.

.

mercoledì 24 luglio 2013

La rivincita dei parrucchieri

Quando si parla di globalizzazione sarebbe facile scegliere come immagine un albanese che sbarca in Puglia e a Milano è esasperato, una fotografia ingiallita però, visto che è gia iniziata una globalizzazione di ritorno, quella provocata dalle trasmissioni di Criscitiello e che vede gli albanesi costretti a rifugiarsi nella propria terra non tanto per scappare dall’Italia quanto da Sportitalia. Reminiscenze scolastiche mi portano a dire che per tre giorni dopo la morte i capelli e le unghie continuano a crescere, mentre le telefonate si assottigliano, al contrario di Vargas che non riesce proprio ad assottigliarsi o a trovare almeno qualcuno che gli paghi lo stipendio mentre il suo peso continua a crescere come le unghie e i capelli, ma senza nessun limite temporale. Problema delle 50/60 partite, affrontiamolo subito prima che ci venga congestionata l’agenda della vita, giocare il lunedì dopo le coppe è una richiesta sponsorizzata dalla Loreal e che avvantaggia solo una categorria, poi ricordo che l’anticipo del sabato sera è un affronto ai fans di John Travolta che magari hanno la febbre e non possono andare allo stadio, il lunch-mach equivale a una bendaggio gastrico, il posticipo della domenica è come la rateizzazione di una cartella di Equitalia con gli interessi che ti vengono addebitati direttamente in classifica, date e incastri che costringono gli italiani a cambiare le abitudini e cercare la flessibilità tipica di un progetto che dietro agli obiettivi dichiarati nasconde tutte le insidie di un contratto a progetto. In molti ormai incapaci di trovare un buco libero in mezzo a un calendario sempre più schizofrenico si rivolgono al calendario di Frate Indovino cercando date utili per fare tutto quello che è rimasto indietro durante l’anno, funerali compresi rimasti in sospeso e rinviati più volte, quando la prima non poteva il morto perché ricorreva il giorno della sconfitta interna con la Juve e sembrava brutto tumularlo fissando proprio quella data per sempre,  una cattiveria gratuita anche se a pagamento, giovedì c’era la partita di coppa, è stato chiesto anche al custode “Dacci le chiavi che veniamo dopo il preliminare”, ma anche lui non poteva perché doveva fare l’inventario. Personalmente ho scaricato un software che mi gestisce l’agenda a seconda degli impegni della squadra, e molte cose me le sta già organizzando durante le soste, sfortuna ha voluto che il prete di Serumido fosse gobbo e per colpa del programma che s’è scaricato da Hurrà Juventus non riusciamo a trovare la data per la Cresima di Tommaso, perché lui fa la Champions, ci sarebbe libero un martedì alle 18 ma la Rita s’è incazzata perché dice che non è un giorno adatto per una cerimonia così importante, e poi il martedì c’è la replica di Gossip Girl. E’ diventato un caos, un casino insomma, come il Ponte alla Vittoria, un traffico di partite, anticipi e posticipi tutti rimasti bloccati sul Ponte alla Vittoria, e allora Dio disse al prete gobbo “Sia fatta la Cresima di Tommaso il giorno di Juve-Inter”. Insomma un marasma, il Tom Tom invece degli Autovelox strombazza in prossimità di uno stadio e così non sbaglio più una trasferta ma in compenso prendo tutte le multe, prendo anche la melatonina per gestire il jet lag creato durante il volo transoceanico dei sogni che sorvolano una vittoria di pomeriggio e atterrano su una di sera, e per non andare fuori fase uso anche il Polase, pane integrale e integratori come il Multicentrum 50 uomo e il Multicentrum 50 a zona, compresse quando la squadra deve essere corta, e gocce quando il campo è scivoloso. Si alla pizza con gli amici, al divano sharing, allo sfruttamento intensivo della parabola, alla cena conviviale ma anche concaviale e concinghiale, insomma, una task force che ci impegnerà per 60 partite, una tournèe con più date di quella dei Pooh, mentre al Bar Marisa con tutti questi giocatori che finiscono con uno sbiascichio, dopo l’ acquisto di Ilicic si è pensato di vendere anche il Polident alla spina, un adesivo per evitare che la pulizia strade si trasformi anche nella pulizia delle dentiere. Emozioni su emozioni che alimentano la passione Fiorentina, e  l’immagine di oggi rappresenta tutto questo, quello che è divntato ormai un chiodo fisso.

161 commenti:

  1. Sembra che io non sia il solo secondo Leo a non capire niente di calcio: 28/06/2011 14:22:51
    leo, lastra
    Chiari se posso esserti d'aiuto, un bel cappello, sotto l'ombrellone e protezione altissima. Vedrai che tutto passa. D'altronde di altri argomenti non è possibile parlare. Il calcio sta a te come il Nintendo DS a Stevie Wonder, che ci vuoi fare ?!
    Questo signore ha l'insulto nel Dna come tutti gli autentici troll.

    RispondiElimina
  2. Si comincia a fare le pulci a Neto pure sulle partitelle in allenamento, con toni catastrofistici, namo bene...

    RispondiElimina
  3. http://www.firenzeviola.it/appunti-da-moena/gli-amici-di-andrea-la-solitudine-di-neto-139055

    RispondiElimina
  4. Altre belle poppe, oggi...

    Leggendo i post di ieri, scopro che il buon Sopra non solo mi dà del tonno, ma dice che sono insuperabile (come tonno, quindi il più tonno dei tonni). Il guaio è che ha ragione.
    Calabria è stato non solo un grande cannoniere (nelle serie minori) della Sanremese, ma anche allenatore fino a qualche anno fa. Grande bandiera, secondo solo a Luigi Cichero, buonanima, terzino e capitano negli anni Ottanta, quando eravamo in C1 e allenatore negli anni Novanta, quando dalla Terza Categoria riuscimmo a tornare in C2 (con Calabria centravanti).

    RispondiElimina
  5. Che cos'è il genio!

    http://www.youtube.com/watch?v=ENfWZ5z0wPs

    RispondiElimina
  6. Ieri ho fatto la fila con le mie figlie per autografo e foto di Neto, c'era tanta gente. Gli ho stretto la mano e fatto un in bocca al lupo e lui mi ha ringraziato cordialmente. Non mi sembrava così spaesato. Certo che se cominciamo a bombardare sui siti la strada è dura per il brasiliano. Il giorno prima ha preso gol sul suo palo con una bordata di Gomez in girata, ma la palla è passata sotto l'incrocio, a me è sembrata imprendibile. In compenso ha fatto due ottime parate sempre su Gomez e Cuadrado. Ma qui penso che potrebbe fare numeri su numeri e poi al primo errore 'crocifisso in sala mensa'.... Sul rinnovo a nutellino la penso come Jordan, ora sono preoccupato, Ilicic aumenta l'affollamento in attacco e premunisce la società da un epilogo non felice sulla vicenda. Mi spiace a morte se va via il serbo, che oggi ha uno stato psicofisico da primo della classe, anche se a dire il vero, nel 3-5-2 vicino a gomez non mi sembra che dia il meglio di sè, il 4-3-3 è lo schema dove ora rende al massimo. È pur vero che siamo all'inizio, ma le parole di Adv che vede Rossi-Gomez come coppia d'attacco, mi sembrano indicare una strada.

    RispondiElimina
  7. E' un po' misero andare a ripescare discussioni fra utenti che non ti riguardano ma non ho problemi se lo fai immagina però cosa pensano gli altri a vedere codesto comportamento, come se una discussione chiusa fosse motivo di contendere ancora estrapolandola in un contesto che non c'entra niente. Se la cosa ti può consolare tu ci capisci ancora meno di lui, ma non è questo il punto, non è un bel vedere che a te interessa solo questo dualismo con me, questa continua contrapposizione fra i miei e i tuoi scritti anche perché non esiste paragone, non può esserci. Se dovessi ricopiare i tuoi post dove scrivi minchiate sul calcio non basterebbe la Treccani con tutti gli aggiornamenti e adesso la butti su un piano che niente ha a che vedere con lo spirito del blog e con le persone che ci scrivono, te lo ripeto, sei utente adatto all'Huffington non qui, anche perché qui si parla di calcio e questa sarà materia per te indecifrabile, sempre.

    RispondiElimina
  8. Stefano Vienna24 luglio 2013 10:12

    Ljajic deve rinnovare, mettiamocelo in testa. Si tratta di decine di milioni di euro. Infatti si muovono Cognini e Andrea in prima persona, ovvero la proprieta'.

    RispondiElimina
  9. Trovane uno e poi se ne riparla di post mio con una minchiata. Per quanto riguarda Chiari mi limito a notare che tu hai il vizio di offendere e assumere atteggiamenti di superiorità quelli si meschini anche quando l'interlocutore è persona corretta e normalmente abituata ad esprimersi in maniera educata. È la tua cifra ed il tuo modo di essere.

    RispondiElimina
  10. Trovane uno in cui scrivi una minchiata ?! Basta scorrere l'elenco degli editoriali, uno a caso, e leggere uno a caso dei tuoi scritti. Il sudore freddo sarebbe giunto se mi avessi chiesto di trovare quando hai scritto un qualcosa che valesse la pena di leggere. Ti ricordo che stiamo discutendo io e te, cosa scrivo agli altri lo so da me e non devo renderne conto a te, non ti riguarda ma se ti piace riportare gli scritti degli altri continua pure, sono le stesse armi che utilizzi per tentare di essere leggibile quando scrivi della materia a te proibita, di tuo non c'è niente. E poi te lo ridico, non monopolizzare il blog su una crociata contro di me, perdi tempo, rinizia a scrivere sciocchezze sul'argomento a te precluso, sei almeno divertente, te l'ho scritto anche ieri, non smettere Lud. Non smettere!

    RispondiElimina
  11. Netteremo you and I, penso che Ljajic andrà' via e con lui anche Mati. Sono in troppi la davanti. Se mi sbaglio tanto meglio.

    RispondiElimina
  12. Inizia con 'between' accidenti ai correttori automatici dei telefonini.

    RispondiElimina
  13. Fantastica, grazie. Ho riso forte per cinque minuti!

    RispondiElimina
  14. Il mio sentore è che ci sia in ballo una ottima e congrua offerta per Liajic, da un club straniero, e che la viola ci stia pensando. Una cessione eccellente per incamerare denaro fresco per un altro difensore. Su Neto, DEYNA, c'è la polizza Montella, che si è esposto. L'arrivo di un portiere rischierebbe di delegittimare le parole spese dal mister per il sudamericano. In ogni caso il nostro mercato non lo ritengo chiuso, qualcosa si movere in uscita (sicurmente) e un altro giocatore arriverà (difesa). (ANTO, il pescatore che va per tonni, becca nulla e non riesce a dormire.....cosa dice? "Non ho preso tonno, stanotte...." eh eh eh eh eh.... -E Iannolo? Quanto gol vi ha fatto? Eh eh eh eh. Sai che il vostro "vecchio" Giuntoli bazzicava zona Latina, in gioventù...?)

