del mago Galbusera. Sulla scatola oltre a elogiare tutte le qualità organolettiche del coniglio si danno anche consigli disinteressati per chi ha rapporti anche con animali più problematici (1) Non andare a dormire sotto grandi animali, ad es. elefanti, rinoceronti, ippopotami; (2) Non mettere animale con denti affilati o velenosi sotto i propri vestiti; (3) Non accarezzare certi animali, ad es. coccodrilli, scorpioni o cani a cui si e' appena dato un calcio. Sulla confezione della sua creatura, l’inventore del Tritato di Coniglio Bombaccio ha pensato bene di evidenziare anche quella che è stata la sua filosofia imprenditoriale, quella che lo ha aiutato a credere nel prodotto che lo avrebbe reso immortale “Chiunque dovrebbe credere in qualcosa, io credo che prenderò un altro rum”. La campagna pubblicitaria del prodotto è tutta basata sull’intelligenza di chi sceglie un prodotto di questo tipo per i suoi cani, non a caso si evidenzia il fatto che l'uomo e' cosi' intelligente che si e' scelto come migliore amico un essere i cui bioprodotti, qualora calpestati, gli portano fortuna.  La merda dei cani che mangiano il Tritato di Coniglio Bombaccio porta così fortuna che i loro padroni sono esentati persino dall’uso della paletta perché considerati dei benefattori. Dopo i No Tav che hanno costretto le Ferrovie Italiane a cambiare filosofia sull’Alta Velocità, rallentando cioè i paesaggi invece di accelerare i treni, sono insorti gli animalisti che denunciano il maltrattamento dei conigli utilizzati per il Tritato. L’Amministratore Delegato dell’azienda ha voluto precisare durante una conferenza stampa indetta alla presenza di un coniglio che fumava un Montecristo, che sono tutte menzogne, sostenendo invece che dietro alla qualità del Tritato c’è al contrario una cura maniacale degli animali che poi diventeranno Tritato, e prima di mostrare un filmato su come il coniglio Bombaccio viene allevato a terra e lavato in bagno, ha voluto rassicurare sul coniglio presente e sul suo vizio di fumare sigari cubani. L’AD ha elogiato i conigli Bombaccio sostenendo che hanno una facilità estrema a smettere di fumare e che quindi lo possono fare centinaia di volte, ha inoltre fatto capire, ma in questo caso non lo ha potuto mostrare per ovvi motivi di censura, che i loro animali fanno sesso solo con le conigliette di Playboy. Sulla maglia della Fiorentina di stasera in Romania, accanto a Save The Children ci sarà anche il logo del Tritato di Coniglio Bombaccio, Mencucci ha spiegato questa scelta mettendo in evidenza la qualità della carne e allo stesso tempo il costo della confezione volutamente molto economico che in un periodo di crisi come questo permetterà alle famiglie più bisognose, e quindi non solo ai cani, di mangiare il Tritato di Coniglio Bombaccio, dimostarndo una volta di più la sensibilità della società rivolta al sociale. In occasione della presentazione della maglia con il logo del Tritato, l’AD dell’azienda ha voluto ringraziare Fiorentina sottolineando quanto i due mondi apparentemente lontani siano in realtà molto vicini, perché molti calciatori usano il Tritato di Coniglio Bombaccio per i loro cani, e grazie a questa "vicinanza" ha potuto raccontare un aneddoto riferito a Balotelli,” Lo conosco da quando era piccolo, era un bambino prodigio, andava sempre a scuola con il cane dopo avergli dato da mangiare il nostro Tritato. Ha sofferto moltissimo quando li hanno separati, quando cioè il cane e' stato promosso”.

162 commenti:

  1. Il Barcellona ieri ha giocato quasi senza forzare, in surplace, mi è sembrato; l'azione di Neymar che ha saltato quattro giocatori in area mi ha ricordato Robertino nostro (lui segnava, però).
    Il Milan comunque non penso abbia problemi a qualificarsi, gli basta non perdere le ultime due partite. La juve, anche, nonostante l'ultimo posto, è probabile che ce la faccia, deve vincere con i Danesi e non perdere in Turchia, non mi sembra impossibile. Paradossalmente quella che rischia di più è il Napoli, la migliore squadra italiana in CL, che si giocherà tutto, o quasi, a Dortmund.

    RispondiElimina
  2. Come Real-Juve a Madrid, secondo tempo il Real non ha spinto. Cristiano Ronaldo usa, logicamente, shampoo LoReal........

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore7 novembre 2013 09:18

    ....e soprattutto, in bella evidenza, la brillantina Li netti-amo!

    RispondiElimina
  4. Lapo Elkann "Dopo Juve e Palermo, Napoli la mia terza squadra". Un lurido cesso che é stato anche in galera, un maleducato, un reietto, un gobbo, un pessimo esempio di moralità che se prima odiavo, ora....non ho aggettivi, parole. (Dimostra anche il sudista meltinpot del tifo juventino). Gli danno anche la parola...

    RispondiElimina
  5. Mi presento: sono Lapo!
    Non ho niente dentro il capo
    ma i negroni sempre arrapo:
    ci vorrebbe la Gestapo

    per donarmi un grattacapo
    e veder se resto sciapo.

    RispondiElimina
  6. Il Napoli se pareggia a Dortmund passa, per niente facile né automatico, altrimenti serve o un pareggio o una vittoria in casa con l'Arsenal a seconda del risultato dei tedeschi. Paradossalmente è quella che dopo aver giocato meglio ed aver fatto già 9 punti (sufficienti alle strisciate) rischia di rimanere al palo.

    RispondiElimina
  7. ...o lo prendo in cul da Balo!

    RispondiElimina
  8. stefano vienna7 novembre 2013 10:34

    Bravo, veramente ridicolo questo Lapo. Molti trovano immorale che i giocatori alla Ronaldo guadagnino tanto. Alla fine, come disse una volta Massimo Troisi, la colpa è di chi è disposto a dargli tutti quei soldi, ma, a parte questo, li guadagnano onestamente ovvero a seconda della loro bravura e in base ai meriti.


    Siamo abituati invece a non indignarci per l'emergere di una elite sempre più chiusa di figli di papà, dove la nascita decide chi ha soldi e potere. Voi direte, è sempre stato così, bè,2 non sempre e non ha questo livello (statistiche parlano di un crollo della mobilità sociale nei paesi avanzati). Una volta poi c'era molto più pudore, un Lapo non andava a fare la morale, ma lo avrebbero nascosto dall'attenzione.


    E i figli di Ronaldo, se giocheranno a calcio, verrano pagati per quello che si meritano.


    Il mondo (occidentale) è veramente cambiato tanto, e in peggio.

    RispondiElimina
  9. LUD scricchiola sul sitone, segnali di cedimento, tiene molto meno di quel che ha tenuto (sopportato) un panchinaro del sitollock come me....

    RispondiElimina
  10. stefano vienna7 novembre 2013 10:36

    Ho visto il Dortmund ieri sera e devo dire che è lontano parente di quello dell'anno scorso. E poi, come il Bayern con noi, furono spediti in finale di forza, chiedetelo a Joaquin. Comunque in CL, io tifo Napoli.

    RispondiElimina
  11. Sopra, da vivo sei gentile ma da Morto rivolgi offese personali a Lud: chiudi bandone, come dovrebbe fare Pollock se avesse un minimo di dignità invece di far lo spiritoso col tritato di coniglio Bombaccio, roba che piuttosto mangerei la radica dei cruscotti di Lele. E ora lasciamo le barzellette e veniamo a Savic, arrivato a 15 milioni di stima: via, ovviamente via! Sembra che il rimpiazzo sia da cercarsi fra Musacchio e Kaboul, il resto dell'introito nel sacco per riscattare Cuadrado.

    RispondiElimina
  12. Musacchio è ottimo, ha garra, concentrazione, marca bene, e sa giocare a calcio. Unica cosa, nemmeno lui è un gigante, ma forse per quello pensano al terzo difensore, a meno che non vogliano buttare 10 milioni per Criscito.

