.

.

mercoledì 10 luglio 2013

Jovetic tac tic tac tic tac...Storia di un'intervista innescata per sbaglio mentre tutti gli artificieri erano chiusi in bagno con la cacaiola

Si dice che Jovetic fosse presente durante la trattativa tra il City e il suo cervello a distanza, tale Fali Ramadani, il quale lo avrebbe ripreso una sola volta dopo che il giocatore tossendo aveva sputacchiato in faccia al Direttore Sportivo inglese nel preciso istante che le parti si erano accordate per 32 milioni da versare nelle casse della Fiorentina, “Quando si tossisce si mette la mano sulla bocca” sono state le parole di Ramadani tra il paterno e il risentito, mentre Jovetic rispondeva “Ho provato ma si tossisce lo stesso”, una risposta che ci è costata 2 milioni secchi secchi perché il dirigente del City pur riconoscendo le qualità tecniche del giocatore ha anche svelato che esiste un regolamento interno che non autorizza esborsi superiori ai 30 milioni per i giocatori cretini anche se bravi. Diciamo che Jovetic non ci rimarrà nel cuore ma solo sul culo, è stato un giocatore freddo come un avanzo di pastasciutta riscaldato nel frigo, ha sempre dato l’idea di non essersi mai integrato veramente, un giocatore che è montato in servizio senza essere mai entrato in sintonia con i suoi tifosi e con la città. A Firenze ci piacciono giocatori diversi, anche se da un punto di vista tecnico abbiamo apprezzato le sue qualità, si è dimostrato alla fine proprio un giocatore da Juve, e questo  ha escluso in automatico un qualsiasi rapporto diverso da quello che si può instaurare tra un impiegato del catasto e il terminale di controllo accessi dopo 30 anni di lavoro, il lunedì mattina all’atto di presentare il badge sapendo di entrare nell’ufficio accanto a quello del capo che poi è anche quello che ti tromba la moglie ormai da più di 10 anni. Si, preferiamo gente diversa dal campione dall’anima a strisce, non amiamo il deserto dei sentimenti che tutti i giorni avanza in certi cuori distanti, preferiamo la foresta intricata delle emozioni dei giocatori e degli uomini che amano la maglia che indossano, e amiamo soprattutto la foresta come da foto che dedico ad Attila. Per capirsi meglio ci piace il giocatore che si spende, quello che sa che San Frediano è una palestra forse anche migliore di quella del centro sportivo, e magari dopo gli allenamenti va a fare due giri supplementari intorno alla fontana di piazza Santo Spirito tanto per migliorare il feeling con il pallore, un giocatore che almeno una volta ogni semestre tiri fuori una mezza battuta come ha fatto Joaquin dopo neanche un ora per presentarsi e allo stesso tempo raccontare ai nuovi compagni la propria estate, capace di coinvolgere il gruppo raccontando di essere tornato da un viaggio di piacere, di avere cioè accompagnato la suocera all’aeroporto. Mentre tutto quello che è riuscito a dire Jovetic in tutti questi anni lo ha detto a Prandelli la sera della doppietta al Liverpool quando lasciandosi finalmente andare tirò fuori un’emozione “Mister la vita è meravigliosa, senza sarei morto”. No, non è stato nemmeno riconoscente, ha rilasciato un’intervista che evidenzia una freddezza da killer, una mancanza di sensibilità da killer, un cinismo da killer, un modo di essere che non tiene conto nemmeno degli insegnamenti di Oscar Wilde quando sosteneva che un omicidio è sempre un errore, invitando a non fare mai niente di cui non si potesse parlare dopo una cena. Ci hai deluso profondamente caro Jovetic perché sei così cinico che quando annusi i fiori ti giri intorno a cercare la bara, mentre noi abbiamo bisogno di gesticolare, di bere un bicchiere di vino e intercalare qualche parolaccia, siamo sanguigni, non siamo tutte chiacchiere e distintivo ma lampredotto e salsa verde, siamo guardare in faccia un culo che parla, siamo attreversare l’Arno, fare il Piazzale, ci intristiamo solo quando imbocchiamo via Bronzino, cosa ce ne facciamo dei tuoi spigoli, la geometria del tuo viso non ci aiuta a superare nemmeno il Ponte alla Vittoria congestionato dal traffico, ci hai deluso ma non sorpreso, si, ce lo aspettavamo che tu fossi così, non perché siamo dei geni anche se lo siamo confronto a te, ma perché era così tristemente palese, perché non sei mai riuscito a sorprenderci nemmeno negativamente, insomma si intuiva abbastanza facilmente questo finale, come del resto negli anni  5, 4, 3, 2, 1, avanti Cristo si intuiva che stava per succedere qualcosa.

108 commenti:

  1. Montella ci aveva lasciato con una battuta memorabile (il Milan è in Champions perchè sono stati più bravi di noi a tirare i rigori, detta davanti a Galliani). E riparte dal suo senso dell'umorismo che spiazza i giornalisti in attesa di dichiarazioni shock: di Ljajic che ci dice? Mi sembra un po' ingrassato.

    RispondiElimina
  2. L'acquisto di Gomez potrà essere fondamentale per il presente. Per il futuro è altrettanto importante il rinnovo di Ljajic. La storia di una squadra non si sviluppa nell'arco di uno o due anni. Se si vuole evitare di trovarsi scoperti, e di ripetere l'errore compiuto con Osvaldo Ljajic deve assolutamente rinnovare. E aggiungo che per disciplina e serietà in campo, e apporto che da' alla squadra l'ultimo Ljajic è molto superiore all'Osvaldo visto a Firenze.

    RispondiElimina
  3. Alles gute zum geburtstag, Mario!

    RispondiElimina
  4. comitato utenti non oranti10 luglio 2013 07:45

    Allo scopo di evitare la monopoludwigzallerizzazione del sitollock si prega l'utente colonel blimp di fare ritorno stabilmente sul medesimo, in quanto solo il suddetto utente pare avere la capacità, usando una sapiente miscela di improperi, offese, riferimenti scatologici (soprattutto, riferimenti scatologici), di di limitare tale suddetta monopoludwigzallerizzazione del sitollock. O almeno di fare un tentativo in tal senso. Il comitato degli utenti non oranti del sitollock ringrazia in anticipo colonel blimp

    RispondiElimina
  5. A dire la verità Blimp è un grandissimo erudito e manipolatore della lingua italiana, è una persona veramente colta e raramente insulta, se non per iperbole.

    RispondiElimina
  6. Deyna, hai letto? Cirigliano verso il Verona e Monzon verso il Catania.

    RispondiElimina
  7. utente non orante10 luglio 2013 08:54

    Da 'utente non orante' non lo prego, lo supplicoooooooooooooo!!!!