    RispondiElimina
  15. Bene se ne hai trovate tante trovarne una non ti sarà difficile. Naturalmente deve essere una citazione diretta con data e ora. Auguri.

    RispondiElimina
  16. LELE



    Anzitutto vorrei cominciare con una bella notizia, no chiamiamola conferma;
    l'ambiente nello spogliatoio e tecnici e'di altissimo livelllo di
    professionalita' e di amicizia tra i vari componenti.

    "Provengo da una societa' di prime ranking e devo riconoscere che non mi
    aspettavo di trovare qualcosa di simile." Queste sono state le parole di
    Ambrosini. Visto che non sono parole ruffiane o di convenienza, la
    mia personale valutazione su quanto puo' incidere l'habitat che si e'
    creato, e' di uno status iperdeterminante per il raggiungimento di
    ottimi risultati, al pari e forse di piu' del valore di un singolo
    giocatore che non sia Maradona o Messi. Beppe Dosssena mi ha sempre
    detto che lo scudetto Samp era figlio della grande professionalita'
    unita ai rapporti di aùicizia e rispetto tra i giocatori. Mi meraviglia
    solo che Ljajic non abbia ancora firmato il rinnovo, visto che avevo
    avuto assicurazioni in merito, ma pur con la stima che nutro per il
    calciatore, non metterei mai a rischio l'ambiente, il che vuol dire che,
    come ha ribadito il Presidente, non ci sara' un mongolivo cappone bis, a
    qualsiasi costo. Se Adem fa il braccio di ferro, andra' a schiantarsi
    fuori della squadra e non sara' degno di appartenere alla crema del
    campionato italiano. Via a calci in culo chi non ci vuole, e'legge che
    vale per tutti nessuno escluso.



    Lele



    P.S. Caro Lud, mi arrogo il merito di esser stato il primo ad averti ben
    inquadrato, mi permetto per questo di farti notare che ora sei sceso ad
    un livello di rissa da saloon con mire vendicative e addirittura
    premeditate, che non fanno onore, anzi fanno a cazzotti con la tua
    autocelebrata educazione e self control, ma soprattutto sono fuori luogo
    in questo salotto se la querelle e' reiterata.

    RispondiElimina
  17. stefano vienna24 luglio 2013 12:38

    D'accordo sul punto principale, se Adem vuole andare, si accomodi pure. Ma tutto questo baillame mediatico a me sembra creato ad arte e anche abbastanza irresponsabile se alimentato da chi si professa tifoso viola. Ljajic sembra motivato e al centro del progetto. La proprietà si è mossa in prima persona per ristabilire buoni contatti con Ramadani che non sono idilliaci con Pradè ad esempio. Quello che secondo me pochi hanno capito è che, se tutti hanno buon senso, un rinnovo di Ljajic aumenta il patrimonio della Fiorentina di alcune decine di milioni, potenzialemente di svariate decine di milioni (più di quelli di Jovetic per dirla tutta). Ora i Della Valle non sono dei benefattori, non regalano soldi alle Olgettine e ai Lele Mora di turno, conoscono il valore del denaro. Mentre chi voleva dar via Ljajic per fare un dispetto a Ramadani sarebbe da rinchiudere alla neuro. Una proprietà forte fa di tutto per convincere il nuovo Messi e lo sta facendo. A me ha solo dato noia la leggerezza con cui molti, anche su questo sito, si immaginavano che i Della Valle alzassero così facilmente bandiera bianca. La scesa in campo di Cognigni fa capire che si cercherà in tutti i modi di salvaguardare il patrimonio rappresentato da Ljajic. Poi finirà come deve finire. E adesso ritorno nel silenzio sulla questione Ljajic come già promesso.

    RispondiElimina
  18. stefano vienna24 luglio 2013 12:43

    Insomma c'è stata gente come quel Fratini che sembrava non vedere l'ora di mandare via Ljajic, e ho detto tutto.

    RispondiElimina
  19. Lele sbaglio o tu hai fatto fuori Louis sempre con il "metodo Boffo" che contraddistingue ormai questo blog e di cui ha fatto le spese Chiari. Io non attacco certo nessuno ma mi dovrò pur difendere. O no? Comunque se trovi una cavolata detta da me accomodati, la puoi scrivere in qualsiasi momento. Ma aggiungi data ora e citazione diretta. Grazie.

    RispondiElimina
  20. Giuntoli mi sembra fosse uno stopperone, mentre sinceramente non mi ricordo di Iannolo. Fra i bomber, mi ricordo di Bizzarri, che da noi fece benino, salvo poi esplodere nella Spal (poi arrivò addirittura in Serie A con il Brescia).

    RispondiElimina
  21. Lele purtroppo il soggetto deve difendersi da polemiche che inizia e non sa portare a fondo perché nascono dalla sua incapacità di dialogare su un argomento leggero come è il calcio. Che a fare le spese della sua ignoranza in materia si debba essere noi non ho ancora capito il perché. Potrebbe trattare argomenti in cui abbia una qualche capacità, e sono sicuro che qualcuno esiste, ma qui veste questi panni, tant'è. Il bello è che è lui a sentirsi sotto schiaffo e va pietendo una considerazione tirando in ballo utenti che non scrivono qui per ragioni a lui sconosciute o per motivi che niente hanno a che spartire con lui. Quando uno giunge a trovare simili argomenti per scardinare una motivazione è ben oltre che alla frutta.


    P.S.: Lud te li ho già portati, con data e firma. Qualunque editoriale, qualunque tuo post, almeno i tuoi leggili.

    RispondiElimina
  22. Non hai niente da dire, argomenti pari a zero come volevasi dimostrare. Richiesto di citare una riga soltanto non sei in grado di farlo. Amen

    RispondiElimina
  23. Mah, Lud, onestamente ne ho portati pure troppi, le tue risposte invece le hanno lette tutti. Non ti rendi conto che ricevi le stesse da tutti ed invece di utilizzarle come materiale di didattico per vedere se ti si attacca qualcosa continui con questi puerili e sterili attacchi a testa bassa. Se ti ho scoperto e toccato un nervo scoperto era premura tua non farlo capire, se l'argomento di cui si parla qui ti vede impreparato perché continui a volerne far parte ?!

    RispondiElimina
  24. Stefano Sborgi è solo uno degli esponenti dei media fiorentini che si sono espressi a suo tempo contro Neto per postulato, per antipatie corviniane o per simpatie vivianiste, ed ora vivono per fargli le scarpe. Attaccarlo così con un articolo dedicato per un goal preso in allenamento (tra l'altro un goal per me assolutamente imparabile e vedo che Orcio che era presente sul posto mi conferma) è roba da manicomio. Ma lo sa e dipende da lui come reagire a questa massa di prevenuti. Lo ripeto, per lui sarebbe molto più facile e forse costruttivo andare a Verona, per la Fiorentina no. Oggi ha più bisogno la Fiorentina di Neto (quello vero, quello dell'Atletico Paranaense) che Neto della Fiorentina che, anzi, col suo ambiente venefico, rischia di travolgerlo.

    RispondiElimina
  25. Metti una citazione che abbia un senso, accomodati. Fai come me quando ho dimostrato che utilizzi costantemente gli stessi argomenti da "metodo Boffo" con qualsiasi interlocutore.

    RispondiElimina
  26. Caro LUD, prima di tutto Louis se n'e' andato per litigi col Colonnello, non
    con me, come vedi oltre a stravolgere i pensieri altrui, lo fai anche
    con avvenimenti storici tirando in ballo chi non c'entra

    L'invito a rivolgerti a specialisti sia caduto nel vuoto

    per quanto riguarda le tue boiate calcistiche, eccoti accntentato. Sono in
    misura molto inferiore alla realta', ma danno un'idea di cosa sei
    capace, un un genio del fottball che crede di saperne.



    -Sissoko simil Socrates

    -Cuadrado attaccante

    -Ronaldo che non si e' espresso in Europa

    -Tardelli in Nazionale visto in marcatura, ruolo poi ripreso da Gentile.

    -Bayern 2013 forte come quello 2009

    -Mettere sullo stesso piano l'errore di Ovrebo e di Mazzoleni

    -La Fiorentina di Prandelli ai quarti in CL

    -Braccio di De Rossi rigore dubbio (post 5 maggio)

    -Prandelli innovatore al pari Guardiola
    -Corvino ha venduto Osvaldo Balzaretti Maggio Pazzini e comprato Felipe Bolatti

    -Gilardino Mutu Frey son venuti a Firenze per l'esclusiva presenza di Prandelli

    -Prandelli seguace di Sacchi

    -Prandelli determinante nella crescita di Osvaldo al quale ha insegnato molto

    -Ljajic autore di buone prove con Prandelli

    -Trattativa sotterranea Prandelli-Bettega lecita perche' il santino e' un professionista

    -Cerci buono per le serie minori

    -Cerci come Nappi

    -Cerci plasmato da Prandelli in un ritiro Nazionale

    -Cerci con Prandelli difende pure

    -Ventura
    fondamentale nella trasformazione di Cerci, un altro giocatore rispetto
    a quello di Sinisa, peccato che non ho mai visto una partita del
    Toro..

    -Mati che avrebbe bisogno di Prandelli per crescere...
    - E'chiaro che Ljajic e' fuori dal prossimo disegno tattico

    -ma non voglio relegare in panchina Ljajic, (ma che e' tenuto fuori dal
    nostro disegno tattico) per mettere il Dinosauro calcistico( leggi dopo)

    -Giaccherini come Domenghini

    -Antognoni che si sarebbe pentito di restare a Firenze (mai) e pure Riva a
    Cagliari ( mai) dove han deciso di restare rifiutando ingaggi piu'ricchi
    (falso)

    -Mario Gomez... Dinosauro calcistico...( 28 anni, carriera professionistica
    Stoccarda, Bayern e Nazionale, 221 gol in 373 partite)

    - Mario Gomez pone problemi tattici a Montella

    -DDV me lo mangio a colazione...

    -Bueno pîu' esperto di Gabbiadini

    -Sarebbe da prendere in prestito Guidetti (che non l'ha mai visto giocare (( e comunque era lo stesso)))

    - Deyna tifoso medio (questa si' che e' offesa grave)





    Lele

    RispondiElimina
  27. Ciao Foco! Provo a rispondere oggi alla tua domanda di ieri. La novità principale nel metodo di preparazione di Montella e del suo staff è che sono state abolite le corse nei boschi. Il lavoro in palestra con i pesi, almeno a Moena, non supera i 30 minuti al giorno. L'estate scorsa, fuori intervista, Montella spiegò i motivi. Disse più o meno così: "Devo allenare i miei giocatori alle situazioni che troveranno in campo, e gli alberi nel campo non ci sono!". Tanto semplice quanto geniale!!! Poi spiegò meglio il concetto, dicendo che in campo i giocatori fanno essenzialmente quattro tipi di movimento: camminata, corsetta, scatto prolungato (massimo 70 metri), allungo secco con sforzo massimale (massimo 20 metri) e li alternano, cioè in partita non si fanno quattro scatti prolungati consecutivi. I suoi allenamenti sono mirati a massimizzare il rendimento del giocatore in queste quattro situazioni. Il pallone è usato tantissimo, perché "è lo strumento del nostro lavoro". Ancora una volta, tanto semplice quanto geniale!!! Infine, un accenno al lavoro in palestra: disse che a suo tempo fu bloccato da una lunga pubalgia, perché gli facevano sollevare con le gambe pesi enormi rispetto al suo fisico. Insomma, a ciascuno il suo peso ahahahahahah. Spiegò che queste metodologie erano nate in Portogallo e poi sviluppate in Spagna. Sintetizzando, corrono molto, pur con delle pause, usano moltissimo il pallone e perciò si divertono da matti!

