.

.

sabato 6 luglio 2013

Superbuk

Diciamo pure che Criscitiello continua imperterrito a dare fiato alla bocca pur con tutte le precisazioni del caso di Pradè, tanto che Pedullà ogni giorno sempre di più si chiede se quello che sente è il fiato del “Crisci” oppure se è arrivato il circo in città. Piano piano Pedullà prende le distanze, e non solo per evitare il fiato ma perché la posizione di Criscitiello è di quelle a scalare d’importo, più passa il tempo cioè e più secondo lui si abbasserà l’offerta della Juve per Jovetic, senza tenere minimamente conto della posizione ferma della società più volte ribadita. Quindi oggi abbiamo un Pedullà che sta alla giusta distanza per via del circo in città, un Pedullà in guardia come fosse un calciante storico, dopodiché si è voluto togliere anche una bella soddisfazione confessando al sannita di averlo riconosciuto su un blog di juventini nascosto dietro al nick “Gobbo cerca mansarda”. A me francamente sembra che il calcio mercato di Criscitiello vada al contrario, come quelle feste in cui le birre sono calde e le donne sono fredde, e mi domando e dico come si può fare a sopportarlo ancora per altri due mesi sei ore al giorno, gli operai che lavorano sui due fronti di scavo della Sappanico sulla A14, hanno dichiarato al RSPP di stare tranquilli solo quando sono all’interno della galleria e di preferire il turno dalle 18 alle 24. Intanto sono tutti attratti da un’esperienza alla Fiorentina, Firenze come Medjugorje, Larrondo come Paolo Brosio, l’argentino infatti pur rimanendoci poco ha dichiarato di averlo considerato un onore, adesso sembra che voglia rimanere anche Ljajic, Pizarro ha solo scherzato, Gomez vuole venire e lo dice in tutte le salse compresi i crauti, il procuratore di Agazzi sono mesi che mette in giro voci su un ipotetico interesse della Fiorentina nei confronti del suo assistito, quindi tutti alla fine vogliono venire, anche per finta, Ambrosini si è già tolto il pensiero, verrebbe volentieri anche Cellino ma lo trattengono, e adesso aspettiamo che il Bayern allenti il cordone ombelicale e si decida a mandare Mario a fare l’Erasmus a Firenze. E mentre per l’inchiesta Bari-bis ieri c’è stata la seconda udienza, trapela la clamorosa notizia che il processo di Calciopoli sia da rifare, Luciano Moggi resta l’indagato numero uno ma intanto forse è da rifare anche il pranzo Della Valle - Bergamo a Villa La Massa in modo da ridare un’altra trentina di punti di penalizzazione alla Fiorentina. Tra gli avanzi di quella squadra che fu Felipe sembra quello di più facile collocazione, e il Parma dopo Cassano ha ufficialmente deciso di retrocedere probabilmente per ragioni fiscali del suo presidente, mentre Pradè ha già cominciato a parlare con Vargas per cercare di motivarlo e convincerlo ad andare in Argentina, ha raccontato a Criscitiello di averlo esortato a non mollare sostenendo che avrebbe ancora il tempo per dimostrare il suo valore, insomma per dimostrare che il tempo non è il solo modo che la natura ha per assicurarsi che ogni cosa non avvenga più di una volta a differenza sua che fa la stessa cosa ripetutamente come quando beve. Io aggiungo solo che il tempo sono le cazzate che dirà oggi Criscitiello, mentre Vargas ha aggiunto a sua volta che è stata una donna a portarlo all’alcolismo e che non ha mai avuto la cortesia di ringraziarla. E a proposito di giornalisti, SuperBuk dopo aver mangiato nello stesso ristorante di Brovarone ha raccontato di aver incontrato all’uscita due suore per strada, e in piena e pesante digestione come Fanfani insegna, più temerario che mai le ha colpite più volte allo stomaco e al volto fino a quando le monache non si sono accasciate al suolo. Superbuk una volta tornato il coniglio di sempre ha raccontato a Paloscia che malgrado il mantello estivo di colore bianco li aveva riconosciuti subito e soprattutto aveva sempre ritenuto Batman e il suo apprendista molto più forti 

95 commenti:

  1. Preso atto che nessuno se la sente di scrivere che Adem Ljajic è un giocatore modesto da scaricare (la brutta figura sarebbe immediata), passo a commentare gli ultimi eventi. La mia sensazione del momento è che la Fiorentina stia conducendo una campagna acquisti nella quale la proprietà ha in mano la regia e ds e tecnico si debbono adeguare. All'origine di tutto c'è la storica rivalità tra gli Elkann e i Della Valle. E la guerra per RCS. In questo contesto l'operazione più logica, dare Jovetic in cambio di un sostanzioso conguaglio e di Gabbiadini e Marrone è stata bloccata nonostante il parere positivo di Montella su questi due giocatori. A quel punto la strategia si è fatta confusa: Jovetic non ha trovato acquirenti, Gomez non si è potuto prendere e alla fine sembra che sul giocatore si sia mosso il Napoli. Ljajic non ha ancora rinnovato. Insomma rischiamo il caos, un caos, ripeto, che potrebbe nascere da situazioni extra-sportive ed extra-calcistiche, che poco hanno anche a vedere, nonostante ciò che pensa il tifoso fiorentino medio, con la rivalità storica tra Fiorentina e Juve. Qui c'è in ballo altro, il controllo di una fetta importantissima del sistema italiano dei media. Ma la squadra potrebbe risentirne come sempre quando il presidente usa la società per fini extracalcistici. I casi a Firenze sono molti: si va dall'allegra gestione di Cecchi-Gori, con spostamento di risorse dalla Ac Fiorentina alle sue società in crisi, alla decisione di Pontello di vendere Baggio per chiudere certi suoi affari con Gianni Agnelli.

    RispondiElimina
  2. "Gobbo cerca mansarda" mi ha fatto quasi soffocare, avendola letta mentre degustavo un cornetto del distributore automatico. Mi ci sono voluti ben due " Estathé" per non farmi andare del tutto di traverso il mappazzone.
    Chapeau ( me la rivendo tempo zero).
    Ljajic avrebbe chiesto più del doppio, secondo sky, ovvero una milionata e mezzo all'incirca. Ergo con il doppio degli attuali 650 si va a pallino entro luglio.
    A Pizarro hannk ricordato che tra poco dovrà occuparsi più della prostata che degli adduttori ( magari glielo ha confidato Ambrosini) e il giovanotto pare essersi convinto. Intanto quelli del Bayern hanno chiaramente detto che Gomez ha fatto tutto con la Viola e che non ha altri pensieri che non siano i tramonti visti da una villona fiesolana. Ecco il motivo della grande tranquillità di Pradè. Su Pradè, spogliandomi delle mie vesti di tifoso, vorrei dire che non ho mai visto un direttore sportivo così capace. Ha un modo di fare il mercato che non trova riscontri a memoria mia. Prende chi vuole prendere, al prezzo che può spendere e riuscendo a convincere i giocatori uscendo da quello che sembrava l'unico argomento capace di attrarli: i soldi. Non ha la capacità di scouting del Corvo, ma delega la cosa a Macia riconoscendogli capacità e competenza. A Roma ha fatto i miracoli, qui da noi si stà semplicemente dimostrando il miglior dirigente sportivo italiano. Io manderei una cassa di Sassicaia ad Oriali, con mille ringraziamenti per non essersi riconosciuto nel progetto.
    Criscitiello non lo ama. Per il semplice motivo che Pradè non se lo incula di pezza. O meglio, perché fà esattamente il contrario di quello che lui prevede. Jovetic andrà a Madrid per trenta cucuzze e il cretiniello ellgerà Marotta per non aver sprecato tanti soldi per un giocatore rotto che vale Marrone, mezzo Gabbiadini e i soldi del parcheggio a Santa Maria Novella.
    Intanto io, alla faccia sua, aspetto nervosamente il corriere che mi porterà la nuova maglia. Maglia che non indosserò mai, visto che è stata presa per finire in una cornice insieme alla Gazzetta in edicola dopo l'ultima giornata di campionato. E da lì sopra il mio letto dove la gigantografia di Hendrix e un poster di un concerto degli Who l'aspettano.