    RispondiElimina
  8. Arrivata la raccomandata a Criscitiello, multato più volte per eccesso di mediocrità. Non potrà neanche inoltrare ricorso, poiché risulta indifendibile, come la porta del Pescara la scorsa stagione. Criscitiello avrà dei punti tolti dalla patente che lo certifica pirla, il tutto timbrato da Pedullá, che tenta di spingersi più in la, per togliersi di mezzo quando Jovetic andrà all'estero e la figura di merda ricoprirà l'irpino. Criscitiello da vero ruffiano prezzolato indossa la cravatta viola "in onore del colpo-Gomez" ma nessuno abbocca, anzi tutti corrono a prendere una soluzione della Aboca per non vomitare. Arrivare ad avere in studio uno implicato mani e piedi negli affari di Moggi (Salerno), qualifica la trasmissione. Oramai a Sportitalia sono costretti a parlare del colpo della Samp (Gabbiadini), della cessione eccellente del Genoa (Acerbis) o dello sliding doors che attende il mercato del Milan. A noi poco importa: a loro Fester, a noi Gomez! D'altra parte il Milan, come afferma la stampa che fa disinformazione, é da scudetto, soprattutto se reintegrano Scilipoti, De Gregorio, Minetti e Dell'Utri. Della Valle riesce a mettere il guinzaglio al diavolo, impersonificato da una figura persiana in questo momento molto tapparella, alla disperata ricerca di una toppa da mettere al tappo creato dal montenegrino; forse neanche un Montenegro aiuterà Ramadan-ni, il quale prova con un amaro Isolabella (Inghilterra), non potendo pretendere l'Armagnac del Paris S.G.. La Fiorentina presenterà Gomez, il Milan una Soaponata e un Pony ex doriano.... Attendiamo, dopo Viviano-Mi-Scanso, un ottimo portiere, il resto....mancia per i gobbi, visto che han fatto figura di perecottari, nel senso che hanno preferito un investimento globale di oltre 35 milioni (5,5 netti per tre anni + 9 per il cartellino + vari bonus!) per uno che tra tre anni sará senza mercato (anzi si, in Quatar), mentre si son tirati indietro per un giovane montenegrino (diciamo 4 milioni per tre anni=12 milioni netti+30 di cartellino= quasi 50) che peró , eventualmente, avrebbe ri-fruttato denari tra 4/5 anni. Poco lungimirante Marotta? Per forza, con un occhio solo! Questa mia ultima considerazione dovrebbe porla come domanda il sig.Criscitiello alla dirigenza juventina, ma forse é chiedere troppo, rischierebbe di oblare le multe per eccesso di mediocrità, nonostante Pedullá e quindi più che oblato, lui stesso sará nell'oblio. Aridatece Maurizio Mosca!
    (P.S.:ma la foto di Ilic su Fiorentnanews non poteva essere migliore?). POLLOCK, questo scritto é dedicato a te, per gli spunti su Firenze,che conoscevo come spasimante, e che ora posso amare.

    RispondiElimina
  9. Per Dio, Lud, ricomponiti non siamo in romanzo di Chretien di Troyes, comprendo che tu avverta il peso del peccato originale, ma il culo di Edvige Fenech è sempre meglio di quello di S. Edvige di Brandeburgo e questo credo che l'avrebbe sottoscritto anche Bonaventura e Agostino. Ah ah ah. Ora che abbiamo il centravantone che vuoi di più dalla vita, fai come me che mi godo il mio harem personale di mogli francesi sorseggiando Sauternes nella mia casa in Provenza. Stai buono ciao.
    (messaggio ricevuto da Blimp sulla mia mail privata)

    RispondiElimina
  10. Sì...Cirigliano a dire il vero quest'anno mi ha deluso, credevo che sarebbe esploso, e invece non ha fatto miglioramenti, per non dire che è regredito. Monzon ci avrebbe fatto molto comodo sulla fascia sinistra, ma diamo fiducia ad Alonso...

    RispondiElimina
  11. No Lud, non "ah ah ah", bensì "ahahahahahah!".

    RispondiElimina
  12. Per un attimo ho visto uno strano messaggio di Lud.....poi è sparito come inghiottito da Vargas, lo ripropongo per quel suo alone di mistero



    LUDWIGZALLER

    "Per Dio, Lud, ricomponiti non siamo in romanzo di Chretien di Troyes,
    comprendo che tu avverta il peso del peccato originale, ma il culo di
    Edvige Fenech è sempre meglio di quello di S. Edvige di Brandeburgo e
    questo credo che l'avrebbe sottoscritto anche Bonaventura e Agostino. Ah
    ah ah. Ora che abbiamo il centravantone che vuoi di più dalla vita, fai
    come me che mi godo il mio harem personale di mogli francesi
    sorseggiando Sauternes nella mia casa in Provenza. Stai buono ciao.
    (messaggio ricevuto da Blimp sulla mia mail privata)

    RispondiElimina
  13. No Lud, non penso che Blimpe sorseggerebbe Sauternes con 35 gradi...

    RispondiElimina
  14. Pollock, sei un bugiardo matricolato! Oppure: Lud, sei un bugiardo matricolato! Non so chi dei due, solo mi auguro che questi 1,4 a Nutella li diano (via, non è un'esagerazione! Rafforzare con lui il Milan, siamo matti!?) oppure col latte che mi farà colare Lud dalle palle, a colpi di geremiadi cassandresche, batterò la produzione francese e tedesca messe insieme. Perdóno Pollock, ad ogni modo, perché il suo editoriale di oggi è tra i top ten di ogni tempo del sitollock. Guarda, comunque, Oltrarnista, che se Attila non inforca gli occhiali da presbipe la foto di oggi la scambia per una ragnatela. Il mio harem mi sta dando dei problemi, attualmente, ed è per questo che mi vedete poco o nulla: gli eunuchi sono in ferie e devo cavarmela da me per la gestione diurna, e non è facile.

    RispondiElimina
  15. A dire il vero il pastiche è mio, Blimp. Ne rivendico la stesura vista la nobiltà del genere in cui eccelleva Proust. Ricorderai sicuramente le pagine in cui fa il verso ai Goncourt. Buone vacanze.

    RispondiElimina
  16. COLONNELLO, a 15 anni dici "Ammazza come l'ho duro! É di ferro!", a 30 dici "Ammazza hao' é d'acciaio, non lo piego!", a 40 più o meno idem. Dopo i 50 anni dici "Che forza che ho, che muscoli! Lo piego....". Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah.....vai Casanova!!

    RispondiElimina
  17. stefano vienna10 luglio 2013 10:10

    Rinnovo Ljajic, considerazioni sparse: dopo aver investito 20 milioni su Gomez, regalare Ljajic per due lire al Milan è una mossa da harakiri giapponese. Si rischia di rimanere sotto ai rossoneri anche quest'anno avendo speso il doppio. Per non parlare della perdita secca in termini di patrimonio. Se Ljajic rinnova anche mettiamo a 2 milioni netti, vorrebbe dire un esborso di 8 milioni per due anni al lordo, cifra che verrebbe più che ammortizzata con la cessione di Adem a 20 milioni fra due anni. Per non parlare della plusvalenza mancata. Detto questo, c'è quello di Sport Mediaset che parla di un Milan disposto a sborsare 5 milioni per Ljajic. Insomma, se Ljajic va al Milan, dietro ci deve essere qualcosa in ballo tra Della Valle e Berlusca, perchè un regalo di queste proporzioni (15 milioni + eventuali 30 se il Milan va in Champions grazie ad Adem) non ha senso nè economico nè calcistico.

    RispondiElimina
  18. Leggo di Ramadami in Inghilterra. Forse avremo veramente un esito felice. Jovetic venduto in contanti, e credo che la trattativa sia avanzata se hanno preso Gomez. Ora bisogna chiudere con Ljajic perchè darlo a Fester è come dare Jovetic alla Juve. Se i Della Valle hanno orgoglio e palle si muovano. Scommetto che gli inglesi ci avrebbero scucito anche Guidetti in prestito con riscatto prefissato, di solito sono molto generosi, ma ora sarebbe chiuso da Gomez. Dal punto di vista dei conti comunque tenere Ljajic non è indolore, specie se si arriva ad una cifra di cessione intorno ai 10 milioni (5 è un regalo assurdo).