    RispondiElimina
  13. In quanto al «panchinaro», Sopra, niente è più sgradevole che la falsa modestia.

    RispondiElimina
  14. Criscito non arriverà mai, non a quel prezzo.

    RispondiElimina
  15. Rassicurami ancora, ti prego, ahah

    RispondiElimina
  16. Nereata di Merdelio (il Salvatore da quel disastro di Sinisa... ahahahahahahahahah! Ora vedrete cos'è il gioco del calcio... ahahahahahahahahah! Finalmente uno che darà gioco alla squadra... ahahahahahahahah! Delio per sempre... ahahahahahahahahahahah! Diamogli tempo, sono solo sette mesi che lavora sul progetto... ahahahahahahahahah! Con Ljajic ha agito da buon padre di famiglia, ci vogliono anche i ceffoni... ahahahahahahahahah! Ci pentiremo di averlo mandato via... ahahahahahahahahahah! Esonerarlo è decisione ipocrita e ruffiana verso il Palazzo, da parte dei DV... ahahahahahahahahahah! O mio Dio, gli sdaioli e il Multinick e' m'han fatto morire da i' ridere per anni e unn'è finiha ancora... ahahahahahahahahah!) per salvar la panca: difesa a 5!!!!!

    RispondiElimina
  17. Il tritato di coniglio Bombaccio mi fa venire in mente la canzone di Shaggy:

    http://www.youtube.com/watch?v=6W5pq4bIzIw

    RispondiElimina
  18. Contro questo ridicolo fortino basterà Cuadrado, a saltar birilli: il resto, sarà come tirare un filo smagliato dal vecchio maglione della nonna.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore7 novembre 2013 12:15

    Non dimentichiamo Hegazy, è forte il ragazzo.

    RispondiElimina
  20. Problemini di Seferovic con la Real Sociedad:

    http://www.violanews.com/altre-news/seferovic-e-un-gesto-che-fa-infuriare-i-suoi-tifosi-foto-20131107/

    RispondiElimina
  21. Africa con lo Zenit ma non il Nadir



    Ieri ho visto lo Zenit di Zemanviola, solo il secondo tempo quindi giudizio
    parziale. Lo Spalletti li fa giocare un 442 di base ma con molto
    movimento quindi variabile, con gran pressing, ma colpevole di immettere
    Arshavin in grave ritardo, uno che sa fare la differenza e che se
    davvero ci fosse una trattativa per Savic, da mettere assolutamente come
    contropartita parziale! Fino ad allora davanti regge solo un veloce
    Hulk, che pero' non ha piedi vellutati e infatti si mangia il rigore. In
    verità se ne procura un altro ma lo scarso arbitro fa finta di nulla.

    Criscito molto bloccato, non fanno il 352 quindi non avanza molto, prova dicreta niente di eccezionale, non vedo come si possa progredire con lui.

    Alonso é un prospêtto che promette molto di piu' non appena smetterà la timidezza e metterà grinta necessaria.



    Lele

    RispondiElimina
  22. E' anche rotto, il ragazzo.
    Non dimentichiamoci anche di Camporese, io ancora non lo do per perso.

    RispondiElimina
  23. Chiarificatore7 novembre 2013 12:23

    Anche io, come Lele, penso che Alonso valga, sa coprire tutta la fascia ed è completo, deve solo giocare per crescere in sicurezza.

    RispondiElimina
  24. Alonso comincia dove finisce Criscito, in un 3-5-2, potrebbero anche giocare insieme, l'italiano terzo di sinistra dietro [appena discreto difensivamente, scarso fase offensiva], lo spagnolo più avanti a fare il treno di fascia [acerbo e impacciato difensivamente, con grandi potenzialità in fase di spinta]. Ma è soluzione che non auspico, Criscito è reduce da un grave infortunio, mai stato un drago, e non ha certo la forza fisica e il gioco aereo che servono per il salto di qualità. Soprattutto, costa troppo per il valore reale. In Russia andrei invece a prendere Mario Fernandes, difensore brasiliano dal potenziale enorme, ancora in gran parte inesplorato. Con Montella credo esploderebbe definitivamente, è diverso, ma ha mezzi non inferiori ai Thiago Silva e ai David Luiz.

    RispondiElimina
  25. Camporese, dopo un ottimo impatto con la A, fu retrocesso in fretta e furia in Primavera, e tutti, anche tecnici nazionali come Evani, parlavano anche apertamente di un ragazzo che aveva perso l'umiltà. E si vedeva anche, vedendo giocare la Primavera, giocava con la sufficienza di chi scende in campo per fare un favore, nemmeno fosse Beckenbauer...Poi è stato tenuto quasi sempre fuori, per una serie interminabile di infortuni. A Cesena non ha giocato una partita, sempre per gli stessi motivi. Non so, a me questa storia comincia un po' a puzzare...Un po' come El Shaarawy.

    RispondiElimina
  26. A Roma cominciano ad assaggiare la medicina amara del trattamento Braschi. Da domenica carta stampata locale e tv/ radio martellano coi piagnistei per i presunti torti subiti in queste giornate. La realtà dice che a Torino c'era un rigorino su Pjanic e nient'altro. L'indignazione copre la vera paura che hanno, cioè di aver fatto una sgroppata come il filotto record Spallettiano, esaltante ma che poi non portò a niente in termini pratici. Il Napoli spero vada più avanti possibile in coppa, visto che m'interessa il grado d'usura dei loro due centrocampisti centrali, in quanto lo ritengo una possibile causa di crollo. La Juventus può anche non qualificarsi, anzi sarebbe meglio. Questa, stando ai loro proclami, era la stagione per l'attacco alla Champions, è probabile che il primo morso li abbia già convinti che si tratta di un pane troppo duro per i loro dentini, ma credo che un fallimento europeo possa ancora avere strascichi su allenatore e squadra. Sono satolli di titoli nazionali e loro basano molto delle loro prestazioni sulla tensione nervosa. La Viola dovrà avere un passo costante e dovrà mantenere in trasferta le premesse di questo primo scorcio di campionato. Il rientro di Gomez ci doterà di quel grimaldello indispensabile per aprire le squadre che verranno a chiudersi in casa nostra ed il Franchi ridiventerà il mattatoio dello scorso anno. Gireremo a 4 punti dalla prima, stavolta la squadra ha fatto una preparazione intera con la rosa quasi al completo e non credo si rivedrà il calo post natalizio dello scorso anno. In ogni caso possediamo le chiavi tattiche collaudate per scongiurarlo. Forse la rimonta incentiverà la proprietà a guarnire al meglio la squadra con piccoli ma utili corretivi di mercato, per presentarsi al via della seconda parte senza ipotetici problemi in caso di defezioni forzate.

    RispondiElimina
  27. Vorrei tanto condividere il tuo ottimismo, ma la nostra non mi sembra proprio una squadra da scudetto, penso al massimo a un terzo posto, e ci spero. Il vero Gomez non credo lo rivedremo prima di gennaio, l'infortunio non era da poco. Sul mercato gli interventi non dovrebbero essere piccoli, ma massicci, se vogliamo davvero fare il salto di qualità.

    RispondiElimina
  28. Foco continua coi suffumigi, affondando spilloni in bambolotti giallorossi, bianconeri e azzurri... ahahahahahahahahah! Da ave' paura di fagni un torto, e ci si ritroa in ospedale in rianimazione come ridere... ahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  29. Chiarificatore7 novembre 2013 13:13

    Guardando i disordini di Napoli penso al cinepattonaro alla mercé di questa barbarie, le sue fortune dipendono da essa.

    RispondiElimina
  30. Deyna, non è ottimismo, è fredda disamina. Non siamo inferiori alla Roma, il Napoli è stato messo sotto nonostante le differenze di condizioni, la Juve addirittura battuta. Cosa ci manca per avere le stesse credenziali di queste tre?

