.

.

venerdì 26 luglio 2013

Per ora ho fregato la morte

Pensare è importante perché ci distingue dalle lenticchie, l’unica cosa in comune è quando penso a cosa fare da mangiare e mi vengono in mente le lenticchie, cosa c’entra? C’entra perché c’è qualcuno che pensa davvero che daremo via Ljajic per un piatto di lenticchie, metafora che potremo estendere anche alla eventuale clausola rescissoria in caso di rinnovo. Uso ancora le lenticchie, e se possibile quelle di Castelluccio di Norcia, per dare sfogo all’altra anima del blog custodita in frigo, e quindi per fare una considerazione che va oltre Colfiorito e le patate rosse, perché ho assisto inerme a scambi di opinioni poco edificanti anche se di edilizia popolare, sullo sfondo di una materia, il calcio, che non è scienza, e infatti bisogna chiamare scienza solo l’insieme delle ricette che riescono sempre, tutto il resto è letteratura. E poi mi piacciono tanto anche le donne con le lenticchie sul viso. Perdonatemi ma oggi dico cose in libertà, senza nemmeno l’accappatoio, salto di Paolo in Francesca, di fiore in fiore a proposito di Fiore, oggi non ho voglia di seguire un filobus conduttore anche perché mi è sempre stato sull’anima che non si potesse parlare al conduttore del filobus, una discriminazione intollerabile che lascia l’uomo solo con un volante in mano, meglio allora in bagno da solo ma con il cambio in mano. E così mi ritorna in mente il “Bambi”, caricato in via Maggio per andare alla stazione, l’eskimo verde e le braccia lungo il corpo che arrivavano ben al di sotto delle ginocchia, pesanti prosciutti appesi sul tronco di un pizzicagnolo, e che gli conferivano un aspetto non proprio elegante, il Bambi non era un fenicottero rosa. Bottiglia di metadone dentro la tasca destra, e una “gozzata” ogni tanto prima di arrivare a Roma per la famosa trasferta dell’82 persa tra l’altro con gol di testa di Pruzzo su tacco di Falcao dalla linea di fondo, se ricordo bene, intento com’ero ad arginare il Bambi inferocito dal lancio di mele che ci piovevano addosso per colpa della forza di gravità. E poi le sue parole, i suoi macigni filosofici da uomo di 130 kg, labbro inferiore largamente pronunciato che sembrava una terrazza su Santo Spirito, il primo vero prototipo di Shrek. Forse anche un po' Orco Rubio che al solo coniugare correttamente il verbo arrivare, dopo averlo rassicurato cioè che stavamo arrivando in stazione a Roma mi disse “Quando sento parlare di cultura mi corre la mano alla pistola”, fu una trasferta nella quale oltre a perdere la partita persi anche l’uso corretto della lingua italiana per evitare la corsa della sua mano in assenza di un giubbotto antiproiettile. Il Bambi era un milanista che però veniva in trasferta con noi perché era comunque un modo di socializzare, un’occasione per potersi scontrare con le tifoserie avversarie visto che non aveva amici milanisti con cui condividere la volontà rude dello scontro fisico. Forse il primo esempio di tifoso avversario che ha prestato la propria mano d’opera ai tifosi di una squadra che non fosse la sua, volontariato puro, una nobiltà d’animo che nel calcio non si era mai vista, altro che fair play. La fede Viola non ci univa, il metadone non lo condivideva con nessuno, quasi un enorme corpo estraneo, erano trasferte dove per la gran parte del tempo regnava il silenzio, solo qualche considerazione frutto del risveglio dall’assopimento post bevuta, ma quando si riprendeva aveva una trentina di secondi dove dava il meglio, momenti eccezionali, cammei, bonsai di lucidità e pensieri arguti, ricordo di ritorno da quel due a zero, quando mi parlò dei suoi calzini in maniera accalorata come per difendere un diritto, senza però che nessuno gli avesse fatto osservazioni o vietato niente, mi disse pensando forse che fossi il merciaio di via Romana che glieli aveva venduti “Se considerassimo vergognoso portare i calzini grigi, dopo aver portato calzini grigi proveremmo rimorso e vergogna”. Fu una meteora il Bambi, apparve e scomparve come il portafoglio di un americano in via della Chiesa, mi ricorda i miei vent’anni dai quali sono uscito vivo, una generazione la mia che si è buttata letteralmente via, un po’ come quello scudetto dell’82, mentre io sono rimasto illeso, miracolosamente lontano dalle droghe, ma anche con certe debolezze il Bambi aveva il suo perché, e grazie a quello sciroppo tirava fuori considerazioni appiccicose che mi sono rimaste ancora addosso. Sapeva che mi piaceva scrivere e allora mi incitava alla sua maniera, mi diceva che tutto era stato già scritto e che bastava solo andare a cercarlo e rileggerlo, ho passato anni a guardare dentro ai cassonetti ma non ho trovato uno che fosse uno dei miei scritti. E se la droga si è portata via vite, io non mi sono drogato proprio per fregare la morte che è oscena perché gli altri vengono a frugare tra le tue cose e tu non puoi protestare. Sono vivo solo per scrivere sul blog e quindi per non morire, se vivo e scrivo non importa nemmeno morire, non ci sarebbe niente su cui frugare visto che è già tutto on line.

107 commenti:

  1. Bel quadro generazionale di quelli che allora chiamavo "i grandi", 1981/82, il mio primo anno in Fiesole, 14enne. Personaggi di cui ricordo volti, occhi, mani, sudore e odori, ma non i volti. Gente che ti sorprendeva per scatti di rabbia improvvisi, ma anche per slanci di umanità sorprendenti. Tra profumo di canne, birre, moccoli, manahe, tanta voglia di stare insieme, e un grande amore per la Fiorentina. Fortunatamente anch'io ho sempre schivato certi pericoli come in slalom, e mi restano i ricordi belli delle partite e dei nostri campioni: Antonio, Passarella, Bertoni, Galli, Pecci, Massaro...Ricordo bene la partita del tacco di Falcao, ma da 90 Minuto, le trasferte non le facevo, non mi ci mandavano [e giustamente, direi].

    RispondiElimina
  2. Parlerei senza dubbio di delirio di onnipotenza a proposito di questa frase di Leo: "Qui no, che a lui piaccia o meno, tolto me (eh eh eh eh eh) il livello di chi scrive è di altissimo livello, qui ci sono mezzi DS, DT e allenatori che farebbero la loro porca figura in categorie inferiori seppur senza patentino, perché non attingere da questo ben di Dio per mandare a memoria qualche lezioncina che può tornare utile anche in futuro ?! E mi son già tolto dal gruppo ah ah ah ah ah ah". Bene chi si sente Ds o allenatore vada a fare il ds o l'allenatore ma non gabelli i propri fallimenti o qualche articoletto scritto per giornaletti locali per sapienza calcistica o giornalistica, perchè è penoso.