    RispondiElimina
  19. stefano vienna10 luglio 2013 10:31

    Sì, Lud, a 10 milioni sarebbe almeno una non-perdita in termini economici, ma rimarrebbe la perdita in termini calcistici. Arrivare sopra un Milan con El Sharawi, Balotelli e Ljajic più 38 arbitri è impresa impossibile. Comunque il Milan arriverebbe al massimo a 7-8 milioni e allora rimane pure la perdita economica. Penso comunque che alla fine ce ne faremo una ragione, forse si punta ad arrivare terzi dietro Milan e Juve, impresa che rimane possibile anche senza Ljajic. Da tifoso dico solo che il rinnovo di Ljajic vorrebbe dire che per la prima volta dai tempi di Antognoni e Passarella il terzo scudetto diventa un traguardo realistico. Sarebbe la prima volta per i tifosi viola nati negli anni Ottanta. Se non sarà così, va bene lo stesso, ma difficilmente un'occasione di questo tipo si ripeterà nei prossimi anni. E se veramente arrivano i 30 milioni di Jovetic, si può rinnovare Ljajic senza finire il mercato con un esborso economico aggiuntivo da parte della società. Il tetto ingaggi salirebbe, ma a causa di Gomez, non a causa di Ljajic anche perchè comunque Ilicic prenderebbe sicuramente più di un milione netto. In ogni caso, la statua a Pradè e Macia va fatta lo stesso, magari con un'incisione che ricordi il lavoro del buon Pantaleo.

    RispondiElimina
  20. stefano vienna10 luglio 2013 10:34

    Nota a margine: mentre la Gazzetta e i suoi giornalisti hanno fatto di tutto per portare Jovetic alla Juve, ci sono tanti fiorentini che lavorano o orbitano intorno ad Arcore che spingono per Ljajic al Milan. Non faccio i nomi, ma spero che qualcuno lo faccia presente a Pradè.

    RispondiElimina
  21. Ciao Stefano! Il ragionamento sul rinnovo di Ljajic "anche a due milioni netti" è svolto ceteris paribus e potrebbe anche filare. Ma purtroppo cozza contro la realtà, perché le cose non vanno così: ogni decisione provoca una serie di conseguenze. Nel caso che ipotizziamo, è facile prevedere una fila di procuratori alla porta di Pradè per un ritocco all'ingaggio. Sarebbe contento Cuadrado con i suoi 550mila euro di stipendio? E Borja con il suo milione e 400mila (+bonus)? E Gonzalo con i suoi 800mila euro (+bonus)? E Pizarro, che già scalpita adesso con 750mila euro? E Savic con i suoi 800mila euro? Insomma, un aumento del genere farebbe sballare il monte stipendi oppure creerebbe fortissime tensioni nello spogliatoio.

    RispondiElimina
  22. Subito dopo l'arcinota intervista di Jovetic alla Cazzetta, avevo fatto ammenda a me stesso per averlo difeso, fino al giorno prima, da tutte le accuse sulla "flanella" nell'ultimo campionato. Continuo a pensare che sia un fenomeno e che potrà diventare uno tra i 5 più forti d'Europa, però mi ha deluso molto, e dopo aver scalpitato nell'attesa dell'annuncio di Gomez, ora scalpito per l'annuncio del montenegrino all'estero per 30 milioni. Negli anni'90 ce n'è stato un altro freddo quanto lui, uno che talvolta sembrava disprezzare tutto l'affetto riservatogli dalla città, uno che ogni anno cercava di andarsene e veniva trattenuto con preghiere in ginocchio e puntale aumento di ingaggio, ma almeno sul campo questo tizio, finchè ha vestito la maglia viola, ha dato tutto andando anche oltre i propri limiti tecnici e fisici. Jovetic quasi come Montolivo.


    Su Ljajic, che dire? Che se veramente arriva Ilicic, come sembra probabile, possiamo già parlarne come di un ex viola.


    P.S. Vado in Provenza a salutare un amico ahahah

    RispondiElimina
  23. stefano vienna10 luglio 2013 10:44

    Cuadraro non è contento a prescindere viste le cifre e visto che deve servire assist a uno che ne guadagna 3 e mezzo. Il discorso da fare a Ljajic è quello che si fa a tutti i giocatori in odore di rinnovo. Lo si farà anche a Cuadraro quando rinnova o a Savic, o a Valero. Diverso il discorso di Pizarro che chiede un aumento su un contratto firmato l'anno scorso. Poi certo io non sono il manager della Fiorentina nè di nessun'altra società, quindi le logiche le vedo più da tifoso. Ma Ljajic deve rinnovare perchè scade il contratto, i nomi che fai tu sono di giocatori che hanno firmato l'anno scorso e hanno un contratto non in scadenza. Io darei a Ljajic 1,7. Tanto quando Cuadraro sarà a due anni dalla fine del contratto, non chiederà di meno, ma eventualmente lo si cederà al prezzo di mercato PIENO. Qui si parla di svendere un giocatore a meno della metà del suo prezzo di mercato ad una delle maggiori rivali della Fiorentina che non bisogno di regali visto che gliene fanno a sufficienza.

    RispondiElimina
  24. stefano vienna10 luglio 2013 10:50

    Allora mettiamola così: se si deve regalare Ljajic a qualcuno, perchè a Galliani? E su questa domanda che cade la maschera.

    RispondiElimina
  25. Sono con Stefano per Ljiajic. E quando leggo che Gomez sbilancia il monte ingaggi mi tornano dubbi sulla operazione che l'ha portato a Firenze. Se davvero i conti non tornano e bisogna cedere Ljajic o rinunciare a un buon portiere torno a chiedermi se non c'erano in giro alternative altrettanto valide con costi e impatto sui conti inferiori. Mi dovete scusare. So quanto Gomez sia atteso e già amato. Colgo l'occasione per rispondere a Leo che dice che copio le mie idee dai giornali. Il problema è che ciò che scrivo non si trova su nessun giornale! Quindi è sicuramente farina del mio sacco. Trovatemi infatti un giornale che ha dubbi su Gomez o li ha avuti...

    RispondiElimina
  26. stefano vienna10 luglio 2013 10:57

    Ramadani è in Inghilterra: Jovetic al City per 30 milioni e Ljajic al Chelsea per 8. E poi si va tutti in vacanza. Regali a Galliani dopo la vicenda Montolivo e dopo che si è comprato una trentina di arbitri non si possono nè devono fare. Ripeto, sarebbe come fare harakiri dopo aver investito venti milioni per Gomez.

    RispondiElimina
  27. stefano vienna10 luglio 2013 11:04

    Lud, il discorso da fare su Gomez è un altro. La forza va sempre calcolata non in assoluto, ma in termini relativi. Se spendi venti milioni per Gomez e regali Ljajic al Milan, non hai colmato il gap, non hai fatto il salto di qualità rispetto al Milan. Poi arriveremo terzi lo stesso perchè magari il Napoli non si rinforza e quindi può stare. Ma regalare Ljajic al Milan non lo giustifico, è come pagare una camera d'albergo all'amante della moglie. Solo chi è vicino all'orbita Milan può difendere questa posizione.

    RispondiElimina
  28. No neanche a Mourinho. Perchè ci dobbiamo fare del male? Ljajic interessa solo a top club, vi siete chiesti il motivo?

    RispondiElimina
  29. stefano vienna10 luglio 2013 11:07

    Lud, Ljajic per me è destinato ad entrare nei primi cinque giocatori europei. Ma se non si può tenere, facciamocene una ragione. Dobbiamo regalarlo a qualcuno, bè a tutti ma non al Milan. Se poi c'è un accordo Della Valle-Berlusca extra-calcistico, preferirei saperlo.

    RispondiElimina
  30. Vedo che oggi si chiude per Ilicic. Che disastro. Non capisco la logica. Comunque si, meglio all'estero che al Milan, se proprio si deve.

    RispondiElimina
  31. Lud, Gomez non è solo atteso e amato, ma è anche fortissimo e pluricampione, non in potenza ma di fatto. Riguardo Ljajic, se andasse via mi dispiacerebbe, specie se a prezzo di saldo, a maggior ragione se propro al Milan. Ma anche per lui confido in qualche club inglese più generoso. Meglio ancora il "rinnovi o tribuna" come extrema ratio, ma pare non sia nello stile della Fiorentina.

    RispondiElimina
  32. Lud, disastro fu quello del Vajont. Il nostro si chiama scudetto.

    RispondiElimina
  33. Ah ah Colonnello, lasciatemi anche solo i fondi delle bottiglie che maneggiate tu e il Conte Martelloni, e sarà un'estate di lusso!!!