    RispondiElimina
  28. Voglio i' biberon ! È' proprio vero che con l'età' si torna bambini !

    RispondiElimina
  29. Non mi pare malaccio il tabellone della Coppa Italia. Entriamo agli ottavi presumibilmente contro il Chievo, ai quarti credo si peschi una tra Catania, Bologna e Livorno, semifinali con andata e ritorno contro una delle milanesi o l'Udinese, mentre dall'altro lato del tabellone ne resterà solo una tra Juve, Napoli, Lazio e Roma. Insomma, andare più avanti possibile si può. E si deve.

    RispondiElimina
  30. Rispondo volentieri alle osservazioni di Lele. Ci vorrà un po' di tempo. A proposito del paragone tra Sissoko e Socrates ho avuto modo di chiarire più volte il senso del mio discorso. Ad esempio in questo post:

    "06/05/2013 13:40:50
    Ludwigzaller, Ginevra
    Per l'ultima volta ripeto che la somiglianza che ho individuato tra Momo Sissoko e Socrates e' puramente visiva. I due infatti sono (erano nel caso di Socrates) alti uguale, 1,91 e forse per la mole corrono in modo simile utilizzando le lunghe leve. Ovviamente si tratta poi di giocatori con ruoli e caratteristiche tecniche diverse. Ho definito la mia una madaleine calcistica".

    Traversi che sa cosa è la madaleine ha capito al volo. Per chi avesse problemi con Proust ricordo che si tratta di un ricordo involontario. Cioè vedendo Sissoko correre al piccolo trottto in campo è scattato il ricordo visivo di Socrates.

    RispondiElimina
  31. Il 17 aprile 2013 è trapelata la notizia non infondata di un interesse di Conte per Cuadrado. Firenze Viola scriveva: Secondo quanto riporta Tuttosport, in cima ai desideri della Juventus ci sarebbe ancora l'esterno dellaFiorentina Juan Cuadrado. Conte infatti non avrebbe abbandonato la volontà di tornare al 4-3-3, che quest'anno è stato utilizzato poco dai bianconeri a causa dell'assenza per infortunio di Pepe, ma che per la prossima stagione dovrebbe essere la tattica della "Vecchia Signora". In questo senso, proprio lo stesso tecnico bianconero avrebbe chiesto ai propri dirigenti il giocatore viola, perfetto per il modulo formato da tre attaccanti.

    Non si tratta di un parere isolato, se lo stesso Cuadrado arrivando a Firenze la scorsa estate si definì "esterno alto di destra". Questa accusa fa il paio con quella di aver scritto che la Fiorentina nella seconda metà della stagione ha praticato il 4-3-3. La si può considerare una castroneria ma solo a patto di dare una patente di imbecillità a tutta la stampa specializzata.

    Ad ogni modo sono in buona compagnia e mi consolo.

    RispondiElimina
  32. Ieri, per la serie SPQR (Sono Pazzi Questi Russi), è uscita la notizia di una presunta offerta di 5 milioni del Rubin Kazan per Vargas.
    Il problema è stato che Pradé ha capito che i russi volessero 5 milioni da noi per prendersi El Loco e li ha chiamati incazzatissimo urlando "più di 3 milioni non vi diamo!!!!!"

    RispondiElimina
  33. A me di boffo pari solo tu ma non voglio annoiare nessuno. Basta che tu legga, non c'è utente che non ti abbia dato delle risposte che non ti siano andate di traverso. L'hai messa su un piano che a continuare non ha senso, né interesse, ma continua pure. Scrivi!

    RispondiElimina
  34. Abbiamo una strada non impossibile (stiamo bassi) fino alla semifinale dove incontreremo, probabilmente, Milan, Inter o Udinese, come già ben dici. Delle tre mi fa più paura l'Inter, ma dirlo adesso ha il senso dei calci in cielo. Comunque è vero, se siamo quello che sembriamo possiamo andare fino in fondo. Ma, se si deve fare il triplete bisogna pur vincere anche la Coppa Italia!

    RispondiElimina
  35. ahahahahahahah! Speriamo siano davvero delle teste di Kazan...

    RispondiElimina
  36. Ben venga anche il "solo" campionato e l'EL, ma che dico, per un terzo posto e l'EL sono pronto a follie. Scegliete voi il dazio, lo pago volentieri.

    RispondiElimina
  37. L'ho letta Anto, a me paion barzellette, trovano difficoltà a regalarlo, per 5 mln lo impacchettano con l'adesivo maneggiare con cura, fragile. eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  38. Lele, ma anche te tu ami il rischio e l'avventura! ora ci schianta le palle per tutto il giorno per replicare punto punto alle cazzate che tu gli hai rimproverato. Era quello che voleva. Cerca la polemica come il pane, di quella si pasce, senza quella la sua vita non ha senso. Se lo ignori si secca da solo. Il problema è che anche a me non riesce, delle volte le spara troppo grosse.

    RispondiElimina
  39. Eppoi chiede a noi di mostrare le sue cazzate ah ah ah ah ah l'è forte i'Lud, se non ci fosse andrebbe inventato! eh eh eh eh Tira fuori Louis che vedo e sento ogni volta che ho voglia, manco sa perché non scrive adesso, nomina il Chiari adducendo responsabilità ad altri perché non scrive più, neanche fosse un bambino, in qualunque momento può scrivere quello che pensa, chi glielo vieta ?! L'è regredito all'età puberale, ormai lo si tiene con un mano a distanza di colpo e lui annaspa e tira cazzotti all'aria eh eh eh eh che qualcuno gli butti un pacchetto di cingomme all'illuminato dall'Enel, perché "coi carcio un c'incastra nulla" dicea i poero Ciuffi.

    RispondiElimina
  40. Tu infatti solo col Traversi ti puoi capire a volo, Dio li fa e poi li accoppia.

    RispondiElimina
  41. Il Napoli pare stia per acquistare Pepe Reina e Higuain, non c'è che dire, un grande portiere e un grande centravanti (anche se, purtroppo per loro, non quanto Cavani). Sono curioso di vedere se prendono qualcun altro, coni soldi ricavati dalla cessione del Matador.
    Intanto la Lazio, zitta zitta, si è presa Biglia.

    RispondiElimina
  42. Biglia mi pare che di treni ne abbia persi parecchi, magari in questo campionato sboccia ma quelli forti non si perdono per così tanti anni. Reina è in ampia parabola discendente, fra lui e Julio Cesar ci corre almeno una categoria, non è finito ma non cambia molto fra lui e De Sanctis. Higuain è forte, niente da dire, non è un goleador al livello del Matador, non lo è mai stato, dipende da come si ambienta ma al momento non mi pare si possa parlare di rafforzamento nel caso del Napoli benché El Pipita gli sia costato un botto.

    RispondiElimina
  43. Vai tranquillo che quelli che non scrivono più sanno il perchè. Si sono rotti punto e basta. È chiaro che una persona equilibrata non regge molto al tipo di argomentazione sguaiata che tu proponi e lascia perdere. Mi pare però ci sia molto più infantilismo in te che in loro.

    RispondiElimina
  44. Grazie Salvatore. L'impressione che ho avuto da lontano è di giocatori che restano in campo più possibile, per tirare punizioni o tiri liberi. Insomma non sono i giocatori sfiancati dalla corsa continua e dalle ripetute che rendono la preparazione un supplizio.

    RispondiElimina
  45. Hai il pregio, oltre a quello di non intendere di calcio, di non capire neanche le persone. Quello che sta succedendo adesso con te, con quasi tutti gli utenti del blog, non è successo neanche prima con quelli che nomini e che a vanvera motivi le loro decisioni, primo, perché non li conosci, io Louis si, benissimo, secondo, perché per te di capire di quel poco che si scrive t'importa il giusto, basta vestire i panni del bastian contrario, poco t'importa se hai indossato quelli della macchietta. Non è un problema fra me e te, o con Jordan, ma te l'hanno scritto Lele a più riprese, il colonnello, Foco ha issato la bandiera bianca, Vitalogy ti risponde come Arrigo Sacchi (da te....invocato), Deyna ti ribatte punto punto, su tutti i punti, il Sopra ha paragonato la tua presenza qui come quella del GAT sul sitone........insomma, ad andare avanti non c'è gusto. Tu non leggi, non hai il senso della misura, non capisci quando è il momento di leccarsi le ferite ( ma a te non brucia nulla....?!), tiri avanti per la tua strada. A me, vedendo questa aria, se volessi continuare a frequentarli, loro e questo blog, cambierei marcia, cercherei di essere più umile, di leggere una buona volta senza triturare concetti e espressioni per piegarle alla mia volontà, non stravolgerei pensieri e parole per sentirmi ganzo e spacciare una presunta consapevolezza di quel che si parla senza possedere una capacità che sia una per rendermi appena interessante. Come detto, a te di tutto questo non importa e allora cosa vai cercando, che punto di contatto cerchi quando anche i muli hanno capito che con te è impossibile averne ?! Rinnovo il consiglio, solo leggendoci ricevi materiale didattico gratis, ricevi tanto senza neanche mostrare l'esenzione dal ticket, sfruttala questa opportunità perché quando vuoi intervenire, purtroppo per te, nessuno si accorge di quando alzi la mano per aver il permesso di chiedere.

    RispondiElimina
  46. Cavani: 121 gol in 238 partite in carriera in campionato, in nazionale 17 gol in 54 partite; Higuain: 122 gol in 225 partite in campionato, in Nazionale 20 gol in 33 partite. Mi sembrano due centravanti dal rendimento sostanzialmente simile, con la differenza che Cavani ha incrementato tantissimo la sua efficacia in zona gol negli ultimi anni, mentre Higuain ha visto calare un po' il rendimento [oltre che per problemi alla schiena] grazie a quel genio di Mourinho che non gli ha mai dato piena fiducia. Preferisco anch'io Cavani, globalmente, ma tra i due non c'è tutta quella differenza che si dice.