    RispondiElimina
  3. Lud, seriamente, nessuno potrebbe scrivere che Ljajic è un giocatore modesto da scaricare, per il semplice motivo che Ljajic NON È un giocatore modesto da scaricare.
    Certo che a te i Manichei facevano una pippa, eh, ma tu consideri veramente che Ljajic o è un campionissimo da Pallone d'Oro o è una pippa?

    RispondiElimina
  4. Ma se si deve per fozrza far pacetta con la juve, Lud, non potremmo imbastire uno scambio Vargas in cambio di Marrone e metà Gabbiadini? A me sembra questa l'operazione più logica.

    RispondiElimina
  5. Lud ma come fai a vedere sempre l'interpretazione più negativa delle cose? E un po' di ottimismo, no?
    Ti riconosco di aver tirato fuori le palle...adesso però, per piacere, toglile dal pesta sale.

    RispondiElimina
  6. M a perchè si deve dire quello che vuoi tu per far piacere a te? Nessuno ha mai detto che Ljajic è un giocatore modesto da scaricare, mi piacerebbe sapere dov e l'hai letto o come te lo sei sognato. Ti abbiamo spiegato mille volte in molte lingue come sono i termini del problema, che son chiarissimi, vai a rileggere perchè a dire sempre le stesse cose mi è venuto a noia.

    RispondiElimina
  7. Anto, se la campagna acquisti si muove a partire da logiche extra-calcistiche il rischio è evidente. Si tratta di una legge generale dell'economia. Una società è una entità impersonale che deve sviluppare le proprie strategie migliori senza interferenze esterne. Se diventa un veicolo o contenitore di altre istanze della proprietà si fa strumento e perde la propria capacità di sviluppare la strategia migliore. Dove tu abbia letto che voglio dare il pallone d'oro a Ljajic non so. Ho solo chiesto alla platea se c'era qualcuno che se la sentiva di sostenere la tesi che si tratti di un giocatore di cui liberarsi. Leo non se l'è sentita ma parlano per lui certi commenti in cui l'ha paragonato ad Antonio Cassano, più sopra le righe di così.

    RispondiElimina
  8. Ho semplificato la questione perchè un ds deve prendere decisioni: e qui si tratta di capire. Se tu fossi al posto dei dirigenti lo terresti o lo scaricheresti, Jordan. Io dico subito che a fronte della richiesta di 1,7 annui lo terrei. Non mi sembra che la società si faccia problemi a riservare ai vari giocatori trattamenti diversi sul piano economico, per cui non credo che un tale aumento scatenerebbe il caos, anche perchè si partiva da una base veramente modesta.

    RispondiElimina
  9. A inizio stagione avevo detto che sarebbe stata una campagna difficile e di tipo difensivo. La squadra aveva fatto molto bene l'anno prima, quindi molti nostri giocatori potevano far gola. Mi pare che intanto questa previsione che era realistica si sia avverata. Ora ho espresso un timore che secondo me è concreto, che cioè alla base della strategia di una società di calcio possa esserci motivazioni che con il calcio non hanno niente a che vedere.

    RispondiElimina
  10. Ma tu, se fossi il DS e ti chiedesse 1,7 di stipendio, non proveresti comunque a tirare sul prezzo per arrivare, poniamo, a 1,2 - 1,3?

    RispondiElimina
  11. E' un giocatore che oggi vale 10-15 milioni ed un ingaggio di 1- 1,3 milioni. Valori questi probabilmente in crescita perchè è un ottimo prospetto. Quindi non è assolutamente un giocatore d scaricare, anzi, tutto il contrario. Se però, visto che ha il contratto in scadenza tra un anno, vuole il doppio di quel che vale oggi per rinnovarlo, allora probabilmene l'unica strada è cercare di venderlo al meglio. L'alternativa è dargli quanto chiede, scombussolando tutto le logiche del sistema retributivo quindi dovendo probabilmente ritoccare a cascata diversi ingaggi e riconoscere come già fatto quel salto di qualità a top player che è possibile ma non certo sicuro e meno ancora già avvenuto.

    RispondiElimina
  12. Sull'enorme importanza strategica - e qui parlo seriamente - di non darla vinta alla juve e ai procuratori per dare un segnale di forza della società che vale anche e soprattutto per le trattative future mi sono già espresso e quindi non ho voglia di ripetermi.

    RispondiElimina
  13. Non è questo il punto, ho invitato ad uscire allo scoperto chi sosteneva che il giocatore ha un carattere alla Cassano (Leo) e chi invece lo vede come uno che non ha ancora dimostrato nulla (Jordan). Affermazioni che contesto in quanto secondo me Ljajic ha un valore ormai acclarato ed un comportamento professionale che nulla ha a che fare con quello di Cassano.

    RispondiElimina
  14. Per me hanno fatto stra-bene a non cedere ai ricatti dei gobbi ed al loro modo di agire da banditi arroganti. Non sono affatto sicuro che sia per ragioni extra-calcistiche, o, almeno solo per quello. Anche nel campo del calcio ci son parecchi motivi per starne alla larga. Quel che succederà non si sa, le somme si tirano alla fine. Intanto d'ora in avanti i vari Ramadani capiranno che non possono fare quello che gli pare, e non è poco.

    RispondiElimina
  15. Per me Jordan non è uno che si da' via per 100 mila euro in più o in meno di contratto. La trattativa ha ragione Anto va fatta. Secondo me però bisogna valutare nel suo insieme la strategia societaria. Partiamo dal concetto innanzitutto che la Fiorentina ha gli stessi budget di sempre e la necessità di far quadrare i conti. L'operazione Gomez dunque rischiava e rischia di essere sovradimensionata in quanto per poterselo permettere oltre a vendere Jovetic bisognava far cassa in vari modi, anche vendendo Ljajic. E dunque alla fine non vorrei che fosse pura facciata e spostamento indebito di risorse. La via più logica di uno scambio con la Juve per Jo è bloccata dalla guerra di Rcs. Il risultato è lo stallo di cui parlava Deyna, che presto potrebbe rompersi a beneficio di altre società.

    RispondiElimina
  16. Io rispondo per me, anzi ho già risposto, anche con dei numeri indicativi. Uno che a 21 anni vale 10-15 milioni qualcosa ha già dimostrato. Il valore che ha per te è un'opinione tua. Quando qualcuno lo comprerà a 30 o 40 milioni avrà fatto il salto che gli attribuisci, ma non mi sembra che, per ora, sia il casp.

    RispondiElimina
  17. Non è assolutamente vero che per prendere Gomez bisogna vendere sia Jovetic che Ljajic. Basta ed avanza a vendere (bene) Jovetic. Se però uno vuole andare solo da una parte e lo grida ai quattro venti, il mercato si limita e sei osatggio dell'unico compratore. Questo è un modo di fare che non può essere accettato e l'RCA c'entra come i cavoli a merenda. Ljajic è un problema indotto dall'avere lo stesso procuratore di Jovetic, se no sarebbero due cose separate. Ljajic ha un ingaggio, per ora, basso e vale la metà di Jovetic ad andar bene, quindi non risolve gran che nell'impasse per Gomez.