    RispondiElimina
  34. stefano vienna10 luglio 2013 11:21

    Forse Ljajic al Milan potrebbe essere segno di un accordo a più ampio raggio tra Pradè e Galliani. Una non interferenza su Gomez? Via libera su Ilicic? Insomma, siamo tra persone intelligenti, qualcosa sotto deve esserci. Non si svende così un campione di 21 anni.

    RispondiElimina
  35. La Fiorentina non può permettersi di dare un milione e 700mila euro di stipendio a un giocatore che ha fatto benissimo per sei mesi e che potrebbe diventare un fuoriclasse, ma sul quale non c'è certezza assoluta. E, anche ci fosse, triplicare uno stipendio non è mai cosa saggia. A maggior ragione se non hai un fatturato da 300 milioni.

    RispondiElimina
  36. La Fiorentina é l'unica, per adesso, squadra italiana ad aver acquistato un calciatore che "sposta gli equilibri". Oggettivamente, oggi, Liajic non é uno che sposta gli equilibri. L'operazione Gomez, LUD, é ad amplissimo raggio: più abbonamenti per questa stagione e la seguente, ingresso in Champions League, nuovi e più danarosi sponsor, incremento generale della rosa, upgrade di tutto il mondo ruotante intorno ala società, un calciatore da vendere a peso-quasi-d'oro(Jojo), introiti Euroa League, Brand che rafforzerà sua immagine. In un mondo globale la Fiorentina pensa ed agisce a livello globale. Il Napoli ha ceduto uno che "spostava gli equilibri", il Milan lo ha, la Juve ...un "ni". Oggi Xavier Jacobelli ha detto, chiaramente "Senza la vergogna arbitrale la Fiorentina oggi sarebbe in CE" (noi lo sapevamo) ed ha aggiunto "Se compra un difensore migliore di quelli che ha é l'unica rivale della Juve". Vero, attendiamo di vedere come reinvestirà il Napoli, se reinvestirà. STEFANO: Liajic via non indebolirà la Fiorentina, Liajic al Milan rafforzerebbe il Milan. Questa é la questione, quasi assurda. Personalmente credo di aver colto, interpretato il modus operandi che ha delegato DV a Pradé&Maciá: no alle italiane (gli ex slavi), meglio a squadre straniere che pagano con meno rate, con meno inciuci, meno contropartite, più denaro. Jovetic che non va alla Juve dovrebbe insegnare qualcosa a tutte le squadre italiane, spero capiscano che ci si può sottrarre alla tirannia della Juventus.

    RispondiElimina
  37. Ciao Ludwigzaller! Aspetterei prima di trarre conclusioni. Credo sia meglio aspettare notizie ufficiali. Magari, questa storia di Ilicic vicino alla firma potrebbe essere una pressione fatta ad arte su Adem per accettare il rinnovo alle condizioni della Fiorentina. Chissà.

    RispondiElimina
  38. Sono al Bar Marisa: uno spasso con i filosofi avventori del luogo! C'é il gasatissimo con pacemaker a mille, c'é il pompiere che invita alla calma, c'é il bestemmiatore, c'é chi nomina Vittorione, c'é chi storpia nomi (Lillicicche der Palermo)....Dio quanto sono fighi questo quasi-anziani che hanno visto lo scudetto!

    RispondiElimina
  39. Lo spero proprio!

    RispondiElimina
  40. Pollock, non ho mai mischiato gli affari del mio harem personale col Marchese Martelloni (attuale, ma anche da sempre, mio gran benefattore morale), sarebbe come far entrare la volpe nel pollaio. Un giorno mi disse: «Amicus Plato, sed magis amica fiha». Voglio anche dire che ogni arrivo e ogni cessione sono ormai dettaglio, sul quale versare una lacrimuccia fuggitiva o esprimere una altrettanto celere soddisfazione. L'importante è l'insieme, al quale ho predetto già da un mese il terzo tricolore.

    RispondiElimina
  41. Più pausa per le giovani, meno-pausa per le mature, BLIMP. Ma scusa, oggi va di moda rimorchiare col cane, quindi uno con San Bernardo cerca una (San) Bernarda? È uno col Beagle cosa cerca......ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah....... (Mi son fatto appena rapinare al Viola Point, i miei figli vedranno un Babbo Natale estivo con 2 borse tutte piene di materiale viola.....non resisto!)

    RispondiElimina
  42. Per quanto riguarda gli ingaggi concordo sul fatto che un aumento di Ljajic possa suscitare inquietudine nei compagni. Tuttavia la differenziazione degli ingaggi è un dato di fatto, ogni società ha giocatori pagati di più altri meno. Ma nessun indigente, credo. È possibile che Cuadrado si accontenti, ma non ci illudiamo, presto anche lui chiederà di più. E così Valero, giocatore ambito dai maggiori club. O li diamo via o li incorporiamo nel progetto e li paghiamo il giusto. Altri come Aquilani o Rossi, per non parlare di Gomez, guadagnano già il giusto. Insomma per me questo non è un problema, ma se la società è furba proporrà a Ljajic un cifra globale per un triennio con una previsione a salire. E dunque magari 1,2 quest'anno, più di 2 già dal prossimo anno se si conferma.

    RispondiElimina
  43. Se l'obiettivo era diventare la terza forza dopo juve e milan, non occorreva prendere Gomez, e sdare via un giovane campione come Ljajic. Io credo che mirino più in alto, quantomeno provarci, ma la cessione di Ljajic sarebbe ugualmente esiziale.

    RispondiElimina
  44. Vita, domani sera torno a vedere un concerto dopo anni, il buon vecchio Nick Cave a Lucca...

    http://www.youtube.com/watch?v=VJTjsVSzQ1Q

    RispondiElimina
  45. Si narra che il Marchese Martelloni abbia stretto un patto con un'amica allevatrice di labrador, da cui ogni tre mesi noleggia un adorabile cucciolo da portare a spasso per le vie di Firenze, ed attirare fanciulle come mosche. Una volta cresciuto e scemato l'effetto-tenerezza, lo sostituisce con un altro.

    RispondiElimina
  46. Sopra, stamani prima di andare a lavoro ci ho fatto una veloce colazione (non è granchè, ma da qualche mese ho piazzato un set di effetti personali di riserva lì vicino...), confermo che la nomea di quel bar è più che fondata, come stamani hai potuto constatare anche tu!

    RispondiElimina
  47. L'inquietudine dei compagni c'è quando trovano l'aumento non giustificato dai fatti, o quando il giocatore prende a giocare male. Ma se Gomez e Ljajic fanno la differenza, tra gol e assist, la Fiorentina va sempre più in alto, e ci guadagnan tutti alla fine, tra bonus, visibilità e premi. Lo scandalo è che Pasqual prenda 1100 e Ambrosini 800, non gli eventuali alti stipendi di Ljajic e Gomez.

    RispondiElimina
  48. Partecipare alla Coppa dei Campioni sarebbe stato giusto, per quello che la squadra ha mostrato nella scorsa stagione. Ma siamo in Uefa e dobbiamo provare a lasciare comunque il segno. Del resto, non siamo mica come le altre italiane che la snobbano! Non è solo un discorso sportivo, ma anche economico. Certo, la Coppa dei Campioni è un'altra cosa, ma il montepremi dell'Europa League è in crescita. Un milione e 300mila euro di bonus per partecipare alla fase a gironi, piú 100mila euro a pareggio e 200mila a vittoria, nonché 400mila euro per la vincente del girone e 200mila per la seconda classificata. Poi, 200mila euro per i sedicesimi, 350mila per gli ottavi, 450mila per i quarti, un milione per le semifinali, due milioni e mezzo per la finale e due milioni e mezzo alla vincente. Insomma, un massimo di nove milioni e 900mila euro, ai quali aggiungere la quota relativa ai diritti tv e gli incassi delle partite. A conti fatti, ci sono in gioco piú di una ventina di milioni.