    RispondiElimina
  3. Scusa Lud, ma perché attacchi una persona per i suoi presunti "fallimenti" o "articoletti" gabellati per sapienza calcistica, quando a fare quelle considerazioni su DS, DT e allenatori è stato un altro?

    RispondiElimina
  4. Stefano Vienna26 luglio 2013 09:41

    E qualcuno riparte con il Seminare dubbi sulla permanenza di Adem? Cui prodest? Insomma anche fossero voci reali perche' non lasciare lavorare Cognigni e Andrea in santa pace. Vista da lontano, da un altro Paese, mi ha colpito vedere quanti personaggi hanno infestato la campagna acquisti con voci, illazione, interpretazioni deleterie e controproducenti. La Palma d'oro di certo alla Gozzini, ma non e' certo l'unica.

    RispondiElimina
  5. Deyna non mi dire che non sei andato a sentire il vecchio canadese ieri sera! Purtroppo io sono rimasto inchiodato da altre esigenze e chissà se ci sarà un'altra occasione. Parlacene, per favore.

    RispondiElimina
  6. Lud, posto che se lasci il blog mi dispiace perché ritengo che sia prezioso il tuo contributo come quello di tutti noi, noto però che questo tuo contributo, negli ultimi giorni, sia limitato unicamente a polemizzare con Leo e Jordan, inizi la mattina nemmeno più parlando di calcio ma solo attaccando altri utenti. Scusa, ma a questo punto rimpiango i peana pro Gabbiadini.

    Pollock, l'editoriale di oggi è molto bello, direi commovente. Il fatto che le foto di oggi siano foto già messe a corredo di altri tuoi editoriali deve evidentemente avere una ragione precisa, che però mi sfugge.

    RispondiElimina
  7. Bello il commento del Dubbio a un articolo che sosteneva che la juve vuole 10 milioni per Marrone, cercato da Inter, Parma e Fiorentina:


    26/07/2013 09:18:22
    naturalmente,
    Non riescono a vendere neanche quelli "buoni" (Matri, Vucinic, Quagliarella) figuriamoci Marrone a 10 milioni. L'anello al naso ce l'hanno loro e se ne accorgeranno con Tevez.

    RispondiElimina
  8. Che addi epici ci riservi Lud, fai come i gatti, piangi e trombi! eh eh eh eh Confermo per filo e per segno quanto scritto, i frequentatori di questo blog sono, al tuo cospetto, tanti Mourinho, Guardiola, Ancelotti e Montella, ma ci peschi pure tanti Pradé, Macìa, Leonardo, Marino, e che dire di tutto quanto il contorno ancora. Capisco la tua fuga su altri lidi dove il livello è sotto il piano delle mattonelle perché tu qui sei spaesato, un pesce fuor d'acqua, il criceto senza la sua ruota, il gatto senza il topolino, insomma, 'na ciofeca in un salotto buono che può solo riordinare e riassettare l'argenteria dopo averla pulita. Ma per quanto mi riguarda non mi disturba affatto la tua presenza, ti ricordo gli inviti che ti ho fatto a scrivere più che puoi.

    RispondiElimina
  9. Buongiorno a tutti con un saluto speciale al Poeta! Mi appresto a fare un giochino: lo scopo è quello di avere un'idea su come stia cambiando la quota ammortamenti per effetto del poderoso rafforzamento in atto. Il dato di partenza è: 26.980.657 euro, cioè la cifra iscritta a bilancio per l'anno solare 2012. I giocatori che maggiormente hanno inciso sono Cassani (2.369.638), Vargas (2.266.703), Felipe (1.599.600), Ljajic (1.591.820), Jovetic (1.549.876), Lazzari (1.458.960), De Silvestri (1.289.563). Fra gli altri, spiccano i 600.000 mila di Amauri e gli 871.380 euro di Kharja. Registro che si tratta di giocatori acquistati da Corvino: non è un giudizio di valore, solo una constatazione neutra. Naturalmente, i giocatori acquistati l'estate scorsa incidono solo per circa sei mesi.

    RispondiElimina
  10. Lud, nella sua professione privata Jordan non ha certo fallito e non si è mai gabellato per DS o allenatore, anche recentemente si è anzi schermito da questa tua presupposizione. Esprime pareri da sportivo, anche su un «giornaletto» (dove negli anni hanno scritto grandi giornalisti, comunque). Tu stesso hai scritto che non occorre una cattedra universitaria per leggere Proust: aggiungerei, per ravvisare quando sonnecchi Omero (al quale, differentemente che a Prandelli, ciò pur succedeva...), il che non vuol dire che il rilevatore di difetti e propositore di migliorie saprebbe/potrebbe scriver di Achille o di Ulisse come e meglio del cieco aedo o di chi comunque, sia uno o siano più, si celi dietro il nome di Omero. Non importa esser calzolai per sapere dove fa male la scarpa: lo scrissi una volta a quel povero deficiente organico di Beberri, che stava offendendo Jordan all'incirca come stai facendo tu adesso. Beberri, che com'è noto è anche analfabeta, si limitò a rispondere, idrofobicamente e con l'assenza di argomenti che quel figlio di ignota e i suoi sfigati sodali inculati dalla pontellizzazione contraddistingue, che era un ragionamento del cazzo. Hegel, prendi e porta a casa... ahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  11. Anto, la vena polemica lui l'ha sempre dispensata anche quando scriveva le sue sciocchezze in quei goffi tentativi di ragionar di materia oscura, il titolo dell'argomento era riferito all'utente che voleva colpire, il risultato è sempre stato il solito, sonnecchiare nelle risposte, ilarità nella valutazione, incazzatura quando gli pareva pure di aver ragione. I lisci e busso che ha preso avrebbero dovuto indurlo a maggior cautela o riflessione (cosa di cui gli illuminati sono dotati) prima di addentrarsi su un componente sconosciuto o tentar di parlare di dinamiche e avvenimenti su una materia di cui è crudo e privo di un'infarinatura base. Ora, gettata la maschera, fa quello che meglio gli riesce, non parlare di calcio. Quando mai è successo.

