.

.

domenica 10 novembre 2013

Ho la mente sgombra da neuroni

“Il mi' marito è stato ricoverato ieri”, la domenica mattina purtroppo non sempre può cominciare con una semplice brioche, prima bisogna arrivarci al bar. “Oh i che l’ha fatto Gigi?”, la Liliana è una vecchia comunista piena di soldi e case, “C’ha le piastrelle basse”. Meglio, molto meglio di una brioche, quasi come un rivestimento del bagno. Poi ho saputo dal giornalaio che Gino Paoli avrebbe scritto “Sapore di sali” solo dopo aver bevuto un Gatorade, e poi piove. Se parliamo invece dell’ennesima direzione arbitrale di De Marco non e' vero che i nostri Servizi Segreti sono deviati, sono anni che vanno nella stessa direzione, mentre quando si dice che certe persone ti segnano la vita è proprio vero, ci sono un sacco di persone che hanno paura dell'altezza, io no, da quando ho incontrato la cicciona con i leggings in piazza de’ Nerli ho paura della larghezza. Non certo della Sampdoria disperata guidata da colui che avrebbe dovuto consolare i cuore affranti nel dopo Prandelli, per fortuna molti di quei cuori affranti oggi sono assistiti nel nuovissimo centro di riabilitazione Don Gnocchi accanto a Torregalli nato in piena pontellizzazione. So che la domanda più attinente nel giorno della partita è riferita giocoforza alla formazione, Pizarro si Pizarro no, forse Vargas, ancora Patos, si piglierà l’acqua? No. Vorrei invece coinvolgervi in qualcosa di meno attinente dato che la partita si giocherà di sera e quindi c’è tutto il pomeriggio per farsi delle domande attinenti, poi anche perché non penso che sia un problema tipico solo di San Frediano, sono convinto che succeda anche a chi vive in cattività, ma come mai i numeri sbagliati non sono mai occupati? Se qualcuno, distratto, non ha capito la domanda, oppure ce l’ha semplicemente con San Frediano c’è sempre la domanda di riserva,  chi cavolo e' "it" nella frase "What time is it?". Per fare forza alla Liliana che stanotte ha dormito da sola, si insomma, comunque con i soldi sotto il materasso, gli ho detto di non preoccuparsi perché Gigi è ancora giovane e gli ho ricordato che Sean Connery, più di 80 anni, tornerà a impersonare James Bond nel prossimo film della serie. Ho avuto modo di leggere la sceneggiatura e invece dei soliti trucchi fantasmagorici questa volta farà scalpore la scena in cui Goldfinger gli fa l'esame della prostata. Il mondo del resto è degli anziani, Totti, Zanetti e Ambrosini sono solo un esempio, i giovani o sono disoccupati, o come Ljajic stanno in panchina. In molti me lo dicono, non solo in San Frediano, e allora colgo l’occasione per rispondere, no, non sono stupido, solo mentalmente libero. Per quanto riguarda stasera, tranquilli, la Fiorentina ha il vento in quella roba lì.


138 commenti:

  1. Con du' poppe così un ni scrive nessuno! o che siete tutti rimbuchiti o addormentati?

    RispondiElimina
  2. Dormiglioni!Quale onore,sono il primo a postare..eppure è domenica e gioca la Fiorentina.Allora ne approfitto visto che non c'è nessuno in casa(ahah):stasera 4-3-3! Lijacic sulla sx,Cuadrado alto a Dx e Rossi centrale.Montolivo a gestire il centrocampo con Morrone e Gasbarroni sulle fasce!E chi ci ferma più?
    Ma visto che purtroppo questa fantastica formazione per l'incapacità dei nostri dirigenti non è possibile ci toccherà accontentarci con la seguente formazione:Neto;Tomocic-Gonzalo-Savic;Aquilani-Valero-Mati-Pasqual;Cuadrado-Rossi-Matos.

    RispondiElimina
  3. Uscite dal Bagno!

    RispondiElimina
  4. No, é che appena alzati, si accusa il colpo davanti a 'sti due teneri promontori con annessa amorosa peluria, e ci sta che si scateni il tennis elbow

    RispondiElimina
  5. Azz..Jordan sul filo di lana mi hai anticipato...Le ciocce son veramente notevolima,se posso dire la mia,le preferisco con un capezzolo più sporgente.Più gioioso il dilettarsi con tatto e "gusto".Intendiamoci,se qualcuno la butta per strada la raccatto cmq eh!

    RispondiElimina
  6. Tra quindici giorni faccio quarant'anni, entro nella mezz'età o, se volete, mi si dimezza il tempo d'attesa disponibile per vedere il mio primo scudetto viola. Il colesterolo a 334 mi sussura che forse la stima è ottimistica e che un'altro anno come quello targato Miha/Delio potrebbe costarmi un po' più di un giramento di coglioni. In fabbrica si sono affrettati a farmi fare una bella visita generale, forse con la speranza che mi trovassero qualcosa che facesse passare il mio sostentamento mensile da un loro problema ad un problema di qualcun altro. Il medico con aria severa mi ha contestato che mangio troppa carne, fumo troppo e dovrei limitare l'alcol ad un solo bicchiere a pasto. Sull'ultimo punto sarà dura, considerando che a pasto bevo solo acqua liscia. Mi ha anche detto che dovrei ricominciare a fare sport, che lo sport fa bene, che camminare un paio d'ore al giorno equivale a...camminare un paio d'ore. Lo osservavo mentre mi parlava e notavo che lui, che cagava il cazzo prospettandomi altrimenti morte certa, era un cinquantenne così grasso che le gambe della sedia semi inglobata dalla sue chiappe lo facevano sembrare un'alce che dà alla luce il suo piccolo. Commosso dal sempre grandioso miracolo della vita, ho ringraziato e me ne sono andato. Questo episodio è servito per farmi pensare che quando si arriva ad una certa età bisogna tirare un po' le somme, fare un resoconto dei più e dei meno della prima parte del viaggio. Con le donne è stato un continuo guerra e pace, ho avuto e dato e se ho dato di più io meglio così, sono uno che lascia sempre la mancia. Ancora non è finita ma adesso la conoscenza del nemico mi fa avere un approccio più sereno, capire quando è il caso di approfondire e quando srotolare la bandiera bianca da tenere sempre nella giacca. La vita la prendo per quella che è al momento, ho vissuto uno dei tanti peggio che sono dietro l'angolo e ho capito che quando non puoi indirizzare le cose l'importante è non farsi travolgere. Il mio rapporto con Dio è sempre lo stesso: lui non crede in me e io non credo in lui. Il resto è tutto poco importante, a parte la Viola. Viola che stasera giocherà e in quelle due ore mi farà scordare i quarantanni e tutte le altre rotture di coglioni.