    RispondiElimina
  31. Chiarificatore7 novembre 2013 13:18

    Io sono pienamente d'accordo con Foco, ed aggiungo che secondo me il suo ragionamento non si fonda sull'ottimismo del tifoso ma su una rigorosa analisi dei fatti e delle forze in campo. Analisi che sarebbe universalmente condivisa se la Fiorentina fosse una strisciata.

    RispondiElimina
  32. Beh, grosso son grosso, rasato e tatuato pure, però ho animo da missionario comboniano e salvo i gattini da in mezzo la strada ahahahah

    RispondiElimina
  33. Se perde a Dortmund il pareggio in casa con l'Arsenal non gli basta a meno di un'improbabile passo falso del Borussia col Marsiglia. Anzi gli potrebbe non bastare nemmeno la vittoria se finiscono tutti a 12. Nella classifica avulsa è l'unico che, per ora, ha perso con due reti di scarto nei confronti diretti. Insomma se non pareggia in Germania (e allora è passaggio matematico) la strada s'impenna.

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore7 novembre 2013 13:26

    Sono pienamente d'accordo proprio sulla base della fredda disamina, e l'ho scritto anche qui sopra.

    RispondiElimina
  35. Chiarificatore7 novembre 2013 13:27

    Cinepanettonaro.

    RispondiElimina
  36. stefano vienna7 novembre 2013 13:35

    Non è una questione di ottimismo o pessimismo, il futuro è imprevedibile almeno per quanto riguarda la Fiorentina. Finora non siamo stati continui nei risultati, ma continui nelle prestazioni. I punti persi sono stati però non casuali. Certo, con Gomez, avremmo segnato di più, ma finora si sono persi punti per altri limiti. Con Cagliari e Parma, beccare gol alla fine non può essere imputato all'attacco, ma alla fase difensiva e ad una disposizione troppo spregiudicata nei minuti finali. Col Cagliari Montella aveva finito i cambi, col Parma viste le difficoltà è stato costretto a sbilanciare la squadra e non è riuscito a ribilanciarla dopo il vantaggio. Con l'Inter non ha voluto bilanciarla, ma avrebbe potuto. Con il Napoli, l'assenza di Gonzalo avrebbe secondo me dovuto essere affrontata con una difesa più agguerrita inserendo Tomovic a sinistra al posto di Pasqual.
    Si può anche pensare che con Gomez in campo, Montella dovrà occuparsi più della fase difensiva e non sprecare sostituzioni davanti per sbloccare o recuperare le partite.


    Insomma, per un motivo o per l'altro, non abbiamo ancora fatto un filotto di vittorie. Ne riparleremo se e quando lo faremo.

    RispondiElimina
  37. Per ora 7-10 punti in classifica

    RispondiElimina
  38. Con l'umorismo un po' macabro e paradossale che ti ritrovi, non oso pensare ai tatuaggi che ti sei fatto, ahah.

    RispondiElimina
  39. "Pattonaro" mi sembrava più consono ahahahaha

    RispondiElimina
  40. Chiarificatore7 novembre 2013 13:47

    Non bestemmiare Anto, il castagnaccio per noi del levante rappresenta ricordi indelebili proprio legati al dopo partita giocata.
    Capisco che voi del ponente siete più raffinati, eh eh eh.

    RispondiElimina
  41. qualcuno vuol riassumermi velocemente l'esegesi del tormentone del bombaccio?

    RispondiElimina
  42. Solo roba asiatica. A gennaio vado a Budapest per il capolavoro in un tattoo shop tra i migliori d'Europa ( e meno cari in fiorini ungheresi). Non per altro, no no.

    RispondiElimina
  43. Ahahaha, non pensavo alla pattona, ma, per assonanza, al pattume, nel caso di Auricchio DL.

    RispondiElimina
  44. Chiarificatore7 novembre 2013 13:59

    Giulioc, il Gat, dopo essere stato messo alla berlina dal Bombaccio, lo ha qualificato come un coniglio e lo minacciato di farlo tritare dai suoi cani, in modo così sintetico ed esilarante da farci dubitare che a scrivere non fosse il Gat ma un burlone di casa nostra, ad esempio i perfidi Colonnello e Deyna.

    RispondiElimina
  45. Giulioc ti posso dire quanto ho capito io nella mia limitata, ma oggettiva mente da ingegnere negata alla fantasia. "Bombaccio" è il nick col quale un tale sul sitone ha rivolto attacchi brevi ma ficcanti a quell'altro fenomeno che si firma colà GAT. Quest'ultimo ha allor detto che ha dei cani che nutrirà col tritato di coniglio Bombaccio, scatenando ilarità e perculeggiamenti che ancor non ci lascian tregua. Così è raccontata da ingegnere e frizza poco, per capire meglio bisognerebbe aver vissuto il clima decennale (credo) di frizioni, attriti perculeggiamenti e carezze che hanno interessato argomenti svariati, non solo il calcio cioè, ma anche antisemitismo, sionismo, nazismo, comunismo, vita spicciola, corna e pettinature e chi più ne ha più ne metta. Non so se hai questo background di esperienza sitaiola nella mancanza del quale è difficile farti capire.

    RispondiElimina
  46. La pattona da noi è la polenta, quando la si mette a freddare sulla tavola di marmo. Sì che i bambini la rubavano col dito da cui il detto: "e sta a vedere se te la trombano, la potta la un n'è miha pattona e un ci riman miha le ditae!" detto per tranquillizzare chi aveva la moglie arzilla e qualche sospetto.

    RispondiElimina
  47. Chiarificatore7 novembre 2013 14:07

    Dubitare sta per pensare.

    RispondiElimina
  48. Mi piacerebbe chiederti i motivi per i quali una persona intelligente come tu appari essere si strazia la pelle con queste cazzate. Quel coglione del mi' figliolo grande s'è fatto un dragone del cazzo su una spalla che tutto le volte che lo vedo mi verrebbe voglia di prenderlo a calci in culo (se non fosse 1,90 e pesasse 120 kg!). I misteri della psiche.

    RispondiElimina
  49. Jordan ai tempi dell'università

    RispondiElimina
  50. Sarà difficile. Quando vo a casa e te la posto la mi' foto da universitario, tutto pettinatino, bellino e a specifica.

    RispondiElimina
  51. ahah, in estrema sintesi, eri... ordinato!

    RispondiElimina
  52. Sì, almeno apparentemente.

    RispondiElimina
  53. Sarei anche d'accordo con te, Jordan, ma visti i poteri paranormali, oltre che quelli fisici, di Foco preferisco svolgere un'apologia del tatuaggio, quanto più cazzoso esso possa essere.

    RispondiElimina
  54. Intanto per Deyna da i' mi' figliolo, quello co' i' tatuaggio, da' i' Brasile segnalazione di Hernanes o Brocador (i'trapano) centravanti del Flamengo, quello che ha messo in panca Marcelo Moreno ed ha segnato già 32 gol quest'anno. Tipico elemento da area di rigore, la butta dentro.

    RispondiElimina
  55. Ahahahahahahahahahahahah! Ecco perché gni piace i' Nipote!

    RispondiElimina
  56. Allora unn'è bono, unn'è un falso nueve, e' ci stravolgerebbe i' gioho.

    RispondiElimina
  57. e no, gli è un nueve vero, di quelli che stanno in area e ci hanno i' difetto macabro di buttalla dentro. Roba fori di moda.

    RispondiElimina
  58. I poteri fisici mi fanno poca paura, non essendo io a portata di mano, a quelli paranormali non ci credo gran che, però Foco lo rispetto lo stesso per quello che dice, per questo mi meraviglia questa storia de' tatuaggi.

    RispondiElimina
  59. Sui tatuaggi ci sarebbe da fare un trattato chilometrico, personalmente non mi piace il figurativo, solo alcuni ripresi da antiche tradizioni, o rivisti in chiave moderna, che seguono ed esaltano le linee del corpo. O altri molto simbolici. Però mi piace guardarli sugli altri, su me stesso non mi piace averli, anche perché cristallizzano l'idea e il gusto di un momento, dopo del tempo sicuramente non mi ci riconoscerei più, e me ne pentirei. Va detto che se guardiamo ad esempio quelli di gran parte dei calciatori - specchio fedele della gran parte della popolazione - sono accozzaglie di segni che vanno dal non senso al pessimo gusto. E qui bisognerebbe che intervenisse Pollock, perché se il corpo è una tela, non capisco il volerla riempire il più possibile, soffocando gli spazi "vuoti".