    RispondiElimina
  12. Nell'anno solare 2013, la Fiorentina risparmierà sulle quote ammortamento dei giocatori ceduti: e quindi 600.000 euro per Amauri, 116.235 per Jefferson, 437.308 per Behrami, 362.979 per Boruc, 593.960 per Cerci e poi Gamberini, Kharja, Gulan, Kroldrup, Marchionni, Montolivo, Nastasic, Natali, Savio, Manfredini, Silva e persino 34.407 euro per Gilardino, che, essendo stato acquistato dal Genoa il 2 gennaio 2012 ha inciso per due giorni di ammortamento nel bilancio 2012. Totale risparmi per giocatori non più viola: circa 6.400.000 euro. Poi ci sono i risparmi per i giocatori venduti nel mercato ancora in corso: Felipe, Di Tacchio, Jovetic, Seculin e Seferovic, che nel 2012 hanno pesato per intero sulla quota ammortamenti mentre nel 2013 lo faranno solo per circa metà anno. La Fiorentina è la più precisa di tutti e calcola la quota ammortamento al giorno esatto in cui il giocatore è stato venduto. A spanne, il risparmio per i cinque di cui sopra è di un paio di milioni.

    RispondiElimina
  13. Io aspetto ancora di sapere quanto si pagherà d'ingaggi dopo questa sessione, a spanne un bel salasso, necessario ma bello sostanzioso.

    RispondiElimina
  14. Ahimè non son potuto andare! La mia intenzione, per questo Summer Festival casalingo, era vedermi Neil Young, Leonard Cohen e Nick Cave, ma son riuscito a godermi "solo" quest'ultimo...

    RispondiElimina
  15. Dopo i risparmi, ecco i maggiori costi: i calciatori acquistati la scorsa estate hanno inciso solo per metà anno nel bilancio 2012, ma incideranno per un anno intero nel 2013: sono Aquilani, Mati, Gonzalo, Hegazy, Pizarro, Roncaglia, Savic, Tomovic e Borja. Sono circa 3.400.000 in più. Lo sapete tutti, ma è bene ripeterlo, che Viviano, Llama, Migliaccio, Cuadrado, essendo stati presi in prestito, non hanno inciso nella quota ammortamenti.

    RispondiElimina
  16. Infine, la quota ammortamento per i giocatori acquistati nel 2013: a gennaio Rossi, Compper, Wolski e Bakic, che quindi incideranno per un anno intero, a luglio Vecino, Alonso, Joaquin, Iakovenko, Munua, Ambrosini, Ilicic e Gomez, che quindi incideranno per metà anno. Cuadrado, preso a metà con l'Udinese, per le norme federali è ancora un giocatore friulano. Sono circa 6.700.000 euro in più (circa 2.500.000 per Rossi, circa 2.000.000 per Gomez, circa 900.000 per Ilicic e appena 85.000 euro per Compper!).

    RispondiElimina
  17. Concludendo: minori costi per 6.400.000 + 2.000.000, costi aggiuntivi per 3.400.000 + 6.700.000. Totale: quota ammortamento 2013 in aumento di 1.700.000! Sono dei giganti veri!!!! Tutti a scuola dal duo Pracia ahahahahahah. Ma non è finita qui: riuscendo a piazzare Vargas, Cassani e Olivera, ci sarebbero minori ammortamenti per circa 2.000.000, dunque si riuscirebbe persino a diminuire la quota ammortamenti! Peccato non essere riusciti a sbolognare definitivamente De Silvestri, che, essendo in prestito alla Samp, pesa ancora sulla quota ammortamenti viola.

    RispondiElimina
  18. Trovata questa notizia su Fiorentinanews:

    "La notizia è di ieri e ve l’abbiamo prontamente riferita. Ovvero che il Milan avrebbe proposto alla Fiorentina il difensore Christian Zaccardo. Che i viola cerchino un difensore è ormai acclarato e Galliani ha fiutato la possibilità di dare a Pradè una sorta di ‘acconto’ per Adem Ljajic, che nell’idea del dirigente rossonero dovrebbe arrivare a Milanello il prossimo anno. Il Milan valuta Zaccardo circa 2 milioni di euro. La Fiorentina sembra titubante, ma se dovesse accettare l’arrivo di Zaccardo sarebbe allora scontato anche il futuro di Ljajic."


    Ora che Galliani possa essere interessato a Ljajic è plausibile; che abbia possibilità di prenderlo è molto meno plausibile, visto che non riescono neppure a prendere un Honda usato; che diano in acconto Zaccardo, pensando che la Fioentina accetti, è da insulto al comune senso dell'intelligenza. Ma chi le pensa e le scrive queste cazzate qua?

    RispondiElimina
  19. Ciao Leo, per quanto riguarda gli stipendi aspetto di avere dati più affidabili e per farlo ho bisogno di venire a Firenze più a lungo che per la sola partita, quindi se ne parla a settembre. Ma visto che stiamo facendo il giochino, ti dico che in questo momento siamo passati dai 21 milioni netti del 2012 ai 25 milioni netti del 2013. Molto a spanne e molto per gioco, sia chiaro ahahahahahah! E con ancora sul groppone gli stipendi di Vargas, Cassani, El Ham, Olivera e quello non adeguato di Ljajic.

    RispondiElimina
  20. Più che Zaccardo, Fa' cardo. Con risposta all'inglese, Fuck ardo...

    RispondiElimina
  21. Colonnello francesizzato, che ne pensi di Capoue? Per quel poco che l'ho visto me lo ricordo molto buono, porterebbe dinamismo, che dici?

    RispondiElimina
  22. Di ingaggi netti Olivera, Cassani, Vargas e Mounir prendono circa 4 - 4,5 milioni totali, se non sbaglio. Se li vendiamo, torniamo quindi alle cifre del 2012, giusto? Poi si dovrà dare dai 500mila agli 800mila netti in più a Ljajic.

    RispondiElimina
  23. Il presidente del Tolosa sostiene che il Cardiff (?!?) , neopromosso in Premier, ha offerto 10 milioni (non è chiaro se di euro o di sterline) per questo giocatore e che un club che lo voglia acquistare deve almeno pareggiare l'offerta del club gallese.

    RispondiElimina
  24. Se volevi fare l'allenatore o il giornalista sportivo ho paura che tu sia un perdente Leo, soprattutto se ti senti più bravo di chi ci è riuscito.

    RispondiElimina
  25. Abbiamo Cassani che già ci viene riferito esser considerato un esubero da Montella, perciò non vedrei l'utilità di Zaccardo, pari-ruolo di livello non superiore al nostro e suppongo pure con stipendio più alto, giocando (si fa per dire) nel Milan.

    RispondiElimina
  26. Rispondo volentieri a te, Blimp. Non mi sono mai permesso di giudicare gli altri, io parlo solo e soltanto di calcio. Non ho mai messo in discussione competenze altrui, non ho mai detto a qualcuno che non capisce nulla. Non so chi si cela dietro i nick, di te ho capito che sei persona molto colta ma non giuro non so il tuo nome ne' cosa scrivi o hai scritto. Vorrei solo lo stesso trattamento dagli altri.