    RispondiElimina
  7. Pollock, goldfinger e l'esame della prostata é da Campiello!!!!ahahahah

    RispondiElimina
  8. Delio Rossi ha l'etica di un macellaio ma non è un cattivo allenatore. Mi conforta, per stasera, l'impegno che la Fiorentina sta mettendo in ogni partita giocata, anche se spesso ha sbagliato uno dei due tempi di gioco.

    RispondiElimina
  9. Si vedesse anche la faccia si vorrebbe il numero.

    RispondiElimina
  10. Stefano, é vero ,bisogna prenderla come viene, e come diceva Shakespeare (o il barista di un pub di Londra, non ricordo bene...): "life is hard, and then you die"

    RispondiElimina
  11. Non vederle come il nemico ma come compagne di questo cammino, quanto lungo a nessuno è dato saperlo, si sa solo che s'interrompe. Comunque il colesterolo lo hai davvero troppo alto. Ecchecazzo Foco, il tuo problema non è solo la carne ma pure gli annessi!

    RispondiElimina
  12. Di fronte a tanta beltà non mi verrebbe mai in mente quali sono le mie preferite, né per forma, sporgenza, dimensione o colore, ringrazierei e basta per la generosità concessami.

    RispondiElimina
  13. In buona parte è ereditario. Quello che mi ha sconvolto è che se leggi il valore al contrario è un ...433!

    RispondiElimina
  14. Hai scordato di scrivere: a'avenne......

    RispondiElimina
  15. Non ero io, Vigile, 40 anni li faro' fra 10 mesi, tie'...

    RispondiElimina
  16. Ma il 334 è il modulo innovativo e vincente!

    RispondiElimina
  17. Pensavo d'essere il giovine del sito, mannaggia, son già due più piccini........

    RispondiElimina
  18. Scusa, non volevo gufare, ma Pollock mi mette sempre di buonumore

    RispondiElimina
  19. Allora tra 15 giorni il blog. Ogni debito è una promessa.

    RispondiElimina
  20. E il colestorolo va molto meglio... 244... col poeta peruano a sinistra come ai vecchi tempi.

    Pollock, quando si puo' iniziare a parlar di formazione?

    RispondiElimina
  21. Sto cercando la piattaforma che mi sconfinfera di più. Blogspot mi pare abbastanza buona. Devo comprare un cazzo di computer, non so se posso fare tutto da ipad.
    Quando lo aprirò mi servirà un "hangover alert" da mettere quando scriverò cose post shots.

    RispondiElimina
  22. Sui capezzoli concordo con DKNE, questi lasciano una spiacevole sensazione tattile di assenza, sui polpastrelli. Vabè, vorrà dire che si rifaranno i palmi delle mani. Comunque solitamente a tetta grande corrisponde capezzolo piccolo, con le doverose eccezioni. Il capezzolo puntuto è più comune su seno più acerbo. Il più brutto però trovo sia il capezzolo grossolano, di diametro eccessivo. E qui Foco si può scatenare con le sue foto di bulloni vari.
    Parlando di Fiorentina, ho visto i gol di Bernardeschi, pare avere un ottimo sinistro, e un fisico ben strutturato. Non è Carraro, insomma, da quel punto di vista. Negli ultimi due anni ho seguito poco o nulla la Primavera, quindi non posso avere un'idea di che pesce sia, ma dal poco che ho visto [un paio di partite credo] mi sembra già impostato da giocatore vero.

    RispondiElimina
  23. Foco, non sottovalutare la parte del camminare ( negli USA vanno di moda 10.000 passi al giorno), per combattere il colesterolo, ereditario o meno che sia, e per tenerti vispo sessualmente anche dai quaranta in avanti, eh eh eh.

    RispondiElimina
  24. Vi segnalo che Mattonella dopo più di 150 anni, dal 7 novembre ha messo in produzione il nuovo cantuccino al cioccolato fondente in confeziona rossa.

    RispondiElimina
  25. Per me con il tattile siete da ricovero, non so a cosa siete abituati ma discutere su "quegli" argomenti è come stare a spiegare calcio al ciucco-leso.

    RispondiElimina
  26. I tre punti stasera sono sufficienti

    RispondiElimina
  27. Per me giocheremo così

    RispondiElimina
  28. Vai libero, tanto le cazzate l'ho già scritte.

    RispondiElimina
  29. A capo all'ingiù? Allora si va a gioca' con Del Piero!

    RispondiElimina
  30. Noi siamo i bulloni eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  31. Eccola la risposta al colesterolo del Foco

    RispondiElimina
  32. Foto fatta bene ma caricata al contrario. Mistero.

    RispondiElimina
  33. questo più che altro gli fa salta' la glicemia, pe' i' colesterolo gli è meglio i'lardo di Colonnata.

    RispondiElimina
  34. Io ci ho i trigliceridi a palla, e m'hanno messo a insalatine e raperonzoli! Ora un m'è rimasto davvero che la viola!

    RispondiElimina
  35. Foco con i bulloni ci vuole far riflettere sul problema del bullonismo nel calcio.

    RispondiElimina
  36. Secondo voi è più probabile essere colpiti dal satellite Goce o che stasera recuperiamo 3 punti alla squadra di D'Alema?