    RispondiElimina
  60. Grazie, un po' l'ho visto, pare uno che in area sa fare il suo mestiere, ci sguazza. Essendo esploso un po' tardi, è da vedere che non sia un fuoco di paglia...

    RispondiElimina
  61. E adesso una domanda a tutti voi, poveri e squallidi favoni mai veramente iniziati ai misteri del quattrotretre e del chiamate Roma treunotreuno: quale risultato auspicate per Juve-Nabole?

    RispondiElimina
  62. Pareggio, con più infortuni possibile [tranne Tevez e Higuain, claro, che mi devono arrivare al Mondiale].

    RispondiElimina
  63. Higuain tirerà, a tal uopo, i remi in barca verso marzo: ci conto.

    RispondiElimina
  64. Tevez invece sprinterà fino in fondo, perché Sabella per ora non lo caca, ma c'è grande pressione perché sia chiamato...Che si conservi El Kun Aguero, cresciuto tantissimo.

    RispondiElimina
  65. Bombaccio ha detto a GAT quello che tutti pensavamo o aspiravamo : vorrei romperti. Il GAT ha risposto che c'ha i cani. I cani hanno fatto sapere tramite avvocato che sarebbero d'accordo con Bombaccio e si offrono per una transazione. Antoine Rouge ha aperto una fabbrica vegana di cibo per cani. Sopravvissuto è morto. Lud ha tolto la finta radica dal cruscotto dell'auto, tanto era incidentata. L'assicurazione non gli copre il cruscotto sradicato. Juve merda. GAT ha presentato De Johnette a se stesso. De Johnette non era l'unico a sapere chi cazzo fosse. La cameriera ha declinato l'invito per un giro a Sodoma. Milan merda puzzolente. Siamo intercettati da oscuri ascoltatori. " le fragole sono mature"- ripeto -" le fragole sono mature". Bombaccio ha un gatto. Brooke risposa l'ennesimo Forrester. Cartesio merda. GAT lovva Cigarini nonostante l'atalantino gli abbia ripetuto più volte che si è trattato solo di un episodio sporadico al college. Bambaccio ne prende atto e si fidanza con Marco Siena.

    RispondiElimina
  66. Allagamento totale del merdus stadium

    RispondiElimina
  67. I tifosi napoletani prendono e se ne vanno dallo stadio al primo coro sul Vesuvio, 23" dopo che l'ultimo è uscito, terremoto (*).


    (*) Tevez è rimasto a casa con un'influenza diplomatica, in realtà indaffarato con due escort inviate da Balotelli per una vecchia pendenza dai tempi del City.

    RispondiElimina
  68. Foco, però avrei voluto veder la scena: tu, grande e grosso, rasato, tatuato, eccetera che approcci la cameriera "hai un bel culo, m'interessa molto".
    Secondo me la poverina, terrorizzata, ha cambiato Regione, come minimo.

    RispondiElimina
  69. ... le quali escort attaccano una malattia venerea all'Apache che deve stare mesi e mesi a riposo.

    RispondiElimina
  70. Ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  71. Resta comunque il fatto che il tritato di coniglio Bombaccio è l'unica cosa veramente geniale che il Gat è riuscito a scrivere in vita sua. Gliene sia riconosciuto doveroso ed imperituro merito.

    RispondiElimina
  72. Daisy... ahahahahahahahahahah! Il Sopra in strepitosa forma renudista... ahahahahahahahahah! Daisy... ahahahahahahahahah! E Pitagora... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  73. Per quello che mi riguarda il tatuaggio deve avere un significato personale, non amo le figure in genere e chi si ricopre per esibizionismo. Io ho più che altro ideogrammi che rappresentano le iniziali dei miei cari, parole che mi sono servite come promemoria in momenti di scarsa forza e quando le cose erano più nere della pece, simboli che raccontano un po' la mia vita finora. Ho una passione per l'Asia e in particolare per il Giappone e la sua cultura, per questo farò uno strappo alle mie regole sui tatuaggi facendomi disegnare una carpa Koi che esce dall'acqua. Le koi sono un'altra mia passione per la loro bellezza, le allevo per hobby e hanno un significato simbolico molto forte e preciso. Il tatuaggio, secondo me, deve essere fatto quando lo si sente come completamento di se stessi, non per moda o per esibizionismo. Il fatto che ti accompagna per il resto della vita deve essere sempre tenuto in considerazione e ,per questo, deve raccontare la persona nei suoi lati immutevoli.

    RispondiElimina
  74. Metallica Vita, questi manco sanno chi sono.....!

    RispondiElimina
  75. 2-1 per le merde che di riffa o di raffa non si lasceranno sfilare l'osso dal sotto il naso. Il Napoli gioca meglio ma le merde si mangiano l'erba del campo, Real docet!

    RispondiElimina
  76. Sopra sta assassinando Lud come Claude Rains faceva con Ingrid in «Notorious»: un po' di veleno ogni giorno... Coraggio, Zazà, verrà il tuo Cary Grant, Jordanone nostro, a salvarti, alla fine! Luna di miele in Tierra NuevE (ahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  77. Discorso scudetto, lascerei perdere simili obbiettivi perché non sono ancora alla nostra portata, manca ancora qualcosa dentro e fuori del campo; i punti persi non sono imputabili al fato o alla sorte avversa e nemmeno, udite udite, alle casacche gialle (oddio, forse un paio.....), li abbiamo persi per dei limiti che ci portiamo appresso dall'anno passato e che ancora permangono. Avremmo anche un calendario agevole ma abbiamo accumulato un bel distacco, la EL ci toglierà parecchio da Gennaio in poi, difficile reggere su due fronti ad alti livelli, per adesso non farei programmi, se ne riparla a primavera.

    RispondiElimina
  78. O un'è Steve Harris?

    RispondiElimina
  79. Yes, Harris della vergine di ferro.

    RispondiElimina
  80. No, è abituata a peggio lavorando in un locale. Se mi fossi presentato con un mazzo di rose credo non mi avrebbe concesso la pratica rettoscopica comunque. Pazienza.

    RispondiElimina
  81. OH! Zitti tutti! Ho sentito un colpo di tosse! Sarà l'oscuro lettore?

    RispondiElimina
  82. Può darsi, è il primo anno che si mette in evidenza a livello serie A e di anni ne ha già 27. Però di gol ne ha sempre fatti, solo che il S.Paolo, che ne deteneva il cartellino, lo ha mandato in prestito un po' in qua e un po' in là. Può essere stato solo assistito male o può essere un fuoco di paglia, l'anno scorso però fu il miglior cannoniere della B. E' comunque uomo di area, all'Inzaghi, uno che vede molto la porta ma che non partecipa molto alla manovra. In una squadra che gioca alta come la Fiorentina magari andrebbe anche bene. Quanto a Moreno fuori squadra credo lo abbia messo soprattutto la fauna femminile carioca alla quale è molto sensibile e che non è certo disprezzabile.

    RispondiElimina
  83. Beh, allora tanto vale non aver speso soldi per le rose ahahahaha

    RispondiElimina
  84. Era Gat che copriva un peto. FOCO, disamina in parte vera ma...perché i due fronti dovrebbero condizionare noi e non le altre che girano l'Europa? Possibile che non abbiano défaillance? Ieri (Milan) e martedì (in parte, Juve) siamo stati ascoltati, lassù nell'Olimpo, quindi continuando a pregare, a fare fioretti (che so...non mangiare carne- ma ANTOINEROUGE e BLIMP sarebbero avvantaggiati- oppure limitare il sesso- qui si avvantaggia Gat...e Beberry....e Mambo....e Conte Mascetti.....e Nuvola.....e California....e Marco....)potremmo intercedere per un momento-no delle battistrada, nel senso anche di mignotte che sostano per il loro meretricio arbitraggio domenicale, sabatino, etc.. Se insisti e resisti, raggiungi e conquisti! (garantito 100% Sopravvissuto)

    RispondiElimina
  85. Ahahahah, Sopra, GAT per coprire i peti mette un disco di Coltrane. Comunque, per non rischiare di passare per fake pure io, mi sputtano: sono uno di questi

    RispondiElimina
  86. E' il momento di portarlo a Firenze, allora, se qua trova la [inserisci nome di montolivetta a caso] ti fa 40 gol a stagione!