    RispondiElimina
  47. LELE



    E' vero, JORDAN, ma si deve partire da un assunto: le cagate calcistiche
    le si dican tutti, chi piu' chi meno, io per primo. Ovvio che si spera
    di dirne il meno possibile, ma essendo sport oggettivo ( a parte il
    risultato) e' normale che ognuno abbia la sua idea. Sin dall'inizio ho
    capito come il soggetto e' fatto: dice di non intendersene, questo per
    mettersi in una luce di poca presunzione, ma in relta' ha un ego
    smisurato e quando qualcuno ( quasi tutti) gli si e' obbietato qualcosa,
    mai una volta ha detto di essersi sbagliato, neppure davanti alle
    evidenze, anzi una marea di distinguo per tirar il capo fuori
    dall'acqua. E'questa ( ma non solo) la netta differenza tra tutti noi
    che ci frequentiamo e che lo rende impraticabile quindi o lo ignori (
    come dici ma che non e' gran cosa) o diventa impossibile averci un
    dialogo, perche' usa una tattica criminale, quella di stravolgere a
    proprio uso e vantaggio le tue idee. Criminale e' nome forte, ma se
    ricordi mi rivolsi a lui sperando per le cittadinanze che non fosse in
    realta' un pubblico ministero...Detto questo, credo fondamentalmente che
    sia anche una brava persona, ma e' un caterpillar, la base di un blog
    e' il confronto e lo scambio di idee, non il voler forzatamente
    affermare i propri credo, che si attui con bel italiano, la sostanza non
    cambia. Per evitare le polemiche sarebbe bastato un bagnetto di umilta'
    e dire che ogni tanto si si scrivono cazzate, (lui ne scrive molte ma
    non e' quello il problema) come me, come tutti, nel rispetto delle idee
    proprie ed altrui, ma da lui questo non sortira' mai, neppure sotto
    tortura o con una lama sotto il collo e questo fa irritare le persone
    che non sempre riescono ad ignorarlo. Invece dal Colonnello, che ha un
    forte ascendente su di lui, accetta tutto, persino gli insulti.

    Comunque parliamo di calcio che l'e' meglio, le parole di Ambro a me mi son garbate e di molto.



    Lele

    RispondiElimina
  48. Esatto Deyna, ha una statistica in netto calo negli ultimi due anni e forse dipende dal fatto che Mou non ha puntato fino in fondo su di lui. Cavani a questo score aggiunge un contributo importante a tutto campo, dalla mediana fino alla difesa cosa che Higuain fa poco o nulla, d'altronde la differenza di valutazione, fra uno che viene dal Napoli e uno che viene dal Real, sta li a dimostrarlo. Non vedo un gran rafforzamento nel Napoli anche se nella punta riconosco che meglio di così non potevano fare.

    RispondiElimina
  49. Anche a me, e credo sia la forza della Fiorentina montelliana. Speriamo che con tutti questi cambi e la conseguente crescente difficoltà di dar visibilità a tutti e di far sentire tutti partecipi, non si sciupi quanto c'è già. Crescere come potenzialità tecnica è importante ed indubbiamente siam cresciuti, ma deve continuare il "tutti insieme appassionatamente" se no serve a poco.

    RispondiElimina
  50. Forse no, ma il campionato del Napoli è vissuto su 28 gol di Cavani. Rifarli per Higuain non so quanto sarà semplice. Inoltre come dice Leo, Cavani gioca molto più ad ampio raggio, Higuain è più un realizzatore, una punta pura. Insomma magari il Napoli andrà anche meglio, ma quel che deve portare Higuain per far pari non è certo poco.

    RispondiElimina
  51. Leo, su De Sanctis non siamo proprio d'accordo. Per me è un pippone (ai livelli del Napoli) comparabile col nostro ex. Pepe Reina non so in che condizioni sia adesso (ma ha giocato in nazionale alla Confederations) ma tra lui in forma e De Sanctis di categorie ce ne sono un paio almeno. Biglia è un buon centrocampista, non un fenomeno, ma un uomo d'ordine e di rendimento. Come vice-Pek sarebbe andato più che bene, ma credo lui voglia giocare e il vice non gli va bene.

    RispondiElimina
  52. Ma voi ve lo mettereste in casa - in questo clima idilliaco dipinto da Lele - un ventenne come Verratti, che dopo una stagione in cui ha mostrato poco o nulla di realmente significativo, punta i piedi per vedersi aumentato a dismisura uno stipendio già alto, o se ne va? Per quanto sia forte e di prospettiva, io no. Soprattutto, non giustificherei la cessione di Ljajic, che fa la differenza in serie A, per poi prendere questo qua e accontentarlo economicamente.

    RispondiElimina
  53. Sì, Cavani aggiunge più rientri nella sua metà campo, ma attenzione a considerare Higuain un centravanti classico, alla Gomez. Svaria su tutto il fronte dell'attacco, specie con l'Argentina, e fa anche il rifinitore per Messi ed Aguero. Ha, questo sì, un raggio d'azione minore rispetto a Cavani, però si adopera molto in pressing...

    RispondiElimina
  54. Sui portieri non porto affondo con uno che ne capisce troppo più di me e mi fido a prescindere anche se il Morgan in forma non lo ritengo un pippone megagalattico. Su Biglia invece rimango più perplesso, sono anni che si parla di lui, ha giocato in un campionato e soprattutto in una squadra che quanto ad ambizioni non è un top club europeo, a Gennaio avrà 28 anni, se era buono per quanto se ne parlava all'inizio non svernava nell'Anderlecht sette anni. Magari troverà giusta collocazione in campo nella Lazio, Petkovic è un'ottimo allenatore è possibile che sia adatto anche al nostro campionato.

    RispondiElimina
  55. In avanti fa tutto pure il primo portatore di pressing è vero, dal centrocampo in giù latita parecchio, rimane una prima punta di altissimo livello su questo ho pochi dubbi anche io. Bisogna vedere come si calerà in questa realtà, la prima curiosità parte da Benitez, riuscirà a digerire quella piazza ?!

    RispondiElimina
  56. Su Benitez a Napoli - ma forse più in generale in italia, anche - io ho tantissimi dubbi. Comunque le caratteristiche di Cavani sono uniche, non cercherei il paragone con lui, altri centravanti che fanno quel lavoro difensivo non ne vedo...

    RispondiElimina
  57. Bisogna vedere se la richiesta di aumento si accompagna ad una volontà di rottura irrecuperabile al fine di costringere il club alla cessione. Il cartellino non è carissimo, per una quindicina di milioni lo prendi, non sono noccioline ma considerato quello che può valere fra un anno o due......Sull'ingaggio non credo ci siano grossi ostacoli, non ha offerto rendimento per chiedere simili cifre, prende 1,3 netti l'anno, stipendio che la Fiorentina può garantirgli, e può firmare un contratto con emolumenti simili a salire negli anni più i bonus. Penso che nell'anno del mondiale sia suo interesse rimanere vicino casa e giocare in una squadra impegnata su più fronti avendo la possibilità di giocare spesso e la Fiorentina garantisce tutto questo; se manca il Pek la prima riserva sarebbe e lui e di partite ne abbiamo una sporta da giocare. Intanto lo prenderei infilandomi nelle pieghe del non rinnovo, poi se diventa la metà di quello che penso è chiaro che a Firenze ci rimane il giusto, ma intanto.

    RispondiElimina
  58. Deyna non cominciare anche tu come qualcun'altro a legare ogni altra operazioni di campagna acquisti al rinnovo di Ljajic. Il rinnovo di Ljajic è un problema che riguarda Ljajic, Ramadani e la società. Non rinnovano Ljajic perchè dovevano comprare Gomez o Verratti o Ilicic (per quest'ultimo è vero caso mai il contrario), ma perchè per rinnovare con Ljajic ci sono dei problemi che prescindono da Gomez, Verratti e Ilicic. Per quanto riguarda Verratti, Pradè è molto amico di Di Campli, e credo gli faccia un piacere ora che sono impegnati nel rinnovo col PSG, ricevendone in cambio una probabile disponibilità in caso di apertura della situazione. Nonostante i discorsi di facciata, sono spariti dal PSG Ancelotti e Leonardo, principali sponsor di Verratti, credo che voglia garanzie d'impiego dal nuovo allenatore, più che aumenti salariali, o, comunque, credo voglia capire un po' meglio cosa pensa di lui Blanc. Non credo ci vogliano 3 milioni l'anno per averlo, attualmente ne prende 1 + bonus, però credo che punti, per ora, essenzialmente ad una conferma con impegni dai nuovi tecnici del PSG.

    RispondiElimina
  59. Cavani e Higuain hanno partenze di carriera simili, non da prime punte e hanno saputo poi affinare la confidenza col gol in virtù di tecnica sopraffina entrambi. Sono tutti e due grandi attaccanti, molto mobili, ma Cavani ha dalla sua un furore agonistico che manca all'altro. Inoltre ha meno bisogno del supporto della squadra, grazie ad una varietà di soluzioni superiore. Higuain è un bel colpo, per me garantisce una ventina di gol, ma Cavani ha un impatto superiore sulle difese.

    RispondiElimina
  60. La tua interpretazione è anche plausibile, io mi rifacevo a ciò che scrivono i giornali, da cui risulta che batta cassa...Claro, quel che scrivono i giornali certo non è Vangelo, come ampiamente dimostrato.

    RispondiElimina
  61. Morgan ha, anche lui, 34 anni. A me non è mai piaciuto gran che, ma quest'anno gliene ho viste combinare più che Carlo in Francia (a firenze con noi ne dette un esempio). Non per niente il Napoli se ne sbarazza. Biglia te l'ho detto, non è un fenomeno, ma nemmeno un cattivo elemento. Nella Lazio quel che fa Ledesma lo sa fare anche lui. Non so quanto l'hanno pagato. A suo tempo dicevano che l'Anderlecht voleva 8 milioni che mi sembrano troppi.

    RispondiElimina
  62. Se l'esplosione definitiva di Cavani è avvenuta solo col suo approdo al Napoli, qualche responsabilità ce l'hanno anche gli allenatori che ha avuto al Palermo, alcuni dei quali lo vedevano seconda punta (ruolo al quale può adattarsi avendo buona tecnica e spirito di sacrificio, ma che gli fa perdere un 50-60% del suo potenziale, percentuale che coincide con la sua capacità di coordinarsi in un fazzoletto per il tiro in porta al primo tocco, negli ultimi 20-25 metri, inquadrando sempre lo specchio), altri ancora lo mettevano parecchio in panchina, come faceva Perdelio che generalmente gli preferiva il connazionale più giovane Hernandez. Se in quegli anni Brandelli avesse allenato il Palermo, di Cavani avrebbe detto esattamente la stessa cosa che diceva su Osvaldo ai tempi di Firenze: "È un'ala sinistra".

    RispondiElimina
  63. De Sanctis mi piacque molto solo l'anno in cui esplose nell'Udinese, per il resto della carriera propendo più per il mezzo pippone che per l'ottimo portiere. Stekelenburg in italia ha abbastanza deluso, ma nel cambio con De Sanctis la Roma ci perde.

    RispondiElimina
  64. Quello di Osvaldo messo sulla fascia sinistra a fare su e giù come Pasquale Iachini è stato forse l'orrore tecnico più obbrobrioso del Giubba, che io ricordi.

    RispondiElimina
  65. La mia è un'interpretazione, come giustamente dici, lungi dall'esser Vangelo, però, almeno cerco di far ragionare le cellule senza dover fare per forza sensazionalismo come è purtroppo di moda nei media. Parto da dati di fatto: amicizia Pradè.Di Campli, uscita dal PSG di Leonardo e Ancelotti e, quindi, possibile incertezza di impiego per Verratti a Parigi, stipendio attuale di Verratti che non giustifica affatto una richiesta di esser moltiplicato per 3, il resto è deduzione e la quasi certezza che, a firenze, 3 milioni di stipendio non si daranno a nessuno (dopo aver fatto lo strappo per Gomez), per cui se si fosse su quei valori non si discuterebbe nemmeno.