    RispondiElimina
  49. http://www.fiorentina.it/notizia.asp?IDNotizia=134689

    Non so se ci sia del vero, ma se non rinnovano e lasciano partire Ljajic per non dargli 1400 a stagione, sono da fucilazione sul posto, Gomez o non Gomez.

    RispondiElimina
  50. Intanto se prendono Ilicic è confermato che l'eventuale cessione di Ljajic non ha niente a che vedere con l'acquisto di Gomez, ma ad impossibilità di accordo con il serbo ed il suo procuratore. Se cedessi perchè ho bisogno di rientrare di capitali non andrei subito o, addirittura, prima a spendere quanto incassato per un sostituto. Deyna non ti ridico che quanto affermi non ha senso perchè te l'ho già detto almeno quattro volte e te l'ha rispiegato qui sotto anche il pazientissimo Salvatore. Lo stipendio di Pasqual non fa scandalo (quindi non crea reazioni a catena nel gruppo) perchè era preesistente a quello di tutti quelli venuti dopo di lui (pressochè tutto l'organico viola attuale). Diverso sarebbe se glielo rinnovassero aumentandolo, ma non lo stanno facendo, anzi, cercano di diminuirlo. Quello di Ambrosini, che è 700000 più bonus, è identico a quello che aveva Migliaccio, ed è tra i più bassi del gruppo, quindi anche quello non crea scandalo. Te lo dobbiamo ridire in musica? Creerebbe invece motivo di richieste di un buon numero di giocatori, il raddoppiare-triplicare lo stipendio di un giovane che ha giocato bene mezzo campionato, un campionato che quasi tutti han giocato aldisopra delle aspettative.

    RispondiElimina
  51. Se non rinnovano a cifre umane (che ho indicato per 1-1,2 milioni l'anno, ma anche 1,4 potrebbe non essere fuori dal mondo) è perchè anche Montella è d'accordo a non rinnovare, se no rinnoverebbero. Quindi o i termini della questione non sono quelli, o, anche tecnicamente, c'è qualcuno che conta e che la pensa più come me che come voi.

    RispondiElimina
  52. Ma Ljajic deve rinnovare, prende 600 se non erro, e un giocatore offensivo che fa regolarmente la differenza - come l'ha fatta lui quest'anno - è normale che guadagni più degli altri. Io non credo che un giocatore forte come Ljajic, Pizarro o Cuadrado sia contento di vedere un mediocre come Pasqual guadagnare molto più di lui - avesse già quel contratto o meno - come non credo sia felice di vedere arrivare un broccaccione 36enne alle pompe come Ambrosini, anche lui a guadagnare di più. Me lo potete rispiegare anche in melodia, ma non lo capisco davvero. Quanto sarebbe giusto dare a Ljajic allora, per non far inquietare gli altri? 800? 900? E perché mai lui dovrebbe accettare? A me 1400 sembra una cifra onestissima, ma per non perdere un giocatore di questo livello mi sembra che fino a 1800 valga la pena. Se mi dite sopra i 2000 dubbi ne ho anch'io, stante il nostro bilancio, ma se si perde per non dargli 1400 son da rincorrere. Ma probabilmente ciò su cui non si concorda qui è il livello del giocatore, per me altissimo per un 21enne.

    RispondiElimina
  53. Per vincere bisogna pensare e agire in grande, come ad esempio la Juventus: cuore da una parte, portafoglio e obiettivi dall'altra. Dover perdere Adem spiace ma se la vision tecnica e societaria è lo scudetto, allora equipaggino loro la Maquina. Un po' come per Jovetic un anno, tutti noi tifosi attendiamo che Liajic dica qualcosa, si esprima.....magari non alla Gazzetta dello Sport.

    RispondiElimina
  54. Se i dubbi sono anche tecnici, non solo fucilazione, ma anche rifiuto dell'ultima sigaretta, eheh

    RispondiElimina
  55. Jovetic vicinissimo al City.

    RispondiElimina
  56. Ciao Deyna, oltre alle considerazioni di Jordan, che sottoscrivo in toto, c'è un aspetto che tralasci nelle tue valutazioni economiche, ma che, al contrario, è determinante nelle scelte di una qualunque società di calcio. Provo a spiegarmi meglio: il costo di un calciatore considerato da una società è dato dalla somma tra lo stipendio e la quota di ammortamento annuo. È un discorso intuitivo, tanto che un calciatore preferirebbe arrivare a parametro zero, in modo da poter chiedere una cifra piú alta di stipendio. Ad esempio, l'incidenza attuale di Ljajic sui conti viola è pari a circa tre milioni annui: un milione e 600mila euro di ammortamento e un milione e 300mila euro di stipendio lordo. L'incidenza di Ambrosini è pari a un milione e 400mila euro, cioè solo il suo stipendio lordo. L'incidenza di Pasqual sarà lievemente minore di quella attuale in caso di rinnovo contrattuale, perché la quota di ammortamento residua, oggi pari a circa 230mila euro, sarebbe ripartita non piú in un solo anno, ma in due o tre, a seconda della durata del nuovo contratto. L'incidenza di Mario Gomez sarà al massimo di 11 milioni (6 di stipendio lordo piú 5 di ammortamento, considerando un costo di 20 milioni ripartito in quattro anni), quella di Vargas è di circa 4 milioni e 800 mila euro, ossia circa due milioni e 300 mila euro di ammortamento e circa due milioni e mezzo di stipendio lordo.

    RispondiElimina
  57. Riappaiono sul sitone alcuni desaparecidos, tipo Rinoceronte, Wojczek............Sciopen gasato.....Tutti boni ora!

    RispondiElimina
  58. Lì per l' m'è sembrato un foho si San Giovanni, poi ho guardato meglio e mi son venute le palpitazioni che sempre suscita Eros. M'è dolce perdermi in quel bosco bruno. Grazie Pollock.

    RispondiElimina
  59. EC - Lì per lì m'è sembrato un foco di.....accidenti ai tasti piccoli

    RispondiElimina
  60. Ormai credo di aver imparato a fare questi calcoli. Ljajic ha ancora un anno di contratto ed un valore residuo di 1,6 (6,5:4). Se firma un nuovo contratto però l'1,6 residuo va suddiviso per gli anni di contratto: in caso di triennale sono 500 mila euro. Se si aggiunge 1,4 di ingaggio netto e 2,8 lordo il costo del giocatore divenra di 3,3 milioni di euro. Dunque paradossalmente il costo precedente era analogo: 1,6 di valore del giocatore più 1,4 di ingaggio lordo. Salvatore dimmi se sbaglio. Ripeto: rinnovando ad 1,4 l'impatto di Ljajic sui conti dell'Ac Fiorentina è identico a quello attuale. E dunque perchè non farlo?

    RispondiElimina
  61. Ilicic non si prende se non a cifre molto diverse da quelle che chiede il Palermo. Che l'operazione sia legata al rinnovo o meno di Nutellino mi sembra lapalissiano. Che lo trattino mentre si avvicina l'incontro per il rinnovo, per mettere pressione all'albanese, anche. Fino ad ora i nostri ds hanno fatto il prezzo in ogni trattativa, sempre. Ljajic a dieci milioni è un affare che ingolosisce anche all'estero, mentre la cifra non sarebbe sostenibile dal Milan. Non credo che in caso di mancato rinnovo, squadre economicamente forti come i Manchester e le spagnole si lascino scappare l'affare. Io credo che rinnoverà, che le parole di Montella saranno decisive e che altrettanto decisiva sarà la clausole rescissoria che applicheranno al nuovo contratto. Io ipotizzo un contratto con stipendio da 1,1/ 1,3 e clausola a 20/ 25 milioni, col giocatore gratificato dell'ultima stagione e non imprigionato da contratto lungo grazie alla clausola stessa.
    Altre soluzioni sarebbero un salto nel buio per il giocatore e una sciagura economica per la società che perderebbe un gioiellino a spiccioli di plusvalenza.
    Riguardo al contratto di Gomez, credo che nessuno nello spogliatoio si sogni di impugnarlo per bussare a denari. Troppo il prestigio del tedesco e la differenza di palmares internazionale, troppo golosa l'occasione di migliorare la carriera giocandogli accanto. Batistuta prendeva fantastiliardi, i vari Cois, Firicano, Swharz , ecc non fiatavano. Poi il problema l'avrebbero tutte le squadre di vertice. Quest'anno al PSG, per esempio, visti i 12 milioni di Ibra e i 10 di Cavani, ci dovrebbe essere una guerra.