    RispondiElimina
  18. Sul contratto di Gomez, ancora non si conoscono cifre e modalità certe. Io credo che abbiano studiato un emolumento fisso ,che quindi va a bilancio per tutta la durata del contratto, più una serie di bonus, di facile raggiungimento, che però ,essendo di rendimento, non possono comparire come uscita fissa. Niente di più facile che il fisso sia pari a quello percepito da Jovetic.
    Riguardo ai rapporti con la Juve, per quest'ultima esiste una clausola rescissoria da versare in toto. Solo che loro non vogliono/possono pagarla. Non c'è alcun veto di cessione alla Juve, solo un non mandato a trattare al di fuori della clausola. L'extra calcio, secondo me, centra poco, mentre centrano le operazioni di disturbo dell'altr'anno. È l'unica volta, che io ricordi, che si ha una proprietà forte economicamente e del tutto indipendente da macchinazioni altrui, ci sarebbe solo da festeggiare. Se così non fosse, avremmo annunciato Marrone da un mese.

    RispondiElimina
  19. Ammettiamo che io sia un capofamiglia con un reddito di 50 mila euro l'anno. Finora le cose mi sono andate bene perchè ho speso secondo misura. Ad un certo punto annuncio l'acquisto di una Porsche. I familiari si stupiscono e mi chiedono se ho vinto al super enalotto. Ma io rispondo che per acquistare la Porsche, che mi fa fare una splendida figura con gli amici, sposterò semplicemente risorse allocate altrove. In altre parole si mangerà pane e cipolle ma si girerà con la Porsche. Non vorrei che sia questo il risultato finale di una operazione come quella di Gomez. Rispondo anche a Foco: sostenere che l'extra calcistico non c'entra è ingenuo. Pradè d'altronde ha dichiarato che la proprietà gli ha impedito anche di cominciare certe trattative. Sono parole del ds in conferenza stampa.

    RispondiElimina
  20. E infatti io ti ho parlato di un non mandato a trattare sulla clausola. Porti i soldi stabiliti ed è tuo. Sempre se lo vuoi. Lo sai in quanti cda e aziende ci sono sia i Della Valle che gli Agnelli? Che sia tutto collegato è una forzatura che i giornalisti sportivi amano tirare fuori per dare spiegazione alla loro mancanza di notizia.

    RispondiElimina
  21. Vado a saldare ad elettrodo basico poi ti spiego come faccio a comprarmi la Porsche.

    RispondiElimina
  22. Non è notizia di quotidiani sportivi Foco ma di giornali nazionali dal Sole 24 ore a Repubblica. Ormai siamo alla fase calda della scalata di Della Valle in Rcs.

    RispondiElimina
  23. Estremizzo il corretto concetto espresso da Jordan: per acquistare Gomez basterebbe liberarsi della costosissima e inutile cianfrusaglia che ancora abbiamo - Vargas, Felipe, Olivera - sottoscrivere 25.000 abbonamenti e superare la fase a gironi di Europa League! Naturalmente, ho fatto solo un discorso economico-finanziario.

    RispondiElimina
  24. Piuttosto, stamattina sono meno tranquillo per il supposto inserimento del Napoli. Venduto Cavani, loro avrebbero tutti i mezzi economici e finanziari per prendere Gomez. Spero restino su Dzeko o Suarez. Anche se, fossi in loro, prenderei Leandro Damiao. Sarebbe un affarone sotto tutti i punti di vista!

    RispondiElimina
  25. Ma lo so pure io che Diegone vuole contrastare L'agnellino in RCS. Che Jovetic non glielo dia per questo, invece, è gossip da giornali sportivi.

    RispondiElimina
  26. Ma vale la pena concentrare troppe risorse su di un solo elemento, Salvatore? Non è preferibile costruire saggiamente una squadra giovane, agguerrita, intelligente che risponda alle nostre necessità di bilancio. Allora io dico che se si vende Jovetic, ma la cosa comincia a diventare complicata, basterebbe intanto rinnovare con Ljajic, poi completare il parco attaccanti (Rossi, Ljajic e l'esterno Cuadrado) con un centravanti di valore, possibilmente giovane che possa alternarsi nel 4-3-3 con gli elementi che ho citato, facendo valere le sue doti di altezza e presenza in area. Su questo elemento investirei una decina di milioni di euro, ma mantenendo molto più basso l'ingaggio rispetto a Gomez. A suo tempo avevo indicato in Gabbiadini la soluzione ideale, ma posto che quella strada non è praticabile, se ne possono trovare tanti altri. Questa soluzione ha come fondamento il rinnovo di Ljajic e l'idea che Ljajic e Giuseppe Rossi possano giocare insieme. Sul piano finanziario sarebbe tutto molto più logico e tagliato sulle nostre reali possibilità.

    RispondiElimina
  27. Salvatore, credo che Gomez abbia scelto Firenze per motivi diversi dal discorso puramente economico. Inoltre De Laurentiis non si metterebbe mai contro Della Valle di cui si professa grande amico. Ecco, qui potrebbe entrarci il discorso di Rcs, visto che da quando Elkan ha detto di volerci mettere le mani, si è notata una certa linea editoriale un po' disturbante nei confronti della Fiorentina. In sostanza penso che già si considerino house organ di casa Fiat.

    RispondiElimina
  28. Se Repubblica titola, per rispondere a Salvatore,
    "Della Valle, sul piede di guerra con gli Agnelli
 pronto ad
    acquistare oltre il 20% del Corriere", a me non pare che si tratti di gossip di
    giornali sportivi. Se c'è una guerra in corso, evidentemente non si fanno
    affari col nemico. E del resto è stato Pradè a chiarire che la proprietà
    inibisce qualsiasi contatto tra Juve e Fiorentina.

    RispondiElimina
  29. Certo, Ludwigzaller, concentrare troppe risorse su un solo elemento è molto rischioso, perché il rendimento e il valore di qualunque calciatore sono influenzati anche da variabili assolutamente imprevedibili. Ma questo è un giudizio generale. Il giudizio sul caso particolare, cioè quello relativo alla Fiorentina, è che proprietà e dirigenza stanno esattamente facendo ciò che tu auspichi: ossia, "costruire saggiamente una squadra giovane, agguerrita, intelligente, che risponda alle nostre necessità di bilancio".

    RispondiElimina
  30. Ciao Foco, dal punto di vista razionale il tuo discorso non fa una grinza! Ma sono tifoso anch'io e, finché non lo vedo in maglia viola, non sto tranquillo. Anche perché fino a poche settimane fa non credevo nemmeno fosse possibile!

    RispondiElimina
  31. Salvatore dialogare con te mi piace perchè le tue argomentazioni sono sempre intelligenti e garbate. Non è detto naturalmente che si debba essere d'accordo su tutto, sennò un forum come questo non avrebbe ragione di essere. Mi auguro che tu abbia ragione su quello che scrivi in merito alla squadra del prossimo anno, che in realtà è già delineata e secondo me è già di notevole valore, a parte i dubbi su alcuni ruoli chiave. Aggiungo che mi pare che concentrare risorse su Gomez può avere ricadute anche su altri ruoli come il portiere. In altre parole per prendere un giocatore con budget tanto alto rischiamo di trovarci con un portiere come Neto che non da' affidamento totale.