    RispondiElimina
  66. Secondo voi la difesa va bene così, è all'altezza del resto della squadra, o occorre prendere almeno un elemento di caratura superiore, per puntare veramente in alto?

    RispondiElimina
  67. Hernandez non ha chiuso Cavani nel Palermo, hanno convissuto un anno appena e quello dopo è approdato al Napoli. Sul fatto allenatori hai ragione però, Mazzarri è un altro di quelli che cava il meglio dai giocatori, per questo motivo considero l'Inter, senza coppe, una temibile avversaria, considerando anche che devono iniziare a comprare seriamente ma già così com'è, per una sola competizione, può dir la sua in mano a lui.

    RispondiElimina
  68. Ricordiamoci anche il rendimento avuto, Osvaldo il la alla carriera l'ha dato a Firenze e non sono convinto che Prandelli ne avrebbe fatto a meno, in nazionale lo chiama, al pari di Pazzini quando sta bene. Mi pare un luogo comune quello di giustificare qualunque allontanamento come una sua precisa richiesta. Come si è visto gli sono stati dati anche giocatori che non conosceva e che ha valorizzato benissimo.

    RispondiElimina
  69. Verratti vuol giocare, da qui la possibilità ad essere trattato, come ha detto giustamente Jordan sono andati via i suoi due sponsor principali, Ancelotti e Leonardo, il ragazzo vuol andare al mondiale, siamo sicuri che a Parigi sia un titolare o abbia presenza sufficienti ?! A Firenze di sicuro si.

    RispondiElimina
  70. No, sei matto! Ora rispiega tutto! Per il bene del blog è fondamentale, f o n d a m e n t a l e, F O N D A M E N T A L E, non rispondere alle provocazioni di Lud!

    RispondiElimina
  71. Quelli che ha valorizzato [cfr. Melo] avevano la peculiarità di non avere in pratica concorrenza, e di essere di solito in "età matura". Osvaldo è stato bruciato sull'altare di No Turn Over Prandelli, con l'aggravante di non averlo mai considerato per quello che è sempre stato, un centravanti. Vederlo relegato a sfiancarsi sulla fascia come un Semioli, le poche volte che giocava, faceva incazzare me, figuriamoci lui. Io al Giubba la rosa ricchissima di quest'anno non l'affiderei MAI.

    RispondiElimina
  72. Prandelli è un allenatore "gessato" che lavora molto fidandosi delle gerarchie di spogliatoio e di formazione e non ama per niente i corpi estranei. Non so e magari anche non credo che Osvaldo sia stato allontanato per sua precisa richiesta. Certo è che ha fatto poco e nulla per sfruttarlo al meglio, nonostante segni evidenti nelle poche occasioni concesse. Osvaldo è un centravanti, cioè una punta centrale ed ha fisico, tempi e tecnica per coprire il ruolo. Sulla fascia si sente un escluso ed avendo anche una testa abbastanza umorale, ci sparisce. Prandelli quando non lo metteva in panca lo metteva sulla fascia, le poche volte che l'ha messo nel mezzo gli ha fatto gol storici.

    RispondiElimina
  73. 25 presenze le farebbe anche a Parigi, la titolarità fissa qui significherebbe mettere in panchina il Pek, che attualmente è ben superiore. Sulle prospettive future son d'accordo anch'io, può diventare un craque del ruolo, ma non credo prima dei 24 anni. Alcuni dicono che Montella lo vedrebbe anche accanto al Pek, se così fosse - tra sostituzioni di Pizarro quando questi non può giocare e partite al suo fianco - giocherebbe la stagione da titolare fisso, ma a me non sembra troppo adatto a fare la mezzala [in quel caso resterebbe molto fuori Aquilani, cosa su cui io non obietterei, anche perché è un altro che non credo farà più di 25 partite, come anche Rossi]. A meno che non si pensi a una coppia davanti alla difesa Pek-Verratti, ma mi sembra manchi sostanza in interdizione.

    RispondiElimina
  74. A me pareva ancora parecchio verde in quel periodo, non che a Roma abbia messo giudizio come si vede, e penso l'averlo messo come seconda punta partendo da lontano sia stato solo per alleggerirlo di responsabilità che ancora non era in grado di sostenere. La parentesi Espanyol è stato un altro step nella sua crescita. Con questo non beatifico il pranda, mi pare che con il materiale a disposizione non abbia fatto poco anche se è mancato un qualcosa che lasciasse veramente il segno.

    RispondiElimina
  75. Non lo chiedere ad un breriano come me Deyna! Però Montella mi ha aperto nuovi orizzonti l'anno scorso, magari quest'anno gli riesce ancora di più. Comunque nel gioco aereo siamo paurosamente carenti secondo me. O Vio si dedica alla fase difensiva per le palle inattive o di gol ne beccheremo ancora parecchi in quei frangenti.

    RispondiElimina
  76. La titolarità fissa non può chiederla né a Parigi né a Firenze solo che sulle 25 presenze a Parigi deve chiedere garanzie, un ingaggio che non lo releghi in panchina, sulle 25 a Firenze ci può venire anche con l'ingaggio attuale, probabilmente è questa la molla che ha aperto questo spiraglio. Sul valore dei giocatori poi lo sai Deyna non siamo sempre d'accordo, il Pek a questa età col fischio che valeva così tanto o che venisse considerato un prospetto di questa caratura, penso che con Verratti in campo non ti accorgeresti dell'assenza del Pek, e dopo qualche partita non sono nemmeno sicuro che lo rivorresti in campo.

    RispondiElimina
  77. Montella ha ribadito che l'unico suo "must" è il centrocampo a 3. Il resto ruzzola intorno per la felictà di chi gli vuole appoppare in numerini

    RispondiElimina
  78. A essere pignoli un centrale che le becchi di testa servirebbe come il pane. Moggi docet!

    RispondiElimina
  79. sì perchè hai voglia di giocar bene e dominare le partite se al primo calcio d'angolo te la imbuchettano con una capocciata!

    RispondiElimina
  80. Pizarro ha fatto più tardi il passaggio da trequartista a regista, un po' come Pirlo...Sulle potenzialità concordiamo penso, io credo che Verratti abbia le qualità per diventare più forte di entrambi perché più completo, ma nell'attuale [e per qualche anno, credo] non è così, e ne risentiremmo nel cambio.

    RispondiElimina
  81. Ovvia, tocca guardare Fiorentina-Cremonese, la malattia non dà tregua neanche a luglio! A poi!

    RispondiElimina
  82. A parte che Verratti non l'abbiamo, teniamoci stretto Pizarro! eh eh eh eh

    RispondiElimina
  83. Solo su Violachannel la danno ?!

    RispondiElimina
  84. Dipende, se Montella ha in mente la difesa a 3 si può anche restar così (poi è ovvio che un centralone sarebbe sempre un di più al quale darei un caloroso benvenuto, per un ulteriore salto di qualità), se invece vuol fare la difesa a 4 penso che due terzini -uno per fascia- forti sia a difendere che a spingere sarebbero necessari.

    RispondiElimina
  85. Che io ricordi, Leo, Cavani con Perdelio si accomodava spesso in panchina per far posto a Hernandez. Poi è chiaro che Cavani quell'anno riuscì comunque a mostrare qualcosa di buono (anche perchè altrimenti il Napoli non avrebbe speso quei 16 milioni per acquistarlo), però ricordo che, in occasione di tale cessione, molti "addetti ai lavori" delle mie balle considerarono quei 16 milioni una cifra eccessiva per uno come lui.

    RispondiElimina
  86. Intanto sono stati fatti fuori diversi utenti e non da me. È normale Lele per chi ha esperienza di blog che qualcuno che ha armi dialettiche spuntate cerchi altri sistemi di rivalsa. Ieri Chiari, oggi Louis, domani magari io. Non ci si rende conto che a rimetterci è solo il padrone di casa. Il livello dell'argomentazione ormai è sceso almeno nelle discussioni che mi riguardano sotto un livello accettabile, perchè alle frasi sensate si alternano gli insulti e nel merito non risponde nessuno. Ti vuoi scusare? Bene incomincia dal paragone Sissoko-Socrates perchè come hai potuto vedere io non l'ho mai avanzato.

    RispondiElimina
  87. La nostra garanzia, a Napoli, sarà Benitez. 8 partite, non di più. Aurelione toglie alla Maquinetta Campagnaro, Zuniga, Cavani, De Sanctis...non poco (e Cannavaro? Seguirà Mazzarri...?). DEYNA, un centrale di spessore occorre. Se ne avremo due fuori, saremo corti!

    RispondiElimina
  88. Grandissima parata di Neto su Abbruscato, da fuoriclasse dei pali. Tiro forte e angolato, col giocatore solo davanti al portiere, Neto che come un felino si stende basso e devia fuori. O vediamo se il Borgi ci fa un articolo!

    RispondiElimina
  89. Ancora Neto che salva il risultato, con un'uscita fuori area su Abbruscato lanciato da solo a rete.

    RispondiElimina
  90. Oltre a un grande Neto, per ora, un Facundo caricato a pallettoni, ottimo Hegazy [tranne un'incertezza difensiva] che segna un gol dopo un prepotente inserimento offensivo, solita intesa Pek-Borja, Ljajic che oltre al gol coglie una traversa con una bordata potentissima. E un Gomez che crea gravissimi problemi tattici a Montella, andando a segnare una doppietta da centravanti, ma nel farlo ha occupato spazi che magari un finto nueve avrebbe sfruttato meglio, fungendo da specchietto per le allodole.

    RispondiElimina
  91. Vorrà dire che le vinceremo prendendo ogni volta almeno un gol... ahahahahahah tanto, partiamo da una base di 72 gol fatti. Non ci saranno più i gol di Jovetic, ma ci saranno quelli di Gomez e Rossi!

    RispondiElimina
  92. Quattro gol, una traversa, un palo, parate di Bremec. La Cremonese trattata come una squadra di promozione. Gomez due gol e palo di tacco, Ljajic di una categoria superiore, servitissimo dal resto della squadra che gli riconosce un ruolo importante, Neto super parata e ottima uscita. Sento odore di storia.