    RispondiElimina
  37. Dalla conferenza stampa di ieri estrarrei più che altro la definitiva sdoganatura di Ilicic, che appare recuperato anche fisicamente alla causa. Matos mi piace un fottìo, come si sa, ma ha giocato due partite dal primo minuto in quattro giorni, adesso ritengo doverosa la chance intera a Rebic. E tenere fuori Vargas, in crescita, mi sembrerebbe un delitto. Pek convocato ma sicuramente in panca, sempre secondo quel che ha dichiarato Montella. Ce la farà Aquilani a giocare la terza partita da titolare in una settimana senza accusare battuta a vuoto, come troppe volte in passato? Si guardi, Aquila, dallo springante Matías da Canelones! O potrebbe darsi che



    Le cubre el polvo de un país VECINO.

    Al alejarse le vieron llorar.

    RispondiElimina
  38. Vabeh so dettagli a quel punto, è come dire sono a letto con la Bellucci 20enne, e preferisco che metta un rossetto chiaro anziché uno scuro. Però siam perfezionisti, noi!

    RispondiElimina
  39. Dai miei calcoli approssimativi: la seconda possibilità è intorno al 9%.
    Se poi ci mettiamo anche la possibilità di recuperare due punti ai gobbi e al Napoli, l'en-plein totale ve lo dò al, 2,9%.


    La palla è rotonda e va relativamente piano, la terra solo sferica e corre da paura.

    RispondiElimina
  40. Sui giovani, Deyna, è rischioso sbilanciarsi in previsioni. Quanti predestinati poi scomparsi, per vedere magari esplodere altri che non godevano della stessa fama! Matos nella primavera sembrava bravino, si vedeva la tecnica e la velocità, ma io non lo avrei messo tra i primi della lista, poi l'anno giocato in Brasile lo ha fatto crescere molto. Bernardeschi già l'anno scorso nella primavera sembrava il migliore ( forse con Gondo che però mi sembra meno costante ed un po' umorale), quello con un marcia in più, dotato di un'ottima tecnica, di personalità e di un fisico tosto. Speriamo bene.

    RispondiElimina
  41. Visto che parliamo (anche) di fanfanologia vorrei, per mia parte, denunciare uricemia tra 10 e 11: di qui, dolorosa rinuncia a cavoli, piselli, ceci (solo il fagiolo, entro limiti, fruibile). Per le carni ci aveva già pensato AntoineRouge, con la sua propaganda totalitaria che mi ha fatto finire nella Marco-da-Monza-Jugend.

    RispondiElimina
  42. E chiove chiove... terreno inzuppatissimo... Rebic...

    RispondiElimina
  43. Ben più di Merdelio e dei suoi scoglionati mi preoccupa l'Udinese, a rotta di collo e che dovremo affrontare in casa loro dopo la pausa delle nazionali: la tabella di Foco troverà allora il suo primo, duro test.

    RispondiElimina
  44. Per donne costipate e per questo un po' incazzate. :
    "Fava di Foco"!
    Rispetto alle più note fave di fuca, la fava di Foco dona benessere pur essendo priva di fibre vegetali. La si può assumere prima o dopo i pasti e in situazioni particolari anche durante. Non ha effetti collaterali a parte leggeri bruciori e la possibilità remota di essere sorpresi da mariti durante l'assunzione.
    ( leggere e ascoltare bene le avvertenze. Prodotto non consigliato dopo la menopausa. Non assumere se si è colpiti da " sindrome da altare con prete". Aut. Min. Ric.)

    RispondiElimina
  45. Sotto i tre gol di scarto avremo sbagliato approccio al match, oggi.

    RispondiElimina
  46. Una marcia in più.

    RispondiElimina
  47. La palla di vetro dice che oggi prendiamo due punti a tutte quelle davantissimo. L'altra invece dice che devo disperatamente uscire e possibilmente trovare donne discinte.

    RispondiElimina
  48. E però pure tu, sempre churrasco e feijoada!

    RispondiElimina
  49. Due anche al Napoli?

    RispondiElimina
  50. Merde - napule X.
    Roma- Chievo Xissimo.

    RispondiElimina
  51. Speriamo per la Roma, un po' ci credo anch'io.

    RispondiElimina
  52. Per le proteine, a meno di non voler fare del razzismo alimentare e fregarsene delle sofferenze interiori dei pesci, non ti restano che uova e latticini, allora. Ma la AntoineRougeJugend è severissima. Gli insetti come sono visti dai vegani? Potrebbe essere una soluzione...

    RispondiElimina
  53. No, sono veganizzato. Heil.

    RispondiElimina
  54. Vorrei abbandonare la carne, ma non mi fido dei Vegani. Hanno facce strane...

    RispondiElimina
  55. AntoineRouge porta baffetti, ciuffo bruno spiovente, parla a scatti, si porta sempre dietro un birraio pseudo-maresciallo grasso...

    RispondiElimina
  56. Comunque, a leggere i nostri convocati e pensando che Gomez, Bakic, Ambrosini e Hegazi sono pure out, appare che i problemi di sontuosa abbondanza di rosa sono ingestibili prima di tutto dal sitollock e che il povero Zazà, che ha invece problemi di penuria, ne ha fatte le spese. Pertanto, visti i problemi ritentivi gravissimi di Foco, proporrrei per oggi, in tema di rosa, «Soigner la rose» di Larronde. Per lo meno i primi versi, bastevoli per inquadrare la sindrome fochiana e della Fiorentina di oggi:


    Son incroyable armure a dégrafé la rose
    au reste jamais nue. Dénouer la ceinture
    à cette fleur serait vanité. Qu'on l'arrose
    de diamants ecc. ecc.

    RispondiElimina
  57. Batte i tacchi prima di andarsene?

    RispondiElimina
  58. Larronde, le scarpon argentin.

    RispondiElimina
  59. Scherzi a parte, credo tu debba limitare anche altri vegetali piuttosto ricchi di purine, tipo cavolfiori, spinaci, asparagi, ma te lo avrà senz'altro detto il dottore. Mi pare anche di ricordare che sarebbero utili gli omega3, per ridurre gli stati infiammatori, ma da sole fonti vegetali non so quanto siano fruibili.