    RispondiElimina
  62. In altre parole: poichè il giocatore è già nostro i costi di cartellino calano drammaticamente di circa 1 milione a stagione e vanno a bilanciare l'aumento dell'ingaggio lordo da 1,4 a 2,8. La differenza è di appena 300 mila euro. Probabilmente Ramadani conosce queste cifre e sa dove può arrivare nelle richieste.

    RispondiElimina
  63. Intanto Seferovic va via a tre milioni a titolo definitivo...

    RispondiElimina
  64. Deyna i dubbi tecnici nel caso li avrebbe Montella le cui uniche dichiarazioni ufficiali su Ljajic sono state per ora: "Ha più bisogno lui della Fiorentina che la Fiorentina di lui" e "E' un po' ingrassato". Se il tecnico la pensasse come te gli avrebbero già rinnovato il contratto, sempre che le cifre di cui si parla siano quelle vere e che lui abbia voglia di rinnovare. Se non l'hanno fatto, e te lo ridico, o si parla di tutt'altro, o lui non vuole rinnovare (che è più o meno la stessa cosa), o Montella pensa che non sia così indispensabile.

    RispondiElimina
  65. Che Ljajic farà la differenza in termini di gol e assist lo pensi tu e qualcun'altro. Evidentemente non lo pensa o ne dubita o non lo ritiene così sicuro da rischiare di sbancare il monte salari, chi deve decidere e credo che la decisione sia di tutti, Montella ed il duo Madè, che non possono essere fenomeni in tutto e coglioni in una cosa che non vi trova d'accordo.

    RispondiElimina
  66. Che non concordi io, poco male, il fatto è che sembrano non concordare nemmeno Montella, Pradè e Macìa. Ovviamente non concordo sull'altissimo, sull'alto o quasi potremmo anche concordare, ma guadagnare più di 1 milione a 21 non vuol dire essere valutati poco.

    RispondiElimina
  67. Non so se la società vuol togliersi dalle palle tutti i Ramadani-boys (oltre a Seferovic, Jovetic e Ljajic ci sono pure Savic e Bakic) o se semplicemente crede poco in Sefe.

    RispondiElimina
  68. Intanto Bucchioni, per quello che può valere ogni tanto ha le soffiate buone, torna a parlare di 2,5 milioni richiesti, lo stesso contratto di Jovetic. Se è così è chiaro che vogliono la guerra e si spiega la virata su Ilicic. Comunque ripeto, o siamo a queste cifre, ed il problema è di volontà dal lato giocatore di andarsene, o siamo a cifre più umane, tipo 1,4 e, se non firmano, è la società che ha dubbi anche tecnici.

    RispondiElimina
  69. Credo tutte e due, Vitalogy, se è vero il messaggio bucchioniano (spesso usato da portavoce), Ramadani vuole la guerra e se vuole la guerra è perchè ha capito che la pace non può esserci. Con quella intervista di Jovetic ha combinato un casino di dimensioni che forse non aspettava ed ora è in rampa di lancio come Branchini e la sua banda (che, però, hanno usato come intermediario per Gomez?). Comunque anche nel caso di Seferovic, se lo credessero un grande centravanti, non lo venderebbero a tre milioni, Ramadani o no.

    RispondiElimina
  70. Se chiedesse davvero 2.5 netti stagione, nei panni della società sarei disposto a perderlo a parametro 0, pur di mandarlo un anno in tribuna

    RispondiElimina
  71. LUD, berrebbe cicuta, VITALOGY.

    RispondiElimina
  72. Non berrebbe niente, magari, ma ci farebbe scoppiare i coglioni per un anno di seguito

    RispondiElimina
  73. Una richiesta di 2,5 potrebbe significare solo che dietro c'è chi ha proposto una cifra del genere, cosa che mi sembra impossibile per il Milan, non tanto per la liquidità delle merde, ma per il fatto che sono cifre che prendono i Pazzini e i Boateng, gente non trascendentale ma che qualcosa in più ha fatto.
    Nutellino prende 650.000, una richiesta di quasi quattro volte superiore è un atto di guerra che non conviene al giocatore. La cessione di Seferovic mi sembra un segnale dalla società, del tipo: siamo disposti a non trattare più con voi. Hanno scelto un giovane ( per me molto forte), che si sarebbe trovato la strada chiusa da Gomez per almeno tre anni, quindi impossibile da valorizzare e - nel medio-breve - non utile alla causa. Inoltre un contratto da rinnovare ad almeno mezzo milione annuo. È impensabile , per me, una rottura totale dei rapporti, visto che l'albanese ha ancora in squadra suoi assistiti e che non conviene a chi vende inimicarsi possibili compratori. Io rimango ottimista.

    RispondiElimina
  74. Vargas dice che mescolandola con Gin, ghiaccio e una fetta di lime si annulla l'effetto del veleno

    RispondiElimina
  75. Foco, stiamo parlando tutti sul nulla, facciamo ipotesi sulle ipotesi, perchè la verità non la si conosce, come è anche ovvio, e cerchiamo di derivarla, ognuno con i suoi ragionamenti, dai pochi fatti dei quali veniamo a conoscenza. Se ha chiesto quanto dice Bucchioni si apre uno scenario, se invece sono alle cifre riportate oggi se ne apre un altro completamente diverso. La cessione di Seferovic (ammesso che anche quella sia definitiva e alle condizioni rese note) indica che non è che credessero molto nel centravanti e/o che vogliono diminuire e/o annullare la scuderia Ramadani, il che sarebbe confermato nel caso dell'ipotesi uno su Ljajic, un po' meno nel caso dell'ipotesi due. Del resto Pradè non ha usato parole di guerra contro Ramadani, anzi, direi il contrario. Insomma i sentieri sono tanti ed il puzzling continua.

    RispondiElimina
  76. Ottimo, Ludwigzaller, il metodo di calcolo è questo! C'è solo da aggiungere una somma per il procuratore e per gli intermediari che intervengono nella stipula di un nuovo contratto. Somma naturalmente del tutto discrezionale. Proprio in conseguenza del metodo di calcolo, immagino che la Fiorentina potrebbe rinnovare fino al limite massimo di un milione e 300mila euro - ma parlo di limite massimo - per cui se rinnovo non ci dovesse essere non sarebbe per responsabilità viola, ma per scelta della controparte.

    RispondiElimina
  77. Se l'offerta è di 2,5 milioni all'anno, dovreste tutti quanti o quasi ricordare cosa ho scritto ormai mesi fa per essere subito accusato di essere un menagramo. Risultavano infatti offerte altissime per Ljajic come ingaggio. Ne parlò in tv Calamai e mi parve credibile considerando che il giocatore era in scadenza. La Fiorentina non poteva mettersi su questa strada, l'ho scritto e lo confermo. Ljajic se è così è un giocatore per con monti ingaggio ben maggiori del nostro.

    RispondiElimina
  78. Penso che se fosse vero in diversi dovreste venire a Canossa.

    RispondiElimina
  79. Sedicente giocatore da 2,5 milioni di euro. Sedicente.