    RispondiElimina
  93. LELE

    Cavani per me vale molto piu' di Higuain, e non lo si valuta solo nelle
    realizzazioni. L'umilta' di Cavani nel rincorrere allo spasimo ogni
    avversario non l'ho vista nell'argentino che resta un buon giocatore ma
    piu' finalizzatore puro. Necessita quindi di una squadra che gira
    intorno a lui, e il Napoli no e' il Madrid. Oltre a mettere in
    preventivio che guadagna tantissimo, deve pure necessariamente trovare
    stimoli in una realta' meno glamour, il che non e' scontato. Benitez lo
    valuto molto meno di Mazzarri, che e' un martello e ricava lo
    stramassimo dai suoi, cosa che dello spagnolo non si puo' dire. Ma oltre
    a questo, credo che De Laurentis abbia perso la sua misura, quella che
    gli ha dato molto e che gli ha permesso di arrivare 2° con un grande
    utile di bilancio: scovare giocatori con ottime prospettive, ma non
    ancora affermati, che han fame e con stipendio ancora abbordabile,
    stessa cosa il Mister, ora invece ha cambiato la strategia, grossi nomi,
    grossi ingaggi, quindi o vinci (piu' difficile dello scorso anno) o
    patti lo stesso risultato (e ti salvi) ma se vai fuori CL e arrivi 5°
    sei del gatto e fai il capitombolo.Meglio se umilmente si fosse
    presentato ai tifosi annunciando che la politca della societa' non
    sarebbe cambiata perche' vincente invece di andare sugli affermati che
    vengono dagli squadroni. Ora i soldi ce li ha e tanti, ma a finirli se
    gestiti male e' un attimo, SNAP sei d'accordo?



    Lele

    RispondiElimina
  94. Lele, sottoscrivo tutto, persino i punti e le virgole, a partire dal giudizio su Cavani e su Higuain. Aggiungo solo che mi sembra evidentissimo che la campagna acquisti del Napoli sia del tutto improvvisata. A Higuain sono arrivati dopo aver sperato che Cavani rimanesse, e poi dopo aver affannosamente cercato di rimediare con Dzeko, Gomez, Torres, Damiao. Se l'Arsenal non avesse tentennato con Higuain, non avrebbero preso nemmeno lui!!!

    RispondiElimina
  95. Nel secondo tempo ho visto un bravo Bakic [anche cattivello, per un'amichevole], di grossa personalità nel chiamare sempre la palla e smarcarsi; un Vecino che è giocatore vero; Yakovenko molto mobile e scaltro in attacco; Rossi che mostra giocate di classe, fa un bel gol, e si dimostra meno egoista di come lo ricordavo prima dell'infortunio [e non può essere che così, se vuole giocare nella Maquina]. Wolski invece mi sembra spaesato, nonostante l'indubbia classe, e forse gli farebbe meglio un prestito, visto anche l'arrivo di Ilicic.

    RispondiElimina
  96. Ciao Deyna, mi esalto poco per le amichevoli perché la differenza in campo è enorme. Mi piacciono di più gli allenamenti, perché se Alonso vince un contrasto con Roncaglia vale molto di più che non se lo vince contro un cremonese, se Iakovenko salta secco Tomovic vale di più che non se lo fa contro un cremonese, e potrei continuare. Il risultato però è lo stesso: mai vista tanta qualità in viola!

    RispondiElimina
  97. In definitiva Fiorentina.it è un sito nel quale Jordan non può esordire rispondendomi con parole offensive o dandomi dell'idiota mentre qui ha il diritto di farlo e se ne avvale. Tirate voi le somme. Certo, logica vorrebbe che non se ne avvalesse e sfruttasse per altri fini la libertà concessagli, che è una bellissima cosa. Invece ecco dimostrato che la libertà se mal usata forse è meglio non averla. E lo dice uno che la idolatra. L'altro giorno mi hanno censurato la frase: Cognini ha detto una bischerata. Forse hanno fatto bene.

    RispondiElimina
  98. Eh ma te hai la fortuna di poter vedere anche gli allenamenti, fammi placare l'astinenza da viola con le amichevoli! Un saluto

    RispondiElimina
  99. In più, dobbiamo sempre ricordare il punto principale: De Laurentiis guadagna con il Napoli per sé e per la sua famiglia, i Della Valle no! Quindi, appena qualcosa andrà storto all'ombra del Vesuvio, Adl non ci penserà un secondo a vendere giocatori pur di mantenere gli utili.

    RispondiElimina
  100. Lud, se Jordan definisce le tue affermazioni "cazzate", usa quella libertà di espressione - in termini forti e coloriti - del suo pensiero, che proprio il Chiari costantemente rivendicava...Che poi uno possa preferire di usare o meno questi termini, è altro discorso.

    RispondiElimina
  101. Hai ragione, ma purtroppo non sono più a Moena e anch'io ho visto l'amichevole di oggi su pc! Quanto a Borgi, ho parlato con lui di Neto, ma ho capito che ha idee diverse e non c'è stato verso di scalfirle. Non è il solo, anche se le parole di Montella almeno qualche crepa nell'ambiente l'hanno provocata. Certo che Neto in allenamento è uno spettacolo e ribadisco che mi è piaciuto molto il nuovo preparatore. Poi, se mi vanno a cercare il pelo nell'uovo quando a fine giornata i portieri sono meno reattivi perché ovviamente stanchi...

    RispondiElimina
  102. La parata di oggi su Abbruscato è stata qualcosa di sensazionale, qualcosa che pochi portieri al mondo sono in grado di fare. Anch'io ho qualche dubbio residuo sul suo possibile rendimento, ma la tecnica non c'entra nulla.

    RispondiElimina
  103. Deyna potrei fare un elenco: ormai le offese hanno superato il livello di guardia, l'aggressività la fa da padrona. Non fa per me. Per carità cazzata episodicamente si può dire, usare sistematicamente l'insulto no. Non mi scandalizzo certo, ma lo trovo noioso e poco produttivo.

    RispondiElimina
  104. Su Higuain, come sa bene Deyna, la penso come la grande squadra che l'ha ceduto a una che non arriverà in Champions l'anno prossimo.

    RispondiElimina
  105. Concordo col Nap e l'avevo scritto anch'io qualche giorno fa: una Fiorentina con tutta questa qualità tutta insieme non la ricordo neanche lontanamente. Così colgo l'occasione per ripetere a Lud che l'unica via per sperare di poter vincere qualcosa è avere una rosa in cui anche quelli in panchina siano forti, perchè nelle squadre che vincono se esce uno forte deve entrare un altro forte. Ergo, tanto vale scommettere sul "rischio" di vedere qualche scontento: nella migliore delle ipotesi finalmente si vince, nella più tragica 'un si vince una sega come sempre.

    RispondiElimina
  106. Credo che il suo rendimento dipenderà anche dalla fiducia dell'ambiente. Basterebbe che gliene fosse data una sola oncia per farlo esplodere ad alti livelli. Registro però che, dopo le parole di Montella, molti hanno cominciato a dire che tecnicamente non si discute, però è da valutare la tenuta psicologica. Intanto, almeno la maggioranza dei giornalisti non mette più in discussione il lato tecnico, circostanza che non era affatto acquisita fino ad appena un mese fa. Speriamo!

    RispondiElimina
  107. Ho visto Alonso per la prima volta in viola e mi ha sorpreso per potenza e corsa. Potrebbe rivelarsi un bel trattore lì a sinistra. Nel secondo tempo, a parte un Cuadrado che sembra non aver mai staccato, mi ha esaltato la condizione di Rossi, per niente timoroso e inaspettatamente tignoso. Credo che si possano abbandonare i dubbi sul pieno recupero. I ragazzini hanno giocato in maniera ordinata e attenta, credo che per la loro crescita sia necessario aspettare che vengano inseriti vicino ai titolari. Molto indietro Tomovic e Pasqual.

    RispondiElimina
  108. Non ho seguito troppo il mercato estero, chi ha scelto come centravanti il Real, per far meglio di Higuain?

    RispondiElimina
  109. Tu ci hai proprio il complesso d'inferiorità. Ti è presa la fissazione con me. Quando mai ti ho dato dell'idiota? Ho detto che tu ed il calcio siete due rette sghembe e non mi sembra proprio la stessa cosa. Oltre al fatto che è una battuta caso mai si riferisce ad un settore ben limitato dello scibile umano e di certo nemmeno il più importante e, comunque, è una mia opinione, come ho ben detto quando l'ho espressa. Tu mi hai detto che non ne azzecco una nemmeno per sbaglio e non mi sembra che il concetto sia così diverso. A me la cosa non preoccupa neanche un po', anche perchè chiaramente falsa, non vedo perchè accusa analoga ti debba fare andare in paranoia. Cerca di avere un comportamento più obiettivo, meno polemico, meno da falso umile, rileggi il post di Lele, quello su di te e cerca di capire quello che dice, fatti un minimo di esame di coscienza se ti riesce e cerca di capire perchè tutti (non solo io) ti danno torto. Son tutti degli stronzi e tu l'unico immacolato? e se è così perchè ci rimani?

    RispondiElimina
  110. Ciao Vitalogy, mettiamola così: Montella sa cosa vuol dire non giocare titolare fisso per abbondanza di qualità. Quindi, sa anche come gestire al meglio una situazione simile! Se sono troppo ottimista ditelo, così mi calmo immediatamente ahahahahah

    RispondiElimina
  111. Anche Prandelli alla panca ci aveva l'abbonamento ma come gestire la situazione degli esclusi non l'ha mica capito gran che. E' un problema di carattere, di capacità di comunicare e di serietà, comunque gestire tanti galli in un pollaio non sarà facilissimo, ma da come ci riuscirà Montella dipendono tante cose nel prossimo anno.

    RispondiElimina
  112. Non mi risulta sia stato ucciso nessuno. Chi non vuol più postare sul sito lo fa per sua scelta a seguito di scazzi con dei singoli che, in entrambi i casi che citi, ma soprattutto nel secondo, non mi vedono protagonista. Il livello delle discussioni dipende da tutti e due gli interlocutori, difficilmente da uno solo. Non mi sembra che Lele abbia fatto riferimento a nessuna intenzione di scusarsi con te, e questo è un altro esempio del tuo modo di porti, cercando di prevaricare le intenzioni e le opinioni altrui il che non può non provocare reazioni. Invece di farti vittima fai una bella autocritica e cerca di capire perchè non ce n'è uno che ti dà ragione.

    RispondiElimina
  113. Verissimo grande Jordan, diciamo che il Montella calciatore era molto più bravo del Prandelli calciatore e dunque ciò che per Montella era situazione anomala per Prandelli no, e dunque non si è mai applicato perché non lo viveva come un problema ahahahahaha

    RispondiElimina
  114. Ora seguiamo anche un portiere albanese.

    RispondiElimina
  115. Dialoghi ormai incivili su questo blog e non certo per colpa mia che talvolta e non sempre rispondo agli insulti costanti. E vorrei vedere che non rispondessi, talvolta.

    RispondiElimina
  116. Montella era molto più bravo di Prandelli come calciatore. Perchè come allenatore invece? Grande Salvatore ti stuzzico un po' perchè se un ci si sfoga con gli amici...Avrei voglia di prendere a calci in culo Stefano Sborgi, quasi quasi quando domenica torno in Italia vado a Moena apposta per levarmi questo sfizio. Ma che stronzo immane! Quell'articolo di ieri è da incorniciare come la più grande merdata che un giornalista si possa inventare. Attaccare in quel modo un giocatore della Fiorentina in un momento delicatissimo suo e della sua posizione in squadra è inconcepibile, prendendo a spunto poi il nulla. Un presunto errore (che errore non era) in una partitella di allenamento di fine serata è spunto sufficiente per farci un articolo di condanna. Oggi Neto ha salvato due gol nella prima amichevole ufficiale della stagione. Da un cronista così attento mi aspetto un numero speciale su tutti i giornali e siti cui collabora, ma per ora non ho visto nulla. Tu pensi che vedrò qualcosa?