    RispondiElimina
  32. Lud tu dai per assioma il ragionamento che spiega la mancata acquisizione di Jovetic da parte della Juve, con la possibilità di uno scontro in Rcs. I fatti dicono che Jovetic ha un prezzo e che la Juventus non si è neanche avvicinata a quel prezzo. Rcs o non Rcs. Pradè non ha mandato a trattare con la Juve, perché da trattare non c'è niente. C'è solo un giocatore ed il valore che gli è stato dato da chi ne detiene i diritti sportivi. All'estero potrebbero ad averlo ad un po' meno, forse, perché le società estere non sono dirette concorrenti. Il PSG ha pagato 64 bomboloni Cavani perché quello era il suo prezzo, mica perché hanno intenzione di mettersi a fare i cinepanettoni. Pecunia non olet, sed pecunia per dio! Di Marrone e Gabbiadini ce ne sbattiamo le palle.
    Altrimenti provo a comprarmi una 500 con mille euro, una muntain bike e il tosaerba nuovo di mio padre. Se mi mandano a fanculo lo imputerò al fatto che ho manifestato interesse per l'inoptato di Rcs.

    RispondiElimina
  33. Eheheh Salvatore, io non credevo che pigliavamo Aquilani gratis e con più di mezzo stipendio pagato. Questi sono bravi. Ma hai visto che ha fatto Pradè a Roma senza nemmeno i soldi per i taxi? Detto questo, avevo letto un tuo interessante pezzo sui cambiamenti dei rapporti di forza finanziari in base al mercato. Non credi che dal punto di vista della solidità, ci sia sopra solo la Juve?

    RispondiElimina
  34. Sin dal 3 giugno Daniele Pradè chiarì che l'affare Jovetic era possibile solo «fra le proprietà». La frase allora non apparve chiarissima oggi lo è. Ed è stata ribadita da Pradè in altre circostanze con il chiaro intento di far capire che non è lui che decide se trattare con la Juve o meno. Ci deve essere un contatto diretto tra Della Valle ed Elkann. Allo stato attuale ritengo che questo contatto diretto non si possa stabilire per le note ragioni legate ad RCS. Ed è questo secondo me il vero motivo per cui Jovetic non andrà alla Juve.

    RispondiElimina
  35. Dire che la vicenda Gomez è legata a quella di Ljajic e Jovetic vuol dire aver frainteso le parole di Pradè invece chiarissime. Dire che il mancato passaggio di Jovetic alla Juve è dovuto alla guerra tra le famiglie Della Valle- Elkan vuol dire dimenticarsi che la Juve potrebbe benissimo acquistare Jovetic semplicemente portando i 30 milioni della clausola rescissoria. Quindi nessuna campagna acquisti che risente di nessuna guerra extracalcio, ma una campagna acquisti giocata in netto anticipo e con la forza di una solidità economica quasi unica nell’intero panorama calcistico nazionale, che va di pari passo con la competenza e le qualità di Pradè e Macia. Una grande dimostrazione di forza di fronte a manovre scorrette o a procuratori in cerca di provvigini. Ci manca poco e quello che ci manca lo prenderemo alle nostre condizioni.

    RispondiElimina
  36. No tu hai chiesto se era campione o pippa, non sai neanche tu cosa vai chiedendo, e non ti riesce essere corretto con chi ti risponde. Provochi in continuazione e lo stronzo sono io che perdo tempo pure a risponderti. Non ti rendi conto di quanto sei pesante e di quanto sbagliato sia il tuo modo di voler dialogare e portare avanti un'idea, onestamente, di dare risposte ad uno che non le legge mi è venuto a noia. Pensavo che non le accettassi, mi sono sbagliato, proprio non le capisci.

    RispondiElimina
  37. Questo passaggio di Pradè dal "Messaggero" secondo me è chiarissimo: ROMA - Il prezzo è quello, 30 milioni di euro, la Fiorentina non accetterà contropartite tecniche per cedere Stevan Jovetic, e un eventuale affare con la Juventus sarà possibile solo «fra le proprietà». Lo ha chiarito il ds viola Daniele Pradè, rispondendo a chi gli domandava se esistesse un veto sulla Juventus. «Il veto sulla Juve c'è sempre stato nel senso che - ha risposto -, penso, se bisogna fare qualche cosa sarà fatta sicuramente fra le proprietà, non fra di noi».Chiarisce che i punti dirimenti sono due: accordo tra le proprietà, che allo stato attuale però non so neppure se si parlino, e rispetto della clausola. Io credo che proprio il via libera della proprietà viola sia la causa fondamentale del mancato passaggio di Jovetic alla Juve, fermo restando che a fronte di una clausola versata per intero probabilmente Della Valle dovrebbe arrendersi per ragioni contrattuali.

    RispondiElimina
  38. Vi siete presi una bella gatta da pelare ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  39. Lud, Andrea Della Valle ha fatto una promessa a Jovetic come a suo tempo la fece a Toni rispettandola, rimani questa stagione con noi (quella scorsa) e la prossima (questa) te ne puoi andare se porti 30 milioni. Non ha detto te ne puoi andare ma non alla Juve, e lo dimostra il fatto che Jovetici si è accordato proprio con la Juve. L'unico problema è che il prezzo lo vuole fare la Juve, e allora picche.

    RispondiElimina
  40. Lud, se poi ti risulta un'offerta di 30 milioni della Juve rifiutata, ti chiedo se puoi allegarmi il link.

    RispondiElimina
  41. Se uno pensa di migliorare il passato piazzamento, quarto, tentando un arrembaggio al podio puntando su Rossi, Ljajic e Cuadrado più un'innesto giovane e fare nel contempo pure l'europa league sarebbe cacciato da qualsiasi circolo sportivo, bar, stazione, gruppo all'aperto, gruppo di sostegno in cui si parla di calcio. Farebbe ridere pure un bambino che smetterebbe di tifare viola se vedesse un parco attaccanti di quel genere. Se non entra in testa che con un Gabbiadini, o chi simile a lui, non puoi lottare per certi obbiettivi è inutile continuare a discorrere, se si preferiscono i prospetti ai campioni affermati ti accontenti di una dimensione inferiore nel breve termine, non vuoi tentare di vincere subito, cosa che avendo Gomez non è automatico ma di certo parti da una posizione di privilegio se come scelte avessi la gabbianella o chi per lui. Si vuole migliorare e azzannare subito un piazzamento champions ?! Serve Gomez! Vuoi arrivarci fra due tre anni facendo crescere un giovane che potrà essere o non essere ?! Va bene Gabbiadini! E così via a scalare per altri componenti della rosa, in altri ruoli, ogni anno. Se si capiscono simili banalità si ha la certezza di avere di fronte un'interlocutore normo dotato capace di comprendere, altrimenti, un diversamente intelligente. Gomez si può prendere piazzando la zavorra, non dovendo vendere Ljajic e Jovetic, questa rientra nelle cazzate sesquipedali. Jovetic alla juve ci va per 30 milioni quindi la Rcs non c'entra un cazzo, altra cazzata da far tremare i polsi. E avanti così......

    RispondiElimina
  42. E' molto semplice: la juve non ci pensa nemmen lontanamente a pagare 30 milioni, e nemmeno può, e i DV è dalla vicenda-Berbatov che han giudicato pubblicamente Marotta & Co come dei banditi. Se i gobbi portano 30 milioni [e non una cifra più bassa completata da avanzi di magazzino], i DV acconsentono alla cessione per mantenere il patto che avevano con Jojo. Se non li portano - e non li porteranno - con la juve non trattano, causa il loro comportamento da banditi. Che la lotta in altri settori tra DDV e gli Agnelli non faciliti il clima è vero, ma la causa dell'assenza di rapporti tra Fiorentina e juventus è un'altra, e io condivido in toto la linea della società.