    RispondiElimina
  87. Canti? Ma ti ha intervistato il Gat?

    RispondiElimina
  88. capisco... io leggo ogni giorno il sitone e scrivo -poco- col nome di zafferano, ma confesso di saltare a piè pari i commenti del gat, che mi sono indigesti come tutta la cattiva letteratura

    RispondiElimina
  89. Facile: il secondo dall'alto nella fila di destra. Anche un bambino ci sarebbe arrivato.

    RispondiElimina
  90. Formazione ufficiale: Munúa, Gonzalo Rodríguez(C), Alonso, Roncaglia, Compper, Aquilani, Cuadrado, Fernández, Joaquín, Yakovenko, Ryder Matos. Bene, bene, Quindi domenica: esordisce Rebic dal primo minuto, Giovacchin in panca e se Aquilani accusa stanchezza, Vecino.

    RispondiElimina
  91. Formazione ufficiale: Neto e Borja Valero a riposo, gioca Munua:

    Munúa; Roncaglia, Alonso; Gonzalo Rodríguez (C), Compper, Aquilani; Cuadrado, Mati Fernández, Matos, Joaquín, Iakovenko,
    In panchina: Neto, Savic, Pasqual, Tomovic, Borja Valero, Capezzi, Ilicic.

    RispondiElimina
  92. Rosa fantastica, fantastica...

    RispondiElimina
  93. Io la definirei quasi "fresca aulentissima"

    RispondiElimina
  94. Mignonne, allons voir si la rose...

    RispondiElimina
  95. Cueillez dès aujourd'hui les roses de la vie!

    RispondiElimina
  96. Et les fruits passeront la promesse des fleurs...

    RispondiElimina
  97. http://www.youtube.com/watch?v=xaXQPuIEZKo

    RispondiElimina
  98. That which we call a rose by any other name would smell as sweet.

    RispondiElimina
  99. Stat rosa pristina nomine...

    RispondiElimina
  100. Corrò la fresca e matutina rosa,/ che, tardando, stagion perder potria.

    RispondiElimina
  101. preferisco questa versione http://www.youtube.com/watch?v=vPHw7YCwkwk

    RispondiElimina
  102. The rainbow comes and goes, and lovely is the rose.

    RispondiElimina
  103. Röslein, Röslein, Röslein rot, Röslein auf der Heiden. 3 a 1, doppietta di Matos.

    RispondiElimina
  104. per me questa è la sera di jako.. o ora o mai più

    RispondiElimina
  105. E ora seguitate a di' cazzate sulla rosa! Dentro Borja e Cuadrado sulla fascia che ni' mezzo l'è più sperso d'un cieco n'una sparatoria! Se si perde con questi morti c'è da andare a nascondisi.

    RispondiElimina
  106. Pure il gol in rovesciata...

    RispondiElimina
  107. Cuadrado con troppa sufficienza, il fallo su Yako era da rosso, sul gol Roncaglia doveva stare più vicino al crossatore. Mati ottimo ma perde sempre l'attimo finale, decisivo nei 20 metri.

    RispondiElimina
  108. Un fatto positivo è che il lavoro mi ha impedito la visione di questo primo tempo.
    Nella diretta testuale del sifone, alle formazioni, c'è scritto "Fiorentina (4-4-3): ...", che venendo da una fonte giornalistica immagino diventerà la nuova evoluzione del calcio secondo Lud.
    Vabbè, volevo sdrammatizzare, mi guardo il secondo tempo sperando di portare un po' di culo.

    RispondiElimina
  109. Se c'era Neto era di sicuro colpa sua, però non son palloni facili da prendersi. Per me è una gran botta di culo, l'ha presa con lo stinco e s'è alzata a pallonetto nel sette.

    RispondiElimina
  110. Squadra leziosa, oziosa, consapevole della propria superiorità che ama specchiarsi in se stessa, in qualche bello spunto siamo stati pericolosi ed il goal è frutto della casualità, il pallone preso di stinco assume una traiettoria improbabile, imprevedibile, in ogni caso il primo tempo è stato pessimo, troppa piaggeria. Prevedo una bella sciacquata nello spogliatoio, è bene darsi una sveglia, non è a rischio il passaggio del girone ma una buona fetta di credibilità, così non va bene.

    RispondiElimina
  111. Nella prima mezzora eran più impauriti di' coniglio Bombaccio, poi l'hanno trovato qui' go' bello ma acculato e gli è passata la paura. Noi siamo poco con questa formazione, però meglio di loro si dovrebbe sempre essere, ma go' lo fa Gesù. Ora entra Borja, come detto.

    RispondiElimina
  112. In effetti doveva bastare questa formazione, quantomeno per non correre rischi e offrire un rendimento minimo sufficiente a non fargli alzare la testa. Occasione persa per alcuni, da un punto di vista caratteriale principalmente.

    RispondiElimina
  113. Altro atteggiamento, altra partita, occasioni a pioggia, "solo" 2 goal ma potevano essere 5 o 6; Montella si è fatto sentire, la squadra ha risposto alla grande.

    RispondiElimina
  114. Joaquin può giocare anche a sinistra, si sapeva, tranne uno. Il modulo è cambiato 4 volte nel corso della stessa partita, si sapeva pure questo. Tranne uno.

    RispondiElimina
  115. Chiarificatore7 novembre 2013 20:54

    Tolti Messi e Cristiano Ronaldo c'è un giocatore al mondo col quale cambiereste Cuadrado?

    RispondiElimina
  116. Diciamo che non sono proprio gli stessi ruoli, in quel ruolo di meglio c'è solo Bale a mio parere.

    RispondiElimina
  117. Io no, solo uno che gli appaierei sull'altra fascia, e gioca a Madrid

    RispondiElimina
  118. Aguero, Tevez, Leandro Damiao, Neymar, Cavani, Falcao, Bale [quello inglese], Iniesta, Suarez, Ibra, Higuain, Negredo...questo per quanto riguarda elementi offensivi, e probabilmente dimenticandone qualcuno.

    RispondiElimina
  119. Accendere la tv pensando che la partita iniziasse alle 20.45, e trovare la Fiorentina che a 10' dalla fine perde col Panndurii. Il bello è che è stato piacevole non avere nemmeno il tempo di tirar due bestemmioni, e vedere prima Matos, poi Borja, ribaltare il risultato.

    RispondiElimina
  120. Basta fallo giohare 'ndo sa e come sa senza 'nfruscagli i'cervello con tante compricanze. Sulla fascia, soprattutto se vien di dreo l'è un ritrecine, ni' mezzo gli è un rigiramestoli.

    RispondiElimina
  121. Un po' di culo l'ho portato, anche se la rimonta è stata meritata. Il gioco del secondo tempo così così, questi erano veramente gli Scarsi Ignudi di Peretola (sull 1-1perdevano tempo per festeggiare un pareggio che matematicamente serviva loro un cazzo, non c'è da aggiungere altro), più che altro la differenza l'hanno fatta le incursioni di Cuadrado e l'ingresso di Borja, che oltre al suo solito (classe, cervello, onnipresenza) ha immesso una notevole dose di grinta da trascinatore. Speriamo di non essere troppo spremuti per domenica.

    RispondiElimina
  122. o Deyna ma te tu dormi! e lo sapea anche i'gatto che cominciaa alle sette! Però tu ha' visto i'meglio se tu ha' visto gli urtimi dieci minuti.