    RispondiElimina
  60. No, gli omega3 da sardine e sgombri sono da evitarsi, ma tanto non li mangiavo già. I broccoli vanno bene, così come i cavolini di Bruxelles, male il cavolfiore, in effetti, spinaci e asparagi. Bene bietole, barbabietole, carciofi, carote, cardi pomodori, rape, zucca, insalata. Ento certi limiti i funghi, ma non secchi. Problema in parte ereditario, il mio. Ad ogni modo, Gott mit uns.

    RispondiElimina
  61. O un ci ha giocato una settimana fa co' i' Chievo?

    RispondiElimina
  62. Sassuolo pardon. Squadra con una difesa dimmerda, ma che non si chiude e attacca. In formazione tipo, ripartenzosa, non avrei avuto speranza ma oggi qualche rogna potrebbero averla.

    RispondiElimina
  63. Roma-Chievo X? FOCO, stai veramente invecchiando...L'hanno giá giocata, chi trombavi quella sera?....quella della foto era più carina quando stava con me. In ogni caso, e qui ANTOINEROUGE s'incazzerá, l'Italia esporta mezzi di tortura sia per animali sia per esseri umani!(alcuni diretti a Guantanamo). Bloccati dalla Polizia Postale molti scritti(post) di un toscano con il sigillo "5 W" (Who When Why What. W Prandelli".

    RispondiElimina
  64. Comunque....

    RispondiElimina
  65. Eh, sardine, sgombri e pesce azzurro in genere son molto alti in purine, ma [teoricamente, visto il neoveganesimo] potresti mangiare salmone selvaggio...Ad ogni modo i valori son piuttosto alti, penso ti abbian prescritto anche farmaci, no? Non me ne son mai interessato non avendo questo problema, ma credo che il fattore alimentare sia piuttosto marginale...Ah, mi raccomando l'alcool, nelle uscite col Marquis Martelloni! Eheheh

    RispondiElimina
  66. Ma dimmi tu se devo essere contento per due gol del Cricket!

    RispondiElimina
  67. Alle 13.03.08 ha provato a tirare le somme, peccato che abbia tirato le sottrazioni, di comprendonio, ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  68. Fascistone eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  69. A voi la scaramanzia vi prende di tacco!!!!!!! Sgrat sgrat....

    RispondiElimina
  70. Un po' di pietà, Chiari... Ad ogni modo, sarà acquitrino e, davanti a catenaccione scandaloso di Merdelio, ragnatela ardua a svolgersi a ritmi lenti. Quindi: Vargas Vecino Rebic. E Cuadrado inventi, come al solito, l'impossibile.

    RispondiElimina
  71. Per gli omega3 olio di lino o di canapa, ma il Colonnello saprà già tutto. Le proteine sono un falso problema. Resta da questione B12, per la quale è fondamentale accertare che la fonte sia affidabile.

    RispondiElimina
  72. Altra gigantesca prestazione di Perin, il battezzato erede di Buffon.

    RispondiElimina
  73. Questa volta è stata a nostro favore.

    RispondiElimina
  74. Se continua per ore con questo vigore, vai a sapere se la giocano. Comunque, palla a terra per i nostri giocolieri sarà un problema. Arno inquietante, del resto.

    RispondiElimina
  75. E ora mi guardo la partita della Roma, sperando come sempre in un Ljajic non trascendentale, eheh. Ecco, gol della Roma.

    RispondiElimina
  76. http://www.gazzetta.it/Foto-Gallery/Sotto_il_sole/09-11-2013/yakovenko-distratto-moglie-201530934714.shtml#0

    RispondiElimina
  77. Il Sassuolo si segna da solo come il Livorno ieri sera.

    RispondiElimina
  78. Grazie al cazzo che gioca di merda.

    RispondiElimina
  79. Ti dirò Foco, pare gossip trash da due lire ma il dubbio mi ha assalito pure a me.

    RispondiElimina
  80. cativo inverno
    ècote qua!

    RispondiElimina
  81. La rosa grande, da quasi un terzo del seno, non mi è mai piaciuta. Psicoanalizzando, penso che sia perché si dilata nella donna che allatta, la quale mi ha sempre un po' inibito.

    RispondiElimina
  82. Adem. Ooops, idem.
    [Adem come Sopra?]

    RispondiElimina
  83. Per me son come le caramelle: tutte diverse ma tutte buone.

    RispondiElimina
  84. Indifferentismo etico.

    RispondiElimina
  85. Boccabuonismo più che altro.

    RispondiElimina
  86. La Roma vince dopo aver avuto due occasioni due. Pjanic è l'uomo decisivo in tutte e due, anche se nella seconda fa nettamente fallo. Il Sassuolo ben gioca fino alla trequarti giallorossa, poi avendo davanti due ballerine, non è incisivo. Infortunato Borriello, quel grande innovatore di Garcia lega il porco inserendo Bradley. La Roma, lo ribadisco, non è niente di che, senza l'autogol da Gialappa's non avrebbe schiodato il risultato. Purtroppo i neroverdi sono privi dell'unico centravanti di una certa valenza,Zaza. Comunque non è ancora perduto niente, se uno dei due davanti per il Sax trova uno straccio di palle.

    RispondiElimina
  87. Devo dire che non avrei scommesso molto sulla rinascita a livelli davvero alti di Pjanic. E' evidente che è uomo che ha bisogno di equilibri classici a centrocampo, mentre gli sperimentalismi passati della Roma lo lasciavano smarrito, vagolante. La Roma capitalizza al massimo, Foco, non è un torto nel nostro campionato ma fare di Garcia un apostolo del verbo nuovo significa, certo, non capire una cazzo di una sega di una minchia non di calcio (che sarebbe il meno) ma dell'esistenza, visto che uno la vota a sparare boiate simili su materia che ignora e su cui non impara.

    RispondiElimina
  88. Nutella circense (attento oggi, Cuadrado, anche tu sei ormai nel libro nero degli arbitri!) e sballato da finisseur come per anni da noi, ma ottimo per la sagacia dei movimenti, per la capacità di terremotare la difesa avversaria.

    RispondiElimina
  89. Rosso a Montolivo.

    RispondiElimina
  90. Pareggino del milan, ben gli sta!