    RispondiElimina
  27. Esatto, Anto! Al netto e a spanne, Olivera 500.000, Cassani 1.000.000, Vargas 1.200.000, El Ham 1.200.000. Tuttavia, sui risparmi, la questione è un po' più complicata: nel 2012, Vargas ha inciso come stipendio solo per i primi otto mesi, perché poi è stato dato al Genoa. Nel 2013, fino al 30 giugno il suo stipendio è stato a carico del Genoa. Quindi, se lo vendessimo a fine agosto, nel 2013 gli avremmo pagato due soli mesi di stipendio, risparmiando quindi sei mesi rispetto al 2012, cioè 600.000 euro netti. El Ham: sei mesi di stipendio pagati nel 2012 e già sette nel 2013, per cui vendendolo adesso non ci sarebbe risparmio, ma anzi un aggravio di un mese... e via così

    RispondiElimina
  28. Ciao Ludwigzaller, spero con le mie noiose cifre di aver dato parziale risposta al tuo quesito, o almeno spero di aver dato una base di ragionamento.

    RispondiElimina
  29. Lud, tu proprio non capisci di cosa si scrive qui, perché lo facciamo o perché ci piace farlo, non siamo a fare seminari su chi è più chiavato sull'argomento, non riceveremo premi per una lettura corretta di partita o discernimento del modulo applicato, sei completamente fuori strada. Le tue reazioni piccate mal celano un complesso d'inferiorità che tu accusi con parecchi interlocutori qui sul blog. In ogni caso la patente di perdente, data da te su questo argomento, la prendo volentieri.

    RispondiElimina
  30. Anto, mi chiedi delle foto già pubblicate. Dopo 500 post e quasi mille foto, non ricordo proprio perfettamente cosa ho utilizzato o no. Quindi la ragione precisa è che sono rintronato.

    RispondiElimina
  31. Foco ha scritto ieri un post molto saggio rivolgendosi proprio a te: " Questo è un posto dove si disquisisce di calcio, materia che ognuno vede a suo modo, dove non esiste la verità assoluta, basta non prendersi troppo sul serio e non prenderci neanche gli altri, Lud. Lasciamo perdere i giudizi sulla persona che col calcio non centrano un cazzo e mandiamoci pure allegramente affanculo, ricordandoci che si parla del gioco della palla." Ma tu sei mille miglia lontano da questa mentalità, tu vuoi fare il primo della classe in una materia che ti è abbastanza oscura per carenza di basi ed il fatto che te lo facciano notare ti manda in paranoia. Nessuno gabella niente, il consenso o la stima altrui la ci si guadagna nel tempo, in quel che si dice ed in come lo si dice e se a te non riesce chiediti il perchè invece di sprizzar veleno contro questo o quello.

    RispondiElimina
  32. dopo questa replica ai tuoi difetti aggiungerei anche quello che sei bugiardo o proprio non ti rendi conto nemmeno di quello che scrivi. Visto che hai l'abitudine di non leggere gli altri, rileggi almeno te stesso.

    RispondiElimina
  33. Ho messo in discussione le altrui competenze solo nel momento in cui si sono messe in discussione le mie fino alla esasperazione. E come forma di autodifesa elementare. Ma in anni e anni non mi era capitato.

    RispondiElimina
  34. Se avevi altre aspirazioni forse non le hai realizzate e quindi per te il blog è una compensazione. Io non ho mai voluto fare il tecnico o il giornalista. E quindi non vivo le angosce del frustrato che se ad esempio legge che Benedetto Ferrara sostiene che la Fiorentina pratica il 4-3-3 non deve aggiungere che Ferrara non vale nulla e che solo lui ha capito tutto.

    RispondiElimina
  35. Deyna, i Francesi io me li palleggio lungo l'asse dell'uccello mentre con la destra scrivo e con la sinistra guido la macchina, quindi non cominciamo a offendere! Se mi parli delle Francesi è un altro conto, in quel caso sono esse a palleggiarmi lungo l'asse dell'uccello e io mi rassegno al trattamento... ahahahahahahahahahahah! Capoue lo conosco bene, ma anche il club che dovrebbe venderlo (e lo venderà senz'altro, te lo do per certo: hanno bisogno di liquidità e quello è, quest'anno, il loro maggior cespite). E' un Dessailly, in minore, e come l'archetipo può arretrare a centrale difensivo (per la verità. Dessailly giocò mediano frangiflutti solo al Milan, con esiti strepitosi indubbiamente). Non lo vedo integrabile facilmente nelle attuali Fiorentine possibili di rosa, è un mediano-mediano-mediano all'antica, ma certo rispetto a un Ambrosini si veleggia nel mar dei Caraibi (da cui proviene). Ha un mentale a prova di tritolo, però, e questo favorsice l'adattabilità. Il problema è che il presidente del Tolosa è un marpione con durezze alla Pozzo: compri solo alle sue condizioni e le sue condizioni sono salate. La squadra mi piace da sempre, gioca un calcio divertente come la città, adorabile per sentore ispanico, per movida italo-sudamericana, per bontà naturale degli abitanti (solo spacconcelli di superficie, ma la gratti via presto), per dolcezza delle donne, per fascino della cucina. Verratti a 20 milioni e 3 di ingaggio lasciatelo prendere al cinematografaro di bidoni desichiani-verdoniani: allora davvero preferisco farmi prendere per il collo da Sadran per 10 e dare al calciatore 1,3 o 1,4 d'ingaggio quadriennali (tanto per dire: per più vadano a farsi fottere sia Capoue sia Sadran). De Rossi è impossibile, è un trastullo dildico per frequentatori di Stranamore in via Aretina o della tana pe' buhi di via Guelfa.

    RispondiElimina
  36. Il divertimento puro sono le spacconate di Aurelione Loro, eh eh eh eh....Quelli che non riesce a prendere "non ci interessa", quelli che prende "lo volevano tutti", le pippe "non credevano nel progetto", chi se va "ci rimpiangerà", quelli che ha "i migliori del mondo", twitter " è il futuro", la Lega "il passato", la Federcalcio "da ricostruire", il Palazzo "da buttare giu", il S.Paolo "da abbellire", Galliani "da fonare", Della Valle "da gabbare", Lotito "da cooptare", il board "da ingrassare", il popolo "da affamare", il merchandising-tarocco "da debellare", quello ufficiale "da incrementare", le riunioni in Lega "una buffonata", gli accordi con Galliani "una furbata", la Supercoppa "una ladrata", i soldi incassati(dalla Supercoppa) "una boiata", i torti subiti "una persecuzione", i torti arrecati "una cosa che noi ne abbiamo subite tantissime", Cavani venduto a 60 milioni "un affare per noi e gonzi loro", Higuain a 30 "un affare per noi e gonzi loro", Benitez all'Inter "non ha mentalità per l'Italia", Benitez al Napoli "perfetto per il calcio Italiano".....Aurelio De Laurentiis, un Rozzi meno rozzo, un Sibilia meno sibillino, un Bellomo più barbuto, un Cecchi Gori più intelligente, un presidente per "quel" tipo di gente.