    RispondiElimina
  123. Eh non avevo guardato siti né nulla, tutto convinto, e mi han fregato.

    RispondiElimina
  124. Detto alla fine di' primo tempo, qui sotto: "E ora seguitate a di' cazzate sulla rosa! Dentro Borja e Cuadrado sulla fascia che ni' mezzo l'è più sperso d'un cieco n'una sparatoria! Se si perde con questi morti c'è da andare a nascondisi." Entrato Borja e rimesso (alla fine) Cuadrado 'ndo deve stare e s'è vinto 'n dieci minuti.

    RispondiElimina
  125. Chiarificatore7 novembre 2013 21:13

    Io anche con Bale ora non lo cambierei.

    RispondiElimina
  126. Chiarificatore7 novembre 2013 21:21

    Altro fatto positivo, ora c'è anche Ilicic.

    RispondiElimina
  127. Pagelle: Munua - ditelo voi se no viene quell'altro di' sublime sottinteso a rompere e coglioni; Roncaglia: 5,5 un paio di pecionate che apran le porte, qualche chiusura vigorosa, i'cross di' go' vien dalla su'parte, 'nsomma...Gonzalo 7 sicuro nonostante un centrocampo un po' sparpagliato ni' primo tempo, Compper 6 attento a fare i'suo, senza lampi e senza toni, Alonso 6+ meglio di sempre 'n viola, prestazione almeno vigorosa. Cuadrado 7+ sperso come un cieco in una sparatoria ni' mezzo a i' campo, rimesso a i' su' posto decide e spariglia, come sempre. Aquilani 6,5 a me mi sembra che i' suo lo faccia sempre e anche bene, Mati Fernandez 6,5 anche lui non va affatto male e gioca ad ampio raggio, più di sempre, Joaquim 6,5 sbaglia un bel goal all'inizio, ma c'era andato, cerca la profondità, fino alla fine, positivo. Matos 6 era andato maluccio, ma poi è lì a segnare il goal del pareggio da rapace d'area e dopo due minuti aveva anche raddoppiato con mossa simile e sie merita di passare. Yakovenko 5 un paio di corse ll'inizio poi scompare, oggetto sempre più misterioso. Borja Valero 7,5 entra, prende 'n mano la situazione e poi fa anche un go' e mezzo (il secondo glielo nega il portiere), Ilicic 6,5 si guadagna due o tre punizioni e dimostra di esserci, Capezzi 6 d'incoraggiamento, in realtà gioca troppo poco per un voto, ma .entra senza paure sullo 0-1 e si finisce 2-1 o che vorrà di' qualcosa?

    RispondiElimina
  128. Munua 5,5 a me pare un mezzo portiere e non per il goal preso. Non credo sia meglio nemmeno di Lupatelli.
    Gonzalo 6,5 un assist al 53' per Borja che spreca calciando da terzinaccio, altri lanci da dimenticare, bene in difesa.
    Compper 6 nel primo tempo in mezzo alle pennichelle collettive della difesa, dopo poco altro.
    Roncaglia 5,5 male nel primo tempo, nel secondo regala un contropiede addormentandosi su un pallone innocuo e docile.
    Alonso 5,5 dietro non mi piace per niente, in spinta è un altro giocatore, ha personalità e forza, raddoppia ed il piede lo ha buono per i cross e per tirare, il posto di Pasqual può rilvearlo tranquillamente ma in copertura deve e può migliorare tantissimo.
    Aquilani 6+ classica partita da luci e ombre, bene, benissimo in alcune giocate ma fa meno filtro del solito in mezzo e costruisce gioco con poca efficacia.
    Mati 5 occasione sprecata, un guizzo, due dribbling buoni e poi niente.
    Matos 7 nel primo tempo è il più vivace, nel secondo marca pure e come al solito conferma la bontà delle sue qualità che sono tante.
    Borja 7 accende la luce come suo solito, incide nel mezzo e da vivacità la davanti, marca pure un goal, entrare e suonare la carica non deve diventare un'obbligo. Poteva rifiatare.
    Ilicic 6,5 non è al meglio ma da peso e sostanza in attacco, anche così sa essere utile alla squadra, lo aspetto tirato a lucido, vedrete quanto vale.
    Cuadrado 7,5 il meglio, un top nel suo ruolo, esterno, non attaccante, non punta, tutta la fascia è il suo pane, il primo a rinculare, uno dei migliori rifinitori quando la palla l'abbiamo noi, c'è poco da fare, può iniziare il countdown degli anni che rimarrà in viola -2........1.........
    Iakovenko 5 ha giocato poco, col Cagliari è stato pure schierato in un ruolo non suo, stasera no, gli è stato chiesto di giocare in un ruolo che ha ricoperto negli ultimi 5 anni. Una delusione totale.
    Capezzi n.g. ne ha toccati pochi, assurdo giudicarlo.
    Montella 7 Girone facile ?! Si, ma i punti fatti sono da squadra superiore che gioca con squadre inferiori 12 punti in 4 partite. La squadra doveva tenere un altro atteggiamento nel primo tempo, non deve sgridarli per correre ai ripari, dev'essere lui il primo a tenere alta la tensione dei ragazzi, è il suo lavoro.

    RispondiElimina
  129. http://www.fiorentina.it/notizia.asp?IDNotizia=141964

    L'importante è tenerlo ancora un paio di anni almeno, dopo......chi vivrà, vedrà!

    RispondiElimina
  130. Dietro Neto il nulla. Male Alonso e Iakovenko. Per il resto il solito. Valero e Gonzalo sembrano addirittura migliorati rispetto all'anno scorso.

    RispondiElimina
  131. La partita è passata dall'essere una passegiata a diventare una prova d'orgoglio. La mutazione è avvenuta in seguito ad un gol di parastinco in acrobazia, sinceramente l'unico modo in cui potevano segnarci. Fino al gol c'è stato un possesso palla vicino alla totalità con azioni d'attacco leziose per la mancanza del killer che sbava per il gol. Troppe mezze punte ed ali portano a questo, si sapeva. Tra i singoli ho visto una buona prova di Aquilani, l'unico vero centrocampista in campo fino all'arrivo di Borja. Mati più occupato a sostenere gli attaccanti che a fare l'interno. Alonso buono fino a quando la birra non è finita. Matos ottimo fino a quando gli spazi non si sono chiusi per eccesso di compagni, poi in una trequarti colma ha avuto meno metri per sprintare. Cuadrado conferma il suo ruolo di esterno che necessita di decine di metri per attivare il NOS e che quando lo fa non esistono paragoni nel calcio mondiale. Gonzalo è semplicemente al livello di Thiago Silva per difesa, costruzione e pericolosità offensiva. La cosa migliore della serata è la rabbia che ha questa squadra nel cercare sempre la vittoria, senza accontentarsi.

    RispondiElimina
  132. Foco, dammi retta, Thiago Silva lascialo dov'è, c'è più di una categoria, pure in tutte quelle funzioni che gli attribuisci, soprattutto in costruzione.

    RispondiElimina
  133. A proposito dell'ultimo discorso, notevole Matos a spingere Di Stefano fuori dl campo a due minuti dalla fine perchè gli sembrava volesse perder tempo. Segno evidente che il ragazzino voleva vincere nonostante che avesse appena pareggiato e che il pareggio ci bastasse per la qualificazione automatica ed il mentenimento del primato del girone.

    RispondiElimina
  134. Per me Thiago Silva è solo più forte nel gioco aereo, vero ed unico tallone d'Achille del nostro.

    RispondiElimina
  135. Fosse solo questa la differenza non capisco perché uno costi 1/5 dell'altro, non dirmi che ci sono buoni procuratori pure li Jordan.

    RispondiElimina
  136. Di certo c'è che è un grande difensore. Ancora più dell'anno scorso.

    RispondiElimina
  137. Perché uno così forte c'è diventato a 29 anni, l'altro lo era anche a 24. In costruzione Gonzalo gli è superiore, fisicamente vince l'altro. Guardandoli giocare, non per tifo. È lo stesso discorso di Cuadrado che, secondo me, sottostimate al confronto di altri che giocano in club più prestigiosi.