    RispondiElimina
  91. Temo che occorra cambiar stregone, Foco fallisce tutti i grandi appuntamenti, è un malocchiaro dilettante.

    RispondiElimina
  92. Pareggio del Sassuolo!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  93. Perdono, Foco, perdono, sei un grandissimo!!!!!! La laurea, la laurea con lode in Jettatoria Nucleare!!!!!!!

    RispondiElimina
  94. Fuego no perdona, gringo.

    RispondiElimina
  95. Ljajic a lampi, tre parate di Pegolo [due grandi interventi e un tiro sbagliato dal serbo], un rigore che c'era e su cui è stato ammonito per simulazione [accentua, come Cuadrado all'ultimo col Napoli, ma viene spinto]. Grandi movimenti, dribbling in penetrazione tagliente come lama. Bene che non abbia segnato, anche per il risultato finale.

    RispondiElimina
  96. Adesso bisogna trovare una grandissima figa (magari due, conoscendo il tipo) da immolare al vorace ma benemerito menagramo viola. Avanti con le sorelle, ragazzi! Astenersi quelli con le brutte!

    RispondiElimina
  97. Stasera, meno otto per noi. Juve e Napoli giocheranno intanto una partita epica, indubbiamente, e che dirà moltissimo sui loro rapporti di forza.

    RispondiElimina
  98. Anche fiche medie, ancora nulla è compiuto. Gireremo a meno quattro, questo conta.

    RispondiElimina
  99. Siate realisti, non fate la bocca allo scudetto. Come previsione questa è più facile da fare.

    RispondiElimina
  100. Foco, sei un mito. Ormai non ci speravo più.

    RispondiElimina
  101. Mai nominato lo scudo che sarà cosa da assegnare entro le ultime otto. Sono i rapporti di forza che non sono quelli che dice la classifica.

    RispondiElimina
  102. Mia sorella ha 65 anni, in gioventù era una gran gnocca. Peccato Foco, ah ah ah ah ah ah ah ah!!

    RispondiElimina
  103. ...e bravo Sciasciuolo, sciete stati braviscimi !

    RispondiElimina
  104. In questo sono d'accordo ma si può fare il mea culpa per i punti gettati al vento. Intanto vediamo di piegare i doriani stasera, partita scontata sulla carta ma la palla è rotonda e devo recuperare terreno sul numero di gufate che avete elargito oggi.

    RispondiElimina
  105. La Roma non merita di vincere e non vince. Le difficoltà nel fare gioco a difesa avversaria schierata sembrano scomparire quando il Sassuolo si segna da solo. Paradossalmente il fatto che esca Borriello per infortunio sistema la squadra nell'unico modo in cui sanno affrontare le partite: in contropiede. Ljajic sbaglia molto ma è l'unico che resta costantemente in attacco e mette spesso a ferro e fuoco la trequarti avversaria. La Roma non è squadra che impone il proprio gioco , vive su una difesa che pareva impenetrabile fino a pochi giorni fa e su un fraseggio verticale ma abbastanza scontato senza Totti. La tenuta fisica viene mancando, il gol è frutto anche di giocatori stanchi. Quattro minuti finali a far manfrine vicini alla bandierina sull'uno a zero, non sono da grande squadra. Le dieci vittorie serviranno a tenerli in alto ancora per una quindicina di partite, ma la Roma l'anno prossimo farà l'Europa League.

    RispondiElimina
  106. Duro, duro scontro all'interno del Milan; in questo momento per guidare i rossoneri ci vogliono i coglioni. Ma non voglio fare nomi....Nel momento che occorre il campione risolve, e Liajic risolve, non per la Roma. Liajic, per nessuna squadra farà quel che ha fatto per se stesso. Antonio Conte poteva guardarsi allo specchio, ora al massimo in una vetrina, dall'alto dello strapotere juventino in CL. Che vetrina! L'ultimo epigramma lo regaliamo a Mazzarri? Ci sono alcune bugie alle quali è piu facile credere che a certe verità. Ah! Dimenticavo: trovato il nuovo testimonial per "Nessuno tocchi Caino", é Riccardo Montolivo (per la vicenda Nocerino). Ahahahahah.....che domenica bestiale! Ha preso il rosso, che ha fatto? S'é impegnato? O erano falli tattici.....ahahahahah ahahahahah....ahahahahah......Il Ceo ti ga cjava'?

    RispondiElimina
  107. Arrivato....

    RispondiElimina
  108. http://www.violanews.com/altre-news/nuovo-caso-ljajic-polemica-con-garcia-20131110/

    RispondiElimina
  109. Fai in modo che non lo veda Ludwigzaller!

    RispondiElimina
  110. Mi ero dimenticato di dire che stamattina la probabilità che recuperassimo due punti alla Roma era 18%. Adesso è salita al 60%. Mentre al momento la probabilità ch recuperiamo due a gobbi e Napoli è circa il 20%.


    P.S. devo anche correggermi, la probabilità che ne recuperassimo tre alla Roma era più bassa di quella che avevo calcolato (sarà stata la foto di Pollock che mi ha deconcentrato). Era solo 6%, infatti non si è verificata. Per la storia la probabilità dell'en-plein era solo poco sotto il 2%.

    RispondiElimina
  111. Dall'inizio non gioca quasi mai, vero, ma quando lo fa come oggi non vanno oltre il punto con il Chievo, mah..........

    RispondiElimina
  112. -6 mesi al ritorno a casa, eheheh

    RispondiElimina
  113. http://www.youtube.com/watch?v=P5bLr4fKjkI

    RispondiElimina
  114. Dove andremo con questi "simboli"???!??

    RispondiElimina
  115. Classico 3-5-2 stasera, un classico appunto.

    RispondiElimina
  116. Deyna inizia a metterti in ginocchio sui ceci e abbozzala di scrivere 1 rete + 1 rigore! ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  117. Ennesimo prova pietosa... del Giubba che sega Aquilani al primo momento di difficoltà. Poi con calma farà fuori Pasqual.

    RispondiElimina
  118. Primi trenta minuti sublimi, poi molto petting. Con Gomez e Ilicic per il primato.