    RispondiElimina
  37. Intanto il Gonfia via ha fregato, sul post di ieri c'era in palio la bambolina al 100° commento. E ora lui è lì sul pozzo insieme a lei e Caronte.

    RispondiElimina
  38. Allora la bambolina l'ha compraha in Borgo degli Albizi, tanto pe' fare i' giro de' negozi pe' chi crede a De Rossi in viola.

    RispondiElimina
  39. La frustrazione o l'aspirazione irrealizzata non mi appartiene, anche qui ti addentri in giudizi, dispregiativi, sulla persona, che poco hanno a che spartire con quello di cui si tratta. Come al solito arrivi a conclusioni tue senza sapere di cosa stai parlando, un po' come ti è sempre successo quando hai provato a ragionare sulla materia oscura. Tu schematizzi qualunque ragionamento, se non lo imbrigli in un recinto, che ti da conforto psicologico, non sai dove andare a parare e a me questo tuo modo di mettere mattoncini su mattoncini per dar sostanza ai tuoi pensieri mi diverte parecchio. Rinnovo l'invito, non andartene, scrivi, scrivi Lud. Scrivi.

    RispondiElimina
  40. "Bene chi si sente Ds o allenatore vada a fare il ds o l'allenatore ma non gabelli i propri fallimenti o qualche articoletto scritto per giornaletti locali per sapienza calcistica o giornalistica, perchè è penoso." questo va ben aldilà di mettere in dubbio le altrui competenze, qui si va sull'offesa personale, si parla di "fallimenti" Ma tu cosa ne sai dei miei obiettivi nella vita? fallito sarai tu se hai bisogno di applausi e vai in paranoia a ricever pernacchie, in un sito di amici che parlan di calcio. Per me di calcio capisci poco o nulla, ma non son mai andato aldilà di queste affermazioni, ci vado ora. Non so chi tu sia, nè come tu sia in realtà, ma qui, di sicuro, appari come persona abbastanza sgradevole.

    RispondiElimina
  41. Aggiungo, si è sempre scritto che non capisce un'acca di calcio, anche in maniera colorita, lo ammetto, ma sempre di quello si è scritto, in due giorni le risposte hanno visto vocaboli del tipo:

    - Cretini

    - Falliti

    - Perdenti

    - Frustrati

    - Aspirazioni irrealizzate

    Questo scritto da uno che si sente su un piano più elevato quanto ad educazione, sensibilità, intelligenza, correttezza e garbo.

    Il tutto condito che l'offeso è lui e mai gli era capitato da altre parti di doversi difendere.

    Sulla persona (basta rileggere quanto scritto fra ieri e oggi) sono arrivato a dare lo stesso tipo di epiteti che lui affibbia senza gradire di riceverli in risposta perché lo hanno capito anche i sassi qui, non sono tipo che porge l'altra guancia, sul suo modo d'intendere il calcio mi sono rotto di riscrivere le stesse cose all'infinito e per brevità di prosa mi limito solo a far rileggere i farfugliamenti e gli sproloqui sulla materia che non ci ha mai fatto mancare su ogni editoriale in maniera abbondante, ben oltre il necessario, persino opulento sotto le feste, con una generosità che non gli riconoscevo.

    RispondiElimina
  42. Ve la siete cercata, Leo.

    RispondiElimina
  43. Bisogna accontentassi dicché ci lascia i' Colonnello, quand' e' dorme!

    RispondiElimina
  44. Sempre secondo il tuo insindacabile metro di giudizio, tanto per cambiare.

    RispondiElimina
  45. Quando dormo è il Marchese Martelloni che frega anche il resto. Quindi, Gonfia, devi aspettare il sonno del Marchese. Ma quel satanasso dorme da un occhio solo, come i gatti.

    RispondiElimina
  46. io sono ancora a aspetta' la bambolina di' topico (ni' senso che gli era della topa) della popputa. Ma anche te tu dei avere e granchi 'n tasca!

    RispondiElimina
  47. Zohore a casa. Ci avevo scommesso su di lui, a me pareva buono, si vede che tanto tanto non lo è.

    RispondiElimina
  48. O un topo fra le zampe di' Marchese, così perde di vista la topa, o rivolgermi a Google per altre soluzioni. Oppure ......!!!!!!

    RispondiElimina
  49. Salvatore, l'hai avvisato tu il Buk? Ora ha corretto ha messo Ernesto Pellegrini invece di Ivanoe Fraizzoli. Quindi niente seduta spiritica

    RispondiElimina
  50. Lo rimandano in Danimarca a giocare. Ora se mettono Marko Dabro ad allenarsi con quelli grandi cosa mi dici? (comunque ancora non è nemmeno arrivato, è a giocare con l'under della Croazia).

    RispondiElimina
  51. Oppure, Gonfia. A Jordan, Pollock, vedi di procurare una bambolina dalle fattezze ubertose di Malagodi.

    RispondiElimina
  52. Per quello 'un ci son problemi Colonnello, le si gonfiano (che mi riuscirà? eheheh) come e dove si vole.

    RispondiElimina
  53. Ma se si gonfian troppo, poi paghi gli alimenti.

    RispondiElimina
  54. Jordan con me i giovani sarebbero sempre in campo, uno alla volta, in mezzo agli "anziani" ma ne giocherebbero parecchie.

    RispondiElimina
  55. Se l'aspettan me, le ritornano in forma perfetta. Sperimenterebbero la dieta punti, ma punti punti, ahahah!

    RispondiElimina
  56. hahaahahahahahahahahahahahahah

    RispondiElimina
  57. Ciao Jordan! Ovviamente non l'ho avvisato, ma non avevo dubbi che avrebbero corretto: era troppo grossa!

    RispondiElimina
  58. Io son sempre per la soluzione Ralf, naturalmente a prezzi umani. Su De Rossi mi arrivano da amici romani notizie inquietanti [ma erano intuibili], del tipo che per metterlo in campo la domenica, per il resto della settimana devono affidarsi a riposo e sciamani. Sommando questa precarissima condizione fisica alla testa de cazzo che è [almeno in campo, che è ciò che ci interessa], io lo lascerei dove sta.