    RispondiElimina
  117. tra poco seguiremo anche qualche marziano. Sembra che là parino tutto e giochino anche gratis.

    RispondiElimina
  118. Per ora, lo spettacoloso mercato di rafforzamento ha portato un disavanzo di soli 1.250.000€: magia nera!

    RispondiElimina
  119. Anche come allenatore, anche come allenatore ahahahahahah... grande Jordan, però non riuscirò mai a dire male di Prandelli come persona, anche se qui non è il luogo adatto, ma pazienza. Quanto a Neto, sai che sono d'accordo al 100% con te. Non mi piace il clima che qualcuno vuole instaurare su di lui. Un po' è responsabilità anche della società, perché è certo che si sta guardando intorno con altri portieri. Intendiamoci, venisse Julio Cesar credo che saremmo tutti felici, ma Agazzi? E Sorrentino? E Storari? Cosa hanno più di Neto? Nulla!!! Se lo hai letto, l'ho scritto anche la scorsa settimana. Il giorno della prima partitella di Gomez, quella del suo primo gol di testa su cross di Romulo, Neto andò a prendere una palla all'incrocio su un missile di Facundo: parata fantastica. Qualcuno lo ha scritto? Solo Angelo Giorgetti, persona seria e giornalista in gamba, ha fatto un articolo su Neto domenica mattina, giudicandolo un "fenomeno in allenamento". Addirittura, quando Neto è volato all'incrocio, c'è stato chi ha detto che la palla aveva picchiato sulla traversa! Comunque, ribadisco che le parole di Montella hanno un po' fermato questo gioco al massacro di Neto: magari mi sarei aspettato qualcosa di più drastico dal mister, ma per ora va bene così.

    RispondiElimina
  120. E adesso, invece del mirto come digestivo, beccatevi queste feci che ho estratto coi guanti (e molletta a chiuder le narici) dalle fogne:

    «25/06/2013 09:24:47 Mambo, fifth high Malgrado i titoli sparati da tutti i siti viola, un'analisi razionale della situazione non mi ha mai fatto pensare a un attacco diverso da Jovetic-Rossi, il prossimo anno. La storia dei Della Valle pare non aver insegnato niente, non solo ai giornalisti di Tuttosport, ma pure a quelli nostrani, che per qualche click o copia in più, si sono invece paludati proprio da giornalisti di Tuttosport. Ai Della Valle non piace aver i piedi in testa dinessuno. Il loro messaggio è sempre stato lampante: "Non vinceremo mai untubo, e non cambieremo lo status quo del calcio italiano, ma in casa nostra, si fa come si dice noi". Nei secoli dei secoli, questo ha portato a continuecessioni a parametro zero di giocatori con le smanie di grandezza. E' del tutto inutile prefigurare un atteggiamento diverso in questo momento. Per i Della Valle non sono arrivate offerte minimamente accettabili. Non significa certo che io non preferirei sbarazzarmi di un insoddisfatto, ma tant'è, Jovetic ha un contratto ancora lungo, con una clausola di svincolo non ufficiale di 30
    milioni da lui accettata di buon grado. Quest'estate in effetti i giornali e i siti (anche questo) si sono buttati via prefigurando acquisti mirabolanti. L'articolo di ieri che ipotizzava addirittura il doppio colpo Gomez/Villa, era da delirio. La realtà è ben diversa. E con buona pace dei mal di pancia del montenegrino e dei tifosi che lo vorrebbero fuori dai cogl.oni (fra i quali ci sono pure io), un duo Jovetic-Rossi è fortissimo».


    Ahahahahahahahahahahahahah! Un'altra figura di merda di uno dei coglioni più intemerati di cloaca! Ahahahahahahahahahahah! Più rediholo di quando irrideva a «Giannino» diarreando che lui invece SAPEVA e via pontellizzazionando! Ahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  121. Lo stesso genio del marrone profondo aveva anche scritto:

    «Al netto di un articolo che è un capolavoro ermetico, mi voglio
    esprimere su questo giocatore, perché non l'ho ancora mai fatto: a me, Gomez
    non piace. Ricordo partite della Germania in cui l'ho infamato a bestia per i
    gol sbagliati. Adesso non posso far finta di niente. È un giocatore che ha
    vinto tutto, e ha segnato una caterva di gol. Ma tecnicamente è uno scarpone di
    nobile lignaggio. Se venisse (ma mi pare un film), segnerebbe una catasta di
    gol anche qui, perchè ha un grande senso della posizione, e una stazza fisica
    notevolissima. Questo può bastare a farmi dimenticare le infamate che gli ho
    sempre riservato? Per ora no. Finchè non lo vedrò titolare a Firenze,
    continuerò a ritenerlo la brutta copia di Toni (del Toni giovane). Poi, come
    al solito, la maglia viola, farà calare un velo di indulgenza plenaria sulla
    sua goffaggine. Ma temo (perché è indubbiamente un campione) che non avrò il
    patema di dovermi ricredere, perché a Firenze, non ci verrà».

    Ahahahahahahahahahahahahahahah! Tutti in coro: sceeeeeemo, sceeeeeemo, sceeeeemo!!!! Ahahahahahahahahahahah! E' Mambo Matto il più cazzaro del reame... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  122. Dalle pagelle di Gianni Ceccarelli: "Neto: Voto 6.5 Due bei interventi su Abbruscato, poi ordinaria amministrazione". Vediamo se la risposta passa.

    RispondiElimina
  123. Non ho visto l'amichevole di oggi (solo la sintesi su Violachannel) e ovviamente non ho seguito gli allenamenti, per cui chiedo agli "inviati" della riblogghita a Moena se corrispondono a verità due affermazioni che ho letto sui siti viola: è vero che Montella sta provando Bakic da vice Pizarro? Ed è vero che Iakovenko può fare la riserva di Gomez (quindi il centravanti di riserva)?

    RispondiElimina
  124. Due "bei" interventi è da premio Pulitzer del giornalismo sportivo. O dove le ha fatte le scuole medie il Ceccarelli?

    RispondiElimina
  125. Onesto invece Borgi, stavolta: "NETO – Siamo felici di questa new-entry. Quando lo vedi il portiere decisivo, il campione tra i pali? Quando è poco impegnato, magari gli tirano una sola volta in tutta la partita, e lui tira fuori l'intervento salva-risultato. La partita di Neto sta tutta qua. E' il 7' del primo tempo, Fiorentina in vantaggio, Abbruscato “buca” la difesa viola e si presenta da solo davanti a Neto. Tiro a botta sicura rasoterra di Elvis col brasiliano che si produce in una vera e propria prodezza, gettandosi come un gatto e deviando sulla sua sinistra. Sarebbe stato il gol dell'1-1, probabilmente i viola avrebbero vinto lo stessa ma... perchè rischiare?"

    RispondiElimina
  126. Ciao Colonel.blimp! L'articolo di fiorentina.it dal quale hai tratto il disavanzo di mercato è fatto con i piedi, e per giunta con i piedi di Donadel! Devo aggiungere che articoli della medesima qualità si leggono anche su importanti quotidiani nazionali. Tuttavia, l'ignoranza generalizzata non diminuisce la colpa.

    RispondiElimina
  127. Mah, fare le pagelle per un'amichevole estiva contro una squadra di C1 e con alcuni con le gambe imballate mi sembra abbia poco senso. Tra l'altro è chiaro che uno col fisico di Rossi va in condizioni immediatamente, mentre altri con un fisico più pesante ci mettono più tempo.

    RispondiElimina
  128. Sì, Bakic studia da vice-Pek, e per me è andato bene. Yako ha giocato da centravanti, ovviamente mobile, ma è bene aspettare prove più dure per dire se lo può fare, io ho i miei dubbi.

    RispondiElimina
  129. Deve aver avuto paura dei calci in culo

    RispondiElimina
  130. L'ombra di Jordan campeggia su Moena.

    RispondiElimina
  131. e sono tuttora a diecimila chilometri di distanza!

    RispondiElimina
  132. E ora una testa di cazzo classica, di quelle che non tradiscono mai, uno che sborra direttamente dal cuoio capelluto... ahahahahahahahahahah!

    «07/06/2013 02:51:52 i'Giannelli Ve lo faccio anch'io qualche nome, ma a differenza dei giornali che sparano minchiate ecco qualche accostamento reale per consentire alla Fiorentina di fare quel salto di qualita' come accadde con Prandelli... Partirei dal rinnovo di Luca Toni per gli ultimi dieci minuti di gara... e cioè quando sei sotto 4-1 butti dentro Toni che sfruttando i cross di Pasqual ti farà vincere 5-4... Poi direi Simone Perrotta, Valeri Bojinov o/e Eriberto del Chievo che si fa chiamare Luciano... Questi sono acquisti da poter fare entro il 14 luglio... data in cui Juvetic andrà alla Juvetic per poco piu' di 10 milioni... Per quanto riguarda qualche colpo del 2 settembre direi simone Tiribocchi, Marco Del Vecchio e/o Bobo Vieri, Daniele Massaro e Marco Van Basten la ciliegina...».


    Ahahahahahahahahahahahah! Ma vi rendete conto di cosa ci saremmo persi se la mamma d'i' Giannelli non avesse raccattato per strada un preservativo usato per farsi la fecondazione artificiale artigianale? Ahahahahahahahahahahah! Giannelli fava Giannelli fava alè alè alè! Giannelli gobbo Giannelli gobbo alè alè alè! Ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  133. Grande Jordan, continua così... dal canto mio, confido che le mie parole stiano arrivando... piano piano ma andrebbe bene lo stesso ahahahahahah

    RispondiElimina
  134. Laconico, ma basta per prendersi di povero mentecatto buffone gobbo e inculato per tutta la vita:









    «06/04/2013 19:37:09 SfiammaMontella, Arriveremo OTTAVI
    Incredibile. Davvero incredibile. Lo scrissi sin dall'inizio: la presunzione di
    Montella ci costerà caro! Esonero Immediato di tutta la dirigenza viola. Via
    Della Valle, Pradé, Mencucci, Cognini, Renzi (e il suo amico Berlusconi), Montella
    da Firenze».


    L'aveva scritto sin dall'inizio... ahahahahahahahahahah! Un altro che SAPEVA! Ahahahahahahahahahahah! Beata ignoranza, allora... ahahahahahahahahahahahahah! Che cretino... ahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  135. A parte le battute molto dipende da quel disgraziato in porta. Se non ne sbaglia una, piano piano ne vien fuori ma non è un bel vivere.

    RispondiElimina
  136. In effetti almeno uno fra Wolski e Bakic va mandato in prestito a una squadra che lo faccia giocare con continuità.

    RispondiElimina
  137. Wolski, Bakic ci servirà.

    RispondiElimina
  138. BLIMP, le mamme degli utenti da te citati facevano usare al partner dei preservativi con la zip....