    RispondiElimina
  43. No Pollock non mi risulta naturalmente una offerta cash. Ma credo che in caso di sintonia tra le proprietà il compromesso sarebbe stato raggiunto. All'origine del conflitto ci sono ragioni profonde non lo sgarro di Berbatov. Pradè ha cenato con Galliani che ci ha fatto sgarri ben peggiori ed altri ne trama. Di Gabbiadini non parlo più, mi risulta che sia un giocatore della Sampdoria.

    RispondiElimina
  44. Hai parlato di un altro al suo posto ribadendo quel concetto sballato che ci ha propinato per settimane. Rispondi tu se ne sei capace, e se leggi questo, cosa che dubito, quanti attaccanti servono per fare tre competizioni e il livello degli stessi se vuoi arrivare almeno terzo ?! Il primo che suggerisce lo fucilo.........

    RispondiElimina
  45. Non puoi fare la guerra al milan dicendo che comprava gli arbitri, perché poi lo devi dimostrare, cosa impossibile ora causa omertà, anche se palese. Galliani non si è comportato bene nel caso Montolivo, ma ha sfruttato un vulnus e si è inserito giocando al limite. Marotta ha usato un metodo banditesco esplicito ed evidente, una scorrettezza sfacciata, e gli è stato immediatamente detto. Con loro non si scende a compromessi, se vogliono Jovetic glielo si dà per mantenere fede a un patto col giocatore, non con loro, e lo si fa se soddisfano le nostre condizioni.

    RispondiElimina
  46. No Lud, partiamo dal presupposto che la società prima di tutto avrebbe voluto tenersi Jovetic, ma siccome è il giocatore che ha manifestato la volontà di volersene andare, essendo sotto contratto la Fiorentina è suo malgrado che lo lascia andare, questo è lo scenario, a malincuore ma alle condizioni che ha stabilito tra l'altro con lo stesso giocatore, altro che si sarebbe accontentata se ci fosse stato un clima più sereno, perché per fortuna non è nelle condizioni di doversi accontentare.

    RispondiElimina
  47. Ultim'ora, Marotta rilancia: per Jovetic 1 milione simbolico, tutto Padoin, Marrone, e Melania Gabbiadini.

    RispondiElimina
  48. Dai Leo sei grande credo. I troll sono ragazzini smanettoni e brufolosi di solito. Non provocare. Chiedi se tre punte bastano. Risposta: no ma in una squadra come la Fiorentina si prevedono almeno altri due attaccanti reperibili però in casa ( Seferovic) o sul mercato ma senza esborsi epocali (Thereau).

    RispondiElimina
  49. Gabbiadini è passato alla Samp o sbaglio? È ufficiale l'operazione Zaza, no? Quindi non vale la pena di parlare di lui o della sorella.

    RispondiElimina
  50. Chiarisco che il mio reparto di attacco ideale è composto da Ljajic, Rossi, Guidetti, con in aggiunta Cuadrado e Joaquin che hanno grosse potenzialità offensive, oltre a Iakovenko e Wolski. Come punta pura di riserva Thereau o Seferovic. Siamo a posto anzi forse in troppi, per giocare già questi dovranno sgomitare un bel po'.

    RispondiElimina
  51. Più che il numero a me interessa il livello...Posto che né Ljajic né tantomeno Cuadrado sono dei veri e propri attaccanti, ti ritroveresti con il solo Rossi - convalescente e non in grado di giocare ad alti livelli più di 25 partite, sempre che recuperi bene - le altre due non-punte Joaquin e Yakovenko, e uno tra Thereau, Seferovic o chi per loro. Ma ndo si va con un "attacco" del genere?

    RispondiElimina
  52. Posto che pensi si giochi col 4-3-3, quale sarebbe quindi l'attacco titolare?

    RispondiElimina
  53. Vedi risposta sopra.

    RispondiElimina
  54. Da notare comunque che Rossi e Guidetti sono due che hanno saltato a piè pari l'ultimo campionato...

    RispondiElimina
  55. Ipotizzo due soluzioni: se la squadra avversaria lo permette, palla a terra e attaccanti piccoli: Rossi, Ljajic, Cuadrado. Se c'è bisogno di altezza e forza fisica: uno a scelta tra Rossi e Ljajic e inserimento di Guidetti. Cuadrado inamovibile.

    RispondiElimina
  56. Hai posto l'epitaffio sulla lapide, che non capisci niente di calcio è dato conosciuto da tutti qui dentro. Fuori non m'interessa ma il giudizio non cambia, son sicuro.

    RispondiElimina
  57. La risposta sopra non risponde a Deyna, impara a leggere.

    RispondiElimina
  58. Questo l'attacco con il quale Lud darebbe l'assalto al terzo posto e si giocherebbe chanches in EL: Rossi, Ljajic, Cuadrado, Seferovic e Thereau.
    Vorrei mandarlo in un amen a razzolare manuali di tattica di base calcistica o farlo interloquire con uno Criscitiello qualsiasi, ma credo non ci sia bisogno di aggiungere altro, il livello di comprensione calcio del soggetto è condensato, racchiuso e manifestato, tutto, in questa affermazione.

    RispondiElimina
  59. Ma Guidetti - molto bravo, peraltro - è di altezza media, e non certo forte di testa...

    RispondiElimina
  60. Ieri da un lungo dialogo con un operatore di mercato e'uscito quanto segue,
    premettendo che Pradé non e' abbottonato solo con i media, ma fa
    trapelare pochissimo anche a colleghi:

    - Ramadani cerca di imitare Rajola, ma non e' della solita categoria.
    Finora con lui la Fiorentina ha fatto anche buoni affari, ma ora e' lui
    piu' che gli assistiti, che tenta di dare la linea di mercato. La sua
    miopia ha generato l'intervista di Jovetic ( che da stupido ha eseguito
    l'ordine) che invece di fruttare l'ammorbidimento sperato ha chiuso
    definitivamente l'ipotesi, seppur remota, di essere accettato dalla
    piazza quindi ora e' in cerca disperata della societa' che sborsi i
    quattrini che i DV chiedono come da accordo accettato lo scorso anno. La
    societa' lo tiene per i coglioni, e'lui che deve correre e cercare
    l'acquirente, per la societa' Jovetic puo' anche restare. Rapporti molto
    tesi.

    - Cavani al PSG vuol dire 60 mln + 25 certi dalla CL + un bilancio sano,
    fanno del Napoli la societa' piu' liquida e una seria pretendente a
    Jovetic, (e non solo) anche se mi par difficile possano arrivare a 30
    mln.

    - Il Rama cerca lo scontro anche su Ljajic, e vuole trattare la vicinanza
    della scadenza per ammorbidire su Jovetic, ma pare che il cervello di
    Adem sia meno influenzabile e che stia bene a Firenze. La partita resta
    comunque aperta e non impossibile che se ne vadano tutti e due.(speriam
    di no, Ilicic vale un dito di Adem)

    - Giocoforza, avendo un budget limitato e dei pesi enormi ai piedi da
    smaltire ( Vargas e Felipe su tutti) la strategia della societa' e'in
    stand by.

    hanno l'accordo con Gomez ma il Bayern per ora e' rigido sui quattrini, noi
    pure e senza lo sblocco dei due , avventure non si fanno.
    C'e'un'alternativa concreta Ylmaz, che costa meno e molto apprezzato.