    RispondiElimina
  119. Una rete su azione in settanta minuti di dominio: Gomez o calli alle mani. Neto 5, Tomovic 5,5, Gonzalo 7, Savic 5, Pasqual 6, Aquilani 6,5, Mati 6, Borja Valero 6, Joaquin 6, Rossi 7,5, Cuadrado 7.

    RispondiElimina
  120. Uff... partita dominata completamente, se avessimo evitato di prendere un gol del cazzo in contropiede che mi ha fatto venire i patiretti negli ultimi dieci minuti sarebbe stato meglio. A domani per altri commenti.

    RispondiElimina
  121. Finale prevedibilmente da brivido se in 60-70 minuti non si riesce a mettere dentro tre reti contro questi cadaveri doriani. Me lo sentivo che il 2-0 non era risultato da farmi stare tranquillo. Stavolta Eupalla ci ha dato una mano, prendiamocela e buon riposo a tutti!

    RispondiElimina
  122. Aquilani è meglio che riposi, il fatto che non sia stato convocato per noi è positivo, mi dispiace per lui, ma per la Fiorentina è meglio.

    RispondiElimina
  123. Stasera la Fiorentina mi ha fatto venire il mal di testa. Sul 2 a 0 tiravamo in porta a casaccio invece che chiudere la partita, cazzo!

    RispondiElimina
  124. ...la colpa é anche dei commentatori argentini, sullo streaming, che un attimo prima del 2a 1 stavano enumerando delle statistiche da paura sul possesso viola, tiri, corner, passaggi, contrasti riusciti, recuperi e chi piu' ne ha piu' ne metta. Ma se vi foste fatti i cazzi vostri, compadres !! nel calcio ci sono degli dei dispettosi che puniscono chi fallisce troppe occasioni di chiudere la partita, altro che storie.... in Italia le partite o si chiudono o si controllano, senno' ti becchi un gol in contropiede sul due a zero. Ci manca ancora personalità.

    RispondiElimina
  125. La sofferenza finale potevamo risparmiarcela alla grande anche alla luce di 70' di nulla blucerchiato, davvero ridicolo rischiare l'ennesimo pareggio su due tiri in porta avversari.
    Neto 5,5 doveva fare solo una cosa importante stasera, non la fa, rimane nel mezzo al guado accovacciato senza una logica di posizione, poteva fare di meglio.
    Savic 5,5 nella chiusura in diagonale fa poco per impedire il tiro, nel primo tempo si complica la vita con un passaggio in orizzontale rischioso, sul forcing finale doriano non è l'unico a ballare.
    Tomovic 5,5 discreto primo tempo nel secondo dovrebbe essere più presente la dietro, un po' svagato pure lui.
    Gonzalo 6+ se si balla la dietro non si può dare sempre la colpa agli altri centrali, ha responsabilità pure lui, deve guidarla lui la difesa, non altri.
    Pasqual 5,5 inspiegabile il suo utilizzo, dietro ne combina una delle sue, di quelle epiche, gli va bene. In avanti ha smesso pure di crossare, vabbé che erano indecenti.......
    Aquilani 6,5 tanto lavoro oscuro, utile, prezioso, poco appariscente ma finché la squadra gira ha grandi meriti in interdizione e in prima costruzione, si procura anche un rigore che anni addietro non ci avrebbero mai concesso.
    Cuadrado 6+ tornato più saltimbanco che giocatore determinante, tante iniziative che potevano essere risolutive ma alla fine molto fumo e poco arrosto. Non entra in nessuna delle due azioni da goal, salta gli uomini come birilli ma deve metterci lo zampino in maniera concreta, meglio un dribbling in meno ma un assist in più.
    Joaquin 6+ un primo tempo sontuoso per classe, dribbling e proposizione ma anche a lui manca l'acuto finale, quello che chiude il match, nel secondo tempo sparisce al pari di quasi tutti i suoi compagni, giusta la sostituzione.
    Borja 6 stasera un inconsueta consuetudine a fare il minimo sindacale, tirasse il fiato qualche volta.
    Mati 6 a me continua a piacere poco, in ogni partita duro fatica a trovare un qualcosa che valga la pena ricordare, per quanto se ne decanta le doti rimane un giocatore che da molto poco, per ora, anche in quest'anno.
    Rossi 7,5 il rigore lo batte di classe, il secondo goal è un pezzo di bravura e entra in parecchie azioni non rifinite per un nonnulla. Un piccoletto che gioca da gigante da inizio anno.
    Vargas 6 manca l'esplosività, la capacità d'incidere come ai bei tempi, la voglia di fare la giocata o tentare la legnata da tutte le posizioni, mi godo il giocatore che è stato recuperato e che tornerà utilissimo alla causa più avanti, quando gireranno pure le gambe.
    Vecino 6,5 a me piace come si muove, come calcia il pallone, come cerca il dialogo, come copre e come si propone in avanti in qualche sortita; non capisco il centellinarne l'utilizzo.
    Rebic 6 Capra, capra, capra. La forza è notevole, la volontà non gli manca, e la tecnica vedremo più avanti di quale livello è ma deve giocare per la squadra non mangiarsi il pallone per scaraventarlo in porta. Di stima.
    Montella 7 continua a macinare punti, per settanta minuti la squadra è sembrata brillante, in forma, per niente affaticata, dopo si è spenta la luce e la scossa non è partita da lui. Che sia il miglior allenatore emergente non c'è dubbio, che debba ancora lavorare, su se stesso, è fuor di dubbio. Ad averne in ogni caso.