    RispondiElimina
  59. Gonfia te sei stato atleta ad alti livelli non ti buttare giù così, sapresti farti rispettare. eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  60. Si parla di un interesse per Rami, potrebbe essere un'idea, è tosto come pochi, ed ha anche proprietà tecnica e sganciamenti offensivi.

    RispondiElimina
  61. ...certo non ai prezzi che dicono.

    RispondiElimina
  62. E tu, Deyna, che mi racconti di questo Gastón Silva, classe '94, che sembra entrato nel mirino di Madè?

    RispondiElimina
  63. E' molto buono, ha ben figurato anche al Mondiale Under 20. Mancino, molto applicato e duro in marcatura, scaltro nell'interpretazione degli sviluppi del gioco, sa già guidare la difesa ed inserirsi in avanti. Ha anche un buon tiro. Può ricordare vagamente Montero, in alcune giocate. Se sia già pronto per giocare qua è però da vedere...

    RispondiElimina
  64. Ieri sera, Shampoo Fallito peggio che Caniggia (con cui rima, indegnamente perché il Claudio, al netto della coca, era un grande), e Luca Tazza da Cesso, sul canale del magnaccia convinto di galera Emilio, si sarebbero trovati d'accordo sul fatto che Gomez non è un top player. Luca che sperma manduca avrebbe pure soggiunto che le difese italiane a Gomez non faranno veder boccino. La difesa della Nazionale Italiana essendo, in teoria, la quintessenza delle difese di club, l'affermazione del Merda (come lo chiamavano/chiamavamo in Lotta Continua) appare decisamente impegnativa, al di là di tutto, e cioè del fatto che si sta parlando di due grandissime e corrottissime teste di cazzo, di maculatissima (forse anche da me... ah le cougarone!) maternità e di paternità avvolta nelle tenebre più profonde.

    RispondiElimina
  65. Assieme ai tempi della Fiorentina e assieme adesso con il Milan, sembra inscindibile la coppia composta da Giampaolo Pazzini e Riccardo Montolivo: “Lo conosco da 13 anni, ormai c’è un’amicizia che va oltre al campo - spiega l’attaccante nel corso di una chat su Google+ – Abbiamo un bellissimo rapporto, sono molto contento di essere qui con lui”.



    Ormai una coppia di fatto, a Milano c'è anche il registro.

    RispondiElimina
  66. E' per questo che la Cristina cerca cazzoni grossi e scuri.

    RispondiElimina
  67. Leo, sul mio essere atleta è meglio stendere un velo più che pietoso. Comunque, per il resto, grazie per la fiducia!

    RispondiElimina
  68. Il compagno Straccio ha memoria labile: meno di tre anni fa, Gomez fece una doppietta all'Olimpico contro la Roma. Se tiene la media, gliene fa quattro in due partite ahahahahahaha

    RispondiElimina
  69. La sintesi non fa una piega, ahaha

    RispondiElimina
  70. Un heautontimorumenos:


    «26/07/2013 19:58:16
    Gian Aldo Traversi, Montecarlo Non posso stimare l'umanità perché produce tante, troppe sciocchezze, a getto continuo. Un torrente di idiozia inesausto».

    RispondiElimina
  71. Piero perdona se insisto: ?-1955 Signa 1914 ? (?)1955-1966 Fiorentina137 (0)1966-1971 Pisa106 (0)Questo è per far capire a qualcuno chi scrive qui, senza polemica.
    A questi numeri, a quei livelli, ascolto in adorazione qualunque refolo.


    Grande Gonfia!

    RispondiElimina
  72. I giornalisti (tu no Salvatore eh eh eh eh eh) sono una razza un po' bastarda, non voglio generalizzare, ma come per le tv con i partiti, si deve scrivere come appartenenza impone, ci si deve schierare per far carriera, sarà un caso che i più bravi mangiano pane e aringa e gli incapaci gamberoni e champagne ?!

    RispondiElimina
  73. Montella starebbe provando Ilicic interno puro: a questo punto la competizione sarebbe con Aquilani.

    RispondiElimina
  74. Leo, sai quanto mi dispiace deluderti! Non sono Piero, l'avevo già detto, era solo il mio 'soprannome' da giocatore, perché ricoprivo lo stesso ruolo. Sono davvero molto dispiaciuto. Pensavi di parlare con un mito viola e ti ritrovi di fronte un usurpatore. Perdonami, ora è tutto chiaro.

    RispondiElimina
  75. Ilicic è un jolly incredibile, il suo ruolo è trequartista/seconda punta che sa svolgere a memoria, a Palermo gli ho visto fare anche l'esterno con costrutto, se sa fare anche l'interno diventa un'alternativa fantastica dalla mediana all'attacco. Tanta roba. Considerano Gomez un giocatore che incontrerà difficoltà in attacco e di Ilicic non parlano neanche se non sotto tortura, se questi due li avesse presa una strisciata erano a portarsi la bocca agli orecchi, gli veniva facile incensare lodi sperticate. Peccato per loro che questi giocatori li compra (no prestito, no comproprietà) la Fiorentina!

    RispondiElimina
  76. Pollock, le foto di oggi sono bellissime, per questo me le ricordo. Pensavo l'avessi fatto apposta, tutto qui.

    RispondiElimina
  77. Grande Salvatore o che ti ci metti anche te a parla' pe' enigmi come i'Colonnello? O chi l'è i' compagno Straccio? che è parente di Shampoo fallito peggio che Caniggia e di Luca tazza di cesso? Che fate seguire anche un poero Patriarca rincoglionito?

    RispondiElimina
  78. Jordan travestito da Tomovic oggi in conferenza stampa:
    "La nostra difesa ha la fiducia di mister e società e tutti noi lo sentiamo. Abbiamo fatto molto bene da anno scorso e adesso c’è più tempo per prepararci bene. Il mister ci chiede qualcosa in più, lavorando anche sul possesso palla. Neto mi piace tantissimo, è un vero professionista che lavora duramente. Siamo sicuri con lui in difesa e mi piacerebbe fosse il primo portiere di questa squadra."

    RispondiElimina
  79. Scusa avevo visto pubblicare le foto da te del giocatore, pensavo fossi lo stesso. Non ci perdo mica il sonno Gonfia, per me sarai lo stesso un grande. Usurpatore ?! che brutta parola! Per così poco.......?! Allora con le donzelle i problemi li hai eccome, sono scaduti i brevetti sulle pillole blu, adesso le regalano. Saprai farti rispettare. Avevo mica torto!!!! Ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  80. Ma i giudizi su Gomez di Liquori&Barciccia... Ahahahahahaha rosicano rosicano che nemmeno i'Giannelli e Califorrnia bianconera...