    - Sommer piace, ma se non arriva lui, Neto titolare.

    - I tifosi etndono a scordare che ci sono in rosa due prospetti di primo livello, (cosi' dice Montella): Wolski e Vecino



    Dunque, a guardar bene, il nodo Ramadani e'quello che ci permetterebbe di
    chiudere con le strategie gia' segnate, di avere una squadra molto
    competitiva e bilancio a posto.





    Lele

    RispondiElimina
  61. Leo sei un troll, ovvero un rompicoglioni patentato della rete. Il post che ti smentisce è due post sotto il tuo. Leggerlo non richiede grossi sforzi.

    RispondiElimina
  62. Superando di slancio le affermazioni del troll Leo che riferisce la linea di attacco da me proposta ma dimentica che ho citato Guidetti, nonchè i numerosi centrocampisti offensivi, da Wolski a Joaquin, dico che Deyna ha probabilmente ragione su Guidetti cui manca un po' l'altezza. Cosa che invece avrebbe messo a disposizione Gabbiadini. Nella mia ipotetica linea di attacco comunque il centravanti va individuato sulla base di elementi come doti tecniche, costo, età, ingaggio.

    RispondiElimina
  63. Guidetti l'hai citato dopo (il DOPO è la metafora dei tuoi pensieri, e ti giunge in soccorso quando l'hai già sparata. Dopo appunto....) ma anche se fosse: Ljajic. Rossi, Cuadrado e Guidetti, e con questi saresti a posto ?! Cosa c'incastrano i centrocampisti offensivi nella linea d'attacco lo sai solo tu, si parla di attaccanti, non mezz'ali o esterni con predisposizione ad offendere. Affibbiare nomignoli non monda la tua conoscenza della materia calcio che rasenta il ridicolo. Sei ancora sui banchi delle elementari, altro che, e se codesti libri ti fanno scrivere questo, cambiali, studi sui libri sbagliati.

    RispondiElimina
  64. Non smentisce un bel niente, spari cazzate e ne vai fiero. Le ribadisci e invece degli scrosci di applausi son sonore pernacchie dagli spalti. Se insisti si esce dal tragicomico e si vira in campi differenti, della patologia psichica, ma vedo che insisti....Metterti spalle al muro quando si entra sul tecnico è come far gareggiare Bolt sui 100 contro uno zoppo.

    RispondiElimina
  65. Sei ore fa ho scritto: "allora io dico che se si vende Jovetic, ma la cosa comincia a diventare complicata, basterebbe intanto rinnovare con Ljajic, poi completare il parco attaccanti (Rossi, Ljajic e l'esterno Cuadrado) con un centravanti di valore, possibilmente giovane che possa alternarsi nel 4-3-3 con gli elementi che ho citato, facendo valere le sue doti di altezza e presenza in area. Su questo elemento investirei una decina di milioni di euro, ma mantenendo molto più basso l'ingaggio rispetto a Gomez. A suo tempo avevo indicato in Gabbiadini la soluzione ideale, ma posto che quella strada non è praticabile, se ne possono trovare tanti altri". Joaquin e Wolski hanno spiccate dosi offensive ed è noto che a Montella piace schierare in attacco centrocampisti offensivi come il suo maestro Spalletti. Per il resto troll sei e Troll resti Leo, prendi esempio da Salvatore se vuoi provare ad impostare una discussione corretta e senza eccessi e offese.

    RispondiElimina
  66. Poi, Cuadrado attaccante lo voglio vedere il prossimo anno dato che ha fatto la punta in una partita con esiti disastrosi (chissà perché.....) e l'ala in altre 5 o 6. Magari ce lo mette, magari gli fa fare le stesse cose dell'anno passato, ergo, toglilo dal lotto. Sempre 3 attaccanti sono. L'anno scorso con 5 siamo andati in emergenza in diverse partite, figuriamoci con un EL in più se puoi permetterti di averne meno.......ma non ci arrivi. Mica è colpa tua.

    RispondiElimina
  67. Voglio capire quale spessore umano e forza argomentativa ha, Leo, un interlocutore che infarcisce di insulti ogni post. Non ho parole.

    RispondiElimina
  68. Inserire attaccanti a capocchia come fai tu non ribadisce altro quanto c'intendi di calcio. 1) Wolski è un trequartista, non una punta né una seconda punta. Joaquin è un esterno di centrocampo che può fare l'ala ma pure lui non è una punta né una seconda punta, magari in emergenza lo puoi mettere a supporto di una prima punta ma non affidargli le chiavi di scardinatore di difese da attaccante. Insomma, un disastro, uno tsunami tecnico che come un cappio al collo ti soffoca obbligando a scrivere nefandezze sopra castronerie. Non vedo luce in fondo al tunnel.

    RispondiElimina
  69. Ma ti leggi o non sai quello che scrivi con il troll, rompicoglioni, smanettone brufoloso (non che sia il massimo come vilipendio, ma vattela a pesca quanto grave ti pare) vaneggiare.......tu non porti rispetto e lo pretendi in cambio, ma un briciolo di vergogna no ?!

    RispondiElimina
  70. Sulla forza argomentativa stendiamo un velo pietoso Lud, dammi retta.....

    RispondiElimina
  71. sopravvissuto6 luglio 2013 16:36

    LUD, io non capisco dove tu tragga la certezza che la trattativa o le trattative con la Juventus siano bloccate dalla questione RCS-DV-Elk, quindi? Oltre, molte volte, a non leggere e cogliere i contenuti dei surfer del blog, non leggi neanche i giornali? Hai notato o no la strategia di Diego Della Valle nella vicenda RCS? Prima ha opposto diniego (bella finta a smarcarsi, alla Cuadrado) poiché pretendeva delle clausole e degli accordi, poi ha sottoscritto. Finanza come calcio: strategie. Perché vuoi essere il Criscitiello del Blog? L'hanno detto, riaffermato, scritto, filmato, gridato: dopo l'affare Berbatov non si tratta più con la Juventus. Punto. Stop. Nessuno ha mai detto, e nessuno l'ha mai ventilato, che gli affari extra-calcio condizionino l'operato della Fiorentina. Fosse vero, sottoscritto accordo in RCS si sbloccherebbero anche le vicende calcistiche. Visione semplicistica? La Società viola sta facendo quello che molti volevano: mostrare muscoli, determinazione, non essere soggetta a ricatti, non esser costretta a vendere tanto per vendere (come non ha mai comprato tanto per comprare, forse solo con Larrondo). Hai un merito che condividiamo, grazie ad alcuni tuoi postulati si crea un concept-blog, fatto di mattoncini uno sull'altro, costruiamo la giornata di discussioni sul sitollock, tentando non di demolire le tue credenze bensì di aiutarti a superare il muro che edifichi, un moderno Bob Geldolf alle prese con le sue elucubrazioni, le sue paure (Adem va o non va?), i suoi desideri (Gabbiadini si o no?), i suoi colori (Marrone), le sue visioni (Cuadrado punta), le sue composizioni (Money...conti, ingaggi, plusvelenze) ma alla fine quando il quadro so chiarisce (Colors? Great gig in the sky), ritorni indietro (One of my turns) e allora arriva il moderatore (Mama will help to build the wall) con un buffetto.....scusa se te lo scrivo ma spesso non capisco, sai io ho ignoranza artigianale....capisco 'na sega.