    RispondiElimina
  139. Io quest'anno non vorrei lasciare nulla di intentato, o avere rimpianti al termine della stagione, per 2-3 punti decisivi persi per strada. Dopo il centravantone, ci vuole il difensorone.

    RispondiElimina
  140. Sì, ma chi? Difensoroni veramente forti (per intenderci, l'equivalente di un Mario Gomez per la difesa) non è che ne vedo tanti in giro, lasciando perdere quelli che costano un botto di cartellino e ingaggio e che non verranno di certo, tipo David Luiz o similari.
    Nei giorni scorsi si parlava di Rolando del Porto, mah...

    RispondiElimina
  141. E' stato sei mesi a Napoli a far la riserva di Cannavaro ed ora torna al Porto per fine prestito. Non mi sembra la figura del difensorone, ma lo conosco poco. Del vecchio Lugano, nostra idea di qualche anno fa che ne dici Deyna? In Confederations è andato bene. E' del PSG, in prestito al Malaga che è nel guano come si fa. Se non volesse la luna...Poi ci sono i tuoi due esterni bassi. Ci vuol gente brava a dar capate!

    RispondiElimina
  142. L'egiziano ha fatto un bel goal ma si è fatto uccellare come un pirla in quel contropiede che ha messo Abbruscato solo davanti a Neto.

    RispondiElimina
  143. Ciao Anto, oggi Bakic schierato alla Pek, ottima personalità, un errore di leggerezza che ci è costato il gol, ma concordo con Deyna, buona impressione. Yakovenko mi sembra un po' spaesato come vice Gomez, al momento non ne abbiamo. Davanti con il tedesco c'è una forza impressionante che unita alla fantasia di Cuadrado e Joaquin e alla crescita di Adem e Pepito mi fa stare tranquillo. Neto, oltre al paratone ha fatto un altro intervento fuori dall'area, che assieme ad alcuni tifosi vicino a me ho salutato a voce alta, incitando il ragazzo: sul portiere è tutta questione di clima e chi ci crede dovrebbe fare di tutto per togliere via un po' di pregiudizio. Un po' di partite ok e magari il brasiliano dienta un idolo. Sulla difesa, invece, abbiamo ancora alcuni passaggi a vuoto. Vediamo se ci saranno novità.

    RispondiElimina
  144. Concordo con s.nap, allenamenti davvero divertenti ed interessanti. Tanto lavoro di palla, schemi, gioco di prima, partitelle in campi ridotti con tanta densità. Ieri a proposito grandi duelli Alonso-Cuadrado, con lo spagnolo che ha reso la vita davvero dura al colombiano. Oggi patita comunque piacevole, con il Pek a dirigere e 'cazziare' Hegazy che voleva involarsi sguarnendo la difesa, non sapendo a chi passare il pallone, ma con il Pek libero a qualche metro. Ancora, ovviamente, da affinare l'intesa Gomez-Liajic, due tipologie di schemi li coinvolgono per ora...

    RispondiElimina
  145. Lugano è ancora valido, anche se un po' in calo, ma sinceramente non lo vedo troppo bene accanto a Gonzalo, un po' troppa lentezza...Punterei forse il suo connazionale Coates, giovane e un mostro nel gioco aereo, anche se non veloce neppure lui. Ma Macia ha ottimi contatti col Liverpool, che non ci punta decisamente. L'altro uruguaiano Godin pure sarebbe ottimo, ma non credo l'Atletico se ne privi. I miei sono esterni/centrali, tutti e due molto forti di testa [Orban e Mario Fernandes].

    RispondiElimina
  146. In giro c'è una forza della natura che corrisponde al nome di Dedè. 25 anni, prezzo abbordabile. Difensivamente, ovvero sull'uomo è un animale di quelli cattivi. Tatticamente è un po' un casino, ma avrebbe modo di imparare in fretta. A me ricorda un Lucio giovane, anche per la propensione ad avanzare troppo. Certo capitare tra lui e Facundo sarebbe come andare a cogliere margherite al parco dove fanno il Gay Pride.

    RispondiElimina
  147. Ecco non fa per te, finalmente, ma non perché ti si tratta male, non fa per te questa materia, il calcio, non qui. Non c'è nessuno che abbia condiviso una virgola dei tuoi scritti ma un bell'esamino di coscienza no, eh ?! Continui imperterrito a fare sua dignità offesa quando saresti proprio l'ultimo a doverti lamentare. Ovvio che svuotandoci gli zebedei con queste continue false polemiche qualcuno sbotti oltre le righe. Le righe che tu schiacci e manipoli bellamente per provare a farti una ragione che non hai mai visto tua su nessun argomento. Adesso non tenti neanche più di scrivere di calcio, perché non ti riesce sia chiaro, quando mai l'hai fatto, adesso è una caccia alle streghe sugli utenti scappati, ed anche qui ti ho spiegato che razza di granchi colossali t'ingolli con tutto il carapace, perché gli argomenti di "tecnica calcistica" ti hanno visto prendere smusate e sganassoni sonori senza che tu opponessi difesa. Tu lasci perplessi parecchi interlocutori, fattene una ragione.

    RispondiElimina
  148. Ah ah ah ah ah Lele, su, chiedi scusa, chiedila ah ah ah ah ah ammazza quanto sei storto Lud, ma proprio non te ne rendi conto.

    RispondiElimina
  149. In Brasile a me piacevano Dedè e Rhodolfo, tra i centrali, ma è un po' che non li seguo, e non so se si sono confermati a grossi livelli. Se ne parlava con Jordan l'anno scorso, per il Brasile io vedevo loro dietro David Luiz e Thiago Silva, in vista dei Mondiali.

    RispondiElimina
  150. Iakovenko centravanti non lo è e salvo miracoli non lo sarà mai. E' un esterno coi contro cazzi, può fare la seconda punta, l'ala con costrutto ma la parola centravanti comporta tutti altri movimenti, caratteristiche e tecnica, che non significa raffinata, perché quella la possiede. E' una delle note più liete, ma centravanti, via, siamo seri.

    RispondiElimina
  151. Bakic è un regista, in erba, ma regista, Wolski è una mezz'ala trequartista, son due ruoli differenti e non si pestano i piedi. Certo, se si deve scegliere fra Ilicic e Wolski (ruoli simili con lo sloveno molto più offensivo) il polacco dev'essere mandato a farsi ancora le ossa.

    RispondiElimina
  152. Non me ne piace nemmeno uno di questi Deyna, il problema è trovarli buoni a prezzi decenti, non ce ne sono. C'è penuria anche in Italia di centrali forti e pure in europa, quelli buoni sono accasati e costano salassi solo a chiederli. Si parla tanto, troppo, di attaccanti e ci si dimentica che un difensore forte vale poco meno di un toppleier.

    RispondiElimina
  153. Deyna, Dedè e Rhodolpho son rimasti tutti e due in Brasile anche se hanno appena cambiato squadra. Dedè è stato ceduto dal Vasco de Gama al Cruzeiro per 14 milioni di R$ (circa 5 milioni di euro) a marzo di quest'anno e fa quindi il Brasileirao nel Cruzeiro. Non so se è il Dedè cui fa riferimento anche Foco, ma è un'88 di grande fisico (alto 1,93) e ottime doti atletiche con apparizioni nella seleçao. Ottimo "beque" da disciplinare un po' tatticamente, ma di grandi potenzialità. Rhodolpho che era il centrale dell'Atletico Paranaense in quel campionato del debutto di Neto che, quindi, lo conoscerebbe bene, è poi andato al S.Paolo e di lì un po' chiuso dal ritorno di Lucio, la settimana scorsa al Gremio di Porto Alegre in prestito fino a giugno 2014. E' quindi un po' tardi per tutti e due, penso.

    RispondiElimina
  154. Se resta anche Ljajic, per Wolski vedo pochi spazi. Quindi urge trovargli squadra dive giocare per ambientarsi al campionato italiano e far vedere ciò che vale. Se invece Ljajic dovesse andare lo terrei come back-up di Ilicic.

    RispondiElimina
  155. È proprio lui Jordan. L'ho visto sia in campionato che in Libertadores e mi sembrava l'unica cosa buona del Vasco. Per me è un animale dalle grandi potenzialità. Anche più forte di David Luiz, sia sull'uomo che tecnicamente.

    RispondiElimina
  156. Ljajic e Wolski sono molto simili Foco, Ilicic è qualcosa di più, molto vicino ad una seconda punta con score interessanti in quel ruolo. Nel Palermo l'ho visto spesso anche decentrato a sinistra con facilità ad accentrarsi ma parte più spesso per vie centrali scartando anche i fili d'erba per andare alla conclusione. Ilicic è un gran pezzo, Wolski è un peposo che deve ancora cuocere molto. Ljajic è un filetto, di quelli al sangue.

    RispondiElimina
  157. Oggi Wolski non mi è dispiaciuto. Per me è un trequartista abbastanza classico che potrebbe fare bene la mezzala. Ha le movenze del potenziale campione, ma per ora vedo più pronto, soprattutto fisicamente, Vecino.

    RispondiElimina
  158. A me paiono due baiocchi che fanno bene laggiù, da quel poco visto mi paiono inadatti all'europa non solo l'Italia.

    RispondiElimina
  159. Sono entrambi buoni ed a prezzi contenuti, Rhodolpho addirittura a prezzo di banana (il S.Paolo l'ha pagato 2,5 milioni di R$ cioè meno di 1 milione di euro). Non è un fenomeno, ma era nel mirino della Juve l'anno scorso. Dedè invece, se sgrezzato, può essere anche molto buono e 5 milioni non è un prezzo inaccessibile. Però si sono appena trasferiti, non credo siano accessibili adesso.

    RispondiElimina
  160. Eh vedi, non sapevo dei recenti trasferimenti, allora nulla. Mario Fernandes comunque lo vedrei proprio bene nella Maquina, in qualunque ruolo. Va bene i soldi, ma con un'offerta e un progetto seri dovrebbe essere tentato dalla Fiorentina, che ci sta a fare ancora a Mosca?

    RispondiElimina
  161. E adesso la previsione della buona notte:
    Domani l'illuminato censore delle buone maniere e dei non argomenti riguardanti l'arte pedatoria s'immolerà nel post mattutino inveendo a destra e a manca sulla mancanza di rispetto e sulla richiesta di post dove si certifichi la sua insipienza. Partirà con me, tranquilli, becero orco che fa scappare a gambe levate le donzelle che non sopportano simili toni e finirà per toccare tutti quegli altri utenti, che a suo dire, stanno contribuendo allo scadimento del blog verso livelli di bassezza inaudita. Ora non ha più neanche l'alibi che era lui a far lievitare i post sul sitollock, nonostante i suoi sparuti 5 post siamo a quota 160 in cui, tolti quei 10 dove prende bastonate, si parla di calcio serenamente senza ci siano rese dei conti al KO Corral. La domanda è sempre la solita, ci capirà qualcosa in quello che si è scritto o è meglio passare ai monosillabi per rendergli ancora più scibile quello di cui si parla ?! Ma soprattutto, è necessario ?!

    RispondiElimina