    RispondiElimina
  126. La gufata mi riesce a metà, ma sul Napoli recuperiamo 3 e non 2 punti.
    Per settanta minuti si è vista la Fiorentina 2.0, ovvero la miglior Viola dello scorso anno più veloce nello sviluppo dell'azione e con un fuoriclasse in attacco in più. Il due a zero viene preso dalla squadra come il via libera alla leziosità e inevitabilmente viene a mancare la cattiveria sotto porta che ci avrebbe portato almeno ad un altro paio di reti facili. Settanta minuti di spettacolo calcistico fatto di fraseggi veloci e precisi, di accelerazioni e dominio difensivo. Poi una palla persa da Cuadrado a centrocampo diventa un gol della Sampdoria che rianima la disperazione dei blucerchiati proprio nel momento in cui i nostri cominciano ad accusare la stanchezza. Gomez risolverà parecchi problemi ma l'impressione è che dobbiamo sempre rimanere in tensione per non rischiare. Parlando dei singoli ho visto un grande Aquilani, presente in contrasto e precisissimo nei passaggi. Ottima prova anche se adesso il migliore Aquilani ci serve anche in attacco. Borja un po' stanco anche se sempre su buoni livelli. Pasqual meglio del solito, soprattutto dietro. Rossi è un fuoriclasse, non ci sono cazzi, Gomez gli regalerà molta più libertà e allora lo vedremo in tutto il suo splendore. Joaquin da ala sarà devastante. Cuadrado elettrico per un'ora e un po' scarico dopo. La sofferenza finale ci servirà a capire una volta in più che se sei più forte gli avversari non li devi irridere, li deci schiacciare.

    RispondiElimina
  127. Mi sono appena ripreso, sull'ultimo calcio d'angolo s'è bloccato lo streaming. Comunque l'assurdità è che la Samp ha giocato in contropiede pure sul 2-0 e noi andavamo all'arrembaggio. La stanchezza ha fatto il resto, bisognava fare il terzo gol nel primo tempo ovvero quando ancora eravamo lucidi.
    Stavolta il calo finale è giustificato, magari Montella poteva iniziare con più forze fresche.

    RispondiElimina
  128. QUELLI CHE...SE NON SOFFRI NON SEI VIOLA...
    Partita virtualmente finita dopo 25 minuti, salvo Gabbiadini che ci ricorda che la realtà calcistica dura oltre 90 minuti. Partita a senso unico, un primo tempo gestito come allenamento con sparring partner di categoria inferiore, irridendo chiunque non indossasse maglia viola, compreso arbitro- sin troppo generoso. Difesa sempre sul chi va là, centrocampo a produrre tonnellate di giocate con Aquilani con dono della bilocazione, Pepito prolifico e più partecipe del gioco. Tutto questo sino a quando è stato in campo Cuadrado (iradiddio imprendibile per chiunque), poi il pathos ha ammantato il Franchi e solo grazie agli errori di un polacco sconosciuto ai più e di Pozzi....il finale non è stato come col Parma. Baricentro alto negli ultimi 20' ma viola allungata, Samp solo con i nervi, doriani che sfruttano un leggero calo  proprio del centrocampo per segnare il gol che condanna a soffrire nel finale. Sembra che la viola giochi meglio fuori, in realtà e solamente la voglia di strafare, divertire. Pagelle...sofferte....:
    NETO 6 : prende gol senza parare ma potrebbe uscire sull'ultimo, elettrizzante, corner.
    TOMOVIC 6,5 : diventa sempre più scaltro, sempre più titolare. Preciso negli inserimenti, punta anche il fondo. Non aveva avversario diretto, però.
    PASQUAL 6 : il suo dinamismo tenta a trarre in inganno, sembra chissà cosa faccia, nella realtà passa l'80% del palloni indietro, tira in porta altissimo, crossa basso. Mah...
    SAVIC 5,5 : errorini ma la chiusura su Gabbiadini e da denuncia. Mah.....
    G.RODRIGUEZ 6,5 : buone chiusure, meno lanci e sembra capire che li dietro bisogna stare attenti, con un Savic che una chance all'avversario la concede sempre.
    AQUILANI 7 : non si infortuna più, corre sempre, è nel vivo del gioco. Questa sera è starò il migliore del centrocampo. Solito mistero: panca a Montolivo in azzurro...Mah....
    VALERO 6,5 : benissimo nella prima frazione, poco lucido nella ripresa. Divora un gol.
    MATI F. 6 : ci attendiamo sempre qualcosa in più, da lui. Buone percussioni, a metà.
    CUADRADO 7,5 : più veloce del pallone, più veloce degli avversari. Se concretizzasse un po' di più sarebbe la "perfezione". "Giochicchia" un po' troppo, senza ferire, nel 2o tempo.
    JOAQUIN 6,5 : accende il motore, lo spegne, riparte. Pericolo costante.
    ROSSI 7,5 : educato nella vita, in campo e nel suo sinistro. Barnard operava al cuore, Pepito è  chirurgico in tutto. Capocannoniere sempre più convincente.
    VARGAS 6 : continua il recupero e l'inserimento nella Maquina.
    REBIC 6 : due buoni spunti, acerbo ma smaliziato. Bisogna lavorarci su, parecchio.
    VECINO n.g.
    MONTELLA 7 : il "Congegno viola" sfiora la perfezione per almeno 70', padrona del campo la viola, padrone della squadra Vincenzino. Manca all'appello il possesso palla degli ultimi 7/8 minuti. L'unico appunto la sostituzione delle due nostre ali, quei cambi hanno permesso alla Samp di uscire fuori dal guscio. Comunque Vincenzino ha pilotato alla grande la Nostra squadra  in tour de force di partite, dove le vittorie sono state esaltanti e dove solo a Roma (con la Lazio70) c'e stata flessione. La trance agonistica viola è straordinaria, speriamo la sosta non fermi l'ardore della Maquina.

    RispondiElimina
  129. Riflessioni africane



    Riflessioni qua e là

    Roma: corrono molto meno e basta un bel Sassuolo, col rispetto dovuto, per
    metterla alle corde. Senza il fenomeno ( e anche Gervinho) é squadra
    buona niente piu'. Ljajic leggero, abile col pallone, ma per cambiare le
    partite deve mangiare ancora tanta nutella, per ora al nonnetto Totti
    puo' portare le borse, stare ad osservarlo dalla panca, magari
    filmarlo e poi ripassare le lezioni a casa.

    Paloschi: con le mafiose (gobbi e bilan) non basta far gol regolari, tanto glieli annullano.

    Ziofester: sempre una goduria vederlo soffrire. Ogni male che gli arriverà non pareggerà mai quello fatto.