    RispondiElimina
  72. La trattativa è bloccata nel quadro della guerra per RCS. Le proprietà non si parlano e Pradè ha ordine di non trattare con Marotta. Se la guerra dovesse finire presto Jovetic sarà un simpatico cadeau. Ieri Della Valle ha buttato in campo 100 milioni di euro per bilanciare le mosse degli Elkann. A lume di naso per un gladiatore del circo gli imperatori romani non hanno mai scatenato un conflitto. Mi permetto di scriverlo come storico prima che appassionato di calcio. Credetemi è così, ogni altra lettura è sommamente ingenua e naif. Della Valle indignato per Berbatov? Ma figuriamoci...

    RispondiElimina
  73. Mi sembra che confondi i piani, però...Se è disdicevole che le strategie aziendali di Della Valle in altri campi influenzino le mosse della Fiorentina bloccando le trattative con la juve, lo sarebbe altrettanto se i DV ignorassero le mosse banditesche di Marotta per non rovinare rapporti per loro più importanti del semplice calcio...Prima del caso Berbatov non ricordo alcun problema tra le due società, il giorno dopo ci fu subito la reazione indignata di Andrea, è da lì che sono cambiati i rapporti. Che poi la lotta tra le due potenze su altri livelli non favorisca certo una riconciliazione è lampante e ovvio, ma non credo sia la causa a monte

    RispondiElimina
  74. Speriamo che la campagna acquisti si possa sviluppare anche senza trattare con la Juve. Al momento è così. Le alternative sono molte, anche se ritengo che questa scelta abbia reso tutto più complicato e ds e allenatore hanno dovuto prenderne atto. Pradè è stato così onesto da dichiararlo a più riprese. L'ultima volta ieri a Castiglioncello.

    RispondiElimina
  75. Ciao Foco! Bella la tua domanda: provo a rispondere, avvisandoti però che la risposta la dobbiamo costruire tutti insieme, unendo diversi tasselli. Se per "solidità di una società" intendiamo la capacità di generare utili, ai primi posti ci sono Napoli, Udinese e - incredibile a dirsi - Lazio. In questa classifica, l'Inter è ultimissima. La Fiorentina ha dato una sterzata decisa, essendo passata in un anno da una perdita di 32,5 milioni a un utile di un milioncino, quindi è nei pressi del podio. Se per "solidità" intendiamo la capacità di generare ricavi, il Milan è in testa davanti alla Juve e all'Inter, che nella prossima stagione sarà scavalcata dal Napoli. Poi Roma e Lazio, e poi la Fiorentina. Se per "solidità" intendiamo una situazione debitoria soddisfacente, Napoli e Fiorentina stanno messe bene, mentre Inter e Milan sono schiacciate dagli stravizi del passato. Naturalmente, i bilanci cambiano nel tempo, e spesso rapidamente. C'è però un aspetto più stabile che incide sulla "solidità" di una società ed è la forza economico-finanziaria della proprietà: tralasciando i Del Vecchio, i Ferrero e i Benetton, che non sono nel calcio, sotto questo aspetto, la famiglia Della Valle è inferiore solo agli Agnelli e ai Berlusconi. Ma le distanze si stanno assottigliando. Basta confrontare la crescita del gruppo Tod's - continua e solida - con la crisi di Fiat e Mediaset. Domando scusa a tutti per la lunghezza.

    RispondiElimina
  76. Ludwigzaller, scrivo sul sitollock da una settimana e trovo che qui l'aria sia ottima. Anzitutto, per la genialità del padrone di casa, i cui editoriali sono ormai la mia prima colazione. Si discute con profitto tra di noi, e se talvolta si può essere piú esuberanti nella forma, credo che ciò dipenda dal fatto che lo scritto a volte è una rasoiata, mentre faccia a faccia i toni sarebbero diversi. Per fortuna, non siamo una falange macedone, e quindi abbiamo spesso giudizi persino opposti, ma solo così possiamo cogliere aspetti che, stando soli, ci sfuggirebbero.

    RispondiElimina
  77. Ciao Lele! Molto interessanti le considerazioni dell'operatore di mercato con cui hai parlato. Naturalmente, concordo al 100% sulla questione Vargas, Felipe, Olivera... sono un peso enorme sui nostri conti ed è qualche giorno che lo scrivo. Magari Pradè chiederà consiglio alla Fornero per risolvere rapidamente il problema ahahahahahah

    RispondiElimina
  78. Giusto Salvatore, tipo un attacco con due attaccanti di ruolo, due trequartisti e un sacco di centrocampisti "offensivi" che ci propinerebbe per tentare un terzo posto e una buona EL eh eh eh eh eh Ora, dopo Ljajic e Gabbiadini, di cui non parla più (ma un Seferovic o un Thereau sono abbondanti per la truppa), anzi, un Guidetti (le correzioni a petardo lanciato, quando il botto ha impaurito pure lui) forte di testa (nota caratteristica di Guidetti ah ah ah ah) adesso gli è presa la fissa da Rcs, come se la juve, presentandosi con 30 milioni sul tavolo DDV dicesse ugualmente di no di fronte ad una carta firmata. La mancata autorizzazione a non trattare con loro, sano principio, ha visto la bontà della scelta dopo quest'ultima sessione, non ancora finita, in cui preso Llorrente e Tevez hanno dato dimostrazione, per ora, che se esiste una possibilità di danneggiarci, la sfrutteranno. Se davvero avessero voluto Jovetic ( "se uno vuole un giocatore, va e lo prende...." J. Elkann) venivano con i 30 milioncini e se lo prendevano senza tira e molla, senza neanche dover trattare sul prezzo, ed invece hanno scelto la solita strada della provocazione con valutazioni stratosferiche per mezzi giocatori, di valore e di loro proprietà, e secondo lui, dato che le contropartite erano congrue, avremmo pure dovuto accettare.

    RispondiElimina
  79. Ciao Leo! Sulla strategia di non trattare con la Juventus sono d'accordo e non ho cambiato idea. Ho cercato anche di far parlare i numeri, e lo ribadisco: tra ammortamento e stipendio, gli Elkann-boys non hanno battuto ciglio per un esborso annuo di 15 milioni per Tevez, mentre gli stessi 15 milioni annui per Jovetic non li vogliono sganciare. E dai 15 milioni per Tevez non si rientra in futuro, mentre dai 15 milioni per Jovetic sì. Fossi Jovetic, sarei arrabbiatissimo. Sto aspettando il bilancio ufficiale della Fiorentina del 2012, ma a lume di naso confermo che l'operazione Gomez può andare in porto anche prima della cessione di Jovetic. In un solo anno abbiamo trasformato una perdita di 32,5 milioni in un utile di un milione, mentre contemporaneamente sul campo passavamo dal tredicesimo al quarto posto. Una grandissima impresa!

    RispondiElimina
  80. Spero davvero che tirino i fili giusti per accelerare l'operazione Gomez, ci sarebbe un'impennata negli abbonamenti, e diversi soldini in più rispetto alla passata stagione.

    RispondiElimina
  81. Giusto! Già ora gli abbonamenti sottoscritti sono superiori a quelli dell'anno passato, che si fermarono a 12.636. In più, nessuno ne parla, ma il montepremi dell'Europa League è in crescita. Insomma, la possibilità di incrementare in modo sostanzioso i ricavi è concreta! Come l'anno passato confido in ADV. Sta a lui suonare la carica.

    RispondiElimina
  82. LELE



    Pensa, SALVATORE, ho evitato accuratamente di riportare l'affermazione di un altro, stimato: Gomez e' gia'andato da Fanfani...

    se da una parte so che non e' un chiaccherone, dall'altra mi par troppo forte.