    RispondiElimina
  81. Su Sorrentino negano qualunque trattativa. Su Agazzi a meno che non accettino la metà della richiesta per il cartellino più il prestito di Neto non se ne farà niente. E non credo che ci guadagneremmo qualcosa. Victor Valdez ?! ......ma per piacere! Sommer ?! Se lo volevano, a cifre abbordabili, era qui da un pezzo. Julio Cesar, se lo prende l'Arsenal fa il secondo al polacco, se vuol venire qui deve decurtarsi di brutto l'ingaggio e, come detto da Salvatore, impossibile da spalmare negli anni. Alternative ?! Storari.......ah ah ah ah ah ah ah Salvo occasioni all'ultimo tuffo in porta ci va Neto e se scazza è pronto Munua che oggi pareva un fenomeno.

    RispondiElimina
  82. Già scritto Vita, una coppia di amebe con neurone monocellulare, miracolo che vi siano scariche sufficienti a fargli muovere le labbra.

    RispondiElimina
  83. La foto è del '59, io sono il più piccolo del gruppo, stavo per dire di tifosi viola. In realtà quelli viola siamo, eravamo, in netta minoranza. Per la seconda parte mi appello al quinto emendamento, ahahahah!

    RispondiElimina
  84. Per Julio Cesar si parla anche di prestito, a quel punto l'unico scoglio sarebbe lo stipendio. Io terrei d'occhio anche la situazione al Valencia, con Diego Alves e Guaita, entrambi ottimi portieri, entrambi dichiarati cedibili. E' terreno di caccia di Macìa...

    RispondiElimina
  85. E si vole Netoooooooo, Netooooooo, l'hai capito o no ?! ah ah ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  86. Concesso Gonfia, concesso! ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  87. Ahah, a me Neto come è noto [allitterazione] piace e lo vorrei ben volentieri titolare, dicevo nel caso che chi comanda la pensasse diversamente...

    RispondiElimina
  88. I giornalisti della tv, non a caso si chiama piccolo schermo, poiché pullula di piccoli uomini; gente nata col fiore al sedere, se non esistessero le tv a pagamento sarebbero a fare street-tv nei quartieri, a chiedere agli anziani di Milano 2 "Chi vincerà lo scudetto?"; questi giornalisti stanno perdendo il frenulo a forza di scappellarsi. L'anno prossimo, poi, niente Domenica Sportiva, seguiremo "Duepalle Sospette" (Zazza&Civoli) e "Devi crederci per forza" su Mediaset. Questi ultimi tra poco convinceranno i gonzi che Gattuso è andato via dal Sion poiché li sono tutti sionisti....Ah ah ah ah ah ah ah.

    RispondiElimina
  89. Deyna i' problema di Julio Cesar e un n'è il QPR che di pagare 2,5 milioni netti ad un portiere in serie B ne farebbe volentieri a meno e quindi in prestito e te lo danno di corsa, ma lui e noi. Lui non vuol ribassare lo stipendio e noi 2,5 e un gli si danno. Idem Diego Alves che piglia 1,4 e pe' veni' via e vole 1,8 (ma per lui ci sarebbe da pagare anche i'cartellino). Son tutte storie vecchie, se Montella si leva da' i' capo le paure che Neto e si caghi sotto di fronte ad una contestazione (che è l'unica paura che ha) non piglian nessuno.

    RispondiElimina
  90. Anto rispondo volentieri anche a te. Mi viene sostanzialmente impedito di parlare di calcio in quanto vengo continuamente trascinato in polemiche personali che non ho introdotto io, ma alle quali era doveroso dare risposta. Per quanto riguarda Gabbiadini, siamo a luglio, il giocatore è alla Samp, non si è ancora avuto modo di verificare il suo reale rendimento. Aspettiamo a giudicarlo un bidone solo perchè non ha vestito la maglia viola.

    RispondiElimina
  91. Sarebbe l'ora che smettessi di fare la vittima ad ogni post che apri, impedimento qui non è imposto a nessuno e sulle polemiche rileggiti una buona volta con "ve la siete cercata". Avresti veramente rotto le palle con questo sistema persecutorio che ci hai propinato tu con i tuoi scritti, non noi o io con i miei. Cresci, smetti di fare la pittimina col culo di traverso e cresci. Pensavo ci fosse un uomo all'altro capo del monitor.

    RispondiElimina
  92. Ripeto, vorrei solo parlare di calcio cosa che stai provando ad impedirmi da tempo. Chiunque può verificarlo cliccando sul tuo nome e verificando quanto tempo impieghi a fare ostruzionismo nei miei confronti, il che poi si configura come una sorta di censura. (Fra l'altro ancora una volta contraddetta dai numerosissimi commenti a mio favore di Foco, Anto, Sopra, Salvatore, Deyna, e altri ancora che ringrazio).

    RispondiElimina
  93. Nessuno qui ha mai detto che Gabbiadini sia un bidone, mi sembra. L'attenzione era puntata sul fatto che non si è mai espresso da centravanti vero e proprio, nel calcio professionistico, che la sua prolificità è risibile, e che non era pensabile rinunciare al centravantone per mettere lui nel parco attaccanti. Che poi tra 3 anni possa diventare un discreto elemento è possibile, magari anche ottimo, ma alla Fiorentina era richiesto un salto di qualità nell'immediato, qui e ora. Infatti è arrivato Gomez.

    RispondiElimina
  94. Chiunque può fare lo stesso con te, vai a rileggerti i post e vedi che "attacchi" ho portato a te e che "risposte" hai dato tu a me. Nessuno qui impedisce niente a nessuno, continui a sproloquiare senza sapere nemmeno quello che digiti sulla tastiera. La censura se mai verrà applicata è nei confronti di chi si ostina, come te, a non avere rispetto di nessuno e di niente. Non c'è post che tu apra con vena polemica e voglia di mettere i puntini sulle "i" quando non ce ne sarebbe bisogno, sei rancoroso peggio di un bimbo di 5 anni, ad ogni tuo scritto vorresti arrivare alla resa dei conti. Sei una continua sfida a chi deve cercare di abbassare i toni, cosa che tu te ne guardi bene dal fare. Ad ogni post fai una bella prefazione sulle ingiustizie che subisci qui, alle persecuzioni che ti vengono reiterate e allora, domanda, se non sei ben accetto qui, non da me sia chiaro, cosa cavolo continui a scrivere dopo i saluti di ieri ?!

    RispondiElimina
  95. Sei brutale Deyna, occhio che adesso ti prende di mira, a scrivere concetti così immediati e ovvi rischi un'impedimento ad esprimersi liberamente. A parlare di calcio......