    RispondiElimina
  80. stefano vienna10 luglio 2013 19:24

    Leggendo i commenti pro-cessione di Ljajic, ancora non capisco che senso ha svendere un giocatore a 5 milioni quando rinnovando (a qualunque cifra) lo puoi rivendere fra un anno a più di 20. Aggiungo che Ljajic per me è destinato a diventare uno dei cinque giocatori più forti al mondo. E' come se il Tottenham avesse venduto Bale a 5 milioni nel 2009. Va bene, gli ammortamenti, il lordo e il fisso, ma Ljajic può diventare una miniera d'oro. Svegliatevi!

    RispondiElimina
  81. Per caso la Fiorentina ha venduto Ljajic a cinque milioni o qualche dirigente ha detto di volerlo fare?

    RispondiElimina
  82. Stefano per ora ti risponderei come Salvatore, prima di gridare allo scandalo aspettiamo di vendere Ljajic al Milan per 5 milioni. Quello che penso io l'ho detto, se chiede 2.5 lo manderei in tribuna a tempo indeterminato, finchè non decide di venire a Canossa (tanto per scippare la metafora a Lud) accettando il rinnovo a un ingaggio più ragionevole.

    Lud, tempo fa ti beccasti del menagramo non per il singolo caso-Ljajic, ma perchè prevedevi in tempi brevissimi un fuggi-fuggi di tutti i big della squadra, di Montella e dei DS. Invece per ora pare che se ne vada Jovetic come però sapevamo da un anno, e forse Ljajic ma manco ne siamo certi. Per 1-2 buoni che potrebbero andarsene, sono arrivati (senza contare gli acquisti di gennaio) Joaquin e uno che, te lo ripeto un'altra volta, è uno dei bomber più prolifici di Europa. Insomma qualcuno forse se ne va, qualcun altro è già arrivato di sicuro, si chiama calciomercato e si ogni anno, ci spieghi cosa ci trovi di tanto strano?

    RispondiElimina
  83. Sino ad ora nessuno a dimistrato di poter fregare (fottere, buggerare, giocare, turlupinare) il Dottor Pradè. La Fiorentina potrebbe chiudere il mercato con rosa più forte della scorsa stagione e bilancio migliore delle aspettative. L'acquisto di Gomez ha fatto alzare il culo a Ramadanni e muoversi verso l'Inghilterra, il tedesco mostra la forza della non-ricattabiltá(se si può dire) della viola, la cessione di Seferovic è un altro passo verso la riproposizione della filosofia dei DV ed è un altro movimento del nodo scorsoio che cinge Fali Ramadani, che rischia di inanellare un filotto di negativi (1)Juvetic no Joventus,2)Liajic no Milan,3)Seferovic ceduto); il tutto farà cambiare nome a Ramadani: Fallì.

    RispondiElimina
  84. stefano vienna10 luglio 2013 20:54

    Guardate, io non voglio aver ragione ad ogni costo, dico la mia tranquillamente ovvero come valuto gli argomenti pro o contro la cessione di Ljajic. Non esiste che una squadra svende un giocatore a metà prezzo, non c'è una ragione economica, al massimo si è vittima di un ricatto. E' anche strano che dopo Montolivo anche Ljajic vada al Milan facendo risparmiare a Galliani altri milioni. Se succederà ci saranno altri motivi extra-calcistici ed extra-economici. Detto questo, si corre un rischio non da poco, perso Ljajic, rimane solo Cuadraro per fare cassa l'anno prossimo. E se Ljajic esplode come Cavani, io almeno la faccia l'ho salvata.

    RispondiElimina
  85. Non ho mai parlato di fuga dei Ds, Vita. I casi controversi erano molti: a) il portiere in prestito, non ancora risolto; b) Jovetic e c) Ljajic, in via di soluzione ma lontani entrambi da Firenze; d) Pizarro: non risolto; e) Montella: si puntava a prolungargli il contratto ma per adesso non mi pare sia accaduto; f) Cuadrado: si pensava di acquistarlo per intero ma la soluzione è rimandata. Per questi motivi ho parlato di campagna difficile e "difensiva" che è stata comunque affrontata con abilità dai ds che hanno puntato su un forte rinnovamento e su giocatori di esperienza. Se Ljajic d'altronde ha offerte a 2,5 la Fiorentina non lo può trattenere. Ljajic è ormai uno di quei giocatori adatti a società con monte ingaggi molto più alto del nostro. Dato per scontato che Jovetic voleva andar via, credo che anche a Cuadrado, se ripete il campionato dello scorso anno, si offriranno cifre elevate. Quanto a Montella spero in un rinnovo, ma al momento i colloqui in proposito non ci sono stati o non hanno portato a molto. Ci si salva con un occhio al bilancio e una attudine camaleontica.

    RispondiElimina
  86. stefano vienna10 luglio 2013 21:09

    Ljajic può essere il nuovo Cavani. E da Cavani Zamparini ci guadagnò una ventina di milioni. Adesso De Laurentis ne ricava quaranta.

    RispondiElimina
  87. La mia impressione è che la famiglia Della Valle stia indicando la luna e che qualcuno di noi si soffermi a guardare il dito!

    RispondiElimina
  88. stefano vienna10 luglio 2013 21:20

    Su Ljajic deve scendere in campo direttamente la proprietà come con Toni. Qui si tratta di tanti soldi, ma di tanti veramente (futura vendita di Ljajic più entrata in Champions).

    RispondiElimina
  89. Cuadrado ê in comproprietà. Lui deciderà nulla, al limite l'Udinese, per la metà. Per fare cassa? Roncaglia, Savic, Valero, Vecino, Rossi.....Ma perché fare cassa? Da Gomez, Ambrosini, Ilicic è chiaro che la viola inizia ad attrarre! Cambiato il vento, LUD. Sembrava impossibile resistere alla dipartita di Behrami, invece con due partite è andato nel dimenticatoio. Io sono per tenere Liajic, a costo di triennale da 2 milioni....

    RispondiElimina
  90. "Difensiva", Lud, lo è stata per alcuni casi, non in toto. Ma c'è stata anche una fase offensiva molto spregiudicata, e pure vincente direi, con l'acquisto di Gomez su tutti. Se riusciamo a portare a casa anche un portierone è l'ennesima perla. Non ricordo una Fiorentina con un parco giocatori di così alto livello, mi pare ovvio che quando hai una decina di giocatori molto forti dovrai difenderti più di quando ne hai solo un paio, ma allo stesso ne attiri a te molti di più. Jovetic voleva solo la Juve e pare non l'avrà per l'opposizione della Fiorentina, Gomez voleva solo la Fiorentina e l'ha avuta, Ilicic vuole solo la Fiorentina e la avrà solo se anche la Fiorentina vorrà lui. In questo momento storico, mi pare una società fortissima, in attacco e in difesa, no?

    RispondiElimina
  91. I limiti di bilancio, peraltro comprensibili e un certo modo di agire tipico del calcio di oggi (procuratori in primis) hanno condizionato molto il nostro mercato. I ds hanno seguito una linea ben precisa: ogni giocatore che se ne è andato è stato adeguatamente sostituito. Si è scelto di puntare sull'esperienza e si è alla fine creato una squadra molto interessante. Il caso Ljajic è paradigmatico: con offerte di ingaggio superiori ai 2 milioni trattenerlo era difficile, a meno che non si puntasse decisamente su di lui. Ma se puoi permetterti solo un paio di stipendi oltre i due milioni, mi sembra più giusto puntare su giocatori dal rendimento sicuro. Il migliore acquisto potrebbe essere Rossi di cui si parla poco. Wolski potrebbe, e glielo auguro, sostituire Ljajic. Ilicic esplodere come preconizza Zamparini. Insomma ci divertiremo e faremo bene, ne sono certo. Non tutte le perdite sono indolori. E Stefano ha ragione nel continuare fino all'ultimo la sua battaglia per Adem. Ma se viene Ilicic, e Zamparini lo ha detto esplicitamente, secondo me il discorso è chiuso.