    Lele

    RispondiElimina
  83. Leggo che il Napoli avrebeb avuto il placet della Fiorentina per l'acquisto di Jovetic, ma che la conclusione dell'affare necessita del via libera della Juventus, con la quale JoJo avrebbe più di un accordo.
    A quanto ne so, sono vietati gli accordi con giocatori sotto contratto con altre società e tanto più è vitetato farli valere in qualsiasi maniera.
    A meno che alla Juve sia concesso ciò che agli altri è vietato.

    RispondiElimina
  84. I rapporti tesi tra Fiorentina e juventus sono dovuti anche ai pessimi rapporti fra i due rispettivi proprietari, altroché, e sono mesi che lo scrivo (noto che Lud l'ha scoperto oggi).
    Io ripeto che secondo me la vicenda RCS e in generale la rottura fra DDV e la famiglia Agnelli-Elkann è alla base dei pessimi rapporti fra le due società di calcio, perché in una situazione fra i DV e Fiat com'era fino a due anni fa, ritengo che mai la juve ci avrebbe fatto lo sgarro Berbatov (intervento solo per evitare che il giocatore venisse da noi e non per prenderlo loro) e mai tenterebbero di romperci i coglioni con Jovetic (perché comincio a pensare, come Jordan che adesso stiano agendo solo per disturbarci e non perché gli interessa ancora il giocatore). Dirò si più: se i rapporti fra le proprietà fossero buoni, la juve non farebbe delle offerte (via giornali) palesemente offensive e provocatorie, come quelle che hanno fatto finora.

    RispondiElimina
  85. Infatti Anto, poco più sotto siamo concordi sulle azioni di disturbo, sono rimasti in pochi ad avere ancora un dubbio, lo hanno fatto l'anno passato e si sono ripetuti quest'anno, ciò non toglie che se lo avessero voluto davvero gli bastava presentarsi coi famosi 30 milioni grazie ai quali il disco verde sarebbe stato automatico. In questo caso la querelle Rcs c'entrerebbe un piffero.

    RispondiElimina
  86. Basta tirare fuori le carte, che non possono valere in tal caso, per far scattare una denuncia agli organi competenti. Io credo più ad un'impuntura del giocatore assistito dal suo procuratore che ad accordi sotto banco che non valgono una mazza, si è promesso a dei filibustieri che se la ridono forti della sua volontà, ed intanto siamo li ad aspettare. Penso che con le cessioni delle zavorre a bilancio gli daremo una bella lezione, quando arriverà Gomez non avranno armi per scardinare ulteriori resistenze, toccherà a Jojo e Ramadanni giungere a più miti consigli, gli rimane solo lo sgarbo Ljajic eventualmente ma nonostante l'età potrebbe sorprenderci e dimostrare di avere più sale in zucca del suo compagno.

    RispondiElimina
  87. Se i rapporti fra le due proprietà fossero buoni, gli Agnelli sarebbero arrivati con un'offerta di 27-28 milioni di euro, o magari di 25 più Marrone, e i DV l'avrebbero accettata (come accetterebbero un'offerta simile da parte di De Laurentis).
    Marotta vuole metterci i bastoni fra le ruote, lo fa perchè gli hanno detto che può farlo (o che deve farlo), a causa della querelle fra i due gruppi finanziari. Lo ripeto, due o tre anni fa mai avrebbe osato farci lo sgarro di Berbatov.

    RispondiElimina
  88. Do you want total war? Yes we want total war!

    RispondiElimina
  89. Non so e abbiamo a che fare con dei geni Anto, che uniscono l'utile al dilettevole, so solo che la nostra storia è piena di sgarbi da parte delle strisciate, non ultimo l'ingaggio di Montolivo svincolato. Marotta l'anno passato ha visto che squadra stavamo allestendo ed ha pensato bene di bloccarci la ciliegina in volo verso Firenze, e non so se l'anno scorso la questione Rcs era su toni così caldi, l'ho vista un'intromissione di natura sportiva, nel frattempo aveva già strappato una promessa di nozze a Jojo, altra scorrettezza perpetrata in tempi e modi non consentiti, non vorrei che tutte queste azioni, tipiche di quella dirigenza, fossero bollate come questione Rcs, sarebbe come riconoscergli una motivazione extra calcistica che non vedo così predominante. Torno a ripetere, se la juve viene con un assegno di 30 milioni i DV non muoveranno dito per impedirne la cessione, sono persone che danno valore ai contratti e alle firme, sono persone che a certi livelli ci sono arrivati non permettendo commistioni fra affari e settori differenti. E' anche vero, che per una questione di principio che condivido, possano cedere Jovetic a qualcosa meno ad un'altra società, d'altronde sgarbo per sgarbo li ripagherebbero con la stessa moneta, Se la juve arriva a 30 e si mettono di traverso ecco che la questione Rcs avrebbe valenza preponderante ma finché non succede, e se succede, non ci credo.

    RispondiElimina
  90. Se la juve arriva con 30 milioni Jovetic glielo danno, questo è certo, RCS o non RCS, siamo d'accordo.
    La juve però non arriverà mai con 30 milioni, anche per loro è una questione di principio.

    RispondiElimina
  91. Hanno dei bei principi, contatti a giocatori in volo, contatti a giocatori sotto contratto senza avvertire le società. Ma te lo ricordi Marotta pochi giorni fa ?! "Parleremo con il giocatore ma non con la società", ma scherziamo ?! A me pare che gli schiaffi li abbiano dati, non presi. Se poi vogliono pure far valere dei principi......

    RispondiElimina
  92. A parte che Di Marzio gode della credibilità di Otelma:
    http://www.violanews.com/calciomercato/di-marzio-se-sfuma-gomez-fiorentina-su-yilmaz-20130706/

    Dopo aver sognato la Johansson si ripiega sulla Adams, belloccia pure lei, ma c'è sempre una bella differenza.

    RispondiElimina
  93. Mc Guire, ufficialmente non gli è concesso niente, almeno spero, ma se il persiano e quel tontolone del suo accolito sperano ancora nelle favole del guercio fuori che batterli nel muro cosa vuoi fargli? Un nulla-osta ufficiale juventino non sta nè in cielo, nè in terra, avessero fatto firmare qualcosa e ne esigessero il rispetto andrebbero immediatamente sotto inchiesta, Juve o non Juve. Anche al banditismo c'è un limite e a anche dei giudici prezzolati non possono esagerare. Però resta il fatto che se il persiano non si stacca dal sogno bianconero (ma a me sembra che abbia già cominciato a rendersi conto della cazzata che ha fatto) c'è solo guerra alle porte.

    RispondiElimina
  94. e la trattativa la stanno facendo, vogliono parlare col giocatore, per capire quello che ha in testa lui, non Ramadani. Se si parla di prezzi di cartellino quello di Jovetic è comunque nettamente superiore a quello di Gomez, quindi non vedo perchè dovresti vendere Ljajic. Se si parla di retribuzioni anche, quanto promesso a Gomez include sponsorizzazioni e diritti d'immagine che sono recuperati o pagati direttamente dagli sponsor, il carico sull casse viola non è molto diverso da quello che avrebbe quest'anno Jovetic. Certo è che tutti e due non possono starci, per motvi economici, quindi l'arrivo dell'uno implica la partenza dell'altro. Ljajic, che guadagna 650000 euro e lo puoi vendere al massimo per 10-12 milioni non ha un valore economico equivalente a quello di Jovetic.

    RispondiElimina
  95. Per comprare la Porsche vendi il BMW che costa di più e consuma più o meno uguale. possibile che non ti entri nel capo?

    RispondiElimina