    RispondiElimina
  96. A me sinceramente nn sembra che ti si impedisca di parlare di calcio. Se esprimi una tua opinione e altri non sono d'accordo, te lo dicono (diciamo) anche motivando. Se hai un problema con qualche utente, fai come a suo tempo venne suggerito a Jordan e a Chari reciprocamente: ignoralo. Per favore rispondi però a quello che ti diciamo con motivazioni, come ha fatto per esempio Deyna con te qui sopra.

    RispondiElimina
  97. Lo vedi cosa ti rispondono tutti o vuoi continuare a fare spallucce e ignorarli tutti quanti ?! Vai avanti così, vieni avanti, che a me scappa da ridere.

    RispondiElimina
  98. Io penso che Montella, finalmente spalleggiato da un preparatore dei portieri coi controquelchepiaceacristinamacheilflosciononpuòoffrirle, osserverà severamente ed esigentemente Neto per tutta l'estate. Nell'ultima settimana di agosto, se Vincè non sarà convinto, arriveranno Alves o Sommer. Le voci sul difficilissimo Julio Cesar (sono d'accordo con Jordan: oltre ai problemi d'ingaggio c'è che dopo quest'anno, che ha come traguardo i Mondiali, il brasiliano potrebbe tirare i remi in barca e ti saresti allora esposto per fior di quattrini con un ormai trentaseienne) come quelle su scartine, o al massimo su jack di fiori, possono essere anche messe in circolo dalla Società per torchiare il ragazzo, per spingerlo a mostrare quel che ha nelle budella o semplicemente per sapere se le ha. Per ora Neto sta reagendo bene: contenti tutti.

    RispondiElimina
  99. Deyna sai benissimo che non ti ho mai "preso di mira" visto che sei un interlocutore intelligente e civile. Mi premeva solo mettere in guardia contro una certa tendenza a congelare il giudizio. Gabbiadini non è andato in un grosso club, è vero, ma non rimane che verificare il suo rendimento oggettivo. Poi, tra un mese o un anno, se ne riparla.

    RispondiElimina
  100. Io non ho mai aperto un post con affermazioni come "Leo è un cretino ergo quello che ha scritto su Baggio, che so è una sciocchezza". Mi aspetto identico atteggiamento. Jordan è arrivato al punto di prendersela con un commento per poi scoprire che non l'avevo scritto io e fare marcia indietro. Incredibile!

    RispondiElimina
  101. Anche su quello ti ha già risposto, e non solo lui. Per stasera ne ho a sufficienza, ho già dato.

    RispondiElimina
  102. In difesa Montella sta altresì valutando al microscopio Hegazy. A mio avviso ci sarà un arrivo a destra e poi occorrerà vedere se arriveranno proposte indecenti per il Fac e per Savic, perché sul fronte cessioni siamo messi male, abbiamo al piede ciofeche costose in ingaggio che non vuole nessuno e a Vargas saremo costretti, verosimilmente, a dare liberatoria. Capoue, ribadisco, lo puoi comodamente arretrare centrale difensivo e non nel senso in cui si diceva anche di quel brocco inumano di Migliaccio, perché come il Miglia in difesa (e a centrocampo no?) può giocare, boskovianamente, «anche mio cane». Jordan vuole i forti di testa? Capoue è un asso, in questo. Le mie perplessità concernono altro, come ho spiegato nella mia scheda tecnica odierna in risposta a Deyna. Ma se l'alternativa è Verratti a quelle cifre (e l'ingaggio a 3 milioni! Ma vaiavaiaviavia!) o Nainggolan a poco meno, allora Capoue tutta la vita.

    RispondiElimina
  103. Vargas fa veramente incazzare, pensando a quanto varrebbe se non avesse quella testa. Si è rovinato la carriera da solo, non è l'unico e certo non l'ultimo, ma dispiace.

    RispondiElimina
  104. A scanso di equivoci e future menzogne tengo a precisare che non ho mai detto che Gabbiadini è un bidone, anzi l'ho definito prospetto interessante, ma per l'oggi ripeto il concetto di Deyna, era inadeguato ed il confronto con Gomez improponibile. Comunque per quanto mi riguarda il discorso Gabbiadini era limitato alla negazione che potesse entrare come parziale contropartita nell'affare Jovetic, perchè, per la Juve, il montenegrino era ottenibile solo con 30 milioni cash. Siccome per qualcuno non le azzecco mai, questa mi sembra di averla azzeccata.

    RispondiElimina
  105. Sembra che in realtà sia come dici, anche se non concordo con questo modo di fare abbastanza brusco per arrivare al carico di rottura senza trattamento termico adeguato. Fuor di metafora un giovane lasciato fuori di giochi per quasi due anni, l'abitudine alla partita, la capacità di stare concentrato di continuo, l'automatismo nei tempi d'intervento non lo trova dall'oggi al domani e nemmeno in un mese di allenamenti e tre o quattro amichevoli. Magari ha fortuna e gli vanno tutte bene, oppure ha scarogna e la cazzata gli scappa. Allora che fai? Lo distruggi con un fallimento dichiarato? Inoltre questo clima d'incertezza gli monta contro tutti i media incompetenti e prevenuti e, per conseguenza, buona parte dei tifosi. A parte i geni alla Sbolgi che gli fanno un articolo contro per un presunto errore in allenamento, tutti i gol che piglierà, comunque arrivino, gli saranno in qualche modo imputati e dovrà inghiottirsi le critiche, anche le più immeritate. Non avrà vita facile e si rischierà di bocciare quanto, con maggior pazienza e fiducia, avrebbe potuto invece essere la soluzione al problema. Se passa è forte davvero e non solo tecnicamente (sul che non ho dubbi e, credo, nemmeno Montella).

    RispondiElimina
  106. Interventi a tuo favore? tu sei malato. Non ce n'è uno che ti dia ragione! Io spero tu sia un falso che lo fa apposta se no sei grave ed hai bisogno di uno bravo. Non è un'offesa, è un consiglio.

    RispondiElimina
  107. Rispondergli è inutile, è un caso patologico che si bea delle sue frustrazioni. Nessuno gli ha mai dato del cretino, se non come ipotesi alternativa a quella che lo facesse apposta a non capire quel che si scriveva (era un'alternativa retorica, è ovvio che per me lo fa apposta, quindi non c'è nessuna offesa di problemi di comprendonio). Comunque sempre in riferimento ad un atteggiamento nel colloquio e non ad un parere calcistico. Nessuno è cretino per quello che scrive su un giocatore, ma quando gli spieghi quello che pensi e quello te lo fa ridire dieci volte rispondendo cazzi per fischi, o è o ci fa.

    RispondiElimina