    ManCity: il Mancio non sa allenare, é un sopravvalutato, raccomandato...tutte
    gentilezze cui noi fiorentini siamo abituati a riservare a chi ci stà
    sul culo. Invece Pellegrini riesce nella mitica impresa di farsi battere
    dalla peggiore in PL e senza fare un tiro in porta nel secondo tempo...

    Mou: faccia di culo che me lo squalifica; dice rigore netto una simulazione che lo salva da una sconfitta meritata.



    Forza viola, stasera segna ancora Rossi



    LELE

    RispondiElimina
  130. Commento africano

    PRIMO TEMPO con poco da dire se non che Mati al posto di Pizarro non é
    eresia, che Delio ha messo in campo una squadra da par suo, cioé
    tragicamente senza gioco e palle. Niente altro se non che allo stadio ci
    sono anche buffoni che lo hanno applaudito. Non bisogna affondare, un
    altro golletto, dargliene sette porterebbe al suo esonero, deve
    soffrire e andare in B in panchina.

    SECONDO TEMPO Come rendere un allenamento una vittoria con rischi. E bisogna abbozzarla di fare sfilate di modaaaaaa, e si deve buttare dentrooooooo,
    perché e basta una gran giocata a culo ( Panduri ) o un tiro sporco, (
    quello dello scarso Gabbiadini) e l'unico degli avversari, per soffrire
    contro due squadre di 3 categorie inferiori. Qui é solo ed unicamente
    Montella che deve inculcare una rabbia che non abbiamo, quella che ci ha
    permesso di perdere contro un'altra inferiore, esempio, come l'Inter
    che non ha un mister creativo come il nostro, ma capace di immettere la
    terza palla negli scroti dei suoi giocatori. Idem Conte. A chi non garba
    il calcio spettacolo? Nessuno, ma vedere accademia e moine per un'ora e
    rischiare il pareggio é roba da manicomio.

    M'e'garbato molto Rebic, ma era Cuadrado da sostituire? Boh!



    LELE

    RispondiElimina
  131. Non ne farei una questione di testa o almeno non solo. Più stanchezza, meno lucidità. A parte Rossi, dalla cintola in su, erano gli stessi di giovedì. Poi abbiamo giocato all'arrembaggio dal primo minuto, normale perdere lucidità. Già all'inizio del secondo tempo, si andava avanti più per inerzia. Poi è arrivato il crollo psicologico dopo il gol che si è aggiunto alla stanchezza fisica.


    Bisogna dire che Montella non aveva tantissime alternative, ha puntato su quelli sicuri che però anche quelli che erano stati più impegnati ultimamente. Immagino che su questo punto interverrà il Colonel.

    RispondiElimina
  132. Giusto, ma bisogna assolutamente imparare ad essere piu' scaltri. Se non riesci a fare in tempo utile il terzo gol,che so, puoi fingere di abbassare il ritmo e lasciarli venire per beccarli tu in contropîede, cosa piu' logica che lasciarsi infilzare sul due a zero da polli e patire cosi' fino alla fine. Altre occasioni di contropiede la Samp l'ha avute prima del gol e quindi non é stato solo un caso. Ci puoi effettivamente mettere la stanchezza, ma devi anche imparare a gestire la partita se sai che sei stanco. Montella m'é sembrato piuttosto incazzato in certe fasi nel finale. Cio' non toglie cio' che abbiamo fatto di buono, anzi di splendido prima, evidentemente.

    RispondiElimina
  133. Vigile, è un discorso lungo da fare. Montella non è un allenatore che sul 2-0 ti re-imposta la squadra per coprirsi. Onestamente non lo critico, ha coraggio e va rispettato. Un Garcia ti leva una punta e chiede ai giocatori di perdere tempo, e poi prende comunque un gol all'ultimo minuto. Io da tifoso imprecavo già dopo cinque minuti del secondo tempo, ma, a mente fredda, Montella fa bene a portare avanti la sua filosofia di gioco e forse, dico forse, ha anche ragione.


    Sul poco turn-over, in parte forzato per le assenze, ho più dubbi, anche perchè se giochi all'arrembaggio dal primo minuto e non fai turnover il crollo finale diventa non prevedibile, ma quasi certo.


    E comunque rimaniamo la squadra che gioca meglio in Italia.

    RispondiElimina
  134. .. infatti non c'é da coprirsi , ma solo da giocarsela con un po piu' di furbizia, o scaltrezza, o cinismo , che dir si voglia, e in questo concordiamo,vero Colonnello? cioé rallentare un attimino l'arrembaggio e uccellarli in ripartenza come sappiamo fare bene (anche senza i lanci di Pizarro) Del resto lo stesso Montella ha dichiarato che fare spettacolo é una nostra forza, ma che puo' essere anche un limite e che bisogna fare il salto di qualità proprio su questo aspetto. Ricordiamoci gli errori con Cagliari e Parma e invece le pugnalate inferte alla Juve . E senza mai rinunciare al gioco, che é la nostra forza e la nostra bellezza. Quest'anno abbiamo anche imparato a difenderci con le unghie come con la Lazio e allora si puo' pure imparare a non soffrire l'ultimo quarto d'ora in casa, eccheccazzo!
    mi sta benissimo che si cerchi il gioco sempre e comunque, ma allora giochiamo davvero e non facciamo accademia

    RispondiElimina
  135. Solite cazzate prevenute su Neto che non si possono non ribattere. L'unica giusta è un rinvio sbagliato di piede senza nessuna conseguenza (comunque passare palla al portiere con avversario che si avventa non è mai saggio). Sul goal di Gabbiadini c'è una deviazione di Savic ed è comunque un tiro in corsa da dentro l'area, non vedo cosa ci potesse fare. Quella poi del colpo di testa sul calcio d'angolo ha del ridicolo. Ma l'hai visto dove ha colpito di testa il sampdoriano? e che doveva farci il portiere lì? uscire due metri prima del primo palo? Ma via non siamo ridicoli, cerca di essere obiettivo perchè ci fai solo figuracce.

    RispondiElimina