    RispondiElimina
  92. Quello che mi manca, per chiarire meglio, è l'idea di una società che crea un forte gruppo, con molti giovani ambiziosi e giocatori esperti, lo difende e lo fa crescere. E nel giro di qualche anno raggiunge risultati importanti. Ma forse questa prospettiva è riservata oggi a pochissimi club e la Fiorentina non è fra questi. Dunque si deve fare buon viso a cattivo gioco e provare a ripartire ogni anno con diverse facce nuove. Ma mi pare che i ds facciano miracoli e che anche quest'anno vedremo una bella squadra. Ciò premesso io non credo che siano stati previsti maggiori investimenti. Alla fine si tratterà di una campagna acquisti in cui le perdite e i guadagni si bilanceranno. E non escludo che come l'anno scorso si possa persino chiudere con un modesto attivo.

    RispondiElimina
  93. è noto che io fui tra i pochi a dire che Berhami sarebbe stato perdita indolore. L'anno scorso da trattenere non c'era quasi nessuno, quest'anno forse si poteva fare qualcosa di più, ma ripeto, considerati i limiti di bilancio, che io comprendo, certe partenze sono state inevitabili. Il calcio di oggi gira così, ci sono giocatori che non guardano alla fedeltà di piazza, procuratori agguerriti, presidenti pronti a sfruttare il minimo errore e a gettarsi come avvoltoi sui giocatori in scadenza, offrendo stipendi molto elevati e dando due soldi alla società che possiede il cartellino. Ma sono contento e mi sto convincendo che è stato fatto il massimo.

    RispondiElimina
  94. Come misura della forza d'attrazione della Fiorentina non mi baserei però su Ambrosini, rudere che sarebbe altrimenti andato a spendere gli ultimi sgoccioli di carriera al Montréal Impact di Nesta, o al L.A. Galaxy di Beckham...

    RispondiElimina
  95. Concordo in pieno con Stefano, lasciar andare via ora Ljajic, oltre che grave perdita dal lato tecnico, sarebbe a dir poco miope dal punto di vista economico.

    RispondiElimina
  96. Il Santos rifiuta la trattativa e sembra ritirarsi per Robinho...Questo bloccherebbe denaro per Liajic, da Milano. Ah ah ah ah ah...Caro Zio Fester, mica tutto può andare come te prevedi....! S.NAP., splendida metafora, dovrò darmi da fare per superarla...eh eh eh eh eh eh.....LUD: Gonzalo, Valero, Aquilani, Pizarro(?), Gomez, Rossi, Ambro(?) sono gli esperti che fanno la squadra. Wolski, Vecino, Cuadrado, Alonso, Liajic(?) i giovani intorno. Rilassati, sta uscendo fuori l'ultras che è in te e questo ti sobilla ma ti fa anche bene. Trova equilibrio e vedrai che tutto quadrerà. Anche Cuadrado.

    RispondiElimina
  97. Perdendo Jovetic, Ljajic e non avendo in mano il rinnovo di Cuadrado perdiamo i giocatori di maggiori prospettiva. Vecino e Wolski restano, ma per adesso non sono riuscito a farmi una idea del loro valore, certo molto lontano, però, da quello dei tre giovani che ho citato: Jovetic, Ljajic e Cuadrado. Ma ripeto il calcio di oggi ha regole che difficilmente si possono infrangere. E con certi limiti di bilancio certi giocatori sono impossibili da trattenere.

    RispondiElimina
  98. Certe volte faccio fatica a comprendere, lo ammetto. Oggi abbiamo ufficializzato Gomez, cioè l'acquisto più caro al momento di tutto il mercato, firmandogli un contratto dove tra fisso e bonus gli si garantiscono 5 bomboloni. Questo dopo che tutto il mondo e qualche tifoso viola pallido spergiuravano che senza vendere non lo avremmo potuto comprare ( come se fossero tutti commercialisti dell' A.C. Fiorentina). Venderemo Jovetic come da sua volontà, ma all'estero, non alla Juventus, dove il mondo e i pallidi di cui prima arispergiuravano che sarebbe andato per qualche milione e un paio di sacchi dell'umido bianconero. Se Ljajic ed il suo procuratore ( non la società), decideranno di non rinnovare, andranno dove gli si permetterà di andare, non certo per spiccioli. Il sostituto è stato bloccato, per non farsi trovare impreparati e per far capire a chi pensa di poter manipolare gli accordi, che la Fiorentina non è ostaggio di nessuno. Questo fa una grande squadra. Inoltre mai come quest'anno è chiaro che la società ha come progetto quello di provare a vincere, considerando chi è arrivato e chi deve ancora arrivare. Noi siamo un top club per filosofia, il fantacalcio lo lasciamo agli altri.

    RispondiElimina
  99. Ma chi te l'ha detto che va al Milan? Chi te l'ha detto che va via? Se poi l'anno prossimo avrà il prezzo di Cavani tu la faccia l'avrai salvata, ma se torna il Nutellic dell'anno scorso però non ti nascondere!

    RispondiElimina
  100. Son tutte previsioni tue, come è una previsione tua che lo venderanno a cinque milioni. A parer mio son tutte sballate, poi vedremo.

    RispondiElimina
  101. Non è un'offerta di nessuno, è, sembra, la sua richiesta, che non è la stessa cosa. Oggi una squadra che dovesse comprarne il cartellino a un decina di milioni almeno col cazzo che gli dà 2,5 milioni di stipendio. Tra un anno, se lo prende di regalo, può anche promettergli di darglieli. Però lui ed il suo mentore devono mettersi nel capo che questa strada sarà lastricata di lacrime. Solo così puoi sperare che vengano a più miti consigli.

    RispondiElimina
  102. a) il portiere in prestito, risolto, rimandato giustamente al mittente, b) Jovetic, in vendita per sua espressa e dichiarata volontà, c) Ljajic in trattativa tutta da definire, d) Pizarro, idem, con buone probabilità di soluzione positiva, e) Montella, per un allenatore credo che i contratti di lunga durata lasciano il tempo che trovano, un allenatore per forza non lo trattiene nessuno, bisogna che sia convinto, come lo è stato quest'anno, vista la campagna acquisti che gli han fatto, credo che continuerà ad esserlo, f) Cuadrado per fare una trattativa bisogna essere almeno in due e se l'Udinese non era disponibile a trattare la sua metà mica gli potevi sparare. Con tutto questo dichiarare difensiva una campagna acquisti che ha portato a Firenze Gomez, Pepito e Joaquin senza aver preso nessun grosso calibro è roba da ricovero

    RispondiElimina
  103. il problema è che non vede nemmeno quello!

    RispondiElimina
  104. Foco hai ragione al 100%. Sentir dichiarare "difensiva" questa campagna acquisti ed andare il isteria perchè stanno trattanto una cifra esosa chiesta per il rinnovo del contratto di un giocatore, mi pare roba da ricovero urgente. Ma forse siamo noi che non si capisce.

    RispondiElimina
  105. E allora? se riescono a fare squadre che divertono e vincono e chiudono anche in attivo questo ti fa fare buon viso a cattivo gioco? Ma dove vivi?

    RispondiElimina
  106. Ljajic gli "esperti" dicono che rinnoverà, dopo averlo associato al Milan come cosa fatta. Questo dovrebbe farvi capire in che condizioni è il Milan e quanto sono inattendibili i giornalisti sportivi. Non sta succedendo niente di quello che volevano farci credere, niente! Non ci stiamo difendendo perché nessuno ha le armi per attaccarci. Non hanno soldi ( Milan), non hanno la disponibilità per trattare con noi( Juve), non hanno appeal per far si che scelgano loro invece che noi ( Napoli). Alla fine del mercato saremo al pari delle merde e magari pure con qualche spicciolo ancora in saccoccia. Meglio di così che cazzo si deve fare?

    RispondiElimina