    RispondiElimina
  138. Foco a 29 anni non diventi più forte, non maturi più, hai solo più esperienza, non si può parlare di miglioramenti ma di annate migliori o peggiori. Lo dicono i numeri, le carriere, i palmares. Uno ha giocato e gioca in top club ed è perno fisso della sua nazionale, l'altro ?!

    RispondiElimina
  139. QUANDO HAI L'ASSO DI COPPE...
    Ottima, seppur più impegnativa del previsto, questa partitella infrasettimanale; una difesa poco impegnata ma un po' in difficoltà sul giullare brasiliano, il quale sicuramente prenderà il premio Sederini Famosi, visto il gol (bello ma molto molto di culo). Gonzalo comanda con interventi "alla Gonzalo", Marvin "voto sicuro" impeccabile, Roncaglia svagato, Munua reattivo. Centrocampo nostro che fa girare benissimo la palla, perdendo però l'"attimo fuggente"; ottimo il romano "sempre rotto", effervescente nelle finte Mati ma con effetto placebo. L'attacco ha avuto uno Yako che sembra esplodere da un momento all'altro ma la miccia è bagnata, un Matos ronzante senza pungere, un Cuadrado giocherellone all'aperto si, interno proprio no. Primo tempo dove facciamo sfogare quelli di Forte Alamo con un po' d'antipasto, sapendo che prima o poi il pandoro lo addentiamo. Secondo tempo monstre: accademia, palleggio, ghirigori, lama nel burro, torello, avversario alle corde, intensità senza fatica, tikitaka che porta i nostri eroi 10 volte davanti al portiere, con gol mangiati come fossero Galatine per bambini....Questa viola sa solo vincere, la Maquina è tornata, anche con le seconde guide e si permette il lusso di far esordire "piede educato" Capezzi, un giovane che sembra la bella copia dello Zanetti che lasciammo partire commettendo errore grave, illo tempore. A me è sembrata Barcellona-Milan.....come canovaccio...anzi Milan-Fiorentina. Dovrebbero ringraziarci per il lavoro che facciamo per il ranking!!! Pagelle, away:
    MUNUA 6,5 : non è tagliandato, necessita forse di Svitol. Comunque pronto.
    RONCAGLIA 5,5 : lascia crossare troppo facoile sul gol, quindi uno svarione con palla intrisa di sangue tubercolotico, poca garra. Testa a Sabella. 
    COMPPER 6,5 : l'impiegato della difesa, il travet inappuntabile.
    RODRIGUEZ 7 : al cinema il suo omonimo è uno dei registi a me più graditi (splatter non amour), in campo è il regista difensivo migliore che conosca.
    ALONSO 6,5 : non sarà mai bravo come il papà che vidi a Barcellona ma su di lui potremo contare, margini enormi. Va sul fondo e crossa più volte di Pasqual in 10 gare.
    MATI F. 6 : caracolla, fa barcollare gli avversari ma perde due o tre palloni al limite che potevano essere veramente fruttuosi. Fluttua ma non incide, crea superiorità ma la spreca.
    AQUILANI 7 : il mistero sul perché faccia panca in nazionale a Montolivo. Uomo ovunque, non sbaglia un solo pallone. Alla faccia dei detrattori.
    YAKO 6 : basterebbe poco per giustificare l'acquisto; e il ruotino di scorta della Maquina, quindi limitato. Limitante.
    CUADRADO 7,5 : cambia la partita, cambia l'inerzia. Decisivo come sempre da un anno.
    JOAQUIN 6,5 : ottimi spunti ma lui e spuntato. Divora un gol, fa compiere un miracolo al portiere avversario. Lui, come Cuadrado, è la punta per il carotaggio delle difese.
    MATOS 7 : ecco la nostra benna! Sembra sia fuori dal gioco, sembra su una giostra senza premio. Un Pato per le movenze e la velocità, un Inzaghi per la posizione. Giocasse all'estero sarebbe già uomo-mercato, giocasse a Milano avrebbe titoloni. Invece gioca e si diverte con noi, per noi. Immagino il sorriso di Corvino...se andrà come speriamo, con il brasiliano finanzieremo un altra campagna acquisti, tra un paio d'anni. O sarà il dopo Rossi?
    VALERO 6,5 : un grattacapo per i romeni. Avanza il baricentro e ricorda a tutti che come pressa lui, non pressa nessuno. Ora segna anche di più!
    ILICIC 6,5 : tonico. Non era malaticcio, convalescente? Non perde mai palla, dimostrando di essere da Maquina, nonostante qualcuno abbia più volte scritto
     che sarebbe un mistero...ah...dimenticavo, era stato preso perché facesse il vice-Liajic...ahahahahahah.
    CAPEZZI 6: speriamo sia un nuovo acquisto, da rosa dei 20.
    MONTELLA 7 : il ragazzo cresce; dopo le ripetizioni gratuite ad Allegri e Conte, filosofeggia con il collega romeno. Il "Congegno Viola" funziona.

    RispondiElimina
  140. Il costo lo fa la visibilità, cioè dove giochi e chi ti vuole, cioè in che giro entri. E' ovvio che nel giro buono è diffiicile c'entri un broccolo, però non è detto che c'entrino tutti quelli buoni. Oltre tutto Thiago Silva ha 24 anni e Gonzalo 29. Gonzalo si è rotto tre volte il crociato di un ginocchio che gli ha fatto perdere più di due anni dai 23 i 25 anni ed uscire dal giro della nazionale. Insomma non ha avuto molta fortuna in carriera. Quando Macìa lo ha preso dal Villareal stava tornando a casa sua, a finire la carriera, forse depresso per la retrocessione. Così è costato poco più di un milione che non è 1/5, ma forse 1/50 del costo di Thiago Silva. E con questo? E' chiaro che il cambio alla pari lo farei, però come rendimento, a parte quel che ho detto, che non è poi cosa da poco, non ci vedo tutta quella differenza. Magari, vista la differenza d'età, tra un anno o due non sarà più così.

    RispondiElimina
  141. Non sono d'accordo Leo, la carriera di un giocatore non è l'unico dato da usare per soppesarne la grandezza tecnica, altrimenti si potrebbe dire che Batistuta non è stato uno dei centravanti più forti di sempre perché non ha mai giocato in un top club. Hai visto giocare Ramos, da una vita al Real, campione di tutto, giocatore che nel ruolo vale meno di Rodriguez. Il Palmares di Thiago Silva dice che non è mai stato attore di vittorie di club che non siano un campionato francese ed uno italiano. In nazionale ha vinto quello che ho vinto io. Gonzalo adesso è il più forte centrale del nostro campionato e , per questo, tra i migliori del mondo.

    RispondiElimina
  142. stefano vienna7 novembre 2013 23:00

    Titolo: "Quando un terzino può vincere una partita"
    Che dite è l'epitaffio finale della parabola zalleriana?

    RispondiElimina
  143. Scrivo qui sennò ci si perde:

    @ Jordan Il costo lo fa la visibilità ma, come ammetti, la visibilità te la conquisti sul campo, con le prestazioni, con i risultati. A questi livelli non ci sono altre strade. E queste tre voci pendono inesorabilmente dalla parte del brasiliano. Hanno entrambi 29 anni.

    @ Foco Batistuta ha fatto una scelta di vita (ben retribuita perché a quel tempo la forbice degli introiti era meno eccessiva di quella d'oggi. Le "famose" sette sorelle!) sapendo bene che si precludeva palmares molto più cicciosi e ricchi. Scelta sua, ma le qualità e l'importanza delle sue gesta hanno fatto gridare ooohhhhh a gente come Ferguson, Capello, Hiddink e compagnia cantante. Ramos ha qualità che Gonzalo si sogna, soprattutto fisicamente, è inutile accostare giocatori che in certe squadre non ci militano per raccomandazioni. Il palmares dice che non è mai stato attore di vittorie mi pare un'analisi piuttosto superficiale Foco, che deve fare, anche segnare ?! Cannavaro ha vinto un pallone d'oro nel 2006, in base a che cosa un difensore diventa attore di una vittoria ?! Con le sue prestazioni nel suo ruolo, stop! In ogni caso ci sono diversi trofei di differenza, anche a volerli sminuire. Non sto scrivendo Gonzalo scarso, sto giudicando i giocatori senza aver gli occhi foderati di prosciutto, cosa che sovente accade ai tifosi; oggi si facevano calcoli sullo scudetto, dimmi se è attinente alla realtà.

    RispondiElimina
  144. stefano vienna7 novembre 2013 23:14

    Impressione la duttilità tattica della squadra. Jordan, ma che c'entra la rosa, oggi mancavano 7 giocatori di valore e più qualche giovane? Il contributo della rosa si valuta in un altro modo, in maniera complessiva e in altre condizioni, non quando fai la formazione obbligata e rinunci pure ad elementi per farli riposare.


    Gomez, Rossi, Vargas, Pizarro, Ambrosini, Vecino, Tomovic. Per non dire di Bakic, Wolski, Rebic, Hegazi.


    Lo stesso Ilicic aveva un autonomia di venti minuti. E Valero è entrato nel secondo tempo.


    Per un campionato di vertice e arrivare fino in fondo in Coppa Uefa basta e avanza.

    RispondiElimina
  145. Foco, aggiungo una postilla, anche a livello di nazionale, in Brasile non vedono di meglio, non dico non hanno, che di lui, titolare inamovibile al netto degli infortuni, 42 presenze. In Argentina meglio di Gonzalo sia Sabella sia quelli prima di lui hanno preferito altri centrali nel passato e nel recente, probabile che uno dei migliori centrali del mondo goda di un'ostracismo inspiegabile in patria oppure hanno dei giocatori ritenuti, a torto o a ragione, migliori di lui, altrimenti quelle misere 6 presenze gridano vendetta.

    RispondiElimina
  146. stefano vienna7 novembre 2013 23:50

    Ho dimenticato Savic e Pasqual. Pure Neto, ma Munua oggi è come non abbia giocato.


    In pratica, la squadra che non ha giocato era forse più forte di quella scesa in campo dal primo minuto. Forse con l'entrata di Valero la distanza di accorcia.


    Neto
    Tomovic-Savic-Hegazi-Pasqual
    Vecino-Ambrosini-Pizarro-Vargas
    Gomez-Rossi


    Riserve: Bakic-Wolski-Rebic.

    RispondiElimina
  147. Wolski da rivedere Stefano, tecnica in quantità elevata, testa ancora da plasmare. Pasqual invece vorrei non rivederlo mai più ma temo che accendere un cero votivo non sia sufficiente.

    RispondiElimina
  148. Per larga parte della partita mi è venuto in mente il match contro il Pescara dell'anno scorso. La differenza è che quest'anno abbiamo vinto, con grinta, rabbia e determinazione.
    L'unico lato negativo è che ci siamo stancati più di quanto dovessimo, Aquilani se l'è giocata tutta e Valero metà, speravo riposassero di più.

    RispondiElimina
  149. stefano vienna7 novembre 2013 23:59

    Un conto è dire che abbiamo dei limiti in termini di qualità, che mi trova d'accordo. Ma sulla quantità... come minimo direi che siamo migliorati rispetto all'anno scorso.


    Aggiungerei che abbiamo un budget che è un terzo di Milan, Inter, e Juve, e la metà di Roma e Napoli.


    Ci saranno stati errori, alcuni ruoli non sono al livello di altri, ma sarebbe da accendere un cero a Pradè e Macia e pure all'antenato Pantaleo.

    RispondiElimina
  150. Nessuno ha mosso critiche né alla qualità né alla quantità, è partito tutto per altri motivi Stefano, leggi più sotto, all'annuncio ufficiale della formazione da mandare in campo. Un po' per burla un po' per scherzo s'è avuto pure lezioni sulle lingue eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  151. stefano vienna8 novembre 2013 00:12

    L'anno scorso scherzavo sulla Messizzazione di Adem. Oggi ho visto i primi passi della Derossizazione di Aquilani. Non che l'Aquilani classico, quello dell'anno scorso non fosse forte, ma l'anno scorso fu provato centrale e non convinse, mentre finora da terzo di centrocampo sembrava involuto.

    RispondiElimina
  152. Aquilani non gioca male ma all'interno della stessa partita scompare e riappare ad intermittenza. Vero che corre quanto un dannato e anche lui avrebbe bisogno di tirare un po' il fiato, altrettanto vero che con questa continuità non si era mai espresso in carriera, o quasi. Lo stesso Montella sta parlando di sacrifici da parte del giocatore per tappare i buchi che ad ogni turno si presentano nel mezzo, capiterà anche a lui un periodo di riposo. Per adesso dissimula benissimo la stanchezza, non offre prestazioni insufficienti ma per la caratura del giocatore che è ci aspettiamo sempre molto di più, ci lascia spesso con l'amaro in bocca, si aspettano da lui giocate risolutive ma a tenere questi ritmi essere lucidi è un miraggio, avere freschezza e brillantezza un'utopia.

    RispondiElimina
  153. stefano vienna8 novembre 2013 00:40

    In quel ruolo se fa anche giocate risolutive è un plus, ma sorprende perché in quel ruolo in passato non ci aveva quasi mai giocato. Con Pizarro in calo sarebbe una piccola svolta anche perchè sorprende la tenuta fisica e la cattiveria agonistica in fase di non possesso palla (il limite, diciamolo, di Pizarro). Un mix tra Pizarro e Ambrosini, certo non un mix tra Xabi e Iniesta.

    RispondiElimina
  154. ... and lovely is the rose... ahahahahahahahahah! C.v.d.

    RispondiElimina
  155. Rosa rosae rosae rosam rosa rosa...

    RispondiElimina
  156. E fuori dalle liste UEFA (per ora) Wolski, Vargas, Rebic, Vecino, Hegazi... L'important c'est la rose l'important...

    RispondiElimina
  157. E domenica ne cambiamo sette... ma il terzino dell'Antella per me è come l'olio Sasso per Raoul Grassilli: lo voglio qui, sul tavolo!

    RispondiElimina
  158. stefano vienna8 novembre 2013 02:11

    E pure voi, state sempre a pensà alla gnocca...

    RispondiElimina
  159. Le battute sulla rosa eran rivolte a chi l'aveva appena magnificata con canzoncine e peana, esagerazione richiama richiamo. In realtà la partita si è risolta quando è entrato Borja e Cuadrado è stato rimesso al suo posto. Hai voglia di avere la rosa larga, chi decide son sempre i soliti e se mancano son cazzi.

    RispondiElimina
  160. Sull'età hai ragione, ero convinto fosse molto più giovane Thiago Silva, sul resto meno. Non è sempre vero che la visibilità te la conquisti sul campo, almeno a certi livelli, c'entra tanto anche il culo (per esempio non perdere i de migliori anni di carriera con ripetuti incidenti ad un ginocchio) ed il procuratore "buono". Io se avessi 50 milioni da spendere e potessi scegliere tra Thiago Silva a 50 e Gonzalo a 2 correrei sull'argentino, come ha fatto la Fiorentina e con gli aitri 48 mi ci rifarei mezza squadra. Lo stesso se dovessi scegliere tra Iniesta a 50 e Borja Valero a 7! Eppure anche lo spagnolo non gioca in nazionale e costa 1/7! (senza parlar degli stipendi che contano ancora di più). Si possono trovare, conoscendo i mercati e sapendocisi muovere, quasi equivalenti dei "fenomeni" a prezzi normali e farci delle belle squadre. La Fiorentina di Pradè e Macìa ne è un esempio. No, son d'accordo con Foco non credo che tra Gonzalo e Thiago Silva ci sia tutta questa differenza, salvo, e l'ho detto, nel gioco aereo in fase difensiva.

    RispondiElimina